Vereinigung Kantonaler Feuerversicherungen
Association des établissements cantonaux d’assurance incendie
Associazione degli istituti cantonali di assicurazione antincendio
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Garanzia dello stato di
funzionamento degli
asservimenti
antincendio (AAI)
26.02.2008 / 117-03i
© Copyright 2003 Berne by VKF / AEAI / AICAA
Nota:
Per l'ultimo aggiornamento della presente nota esplicativa antincendio si prega di consultare il sito
http://paconline.vkf.ch
Il documento può essere richiesto presso:
Associazione degli istituti cantonali di assicurazione antincendio
Bundesgasse 20
Casella postale
CH - 3001 Berna
Tel
031 320 22 22
Fax
031 320 22 99
E-mail
[email protected]vkf.ch
Internet www.vkf.ch
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
Indice
1
Scopo e obiettivo
4
2
Fondamenti
4
3
3.1
3.2
3.3
3.4
3.5
3.6
3.7
3.8
3.9
Definizioni
Asservimenti antincendio (AAI)
Test integrale
Piano di zona (vedere Appendici 2 e 4)
Matrice degli asservimenti antincendio (vedere Appendici 3 e 5)
Script del test integrale (vedere Appendice 6)
Controlli periodici, funzionamento dell’asservimento (vedere Appendice 7)
Piano controllo fuoco (vedere Appendice 8)
Documentazione
Organismo competente
4
4
4
5
5
5
5
5
5
5
4
Abbreviazioni
5
5
Procedura
6
6
Installazioni esistenti
6
7
Periodicità del test integrale
6
8
8.1
8.2
8.3
Esigenze poste al gestore e loro obblighi
Controlli e lavori di manutenzione
Adattamenti durante il funzionamento
Documentazione e giustificazione
7
7
7
7
9
Documenti necessari
7
10
Appendici della scheda tecnica
7
11
Ulteriori disposizioni
8
12
Periodo di validità
8
Appendice 1 Panoramica dei documenti (piani necessari)
9
Appendice 2 Piani di zone asservimenti antincendio (comando collettivo)
10
Appendice 3 Elenco degli asservimenti antincendio (comando collettivo)
11
Appendice 4 Piano di zona per asservimenti antincendio (comando selettivo)
12
Appendice 5 Matrice per asservimenti antincendio (comando selettivo)
13
Appendice 6 Accettazione (esempi di comando selettivo)
14
Appendice 7 Controllo periodico (esempi per comando selettivo)
19
Appendice 8 Piano controllo fuoco
21
Appendice 9 Legenda
23
3
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
1
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Scopo e obiettivo
La presente scheda tecnica documenta il consenso del Forum per la protezione tecnica antincendio (FPTI) relativa alla garanzia dello stato di funzionamento degli asservimenti antincendio e ne regola la pianificazione e i controlli.
2
Fondamenti
1 Norma di protezione antincendio dell’Associazione degli istituti cantonali di assicurazione antincendio, edizione 2003 (NAI).
 Art. 18 (Obbligo di manutenzione):
Proprietari, gestori e utenti di costruzioni e impianti sono responsabili delle strutture per
quanto riguarda la protezione antincendio edile, tecnica e difensiva, nonché per gli impianti tecnici interni. Costruzioni e impianti devono essere mantenuti in buono stato, come previsto dalla normativa, e sempre pronti all'uso.
 Art. 57 (Esecuzione e funzionalità operativa):
Le strutture tecniche antincendio devono soddisfare lo stato attuale riconosciuto della
tecnica e devono essere concepite, calcolate e realizzate, nonché mantenute, in modo
da essere efficienti e sempre pronte all'uso.
 Art. 69 (Scopo):
Proprietari, gestori e utenti di costruzioni o impianti devono adottare sia a livello di organizzazione, sia a livello di personale, le misure atte a garantire una sufficiente protezione antincendio.
 Art. 74 (Sorveglianza e controlli):
Le autorità di protezione antincendio vigilano affinché le prescrizioni di protezione antincendio siano rispettate e dispongono i controlli necessari.
2 Direttiva antincendio „Impianti di rivelazione d'incendio“ dell’Associazione degli istituti
cantonali di assicurazione antincendio, edizione 2003 (DAI).
 Cpv. 2.1.1 (Requisiti, generalità):
Gli impianti di rivelazione d'incendio hanno lo scopo di rilevare e segnalare automaticamente l'insorgere di un incendio, nonché allarmare le persone a rischio e le forze di intervento. Essi possono essere utilizzati per comandare e attivare i dispositivi antincendio.
3 Direttiva tecnica „Impianti di rivelazione d'incendio“ dell’Associazione svizzera costruttori
di sistemi di sicurezza ASCSS, edizione 2008 (DT).
3
Definizioni
3.1
Asservimenti antincendio (AAI)
Con asservimenti antincendio si intende la subordinazione di sistemi di sicurezza e/o delle
loro componenti come ascensori, installazioni aerauliche, porte, serrande antincendio, ecc.
azionata automaticamente oppure manualmente.
3.2
Test integrale
Il test integrale serve a controllare tutte le componenti di protezione antincendio asservite
automaticamente come anche la loro interazione. Questo comprende il comando diretto e il
buon funzionamento.
4
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
3.3
