N. 7 del 21 febbraio 2007
Da sapere
Ambiente - ADR - Conformità delle cisterne
pag.
5
Previdenza e assistenza - Dirigenti - Sostegno al reddito dei dirigenti involontariamente
disoccupati
pag.
7
Previdenza e assistenza - Scadenzario previdenziale - Marzo 2007
pag.
9
Energia elettrica e gas - Impianti di cogenerazione e fonti rinnovabili: ulteriori
aggiornamenti
pag.
11
Energia elettrica e gas - Precisazioni al bando per la promozione delle fonti rinnovabili
presso le piccole e medie imprese
pag.
13
Servizi assicurativi - La corretta valutazione dei beni aziendali ai fini assicurativi,
incontro, 7 marzo
pag.
15
Sicurezza e igiene del lavoro - Formazione obbligatoria sul Pronto Soccorso, Aziende
Gruppo A, Corso Assoservizi, 26,27,28,29 marzo
pag.
17
pag.
19
Da valutare
Contatta gli esperti
Traffico e trasporti - Gli esperti di Assolombarda per il traffico e i trasporti
N. 7 del 21 febbraio 2007
Area Ambiente e Sicurezza
014/011/065
AMBIENTE
ADR - Conformità delle cisterne
Cisterne - Classe 2
Il Dipartimento per i trasporti terrestri del Ministero dei Trasporti ha emanato una circolare (1) relativa alle
procedure per la rivalutazione della conformità delle cisterne di classe 2 (2).
La circolare riguarda la possibilità per le cisterne costruite e immesse sul mercato prima dell'entrata in
vigore della direttiva 1999/36/CE, se conformi all'ADR, di essere sottoposte a rivalutazione di conformità
per accertare che le stesse garantiscano gli stessi requisiti di sicurezza richiesti per la valutazione di
conformità delle cisterne di nuova produzione.
Se la rivalutazione ha esito positivo viene rilasciata la documentazione prevista per le cisterne conformi alla
direttiva 1999/36/CE, e il libretto MC 452 viene annullato.
Bisogna comunicare l'avvenuta rivalutazione alla Motorizzazione Civile che ha emesso il libretto MC 452
allegando copia dell'approvazione della cisterna riqualificata
In questo caso la cisterna potrà circolare anche in ambito internazionale anche dopo il 1 luglio 2007.
Diversamente, le cisterne costruite e immesse sul mercato secondo la normativa previgente alla direttiva
1999/36/CE dal 1 luglio 2007 potranno circolare solo in ambito nazionale.
Cisterne - Tutte le altre classi
Il Ministero dei Trasporti ha emanato un decreto (3) sulle procedure di approvazione delle cisterne ad
esclusione di quelle destinate al trasporto delle materie della classe 2, che disciplina il rilascio e la modifica
delle approvazioni e le ispezioni. Il decreto attua quanto disposto dall'art.2 del precedente Decreto 19
settembre 2005 (4).
Per quanto riguarda l'immatricolazione dei veicoli cisterna, ogni veicolo cisterna di nuova
immatricolazione è dotato del certificato di approvazione mod. DTT306, che integra la carta di
circolazione del veicolo. Per le cisterne approvate in conformità alle prescrizioni del nuovo decreto
non è più prevista l'emissione del libretto MC813.
Riferimenti e collegamenti
1. Circolare 12 dicembre 2006, Prot. n. 60744/DIV4-H
(http://www.assolombarda.it/contenuti/86842_23_1_49.asp).
2. D.Lgs. Governo n. 23 del 02 febbraio 2002, "Attuazione della direttiva 1999/36/CE, 2001/2/CE e della
decisione 2001/107/CE in materia di attrezzature a pressione trasportabili".
3. Decreto 24 novembre 2006 (G.U. n. 289 del 13 dicembre 2006)
(http://www.assolombarda.it/contenuti/86842_23_1_49.asp).
4. Decreto 19 settembre 2005 (G.U. n. 1 del 2 gennaio 2006)
(http://www.assolombarda.it/contenuti/86842_23_1_49.asp).
