TREGIORNI [email protected]
etica ed estetica nei media
il ruolo della famiglia
ACIREALE
16 – 18 novembre 2007
Perché questo corso?
• Per domandarci quanto di etico e di estetico,
cioè di vero e di bello ci sia in questa
comunicazione
• Per provare a comprendere se i progetti
editoriali dei mass media corrispondano alle
istanze del vero e del bello e in che misura
esse siano presenti
Vediamo le stelle…?
• Gli uomini girano in
tondo in quella loro
gabbia che è il pianeta,
perché hanno
dimenticato che si può
guardare il cielo
(Eugene Ionesco)
Consumo di TV nei ragazzi tra 03
e 17 anni
98
96
94
tv
92
tutti i
giorni
3-5 anni
90
88
86
11-13
anni
84
82
2000
2005
Tempo libero e media
• In totale ore 4,36 così impiegate
(J Doxa 2005)
- TV 31%
- Studio 20%
- Uscire 16%
- Giocare in casa 12%
- Giocare fuori casa 7%
- Fare Sport 6%
- Videogame 4%
- Computer 2%
- Leggere 2%
Cosa usiamo
100
90
80
70
60
50
40
30
20
10
0
tv trad.
tv satel
tv digitale
cellulare
radio
quotid.
libri
internet
In Europa
90
80
tv trad
tv sat
tv dig
tv cavo
cell
radio
quot
libri
internet
70
60
50
40
30
20
10
0
italia
spagna
francia
germania gran bret
Utenti sola tv
80
70
60
50
40
solo tv
30
20
10
0
italia
spagna
francia
germania gran bret
Fruizione TV dei bambini
45%
• Prevalentemente TV
per 2,30 h/d
44%
• uso di diversi media
per 5,15 h/d
25%
• solo Tv per 4 h/d 21%
• specializzati nell’uso
di PC-videogiochi per
o Tv-videogiochi per
6h/d
10%
•
DATI CENSIS
40%
35%
30%
25%
20%
15%
10%
5%
0%
tradizionalisti
multimediali
Monomediali
specializzati
SEMPRE SUI CONSUMI
• ALLA FINE DELLA SCUOLE ELEMENTARI I BIMBI HANNO
ASSISTITO A 8.000 OMICIDI E 100.000 ATI DI VIOLENZA
( Associazione degli psicologi americani)
Il consumo televisivo nei minori tra i 12 ed i 14 anni continua ad
aumentare. Dal 1997 ad oggi (2006) chi guarda la TV almeno 3 ore al
giorno è passato dal 19% al 31%, mente chi la guarda meno di un ora
al giorno è passato dal 25% al 13%
( Saggese – Convegno minori e TV promosso dal Comitato TV e
Minori – Roma 14 novembre 2006)
Dunque…..
L’uso dei media è prevalente per
l’accesso al mondo rispetto a
- Scuola ( 200 giorni per 6 ore
circa 1200 ore)
- Famiglia 3 ore per 365 giorni
circa 1100 ore
-
-
I media infatti sono diventati la
terza attività anche per i ragazzi
(DOXA JUNIOR 2005)
Chi possiede cosa?
• Inversamente proporzionale al reddito per quanto riguarda videogiochi
e numero di televisori
• Proporzionale al reddito il numero dei computer
• Maggiore il numero dei figli, maggiore è la presenza di tecnologia
• Le famiglie svantaggiate culturalmente consentono più facilmente il tv
in camera
• Nelle famiglie svantaggiate l’uso del computer da parte dei ragazzi è
per divertirsi
• Nelle famiglie colte l’uso del computer è per imparare
(M. D’Amato – ordinario di sociologia- Università Roma 3: indagine
Bambini multimediali)
• ……c’è qualcosa di decisivo in questo?
mimesi e catarsi e altro
• Mimesi platonica
• Catarsi aristotelica
Sembra scientificamente impossibile
correlare l’esposizione agli schermi con
mutamenti degli atteggiamenti, ma
spesso sono correlati consumi di video
con obesità, violenza,insonnia,calo
scolastico…
‘certi tipi di comunicazione, consacrati a
certi tipi di soggetti, sottoposti
all’attenzione di certi tipi di persone,
incerte condizioni, hanno certi effetti’
(W. Schramm 1961)
POSSIAMO ESSERE
uomini senza qualità
• Cosa abbiamo di
fronte?
La quantità di media!
• Un mondo fatto dai
media, una realtà
riplasmata o
ripresentata?
• Bersagli o critici?
Quando splende la verità?
• Una Realtà da
cronaca nera
ripresenta la realtà?
• Il Valore può
emergere sempre
per contrasto?
Se l’etico è relativo?
• Il relativismo etico ha qualche aggancio con
i palcoscenici televisivi dove non esistono
ragioni ma opinioni?
• Davvero non è un principio filosofico
ridurre la verità alla menzogna?
Il nichilismo ed il debolismo
Di quale bellezza?
‘ la bellezza vivifica (…) la bruttezza deprime i
giovani’
(Benedetto XVI – 41° giornata delle comunicazioni)
Se l’estetico si perde nel principio del piacere o
dell’esteriore? (War at home)
divertire e sovvertire
Il nostro percorso
• La programmazione televisiva in una
grande TV tra etica, estetica ed …auditel
dott.ssa Eleanora Lucchin di Mediaset
- come si vivono le istanze
- come nascono le scelte
- come si vive auditel
Il nostro percorso
• Etica ed estetica nella rete. Educare a
navigare senza paure
dott. Domenico Infante Segretario nazionale
AIART
- chi educa alla rete
- democrazia ed etica nella rete
- le paure della rete
Il nostro percorso
• Il problema della violenza
Dott.ssa Claudia Di Lorenzi di Sat 2000
- cosa è la violenza nei media
- quanta violenza?
- catarsi, incubo o modello?
Il nostro percorso
• Tavola rotonda
E’ possibile una
comunicazione
mediatica di qualità?
Domanda o
implorazione?
Il nostro percorso
• Etica ed estetica nella comunicazione
mediale
Prof. Salvatore Cacciola – Università di
Catania
- le istanze presenti nella questione
- perduti nei dover- essere impraticabili?
Scarica

TREGIONRI [email protected] ACIREALE Giovanni Baggio