B O L L E T T I N O A C U R A D EL L ’ A M M I N I S T R A Z I O N E C O M U N A L E
dicembre 2008
Pomarance
NUMERO 15
COMUNE NOTIZIE
AUT &AUT Autonomia e Autonomie. Anno XVI 1 Supplemento al n.2/2008 - Mensile delle Autonomie Locali T oscane - Registrazione T ribunale di Prato
n. 180 dell’8/07/1991 - Direttore Responsabile C.Rosati - A cura dell’Amministrazione Comunale di Pomarance - stampa Rindi
In questo numero:
• Augur i di Buone Feste
• Regolamento del
“Pr emio all’intraprendenza”
• “Pr emio all’intraprendenza”
2008 ad Alber to Bertoli
• Al Comune di P omarance una
medaglia per i suoi caduti
• Nuova campana sulla
Torre C ivica
• La mostra di Massimiliano
Luschi nel M useo
“Guerr ier i e artigiani”
• “Il frantoiano”
di Flavio Melani
• Progetto per ricostr uir e
il mur o del Castello
• M ostra di acquerelli
di Gabriella Balestr i P or zio
• Raccolta “porta a porta”
nel 2009
• “P ercorsi di luce”
di Enr ico Par tigiani
• Fotovoltaico e progetti
sul piano dello spor t
• Servizi ed attività in crescita
presso l’O spedale di V olterr a
• La stagione teatrale
2008 – 2009
• Progetti per l’assistenza
agli anziani
• Aspettando Natale 2008
“M adonna di Montener o”
Chiesa di M aria di M ontenero
Lar derello
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
dicembre 2008
2
NUMERO 15
… editoriale …
AUGURI DI BUONE FESTE
con un calendario di opere d’arte
C on i migliori auguri di buon N atale e di buon anno a nome della giunta comunale e mio personale, invio a tutte le famiglie residenti nel comune il
calendario del 2009 allegato a questo numero di “Comune N otizie”. S i tratta di
un calendario illustrato con cui ci proponiamo di far conoscere meglio il significativ o patrimonio di arte sacra di cui è ricco il nostro comune. La maggior parte delle opere scelte sono conserv ate nella chiesa parrocchiale di San G iov ani
Battista. N iccolò Cercignani è l’autore della “Madonna del rosar io” del primo
altare a destra entrando, mentre Cristofaro Roncalli nel 1582 dipinse la tela
con l’ “Annunciazione” del primo altare a sinistra. Nel battistero è conserv ato
il presepe di terracotta policroma del XVI secolo, attribuito allo scultore di
Volterra Zaccaria Zacchi, mentre nella canonica è presente una grande tavola
a fondo oro con la “M adonna col bambino in tr ono e due angeli”, detta
del cardellino, datata 1329, di recente attribuita a P aolo da S iena. S ul calendario sono inoltre riportate la “Madonna di San Luca” (sec.XIV ) di autore
sconosciuto e la “Madonna col bambino” (sec.XIV ) di scuola fiorentina.
La panoramica di opere d’arte del nostro comune continua con la “M adonna
col bambino” (sec.XIV ) di F rancesco N eri da V olterra conserv ata nella chiesa
di S an Bartolomeo di M ontegemoli; con la stampa raffigurante la “M adonna
della casa” (sec.XIX) presente nel santuario della M adonna della casa a S an
Dalmazio; con la scultura in terracotta policroma raffigurante la madonna
(sec.XVI) conserv ata nella chiesa dei santi S imone e G iuda di Libbiano; con la
“Madonna in trono col bambino e due santi” di scuola fiorentina (sec.XIV )
nella chiesa di San Cerbone di Montecerboli; con la pregev ole scultura lignea
raffigurante la “Madonna di Montener o” (sec.XIX) nella chiesa di M aria di
M ontenero di Larderello.
E d infine il calendario propone un busto ligneo di “San Mar tino” (sec.XIV ) ed
una scultura policroma di “San M ichele” (sec.XX), collocati il primo nella chiesa di Lustignano ed il secondo in quella di M icciano, paesi di cui i due santi
sono rispettiv amente i patroni.
Il Sindaco Maurizio Maggi
“Premio all’ intraprendenza”
Istituito un “Premio all’intraprendenza” da parte dell’ Ammin istrazione Comunale da
assegnare annualmente. Eccone in sintesi il “Regolamento”.
L’amministrazione comunale ha istituito il
“P remio all’ intraprendenza” da assegnare ogni anno come momento di valorizzazione delle piccole e medie imprese del
territorio che si siano distinte per av ere
colto nuov e opportunità di sviluppo e di
lav oro collegate alla valorizzazione delle
risorse locali ed alla produzione di energia da fonti rinnov abili, per av ere attuato
un metodo di lav oro basato sull’innov azione tecnologica, per avere fav orito
sinergia d’impresa aprendo nuov i spazi a
collaborazioni e conoscenze condiv ise,
per avere creato lav oro e formato nuove
professionalità.
Il premio potrà essere assegnato anche
ad associazioni o singoli cittadini che si
siano particolarmente distinti nel campo
della storia, della letteratura, della musica o delle arti in genere. L’attribuzione
del premio v iene decisa da una giuria
composta dalla giunta comunale e dal
presidente dell’A ssociazione P ro Pomarance.
P er l’ assegnazione del premio, la giuria
acquisisce preventiv amente il parere
delle associazioni di categoria più rappresentativ e delle imprese ovvero delle associazioni più rappresentativ e nel campo
artistico, musicale, storico letterario da
indiv iduare a cura dell’amministrazione
comunale.
Il premio consiste in una pergamena
contenente le motiv azioni della scelta e
in un trofeo rappresentato da una scultura in miniatura che raffigura una
“Rocca S illana” in alabastro, creata dallo
scultore volterrano A lessandro M arzetti,
la cui immagine è stata utilizzata sulla
copertina del v olume “Destinazione P omarance”, curato dalla ex giornalista RAI
e cittadina onoraria di P omarance P iera
Rolandi. L’assegnazione avviene presso il
Teatro dei Coraggiosi il 7 dicembre di
ogni anno.
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
dicembre 2008
NUMERO 15
… in primo piano ...
3
Ad
Alberto
Bertoli
il Premio all’
intraprendenza
2008
Il 7 dicembre, presso il Teatro dei C oraggiosi, si è sv olta la cerimonia di consegna del “Pr emio all’intraprendenza” edizione 2008, una iniziativ a programmata dall’ amministrazione comunale fin dall’ Expo P omarance
“Tecnologie da & per la geotermia”
del 5 – 8 settembre scorso, organizzato
per attiv are un confronto tra tutti gli
interlocutori, dall’ente locale, agli imprenditori, agli istituti di credito, alle
forze economiche e sociali, sulle nuov e
opportunità di sv iluppo e di lav oro collegate alla v alorizzazione delle risorse locali, prima fra tutte la geotermia. V isto il
successo dell’iniziativ a, a cui parteciparono oltre trenta aziende, l’amministrazione comunale si propose di darle continuità nei prossimi anni con la ricerca di
nuov i spazi e con la prospettiv a di coinvolgimenti ancor più significativ i. C ontestualmente, per offrire un sostegno morale a coloro che per capacità e volontà
investono a proprio rischio risorse nel
territorio, si pensò di istituire un
“Premio all’intraprendenza”.
Questo premio si è stabilito di assegnarlo, con cadenza annuale, in base a un
regolamento approvato dalla giunta comunale il cui contenuto è riportato nella
pagina a fianco.
La prima edizione del “Premio all’intraprendenza” è stata assegnata dalla
giuria, sentite le associazioni prov inciali
Camera di C ommercio, U nione industriale e API, ad A lber to Ber toli per il suo
impegno imprenditoriale nella “ C ostr uzioni Meccaniche Bertoli ”. Q uesto,
dopo attenta valutazione anche rispetto
ad altre imprese meritev oli, che hanno
mostrato sforzo di volontà e capacità di
crescere e far crescere il territorio, le
quali saranno certamente riprese in considerazione nelle prossime edizioni del
premio. A conferma del v alore dell’ impresa Bertoli c’è da dire che già U NION CAMERE Toscana e la C amera di C ommercio di P isa, alla ditta Bertoli av evano
conferito il “Premio per l’innovazione” nell’anno 2003.
