[email protected] e Metaricerca d‘Ateneo. Valutazioni e test
presso l‘Università degli studi di Torino
Daniela Cabiati
Giulia Scarcia
Università degli studi di Torino
Parma, 1-2 dicembre
2009
19/12/2015
Immagine sede
evento
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
1
L’antefatto
 2002: nasce il Sistema Bibliotecario di Ateneo che riunisce 48
biblioteche di dimensione, struttura e organizzazione differente e
sparse sul territorio cittadino (suddivise in 8 ambiti disciplinari)
 2003: nasce il portale documentario dell’Università di Torino
(http://library.unito.it/)
 2005: acquisto dei software SFX e Metalib di Ex Libris, distribuiti in
Italia da Atlantis che vengono battezzati [email protected] e Metaricerca
 2006: presentazione al pubblico del nuovo servizio (a tappe)
 2007: il Sistema Bibliotecario si dota di 2 staff permanenti: Sviluppo
Collezioni e Servizi Bibliografici Digitali
2
Il gruppo di progetto
Fine 2007: si costituisce un gruppo di progetto su base volontaria formato da
7 bibliotecari che affiancano il personale dello Staff Servizi Bibliografici Digitali
del SBA.
Vi partecipano solo biblioteche scientifiche.
1 anno di lavoro: 2007-2008 incentrato prevalentemente sul servizio SFX > [email protected]
Obiettivi iniziali:
• test sui servizi per efficienza informatica e fruibilità per l’utente finale
• realizzazione test usabilità interfaccia e test di soddisfazione
• pubblicizzazione del servizio con partecipazione attiva dell’utente =
coinvolgimento di bibliotecari, docenti, ricercatori, studenti per segnalare e controllare
risorse
In concreto…. si lavora su:
• Funzionalità e sviluppo del sistema
• Indicatori di prestazione e soddisfazione dell’utenza
• Comunicazione e help desk
• Formazione
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
3
Funzionalità e sviluppo:
valutazione dell’usabilità delle applicazioni …
Obiettivo
 verificare il funzionamento delle risorse inserite (fruibilità e posseduto)
 migliorare l’interfaccia e l’usabilità dei servizi, grazie anche al riscontro
ricevuto
 da test di usabilità con utenti finali (individuazione aspettative; “percezione”
 dell’utente prima della formazione; misurazione del livello di soddisfazione).
 ridurre il livello di frammentazione degli applicativi: permettere l’
integrazione
 tra risorse e servizi e tra i diversi strumenti di ricerca
Uso del benchmarking su alcuni portali di Università italiane e straniere
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
4
Funzionalità e sviluppo:
valutazione dell’usabilità delle applicazioni (2)
[email protected]: lavoro di rifinitura di quanto già reso disponibile su target
specifici > proposte di modifica finalizzate a migliorare:
- il menù dei servizi
- la lista a-Z
- il Citation Linker
- il linguaggio
Metaricerca: il lavoro di analisi > necessità di una ristrutturazione del
servizio > Metaricerca quale rappresentazione della biblioteca
digitale dell’Ateneo aggiornata e dotata di schede descrittive che
rendano conto della peculiarità di ogni risorsa.
Al momento ci si limita a una semplificazione dell’interfaccia del
servizio > si lasciano solo le possibilità di “ricerca rapida” e “scegli
dalla lista”
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
5
Analisi delle prestazioni
Domanda iniziale: esiste un livello minimo di soddisfazione agli applicativi?
 Ricognizione quantitativa dell’utenza interessata a [email protected] e a
Metaricerca
 Individuazione delle aspettative di alcuni gruppi di utenti a campione
 Rilevamento esigenze specifiche: come gli utenti usano le biblioteche
digitali
 Monitoraggio degli accessi e dei percorsi di navigazione. Per esempio:







Siti da cui provengono i visitatori
Siti cui si dirigono dopo aver usufruito del servizio
Pagine del sito più visitate
Percorsi interni
Tempo trascorso sul sito
Definizione di una griglia di indicatori da applicare ai due servizi
Elaborazione di uno strumento di analisi della soddisfazione dell’utente
rispetto alla qualità percepita
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
6
Comunicazione da e verso i due servizi …
1) Analisi delle parti testuali delle attuali interfacce, dei link a pagine di
aiuto e di spiegazione sulle modalità di funzionamento dei servizi =
Analisi dell’attuale organizzazione dei materiali informativi sul portale
dei servizi bibliografici digitali per:
• Benchmarking inerente le soluzioni di FAQ e Virtual Help Desk
integrate da altri atenei italiani e stranieri
• Proposta per una nuova architettura delle sezioni del portale
bibliografico (riduzione della ridondanza e della dispersione delle
informazioni per ridurre il disorientamento dell’utente)
• Creazione di prototipi di faq, tutorial, messaggistica e strumenti di
feedback integrati: test con diverse tipologie di utenti per valutare
quanti strumenti di aiuto creare, dove collocarli e in quale formato.
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
7
Comunicazione da e verso i due servizi
2) Strutturazione di un progetto di comunicazione e marketing dei due
servizi di ricerca:
strategie comunicative generali (utenza indifferenziata)
a livello di area disciplinare (utenza specialistica)
a livello di biblioteca (bibliotecari e utenti locali)
valutazione di un possibile coinvolgimento dei canali di
comunicazione dell’Ateneo (radio e tv)
Presentazioni e promozioni a livello centrale e locale.
8
Frequently Asked Questions
- Le FAQ devono essere accessibili da più punti: portale bibliografico
ma anche portali dei due servizi di ricerca.
- Snellire il numero di FAQ (al massimo 10):
 FAQ OPERATIVE (per la ricerca) > - utente standard
- utente specializzato
 FAQ ACCESSIBILITA' (problemi o modalità di accesso)
 FAQ CONDIZIONI D'USO (aspetto legale = segnalazione delle
condizioni di licenza per ogni risorsa)
Esempio FAQ accessibilità:
• Metodiche di accesso:




modalita’ di accesso al servizio
risorse (sources) su cui e’ attivo il servizio/risorse attivate
dettagli tecnici e configurazioni
Messaggistica di errore, dubbi e problemi di funzionamento
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
9
Formazione = servizio
•
Più si “DISAMBIGUANO” i termini e il linguaggio, più si rendono semplici e
usabili le icone etc., più la formazione può concentrarsi sui CONTENUTI e
fornire un feedback per le future possibili implementazioni.
•
Incrementare l’uso dei servizi di Metaricerca e [email protected] valorizzando il
supporto didattico e metodologico dei bibliotecari > cooperazione e
coordinamento > creazione di una comunità virtuale di bibliotecari
finalizzata all’autoformazione continua, sensibile ai bisogni informativi
dell’utenza di riferimento per un servizio di qualità.
•
Creazione di linee guida per arrivare a standardizzare l’offerta formativa
per poterla:
 riutilizzare
 valutare
 migliorare
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
10
I metodi…
Situazione formativa disomogenea dell’Università di Torino
Programmazione: censimento delle attività formative accreditate svolte dalle
singole biblioteche per definire comuni:




Obiettivi didattici
Metodologia didattica basata sull’utente
Contenuti formativi > formazione trainata dai contenuti
Strumenti didattici (lezioni frontali e/o formazione a distanza; e learning su
piattaforma Moodle)
 Formatori
Far convergere l’aggiornamento professionale dei bibliotecari con la promozione
di nuovi servizi per la didattica e la ricerca.
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
11
I metodi…
Metodo didattico (valido per formatore e utente):


Impostazione didattica multidisciplinare > lezioni teoriche e dimostrazioni tecniche +
momenti di discussione e di lavoro in piccoli gruppi.
Particolare rilevanza della parte pratica > docente e bibliotecario (o bibliotecario e
utente) lavoreranno in gruppo, con esercitazioni orientate alla risoluzione di
problemi, al fine di tradurre operativamente i quesiti degli utenti in strategie di
ricerca documentale e/o bibliografica.
Il corso si svolgerà in un'aula informatica dove si alterneranno:




Lezioni teorico/dimostrative
Lavoro a piccoli gruppi
Esercitazioni su quesiti presentati dal docente o formulati dai partecipanti. Suddivisi
in piccoli gruppi i bibliotecari dovranno aiutare l’utente ad utilizzare MetaLib/SFX nel
modo più efficace per rispondere ai loro bisogni.
Esercizi guidati finalizzati alla ricerca ed al reperimento della letteratura (e-learning)
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
12
1° modello: Modulo formativo per bibliotecari della durata di 6 ore
(1)
Formazione dei formatori:
Destinatari: bibliotecari e operatori con diverse responsabilità che lavorano
nelle biblioteche motivati ad acquisire competenze e strumenti per
utilizzare e promuovere MetaLib/SFX nella propria realtà al fine
trasferire le conoscenze acquisite all’utenza di riferimento.
Obiettivi: contribuire alla conoscenza e all’utilizzo nella pratica di reference
e formazione dei servizi di metaricerca e linking citazionale. Il corso
fornirà ai bibliotecari alcune conoscenze metodologiche e abilità
pratiche.

