InfoPoint
Trimestrale di informazione 01/2006
Opportunità
multiple
Multiple opportunities
IN QUESTO NUMERO
ON THIS ISSUE
Intervista a Maria Cristina Farioli
An interview with Maria Cristina Farioli
Speciale fiera
Venditalia + Oil & Non Oil 2006
Pensa se non ci avessi provato!
Exhibit special
Venditalia + Oil & Non Oil 2006
Think… If I had not tried…
Di solito uso il “Lei” per gli ospiti di questa
rubrica, anche se noti e frequentati da tempo.
Ma questa volta...
Lettera di Marco Mion
Amministratore Unico MARK srl
Usually I call the guests of this column Sir and
Madam, even if I know them and they are familiar
to me. But this time…
A letter from Marco Mion, MARK srl Sole Director
Easy-Pay Systems
Chi è MARK?
Fondata nel 1993, MARK produce e commercializza
sistemi di pagamento elettronici, con una gamma di
prodotti caratterizzata dall’eccellente rapporto prezzo-qualità e dal continuo sviluppo di nuove soluzioni
che rispondono alle crescenti richieste del mercato.
È presente nei settori del vending, delle lavanderie selfservice, dell’autolavaggio, dei porti turistici e in altri settori dove l’automazione di impianti self-service è basilare e ricopre in tutti questi settori preminenti posizioni di
mercato.
Che cos’è InfoPoint?
Sin dal primo numero (gennaio del 2004) InfoPoint è
il principale strumento di comunicazione diretta con
tutti gli operatori dei mercati su cui opera MARK.
Il nome “InfoPoint” è stato scelto perchè vuol essere
un punto di riferimento e un “centro informazioni”
agile e utile a tutti i suoi lettori, che racconti con competenza e chiarezza di tutto ciò che riguarda la nostra
azienda e i suoi mercati.
Inviato gratuitamente ogni tre mesi, InfoPoint informa
sulle tendenze dei mercati, sulle problematiche tecniche e commerciali e sulle applicazioni dei nostri prodotti alle diverse tecnologie.
Who is MARK?
Founded In 1993, Mark produces and
merchandises electronic payment systems, with a product range with an excellent relationship of price to quality and
always developing new solutions to the increasing
needs of the market.
Mark is the leader in the vending sector, and also in the
self-service laundry, car-wash, tourist ports, and in other fields where automatic self-service is important.
What is Info Point?
Since the first issue (January 2004) Info Point is the
most important communication tool for all the operators of Mark systems.
The name “Info Point” was chosen because it wanted
to be a point of reference and an “information centre”
quick and handy for all its readers, telling all about
our company and its markets with competence and
clarity. Sent for free every 3 months, Info Point informs
about markets tendencies, technical and commercial
problems, and about our products applications to different technologies.
Le informazioni contenute
in questo documento possono
essere modificate senza preavviso.
MARK srl ha posto particolare
attenzione nella stesura di questo
documento, ma non è comunque
responsabile di eventuali errori
od omissioni.
Editore
MARK srl - Via Ritonda 78/L
37047 San Bonifacio (VR)
Direttore responsabile
Stefano Talamini
Registrazione al n.1576 RS Tribunale
di Verona il 23 dicembre 2003
Progetto grafico
www.lineadue.net
Stampa
Tipografia Boschetti - San Bonifacio
LA LETTERA
Metti una sera, dopo cena , sorseggiando un amato rum.
All’improvviso irrompe Valentino a ricordarmi che…
di Marco Mion
Amministratore Unico MARK srl
Pensa se non ci avessi provato!
La faccia sbarazzina ed intelligente di Valentino Rossi
“buca” il video e si distende in un sorriso sornione, mentre
mi guarda dal televisore di casa e dice: Pensa se non ci
avessi provato…
La frase mi arriva dritto al cuore mentre sorseggio un buon
rum e come d’incanto comincia a sfogliarsi il libro dei
ricordi. Pensa se non ci avessi provato…
… a cambiare stile, formato e veste grafica di Info Point,
rendendolo internazionale grazie ai testi bilingue, proprio a
ridosso di un appuntamento importante come Venditalia.
Il libro dei ricordi s’interrompe qui. È già ora di pensare a
domani. L’ultimo goccio di rum rimasto nel bicchiere ha il
sapore dolce del lavoro ben fatto. Pensa…
… a mettere in piedi l’avventura imprenditoriale di Mark,
senza capitali, tradizione famigliare o “protettori” di qualsivoglia tipo;
… a coinvolgere in quest’avventura
persone giovani e motivate, sforzandomi di metterle in condizione di dare
il meglio, per loro soddisfazione personale prima ancora che aziendale;
… a ricominciare da capo dopo ogni
sconfitta o delusione;
… ad inventarmi industriale in un mercato già presidiato da concorrenti capaci ed esperti;
… a trovare il coraggio di cambiare il
nome della mia azienda, nata come
“Vending Machines Verona”, proprio
quando cominciavo a raccogliere i frutti della buona immagine creata in anni
di duro lavoro;
…a sperimentare vie sempre nuove,
prodotti originali, soluzioni innovative,
rischiando ogni volta del mio e solo del
mio;
… a pubblicare il primo numero di Info
Point, che con le sue pagine sui prodotti MARK, le consulenze tecniche, le interviste a personaggi di estrazione diversa e anche… le ricette, è diventato
un punto di riferimento per i suoi lettori, proprio come avevo desiderato;
Think… If I had not tried…
Valentino Rossi’s perky and funny face has a natural presence on the video
and looks relaxed with a knowing smile. He looks at me from the TV and says
“Think… If I had not tried…” These words go straight to my heart while I am
sipping a good rum and I start to turn the pages of my book of memoirs as if
by magic. Think… if I had not tried…
…to start the entrepreneurial adventure of Mark, with no capital, no family
tradition nor “protectors” of any kind;
…to involve in this adventure young and motivated people, trying to put
them in the position of giving the best, for their personal satisfaction more
than for the company…
… to start over again after every defeat or deception;
…to become an industrialist in a market already guarded by able and expert rivals.