Il dottor Luca P ierazzi ha av uto il compito di tracciare la storia e l’evoluzione
dell’impresa, come si è caratterizzata nel
tempo nelle sue varie fasi, che cosa è
stata e che cosa ha rappresentato nel
territorio. E ’ stato ricordato che A lberto
Bertoli è riuscito ad adeguare costantemente la produzione aziendale ai tempi
ed alle opportunità offerte dal mercato
con una continua ricerca dell’innov azione tecnologica. D alle attrezzature costruite per gli agricoltori, a quelle per gli
alabastrai, a quelle per l’industria mondiale passando attraverso la geotermia.
D all’impresa di C orrado Bertoli – il padre
di A lberto – di padre in figlio l’azienda è
cresciuta spaziando dai carri agricoli
delle origini agli impianti mobili per le
lav orazioni stradali a freddo, agli staffing
box per i settori geotermico e petrolifero, come anche dai robot per automazioni industriali ai ricambi per centrali elettriche, per arriv are ai separatori in pressione o ai silenziatori per centrali a v apore. La Bertoli & C. commercializza i
prodotti, attrav erso accordi con partner
selezionati a liv ello internazionale, che
permettono di distribuire le tecnologie
del G ruppo in tutto il mondo. L’attiv ità
della Bertoli ha saputo trattenere sul
territorio importanti opportunità di lav oro offerte dall’industria locale ed ha saputo indicare ai giovani imprenditori
locali quali siano le potenzialità di successo delle imprese che non temono di
investire nello sviluppo della conoscenza.
In sostanza, sulle capacità di aprirsi al
nuov o si è giocato e si gioca realmente il
futuro del gruppo Bertoli. E d è molto
interessante ascoltare le parole di A lberto Bertoli, che riv endica giustamente
una sorta di primato per la sua famiglia
“M i sento di affermare” dichiara ad un
periodico di settore “che nel D NA della
nostra famiglia, vige realmente un atav ico e radicato istinto a crescere - nel
senso professionale – in funzione del
nuov o a tutti i costi. Q uesto v aleva per
mio padre che ha esordito con i carri
agricoli, è valso per me che sono passato all’automazione delle macchine industriali ed all’ingegneria in senso lato, ed
è oggi sentito fortemente da Roberto ed
E lisabetta, i miei due figli che, di fatto,
hanno gestito la recente entrata nel
settore degli impianti automatici”.
Complimenti e felicitazioni da parte dell’amministrazione comunale ad A lberto,
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
dicembre 2008
4
alla sua famiglia ed al suo staff perché
proseguano la loro attiv ità con la stessa
professionalità e lo stesso entusiasmo
che li hanno contraddistinti fino ad oggi.
Alberto Bertoli afferma che la r ealtà
di Lar der ello, leader mondiale nel
settore della geotermia gestito da
ENEL, gli ha dato la possibilità di toccare con mano problematiche inimmaginabili, risolverle, ottenendo poi, grazie al
passaparola, un ritorno d’immagine e di
fiducia tra i competitor a liv ello mondiale. S iamo oggi in una fase di sv iluppo di
programmi di inv estimento ENE L contraddistinta, per la prima v olta nella storia della geotermia, dalla presenza di un
Protocollo generale d’intesa sulla
geotermia del 20 dicembre 2007 firmato
tra E nel, Regione Toscana ed E nti locali.
A questo proposito c’è stata il mese
scorso la firma dell’accordo attuativ o
volontario tra E nti locali geotermici e
Regione Toscana e siamo ormai alla
v igilia della firma di quello tra Regione
ed ENE L anch’esso già definito.
Un accordo nato con l’obiettivo di
dare nuovo impulso alla ricerca in
un quadr o di tutela dell’ambiente e
della salute e favorire così un ulteriore
sv iluppo della geotermia, in un quadro di
valorizzazione dei territori; creare le
condizioni dello sv iluppo nei territori di
nuov o insediamento (come quelli dell’
Amiata); per passare ad una fase di
graduale ripresa della ricerca anche come conseguenza dei dati incoraggianti,
che vengono dalla comunità scientifica
riguardo alla sostenibilità della risorsa.
Nell’accordo sono previste anche
compensazioni socio ambientali,
che E nel si è impegnato a corrispondere
alle comunità interessate e che costituiscono una solida base per dare avv io
alla realizzazione di nuovi pr ogetti
d’ar ea sulle infrastr uttur e viar ie e
sulle r isorse idr iche necessar ie allo
sviluppo; realizzazione di nuove
ar ee industr iali da destinare alla
piccola e media impresa a costi incentiv ati; conseguimento di nuov i e più
ambiziosi obiettiv i con l’estensione del
teler iscaldamento geoter mico per la
cui gestione il C omune di Pomarance ha
appositamente creato la GES, società in
house che fornisce commesse e lav oro
per le imprese locali; realizzazione dei
progetti del programma del Centr o di
eccellenza per la geotermia di Lar derello al fine di convertirli in opportunità produttiv e e nuov a occupazione
qualificata e nuovo lavoro per le imprese. Così come nuovo lavoro per le imprese si sta creando con i lavor i avviati
or mai da alcuni mesi per la valoriz-
NUMERO 15
… in primo piano ...
zazione del Villaggio di Lar derello e
consistenti, come prev isto nella convenzione tra ENE L e C omune del 2003,
nella riqualificazione delle oper e di
urbanizzazione e nell’ adeguamento delle struttur e sociali, r icr eative,
culturali e sportive. A richiesta del
Comune, ENE L sta facendo appalti separati per singoli interv enti e le imprese
locali si sono aggiudicate tutti gli appalti
assegnati fino a questo momento.
Ci perv engono richieste da parte delle
imprese e degli interlocutori sociali e
politici del territorio perché le amministrazioni si facciano interpreti per dare
maggiore informazione e chiarezza agli
imprenditori che dev ono fare delle scelte
sul territorio riducendo il rischio d’impresa. P er quanto possibile l’amministrazione comunale è intervenuta più v olte per
conv incere il committente ENE L a fare
appalti frazionati ed alla portata delle
imprese locali. La migliore e più qualificata risposta delle imprese rimane comunque quella di lav orare in rete con
consorzi o associazioni d’impresa per
fare sinergia ed aggredire meglio il mercato; strada che v iene già in parte percorsa così come dimostra la nascita fra
le imprese locali, proprio negli ultimi
mesi, di due ATI. Le imprese devono
crescere dal punto di v ista organizzativo,
produttiv o, dell’innovazione tecnologica
e della sicurezza. Ma perché questo accada occorrono anche altre leve come
quella della formazione professionale dei
manager e degli operatori aziendali.
M olto opportunamente anche il C entr o
Servizi Pomar ance si è accreditato
come or ganismo formativo della
Regione Toscana v enendo ad aggiungersi ad altri organismi formativi già
presenti. Concludendo il G ruppo Bertoli
può, insieme con altre realtà imprenditoriali presenti, fare da battistrada sul terreno dell’innov azione. E d è con questa
speranza che abbiamo istituito il
“Pr emio all’ intraprendenza”.
U n premio di sostegno morale, che tende però a rendere più consapevoli le
imprese, ma anche le amministrazioni
pubbliche del proprio ruolo a sostegno
degli interessi generali e della crescita.
ad
Alberto Bertoli
• per il suo impegno imprenditoriale nella
“Costruzioni Meccaniche Bertoli
• per aver costantemente adeguato la produzione aziendale ai tempi ed alle opportunità offerte dal mercato;
• per aver fondato lo sviluppo dell’impresa
sulla ricerca e sull’applicazione del progresso scientifico e dell’innovazione tecnologica;
• per aver saputo trattenere sul territorio
importanti opportunità di lavoro offerte
dall’industria locale nel campo delle
applicazioni tecnologiche;
• per averne fatto strumento di accrescimento della cultura professionale dei
dipendenti;
• per aver indicato ai giovani imprenditori locali quali siano le potenzialità di
successo delle imprese che non temono di
investire nello sviluppo della conoscenza
e nell’applicazione del sapere
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
dicembre 2008
NUMERO 15
… eventi speciali ...
