tc fanzine
la
telefilm
-central
.org
magazine amatoriale di www.telefilm-central.org •
numero 10 - giugno-luglio-agosto 2010
Moonlight • Friday Night Lights • Roma • Dark Angel • X-Files • Life Goes On
+
r
e
m
m
Su ue!!
iss
Speciale
Pacchetti vacanza
i personaggi del mese
Rachel Berry, Damon vs. Stefan Salvatore, Cooper,
Walter e Peter Bishop
Editoriale
“Nella vita avete cinque cose: la vita, la morte, il matrimonio,
il diploma e… hey la Telefilm Central Fanzine!”
Per inaugurare il decimo numero del nostro e-zine abbiamo pensato di utilizzare (e modificare
per l’occasione) una mitica citazione di Arthur “Fonzie” Fonzarelli del serial cult Happy Days. Ci
stiamo avvicinando al secondo compleanno della Telefilm Central Fanzine e, come succede per
anniversari importanti, l’adrenalina sale all’impazzata tanto che è davvero dura resistervi.
Anche quest’anno abbiamo chiuso in bellezza la stagione, aprendo nuove aree
editoriali nel sito e seguendo in prima persona uno degli eventi più cool del
settore: la Comic-Con di San Diego. Ora non ci resta che augurarvi buone vacanze e
attendere, con ansia, l’inizio della nuova stagione seriale americana e italiana.
Magazine amatoriale gratuito a cura della redazione di Telefilm-Central.org
Anno II Numero 10
www.telefilm-central.org
[email protected]
[email protected]
Redazione:
Valentina Colombo, Mara Dallefrate
Progetto grafico e impaginazione:
Valentina Colombo
Hanno collaborato a questo numero:
Claudio Buscaroli, Giorgia (Giochan) Cirielli, Valentina Colombo, Mara Dallefrate, Lalla, Sara Mancini,
Miss*Winchester, Maria Chiara Olivero, Ramona Ravera, Cristina Reggiani, Elena Romanello.
© copyright 2010
Tutti i diritti sono riservati. La riproduzione dei contenuti, totale o parziale,
in ogni genere e linguaggio è espressamente vietata.
Tutte le immagini e i marchi citati sono di proprietà dei rispettivi aventi diritto.
Per deliziarvi sotto l’ombrellone e far sì che l’attesa non sia troppo pesante,
abbiamo pensato di proporvi nell’area Serie Italia, un approfondimento
sull’investigatore privato che tutte noi sogniamo ovvero Mick St. John di Moonlight
e uno sguardo al serial più americano del momento Friday Night Lights.
Nelle Serie Vintage abbiamo dato spazio a Dark Angel, il gioiellino futuristico targato James
Cameron, al serial storico Roma, al cult Una Famiglia Come Tante (Life Goes On) per rivivere,
ancora una volta, l’amore struggente tra Becca e Jesse e a The X-Files perché “la verità è là fuori”.
Le novità della nuova stagione telefilmica sono state chiaramente approfondite
nello speciale Serie Preview che contiene, per ogni serie televisiva, tutte
le anticipazioni e le informazioni sulla messa on air americana.
I Protagonisti di questo doppio numero estivo sono Rachel Berry, star della commedia
musicale Glee, il dottore dal cuore d’oro Cooper Freedman di Private Practice e il
duo Peter & Walter Bishop del serial sci-fi Fringe. Per l’estate abbiamo voluto infine
deliziarvi con uno speciale dedicato al “faccia a faccia” tra due dei sex symbol più
amati del momento: i fratelli Salvatore del teen drama The Vampire Diaries.
Che dire? Un numero davvero ricco che speriamo sia chiaramente di vostro
gradimento e vi faccia passare una buona estate sempre all’insegna dei telefilm!
Sommario
n. 10 giugno-luglio-agosto 2010
LE SERIE
Moonlight
06 diITalia:
Cristina Reggiani
Friday Night Lights
12 diITalia:
Valentina Colombo
Dark Angel
28 diVintage:
Sara Mancini
Roma
34 diVintage:
Miss*Winchester
Life Goes On
39 diVintage:
Mara Dallefrate
delle serie
o
d
n
o
m
al
i collabodedicato
d
o
i
s
n
o
a
r
li
e
a
it
id
l, portale rima esperienza, des
a
r
t
n
e
C
p
m
nche alla
i Telefil
a
d
,
e
e
z
n
z
io
a
z
g
a
ra
La red
ragazzi e
a
c
r
e
c
,
e
del sito.
li
ia
r
o
televisiv
it
d
);
ntenuti e
e italiane
rare ai co
li
a
n
io
z
a
rn
no:
;
erial inte
s
i
Le aree so magazine online
d
ie
iz
t
o
i serial)
e
n
r
d
e
e
i
t
p
im
is
li
lt
n
o
u
o
lle
ag
)
;
- artic
te ai prot
successo
articoli su scelta, old e new)
i
is
i
d
v
v
r
e
e
r
t
lm
b
(
fi
in
s
i
le
d
te
- new
telefilm a
ll’italiano
odi per i
a
u
is
s
e
(
p
s
i
e
i
n
le
t
g
io
n
s
n
u
’i
ll
ss
- recen
uzioni da
chede, ria
d
s
a
i
r
t
d
(
o
e
t
t
n
is
e
im
rg
- interv
lm (inser
fi
le
e
central.o
t
e
m
s
l
a
fi
b
e
a
l
t
e
a
t
-d
il a [email protected]
a
m
’e
n
u
da
sato man
s
e
r
e
t
in
i
Se se
The X-Files
46 diVintage:
Elena Romanello
Upfronts
22 diSpeciale
Valentina Colombo
ALTRE RUBRICHE
Rachel Berry
50 diPERSONAGGI:
Ramona Ravera
Cooper Freedman
55 diPERSONAGGI:
Maria Chiara Olivero
Damon vs. Stefan
60 diPERSONAGGI:
Mara Dallefrate, Giorgia (Giochan) Cirielli
Peter e Walter Bishop
70 diPERSONAGGI:
Lalla
In vacanza con Telefilm Central
10
... di Claudio Buscaroli
19 Home Video
S
Serie Italia
di Cristina Reggiani
telefilm central
e amate i vampiri sicuramente Moonlight è il
telefilm che fa per voi,
soprattutto il suo fascinoso, intrepido e sexy protagonista,
l’investigatore privato che tutte
noi sogniamo: Mick St.John (interpretato da Alex O Loughlin).
Mick ha però un segreto che non
può rivelare alle persone che si rivolgono a lui; l’uomo è infatti un
vampiro da più di 50 anni - portati
assolutamente benissimo - diventato così per colpa dell’ex moglie
vampira Coraline (Shannyn Sossamon), che l’ha trasformato la prima sera di nozze facendolo così divenire un affascinante immortale.
Ma Mick, a cui la vita da vampiro
va stretta, invece di uccidere gli
umani come i suoi simili si dedica
completamente ad aiutarli.
Un giorno inaspettatamente Coraline rapisce una bambina che
vuole trasformare in vampira e
farla diventare sua figlia, ma Mick,
divenuto investigatore privato, è
l’uomo chiamato a seguire il caso
di rapimento e promette alla madre della piccola Beth di riportare
la bambina da lei! E’ così che Mick
decide, per il bene della bambina,
di uccidere sua moglie facendola
bruciare e riportare Beth da sua
madre come promesso….
22 anni dopo ritroviamo Beth
Turner (Sophia Myles) cresciuta e sicuramente bella, diventata giornalista per la rivista online:
Buzzwire. Durante il caso di un misterioso omicidio, la nostra intrepida e curiosa Beth incontra Mick e
da qui tutto ha inizio… Mick e Beth
finiscono per lavorare insieme ai
casi e anche se la nostra Beth è fidanzata con il procuratore distret-
tuale Josh Linsdey (Jordan Belfi), la
ragazza inizia a provare qualcosa
per Mick (e viceversa)… Beth non
sa che il nostro Mick è un vampiro,
ma quest’ultimo decide
ben presto
di confessare
la sua vera
natura proprio durante
uno dei loro
casi.
Contrariamente
a quanto ci
potevamo
aspettare,
Beth non è
per
niente
spaventata
da
questo
segreto anzi,
sa che Mick
non gli farà
mai del male
e per questo decide di
continuare a
seguire i misteriosi casi
d ’o m i c i d i o
con il nostro
investigatore
privato preferito.
Quando Josh muore durante
un’indagine, Beth chiede a Mick
di riportarlo in vita, ma il vampiro
non se la sente e Beth si trova per
un po’ disorientata…. La pace tra
i due è comunque dietro l’angolo
anche se ricopare sulla scena Coraline in veste umana e nei panni di
Morgan, una fotografa che lavora
guarda caso per Buzzwire. Preoccupato per Morgan/Coraline e
convinto che la sua ex moglie sia
tornata in forma umana, Mick si
reca da Joseph (Jason Dohring),
suo migliore amico nonché sexy
e ricco vampiro per chiedergli un
aiuto. Quest’ultimo afferma che
non è possibile che Coraline sia
tornata perché l’ha uccisa lo stesso Mick anni prima, ma Mick nutre
forti sospetti e infatti, durante un
indagine che segue con Morgan
alias Coraline, quest’ultima si rivela
dicendogli che ha trovato un cura
per diventare umana. Ma Beth che
ricorda tutto il passato, va dalla
telefilm central
Serie Italia
donna e l’uccide credendola ancora una vampira. In realtà Coraline
aveva trovato veramente una cura
telefilm central
per tornare umana e prima di morire, lascia al suo amato Mick una
dose. E’ così che Mick torna umano
e può stare vicino all’amata Beth,
ma i guai per i nostri due innamorati non finiscono qui!
Un vampiro rapisce Beth e Mick
che non può salvarla da umano e
per questo implora l’amico Joseph
per ritrasformarlo in vampiro. Joseph all’inzio non
vuole accontentarlo ma
poi cede e ritrasforma Mick
in immortale per sempre. E’
così che Mick salva Beth e
i due dopo varie indagini
e tentennamenti capiscono che non possono fare
a meno l’uno dell’altra, anche se Mick è immortale e
lei umana finiscono finalmente l’uno fra le braccia
dell’altro. I due si baciano e
il telefilm si conclude, sulle
note della bellissima e romantica: “Love remains the
same” di Gavin Rossdale.
Moonlight si svolge in una
Los Angeles glamour e
cool. Gli attori sono perfettamente calati nei loro
personaggi e, nonostante il
serial sia stato chiuso dopo
sole 16 puntate, dobbiamo
segnalare la presenza di
un degno finale. Questo
serial non deluderà certamente la nuova generazione delle cosiddette
“twilighters” ma neanche
i fan vampireschi di vecchia data, grazie alla trama
che mescola romanticismo,
azione e un pizzico di horror. Insomma Moonlight è
senza ombra di dubbio un
mix di Buffy e Twilight e per
questo imperdibile!
La sottoscritta continua a
sperare che la CBS ci ripensi e che questo fantastico
serial possa continuare con
altre puntate, poiché ormai
in tv e al cinema siamo invasi dalla
vampiro-mania e perché, ne sono
sicura, la storia d’amore tra Mick e
Beth affascina e conquista quanto
o forse più di quella di Bella e Edward e di Buffy e Angel.
Curiosità
• Alex O’Loughlin nel
telefilm Moonlight girava la maggior parte delle scene d’azione senza usare la controfigura.
• Per il ruolo di Mick St.John in Moonlight, era in lizza con Henry Thomas.
• Contemporaneamente al provino sostenuto per Moonlight, ha provato anche
ad ottenere il ruolo di Bill, vampiro della serie True Blood trasmessa dalla HBO.
• È un amante del rock, suona la chitarra.
• Fuma il sigaro e ha 7 tatuaggi.
• Pare abbia scoperto un’innata passione per la cardiochirurgia durante la
preparazione delle riprese del pilot di
Three Rivers.
• Era in lizza per la parte di James Bond
dopo Pierce Brosnan, ruolo che poi
andò a Daniel Craig.
• Il personaggio di Mick St. John inizialmente era chiamato Mike Angel, successivamente cambiato per non creare
confusione con la serie di Joss Whedon,
Angel. Il titolo della serie, inoltre, era
Twilight ma gli autori si trovarono costretti a cambiarlo quando i romanzi di
Stephanie Meyer divennero popolari.
• Alex O’ Loughlin e David Blue sono diventati ottimi amici sul set di Moonlight.
• La serie è tratta dal romanzo di Trevor
Munson.
• Durante le riprese della serie, Alex
O’Loughlin frequentava l’attrice Holly
Valance, che compare come guest-star
nell’episodio 6 nel ruolo della vampira
Lola.
• Quando vi fu la pausa forzata a causa dello sciopero degli sceneggiatori,
Sophia Myles (Beth) si tagliò i capelli
fino al mento, ma quando ripresero a
girare indossò un’extension per dare
costanza al personaggio di Beth.
• Alex O’Loughlin ama le storie di vampiri, confessando di essere sempre stato ossessionato dal genere.
telefilm central
senta:
e
r
p
r
o
t
a
r
e
p
ro
Claudio il tou
S vacanza con
In
peciale
esotica
Ogni
estate c’è sempre una gran fetazioni in esotiche mete
la monotona routine e cercare distr
ta di gente che vuole abbandonare
o “vacanza esotica”.
e di consueto riproposto il pacchett
più famose del monlontane. Per queste persone viene com
sione di poter tornare su una delle isole
occa
ma
l’ulti
ere
perd
non
lio
meg
è
Quest’anno
le sue spiagge a tutti i turisti in cerparadiso perduto stia per chiudere
sto
que
che
Pare
t”.
“Los
di
lla
que
do:
e fino a che sarà permesso.
irsi di zaino e bussola e approfittarn
negli
ca di redenzione. Meglio quindi mun
di meno deserto può invece rifugiarsi
cosa
qual
ilige
pred
ma
gge
Chi ama le spia
Beverly
affollatissimi stabilimenti balneari di
ueti
cons
i
sia
Hills. Hanno infatti riaperto
Lost
nuovi
vecchi impianti per i nostalgici, sia i
- RAI 2: ogni lunedì ore 21.05 l’inedita (in chiaro) stagione 6 fino al 9 agosto
bella
più giovanili. O forse si preferiva una
abile
crociera? C’è sempre la vecchia affid
Beverly Hills, 90210
are.
salp
a
ta
pron
nave di “Love Boat”
- ITALIA 1: tutti i giorni ore 07.00 le vecchie stagioni attualmente in replica
otare
Come l’anno scorso si possono pren
- SKY UNO: repliche
vi
nuo
i
o
le vecchie escursioni in Arizona,
- RAI 4: repliche
a cavallo
safari africani, o addirittura le uscite
di
nelle inesplorate montagne canadesi
90210
Indiana
lli
nove
e
ntar
dive
può
Si
d.
rtlan
Hea
- RAI 2: ogni sabato ore 15.30 l’inedita stagione 2
o
Jones con il programma “Relic Hunter”
- RAI 4: dal lunedì al venerdì ore 17.45 la stagione 1 attualmente in replica
rta
calarsi nei panni da cowboy con l’offe
i“Signora del West”. Mentre “Duro a mor
Love Boat
es
re” è la nuova opzione per futuri Jam
- RAI 2: dal lunedì al venerdì ore 11.15 le vecchie stagioni attualmente in replica
ra
Bond. I più estrosi potranno addirittu
cioè
fuggire laddove è proibito: varcando
Ai confini dell’Arizona
e USA
quel confine inviolabile tra Canada
- 7 GOLD: dal lunedì al venerdì ore 17.55 le vecchie stagioni attualmente in replica
.
alla ricerca della loro terra promessa
La novità di questo pacchetto risiede
Cuore d’Africa
e
però nelle nuove inimmaginabili met
- LA 7: dal lunedì al venerdì ore 16.05 l’inedita stagione 4
e
che si possono raggiungere. Chi vuol
dare un taglio netto col mondo può
Heartland
rifugiarsi negli angoli più remoti del- RAI 1: nuova serie, ogni domenica ore 16.35
nze
l’universo. Sembra infatti che le vaca
e
nello spazio stiano prendendo pied
in
sono
i,
cost
ati
elev
gli
nte
e, nonosta
upartenza ben 4 astronavi: le già colla
e
ntis
Atla
(la
date della serie Stargate
e Defying Gravity.
la Universe) e le nuovissime Caprica
e un posto sulla macchima anche nel tempo (basta richieder
io,
spaz
nello
solo
non
giare
viag
può
Si
e Xena e Highlander.: Si può anpiù da vicino le vecchie celebrità com
na del tempo “Primeval”) e studiare
che accomuna tutte quesulla Luna. Ciò nonostante c’è qualcosa
dare verso il confine, oltreoceano o
che è la nostra casa.
road
ber
ocato dal ritorno in quella octo
ste opzioni: è il senso di nostalgia prov
10
telefilm central
Relic Hunter
- LA 7: dal lunedì al venerdì ore 17.800 le vecchie stagioni attualmente in
replica
- FANTASY: repliche
La signora del West
- RAI 2: dal lunedì al venerdì ore 16.00 le vecchie stagioni attualmente in
replica
Duro a morire – Burn notice
- FX: ogni venerdì ore 23.00 gli episodi inediti della stagione 3
The border
- AXN: ogni venerdì ore 21.00 gli ultimi episodi inediti della stagione 3 fino
al 23 luglio
Stargate Atlantis
- FX: dal lunedì al venerdì ore 16.10 le prime 4 stagioni attualmente in replica
Stargate Universe
- AXN: ogni martedì ore 21.00 gli ultimi episodi inediti della stagione 1 fino
al 20 luglio
Defying gravity – le galassie del cuore
- FOX LIFE: nuova serie, ogni martedì ore 21.55
Caprica
- SCI FI: nuova serie, da settembre
Primeval
- JIMMY: repliche
October Road
- ITALIA 1: nuova serie, ogni martedì ore 23.05 le inedite
(in chiaro) stagion1 e 2
- SKY UNO: repliche
Su FANTASY:
- Odyssey 5
- Andromeda
- Xena principessa guerriera
- Farscape
- Highlander
- Sheena
- Star Trek – The next generation
- Star Trek Enterprise
- Adventure Inc.
telefilm central 11
Serie Italia
Friday
Night
Lights:
12
telefilm central
di Valentina Colombo
ritratto autentico della provincia texana
telefilm central 13
Serie Italia
P
er una serial-addicted
come me, non c’è nulla di
peggio che guardare una
nuova serie “così, perché
tanto non c’è altro in tv” per poi finire con l’esserne irrimediabilmente ossessionati. Coraggio, a quanti
di voi è già capitato? Dozzine di
volte immagino. Se fate attenzione
in queste situazioni c’è sempre un
particolare momento, un evento
nella trama, una frase memorabile, un semplice gesto o una scena
in cui, in piena consapevolezza, ti
rendi conto che è troppo tardi per
cambiare canale: la molla è scattata e sei destinato a guardare un
altro telefilm, l’ultimo di una serie
peraltro già troppo lunga. Ma non
puoi farci più nulla ormai. E così è
stato per me con Friday Night Lights.
Nonostante ne avessi già sentito parlare benissimo dalla critica
statunitense, mi ero ripromessa
di dare una chance a questa serie
senza però mai trovarne la giusta
occasione. E poi, siamo sinceri, la
prospettiva di un drama sul football
americano non è che esercitasse
su di me chissà quale fascino. Sino
a qualche settimana fa quando Rai
4, una rete che, permettetemi di
dirlo, quanto a programmazione
ha tutto il mio rispetto, avendo
già trasmesso FNL a mia insaputa
nella fascia pre-serale con l’imbarazzante titolo High School Team,
lo replica proprio in questi giorni
con le nuove stagioni ad un orario
che varia dalle 8,30 alle 9,20. Ed è
14
telefilm central
qui che, mattina
dopo mattina
accompagnata da una calda
tazza di thè, ho
iniziato a seguire distrattamente le vite di Matt,
Julie, Lyla, Tim
fino a trovarmi
ad aspettare ansiosa quello che
è presto diventato il consueto
appuntamento
quotidiano con
i cittadini di Dillon. Questo era
proprio uno di
quei momenti
di cui parlavo
poco fa.
Friday Night Lights riprende i
toni e lo spirito
dell’omonimo
romanzo documentario (Friday
Night Lights: a
Town, a Team
and a Dream,
H.G. Bissinger)
del 1990 e del
film di Peter
Berg riadattandoli però ai giorni nostri, abbandonando quindi
i vizi e i clichè di
quei giovani borghesi annoiati a cui la tv ci ha tanto abituato e offrendo
un ritratto autentico di quella che potrebbe essere una qualsiasi città di
provincia americana.
Anziché a Odessa ci troviamo nella fittizia Dillon, Texas, dove il coach Eric
Taylor si è appena trasferito per seguire la squadra di football del liceo
locale, i Panthers. Sin dal suo primo giorno Taylor si trova ad affrontare
le pressioni dell’intera città che ha riposto in lui la completa fiducia per il
destino della squadra.
Ciò che cattura immediatamente l’attenzione è quanto importante sia il
football a Dillon: non è solo un semplice sport, è tutto. In una cittadina di
provincia priva di qualsiasi attrattiva, dove il futuro più brillante sembra
quello di vendere auto nella concessionaria del signor Garrity, il football
va ben oltre il semplice intrattenimento del venerdì sera: è insieme l’ele-
mento che accomuna gli abitanti
di Dillon ma soprattutto il simbolo del riscatto
sociale di questa
piccola città del
Texas, suo unico
orgoglio, gioia e
speranza.
