0 8
2011
www.gdoweek.it www.gdoweektv.it
7 M ARZO
• GDOWEEK 2011 • Settimanale • Il Sole 24 ORE S.p.A. – via Carlo Pisacane 1 – 20016 PERO (MILANO)
• Poste Italiane S.p.A. - Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 n. 46) - art. 1, Comma 1, DCB Milano
- IN CASO DI MANCATO RECAPITO
INVIARE AL CMP DI MILANO ROSERIO PER LA RESTITUZIONE AL MITTENTE PREVIO PAGAMENTO RESI.
crudo e speck, vincono
packaging e comodità
È il dato che emerge dall’analisi dei dati SymphonyIRI
e dal rilevamento condotto da Gdoweek in 10 punti di vendita
intervista
giovanni
la torre
pag. 8
i consumi
il paniere istat
pag. 10
i mercati
zuccheri
e dolcificanti
pag. 34
accessori
cura casa
pag. 40
creme viso uomo
pag. 52
pag. 18
L’UNICO
GARANTITO DAL CONSORZIO EMMENTALER SWITZERLAND
zi a t à
n
ra u a l i
a
G iQ
d
Il bollino Emmentaler DOP
garantisce elevati standard di
qualità e il rispetto dei severi
requisiti previsti dai rigorosi
capitolati stabiliti del Governo
Svizzero.
Il Consorzio Emmentaler
Switzerland effettua con
regolarità test qualitativi,
durante tutte le fasi della
filiera: dalla produzione alla
maturazione, dal trasporto
fino al punto vendita,
verificando le caratteristiche
fisiche e batteriologiche del
prodotto, al fine di garantire
l’idoneità di ogni forma.
Codice di tracciabilità
L’ovale presente sulla crosta
contiene il codice numerico
corrispondente ad ogni
caseificio di produzione. Per
essere certi di aver acquistato
un prodotto garantito dal
Consorzio, basta collegarsi
al sito www.emmentaler.ch,
introdurre il codice e verificare
che il numero corrisponda
ad un caseificio membro
del Consorzio. Qualora il
numero non trovasse alcuna
corrispondenza, tale prodotto
proviene dai caseifici non
controllati dal Consorzio
Emmentaler Switzerland.
editoriale
evoluzioni in blu,
nuove lenti
per osservare i mercati
opo Gdoweek rosso, [email protected]
D
e [email protected], ecco arrivata anche
la nuova versione di Gdoweek Blu, l'edi-
Cristina Lazzati,
direttore
di Gdoweek
zione di Gdoweek che, periodicamente,
si occupa di consumi e mercati, e, per
evidenziarne l'evoluzione, abbiamo voluto anche virare il colore così da "segnare"
il momentum. Molte cose rimangono comunque: le nostre ricerche sul campo,
prezzi e prodotti presenti a scaffale rilevati
in alcuni punti di vendita selezionati dall'arco alpino alla Sicilia. Non cambiano i nostri partner storici, SymphonyIRI e Nielsen
per i dati-parametri di mercato, così come
la collaborazione con Marilena Colussi,
responsabile food & retail GPF. Permangono anche i nostri principali interlocutori,
i retailer, testimoni in prima fila dell'andamento dei consumi e dei mercati. Che
cosa abbiamo aggiunto e potenziato?
L'analisi della comunicazione, riteniamo,
infatti, che sia tornato il momento in cui
la marca mostri il suo nuovo volto, che
ritorni a diventare motore di innovazione
e di cambiamento, spinta anche da una
competizione che si è allargata alla marca
privata -o dell'insegna che dir si vogliasempre più agguerrita e "padrona" di
strumenti di marketing via via più affilati.
In questa accesa competizione, la marca
industriale (fino a pochi anni fa la precisazione non sarebbe stata necessaria, ndr)
auspichiamo possa tornare a rivestire un
ruolo proattivo e non solo sugli spalti della
tradizionale pubblicità fatta di spot o di
campagne stampa, ma anche, e sempre
di più, sul punto di vendita e soprattutto
nel mondo ancora nuovo del web, dove,
di fatto, sempre più si costruisce l'opinione
dei consumatori, il passaparola virtuale, i
blogger, gli evangelist della marca. Il panorama si arricchisce di nuove voci: pensiamo agli Haul video (vedi [email protected] 3),
dove i consumatori, spesso giovanissimi,
ma non sempre, recensiscono i loro acquisti davanti ad una telecamera per poi
pubblicare tali commenti sul proprio sito o
direttamente su Youtube; alcuni (anche in
3­­­
Italia) stanno accumulando così tanti click
da diventare, a loro volta, canali dove è
redditizio fare pubblicità.
La potenza dell'opinione del consumatore
è riconosciuta da tutti, il web non è altro
che un gigantesco megafono piazzato
davanti al singolo, che successivamente
si propaga non solo nella rete, ma anche
nel tradizionale passaparola vis-a-vis.
Secondo Il SocialMediAbility delle Aziende Italiane -una ricerca condotta su 720
aziende di sei diversi ambiti: moda, elettronico, alimentare, banche, hospitality,
pubblica amministrazione, tra maggio e
novembre 2010, da un team di lavoro
gestito dal Prof. Guido Di Fraia della
Scuola Comunicazione Iulm-, il 90% delle
aziende del settore alimentare ha un sito
internet, il 31% usa i social media (in particolare Facebook, 32,33%, cui seguono
Linkedin e Youtube, ben distanziate) e
solo il 29% ha link riconducibili ai social
network sul sito aziendale. Uno dei motivi
addotti per la scarsa presenza è quello
che, spingendo troppo l'accento sulla
condivisione, si possa “perdere il controllo
della comunicazione”. Ciò non toglie che
la maggior parte delle aziende intervistate
si dichiari fortemente motivata a muoversi in questo ambito. Grande, quindi, la
confusione sotto il cielo: da un lato, la
coscienza di un forte cambiamento in
atto, dall'altra la scarsa conoscenza dei
fili che lo possano, se non governare,
almeno monitorare.
Proprio per questo motivo, abbiamo
potenziato il nostro osservatorio blog
sui mercati che vedrà anche scendere
in campo sia Nielsen -che ha aperto
Buzz, un'area di monitoraggio dedicata
all'online- sia Blogmeter, entrambi con
servizi di analisi e monitoraggio dei social media e del passaparola online che
consentono di conoscere ciò che viene
detto in Rete su un tema, un’azienda, un
marchio, un prodotto. Una cosa è certa:
la parola d'ordine è condivisione, che
piaccia o meno, Meglio farci i conti.
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
s
0 8
2011
www.gdoweek.it www.gdoweektv.it
7 M ARZO
crudo e speck, vincono
packaging e comodità
intervista
É il dato che emerge dall’analisi dei dati Simphony Iri
e dal rilevamento condotto in 10 punti di vendita da Gdoweek
i consumi
giovanni
la torre
pag. 8
il paniere istat
0 8
2011
pag. 10
i mercati
zucchero
e dolcificanti
pag. 34
accessori
cura casa
pag. 40
t (%08&&,t4FUUJNBOBMFt*M4PMF03&4Q"oWJB$BSMP1JTBDBOFo1&30.*-"/0
t
sommario
editoriale
network
intervista
3
Evoluzioni in blu,
nuove lenti
per osservare i mercati
6
Prossimamente su Gdoweek
8
i consumi crescono
dando ai meno ricchi
consumi
10
Paniere Istat: la benzina
cambia il budget familiare
navigatori
13
Foursquare l’anti-privacy:
voglio una vita geolocalizzata
14
novità, tendenze e anticipazioni
dal mondo del web e dei social network
comunicazione
16
LaLitro di Levissima diverte
per educare al riciclo
il packaging
18
L’evoluzione del confezionamento
dei formaggi stagionati a libero servizio
i prodotti
le novità
24
il mercato
28
Da industria e gdo
la spinta al take away
30
I pareri di Conad Sicilia,
Gruppo Roberto Abate, Poli
e l'assortimento di Auchan
prosciutto crudo
e speck
i prodotti
prosciutto crudo
e speck
il mercato
zuccheri
e dolcificanti
32
Le diverse declinazioni degli shop-in-shop
di marca nel flagship store laRinascente di
piazza Duomo a Milano. La logica è applicata
quest’anno al primo piano (uomo fashion) e al
quarto piano (donna classica).
Discount e specialisti
i veri competitor
Photo Gallery
50
il mercato
52
i prodotti
56
creme viso uomo
Video Tour
Video Intervista
i prodotti
13 N avigatori
16 C omunicazione 18 P ackaging
Il parere di Interdis e gli assortimenti
di Coop Nordest ed Esselunga
40
creme viso uomo
08 Intervista
36
il mercato
accessori
cura casa
pag. 18
Crescita alimentata
dalle private label
39
accessori
cura casa
pag. 52
34
i prodotti
zuccheri
e dolcificanti
creme viso uomo
Sarah Taylor, senior industry director
retail Oracle, spiega come le tecnologie
possono supportare i retailer nelle strategie
multicanale e nella costruzione di una
shopping experience sempre più coinvolgente.
Le novità dell'ultimo Saturn, flagship
cittadino aperto a Milano, che, su 6.000 mq
suddivisi su due piani, rafforza il proprio
ruolo di trend setter nella tecnologia, con
nuove categorie e shop-in-shop.
Video Intervista
Investimenti adv:
segnali di ripresa
Testanera, sponsor della settimana della moda,
allestisce un percorso fotografico con dieci scatti di
Karl Lagerfeld, dal libro We Love Hair, realizzato per
il 111 anniversario Testanera. Per l’occasione, Gdoweek
incontra Susanne Cornelius, direttore generale della
divisione cosmetica al consumo di Henkel.
Scelti per voi
5­­­
Tempe Outlet, l'ultimo format di Inditex,
che da azienda di gruppo specializzata in
calzature si è trasformata in insegna di
scarpe ed accessori per clienti con difficoltà
fisiche e mentali, in pdv d'atmosfera.
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
network
prossimamente
Speciale Report Euroshop Gdoweek
[email protected] 10
Layout
venerdì
28 marzo
Collegati e scarica il
numero 10 dal nostro
sito. Nell’archivio
tutti i numeri di
[email protected]
giovedì 10
e giovedì
17 marzo
News, video e gallery:
le ultime novità
della settimana
in arrivo
ogni giovedì sera
lunedì 30 marzo
Quello che di significativo, eventi, annunci,
prodotti, trend, ci sarà alla fiera che avrà luogo
a Düsseldorf dal 26 febbraio al 2 marzo.
Il focus di quest'anno è sulla sostenibilità.
Gdoweek
newsletter
da non perdere
[email protected] ora
Layout Z - VY
è più multimediale
0 5 2011
Il nuovo [email protected]
internazionale con 33 file
audio e 11 video in inglese,
sfogliabile e interattivo.
Ricevuto il link via mail,
ci si collega con un click
e si può anche stampare.
1 8
f e b b r a i o
APRI I VIDEO DI GDOWEEKTV
per te con un click
Guarda
il
video
6
HERMÈS
INDIVIDUA LA PAGINA
e vai all’argomento scelto
Parigi - Francia
Fermoimmagine
Brooklyn Yard-Scraper,
Aquagranda Wellness Park,
Parma Urban District,
Riverstone, Cooking school
Waitrose, Café & Cycles
Bianchi, Casaitalia, Bottega
Verde, United Nude, Carrefour,
Media Markt, Tek Building
progetto di Daniel Libeskind
RIVERSTONE
2
02
04
Hermès Parigi, Wyckoff New
York, Replay Parigi, Asics
Amsterdam, Carrefour City
Bordeaux
08
e scorri il pdv
05
Zoom
06
SCOPRI LE GALLERY
10
11
ASCOLTA LE VERSIONI IN INGLESE
degli articoli pubblicati
Strumenti
12
Gdoweek.it
Speciale Euroshop
CARREFOUR CITY CAFÉ
14
15
16
17
19
20
Bordeaux - Francia
● Mercati - Le rilevazioni prezzo di Gdoweek, i commenti delle società di ricerca
e dei blogger.
● Dossier - Salva sul tuo computer i dossier di Gdoweek, immagini e testi.
● Le ricerche - L'Osservatorio Retail di Sda Bocconi, il Far East di Equilibri,
la Csr di GreenBean, le novità di M&A di Kpmg.
L'edicola Flip
0 6
2011
21 FEBBRAIO
department store
acquisizioni e sfide
Sia Coin sia laRinascente appaiono destinate a cambiare proprietà:
i nuovi player si troveranno di fronte a Milano, a due passi dal Duomo
immobiliare
torino e genova:
gdo debole
pag. 10
retail
social network
e gdo green
pag. 32
think tank
i vincitori,
i giudizi
della giuria
pag. 34
industria
il boom dei gift
in scatola
pag. 44
servizi
Guardate i video
della premiazione del
1° Think Tank Award
euroshop:
innovazione
sostenibile
pag. 48
pag. 14
Sfoglia i numeri
di Gdoweek direttamente
sul sito
6
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
intervista
meno sperequazione
uguale più consumi
di Gino Pagliuca
I
l dibattito sulla crisi è al centro de La comoda menzogna (edizioni Dedalo, euro 16), un
volume scritto da Giovanni La Torre, autore
di fortunati testi di divulgazione economica.
Ne abbiamo parlato con l’autore.
Lei sostiene che alla base della crisi vi è
anche la crescente sperequazione tra i
redditi. L’impressione è che il dopo crisi
abbia accentuato le differenze anziché
diminuirle. Significa, allora, che la bassa
crescita è destinata a durare a lungo?
Giovanni
La Torre è stato
direttore generale
di istituzioni
finanziarie e
attualmente opera
come consulente
di direzione.
Ha pubblicato
L’economia in
dieci conversazioni
(2006);
Conversazioni
sull’Economia
contemporanea
(2009); Il grande
bluff. Il caso
Tremonti (2009).
8­­­
Come hanno dimostrato economisti ben
più autorevoli del sottoscritto, come Stiglitz,
premio Nobel 2001, e Fitoussi, la causa prima di questa crisi globale sta proprio nella
mortificazione dei redditi bassi e medio bassi
che si è avuta a partire dagli anni Ottanta del
Novecento. Lo spostamento dei redditi dai
salari ai profitti è un dato certificato da innumerevoli ricerche anche del Fondo Monetario Internazionale, quindi è ormai un fatto
assodato. È evidente che questa situazione
ha comportato un grave problema di domanda e, di converso, un “eccesso di risparmio”,
che ha vagato alla ricerca di speculazioni. Da
qui, l’ubriacatura finanziaria ed immobiliare
che abbiamo avuto ed, alla fine, l’esplosione
di tutte le bolle. La crisi, quindi, già c’era da
prima, solo che era nascosta dalla bolla del
facile credito (al consumo), che suppliva
all’insufficienza dei redditi spendibili. Il tutto è
crollato quando quei finanziamenti avrebbero dovuto essere rimborsati. Lì, si è visto che
i redditi non erano sufficienti e la crisi non è
potuta più essere nascosta.
Sennonché, la crisi ha comportato un’accentuazione di queste sperequazioni, la cui
soluzione vera non potrà avvenire nel breve
termine. Infatti, hanno ripreso a crescere
solo i Paesi che contano sulle esportazioni
(Cina e Germania), ma questo è un modo
che non può essere esteso a tutti, per il
semplice fatto che il mondo intero non commercia ancora con altri pianeti. Se non si
alimenta la domanda interna, soprattutto dei
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
intervista
ria, ciò è dovuto solo alla crescita
dei Paesi emergenti, Cina in testa,
che costituiscono ormai la vera
locomotiva della crescita mondiale.
Piuttosto, preoccupiamoci di battere la Cina sfruttando e cercando
di mantenere il vantaggio acquisito
nei decenni scorsi in termini di
tecnologie, professionalità ed innovazione, non rincorrendola solo sul
piano del costo del lavoro, perché
non la batteremo mai.
Paesi esportatori, ogni ripresa sarà
sempre molto precaria. Questa è
una crisi globale: o ci si salva tutti, o
non si salva nessuno.
La confusione regna tra gli economisti: ci sono analisi effettuate
con l’avallo della Confindustria
che sostengono il fallimento del
liberismo, altre di studiosi vicini
alla Cgil che temono un maggiore
interventismo dello Stato. Come
si spiega?
Lei scrive sulla teoria della decrescita di Latouche; che ne pensa?
Si tratta di una delle conseguenze
della fine dell’impero sovietico. Tra i
liberisti si sono avuti due tipi di reazioni: da una parte, c’è chi ha approfittato della fine dell’avversario per
spingere sull’acceleratore dell’iperliberismo,
da qui la svolta del reaganismo; dall’altra,
chi, invece, liberatici tutti dai vincoli ideologici
della guerra fredda, ha cominciato a pensare
più liberamente, vedi la ricerca di StiglitzFitoussi commissionata dalla Luiss. Dalla
parte della sinistra, vi è stato chi ha reagito
acquisendo una maggiore libertà e autonomia intellettuale, ma anche chi, per eccesso
di reazione, ha assunto posizioni più liberiste
dei suoi ex avversari. Purtroppo, questo atteggiamento da parte di certa sinistra rischia
di non farci cogliere l’occasione della crisi per
voltare autenticamente pagina.
Quella teoria è valida come invito
ad assumere certi comportamenti
nei consumi e negli sprechi che
tengano conto degli equilibri ambientali e
della qualità della vita. Però, considero quella scuola di pensiero molto debole sul piano scientifico e, sotto certi aspetti, anche
pericolosa, se dovesse prevedere norme
cogenti di comportamento nei consumi,
perché abbiamo già visto nel Novecento
cosa hanno determinato quelle teorie che
hanno voluto imporre alle persone cosa e
come consumare.
Aspettative di vita più lunga, pensioni
decrescenti, timore di disoccupazione:
ammesso che si possano far crescere i
redditi, non c’è il rischio che l’eventuale
surplus si trasformi in risparmio e non in
consumi?
Lei dice anche: “È errato prendersela
con la globalizzazione”. Però, se prima
c’era un miliardo di persone benestanti
e ora sono diventate tre, il tenore di vita del miliardo originario è destinato a
diminuire …
Dipende a chi vanno quegli aumenti di reddito. Ad ogni buon conto, prima di concludere,
vorrei precisare meglio un concetto per evitare equivoci. Non voglio dire che i profitti sono
negativi. Tutt’altro. Diventano negativi, come
ci insegna Keynes o Sylos Labini, quando sono eccessivi e comprimono i redditi destinati
ai consumi. Perché è vero che gli stessi investimenti si fanno con i profitti, oltre che con il
credito, ma è anche vero che, se non ci sono
prospettive positive di vendita dei prodotti
che si andranno a produrre, quegli investimenti non si faranno mai. Allora, in quel caso,
i profitti si indirizzano verso la speculazione
e provocano i disastri che abbiamo visto.
Come diceva Sylos Labini, ci deve essere un
equilibrio tra profitti e salari. Dagli anni Ottanta del Novecento in poi, l’equilibrio si è rotto a
favore dei profitti e dei redditi alti e questo ha
provocato i disastri che stiamo vedendo.
In termini relativi, senz’altro ... Ma vogliamo
forse pensare che il mondo debba rimanere
cristallizzato allo stesso modo per sempre?
Che chi è nell’indigenza lo resti per sempre?