Contatti
Ulteriori informazioni possono essere richieste a:
− Graziella Bricchi, tel. 0258370.344;
− Omar Degoli, tel. 0258370.483;
− Alfredo Parodi, tel 0258370.424.
Questa comunicazione si trova sul nostro sito GIÀ DAL 14 FEBBRAIO
http://www.assolombarda.it/contenuti/86845_23_1_14.asp
5
N. 7 del 21 febbraio 2007
Area Lavoro e Previdenza
007/006/066
PREVIDENZA E ASSISTENZA
Dirigenti - Sostegno al reddito dei dirigenti involontariamente disoccupati
Confindustria e Federmanager hanno sottoscritto un accordo che definisce modalità, condizioni e limiti di
funzionamento del sistema per l'erogazione ai dirigenti, involontariamente disoccupati, di un trattamento
economico integrativo dell'indennità di disoccupazione corrisposta dall'INPS (1).
L’accordo ha stabilito che il sistema integrativo è garantito mediante una Gestione separata ad hoc (GSR)
istituita presso il Fasi (Fondo assistenza sanitaria integrativa dei dirigenti). Con un accordo ulteriore, firmato
il 24 gennaio 2007, Confindustria e Federmanager hanno stabilito che la GSR Fasi è operativa dal 1°
gennaio 2007 (2).
Le Parti hanno indicato nel 15 aprile 2007 il termine entro il quale i dirigenti interessati dovranno inviare le
domande di prestazioni afferenti le risoluzioni intervenute dal 30 aprile 2006, il cui periodo di preavviso
termina entro il 31 marzo 2007, anche se sostituito dalla relativa indennità. La previsione deroga al termine
di 15 giorni dalla data di cessazione del rapporto previsto per la presentazione delle domande di prestazioni
dall'art. 8 punto 2 dello specifico Regolamento.
Si ricorda che sono iscritte obbligatoriamente le imprese e tutti gli altri soggetti che applicano il contratto
collettivo nazionale di lavoro per i dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi stipulato tra Confindustria e
Federmanager. Sono iscritte obbligatoriamente anche le imprese e tutti gli altri soggetti che applicano un
contratto collettivo nazionale di lavoro diverso da quello sottoscritto dalle parti ma, comunque, stipulato da
almeno una di esse o da una Organizzazione nazionale aderente a una di esse, a condizione che questo
contratto collettivo nazionale di lavoro preveda la possibilità di iscrizione alla Gestione stessa. In
quest'ultimo caso, l'iscrizione sarà subordinata al previo consenso delle Parti.
L'iscrizione comporta l’impegno a contribuire alla Gestione Separata, con riferimento ai soli dirigenti iscritti
all’assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione involontaria gestita dall’Inps: il contributo in cifra
fissa è pari a 100 euro annui per ogni dirigente in servizio.
Nelle prossime settimane la Gestione separata invierà una comunicazione alle imprese interessate in cui
saranno illustrate le modalità di iscrizione e di versamento dell'importo previsto.
E’ operativo il sito (3) dove è possibile consultare lo Statuto, il Regolamento e gli accordi relativi a questo
sistema integrativo e le finalità della Gestione, i moduli necessari per iscriversi (aziende) e quelli per
richiedere la prestazione (dirigenti).
Riferimenti e collegamenti
1. Accordo Confindustria-Federmanager 27 luglio 2006 sulla gestione separata FASI per il sostegno del
reddito dei dirigenti involontariamente disoccupati
(http://www.assolombarda.it/contenuti/75983_28_7_48.asp);
cfr. l'Informazione del 28 luglio 2006 "Da sapere - Dirigenti - Accordo sostegno reddito dirigenti
involontariamente disoccupati - Accordo tutela ex art.15"
(http://www.assolombarda.it/contenuti/75980_28_7_37.asp).
2. Accordo Confindustria-Federmanager 24 gennaio 2007
(http://www.assolombarda.it/contenuti/88288_8_2_54.asp).