…to be brave enough to change the company name, born as “Vending Machines Verona”, right when I started to make some profit from the good image
created by many years of hard work.
… to experiment with new ways, original products, innovative solutions, always with risk to only me;
…to release the first issue of Info Point, which has become a point of reference for its readers as I had always wished, thanks to its pages on Mark products, technical consultations, interviews with personalities from different
fields and even… the recipes;
…to change style, size and layout of Info Point, making it international thanks
to the bilingual texts, so close to an important event such as Venditalia;
My book of memoirs stops here. It’s already time to think about tomorrow. The
last sip of rum in the glass has the sweet taste of a job well done. Think…
Marco Mion - Sole Administrator MARK srl
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
3
L’ I N TERVISTA
Intervista a Maria Cristina Farioli, direttore marketing di IBM Italia, parlando di strategie,
tattiche e nuove semantiche del marketing.
di Stefano Talamini
Marketing? Ragione e istinto.
Di solito uso il “Lei” per gli ospiti di questa rubrica, anche
se noti e frequentati da tempo. Ma questa volta non posso, mi suona troppo innaturale. Perché qualche tempo fa
Maria Cristina Farioli, oggi Direttore Marketing di IBM Italia,
frequentava l’Università Cattolica, facoltà di Scienze Politiche: insomma, era una mia compagna di studi, seguivamo
le stesse lezioni
(persino un allucinante seminario con ben tre
iscritti!), pranzavamo insieme,
studiavamo e
discutevamo
un po’ su tutto,
come si fa tra
compagni
di
corso. Dopo la
laurea , la nostra
Sede IBM Italia - Sede IBM Italia
intervistata ha
percorso
una
brillante carriera all’interno della multinazionale informatica, sino a giungere all’attuale prestigiosa posizione.
Posizione che è anche un osservatorio privilegiato sui mercati e luogo ideale per riflettere sul marketing. Avvertenza
per chi non la conosce: la ragazza non è il tipo da risposte
banali o accomodanti…
Parliamo di marketing: secondo te, è più un processo o
un’arte?
I processi si fanno in tribunale e le arti stanno meglio nei
musei. Il marketing è un lavoro. E come tutti i lavori è fatto
di razionalità ed emozione insieme. Le metodologie devono confrontarsi con un pizzico di istinto. E’ questo che fa del
marketing un mestiere così stimolante.
Gli uomini (e le donne!) del marketing parlano spesso di
mission: ma quale è la mission del marketing?
Provare a immaginare un mondo senza mission e più concentrato sui valori. Perché sono i valori che devono essere
costruiti intorno ai prodotti per poter essere trasferiti agli
individui. Le mission stabiliscono delle distanze, i valori avvicinano perché creano empatia.
4
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
Alla precedente domanda Philip Kotler suggerisce tre
possibili risposte:
a. vendere tutti i prodotti dell’azienda
b. creare prodotti che soddisfino i bisogni insoddisfatti
c. innalzare la qualità della vita.
Se ti vieto di rispondere “tutte e tre”, quale scegli come risposta più vicina al tuo sentire?
Nessuna delle tre. La prima è utopia. La seconda appartiene
a una vecchia scuola di marketing. La terza non è attuale di
fronte a un contesto socio-culturale che allontana sempre
più la qualità della vita dal mondo del marketing.
Oggi aziende e prodotti devono saper creare una relazione
di fiducia, stabilendo un dialogo con i propri interlocutori,
partendo dalle loro esigenze, non da bisogni indotti e tantomeno promettendo una miglior qualità della vita.
Sono solo prodotti e servizi che contribuiscono a facilitare
la vita e/o il lavoro di ciascuno. La qualità della vita è uno
spazio più intimo e privato. Difficile che qualcuno ci offra
quell’accesso passando dagli scaffali di un supermercato.
Strategia e tattica sono termini di riferimento del marketing: quanto conta, a tuo parere, il pensiero strategico e
quanto la capacità tattica e realizzatrice?
Senza un pensiero strategico qualsiasi tipo d’attività è destinato a scontrarsi con risultati concentrati solo nel breve
periodo, con pochissime probabilità di rappresentare una
costante. La capacità tattica è figlia dei nostri tempi. Abbiamo imparato a rispondere freneticamente, a implementare
attività senza un adeguato tempo di riflessione. Ci muoviamo con il tempo di internet e quello che prima pianificavi
in un anno oggi devi pianificarlo in un quarter, il rischio altrimenti è quello di restare fuori dallo scenario competitivo.
Stiamo imparando a disegnare strategie in tempo reale, capaci di autoadattarsi rispetto alle risposte del mercato, questo era impossibile fino a qualche tempo fa.
Per la tua esperienza, quali caratteristiche deve avere un
buon piano marketing?
Per fortuna le buone regole non si cambiano. Le 3 W che
abbiamo imparato a scuola devono continuare a definire
un buon piano marketing. Dobbiamo avere qualcosa da
dire (What), dobbiamo sapere a chi dirlo (Who) e perché
dovrebbero darci retta (Why). Sarà un caso che anche internet si muove su 3 W?