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
Piano di zona (vedere Appendici 2 e 4)
Il piano di zona è una rappresentazione grafica dei perimetri definiti dai quali le componenti
di protezione antincendio sono asservite automaticamente; serve anche alla rappresentazione e all’identificazione delle singole componenti.
3.4
Matrice degli asservimenti antincendio (vedere Appendici 3 e 5)
La matrice per gli asservimenti antincendio è una tabella che permette di avere una visione
globale di tutte le relazioni tra le zone di comando e le componenti da asservire.
3.5
Script del test integrale (vedere Appendice 6)
Lo script è il documento concernente lo svolgimento ovvero il protocollo del test degli asservimenti antincendio. Questo documento si basa sugli obiettivi fissati secondo il concetto
di protezione.
3.6
Controlli periodici, funzionamento dell’asservimento (vedere Appendice 7)
I controlli periodici servono al controllo di sistemi e componenti e vengono effettuati a intervalli di tempo definiti. In questi controlli sono compresi:
a Verifica dello stato
(controlli puntuali)
di
funzionamento
corretto
delle
singole
componenti
b Verifica dei piani di zone (conformemente al concetto)
c Esecuzione del test integrale (conformemente allo script)
3.7
Piano controllo fuoco (vedere Appendice 8)
Il piano controllo fuoco serve ad effettuare dei controlli visivi da parte dell’azienda, dello
stato e del funzionamento dei dispositivi tecnici di sicurezza (per esempio gruppo elettrogeno d’emergenza, estintori a mano).
3.8
Documentazione
Il test integrale, i controlli interni, le manutenzioni e tutti gli avvenimenti devono essere documentati (per esempio mediante il libretto di controllo).
3.9
Organismo competente
L’autorità di protezione antincendio vigila che le prescrizioni di protezione antincendio vengano osservate e ordina, se necessario, che vengano presi dei provvedimenti. Può anche
delegare dei compiti a terzi (per esempio ad un organismo d’ispezione accreditato).
4
Abbreviazioni
IRI
Impianti di rilevazione d’incendi
IRG
Impianti di rilevazione gas
ISP
Impianti sprinkler
AAI
Asservimenti antincendio
SAI
Serranda antincendio
DAI
Direttiva antincendio
NAI
Norma antincendio
5
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
DT
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Direttiva tecnica
ASCSS Associazione svizzera costruttori di sistemi di sicurezza
5
AICAA
Associazione istituti cantonali di assicurazione antincendio
FPTA
Forum per la protezione tecnica antincendio
Procedura
Sulla base del concetto di protezione antincendio deve essere elaborata una soluzione di
asservimento antincendio mirata e specifica per le installazioni. Qui di seguito è descritta la
procedura di progettazione e di controllo degli asservimenti antincendio.
1.
Definire le competenze per la pianificazione
2.
Elaborare / controllare / adattare il concetto di protezione antincendio
3.
Elaborare / adattare i piani di zona e la matrice sulla base del concetto di protezione
antincendio
4.
Accordare il concetto con le autorità competenti
5.
Installare gli impianti e completare la documentazione
6.
Elaborare / adattare lo script del test integrale
7.
Eseguire il test integrale e l’accettazione
8.
Eliminare eventuali difetti
9.
Fissare i controlli periodici, il funzionamento dei comandi, la periodicità degli intervalli di
controllo
10. Eseguire il test integrale in caso di modifiche importanti
11. Controllo continuo del concetto di protezione e adattamento della documentazione
6
Installazioni esistenti
1 Quando le misure di protezione antincendio vengono estese oppure vengono effettuare
delle modifiche alla costruzione, è indispensabile adattare la documentazione ed eseguire
il test integrale della zona interessata.
2 Quando i sistemi vengono adattati oppure il materiale o i programmi informatici vengono
rinnovati, dopo la messa in servizio si deve eseguire un test integrale.
3 Nel caso d’installazioni esistenti, l’autorità di protezione antincendio può esigere una documentazione a garanzia del buon funzionamento dell’AAI.
7
Periodicità del test integrale
1 Il test integrale deve essere effettuato periodicamente, al più tardi ogni 8 anni, di preferenza prima del controllo periodico dell’installazione di rilevazione d’incendi da parte
dell’organismo competente.
2 Le autorità di protezione antincendio possono fissare la periodicità del test integrale.
6
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
8
Esigenze poste al gestore e loro obblighi
8.1
Controlli e lavori di manutenzione
Il gestore è responsabile che i controlli interni e i lavori di manutenzione delle componenti
asservite vengano eseguiti secondo un piano prestabilito (secondo le indicazioni del fabbricante).
8.2
Adattamenti durante il funzionamento
Dopo delle modifiche d’utilizzazione o di costruzione come anche dopo modifiche importanti al dispositivo di azionamento, si deve aggiornare la documentazione. A seconda