Analogamente
a livello narrativo lo sport gioca
un ruolo fondamentale: non è
semplice background, un pretesto per raccontare le ennesime
vicende
sentimentali di teenagers in piena
crisi adolescenziale, qui il football è qualcosa
di reale. Il lavoro
che si è sempre
desiderato fare,
la coronazione
di un sogno, il
mezzo per ottenere una borsa
di studio per un
futuro promettente, il senso di
appartenenza a
qualcosa di più
grande, una famiglia, quando una
vera non ce l’hai,
o ancora un episodio della tua vita
da lasciarsi alle spalle per poter
continuare per la propria strada,
o semplicemente l’unico appiglio
che ti rimane per continuare a tenere duro.
telefilm central 15
Serie Italia
prese con il quotidiano del giorno dopo, e Connie
Britton, tutti gli attori sono perlopiù sconosciuti, perseguendo la tradizione dei teen-drama per cui per
interpretare degli adolescenti vengono scelti attori
al di sotto dei trent’anni, ma il loro talento e la drammaticità delle storie fanno quasi dimenticare questa
inverosimiglianza.
minacciare il suo futuro.
Jason Street (Scott Porter) era il
quarterback prodigio dei Panthers
(poi sostituito da Saracen) con un
brillante futuro davanti a sé. Questo prima che un incidente durante
una partita lo ha reso paralizzato e
costretto su una sedia a rotelle. Da
ragazza e del suo migliore amico e
ad accettare la sua condizione.
Lyla Garrity (Minka Kelly) è la
cheer-leader dei Panthers e figlia
di Buddy. Fa coppia fissa con Jason
da anni e ha già pianificato il loro
matrimonio. Tuttavia l’incidente di
Jason metterà a dura prova la loro
nità Cristiana per Teenagers.
Tim Riggins, infine, ha il volto di
Taylor Kitsch. Riggs, come lo chiamano gli amici, è il “bello e dannato” di Dillon. Vive con suo fratello
Billy, trascorrere la maggior parte
del tempo a bere birra e, nonostante sia stato con “metà delle ragazze
relazione facendo luce sulle sue insicurezze e le sue paure e spingendola tra le braccia di Tim.
La rottura del suo fidanzamento
e insieme la separazione dei suoi
genitori fanno scattare qualcosa in
Lyla: abbandona di punto in bianco l’uniforme e abbraccia la Comu-
del Texas”, Lyla è quella che gli ha
lasciato il segno e di cui è innamorato. Si mette costantemente nei
guai e per questo è sempre in punizione, tuttavia non lo senti mai
lamentarsi e dietro alla facciata da
sbruffone noncurante si nasconde
un bravo ragazzo dai forti valori.
CAST E PERSONAGGI
Dal punto di vista artistico la fotografia e la regia riescono a comunicare magistralmente il dramma
vissuto dai personaggi, grazie anche al sapiente utilizzo di primissimi piani e di quelle caratteristiche
riprese “tremolanti” immergendo
completamente lo spettatore nell’atmosfera rurale di Dillon, mentre
il cast merita ogni complimento:
ad eccezione di Kyle Chandler, che
riesce senza difficoltà a scrollarsi
l’immagine di Gary Hobson alle
16
telefilm central
Kyle Chandler è appunto Eric Taylor, coach di football
(e di vita) trasferitosi con la famiglia a Dillon alla guida
dei Panthers verso il campionato dello stato. La moglie Tami (Connie Britton) trova presto lavoro come
consulente dell’orientamento nella scuola dove lavora Eric e che frequenta la figlia Julie.
Eric è il classico eroe americano: straordinario marito e padre di famiglia, è un uomo tutto d’un pezzo.
Onestà e fiducia sono le qualità che lo contraddistinguono e che lui stesso pretende da chi gli sta accanto. Nonostante Tami e Julie siano la sua famiglia, il
forte legame instauratosi tra lui e i Panthers lo eleva a
figura paterna per i ragazzi della squadra, e i suoi discorsi pre-partita colmano lo spettatore di orgoglio e
patriottismo, riecheggiando i monologhi di quei polpettoni apocalittici del calibro di Armageddon.
Matt Saracen, un bravissimo Zach Gilford, è il timido
quarterback dei Panthers. Nonostante sia un adolescente, in realtà Matt è molto più adulto di quanto
si immagini. Cresciuto senza genitori (la madre lo ha
lasciato diversi anni prima, il padre è un soldato in
guerra in Iraq), si prende amorevolmente cura della
nonna, ormai in preda alla demenza senile, e si divide
sapientemente tra casa, scuola, lavoro e gli allenamenti. Per lui più di
chiunque altro il football rappresenta l’unica vera famiglia che abbia.
Bryan “Smash” Williams, tailback della squadra, è forse il volto più noto
dei Panthers.
Un po’ sbruffone, parla di sé
in terza persona e gli piace calamitare tutta l’attenzione su di sé.
Cresciuto anch’egli senza un padre, ha però una
madre e due sorelle che lo amano moltissimo. Il
suo sogno è quello di andare al college con una borsa di studio e giocare
a football da professionista, ma alcuni errori (commessi) rischieranno di
Clear eyes, full hearts,
can’t lose.
quel momento il “Texas Forever” che aveva pianificato
con Lyla, la sua fidanzata, e
Tim si disintegra violentemente davanti ai suoi occhi insieme a tutti i suoi sogni. Si troverà
presto a dover affrontare una nuova realtà, il tradimento della sua
telefilm central 17
Serie Italia
Dopo The West Wing, Friday Night
Lights è ciò che di più americano
ci possa essere e, nonostante gli
ascolti non siano spettacolari, i
numerosi riconoscimenti attribuiti
alla serie testimoniano quanto sia
in realtà eccezionale. FNL mette
in scena settimana dopo settimana episodi drammaticamente veri
senza mai scivolare nella banalità
o nella retorica, ma riesce a commuovere con i sentimenti più semplici e profondi, come l’amicizia e
la famiglia, caricati da quel forte
pathos tipicamente americano.
FNL è una serie che emoziona, commuove, fa sorridere e fa riflettere
ma soprattutto coinvolge. Non c’è
da stupirsi quindi se vi ritroverete
a trattenere il respiro quando il numero 20 attraversa tutto il campo
superando gli avversari e a gridare “Go Panthers!” durante un touchdown, perché questo è l’effetto
di FNL.
Are you ready for friday night?
Dalla carta, alla pellicola, al piccolo schermo
Homevideo
ite
Le ultime usc
23 giugno
THE L WORD stagione 6
Box: 3 dvd
Video: 1.78:1 Anamorfico
Durata: 432’
Distribuzione: Fox
Extra: Saluto finale; Ultimo ballo.
THE A-TEAM, stagione 5
LA CASA NELLA PRATERIA, stagioni 5-6
25 giugno
THE L WORD, stagione 6
21 Luglio
CSI: MIAMI, stagione 5
CSI: MIAMI stagione 5
Box: 3 dvd
Video: 1.78:1 Anamorfico
Durata: 540’
Distribuzione: Sony Pictures H.E.
Extra: L’ aspetto di CSI: Miami; I costumi
in CSI:MIAMI; Il vero MDPD.
Come detto precedentemente, FNL trova le sue origini nell’omonimo film che, a sua volta, è un riadattamento del
romanzo-documentario Friday Night Lights: A Town, a Team, and a Dream di H.G. Bissinger, che documenta la
stagione del 1988 dei Permian Panthers, la squadra di footbool del liceo di Odessa, Texas. Il romanzo di Bissinger
è totalmente veritiero, persino i nomi dei personaggi non sono stati cambiati, questo perchè era inteso come
lavoro giornalistico. Nel film, invece, diretto da Peter Berg, cugino di Bissinger stesso, nonostante i personaggi siano anch’essi basati da quelli realmente vissuti ad Odessa, si discosta maggiormente dalla fonte e i Panthers perdono le semifinali e non
vincono il campionato dello stato. Berg, terminate le riprese del film, ha dichiarato in più interviste quanto fosse dispiaciuto di aver
tagliato molti capitoli relativi ai rapporti interpersonali dei personaggi a causa dei tempi ristretti di un film e, proprio per questo,
già pensava ad un ulteriore riadattamento per una serie tv, con personaggi fittizi grazie a cui avrebbe potuto rivisitare tutti quegli
elementi trascurati nel film ed esaminarli qui in modo più approfondito.
18
telefilm central
telefilm central 19
esenta:
r
p
r
o
t
a
r
e
p
o
r
Claudio il tou
S vacanza con
In
peciale
Mistero
C’è un nutrito gruppo di apsugli strani
io nelle calde serate estive per indagare
passionati che ogni anno cerca rifug
hetto vacanza ad hoc grazie al
pacc
un
di
quin
gli amanti del mistero ecco
eventi che accadono nel mondo. Per
pletamente nuovo alla loro vita.
osti e, perché no, dare un senso com
già
quale far avverare i loro desideri nasc
ndo, e forse pure terzo tipo) grazie ai
ecipare ai vari incontri (del primo, seco
part
o
così
tism
anno
spiri
potr
dallo
ogi
tto
ufol
attra
nati
Gli appassio
4400. Chi invece è più
en” e al sempre apprezzato convegno
i“Tak
e
sens
”
te
well
ulen
“Ros
cons
mi
del
ram
o
prog
i
men
a
udat
fare
colla
dell’agenzia “Ghost Whisperer” o
fantasma
non potrà mancare ai weekend con
l S.p.A.” ortivo Shawn, mentre la “Supernatura
tra antico
onia
dem
tasso
alto
ad
tour
ganizza
Roswell
olo.
diav
il
con
i
che leggende e autentici patt
- RAI 4: dal lunedì al venerdì ore 18.05 le vecchie stagioni attualmente in replica
ace”
Surf
ula
“form
hia
Ritorna anche la vecc
ad
nno
vera
ritro
si
nti
ggia
ville
i
e
nella qual
Taken
cente
affrontare, giorno dopo giorno, la cres
- RAI 4: ogni venerdì ore 21.10 la serie attualmente in replica
Con
.
atici
acqu
ri
minaccia di strani esse
e.
mar
del
nti
ama
gli
per
di
sigliata quin
4400
Gli appassionati dei casi ai confini della
- RAI 4: dal lunedì al venerdì ore 19.25 le vecchie stagioni attualmente in replica
vo
nuo
sul
gare
ripie
realtà dovranno invece
- STEEL: repliche
sarà
a
man
setti
i
ogn
ge”:
programma “Frin
vo
nuo
un
anti
ecip
part
dei
one
osizi
a disp
Ghost Whisperer – Presenze
ati
inspiegabile evento che saranno port
- RAI 2: ogni giovedì ore 21.05 l’inedita (in chiaro) stagione 4
issibrav
dei
iuto
all’a
a risolvere grazie
- FOX LIFE: ogni lunedì ore 21.00 la seconda inedita parte della stagione 5 dal 26 luglio
e.
Fring
e
sion
Divi
della
i
ator
mi anim
che
qual
Chi vuole cercare di risolvere
Psych
nmistero più leggero e si sente abbasta
- RETE 4: ogni sabato ore 15.55 l’inedita (in chiaro) stagione 3
agli
i
vers
iscri
può
,
farlo
per
e
za superero
o
appena rinnovati team “Smallville”
Supernatural
“Heroes”. Se nel primo caso la vacanza
- RAI 2: ogni lunedì ore 23.40 l’inedita stagione 4 dal 5 luglio
nda
seco
la
con
o,
lamp
volerà via in un
- STEEL: ogni venerdì ore 21.45 la stagione 3 attualmente in replica
la
a
“Salv
di
o
grid
al
”
ssare
“rila
à
potr
ci si
poi
e
Esist
cheerleader, salva il mondo”.
Surface
un terzo gruppo (chiamato “Chuck”)
- STEEL: ogni lunedì ore 21.00 la serie in replica dal 2 agosto
.
nerd
ili
arib
ingu
agli
solo
o
ndat
raccoma
per
so,
scor
Vista l’alta richiesta dell’anno
Fringe
e
questa estate sono state studiate tant
- STEEL: ogni venerdì ore 21.00 l’inedita stagione 2
ero
mist
del
sì
o
fann
che
ule
nuove form
ai
no
il fulcro della vacanza, ma permetto
Smallville
navilleggianti di godere anche dell’adre
- STEEL: ogni lunedì ore 21.45 l’inedita stagione 9 fino al 2 agosto
enso
L’int
.
pura
ne
azio
dall’
lina scaturita
un
rà
offri
pio
esem
ad
24
ma
ram
prog
Heroes
osoggiorno senza respiro tra cospirazi
- ITALIA 1: l’inedita (in chiaro) stagione 3 da luglio
po,
tem
il
ro
cont
e
cors
ni governative e
- STEEL: ogni lunedì ore 21 l’inedita stagione 4 fino al 26 luglio
e”
erag
“Lev
e
tle”
“Cas
oni
opzi
le
mentre
di
tica
sono più specifiche per chi mas
Chuck
le.
letteratura e omicidi o di frode fisca
- ITALIA 1: ogni lunedì ore 24.00 l’inedita (in chiaro) stagione 2
aco
mon
il
e
mer
assu
ibile
E’ anche poss
20
telefilm central
trainer Lasko come insegnante per diventare provetti karateka e affrontare una vacanza di sole arti marziali.
Gli appassionati di motori non potranno fare a meno della formula “Knight Rider” che mette a disposizione dei turisti un’auto altamente tecnologica e parlante per tutta la durata del soggiorno.
I turisti che vogliono trascorrere l’estate a risolvere misteri legali potranno invece far richiesta ai villaggi tribunale di “Close to home”, “Alice nevers” e “Damages”.
Un’altra delle
novità 2010
è la misteriosa
24
“offerta deja vu”.
- RETE 4: ogni mercoledì ore 23.35 l’inedita (in chiaro) stagione 7
Grazie a questa
- FX: repliche
opzione ci si potrà
- CIELO: ogni lunedì ore 22.05, martedì ore 23.05 e gioverilassare a fianco
dì ore 22.10 le prime stagioni attualmente in replica
della nuova accompagnatrice Alexandra
Castle – Detective tra le righe
nei numerosi viaggio
- FOX LIFE: ogni martedì ore 21.00 gli ultimi episodi inediti della stagione 2
nel tempo nel tentativo
di modificare in meglio
Leverage – Consulenze illegali
il proprio passato.
- LA 7: ogni domenica ore 21.00 le inedite stagioni 2 e 3 dal 19 settembre
Chi soffre di qualche
dipendenza potrà invece
Lasko
contare sull’aiuto del grup- RAI 2: nuova serie, ogni martedì ore 21.50 dal 13 luglio
po “The Cleaner” o provare
a superare i propri problemi
Knight Rider
per inseguire il sogno ame- ITALIA 1: nuova serie (in chiaro), ogni domenica ore 11.25
ricano del progetto “Crash”.
Questa estate c’è quindi un
Close to home – Giustizia ad ogni costo
mistero da risolvere per tutti. Che
- RAI 2: ogni lunedì ore 22.40 la stagione 2 attualmente in replica
si tratti di qualcosa di soprannatu- MYA: repliche
rale, di mistico, di psicologico o solamente un piccolo enigma da chiaAlice Nevers: professione giudice
rire, chiunque potrà esaudire il suo
- RAI 3: ogni giovedì ore 21.05 gli inediti episodi della stagione 1
desiderio di diventare, almeno per un
giorno, un provetto Robert Langdom.
Damages
- AXN: ogni venerdì ore 21.55 gli ultimi inediti episodi della stagione 3
Deja vu
- ITALIA 1: nuova serie (in chiaro), dal lunedì al venerdì ore 10.15 dal 9 agosto
The cleaner
- JOI: ogni giovedì ore 21.00 l’inedita stagione 2 fino al 5 agosto
Crash
- FX: ogni mercoledì ore 21.00 la stagione 1 attualmente in replica
telefilm central 21
Serie Preview
USA Preview:
le novità della stagione
a cura di Valentina Colombo
Better Together
Serie che segue le vite di
due sorelle in diversi stadi
delle rispettive relazioni
sentimentali.
Creato da:
Con: Joanna Garcia
Premiere: mercoledì, ABC
Body of Proof
La protagonista è un medico legale molto tenace la
cui esperienza di neurochirurgo le permette di avere
una prospettiva unica ed inedita nel risolvere i crimini, ma la mette spesso in disaccordo con chiunque
incroci la sua strada.
Creato da:
Con: Dana Delany
Premiere: venerdì, ABC
Q The Cape
Vince Faraday è un onesto agente tra una squadra di poliziotti corrotti
che si trova all’improvviso accusato di omicidi e
creduto morto. È quindi
costretto a lasciare mo-
22
telefilm central
glie e figlio e nascondersi.
Forte del desiderio di riprendersi la sua famiglia e
combattere i criminali che sembrano aver conquistato Palm City, Vince diventa The Cape, il supereroe dei fumetti preferito da suo figlio con l’aiuto di
Max Malini.
Creato da:
Con: David Lyons, Jennifer Ferrin, Ryan Wynott, James Frain, Keith David, Summer Glau, Dorian Missick
Premiere: NBC
Chase
Drama che segue le vite di un gruppo di agenti speciali sulle tracce dei fuggitivi più pericolosi d’America.
Creato da:
Con: Kelli Jiddish, Cole Hauser, Amaury Nolasco, Jesse Metcalfe
Premiere: lunedì, NBC
Criminal Minds 2.0
Spin-off della serie madre (Criminal Minds) che narra
i casi seguiti dalla squadra di profilers dell’FBI.
Creato da:
Con: Forest Whitaker
Premiere: CBS
Defenders
In attesa della nuova stagione, ecco una panoramica di cosa aspettarci in tv a settembre
Legal drama che racconta
la vita di due avvocati carismatici di Las Vegas.
Creato da:
Con: Jim Belushi
Premiere: mercoledì, CBS
Detroit 1-8-7
Uno sguardo alla sezione omicidi del distretto di Detroit.
Creato da:
Con: Michael Imperioli
Premiere: martedì, ABC
RThe Event
Sean Walzer indaga
sulla scomparsa della
sua fidanzata Leila e, involontariamente, porta a
galla uno dei più grandi
insabbiamenti del governo americano. La ricerca di Sean agiterà le
acque di un cospicuo numero di stranieri potenti,
compresi: il neo Presidente Martinez; Sophia, leader
di un misterioso gruppo di detenuti; e l’oscuro patrigno di Sean.
Il loro futuro è nel bel mezzo di una cospirazione
globale che potrebbe cambiare per sempre la storia
del genere umano.
Creato da:
Con: Jason Ritter, Sarah Roemer, Blair Underwood,
Laura Innes, Scott Patterson, Ian Anthony Dale,
Željko Ivanek
Premiere: lunedì, NBC
RFriends With Benefits
Sit-com che ruota
attorno alle vite di di un
gruppo di ventenni single alle prese con il duro
e spesso confuso mondo
degli appuntamenti.
Ben Weymouth è in cerca della donna perfetta
che soddisfi i suoi elevati standard, mentre la sua
migliore amica, Sara Maxwell, vuole semplicemente
trovare un uomo con cui sistemarsi e crescere una
famiglia. Ben e Sara, nell’attesa delle loro anime gemelle, hanno preso l’abitudine di consolarsi a vicenda, moralmente e fisicamente, ed il loro amico Aaron, un romanticone, non approva il loro complicato
telefilm central 23
Serie Preview
rapporto, ma sia lui sia lo sciupafemmine Hoon sono
troppo impegnati con i loro problemi da appuntamento.
Creato da: Brian Grazer
Con: Ryan Hansen, Danneel Harris, Jessica Lucas
Premiere: NBC
Generation Y
Dramedy che segue le vite di alcuni ex-alunni del liceo adottando lo stile del documentario.
Creato da:
Con: Michael Stahl-David, Jaime King
Premiere: ABC
The Good Guys
Il detective Dan Stark, dal
passato discutibile, ha un
nuovo partner: il giovane
Jack Bailey, un novellino
dedito al regolamento. Il
capo del dipartimento, il
tenente Ana Ruiz, cerca
in tutti i modi di affidare
loro casi apparentemente minori al fine di tenere il
dipartimento fuori dai guai.
Creato da: Matt Nix
Con: Bradley Whitford, Colin Hanks
Premiere: 19 maggio, Fox
Happy Endings
Una sposa lascia il futuro marito all’altare.
Creato da:
Con: Elisha Cuthbert
Premiere: ABC
Harry’s Law
Harriet, Matthew e Malcolm non potrebbero essere
più diversi. Harriet è un ex-avvocato che, licenziata
dal suo lavoro, è completamente disillusa ed è an-
24
telefilm central
siosa di ricominciare una nuova avventura finchè
non si scontra in qualche modo con Malcolm. Quando lui scopre che la donna è un avvocato, la prega di
rappresentarlo in un processo criminale. Matthew,
romantico fino al midollo, è un insegnante al liceo
e viene presentato ad Harriet tramite Malcolm, uno
dei suoi ex-studenti. Uniti dal destino, i tre presto si
rendono conto che stanno tutti cercando la stessa
cosa: un nuovo inizio
Creato da: David E. Kelley
Con: Kathy Bates, Ben Chaplin, Aml Ameen, Brittany
Snow, Jenna Backstrom, Beatrice Rosen
Premiere: NBC
Hawaii 5-0
Remake dell’omonima serie del 1968.
