35mm x 24mm
35mm x 24mm
MARTEDÌ 4 MARZO 2014 ANNO IV N. 654
Cassano, a Polignano apre il primo Saraghina Store
Sarà inaugurato tra meno di un mese il secondo punto vendita dell’ottico pugliese: ma, a differenza di quello di cui è titolare a Molfetta,
completamente dedicato all’occhiale di design, proporrà a una clientela di passaggio l’intera gamma di sunwear progettata da un ottico di
Rimni, Angelo Di Stefano
«Di ottima qualità ma a un costo ragionevole, come il pesce dell’Adriatico di cui portano il
nome - spiega a b2eyes TODAY Michele Cassano - gli occhiali Saraghina nella foto, alcuni
modelli) saranno i protagonisti unici del nuovo negozio che aprirà il 29 marzo a Polignano a
Mare». Il Saraghina Store sarà, infatti, il primo punto vendita monomarca del brand in Italia e,
coerentemente con il marchio stesso, sarà declinato nei toni del bianco e del blu e caratterizzato
da arredi che ricordano i banchi di una pescheria. L’occasione che ha portato alla nascita del
negozio si può dire sia venuta nel maggio scorso a Design Your, l’evento dedicato agli occhiali di
design ideato da Sabino Bux, Costantino Gesualdo e Cassano stesso, che quest’anno verrà
riproposto in ottobre a Bari. Un evento, come sottolinea l’ottico pugliese, che non è solo
momento di business, ma soprattutto luogo di relazioni sociali tra individui e di legami tra gli
animi, capace di aprire a nuove idee, a nuove prospettive di crescita e successo. «È stato lì che
ho conosciuto Angelo Di Stefano, un ottico di Rimini che ha deciso di mettersi in gioco
progettando la propria linea di occhiali e dando vita a un prodotto 100% made in Italy,
dall’estrema calzabilità, leggero, comodo e in una varietà amplissima di colori - racconta il
professionista di Molfetta - Tra noi si è creato un legame di amicizia che si è trasformato anche in
rapporto di lavoro: dapprima ho venduto la sua linea nel mio negozio con ottimi risultati, quindi gli
ho proposto di aprire uno store in questa località di mare dalla bellezza unica e sempre più
apprezzata dal turismo internazionale».
Gli occhiali Saraghina saranno in vendita in una fascia di prezzo che va dai 69 euro fino ai 100 euro delle montature in metallo. «Essendo
l’obiettivo quello di venire incontro all’esigenza di una clientela in prevalenza di turisti alla ricerca di un occhiale esclusivo, che non si trova
ovunque, ma a un prezzo interessante, l’offerta sarà concentrata escluivamente sulla linea sole e il negozio, quindi, non avrà un ambulatorio»,
afferma Cassano. Quel che è certo è che il punto vendita fungerà da prototipo in vista di futuri sviluppi. «Non escludo che potremmo decidere
di aprirne altri in differenti località balneari della Puglia», conclude l’ottico pugliese. (Nicoletta Tobia)
Porsche Design, la sua icona si fa... lampone
Il brand tedesco ha sfilato sulle passerelle newyorkesi in occasione della presentazione delle collezioni autunno inverno 2014-2015
«Il 9 febbraio, durante la NY Fashion Week, Porsche Design ha presentato le sue proposte
per la nuova stagione (nella foto) – si legge in una nota di Rodenstock, licenziataria dell'eyewear
del brand – Le nuove collezioni per lui e per lei dal nome intrigante “Chic Altitude” sono ispirate
allo stile di vita glamour e sofisticato delle più esclusive località sciistiche alpine. Non solo
abbigliamento, ma anche eyewear, come il modello Sidewall, in edizione limitata in 250 copie in
tutto il mondo, e l’occhiale da sole P’8478 con lenti sfumate».
Il design di Sidewall ispirato agli occhiali protettivi delle leggende dell’alpinisimo «affascina
con un look elegante, ma allo stesso tempo sportivo. Gli inserti laterali in vetro assicurano una
protezione extra da vento e sole, rendendo questo modello adatto per le piste da sci così come
per le occasioni più mondane – prosegue la nota - Il modello icona P’8478 rappresenta il primo
occhiale della storia Porsche Design. Un design immutato fin dal suo esordio nel 1978 per
questo occhiale che ancora oggi conquista e affascina. Il suo sistema di lenti intercambiabili, che
era ed è tuttora rivoluzionario, ne fa un accessorio funzionale e accattivante. La nuova versione
con lenti sfumate color lampone ha rappresentato un vero e proprio must delle passerelle».
