Allegato 1)
Dipartimento 6- Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali
POR CALABRIA FSE 2007/2013
ASSE II - OCCUPABILITA’
Obiettivo Operativo E.1 – Rafforzare l’inserimento/reinserimento lavorativo dei lavoratori adulti, dei
disoccupati di lunga durata e dei bacini di precariato occupazionale attraverso percorsi integrati e
incentivi
PAC CALABRIA
Scheda anticiclica n. 2 – Misure innovative e sperimentali di tutela dell’occupazione e politiche attive del
lavoro anche collegate ad ammortizzatori sociali in deroga
PIANI LOCALI PER IL LAVORO E L’OCCUPAZIONE - FASE 2 – AZIONE 5 VOUCHER
PER LA BUONA OCCUPABILITÀ
AVVISO PUBBLICO PER L’AVVIO DI PIANI INDIVIDUALI DI AVVIAMENTO AL
LAVORO NELL’AMBITO DELLA MANIFESTAZIONE EXPO MILANO 2015
Sommario
1.
Premessa .......................................................................................................................................... 2
2.
Finalità e caratteristiche generali dell’intervento ............................................................................ 3
3.
Destinatari dell’intervento e requisiti di partecipazione ................................................................. 4
4.
Presentazione della domanda e criteri di ammissibilità .................................................................. 5
5.
Piano Individuale di Avviamento al Lavoro (PIAL) ............................................................................ 6
6.
Procedure di selezione ..................................................................................................................... 7
7.
Risorse finanziarie e indennità per i beneficiari ............................................................................... 9
8.
Avvio delle attività e obblighi del beneficiario ............................................................................... 10
9.
Rendicontazione delle attività ........................................................................................................ 11
10.
Eventi (decadenza, interruzioni, sospensioni, sostituzioni) ....................................................... 11
11.
Attestazioni finali e registrazione sul Libretto Formativo del Cittadino..................................... 11
12.
Incentivi: dote occupazionale o promozione dell’autolavoro o microimpresa ......................... 12
13.
Pubblicità degli interventi .......................................................................................................... 12
14.
Informazioni sull’avviso .............................................................................................................. 12
15.
Responsabile del procedimento amministrativo ....................................................................... 12
16.
Tutela della privacy .................................................................................................................... 13
17.
Indicazione foro competente ..................................................................................................... 13
18.
Disposizioni finali ........................................................................................................................ 13
1
1. Premessa
La Regione Calabria è impegnata in un’azione mirata a rafforzare le potenzialità dei propri sistemi
produttivi locali e, contestualmente, a promuovere l’occupazione sul territorio regionale. La
sperimentazione dei Piani Locali per il Lavoro e l’Occupazione (PLL)1 si colloca in questa strategia di
integrazione occupazione/sviluppo portata avanti dall’Amministrazione regionale. I PLL rappresentano
infatti una sfida e al contempo un’opportunità per rispondere ai nuovi fabbisogni del sistema produttivo
locale e creare “buona occupabilità”, intesa come occupazione qualificante e stabile, indispensabile ai
fini della competitività.
Il progetto ha identificato 14 Piani Locali in settori affini alle tematiche al centro dell’Expo Milano 2015
(agroalimentare, allevamento e produzioni zootecniche, trasformazione degli alimenti), promossi da
strutture partenariali pubblico-private che aggregano operatori di mercato regionali, enti locali e
soggetti del partenariato economico-sociale.
I PLL hanno individuato profili professionali ad elevata qualificazione, ritenuti funzionali ai processi di
riorganizzazione delle filiere produttive e dei correlati processi di produzione, come volano per lo
sviluppo commerciale e dalla capacità innovativa delle imprese operanti in ciascun Piano Locale.
La Regione Calabria con DPGR 19 gennaio 2015 n. 3 ha definito le linee di indirizzo operativo e i
provvedimenti esecutivi per la partecipazione della Regione all’Esposizione Universale di Milano 2015
dedicata al tema “Nutrire il Pianeta, energia per la vita”. La Giunta Regionale ha ratificato la
partecipazione ad Expo 2015 con DGR 5 febbraio 2015, n. 20.
La Regione Calabria, in occasione della manifestazione Expo Milano 2015 che si terrà dal 1° maggio al 31
ottobre 2015, intende realizzare un’iniziativa sinergica con Padiglione Italia per favorire il contatto tra
enti ed imprese delle filiere locali aderenti ai Piani Locali e gli operatori economici esteri che
parteciperanno all’Esposizione. A tal fine, la Regione promuove la partecipazione di giovani altamente
qualificati alle attività che si svolgeranno in ambito dell’iniziativa Expo, attraverso l’attivazione di tirocini
formativi extracurriculari in coerenza con i profili richiesti dai PLL selezionati dalla Regione Calabria.
Il fine ultimo dell’iniziativa è il rafforzamento delle potenzialità dei sistemi produttivi locali, in una
prospettiva di sostegno alla competitività di reti di imprese regionali presenti e/o potenziali, di filiere e
di polarità territoriali di sviluppo. Si prevede, infatti, che le competenze acquisite dai giovani in fase di
tirocinio, possano costituire elementi ad alto grado di “riutilizzo” all’interno del tessuto economicoproduttivo dei PLL regionali e, nello stesso tempo, contribuire allo sviluppo di sinergie per future
opportunità commerciali con gli operatori esteri presenti all’evento. Al termine del tirocinio formativo, i
giovani infatti saranno coinvolti in un percorso di valorizzazione, nell’ambito dei PLL, delle conoscenze
acquisite.