5
Il riconoscimento concesso durante la seduta del
Consiglio Comunale del 29 novembre scorso
MEDAGLIA D’ORO A POMARANCE
PER I SUOI CADUTI
Il Comitato Centrale dell’ “Associazione
tra mutilati ed inv alidi di guerra” (A.N .M .I.G.) ha offerto al C omune di
P omarance, su proposta del Comitato
Regionale Toscano, una medaglia in oro
e una pergamena di socio d’onore, in
ricordo del suo passato antifascista e dei
lutti e delle rov ine che lo hanno colpito
durante l’occupazione tedesca. N ella
motiv azione si legge, tra l’altro, che la
pergamena è stata concessa “per le vicende più tragiche dell’occupazione nazifascista, per i caduti per la libertà, uniti
ai civ ili ed ai militari periti per causa di
guerra, per la reazione dei partigiani e
della popolazione che collaborarono per
la liberazione del capoluogo avvenuta il
29 giugno 1944 ad opera delle forze
alleate”. N ella motivazione si legge inoltre che “la medaglia e il diploma v ogliono
ricordare quanti della guerra subirono le
mutilazioni, le malattie, la lontananza
dai propri cari e le sofferenze nei campi
di concentramento e di sterminio”.
La cerimonia di consegna della medaglia
che è stata apposta al gonfalone del
Comune si è sv olta il 29 nov embre nel
corso di una seduta straordinaria del
Consiglio C omunale aperto alla partecipazione delle associazioni combattentistiche, dell’ANPI, delle autorità civili e militari, di numerosi cittadini e di delegazioni
di studenti della S cuola M edia dell’Istituto C omprensiv o “M. Tabarrini” e dell’Isti-
tuto Tecnico Industriale “A. Santucci” di
P omarance. G li studenti, a ciascuno dei
quali è stata donata una copia del volume di Jader S pinelli “La liberazione a
P omarance”, non hanno subito fortunatamente le dirette conseguenze della
guerra, ma debbono acquisire la conoscenza dei fatti per poter alzare una barriera di fronte a tutte le guerre ed alle
ingiustizie e portare il proprio piccolo
contributo all’affermazione di valori e
sentimenti di pace, di giustizia sociale, di
solidarietà.
All’A ssociazione N azionale M utilati ed
Inv alidi di G uerra, l’Amministrazione Comunale ha conferito la cittadinanza onoraria nella persona del commendator
M ario P ioli, membro dell’esecutiv o nazionale, per avere reso possibile il conferimento della medaglia d’oro e della pergamena di socio d’onore al nostro C omune. E ’ intervenuto alla cerimonia anche il
P rof. Claudio Betti, referente dell’A.N .M .I.G. per la P rov incia di P isa.
Nuova CAMPANA
sulla TORRE CIVICA
S ulla storica Torre Civ ica in P iazza della ex P retura sarà installata una nuova campana e
sostituito il meccanismo dell’orologio che non era più funzionante. E ’ stata restaurata
anche la parte in ferro dell’ armatura. H a terminato così la sua carriera la campana conosciuta da tutti i pomarancini per il fenomeno che l’accompagna da tanto tempo. Il 29
settembre, giorno di S an M ichele, sciami di formiche alate vanno contro la campana e
cadono morte, non si sa perché. L’evento si ripeterà anche con la campana nuov a? La
spesa complessiva degli interv enti sopra descritti è di 25 mila euro oltre IVA.
6
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
dicembre 2008
NUMERO 15
… eventi culturali ...
“… E LA STORIA CONTINUA...”
DAL MUSEO ARCHEOLOGICO
ALLE PITTURE DI MASSIMILIANO LUSCHI
L’ Amministrazione C omunale ha organizzato, in collaborazione con il titolare della
G alleria “Imparallarte” di Pomarance,
una esposizione di pregev oli opere di
M assimiliano Luschi, pittore di scuola
post - macchiaiola nato a Liv orno nel
1975. A soli trentatré anni questo giov ane artista, grazie ad una grande passione e ad uno spiccato talento naturale per
la pittura, ha già raggiunto un elevato
livello di maturazione tecnica, che si esprime nel vivace cromatismo delle sue
campagne, delle sue marine e dei suoi
paesaggi e nelle forti pennellate con cui
dipinge gli edifici della sua città. Massimiliano si è diplomato presso la S cuola di
Belle A rti di P isa, ma è anche figlio d’arte
av endo av uto come principale punto di
riferimento della sua formazione artistica
il padre M asaniello, prematuramente
scomparso nel 1995, definito dalla critica
pittore del “ver o ” e considerato uno
degli esponenti più rappresentativ i della
pittura labronica della seconda metà del
nov ecento.
La mostra di Lusch i è stata allestita in
P alazzo Ricci, nelle belle sale affrescate
del piano nobile, che ospitano il museo
“ Guerr ier i ed Artigiani”, al cui interno
sono raccolti i reperti delle varie epoche
storiche, dal paleolitico al rinascimento,
provenienti dalle Valli del C ecina, dello
S terza e del Cornia, nonché gli oggetti
rinv enuti negli scavi della Rocca S illana e
delle fornaci dove si producev ano le ceramiche pomarancine, che oggi sono
presenti con prestigiosi esemplari nei più
importanti musei europei.
I v isitatori della mostra hanno quindi
l’opportunità di apprezzare sia l’esposizione dei quadri di Luschi sia quella dei
reperti archeologici del territorio, non ché
di v isitare l’ottocentesca Casa M useo
Bicocchi unitamente ai rinnovati teatri
De Lar derel e dei Cor aggiosi, alla
tomba etr usca di Largo don M orosini,
alla P ieve di San Giovanni Battista,
alle for naci di V ia dei frantoi, alla Piaz-
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
dicembre 2008
NUMERO 15
… eventi culturali ...
za C avour ed a tutto il Centro Stor ico
di P omarance.
Quasi a creare un ideale legame tra il
territorio di P omarance così come si presenta oggi e la sua storia passata, la
mostra è intitolata “… e la stor ia continua...”, perché Massimiliano Luschi,
ispirandosi al passato, ha ritratto suggestiv i scorci paesaggistici, antiche piazze e
vecchi mercati, nonché monumenti e
palazzi storici presenti nel nostro Comune. S iamo di fronte ad una sequenza di
belle immagini, dai colori puliti e dalla
pennellata decisa, le quali offrono l’opportunità di v alorizzare, nel contempo,
gli
oggetti
presenti
nel
museo
“ Guerr ier i e Artigiani”, che il Comune
di P omarance ha recentemente inaugu-
rato ed aperto al pubblico.
Così passato e presente si fondono rendendo più stimolante per il v isitatore la
scoperta del ricco patrimonio di risorse
storiche, archeologiche e paesaggistiche,
che costituiscono il nucleo fondamentale
dell’identità culturale del nostro territorio, ereditata dal passato.
Ci è gradita l’occasione per ringraziare
l’autore e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento con
particolare riguardo a M ario A ndrei, contitolare della galleria “Imparallar te”,
che ha collaborato all’impostazione del
catalogo ed ha intrattenuto un costante
e positiv o rapporto con l’artista.
La M ostra rimarrà aperta dal 20 dicembre al 20 gennaio 2009.
7
8
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
dicembre 2008
NUMERO 15
… lavori pubblici ...
