DIPARTIMENTO DI
SCIENZE E TECNOLOGIE
PER L’AGRICOLTURA, LE
FORESTE, LA NATURA E
L’ENERGIA (DAFNE)
Rodolfo Picchio, UNITUS-DAFNE
[email protected]
Concentramento ed
esbosco con mezzi
terrestri
Utilizzazioni e
meccanizzazione forestale,
costi ed opportunità
Abbadia S. Salvatore (SI)
INTRODUZIONE
Operazioni del lavoro di utilizzazione:
• Abbattimento
recisione del fusto al piede e atterramento
• Sramatura
taglio dei rami e del cimale, fino alla
completa pulizia del tronco
• Depezzatura
divisione del fusto in assortimenti
commerciali
• Scortecciatura
asportazione parziale o totale della
corteccia
• Concentramento
trasporto del legname dal letto di caduta
alle vie di esbosco
• Esbosco
trasporto del legname attraverso le vie di
esbosco fino all’imposto o alla zona di carico
• Trasporto
trasporto del legname attraverso strade
forestali e strade pubbliche
• Trattamento
cippatura della ramaglia e del cimale
dei residui; cippatura della pianta intera
LOGISTICA
Sistemi di lavoro nelle utilizzazioni
• sistema del legno corto (Short Wood System SWS)
allestimento ed esbosco di legname già assortito
Letto di caduta
Imposto
LOGISTICA
Sistemi di lavoro nelle utilizzazioni
• sistema del fusto intero (Tree Length System TLS)
esbosco di fusti sramati, ma non depezzati. La depezzatura avviene
all’imposto
Letto di caduta
Imposto
LOGISTICA
Sistemi di lavoro nelle utilizzazioni
• sistema intermedio SWS – TLS definito anche CTL (Cut to Lenght)
esbosco di fusti sramati con lunghezze multiple degli assortimenti
commerciali previsti.
Letto di caduta
Imposto
LOGISTICA
Sistemi di lavoro nelle utilizzazioni
• sistema dell’albero intero (Full Tree System FTS)
esbosco di alberi interi. La sramatura e la depezzatura avvengono
all’imposto. Si applica anche quando si prevede la cippatura della pianta
intera
Letto di caduta
Imposto
LOGISTICA
Sistemi di lavoro nelle utilizzazioni
• sistema intermedio SWS-FTS
gli alberi sono parzialmente sramati e si sezionano i primi (1-2) toppi basali.
I toppi e il resto dell’albero sono esboscati e quest’ultimo è sramato e
depezzato all’imposto
Letto di caduta
Imposto
LOGISTICA
Elementi di scelta dei sistemi di utilizzazione
• Stato della rete stradale forestale
Viabilità principale:
camionabili principali
camionabili secondarie
trattorabili
Viabilità secondaria:
piste camionabili
piste principali
piste secondarie
La viabilità principale presenta un fondo artificiale, mentre la viabilità
secondaria presenta un fondo naturale
LOGISTICA
Elementi di scelta dei sistemi di utilizzazione
• Pendenza del terreno
• Accidentalità del terreno
• Intensità del taglio
Non modificabili
• Tipo di utilizzazione
• Dimensione delle piante
• Stato della rete stradale forestale
• Preparazione del personale
Modificabili
• Forma di retribuzione del personale
• Organizzazione dei lavori
L’impostazione del lavoro e il sistema di meccanizzazione adottabile sono vincolati
soprattutto agli elementi non modificabili
Esbosco per via terrestre
Operazione
• difficile, spesso rischiosa, che può danneggiare l’ecosistema
forestale
- disturbo e compattazione del suolo (rischio di erosione, ritardo
nello sviluppo delle piante rilasciate, interferimento con la
rinnovazione)
- danni ai corsi d’acqua
- danneggiamento delle piante rilasciate (riduzione del volume e del
valore del bosco)
• richiede competenza da parte del direttore lavori e degli operai
strascico
semistrascico
rotolamento
trasporto
a carico
Esbosco per via ferrata
Esbosco per via fluviale
Esbosco a soma con animali
equini (muli e cavalli)
• produttività
su brevi distanze (100-200 m)
6-12 t/giorno (12-24
mst/giorno)
su lunghe distanze (500-1000 m)
4-8 t/giorno (8-16 mst/giorno)
Esbosco a soma con trattore munito di gabbie
• per legname depezzato a lunghezza di 1 m
• impiego di trattori a 4RM (ruote motrici, con potenza da 50-75
kW e con capacità di carico di 1,8-3 t)
• gabbia posteriore, montata sul sollevatore e puntone idraulico per
lo scarico, con capacità di 2,5-3,5 mst
• gabbia anteriore, montata sul sollevatore anteriore o su un
caricatore anteriore, con capacità di 1-1,5 mst
• produttività giornaliera 15-30 t (30-60 mst)
Manipolazione e lavorazione della legna da ardere
Fascinatura
i fasci costituiscono l’unità di lavoro, con
dimensioni (Ø 0,8-0,9 m) e massa
standardizzate (320-400 kg)
si possono impiegare in modo adeguato mezzi
meccanici nelle varie fasi di manipolazione e
trasporto
i fasci possono razionalizzare i successivi
interventi di lavorazione
produttività giornaliera 12-25 t (30-60 mst)
Esbosco a strascico con animali
• distanza di esbosco pari a 200 m o meno
• pendenza del terreno < 40%
• accidentalità del terreno media
• esbosco di legname di piccole e medie
dimensioni (classe di pendenza 1-2) e di grandi
dimensioni (solo classe di pendenza 2) con
trasporto carico in discesa
• Produttività 3-12 m3/giorno per animale
Esbosco a strascico (semistrascico) con pinza
attrezzatura portata costituita da:
telaio a longherone munito di attacco a
tre punti
pinza ad azionamento idraulico portata
all’estremità del longherone
la pinza è fissata mediante uno snodo,
in modo da poter ruotare durante le
manovre di svolta. La rotazione può
essere libera oppure comandata
mediante martinetti idraulici
Produttività 1-30 m3/giorno
Esbosco a strascico e semistrascico con verricelli
• strascico indiretto (il verricello sta fermo e il legname si sposta
trainato da una fune)
• richiede una rete stradale sufficientemente densa
15-40 m/ha di strade
30-80 m/ha di piste
m3/giorno
Diradamenti in soprassuoli
giovani
10-20
Diradamenti in soprassuoli
adulti
15-30
Tagli di maturità
20-40
Esbosco a strascico e semistrascico
Oltre ai comuni trattori agricoli risulta oltremodo vantaggioso
l’impiego dei trattori forestali i cosiddetti skidder, equipaggiati con
verricelli o pinze.