Il presente avviso si inserisce nell’ambito della fase 2 prevista per il progetto Piani Locali per il Lavoro e
l’Occupazione e rappresenta una delle modalità di attuazione dell’Azione 5- Voucher per la buona
occupabilità.
Nell’ambito delle strategie dei PLL, l’Azione 5 ha carattere di priorità e si concretizza in un voucher
affidato al destinatario (giovane laureato o in fase di start up professionale) per acquisire i servizi
funzionali al proprio inserimento/autoinserimento lavorativo, secondo quando definito e concordato nel
1
La documentazione afferente al progetto Piani Locali per il Lavoro e l’Occupazione e reperibile sul sito
istituzionale
della
Regione
Calabria,
alla
pagina
Lavoro
e
Formazione
Professionale
(www.regione.calabria.it/formazionelavoro)
2
PIAL- Progetto di Inserimento e Avviamento al Lavoro (cfr. successivo par. 5), da definire in fase di
presentazione della domanda di partecipazione.
Le azioni previste saranno finanziate mediante le risorse del POR Calabria FSE 2017-2013. Le ulteriori
risorse finanziarie saranno imputate sul Piano di Azione e Coesione (PAC) approvato dalla Regione
Calabria con Deliberazione di Giunta Regionale 472 del 14 novembre 2014
2. Finalità e caratteristiche generali dell’intervento
La Regione Calabria promuove, attraverso il presente avviso pubblico, un percorso finalizzato a favorire
l’inserimento lavorativo dei giovani nonché il trasferimento di know how alle aziende/imprese operanti
sul territorio regionale e afferenti ai 14 Piani Locali per il Lavoro e l’Occupazione. Il percorso si realizzerà
attraverso:



la partecipazione ad attività di formazione;
un’esperienza di tirocinio da svolgersi nell’ambito della manifestazione Expo Milano 2015, quale
attività di carattere formativa;
un successivo periodo di studio/ricerca da svolgersi in stretto contatto con uno dei PLL presenti
sul territorio regionale, per l’approfondimento del contesto territoriale del PLL e la
valorizzazione delle competenze maturate.
I beneficiari potranno, altresì, prendere parte ad esperienze organizzate, nell’ambito del progetto,
presso enti o imprese localizzate fuori dal territorio italiano.
L’attività di formazione mira a fornire ai candidati conoscenze relative alle filiere agroalimentari presenti
sul territorio della Regione, all’esportazione dei prodotti italiani in altre aree geografiche e politiche, ai
mercati di interesse per la Regione Calabria, alle reti d’impresa. La formazione si svolgerà in più
momenti nel periodo di durata del percorso.
I tirocini formativi extracurriculari avranno una durata complessiva di tre mesi, e saranno attivati in
conformità a quanto previsto dalle Linee guida regionali in materia di tirocini, approvate con
Deliberazione di Giunta Regionale n. 158 del 29 aprile 20142.
Il tirocinio rappresenta una misura formativa di politica attiva finalizzata a creare un contatto diretto con
il mondo del lavoro allo scopo di favorire l’arricchimento del bagaglio di conoscenze del tirocinante,
l’acquisizione di competenze professionali e l’inserimento o il reinserimento lavorativo. Il tirocinio non si
configura come rapporto di lavoro ma consiste in un periodo di orientamento al lavoro e di formazione
in situazioni produttive e aziendali.
Per le finalità strettamente legate al presente Avviso, il tirocinio contribuirà alla specializzazione delle
competenze di tipo gestionale ed operativo dei giovani selezionati, ad esempio attraverso la
partecipazione agli eventi (a titolo meramente indicativo: convegni, tavole rotonde, incontri bilaterali
con aziende operanti nel settore agro-alimentare) organizzati dalla Regione Calabria presso la sede
dell’Expo nell’ambito dell’azione “Calabria per Padiglione Italia” e/o presso la propria sede attivata a
Milano, nonché agli eventi promossi dalle altre regioni italiane o dai Padiglioni dei paesi esteri che
saranno presenti all’Esposizione. Il tirocinio sarà anche occasione per entrare in contatto con gli
operatori di mercato esteri individuati in base all’interesse commerciale per il mercato calabrese.
2
La Regione Calabria ha recepito con la DGR 158/2014 le Linee guida in materia di tirocini, approvate con Accordo
Stato- Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano del 24 gennaio 2013
3
I tirocini saranno attivati per profili professionali funzionali a due diversi settori: agroalimentare e
turismo/internazionalizzazione.
Le attività saranno coordinate da un referente scientifico e seguite da tutor appositamente individuati
dalla Regione.
Il percorso di tirocinio trimestrale si svolgerà presso il Padiglione Italia e/o presso la sede della Regione
Calabria a Milano nel periodo di durata dell’esposizione, ovvero dal 1° maggio al 31 ottobre 2015.