“IL FRANTOIANO”
DI FLAVIO MELANI
NEL GIARDINO
DEL CASTELLO
DI MONTECERBOLI
A perto nel Borgo di Montecerboli un nuovo spazio
espositivo permane nte di antichi oggetti ed installata nel giardino del Castello una scultura di Flavio
Melani intitolata “Il frantoiano”. L’amministrazione
comunale sta intanto realizzando il progetto per la
ricostruzione del muro crollato nel Castello il 21
novembre scorso. I n corso la ricerca dei finanziamenti con Regione Toscana e provincia di Pisa.
In occasione della F esta dell’olio organizzata dalla P ro Loco di Valle è
stato inaugurato nel borgo di M ontecerboli un nuov o spazio espositivo di
antichi oggetti prov enienti dalla collezione priv ata del concittadino U mberto Rossi. Questa nuova esposizione, fatta di vecchie radio, vecchi
giocattoli di latta, v ecchie macchine fotografiche e vecchie bambole di
coccio, v iene ad aggiungersi alla Bottega del Calzolaio ed all’antico
F rantoio del Castello, allestiti e resi v isitabili negli scorsi anni. S i tratta
dei primi passi concreti verso la realizzazione di un insediamento museale stabile nel Castello di M ontecerboli. P er proseguire la v alorizzazione
del C astello medievale avviata con consistenti inv estimenti, in occasione
della Festa dell’olio il 22 novembre è stata scoperta una scultura di F lav io M elani intitolata “Il frantoiano”. La scultura è stata collocata a cura
dell’amministrazione comunale nel giardino del castello sotto un grande
oliv o per ricordare l’antica economia agricola del territorio.
IL FRANTOIANO di Flav io Mel ani
PROGETTO per ricostruire il
MURO del CASTELLO
Il muro del Castello dopo la frana
Venerdì 21 novembre è crollata una porzione di muro nel C astello di M ontecerboli, una
striscia di circa dieci metri al centro di un muro di circa cinquanta metri di lunghezza. La
frana, su cui l’amministrazione comunale è interv enuta tempestivamente insieme con i
VV.FF. e la protezione civ ile, ha costretto all’adozione di una misura cautelativa consistente in una ordinanza sindacale di sgombero del fabbricato soprastante al muro dove alloggiano cinque nuclei familiari. L’ordinanza è stata accompagnata dalla ricerca di soluzioni
abitativ e per le dodici persone interessate. Intanto sono state realizzate, tramite la ditta
specializzata GEOALPI, operazioni di disgaggio sulla roccia sottostante all’edificio per v alutarne la compattezza e i primi lav ori di messa in sicurezza. Sono state eliminate le parti
pericolanti del muro ed è stata installata una rete parasassi al piede del pendio. P oiché
dai sopralluoghi sulla base rocciosa sottostante il palazzo è emersa una situazione di
sostanziale non alterazione della roccia sono stati accelerati i tempi per il rientro nelle
proprie abitazioni dei nuclei familiari fatti sgomberare. Rimangono inagibili tutto il camminamento davanti all’edificio ed i locali a cui si accede solo dal camminamento. A seguito
di incontri con Regione Toscana e P rov incia di P isa, che hanno assicurato al momento
una compartecipazione finanziaria di circa 250 mila euro, sono in corso le fasi di elaborazione del progetto, che sarà realizzato a lotti, da parte dell’Ing. Roberto Mancini e della
G eologa F rancesca F ranchi. La cifra occorrente per il completamento dell’opera si aggira
intorno al milione di euro.
BO LL ET TI N O A C U RA DE LL ’A M M I NI S TR AZ I ON E C OM U NA LE
dicembre 2008
NUMERO 15
… eventi culturali ...
9
GLI ACQUERELLI di
GABRIELLA BALESTRI PORZIO
nella sala dell’ex pretura
dal 20 al 28 DICEMBRE
G abriella Balestri P orzio, nata a P isa,
dipinge usando la tecnica dell’acquerello. S a raccontare le sue emozioni
con misura, sa scorgere v ersanti particolari e indiv iduare valori all’interno
di un ambiente che mescola natura e
strutture tecnologiche. S a trasmettere forti sensazioni come i profumi, i
riflessi, i riverberi della luce trasferendo gli oggetti in un mondo idealizzato ricco di simboli e richiami culturali. La M ostra, esposta nella sala
al piano terra di P alazzo P retorio dal 20 al 28 dicembre, è stata allestita dall’autrice in collaborazione con assessorato alla cultura del C omune e con l’associazione turistica pro P omarance. Q uesta M ostra racconta il percorso di un v iaggio nella natura boracifera, tra centrali,
vapordotti, v egetazione, vapore, arbusti strade bianche, centri storici.
U n percorso iniziato con la realizzazione di quattordici lav ori, ospitati
nel calendario 2008, dell’impresa S.G .M ., attualmente ospitati, in parte, anche in questa M ostra. M a nella sala della ex P retura sono esposte anche nuove opere, alcune delle quali si collocano in continuità
con le precedenti, mentre altre aprono a nuove tematiche ed a nuov i
spazi interpretativ i. G abriella Balestri P orzio riprende anche in questi
nuov i lavori il tema a lei caro della relazione tra geotermia e ambiente, dedicandogli cinque quadri che rilanciano il fascino per i v apordotti
e l’idea della geotermia come fonte energetica che richiama il pianeta
v ivente. L’esistenza di un profondo legame dell’artista con la natura
di questo territorio si manifesta anche in tutti gli altri quadri che hanno come soggetti la zucca ed i suoi tralci, i rov i, le canne, le mele e le
susine selv atiche. U na natura che avvolge e circonda le torri refrigeranti e le centrali.
Dinosauro nella Valle del diavol o
Numeri utili
COMUNE - 0588 62311(centralino)
POLIZIA MUNICIPALE - 0588 62314
CARABINIERI - 0588 65027
VIGILI DEL FUOCO - 115
GUARDIA FORESTALE - 0588 65555
POLIZIA DI ST ATO - 0588 9201
PRONTO INTERVENTO ASA 335 7665425
MISERICORDIA Serrazzano - 0588 60105
Mutuo Socc orso Montec erboli - 0588 67672
PUB. ASSIST ENZA Larderello - 0588 67099
PUB. ASSIST ENZA S.Dalmazio - 0588 66095
MISERICORDIA Pomaranc e - 0588 65085
OSPEDALE - 0588 91911(centralino) -CUP - 0588 91900
Ufficio POST ALE Pomar ance - 0588 65198
GUARDIA MEDICA - 0588 62402
AMBULATORIO Pomarance - 0588 62453
ACI - 0588 64168
INFORMAGIOVANI - UFFICIO TURISTICO 0588 62315
SPORTELLO IMMIGRATI - 0588 63146
PISCINA LARDERELLO - 0588 042532
BIBLIOTECA 0588 62323
Montecerboli: l’ingresso nella Val le del diav olo
GES (Geo Energy Ser vice) - 0588 086120
GES reperibile 334 6713731
Enel Rete GAS 800903974 p.i.- 800900860 clienti
ASA p.i. 800139139 - 800010303 clienti
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
10
dicembre 2008
NUMERO 15
… raccolta differenziata ...
Raccolta differenziata: a Pomarance il
servizio PORTA-A-PORTA
L’amministrazione comunale sv olge
attualmente il serv izio di raccolta differenziata con le campane ed i contenitori
come da tabella a fianco riportata. Dal
2009, allo scopo di intensificare la raccolta differenziata dei rifiuti, ne ha prev ista
la riorganizzazione ricorrendo al cosiddetto ser vizio “porta-a-por ta”.
S i tratterà di eseguire la separazione dei
rifiuti prodotti da ogni famiglia del nostro
Comune direttamente in casa, attraverso
quindi il conferimento differenziato dei
rifiuti all’origine e div iso per tipologia, in
appositi sacchetti di colore diverso che
verranno poi ritirati da personale comunale.