dell’ampiezza delle modifiche, si deve applicare la procedura descritta alla cifra.
8.3
Documentazione e giustificazione
Tutti gli avvenimenti in relazione con il funzionamento degli asservimenti antincendio devono essere documentati (per esempio libretto di controllo).
9
Documenti necessari
 Piano di zona dello stabile
 Matrice degli asservimenti antincendio delle leggende
 Script del test integrale
 Check list del piano controllo fuoco
 Giustificativo degli avvenimenti e dei controlli (per esempio libretto di controllo)
10
Appendici della scheda tecnica
Nelle appendici sono indicati degli esempi (non esaustivi, soluzioni possibili), che servono
da guida per una documentazione completa. L’ampiezza, la presentazione definitiva nonché le denominazioni dipendono dal concetto e possono essere scelte liberamenteI.
A1
Panoramica dei documenti, piani necessari
A2
Piani di zona per asservimenti antincendio (comando collettivo)
A3
Lista degli asservimenti antincendio (comando collettivo)
A4
Piani di zona per asservimenti antincendio (comando selettivo)
A5
Matrice per asservimenti antincendio (comando selettivo)
A6
Accettazione degli asservimenti antincendio
Script del test integrale
A7
Controllo periodico degli asservimenti antincendio
A8
Piano controllo fuoco
A9
Legenda
7
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
11
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Ulteriori disposizioni
Le ordinanze e le pubblicazioni da osservare a complemento della presente direttiva antincendio sono riportate nell'elenco della Commissione Tecnica dell'AICAA (AICAA, Casella
postale, 3001 Berna oppure http://paconline.vkf.ch).
Questo elenco viene aggiornato periodicamente.
12
Periodo di validità
La presente nota esplicativa antincendio entra in vigore il 23 aprile 2008.
Approvata dalla Commissione Tecnica dell’AICAA il 26 febbraio 2008.
8
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
Panoramica dei documenti
Appendice 1
Piano di controllo di garanzia degli
asservimenti antincendio
Altri documenti di protezione antincendio con possibili interface
Piano di protezione antincendio e
d’intervento dei pompieri
Piano delle vie di fuga, d’orientamento e
d’evacuazione
9
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Piani di zone per asservimenti antincendio (comando collettivo)
10
Appendice 2
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
11
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Elenco degli asservimenti antincendio (commando collettivo)
12
Appendice 3
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
Piano do zona per asservimenti antincendio (comando selettivo)
Appendice 4
13
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Matrice per asservimenti antincendio (comando selettivo)
14
Appendice 5
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
Accettazione (esempi di comando selettivo)
Appendice 6
Collaudo degli asservimenti antincendio
Script del test integrale
Indice
1
Considerazioni preliminari
1.1
Partecipanti
1.2
Documentazione
1.3
Svolgimento dei test integrali degli asservimenti antincendio
2
Test integrale degli asservimenti antincendio
2.1
Scenario 1, incendio nella zona Ex della produzione al piano terra
2.1.1
Test scenario 1
2.1.2
Osservazioni / informazioni
2.2
Scenario 2, incendio nella zona uffici / laboratorio
2.2.1
Test scenario 2
2.2.2
Osservazioni / informazioni
2.3
3, incendio nella zona produzione al piano sotterraneo oppure al piano terra
2.3.1
Test scenario 3
2.3.2
Osservazioni / informazioni
2.4
Scenario 4, incendio nella zona magazzino /spedizione
2.4.1
Test scenario 4
2.4.2
Osservazioni / informazioni
2.5
Scenario 5, allarme gas, limite inferiore d’esplosibilità, zona produzione
2.5.1
Test scenario 5
2.5.2
Osservazioni / informazioni
3
Lista dei difetti / pianificazione delle misure
3.1
Difetti
3.2
Misure per migliorie
15
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Accettazione (esempi di comando selettivo)
1
Appendice 6
Considerazioni preliminari
Nell’ambito del risanamento dello stabile, gli impianti di rivelazione d’incendio e di rivelazione di
gas sono stati modernizzati ed è stato installato un impianto d’allarme per le persone. Conformemente alle direttive della polizia del fuoco e alla legge sul lavoro, gli asservimenti antincendio, ovvero tutti i dispositivi di sicurezza asserviti, devono essere sottoposti a test per controllarne il funzionamento e la loro sicurezza. A questo scopo è stato effettuato un test integrale che comprende
5 scenariI.
1.1
Partecipanti
Aziende
Muster AG
Funzione
Committente
Nome
Sig. A. Alder
Presente
Present
Muster AG
Resp. del servizio tecnico
Sig. C. Chrismer
Present
Bau AG
Direzione dei lavori
Sig. E. Ebner
Present
...
...
...
...
1.2
Documentazione
Precedentemente i documenti seguenti sono stati consegnati a tutti i partecipanti per esame:

Piani di protezione antincendio e piani delle zone

...
I documenti seguenti servono da base per il controllo e l’eliminazione dei difetti; devono essere a
disposizione sul posto:
Documenti attuali
Piani di costruzione, rivisti
Disponibile
Si
No


Piani di ventilazione, rivisti


Piani sanitari


...


1.3
Osservazioni
Versione preliminare, dati per il test ok.
...
Svolgimento del test integrale degli asservimenti antincendio
Orario
08:00 - 08:15
08:15 - 08:30
08:30 - 09:00
Funzione
Benvenuto, controllo delle presenze
Esame dei documenti
Discussione, esame degli scenari d’incendio
Competenteig
Incaricato della sicurezza, Muster AG
Plan AG
Tutti
...
...
...
16
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
Accettazione (esempi di comando selettivo)
2
Appendice 6
Test integrale degli asservimenti antincendio
Il comando automatico di tutti gli elementi rilevanti per la sicurezza come porte, portoni, serrande
antincendio, ascensori, ecc. tramite l’impianto di rivelazione d’incendio oppure di gas, deve essere
controllato con un test integrale.
Per il test, saranno dapprima messi in condizione d’esercizio tutti gli elementi. Dopo l’avvio, tutti gli
elementi di sicurezza devono adottare lo stato prescritto in caso d’emergenza conformemente agli
scenari e allo script. Dopo l’azzeramento degli impianti di rivelazione, gli elementi di sicurezza devono essere rimessi al loro stato d’esercizio in modo automatico oppure manuale.
Le funzioni degli impianti saranno controllate e documentate nella loro integralità. I responsabili
della ditta d’installazione e dell’azienda attestano, con la loro firma, che gli elementi di sicurezza
funzionano correttamente e che le loro indicazioni corrispondono al vero.
2.1
Scenario 1, incendio nella zona Ex della produzione al pianterreno
 Avvio del rivelatore d’incendio nel locale di produzione al pianterreno; dell’allarme interno (differimento, commutazione giorno) nell’arco di 3 minuti.
 Avviare l’allarme esterno azionando il pulsante d’allarme.
2.1.1
Pos.
Test Scenario 1
Attività
Responsabile
Funzione
eseguita
Si
No
Osservazione
Visto
Preparazioni
Brandmelder AG