L’attività di tirocinio sarà preceduta da incontri preparatori con i referenti dei diversi Piani Locali per il
Lavoro al fine di pianificare le attività.
L’attività di formazione e l’esperienza di tirocinio consentirà ai destinatari di acquisire le necessarie
conoscenze relative all’agroalimentare e in materia di internazionalizzazione d’impresa e costruzione di
reti di imprese.
I giovani avranno poi l’opportunità di valorizzare l’esperienza maturata e le competenze acquisite
attraverso un successivo periodo di studio/ricerca a contatto con gli enti/aziende afferenti ad uno dei 14
PLL ad oggi identificati sul territorio regionale e appositamente individuati dal beneficiario nel Piano
Individuale di Avviamento al Lavoro, da presentarsi in allegato alla domanda di partecipazione.
Per il periodo di durata del percorso saranno previsti specifici incontri formativi/informativi e di
monitoraggio delle attività.
I giovani beneficeranno in questa fase di una borsa di studio e saranno seguiti da un tutor individuato
dalla Regione Calabria.
Previa verifica della disponibilità delle relative risorse a valere sui fondi del Piano di Azione Coesione, i
soggetti destinatari delle azioni di cui al presente avviso potranno beneficiare inoltre, al termine
dell’intero percorso, delle azioni di cui all’art. 3 dell’avviso pubblico per la presentazione e la selezione di
Piani Locali per il Lavoro (Decreto Dirigenziale 17419/2012):


Azione 1: dote occupazionale per i giovani calabresi
Azione 4: promozione dell’autolavoro o micro-impresa
Previa verifica della disponibilità delle relative risorse a valere sui fondi del Piano di Azione Coesione, i
candidati che avranno completato il percorso potranno inoltre, nel momento in cui saranno avviate le
apposite procedure, essere inseriti negli elenchi da cui le imprese beneficiarie delle azioni previste dai
Piani Locali per il Lavoro potranno attingere per l’attuazione delle Azioni:


Azione 2: incentivi ai datori di lavoro per l’inserimento di nuove unità produttive;
Azione 3: contributi alle aziende per la formazione degli apprendisti
3. Destinatari dell’intervento e requisiti di partecipazione
Possono partecipare alla selezione donne e uomini calabresi che alla data di scadenza del termine per la
presentazione della domanda (vedi art. 4) rispondano ai requisiti di seguito indicati:
a) Essere in possesso della cittadinanza italiana, ovvero di uno Stato membro dell’Unione Europea,
ovvero di uno Stato extracomunitario con regolare permesso di soggiorno nel territorio dello
Stato Italiano;
b) Essere residenti ovvero domiciliati da almeno sei mesi nel territorio della Regione Calabria;
c) Non aver compiuto il 35° anno di età;
d) Essere in possesso di Diploma di Laurea di cui al vecchio ordinamento, Laurea
specialistica/magistrale, con votazione non inferiore a 105/110, nelle seguenti discipline:
4
Diploma di Laurea (DL)
Biotecnologie agro-industriali
Biotecnologie agrarie vegetali
Economia del commercio
internazionale e dei mercati
valutari
Economia del turismo
Scienze agrarie
Scienze e tecnologie agrarie
Scienze biologiche
Scienze delle produzioni animali
Scienze e tecnologie delle
produzioni animali
Scienze e tecnologie alimentari
Scienze turistiche
Lauree Specialistiche della classe
(DM 509/99)
7/S Biotecnologie agrarie
Lauree Magistrali della classe
(DM 270/04)
LM-7 Biotecnologie agrarie
64/S Scienze dell’economia
LM-56 Scienze dell’economia
77/S Scienze e tecnologie agrarie
69/S Scienze della nutrizione
umana
79/S Scienze e tecnologie
agrozootecniche
LM-69 Scienze e tecnologie
agrarie
LM-61 Scienze della nutrizione
umana
LM-86 Scienze zootecniche e
tecnologie animali
78/S Scienze e tecnologie
agroalimentari
55/S Progettazione e gestione dei
sistemi turistici
LM-70 Scienze e tecnologie
alimentari
LM-49 Progettazione e gestione
dei sistemi turistici
Alla procedura selettiva possono partecipare anche coloro che sono in possesso di titolo di studio
estero, o di titolo di studio estero conseguito in Italia, riconosciuto equipollente a quelli suindicati;
e) avere una conoscenza fluente della lingua italiana, parlata e scritta (madrelingua o livello
almeno B2 risultante da specifico certificato3);
f) avere una conoscenza fluente della lingua inglese, parlata e scritta (madrelingua o livello almeno
B2 risultante da specifico certificato);
g) avere una buona conoscenza del pacchetto Office (funzioni previste dalla Patente ECDL base);
h) essere inoccupati/disoccupati al momento della pubblicazione dell’avviso;
i) non essere assegnatari di altra sovvenzione regionale per il periodo di durata del progetto.
4. Presentazione della domanda e criteri di ammissibilità
I soggetti interessati a partecipare alla selezione potranno inoltrare la propria candidatura entro e non
oltre il termine perentorio di trenta giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino
Ufficiale della Regione Calabria.