In questi giorni, ci si meraviglia che la Cina
abbia superato il Giappone nella classifica
del Pil. Ma, la Cina ha dieci volte la popolazione del Giappone; basta che ogni cittadino cinese produca un decimo di quanto
produce quello giapponese ed ecco che
ha raggiunto il Giappone. Vogliamo che il
cittadino cinese continui a produrre meno
di un decimo di quello giapponese? Non dimentichiamo che se, negli ultimi vent’anni,
è andata avanti anche l’economia reale nel
mondo intero, e non solo quella finanzia-
9­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
i consumi
a cura di Gino Pagliuca
Così è cambiata la spesa mensile di una famiglia tipo
spesa
Prodotti alimentari e bevande analcoliche
Bevande alcoliche e tabacchi
Abbigliamento e calzature
Abitazione, acqua, elettricità e combustibili
Mobili, articoli e servizi per la casa
Servizi sanitari e spese per la salute
Trasporti
Comunicazioni
Ricreazione, spettacoli e cultura
Istruzione
Servizi ricettivi e di ristorazione
Altri beni e servizi
2010
413,31
72,43
216,31
240,25
216,60
203,72
356,96
70,70
192,96
26,85
283,78
206,14
peso %
16,53
2,90
8,65
9,61
8,66
8,15
14,28
2,83
7,72
1,07
11,35
8,25
spesa
2011
405,57
72,63
212,49
252,76
201,53
206,83
379,88
68,24
189,76
28,34
282,53
199,46
peso %
16,22
2,91
8,50
10,11
8,06
8,27
15,20
2,73
7,59
1,13
11,30
7,98
variazione
assoluta
%
-7,74
0,2
-3,82
12,51
-15,07
3,11
22,92
-2,46
-3,2
1,49
-1,25
-6,68
-1,87
0,29
-1,76
5,21
-6,96
1,52
6,42
-3,49
-1,66
5,5
-0,44
-3,24
Elaborazione su dati Istat
Paniere Istat 2011: la benzina
cambia il budget familiare
85
i capoluoghi
di provincia
dove avvengono
le rilevazioni
42.000
i pdv
coinvolti
nelle
rilevazioni
319
i segmenti
di mercato
considerati
nelle analisi
S
e si spende di più per essere mobili,
si risparmia sui mobili. Il gioco di
parole è obbligato se si guarda al nuovo
paniere con cui l’Istat calcolerà l’inflazione per i prossimi mesi (fino all’inizio
del 2012). Infatti, le variazioni dei pesi
tra le spese per i trasporti e quelle
per la casa sono pressoché speculari
+6,42% nel primo caso, -6,96%. In
termini assoluti, il costo per i trasporti
di una famiglia che ogni mese spende
complessivamente 2.500 euro (la cifra
che abbiamo considerato per i nostri calcoli e che corrisponde alla spesa media
di un nucleo familiare di 2,5 persone) è
cresciuto di circa 23 euro e, in termini
percentuali, il peso della voce, ormai, è
molto vicina a quello per gli alimentari,
scesi al minimo storico (16,22%).
Le spese obbligate
La redistribuzione dei pesi tra le categorie di spesa mostra che sta ulteriormente crescendo l’importanza delle spese
obbligate: la casa, in generale, costa
circa il 18% considerando le voci che
la riguardano (10,11% la gestione vera
e propria dell’abitazione, 8,06% i servizi
e l’arredamento) e si tratta del medesimo valore che si rilevava nel 2010; ma
c’è stato uno spostamento della spesa
dall’arredamento alle bollette.
Analogo fenomeno si riscontra, anche se
su pesi considerevolmente minori, nel
10­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
campo della cultura: scendono le spese
per i libri (voluttuarie), aumentano quelle
per l’istruzione (obbligate).
La comunicazione
Scendono le spese per la comunicazione, ma non perché si telefoni meno; i
prezzi sia dei servizi sia delle apparecchiature sono in piena deflazione, che
compensa anche l’oneroso passaggio
che molte famiglie hanno compiuto migrando dal fisso al cellulare anche per le
comunicazioni da casa.
La composizione
Il paniere 2011 è composto da 1.377
prodotti, riaggregati in 591 posizioni rappresentative; su queste vengono calcolati
ogni mese gli indici dei prezzi. La composizione delle voci è cambiata poco
rispetto al 2010, quest’anno sono entrati:
tablet pc, ingresso ai parchi nazionali, ai
giardini zoologici e botanici, servizi di
trasporto extraurbano multimodale integrato, fast food etnico, salmone affumicato. Si tiene quindi conto dell’arrivo sul
mercato dell’i-Pad e soprattutto dell’impatto che presumibilmente avranno i
competitor di Apple. Interessante il fatto
che nel computo entri anche il costo del
Kebab. Una sola l’esclusione rispetto
allo scorso anno, ma quasi obbligata:
si tratta del noleggio Dvd, un business
ormai in chiaro declino.
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
i consumi
Peso della spesa alimentare
Carne bovina
Formaggi e latticini
Pane
Panetteria e pasticceria
Frutta
Salumi
Verdura
Pollame
Pasta
Latte fresco
45,37
31,84
31,39
24,91
23,20
19,20
18,17
16,02
15,80
15,21
1 La carne rossa rimane di gran lunga la voce di spesa alimentare più rilevante. La somma tra carne bovina e salumi
sfiora i 65 euro mensili, considerando sempre la nostra famiglia tipo da 2.500 euro di budget. I carboidrati però (sommando pane, prodotti di panetteria e di pasticceria, pasta)
superano i 70 euro: L’ortofrutta supera i 41 euro.
212,19
122,21
87,45
81,69
69,40
67,27
60,28
54,26
54,10
51,43
2 L’abbigliamento rimane la voce di spesa più rilevante in assoluto per le famiglie italiane; i consumi sono in calo ormai
da quasi venti anni, ma i prezzi non scendono e, considerando anche la diminuzione dei pdv specializzati, chi riesce
a rimanere sul mercato ottiene ancora guadagni soddisfacenti. I pubblici esercizi (bar, alberghi e ristoranti) considerati complessivamente comportano un esborso di circa
250 euro al mese. Tutti i numeri, comunque, vanno rapportati all’intera popolazione nazionale. Dire che l’affitto di una
casa costa 54 euro al mese di per sé appare assurdo, ma
la cifra costituisce in realtà una media tra la minoranza (non
più del 13-14% delle famiglie secondo le ultime stime) che
vive in locazione e spende diverse centinaia di euro al mese
(anche nelle altre grandi città) e chi invece non spende un
solo euro.
1
Voci di spesa più rilevanti
Abbigliamento e calzature
Ristoranti
Riparazione auto
Indumenti per donna
Prodotti farmaceutici
Bar
Alberghi
Sigarette
Affitti reali per abitazioni
Indumenti per uomo
2
Voci con i maggiori rincari
Oreficeria
GPL
Trasporti marittimi
Gasolio per auto
Gasolio per riscaldamento
Benzina verde
Patate
Altri tabacchi
Gas di rete
Assicurazioni sui mezzi di trasporto
26,1%
21,3%
17,7%
14,5%
14,3%
9,9%
9,8%
9,8%
8,6%
6,6%
3
Voci con i maggiori cali
Trasporti aerei
Energia elettrica
Olio di oliva
Periodici
Frutta fresca
Informatica
Apparecchi per registrazione
Pasta
Servizi di telefonia
Alberghi
-10,0%
-7,1%
-2,9%
-1,9%
-1,6%
-1,2%
-1,2%
-1,1%
-0,8%
-0,8%
4
Costo dell’energia (2005=100)
06-2006
12-2006
06-2007
12-2007
06-2008
12-2008
06-2009
12-2009
06-2010
12-2010
L’inflazione e le voci di spesa
aggiornate sui dati istat
alla fine del 2010
117,4
105,9
114,3
131,7
155,3
93,3
105,6
108,7
123,4
128,3
3 Non è certo una voce di largo consumo quella che ha registrato il maggiore aumento di prezzo nel 2010: l’oreficeria
ha subito un rincaro frutto del fortissimo incremento delle
quotazioni dell’oro. Ma se si cambia colore e dall’oro giallo
si passa a quello nero lo scenario cambia poco: le cinque
voci che seguono la prima nella classifica dei rincari sono
tutte legate all’andamento dei prezzi del petrolio.
4 La diminuzione della bolletta elettrica registrata dall’Istat
a dicembre 2010 rispetto al 2009 può essere considerata
episodica, perché i prezzi sono rivisti bimestralmente e i
tempi di adeguamento tra prezzi delle materie prime e costo dell’elettricità non sono immediati. I prezzi dei trasporti
aerei non sono in realtà diminuiti di per sé ma è cambiato il
mix tra voli di linea e voli low cost in favore dei secondi. Le
difficoltà del turismo (il 2010 è stato uno dei peggiori anni
per incoming e outcoming) d’altro canto dimostrano che i
viaggi sono considerati un bene sempre più voluttuario. I
servizi di telefonia calano dello 0,8%, ma anche questo è
un dato che potrebbe risentire del fatto che i dati sono in
questo caso rilevati dicembre su dicembre, cioè nel mese
top per le vendite di cellulari. In calo la pasta dopo il boom
del 2009.
5 Il costo dell’energia si sta rapidamente portando sui massimi del quinquennio. L’indice tiene conto dei costi delle materie prime e dei prodotti finiti. Da notare che nel semestre
tra giugno e dicembre del 2008 l’indice è sceso di ben 62
punti, per effetto del crollo delle quotazioni del greggio.
5
11­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
Linkontrarsi vale più di un incontro.
26-29 maggio 2011 • Forte Village Resort:
Surfing The Change, prove tecniche di innovazione.
Tre giorni di business, d’incontri, di nuova energia.
Tre giorni in cui affari, passioni e relazioni saranno una cosa sola.
Esserci vale.
linkontronielsen.it
i prodotti - le novità
a cura di Fiorenza De Vincenzi
servizio e benessere
i trend trasversali
Dell’innovazione nel food
1
3
1 Leggerezza e gusto, un binomio possibile con i Fiocchi di Latte
con Mini Crackers Vitasnella di Danone. Il bipack contiene una
preparazione lattiero casearia a base di formaggio fresco magro
(76%), yogurt magro, crema di latte e sale, da gustare accompagnato ai mini cracker contenuti nel tappo. Formato: 147 g
(135+12); prezzo consigliato al pubblico 1,85 e.
2
2 In occasione della sponsorizzazione del Mondiale di Sci Alpino
2011 di Garmish-Partenkirchen (Germania), Milka (gruppo Kraft
Food) lancia due nuove tavolette al latte farcite in edizione limitata: Slalom è ripiena di crema di riso al latte e vaniglia; Libera di
crema al latte e mandorle. Formato da 100 g.
4
3 L a gamma dei dessert alla soia Sojasun con Bifidus -distribuiti in
Italia da Triballat- si arricchisce di una nuova referenza: Sojasun
Bifidus Cereali e Frutta. Disponibile in gdo in vaso richiudibile da
250 g, al prezzo consigliato di 1,99 e.
4S
i chiama Voglia di Primavera l’ultima nata della linea Torte in
Festa di Balocco. Una torta soffice, a lievitazione naturale, spolverata di zucchero a velo e dal delicato profumo di violetta, con
un’inedita farcitura di crema di mora e mirtillo nero. Formato:
450 g; prezzo al pubblico consigliato 2,49 e.
5 Una meal solution che coniuga serizio, gusto e salute: è questo
il concept della linea Ricette di Benessere di Bonduelle, che si
arricchisce di una nuova referenza: la Delizia di Spinaci, tortini
preparati con spinaci e formaggio fresco, da scaldare per 2/3
minuti nel microonde o per 10 minuti nel forno tradizionale. Prezzo consigliato 2,99 e per il multipack da 6 monoporzioni.
5
6 Fini amplia la linea delle paste fresche ripiene Granclassici con il
lancio del Grantortello ai carciofi. Tempo di cottura 4/5 minuti. In
vaschetta da 250 g, prezzo al pubblico 2,89 e.
6
7 Pomodoro e basilico, Funghi freschi, Carciofi freschi, Verdure miste e Asparagi: sono cinque le varianti che compongono
la gamma I Sughissimi de Il Melograno. Comodi e sicuri nella
confezione salvafreschezza da 230 g, per 2/3 persone, sono interamente a base di verdure.
7
8 Leader nella produzione di alimenti surgelati a base di patata,
McCain propone una novità assoluta per il mercato “finger food”
italiano: gli Anelli di cipolla in busta da 400 g. Finemente pastellati, prefritti e surgelati, sono pronti in pochi minuti passandoli al
forno o in padella, per snack, buffet o contorno.
9Va a completare la gamma dei formaggi freschi da spalmare Stuffer la nuova mousse di formaggio disponibile in tre varianti: al salmone, alle olive e alle erbe. Confezionate in vaschetta richiudibile da
100 g; prezzo consigliato al pubblico 1,10 e.
8
9
13­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
i prodotti - le novità
tecnologia e design
concorrono a soddisfare
bisogni specifici
1 Disponibile in otto colori (blu,
nero, rosso, turchese, verde,
viola, arancione e rosa), la nuova
Paper Mate Gel è uno strumento da scrittura versatile, grazie
alle linee semplici, ma moderne
e all’alta qualità della scrittura,
brillante e scorrevole. Prezzo al
pubblico: 2,20 e.
1
2 Reckitt Benckiser lancia Dettol
No Touch, il primo dispenser automatico di sapone liquido con
antibatterico per mani per uso
domestico. Disponibile in 2 fragranze: Classico e Cetriolo.
2
3 UHU (Bolton Group) lancia Patafix HomeDeco, la versione
superforte dei gommini adesivi
riposizionabili e riutilizzabili che
reggono fino a 2 kg di peso.
Prezzo consigliato al pubblico
3,99 e per il blister da 32 pezzi.
3
4 Distribuito in esclusiva da Tavola,
il nuovo superpulitore universale
Poteresgrassante 4in1 di Mycar sgrassa e deterge a fondo,
rimuove lo sporco più ostinato,
ridona la brillantezza e rinnova le
parti trattate. Prezzo consigliato
al pubblico 4,80 e.
4
5 Utili per contenere e stoccare
differenti tipologie di prodotti,
in casa come in ufficio, i nuovi contenitori in polipropilene
riciclabile Bi Box di Kis sono
disponibili in 4 formati diversi,
impilabili e sovrapponibili. Prezzi
consigliati al pubblico da 4,50 e
a 16,90 e.
5
6 Il profumatore per auto Airtech
Design by Pininfarina è la sintesi
di innovazione tecnologica e design voluta da Arexons e progettata da Pinifarina. Disponibile in
4 fragranze: Ocean, Vanilla, Balsamic e Lavander. In blister (7
ml). Prezzo di lancio 5,20 e.
6
14­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
la comunicazione
a cura di Gennaro Fucile
spot
agenzia
Lowe Pirella Fronzoni
direzione creativa
Umberto Casagrande e Mauro Manieri
copywriter
Fabio Pedroni
art director
Pietro Lorusso
interactive creative
director
Laura Sordi
regia
Davide Mardegan
LaLitro di Levissima diverte
per educare al riciclo
U
campagna stampa
prodotto
LaLitro Levissima
cliente
Nestlé
agenzia
Lowe Pirella Fronzoni
direzione creativa
Umberto Casagrande e Mauro Manieri
copywriter
Giovanbattista Oneto
art director
Lorena Cascino
fotografo
LSD rappresentati da Studio Immagine
na donna assorta nello svolgere il suo
lavoro in ufficio. Compare un collega
che soffia deciso dentro una bottiglia di
plastica rimodellata in modo da essere adoperata come vuvuzela. Al pari del
famigerato strumento originale che ha
tormentato il pubblico degli ultimi Mondiali di calcio in Sudafrica, l’improvvisata
trombetta fa esplodere il suo suono crepitante facendo letteralmente saltare per aria
l’industriosa impiegata. Una stupidata, una
delle tante cose stupide che si possono
fare con una bottiglia di plastica, come
anche utilizzarla come astuccio per telecomando o pattini da sci; non la più stupida
in assoluta, però, poiché la stupidaggine
per eccellenza consiste nel non riciclare
la plastica. Questo lo svolgimento e la
conseguente considerazione dei divertenti
micro episodi dello spot messo a punto
da Levissima, realizzato per educare al
corretto riciclo della plastica, in occasione
del lancio della bottiglia in RPET LaLitro. Il
video, visibile tramite Qr-code direttamente dalla pagina stampa, o collegandosi
al sito www.you4planet.it, mette appunto
in scena un’ironica classifica delle “cose
più stupide che si possono fare con una
16­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
bottiglia di plastica”, come quella sopra
descritta: al primo posto, il mancato riciclo
della plastica accompagnato da tre finali
interattivi, con i quali l’utente può giocare
ed essere guidato verso il comportamento
più corretto. Inoltre, alcuni banner interattivi accompagneranno gli utenti alla visione
del viral e indirizzeranno sul sito www.
you4planet.it, che veicolerà informazioni e
curiosità sul tema riciclo.
La campagna stampa
Il video integra la campagna stampa -pianificata sui maggiori quotidiani e periodici
nazionali- realizzata per il lancio di LaLitro
con bottiglia in plastica riciclata ed è interamente incentrato sul tema del riciclo.
Protagonista della scena è qui direttamente
LaLitro, immersa in un manto di neve e
racchiusa dall’icona del riciclo, enfatizzando sia l’origine incontaminata dell’acqua
Levissima (echi di altissima, purissima ...)
sia l’eco-impegno. Un messaggio che è
anche un invito esteso ai consumatori per
contribuire alla salvaguardia dell’ambiente,
partendo dalle piccole azioni quotidiane,
come il corretto riciclo della plastica tramite la raccolta differenziata.
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
la comunicazione
1 Goes Green - operazione Abbraccio by Activia di Danone è il titolo della nuova campagna, in onda da gennaio, per comunicare
la nuova operazione verde del brand mirata al risparmio di 800
tonnellate di carta ogni anno, con l’eliminazione del cartone dalle confezioni di Activia. Un’operazione che vede coinvolte tutte
le linee di prodotto. Protagonista è sempre la coppia MarcuzziCucciari con uno scambio di battute che si tiene in equilibrio tra
conversazione quotidiana ed informazione di servizio. Parallelamente, è on air anche una revisione della campagna Fuori onda
per ricordare la funzionalità di Activia nell’aiutare a ridurre il gonfiore addominale e a regolare il transito intestinale. In coda, un
tag animato in 3D (vedi foto) come recall dell’operazione verde.
1
prodotto
2 Spot Baci Perugina per San Valentino, firmato Armando Testa,
giocato sul registro romantico dei versi di Prévert. Si racconta di
una coppia che, abbandonandosi ad un coinvolgente bacio, si
allontana dalla realtà quotidiana per ritrovarsi su una spiaggia,
sotto la pioggia battente e quando si separa, viene nuovamente
catapultata nella realtà. A ricreare l’atmosfera magica sarà un
Bacio Perugina, Perché Chi ama, Baci, si ribadisce in chiusura.
Lo spot è andato in onda sulle principali emittenti nazionali ed,
in contemporanea, è partita una nuova campagna stampa, oltre
che affissioni a Milano e Napoli. Lo spot tv è stato prodotto da
Karen Film, per la regia di Alberto Colombo.
Activia
cliente
Danone
agenzia
Y&R sotto la direzione creativa
di Nicola Barracchia
direzione creativa
Leidy Galindo
casa di produzione
ITC tools
mezzi
Televisione
2
3 La recente campagna televisiva Nostromo pianificata da Media Italia è andata in onda con tre spot rispettivamente da 20”,
18” e 15”. Lo spot è dedicato ai quattro Sughi Freschi di Mare.
A fare da filo rosso è il faccia a faccia con il dio Nettuno, che qui
appare decisamente impacciato dietro ai fornelli, che viene invitato (dal baldo Nostromo) a provare le nuove proposte del brand,
ribadendo l’ormai noto payoff: Nostromo. Sa tutto di mare. Spot
trasmessi sui canali RAI, Mediaset, La7 e SKY, la regia è di Placido Castaño e la casa di produzione è Filmmaster.
3
4 Nuovo spot DimmidiSì-Le Zuppe Fresche, ideato e realizzato da
In Adv per la Linea Verde. Il filmato rientra nel format creativo
del brand già utilizzato per comunicare le Insalate pronte Fresco
Raccolto e i Frullati Freschi, ponendo in risalto freschezza, bontà
e alto contenuto di servizio dei prodotti, mettendone in scena le
occasioni di consumo. Nel nuovo spot, infatti, una ciotola di verdura fresca si trasforma “in diretta” nella zuppa DimmidiSì, per
esprimere il valore distintivo della marca, sottolineato dal payoff:
“Il benessere nasce dalla freschezza”. La casa di produzione è
Filmmaster e la regia è di Roberto Calvi.
4
5 Si intitola Bubbles, lo spot Laica di 30” (per la gamma di caraffe filtranti), andato in onda sulle reti Mediaset. Il piano di comunicazione prevede anche stampa e web. La comunicazione è
stata sviluppata intorno al pay off Amore per l’acqua. Protagoniste dello spot una mamma, che filtra l’acqua rendendola pura,
e la piccola figlia, che la osserva curiosa e divertita. Tutto molto
lieve. L’agenzia è la Free Message, la regia di Luca Perazzoli.
La campagna stampa è stata pianificata sulle principali testate
femminili e newsmagazine. La campagna sul web si concentra
su siti quali alfemminile.com, donnamoderna.com.
5
17
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
il packaging
a cura di Fiorenza De Vincenzi
L’evoluzione del confezionamento
dei formaggi stagionati a libero servizio
di Francesca Lomastro
I
l comparto lattiero caseario rappresenta un settore strategico per
l’economia italiana sia per i quantitativi di latte impiegato sia in termini di
differenziazione dei prodotti; sul fronte
delle vendite, all’estero si conferma
un trend positivo dei nostri formaggi
che sono molto apprezzati dai consumatori stranieri.