Marketing? Reason and instinct.
An interview with Maria Cristina Farioli
Usually I call the guests of this column Sir and Madam, even if I know them and they are familiar to me. But this time it is impossible, it really sounds unnatural. The reason is some time ago
Maria Cristina Farioli, now the Marketing Director of IBM Italy, went to Università Cattolica, Faculty
of Political Sciences; this means that she was my study mate, we used to go to the same lessons
(including even a crazy seminar with a good 3 students enrolled!), have lunch together, study, and
discuss about everything, like you do with study mates. After her graduation, our interviewee made
a brilliant career in the computer multinational, up to her current important position. This position
is also a special observation post on the markets and a perfect place to discuss about marketing.
A warning to those of you who do not know her: she is not the kind of girl who gives ordinary or
complacent answers.
Maria Cristina Farioli
Quali strategie di marketing funzionano
meglio nel mercato italiano?
In questo momento stanno funzionando
meglio quelle strategie che mettono al
centro gli individui. Tanto a livello italiano
che mondiale, primeggiano marche e prodotti capaci di innescare una rete di relazione tra persone, marche, prodotti e servizi. Non è un caso il successo inaspettato
di marchi come Google o eBay che hanno
come epicentro un network di consumatori. La stessa IBM ha scelto di impostare le
proprie strategie valorizzando al massimo
le peculiarità degli individui, sottolineando problematiche ed esigenze in maniera
capillare per offrire puntualmente risposte
pertinenti e rilevanti per le diverse realtà
di business.
Mission, strategie, tattica, conquistare,
difendere…: il vocabolario del marketing è zeppo di termini militari.
Come si trova una donna in un contesto
così (almeno all’apparenza) “maschile”?
Il vocabolario è solo l’ultimo dei maschilismi di marketing. Ma le donne hanno
imparato ad affilare le unghie. Non siamo ancora alle quote rosa, ma credo che
il mondo del marketing stia finalmente
cambiando le proprie prospettive, aprendosi a nuove sensibilità.
Non è un caso che il vocabolario belligerante della vecchia scuola stia lasciando
il posto a nuove semantiche che guardano più all’universo emotivo: oggi parliamo di relazione, conoscenza e fedeltà. E
sono argomenti molto più femminili che
maschili.
Ripensando ai tempi dell’università, mi
concedi un momento di goliardia? Posso
fare una “marzullata”? Bene! Allora: “Si
faccia una domanda e si dia una risposta”
E’ finita l’intervista? Grazie.
Let’s talk about marketing: according to you, is it more of a procedure than an art?
Procedures are done in tribunals and arts are better in the museums.
Marketing is a job. And like all jobs it is made with rationality together with emotion.
Methods need to have a little bit of instinct. That is what makes marketing such a stimulating job.
Men (and Women!) of marketing often speak of mission: but what is the marketing mission?
To try to imagine a world without a mission and more focused on values. Because values need to
be built around the products to be transmitted to people. Missions create distances, values erase
them by creating empathy.
Philip Kotler suggests three possible answers to the previous question:
a. Sell all company products.
b. Create products that fulfill all unfulfilled needs.
c. Improve quality of life.
If I do not let you answer “all three”, which one would you choose for being the closest to your
feelings?
None of the 3. The first one is a utopia. The second one relates to old school marketing. The third
one is not relevant in a socio-cultural contest that keeps away the quality of life from the marketing
world. Today, companies and products need to know how to make themselves reliable by creating
a dialogue with the people they are talking to, starting from their requirements, not from induced
needs, and not even by promising a better quality of life.
They are only products and services that can help make everybody’s life and/or work easier. Quality
of life is more of a private and intimate space. It is difficult that somebody could offer that access by
going through the shelves of a supermarket.
Strategy and tactics are basic marketing terms: according to you, how important is the strategic
idea and the tactic making ability?
Without a strategic idea every kind of activity is going to obtain only short term results, with very
little possibility to last in the long run. Tactic ability comes from modern times. We have learned to
answer franticly, to implement activities without a necessary time of reflection. We move according
to internet time and what we used to plan in one year we now plan in 3 months, or we risk to not be
competitive anymore. We are learning how to define strategies in real time, capable of self-adjusting to market needs, that was impossible some time ago.
From your experience, what are the characteristics of a good marketing plan?
Luckily, good rules do not need to be changed. The 3 w’s that we have learned in school still must be followed in a good marketing plan. We need to have something to say (what), we must know who to tell it
to (who) and why they should listen to us (why). Is it a coincidence that the internet also uses 3 w’s?
Which marketing ideas suit the Italian market the best?
Now the ideas with the best results are focused on the individual. Italy wide and worldwide the
leading marks and products are able to create a net between people, marks, products, and services.
The unexpected success of marks like Google or eBay, that are focused on a network of consumers,
it is not a coincidence. IBM has chosen to plan its strategy by enhancing each individuals characteristics at their highest point, by underlining every minute problem and need in order to offer
pertinent and relevant answers to the different business realities.
Mission, strategies, tactics, to win, to defend… marketing vocabulary is full of military terms.
How does a woman feel in such a “male” environment (at least to all appearances)?
Vocabulary is only the last of marketing chauvinisms. But women have not quite learned to sharpen
their nails. We are not at the quota rosa (pink quota) yet, but I think that the marketing world is finally
changing its perspectives, open to new sensibilities. It is not a coincidence that the old military vocabulary of the old school is being replaced by new semantics pertaining to the emotional field: today
we talk about relationships, knowledge and fidelity. These are more feminine than male subjects.