La richiesta di partecipazione dovrà essere corredata da:
a) Modulo di partecipazione (allegato A) debitamente sottoscritto (Dichiarazione ai sensi del DPR
445/00 attestante il possesso dei requisiti di cui al precedente punto 3)
b) Piano Individuale di Avviamento al Lavoro (allegato B)
c) Scheda di autovalutazione (allegato C)
d) Curriculum vitae su modello europeo o Europass
e) Copia di un documento di riconoscimento in corso di validità
La richiesta dovrà pervenire esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) da un indirizzo
PEC,
in
formato
PDF
sottoscritta
in
originale,
al
seguente
indirizzo
[email protected]
Nell’oggetto della e-mail dovrà essere indicata la seguente dicitura: Avviso pubblico per la
partecipazione al progetto Piani Locali per il Lavoro- Expo 2015.
3
Il certificato di conoscenza della lingua italiana sarà richiesto per i cittadini comunitari ed extracomunitari
5
L’Amministrazione regionale non assume alcuna responsabilità per quanto riguarda la dispersione di
comunicazioni correlata ad inadempienze del candidato né per eventuali disguidi né per fatti dovuti a
caso fortuito o forza maggiore.
Le domande presentate saranno oggetto di istruttoria da parte del Settore regionale Politiche del lavoro
e Mercato del Lavoro- Risorse umane Vertenze- Ammortizzatori e Previdenza.
Saranno ritenute ammissibili le domande:
a) Presentate dai soggetti che abbiano i requisiti previsti dall’art. 3 del presente avviso
b) Corredate dei documenti di cui al presente articolo
c) Siano state recapitate con le modalità ed entro i termini previsti dal presente articolo
I risultati dell’istruttoria saranno comunicati con apposita informativa pubblicata sul sito regionale, nella
sezione dedicata al presente Avviso. Contestualmente, saranno fornite le informazioni relative allo
svolgimento dei colloqui di cui all’art. 6.
Le comunicazioni individuali (ad esempio, richiesta di documentazione) saranno inviate esclusivamente
all’indirizzo PEC fornito dai candidati.
5. Piano Individuale di Avviamento al Lavoro (PIAL)
I candidati, in fase di inoltro della domanda di partecipazione, dovranno presentare il proprio Piano
Individuale di Avviamento al Lavoro. Il PIAL è predisposto dal candidato, eventualmente anche
mediante l’assistenza di un operatore dei Centri per l’Impiego dislocati sul territorio regionale. Il
candidato fornisce nel PIAL indicazioni rispetto:


ai seguenti aspetti inerenti al proprio percorso: 1) gli ambiti che il candidato propone di
approfondire attraverso l’attività di studio/ricerca nell’ambito del PLL selezionato; 2) i risultati
che il candidato si propone di conseguire a livello professionale attraverso l’attività di
studio/ricerca; 3) gli elementi di utilizzo dei suddetti risultati per il PLL e, più in generale per il
territorio e l’economia calabrese; 4) le azioni su cui a giudizio del candidato si potrebbe puntare
per favorire l’internazionalizzazione delle imprese del PLL negli ambiti individuati ovvero
l’attrazione di imprese e investitori stranieri nel territorio del PLL;
al proprio interesse a beneficiare al termine del percorso, qualora attivato dalla Regione, di un
incentivo sotto forma di dote occupazionale per l’assunzione con contratto a tempo
indeterminato presso aziende con unità produttiva nei territori dei PLL selezionati dalla Regione
Calabria o di un incentivo finalizzato alla creazione di nuovo lavoro autonomo ed erogazione di
servizi integrati di orientamento, formazione e tutoraggio per la fase di start- up. La scelta
effettuata sarà in questa prima fase puramente indicativa.
Il percorso individuale avrà una durata complessiva massima di dodici mesi (tre mesi di tirocinio e nove
mesi di borsa di studio/ricerca).
Al termine, previa verifica della disponibilità dei fondi necessari a valere sul Piano di Azione Coesione, la
Regione Calabria, nell’ambito del progetto Piani Locali per il Lavoro, pubblicherà con proprio atto gli
avvisi pubblici che daranno attuazione alla seconda fase del progetto. Per l’ipotesi in cui la Regione non
intendesse emanare gli avvisi di cui sopra, per sopravvenuti motivi allo stato non individuabili, i
candidati non potranno vantare alcun diritto, a nessun titolo e per nessuna ragione, in merito alle
attività previste nell’ambito della seconda fase.
6
Il PIAL dovrà essere redatto a cura del candidato e debitamente sottoscritto – pena l’inammissibilità
della domanda di partecipazione al percorso (formazione – tirocinio - attività di studio/ricerca) di cui al
presente avviso. Nel PIAL dovranno essere inseriti tutti i dati richiesti nei campi dell’apposito Modulo
predisposto e riportati sinteticamente di seguito:
-
dati anagrafici del Destinatario;
dati identificativi del Centro per l’Impiego (eventualmente coinvolto);
profilo del Destinatario;
titolo di studio del Destinatario;
indicazione del PLL di riferimento;
ipotesi di collaborazione in una delle filiere/polarità di sviluppo, in coerenza con il PLL prescelto;
eventuale indicazione dell’impresa che aderisce al PIAL inserita nell’ambito del PLL prescelto:
ragione sociale, indirizzo, Partita IVA e/o Codice Fiscale.