D’altro canto, i formaggi duri stagionati sono una tipologia che, rispetto
ad un classico ciclo di vita del prodotto, potremmo definire ormai maturi,
proprio perché presenti sul mercato da
sempre e, quindi, di non facile reinterpretazione da parte sia del marketing
delle principali aziende produttrici sia
di coloro che si occupano della loro
distribuzione.
In quest’ottica, il packaging rappresenta un elemento importante d’innovazione di questo comparto, molto
attento a garantire la qualità e la
provenienza dei prodotti, uno strumento strategico per incrementare il
contenuto di servizio, ma anche per
offrire al mercato nuove occasioni di
consumo dei formaggi duri stagionati.
PEZZI INTERI
Le pellicole estensibili hanno rappresentato il primo sistema di confezionamento dei formaggi stagionati che giungevano al punto di vendita nelle loro forme voluminose; le eccellenti proprietà funzionali di
questi materiali hanno permesso la conservazione dei prodotti, contribuendo, al tempo stesso, a innovare e razionalizzare la distribuzione, a
ridurre gli sprechi e a migliorare la qualità e la sicurezza dei prodotti in
esse confezionati, realizzando così un forte incremento del preconfezionamento per la vendita immediata. Fino a pochi anni fa, le pellicole
estensibili erano realizzate solo in PVC plastificato, che offriva una
buona barriera all’acqua e all’ossigeno; oggi, sono disponibili pellicole
18­­­
estensibili di natura poliolefinica, diverse sia per elasticità, aderenza e
saldabilità sia per idoneità al contatto con alimenti. È possibile reperire
questa tipologia di formaggi in tranci distribuiti direttamente dalle catene della gdo anche su vassoi in polistirene avvolti nelle pellicole estensibili di PE, per assicurare una maggior resistenza all’urto e facilitare
la movimentazione e il trasporto. Alternativa per il confezionamento
di queste pezzature sono le buste in multistrato plastico impiegate
nel sottovuoto, per garantire shelf life più lunghe e l’ermeticità delle
confezioni. Si tratta, infatti, di materiali dotati di elevate prestazioni
meccaniche e di barriera ai gas.
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
il packaging
BOCCONCINI
Foto: Archivio Consorzio Parmigiano Reggiano
Questa pezzatura rappresenta un’innovazione abbastanza recente, proposta dall’industria di marca per i due grandi Dop (Parmigiano Reggiano e Grana Padano), ma anche per altre tipologie di formaggi duri
stagionati, per suggerirne o comunque facilitarne modalità di consumo
diversificate rispetto al consumo da tavola: come appetizer da aperitivo, piuttosto che come spuntini da metà mattina o metà pomeriggio.
Un’idea che ha subito raccolto il favore dei consumatori per l’elevato
contenuto di servizio offerto, anche grazie all’adozione di confezioni
salva freschezza “apri e chiudi”, trasportabili e utilizzabili anche fuori
casa (vedi scuola, ufficio, picnic ecc).
Le soluzioni di packaging normalmente adottate sono:
n vaschette con film termoretraibili che consentono un’adeguata protezione e visibilità del prodotto, oltre alla possibilità di utilizzare il vassoio
come piatto sulla tavola;
n sacchetti in PP.
Fa storia a sé il caso delle barrette monoporzione, di recentissima introduzione, in confezione multipack: incartate singolarmente, perlopiù in
film d’alluminio per conferire al prodotto un’elevata protezione da luce
ed ossigeno, e quindi confezionate in busta in PP.
SCAGLIE
Di più recente introduzione le confezioni di pezzetti più piccoli (in alcuni casi vere e proprie scaglie), sono nati per essere inseriti come
ingredienti di zuppe o insalate piuttosto che per essere consumati come
secondo piatto o come spuntino.
In questo caso, il packaging deve essere ancora più attento a possibili
fenomeni alterativi della qualità; infatti, minori sono le dimensioni delle
porzioni, più aumentano le cinetiche di alterazione o di trasformazione
del prodotto. Necessario diventa in questo caso l’abbinamento dell’atmosfera protettiva per aumentare la shelf life di un prodotto particolarmente delicato.
Per facilitare, inoltre, il prelevamento del prodotto, si predilige la scelta
di una vaschetta rigida o semirigida chiusa con un film termosaldato, a
cui è affidata la possibilità di richiudere la confezione, per suddividere il
consumo in momenti diversi, mantenendo la freschezza del prodotto e
rallentandone il deterioramento.
GRATTUGIATI
Si tratta di prodotti-servizio ormai consolidati sul mercato, proposti sia dall’industria di
marca sia dall’insegna stessa. Esistono varie soluzioni di prodotto, dal mix al monoprodotto, abbinate sostanzialmente a due tipologie di packaging, entrambe richiudibili e quindi riutilizzabili:
n la prima soluzione è la busta flessibile in multistrato che abbina al PP o PET l’alluminio
per proteggere al meglio un prodotto ancora più delicato dei precedenti, perché, essendo
sotto forma di polveri, espone tutta la superficie a fenomeni ossidativi. In questo comparto, la busta doypak ha trovato il più vasto impiego, grazie al fatto che permettendo
l’esposizione del prodotto in verticale, ne agevola la visibilità a scaffale;
n la seconda è una soluzione di packaging rigido, un barattolo di metallo ermetico, ideale
per proteggere più a lungo questa tipologia di prodotto, in cui la comunicazione è affidata
ad un’etichetta di carta autoreggente . Questa soluzione di confezionamento risponde pienamente ai requisiti delle norme tecniche sulla prevenzione delle risorse non rinnovabili;
di fatto è stato selezionato un materiale interamente riciclabile, per ridurre la produzione di
rifiuti, favorendo un riuso del contenitore in ambito domestico.
19­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
il packaging
1 La bottiglia del latte diventa un
media per veicolare l’attenzione
dell’azienda verso le attività culturali cittadine. L’idea è della Centrale del Latte di Brescia, sponsor tecnico di Artematica, che
sull’etichetta delle bottiglie da 1
litro di Latte fresco Alta Qualità
intero e Latte fresco parzialmente scremato, pubblica un buono
sconto di 3 euro sul biglietto
d’ingresso della mostra Matisse.
La seduzione di Michelangelo al
Museo di Santa Giulia.
2
1
2 Un corpo più slanciato e alto,
spalle più pronunciate, dettagli
in rilievo, collarino con la stella
on top rispetto al brand name:
completamente rinnovata nel
design e nella grafica, la nuova
bottiglia Heineken 33 cl sfoggia
una linea decisamente premium,
icona di gusto e di stile.
3
3 Sviluppata da O-I per la nuova
linea di sughi pronti La Torrente
(8 ricette), la bottiglietta in vetro
con tappo a vite da 370 ml ha un
pomodoro impresso a balzo sul
collarino. Obiettivo: evidenziare
l’identità del prodotto, comunicando, al tempo stesso, la tradizione e il valore del marchio.
4 Per il rilancio dei mitici Krumiri, oltre ad ampliare la gamma
con due nuovi gusti (Frutti rossi e Nocciole caramellate, che
affiancheranno i Classici, le
Gocce e gli Extra Dark), Bistefani rinnova il packaging, passando dal sacchetto a ciuffo al
pacchetto stand-up da 300 g,
realizzato da Wave.
4
5 Villani Salumi amplia la gamma
dei preaffettati a peso imposto
che arriva così a 17 referenze
confezionate in vaschetta preformata da 110 g. L’etichetta
reca uno speciale simbolo a
forma di cuore per comunicare con immediatezza i plus del
prodotto: senza glutine e derivati del latte.
5
20­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
,
Quando l impegno si mette in mostra
il successo è sicuro.
Quando un prodotto è realmente innovativo, rappresenta molto più di se stesso.
È il risultato di un atteggiamento positivo e di una sfida vinta, è la misura tangibile
del tuo impegno sul mercato.
Quando un prodotto è questo, si merita uno spazio al di sopra di ogni altro.
Si merita un posto nella Galleria dell’Innovazione de Linkontro 2011, dove potrà
mostrare la sua eccellenza a un pubblico eccellente.
,
Galleria dell Innovazione. Lo spazio che ti meriti.
In collaborazione con
il packaging
1 Qualità, naturalità, biodiversità:
sono alcuni dei temi che Molino
Spadoni condivide con Slow
Food, con cui l’azienda ravennate ha avviato una partnership
che prevede tra l’altro la pubblicazione, a partire da febbraio
2011, di ricette tratte dalla collana “Ricette di Osterie d’Italia”
sul packaging della Farina Gran
Mugnaio Antigrumi, best seller
dell’azienda con 1 milione di
confezioni commercializzate al
mese. La rotazione sarà bimestrale, per cui ogni ricetta verrà
stampata su due milioni di confezioni. Le ricette proposte saranno: Pappardelle al cinghiale,
Ravioli di patate, Fettuccine con
cicoria e pecorino, Maltagliati al
ragù di palamita, Tortelli di zucca e Taglierini con fagioli.
1
2 Realizzato dall’agenzia olandese
Cartils, il restyling internazionale delle etichette dei succhi
Pago punta a mettere in risalto
le qualità naturali e i consumerbenefit di ogni singola referenza. Elemento centrale resta il
logo Pago, ora incorniciato ed
immerso in vera frutta fresca,
fotografata dal vivo (vedi in alto
la vecchia e in basso la nuova
etichetta). Un sigillo ad hoc enfatizza caratteristiche e benefici
offerti dal singolo prodotto.
3 Ai piccolissimi, Chicco ha dedicato una linea underwear speciale, in cui la finestra attraverso
la quale appare il prodotto è a
forma di uccellino o di casetta.
Un packaging emozionale firmato FutureBrand.
2
3
4 Per rafforzare il legame con il
territorio di origine del latte lavorato, Milkon Alto Adige ha
rivisitato il marchio Mila, sottolineandolo con una linea verde
che ricorda la sagoma delle
montagne. Inoltre, sulle nuove
bottiglie in Pet del latte, alcuni
strilli ad hoc ne enfatizzato naturalità e provenienza.
4
22­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
Chi si nasconde dietro
nuovi successi
di vendite?
GDOWEEK_Teaser_200x280.indd 1
18/02/11 13.56
i navigatori
a cura di Enrico Sacchi
Foursquare l’anti-privacy:
voglio una vita geolocalizzata
S
Italia: gli sconti per i giovani?
sono ancora poco attraenti
In Italia Foursquare è ancora di
difficile utilizzo per marchi e negozi. Girando per le nostre città
è difficile trovare specials che
magari facilmente troveremmo
passeggiando negli Stati Uniti, o
in alcune metropoli europee. Si
parla di sconti poco attraenti per
una clientela giovane come il pubblico dei social (è più facile avere
appeal sui teenager piuttosto che
cercare di far diventare technoteen una massa di adulti che sa
a malapena come inviare un sms)
a vantaggi non poi così effettivi.
Offrire una risicata promozione
(esempio: la possibilità di avere
gratuitamente una carta fedeltà,
cosa peraltro antitetica allo stesso
Foursquare) solo al maggior frequentatore di una grande catena
in pieno centro, potrebbe venir
visto come una presa in giro da
un pubblico sempre affamato di
saldi. Meglio regalare un 5% di
sconto a chi si presenta un tot di
volte in un mese: il cliente si sente
cool e torna, toorna, tooorna...!
e il mondo degli adulti e degli “esperti” in materia si sofferma a discutere
con più o meno filosofia sul concetto
di privacy e sulla sua evoluzione negli
anni del boom di Facebook, i ragazzi
-per primi- rispondono condividendo
con il mondo ciò che nessuno aveva mai
osato: la loro posizione, spostamento per
spostamento. Si tratta dei nuovi social
network basati sulla geolocalizzazione
e pensati, quindi, quasi esclusivamente
per i dispositivi portatili, come gli iPhone
ed i suoi concorrenti.
Se il primo a fare la comparsa sugli
schermi è stato Gowalla, il servizio che
oggi spadroneggia è Foursquare: installando l’applicazione sul proprio telefonino, il programma fornirà una serie di
luoghi nelle vicinanze, pubblici e privati,
in cui l’utente può effettuare il “checkin”, ossia dire che ci si trova lì. Se una
location non è presente nella lista, la si
può creare ed aggiungere. È possibile
poi condividere la propria posizione con
gli altri amici pubblicandola su Facebook
o Twitter: apparirà una scritta del tipo
“Mario Rossi si trova presso la Pizzeria
Mare e Monti”.
Competizione tra gli utenti
Il punto cardine di questo social -abbreviato in 4sqr- è la competizione che si
crea tra gli utenti, sotto tre diversi profili:
per primo, ogni posto ha un sindaco
(Mayor, nell’applicazione) che rappresenta la persona che lì ha effettuato
più check-in; chiaramente, ne vale solo
uno al giorno, per evitare facili “truffe al
gioco”. È un po’ un Risiko nella realtà,
24­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
conquistare i luoghi pubblici in cui si
va di solito. Parallelamente alle Mayor,
per ogni check-in vengono assegnati dei
punti che variano a seconda di quante
volte si è stati in quel posto, quanto
di recente ecc. Settimanalmente, viene
stilata una classifica globale degli utenti
che hanno ottenuto più punti (ed anche
una sottoclassifica solo tra gli amici di
un utente): scoprire posti nuovi o creare
quelli non ancora presenti è il modo
migliore per fare incetta di punti.
Badge legati ad occasioni speciali
In aggiunta a tutto questo, 4sqr regala,
in determinate occasioni, dei Badge, assimilabili a medaglie virtuali, agli utenti
che facciano determinati check-in in
determinate occasioni: dal SuperSwarm
Badge, uno dei più ambiti, che si ottiene quando si registrano nello stesso
posto più di 250 persone, a quelli legati a determinati marchi o campagne
promozionali. Questo meccanismo sta
interessando sempre di più gli investitori
di grandi aziende che pagano per avere
un Badge tutto loro all’interno del social
network. Alcuni esercizi commerciali poi
-purtroppo in Italia molto, molto pochioffrono sconti e promozioni a chi va nel
loro negozio ed effettui il check-in.
App di Facebook per iPhone
Sulla cresta del successo, anche il potente
Facebook ha inserito nella sua applicazione per iPhone la possibilità di registrarsi
tramite geolocalizzazione: la sua diffusione è stata minima, un po’ per la diffidenza
che ultimamente sta suscitando il condividere così tante informazioni sul social
network per eccellenza, ma soprattutto
per la mancanza della componente ludica,
di sfida, che fa di Foursquare un’attrattiva
così forte per i ragazzi.
La redazione di BLOGmag
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
Ancora
A
ncora una vol
volta
lta B
Beretta,
erettta con lla
a sua gamma d
dii wurst
wurstel.
tell
Nuovi formati. Nuove confezioni. Nuovi successi.
Innovativi e distintivi, grazie all’immagine originale del nuovo packaging e alle novità di gamma.
Preparati con grande attenzione alla qualità. I wurstel classici sono senza glutine, senza glutammato né polifosfati aggiunti.
I wurstel di pollo sono preparati solo con carne italiana, senza glutine e senza glutammato aggiunto.
Unici nel loro genere, come l’ultima novità: le Matitine. Grazie al loro formato sono l’ideale per aperitivi, snack e ricette gustose. Perfette e divertenti per i bambini.
Garantiti dal valore del marchio Beretta, il più conosciuto e acquistato dalle famiglie italiane. (11,4 Milioni di famiglie*).
NOVITÀ
llo
Solo po
O
ITALIAN
* Set. 2010 Fonte GFK-PSI
GDOWEEK_Prod_200x280.indd 1
18/02/11 13.55
i navigatori
novità, tendenze e anticipazioni
dal mondo del web
e dei social network
1 In occasione della nuova campagna di comunicazione sul
mercato svedese, Giovanni Rana ha lanciato il sito interattivo
www.giovannirana.se, messo a punto dall’agenzia Faltman
& Malmen di Stoccolma e la web agency Norweb. Nel sito,
Bo Hagstrom, famoso in Svezia per il programma televisivo di
buona cucina “Solens Mat”, e la chef italiana Francesca Barberini guidano il visitatore attraverso il mondo della buona cucina
italiana, le usanze e soprattutto illustrano i prodotti Giovanni
Rana. I filmati online sono stati realizzati da Bedeschifilm.
2 All’interno di ognuno c’è un designer, e con gli appositi “at3 trezzi” e la giusta visibilità la sua creatività può venire alla
luce: è partita da questa convinzione, Grannies Inc. che ha
realizzato un sito nel quale vengono posti in vendita capi di
maglieria, tutti rigorosamente realizzati a mano da nonne inglesi. Ognuna delle 14 grannies che attualmente compongono il team si presenta in una scheda, con tanto di fotografia
e regione di provenienza, dove illustra le proprie “specialità”
in materia di knitwear.
1
2
3
4
5
4 “Jeans Making & Wearing” è la nuova Replay Denim Guide
5 online dedicata alla collezione Primavera Estate 2011. I video
sul portale www.replay.it illustrano le fasi della lavorazione dei
jeans e una guida al fitting. Su Facebook e Twitter vengono
condivisi i contenuti in anteprima: tutti sono invitati a commentare, scambiare idee, condividere video, foto di prodotto
ed emozioni. L’interfaccia grafica è studiata per essere fruita
dai nuovi dispositivi touch screen come i tablet pc e l’iPad.
L’integrazione con l’online shop, parte finale dell’esperienza,
consente di acquistare il prodotto in maniera diretta.
6 Rinnovato nella grafica e nei contenuti, il nuovo sito di OBI
(www.obi-italia.it) dedica ampio spazio ai consigli per i cultori del fai-da-te con suggerimenti sulla scelta di un prodotto
e istruzioni “passo dopo passo” per la realizzazione di piccoli
e grandi lavori (dalla posa del parquet alla tinteggiatura delle
pareti o il montaggio di recinzioni in giardino). Per ognuno di
questi lavori fai-da-te, l’utente trova un elenco di materiali e
attrezzi da procurarsi per la realizzazione del lavoro, oltre alle
indicazioni sul grado di difficoltà del progetto, sui tempi e sui
costi. Presente anche una pagina con immagini e prezzi dei
prodotti in promozione, estrapolati dal volantino.
6
7 Proposte, idee e consigli, con attenzione al prezzo e alla qualità:
questo il focus del nuovo sito di Mercatone Uno (www.mercatoneuno.com). Quattro le aree tematiche: prodotti, offerte, servizi
e azienda; nella categoria “prodotti” si aprono, in successione,
diversi sotto-menu che rendono diretta la navigazione e la reperibilità del prodotto cercato. Il volantino sfogliabile online permette di
conoscere prodotti e prezzi aggiornati, le ultime promozioni e le
offerte. Completano il quadro i collegamenti a Facebook (con
link diretto alla fan page istituzionale) e YouTube.
7
26­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
GDOWEEK_VitalitasTrade_200x280_2_TR.indd 1
14/02/11 10:00
il mercato - prosciutto crudo e speck
Dimensioni e trend del mercato
Vendite in Unità
Var. %
Vendite in Valore
Crudo
Parma Dop
San Daniele Dop
Culatello
Altri Tipi
6.505.329
430.397
337.457
35.948
5.701.528
8,7
8,5
12,6
-13,3
8,7
185.021.906
16.520.710
13.953.407
2.398.262
152.149.525
Var. %
5,9
7,5
9,6
0,1
5,5
Speck
1.148.744
4,8
30.271.749
4,5
Allocazione nelle aree e nei canali
Vendite in Unità
crudo
Totale Italia
Nord-ovest
Nord-est
Centro+Sardegna
Sud
LSP
Supermercati
Ipermercati
6.505.329
3.269.978
1.057.749
1.717.586
460.016
814.943
4.700.765
989.624
Aree di vendita
speck
crudo
1.148.744
512.878
273.954
274.430
87.482
182.857
790.262
175.626
Vendite in Valore
speck
100,0 100,0
50,3 44,6
16,3 23,8
26,4 23,9
7,1
7,6
12,5 15,9
72,3 68,8
15,2 15,3
crudo
185.021.906
92.699.431
30.596.225
48.830.344
12.895.905
24.504.456
134.581.995
25.935.455
speck
Var. %
crudo
speck
30.271.749 100,0
13.792.944 50,1
7.267.016 16,5
7.005.560 26,4
2.206.231
7,0
4.856.656 13,2
21.112.342 72,7
4.302.753 14,0
100,0
45,6
24,0
23,1
7,3
16,0
69,7
14,2
Fonte: SymphonyIRI
da industria e gdo
la spinta al take away
di Gino Pagliuca
In collaborazione con
A
ssortimenti sempre più ampi, grazie
alla spinta sia dell’industria, che riesce
a creare valore aggiunto, sia dalla distribuzione, che non solo ottiene margini più
ampi, ma alleggerisce l’area del banco
assistito relativo; maggiore disponibilità
dei consumatori a investire in prodotti alimentari che facciano risparmiare tempo,
non solo in cucina, ma anche quando si
fa la spesa; prezzi, grazie alla competizione e alla frammentazione del mercato, in
lieve calo; avanzamento della tecnologia
industriale e del confezionamento. Sono
tutti gli elementi del mix che continua a
garantire successo agli affettati in busta
e, in particolare, del prosciutto crudo.
valore del 5,9% e a volume dell’8,6%.