Thinking again about University time, will you allow me a goliardic moment? Can I make a Marzullo form of joking? Good! So: “ask yourself a question and give yourself an answer”.
Is the interview over? Thanks.
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
5
MARK & VENDING
SPECIALE FIERA VENDITALIA 2006
Un salto dopo l’altro...
Salta salta, il ranocchio (che è diventato un po’ il simbolo
e la mascotte della nostra azienda) è arrivato anche a questa nuova edizione di Venditalia, per la prima volta targata
Milano. E di salti, in questi due anni, ne ha
fatti parecchi!
Un salto di qualità, come testimoniano le
One jump after another…
crescenti attenzioni che il mercato italiano
Jumping and jumping, the frog (that has become the company symbol
ed estero riserva ai nostri prodotti, realizand mascot) has arrived once more to Venditalia’s new edition, exhibiting
zati con la stessa passione dei primi temin Milano for the first time.
pi e con la competenza acquisita in tanti
And he has made so many jumps in the last two years!
anni “sul campo”.
A quality jump, proved by the growing interest in both Italian and International markets for our products, made with the same passion as in the beginning,
Un salto tecnologico, ribadito negli anni
and with the competence developed after many years “in the field”.
e confermato anche dalle soluzioni che
A technological jump, repeated over the years and confirmed by solutions
potrete valutare direttamente nel nostro
that you will be able to evaluate at our stand.
stand.
An organizational jump, that still involves all personnel in the creation of
Un salto organizzativo, che ha coinvola production and marketing organization that follows the evolution of the
to e coinvolge tutto il personale nella
company. An effective organization made with operational certified methods, formation, and a good company atmosphere.
creazione di un’organizzazione proAn aesthetic jump, thanks to the precious suggestions and “inventions” of
duttiva e gestionale al passo con la
our friends who take care of the layouts and public communication.
crescita dell’azienda. Un’organizzaA communication jump that took us to find ways of communicating with
zione alla cui efficacia concorrono
the clients that meet their needs, such as advertising, e-mail marketing
metodi operativi certificati, forma(for people in a hurry), our new website and, last but not least … Info
Point, that – we are told – our readers like more every time.
zione e clima aziendale.
And when you come to Venditalia… jump over and see us!
Un salto estetico, grazie ai preziosi
suggerimenti e alle “invenzioni” escogitate dai nostri amici che curano la grafica e la
comunicazione pubblica.
Un salto comunicativo, che ci ha impegnati a
realizzare strumenti di relazione con i clienti sempre più adeguati alle loro esigenze, dalla comunicazione pubblicitaria all’e-mail marketing (per chi
ha fretta), dal nuovo sito web a, senza dimenticare…
Info Point, che – ci dicono – piace sempre più ai nostri
lettori.
E se passate a Venditalia… fate un salto a trovarci!
6
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
MARK & VENDING
UNIKEY2
Evoluzione del già eccellente UniKey, è un elegante sistema di pagamento
a chiave, implementabile con l’orologio a bordo per la predisposizione di
fasce orarie a prezzi differenziati.
Gestisce la contabilità in standard EVA-Dts e preleva i dati anche a mezzo IRDA. La nuova memoria espansa consente la gestione di black list e
white list. Il firmware del sistema è aggiornabile direttamente in campo
dall’operatore.
MINIKEY
La grande risposta alle esigenze di chi gestisce piccoli distributori automatici. Il guscio di dimensioni estremamente compatte trova
alloggiamento senza problemi nei piccoli table top. L’elettronica sofisticata gestisce un selettore elettronico a 12 Volt, lo scarico dati contabili in standard Eva Dts, può essere effettuato via cavo o via Irda.
Semplicissimo da installare e gestisce 5 prezzi in price holding. Disponibile in versione Executive.
The next part of the already excellent UniKey System, is an elegant payment system, with the possibility of an internal clock to manage time slots
with different prices.
Accounting Management is in
standard EVA-Dts and has the
possibility to download accounting data via IRDA. A new
expanded memory for the management of a black list and a
white list. The system firmware can be updated by the user
directly on the spot.
The big answer to all that manage small vending machines. Extremely
compact, it can be installed in a little table top with no problem. Very
advanced, it controls a 12 Volt electronic selector. The accounting data
downloaded in standard Eva Dts can be done by cable or via Irda.
Very easy to install, it will control 5 prices in price holding. An executive
version is also available.
UNIREADER
Il terminale di raccolta dati universale EVA - Dts piccolo, leggero ed economico. Consente di prelevare
i dati contabili via cavo o via IrDA da sistemi di pagamento, gettoniere rendiresto
e distributori automatici
più diffusi. È dotato di
batterie ricaricabili che
favoriscono una grande
versatilità d’uso.
MCA32
The general Eva-Dts data
collector, small, light and a
good value, has the possibility to download accounting
data by cable or by IrDA from
the most common payment systems, token boxes, vending machines, and with rechargeable batteries that allow a big versatility.
Selettore elettronico 12 Volt con piastra frontale, compatibile ed intercambiabile con i principali prodotti sul mercato. Affidabile, versatile, innovativo ed economico, accetta 6 tipi di monete ed è riprogrammabile
tramite PC.
12 Volt electronic selector with frontal plate, compatible and interchangeable with the main products on the market. Reliable, versatile, innovative and a good value, it will accept 6 kinds of coins and it can be reprogrammed by PC.
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
7
MARK & VENDING
CF7900
Con Cashflow 7900, MEI ha sviluppato una categoria di prodotti totalmente nuova: il“Cash Manager”. ll “Cash Manager” non solo accetta monete
ed eroga resto con gli standard qualitativi di MEI,
ma integra le tradizionali funzioni di base con
innovative soluzioni di controllo e diagnostica.