6. Procedure di selezione
Il procedimento di selezione sarà effettuato da una Commissione esaminatrice nominata con atto del
Direttore generale del Dipartimento 6- Sviluppo economico, lavoro, formazione e politiche sociali e
costituita da componenti interni all’Amministrazione regionale.
La procedura di selezione si svolgerà in due fasi:
1. Valutazione del Piano di Avviamento al Lavoro e dei curriculum vitae dei candidati con riguardo
ai seguenti requisiti:
a. Voto di laurea;
b. Eventuali titoli di Master o Dottorato di ricerca nelle materie oggetto di Expo 2015;
c. Conoscenza documentata delle lingue straniere;
d. Esperienze formative e lavorative pregresse attinenti le materie dell’Esposizione.
La Commissione attribuirà un punteggio fino ad un massimo di 27 punti al PIAL e al curriculum
del candidato secondo i criteri riportati nella tabella seguente:
Voto di Laurea
Titoli*
Conoscenza delle lingue
straniere
Esperienze formative e
lavorative*
Fino ad un max di 3 punti:
- voto pari a 105: 0 punti
- voto 106 e 107: 1 punto
- voto 108 e 109: 2 punti
- voto 110 e 110 e lode: 3 punti
Fino ad un max di 3 punti:
- Diploma di Laurea/Laurea specialistica/magistrale: 0 punti
- Master di II livello: 2 punti
- Dottorato di ricerca: 3 punti
Fino ad un max di 9 punti:
- Lingua inglese (livello B2): 0 punti
- Lingua inglese (livello C1, C2): 1 punto
- Ulteriori conoscenze linguistiche certificate (almeno livello B1 o
equivalente nelle seguenti lingue: tedesco, francese, spagnolo,
portoghese): 2 punti per ogni lingua, fino a un max di 4 punti
- Ulteriori conoscenze linguistiche certificate (in una o più delle
seguenti lingue: russo, arabo, cinese): 4 punti.
Fino ad un max di 4 punti:
- Esperienze formative formali: max 1 punto (0,50 punti per ogni
esperienza)
7
Aspetti qualificanti del PIAL
- Esperienze lavorative superiori a 6 mesi: max 3 punti (1 punto per
ogni esperienza)
Fino ad un max di 8 punti:
- Livello di coerenza e pertinenza degli ambiti di approfondimento
proposti dal candidato con le attività del PLL selezionato e con il
proprio curriculum: 0 punti (basso); 1 punto (medio); 2 punti
(elevato)
- Livello di concretezza e possibilità di conseguimento dei risultati
prospettati dal candidato: 0 punti (basso); 1 punto (medio); 2 punti
(elevato)
- Grado di riutilizzo dei suddetti risultati per il PLL prescelto e, più in
generale, per il territorio e l’economia calabrese: 0 punti (basso); 1
punto (medio); 2 punti (elevato)
- Grado di approfondimento e coerenza delle azioni su cui a giudizio
del candidato si potrebbe puntare per favorire
l’internazionalizzazione delle imprese del PLL negli ambiti
individuati ovvero l’attrazione di imprese e investitori stranieri nel
territorio del PLL: 0 punti (basso); 1 punto (medio); 2 punti
(elevato)
*la valutazione terrà conto solo dell’attinenza dei titoli e dell’esperienza maturati rispetto ai settori agroalimentare
e turismo/internazionalizzazione.
Sulla base dei risultati della valutazione del Curriculum e del PIAL la Commissione stilerà due graduatorie
di merito separate: una riferita al settore agroalimentare e l’altra riferita al settore
turismo/internazionalizzazione. Accederanno al colloquio tecnico i primi 30 candidati della graduatoria
relativa al settore agroalimentare e i primi 20 della graduatoria relativa al settore
turismo/internazionalizzazione.
I candidati convocati al colloquio dovranno trasmettere, per ogni esperienza formativa o lavorativa
indicata nel curriculum:



copia del contratto di lavoro o equivalente dichiarazione del datore di lavoro
attestato di partecipazione o equivalente dichiarazione dell’ente formativo
i riferimenti di contatto del datore di lavoro/ente per le successive verifiche della Regione.
La mancata trasmissione della documentazione costituirà causa di esclusione dal colloquio e avvio del
procedimento di contestazione per rilascio di dichiarazioni mendaci.
Nel caso di mancata presentazione al colloquio, senza l’acquisizione del relativo certificato medico che
giustifichi l’assenza, il candidato sarà escluso e la Regione provvederà, a scorrimento della graduatoria, a
convocare il successivo candidato. La Regione si riserva la possibilità di fissare a distanza di giorni tre
dalla data prevista per il primo colloquio, una sessione unica per consentire il colloquio ai candidati che
non vi abbiano potuto prendere parte per comprovati motivi di salute. Resta espressamente inteso che,
in seconda convocazione, la Regione non terrà in considerazione eventuali giustificazioni, neppure di
natura medica, e procederà alla chiusura delle attività di verifica dell’idoneità dei candidati e alla
successiva pubblicazione della relativa graduatoria.