Creato da: Alex Kurtzman, Roberto Orci , Peter
Lenkov
Con: Alex O’Loughlin, Daniel Dae Kim, Scott Caan,
Grace Park, James Marsters
Premiere: lunedì, CBS
Hellcats
Una studentessa di legge vede il suo futuro crollare
quando perde la borsa di studio e si vede costretta
ad unirsi al gruppo delle cheerleader.
Uno sguardo ai retroscena al dramma, le politiche e
le pressioni che circondano il programma di football
di un’università del Sud.
Creato da:
Con: Aly Michalka
Premiere: 8 settembre, The CW
Law & Order: LA
Drama procedurale che segue gli stessi temi e sotrie
della serie madre, ma contestualizzate sulle strade
di Los Angeles.
Creato da:
Con:
Premiere: mercoledì, NBC
Lonestar
Una sorta di Dallas dei giorni nostri: un truffatore si
dà da fare per derubare il personaggio di Jon Voight
ma finisce per innamorarsi di sua figlia.
Creato da: Christopher Keyser, Amy Lippman
Con: Jon Voight, James Wolk, Adrianne Palicki
Premiere: Fox
Love Bites
Comedy che segue tre
storie d’amore, sesso, matrimonio e appuntamenti,
connesse tra loro.
Annie e Frannie sono le
ultime due single del loro
gruppo di amici, tutti felicemente sposati: Annie è
un’inguaribile e contagiosa ottimista, mentre Frannie, l’eterna damigella, semplicemente realista.
Creato da:
Con: Becki Newton, Jordana Spiro
Premiere: NBC
Mike and Molly
Sit-com che parla dell’incontro agli Anonimi
Overeaters tra Mike, un
affascinante
poliziotto
soprappeso, e Molly.
Creato da: Chuck Lorre
Con: Billy Gardell, Melissa
McCarthy
Premiere: lunedì, CBS
Mixed Signals
Comedy che racconta le vite di tre amici che cercano
di bilanciare la loro vita di coppia con il loro desiderio di libertà.
Creato da: Bob Fisher
Con: Nelson Franklin, David Denman, Kris Marshall,
Liza Lapira, Alexandra Breckenridge
Premiere: Fox
Mr. Sunshine
La vita di un manager
sportivo di San Diego alle
prese con la crisi di mezza età quando compie 40
anni.
Creato da: Matthew Perry,
Alex Barnow, Marc Firek
Con: Matthew Perry, Allison Janney, Nate Torrente, Andrea Anders
Premiere: ABC
Nikita
Nikita è una spia ed una assassina che agisce per
un’agenzia segreta del governo americano. Si ribella
a quel sistema che l’ha creata e non si fermerà davanti a nulla pur di portare a termine i responsabili.
Creato da:
Con: Maggie Q, Shane West, Lyndsy Fonseca
Premiere: 9 settembre, The CW
No Ordinary Family
Powell è il patriarca di una famiglia dai superpoteri.
Creato da:
Con: Michael Chiklis, Tate Donovan, Julie Benz, Autumn Reeser
Premiere: martedì, ABC
Off the Map
La serie segue le vite di
tre medici che lasciano il
proprio lavoro negli Stati
Uniti per trasferirsi in una
clinica isolata nei Tropici
dove, come di routine, si
troveranno ad affrontare
insolite sfide, mediche e
personali.
Creato da: Shonda Rhimes
Con: Enrique Marciano, Martin Henderson, Jason
Gorge, Caroline Dhavernas
Premiere: ABC
telefilm central 25
Serie Preview
Outsourced
La Mid America Novelties
è un’azienda che vende
cuscini “rumorosi”, dita di
gommapiuma e portafogli fatti di bacon e il cui
call-center è stato ora affidato all’India. Todd Dempsy è il nuovo manager
dell’azienda e deve partire per l’India per coordinare
la nuova gestione. Tuttavia il suo compito dovrà prima fare i conti col nuovo team che, per vendere i prodotti americani in tutto il mondo, dovrà quindi comprendere la cultura statunitense. Allo stesso modo
Todd dovrà assimilare usi e costumi della sua nuova
“casa”, compito che sarà come un lavoro full-time.
Creato da:
Con: Ben Rappaport, Rizwan Manji, Sacha Dhawan, Rebecca Hazlewood, Parvesh Cheena, Anisha Nagarajan
Premiere: giovedì, NBC
Outlaw
Cyrus Garza è un giudice della Corte Suprema che
lascia improvvisamente il
suo prestigioso impiego.
Garza ha sempre interpretato molto severamente
la legge finchè un giorno si è reso conto che il
sistema giudiziario in cui
ha sempre creduto non è
corretto.
Tornato nel campo “privato”, Cyrus è determinato a
prestare la sua esperienza e conoscenza della legge
a servizio del più debole partecipando ai casi legali
più grandi e calpestando così i piedi ai più ricchi.
Creato da: John Eisendrath
Con: Jimmy Smits, Jesse Bradford, Carly Pope, Ellen
Woglom, David Ramsey
Premiere: venerdì, NBC
26
telefilm central
Perfect Couples
Le (dis)avventure di tre coppie che si sforzano di
capire il segreto di una relazione perfetta, e come
mantenerla tale.
Dave e Julia sono la coppia “normale”, ma le speranze di Julia di mantenere la sua immagine di brava
moglie vengono messe a dura prova dai tentativi di
Dave di far felici si ala moglie sia il migliore amico
Vance.
Vance ed Amy sono la coppia melodrammatica, tuttavia molto passionale, ma la loro relazione rivela sia
il lato migliore sia quello peggiore di entrambi.
L’ultima coppia è formata da Rex e Leigh, avendo
partecipato a qualunque seminario in matéria di relazioni, sono entrambi convinti di essere gli esperti
nel campo.
Creato da:
Con: Kyle Howard, Christine Woods, Dave Walton,
Mary Elizabeth Ellis, Hayes MacArthur, Olivia Munn
Premiere: NBC
Raising Hope
Un giovane padre single cerca di crescere la sua
bambina con l’aiuto improbabile dei suoi genitori.
Creato da: Greg Garcia
Con: Lucas Neff, Martha Plimpton, Garrett Dillahun
Premiere: Fox
Ride-Along
Un viaggio attraverso le strade di Chicago che mostrerà il crimine e la corruzione vigenti a bordo di
una pattuglia dei più onesti agenti di polizia della
città.
Creato da: Shawn Ryan
Con: Jason Clarke, Jennifer Beals, Delroy Lindo
Premiere: Fox
Running Wilde
Steve Wilde è un egocentrico nonché benestante
playboy di Beverly Hills che si innamora dell’umanitaria Keri Russell.
Creato da: Mitch Hurwitz , James Vallely
Con: Keri Russell, Will Arnett
Premiere: Fox
$#*! My Dad Says
Sit-com basata sulla trama fornita da Justin Halpern su Twitter.
Creato da:
Con: William Shatner
Premiere: giovedì, CBS
The Whole Truth
Legal drama che vede il processo della nascita di un
caso giudiziaro visto sia dalla parte della difesa sia
da quella dell’accusa.
Creato da:
Con: Rob Murrow, Joely Richardson
Premiere: mercoledì, ABC
Terra Nova
Nell’anno 2149 la Terra è gravemente sovraffollata, e
un gruppo di persone viaggia nel tempo per iniziare
un nuovo insediamento (tra i dinosauri) dove il popolo del futuro vorrà stabilirsi.
Un incrocio tra Battlestar Galactica e Jurassic Park.
Creato da: Steven Spielberg, Peter Chernin, Brannon
Braga, David Fury
Con:
Premiere: Fox
Undercovers
Steven Bloom (Boris Kodjoe) e sua moglie Samantha sono la tipica
coppia sposata, proprietari di una piccola azienda
di catering a Los Angeles
in cui lavora anche la sorella minore di Samantha,
Lizzy. In realtà i due fino a non molto tempo fa erano
tra i migliori agenti della CIA finchè non si innamorarono cinque anni fa e si ritirarono per stare insieme.
Ma quando il loro amico di vecchia data, nonché anch’egli una spia, Nash scompare mentre era in missione sulle tracce di un trafficante d’armi russo, Steven e Samantha vengono richiamati dal loro capo
Carlton Shaw perche lo rintraccino e lo riportino in
salvo. La coppia viene quindi di nuovo coinvolta nel
mondo dello spionaggio, constatando che questo
stile di vita sotto copertura, pericoloso e colmo di
adrenalina dà quel pizzico di pepe che al loro matrimonio mancava.
Creato da: J.J. Abrams
Con: Boris Kodjoe, Gugu Mbatha-Raw, Gerald McRaney.
Premiere: mercoledì, NBC
tc
Telefilm-Central.org cerca
fan delle serie televisive
per organizzare la redazione
2010-2011 e prepararsi alla
nuova stagione telefilmica.
Se sei un appassionato/a di serie
televisive e vuoi diffondere
la cultura dei telefilm in Italia,
scrivi a
[email protected]
e proponiti per entrare a far
parte della redazione del sito!
telefilm central 27
Serie Vintage
di Sara Mancini
“La fuga non è stata una mia idea. E poi scappare da cosa, non sapevamo neanche cosa ci
fosse là fuori.” - Max Guevara
I
l 2010 è stato l’anno che ha
riportato in auge il Re del
mondo James Cameron con
Avatar ma è anche l’anno che
segna il decennale dalla messa in
onda del pilot della sua creatura
televisiva Dark Angel. La serie pur
avendo un papà così importante
e una protagonista come Jessica
Alba è stata una delle serie più boicottate della TV.
La prima stagione fu considerata
un piccolo capolavoro e una ventata di aria fresca nel panorama scifi
televisivo, una fantascienza tipica
di Cameron capace di criticare e
raccontare con il suo sguardo futuristico le problematiche del mondo
e della tecnologia dei nostri giorni.
In un futuro post atomico in cui gli
28
telefilm central
Stati Uniti, in seguito all’esplosione
di una bomba nella ionosfera che
ha bruciato tutti i sistemi elettronici del paese, sono ormai una expotenza al verde in cerca di sovvenzioni, si muove Max, fattorino
della Jampony di giorno e ladra di
notte, ma soprattutto frutto della
tecnologia trangenica del governo
americano fuggita 10 anni prima
da una delle basi del progetti Manticore. Grazie all’incontro con il
giornalista Logan Cale, che sotto le
mentite spoglie di Eyes Only cerca
di mostrare al paese quanto il governo sia corrotto, Max capirà che
in questo futuro senza prospettiva,
in cui alleggia uno strisciante odio
fra le classi sociali, politiche e immigrati di etnia araba (Cameron
ahimè anticipa uno scenario che
sarà ben noto agli americani e al
mondo di lì a poco), c’è bisogno di
qualcuno che cambi le cose.
“Non tentate di cambiare frequenza, questo è un bollettino
video di Streaming Freedom, è
un collegamento clandestino
che durerà 60 secondi, non può
essere localizzato né interrotto
ed è la sola voce libera rimasta
in città.” - Eyes Only.
Le speranze della nascita di una
serie da inserire negli annali vengono cancellati dalle richieste del
network per la stagione successiva: via le tematiche scomode e politicheggianti con tanti saluti per i
casi scottanti di Eyes Only, i flashback sulla vita dei bambini solda-
telefilm central 29
Lo sapevate che..
Serie Vintage
to di Manticore ed Herbal che ci
aveva regalato divertenti siparietti
con il suo credo Rastafariano in favore di una atmosfera meno dark e
più adolescenziale. Quanti ancora
stanno rabbrividendo al ricordo
dello sdolcinato e raccapricciante
virus che teneva separati Max e
Logan e alla caccia al mostro della settimana in stile Smallville? Gli
sceneggiatori riescono in parte
a salvare la faccia nella seconda
parte della seconda stagione con
l’introduzione della setta dei Familiari permettendo loro di trattare
la delicata questione del razzismo
con la difficile accettazione di sè
in quanto transgenica da parte di
Max e la rabbiosa reazione degli
“umani” alla scoperta dell’esistenza dei trasgenici di Manticore, rei
di essere dei mostri e quindi indegni di vivere e di pretendere di
avere un’anima.
Nonostante il cambio in corsa, il
destino di Dark Angel, grazie anche alla scelta di palinsesto dal
martedì al venerdì, scivola verso
una telefonata cancellazione, in
favore del nuovo gioiellino di Joss
Whedon, Firefly.
“A volte mi sembra che tutto
questo non sia capitano a me,
come se questa storia me l’avessero racccontata. Ma la cosa che
mi angoscia di più è non sapere
se ce l’hanno fatta. Se fossi certa
che lì dentro c’è rimasto anche
solo uno di noi, sarebbe peggio.
Almeno così posso immaginarmi
le loro vite, per esempio Jondy
30
telefilm central
• Jessica Alba è stata scelta per il ruolo di Max prima ancora che venisse scritta la sceneggiatura del
Pilot.
• Jessica Alba e Michael Weatherly hanno avuto una relazione durata quasi quattro anni, nata durante il provino di Michael per Dark Angel, e terminata ad un passo dalle nozze nell’estate del 2003.
Jessica ora è sposata con il produttore Cash Warren da cui ha avuto una figlia di un anno Honor. Michael,
che già era stato sposato nel 1995 con l’attrice di soap Amelia Heinle, dal 2009 è sposato con la dottoressa Bojana
Jankovic e dalla prima moglie ha avuto un figlio August ora quattordicenne.
• Jensen Ackles era noto nel 2000 come attore drammatico di soap, e dopo aver impressionato nel ruolo del tormentato Ben nell’episodio Pollo Loco, venne fatto tornare senza non poche remore nelle vesti del più scanzonato Alec
durante la seconda stagione, ma Jensen sorprese tutti favorevolemente.
• Joshua, il dolce uomo cane della seconda stagione, è interpretato da Kevin Durand, noto ai fan di Lost nelle vesti
dello spietato Keamy.
• Nell’episodio “And Jesus Brought a Casserole” Jessica Alba viene affiancata per la prima e unica volta dal fratello
Joshua nel ruolo di Krit, uno dei dodici trangenici fuggiti da Manticore nel 2009.
• La Seattle di Dark Angel in realtà è Vancouver, città in cui vengono girate la maggior parte delle serie TV americane.
Lo Space Needle su cui Max è solita sedersi per meditare è ovviamente ricreato al computer.s
• Per ricreare il mondo apocalittico della serie si è voluto prendere come esempio La Havana, una città che nonostante
il passare del tempo ha mantenuto le stesse sembianze del 1950.
• Nonostante Dark Angel sia arrivata da noi nel 2003 ormai già cancellata il sito “Dark Angel Italia” nato poco dopo è
stato uno dei più longevi dedicato alla serie, essendo stato chiuso definitivamente tra il 2009 e il 2010.
potrebbe essere una fotografa
di moda o un’architetto. La verità è che forse anche loro vivono
come me, scappando continuamente, guardandosi sempre alle
spalle. La speranza è dei perdenti, dietro c’è gente che gioca sporco finché non ti piomba
addosso la dura e fredda verità.
Comunque spero che siamo lì
fuori da qualche parte e che stiano bene.” - Max Guevara.
L’aver tirato in ballo Firefly, che
tra l’altro subirà un anno dopo lo
stesso destino di Dark Angel, ci
permette di fare una breve paragone sul diverso impatto avuto
nel fandom... detto, anzi scritto
brutalmente, a differenza di quella
di Firefly Dark Angel ha la fandom
più ottusa e pigra che la storia ricordi. I fans di Firefly non si sono
mai arresi, hanno partecipato a
comics, convention, realizzato un
DVD per mostare quanto l’interesse per la serie non si fosse esaurito
con la cancellazione della stessa.
Questa perseveranza, unita all’at-
taccamento del proprio creatore Joss
Whedon e del cast ha
portato nel 2005 alla
realizzazione di un film
conclusivo, “Serenity”.
I fan di Dark Angel in
otto anni sono stati capaci solo di lamentarsi,
inveire contro la Fox
inviando al network
email di protesta e firmando sul Web stupide
petizioni per una terza stagione.
Qualcuno dovrebbe spiegare a
queste persone che James Cameron nonostante si sia visto cancellare Dark Angel dalla Fox, non si è
certo messo a protestare o a piangere, visto che ha continuato e ha
tutt’ora un contratto di collaborazione con la 20th Century Fox... basti vedere da chi è prodotto Avatar.
Assurdo quindi l’atteggiamento di
chi vuol far passare Cameron come
povera vittima e la Fox come lupo
cattivo, nonostante questa negli
anni non si sia fatta certo problemi
a cancellare telefilm di valore ma
con ascolti poco lusinghieri (Terminator: the Sarah Connor Chronicles
e Dollhouse gridano ancora vendetta). Neanche il cast si è dannato
più del dovuto, avendo di lì a poco
trovato un nuovo impiego. Non
sorprende però che a distanza di
tempo gli unici messaggi speranzosi provengano da una Jessica
Alba che si è sempre mostrata
disponibile ad un film, ma che in
realtà al momento ha una carriera cinematografica tutt’altro che
esaltante e una televisiva condita
di ricordi. Film di Dark Angel che
invece interessa meno dello zero
Fahrenheit agli ex-colleghi Michael Weatherly e Jensen Ackles
che ormai brillano di luce propria
in TV rispettivamente con NCIS e
Supernatural e non certo desiderosi di tornare a fare da tappezzeria
per James Cameron. A differenza
di Firefly, a nessuno tra cast, crew e
altre sfere è veramente interessato
dare una degna fine al progetto.
In un periodo storico in cui i remake di serie TV ormai passate
nascono come funghi (Battlestar
Galactica, V, Beverly Hills 90210,
Melrose Place per citarne alcune)
l’unica speranza che rimane è che
un giorno Dark Angel possa tornare in TV in una nuova veste, perché a parte un numero esiguo di
romanzi di Collins successivi alla
seconda stagione, non si è potuto
neanche consolarsi con fumetti o
storie che avessero una qualche
ufficialità o si avvicinassero a ciò
che gli sceneggiatori e il Re avessero in testa. Però chi va a dire alla
fandom Darkangeliana che forse la
futura Max in un remake non avrà
le fattezze di Jessica Alba?
“Ecco il risultato di due milioni di
anni di evoluzione. Idioti.” - Max
Guevara.
telefilm central 31
senta:
e
r
p
r
o
t
a
r
e
p
ro
Claudio il tou
S vacanza con
In
peciale
Avventura
ogni
Come
colpa dell’afa o foruna garanzia. Per quelli
estate è il pacchetto più richiesto. Sarà
a di una vacanza avventura è oramai
scelt
la
ma
,
ono
urisc
giallo” e
scat
nate
gior
ogni anno: si parte da “La signora in
se la voglia di azione che le belle
il classicissimo itinerario riproposto
ecco
Order:
ro,
&
sicu
“Law
sul
e
re
an”
resta
Jord
iono
ssing
vogl
“Cro
più tradizionalisti che
ritorno di Colombo”. “Nikita”,
“Il
e
ak”
“Koj
ia”,
cors
in
aby”.
citve
Barn
dete
re
con “Un
iale Lipsia” e “L’ispetto
“L’ispettore Derrick” per proseguire
ersi verso “Cold Sqaud”, “Squadra spec
dirig
cui
da
zo,
mez
inter
o
ottim
un
Criminal Intent” restano sempre
della tv: Herzog, Navarro e Cordier.
stagione sono i 3 migliori commissari
ha di che preoccuparsi. Le ultiGli accompagnatori scelti per questa
za e provare nuove avventure, non
nvaca
di
tipo
sto
que
liere
sceg
e
Chi però vuol
di alta
me opzioni studiate sono molte e tutte
amecittà
di
gran
qualità. Gli innamorati delle
C.S.I.: Scena del crimine
ono
poss
i
Miam
e
York
New
s,
ricane di Las Vega
- ITALIA 1: ogni venerdì ore 21.10 gli episodi inediti (in chiaro) della stagione 9
onasc
li
farvi ritorno per scoprire i nuovi ango
- FOX CRIME: ogni giovedì ore 21.00 la prima parte della stagione 10 attualteam della
sti di queste metropoli a fianco dei
mente in replica e la seconda parte inedita da settembre + repliche
hington
scientifica di C.S.I. Chi preferisce Was
- IRIS: repliche
ire
segu
e Los Angeles non deve far altro che
Ma
.
NCIS
li
gli agenti speciali della marina deg
C.S.I.: NY
po’ tutti
se il desiderio è di poter visitare un
- ITALIA 1: ogni venerdì ore 22.05 ultimi episodi inediti della stagione 5 fino al 2 luglio
i
sfuggire
gli Stati Uniti, allora non lasciatevi
profiler di Criminal Minds.