3. Sito Gestione separata sostegno al reddito-Fasi (http://www.dirigenti-gsr.it/default.do).
Contatti
Ulteriori informazioni e chiarimenti possono essere richiesti agli uffici seguenti:
• Settore G.M. Chimici, Alimentazione, Energia, Sanità, Gomma-Plastica e Servizi Sindacali, tel.
0258370.214/219/340/457, fax 0258370303, e-mail [email protected];
7
• Settore G.M. Metalmeccanici, Servizi di Telecomunicazione e Servizi Sindacali, tel.
0258370.360/209/466, fax 0258370372, e-mail [email protected];
• Settore G.M. Terziario, Trasporti, Legno e Arredo, Servizi per la comunicazione di impresa, Editoria e
comunicazione, Attività estrattive e materiali edili, Sistema moda, Turismo, Industrie varie, Aziende
videofonografiche e Servizi Sindacali, tel. 0258370.342/255/499, fax 0258305050, e-mail
[email protected];
• Area Lavoro e Previdenza, tel. 0258370.221/263/366/264/391/283/274/262, fax 0258304945, e-mail
[email protected]
Questa comunicazione si trova sul nostro sito GIÀ DALL' 8 FEBBRAIO
http://www.assolombarda.it/contenuti/88262_8_2_72.asp
8
N. 7 del 21 febbraio 2007
Area Lavoro e Previdenza
008/007/067
PREVIDENZA E ASSISTENZA
Scadenzario previdenziale - Marzo 2007
15 marzo
INPS
16 marzo
INAIL
Scade il termine di consegna della certificazione unificata, modello CUD, ai dipendenti.
Scade il termine entro il quale le aziende devono trasmettere in via telematica o inviare
tramite supporto magnetico la dichiarazione delle retribuzioni effettivamente corrisposte
nel 2006, fermo restando la scadenza dei pagamenti al 16 febbraio 2007.
Scade il termine entro cui versare:
16 marzo
INPS
• i contributi per i lavoratori dipendenti relativi al mese di febbraio 2007;
• i contributi calcolati sui compensi pagati, nel mese di febbraio 2007, ai collaboratori
coordinati e continuativi;
• i contributi calcolati sui compensi pagati nel mese di febbraio 2007, eccedenti la
franchigia di 5000 euro annui, ai lavoratori autonomi occasionali.
Scade il termine per il versamento all’Enasarco dell’indennità di risoluzione del rapporto
31 marzo
ENASARCO maturata dagli agenti nell’anno 2006.
Scade il termine per la trasmissione telematica dei dati retributivi riferiti al mese di
2 aprile
febbraio (Emens).
INPS
Scade il termine di invio on-line del modello DM 10/2, relativo al mese di febbraio 2007, in
2 aprile
versione telematica per tutti i datori di lavoro.
INPS
Resta tuttavia invariato il giorno di versamento dei contributi, cioè il 16° giorno del mese
successivo a quello di competenza.
Contatti
Ulteriori informazioni e chiarimenti possono essere richiesti all’Area Lavoro e Previdenza, tel.
0258370.221/263/366/264/391/283/274/262, fax 0258304945, e-mail [email protected]
Questa comunicazione si trova sul nostro sito GIÀ DAL 14 FEBBRAIO
http://www.assolombarda.it/contenuti/88729_14_2_33.asp
9
N. 7 del 21 febbraio 2007
Assoutility
009/009/068
ENERGIA ELETTRICA E GAS
Impianti di cogenerazione e fonti rinnovabili: ulteriori aggiornamenti
L’Autorità per l’Energia Elettrica e per il Gas (AEEG) ha modificato ed aggiornato le condizioni economiche
per il ritiro dell’energia elettrica da fonti rinnovabili e assimilate.
In particolare:
• sono stati aggiornati (1) per il 2007 i prezzi minimi garantiti (2), per il ritiro dell’energia elettrica prodotta
dagli impianti alimentati da fonti rinnovabili di potenza nominale elettrica fino a 1 MW:
o fino a 500.00 kWh annui, 96,4 euro/MWh;
o da oltre 500.000 kWh fino a 1.000.000 kWh annui, 81,2 euro/MWh;
o da oltre 1.000.000 kWh fino a 2.000.000 kWh annui, 71,0 euro/MWh.