2. Colloquio tecnico, in cui saranno valutate le attitudini del candidato e le conoscenze relative a:
a. Profilo agroalimentare: sistema economico-produttivo della Regione Calabria, filiere
agroalimentari presenti sul territorio, sistema di internazionalizzazione per le imprese;
8
b. Profilo turismo/internazionalizzazione: sistema economico-produttivo della Regione
Calabria, con particolare riferimento al settore turistico e culturale, sistema di
internazionalizzazione delle imprese.
Per l’esito del colloquio la Commissione attribuirà un punteggio fino ad un massimo di 25 punti,
basandosi su 5 domande estratte a caso alle quali verrà attribuito un voto da 1 a 5 in base al livello di
conoscenza della tematica dimostrato nella risposta.
Una delle domande verterà sulla conoscenza del pacchetto Office (Syllabus ECDL base).
Una delle domande sarà svolta in lingua (lingua straniera scelta dal candidato, se presente, o inglese).
Sarà inoltre richiesta l’illustrazione del PIAL presentato; in base alla capacità di esposizione del proprio
progetto il punteggio assegnato agli aspetti qualificanti del PIAL sarà confermato o ridotto (al massimo
di due punti).
La Commissione, al termine della procedura di selezione, stilerà due graduatorie di merito separate: una
riferita al settore agroalimentare e l’altra riferita al settore turismo/internazionalizzazione. Potranno
accedere al percorso i primi 12 candidati utilmente collocati nella graduatoria riferita al settore
agroalimentare e i primi 8 candidati per la graduatoria riferita al settore turismo/internazionalizzazione.
All’interno di ciascuna graduatoria, in caso di candidati con pari punteggio, costituirà criterio di
preferenza il requisito della minore età.
I risultati della procedura di selezione saranno pubblicati sul sito istituzionale della Regione Calabria
nella pagina dedicata al presente avviso.
I candidati ritenuti idonei a partecipare al percorso riceveranno comunicazione formale da parte
dell’Amministrazione all’indirizzo di posta elettronica certificata indicato; in tale sede sarà comunicata la
data di convocazione per la sottoscrizione della convenzione.
Nel caso di mancata sottoscrizione della convenzione sarà convocato il candidato successivo in
graduatoria.
7. Risorse finanziarie e indennità per i beneficiari
Le risorse finanziarie per l’attuazione del presente avviso gravano nell’ambito delle attività finanziate
dall’Azione 5 – voucher per la buona occupabilità di cui all’elenco della selezione dei PLL approvato con
DD n. 17854 del 30/12/2013, nonché sulle attività relative ai servizi di accompagnamento e assistenza
tecnica per l’attuazione dei PLL, approvate con il medesimo decreto.
La Regione Calabria destina per le azioni del presente avviso risorse finanziarie complessive per euro
731.000,00 a valere sul POR Calabria FSE 2007/2013 Obiettivo Operativo E.1. di cui euro 175.000,00 per
le indennità di tirocinio e borsa di studio dei partecipanti per il periodo di attività fino al 31/12/2015 e
euro 556.000,00 per attività relative ai servizi di accompagnamento e assistenza tecnica per l’attuazione
dei PLL (di cui all’impegno di spesa approvato con DD n. 17854 del 30/12/2013).
La dotazione finanziaria garantisce, altresì:
-
-
gli oneri a carico della Regione Calabria, in qualità di promotore dell’iniziativa, ed afferenti alle
coperture assicurative di cui al presente Avviso (assicurazione contro gli infortuni sul lavoro
presso l’INAIL e per la responsabilità civile verso terzi) per il periodo del tirocinio;
gli oneri per l’attività formazione, tutoraggio ed accompagnamento ai beneficiari.
Ai soggetti risultati idonei alla selezione saranno corrisposti:
9



un’indennità per partecipare al percorso di tirocinio (come prevista dalla DGR 158/2014) pari a
euro 1.500,00 lordi mensili per ciascuno dei tre mesi di durata;
una borsa di studio per l’intero periodo di ricerca e collaborazione con gli enti/aziende del PLL
pari a euro 9.000,00 lordi complessivi;
un rimborso spese (fino ad un massimo di euro 2.000) per eventuali esperienze all’estero
organizzate nell’ambito del progetto.
Le coperture assicurative per il periodo di durata della borsa di studio saranno a carico del beneficiario.
La borsa di studio sarà erogata, con rate mensili, a partire dall’avvio della fase di collaborazione con gli
enti/aziende del PLL quale indennità per le attività di studio/ricerca.
Le ulteriori risorse finanziarie saranno imputate sul Piano di Azione e Coesione (PAC) approvato dalla
Regione Calabria con Deliberazione di Giunta Regionale 472 del 14 novembre 2014.
8. Avvio delle attività e obblighi del beneficiario
L’avvio delle attività avverrà a seguito della stipula di apposita convenzione tra la Regione Calabria e il
soggetto beneficiario per la regolamentazione dell’attività di tirocinio - come previsto dall’art. 10 della
DGR 158/2014 - e dalla sottoscrizione di un atto di adesione e obbligo per il periodo di erogazione della
borsa di studio.