Il prezzo medio è sceso del 2,6% a
28,44 euro al chilogrammo per l’effetto
combinato dell’aumento della pressione
promozionale, che ha toccato un livello
decisamente elevato (42,6%), e della
crescita dei prodotti a marchio, che rappresentano il 29,6% del mercato a valore
e il 31% a volume, con un aumento su
base annua del 12%.
La pressione promozionale delle Pl è
significativamente più bassa rispetto a
quella del mercato, attestandosi al 25,4%,
ma il dato non meraviglia, se si considera
che le pl sono vissute sempre come convenienti dal consumatore e hanno meno
bisogno di essere spinte con la leva prezzo. Eppure, a guardare i dati, emerge che
i prodotti a marchio consentono di effettuare solo un modesto risparmio rispetto
il pack
I dati SymphonyIRI segnalano su base
annua un incremento delle vendite a
28­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
il mercato - prosciutto crudo e speck
Tabella prezzi
premium
price
MILANO
Esselunga
Iper
speck
marca
primaria
private
label
primo
prezzo
4,36
4,57
3,21
3,21
4,21
3,85
1,57
1,54
VERONA
Bennet
Galassia
3,98
4,29
3,25
3,21
4,99
-
-
BOLOGNA
Ipercoop
E. Leclerc Conad
4,48
4,84
2,68
2,75
2,40
2,24
1,09
ROMA
Carrefour Market
Simply
5,13
3,99
3,36
2,99
2,88
1,83
CATANIA
Auchan
Iperfamila
5,49
3,38
3,63
3,13
2,49
2,60
1,83
1,89
4,50
138,9
3,24
100,0
3,18
98,3
1,63
50,2
Prezzo medio
Differenziale
(leader 100)
Marca primaria = Beretta (o Citterio) 120 g
Premium = DOP Parma (o San Daniele) di marca. Prezzi tutti riferiti a 100 g
i consorzi di tutela tra crescita del preaffettato
ed incremento delle vendite oltreconfine
Il panorama dei prosciutti crudi italiani sta mostrando
una dinamica che accomuna l’andamento di Prosciutto
di Parma Dop, Prosciutto di San Daniele Dop e Speck
alto Adige Igp. I più importanti crudi nazionali tutelati
giocano la carta dell’internazionalizzazione delle vendite, presentando sul mercato sempre più preaffettati in
vaschetta. Per il Parma, il 2010 è stato contrassegnato
da una flessione della produzione del 3,3% (poco più di
9,1 milioni di cosce lavorate dai 164 produttori associati al consorzio) e da una corrispondente crescita del
prosciutto preaffettato (+10% nelle vendite rispetto al
2009) e dell’export. Il San Daniele mostra un’analoga
propensione alla crescita, sul mercato sia domestico
(+10%) sia estero, con una percentuale simile, con il
preaffettato a farla da padrone, che registra incrementi complessivi di vendite del 32%. Cresce, invece, la
produzione di Speck, con un +10% rispetto al 2009.
Anche per l’Igp altoatesina, le vaschette mostrano buone performance, con un aumento delle vendite del 18%
rispetto all’anno precedente.
Davide Bernieri
gliate. Inoltre, la possibilità di presentare
grammature anche molto ridotte, viene
incontro alle esigenze dei single e permette di spuntare un prezzo a chilogrammo molto remunerativo.
ai prodotti di marca, attestati come sono
su un prezzo medio di 27,23 euro/kg.
il pack
Tra i fattori di successo che abbiamo
elencato all’inizio c’è il packaging; la tecnologia ha fatto passi da gigante in questo campo, non solo riuscendo a garantire freschezza e qualità organolettiche del
prodotto, ma soprattutto perché riesce, e
si tratta di un aspetto fondamentale per le
vendite, a mantenere un aspetto naturale
alle fette, che appaiono come appena ta-
lo speck
Mercato collaterale a quello dei prosciutti crudi è quello dello speck, che, comunque, registra un andamento positivo;
interessante da rilevare il fatto che l’allocazione geografica delle vendite è analoga a quella del prosciutto crudo, pur
Le presenze dei brand nei punti di vendita
ref
n° marche
concentr
Beretta
Citterio
Rovagnati
Priv label
Altre
23
26
16
17
36
28
10
18
15
9
13
13
10
5
17
12
5
10
10
7
1,8
2,0
1,6
3,4
2,1
2,3
2,0
1,8
1,5
1,3
4
2
4
3
3
2
4
1
7
3
1
3
2
1
1
3
1
1
1
2
3
3
2
2
2
1
-
1
5
2
4
4
4
2
3
2
14
12
8
7
25
18
3
11
6
5
Totale varianti 198
15,9
Media
Presenza %
102
8,7
1,8
23
11,6
23
11,6
16
8,1
27
13,6
109
55,1
Esselunga
Iper
Bennet
Galassia
Ipercoop
E. Leclerc Conad
Carrefour Market
Simply
Auchan
Iperfamila
Nota: sono indicate le marche presenti in almeno 4 pdv
29­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
il mercato - prosciutto crudo e speck
non sono sempre presenti: mancano,
infatti, in alcune insegne sia la Pl sia il
primo prezzo.
L’analisi conferma quanto si ricava dai
dati SymphonyIri: fatto uguale a 100 il
prezzo della marca leader, il differenziale
vede la marca privata situarsi a 94,3. I
prezzi sono tutti rapportati al peso di 100
grammi; sono, inoltre, considerati i prezzi
promozionali. La rilevazione, comunque,
non è del tutto indicativa sulla convenienza delle insegne, perché sia il prosciutto
crudo che lo speck, come del resto tutti
gli altri salumi, hanno in genere un prezzo
più elevato nel libero servizio.
essendo un prodotto che proviene da
una sola provincia. A proposito di territori, va segnalato che il Nord Est rimane su
quote decisamente sotto la norma del
largo consumo; siccome lo share non si
scrolla da quota 16%, evidentemente la
gdo locale continua a credere nelle virtù
fidelizzanti del banco servito e, forse, in
zone così affollate di strutture di vendita
si tratta di una scelta obbligata.
la rilevazione
Per quanto riguarda invece la consueta
rilevazione condotta da Gdoweek va
segnalato che le quattro linee di prezzo
P
Bre
I pareri di Conad Sicilia, Gruppo Roberto Abate,
Poli e l’assortimento di Auchan
L
ocalismo e prodotto a marchio. La posizione a scaffale dei salumi è strettamente legata a questi due aspetti. Le Pl in
modo particolare, su cui i retailer puntano
l’attenzione, sono per lo più esposte in
posizione centrale nel reparto. La tendenza
è quella di non inserire il primo prezzo,
mentre il biologico stenta il suo ingresso
in assortimento. Per tutti, identica la parola d’ordine: qualità e linea premium.
Gruppo Roberto Abate (Selex)
Nel reparto latticini-salumi, il Gruppo
Roberto Abate (Selex) ha messo a
punto un progetto di clusterizzazione
arrivato a regime nel dicembre 2010,
che ha coinvolto, in vari step, tutti i pdv
A&O e Famila dell’azienda. In particolare,
sono stati creati moduli assortimentali per gruppi di pdv, tenendo conto
di quattro fattori: mission commerciale,
bacino di utenza, concorrenza e capacità
espositiva. “In questo modo, sono stati
declinati, per ogni specifica categoria sia
la numerica assortimentale sia lo spazio
a scaffale -spiega Mauro Specchia, responsabile tecnico dei salumi-latticini-. I
cluster creati risultano concentrici e crescenti in termine di ampiezza e profondità commerciale, oltre che direttamente
proporzionali in termini di numerica di
referenze rispetto alla dimensione dello
store e coerenti con il format. Attual-
mente, il progetto è in fase operativa e di
valutazione delle criticità nella gestione
quotidiana al fine di renderlo il più performante e funzionale possibile”. Nei pdv
di maggiori dimensioni, le referenze del
prodotto industriale in vaschetta sono 8
per il crudo e 3 per lo speck, mentre nel
banco assistito sono, invece, 15 per il
crudo e 3 per lo speck.
Dicono le aziende
In tutti i format, per speck
e prosciutto crudo cresce
l’incidenza dei prodotti
a marchio con focus
sul localismo
In aumento, anche la
presenza di gamme premium
tanto a libero servizio
quanto nel take away
Auchan
Il retailer francese punta sulla territorialità dividendo l’esposizione dei salumi
in tranci, proposti in ceste in vimini, per
zone geografiche (Centro, Nord, Sud e
Isole). In primo piano, sono sistemate
le Pl in vaschetta, poste al centro del
reparto. Nella logica di fornire completezza di spesa per tutte le tasche, Auchan
propone gli affettati anche nell’area Self
Discount, di solito distante dal banco a
libero servizio tradizionale.
30­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
C
C
Poli
Anche Poli evidenzia territorialità e localismo. “Viviamo nella terra dello speck e
ciò incide nelle quote di mercato -spiega
Mauro Poli, direttore affari generali-.
Infatti, fatto cento il nostro libero servizio
(buste+cubetti+tranci) lo speck pesa il
13,65% e il crudo 8,89%, di cui rispettivamente il 4,20% e il 3,73% sono a nostro
marchio (Primia e Bontà delle Valli). Trattiamo 4 referenze di speck al banco e 5 di
crudo, a cui se ne aggiunge un sesto spot
in estate”. Analoga importanza nel banco
self con 9 referenze di speck. Nel take
away: 5 item di speck e 5 di crudo.
Conad Sicilia
Anche per Conad Sicilia, le Pl si rivelano
strategiche. “Stiamo lavorando perchè tutti
i nostri associati espongano le nostre Pl,
visto che l’obiettivo è quello di proporre
ai nostri consumatori gamme premium”,
afferma Rosario Scivoletto, responsabile
settore freschi Conad Sicilia. Nei superstore, infatti, sono presenti in assortimento
7-8 referenze di crudo e 2 di speck,
a marchio Sapori&Dintorni e Fresco e
conveniente. “Nelle vendite -aggiunge- i
nostri prodotti a marchio hanno un’incidenza dell’83%, fatto cento quel settore. In
gastronomia, invece, il peso del prosciutto
crudo è del 10% del fatturato”.
Alessandra Bonaccorsi
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
F
N
P
Parma
Par
Par
P
Milano: Esselunga, via Ripamonti - 1 febbraio 2011; Iper Rozzano - 1 febbraio 2011
Verona: Bennet, Isola Rizza - 1 febbraio 2011; Galassia (Gruppo Selex), San Giovanni Lupatoto - 1 febbraio 2011
Bologna: Ipercoop, VIllanova - 1 febbraio 2011; E. Leclerc Conad, via Larga - 1 febbraio 2011
Roma: Carrefour Market, piazza Eroi - 1 febbraio 2011; Simply, via della Primavera - 1 febbraio 2011
Catania: Auchan, loc. la Rena - 1 febbraio 2011; Iperfamila, Belpasso - 1 febbraio 2011
La rilevazione di Gdoweek ... item x item
SPECK
Casa Modena g 100
Citterio g 60
Citterio g 70
Handl g 100
Negroni g 90
Parmacotto g 80
Recla g 90
Rovagnati g 100
Senfter g 100
3,35
3,85
2,59
3,09
5,35
3,05
1,92
4,09
1,39
4,30
1,75
3,99
1,75
3,19
4,19
4,30
3,59
2,15
1,99
1,28
1,88
1,75
3,22
1,58
3,99
2,35
1,05 cad
1,68
1,89
3,29
5,64
4,35
Iperfamila
Auchan
5,19
1,10
1,95
1,08
4,61
2,90
2,19
4,39
1,79
4,99
4,39
3,10
3,99
3,24
3,80
4,09
3,25
4,02
1,88
4,29
3,59
3,59
3,98
4,98
3,85
4,90
1,85
3,55
0,95
2,32
3,55
2,39
3,50
3,85
3,20
1,54
3,89
3,59
2,69
3,19
2,09
3,87
3,60
2,40
2,24
4,99
1,09
2,99
2,19
2,45
2,25
2,23
3,19
3,85
4,29
2,99
4,35
4,68
4,39
3,60
1,57
1,11
1,00
3,19
2,99
2,98
3,99
3,15
3,30
3,95
3,70
2,39
3,65
1,05
1,69
2,00
3,85
CATANIA
4,48
3,59
1,49
1,79
Carrefour
Market
4,35
ROMA
E. Leclerc
Conad
3,90
Ipercoop
Galassia
2,79
BOLOGNA
Bennet
VERONA
Iper
PRODOTTO
PROSCIUTTO CRUDO
Beretta g 120
Beretta g 70
Beretta Parma g 100
Beretta Parma g 70
Beretta Parma g 85
Beretta spuntino g 30
Beretta spuntino g 60
Brendolan S. Daniele g 70
Casa Modena g 100
Casa Modena g 120
Cascina d. delizie g 120
Citterio g 120
Citterio g 70
Citterio merenda g 30x3
Citterio Parma Bio g 80
Citterio Parma g 70
Citterio S.Daniele g 90
Citterio soffic. g 60
Corti Toscano g 100
Felinese g 120
Ferrarini 90 g
Ferrarini di Parma 110 g
Ferrarini di Parma 90 g
Fontana Parma g 100
Fresca Salumeria g 120
Ghiotto g 100
Lenti g 100
Montorsi g 110
Montorsi g 90
Motta g 100
Negroni g 110
Negroni g 40
Negroni Parma g 80
Negroni S. Daniele g 70
Ossolano g 100
Parmacotto g 100
Parmacotto Parma g 100
Parmacotto Rosi 24 m. g 100
Parmacotto Rosi g 90
Parmacotto Spagnolo g 90
Parmacotto Toscano g 100
Principe g 30
Principe g 80
Principe S. Daniele g 80
Raspini Disney g 80
Rigamonti g 90
Rovagnati g 100
Rovagnati snack g 60
Rovagnati snello g 70
Vismara g 90
PL g 100
PL g 120
PP g 100
Esselunga
MILANO
In rosso i prezzi promozionali
Simply
DOVE
il mercato - prosciutto crudo e speck
2,99
2,99
3,60
3,31
3,15
3,89
3,30
1,99
2,99
3,09
2,99
3,46
1,83
4,31
4,09
2,99
1,83
3,30
31­­­
3,99
3,62
GDOWEEK - 7 marzo 2011
3,12
1,89
3,80
3,15
2,19
3,53
2,70
n.r.
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
n.r.
3,60
3,49
i prodotti - prosciutto crudo e speck
3
1
2
5
4
3
1 F.lli Beretta/Prosciutto Crudo
“Lo spuntino” Zero24
Plus innovativo Prosciutto crudo affettato
in formato monodose con un posizionamento caratterizzato da velocità di preparazione e/o consumo; trasportabilità;
piccola e giusta dimensione
Referenze (N° e specifiche)
Prosciutto Crudo affettato in vaschetta
Formati/Pack Confezionamento in atmosfera protettiva/30 g
Shelf Life 55 giorni
Target R.A. di un nucleo familiare, con
o senza figli. Tra i 30 e 50 anni. Target
secondario: monocomponenti
Canali di vendita Distribuzione moderna
Comunicazione/promozione Campagna
Tv “L’Isola Zero24”
2 Citterio/Attimi di Festa
Plus innovativo Presentazione gastronomica, stagionatura minima 8 mesi per
speck di prosciutto; stagionatura minima
24 mesi per prosciutto crudo
Referenze (N° e specifiche)
2: speck di prosciutto, prosciutto crudo
Formati/Pack Vaschetta/100 g
Shelf life 40 giorni
Target Tutti
Canali di vendita Gdo e normal trade
3 Negroni/Prosciutto di San
Daniele Dop Negroni
Plus innovativo Nuova grafica con banda
nera, fette mosse, affettatura lenta, cosce
selezionate e lunga stagionatura
Referenze (N° e specifiche)
1 referenza
Formati/Pack Vaschetta in atm/70 g
Shelf life 60 giorni
Lancio 1° trimestre 2011
Target Tutti
Prezzo suggerito 2,50 euro/pack
Canali di vendita Gdo, grossisti, dettaglio
tradizionale
Comunicazione/promozione Volantini,
32
evidenziazioni nei pdv, in-store promotion
4 Rovagnati/ Snello Rovagnati
Gusto & Benessere
Plus innovativo
Lo Snello Rovagnati “Crudo Gusto Dolce”
è il primo prosciutto crudo, con massimo
il 5% di grassi, senza glutine e senza
proteine del latte
Referenze (N° e specifiche) 1
Formati/Pack 70 grammi
Shelf life 40 giorni
Lancio gennaio 2010
Prezzo suggerito  2,90
Canali di vendita Gdo, tradizionali
Comunicazione/promozione Pubblicità
TV e Stampa
5 Moser/Speck Alto Adige IGP
Plus innovativo
Fetta mossa, testimonial Reinhold Messner e senza glutine
Referenze (N° e specifiche) 4
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
6
Formati/Pack Atm maxi orizzontale/120 g
Shelf life 75 giorni
Lancio 2010
Canali di vendita Gdo, normal trade
Comunicazione/promozione Campagna
in-store, volantini, taglio prezzo e stampa
specializzata
6 Grandi Salumifici Italiani/
Affettuosi Casa Modena
Plus innovativo Esclusiva confezione salvafetta, salvambiente e salva spazio, ideale
per salvaguardare integro l’aroma anche
dopo l’apertura
Referenze (N° e specifiche) 1
Formati/Pack
Confezione richiudibile, con il 60% di plastica in meno/120 g
Lancio 2008
Shelf life 45 giorni
Target R.A. metropolitana, 25-54 che concilia qualità a contenuto di servizio
Canali di vendita Gdo e normal trade
Speck Alto Adige IGP
Tipicamente gustoso
Regala ai tuoi clienti momenti gustosi
con lo Speck Alto Adige IGP
Grazie al suo gusto inconfondibile e alle sue ottime proprietà
nutritive lo Speck Alto Adige IGP è sempre più apprezzato e
utilizzato nell’alimentazione moderna.
Gli ingredienti naturali lavorati secondo la tradizione danno
vita a una vera specialità regionale. Con il suo gusto unico lo
Speck Alto Adige IGP è in grado di conquistare anche i palati
più golosi.
Motivi di consumo dello speck
Base: consumano speck (n=717) - in %
74
Il suo gusto unico
Il sapore affumicato
63
E' magro, ha pochi grassi
38
La naturalità degli ingredienti
La tradizione della zona
di provenienza
29
24
Fonte: DEMOSKOPEA, 2010
Trovate la ricerca di mercato completa al sito: www.speck.it
www.speck.it
il mercato - zuccheri e dolcificanti
crescita alimentata
dalle private label
di Davide Bernieri
In collaborazione con
L
li, come il fruttosio, sia nei composti, con
particolare attenzione alle compresse.
o zucchero rimane uno dei prodotti
commodity per eccellenza del mercato e il suo sviluppo viaggia sull’asse naturalità/prezzo, con l’affermazione dello
zucchero di canna, rispetto al tradizionale
di barbabietola, proprio in virtù di un’immagine più naturale, e la crescita delle
private label, che possono far valere la
loro maggiore convenienza. Mentre per
i dolcificanti, nonostante un maggiore
radicamento al Nord rispetto alle regioni
meridionali e un target ben delineato tra
le famiglie di reddito medio alto senza
figli, permane una certa “attitudine medicale” del prodotto, ben diffuso anche tra
gli anziani con problemi di salute legati al
diabete, un vissuto che limita l’affermazione del prodotto.
Tuttavia, le vendite di dolcificanti mostrano segnali positivi grazie alla diffusione
di referenze a marchio del distributore,
che hanno saputo abbassare la soglia di
prezzo media del mercato.