Esbosco a strascico e semistrascico
Inoltre esistono delle forme ibride i trattori agricoli versione forestale.
Skidder
m3/giorno
Agr. Vers. For.
m3/giorno
Diradamenti in soprassuoli
giovani
12-25
10-25
Diradamenti in soprassuoli adulti
18-45
17-38
Tagli di maturità
25-60
22-45
Esbosco-Trasporto
In questo caso possono essere impiegati i trattori agricoli con
rimorchi forestali. Ma è possibile operare fino alla pendenza max del
30% e in presenza di buona viabilità
Esbosco-Trasporto
In alternativa o meglio nel di impiego di alta meccanizzazione
possono essere impiegati i trattori forestali articolati portanti chiamati
Forwarder. Con questi mezzi è possibile operare fino alla pendenza
max del 45% ma in presenza di discreta viabilità.
Tratt. +
Rimorchio
m3/giorno
Forwarder
m3/giorno
8-18
10-32
Diradamenti in soprassuoli adulti
10-25
15-45
Tagli di maturità
16-35
28-60
Diradamenti in soprassuoli
giovani
[email protected].it
Cause di degrado nelle utilizzazioni forestali
I problemi maggiori e di innesco dei principali fattori di degrado
imputabili alle utilizzazioni forestali sono a carico dell’operazione
di concentramento ed esbosco.
[email protected]
Cause di degrado nelle utilizzazioni forestali
I danneggiamenti posso essere a carico del suolo, delle piante
prospicenti o interne all’area di intervento, della rinnovazione
già insediata o delle ceppaie necessarie alla rinnovazione
agamica.
[email protected]
Cause di degrado nelle utilizzazioni forestali
Attualmente nei cantieri forestali italiani si è mirato a diminuire
molto i danni al soprassuolo rimasto, più che sulla numerosità
dei danni sulla loro effettiva gravità.
[email protected]
Cause di degrado nelle utilizzazioni forestali
Rimane però ancora da affrontare seriamente il rapporto suoloesbosco. Soprattutto considerare di diminuire la superficie
forestale percorsa dai mezzi. Un recente studio su cantieri di
utilizzazione in boschi cedui, sia con muli sia con trattori, ma con
livelli di professionalità media hanno evidenziato quanto
esposto:
Suolo disturbato
m2/ha
Suolo indisturbato
3013,33
6986,67
30,1%
69,9%
120%
100%
%
80%
Suolo disturbato
m2/ha
%
Suolo indisturbato
4300,00
5700,00
43,3%
57,7%
Canepacce
60%
La Nocchia
Macchia di Fagiolano
40%
20%
Suolo disturbato
m2/ha
%
Suolo indisturbato
3310,00
5690,00
33,1%
56,9%
0%
variazione densità
bulk
variazione
penetrometria
variazione
scissometria
[email protected]
Cause di degrado nelle utilizzazioni forestali
Un altro studio evidenzia come differenti metodologie di lavoro
a parità di situazioni selvicolturali ed orografiche possano
influenzare il livello di danneggiamento complessivo del sistema
forestale. E. Marchi et al. / Ecological Engineering 70 (2014) 429–436
[email protected]
Cause di degrado nelle utilizzazioni forestali
Per quanto concerne il danneggiamento della componente
forestale vegetale la programmazione sembra la principale
azione da intraprendere in sinergia con la tecnologia a
disposizione.
Per i danni al suolo in questo caso le strade percorribili passano
oltre che per la programmazione e il sapiente impiego della
tecnologia a disposizione anche per una pianificazione della
viabilità forestale.
DIPARTIMENTO DI
SCIENZE E TECNOLOGIE
PER L’AGRICOLTURA, LE
FORESTE, LA NATURA E
L’ENERGIA (DAFNE)
Rodolfo Picchio, UNITUS-DAFNE
[email protected]
Grazie per
l’attenzione
Scarica

Concentramento ed esbosco con mezzi terrestri