C.S.I.: Miami
eèa
Per gli amanti della materie scientifich
- FOX CRIME: ogni mercoledì ore 21.00 la stagione 7 attualmente in replica + repliche
minute
disposizione la nuova formula last
- IRIS: ogni giovedì ore 22.30 la stagione 2 attualmente in replica
d’ob
è
”
“Numb3rs”, mentre il servizio “Life
a un po’
bligo per tutti i filosofi zen. Chi cerc
NCIS – Unità anticrimine
iarsi nei
rifug
può
e
sant
di riparo dall’afa pres
- RAI 1: ogni domenica ore 21.00 la seconda parte inedita della stagione 7 da
o
int”
brividi freddi di “Cold Case” e “Flashpo
settembre + ogni sabato ore 21.05 la stagione 3 attualmente in replica
r”
Colla
ite
nelle fresche aule tribunali di “Wh
- FOX CRIME: ogni lunedì ore 21.00 la stagione 6 attualmente in replica
e “Law & Order”.
le forti
Tornano anche a grande richiesta
NCIS – Los Angeles
urire,
scat
può
D”
“NYP
il
solo
che
ioni
pass
- RAI 2: ogni venerdì ore 21.05 la seconda parte inedita della stagione 7 da settembre
vacanza
mentre un vecchio classico della
: il vecavventura si rinnova per questo 2010
Criminal Minds
(menle
sotto
a
torn
re
rtato
Squa
lo
chio Jack
- RAI 2: ogni venerdì ore 21.50 gli episodi inediti (in chiaro) della stagione 5 da settembre
tite?) spoglie di “Whitechapel”.
- FOX CRIME: ogni venerdì ore 21.00 ultimi episodi inediti della stagione 5 fino al 2 luglio
ano la
Queste vacanze tinte di giallo cont
ve
nuo
partecipazione straordinaria di due
Numb3rs
ander e
guide: il commissario svedese Wall
- RAI 2: ogni domenica ore 21.05 gli episodi inediti della stagione 5
il detective canadese Murdoch.
meriPer coloro che volessero sfuggire all’A
sceglie
no
st’an
que
o
hett
pacc
ro
nost
il
ca,
uardia:
una meta turistica europea all’avang
are la
visit
ibile
poss
così
la Germania. Sarà
onia” e “Cobra 11”.
compagnia delle squadre speciali “Col
in
io cerca sì un po’ di refribirra
della
e
stel
wür
dei
terra
storica
che con la bella stagione il turista med
sa
si
hé
perc
to,
pala
di
tipo
i
ogn
per
e
gata
varie
Insomma, un’offerta davvero
far mancare i brividi dell’estate.
gerio, ma non si vuole assolutamente
32
telefilm central
Life
- ITALIA 1: ogni domenica gli episodi inediti (in chiaro) della stagione 2 da luglio
Cold Case – Delitti irrisolti
- RAI 2: ogni sabato ore 21.05 gli episodi inediti della stagione 7 da settembre
- JOI, ogni martedì ore 21.45
5
ì ore 12.3
l venerd
a
ì
d
e
n
al lu
5
a:
ore 10.1
: RAI 1, d
In replic
12.55
in giallo I 1, ogni sabato
ra
bato ore
o
a
s
n
l
ig
a
ì
A
d
R
e
:
- La s
n
k
ic
lu
ore Derr rsia: RETE 4, dal
5
- L’ispett
o
ore 06.5
.40
ctive in c nedì al venerdì
a ore 19
te
ic
n
e
m
lu
- Un de
o
l
d
a
i
d
n
,
g
4
o
E
ET
E 4,
- Kojak: R i Colombo: RET enerdì ore 15.10 19.00
d
lv
o
a
ì
rn
d
re 03.40
to
e
rdì ore
ri
n
- Il
enerdì o
, dal lu
ì al vene
v
4
d
l
E
e
a
T
n
ì
E
d
lu
R
e
l
:
- Nikita
: LA 7, da t: RETE 4, dal lun
n
g Jordan
- Crossin er: Criminal Inte dì ore 21.10
5
rd
ve
O
io
&
g
ore 14.0
i
w
n
a
-L
menica
A 7, og
o
L
.40
d
:
i
8
d
1
n
a
g
u
re
o
q
abato o
- Cold S
s
by: La 7,
i
5
a
n
rn
g
a
o
B
,
ore 16.4
ore
AI 2
- L’ispett peciale Lipsia: R , ogni domenica 1.10
s
2
2
I
- Squadra sario Herzog: RA , ogni lunedì ore 19.35
is
E4
re
- Il comm rio Navarro: RET 4, ogni sabato o
a
E
s
T
is
E
m
R
- Com
ordier:
issario C
- Il comm
Flashpoint
- RAI 3: gli episodi inediti della stagione 3 da luglio
White Collar – Fascino criminale
- FOX CRIME: ogni giovedì ore 21.55 ultimi episodi inediti della stagione 1 fino all’8 luglio
Law & Order: Unità vittime speciali
- FOX CRIME: ogni domenica ore 21.00 la stagione 2 attualmente in replica
- JOI: ogni martedì ore 21.00 gli episodi inediti della stagione 11
NYPD – New York Police Department
- FX: repliche
- IRIS: ogni domenica ore 11.45 gli ultimi episodi inediti della stagione 12 fino al 27 giugno
Whitechapel
- FOX CRIME: ogni venerdì ore 21.55 la miniserie in replica fino al 2 luglio
Wallander
- RETE 4: ogni sabato ore 21.30 gli ultimi episodi inediti della stagione 1 fino al 17 luglio
I misteri di Murdoch
- RAI 3: ogni sabato ore 20.20 l’inedita stagione 2
Squadra Speciale Colonia
- RAI 2: nuova serie, dal lunedì al venerdì ore 15.15 (trasmessa dalla stagione 5)
Squadra speciale Cobra 11
- RAI 2: ogni martedì ore 21.05 ultimi episodi inediti della stagione 13 fino al 20 luglio
telefilm central 33
Serie Vintage
R
oma (Rome) è una serie tv del 2005 ideata da
Bruno Heller (lo stesso della serie di successo The Mentalist) per la rete americana HBO
in collaborazione con BBC e Rai Fiction.
E’ composta di 2 stagioni rispettivamente da 12 e 10
episodi l’una ed è stata poi interrotta per gli alti costi di produzione, ma - notizia che circola da tempo
- potrebbe tornare a rivivere sugli schermi cinematografici.
La serie, che prende atto dalla conquista della Gallia
da parte di Giulio Cesare, narra l’ascesa e la morte
del dittatore romano, il passaggio dalla Repubblica
all’Impero attraverso le guerre civili e l’imporsi di Ottaviano Augusto come capo di Roma.
Fin qui i fatti propriamente storici risultano piuttosto accurati anche se già dai primi episodi salta all’occhio qualche errore e omissione: citiamo ad esempio
la defaillance di Ottavia, giovane sorella di Augusto,
che legge alcuni passi dell’Eneide nonostante l’opera verrà scritta solamente anni dopo proprio sotto
l’impero di Augusto e proprio su sua commissione a
Virgilio oppure i due congiurati Marco Giunio Bruto e
Caio Cassio Longino che morirono in battaglia quando invece entrambi si siucidarono una volta capito
che per loro non c’era più speranza di vittoria a Filippi oppure ancora il non approfondimento di alcune
tappe nella lotta tra Antonio e Augusto. Queste scene
34
telefilm central
che citiamo sono alcune mancanze del telefilm che
non aderiscono alla realtà storica oppure argomenti
trattati troppo frettolosamente e superficialmente.
In Roma accanto ai fatti e ai personaggi storici vi sono
comunque dei personaggi inventati le cui vicende
personali si intrecciano con gli eventi più noti.
I due personaggi che danno vita all’aspetto puramente fiction della serie sono due soldati: il centurione
Lucio Voreno, romano vero, fervente catoniano, ma
che si schiera sempre e comunque con chi comanda,
obbedendo ed eseguendo gli ordini nel suo credo
più grande, il nome di Roma, e il legionario Tito Pullo, un mezzo delinquente violento, scurrile e grezzo,
ma fedele, anche troppo, al suo amico Voreno. I due
personaggi non sono interamente frutto di fantasia
in quanto i legionari Titus Pullo e Lucius Vorenus erano due centurioni realmente esistiti, facevano parte
della Legio XI e vengono anche nominati nel Libro VI,
par 44 del De Bello Gallico di Giulio Cesare.
Attraverso le vicende personali dei due soldati viviamo gli eventi che hanno scosso gli ultimi anni della Repubblica Romana fino al nascere dell’Impero e le loro
storie si svolgono di pari passo, intrecciandosi con i fatti storici e influenzandone, a volte, anche il loro corso.
L’amicizia tra i due nasce quasi per caso nelle file della
Legio XIII, un’amicizia comunque mal digerita all’inizio da Voreno che vede in Pullo un soldato disobbe-
di Miss*Winchester
telefilm central 35
Serie Vintage
diente che pensa solo a se stesso,
ma poi questo loro legame diventa qualcosa di forte, virile e sanguigno come solo due soldati romani
sanno essere e continuerà sia nella
sciagura che nella fortuna durante
il corso degli anni e degli eventi.
I due personaggi rappresentano
alla perfezione gli uomini dell’epoca. Devoti agli dei, credono che tutto si svolga secondo il volere divino. Voreno, più di Pullo, crede nella
Repubblica e in chi la comanda
tanto che riesce a riciclarsi anche
come Senatore al fianco di Cesare, lui che all’inizio non approvava
il passaggio in armi del Rubicone.
In seguito rientrerà nelle fila dei
36
telefilm central
legionari di Marco Antonio rimanendogli accanto fino all’ultimo.
Voreno è un uomo che combatte
non per gli uomini al comando, ma
per l’ideale e per il nome di Roma.
Sia Voreno sia Pullo sono uomini
passionali, duri, gelosi delle loro
compagne fino alla pazzia Sono
a mio parere due personaggi che
colpiscono e che rimangono impressi, due dei personaggi meglio
riusciti e tratteggiati del piccolo
schermo.
Hanno un ruolo importante nella
serie Roma anche le donne, madri,
sorelle, mogli, amanti. Le donne di
alto rango che con i loro intrighi di
potere manovrano i loro uomini e
con questi il destino del popolo e
le donne umili, mogli e compagne
dei legionari che vivono, accanto
ai loro uomini, gli stravolgimenti
della Repubblica e i difficili mo-
menti che seguono alle lotte intestine divenendo a loro volta anche
vittime innocenti e inconsapevoli
di qualcosa più grande di loro.
Figura femminile di spicco è Atia,
la madre del giovane Ottaviano e
cugina di Cesare. Donna dai facili
costumi, intrigante alla quale interessa solo il potere e il suo benestare, che non disdegna di portarsi
a letto schiavi (così come generali)
e che innesca una lotta parallela
a quella degli uomini. Una lotta
con Servillia, l’ex amante di Cesare
nonché madre di Bruto e istigatrice ella stessa della congiura contro
il dittatore, una rivalità fatta di bassezze, volgarità e crudeltà.
Ciò che rende questa serie televisiva un
ottimo
prodotto è
l’accurata
ricerca dei
particolari, sia per
quanto
riguarda i
costumi,
sia per le
scenografie
che,
abilmente
ricostruite
negli studi
di Cinecittà a Roma,
riportano
in vita non
solo le vicissitudini
di alcuni
personaggi storici e famosi, ma
anche le disavventure della gente
comune. In Roma abbiamo una ricostruzione molto veritiera della
città intera, non solo quella fatta
di ricche ville patrizie, ma anche di
quella fatta di povere casupole di
mercanti, di vicoli sudici e maleodoranti e di quartieri angusti. La
serie tv non solo spicca per l’ottima ricostruzione di Roma, tra cui
le lotte di bande per il potere sui
vari colli e nei “collegi”che si erano
formati su di essi, ma ricalca la verità anche per quanto riguarda il
linguaggio utilizzato, molto colorito e volgare. Per godere appieno
la serie occorre vedere la versione
integrale e non quella censurata
che presenta scene tagliate (anzi
edulcorate) girate apposta per
l’Italia (la versione per intenderci
che Rai2 mandò in onda 4 anni fa
nel 2006). La versione integrale è
infatti ricca di scene di violenza e
di sesso e offre un linguaggio scurrile che, già in fase di doppiaggio
italiano, è stato ammorbidito. Ma
questa era Roma. Era la vita degli
uomini e delle donne romane sia
di alto rango che dei ceti più bassi.
Il ritratto che ci arriva è quello di
una Roma volgare in tutti i livelli
della società passionale e violenta dove sesso e violenze appunto
la facevano da padrone.
E’ una serie forte, ripeto, con scene
cruente e molto spinte, con scene
esplicite di sesso (anche tra donne e tra fratello e sorella), ma che
riprende con realismo quello che
era relamente l’epoca, la vita quotidiana che noi non studiamo sui
libri di storia, ma che ci è narrata
attaverso altri canali; i disegni e le
scritte oscene che Atia fa scrivere
sui muri di Roma per umiliare Servilia appena lasciata da Cesare, non
ricalcano forse i disegni e le scritte
lascive che sono stati ritrovati nel-
le taverne
di Pompei
dove esercitavano la
loro professione le prostitute?
Il
linguaggio
piccante e
scurrile che
ascoltiamo
nella serie
non ricorda
forse
espressioni
che
ritroviamo negli
epigrammi
o nelle satire dei poeti
latini
che
usano una
satira pungente per
descrivere e
attaccare gli
usi e costumi della lora
società?
Insomma una serie improntata
al realismo in tutto e per tutto:
nel linguaggio, nelle ricostruzioni scenografiche, nei costumi ecc.
Come ho già detto, a parte qualche piccola defaillance, Roma è
una serie piuttosto coerente e vicina alla storia come realmente si
è svolta nei fatti, un telefilm che ci
da veramente l’idea di come fosse
la vita, la politica e la quotidianità
dell’epoca.
Il prodotto è reso apprezzabile
anche dalle interpretazioni, alcune a mio avviso particolarmente
azzeccate (almeno per come ho
sempre visto io i personaggi stori-
ci). Su tutti sono da citare il conquistatore Giulio Cesare, l’ambiguo e
astuto Ottaviano che cambia volto
dalla 1° alla 2° serie con attori che
ne evidenziano il cambiamento e
la crescita, il sanguigno e rozzo
Marco Antonio e l’intrigante Atia,
ai quali si aggiungono le ottime
interpretazioni dei personaggi di
Voreno e Pullo. Trovo molto mellifluo e meno aderente al reale invece Cicerone, almeno per come
vedevo io questo personaggio.
Come accennavo in precedenza,
un’altra pecca che si riscontra è forse la fretta con cui si accenna ad alcuni temi alla fine della 2° stagione,
ma questo è dovuto al fatto che la
serie fu chiusa in fretta e furia - no-
telefilm central 37
Serie Vintage
nostante gli ascolti soddisfacenti
- per via dell’alto budget; questa è
infatti una delle serie televisive più
costose mai realizzate. Secondo
l’ideatore Bruno Heller, quei temi
dovevano essere affrontati con più
ampio respiro nelle successive stagioni, la terza e la quarta.
Roma è comunque un telefilm che
va visto e che ha tutte le carte in
regola per essere definito uno dei
prodotti maggiormente riusciti
degli ultimi anni, a mio avviso migliore di molti film del genere che
spesso si basano solo su ricostruzoni ed effetti speciali e che stravolgono i fatti a loro piacimento
con trame improbabili e grossolani errori storici.
Se i “rumors” su una sua trasposizione cinematografica dovessero essere confermati, credo che
ne uscirebbe un buon prodotto visto che di per sè la serie ha già un
ampio taglio cinematografico anche se racchiudere in due-tre ore
di film eventi storici che avrebbero
dovuto essere narrati nel corso di
due stagioni tv, forse ha i suoi “pro”
e i suoi “contro”.
In Italia grazie ai cofanetti dvd e
al canale Rai 4 - che finalmente ha
avuto il coraggio che è mancato
ad altre reti di trasmettere la serie
per intero - abbiamo avuto la possibilità vedere questo bel telefilm.
Se siete appassionati di storia, intrighi di potere e passioni violente,
resterete sicuramente conquistati
da Roma e dai suoi magnifici personaggi.
38
telefilm central
di Mara Dallefrate
Lo sapevate che..
• La prima stagione copre gli anni dal 52 a.C. al 44 a.C.; mentre la
seconda stagione dal 44 a.C. al 30 a.C.
• Il 9 agosto 2007 vi è stato un incendio negli studi di Cinecittà a
Roma che distrusse 3mila metri quadrati dei 400mila che occupava
il set di Rome ma fortunatamente non si estese al resto degli studios. Nelle
tre ore in cui l’incnedio si propagò, vennero distrutti vari set in fiberglass, ma fortunatamente il Foro, i templi, le terme e altri edifici rimasero intatti. Fu il più grande set
all’aperto mai costruito.
• Le armature utilizzate nella serie, elmi e altri elementi in metallo, furono fabbricati
a mano dal designer Luca Giampaoli per gli attori principali, mentre gli elementi “in
massa” (le armature delle legioni) furono replicate da un’azienda in India.
• La serie utilizzò oltre 4mila capi d’abbigliamento, firmati da April Ferry.
• Circa 1250 paia di scarpe e sandali furono fabbricate in Bulgaria.
• L’accento britannico di alcuni attori venne utilizzato per enfatizzare le distinzioni
sociali dell’antica Roma; tuttavia, in seguito alle prime visioni, gli accenti più forti
vennero “addolciti” per il pubblico americano.
• La riproduzione del Foro corrisponde al 60% circa dell’originale.
• I nomi dei protagonisti, Lucius Vorenus e Titus Pullo, sono veri e i due uomini vengono menzionati da Cesare nel De Bello Gallico.
• Per la scena del “Trionfo di Cesare” vennero impegati 750 attori e comparse.
• I tessuti autentici dell’epoca (lana, lino, cotone e seta) vennero importati da Prato,
India, Tunisia e Marocco, acquistati allo stato grezzo e poi tinti durante la produzione.
• Vennero impiegate 55 comparse locali per le legioni romane, dopo averli spediti ad
un “Boot Camp” per addestrarli a comportarsi come soldati romani vivendo in tenda,
seguendo una disciplina militare (sveglia alle 5 del mattino, e coprifuoco alle 21),
marcia, spadaccino, costruzione e smantellamento di un accampamento, addestramento di gruppo (notte e giorno) e il bagno consentito solo al lago, senza sapone e
durante la notte. Delle 55 comparse 43 completarono il Boot Camp.
• Candele e lampade ad olio in realtà erano lampade a gas alimentate da tubi nascosti.
un amore
struggente
S
ono cresciuta seguendo
moltissime serie televisive incentrate sulla vita familiare.
Potrei citare La
casa nella prateria
(Little House on
the Praire) con la
famiglia Ingalls, Il
Ob-la-di, ob-la-da, life goes on,
mio amico Arnold
brah! Lala how the life goes on...
(Diff’rent Strokes)
e il tormentone
Ve la ricordate? La “mega balla” che affermava che Jamie Lawson, il bam“Che cavolo stai
dicendo Willis”, Casa Keaton (Fa- bino protagonista della serie, era in realtà interpretato da Billy Corgan
mily Ties) con il grande Michael J. degli Smashing Pumpkins.
Fox, Genitori in blue jeans (Growing Ci sono state moltissime serie televisive che si sono svolPains) con il giovanissimo Leonar- te dentro le mura domestiche e questa che ricordedo Di Caprio oppure ancora Super rò insieme a voi è decisamente una tra le mie serie preferite.
Vicki (Small Wonder) che fece na- Una Famiglia Come Tante (Life Goes On) è un telefilm del 1989 che ottenscere una delle più famose bufale ne molto successo in tutto il mondo non solo per aver portato egregiadella storia del piccolo schermo. mente sul piccolo schermo uno spaccato di vita quotidiana dell’America
telefilm central 39
Serie Vintage
degli anni ’90, ma per aver trattato
con schiettezza temi caldi e controversi di quell’epoca: l’HIV e la
sindrome di down.
La serie si svolge a Glen Brook, una
piccola cittadina americana dove
vive la famiglia Thacher composta
dal padre Drew (Bill Smitrovich),
prima caposquadra di un’impresa
edilizia ed in seguito gestore e proprietario di una tavola calda, dalla
sua seconda moglie Libby (Patti
40
telefilm central
LuPone) e dai loro quattro figli: la
21enne Paige (Tracey Needham),
nata dal primo matrimonio di
Drew, Charles detto Corky (Chris
Burke), ragazzo affetto da sindrome di down come l’attore che ne
ha vestito i panni e l’adolescente
Rebecca (Kellie Martin).
Nonostante il suo handicap, Corky
riesce a frequentare la scuola ordinaria non
senza
qualche
difficoltà, ma
la
sua
grande
forza di
volontà
e il suo
impegno negli studi
rappre sentano
un grande esempio per
tutta la
famiglia.
Becca,
che ha
14 anni,
frequenta il liceo del
quartiere e vive
i problemi tipici dell’adolescenza, incluso
quelli di cuore. Inizialmente la ragazza si innamora di Tyler (Tommy Puett), campione in tutti gli
sport, con il quale vive una storia
d’amore ma in seguito arriva Jesse
(Chad Lowe), ragazzo affascinante
affetto da HIV. Seppur con molti
problemi, Becca riuscirà a stare
accanto al ragazzo che ama e a
vivere con lui la storia più bella ed
importante della sua vita.
Da grande romanticona, non potevo non ricordare una delle “love
story” più famose e discusse della televisione che, non so voi, mi
fece piangere a dirotto. Per coloro
che non hanno visto la serie tv, una
fan come la sottoscritta non può
non raccontare dettagliatamente
ogni singolo capitolo di questa immensa e struggente storia d’amore... Forse così capirete perché Life
Goes On mi è rimasto nel cuore
(oppure perché sono una ragazza
così romantica…)
La prima scena “tutta cuoricini” con
Becca e Jesse insieme è alla festa
per i sedici anni di Becca quando
il ragazzo, vedendo la festeggiata
seduta triste e sola su un marciapiede vicino a casa, le porta una
fetta di torta e la invita dolcemente a spegnere la candelina.