“Uno dei principali driver di crescita del
mercato dei dolcificanti -dichiara Massimiliano Cessari, senior client executive
di Nielsen- è rappresentato dalle marche
private, che presentano trend di sviluppo
notevoli in tutti i segmenti. Da segnalare,
le crescite sia in segmenti definiti natura-
Ritiene che anche su questo mercato
la naturalità possa essere considerato
un aspetto importante, soprattutto in
un frangente come questo, nel quale
“l’artificialità” è vista negativamente?
Sicuramente la naturalità è un fattore
da considerare: nel mercato dello zucchero, ad esempio, rispetto al Totale
Italia food, lo zucchero di canna presenta
andamenti di sviluppo superiori al 9% a
volume (anno su anno), mentre quello di
barbabietola perde (-1,9% a volume). Nei
dolcificanti, la situazione è meno delineata: il fruttosio cresce, così come anche
i composti. La naturalità è, inoltre, un driver di segmentazione per l’età: i giovani
(famiglie con un responsabile d’acquisto
d’età inferiore ai 34 anni) consumano di
preferenza zucchero di canna e fruttosio,
prodotti legati, appunto, ad un concett
più naturale.
Quali sono le ragioni del calo costante
della spesa media dal 2008 al 2010?
Anche in questo caso si tratta di effetti
dovuti alle promozioni sul prezzo?
No, i volumi promozionali sono ancora
L’andamento dell’advertising
Investimenti netti
2007
2008
YTD 2009
YTD 2010
ZUCCHERO
941
836
1.496
1.301
YTD 2009
YTD 2010
89,7%
0,0%
5,6%
4,7%
0,0%
0,0%
65,4%
0,0%
0,5%
26,7%
7,5%
0,0%
Media mix %
Televisione
Radio
Newspaper
Magazine
Outdoor
Cinema
var % 10vs09
-13,0%
Top spender YTD 2010 (ranking)
1
2
3
4
5
ERIDANIA SADAM
ITALIA ZUCCHERI
ALIBERTI
D&C
NOVARESE ZUCCheri
Fonte: Nielsen Media
34­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
il mercato - zuccheri e dolcificanti
I numeri e i profili sociodemografici dei consumi
A.t. 7 dicembre 2008
Famiglie acquirenti
Acquisti in volume (t)
Spesa media e
Numero medio atti
20.266.996
220.295.526
10,46
7,5
LYFESTAGES
% fam. universo
REDDITO
% fam. universo
AREE
% fam. universo
Pre-Family
New-Families
Maturing-Families
Estabilished-Families
Post Families
Older Couples
Older Singles
10,3
8,7
10,0
9,1
19,7
26,2
16,0
Basso reddito
Reddito sotto la media
Reddito sopra la media
Reddito elevato
Area
Area
Area
Area
20,0
30,0
30,0
20,0
1
2
3 + Sardegna
4
28,6
19,8
22,4
29,3
A.t. 6 dicembre 2009
20.538.275
213.911.555
9,95
7,2
% fam. acquirenti
9,7
8,7
10,6
9,6
19,5
26,9
15,1
% fam. acquirenti
20,3
30,9
30,1
18,7
% fam. acquirenti
28,1
19,8
22,2
29,9
A.t. 5 dicembre 2010
20.484.334
210.236.262
9,44
7,2
Indice alloc.
94
100
106
105
99
103
95
Indice alloc.
101
103
100
94
Indice alloc.
98
100
99
102
Fonte: Nielsen Consumer Panel
portata, per gli zuccheri (Area 1 indice
98/100, Area 4 indice 103/100). Le Aree
3 e 4 sono abbastanza allineate al 100
dell’universo.
bassi: nei dolcificanti è promozionato
circa il 10% dei volumi veicolati nella distribuzione moderna, mentre, negli
zuccheri, la percentuale scende al 5%.
In realtà, è l’importanza crescente delle
marche private, con un prezzo medio
indice, a confezione, di circa 50 punti
verso la categoria, sia nei dolcificanti sia
nello zucchero, ad incidere sulle vendite
a valore.
Mi può fare una fotografia del target più
importante per i dolcificanti?
Famiglia senza figli (o, se con un figlio, teenager), residenti al Nord (soprattutto Area
1), di reddito medio alto e di buona scolarità: anche le coppie anziane, attente a fattori di salute come il diabete, rappresentano
un target interessante della categoria.
Perché i nuclei familiari più numerosi
acquistano meno dolcificanti? Nelle
coppie anziane, invece, il consumo dei
dolcificanti è legato a specifiche problematiche di salute?
Questa dinamica è vera per i dolcificanti: infatti, se consideriamo le famiglie
distinte per regione ed effettuiamo un
confronto tra spesa ed universo famiglie,
l’Area Nielsen 1 presenta un indice di
allocazione universo di 111/100, mentre
l’Area 4 di 86/100. Quindi, il Nord Ovest
è sopra media nei consumi rispetto ad
un’Area 4 ancora indietro. Ciò non è altrettanto vero, o almeno non con questa
Alcune aziende hanno dato vita a processi di valorizzazione dello zucchero,
introducendo la marca e innovazioni di
formato e di packaging). Qual è il suo
giudizio su queste operazioni?
In realtà, il numero di innovazioni, in questo mercato, è ancora minimo per non
considerarlo ancora una commodity. In
questo senso, ancora non ci sono chiare
evidenze che possano suffragare l’ipotesi
di una futura esplosione dell’innovazione
su questo scaffale.
35­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
n:
zucchero - pallet a terra
zucchero - vari e speciali
dolcificanti
il mercato - zuccheri e dolcificanti
Superstore
via Lorenteggio - Milano
Superficie: 4.500 mq
Rilevamento effettuato
il 29/1/11
ingresso
zucchero
biscotti
casse
riso - preparati per dolci
Marca
sale
Primo
prezzo
Primo
prezzo
ingresso
conserve
Marca
pasta
corsia n° 4
zucchero - pallet a terra
Zucchero
zucchero - vari e speciali
dolcificanti
Zucchero
LAYOUT Si sviluppa su un’area regolare, con corsie a pettine, introdotte dalla vasta area dedizucchero
dolcificanti
cata all’ortofrutta. Nella corsia n° 4, due moduli, dal lato delle casse, sono riservati a zucchero e
12 numero ref
15
numero ref
dolcificanti, allineati a riso e preparati per dolci, mentre, di fronte, si trovano sale e pasta. I moduli
6
5
bianco
compresse
sono di tipo standard, attrezzati per ospitare i pallet nella parte bassa.
6 4
di canna
bustine
DISPLAY In ognuno dei 2 moduli è inserito un pallet con una sola referenza di zucchero: quello
2
6
zollette
polvere
di primo prezzo in pacchetto e quello di marca in astuccio. Nella parte superiore, 3 ripiani regolari
3 bustine
altri
presentano, nel primo modulo, le altre referenze di zucchero di minore rotazione, mentre nel se5 numero marche
6
numero marche
condo sono esposti i dolcificanti. Il display proposto è di tipo orizzontale, per famiglia di prodotti,
con ogni ripiano riservato ad una di esse. Così, lo zucchero vede rispettivamente, nei tre ripiani,
2 3
private label
private label
Marca
quello di canna, le zollette e le bustine, mentre i dolcificanti
allineano le compresse, le bustine e Primo
concentrazione 2,4 concentrazione 2,5
prezzo
lo sfuso. I cartellini sono di tipo normale,
con le sole indicazioni essenziali.
Primo
Marca
prezzo
 Caratteristiche a confronto
terra e ripiani alti
per i prodotti di
Zucchero
minor rotazione. Ma qualche differenza
d’interpretazione si rileva anche qui:
i ripiani, infatti, sono 3 da Esselunga
e 4 da Simply, il che avvicina lo sviluppo del lineare, che da Simply è su un
solo modulo. Inoltre, diverso è il modo
di esporre i prodotti, soprattutto i
dolcificanti, con preferenza al display
per marca da Esselunga, mentre Simply
affianca le famiglie di prodotti. Quanto
all’assortimento, le differenze interpretative appaiono
più ampie: lo zucchero è
Zucchero
più sviluppato in profondità da Esselunga, con numerose varianti per quello di
canna; i dolcificanti hanno, invece, lo
stesso numero di referenze, con diverse
marche, fatto che differenzia notevolmente la concentrazione. Ben presente da entrambi la Pl, con la presenza di una variante biologica in entrambe le insegne.
Da osservare che non si è tenuto conto
segue a pag. 38
Il parere di Interdis e gli assortimenti
di Coop Nordest ed Esselunga
I
l mercato dello zucchero vive un cortocircuito valoriale che ne sta frenando lo
sviluppo. Da un lato, l’esigenza di industria e retail è chiara: dare più valore allo
scaffale e permettere al prodotto di uscire
dal ruolo di commodity a basso prezzo
e scarso valore che ha caratterizzato il
mercato in questi decenni. Dall’altro,
la grande enfasi sullo “sugar free”, che
caratterizza molta dell’alimentazione contemporanea, pone i consumatori di fronte
a una tensione continua rispetto alla cate-
goria e, spesso, colpisce negativamente
la propensione al consumo, in un’ottica di
wellness diffusa ovunque in Occidente.
Si tratta di dinamiche a cui le aziende di
settore, in particolare il leader di mercato,
hanno cercato di dare una risposta, sviluppando progetti di category e strategie
volte ad affermare il concetto di marca,
in un mercato che, ancora in larga parte,
vive sul concetto di unbranded.
I progetti di category elaborati si fondano
su un nuovo approccio alla categoria
dolcificazione nel suo complesso, per
dare un nuovo impulso alle vendite in
maniera organica. Tuttavia, il risultato di
questo tentativo di dare un vissuto nuovo
alla categoria è inferiore alle aspettative:
certo, lo scaffale destinato allo zucchero
e ai dolcificanti, segmento nel quale si
sono verificate le innovazioni più evidenti
e che ha saputo beneficiare di questa
tendenza “sugar free” in atto, ha potuto
evolvere dal classico bancale, dal quale i
clienti potevano attingere al chilogrammo
di zucchero nella confezione di carta,
a una proposta più articolata in termini
di item e formati, con una più puntuale
segmentazione secondo target e destinazione d’uso.
segue a pag. 38
36­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
I consumatori che cercano il gusto
senza rinunciare alla forma
hanno espresso un desiderio...
Innovativo perché coniuga il gusto dello
Delizioso perché non altera il sapore
zucchero, il benessere del fruttosio e la ipocaloricità
dei dolcificanti intensivi.
di cibi e bevande.
Rivoluzionario perché composto unicamente
Affidabile perché garantito da Eridania.
da fruttosio ed eritritolo, un nuovo edulcorante
100% naturale.
Leggero perché contiene il 50% di calorie in meno
dello zucchero e il 38% in meno del fruttosio.
GDOWEEK_NatTradeNew_200x280.indd 1
17/02/11 17:02
zucchero - pallet a terra
zucchero - vari e speciali
dolcificanti
il mercato - zuccheri e dolcificanti
ingresso
Superstore
piazza Frattini - Milano
Superficie: 2.500 mq
Rilevamento effettuato
il 29/ 1/11
pasta
casse
pasta
riso
casalinghi
integratori
conserve
zucchero
casalinghi
parete laterale
dolciumi
zucchero - pallet a terra
zucchero - vari e speciali
Zucchero
dolcificanti
LAYOUT Il punto di vendita si sviluppa su due piani ed il grocery alimentare è posizionato al
piano terra, introdotto dall’ortofrutta. I lineari sono disposti perpendicolarmente, nella classica
soluzione a pettine, tranne l’ultimo, che segue la parete laterale che piega a sinistra. Su questa
parete, sono esposti i dolciumi, introdotti da tre moduli dedicati agli integratori, cui se ne aggiunge uno, appunto, dedicato allo zucchero ed ai dolcificanti. I lineari di fronte ospitano, in parte,
altri prodotti alimentari, in parte i casalinghi. I moduli sono di tipo standard, adattati alle differenti
merceologie presenti in assortimento.
DISPLAY L’unico modulo riservato allo zucchero si presenta con un pallet a tutta altezza nella
parte bassa, dove è collocata la referenza di primo prezzo; sopra si trovano 4 ripiani, i primi 2 dei
quali espongono gli altri item di zucchero, mentre quelli superiori sono riservati ai dolcificanti,
disposti con sequenza, in prevalenza, per marca. I cartellini recano solo i dati essenziali.
Zucchero
zucchero
dolcificanti
numero ref
7
numero ref
bianco
5
compresse
4
di canna
2
bustine
6
zollette
1
polvere
4
bustine
1
altri
1
numero marche
3
numero marche
9
private label
1
private label
4
concentrazione
1,4
concentrazione
1,7
15
terra e ripiani alti per i prodotti di minor è più sviluppato in profondità da Esselunga,
rotazione. Ma qualche differenza d’interdi canna; i
Zucchero
Zuccherocon numerose varianti per quello
pretazione si rileva anche qui: i ripiani, dolcificanti hanno, invece, lo stesso numero
infatti, sono 3 da Esselunga e 4 da Simply, di referenze, con diverse marche, fatto che
il che avvicina lo sviluppo del lineare, differenzia notevolmente la concentrazione.
che da Simply è su un solo modulo. Inoltre, Ben presente da entrambi la Pl, con la prediverso è il modo di esporre i prodotti, senza di una variante biologica in entrambe
soprattutto i dolcificanti, con preferenza le insegne. Da osservare che non si è teal display per marca da Esselunga, mentre nuto conto né dello zucchero a velo ed in
Simply affianca le famiglie di prodotti. granella, presentati assieme ai preparati di
Quanto all’assortimento, le differenze in- drogheria, né di quello liquido, inserito
terpretative appaiono più ampie: lo zucchero tra gli sciroppi ed i liquori.
Lu.Ca
segue da pag. 36
Interdis
Zucchero e dolcificanti hanno saputo offrire insieme un’immagine più moderna,
che spesso trova nella naturalità l’appiglio valoriale per agganciare il cliente
potenziale. “Il fenomeno più rilevante
-dichiara Carlo Someschini, category manager Interdis- è il ritorno dello
zucchero in bustine sugli scaffali. Per
il resto, lo zucchero rimane il classico
prodotto commodity, che finisce sulla
lista della spesa, ma senza specificare
marca o tipologia. Diverso il discorso per
i dolcificanti, che hanno numeri piccoli,
ma stanno dando prova di una buona
dinamicità, anche per via del prezzo in
calo”. Per i dolficanti, l’imperativo è stato
scollarsi di dosso l’immagine di prodotto
para medicale adatto ai diabetici che, fin
qui, li ha contrassegnati.
Coop Nordest
Visitando i punti di vendita, questa tendenza emerge con la massima chiarezza:
nell’Ipercoop Centro Torri di Parma di
Coop Nordest, lo scaffale dedicato a
zucchero e dolcificanti si estende su tre
metri lineari. Se la parte più bassa è tuttora occupata da due referenze di zucchero
da un chilo nel classico incarto cartaceo,
l’esposizione sovrastante comprende, da
sinistra verso destra, tutte le soluzioni
dolcificative esistenti, dallo zucchero di
canna grezzo (anche biologico a mar-
chio Solidal Coop) ai più moderni dolcificanti liquidi, passando per zollette,
bustine, dolcificante a base di fruttosio
e dolcificanti in vari formati, bustine e
compresse.
Esselunga
Più radicale la scelta del superstore Esselunga di via Traversetolo a Parma: in
questo caso, lo scaffale della dolcificazione evoluta occupa solo un metro
lineare e comprende zucchero di canna
e dolcificanti in varie fogge, compreso
un’offerta a marchio Esselunga, che, rispetto ai diretti competitor, fa leva su un
posizionamento di prezzo conveniente.
Davide Bernieri
segue da pag. 36
38­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
i prodotti - zuccheri e dolcificanti
1
2
3
4
5
6
1 Enervit
FructoFin
Plus innovativo
Fruttosio purissimo, potere dolcificante
maggiore del saccarosio. Il fruttosio viene assorbito gradualmente favorendo il
controllo dell’insulina
Referenze (N° e specifiche) 1
Formati/Pack 750 g e 250 g/Barattolo
Prezzo suggerito e 5,95 brt da 750 g e
e 2,35 brt da 250 g
Canali di vendita Gdo
2 Rigoni di Asiago
Dolcedì
Plus innovativo
Zucchero di mele, biologico Referenze (N° e specifiche) 1
Formati/Pack Squeeze da 350 g
Lancio 2008
Target Allargato
Prezzo suggerito e 3,70
Canali di vendita Gdo
Comunicazione/promozione
Adv, promozioni e degustazioni pdv, concorsi, eventi enogastronomici, turistici,
sostenibili, sportivi, comarketing, sito,
web 2.0, codice QR, numero verde
3 Toschi Vignola
Sugarville Toschi qualità
Demerara
Plus innovativo
Offre le stesse possibilità di dolcificazione dello zucchero, con la caratteristica di
non subire alcun trattamento chimico
Referenze (N° e specifiche)
Zucchero di canna grezzo e sciroppo di
zucchero di canna
Formati/Pack Conf. 500 g e 1.000 g (zucchero di canna grezzo); dispenser da 750
g contenenti 150 bustine; cartoni da 5 kg
contenenti 1.000 bustine; bottiglie da 1,32
kg per lo sciroppo di zucchero di canna
Prezzo suggerito e 1,49 conf. 500 g; e
2,83 conf. 1.000 g; e 4,29 sciroppo di
zucchero di canna 1.32 kg
Canali di vendita Gdo e Horeca
39­­­
4 Eridania Sadam
Zefiro
Plus innovativo
Zucchero finissimo di alta qualità immediatamente solubile
Referenze (N° e specifiche) 1
Formati/Pack
1 kg/Astuccio con erogatore
Lancio 2000
Target Tutti
Prezzo suggerito e 1,25
Canali di vendita Gdo
Comunicazione/promozione
Volantini, taglio prezzo, adv stampa consumer e specializzata, promozioni
5 Eridania Sadam
Essenza di natura
Plus innovativo
Dolcificante di origine 100% naturale, come lo zucchero ma con il 50% di calorie
Referenze (N° e specifiche) 1
Formati/Pack 500 g/Barattolo con salvaroma
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
Lancio 2000
Target Tutti
Prezzo suggerito e 1,25
Canali di vendita Gdo
Comunicazione/promozione
Volantini, taglio prezzo, adv stampa consumer e specializzata, promozioni
6 Italia Zuccheri Commerciale
Italia Zuccheri
Plus innovativo
100% zucchero italiano certificato, impatto e ordine sullo scaffale grazie alla
confezione stand up Referenze (N° e specifiche) 2
Formati/Pack 500 g e 1 kg/Flow Pack
Stand Up
Lancio Giugno 2010
Target Responsabili acquisto
Prezzo suggerito e 1,09 500 g;
e 1,69 1 kg
Canali di vendita Gdo, normal trade
Comunicazione/promozione Stampa
specializzata e periodica, affissioni
il mercato - accessori cura casa
Dimensioni e trend del mercato
Accessori Cura Casa
Guanti
Pavimenti/altre Superfici
Panni/spugna Piccole Superfici
Panni Vetro/multiuso
Accessori Cura Tessuti
Altri Accessori Pulizia Casa
Strumenti Pulizia Scarpe
Vendite in Unità
Var. %
Vendite in Valore
Var. %
202.524.896
39.828.728
50.463.484
62.279.852
19.539.614
13.608.382
879.480
15.925.364
-3,9
-3,5
-4,3
-3,4
-1,8
-8,5
-8,4
-3,1
432.840.896
66.455.268
178.003.616
79.613.104
36.498.672
29.836.164
2.290.728
40.143.340
-2,4
1,6
-2,9
-3,6
-4,3
-7,3
-9,2
1,4
Sales Location
Vendite in Valore
Var. %
-3,9
-2,8
-1,7
-4,6
-7,1
-2,1
-3,6
-6,8
432.840.896
154.947.056
100.952.712
103.415.016
73.526.096
111.185.512
255.803.920
65.851.472
-2,4
1,6
-2,9
-3,6
-4,3
-7,3
-9,2
1,4
Allocazione nelle aree e nei canali
Vendite in Unità
Totale Italia
Nord-ovest
Nord-est
Centro + Sardegna
Sud
LSP
Supermercati
Ipermercati
202.524.896
66.947.568
47.011.360
48.703.984
39.862.000
44.285.608
123.734.320
34.504.976
Fonte: SymphonyIRI
discount e specialisti
i veri competitor
di Gino Pagliuca
In collaborazione con
C
alano i consumi di accessori per la
cura della casa; un mercato eterogeneo, tra i più importanti, considerato nel
complesso, tra quelli del largo consumo, con un fatturato che SymphonyIRI
computa in quasi 433 milioni di euro, in
calo del 2,4% su base annua. Più forte
la variazione a volume -3,9%; significa
che i prezzi sono rimasti sostanzialmente
stabili. Due i fattori alla base di questa
performance poco brillante, anche se
certo non catastrofica: la concorrenza
del discount e soprattutto delle superfici
specializzate, che stanno crescendo a
due cifre; la mancanza di lanci davvero
innovativi.
presenta al suo interno prodotti con caratteristiche di priorità assoluta ed ogni
gruppo ha i suoi best seller, ma è difficile
identificare in un panorama tanto variegato di prodotti un benchmark. Ai fini di
un raffronto, si è ritenuto di prendere in
considerazione i panni spugna, presenti
dovunque in modo abbastanza omogeneo, anche se mancanti di una linea di
premium price. L’analisi rileva che marche leader e pl si posizionano a livelli di
prezzo non molto distanti e anche i primi
prezzi, peraltro poco presenti, non appaiono particolarmente economici. In ogni
caso, va osservato che la categoria si
presenta sui lineari in modo molto eterogeneo e spesso confuso e poco si presta
a raffronti precisi; anche queste rilevazioni, pur accurate per quanto possibile
vanno perciò intese come indicative.