I. Isler
2
Preparare la centrale di rivelazione incendio
Nessun allarme o disfunzione
Assicurare l’accessibilità ai locali
Muster AG


B. Bodmer
3
Impianti in servizio
Muster AG


B. Bodmer
4
Chiusure aperte, in posizione di servizio
Muster AG


B. Bodmer
5
Tecnica degli impianti domestici in servizio
Bau AG


E. Ebner
Alle


E. Ebner
Brandmelder AG


I. Isler
Brandmelder AG


I. Isler
Bau AG


E. Ebner
1
Test scenario 1
6
7
8
9
Non è stato avviato nessun AAI che possa
essere azionato soltanto nel caso di altri
scenari
Avviare allarme preliminare azionando il
rivelatore di fumo nell’ufficio Spedizioni
Controllare il messaggio d’allarme alla
centrale di rivelazione; dell’allarme
nell’arco di 3 minuti
Le porte antincendio si chiudono:
□ Porta (0003T) sezione edificio
□
Porta (0010T) sezione edificio
17
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Accettazione (esempi di comando selettivo)
Appendice 6
Pos.
Attività
Responsabile
10
La serranda antincendio verso il sottosuolo (0009S) si chiude
Il montacarichi (XX01A) torna al piano di
partenza (PT) e vi rimane bloccato
Avviare l’allarme principale nel locale
produzione al 2° piano azionando 2 rivelatori di fumo
La serranda d’adduzione/ECF (0004F) si
apre
Lüftung AG
Funzione
eseguita
Si
No


Bau AG


E. Ebner
Brandmelder AG


I. Isler
Lüftung AG


La serranda non si
L’impianto di produzione 1 (0005I) si
mette in posizione d’emergenza e si
ferma
L’impianto di produzione 2 (0006I) si
mette in posizione d’emergenza e si
ferma
La ventilazione S/PT (0008V) per il pianterreno viene spenta
La serranda antincendio alla produzione
(0013S) si chiude
Togliere il fusibile per l’illuminazione
S/PT/Piani
Controllo delle lampade di sicurezza ad
accumulatore
Rimessa in servizio
Anlagen AG


M. Manser
Anlagen AG


M. Manser
Lüftung AG


H. Hasler
Lüftung AG


H. Hasler
Elektro AG


K. Kübler
Elektro AG


K. Kübler
Brandmelder AG


I. Isler
Elektro AG


K. Kübler
Alle


Il commando della
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
Rimessa in servizio della centrale di rivelazione, nessuna indicazione di allarme
o di guasti
Rimessa in servizio dell’illuminazione,
delle lampade ad accumulatore allacciate alla rete
Rimessa in servizio di tutti gli impianti.
Tutte le chiusure, tutti gli elementi e i
dispositivi sono nuovamente in servizio
senza interferenze
21
22
Osservazione
Visto
H. Hasler
apre(0005R) H.Hasler
ventilazione deve essere sempre rimesso a
zero e regolto di nuovo
(0009L) E. Ebner
23
Non è stato costatato nessun altro difetto ed effetti su installazioni e impianti
2.1.2
13.
Alle

E. Ebner
Osservazioni / Informazioni
La serranda di adduzione dell’aria e di sfiato non riceve nessun segnale ovvero non si apre (0005F) H.
Hasler. Chiarire con il signor Isler il problema del comando dell’IRI.
18

NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
22. Secondo il signor Hasler vanno perse le regolazioni memorizzate del comando della ventilazione
(0009V). La rimessa a zero e la rimessa in servizio non funzionano senza problemi.
19
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Accettazione (esempi di comando selettivo)
2.2
Appendice 6
Scenario ...
...( Test degli altri scenari 2, 3, 4 e 5)
3
Lista dei difetti / Pianificazione delle misure
3.1
Difetti
Pos.
Difetti, vizio
Responsabile /
Visto (ricevuto incarico)
Termine
1
Spedizione magazzino:
Ventilazione del magazzino PT
Il comando della ventilazione deve essere
sempre rimesso a zero e regolato nuovamente
(0008V)
Lüftung AG
Sig. Hasler
1.11.07
2
...
3.2
Produzione PT :
Problema di comando serranda adduzione
dell’aria ECF
Il comando b (0004F) tramite l’IRI non funziona. Brandmelder AG chiarisce ed elimina il
problema
...
H. Hasler
Brandmelder AG
Sig. Isler
28.10.07
I. Isler
...
...
...
Eseguito:
Data/visto
Misure per migliorie
Pos.
Misure
Offerta di
Termine
1
Ufficio / laboratorio
L’illuminazione dei pianerottoli sulle scale è
insufficiente e, conformemente alla legge sul
lavoro, dovrebbe essere migliorata.
Elektro AG
Sig. Kübler
Mitte
Nov.
...
...
...
...
20
Eseguito:
Data/visto
...
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
Controllo periodico (esempi per comando selettivo)
Appendice 7
Controllo periodico degli asservimenti antincendio
script del test integrale
Indice
1
Test integrale degli asservimenti antincendio
1.1
Svolgimento dei test integrali
2
Svolgimento dei test
2.1
Scenario 1, incendio nella zona Ex produzione S
2.2
Scenario 2, incendio nella zona ufficio / laboratorio
2.3
Scenario 3, incendio nella produzione all'S oppure al PT
2.4
Scenario 4, incendio nella zona magazzino / spedizione
2.5
Scenario 5, allarme gas, limite inferiore d’esplosione, zona produzione PT
3
Lista difetti pianificazione misure
3.1
Difetti
3.2
Misure per migliorie
21
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Controllo periodico (esempi per comando selettivo)
1
Appendice 7
Test integrale degli asservimenti antincendio
Il sistema di comando automatico di tutti gli elementi rilevanti per la sicurezza come porte, portoni,
serrande antincendio, ascensori ecc. deve essere sottoposto periodicamente, a determinati intervalli di tempo, ad un test integrale.
Per il test, saranno messi dapprima in condizioni d’esercizio tutti gli elementi. Dopo l’avvio, tutti gli
elementi di sicurezza devono adottare lo stato prescritto in caso d’emergenza conformemente agli
scenari e allo script. Dopo l’azzeramento degli impianti di rivelazione, gli elementi di sicurezza devono essere rimessi allo stato d’esercizio, in modo automatico oppure manuale.
Le funzioni degli impianti vengono controllate e documentate nella loro integralità. I responsabili
della ditta che si occupa dell’installazione e dell’azienda attestano, con la loro firma, che gli elementi di sicurezza funzionano correttamente e che le loro indicazioni corrispondono al vero.
1.1
Svolgimento dei test integrali
Momento
1 settimana prima
08:00 - 08:15
08:15 - 08:30
Funzione
Informare il personale
Responsabile
Incaricato della sicurezza
Verifica della documentazione
Colloquio, verifica degli scenari d’incendio
...
...
Incaricato della sicurezza
Incaricato della sicurezza, responsabile
della produzione,
Servizio tecnico
...
2
Svolgimento del test
2.1
Sceanario
 ...
 ...
Sulla griglia di base della matrice per asservimenti antincendio, è possibile creare una tabella che serva da check list e da documento di prova del controllo dello stato di funzionamento degli asservimenti antincendio. Questa tabella viene completata con delle misure
preparatorie e delle misure per rimettere in funzione impianti e installazioni.
22
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Piano controllo fuoco
1
Piano controllo fuoco
1.1
Considerazioni generali
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
Appendice 8