Il primo bacio avviene invece qualche giorno più tardi durante una
passeggiata serale. Nonostante
provi qualcosa per lei, Jesse allontana Becca e se ne va senza dirle cosa
ci sia di sbagliato in una loro possibile relazione. Solo più tardi si verrà
a sapere che Jesse è sieropositivo.
Come in tutte le storie d’amore che
si rispettano, la bella eroina non
sa scegliere tra i due pretendenti:
Tyler non ne vuole sapere di chiudere la loro storia mentre Becca
vuole stare con Jesse che, in pochi
giorni, le ha trafitto decisamente il
cuore. Nel frattempo Jesse e Becca
passano del tempo insieme, come
amici. Becca decide di aiutare Jesse a cercare la ragazza che lo ha
fatto ammalare,
ma arrivati davanti alla porta
della sua casa,
vengono a sapere che la giovane
è purtroppo già
morta. E’ così
che Jesse, camminando in un
cimitero (luogo
che è solito definire come la
sua prossima dimora), dice a Rebecca che non
potrà mai averla
nonostante lui
lo voglia intensamente e con
tutto se stesso.
Becca è risoluta, è follemente innamorata
di Jesse e non
le importa quanto la loro storia
possa durare. L’unica cosa che le
interessa è far parte della sua vita.
Il 50° anniversario dei nonni di Becca si avvicina e la ragazza decide di
cogliere l’occasione per chiedere a
Jesse di sposarla. In un primo momento lui accetta, ma torna presto
sui suoi passi quando un ammalato di Aids del centro in cui fa volontariato muore e capisce che l’unica
cosa che desidera è non far soffrire
la sua amata. E’ in questo momento che Jesse decide di allontanare
Becca, ma il tentativo è inutile in
quanto entrambi non riescono più
a vivere lontani l’uno dall’altra.
Non è solo la malattia di lui a creare difficoltà alla coppia, ma anche
la gente comune che non riesce a
comprendere cosa sia l’HIV e cosa
comporti questa malattia. Una
sera uscendo dal centro, Jesse viene infatti assalito e picchiato da
alcuni skinhead. Quando trova il
suo ragazzo a terra, sanguinante
e privo di sensi, Rebecca lo stringe fra le braccia non curandosi del
fatto di poter entrare in contatto
con il suo sangue. Arrivata a casa,
la ragazza parla dell’accaduto con
i suoi genitori che la consigliano
di fare immediatamente gli esami
del sangue. Fortunatamente il primo risultato è negativo e anche se
dovrà ripetere le analisi dopo sei
mesi, lei e la sua famiglia tirano decisamente un sospiro di sollievo.
Con il passare del tempo, i due ragazzi sono sempre più innamorati
e nonostante i vari problemi decidono di avere rapporti sessuali protetti. Poco dopo aver compiuto 18
anni, Jesse viene però colpito da un
infarto. E’ in questo momento che
il ragazzo viene travolto da un’altra
dura notizia: la sua sieropositività
si è evoluta in Aids. Come se non
bastasse, la sua assicurazione scade perciò viene trasferito all’ospedale della contea dove, vista la triste situazione, inizia a manifestare
un carattere scontroso. Jesse tenta
nuovamente di allontanare Rebecca ed appare sempre più deciso a
lasciarsi morire e a farsi consumare
lentamente dalla malattia.
L’episodio conclusivo della serie ci
porta a vivere un salto temporale
di quattro anni e a vedere i due innamorati sposarsi. In seguito ad un
ennesimo salto temporale di dieci
anni, ci troviamo con la 27enne
Becca che parla con un bambino
e gli racconta cosa le sia successo
telefilm central 41
Serie Vintage
dopo il diploma. Corky non è riuscito a completare gli anni scolastici, mentre Jesse le ha spezzato
il cuore lasciando l’America per recarsi in Europa. Dopo quattro anni
di “esilio”, il ragazzo ha deciso
però di ritornare tra le braccia
della sua amata.
Non sappiamo
se il bambino
con il quale Becca stia parlando
sia figlio di Jesse, ma in questa
scena capiamo,
ancora una volta,
l’immensa voglia
della donna di
avere un figlio
dal suo grande
amore.
Intervistati sul finale della serie, i
produttori hanno
voluto precisare
che il bambino
non era di Jesse
anche se aveva
due
bellissimi
occhi azzurri proprio come il protagonista. Le ultimissime parole di
Becca al bambino non lasciano, in
ogni caso, dubbi sul grande amore
della ragazza:“Ti voglio bene Jesse”.
The joy in life is not in hearing the
words “I Love You”, but in being lucky
enough to say them.
42
telefilm central
Life Goes On è dunque una storia
d’amore struggente con un finale alquanto triste che ha fatto
però sognare molti fan di tutto il
mondo, riuscendo a conquistare
il cuore del pubblico giovane ed
adulto.
Uno tra gli aspetti più interessanti
del serial è stata la coerenza nel casting anche per quanto riguarda
i ruoli secondari. Dall’episodio pilota a quello finale, il preside della
scuola ha sempre avuto il volto di
Gloria Ford, mentre il prete che ha
seguito le vicissitudini della famiglia Thacher è sempre stato lo stes-
so sino al matrimonio tra Becca e
Jesse. Tale coerenza ha reso ancor
più veritiero il serial, mostrando i
Thacher proprio come una vera famiglia e Glen Brook come una vera
cittadina. Intervistato a riguardo,
il produttore esecutivo Michael
Braverman ha dichiarato: “Sono
sempre stato, e lo sono tuttora, un
grande credente della scelta dei
migliori ed appropriati
attori anche per i personaggi secondari”.
Svariati attori importanti hanno trovato,
sulla strada verso la
loro fama, la piccola
città di Glen Brook.
Dean Cain ha vestito
i panni di un surfista
nell’episodio “Corky e
i delfini” giusto pochi
anni prima del conseguimento del ruolo
di Superman in Lois &
Clark. Prima di entrare
nel cast di Friends (e
prima ancora di tingersi di biondo), Lisa
Kudrow è stata Stella
nell’episodio “Becca e
la Band”. Greg Kinnear,
candidato al premio
Oscar come miglior
attore non protagonista per Qualcosa è
cambiato, ha vestito i
panni di un boyfriend
di Paige nell’episodio
“Break a Leg Mom” e
Shannon Doherty (Beverly Hills
90210, Charmed) ha colpito il cuore di Corky in “Crush Corky’s”. Altri
ospiti di rilievo che hanno partecipato al serial sono Quincy Jones,
conosciuto al grande pubblico per
aver prodotto l’album più venduto della storia, Thriller di Michael
Jackson, e la canzone evento “We
Are the World”, il cantante e chitarrista Leon Redbone ed Elizabeth
Berkley (Showgirls).
La decisione di introdurre un personaggio positivo all’HIV è stata presa da Michael Braverman,
preoccupato perchè molti adolescenti dell’epoca non conoscevano adeguatamente l’AIDS. Nei
focus group condotti durante lo
show, il produttore aveva infatti
scoperto come i ragazzi avessero
idee sbagliate sull’AIDS e sulle sue
modalità di trasmissione. Visto il
successo della serie e la sua popolarità tra i ragazzi, Michael si è
sentito in dovere di fare qualcosa
e di trasmettere un messaggio importante dedicato a questa malattia. “Credo che parte della nostra
funzione sia quella di educare” ha
dichiarato l’uomo durante un’intervista dedicata al fenomeno Life
Goes On. “Ovviamente la nostra
prima preoccupazione è l’intrattenimento. La seconda è certamente
educare”. La trama dedicata all’AIDS era stata concepita inizialmente come una storia da otto episodi
ma, vista la grande importanza e il
grande seguito, ha dominato immediatamente il resto della serie
diventandone il cuore centrale.
Nell’ultimo episodio di Life Goes
On, Libby dice a suo figlio “Il mondo è un posto migliore grazie a te
Corky”. Per i fan che sono cresciuti
con questa serie televisiva e che si
sono sentiti ispirati proprio grazie
alle vicissitudini della famiglia Thacher, potremmo dire che il mondo
è un posto migliore grazie a serial
come Life Goes On.
I PROTAGONISTI
Jesse Mc Kenna
Dopo essere stato cacciato dalla precedente scuola a causa dell’HIV, Jesse Mc Kenna si traferisce a Glen Brook insieme a sua madre. L’inserimento
nella nuova scuola non avviene con facilità perchè i genitori dei ragazzi
temono per la salute dei loro figli e, proprio per questo, vogliono che
Jesse abbandoni l’istituto. Fortunatamente la votazione scolastica indetta
per decidere il futuro del ragazzo si
conclude a favore dei Mc Kenna.
E’ così che Jesse conosce Rebecca, la
quale fin da subito prova una certa
attrazione per lui. Nonostante la sua
malattia, Becca decide di stare accanto al ragazzo e di essere la sua fidanzata pur sapendo che con lui non potrà mai avere una storia “normale”.
Presto però l’HIV si trasforma in AIDS
e per Jesse inizia un periodo davvero
difficile diviso fra casa, ospedale e la
clinica per malati. La malattia sembra
consumarlo lentamente e proprio
per questo Jesse, almeno inizialmente, non riesce a reagire e non fa nulla per contrastare e combattere la
malattia. La crisi lo divora tanto da portarlo ad allontanare Rebecca dalla
sua vita, ma poi, grazie all’aiuto di un suo compagno di stanza, si accorgerà che senza di lei non può stare.
Chad Lowe
Chad Lowe è nato il 15 gennaio 1968 a Dayton (OH). Ha 3 fratelli: Micah,
Justin e Rob, anch’egli attore. Dal 1997 al 2006 è stato sposato con l’attrice due volte premio Oscar Hilary Swank. Chad è legato sentimentalmente a Kim Painter, personal assistant di Carrie Fisher, con la quale ha avuto
nel 2009 una bambina: Mabel Painter-Lowe.
I suoi hobbies sono l’hockey su ghiaccio, la fotografia e scrivere.
Grazie al serial Una famiglia come tante - Life Goes On e alla sua ottima
performance nel ruolo di Jesse Mc Kenna, Chad ha vinto diversi premi: il
Viewers for Quality Television Awards e l’Emmy Awards, entrambi come
“Miglior attore non protagonista”.
Chad è molto impegnato anche nel sociale; fa parte del Los Angeles Youth Network, un’associazione che aiuta i ragazzi senza casa, e supporta
l’APLA ovvero l’AIDS Project Los Angeles.
Sempre per la televisione ha preso parte ad alcuni episodi de L’incredibile
Michael, Melrose Place, Popular, E.R. - Medici in prima linea e 24.
telefilm central 43
senta:
e
r
p
r
o
t
a
r
e
p
ro
Claudio il tou
Serie Vintage
Rebecca Thacher
Secondogenita della famiglia Thacher, Becca è molto brava a scuola
e nasconde la sua bellezza sotto
occhialoni spessi e vestiti decisamente fuori moda.
Agli inizi del serial, la ragazza si
innamora di Tyler, suo compagno
di scuola e campione nello sport,
che presto inizia a ricambiare il suo
stesso sentimento e inizierà con
lei una storia d’amore che renderà entrambi davvero felici. L’arrivo
della cugina della madre di Rebecca cambia la vita della giovane
Thacher; la donna sembra infatti
essere la prima ad accorgersi della
bellezza celata di Rebecca e la invita ad un cambiamento di look.
Via gli occhialoni e gli abiti non
adatti alla sua età per far vedere al
mondo intero chi è realmente Becca Thacher! L’occasione giusta per
dare il via a questo cambiamento è
la festa per il 16esimo compleanno
della giovane dove sfoggia il regalo del fratello Corky: una giacca di
pelle comprata con tutto il suo primo stipendio! Ma qualcosa nella
sua vita non funziona; nonostante
gli amici, Becca non è molto felice
e si ritrova seduta sul marciapiede
fuori casa sola quando un ragazzo,
Jesse Mc Kenna, la raggiunge portandole una fetta di torta ed augurandole “Buon Compleanno”.
Con il passare dei giorni Rebecca
inizia a nutrire un certo interesse
per Jesse e finirà per innamorarsene e vivere con lui un’intensa, ma
difficile, storia d’amore.
44
telefilm central
In vacanza con
o che anche loro sappiano dove trote studiata per i più giovani, in mod
spiagge, bagni e un pizzico di miLa vacanza per ragazzi è appositamen
ono fare a meno di associare mare,
poss
non
tate
all’es
Torche
lli
que
Per
o.
vare un po’ di svag
in compagnia di 3 bellissime sirene.
attenderanno avventure emozionanti
Li
O”.
“H
one
opzi
e.
ma
estiv
vissi
rose
nuo
2
la
amo
stero, ecco
delle normali storie
ms” per coloro che si accontentano
na invece il last minute “Summer Drea
he paslung
fare
r
pote
dove
”
h di “Saddle Club
Riapre anche l’appena restaurato ranc
.
ralia
Aust
dell’
tramonti
aseggiate a cavallo verso i magnifici
hie proposte a disposizione per pass
ono poi scegliere una delle tante vecc
poss
star
quela
re
rly”
futu
“iCa
ono
dall’
sent
e”,
si
stell
che
le
lli
Que
llo di “Sonny tra
i “Raven” e “Hannah Montana” a que
e”.
Blak
&
“Jake
il
e
”
Rush
re un’estate da celebrità: dai pacchett
Time
“Big
re attenzione a due nuove offerte: il
dei corlo per gruppi dei “Jonas”. Con particola
mettersi in gioco iscrivendosi a uno
ti
infat
e
vuol
Chi
na.
cuci
di
nati
assio
app
gli
e
anch
resi
sorp
ica.
nno
mag
Rimarra
colpi di bacchetta
are un’estate bizzarra tra i fornelli a
si per cuochi di “Jinx” si prepari a pass
di adulto! E ci sarà solo da perra
misu
a
solo
non
iate
vengono stud
Anche quest’anno quindi le vacanze
di luglio.
nte
ne di riproposte sotto il sole coce
dersi tra queste nuove offerte e le deci
Ragazzi
H2O: JUST ADD WATER
- ITALIA 1: dal lunedì al venerdì ore 16.50 l’inedita (in chiaro) stagione 3
Summer Dreams
- ITALIA 1: dal lunedì al venerdì ore 10.15 le prime 3 stagioni attualmente in replica
Kellie Martin
Kellie Noelle Martin è nata a Riverside, in California, il 16 ottobre 1975.
Sua zia ha lavorato come tata per
i figli dell’attore Michael Landon e
proprio grazie a questo “aggancio”
è riuscita a far debuttare sua nipote in un piccolo ruolo nella serie televisiva Padre Murphy creata dallo
stesso Landon.
Oltre al ruolo di Becca, Kellie è conosciuta al pubblico seriale per la
sua partecipazione al medical drama E.R. Medici in Prima Linea dove,
dal 1998 al 2000, ha ricoperto il
ruolo della tirocinante Lucy Knight.
L’uscita di scena da questa serie è
stata dettata dall’interesse dell’at-
trice di terminare i suoi studi a Yale.
Proprio all’università Kellie ha conosciuto il ragazzo che sarebbe
poi diventato suo marito: Keith
Christian. I due si sono sposati nel
1999 e dal 2006 sono genitori di
una bambina: Margaret Heather
Christian.
Kellie è molto impegnata nel sociale; una delle sue fondazioni preferite è la Pediatric AIDS Foundation
ed è rappresentante per la ricerca
del Lupus Eritematoso Sistemico
(LES), una malattia cronica rara di
natura autoimmune che ha causato la morte, a soli 19 anni, di sua
sorella Heather.
Saddle Club
- RAI 3: ogni domenica ore 8.50 l’inedita stagione 3
- DISNEY CHANNEL: repliche
Raven
- ITALIA 1: dal lunedì al venerdì ore 09.45 le prime 4 stagioni attualmente in replica
- DISNEY CHANNEL: repliche
Su NICKELODEON:
- Big Time Rush: nuova serie, ogni venerdì ore 20.45
- iCarly
- True Jackson
- Naked Brothers Band
- The Troop: squadra antimostri
- Pippi Calzelunghe
- Flight 29 down
- Zoey 101
- Allen Strange
- Drake and Josh
- Kenan & Kel
- Amanda Show
Su DISNEY CHANNEL:
- Jake & Blake: dal lunedì al venerdì ore 19.50
gli episodi inediti della stagione 1
- Jinx – fornelli e magia: nuova serie, dal lunedì al venerdì
- Sonny tra le stelle
- Jonas
- Avvocato Coop
- I maghi di Waverly
- Hannah Montana
- Zack e Cody sul ponte di comando
- The Sleepover Club
- Lizzie McGuire
- Bili
- La mia vita con Derek
- Scuola di streghe
Su Disney XD
- K-9
- I’m in the Band
- Aaron Stone
- Zeke e Luther
- Even Stevens
- Phil dal futuro
- Zack e Cody al Grand Hotel
- Cory alla Casa Bianca
- Foreign Exchange
- Power Rangers: Jungle Fury
telefilm central 45
Serie Vintage
S
di Elena Romanello
46
telefilm central
ervizio su un qualsiasi tg nazionale su un qualche fatto inspiegabile: in
sottofondo parte l’indimenticabile motivo di poche note con cui Mark
Snow, per nove stagioni, ha introdotto ogni episodio di X-Files. I fan lo
riconoscono, i non fan ormai lo associano con l’ignoto.
Perché X-Files è stato questo, anche: una finestra sull’ignoto e sul mistero,
partendo dalle indagini di due eroi moderni, quel Mulder (David Duchovny) e
quella Scully (Gillian Anderson) che per gli appassionati sono diventati l’emblema dell’amicizia e dell’amore ideali. X-Files è stato quindi anche un’insolita
storia d’amore, una rilettura dell’amicizia tra uomo e donna, uno specchio
di paure vecchie e nuove, una rivisitazione di leggende metropolitane non solo
statunitensi, e anche una serie di culto.
Il film del 2008, molto atteso dagli appassionati, ha un po’ deluso le aspettative,
per la scelta di fare una storia a se stante comunque poco comprensibile ai non
affezionati e per la trama che, pur avendo buoni spunti, non riesce ad essere
convincente fino in fondo. Ma i fan ci sono ancora, sperano sempre in un terzo
film che si leghi ai fatti della cospirazione per il 2012 e continuano ad interessarsi al mondo degli X-Files e ai suoi protagonisti.
Forse occorre fare qualche passo indietro e tornare a quell’ormai lontano 1993,
quando un giovane produttore di nome Chris Carter riuscì a far approvare alla
Fox la sua creatura, X-Files appunto, in cui si immagina che esista una sezione
dell’FBI che indaga sui fatti paranormali sotto la responsabilità di Fox Mulder,
mente brillante ma cane sciolto, segnato dalla scomparsa della sorellina minore
forse rapita dagli alieni quando era ancora un ragazzino. Per tenerlo sott’occhio
e per invalidare il suo lavoro gli viene affiancata Dana Scully, medico legale e
agente federale di solida formazione scientifica, fortemente scettica.
telefilm central 47
Quello che nascerà tra
i due, amicizia prima e
amore dopo (sia pure
osteggiato da diversi
fan, i cosiddetti “noromo” che mai avrebbero voluto vedere i loro
eroi sentimentalmente
legati), sarà il collante di tutte le stagioni,
ben nove e dei due
film. Una parte degli
episodi sono i cosiddetti “case files”, casi
svincolati su cui Mulder e Scully si trovano
a lavorare, mentre esistono le puntate della
mitologia - diverse per
stagione - concepite come una sorta di
sceneggiato in cui si
configura l’esistenza di
una cospirazione ordita da un’associazione
paragovernativa, che
non manca di dare
filo da torcere ai nostri
eroi mentre si prepara
un’invasione aliena.
Per molti X-Files dà il meglio negli episodi singoli, altri amano molto la saga
della cospirazione, anche perché lì
emergono meglio i caratteri e le storie
personali dei protagonisti. In realtà,
entrambe le tipologie arricchiscono
quella che è una delle serie di telefilm più durature della storia della
televisione recente, battuta solo da
ER e Law and order.
Allo sviluppo delle nove stagioni contribuiscono anche le scelte personali
dei due interpreti principali, David Duchovny, attore caratterista di film non
sempre eccelsi ma delizioso poliziotto
48
telefilm central
in Twin Peaks, e Gillian Anderson, debuttante imposta da Carter proclamata icona sexy dello schermo malgrado
sia lontana anni luce da certi stereotipi
di maliarda. Così la gravidanza di Gillian Anderson all’inizio della seconda
stagione provoca il suo rapimento ad
opera degli alieni e l’introduzione del
filone mitologico, mentre la scelta di
David Duchovny a fine settima stagione di non far più parte del cast fisso
della serie nonostante sia il protagonista porterà ad un suo sequestro alieno, ad una gravidanza misteriosa per
Scully che si sapeva essere sterile e all’introduzione dei personaggi di John
Doggett, scettico ma tormentato ot-
timamente interpretato dall’ex T1000
Robert Patrick, e di Monica Reyes, sorta di Mulder al femminile nelle vesti di
Annabeth Gish.