LA rilevazione di gdoweek
Passando all’analisi condotta da Gdoweek sui punti di vendita, il mercato non
40­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
il mercato - accessori cura casa
I prezzi nei punti di vendita
marca
primaria
MILANO
Esselunga
Iper
private
label
0,39
0,30
0,28
0,29
VERONA
Bennet
Galassia
0,32
0,28
0,30
0,34
BOLOGNA
Ipercoop
E. Leclerc Conad
0,29
0,29
0,28
0,33
ROMA
Carrefour Market
Simply
0,32
0,26
0,30
CATANIA
Auchan
Iperfamila
0,32
0,36
0,37
0,37
0,32
100,0
0,31
96,9
Prezzo medio
Differenziale
(leader 100)
primo
prezzo
0,18
0,24
0,20
0,21
65,6
Panno spugna singolo pezzo - marca primaria = Spontex o Vileda. Marca premium non individuata
l’assortimento
particolare, talvolta presentati con i casalinghi. Per quanto, invece, riguarda il
display, dalle visite emerge che lo spazio
riservato alla categoria è molto diversificato in relazione alle superfici dei punti di
vendita ed in quelli di maggiore dimensione è anche collocato in corsie diverse in
base ai gruppi di prodotti. Il display tende
di norma ad esporre appesi i guanti e le
scope, mentre i panni sono allineati sui
ripiani, spesso in appositi contenitori. In
genere, comunque, la chiarezza espositiva lascia molto a desiderare.
In media sono presenti 130 referenze per
ogni pdv di cui il 43,2% riguarda gli articoli
per pavimenti (panni e scope), il 46,9% i
panni (bagno, cucina, polvere, ecc.) ed il
9,9% i guanti (senza considerare le varianti di taglia). Le marche sono in media
14,5, per una concentrazione di 9 referenze per marca.
Alcuni brand sono presenti anche con
quote molto elevate ma solo in alcuni
comparti. La rilevazione non tiene conto
delle spazzole ed altri accessori di uso
Le presenze dei brand nei punti di vendita
ref
Esselunga
Iper
Bennet
Galassia
Ipercoop
E. Leclerc Conad
Carrefour Market
Simply
Auchan
Iperfamila
Totale varianti
Media
Presenza %
n° marche
concentr
Vileda
Spontex
Tonkita
Priv label
Altre
149
111
138
192
144
165
44
102
160
98
18
15
16
18
16
14
8
11
18
11
8,3
7,4
8,6
10,7
9,0
11,8
5,5
9,3
8,9
8,9
30
27
33
45
28
31
13
22
37
32
13
7
20
7
10
15
2
4
12
12
6
4
9
22
15
15
3
3
6
13
10
31
23
13
24
21
11
25
22
5
90
42
53
105
67
83
15
48
83
36
1303
130
145
14,5
9,0
9,0
298
22,9
102
7,8
96
7,4
185
14,2
622
47,7
Nota: sono indicate le marche presenti in almeno 4 punti di vendita
41­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
DOVE
il mercato - accessori cura casa
Milano: Esselunga, via Ripamonti - 1 febbraio 2011; Iper Rozzano - 1 febbraio 2011
Verona: Bennet, Isola Rizza -1 febbraio 2011; Galassia (Gruppo Selex), San Giovanni Lupatoto - 1 febbraio 2011
Bologna: Ipercoop, VIllanova - 1 febbraio 2011; E. Leclerc Conad, via Larga - 1 febbraio 2011
Roma: Carrefour Market, piazza Eroi - 1 febbraio 2011; Simply, via della Primavera - 1 febbraio 2011
Catania: Auchan, loc. la Rena - 1 febbraio 2011; Iperfamila, Belpasso - 1 febbraio 2011
La rilevazione di Gdoweek ... item x item
MILANO
VERONA
BOLOGNA
In rosso i prezzi promozionali
ROMA
CATANIA
SCOPE E SISTEMI
Apex lavavetri allung
Apex lavavetri compl
Apex lavavetri ric
Apex mop ric
Arcasa fiocco cotone ric
Arcasa fiocco microf ric
Arcasa fiocco ric
Arcasa garland c/ man
Arcasa scopa Bogart
Arcasa scopa Cooper
Arcasa scopa Delon
Arcasa spazzolone
Arix compacta
Arix completo
Arix fiocco microf ricambio
Arix fiocco ricambio
Arix lavavetri
Arix Logica s/manico
Arix manico
Arix paletta
Arix Portento
Arix Predicta s/ manico
Arix Progecta c/ manico
Arix Strofix c/ manico
Arix Strofix ricambio
Asso mop ricambio
Baby s/manico
Casallegra fiocco
Casallegra manico all
Casallegra ragnatore
Casallegra set
Casallegra set magico
Cleany alta
Cleany bassa
Cleany manico
Cleany spazzolone
Csc scope solo m. 300 cm
Discopa s/manico
Dixi paletta+ spazzola
Eko saggina c/ man
Fass paletta+spazzola
Hello Kitty spazz.+paletta
House c/m
House s/m
Leifheit mop set completo
Marisa mop ric
Marisa Paletta+spazzola
Marisa ragnatele
Marisa scopa colf s/m
Marisa scopa all. silver
Marisa scopa con paracolpi
Marisa scopa fibre lunghe
Marisa scopa manico all
Marisa scopa paracolpi s/m
Marisa solo manico 150 cm
Marisa sc. m. legno 120 cm
Marisa scopa m. rinforzato
Marisa sistema
Marisa spazzolone
Marisa spazzolone all.
Mondial ammazzamosche
2,35
4,20
2,59
2,75
3,00
9,90
4,48
2,99
7,90
5,08
10,10
12,80
4,64
3,30
3,55
3,65
5,99
10,42
T
18,81
5,06
3,99
4,19
1,79
3,99
3,49
1,90
3,00
2,30
2,70
8,60
10,00
5,39
1,70
5,90
1,70
6,29
3,50
7,45
3,77
8,09
4,7
3,45
1,78
3,62
0,64
42­­­
1,89
2,80
6,50
6,90
8,90
1,78
2,90
14,20
5,90
11,90
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
Ton
Ton
To
Ton
Ton
Ton
To
To
4,99
1,69
3,45
Su
4,69
4,29
3,49
3,77
Mon
Mond
M
P
9,99
6,99
3,99
6,99
8,50
6,90
9,90
10,50
5,70
4,49
3,49
2,48
3,49
Iperfamila
Auchan
Simply
Carrefour
Market
E. Leclerc
Conad
Ipercoop
Galassia
Bennet
Iper
PRODOTTO
Esselunga
Mon
5,99
34,90
1,99
1,89
6,49
Tonk
To
To
Tonk
To
T
T
T
To
To
Viled
V
Vi
Vile
Vil
Vi
Vi
Vil
Vi
Vil
Vi
Vile
Vile
il mercato - accessori cura casa
Mondial scopa matilde S/m
Mondial scopa nuvola
Mondial scopa saggina
Mondial scopa saggina s/m
Mondial manico met. 130cm
Mondial sistema solares
Mondial spazzolone
Perla scopa per interni
Pippo Allegra alta c/man
Scotch Brite fiocco
Scotch Brite sistema
Spontex mop ricambio
Strapiù mop microf
Super 5 Rotomap ric
Super 5 Rotomop
Super 5 Rotomop manico
Tonkita appendiabito
Tonkita boxi
Tonkita Dual s/ man
Tonkita lavavetri
Tonkita Leggera c/ man
Tonkita Leggera s/ man
Tonkita Magnum c/manico
Tonkita Magnum s/manico
Tonkita manico
Tonkita manico alto
Tonkita manico gommato
Tonkita manico legno
Tonkita maxi esterni s/man
Tonkita maxi interni s/man
Tonkita microset int s/man
Tonkita paletta
Tonkita paletta e spaz big
Tonkita paletta e spazzola
Tonkita piumino
Tonkita Puligenic c/ manico
Tonkita ragnatore
Tonkita Rapida c/manico
Tonkita saggina
Tonkita saggina c/manico
Tonkita salvaschiena c/man
Tonkita semirigida
Tonkita Spazio c/ man
Tonkita Spazio s/ man
Tonkita Strizzo c/ manico
Tonkita Strizzo completo
Tonkita Strizzo fiocco ric
Tonkita Strizzo ricambio
Tonkita Universale s/ man
Topazio spazz c/ manico
Vileda 2 in 1 c/ man
Vileda Attrattive plus c/man
Vileda Attrattive plus ric.
Vileda bagno sistema
Vileda Classica s/manico
Vileda doppio ang est s/m
Vileda doppio ang int s/m
Vileda Duactive c/manico
Vileda Duactive s/manico
Vileda Fibrattiva c/manico
Vileda Fibrattiva ricambio
Vileda Lavatutto c/manico
Vileda Lavatutto ricambio
Vileda manico
Vileda manico mocio
Vileda Mastro spazzol c/m
Vileda Mocio c/ manico
Vileda Mocio completo
Vileda Mocio Revol compl
Vileda Mocio Revol ric
1,61
3,23
5,61
5,39
1,72
8,09
1,39 2v
9,90
3,19
13,84
3,90
6,49
24,90
9,90
4,80
26,40
8,70
6,79
5,60
7,59
9,90
9,94
n.r.
8,80
1,49
5,90
3,34
8,20
5,99
6,99
10,90
4,55
33,50
4,54
n.r.
4,19
5,79
4,97
13,88
7,98
5,08
4,39
3,95
3,49
7,99
8,58
5,18
9,90
5,80
2,49
5,48
14,19
12,90
6,49
6,90
5,90
34,90
3,35
4,20
2,55
12,90
8,90
2,59
2,99
3,25
5,90
34,02
1,30
4,31
8,15
4,90
1,89
1,72
2,20
3,80
3,30
1,83
4,53
2,69
1,90
13,90
10,50
2,15
8,09
10,26
7,80
10,90
2,70
2,99
8,90
6,70
13,90
19,90
43­­­
9,25
5,79
5,67
7,43
10,69
10,80
10,94
4,59
6,90
4,60
3,88
17,90
5,45
5,99
6,05
9,71
12,60
1,72
1,72
4,30
13,80
6,50
5,92
9,60
6,99
3,99
4,54
8,63
Auchan
Iperfamila
4,79
29,90
5,90
2,25
4,59
2,19
2,50
4,99
6,99
4,25
2,49
3,70
10,30
4,99
12,30
4,70
21,90
4,69
4,69
4,90
1,89
7,00
5,90
9,80
4,20
3,99
3,50
7,60
4,99
10,26
11,29
6,37
8,20
4,80
6,99
18,20
5,50
2,35
4,99
3,69
7,55
4,40
3,10
4,50
10,90
4,50
11,90
4,80
14,18
n.r.
6,59
4,90
3,49
13,90
4,65
3,94
CATANIA
Simply
Carrefour
Market
ROMA
E. Leclerc
Conad
Ipercoop
BOLOGNA
Galassia
Bennet
VERONA
Iper
PRODOTTO
Esselunga
MILANO
3,90
11,99
8,90
1,75
1,75
4,30
13,95
16,90
6,90
GDOWEEK - 7 marzo 2011
9,78
7,25
10,70
2,89
2,84
16,49
15,33
22,90
6,99
6,90
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
10,90
12,90
24,90
5,59
5,59
5,20
15,90
13,90
4,99
11,99
4,89
5,99
5,99
11,99
9,69
1,90
2,45
6,79
10,90
7,90
15,90
13,49
22,90
2,49
il mercato - accessori cura casa
Ref. marca privata
totale ref
PANNI PAVIMENTI
Arcasa cotone
Arcasa Fantasia
Arcasa pavim
Arix microf
Arix Microgrid
Arix Quickly
Arix strofi
Arix strofinaccio
Brawn parquet
Brawn pavimenti x 12
Casallegra 2 in 1
Casallegra pav
Csc gran spugna pav
Csc rigato
Logex
Marisa pav candor
Miranda pav
Scotch Brite
Smac parquet
Smac pavimenti
Spontex classico
Spontex pav assorb
Super 5 giallo
Super 5 gigante
Super 5 pavimenti
Super 5 Whao
Vileda cotone c/microfibre
Vileda gigante
Vileda Igiene super x 3
Vileda microfibre 3D
Vileda microfibre cotone
Vileda pavim giallo
Vileda pavim giallo x 2
Vim Ballerina pavimenti
1,98
4,19
2,34
3,35
4,94
7,20
15,90
14,79
13
36
6
53
68
3,50
1,90
2,59
5,79
5,38
2,50
1,99
12
60
2,99
1,72
3,77
6,37
5,39
2,79
3,20
2,90
1,89
6,89
2,60
3,90
1,98
2,68
4,49
2,88
2,78
2,48
3,29
3,99
2,99
2,98
3,90
2,10
2,00
2,99
2,47
2,75
2,50
2,90
4,99
1,90
2,29
2,20
3,80
3,70
3
14
7
36
3,23
4,95
2,50
1,99
8
52
3,40
1,90
3,15
2
27
Cas
C
Mas
2,80
4,50
4,55
3,29
4,99
2,49
Sc
4,69
Sc
Sc
1,70
Sp
S
2,90
4,45
3,79
2,99
2,65
7,90
2,99
4,39
9,99
4,90
3,55
2,19
3,29
5,90
3,50
3,00
2,45
2,21
5,16
3,18
3,18
5
57
3,55
12,99
9,69
14,90
Iperfamila
3,60
3,90
2,99
Auchan
3,90
CATANIA
Simply
Carrefour
Market
Bennet
2,99
4,20
2,89
10,90
14,89
4,94
41
3,40
3,40
2,49
1,75
E. Leclerc
Conad
3,47
3,47
2,00
ROMA
Ipercoop
3,69
3,49
2,41
2,49
6,58
BOLOGNA
Galassia
Vileda Mocio ric blu
Vileda Mocio ric cotone
Vileda Mocio ric giallo
Vileda Mocio ric verde
Vileda scopa Vistyle s/m
Vileda Spolveratutto c/m
Vileda Spolveratutto ric
Vileda Spray Fresh compl
Vileda Spray Fresh ric
Vileda strizzafacile c/m
Wayne alzaimmondizia
Wettex fiocco
VERONA
Iper
PRODOTTO
Esselunga
MILANO
3,59
2,35
3,79
3,61
2,71
3,19
3,59
2,85
2,65
3,25
3,25
1,00
S
Spon
2,39
3,25
S
Su
V
Ref. marca privata
totale ref
1
13
4
10
3
10
4
18
1
17
2
16
3
4
3
8
2
12
7
Vi
PANNI VARI
Arcasa microf x 5
Arcasa multiuso x 5
Arcasa panno giallo x 2
Arcasa stiro
Arcasa x 2
Arix asciugatutto
3,85
1,99
3,80
1,99
2,29
2,99
1,59
44­­­
Viled
1,49
2,71
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
4,19
il mercato - accessori cura casa
2,50
2,50
1,39
1,98
2,39
4,89
1,29
2,95
1,69
2,99
1,79
1,75
2,80
7,99
1,39
1,48
2,99
1,48
2,96
2,37
3,90
1,39
2,96
1,79
7,99
3,29
3,79
2,98
1,98
1,96
1,69
2,69
2,98
1,98
1,99
1,60
1,12
1,18
1,18
1,69
1,69
2,39
1,52
1,69
1,90
1,19
1,75
1,75
1,59
2,17
2,68
1,75
2,50
3,35
3,99
3,99
2,74
2,10
2,59
2,19
3,95
4,49
3,00
2,69
3,39
1,40
2,99
3,10
2,19
1,25
4,49
4,25
2,90
3,65
1,78
5,35
1,60
3,99
4,79
1,89
2,79
2,19
1,40
3,85
2,69
2,58
2,59
3,97
2,89
2,50
3,20
6,45
1,70
4,00
1,89
4,70
1,25
1,79
Iperfamila
2,04
2,80
2,80
Auchan
2,59
CATANIA
Simply
E. Leclerc
Conad
1,59
2,99
Carrefour
Market
Ipercoop
ROMA
Galassia
2,49
BOLOGNA
Bennet
Arix fresh x 5
Arix microf extra
Arix multiuso
Arix p/ spugna x 5
Arix panno giallo x 2
Arix supermorbido
Arix tuttofare x 5
Arix twin face
Arix vetri
Brawn mobili
Brawn multiuso
Brawn sgrassatutto
Brawn vetri
Casallegra vetri
Casamia panno microtech
Casamia panno multiuso
Danke p/ pugna x 5
Dianex tuttofare
Logex microf. X 5
Logex p/cotone x 20
Logex p/spugna x 3
Logex p/spugna x 5
Logex tappetino
Marisa polvere
Mastro Lindo gomma mag.
Miss microf
Obladì x 20
Scotch Brite 3 in 1
Scotch Brite bagno delic.
Scotch Brite brilla facile
Scotch Brite cucina 2 in 1
Scotch Brite m/uso microf
Scotch Brite macchie
Scotch Brite roller
Smac multiuso
Splendida pelle scamosc.