• sono state apportate le modifiche ed integrazioni ai seguenti aggiornamenti già deliberati (3):
o è stato prorogato al 28 febbraio 2007 per i produttori già titolari di una convezione con il gestore della
rete, il termine relativo all'eventuale modifica della modalità di ritiro per l’energia elettrica, come
prezzo indifferenziato per fascia oppure come prezzo unico indifferenziato per fasce orarie;
o i prezzi minimi garantiti per l’energia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili di
potenza nominale fino a 1 MW devono essere pari in ciascun anno, al maggior valore tra il prezzo
minimo garantito (2), soggetto a questo aggiornamento, e il prezzo unico indifferenziato per fasce
orarie, limitatamente ai primi 2 milioni di kWh prodotti;
o gli eventuali conguagli (4) che il gestore dovrà effettuerà dovranno riferirsi al prezzo indicato dal
produttore all’atto del conguaglio, come prezzo indifferenziato per fascia oppure come prezzo unico
indifferenziato per fasce orarie.
Riferimenti e collegamenti
1. L’aggiornamento è stato fatto sulla base dei dati pubblicati dall’Istat, per cui la variazione percentuale
media annua dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati del 2006 rispetto al
2005 è risultata pari a + 2,0%.
2. I prezzi minimi garantiti, che sono stati aggiornati per il 2007, sono definiti all’articolo 5 comma 5.1
lettera a) della deliberazione n. 34/05.
3. Cfr. Assolombarda Informa n. 2 del 17 gennaio 2007 "Da valutare - Impianti di cogenerazione e fonti
rinnovabili: aggiornamenti sul ritiro dell’energia"
(http://www.assolombarda.it/contenuti/85066_5_1_40.asp).
4. Gli eventuali conguagli dipendono dall’esito del ricorso che l’AEEG ha presentato al Tribunale
Amministrativo Regionale (TAR) del Lazio.
Contatti
Per ulteriori informazioni è possibile contattare Assoutility S.r.l., e-mail [email protected], tel.
0258370.574, fax 0258370435.
Questa comunicazione si trova sul nostro sito GIÀ DAL 14 FEBBRAIO
http://www.assolombarda.it/contenuti/88460_9_2_53.asp
11
N. 7 del 21 febbraio 2007
Assoutility
010/010/069
ENERGIA ELETTRICA E GAS
Precisazioni al bando per la promozione delle fonti rinnovabili presso le
piccole e medie imprese
Dal 26 febbraio 2007 le Piccole e Medie Imprese interessate a realizzare di impianti per la produzione di
energia elettrica e/o termica da fonti rinnovabili possono inviare domanda per la concessione del contributo
previsto dal Bando emanato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio (1).
Rispetto a quanto è già stato comunicato (1) gli Enti competenti (2) hanno precisato che è possibile
cumulare il contributo concesso dal bando con altre forme di incentivazione come il conto energia (3) per il
fotovoltaico e i certificati Verdi per le altre fonti nei limiti stabiliti dalle normative relative.
Ad esempio per il fotovoltaico si può accedere alla tariffa incentivante del conto energia se si è ottenuto un
contributo in conto capitale fino al 20% del costo dell’investimento, per la realizzazione dello impianto
stesso.
Si ricorda che in questi giorni si sta definendo ed approvando il decreto che disciplinerà il nuovo conto
energia per i nuovi impianti fotovoltaici.
Riferimenti e collegamenti
1. Cfr. Assolombarda Informa n. 5 del 7 febbraio 2007 ” Da valutare - Bando per la promozione delle fonti
rinnovabili tramite agevolazioni alle medie e piccole imprese"
(http://www.assolombarda.it/contenuti/87542_31_1_13.asp).
2. Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e il Medio Credito Centrale SpA.
