Scandiano, 30/06/2014
N. 05/2014
AUMENTO RATING DI LEGALITA’ DELLE IMPRESE GRAZIE AI MODELLI
ORGANIZZATIVI (D.LGS. 231/2011)
L’autorità garante della concorrenza e del mercato, con delibera del 5 giugno 2014,
ha approvato alcune modifiche alle “regole” per l’attribuzione del rating di legalità alle
aziende.
Particolarmente significative le modifiche apportate utili all’incremento del punteggio
base del “rating di legalità” dell’azienda tra i quali figurano:
• l’adozione di modelli organizzativi ai sensi del DLgs. 231/2001;
• l’adozione di processi volti a garantire forme di corporate social responsability;
• il rispetto dei contenuti dei protocolli di legalità sottoscritti dal Ministero dell’Interno con Confindustria e
con la Lega delle Cooperative;
•
l’utilizzo di sistemi di tracciabilità dei pagamenti anche per somme di importi inferiori rispetto a quelli
fissati dalla legge;
•
l’iscrizione in uno degli elenchi di fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a
tentativi di infiltrazione mafiosa istituiti ai sensi delle vigenti disposizioni di legge (c.d. “white list”).
(per info: [email protected])
NUOVO LIBRETTO PER GLI IMPIANTI TERMICI
A partire dal 15 ottobre 2014 scatta l’obbligo del nuovo libretto di impianto
per tutti gli impianti termici per la climatizzazione (invernale ed estiva) e
per la produzione di acqua calda sanitaria.
Il libretto, così come previsto dal DPR n.74/2013 e dal successivo DM del
10/02/2014, sarà una sorta di carta d’identità dell’impianto; si tratta di una
disposizione già in essere per le caldaie tradizionali, che ora viene allargata
a tutti gli impianti termici e ai condizionatori.
E’ cura di chi ha la responsabilità dell’impianto (il proprietario,
l’amministratore condominiale o terzo responsabile) aggiornare il libretto secondo il nuovo modello o
produrne uno nuovo scaricandolo dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico.
Il modello deve essere predisposto anche per impianti già esistenti e installati.
Se gli impianti rientrano tra i sistemi soggetti a controlli periodici di efficienza energetica (ovvero sistemi di
riscaldamento con potenza maggiore di 10 kW e di condizionamento di potenza maggiore di 12 kW),
dovranno essere dotati, al termine della verifica, di un rapporto di controllo, che dovrà essere compilato dal
manutentore abilitato che potrà scaricare i pdf dei nuovi documenti dal sito del ministero del Sviluppo
Economico.
(per info: [email protected])
Per maggiori informazioni sui contenuti della newsletter o per altro ancora,
non esitate a contattare i nostri tecnici sia telefonicamente che via mail.
[email protected] Sviluppo Ambiente & Sicurezza s.r.l. - P.IVA 01823380355 - mail [email protected] - web www.studiosas.it
Sede di Scandiano (RE) 42019, Via Fattori, 1/h – tel 0522.851024
Sede di Parma 43126, Via Abbeveratoia, 63/A – tel 0521.298767
Scarica

Giugno 2014 - Studio SAS