Controllo e diagnostica sono gli strumenti di
cui avete bisogno per gestire i vostri incassi ed
aumentare i profitti.
With Cashflow 7900, MEI has developed a completely new range of products: the “Cash Manager”. The “Cash Manager” not only will it accept
coins and give change with MEI standard quality, but it will integrate the usual basic functions
with innovative solutions of control and diagnostics. Control and diagnostics are the instruments you need to manage your turn-over and
raise your profits.
CF9510
Selettore ottimizzato per l’euro, possiede
un altissimo livello di accettazione.
Interamente configurabile in campo senza
strumenti accessori e compatibile con d.a.
che gestiscono selettori sia a 12 che a 24
Volt, in modalità parallela o binaria.
Selector optimized for Euro notes, with a
very high level of acceptance.
Configuration can be done directly in the
field with no extra instruments needed.
Compatible with vending machines operating with 12 and 24 volt selectors, in
parallel or binary mode.
Lettori di banconote ICT
Lettori di banconote che accettano diversi tagli a seconda del modello.
Alimentazioni da 12Vdc, 24Vac, 34Vdc o 110Vac. Disponibili impilatori
orizzontali e verticali, con capienze fino a 800 banconote.
ICT notes readers
Notes readers that will accept different notes according to the model.
12Vdc, 24Vac, 34Vdc or 110Vac supply. Horizontal and vertical stackers are
available, with up to 800 notes.
A7 vertical
A7 horizontal
U77-U85
MEI and ICT are registered trademark
8
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
MARK & CAR-WASH
di Stefano Talamini
SPECIALE FIERA OIL & NON OIL 2006
Alla ricerca della fidelizzazione
Il “cliente di un solo giorno” non può essere l’obiettivo di
chi cerca di ricavare un reddito soddisfacente dal suo investimento nell’autolavaggio. A mio parere la parola d’ordine nel “car-wash” dev’essere “fidelizzazione”.
Ad esempio, un sistema a chiave prepagata (al momento, il più efficace nel garantire il “ritorno” del cliente) permette di fornire una serie di opportunità che vanno dalla
scontistica mirata (concedere ai clienti fedeli un prezzo
migliore) alla possibilità di erogare servizi in omaggio al
raggiungimento di un determinato importo di spesa.
Ma c’è di più: la chiave contiene infatti un importo che
non viene quasi mai consumato per intero e quindi il
cliente si sentirà “obbligato” a tornare nel self-service.
È inoltre probabile che l’automobilista agganci la chiave stessa ad un portachiavi o a qualche altro accessorio
d’uso quotidiano, realizzando così un continuo promemoria del suo utilizzo.
Infine, con la stessa chiave è possibile erogare altri servizi, invogliando così il cliente (ed i suoi eventuali accompagnatori) a spendere di più.
Per “altri servizi” intendo
non solo i materiali per la
cura dell’auto ma anche
prodotti come caffé, bibite,
sigarette, snack, ricariche telefoniche o accessi Internet, ecc.
(da un’intervista al dr. Stefano
Talamini, Marketing Director di
Mark, pubblicata sul n.8/2005 di
“Area di Servizio”)
Looking for customer loyalty schemes
The “one day client” cannot be the target of a business that
is trying to make a profit from its investment in the car wash
industry. I think the solution in the car wash business must be
“customer loyalty”.
For example, a system based on the pre-paid key (the most
effective to guarantee that the customer comes back) allows
several options, from targeted discounts (giving the best
price to the loyal customers) to free services
after spending a certain amount. But
there is more: the
sum in the key
is very rarely completely spent, so
that the customer
will feel he should
come back to the
“self service”.
Also,
customers
put the key on a key
ring or on another
common
object,
that will be a continuous reminder to
use the key. More
over, other services
can be given
with the same key,
so the customer
(and all his companions) will be
urged to spend more.
“Other
services” not only
car maintenance
products, but also
coffee, soda, cigarettes, snacks, telephone charges or
internet access, etc.
(From an interview to Mr. Stefano Talamini, Marketing Director of Mark, published on n. 8/2005 of “Service Area”)
ma prossimaesentare Mark,
pr
r
pe
i
qu
no
gi so
ioni di servizio!
Salve a tutti! Og
le migliori staz
tte
tu
in
te
re
no allo stand
re
il & NonOil: so
mente m’incont
O
a
te
ni
ve
i,
scerm
Se volete cono
ione A!
H8 del Padigl
on
ce Mark and so
here to introdu
e,
am
m
t
I
y
ee
da
m
To
to
t
y!
an
Hello Everybod
ation! If you w
st
ice
A!
rv
n
se
lio
y
vi
er
in Pa
e in ev
the stand H8
you will find m
NonOil: I am at
come to Oil &
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
9
MARK & CAR-WASH
CASH BOX SERIE L400
Cambiamonete da incasso di ultima generazione, rapido ed affidabile, accetta monete, banconote e chiavi elettroniche. Eroga
tre tipi di monete o gettoni. Eroga e ricarica le chiavi elettroniche. Dotato di pulsantiera capacitiva antivandalismo, può essere corredato di stampante per il rilascio dello scontrino. È collegabile in rete e gestibile in remoto tramite telemetria gsm.
CASH BOX SERIE S300
CASH BOX SERIES L400
Built-in moneychanger of the last generation, fast and reliable,
it will accept coins, notes and electronic keys. It will distribute
three kinds of coins or tokens. It will distribute and charge electronic keys. With capacitive anti-vandalism push-button panel.