Rispetto a serie più recenti, da Lost a
Desperate Housewives passando per
Cold case, Criminal minds e Senza traccia, X-Files vive su un nucleo ridotto di
personaggi: i protagonisti sono Mulder e Scully, con l’aggiunta però solo
verso la fine e per supplire l’assenza
di Duchovny e il minore impegno richiesto dalla Anderson, di Doggett e
Reyes, e ci sono poi alcuni comprimari,
che comunque sanno farsi apprezzare
dagli appassionati. I tre Lonegunmen,
r presenta:
r operato
Claudio il tou
In vacanza con
Sportiva
Serie Vintage
informatori e amici di Mulder sono
protagonisti di sipari a volte vagamente comici e daranno vita all’unico
sfortunato spin off della serie. Skinner,
il superiore diretto di Mulder e Scully,
ha un suo peso in vari loro casi e volge
un ruolo di mentore, mentre Krycek,
spia doppiogiochista di gran fascino,
perturba le vite dei protagonisti senza una vera soluzione del suo ruolo,
salvo forse in diverse fanfiction in cui
diventa l’amante segreto di Fox Mulder. L’Uomo che fuma, antagonista di
Mulder e suo padre in un colpo di scena forse un po’ troppo da soap opera,
rappresenta ancora oggi un modello
di nemico, mentre gli informatori di
Mulder, il governativo Gola profonda,
il temibile Mister X e la conturbante Marita Covarrubbias portano non
poco sapore alle storie.
A quasi dieci anni dalla sua fine X-Files è comunque rimasto nel cuore
di appassionati che vanno da adolescenti ormai cresciuti a non pochi
adulti, per una narrazione efficace
che non dava spiegazioni ma portava
a farsi domande, per uno stile comunque interessante e unico, dalla musica
di Mark Snow, appunto, al fascino non
smaccato ma discreto dei protagonisti.
C’è qualcosa di X-Files un po’ in tutte
le serie attuali, da Bones dove il rapporto tra i due protagonisti è però più
scherzoso a Fringe dove il complotto
non è più dei paragovernativi ma delle multinazionali. E talvolta si parla di
x-files quando si parla di fatti inspiegabili, ancora oggi, mentre c’è chi ancora sogna di fronte alle foto di David
Duchovny e di Gillian Anderson, sul
set o fuori.
Può starci un terzo film? Sì, anche se
forse per i fan potrebbe voler dire un
vero addio definitivo, una conclusione
ad una storia che per sua natura rimane sempre aperta a nuove possibilità,
a nuove strade nella ricerca della verità, nel cuore e nella fantasia di chi si è
appassionato.
re a un po’ di sana attività
Gli sportivi che non vogliono rinuncia
sta proposta di alta qualità.
que
fisica possono fare affidamento su
isti i nuovi tornei di basket a
prev
ti
infat
Per tutta l’estate 2010 sono
di surf della “Blue Water High”.
“One Tree Hill” e le lezioni avanzate
Per le ragazze sono
ancora aperte le
iscrizioni ai corsi di
One Tree Hill
Ginnastica Professio- RAI 2: ogni sabato ore 15.30 l’inedita stagione 6
nistica tenuti dalle
- MYA: repliche
giovani campionesse
di “Make it or break it”.
Blue Water High
Impossibile trascurare
- ITALIA 1: dal lunedì al venerdì ore 16.00
gli appassionati di
la stagione 1 attualmente in replica
calcio! Con un’esta- NICKELODEON: repliche
te all’insegna dei
mondiali, ecco dove
Make it or break it – Giovani campionesse
poter seguire le varie
- FOX: ogni martedì ore 21.10 ultimi episopartite: quelle della
di inediti della stagione 1 fino al 13 luglio
vecchia “High School
Team” o le nuove dei
High School Team
“Friday Night Lights”.
- RAI 4: repliche
Senza farsi mancare
quelle più divertenti
Friday Night Lights
degli “Blue Mountain
- JOI: ogni venerdì ore 21.00 ultimi episodi ineState” e dell’argenditi della stagione 4 fino al 12 luglio
tina “Champs 12”.
Chi poi ama gli
Blue Mountain State
sport estremi potrà
- MTV: ogni lunedì ore 22.30 ultimi episocertamente buttarsi
di inediti della stagione 1 fino al 5 luglio
da un elicottero in
- COMEDY CENTRAL: ogni martedì ore 23.00
volo o nuotare a
la stagione 1 attualmente in replica
fianco degli squali in
compagnia del team
Champs 12
di salvataggio dei
- ITALIA 1: nuova telenovela argentibagnini di “Baywana, dal lunedì al venerdì ore 15.00
tch” o della nuovissima Guardia Costiera
Baywatch
di “The Guard”.
- ITALIA 1: ogni sabato ore 11.45 la staDi certo con un’ofgione 4 attualmente in replica
ferta così non vorrete certo rimanere
The guard
seduti in divano!
- FOX: nuova serie, ogni sabato ore 21.00
telefilm central 49
“Q
Personaggi del mese
Rachel Berry
di Ramona Ravera
50
telefilm central
uando
Barbra
Streisand
era
ancora una sconosciuta, tutti le
dicevano che per poter diventare
una star avrebbe dovuto rifarsi il
naso. Fortunatamente si rifiutò.”
Vi starete chiedendo cosa abbia
a che fare tutto questo con Glee,
il telefilm targato Fox che sta facendo ballare mezzo mondo (Casa
Bianca compresa). Chi ha già seguito gli episodi in onda su Fox Italia dallo scorso gennaio saprà che
è rispondendo a questo modo che
Rachel Barry, a tutti gli effetti la
star della serie, si difende dalle offese sul suo aspetto fisico da parte
di Dakota Stanley, l’esaltato coreografo che compare nel terzo episodio della prima stagione intitolato
“Acafellas”. Ma cosa accomuna la
Streisand e Rachel, escludendo le
dimensioni del naso (che, fortunatamente, si sono rifiutate di modificare chirurgicamente) e la voce
straordinaria? Forse il fatto che
entrambe siano ebree o che siano
per diversi motivi profondamente
legate a Broadway. E se tutto ciò
ancora non bastasse, cosa dire sul
fatto che il secondo nome della
protagonista di Glee sia proprio
Barbra?
Nata da una coppia omosessuale e
multirazziale (i suoi due padri hanno selezionato l’ovulo della potenziale madre basandosi sulla bellezza fisica e il quoziente intellettivo
e hanno mescolato i loro liquidi
seminali così da non sapere chi
sarebbe stato il padre biologico),
Rachel sogna di diventare una star
di Broadway dal momento in cui
vinse la sua prima competizione
all’età di tre mesi, incoraggiata dai
genitori che l’hanno sempre spinta
a “coltivare i suoi numerosi talenti”
(che a oggi comprendono, oltre a
canto, ballo e recitazione, il piangere a comando e una passabile
imitazione dell’accento inglese – o
perlomeno di quello di Lily Allen).
Al suo secondo anno alla McKinley High School di Lima (Ohio),
porta avanti ad ogni costo le sue
ambizioni da prima donna, incurante del disprezzo che i ragazzi
più popolari della scuola provano
per lei e non credo affatto che sia
facile restare incurante del continuo “Tiro al frullato” che ha come
obiettivo fisso la sua faccia.
Quando però Sandy Ryerson, il responsabile del glee club scolastico, commette il tremendo errore
di non assegnare a Rachel l’assolo
che tanto desiderava, la ragazza
con una scusa lo fa licenziare e da
questo momento sarà compito
di William Shuester, insegnante
di spagnolo e a sua volta ex star
del glee club, occuparsi di questo
gruppo di ragazzi tanto dotati a livello canoro quanto “sfigati” nelle
relazioni sociali (passatemi il termine, è questa in fondo la chiave
di tutto lo show).
L’entrata nel coro di Finn, quarterback della squadra di football,
popolare e fidanzato con la cheerleader più carina della scuola,
stravolge gli equilibri del gruppo
e Rachel si accorge di avere una
cotta per il ragazzo (d’altronde è
naturale che gli altri si aspettino
di vederli insieme, la voce maschile principale estremamente sexy
e la splendida giovane ingenua
di cui tutti si innamorano, o no?).
L’attrazione è reciproca e i due si
scambiano un bacio, ma lui non
può ignorare il fatto che li sia così
impopolare oltre che, spesso e volentieri, tremendamente seccante.
La sua (non così tanto) vaga ossessione ad essere l’unica a meritare
brani da solista la allontana dal
gruppo nel momento in cui Will
decide di far emergere per una
volta Tina, la punk asiatica e balbuziente. A questo punto la coach dei
cheerleader Sue Sylvester, sempre
alla ricerca di un’occasione per distruggere il club dell’odiato nemico Shuester, approfitta di questo
momento di tensione per privare
il coro della sua stella più brillante:
con l’aiuto del signor Ryerson prepara la messa in scena del musical
“Cabaret” e offre a Rachel la parte
di protagonista. Incapace di rifiutare un’offerta tanto allettante, la
ragazza accetta e lascia i compagni del glee club.
Nonostante gli altri componenti
del coro spesso la emarginino per
il suo comportamento irritante e le
sue ambizioni illimitate, tutti sanno perfettamente che non hanno
alcuna speranza di vincere le imminenti gare provinciali senza di
lei; Will nel tentativo di sostituirla
recluta una ex studentessa della
McKinley, una donna dal talento
straordinario con il piccolo difetto
di essere una quarantenne alcolizzata che occupa abusivamente
case in vendita. Finn però si rende
conto che tutto ciò non può funzionare e non potendosi permettere di perdere le provinciali (l’unico
modo che ha per occuparsi della
fidanzata Quinn, incinta), invita
Rachel ad uscire per un appuntamento. Facendo leva sui suoi sentimenti per lui la convince a tornare, ma la ragazza presto scopre
telefilm central 51
Personaggi del mese
il raggiro e furibonda abbandona
di nuovo il glee club, salvo tornare
dopo essersi resa conto che l’affetto dei suoi compagni vale ben più
che recitare da protagonista in un
musical.
Il crescente rapporto di amicizia
che si crea tra i ragazzi spinge in
seguito Rachel a dare la sua biancheria ad un ragazzo ossessionato
da lei, Jacob, pur di impedire che
lui renda pubblica la notizia della
gravidanza di Quinn. La mossa è
inutile perché Sue farà in modo
che tutta la scuola ne venga a conoscenza, ma è un passo tangibile che dimostra come l’insieme di
sfigati che abbiamo visto nei primi
52
telefilm central
episodi stia piano piano maturando in un gruppo di veri amici.
In questo clima Puck, amico di Finn
e uno tra i ragazzi più popolari della scuola (o almeno, lo era fino al
suo ingresso nel glee club), per
accontentare il desiderio della madre che lo vorrebbe fidanzato con
una ragazza ebrea, comincia ad
uscire con Rachel, sebbene prima
di far parte del coro l’abbia sempre
maltrattata. La loro storia ha vita
breve, ma lascia tra loro una sorta
di amicizia o quanto meno di complicità che prima non sarebbe mai
stata possibile.
In seguito, galeotta una ballata
d’amore, Rachel si accorge di essere infatuata del professor Shuester,
e si assicura di dimostrarglielo in
modi più che evidenti: da regali
imbarazzanti al farsi sorprendere
a cucinare e spolverare in casa sua
(“schiavizzata” dalla moglie di Will).
L’uomo è atterrito, poiché l’ultima volta che si era trovato in una
situazione del genere la studentessa da lui cordialmente rifiutata
reagì in modo drastico. Terrorizzato all’idea che ciò possa capitare
di nuovo, tenta di allontanare la
ragazza da lui senza essere troppo
diretto, ma con scarso successo.
Dopo una discussione con Suzie
Peppers, proprio quella ex alunna
di Will in passato innamorata di lui,
Rachel capisce di essersi comportata da sciocca e si scusa, riportando la situazione alla normalità.
Rachel spesso si scontra con
Kurt, il ragazzo gay con la
voce da soprano anche lui
parte del club, per motivi
anche molto diversi tra loro:
in un episodio i due litigano
perché entrambi vorrebbero vedersi assegnato l’assolo
della loro canzone preferita
(eh si, Berry colpisce ancora), in un altro invece perché
entrambi sono innamorati
di Finn, sebbene senza speranza in quanto lui è ancora
fidanzato con Quinn e in attesa di un figlio.
L’ultima trovata di Rachel
costa cara al professor Shuester: per aver partecipato insieme a tutto il club ad uno
spot televisivo ed aver ricevuto un pagamento (in materassi), Will è escluso dalla
competizione e i ragazzi dovranno
vedersela da soli. Come se non bastasse, Rachel viene a conoscenza
del fatto che il vero padre del bambino di Quinn non è Finn ma Puck
e molto egoisticamente, sperando
così di poterlo avere tutto per sé,
rivela la verità al ragazzo che distrutto si rifiuta di partecipare alla gara e abbandona il gruppo. Tornerà in tempo
per aiutare gli amici in difficoltà, e grazie a lui e al brano
da solista di Rachel (che finalmente per una volta riesce ad ottenere senza sbarrare la strada a nessuno) i
nostri portano a casa la vittoria.
Rachel è un personaggio che o si ama o si odia: la
sua mania di firmarsi con una stella dorata, una
metafora per dire che lei diventerà una stella; il
fatto che carichi ogni giorno un video su Myspace; il suo modo di vestirsi a metà tra una nonna
e una bambina; i suoi discorsi spediti e alle volte incomprensibili; tutto questo risulta tanto
fastidioso quanto adorabile. È comunque innegabile, qualsiasi cosa si pensi su di lei, che
il suo personaggio si sia evoluto molto dal
Pilot alle Provinciali, che abbia trovato la
sua strada e il modo di relazionarsi con
gli altri. Non è più la ragazza ambiziosa che vuole solamente sfondare nel
mondo dello spettacolo, finalmente ha
qualcuno che può considerare amico e
con cui condividere i momenti migliori
come i peggiori.
Ryan Murphy, il creatore della serie,
ha trascorso tre mesi nei teatri di
Broadway per cercare gli attori adatti,
e una volta scovata l’interprete ideale di
Rachel ha costruito il ruolo su misura per
lei, la quale per interpretarla dichiara di essersi ispirata al film Election, a Blair di Gossip
Girl e soprattutto a se stessa.
Ma chi è “lei”?
Lea Michele (vero nome Lea Michelle Sarfati)
nasce il 29 agosto 1986 nel Bronx, New York.
Figlia unica, cresce a Tenafly, nel New Jersey,
insieme con i genitori, la madre infermiera italoamericana e il padre gastronomo ebreo di
origini spagnole. Dopo il diploma viene accettata alla Tisch School of the Arts alla New
York University, ma rifiuta di frequentarla e
sceglie di continuare a lavorare in teatro, il
luogo in cui è - letteralmente - cresciuta.
Il suo debutto a Broadway infatti risale al
1995, all’età di 8 anni, quando è riserva del
telefilm central 53
Personaggi del mese
ruolo di Cosette bambina nel musical Les Miserables.
Tre anni dopo, sempre a Broadway, entra nel cast di
Ragtime nel ruolo della figlia di Tateh, e nel 2004 partecipa al remake di Fiddler on the roof (Violinista sul
tetto) interpretando Shprintze.
Il successo arriva però nel 2000 con l’acclamato musical Spring Awakening di Steven Sater e Duncan
Sheik, in cui ricopre il ruolo della protagonista Wendla in coppia con Jonathan Groff (suo migliore amico
nella vita e al suo fianco negli episodi della seconda
parte della prima serie di Glee, ora in onda negli Stati
Uniti). Lea fa parte dello show fin dalla sua prima produzione off-Broadway e per questo ruolo ha ricevuto
una nomination ai Drama Desk Awards come miglior
attrice protagonista anche se, per continuare a interpretarlo nell’edizione di Broadway del 2006, si è vista
costretta a rinunciare al ruolo di Eponine nell’ultimo
rifacimento di Les Miz (rimandandolo a due anni
dopo, quando lo interpreterà in un concerto all’Hollywood Bowl). Questo musical e in particolare questo
personaggio, come l’attrice ha sostenuto più volte in
numerose interviste, sono molto importanti per lei:
54
telefilm central
non a caso la canzone che ha cantato per il provino
del ruolo di Rachel - e che Rachel stessa nello show
ha cantato per il provino del glee club - è On my own,
il famoso assolo di Eponine. Nel 2008 lascia infine la
produzione di Spring Awakening per dedicarsi al
nuovo musical di Sater e Sheik, Nero.
Sullo schermo, la sua primissima apparizione risale al
1998 con il film animato Buster & Chauncey’s Silent
Night e in seguito in un episodio del 2000 di Third
Watch / Squadra Emergenza.
Il ruolo di Rachel le ha permesso di ottenere diversi
riconoscimenti, tra i quali il più importante è sicuramente la nomination al Golden Globe 2009 come
migliore attrice protagonista in una serie comedy o
musical. Altri riconoscimenti ottenuti grazie alla serie sono le nomination per gli Screen Actors Guild
Award, per i Teen Choice Award e la vittoria agli ultimi Satellite Award.
Secondo alcuni rumors sarà la doppiatrice della protagonista del film d’animazione Dorothy of Oz, in
uscita al cinema il prossimo anno, ma nulla è ancora
confermato.
un dottore dal cuore d’oro
Cooper Freedman
di Maria Chiara Olivero
telefilm central 55
Personaggi del mese
Q
uesto è il mio secondo articolo per questa splendida rivista
e, dopo One Tree Hill,
devo occuparmi di uno show altrettanto speciale: Private Practice.
Se penso a questa serie non posso non soffermarmi sul Dr. Cooper
Freedman.
Cooper è un personaggio dalle mille sfaccettature. All’inizio
della serie, si è presentato come il
classico uomo un pò “frivolo” che
cambia donna ogni notte, segretamente innamorato della sua migliore amica Violet e con un disperato bisogno di crescere.
Nel corso delle puntate, abbiamo
potuto scoprire qualcosa di più su
Cooper: è un ottimo pediatra, tiene molto ai suoi piccoli pazienti e
s’innamora della “nazista” di Private Practice (ebbene sì, anche qui
ce n’è una!): Charlotte King.
Insieme formano, a mio parere,
una delle coppie telefilmiche più
belle e variegate. Merito anche
della straordinaria alchimia tra i
due attori che li impersonano: Paul
Adelstein e KaDee Strickland.
Deve ancora andare in onda l’ultimo episodio della terza stagione e
c’è grande attesa in quanto Cooper tenterà il tutto per tutto pur di
riconquistare la donna amata, perché purtroppo negli episodi passati i due si sono lasciati. Possiamo
dunque dire che Cooper ha un bel
pò di cose in ballo e spero davvero
che tutto vada per il meglio!
Prima vi ho accennato che Coo-
56
telefilm central
per tiene molto ai suoi pazienti e
l’esempio migliore per quest’affermazione è visibile nell’episodio “I
peccati del padre” (3.08) quando
pur di proteggere un bambino che
pensava fosse in pericolo, il dottore non rivela dove si trova e si fa arrestare. Questo è indubbiamente
uno dei motivi per cui amo tanto
questo personaggio.
Cooper è umano, è molto insicuro di
se stesso, ma
nonostante
ciò cerca
sempre
di essere
di supporto
per gli
amici e
per Charlotte.
Quando
Violet è
stata aggredita
da Katie,
Cooper
ha provato ad
aiutarla
mentre
prima,
quando
l’amica
aveva
scoperto
di
essere
incinta,
si è persino trasferito
da lei pur di starle accanto.
È molto amico di Pete ma, in generale, ha un ottimo rapporto con
tutti, dato che è una persona molto
socievole. Ha fatto un occhio nero
a Sheldon mentre se le davano di
santa ragione, ma penso sia più
che giustificato perché aveva appena scoperto che lui era andato
a letto con Charlotte! Al suo posto
credo che tutti noi l’avremmo fatto!
Cooper è un personaggio
di cui non puoi fare a meno,
non può non piacerti: è buffo, ma sa essere serio quando è
necessario, è un buon medico
ma soprattutto ha un grande
cuore. Questo è sicuramente il suo pregio più grande. È
riuscito a far aprire il cuore anche alla “gelida” Charlotte, con
fatica ma ce l’ha fatta. Penso
che Cooper e Charlotte siano
davvero destinati a stare insieme e vi giuro, non lo dico solo
perché lei è la mia beniamina
dello show!
Vorrei però che Cooper interagisse di più con Addison. I due
protagonisti del serial non hanno mai molte scene insieme ed
è un vero peccato perché ci sarebbero davvero molte cose interessanti da sviluppare se diventassero amici oltre che colleghi. Con
Sam - che, insieme a Violet, odio
profondamente, NON UCCIDETEMI! - ha un buon rapporto d’amicizia ma, personalmente, preferisco
alla grande la coppia Cooper/Pete
a quella Cooper/Sam!
Come vi ho già accennato, giovedì
13 maggio c’è stata la season finale
di questa terza stagione di Private
Practice e vi do uno spoiler paura...
quindi non legga chi non vuole rovinarsi la sorpresa!
Cooper chiede a Charlotte di sposarlo! Inutile dirvi che non vedo
l’ora di sapere quale sarà la sua
risposta e spero di non dover
aspettare la quarta stagione per
scoprirla. Quindi, non ci resta che
aspettare e continuare a fare il tifo
per questo personaggio tanto eccentrico ma, allo stesso tempo, irresistibile e unico!