P er incentivare la diffusione di questo
nuov o metodo di selezione del rifiuto,
l’amministrazione ha parallelamente anche prev isto di incrementare la diffusione
del biocomposter, visto anche il positiv o
riscontro ottenuto l’anno scorso quando
a fronte dei 40 contenitori da distribuire
furono raccolte molte più richieste da
parte dei cittadini interessati. A ttualmente i contenitori in uso sono circa 250 ed
altri cento sono stati ordinati. P roprio per
incentivare l’utilizzo del biocomposter,
l’amministrazione ha pensato di premiare
ogni famiglia che ne farà uso riconoscendole un abbattimento della TARSU di una
congrua somma. S arà possibile così separare la carta, il multimateriale, la frazione organica e l’indifferenziata.
Il comune provvederà, secondo un calendario che v errà stabilito e comunicato
alla cittadinanza, al ritiro dei sacchetti
direttamente presso il domicilio di ogni
cittadino. P revediamo che questo serv izio contribuirà ad incrementare notev olmente la percentuale di raccolta differenziata che attualmente si aggira intorno al
30%, percentuale che è andata man
mano crescendo se si considera che nel
2004 si attestava al 21% .
Ovviamente perché questa nuova forma
di serv izio possa dare i frutti sperati, è
necessario lav orare affinché si formi in
ogni cittadino una coscienza ed una cultura ambientale tale da supportare la
scelta che l’amministrazione ha intenzione di realizzare ma che, senza la collaborazione della cittadinanza, non darebbe i
CARTA E CARTONE
SI Giornali, riv iste, sacchetti di carta, opuscoli, depliant,
libri, quaderni, scatole per alimenti, cartone e cartoncino,
f ogli, tabulati, piccoli imballaggi di cartone...etc
NO Tov agliolini usati, carta oleata o plastificata (per esempio quella degli insaccati), cartoni da pizza usati.
MULTIMATERIALE
SI Bottiglie v etro e plastica, f laconi, vaschette, lattine,
bombolette spray, tubetti o altri contenitori ed oggetti di
alluminio, barattoli metallici (come quelli per i pelati),
scatolette, altri contenitori in v etro.
NO Piatti, oggetti di ceramica o terracotta, specchi.
UMIDO
L’Amministrazione Comunale concederà in uso gratuito,
su richiesta, BIOCOMPOSTER, per la raccolta dei
rif iuti organici prodotti direttamente nelle abitazioni .
INGOMBRANTI
Serv izio GRATUITO di ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti in metallo e legno, scarti di potature, apparecchiature elettriche ed elettroniche f uori uso. Non esistono
punti di raccolta
Prenotazione al n. v erde
800424904
RIFIUTI NON DIFFERENZIATI
SI Sacchetti ben chiusi contenenti rifiuti domestici
non pericolosi.
NO Rif iuti pericolosi, pneumatici usati, rif iuti da demolizioni.
PILE E FARMACI SCADUTI
Le pile esauste v anno conferite negli appositi contenitori.
I medicinali scaduti vanno conf eriti negli appositi contenitori che di solito si trov ano o nelle f armacie o ei distretti
sociosanitari ASL.
risultati sperati. P er questo il comune
sv olgerà una campagna di informazione
adeguata che partirà coinv olgendo i ragazzi delle scuole elementari per poi
approdare agli adulti. P er realizzare questo obiettivo sarà necessario avvalersi
anche della collaborazione del mondo
dell’associazionismo che si è sempre
mostrato molto sensibile ai temi in questione.
Operativamente parlando, il progetto
sarà attuato a partire dal capoluogo per
poi essere esteso agli altri paesi. P oiché
saranno necessari inv estimenti ingenti ed
una capillare e globale rimodulazione del
serv izio di raccolta dei rifiuti, sarà necessaria la collaborazione della cittadinanza
anche per correggere le modalità operative qualora ne v enisse ravvisata la necessità.
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
dicembre 2008
NUMERO 15
… raccolta differenziata ...
11
L’ASSOCIAZIONE MONDO MIGLIORE SI INCONTRA CON I CITTADINI
E CON IL COMUNE SUL TEMA:
“RIFIUTI: RACCOLTA PORTA-A-PORTA
a POMARANCE, REALTA’ E PROSPETTIVE”
S abato 15 novembre l’associazione
“Mondo M igliore”, che si è occupata di
commercio equo e solidale, ha promosso, con il patrocinio del comune di P omarance, un incontro presso la sala della
ex-pretura in piazza Cavour sul tema
“Rifiuti: raccolta porta a porta a P omarance, realtà e prospettive”.
H a introdotto l’incontro Rosa Buonocore
per l’A ss. M ondo M igliore, spiegando
come l’annuncio del Comune della raccolta porta a porta in alcune frazioni
abbia suscitato molto interesse nei cittadini che v orrebbero av ere la possibilità di
fare di più per una migliore gestione dei
rifiuti; quindi l’associazione si è attiv ata
per instaurare un dialogo con l’amministrazione per capire la situazione e le
difficoltà attuali e attivare un percorso di
conoscenza per superarle.
Valerio Tassinari, a nome del neonato
Comitato Rifiuti Zero di P omarance, ha
esposto i principi base del movimento
internazionale “Rifiuti Zero (Zero Waste)”
che si propone di risolvere il problema
dei rifiuti coinv olgendo la comunità e le
istituzioni in uno sforzo per Riusare, Ridurre e Riciclare.
P er illustrare un esempio concreto di
come la strategia Rifiuti Zero possa essere applicata concretamente, A lessandro
Bianchi dell’ azienda ASCIT, che gestisce
la raccolta dei rifiuti a Capannori (LU ), ha
esposto ai cittadini di P omarance come il
Comune di Capannori sia riuscito ad essere il primo comune della Toscana in
percentuale di raccolta differenziata,
raggiungendo, nelle aree dove è attiv o il
sistema di raccolta porta a porta l’ 82%.
P er fare il punto sulla situazione di P omarance è intervenuto il vicesindaco con
delega per l’ambiente P aolo G ranucci. Il
v icesindaco ha parlato dell’impegno del
comune per l’ambiente, riconosciuto con
il premio toscana ecoefficiente per il sistema di teleriscaldamento. P er la gestione dei rifiuti era stato iniziato un progetto per la raccolta porta a porta che però
è stato rinv iato al 2009 per mancanza
dei fondi necessari. C omunque grazie
anche ad un finanziamento da parte dell’AATO Rifiuti, verrà iniziata una campagna di informazione e distribuzione di
Avvio del PORTA-A-PORTA
a partire dal 2009
Il 2009 sarà l’anno delle raccolte differenziate “porta a porta”. L’amministrazione comunale ha elaborato un progetto
con la cooperativ a “Il sole” che consente di ipotizzare il seguente cronoprogramma per l’av v io del serv izio dei raccolta
“porta a porta” a partire dal capoluogo per estendersi gradualmente negli altri paesi del comune. L’inv estimento
complessiv o da spalmare su almeno due esercizi finanziari
è di 340 mila euro circa.
MA RZO - A PRILE 2009: avv io della campagna informativ a v erso i cittadini e nelle scuole del capoluogo
MA GGIO – GIUGNO 2009: inizio del serv izio di raccolta
“porta a porta” nel capoluogo
SETTEMBRE 2009: avv io della campagna informativ a v erso i cittadini e le scuole dei paesi di Montecerboli e Serrazzano
OTTOBRE 2009: inizio del serv izio di raccolta “porta a
porta” nei paesi di Montecerboli e Serrazzano
NOVEMBRE – DICEMBRE 2009: avv io della campagna
informativ a v erso i cittadini e progressiv o inizio del serv izio
di raccolta “porta a porta” nei rimanenti paesi.
contenitori domestici per agevolare la
raccolta differenziata.