It can be connected
to a printer to issue the ticket. It
can be net connected and be
remote controlled via gsm telemetry.
Starter da incasso a 4, 6 e 8 programmi, accetta monete e chiavi elettroniche. Dotato pulsantiera capacitiva
antivandalismo, presenta un ampio display LCD per
fornire informazioni plurilingue agli utenti.
CASH BOX SERIES S300
Built-in starter with 4, 6, and 8 programs, it will accept
coins and electronic keys. With capacitive anti-vandalism push-button panel. It has a wide LCD display that
gives the user multilingual information.
CASH BOX SERIE XXS300
Sistema di pagamento a chiave elettronica particolarmente economico e ideale per i piccoli apparecchi (aspirapolveri, lavasedili, gonfiagomme,
ecc., dotato di pulsantiera capacitiva antivandalismo e display ad alta luminosità. È corredato di
gestione completa della contabilità.
CASH BOX SERIES XXS300
Payment System by electronic key with a very
good value and particularly suitable for small appliances (vacuum cleaner, seat washer, air pumps
etc.). With capacitive anti-vandalism push-button
panel. It has a high brightness display. With complete accounting management.
10
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
MARK “IN PERSONA”
CASH BOX SERIE T300 OUTDOOR
Starter per autolavaggi che gestisce 6 programmi, accettando
monete, banconote e chiavi elettroniche/card. Eroga resto in
moneta e può erogare chiavi elettroniche/card.
È implementabile con stampante di scontrini e unità POS per
carta di credito e bancomat. Collegabile in rete e gestibile in
remoto tramite telemetria gsm.
Elegante e robusto starter da esterno, è stato progettato per
garantire elevati livelli di affidabilità e resistenza ad ambienti
aggressivi.
CASH BOX SERIES T300 OUTDOOR
Car washing starter with 6 programs, it will accept coins, notes
and electronic keys/cards. It will give money change and can
issue keys/cards.
It can be implemented with a printer for tickets and with a
POS unit for credit cards and debit cards. It can be connected
to the net and be remote controlled via gsm telemetry.
Elegant and solid outdoor starter, designed to grant a high
level of reliability and durability in inclement environments.
Nome:
Andrea
Cognome:
Tondelli
Anno di nascita:
1972
Segno zodiacale:
pesci
Hobby:
musica, mare
Sport:
squash, fitness, snowboard
Piatto preferito:
bistecca alla fiorentina
Bevanda preferita:
mojito
Canzone da riascoltare:
“Home alone” di R. Kelly
Film da rivedere:
Il santo
Attore preferito:
Bruce Willis
Attrice preferita:
Helen Hunt
Libro da rileggere:
il prossimo…
Città da rivisitare:
Sydney
Proverbio:
tentar non nuoce
Tre parole su se stesso:
tenace, sincero, disponibile
Sogno nel cassetto:
vivere in Sud America
Soprannome aziendale:
Tond
First name:
Andrea
Last name:
Tondelli
Year of birth:
1972
Zodiac sign:
Pisces
Hobbies:
music, sea
Sports:
squash, fitness, snowboard
Favourite dish:
grilled T-bone steak
Favourite drink:
mojito
Song to listen to again:
“Home alone” by R. Kelly
Movie to watch again:
The Saint
Favourite actor:
Bruce Willis
Favourite actress:
Helen Hunt
Book to read again:
the next one…
Town to visit again:
Sydney
Proverb:
no harm in trying
Three words about himself:
tenacious, sincere, open-minded
Secret dream:
living in South America
Company nickname:
Tond
g
n
i
k
a
breews
n
Vittorio Giugliano, 39 anni, vicentino, è il nostro nuovo Area
Manager Vending Italia. Proveniente dall’automotive, Giugliano ha maturato la sue esperienze professionali sempre in
aziende industriali tecnico-elettroniche, dapprima come
buyer e quindi Area Manager per il mercato nazionale. Al nuovo collaboratore di Mark, che inizierà la sua attività il prossimo
3 aprile, i migliori auguri di buon lavoro e l’affettuosa accoglienza
di tutto lo staff!
Vittorio Giugliano, 39 years old, from Vicenza, is the new Vending Italia
Area Manager. Giugliano comes from the automotive field and his professional experiences are in technical-electronic companies, first as a
buyer, then as an Area Manager for the national market. The newest
member of the Mark team will start work on April 3.
We would like to extend to him a warm welcome and good luck from all
the staff!
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
11
MARK & SELF SERVICE LAUNDRIES
di Vania Trevisan
Laundries: le news arrivano via e-mail
È partita ai primi di marzo una nuova forma di comunicazione con le imprese del settore laundries, sotto forma di
e-mail che periodicamente informano i nostri clienti (e
tutti quanti lo desiderino) circa le ultime novità realizzate
nei laboratori Mark, le soluzioni più innovative, i prodotti
di maggior successo del momento.
Chi ancora non fosse inserito nella nostra mailing list può
farne richiesta a: [email protected]
12
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
Laundries: news coming by e-mail.
At the beginning of March, a new kind of communication by
e-mail started for the companies of the laundries sector. E-mail
informs periodically all of our clients (and whomever wishes)
about the latest developments in Mark’s laboratories, the most
innovative solutions, and the products that have the biggest
success at the moment. If you are not included on our mailing
list you can make a request at: [email protected]
C US TO M E R C A R E
Note tecniche, osservazioni, esperienze, piccoli trucchi del mestiere e novità presentate
dall’ ing. Saletti, After Sales Manager di Mark
di Enrico Saletti
Lettori banconote ICT
Sicuramente vi sarete accorti che da questo numero di
Info Point abbiamo allargato l’orizzonte del mercato anche
a settori non precedentemente presenti nel periodico.