LO SHOW
Ma dopo il mio elogio per Cooper
non posso non parlarvi un poco
dello show. Private Practice è una
serie televisiva statunitense di genere medico. Nasce come spin-off
della serie tv Grey’s Anatomy, che
ha ospitato il backdoor pilot consistente nel doppio episodio “L’altro
lato della vita parte 1 e 2”. Il serial
che ha come protagonista la dottoressa Addison Forbes Montgomery ed è ambientato a Los Angeles,
più precisamente all’ Oceanside
Wellness Group, racconta la vita
della dottoressa Addison e quelle
dei suoi colleghi medici.
In America, la prima stagione (che
è formata da 9 episodi) è stata trasmessa dal 26 settembre 2007 al
5 dicembre 2007, ogni mercoledì alle 21.00 sulla ABC. Il network
americano ha deciso di produrre
altre due stagioni grazie all’enorme successo dei primi episodi.
In Italia, Private Practice è stato trasmesso per la prima volta dal canale satellitare Fox Life. La prima
stagione è andata in onda dal 10
dicembre 2007 al 11 febbraio 2008.
In chiaro, la serie ha debuttato su
Rai Due dal 2 dicembre 2008, ogni
martedì alle ore 21:05 per passare
in seguito al venerdì.
Private Practice è una serie che,
personalmente, adoro. Si discosta abbastanza da Grey’s Anatomy
perchè più famigliare, già solo per
l’ambiente in cui i nostri personaggi lavorano, molto più accogliente
di un ospedale enorme come quello di Seattle. Dal primo episodio la
serie tv è andata inoltre crescendo.
Questa terza stagione - come del
resto la seconda - è stata fantastica. Avrei sicuramente fatto a meno
della relazione/non relazione tra
Addison e Sam, ma spero si risolva
tutto come vorrei io!
telefilm central 57
senta:
e
r
p
r
o
t
a
r
e
p
ro
Claudio il tou
Personaggi del mese
In vacanza con
L’ATTORE
Dr. House
- ITALIA 1: ogni domenica ore 21.00, ultimi episodi inediti della stagione 6 fino al 18 luglio
- FOX: repliche
se” rima
Hou
sione “Dr.ore
la pen
JOI:Seogni
mercoledì
21.00
la stagione 6 in replica
dal 1° settembre
che rassicura-rsi.
di
nno
avra
he
tistic
salu
nze
vaca
tornando in funzione
no
stan
p”
Grou
ness
Well
Questa estate gli amanti delle
de
ansi
“Oce
e
e”
Grac
ttle
“Sea
ione
ri di riabilitaz
Anatomy, in
ne sempre aperta, anche i vecchi cent
e il 2 luglio, mentre il centro di Grey’s
gurazion
Practice
Practice” farà la sua grande inauPrivate
ate
Ad ultimare
“Priv
a.
di
e
man
edal
setti
L’osp
che
a.
qual
estiv
ra
ione
no anco
per la stag
per alme
di ogni
- eran
RAI 2:
venerdì
ore 21.05 l’inedita (in chiaro) stagione 2 dal 2 luenti ricov
deg
i
tutti
a
orto
supp
irà
forn
e,
mes
ità.
realtà già operativo da qualche
ovarsi per il suo secondo anno di attiv
il centro di Nurse Jackie, deciso a rinnglio
stati costruiti in occasono
che
tari
sani
poli
vi
i lavori prima della riapertura anche
nuo
i
ti
mol
- FOXLIFE: ogni lunedì ore 21.55 ultimi episodi inediti della stagione 3
i anni di questo tipo di vacanza, sono
Visto il crescente successo negli ultim
a! fino al 12 luglio
scelt
della
zo
araz
l’imb
solo
C’è
a.
ga senza esitare a Doc Martin.
sione dell’imminente stagione estiv
rsi da qualche stupida influenza si rivol
nde
ripre
per
base
di
ico
med
Qui, la miglior
n
buo
Chi ha solo bisogno di un
re tornato nel suo paese d’origine.
o esseAnatomy
di ricominciare dopGrey’s
ente
ralm
lette
so
lla fortunata
deci
que
ha
di
e
ma
part
rgo,
fate
chiru
ce solo
Prima faceva il
te inve
s” andaogni
- FOXLIFE:
lunedì
orese21.00 ultimi episodi
inediti
n sorriso. Da Hank di “Royal Pain
rcy stagione 6
buo
“Medella
un
del
di
e
lla
mier
que
infer
sarà
le
rvi
caso
i
offri
à
ogn
In
potr
cura che
i parcelle.
dibil
incre
fino
al 19
luglio
re le sue
paga
di
rsi
ette
perm
di
ono
tipo
poss
ro
che
vost
s
siasi
e a qual
zion
re solu
da offriore
schiera di ricchi degli Hampton
e sul lavo
ognirovenerdì
21.00
la stagione 4 attualmente in replica
Così diverse nella vita- MYA:
voi.
di
cura
i
ders
pren
di
i
felic
ben
Hospital” saranno
invece orientarvi verso il nuovisdovete
necessità.
di orga–ni,
ianto Jackie
terapia
d’urto
nte trapNurse
urge
un
gno
biso
il
e
com
i,
grav
più
to la squadra d’inmate subi
Se avete invece problemi ben
anguardia. O chia
ture d’avprossimamente
- SKYUNO:
l’inedita
stagione 2 nel minor
nuove apparecchia
sue
le
con
o
lugli
da
già
ente
ione
incid
funz
un
iungere le vittime di
simo “Three Rivers”, in
improvvisa. Loro sapranno come ragg
za
rgen
eme
una
di
caso
in
”
uma
tervento di “Tra
Doc Martin
lemi mentali derivanti
no i prob
e quealst’an
tempo possibile.
anch
te
-allev
RAI iare
3: dal
lunedì
venerdì
ore 17.00 le inedite
(in chiaro) prime 4
Vole
ici.
med
ri
cent
hi
vecc
i
i
attiv
ra
quella piccola
anco
poi
Per gli aficionados sono
vo. O vi eravate trovati così bene in
nuo
di
rvi
stagioni
iude
rinch
a
to
pron
è
di “Mental”
uitamente? E
dallo stress? Lo pseudo manicomio
ente gentili da farvi soggiornare grat
zze della “Squadra med” erano talm
raga
lle
dei medici di
a
que
tezz
dove
siera
hia
spen
delp
ra
Phila
alleg
di
clinica
“E.R” o dell’
ero alla
Royal
Pains
i di un ricov
zion
emo
forti
alle
re
ncia
rinu
re alla vostra
te
ncia
ente rinu
ete assolutam
comunque, anche se non sape
dovr
ti, non
ITALIA
1: ogni
domenica
ore 21.55 l’inedita (in chiaro) stagione 1
solo di questi centri- aper
uno
e
anch
sarà
ci
hè
Finc
!
lema
“Scrubs”, nessun prob
- JOI: ogni venerdì ore 21.00 l’inedita stagione 2 dal 3 settembre
vacanza salutistica preferita!
58
telefilm central
tic
tis
Mercy
- MYA: nuova serie, dal 3 settembre ogni venerdì ore 21.00
riprendermi, ma non so quanto ci
vorra’. Dopo cosa dovevo dire? L’ho
imparato a memoria.
Charlotte - Stavi dicendo che non sai
un cavolo.
Cooper - Giusto, ok... Quello che so,
quello che ho capito da questa terribile esperienza, e’ cosa e’ importan-
te come... le persone che ami. E tu sei
importante per me, Charlotte.
Charlotte - Anche tu sei importante
per me.
Ecco, con queste bellissime parole
vi lascio... Non credete che questi due siano dolcissimi? *love*
*love*!!
lu
Three Rivers
- RAI 2: nuova serie, da luglio
Sa
Per concludere posso lasciarvi con
una chicca?!
È un discorso che Cooper ha fatto
a Charlotte due episodi fa, bellissimo e commovente. Non potevo
non trascriverlo per voi!
Charlotte - Violet non c’e’.
Cooper – Senti... non so dove sto andando.
Charlotte - Ti sembro forse un GPS?
Cooper - Ti dispiacerebbe tacere e
farmi finire? Lasciarmi parlare? Figurativamente parlando...non so
dove sto andando. Non sono me
stesso da un po’ e sto provando a
a
Paul Adelstein è un attore statunitense nato a Chicago il 29 aprile
1969.
Noto per il ruolo di Paul Kellerman
nella serie TV Prison Break, Paul è apparso in piccole parti in serie come
Scrubs, Medium, Law & Order e ER.
Nel 2006 ha sposato l’attrice Liza
Weil, conosciuta per il ruolo di Paris Geller in Una mamma per amica.
Trovo Paul Adelstein un attore
straordinario. Essendo fan di Prison Break, lo seguivo già ai tempi di
Paul Kellerman ed è stato un piacere ritrovarlo e vederlo interpretare
Cooper, un personaggio totalmente differente da quello che aveva
avuto in precedenza! Credo davvero che scegliere lui per questo
ruolo sia stata una mossa azzeccatissima da parte di Shonda Rhimes
& soci e per questo, spero di vederlo sullo schermo ancora a lungo!
Trauma
- STEEL: nuova serie, ogni sabato ore 21.00
Mental
- CIELO: ogni domenica ore 21.00 la stagione 1 attualmente in replica
Squadra Med – il coraggio delle donne
- LA7: ogni mercoledì ore 21.10 la stagione 1 attualmente in replica
E.R.:
- JOI: repliche
Scrubs
- FOX: repliche
telefilm central 59
Carta d’identità di Damon
Personaggi del mese
Carta d’identità di Stefan
Nome: Stefan Salvatore
Nazionalità: americana. Stefan è
nato a Mystic Falls, in Virginia.
Età: 162 anni, ma ne dimostra 17.
Specie: vampiro
Segni particolari: capelli scuri, occhi
verdi del colore delle foglie di quercia.Il suo stile si adatta a seconda del
contesto e del periodo in cui vive.
Nome: Damon Salvatore
Nazionalità: americana. Damon è
nato a Mystic Falls, una pittoresca
cittadina della Virginia.
Età: all’incirca 170 anni, ma ne dimostra al massimo 25.
Specie: vampiro
Segni particolari: capelli neri con
riflessi dell’arcobaleno, occhi neri
e profondi. Normalmente vestito
di nero, Damon ha un sorriso estremamente accattivante.
h
c
t
a
m
e
r
i
p
m
a
v
Carta d’identità di Ian
Nome reale: Ian Joseph Somerhalder
Nazionalità: statunitense. E’ nato a
Covington, 8 dicembre 1978
Età: 32
Serie TV: Lost, Smallville, Tell Me You
Love Me, Young Americans
Biografia: nato in Louisiana, ha antenati francesi, inglesi, irlandesi e
choctaw. Ha lavorato per molti anni
come modello, tra le case di moda
da segnalare Dolce & Gabbana, Calvin Klein e Guess.
Segni particolari: affascinante
quanto il suo personaggio nel serial The Vampire Diaries
your passion, your obsession, your love
Your Passion, Your
Obsession,
Your
Love:
di Mara
Dallefrate
Carta d’identità di Paul
Nome reale: Paul Thomas Wasilewski (lo cambierà in Wesley nel
2005)
Nazionalità: statunitense, ma di origini polacche. E’ nato a New Brunswick, New Jersey il 23 Luglio 1982.
Età: 27
Serie TV: Fallen (Angeli Caduti), Everwood, Smallville, 24, Army Wives.
Biografia: Inizia a lavorare ai tempi
del liceo prima come modello e successivamente, nel 1999, viene scelto per il ruolo di Max Nickerson nella soap Sentieri (The Guiding Light).
Alterna la carriera televisiva con
quella cinematografica, il suo ultimo film Beneath the Blue del 2009
è ancora in fase di distribuzione.
Segni particolari: affabile, sguardo
sincero, labbra e addominali perfetti. Incline alle battute e disponibile
con gli amici, sul set è molto serio e
concentrato, a tratti anche introverso
come il suo personaggio in TVD.
il fascino di un vampiro dal cuore puro
di Giorgia (Giochan) Cirielli
Damon Salvatore Stefan Salvatore
60
telefilm central
telefilm central 61
Personaggi del mese
Sfacciato, arrogante, affettuoso, seducente e sadico. E’ proprio con questo strano miscuglio di parole
che possiamo descrivere Damon Salvatore (Ian So-
merhalder), uno dei vampiri protagonisti dalla serie
The Vampire Diaries, il succhiasangue ultracentenario
che desidera ardentemente cacciare gli esseri umani
per cibarsene sino alla (loro) morte e alla (sua) estasi. Un vampiro catalogabile come totale “badass”,
dal fascino innegabile e, paradossalmente, dall’anima
profonda. Un “ex essere umano” disposto a tutto pur
di rimanere a fianco della donna amata e per tutta
l’eternità. Ma andiamo con ordine…
Nato a metà del diciannovesimo secolo, Damon Salva-
62
telefilm central
tore ha una grazia e una sensualità in grado di attirare
le donne come le falene ad una fiamma. E’ un vampiro solitario e terribilmente annoiato, dalla bellezza
cupa e dall’inspiegabile “arrabbiatura” verso la vita e
il destino. Estremamente intelligente, Damon può
trasformarsi in un corvo in un batter d’occhio, soggiogare la mente delle persone con il semplice sguardo
oppure uccidere le sue vittime in un secondo grazie ad una potenza
straordinaria, frutto di numerose
“bevute” a base di
sangue umano.
Damon è figlio di
Giuseppe Salvatore, patriarca di una
delle famiglie più
antiche di Mystic
Falls, e ha un fratello minore: Stefan. Nell’episodio
“Children of the
Damned” (1.13),
grazie ad alcuni
flashback scopriamo la relazione
tra Damon e suo
padre Giuseppe.
Disgustato dalla
decisione del figlio di disertare
ed abbandonare
la causa dei Confederati, Giuseppe non perdona
a Damon questo
affronto in un periodo dove il futuro della gente e
del paese è in mano ai soldati. Vedendo la reazione
del padre, Stefan (Paul Wesley) accorre in aiuto del
fratello, mostrandoci come agli inizi la relazione tra
i due fratelli Salvatore fosse completamente diversa,
più unita e profonda. Cosa è successo in seguito tra i
due ragazzi? Che cosa li ha allontanati e, in un certo
modo, li ha portati a diventare rivali? Non poteva che
essere l’amore…
Durante la vita mortale, Damon e Stefan si innamo-
Stefan Salvatore
(Paul Wesley), uno
dei due vampiri al
centro del triangolo amoroso che
è alla base delle
vicende della serie TV “The Vampire Diaries” , è
quello che può
essere considerato un vampiro atipico, per via della
sua scelta di non
nutrirsi di sangue
umano e di non
uccidere innocenti.Nonostante sia
un “non morto”,
da 145 anni cerca di vivere il più possibile una vita
da persona normale tenendo però accuratamente
nascosto il suo segreto. Un anello di lapislazzuli che
porta al dito gli permette di camminare alla luce del
sole e quando incontra una ragazza di nome Elena
Gilbert (Nina Dobrev) si innamora perdutamente di
lei.Ha un sorprendente lato romantico e protettivo,
è tormentato per via della sua natura ed è estremamente affascinante. Potrebbe sedurre con i suoi poteri ed ottenere tutto ciò che vuole, ma con Elena non
ne ha bisogno, gli basta guardarla negli occhi, parlare
con lei, ed è subito amore. Ma i due amanti non hanno vita facile, soprattutto grazie ad un certo Damon
Salvatore (Ian Somerhalder).
Quando lessi per la prima volta il primo volume de
Il Diario del Vampiro di L.J. Smith queste prime frasi
su Stefan Salvatore me lo fecero da subito entrare nel
cuore:
«Cosa gli aveva fatto pensare di potersi riunire al
mondo della luce? […] Ma era stanco di vivere nell’ombra.Era stanco dell’oscurità, e delle cose che ci
vivevano. Soprattutto, era stanco di essere solo.[…]
Non era mai stato completamente accettato e non
era così ottimista da sperare che ci fosse un posto
dove poter essere veramente se stesso. »
Forse qui era scattato il sentimento da “crocerossina
di vampiri infelici” che si attiva quando leggo storie
di vampiri che
hanno
un personaggio
principale del gen e r e. Po i
complici
dei bellissimi capelli scuri
e
due
occhi “colore delle
foglie di
quercia in
estate”, le
origini italiane, la sua resistenza iniziale ad Elena e la contrapposizione con il fratello maggiore vampiro sanguinario e volubile mi sono da subito schierata dalla parte
del “fratello buono”.
Quando vidi che per interpretarlo nella serie televisiva avevano scelto Paul Wesley temevo di non riuscire
ad abituarmi al cambio di look perché erano spariti
i bei boccoli corvini e al suo posto era comparso un
taglio alla James Dean e dei colori molto più chiari.Ma
subito dopo aver visto il primo video promozionale
esteso la prova di Paul mi ha convinta in pieno e ora
mi ritrovo appassionata non solo al personaggio che
interpreta, ma anche all’attore.
La serie della The CW prende spunto dal triangolo amoroso, dai tratti principali di molti dei suoi personaggi,
ma crea una trama ed intrecci totalmente originali.
Nei libri all’inizio Stefan Salvatore non sa bene perché
ha scelto Fell’s Church in Virginia come dimora (ribattezzata poi Mystic Falls) invece nella serie è il posto
dove fa ritorno periodicamente per rivedere suo nipote Zach e la sua casa.Decide di rimanere quando
scopre la somiglianza che Elena ha con Katherine, colei che ha fatto diventare vampiro sia lui che il fratello
, e finisce per innamorarsi della ragazza.
Nelle pagine della Smith da subito Stefan confida ad
Elena che lei somiglia ad una persona a lui cara, invece nel telefilm Elena scoprirà di essere identica a Ka-
telefilm central 63
Personaggi del mese
rarono infatti di Katherine, una giovane donna che, dietro all’innegabile fascino, nascondeva un terribile segreto: la sua natura vampiresca.
Pur conoscendo la predilezione di Katherine
nel succhiare sangue umano, Damon e Stefan
continuarono ad amarla profondamente sino
al giorno della sua cattura da parte di Giuseppe
e degli altri uomini di Mystic Falls.
Katherine rifiutò sino all’ultimo di scegliere il preferito tra i due fratelli, ma fu lei la
responsabile della loro trasformazione; i due
giovani vennero, infatti, uccisi la notte della sua
cattura perché colpevoli di appoggiare la vampira, ma dopo qualche ora si risvegliarono dalla
morte grazie al sangue della donna che scorreva nelle loro vene.
E’ solamente in “Blood Brothers” (1.20), 20esimo
episodio della prima stagione, che scopriamo
finalmente perché Damon è così arrabbiato
con Stefan, perché il vampiro abbia giurato
al fratello minore “un’eternità di miseria e sofferenza”. Fu Stefan a terminare il passaggio
“al lato oscuro” di Damon, fu lui a portare a
Damon la prima vittima sacrificale che grazie
al suo sangue permise il compimento della sua
trasformazione. Questo non era il futuro che
Damon si aspettava. Il primogenito Salvatore
ha amato Katherine alla follia e per questo ha
sempre pensato che Katherine alla fine scegliesse di trasformare solamente lui in vampiro, non
anche Stefan. Vedere al suo risveglio Stefan al suo
fianco, trasformato in vampiro grazie al sangue di Katherine, lo ha reso furioso con il fratello e soprattutto
con la donna amata. Perché Katherine ha deciso di
donarsi ad entrambi? Perché non ha scelto solo lui
come compagno per l’eternità?
Dopo un periodo di lontananza dal fratello, Damon
decide di tornare a Mystic Falls per vedere cosa stia
facendo Stefan e per torturarlo con le sue azioni malvage e trasgressive. Ma la sua noia e solitudine vengono scosse dalla scoperta che Stefan è ora inna-
64
telefilm central
morato di una ragazza sosia di Katherine, uguale
in ogni sua parte ad eccezione (forse) del carattere.
Carta d’identità del doppiatore italiano
di Ian/Damon
Nome: Riccardo Niseem Onorato
Nato a: Roma il 24 ottobre 1966
Voce di: Jude Law in alcune interpretazioni, Eric Bana in Hulk e
Troy, Justin Chambers nel ruolo di Alex Karev in Grey’s Anatomy
e Nicholas Brendon nel ruolo di Xander Harris in Buffy l’ammazzavampiri, il cui doppiaggio è poi passato al collega Christian
Iansante.
Curiosità: è figlio dell’attore e doppiatore Glauco Onorato e fratello della doppiatrice Sara Onorato.
su come lui l’ha conosciuta e molto altro ancora.
Vediamo Stefan, nei primi episodi della serie, convinto
che sia rimasta dell’ umanità nel profondo dell’animo
del fratello e vuole che lui lo capisca.Damon invece
prova nei confronti di Stefan rabbia e gelosia per via
di come sono andate le cose con Katherine, ma non
è mai riuscito ad ucciderlo in 145 anni.Lo tormenta,
ma non lo uccide.Il vampiro usa Caroline, trasforma
Vickie, uccide Lexie (l’unica amica di Stefan) e nonostante questo Stefan non riesce ad odiarlo.
Viene però continuamente deluso da lui, ed è cosciente del fatto che ogni volta che ha permesso al fratello
di rientrare nella sua vita ha finito col pentirsene.