Il piano controllo fuoco è un sistema che permette di gestire la periodicità dei controlli degli equipaggiamenti tecnici importanti dal punto di vista della sicurezza. Deve servire ad eseguire dei controlli regolari degli equipaggiamenti di sicurezza prescritti dalla legge sul lavoro e dalle direttive della polizia del fuoco.
Con l’ausilio del piano, deve essere in particolare possibile costatare per tempo i difetti degli equipaggiamenti di sicurezza ed eliminarli. Contrariamente al controllo degli asservimenti antincendio
al momento del test integrale, non è il comando ma lo stato di funzionamento di ogni elemento di
sicurezza che viene controllato.
Se per esempio una porta antincendio non chiude perché il battente è danneggiato, è l’elemento
ad essere difettoso, mentre il comando funziona.
Di conseguenza si deve adattare la frequenza dei controlli degli elementi alle prescrizioni di servizio e di manutenzione del fabbricante e alle particolarità dell’azienda. Quindi, si devono, per esempio controllare almeno una volta alla settimana le porte insufficientemente protette in zone in cui
circolano dei carrelli accatastatori.
Gli asservimenti antincendio, invece, non sono modificati oppure non vengono danneggiati a breve
termine, ragion per cui possono essere controllati meno frequentemente.
1.2
Responsabilità
In linea di massima, spetta all’incaricato della sicurezza il compito di controllare l’organizzazione e
l’esecuzione del piano controllo fuoco (vedere art. 70 della norma di protezione antincendio).
A seconda delle dimensioni e della struttura dell’azienda, potrebbe essere opportuno delegare a
dei collaboratori alcuni controlli, soprattutto quelli che devono essere effettuati a brevi intervalli. In
questo modo i difetti sono individuati ed eliminati più rapidamente, perché questi collaboratori sanno meglio di tutti, a che cosa si deve fare particolarmente attenzione nel loro dipartimento e quale
sia il momento più favorevole per integrare questi controlli nello svolgimento delle operazioni
dell’azienda.
23
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Appendice 8
Piano controllo fuoco
2
Esempio di qualche punto di controllo in una check list
Zona, dipartimento:
Nome:
Intervallo di controllo:
Data:
N.
Punti di controllo, domande
1.00
Tecnica
1.002
Sono disponibili le descrizioni di funzionamento corrette e aggiornate degli impianti di protezione antincendio (per esempio
matrice e diagrammi dello svolgimento per asservimenti, check
list)?
...
1.001
Dispositivi d’allarme
1.013
1.014
1.014
Realizza- Descrito
zione
si
no
Misura
si
no
Priorità
.
I segnali d’allarme sono udibili e riconoscibili ovunque (per esempio segnalatori acustici, altoparlanti, segnalatori luminosi)?
...
Impianti di rivelazione d’incendio
1.051
Visto:
.
Le installazioni di rivelazione d’incendio sono in funzione e tutti i
gruppi e tutti i rivelatori sono attivati?
...
Impianti sprinkler e dispositivi a pioggia
Gli impianti sprinkler e i dispositivi a pioggia sono in funzione e
perfettamente funzionanti?
1.102 ...
Impianti di evacuazione di calore e di fumo
1.251 Impianti di evacuazione di calore e di fumo sono in funzione e
perfettamente funzionanti?
1.252 ...
Chiusure, porte, portoni, paratoie
1.151 Le porte e i portoni antincendio non presentano nessun difetto e
chiudono perfettamente?
1.152 I dispositivi di chiusura, i servomeccanismi di chiusura, i dispositivi d’arresto funzionano?
1.153 ...
Illuminazione di sicurezza
2.303 L’alimentazione d’emergenza dell’illuminazione di sicurezza funziona?
2.304 ...
Impianti domotici di ventilazione e di climatizzazione
2.451 Le serrande antincendio e gli altri elementi di chiusura funzionano perfettamente ?
2.452 I controlli e i lavori di manutenzione periodici delle serrande antincendio sono stati effettuati ovvero vistati?
2.453 ...
In caso di „no“ e di punti di controllo complementari, è assolutamente
necessaria una descrizione sul foglio “descrizione dei difetti”!
.
1.101
24
Deve essere compilato
dall’incaricato/a della sicurezza!
NOTA ESPLICATIVA ANTINCENDIO
Leggenda
Garanzia dello stato di funzionamento degli
asservimenti antincendio (AAI)/ 117-03i
Appendice 9
25
Scarica

Garanzia dello stato di funzionamento degli asservimenti