Contestualmente alla stipula della convenzione sarà definito, per ciascun beneficiario, un progetto
formativo per la fase di tirocinio in cui saranno specificate le attività previste, le modalità di
svolgimento, nonché gli obiettivi formativi.
Il tirocinante sarà affiancato per tutta la durata del tirocinio da un tutor designato dall’Amministrazione
regionale, il quale avrà il compito di favorirne l’inserimento e supervisionare il percorso formativo
secondo quando definito nel progetto formativo. Le attività saranno inoltre coordinate da un referente
scientifico con il compito di indirizzare i tirocinanti verso le attività di maggiore interesse e promuovere
l’acquisizione delle competenze.
Contestualmente alla sottoscrizione dell’atto di adesione e obbligo per l’erogazione della borsa di studio
sarà definito, per ciascun beneficiario, un progetto di ricerca in cui saranno specificate le attività
previste e le modalità di svolgimento.
Sarà prevista la presenza di un tutor di progetto anche per il periodo di collaborazione con gli
enti/aziende del PLL.
Il beneficiario dovrà svolgere le attività concordate con il referente del PLL e il tutor.
Il progetto si svolgerà secondo quanto descritto nel PIAL, salvo eventuali modifiche concordate con il
tutor stesso.
Il beneficiario dovrà stipulare apposita polizza assicurativa di responsabilità civile nonché di infortunio
personale per il periodo di durata della borsa di studio. Copia della stessa dovrà essere consegnata
all’Amministrazione regionale prima dell’avvio di tale attività.
Nel caso di rinuncia, il beneficiario dovrà darne tempestiva informazione all’Amministrazione regionale
mediante comunicazione scritta, in cui siano espressamente riportate le motivazioni.
10
9. Rendicontazione delle attività
Per ognuna delle fasi previste dal progetto sarà tenuto un apposito registro in cui saranno registrate
giornalmente le attività e le ore svolte. Il registro dovrà essere validato dal tutor di riferimento.
Al fine dell’erogazione dell’indennità spettante, il beneficiario dovrà fornire all’Amministrazione
regionale, entro la fine di ogni mese, una relazione, validata dal tutor di riferimento, con l’indicazione
delle attività svolte.
L’erogazione dell’indennità di tirocinio è, inoltre, effettuata a condizione che il tirocinante abbia
maturato almeno il 70% delle ore/mese previste dal progetto formativo. In caso di mancato
raggiungimento della soglia minima del 70% delle ore previste, il tirocinante non potrà vantare alcuna
pretesa nei confronti della Regione Calabria, né del soggetto ospitante.
Pertanto, in caso di superamento del 30% di assenze il tirocinio sarà interrotto.
La partecipazione ad eventuali esperienze all’estero, organizzate nell’ambito del progetto, dovranno
essere rendicontate al fine del rimborso spese previsto. I beneficiari dovranno pertanto fornire
all’Amministrazione la documentazione che attesti la presenza presso l’ente/azienda in cui si svolgerà
l’esperienza, le ricevute dei servizi di vitto e alloggio nonché i titoli di viaggio (biglietti aerei, ferroviari,
del trasporto locale).
10. Eventi (decadenza, interruzioni, sospensioni, sostituzioni)
Possono essere causa di interruzione anticipata del percorso (formazione/tirocinio/borsa di studio):
 la rinuncia espressa, motivata e debitamente documentata del beneficiario;
 per il periodo di tirocinio, la rinuncia espressa e motivata del soggetto ospitante a seguito di
comportamenti del tirocinante tali da far venir meno le finalità del progetto formativo o lesivi
dei diritti o interessi del soggetto ospitante o in conseguenza del mancato rispetto da parte del
tirocinante dei regolamenti interni a Padiglione Italia o delle norme in materia di sicurezza;
 per il periodo di collaborazione con gli enti/aziende del PLL, la rinuncia espressa di quest’ultimi a
seguito di comportamenti del beneficiario ritenuti lesivi.
Una percentuale di frequenza inferiore al 70% alle attività di tirocinio comporta l’interruzione del
percorso complessivamente inteso, pertanto il destinatario non potrà proseguire con l’attività di
studio/ricerca.
La rinuncia comporta la decadenza dell’erogazione del sostegno economico a partire dalla data di
interruzione.
In gravi casi debitamente motivati e comprovati da idonea documentazione (es. motivi di salute, lutti
familiari) e comunque rimessi alla valutazione dell’Amministrazione regionale, il tirocinio potrà essere
sospeso per un periodo che ne consenta comunque il completamento entro la durata di Expo 2015.
Si precisa che, per il periodo di sospensione del tirocinio, l’erogazione della relativa indennità non sarà
corrisposta dall’Amministrazione laddove il monte ore mensile di assenza/sospensione superi il 70%
della presenza richiesta dal presente avviso.
11. Attestazioni finali e registrazione sul Libretto Formativo del Cittadino
La Regione Calabria rilascerà al termine dell’attività formativa un’attestazione con l’indicazione dei
moduli frequentati e le ore di frequenza.