Il comune raggiunge quest’anno il 30%
di raccolta differenziata, rimanendo però
al di sotto della soglia per ev itare l’ecotassa che v iene irrogata ai comuni che
non rispettano i livelli stabiliti di raccolta
differenziata. P aolo G ranucci ha v oluto
ringraziare l’A ssociazione M ondo M igliore
per l’organizzazione dell’incontro, apprezzando le relazioni sulla prospettiva di
Rifiuti Zero. A conclusione è interv enuto
il S indaco Maurizio M aggi che ha offerto
la sua disponibilità a continuare il dialogo
ed ha affermato che l’amministrazione
v uole continuare sulla strada per migliorare il serv izio introducendo la raccolta
porta a porta, spiegando come lo stop al
progetto avviato sia dovuto a problemi di
bilancio che hanno costretto ad un rinv io
al 2009 e ad una rimodulazione del progetto, partendo dal capoluogo.
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
12
E ’ stata pubblicata una nuova
raccolta di poesie con il contributo del Comune da parte del
concittadino E nrico P artigiani.
N ell’arco di circa sei anni E nrico ha completato un suo personale itinerario poetico articolandolo in tre raccolte, che
vanno da “Un mondo piccolo piccolo” (2003) a “La casa di terra” (2006) fino a
quest’ultimo volume, dal titolo
“P ercorsi di luce”, uscito
alcune settimane fa e presentato nel Teatro dei Coraggiosi
alla presenza di Romano Battaglia giornalista, poeta, scrittore e conduttore del Caffè
Incontro “La versiliana”.
E nrico ha reagito con straordinario coraggio alle avversità
della v ita per tenere accesa la
luce della speranza, della
gioia, dell’apertura solidale al
mondo, della fiducia nell’amore. Valori questi che rappresentano il motivo conduttore
delle sue riflessioni e dei suoi
pensieri a partire dal v olume
“Un mondo piccolo piccolo”, dedicato ai diversamente
abili, con le sue liriche dense
di palpitanti ed umane sensazioni, fino a “La casa di ter ra”, la casa-nido dove visse
fino all’età di oltre venti anni,
la cui immagine crea un ponte
fra presente e passato e costituisce un inv ito alla fede ed
un’esortazione ad intraprende
un nuov o v iaggio di speranza.
Questo viaggio acquista il
valore di scoperta di sé, del
proprio passato e della propria
memoria, di nostalgia dell’infanzia e di ritorno alle origini.
S i giunge quindi al v olume
“Per cor si di luce” con cui
l’autore ha inteso completare
il suo v iaggio, il suo percorso
di costante ricerca della luce,
sempre desiderata per illuminare e guidare il suo cammino.
In “Ali di vento” la voglia di
apprezzare la bellezza dell’universo si manifesta in un v olo
dicembre 2008
NUMERO 15
… libri, libri, libri ...
“Percorsi di luce”
di Enrico Partigiani
Presentazione del volume con Romano Battaglia,
conduttore del Caffè Incontro “La Versiliana”
di piumaggio nuov o” adatte a
“fendere cieli/ per esprimere/
il mio essere segreto,/ per
consegnare sereno,/ uno spirito nuovo, / all’univ erso infinito”). S i conclude così un itinerario v erso la luce e verso
l’infinito in cui un v olo spiccato
con le ali della fantasia dà
all’autore l’illusione di potersi
finalmente liberare dalla materia corporea spingendosi in
serenità sconosciute.
E nrico non scriv e per mestiere, ma per un bisogno nascosto nell’anima di comunicare i
propri sentimenti; la sua poesia nasce quindi dal cuore: il
poeta v uole incontrare sé
stesso, parlare del suo percorso verso la luce, descriv ere un
mondo di straordinaria bellezza che avev amo dimenticato.
Il suo linguaggio, come quello
delle precedenti raccolte, è di
grande semplicità ed efficacia.
I versi sono molto brevi e la
metrica è del tutto trascurata,
così l’autore può cantare in
tutta libertà la propria canzone. C on l’occasione ringraziamo, a nome del Comune di
P omarance, l’autore e tutti
coloro che a v ario titolo hanno
collaborato alla realizzazione
dell’opera.
CHIMERE ANTICHE
A se, … mi attir ò, …
la voce for te
di chimere antiche
emer se come per magia,
dalle acque limpide
della Fonte di Canner i.
Fece r inver dire
immagini dolci, …
nascoste nel fondo
dell’animo umano
mi spinse ad osare,
con ali fragili
di piumaggio nuovo.
Per fender e cieli,
esprimere
il mio essere segreto,
consegnare
uno spirito nuovo,
all’univer so infinito
“trasportato/ come piuma
leggera,/ v erso un tramonto/
di luce”. E , in “C himer e antiche” in un volo “con ali fragili
Enrico Partigi ani commenta i l proprio l avoro
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
dicembre 2008
NUMERO 15
… in primo piano ...
L’amministrazione sta avviando le procedure per l’installazione, sul tetto della
palestra di P omarance e su quello della
S cuola M aterna di M ontecerboli, di pannelli fotov oltaici per un investimento
totale che sfiora il mezzo milione di euro.
I due impianti saranno in grado di produrre rispettivamente 49,5 e 17 kilowatt
di energia. L’energia così prodotta sarà
usata all’interno degli edifici, in parte,
per il riscaldamento dell’acqua e per l’illuminazione e, in parte, per la v endita al
gestore della rete. I lav ori per l’impianto
della palestra partiranno all’inizio del
2009. La spesa iniziale sfiorerà i 380 mila
euro, con un contributo ministeriale pari
a 50 mila euro già assegnato su un Bando Nazionale che v alorizza il nostro progetto. N el costo è compresa anche la
bonifica del v ecchio tetto in eternit e
l’eliminazione totale dei materiali contenenti amianto. L’impianto fotov oltaico
sul tetto della S cuola Materna di Montecerboli è stimato in 154 mila euro. I
vantaggi del fotovoltaico sono ambientali
ma anche economici, infatti nei primi
sette anni di attiv ità degli impianti gli
introiti dalla vendita dell’energia elettrica
faranno recuperare al comune l’intera
spesa sostenuta per la loro installazione
e, da quel momento, rappresenteranno
un’entrata per l’amministrazione comunale. La v ita di un impianto fotov oltaico
v iene calcolata in un minimo di anni venticinque. P RESENTATI P ROGETTI NE LL’AMBITO DE L P IANO P ROVINCIA LE DE LLO SPORT. L’amministrazione ha presentato tre progetti con richiesta di cofinanziamento sul piano provinciale dello
sport. U no di questi riguarda la r ealizzazione di un impianto di illuminazione nottur na per lo Stadio Comunale di Pomarance. Consiste nell’installazione di torri faro di 30 metri di
altezza con proiettori per l’illuminazione
del campo da 2000 W. N el complesso il
progetto comporta una spesa, compresa
13
“FOTOVOLTAICO” e
progetti sul
PIANO dello SPORT
la somma a disposizione del comune, di
265 mila euro. U n altro progetto riguarda la realizzazione di un impianto
di illuminazione nottur na e l’installazione di una tribuna prefabbr icata coper ta presso il campo sportivo di Serrazzano. C onsiste nell’installazione di torri faro di altezze 16 e 20
metri con proiettori da 2000 W e nella
sistemazione di una tribuna coperta
prefabbricata in acciaio zincato. N el
complesso gli interv enti necessari comportano una spesa di euro 155 mila
comprese le somme a disposizione del
comune.U n ulteriore progetto consiste
nella costr uzione di opere di completamento e manutenzione straor dinar ia dello Stadio Comunale di
Pomar ance e nella coper tura delle
tribune. Il progetto prev ede demolizione e rifacimento della pista principale,
piste per il salto in alto e salto in lungo;
nella demolizione e rifacimento dei pav imenti e riv estimenti interni; nell’acquisto di nuov i arredi per gli spogliatoi;
nella sostituzione degli infissi in legno
con nuov i in alluminio; nella demolizione e posa in opera di nuov i sanitari;
nella demolizione e rifacimento delle
pav imentazioni esterne; nel rifacimento
dell’impianto termico; in opere varie per
l’abbattimento delle barriere architettoniche; nella sistemazione delle gradinate; nell’acquisto e posa in opera di poltroncine per le tribune; nella sistemazione della copertura dei serv izi igienici
e del bar; nella costruzioni di serv izi
igienici per disabili. Q uest’ultimo intervento ammonta ad euro 100 mila. P er
tutti i progetti è stata inoltrata domanda di finanziamento alla P rov incia di
P isa per l’impiantistica sportiva per il
60% dell’ importo complesso mentre la
restante parte per 40 mila euro sarà a
carico dell’amministrazione.