Spontex Acquabsorb x 2
Spontex assorbigocce
Spontex effetto daino
Spontex microf cucina
Spontex microf vetri
Spontex micropolvere
Spontex multiuso microf
Spontex p/ spugna + dis x 3
Spontex p/ spugna x 4
Spontex p/ spugna x 5
Spontex Pulicasa x 2
Spontex super multi
Super 5 dish x 5
Super 5 Heavy
Super 5 microf multiuso
Super 5 milleusi cucina x6
Super 5 Morbido
Super 5 polvere x 6
Super 5 vetri
Vileda asciugapiatti
Vileda bagno microfibra
Vileda Lavasciuga x 3
Vileda microf plus
Vileda microf polvere
Vileda multiuso microf
Vileda ondattiva x 2 natur
Vileda p/ spugna x 3
Vileda p/ spugna x 3
Vileda p/ spugna x 5
Vileda p/giallo odorstop x 3
Vileda panno vetri
Vileda pannonuovo x 2
Vileda pannonuovo x 3
Vileda polvere
VERONA
Iper
PRODOTTO
Esselunga
MILANO
2,99
2,05
1,35
3,50
2,99
2,50
2,99
2,30
1,98
1,45
1,88
1,88
1,45
2,75
2,18
2,60
3,10
2,94
7,99
2,15
1,89
1,48
1,59
1,89
1,39
1,75
1,75
1,40
1,70
2,90
3,90
45­­­
2,59
1,80
3,29
2,90
2,60
2,40
2,40
3,19
1,99
3,62
2,95
1,88
2,40
1,90
2,49
2,99
2,79
2,26
2,47
2,95
2,49
1,99
2,49
1,99
2,20
1,32
1,32
1,75
2,15
2,96
2,99
1,30
GDOWEEK - 7 marzo 2011
2,39
1,99
4,49
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
1,60
1,59
1,88
1,59
1,94
2,39
4,48
3,99
2,39
2,79
2,79
2,59
2,49
2,95
3,19
2,79
,
2,49
1,95
1,99
2,89
3,99
il mercato - accessori cura casa
PL p/ spugna x 2
PL p/ spugna x 3
PL p/ spugna x 4
PL p/ spugna x 5
PP p/ spugna cad
Ref. marca privata
totale ref
SPUGNE E PAGLIETTE
Arcasa abras c/ man x 3
Arcasa abrasive x 5
Arcasa pagliette x 3
Arix abrasive extra x 2
Arix abrasive x 3
Arix abrasive x 5
Arix abrasive x 5
Arix Celly x 3
Arix color
Arix delicata
Arix Gold panno abrasivo
Arix Gold x 2
Arix Gold x 3
Arix pagliette rot x 24
Arix pagliette saponate x 8
Arix pagliette x 2
Arix pagliette x 2
Arix pagliette x 3
Arix splendelli x 3
Arix splendelli x 5
Arix vegetale x 4
Bettina spugne abrasive 2x
Bettina spugne abrasive 3x
Bettina spugne colorate 5x
Bravo x 7
Ducks scrubs x 6
Favilla
Favilla abrasiva
Logex biuso x 3
Logex fibrabella
Logex pagliette x 3
Logex pagliette x 6
Obladì rapid wc
Obladì rapid wc spugna
Obladì spugne x 3
Scotch Brite abrasiva grill
Scotch Brite confort x 2
Scotch Brite fibra blu x 3
Scotch Brite fibrattiva x 2
Scotch Brite Full action x 2
Scotch Brite inox spirale
Scotch Brite maxi x 4
Scotch Brite popular x 3
Scotch Brite salvadita
Scotch Brite strof spug x 2
1,44
1,59
2,00
1,38
2,19
1,23
1,45
1,49
1,70
3
36
8
28
5
27
5
39
1,12
2,00
1,05
1,15
1,20
1,20
0,99
1,69
1,49
0,99
1,19
1,57
1,98
1,69
0,97
1,40
1,45
1,45
1,45
0,99
0,98
1,39
1,00
1,59
1,10
1,10
2
20
1,29
0,65
1,10
1,59
1,80
1,80
0,81
0,97
1,29
1,94
1,29
1,29
1,00
2,38
1,58
1,68
2,09
1,89
1,43
1,30
1,30
3,20
1,57
1,30
1,40
1,00
0,89
1,29
1,18
8
29
2
9
1,50
1,10
1,10
5
44
25
0,99
5
19
1,49
1,49
1,49
0,95
1,90
0,94
1,80
1,30
1,60
1,30
1,30
2,20
1,79
1,78
1,75
2,29
2,20
2,29
1,90
2,15
46­­­
Iperfamila
Carrefour
Market
1,39
2,00
1,90
2,90
1,29
n.r
3,39
1,36
1,80
1,50
1,93
1,13
1,18
1,87
2,18
2,16
1,00
1,50
1,10
2,04
1,25
4,50
3,60
1,60
1,20
1,20
1,20
1,90
1,79
1,70
CATANIA
1,99
2,15
1,25
0,50
1,69
E. Leclerc
Conad
Ipercoop
1,59
1,85
1,85
2,69
1,59
ROMA
Auchan
1,55
1,50
1,50
3,15
Galassia
4,25
1,46
Bennet
1,44
BOLOGNA
Simply
Vileda rotolo x 15
Vileda Silverlux
Vim Ballerina igiene sicura
Vim Ballerina x 3
Wettex Magico x 3
Wettex multiuso
Wettex p/ spugna x 10
Wettex p/ spugna x 3
Wettex p/ spugna x 4
Wettex panno extra multiuso
Wettex vetro extra
Iper
PRODOTTO
VERONA
Esselunga
MILANO
GDOWEEK - 7 marzo 2011
1,79
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
1,75
2,29
1,74
2,29
2,39
6,29
1,89
2,19
2,20
1,42
1,69
1,42
1,29
0,95
1,39
1,39
1,99
1,18
1,59
1,79
2,39
1,49
1,79
2,49
il mercato - accessori cura casa
Scotch Brite strof spug x 3
Scotch Brite strofinetto x 2
Spontex abrasive x 2
Spontex azione blu
Spontex doppio uso x 2
Spontex Easy x 2
Spontex fibra plus
Spontex Flash x 2
Spontex pagliette x 2
Spontex pagliette x 2
Spontex Samba
Spontex vegetale x 2
Vileda 3 in 1
Vileda 3 in 1
Vileda Glitzi cristal x 3
Vileda Glitzi x 2
Vileda ondattiva x 2
Vileda pagliette x 2
Vileda plus x 3
Vileda Power x 2
1,90
PL spugna abras x 3
PP spugna abras x 3
1,49
0,69
Ref. marca privata
totale ref
CATTURAPOLVERE
Swiffer classico x 20
Swiffer classico x 40
Swiffer classico x 80
Swiffer Duster kit + 5
Swiffer Duster ric x 9
Swiffer Duster XXL kit + 2
Swiffer legno x 18
Swiffer prof x 72
Swiffer start + 2
PL x 20
Ref. marca privata
totale ref
GUANTI
Spontex Confort
Spontex Dermo Style
Spontex Silky
Spontex Soft
Spontex sp x 10+10
Spontex x 10
Spontex x 40
Vileda Confort extra
Vileda Confort Style
Vileda multiprotection x 10
Vileda multiprotection x 20
Vileda Sensitive
Vileda Universal
Vileda x 100
PL felpati
PP felpati
Ref. marca privata
totale ref
2,15
1,39
1,44
1,89
0,80
1,50
1,45
1,45
1,18
1,18
0,79
1,99
2,39
1,79
1,79
1,29
1,69
1,79
1,95
1,79
1,20
1,57
0,90
1,59
1,45
1,95
Iperfamila
Auchan
1,87
1,55
2,11
1,45
CATANIA
Simply
Carrefour
Market
ROMA
E. Leclerc
Conad
Ipercoop
1,89
0,97
1,44
0,97
1,42
1,46
1,46
BOLOGNA
Galassia
Bennet
VERONA
Iper
PRODOTTO
Esselunga
MILANO
1,39
2,39
1,29
1,69
1,29
1,90
1,57
1,57
1,98
1,98
1,15
1,15
1,55
1,55
1,45
1,78
1,60
1,55
1,15
1,44
1,79
0,99
0,90
1,30
1,47
1,39
1,75
1,69
1,20
0,75
0,45
0,49
0,90
0,74 x 2
5
30
2
16
5
22
5
26
5
18
4
37
3,19
5,99
7,90
3,59
6,98
5,48
3,69
2,87
7,90
3,49
4,55
6,59
1,95
1,85
1,45
0,98
0,79 x 2
0,50
2
7
8
17
5
28
3,99
7,29
5,37
4,83
7,60
4,99
7,50
5,98
5,50
5,05
8,09
8,90
5,05
5,76
6,44
8,55
4,83
15,11
3,99
0,89 x 5
5,50
13,90
14,39
5,50
4,50
1
20
3,99
14,90
3,50
5,50
5,30
4,99
12,99
3,55
6,79
5,30
3,49
11,50
4,99
7,50
5,98
10,99
4,98 x40
3,96
5,50
5,99
3,33
11,08
6,90 x 60
1,99
3,10
4,70 x 40
1
14
2
12
2
10
1
18
2
14
2
15
6
1
14
1
14
5
0,95
4,49
1,58
2,00
2,35
1,05
0,90
0,93
0,95
4,29
1,39
1,39
1,89
2,19
1,77
1,52
4,69
1,29
1,87
2,09
0,93
3,58
1,19
1,38
3,61
4,09
1,69
1,65
1,36
7,95
1,19
2
15
1,39
1,39
1,95
2,45
2,79
2,35
0,99
2,65
1,75
0,69
1,20
2,19
5,00
2,35
0,99
1,18
6,90
1,20
0,70
1,35
1,10
0,99
0,90
0,79
1,42
1,54
6,90
0,94
0,69
3,20
1,45
1,54
9,90
0,95
0,59
2
9
2
13
1
23
3
16
1
19
1,69
0,99
1,89
4,54
1,89
0,99
48­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
7,99
4
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
1,77
2,11
4
8
3,99
9,99
4,50 x 32
2,79
2,40
3,79
6,49
2,75
2,79
1,85
5,90
0,70
10
2,99
6,69
2,15
1,89
1,55
0,99
2
9
0 6
2011
www.gdoweek.it www.gdoweektv.it
21 FEBBRAIO
department store
acquisizioni e sfide
immobiliare
Sia Coin sia laRinascente appaiono destinate a cambiare proprietà:
i nuovi player si troveranno di fronte a Milano, a due passi dal Duomo
retail
torino e genova:
gdo debole
pag. 10
social network
e gdo green
pag. 32
think tank
i vincitori,
i giudizi
della giuria
pag. 34
t (%08&&,t4FUUJNBOBMFt*M4PMF03&4Q"oWJB$BSMP1JTBDBOFo1&30.*-"/0
t1PTUF*UBMJBOF4Q"4QFEJO"1%-$POWJO-O
BSU$PNNB%$#.JMBOP
industria
il boom dei gift
in scatola
pag. 44
servizi
euroshop:
innovazione
sostenibile
pag. 48
da oggi
anche
online
pag. 14
Sfoglia Gdoweek in formato flip magazine
direttamente sul tuo computer
www.gdoweek.it
i prodotti - accessori cura casa
4
2
3
1
5
1 Arix
Clean System
2 Bama
Cestino Ellisse
Plus innovativo
Mop realizzato con strisce in microfibra tessuta top quality: efficace
anche se impiegato solo con acqua.
Utilizzo consigliato per tutte le superfici, da quelle più delicate a quelle più porose Referenze (N° e specifiche)
1
Formati/Pack
26 cm /160 g /Film
Lancio
Marzo 2010
Target
Responsabili acquisti attenti all’innovazione
Canali di vendita
Gdo
Comunicazione/promozione
Stampa specializzata, magazine del trade, volantini
Plus innovativo
Design innovativo
Referenze (N° e specifiche)
Assortiti
Target Tutti
Prezzo suggerito
e 2,60
Canali di vendita
Gdo, dettaglio
Comunicazione/promozione
Tv, carta stampata, in-store promotion,
riviste di settore, sito web
3 BBS
Velo Magico
Plus innovativo
Panni umidificati per la pulizia
di pavimenti e superfici domestiche
Referenze (N° e specifiche)
4
Formati/Pack
50­­­
1/Busta plastica con sigillo richiudibile
Lancio
2006
Target
Persone con poca disponibilità di tempo
che richiedono praticità ed efficienza
Prezzo suggerito
A partire da e 4,50
Canali di vendita Gdo
4 Apex
Top Line
Plus innovativo
Manici in acciaio, nuovo gancio porta
scopa, nuovi puntali ergonomici per una
comoda presa, paletta dal design innovativo con supporto appoggia-piede,
ribaltabile
Referenze (N° e specifiche)
1
Formati/Pack
91x25x28/Etichetta lancio
Target
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
Consumer medio-alto
Prezzo suggerito e 11
Canali di vendita Gdo e gds
Comunicazione/promozione
Ufficio stampa, fiere di settore, in-store
marketing
5 Procter & Gamble
Swiffer
Plus innovativo
Oltre a catturare la polvere, da oggi Swiffer lascia dietro di sè anche un piacevole
profumo di pulito
Referenze (N° e specifiche)
Swiffer piumini e panni catturapolvere
Formati/Pack
Kit+4 piumini; 9 piumini; 8 panni; 36
panni/Ai tipici colori verde e giallo di
Swiffer, si unisce l’azzurro
Lancio
Luglio 2010
Prezzo suggerito
e 5,49/ e 8,49
i prodotti - accessori cura casa
7
9
6
8
Canali di vendita
Gdo e distribuzione tradizionale
Comunicazione/promozione Televisione
6 C.S.C.
Remake
Plus innovativo
Paletta con scopino prodotta con materiale Ecoallene, proveniente dal recupero
dei contenitori per bevande Tetra Pak,
filato in Pet ottenuto dalla rigenerazione
delle bottiglie di plastica
Referenze (N° e specifiche)
1
Formati/Pack
Paletta con scopino/carta riciclata
Target Tutti
Canali di vendita Gdo, ingrosso
7 Mapa
Spontex Microfibre Giallo
Plus innovativo
L’unico panno giallo in microfibra. Se
asciutto attira la polvere e la trattiene
al proprio interno; quando è bagnato
assorbe, sgrassa e pulisce a fondo tutte
le superfici anche solo con acqua.
Referenze (N° e specifiche)
1
Formati/Pack
Confezione da 1 panno/Confezione cartonata
Lancio Febbraio 2011
Target
Responsabili acquisto attenti alla qualità
e al risultato nelle pulizie domestiche
Prezzo suggerito € 2,99
Canali di vendita Gdo
Comunicazione/promozione Volantini,
tagli prezzo, extra-display
sporco più ostinato senza fatica. Il panno
in SuperMicrofibra garantisce un pavimento pulito anche solo con acqua. Il
nuovo Strizzatore permette di strizzare il
panno efficacemente
Formati/Pack
1 pz/cartone
Lancio
2011
Target
Femminile
Prezzo suggerito
e 25
Canali di vendita
Gdo
Comunicazione/promozione
Campagna marketing tv
8 FHP di R. Freudenberg
Vileda
9 3M
Scotch-Brite
Plus innovativo
La sua piastra-spazzolone grazie ai punti
di pressione assicura la rimozione dello
Plus innovativo
Nuova fibra universale antigraffio utilizzabile su qualsiasi superficie, design
51­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
elegante, forma ergonomica. Nuovi colori in linea con le tendenze moda: viola,
fucsia e verde acido, con spugna e fibra
tono su tono
Referenze (N° e specifiche)
Scotch-Brite Full Action
Formati/Pack
Confezione da 2 spugne/20 pack per
cartone
Lancio
Gennaio 2011
Target
Donna giovane, di età compresa tra i 2545 anni, con uno stile di vita moderno,
che concilia gli impegni professionali e
la vita privata, attento alle tendenze, alla
moda e ai dettagli
Prezzo suggerito
e 1,90
Canali di vendita
Gdo
Comunicazione/promozione
Campagna a partire da marzo 2011
il mercato - creme viso uomo
investimenti adv:
segnali di ripresa
di Gennaro Fucile
In collaborazione con
A
“ingaggiato il nuovo allenal centro della scena
Numeri che contano
tore del Milan e alcuni dei
contemporanea tronegtitolari della società rossonegiano due fattori, quasi due
Il mercato pubblicitario
ra, Seedorf, Amelia e Nesta.
forze uguali e contrarie, che
del settore è fortemente
Il coach si presta a giocare
da tempo segnano e muoconcentrato: le prime cinque
il ruolo di colui che cura il
vono l’intera dimensione
aziende detengono addirittura
training della squadra non
culturale di tutto universo
il 99% del mercato e da sole
le prime tre si aggiudicano
solo nel campo di gioco, ma
dei consumi: la valorizzail 90%
anche in quello della cura di
zione del corpo e la sua
sé, dispensando consigli e
smaterializzazione.
raccomandazioni sotto forUna dinamica immediatama di lezioni di tattica.
mente veicolata dalla co7.550
+85,4%
Dallo sport al cinema, si dimunicazione di marca che
mio e
ceva e, infatti, L’Oréal Paalterna fisicità e incorporeiris risponde sfoderando un
tà in funzione del target e
testimonial del calibro di
delle caratteristiche innovail totale
il peso
Gerard Butler. L’attore scoztive del prodotto. In particoinvestimenti
del mezzo
2010
televisivo
zese rappresenterà a livello
lare, riguardo alla centralità
mondiale (ad esclusione del
del corpo, tutti i prodotti
mercato Usa) la linea Hydra
dedicati alla cura dell’uomo
Energetic de L’Oréal Paris
esprimono la grande svolta
Men Expert, dopo che proculturale che ha liberato il YTD 2010
Fonte
Nielsen Media
prio la storica antagonista
target nel suo complesso
del Milan, la Juventus aveva
da remore, tabù e convensvolto il ruolo di testimonial in Italia, con
zioni. Le creme viso uomo riassumono
una campagna avviata nel 2009. Non
questa evoluzione, perché si tratta di
si può però ignorare che il segmento
prodotti dedicati a quell’unica parte del
in questione sul fronte dell’advertising
corpo maschile da sempre oggetto di cuha sperimentato “sulla propria pelle”
re e attenzioni (rasatura), con un vissuto
gli effetti della crisi, con una riduzione
integralmente legato alla virilità.
sensibile degli investimenti. Di questo
Le creme, invece, tradizionalmente non
aspetto cruciale abbiamo parlato con
appartengono alla sfera dell’uomo e il
Claudia Rossi, Junior Analyst Media di
loro irrompere sulla scena si è accompaNielsen Media.
gnato da una rappresentazione in termini
di comunicazione che spesso e volentieri
“suggerisce” una sinergia tra creme e
Quale scenario si può prevedere in
prodotti per la rasatura, ricorrendo anche
presenza di un calo così netto a partire
a testimonial del medesimo tipo: atleti,
dal 2008?
sportivi, attori.
Il calo di questa classe di prodotto, nel
A fare da protagonisti sono brand storici
suo piccolo, da un’idea di quello che è
e di prestigio, forti di know-how ricostato l’andamento generale dell’advertinosciuto e collaudato. A iniziare dal big
sing negli ultimi anni: la crisi economica,
spender (fonte Nielsen Media), Nivea di
infatti, ha avuto un impatto molto forte
Beiersdorf che dallo scorso autunno ha
sul mercato pubblicitario, riducendo sia
52­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
il mercato - creme viso uomo
I numeri e i profili sociodemografici dei consumi
A.t. 7 dicembre 2008
Famiglie Acquirenti (.000)
Acquisti in Volume (.000)
Spesa Media (€)
Numero Medio Atti
1.102
99
13,77
1,3
LYFESTAGES
% fam. universo
REDDITO
% fam. universo
AREE
% fam. universo
Pre-Family
New-Families
Maturing-Families
Estabilished-Families
Post Families
Older Couples
Older Singles
10,3
8,7
10,0
9,1
19,7
26,2
16,0
Basso reddito
Reddito sotto la media
Reddito sopra la media
Reddito elevato
Area
Area
Area
Area
20,0
30,0
30,0
20,0
1
2
3 + Sardegna
4
28,6
19,8
22,4
29,3
A.t. 6 dicembre 2009
1.382
145
14,43
1,4
% fam. acquirenti
11,7
8,6
11,1
11,5
27,9
18,9
10,2
% fam. acquirenti
15,6
28,8
29,0
26,6
% fam. acquirenti
30,6
25,0
18,5
25,9
A.t. 5 dicembre 2010
1.076
105
13,25
1,4
Indice alloc.
114
99
111
126
142
72
64
Indice alloc.
78
96
97
133
Indice alloc.
107
127
82
89
Fonte: Nielsen Consumer Panel
gli investimenti pubblicitari, dal momento che nel 2009 quasi tutti i settori e i
mezzi hanno mostrato variazioni negative e solo nel 2010 hanno cominciato una
lenta risalita, parallelamente alla leggera
ripresa economica. Un’altra grande fonte
di cambiamento però, è stata il proliferare di nuovi media e l’innovazione tecnologica che ha colpito sia i mezzi classici
che quelli new, costringendo le aziende
a modificare le proprie abitudini d’investimento e tentare tecniche di concentrazione dei budget nei mezzi classici,
oppure tecniche di sperimentazione di
nuovi media attraverso un approccio più
multimediale. A dimostrazione del fatto
che la crisi economica sia stata la principale causa di recessione pubblicitaria, si
può notare come le economie emergenti,
come quelle asiatiche e sud americane,
che hanno sofferto meno questo evento,
abbiano visto aumentare gli investimenti
pubblicitari delle proprie imprese senza
particolari criticità negli anni in cui gli
altri paesi ottenevano risultati negativi.
Ovviamente, quando si guarda ai merca-
i livelli d’investimenti sia il numero di
aziende inserzioniste. Anche le creme
viso uomo, così come il settore merceologico a cui appartengono, cura persona,
hanno seguito la scia generale e hanno
riportato, soprattutto nel 2009, delle variazioni molto negative. Gli ultimi dati,
però, dimostrano che il mercato si sta
riprendendo e che probabilmente nel
2011 si assisterà ad un consolidamento
di questo trend positivo, già visibile, nel
comparto creme viso uomo, nel +1,1%
di gennaio-novembre 2010 rispetto
all’anno precedente. In totale armonia
con il resto del mercato anche il settore
cura persona e le categorie che ne fanno
parte vedranno aumentare i propri livelli
d’investimento, con un valore stimato
che si aggira attorno al +2% rispetto al
2010.
La riduzione degli investimenti è frutto
della crisi globale, o il mercato aveva
già mostrato proprie criticità?