3. Cfr. informazione di Assolombarda Informa n. 33 del 28 settembre 2005 "Da valutare - Conto Energia:
nuovi criteri d'incentivazione per energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici"
(http://www.assolombarda.it/contenuti/53479_20_9_41.asp).
Contatti
Per ulteriori informazioni è possibile contattare Assoutility S.r.l., e-mail [email protected], tel.
0258370.574, fax 0258370435.
Per informazioni relative alla modalità di presentazione delle domande è possibile contattare l’Area finanza
di Assolombarda tel. 0258370.703/411.
Questa comunicazione si trova sul nostro sito GIÀ DAL 14 FEBBRAIO
http://www.assolombarda.it/contenuti/88733_14_2_79.asp
13
N. 7 del 21 febbraio 2007
SERVIZI ASSICURATIVI
Area Finanza
004/001/070
La corretta valutazione dei beni aziendali ai fini assicurativi, incontro, 7 marzo
Organizzatore
Tipo di incontro
Titolo
Data e ora
Luogo
Condizioni di partecipazione
Area Finanza
Incontro informativo
La corretta valutazione dei beni aziendali ai fini assicurativi
7 marzo 2007, ore 14.30-17.30
Assolombarda, sala Erba, via Pantano 9, Milano
Partecipazione gratuita
Obiettivi e contenuti
L'obiettivo dell'incontro è illustrare all'imprenditore e ai suoi collaboratori gli aspetti negoziali e i criteri sui
quali intervenire per ottenere la piena copertura assicurativa in caso di sinistro, nell'ambito della valutazione
dei beni aziendali.
Si analizzeranno il quadro normativo di riferimento e le tecniche operative per poter scegliere le soluzioni
più adeguate ai singoli bisogni, e per minimizzare il rischio aziendale.
Relatori
I relatori saranno GianMauro Brun, Amministratore e Responsabile Tecnico di Italiana Assessment Srl e
Eugenia Di Pardo, Responsabile delle Relazioni Esterne di Italiana Assessment Srl, importante società che
opera sia nel settore delle valutazioni ai fini assicurativi che in quelli del controllo, prevenzione e gestione
dei rischi.
Modalità di iscrizione
Per iscriversi è necessario inviare una e-mail a [email protected] specificando il codice di iscrizione.
Contatti
Per ulteriori informazioni contattare l'Area Finanza di Assolombarda, tel. 0258370.703/704.
Questa comunicazione si trova sul nostro sito GIÀ DAL 9 FEBBRAIO
http://www.assolombarda.it/contenuti/87960_5_2_20.asp
15
N. 7 del 21 febbraio 2007
Assoservizi
008/004/071
SICUREZZA E IGIENE DEL LAVORO
Formazione obbligatoria sul Pronto Soccorso, Aziende Gruppo A, Corso
Assoservizi, 26,27,28,29 marzo
Corso “La formazione obbligatoria sul Pronto soccorso"
Assoservizi organizza il corso “La formazione obbligatoria sul Pronto soccorso" rivolto alle aziende del
Gruppo A, della durata di 16 ore, che si svolgerà il 26, 27, 28 e 29 marzo dalle 14.30 alle 18.30 presso il
Centro Congressi di Assolombarda, in via Pantano 9 a Milano.