Proprio per tale motivo parliamo dei lettori di banconote,
poco utilizzati nel settore del vending, ma molto diffusi
in altre applicazioni self service dove il prezzo medio di
vendita è decisamente superiore.
la modalità di funzionamento tra impulsi ed MDB senza la
sostituzione completa del prodotto. Ovviamente oltre ad
un cambio di impostazione dei dip-switch è necessaria anche la sostituzione del cablaggio, diverso per tutte e tre le
modalità di funzionamento.
Oltre ai profili per la valuta Euro sono disponibili anche molti
altri tipi di banconote che possono essere accettate, così come
applicazioni particolari che non sono state riportate in questo
articolo. Per informazioni in merito ad utilizzi non specificati,
vi invito a telefonarmi o scrivermi una mail a [email protected]
markitaly.com per tutte le informazioni di cui avete bisogno.
Una prima distinzione da fare è tra i lettori con l’impilatore
delle banconote e quelli senza. Per quanto riguarda i riconoscitori senza stacker, la serie di riferimento per i prodotti fabbricati da ICT e rivenduti da Mark comprende i modelli U70,
U77, U85, dove il numero che segue la lettera “U” indica la larghezza dell’ingresso delle
banconote. Entrando nel caso specifico delICT NOTE READERS
l’Euro sono disponibili due prodotti: l’U77
You certainly have noticed that starting this issue of Info Point we have exche accetta banconote da 5, 10, 20 e 50 € e
panded the market range to include some fields previously not presented in
l’U85 che accetta anche banconote da 100,
our magazine. For this reason, we are now talking about note readers, not too
200 e 500 €. La modalità standard di lavoro
much in use in the vending area, but very common in other self-service apdella serie Uxx è ad impulsi con tensione di
plications, in which the medium selling price is definitely higher.
alimentazione pari a 12Vdc a cui è eventualThe first distinction that needs to be shown is the one between the readers with
mente applicabile un’interfaccia esterna per
note stackers and the ones without. The series of products without stackers
lavorare secondo il protocollo MDB.
made by ICT and sold by Mark includes Models U70, U77 and U85, where the
Leggermente più complessa, ma nemmeno troppo, è la classificazione dei lettori
banconote con l’impilatore. La serie di riferimento è denominata V7, disponibile
sia con lo stacker verticale che orizzontale, indipendentemente dalla modalità di
funzionamento che può essere ad impulsi
o in MDB. A sua volta la modalità impulsi
è disponibile con alimentazione sia a 12
Vdc che 24 Vac. Lo stacker presente su
questi lettori, orizzontale o verticale che
sia, contiene fino a 400 banconote, ma ve
ne sono disponibili anche da: 100, 200, e
800, intercambiabili tra loro in pochi secondi. Per quanto riguarda la valuta Euro
la serie V7 accetta banconote da 5, 10 e 20
€, programmabile a piacimento dall’utente
grazie ad alcuni dip-switch. La funzionalità di questi piccoli interruttori non è finita,
infatti, grazie ad essi, è possibille cambiare
numbers following the letter “U” tell the notes width insertion. Two products are
available for Euro notes: the U77, which accepts 5, 10, 20 and 50€ notes and the
U85, which accepts also 100, 200 and 500€ notes. The standard working mode
of the Uxx series is by impulses with 12Vdc current. An external interface can
also be connected, in order to work according to the MDB protocol.
Slightly more complex, but not too much, is the series of readers with note
stackers, called V7. This series is available with vertical or horizontal stackers,
both with working modes by impulses or MDB. Impulse modes are also available in 12Vdc and 24 Vac.
The stackers of these series of readers, either vertical or horizontal , can hold
up to 400 notes, but stackers for 100, 200 and 800 notes are also available and
easily interchangeable.
V7 series can accept 5, 10 and 20€ notes, and can be easily programmed
thanks to some dip-switches. These little switches also change the working
mode between the impulses and MDB without the full substitution of the
product. Dip-switch layouts have to be changed together with the wiring,
they are different for every single working mode.
Many other different kinds of notes can be held beside Euros and particular
applications not described in this article are available. For further information
you might need on the subject, feel free to call me or email me at the following address [email protected]
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
13
R I C ET TE D ’AUTORE
di Giorgio Marchesan
Il dolce fondente di Nathalie
Facile, si prepara in 30 minuti
RICE T TA PER 6/8 PERSONE
• Cioccolato fondente di
buona qualità con almeno
il 50% di cacao • Burro • Uova intere • Farina 00 • Zucchero NATHALIE DARK CHOCOLATE CAKE
Difficulty : easy - Time: 30 minutes - portions: 6/8
gr. 200
gr. 200
n. 5
gr. 10
gr. 250
PROCEDIMENTO. Preriscaldate il forno a 190°C. Sciogliete il cioccolato con il burro in microonde o a bagnomaria.
Aggiungete lo zucchero e fate leggermente raffreddare il
composto. Incorporate con cura, una alla volta, le uova. Con
l’aiuto di un setaccio, unite la farina.
Riempite degli stampini, precedentemente imburrati, e fate
cuocere in forno per circa 20’ a 180°C. Il dolce dovrà essere
morbido, appena cotto al centro. Una volta pronto, sformate rapidamente e lasciate raffreddare. Potete preparare
questo dolce in anticipo, sarà ancora più buono.