La crisi economica è sicuramente una
delle cause principali della riduzione de-
53­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
n:
il mercato - creme viso uomo
L’andamento dell’advertising
Investimenti netti
2007
2008
YTD 2009
YTD 2010
CURA VISO UOMO
10.701
9.070
7.449
7.550
Media mix %
YTD 2009
YTD 2010
79,8%
2,8%
6,5%
10,2%
0,0%
0,0%
0,6%
85,4%
2,4%
4,0%
7,3%
0,0%
0,0%
0,9%
Televisione
Radio
Newspaper
Magazine
Outdoor
Cinema
Internet
var % 10vs09
1,4%
Top spender YTD 2010 (ranking)
1
2 3 4 5 BEIERSDORF
GRUPPO L’ORéAL
BOLTON GROUP
SHISEIDO COSMETICI
CLARINS ITALIA
Fonte: Nielsen Media
sumatore, comunicarci in modo da riuscire a soddisfare le sue aspettative ed
eliminare dubbi ed ostacoli all’acquisto.
Per questo motivo, oltre all’advertising
classico, che è un elemento necessario
per creare brand awareness, è necessario istituire una relazione diretta con
il consumatore cosa che soprattutto i
new media hanno permesso di fare:
internet e i social network sono molto
utili per questo tipo di situazioni, poichè ti permettono di ascoltare il consumatore, capire cosa pensa e aiutarlo
a risolvere problematiche che possono
insorgere prima e dopo l’atto di acquisto.
Se l’azienda è in grado di gestire questi
mezzi nel modo corretto, senza diventare
oppressiva e invadente, può aumentare
la percezione di qualità dei propri servizi
e prodotti, distinguendosi dalle altre, con
la consapevolezza però che il marketing
relazionale non può ancora essere uti-
ti occidentali, ci si confronta con realtà
ormai sature senza grandi possibilità di
crescita, ma, senza fare di tutta un’erba un fascio, si può sottolineare come
alcuni settori, quali cosmesi e cura persona, siano ancora in grado di innovarsi
e di creare nuovi bisogni, lo dimostrano
i produttori di creme viso uomo, che
hanno saputo concentrarsi su un target
che fino a qualche anno fa non sembrava essere interessato a questo tipo di
prodotti.
Concentrazione dei player e calo degli
investimenti, In questo contesto quali
leve vengono adoperate per aumentare la distintività delle marche?
In una situazione di scarsa fiducia dei
consumatori e una loro ancora più negativa propensione all’acquisto, la miglior
soluzione per le aziende è stabilire una
connessione stretta con il proprio con-
Nivea For Men 2010-2011
è un progetto declinato attraverso diversi strumenti:
il rinnovo della partnership
con il Milan; la nascita della
community Bar Sport powered by Nivea For Men e una
nuova campagna tv/web.
Due i soggetti, uno dedicato
a DNAge Crema anti-rughe
e l’altro a Sensitive Gel da
barba. Gli spot sono stati
realizzati dalla Cdp Akita
con la regia di Francesco
Fei. In onda sulle principali
emittenti e sul web.
54­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
il mercato - creme viso uomo
comunicare questo tipo di prodotti e
perché?
lizzato come mezzo esclusivo, ma deve
essere accompagnato da un corollario di
altri mezzi che dia la giusta esposizione
mediatica all’azienda.
Non tutti i mercati sono adatti ad una
comunicazione nuova e rivoluzionaria
come quella online, che richiede un certo tipo di conoscenza della rete e una
certa attenzione verso un consumatore
con dei comportamenti e delle reazioni completamente diverse rispetto a
quelli dell’advertising classico. Come
già detto precedentemente, internet
e i social media sono una potenzialità
che se sfruttata nel modo corretto può
aiutare molte aziende a crescere, ma
allo stesso tempo può causarne una
perdita di immagine e credibilità se non
si utilizzano i giusti codici d’accesso.
Il mercato della bellezza e della cura
persona si avvicina molto a queste
forme di comunicazione sia per target
sia per obiettivi da raggiungere e già
molte aziende le utilizzano, soprattutto
per comunicare news e curiosità sui
propri prodotti, per prendere spunto
per eventuali miglioramenti degli stessi
oppure per organizzare eventi/-contest
utili a fidelizzare i clienti. Come si vede
però dai dati delle creme viso uomo, la
maggior parte dei player preferisce ancora investire soprattutto sul mezzo televisivo, riservando solo piccoli budget
all’online, a dimostrazione del fatto che
i mezzi classici non sono ancora giunti
alla fase di declino e che ancora molti
settori merceologici ne hanno bisogno,
poichè più affini ai loro business e più
facilmente misurabili dal punto di vista
dell’efficacia.
La televisione rafforza il suo primato,
confermandosi il medium per eccellenza. Come si spiega?
La televisione è per eccellenza il mezzo
più amato dagli italiani, tanto che ancora
raccoglie su di essa più del 55% degli investimenti pubblicitari totali. Si tratta di un
mezzo che consente di raggiungere alti
livelli di audience e molti target differenti:
nel 2010 si sono superati i dieci milioni
di telespettatori nel giorno medio, con
un aumento del +4% di utenze rispetto
all’anno precedente. Il piccolo schermo,
nonostante il proliferare di nuovi competitor nel mercato pubblicitario, rimane
un mezzo sul quale misurare facilmente
l’efficacia delle campagne e sperimentare
senza troppi rischi di fallimento. Con l’avvento poi del digitale terrestre e la crescita delle emittenti satellitari, la televisione
si arricchisce di possibilità e si mostra in
grado di innovarsi e creare nuove opportunità di business. Queste possibilità di
crescita non sono comuni a tutti i mezzi,
basti pensare alla stampa, in particolare
periodica, che con grande difficoltà sta
ancora cercando di riprendersi dalla crisi
economica perdendo ingenti investimenti
a favore di altri mezzi.
Il mercato è interessato anche da
forme di comunicazione online sui
social media, o la rete non si presta a
Gerard Butler for Man
Expert. Un po’ uomo
ideale per commedie
romantiche, un po’ idolo
dei palestrati, dopo essere stato Leonida nel film
300, Butler è il nuovo
testimonial per Hydra
Energetic de L’Oréal Paris
Men Expert. Nello spot
canta, tira di boxe, gioca
a rugby e a poker, poi
bacia la sua signora, tutto in stile James Bond.
Video diretto da Karen
Morrison. Produzione
MODTV.
55­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
i prodotti - creme viso uomo
1
2
3
4
3
4
6
5
1 Mirato
Intesa Pour Homme
Plus innovativo Antirughe ai liposomi
Referenze (N° e specifiche) 1
Formati/Pack 100ml/Flacone con pompetta
Lancio 1994
Target 35-55 anni
Prezzo suggerito € 14,79
Canali di vendita Gdo, ingrosso, tradizionale
Comunicazione/promozione TV, stampa, volantini
2 Deborah Group
Bioetyc Uomo/Crema
viso idratante
Plus innovativo Assorbe subito e mantiene a lungo l’idratazione cutanea. Priva
di alcool, la formula in crema è studiata
per pelli secche e irritabili
Referenze (N° e specifiche) 1
Formati/Pack 15, 50, 120, 150 ml/
Tubi, flaconi
Target 25-50 anni
Prezzo suggerito € 7,00
Canali di vendita Gdo e profumerie
3 Paglieri Sell System
HQ
Plus innovativo Minidose
Referenze (N° e specifiche)
Quattro: crema super idratante protettiva
(20 ml), gel crema contro i rossori da rasatura (20 ml), cremagel per il contorno
degli occhi (10 ml), crema autoabbronzante quotidiana (20 ml)
Formati/Pack 10, 20 ml/Bustina minidose con tappino riutilizzabile
Target 18-50 anni
Prezzo suggerito € 2,5/3,5 (min/max)
Canali di vendita Gdo
4 L’Oréal Paris
Men Expert
Plus innovativo Una formula ultra-idra-
56­­­
tante studiata per agire 24H, arricchita
con magnesio e vitamina C a rilascio
continuo per rinforzare ed energizzare la
pelle e combattere i segni della fatica
Referenze (N° e specifiche) 1
Formati/Pack 50 ml/Tubo
Lancio Marzo 2011
Target Gli uomini di oggi che vivono la
loro vita intensamente e che vogliono
ridonare energia alla pelle e lottare contro
i segni della stanchezza
Prezzo suggerito € 7,50
Canali di vendita Gdo e profumeria
5 Beiersdorf
Nivea DNAge Lift
Plus innovativo Con il complesso AttivaCollagene, combinazione di creatina e
guaranà, la pelle è distesa e riacquista immediatamente tono, il viso ha un
aspetto più vitale, come ringiovanito
Referenze (N° e specifiche) 1
Formati/Pack 500 ml
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
Prezzo suggerito € 14,79
Canali di vendita Mass market
Comunicazione/pronozione Televisione,
stampa
6 Ludovico Martelli
Sul filo del rasoio
Plus innovativo Corregge le rughe con
acido jaluronico. Stimola il risveglio cellulare con gli estratti di caffé. Rafforza la
difesa della pelle con estratti di ginseng.
Frena le aggressioni esterne con la vitamina E. Disseta la pelle con microparticelle idratanti
Referenze (N° e specifiche) 7
Formati/Pack 50ml/Vasetto di vetro
Lancio 2010
Target Dai 25 anni in poi
Prezzo suggerito € 8,90
Canali di vendita Mass-market e alta
profumeria anche estera
Comunicazione/promozione Adv, stampa, sito web
I L M O N D O D E L r e t a il on a i r
Un “viaggio” attraverso la realtà dei punti di vendita e i
suoi protagonisti. Un concentrato video di informazione
per una fruizione innovativa di notizie e aggiornamenti sul
mondo del retail e del largo consumo.
Propone una rassegna sulle nuove aperture dei punti di vendita, tecnologie innovative,
interviste e attualità attraverso immagini e contenuti unici e speciali.
In onda, anche, i video sui nuovi prodotti delle grandi marche del largo consumo
per una panoramica a 360° sui consumi.
È, inoltre, una vetrina video dove approfondire e scoprire le tematiche e gli argomenti
trattati durante gli eventi e i convegni promossi da GDOWEEK.
è lo strumento interattivo dedicato a tutti coloro che vogliono scoprire le notizie attraverso
un media diverso e complementare a quelli tradizionali.
CINA
Scelti per voi
A Chambourcy
un Carrefour
molto ecologico
FRANCIA
Video Tour
La sostenibilità
di Zara nello store
di Roma
ITALIA
Photo Gallery
Apre nuovo format
Autogrill Design
Bistrot
ITALIA
Video Intervista
L’high tech di
Luminar AR
Video Tour
Come cambia
Iper Fiordaliso
Photo Gallery
La prossimità di
Punto Simply
Scelti per voi
L’interattività nei
profumi L’òreal
ITALIA
ITALIA
PORTOGALLO
Video Tour
Media Markt
apre a Shangai
www.gdoweektv.it
Scelti per voi
Il sistema Asics Foot
per misurare
le esigenze personali
OLANDA
USA
nomi-gerenza
numero 8 - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweektv.it
Apex 50; Arexons 14; Arix 50; Armando
Testa 17; Artematica 20; Auchan 30-42;
Balocco 13; Bama 50; Barracchia Nicola
17; Bedeschifilm 26; Beiersdorf 52-56;
Bennet 31-42; Bistefani 20; Bolton Group
14; Bonduelle 13; C.S.C. 51; Calvi Roberto
17; Carrefour 31-42; Cartils 22; Cascino
Lorena 16; Castaldo Placido 17; Cdp Akita
54; Centrale del Latte di Brescia 20; Cessari Massimiliano 34; Chicco 22; Colombo
Alberto 17; Conad 31-42; Conad Sicilia 30;
Consorzio Prosciutto di Parma Dop 29;
Consorzio Prosciutto di San Daniele Dop
29; Consorzio Speck Alto Adige Igp 29;
Coop 31-42; Coop Nordest 36; Danone
13-17; Deborah Group 56; E.Leclerc 31-42;
Enervit 39; Eridania 39; Esselunga 31-3642; Facebook 24; Faitman & Maimen 26;
Famila 31-42; Fei Francesco 54; FHP 51;
Filmmaster 17; Fini 13; Finiper 31-42;
Foursquare 24; Fratelli Beretta 32; Free
Message 17; FutureBrand 22; Galassia 3142; Galindo Leidy 17; Gowalia 24; Grandi
Salumifici Italiani 32; Grannies 26; Gruppo
Roberto Abate 30; Heineken 20; Il Melograno 13; In Adv 17; Interdis 36; Istat 10;
Italia Zuccheri 39; ITC tools 17; Karen Film
17; Kis 14; Kraft 13; L’Oréal Paris 52-56;
La Linea Verde 17; La Torre Giovanni 8;
La Torrente 20; Laica 17; Lorusso Pietro
16; Lowe Pirella Fronzoni 16; Ludovico
Martelli 56; Mapa 51; Mardegan Davide
16; McCain 13; Media Italia 17; Mercatone
Uno 26; Milkon Alto Adige 22; Mirato 56;
Molino Spadoni 22; Moser 32; Negroni 32;
Nestlé 16; Nielsen 34-52; Norweb 26; Nostromo 17; Obi 26; Paglieri Sell System 56;
Pago 22; Paper Mate 14; Perazzoli Luca 17;
Perugina 17; Pininfarina 14; Poli 30; Poli
Mauro 30; Procter&Gamble 50; Rana 26;
Reckitt Benckiser 14; Replay 26; Rigoni di
Asiago 39; Rossi Claudia 52; Rovagnati 32;
Scivoletto Rosario 30; Selex 30; Simphony
IRI 28-40; Simply 31-38-42; Slow Food 22;
Someschini Carlo 38; Specchia Mauro 30;
Stuffer 13; Tavola 14; Toschi 39; 3M 51;
Triballat 13; Twitter 24; Villani Salumi 20;
Wave 20; Y&R 17
Direttore responsabile: Cristina Lazzati
redazione: Ugo Stella (Caporedattore), Gennaro Fucile (Vicecaporedattore)
Tiziana C.Aquilani (Caposervizio), Marina Bassi (Caposervizio), Fiorenza
De Vincenzi (Caposervizio), Gino Pagliuca, Enrico Sacchi (Caposervizio)
Segreteria di redazione: Tiziana Laffranchi
[email protected]
Collaboratori: Davide Bernieri, BLOGmag, Alessandra Bonaccorsi,
Francesca Lomastro (Pack Co.), Nielsen Consumer Panel, Nielsen Media
Lodovico Pieropan, Valerio Salvi, SymphonyIRI
ufficio Grafico: Walter Tinelli (Art director), Laura Itolli
Progetto Grafico: Walter Tinelli
Direttore Editoriale BUSINESS MEDIA: Mattia Losi
Proprietario ed editore: Il Sole 24 ORE S.p.A.
Sede legale: Via Monte Rosa, 91 - 20149 Milano
Presidente: Giancarlo Cerutti
Amministratore delegato: Donatella Treu
Sede operativa: Via Carlo Pisacane 1 - 20016 - PERO (MILANO)
Tel. +39 02 3022.1 - Fax +39 02 30226637
Ufficio pubblicità: Tel. +39 02 3022.6622
Stampa: ELCOGRAF-Pozzoni S.p.a. - Via Nazionale 14
23833 Beverate di Brivio (LC)
Ufficio Abbonamenti: www.shopping24.it - [email protected]
tel 02 30226520 fax 02 30226521.
Prezzo di una copia 0,60 euro.
Prezzo di un abbonamento Italia 100 euro, estero 200 euro.
Conto corrente postale n. 28308203 intestato a: Il Sole 24 ORE S.p.A.
L’abbonamento avrà inizio dal primo numero raggiungibile.
Registrazione Tribunale di Milano n. 392/72
ROC n. 6553 del 10 /12/2001
ISSN 1123-7260
Associato a:
Informativa ex D. Lgs. 196/03 (tutela della privacy).
Il Sole 24 ORE S.p.A., Titolare del trattamento, tratta, con modalità connesse ai fini, i Suoi dati
personali, liberamente conferiti al momento della sottoscrizione dell’abbonamento od acquisiti da
elenchi contenenti dati personali relativi allo svolgimento di attività economiche ed equiparate per i
quali si applica l’art. 24, comma 1, lett. d del D. Lgs. 196/03, per inviarLe la rivista in abbonamento
od in omaggio. Potrà esercitare i diritti dell’art. 7 del D. Lgs n. 196/03 (accesso, correzione, cancellazione, ecc.) rivolgendosi al Responsabile del trattamento, che è il Direttore Generale dell’Area
Professionale, presso Il Sole 24 ORE S.p.A., l’Ufficio Diffusione c/o la sede di via Pisacane 1 - 20016
Pero (MI). Gli articoli e le fotografie, anche se non pubblicati, non si restituiscono. Tutti i diritti sono
riservati; nessuna parte di questa pubblicazione può essere riprodotta, memorizzata o trasmessa in
nessun modo o forma, sia essa elettronica, elettrostatica, fotocopia ciclostile, senza il permesso
scritto dall’editore.
L’elenco completo ed aggiornato di tutti i Responsabili del trattamento è disponibile presso l’Ufficio
Privacy, Via Monte Rosa 91, 20149 Milano. I Suoi dati potranno essere trattati da incaricati preposti
agli ordini, al marketing, al servizio clienti e all’amministrazione e potranno essere comunicati alle società di Gruppo 24 ORE per il perseguimento delle medesime finalità della raccolta, a società esterne
per la spedizione della Rivista e per l’invio di nostro materiale promozionale.
“Annuncio ai sensi dell’articolo 2, comma 2, del “Codice di deontologia relativo al trattamento dei dati
personali nell’esercizio dell’attività giornalistica”.
La società Il Sole 24 ORE S.p.A., editore della rivista Gdoweek rende noto al pubblico che esistono
banche-dati di uso redazionale nelle quali sono raccolti dati personali. Il luogo dove è possibile
esercitare i diritti previsti dal D.LGS. n. 196/03 è l’ufficio del Responsabile del Trattamento dei dati
personali, presso il coordinamento delle segreterie redazionali.
Testata a diffusione nazionale volontariamente sottoposta dall’editore ad accertamento e riscontro della
tiratura e diffusione per il periodo 01/01/2009-31/12/2009; tiratura media 21.022 copie, diffusione media
20.589 copie. Società di Revisione Fausto Vittucci & C. sas.
58­­­
GDOWEEK - 7 marzo 2011
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
NASCE IL MAGAZINE CHE PARLA
Z - VY
Mai
M
ai più
i rott
rotture
tture
d
di STOCK!
apri i video di gdoweektv
www.selda.net
0 3
2011
3
1
g
e
n
n
a
i
o
Clicca qui
per il
video
per te con un click
individua la pagina
e vai all’argomento scelto
4
da sisa, buonissimo
il concept del gusto
02
clicca
03
clicca
08
clicca
ISTAT, ITALIANI
ANZIANI E STRANIERI
09
clicca
MIPIM: SALE L’EUROPA
FRENA L’ITALIA
10
clicca
NASCE L’ALLEANZA DELLE
COOPERATIVE ITALIANA
AUTOGRILL SKITSCH
DAI DUE BRAND
NASCE
DESIGN BISTROT
11
clicca
5
SVILUPPO
RETI
clicca
FILIERA ORTOFRUTTA
IL DISTRETTO LOMBARDO
clicca
12
14
PARMIGIANO-REGGIANO
L’ANNO DEL RECUPERO
TWEAR
NUOVO CONCEPT
DI OVS INDUSTRY
PER IL CASUAL
7
17
clicca
scopri le gallery
e scorri il pdv
SANPA APRE L’INSEGNA
CENTO PER CENTO
vivi gli articoli
NOVITÀ
PRODOTTI
SICUREZZA ALIMENTARE
IN UN MONDO LOCALE
HAUL VIDEO
LE NUOVE
FRONTIERE
DEL MARKETING
in un nuovo contesto
16
ascolta le interviste audio
la voce dei protagonisti
WWW.GDOWEEK.IT
WWW.GDOWEEKTV.IT
Il nuovo [email protected] in formato sfogliabile, interattivo.
Una versione ancora più multimediale, inviata via mail,
da ascoltare, guardare, leggere, e anche stampare
Clicca i pulsanti e accendi l’informazione
www.gdoweek.it - www.gdoweekTV.it
GDOWEEK il settimanale di retail, nella nuova versione multimediale alternata al
magazine su carta. Due proposte diverse nei contenuti e nella fruibilità per assicurarti
l’informazione aggiornata e costante sul mondo del retail e del largo consumo.
Scarica

O RESI. crudo e speck, vincono packaging e comodità