Obiettivo e contenuti
Il corso ha l'obiettivo di formare il personale addetto al soccorso a gestire le emergenze sanitarie che
possono capitare durante le attività di lavoro (1). In particolare, si tratteranno gli argomenti seguenti:
• cause e circostanze dell’infortunio (luogo dell’infortunio, numero delle persone coinvolte, stato degli
infortunati ecc.);
• come comunicare le informazioni sull'infortunio in maniera chiara e precisa ai Servizi di Assistenza
Sanitaria di emergenza;
• scena dell’infortunio: raccolta delle informazioni, previsione dei pericoli evidenti e di quelli probabili;
• accertamento delle condizioni psico-fisiche del lavoratore infortunato:
o funzioni vitali (polso, pressione, respiro);
o stato di coscienza;
o ipotermia ed ipertermia;
• nozioni elementari di anatomia e fisiologia dell’apparato cardiovascolare e respiratorio;
• tecniche di autoprotezione del personale addetto al soccorso;
• sostenimento delle funzioni vitali:
o posizionamento dell’infortunato e manovre per la pervietà delle prime vie aeree;
o respirazione artificiale;
o massaggio cardiaco esterno;
• riconoscimento e limiti di intervento di primo soccorso:
o lipotimia, sincope, shock;
o edema polmonare acuto;
o crisi asmatica;
o dolore acuto stenocardico;
o reazioni allergiche;
o crisi convulsive;
o emorragie esterne post-traumatiche e tamponamento emorragico;
• cenni di anatomia dello scheletro;
• lussazioni, fratture e complicanze;
• traumi e lesioni crenio-encefalici e della colonna vertebrale;
• traumi e lesioni toraco-addominali;
• lesioni da freddo e da calore;
• lesioni da corrente elettrica;
• lesioni da agenti chimici;
• intossicazioni;
• ferite lacero-contuse;
• emorragie esterne;
• tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del S.S.N;
• tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute;
• tecniche di primo soccorso nella sindrome respiratoria acuta;
• tecniche di rianimazione cardiopolmonare;
• tecniche di tamponamento emorragico;
• tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato;
17
• tecniche di primo soccorso in caso di esposizione accidentale ad agenti chimici e biologici.
Quota di partecipazione e modalità di iscrizione
La quota di partecipazione, è di:
• 565,00 euro + IVA per partecipante;
• 452,00 euro + IVA per partecipante associato ad Assolombarda.
E' previsto uno sconto del 10% per il secondo iscritto di una stessa azienda.
La quota comprende la documentazione e i coffee break.
Gli interessati devono iscriversi direttamente sul sito di Assoservizi (2).
Riferimenti e collegamenti
1. In base alle indicazioni dell'Allegato 3 del D.M. 15 luglio 2003, n. 388 “Regolamento recante disposizioni
sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell’art. 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre
1994, n. 626, e successive modificazioni”.
2. Iscrizione on line (http://www.assoservizi.it/formazione/corso.asp).
Contatti
Per ulteriori informazioni è possibile contattare la segreteria di Assoservizi, Manuela Meletti, Greta
Morlacchi e Anna Scippa, tel. 0258370.604/605/643, fax 0258370620, e-mail [email protected]
Questa comunicazione si trova sul nostro sito GIÀ DAL 12 FEBBRAIO
http://www.assolombarda.it/contenuti/88592_12_2_77.asp
18
N. 7 del 21 febbraio 2007
Area Monitoraggio del Territorio e Infrastrutture, Organizzazione Zonale
002/002/072
TRAFFICO E TRASPORTI
Gli esperti di Assolombarda per il traffico e i trasporti
Servizio
Informazione in tema di regolamentazione della circolazione di merci e persone, del carico e scarico merci
e della sosta, normativa generale e codice della strada, politiche pubbliche di mobility management,
trasporto pubblico di persone.
Persona
Vittorio Biondi
Ruolo
Telefono
E-mail
Stanza*
0258370.576 [email protected]
417
Responsabile
Area Monitoraggio
del Territorio e
Infrastrutture,
Organizzazione
Zonale
Andrea Agresti
Esperto
0258370.618 [email protected]
415
Emanuela Cichetti Segreteria
0258370.398 [email protected]
413
* Gli uffici dell’Area Monitoraggio del Territorio e Infrastrutture, Organizzazione Zonale sono in via Pantano
9, Milano, al 4° piano.
N.B. Questa scheda aggiorna e sostituisce quella analoga messa on line sul sito il 29 settembre e
pubblicata in Assolombarda Informa n. 34 del 4 ottobre 2006.
Questa comunicazione si trova sul nostro sito GIÀ DAL 16 FEBBRAIO
http://www.assolombarda.it/contenuti/88962_16_2_46.asp
19
Scarica

N. 7 del 21 febbraio 2007 Da sapere Da valutare