COMUNE NOTIZIE
Bollettino del Comune di Pomarance
Elabor azione Grafic a: A. Macchioni
URP - Ufficio Relazioni al Pubblico
t el. 0588/62306 Fax 0588/65470
Comune di Pomara nce
P. zza S. Anna,1-56045 Pomarance
A CURA DELL ’ AMM .N E COM UNALE
www.comunepomarance.it
e-mail: [email protected] ne.pomara nce.pi.it
Comune di
Pomarance
Provincia di Pisa
Coloro che,
pur non essendo
residenti a
Pomarance, volessero ricevere
“COMUNE NOTIZIE” ,
possono farne richiesta a:
Ufficio Relazioni con il Pubblico
TEL 0588 62306
sostenendo solo le spese postali.
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
14
dicembre 2008
NUMERO 15
… in primo piano ...
CRESCE IL NOSTRO
OSPEDALE
PIÚ INTEGRAZIONE nei SERVIZI
RIABILITATIVI e DOMICILIARI
SUL TERRITORIO
La riorganizzazione sanitaria
dell’A lta Val di Cecina, grazie a
investimenti regionali e aziendali, può vantare alcuni primati che v anno dall’incremento
delle attiv ità ospedaliere alla
creazione di poli di eccellenza
in campo riabilitativ o come
l’A uxilium V itae, per arriv are
alla sperimentazione del punto
nascita come centro di riferimento per il parto fisiologico.
L’ospedale ha registrato un
notev ole incremento della
qualità e della produttiv ità; in
particolare la chirurgia e l’ortopedia serv ono non solo la
città di V olterra, ma un bacino
di utenza molto più vasto, sia
perché la qualità degli interventi è alta sia perché è gradita la programmazione delle
ammissioni e delle dimissioni.
Confrontando i dati relativ i al
primo semestre 2007 con i
dati relativ i allo stesso periodo
2008, si registra un aumento
di 100 interventi chirurgici e
più di 350 ore di utilizzo delle
sale operatorie; l’incremento
non riguarda solo i numeri ma
anche la complessità degli
interventi.
Altrettanto importante è l’attiv ità di radiodiagnostica, per la
quale si può parlare di un vero
e proprio “boom”. Infatti, grazie alle nuove apparecchiature
(Risonanza M agnetica N ucleare e MOC ) donate dalla F ondazione C assa d risparmio di
Volterra e il rinnov o da parte
della A z. US L 5 della TAC a 64
slide, le prestazioni sono ulteriormente aumentate: si prevede di concludere il 2008 con
oltre 60 mila prestazioni, tra
cui 6.500 RMN e 4.000 TAC,
su un bacino di attrazione che
si sta allargando sempre più.
L’apertura del punto nascita
sta facendo di Volterra un
centro di riferimento regionale
per il parto fisiologico.
A questo si aggiunge la qualificazione dell’oncologia medica
sia dal punto di v ista strutturale che professionale, che
garantisce ai cittadini un serv izio che permette loro di non
affrontare disagevoli v iaggi
per curare malattie caratterizzate da una forte connotazione psicologica, come quelle
oncologiche.
L’ospedale di V olterra si pone
quindi come presidio pienamente integrato nell’area Vasta nord-ovest, in grado di
dare un’importante risposta
all’abbattimento delle liste di
attesa sia per gli interv enti
chirurgici che per la diagnostica; questo si traduce i n assistenza qualificata per gli abitanti della zona, ma anche
per un bacino di utenza regionale ed extraregionale
Il C entro di Riabilitazione A uxilium V itae si è andato affermando nel corso degli anni e
sta diventando sempre più
centro di riferimento nel settore della cardiologia, della
neurologia e della pneumologia, e sta ottenendo l’apprezzamento non solo dei cittadini
ma anche degli operatori sanitari. Il bilancio dell’A uxilium
Vitae nel 2001 si attestava
intorno ai 3,5 milioni di E uro,
nel 2006 è stato di circa 8,5
milioni di euro e oggi, con
l’apertura del “centro di sv ezzamento pneumologico” è di
circa 11 milioni. Con l’esperimento di V olterra si è creata,
per la prima volta in Toscana,
una struttura organizzativ a
pensata come laboratorio sperimentale in grado di produrre
conoscenza, metodo e strumenti di intervento scientificamente validati nel settore
della riabilitazione.
D a ciò consegue un notev ole
miglioramento del bilancio
occupazionale. Infatti nel 2001 nella sanità di V olterra erano impegnate complessiv amente 480 persone, adesso
sono oltre 600. Questo fa sì
che il settore sanitario sia la
prima impresa in termini di
occupazione della zona alta
Val di Cecina.
Assistenza agli anziani
S i è sv olta l’11 ottobre scorso l ’ 8^ Conferenza dei S erv izi dell’Azienda S anitaria US L 5. E ’ stata l’occasione per fare il punto
sull’efficienza dei serv izi socio-sanitari in Alta Val di Cecina. P er
quanto riguarda l’assistenza agli anziani siamo nella fase pilota
di avvio del progetto “assistenza continuativa alla persona non
autosufficiente”. La nostra zona è caratterizzata da una progressiva elev ata incidenza di popolazione anziana e specialmente
non autosufficiente. L’obiettiv o è quindi di fornire assistenza alle
persone non autosufficienti priv ilegiando la loro permanenza nel
contesto familiare. Questo può avvenire attraverso il potenziamento dei ricoveri temporanei nei centri diurni, offrendo una
risposta più adeguata ai bisogni dei familiari (risorse attribuite
27.800 euro). P uò avvenire attraverso il potenziamento dell’assistenza domiciliare integrata diretta alla persona con un aumento dell’interv ento domiciliare di quasi mille ore sia (risorse attribuite 40.700 euro). P uò avvenire con il sostegno all’emersione e
regolarizzazione del lav oro di cura degli assistenti familiari
(risorse attribuite 68.000). E ’ prev isto un intervento formativ o
brev e e mirato alle assistenti familiari occupate ed inoccupate
per arriv are alla formazione di un elenco di assistenti formate e
regolarizzate. E ’ prev ista la sorveglianza attiva agli anziani fragili
soli ultrasettantacinquenni ed i trasporti per le categorie deboli.
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
dicembre 2008
NUMERO 15
… ...
15
LA STAGIONE TEATRALE
DI POMARANCE
Il primo appuntamento è stato con la
Naturalis Labor e il suo “Alma Tango”,
intrigante viaggio nelle atmosfere sensuali delle milonghe argentine.
Da gennaio, quattro i titoli che si avvicenderanno, tutti all’insegna delle grandi
interpreti e dei grandi personaggi f emminili: Monica Guerritore con la sua perf ormance-ev ento “Dall’Inf erno all’Infinito”,
Anna Meacci nel suo monologo cult
“Romanina”, Pamela Villoresi nei panni
di “Marlene”, straordinario viaggio dietro
le quinte della v ita di Marlene Dietrich, e
in chiusura il capolav oro brechtiano
“Santa Giov anna dei Macelli” proposto
da Belle Bandiere, uno dei gruppi contemporanei più originali.
Ancora una volta un ventaglio di spettacoli di qualità che spaziano f ra i generi,
guardano ai div ersi gusti del pubblico e
ospitano nomi di primo piano del teatro
italiano, caratterizza la Stagione teatrale
del Comune di Pomarance, realizzata
insieme con la Fondazione Toscana
Spettacolo, grazie alla quale Pomarance
è entrato a f ar parte della rete teatrale
regionale “Teatri di Toscana”, e con l’ormai pluridecennale collaborazione della
Fondazione Teatro di Pisa, di cui il no-
stro comune è socio.