 Fornire strumenti di base per offrire all’utenza servizi e
formazione in modo omogeneo
 Aggiornare sugli strumenti di ricerca per un servizio avanzato
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
13
1° modello: Modulo formativo per bibliotecari della durata di 6 ore (2)
[email protected] – SFX
•
•
•
•
•
•
•
•
conoscere i fondamenti dello standard openURL
conoscere gli elementi di base dell'architettura di un openURL resolve: link
server, target, sources, statistiche, ecc., attraverso l’esempio di SFX
conoscere le problematiche pratiche di aggiornamento di TROVA (accenno
relativo all'uso di moduli di segnalazione)
conoscere le diverse granularità di puntamento di target differenti (article
level, issue level, journal level, ecc.)
individuare l'accessibilità di un periodico elettronico in Ateneo
accedere al full text, al posseduto cartaceo (ecc.) di un articolo partendo da
una citazione contenuta nei seguenti strumenti: database bibliografici,
catalogo d'ateneo e/o ACNP, gestore di citazioni bibliografiche, metaricerca
d'ateneo
utilizzare il citation linker per inserire gli estremi di un articolo e accedere ai
menu dei servizi estesi di TROVA
differenze tra lista A-Z e Sebina
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
14
1° modello: Modulo formativo per bibliotecari della durata di 6 ore
(3)
METARICERCA d'Ateneo
•
•
•
•
•
•
conoscere gli standard per la metaricerca: Z39.50, XML, ecc.
conoscere il livello di integrazione dei risultati nell'interfaccia di metaricerca:
search&view, search&link, link to
conoscere l’architettura di un motore di metaricerca (MetaLib): quicksearch,
scelta e ricerca ….
conoscere i pro e contro delle funzionalità di clustering, ranking, ecc.
utilizzare le possibilità di personalizzazione: area personale
utilizzare la modalità di ricerca più appropriata alle esigenze e alle
conoscenze dell’utente
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
15
I metodi…
(2)
Formazione degli utenti:
 individuazione dei diverse tipologie di riferimento per adottare una
metodologia adeguata. Differenziare utenza specialistica e generica
 Strutturazione di un’offerta formativa in moduli idonei a essere
“istituzionalizzati” attraverso l’accreditamento > attività formativa delle
biblioteche nel curriculum studenti
 realizzazione di un percorso formativo in modalità di erogazione che
integri e-learning (specie materiale di esercizio) e formazione d’aula
 creazione di un modulo standard da adattare alle diverse macroaree
disciplinari
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
16
2° modello: modulo formativo per utenti di 2 ore
[email protected] – SFX
•
•
•
•
•
•
conoscere le problematiche pratiche di aggiornamento di TROVA (accenno - uso moduli di
segnalazione)
conoscere le diverse granularità di puntamento di target differenti (article level, issue level,
journal level, ecc.)
individuare l'accessibilità di un periodico elettronico in Ateneo
accedere al full text, al posseduto cartaceo (ecc.) di un articolo partendo da una citazione
contenuta nei seguenti strumenti: database bibliografici, catalogo d'ateneo e/o ACNP, gestore di
citazioni bibliografiche, metaricerca d'ateneo
utilizzare il citation linker per inserire gli estremi di un articolo e accedere ai menu dei servizi
estesi di TROVA
differenze tra lista A-Z e Sebina
METARICERCA d'Ateneo
•
•
•
•
conoscere il livello di integrazione dei risultati nell'interfaccia di metaricerca: s&w, s&l, link to
conoscere l’architettura di un motore di metaricerca (MetaLib): quicksearch, scelta e ricerca
(diverso da Google, per esempio)
conoscere i portali, liste di risorse non metaricercabili
utilizzare le possibilità di personalizzazione: area personale
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
17
… i primi esperimenti
su [email protected]: 1 sessione per gli utenti di Scienze Mineralogiche
1 sessione per gli utenti di Farmacia
1 sessione per gli utenti di Matematica e Fisica
Si è creato uno scenario di ricerca concreto e poi si sono fornite le spiegazioni;
presenza di un osservatore esterno per individuare comportamenti e domande
 Proposta di feedback con modello questionario. Uso di una scala di valutazione
da 1 a 5 e tre valutazioni per domanda: chiarezza, utilità, tempo dedicato; 7 le
domande:
 livello di conoscenza degli strumenti
 necessità di esposizione problematiche tecniche durante il corso
 facilità/semplicità di utilizzo dei motori
 esaustività/adeguatezza delle risposte ottenute dai motori
 adeguatezza delle funzioni di ricerca e integrazione con altri servizi (Metaricerca e Trova fra loro,
EndNote…)
 salvataggio dei full text e creazione di link bibliografici nell’area personale (Metaricerca)
 Giudizio complessivo sull’utilità degli strumenti di ricerca in esame
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
18
Conclusioni
In un processo di sviluppo di un Sistema Bibliotecario di Ateneo, il
progetto Trova/Metaricerca ha avuto come obiettivo principale >
•
•
aumentare e implementare l’uso di Sfx e Metalib coinvolgendo - anche con la
formazione - il bibliotecario e l’utente finale (segnalazioni, verifiche, richieste,
proposte….)
trarre il meglio dagli applicativi rispetto alle esigenze emerse anche integrando tra
loro i motori di ricerca presenti sul portale di Ateneo così come si sta facendo per
[email protected] (es. ricerca integrata elettronico/cartaceo con Sebina; Google search)
•
Migliorare l’usabilità
•
avviare collaborazioni con altri Atenei italiani e stranieri che utilizzano le applicazioni
SFX e Metalib per uno scambio di informazioni, esperienze, dettagli sulle
configurazioni delle risorse
•
progettare e sviluppare moduli aggiuntivi o aggiornamenti al software attualmente
non previsti dalla società Ex Libris
19/12/2015
La ricerca al tempo di SFX & MetaLib
19
Scarica

16.00-16.30 Daniela Cabiati, Giulia Scarcia