Deve proteggere Elena e la città dove lei e i suoi cari
vivono. Ora è anche il luogo dove lui vorrebbe poter
vivere un’ esistenza normale e quindi fa tutto quello
che è in suo potere per liberarsi di lui e per mandare a
monte il suo “diabolico piano” di aprire la tomba sotto
Fell’s Church e far uscire da lì la sua amata Katherine
insieme a tutti gli altri vampiri.Farà di tutto, tranne
bere sangue umano.
Quello purtroppo avviene proprio come conseguenza della liberazione dei vampiri.Le cose vanno diversamente da quanto accade nei libri , non c’é un momento di passione tra Stefan ed Elena, ma piuttosto un
gesto d’amore estremo che lei farà per non lasciarlo
morire per mano del vampiro Frederick che da a lui e
a suo fratello la colpa della loro reclusione nella cripta.
Ma il sangue di Elena risveglierà il suo lato demoniaco,
quello che è proprio di ogni vampiro che si rispetti.
Le vicende successive danno modo agli sceneggiatori di mostrare il lato oscuro di Stefan e la sua reazione
al desiderio di sangue che esplode in lui come mai
gli era successo fino ad allora. Anche Paul Wesley può
therine solo nel decimo episodio, circa a metà della
così dar vita a dei lati del carattere del suo personagprima stagione. E poco dopo scoprirà anche la verità
gio che non erano stati ancora
espressi. Nell’ episodio “Miss
Carta d’identità del doppiatore italiano di Paul/Stefan
Mystic Falls” (inedito in Italia)
Nome: Stefano Crescentini
da prova di tutte queste sfuNato a: Roma il 10 Luglio 1974
mature e il personaggio di
Voce di: Tra gli attori doppiati Christian Bale ne L’Impero del Sole, Tobey Maguire in TemStefan risulta magnetico e impesta di Ghiaccio, Giovanni Ribisi in Salvate il soldato Ryan e più recentemente Robert
Pattinson nella saga di Twilight e in Remember Me. Jensen Ackles in Smallville (Jason
pressionante come non mai.
Teague), Supernatural (Dean Winchester), Ian Somerhalder in Lost (Boone Carlisle), BraStefan toccherà il fondo e
dley James in Merlin (Artù), Jesse Spencer in Dr. House - Medical Division (Dott. Robert
proverà la vergogna di esseChase) e Jason Dohring in Veronica Mars (Logan Echolls), Moonlight (Josef Konstantin)
re visto da Elena fare quello
tra i tanti.
che tutti i vampiri fanno, ma
Curiosità: è figlio del doppiatore Domenico Crescentini.
telefilm central 65
La giovane ragazza
è Elena Gilbert (Nina
Dobrev), figlia di una
ersonaggi del mese
delle famiglia fondatrice della città che
sembra accettare, forse con troppa facilità,
l’esistenza dei vampiri
Salvatore e che, lentamente, non solo si
innamora di Stefan,
ma è l’unica a comprendere anche la
profondità d’animo di
Damon. Chiaramente
Damon non poteva
rimanere immune dal
fascino di Elena ma
il vampiro ha altre
preoccupazioni in testa. La presenza a Mystic Falls non è infatti
legata solamente a
Stefan; Damon decide
di tornare in città con
lo scopo di riaprire la
tomba dove gli antichi abitanti del paese
rinchiusero i vampiri.
Dentro quella caverna dovrebbe trovarsi Katherine, la donna che Damon non ha smesso di
amare nonostante siano passati quasi 145 anni dal loro ultimo incontro.
Quando nell’episodio “Fool Me Once” (1.14) scopriamo che nella tomba
non c’è Katherine, assistiamo ad una scena angosciante: la disperazione
di Damon. In quell’occasione la vampira Anna confessa infatti a Damon
che Katherine non l’ha mai amato, una confessione che devasta il primogenito Salvatore.
E’ proprio in questo momento che scopriamo quanto Damon sia un giovane uomo estremamente appassionato e innamorato e per questo
pronto a tutto, anche ad azioni efferate, pur di riabbracciare il suo antico
amore.
Damon Salvatore ama indubbiamente la violenza e la brutalità, prova un
grande piacere nell’essere diabolico e scatenare il caos, ma in fondo all’animo e al cuore la sua purezza è ancora viva. Elena Gilbert se n’è accorta e presto sarà costretta a scegliere tra l’amore per Stefan e la crescente
attrazione per Damon…
P
66
telefilm central
CURIOSITà
Il teen drama The Vampire Diaries è tratto dall’omonima saga
letteraria della scrittrice americana Lisa Jane Smith. Vi sono
moltissime differenze tra la serie
televisiva e i romanzi. Se siete
curiosi, di seguito vi elenchiamo
qualche differenza grazie a Wikipedia.
Mystic
Falls,
la cittadina ove
viene
a m bientata la
serie
televisiva, nel
libro si
chiama
al contrario Fell’s Church.
Nei romanzi, Elena Gilbert e Katherine vengono descritte con
una bellezza straniera: occhi
azzurri come lapislazzuli, occhi
brillanti e pieni di vita capaci di
incantare chiunque li guardi, capelli dorati, lisci e morbidi come
la seta. Nel serial televisivo, Elena ha capelli liscissimi ma castani e occhi con un colore che varia dal mogano al cioccolato.
Jeremy Gilbert, fratello sedicenne di Elena, in realtà non appare nella saga letteraria dove, al
contrario, la protagonista ha
una sorella minore: Margaret.
Mentre l’amica strega Bonnie
nel serial ha cognome Bennet,
che lui ritiene mostruoso.Stefan
sembra un’altra persona, la sconvolge, ma l’amore che prova per
lui la porta a decidere di aiutarlo in
modo drastico, ma efficace.
Come Paul disse sin dal’ inizio delle
riprese, l’attrazione per il sangue
umano e l’astinenza sono state affrontate nell’ elaborazione del personaggio come fossero quelle che
prova un alcolista.Vediamo quindi
Stefan lottare contro il desiderio,
mentire nel momento in cui riprende a bere sangue, cedere alla
disperazione e poi trovare la forza
per reagire grazie ad Elena.
Si scopre poi che
lui è vittima doppiamente
della
maledizione
a
cui Katherine l’ha
condannato facendogli bere inconsapevolmente
il proprio sangue,
perché il suo
cuore è puro, e
rimane tale anche
dopo la trasformazione. Questo
lo fa vivere perennemente in pena,
nel rimorso e nel
dolore.Non riesce
a mettere da parte
la sua coscienza e il
suo cuore umano
come accadrebbe
normalmente per
un vampiro.
Questo
“strano
vampiro” ha una
complessità che
agli inizi sembrava non possedere.
Stefan risultava
un cavaliere noioso dall’ armatura
troppo splendente.Ma lui ha i suoi
scheletri nell’armadio, così come
ha le sue ragioni per non voler bere sangue di esseri umani.
Questo personaggio si lascia amare
proprio per questa sua lotta interiore, per lo sforzo che fa per diventare un individuo migliore di quanto
la sua natura di vampiro gli imponga di essere. Ogni giorno lotta contro il grande senso di colpa che deriva dalle scelte che fece nel 1864.
Può cedere al richiamo del sangue
e tenere così a bada i suoi demoni relegandoli in un punto oscuro
della sua coscienza, oppure superare il senso di colpa e continuare
a lottare.
E’ più debole di Damon per via della sua “dieta”, ma uno dei motivi del
fascino di Stefan è che lui potrebbe
essere come suo fratello maggiore,
fare alle persone tutto quello che
vuole, sedurle, ingannarle e cibarsi
di loro, ma decide di non farlo.
Nell’episodio “Under control” ci
viene mostrato in parte quello che
Stefan sarebbe in grado di fare
se si nutrisse di sangue umano.E’
molto divertente e molto ‘cool’, ma
è triste vedere la sua crisi interiore.
telefilm central 67
Personaggi del mese
nei romanzi il suo cognome è McCullough. Nella
saga letteraria la ragazza ha inoltre i capelli ricci e
rossi con una carnagione perlacea.
Anche l’amico Tyler Lockwood nei libri ha un altro
cognome: Smallwood.
Nella saga letteraria, Elena non viene adottata e
non è imparentata con Katherine. Isobel non è
inoltre la madre di Elena, ma una ragazzina che in
uno dei libri viene posseduta e costretta a ferirsi
da sola.
Nella saga letteraria Matt e Vickie Donovan non
sono fratelli e il cognome di Matt è Honeycutt
mentre quello di Vickie è Bennett. Nei libri Vickie
è inoltre una ragazza molto timida e in cerca di
popolarità.
Una delle migliori amiche di Elena nei libri è Meredith Sulez, considerata come la voce della coscienza della protagonista. Nel serial questo personaggio non appare.
Nel serial, Damon Salvatore è capace di trasformarsi in corvo e di inviarli ovunque desideri. Nei
romanzi, il vampiro è anche capace di trasformarsi
in un lupo.
Damon, Stefan e Katherine sono vissuti nel sedicesimo secolo e non alla fine del diciannovesimo
come viene indicato nel serial e le circostanze
riguardanti la sua morte (apparente) sono totalmente diverse; nei romanzi non esiste infatti una
cripta da aprire.
Nei libri zia Genna non ha una relazione con Alaric
che, al contrario, diviene il ragazzo di Meredith.
Damon non cerca Katherine, è interessanto ad
Elena e prova attrazione anche per Bonnie, sarà
Katherine a farsi viva per vendetta.
La migliore amica di Stefan, Lexi, non appare nei
libri. Anche la vampira Anna, che nella serie si innamora di Jeremy, non appare nei romanzi.
Nei libri, Caroline prova un odio profondo verso
Elena nonostante da piccole le due ragazze fossero
grandi amiche. Nella saga letteraria, Caroline inol-
68
telefilm central
tre non è bionda e non ha gli occhi azzurri, ma ha i
capelli lisci e castani e gli occhi marroni.
Nei romanzi, Matt e Caroline non hanno una relazione.
E’ un paradosso, forse lui si illude, come dice Damon,
di poter vivere una vita da umano, ma tutto questo ha
un risvolto romantico e affascinante.
Stefan ha la parvenza del ragazzo liceale (anche se
Paul Wesley ha 27 anni), eppure si comporta con naturalezza da “fratello maggiore” con i suoi compagni.
E quando parla con Zach oppure si confronta con Mr
Saltzman mostra una superiorità che lo rende più sexy
e carismatico. Ma Stefan è anche insicuro e timoroso
di perdere l’amore di Elena, non riesce nemmeno ad
esprimere fino in fondo questa paura.
I suoi buoni sentimenti, il suo essere tenero e protettivo, uniti alla serietà che dimostra nell’ affrontare in
modo deciso le situazioni d’ emergenza lo rendono un
personaggio di cui è facile innamorarsi, proprio come
succede ad Elena Gilbert.E il modo in cui Paul Wesley
interpreta questo personaggio ne amplifica l’ effetto.
Nei libri i due fratelli erano in competizione ai tempi
della loro vita umana, nella serie loro due si amavano e
Stefan era sempre pronto a difendere Damon quando
il padre mostrava apertamente di non avere stima per
lui.Il desiderio per una vampira capricciosa e volubile
rovina il loro rapporto. E il modo in cui lei manovra i
suoi due amanti a suo piacimento li porta a ritrovarsi
l’uno contro l’altro. Damon è furioso quando scopre
che Katherine amava Stefan e che voleva un futuro
insieme a tutti e due.Pensava di avere una sorta di
“esclusiva”, invece lei ha giocato con i loro cuori.
Tutti e due i fratelli Salvatore fanno delle scelte dettate dall’amore e dalla passione.Entrambi reagiscono
in modo diverso alla piega che prende la loro esistenza, e le loro azioni riflettono i loro caratteri, quelli che
avevano quando ancora erano due esseri viventi.Il
senso di responsabilità e la compassione di Stefan
non muoiono insieme al suo corpo umano.
Secondo gli sceneggiatori (ed elementi simili e più
complessi si trovano anche nei libri della Smith) i
sentimenti umani si amplificano quando si diventa
vampiri e si acquisisce la capacità di mettere da parte
in qualche modo il dolore.Cosa che però non riesce a
Stefan e si rivelerà non funzionare poi così bene nemmeno con Damon.
Quando il triangolo amoroso andrà a delinearsi Damon proverà dei sentimenti che lo turberanno e avvicineranno sempre di più ad Elena e anche per Stefan
arriveranno nuovi momenti di confusione e di dolore.
Di nuovo i due fratelli saranno rivali in amore e questo
ménage à trois pare potrà essere anche più complicato del previsto.
Ma è ormai chiaro che con The Vampire Diaries nulla è
come sembra, ogni episodio sorprende ed emoziona,
e il sangue , il sesso e qualche bel vampiro senza maglietta non mancano mai!
telefilm central 69
Personaggi del mese
Peter e Walter Bishop
P
Fringe
ogni cosa ha un suo doppio
70
telefilm central
di Lalla
roprio quando pensi che le cose non possano
essere più strane, ecco che lo diventano. Questo dovrebbe essere il motto di Fringe. Una
serie che sarebbe facile paragonare ad Alias
o al mitico X-Files, ma che con il procedere degli episodi ha assunto sempre più un’identità personale e
sorprendente, aprendo (soprattutto con la seconda
stagione) scenari fantascientifici vasti e affascinanti.
Olivia Dunham, Peter e Walter Bishop sono gli
improbabili membri della Fringe Division, una sezione dell’FBI costituita per occuparsi di eventi apparentemente sovrannaturali. Pirocinesi, neuroscienza,
ingegneria genetica, proiezioni astrali sono solo pochi esempi degli impossibili casi a cui la Fringe Division si trova a lavorare. Casi che si fanno ancora più inquietanti per la loro umanissima origine. Si tratta di
scienza estrema, frutto di menti visionarie (come
quella dello stesso Walter) in grado di immaginare le
più terribili aberrazioni e di usare il mondo come il
loro campo giochi… o meglio come il loro laboratorio di sperimentazione. Con il procedere delle vicende apprenderemo che il nostro cervello contiene in
sé possibilità infinite e che la nostra realtà si spinge
ben oltre a quello che il nostro occhio si limita a vedere. E più i casi sembrano farsi improbabili più essi
si intrecciano con le vicende personali dei nostri protagonisti, con l’infanzia di Olivia e le sperimentazioni
condotte su di lei quando aveva solo tre anni e con
i due Bishop e il mistero che li unisce e li separa allo
stesso tempo.
“Pensavo saresti stato più grasso.”
Queste sono le prime che parole che Walter Bishop
rivolge a suo figlio Peter durante il loro primo incontro. Sono passati diciassette anni da quando il brillante Walter Bishop durante un esperimento ha causato
l’esplosione del suo laboratorio a Harvard causando la
morte della sua assistente. 17 anni che l’uomo ha trascorso rinchiuso nell’istituto per malattie mentali di
Saint Claire. Anni che Peter Bishop ha trascorso come
un nomade, vagando da un angolo all’altro del globo,
in una lunga fuga precipitosa da un passato doloroso
che ha visto lo sgretolamento della sua famiglia.
“E’ senza dubbio il più egocentrico, contorto, spietato,
brillante miope figlio di puttana del pianeta.”
E questa è la lusinghiera descrizione che Peter fornisce
di suo padre. Non è una sorpresa che il loro incontro
sia impacciato e carico di tensione. Per quanto Walter
possa essere felice per l’insperata occasione di rivedere suo figlio è ovvio che Peter preferirebbe essere
ovunque tranne che lì. Peter non è più il ragazzino
che Walter ricorda (aveva solo quindici anni quando
Walter è stato internato), è un uomo fatto che ha trascorso gli ultimi anni della sua vita cercando di creare
per se stesso un’identità del tutto separata da quella di suo padre. Ha vissuto di espedienti e di azzardi,
cambiando decine di lavori e identità, rifuggendo da
qualsiasi tipo di relazione stabile e da ogni possibilità di mettere radici da qualche parte. Ma neppure
Walter è più quello di un tempo. Dello spregiudica-
telefilm central 71
Personaggi del mese
to e sfrenato scienziato che era pronto a sottoporre
a esperimenti pure suo figlio e a sacrificare qualunque cosa per i suoi studi, resta ben poco. Tutti quegli
anni di farmaci e reclusione che l’hanno costretto ad
affrontare i suoi demoni, lo hanno profondamente
cambiato. La sua mente brillante, pur conservando la sua acutezza, ora si perde e si confonde in
labirinti di fantasmi e ricordi.
Ma eventi ben più grandi di loro e una certa bionda agente dell’FBI che sa essere molto persuasiva,
non solo costringono Peter a dimettere Walter dall’istituto ma lo obbligano a diventare il suo tutore.
Questa convivenza forzata all’inizio si dimostrata difficile e sconcertante. L’ironia è l’unica arma che Peter
ha per affrontare la situazione, nell’attesa della prima
occasione per tornare alla sua libertà senza obblighi
e costrizioni. I ruoli dei due Bishop sembrano essersi
invertiti e questa volta è Peter a doversi trasformare in
una specie di padre per Walter che sembra essere regredito a uno stato infantile; è spesso preda di sciocche manie e ostinazioni, distratto da ridicole ossessioni per il cibo... spesso confuso, a volte spaventato.
Il vecchio laboratorio di Harvard è il luogo in cui Walter Bishop si sente più a suo agio e come già lo era
stato un tempo, torna presto a essere il suo parco
giochi personale. E mentre all’inizio il ruolo di Peter
sembrava ridursi semplicemente a quello di traduttore degli astrusi e complessi percorsi della mente di
Walter, più le indagini della Fringe Division si fanno
incredibili e sconcertanti, più Peter si trova coinvolto
in prima persona. Il rivelarsi di un misterioso schema che unisce una serie di eventi apparentemente
inspiegabili, si rivela per Peter una sfida appassionante che lo spinge a proseguire la sua collaborazione con l’FBI. In più, l’entusiasmo fanciullesco di Walter
di fronte a quelle indagini scientifiche risulta essere
inevitabilmente contagioso, tanto che, durante le indagini, le menti dei due brillanti Bishop incominciano
a lavorare insieme, a volte sfidandosi e spesso complementandosi.
Tuttavia, Peter ancora non può fare a meno di mante-
72
telefilm central
nere un certo distacco dal padre, perchè un passato
così doloroso è difficile da dimenticare e il suo continuo chiamarlo “Walter”, al posto di “papà”, sembra
risuonare un po’ come un avvertimento (solo una volta, pesantemente drogato, Peter si lascia sfuggire un
“daddy”). Ma una crescente gentilezza e protettività
nei confronti del padre, sembrano suggerire che Peter abbia incominciato a domandarsi se sia veramente possibile tornare a fidarsi di lui e creare un nuovo
rapporto di fiducia e affetto. E così, anche grazie alla
presenza di Olivia, alla sua concretezza, determina-
zione e fermezza, la divisione Fringe sembra sempre di più assumere la
forma di una strana casa e di una bizzarra famiglia. Forse un buon posto
per Peter per piantare finalmente radici...
Ma qualcosa si muove sotto la superficie di quell’apparente tranquillità e di quel rinnovato equilibrio. E’ il passato, che anche se dimenticato
e in parte perdonato, possiede delle ramificazioni che Peter neppure immagina. Ramificazioni che sembrano attraversare l’invisibile membrana
che divide questo universo da un altro. Un universo nato da una semplice
piccola scelta, da una strada non presa. E’ possibile che il motivo per cui Peter non riesca a trovare un posto a cui appartenere sia proprio perché non
appartiene a nessun posto… o almeno a nessuno di questa dimensione.
Quello che Peter neppure attenzione
spoiler!
immagina è che Walter, attraversando la trama dello
spazio e del tempo, lo ha
rapito da un’altra dimensione per
portarlo nella nostra… sostituendolo al figlio morto (identico a lui)
che neppure con tutta la sua scienza era riuscito a salvare. C’è una lapide in un cimitero con il nome Peter Bishop scritto sopra. Questo è il
segreto che ha contaminato tutta
l’esistenza di Peter e quella della
sua famiglia. Che ha portato Walter
alla follia e sua madre al suicidio.
Un segreto che Walter tiene stretto a sé per la paura della reazione
del figlio. La sua intenzione iniziale
era quella di restituire il bambino
al suo mondo d’origine, una volta
curatolo, ma la sua risoluzione viene meno davanti al dolore di una
seconda e definitiva separazione.
Quello di Walter è stato un vero e
proprio rapimento. Non c’è altro
modo per definirlo. Un rapimento
che ha distrutto un’altra famiglia in
tutto uguale alla sua ma in qualche
modo molto diversa. Ma che come
risultato non ha avuto solo quello
di gettare nel dolore due genitori, ma anche quello di influenzare
totalmente l’universo parallelo al
nostro. Il viaggio di Walter attraverso le dimensioni ha provocato
l’indebolimento della membrana
che tiene separati i due universi.
Provocando nell’altro dei disastri
inimmaginabili. Sconvolgendone
le leggi della fisica e costringendolo ad una vera e propria lotta per la
sopravvivenza. E’ in atto una guerra. Una guerra che ha avuto origine da un singolo atto egoistico
(ma pur sempre un atto d’amore)
e che come conclusione prevede
la sopravvivenza di un solo universo… il nostro o il loro.
telefilm central 73
...l’avventura continua
su www.telefilm-central.org
t
o
o
b
RE
Scarica

Speciale i perSonaggi del meSe