11
A chiusura del percorso di tirocinio, verrà rilasciata inoltre un’attestazione dei risultati e delle
competenze acquisite, predisposta in collaborazione con il tutor, sulla base delle verifiche, dei colloqui e
di quanto monitorato durante tutte le fasi del tirocinio. L’attestazione dovrà contenere le competenze
acquisite dal tirocinante, così come riportate nel Progetto Formativo.
L’esperienza di tirocinio dovrà essere registrata sul Libretto Formativo del Cittadino, come previsto dalla
DGR 158/2014, secondo le modalità che verranno definite dalla normativa regionale.
Ai fini della registrazione dell’esperienza di tirocinio sul Libretto Formativo del Cittadino, il tirocinante
deve aver partecipato almeno al 70% della durata prevista dal progetto formativo.
12. Incentivi: dote occupazionale o promozione dell’autolavoro o microimpresa
Al termine del percorso di cui al presente avviso, i giovani laureati potranno beneficiare, in coerenza con
quanto previsto dall’avviso pubblico di cui al Decreto Dirigenziale 17419/2012:
1. di un incentivo sotto forma di dote occupazionale per l’assunzione con contratto a tempo
indeterminato presso aziende con unità produttiva nei territori del PLL selezionati dalla Regione
Calabria;
2. di un incentivo finalizzato alla creazione di nuovo lavoro autonomo ed erogazione di servizi
integrati di orientamento, formazione e tutoraggio per la fase di start- up ai soggetti destinatari.
Previa verifica della disponibilità dei fondi a valere sul Piano di Azione Coesione, la Regione Calabria
emanerà, con apposito atto, gli avvisi pubblici per disciplinare le modalità di accesso ed erogazione degli
incentivi di cui sopra.
13. Pubblicità degli interventi
La Regione Calabria darà piena visibilità alla presente procedura pubblica attraverso la pubblicazione, sul
Bollettino Ufficiale Regionale e sul sito internet istituzionale, dell’avviso e di tutte le informazioni ad esso
collegate. Sul sito internet regionale sarà inoltre reperibile tutta la documentazione relativa al progetto
Piani Locali per il Lavoro.
14. Informazioni sull’avviso
Il presente avviso è pubblicato sul sito istituzionale della Regione Calabria all’indirizzo:
www.regione.calabria.it e sulla pagina www.regione.calabria.it/lavoroeformazione
Informazioni potranno essere richieste scrivendo all’indirizzo e-mail: [email protected] o chiamando
in orari di ufficio al numero di telefono 0961/858444
15. Responsabile del procedimento amministrativo
Il Responsabile del presente procedimento, ai sensi e per gli effetti di cui alla L. 241/1990 e Legge
Regionale 19/2001 e successive modifiche ed integrazioni, è la Dr.ssa Annarita Lazzarini. Tel.
0961/858444 email: [email protected]
12
16. Tutela della privacy
I dati personali forniti saranno oggetto di trattamento esclusivamente per le finalità del presente Avviso.
Il trattamento dei dati personali raccolti avverrà nel rispetto di quanto disposto dal D.Lgs. 196/2003
“Codice in materia di protezione dei dati personali”.
Si informano i candidati che, ai sensi dell’art. 13 del Decreto Legislativo sopra citato, il trattamento dei
dati personali da essi forniti in sede di candidatura, è finalizzato unicamente all’espletamento delle
attività procedurali, ed avverrà a cura delle persone preposte al procedimento, anche da parte delle
Commissioni di Valutazione, con l’utilizzo di procedure informatizzate nei modi e nei limiti necessari per
perseguire le predette finalità, anche in caso di comunicazione a terzi. Il conferimento di tali dati è
necessario per valutare i requisiti di candidatura e il possesso di titoli e la loro mancata indicazione può
precludere tale valutazione.
I dati personali saranno trattati dalla Regione Calabria per il perseguimento delle sopraindicate finalità in
modo lecito e secondo correttezza, nel rispetto del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, anche con l’ausilio di
mezzi elettronici. Qualora la Regione Calabria debba avvalersi di altri soggetti per l’espletamento delle
operazioni relative al trattamento, l’attività di tali soggetti sarà in ogni caso conforme alle disposizioni di
legge vigenti.
Per le predette finalità i dati personali possono essere comunicati a soggetti terzi che li gestiranno quali
responsabili del trattamento, esclusivamente per le finalità medesime.
Sono riconosciuti ai candidati i diritti di cui all’art. 7 del citato D. Lgs. n. 196/2003, in particolare, il diritto
di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l’aggiornamento e la cancellazione, se
incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonché di opporsi al loro trattamento per motivi
legittimi.
17. Indicazione foro competente
Per tutte le controversie che dovessero insorgere dal presente avviso o in relazione allo stesso, si elegge
quale foro competente quello di Catanzaro.
18. Disposizioni finali
Per tutti gli aspetti non espressamente previsti dal presente avviso si rimanda alle norme regionali,
nazionali e comunitarie vigenti in materia.
Il presente Avviso potrà subire modifiche nel corso della sua vigenza; in tal caso sarà garantita ogni più
ampia forma di pubblicità e, comunque, le modifiche saranno pubblicate con le medesime modalità di
pubblicazione dell’Avviso.
13
Scarica

Avviso Pubblico Tirocini EXPO