Sabato 6 dicembre al Teatro Florentia di
Larderello
“Alma de Tango” della compagnia
Naturalis Labor diretta dal regista e coreograf o Luciano Padov ani è stato uno
spettacolo di musica e tango allo stato
puro, che ha portato lo spettatore a immergersi nelle atmosf ere sensuali delle
milonghe di Baires, negli ambienti f umosi del tango, lungo le strade dei barrios
argentini.
Se l’apertura è quindi stata all’insegna
del teatro-danza, i quattro appuntamenti
successivi guardano alle donne, sia dal
punto di vista delle interpreti che dal
punto di vista dei personaggi.
Indubbiamente una grande interprete è
Monica Guerritore, in scena sabato 10
gennaio al Teatro dei Coraggiosi di Pomarance con la performance-ev ento
“Dall’Inferno all’Infinito”,
un v iaggio di grande potenza espressiva
dai v ersi di Dante alle pagine di Hillmann
e Citati, dalle parole di Wagner alle Tentazioni della Valduga, e ancora Pasolini,
Pav ese, la Morante, Eco, Galimberti …
Parole, testi, versi altissimi sradicati dalla
loro collocazione conosciuta per restituire loro un senso originario e potente.
E ancora, una grande interprete è Anna
Meacci, a Pomarance, Teatro dei Coraggiosi, 13 f ebbraio, con il suo spettacolo cult
“Romanina”, con cui dà corpo all’autobiograf ia di Romina Cecconi, tra i primi
uomini in Italia a cambiare sesso. Con
piglio deciso e humour, con ironia e
umana pietas, Anna Meacci ne ripercorre la v ita e insieme ci ripropone un pezzo di storia del Belpaese e delle sue
numerose contraddizioni.
Terza grande interprete è Pamela Villo-
resi, che torna a Pomarance, Teatro dei
Coraggiosi, 20 marzo, questa volta nei
panni della div ina
“Marlene”, Marlene Dietrich è inf atti la
protagonista di questa pièce scritta da
Giuseppe Manf ridi per la regia di Maurizio Panici. Un v iaggio intenso ed emozionante, scandito in tre capitoli, per ripercorrere il “dietro le quinte” della sua
vita, restituendoci la misura di un’avventura umana davvero sensazionale. Nel
cast Orso Maria Guerrini.
Inf ine, una delle grandi antieroine del
teatro del ‘900, la Giov anna Dark di
“Santa Giovanna dei Macelli”, capolav oro brechtiano di intramontabile attualità, proposto nella traduzione di Franco
Fortini, Larderello, Teatro Florentia, 5
aprile. In bilico fra tragedia, commedia,
sacra rappresentazione, cabaret e operetta, Brecht intreccia qui la vicenda di
Pierpont Mauler, ricco proprietario di
f abbriche per l'inscatolamento della carne sostenuto dai f inanzieri di Wall Street,
e quella di Giov anna Dark, una sorta di
Giov anna D'Arco che crede di poter risolv ere i problemi della coesistenza tra ricchi e poveri e delle migliaia di lav oratori
in sciopero per il lav oro e contro lo sf ruttamento. I temi sono quelli del capitalismo senza scrupoli che schiaccia i piccoli, della lotta di classe, dei meccanismi
perv ersi dell'economia. A riproporlo oggi
in una rilettura lirica e onirica è il gruppo
“Belle Bandiere”, una delle realtà più
originali della scena teatrale degli ultimi
anni. La regia è di Elena Bucci, che è
anche l’interprete principale.
Info:
• Ufficio relazioni con il Pubblico
tel. 0588 62306
• Larderello Mare tel. 0588 67510
• Teatro dei Coraggiosi 0588 64572
B OL L E T T INO A CU R A DE L L ’ AM M I NIST R AZI ONE COM U NAL E
16
dal 7 al 14
POMARANCE
“ARTISTA
ARTISTA della PO RTA ACCANTO ”
M ostra - Sala ex P retura-P iazza Cavour
Domenica 7
MO NTECERBOLI
Teatro Aurora ore 15.30
“M ERCATINO DI NATALE” M usica e doni
per i bambini da Babbo Natale
Lunedì 8
SERRAZZANO
In Castello ore15.30 L’ALBERO di NATALE
bambini in festa sotto l’albero
Sabato 13
POMARANCE
Teatro dei C oraggiosi ore 21.15
CO NCERTO VOCALE
Domenica 14
POMARANCE
P er le v ie del P aese dalle 10 alle 20
M ERCATINO DI NATALE
bancarelle di prodotti tipici,
dei negozianti, di artigianato locale
in compagnia dei rioni - Artisti di Strada
intr atterr anno grandi e piccini
Giovedì 18
MO NTECERBOLI
Teatro Aurora ore 16.00
CO NCERTO DI NATALE
con la CORA LE DI VALLE
Sabato 20
POMARANCE
Chiesa Parrocchiale ore 21.15
CO NCERTO DI NATALE
con la CO RALE DI VALLE
LARDERELLO
Teatro Florentia ore 21.15
SA GGIO DI NATALE
del C entro D iffusione D anza
Domenica 21
MO NTECERBOLI
Tatro Aurora ore 21.00
CO NCERTO DI NATALE
con la F ilarmonica G .P uccini
SERRAZZANO
ore 15.30 Centro S torico
ASPETTANDO BABBO NATALE
G ara di dolci natalizi, migliacci e vin brulè
LUSTIGNANO
Chiesa Parrocchiale ore 21.00
CO NCERTO DI NATALE
con la CORA LE DI VALLE
Mar tedì 23
SA N DALMAZIO
P iazza del Borgo dalle 17.00
ASPETTANDO BABBO NATALE
in piazza con i bambini caldarroste per tutti
dicembre 2008
NUMERO 15
… eventi ...
giugno
Mer coledì 24
POMARANCE
P .zza S .Anna e P .zza D e Larderel ore 16.00
BABBO NATALE in P iazza - p
pomeriggio
dedicato ai bambini
Uscita Natalizia della Filar monica
G.P uccini
Mer coledì 24
LUSTIGNANO
ore 16.00 BABBO NATALE
in P iazza con i più piccini
LARDERELLO
ore 17.00 VIGILIA DI NATALE in piazza
ore 21.00 tombolata
dal 24 dicembre al 6 gennaio
MO NTEGEMOLI
ESPO SIZIO NE DI PRESEPI
in paese e sulla strada di M ontegemoli Canova-C erreto-S erra
venerdì 26
MO NTEGEMOLI
Centro S torico dalle ore 16.00
tutti in festa intorno a PAPA’ NATALENATALE
animazione
sabato 27
MO NTEGEMOLI
PASSEGGIATA ITINERA NTE dei PRESEPI
dalle 9.30 alle 17.00 - info 0588 61091
MO NTEGEMOLI
Chiesa S .Bartolomeo ore 21.00
Concerto del CORETTO dei PINGUINI
di V olterr a
Domenica 28
POMARANCE
Teatro dei C oraggiosi ore 17.00
CO NCERTO DI FINE ANNO della F ilarmonica G.P uccini
Mer coledì 31
POMARANCE
S pazio S av ioli ore 23.30
… 2008 addio ! in compagnia del
Rione G elso - M usica per tutte le età
con l’O rchestra di “Mauro Betti”
Giovedì 1
MO NTEGEMOLI
ore 15,30 “ INSIEM E per la PACE”
Animazione del G ruppo parrocchiale
con la presenza del Vescov o
Domenica 4
LARDERELLO
Chiesa S tabilimento ENE L ore 21.00
" CONC ERTO NATALIZIO "
della CORA LE di VA LLE
MO NTEGEMOLI
M USICA NEL BORGO ore 15,30
con la F ilarmonica G .P uccini
Mar tedì 6
MO NTEGEMOLI
Centro pol. Agresto ore 15,30
spettacolo di M agia con il
"MAGO
MAGO FLOMA N" (arrivo della BEFANA )
Scarica

NOTIZIARIO dicembre 08 72 dpi