VARIAZIONI. È possibile aggiungere a questa ricetta una tazza di caffé o del rhum, potete cosi crearlo a vostro piacere.
PER IL SERVIZIO. E’ possibile confezionare questo dolce in
piccoli stampini o in una teglia da plum cake.
Consiglio di accompagnare questo dolce con frutta o salse
a base di frutta (meglio se con una nota di acido: ananas,
lamponi, fragole) in modo da “allegerire” questo dessert.
Un saluto a tutti e cioccolatevi!
IL VINO. Donnafugata - Passito di Pantelleria Ben Ryè.
Più solare e mediterraneo che mai, dorato carico con eleganti nuance ambrate, regala profondi sentori di zagara, arancia
candita, fichi secchi e confettura d’albicocca. in bocca emerge la dolcezza, delicatamente stemperata dall’intensa sapidità, che contribuisce a rendere il vino pieno ed equilibrato.
Giorgio Marchesan
Giorgio Marchesan, Chef-patron del Weizen Bar, ha frequentato l’Istituto Alberghiero di Castelfranco
Veneto qualificandosi con ottimi voti. Ha lavorato in importanti alberghi e ristoranti sia in Italia che
all’estero ed ha allargato la sua esperienza partecipando a concorsi internazionali e mondiali di
cucina, portando a casa, sempre, prestigiose medaglie.
Dal 1996 è parte integrante dell’Equipe Cuochi Regione Veneto; nel 2001/2002 diventa importante
collaboratore della Nazionale Italiana Cuochi.
• Dark chocolate of good quality,
with at least 50% cocoa
• Butter
• Eggs
• Flour 00
• Sugar
200 gr.
200 gr.
no. 5
10 gr.
250 gr.
Preheat the oven to 190°C. Melt the chocolate with the
butter in the microwave or in a double-boiler. Add the
sugar and let the mixture cool down a little bit. Stir in the
eggs one at a time, carefully. Add the flour using a sieve.
Fill the molds previously buttered, and let cook in the
oven at 180° for about 20 min. The cake has to be soft,
slightly cooked in the centre. Once it’s ready, take it out
and let it cool. You can prepare this cake ahead of time, it
will be even better.
VARIATIONS: it is possible to add to this recipe a cup of
coffee or rum, so that you can create it as you wish.
PRESENTATION: It is possible to cook this cake in small
molds or in a baking-tin for plum-cakes.
I suggest to serve this cake with fruits or fruit sauce (best
with a tart note, like pineapple, raspberry, strawberry) in
order to make this dessert lighter.
THE WINE: Donnafugata - Passito of Pantelleria Ben Ryè
More cheerful and Mediterranean than ever, golden deep
with elegant amber nuances, it gives intense sensations of
orange blossoms and candies, dried figs and apricot jam.
Sweetness rises at the taste, gently blended by the intense
sapidity, that helps to make the wine full and balanced.
Goodbye everybody and go chocolate!
Giorgio Marchesan
Giorgio Marchesan, Weizen Bar’s master-chef, went to the Istituto Alberghiero (hotel management
school) in Castelfranco Veneto, where he graduated with the highest marks.
He worked in important hotels and restaurants in Italy and abroad, and he increased his experience
by participating in international cooking competitions, always bringing home the top medals.
Since 1996 he has been part of the Veneto Region Cooking Team; in 2001/2002 he became a member of the Italian National Cooking Team.
Weizen Bar Via Ca’ Balbi, 377 Vicenza - Telefono 0444 911 004 - CHIUSURA: LUNEDÌ TUT TO IL GIORNO
14
InfoPoint 01/06 - www.markitaly.com
I.P.
Pad 16 - Stand B21
i
o
am
a
r
e
n fi
i
d
e
Ci v
S
.
.
.
t
a
u
o
y
ee
Pad. A - Stand H8
MARK srl - 37047 San Bonifacio (VR) Italy - Via Ritonda, 78/L
Tel. +39 045 610 3288 - Fax +39 045 610 3289 - www.markitaly.com - [email protected]
I.P.
UniKey 2 è l’evoluzione di UniKey, il celebre sistema MARK che ha riscosso
importanti successi di mercato negli ultimi anni.
La serie 2, più efficace e flessibile, adotta un microprocessore di nuova generazione e consente il prelievo dati in protocollo EVA-Dts a mezzo IRDA.
UniKey 2 possiede tutte le funzioni che hanno decretato il successo di
UniKey e, in più:
• gestione della contabilità in standard EVA-Dts,
• possibilità di scaricare i dati contabili via IRDA,
• firmware del sistema aggiornabile direttamente in campo dall’operatore,
• possibilità di orologio a bordo per gestire fasce orarie con prezzi differenziati,
• memoria espansa per la gestione di black-list e white-list.
L’evoluzione del sistema
The evolution of the system
UniKey 2 is the next part of the UniKey, the famous MARK system that has
had such a big market success in the last years.
Series 2, more efficient and flexible, uses a new generation of microprocessor and allows the data download in protocol EVA-Dts by IRDA.
UniKey 2 has all the functions that have made UniKey so successful, plus…
• Accounting Management in standard EVA-Dts
• Possibility to download accounting data via IRDA
• System firmware update by the user directly in the field
• Possibility of an internal clock to manage time slots with differential prices
• Expanded memory for the management of a black list and a white list
MARK srl - 37047 San Bonifacio (VR) Italy - Via Ritonda, 78/L
Tel. +39 045 610 3288 - Fax +39 045 610 3289 - www.markitaly.com - [email protected]
Scarica

InfoPoint