202mm x 31mm
35mm x 24mm
35mm x 24mm
MARTEDÌ 4 MARZO 2014 ANNO IV N. 654
Marco Tovaglia TODAY
Un caffè al giorno toglie l’occhio secco di torno!
"Na tazzulella ‘e cafè", titolava una famosa canzone di Pino Daniele: ma chissà se il cantante partenopeo avrebbe mai immaginato che la
bevanda tanto amata dagli italiani sarebbe potuta diventare, oltre che un piacevole corroborante, anche un possibile trattamento per questo
disagio visivo
Ebbene si, non sono impazzito, il caffè o meglio la xantina, sostanza principale che lo
compone, si è dimostrato uno stimolatore della produzione lacrimale. In uno recente studio sono
stati confrontati 41 soggetti di età compresa tra i 20 e i 26 anni: a loro, una volta suddivisi in due
gruppi, sono stati somministrati rispettivamente 5 mg/Kg della caffeina disciolta in acqua
rispetto a 200 ml di sola acqua utilizzata per il gruppo di controllo come placebo e sono stati
misurati i valori dello Schirmer 1 a 45, 90, 135 e 180 minuti dall’assunzione delle rispettive
bevande. Ne è emerso che gli score di Schirmer 1 sono aumentati dal momento dell’ingestione di
caffeina, in particolar modo dopo 45-90 minuti dalla somministrazione della sostanza (The effect
of caffeine on tear secretion, Optom. Vis. Sci. 2014 – Feb / Osei Ka, Ovenseri-Ogbomo G. Kyei S,
Ntodie M.). [email protected]
Galileo, con App Eyestation guarda alla Realtà Aumentata
Il nuovo strumento proposto dall’azienda italiana di lenti oftalmiche utilizza la particolare tecnologia che aggiunge simulazioni e informazioni
multimediali alla normale percezione
«La nuova App Eyestation (nella foto) di Galileo, semplice e intuitiva,
accompagna ogni persona nella conoscenza del risultato delle sue scelte,
mostra in anteprima, grazie alla possibilità di esplorare l'effetto visivo in base
ai materiali selezionati, gli innumerevoli plus dei trattamenti antiriflesso di
ultima generazione così come della variazione fotocromatica e consente di
apprezzare l'estetica e il comfort delle differenti proposte – si legge in un
comunicato di Oftalmica Galileo Italia - La nuova App racchiude le più
aggiornate innovazioni realizzate in termini di lenti progressive, monofocali e
media distanza, ciascuna con una risposta adeguata a precise esigenze della
persona».
Gli occhi… sentono meglio
Lo confermerebbe la neuroscienza: il nostro cervello ignora il segnale sonoro del linguaggio che l’orecchio gli riporta per seguire quello che
suggerisce la vista
Alcuni ricercatori dell’Università dello Utah hanno dimostrato che i segnali visivi influenzano la regione auditiva del cervello, cambiando la
nostra percezione della realtà. Hanno, infatti, analizzato l’attività elettrica del cervello di pazienti epilettici mentre si sottoponevano a
interventi per curare la propria malattia. I volontari, dopo aver guardato una serie di video di una bocca che pronunciava diverse sillabe, hanno
recepito messaggi diversi, misurati da un sistema di elettrodi. In un primo caso, vi era perfetta corrispondenza tra sillaba pronunciata e sillaba
udita; nel secondo, il suono della sillaba ”ga” è stato percepito come “tha” e quindi scomposto in due sillabe diverse. Quando, invece, nel
terzo caso, il movimento della bocca era solo lievemente diverso dal suono udito, le labbra pronunciavano “va”, il suono indicava “ba” e i
soggetti hanno percepito “va”, cioè quello che vedevano. In quest’ultimo caso l’attività cerebrale è aumentata in corrispondenza a quello che
la persona vedeva non a quello che, invece, sentiva.
38mm x 31mm
Direttore responsabile: Angelo Magri
Coordinamento redazionale: Francesca Tirozzi
E-mail: [email protected]tore.it
Supplemento al 4 marzo 2014 di b2eyes.com
reg. presso Tribunale Milano, n. 292, 17-06-2009
38mm x 31mm
Scarica

Cassano, a Polignano apre il primo Saraghina Store