Bilancio Sociale
e di Missione
2009
La Banca in Prima Persona
Edizione 2010
CARTA
VALORI
DEI
DEL
CREDITO
COOPERATIVO
CARTA
C CSI N
DELLA
OE
DEL
O E
REDITO
Il marchio, il logo del Credito Cooperativo,
la simbologia della melagrana,
il marchio del Bilancio sociale e di missione
del Credito Cooperativo
sono marchi registrati
di proprietà Federcasse
COOPERATIVO
FEDERCASSE
Federazione Italiana
delle Banche di Credito Cooperativo
Casse Rurali ed Artigiane
IL VALORE AGGIUNTO
I risultati economici: dati e indici
Il valore economico e la sua ripartizione
LA RELAZIONE SOCIALE
I Soci
La Struttura
Le Risorse Umane
I Clienti
I Fornitori
Il Territorio
Il Sistema del Credito Cooperativo
L’Ambiente
BCC MASIANO
La Storia
Dove siamo
Una Banca differente
Presentazione del Presidente
Introduzione
Il Bilancio Sociale è uno strumento che
intende fornire elementi di valutazione circa
l’aspetto sociale dell’attività aziendale, di verifica della coerenza dell’impresa rispetto agli
scopi statutari, di comunicazione del valore
creato dalla Banca verso i propri portatori
di interessi. Esso è pertanto un documento essenziale in particolare per un’impresa
cooperativa, che ha la specifica funzione di
promuovere uno sviluppo durevole, a beneficio dei soci e del territorio, di distribuire vantaggi economici ma anche meta-economici
e dunque per loro natura “intangibili”, di più
conto Bilancio Sociale
cendo riferimento alla C
alla Carta della Coe
Cooperativo, ovvero ai
ed orientano la nostra a
luto confrontarci e misur
Pertanto, questo docum
per noi soltanto una foto
realizzato, ma una map
migliorare la nostra relazi
blici” che determinano i
sta impresa. Una lente p
fuoco il nostro lavoro e,
Introduzione
quello civilistico e fiscale. Ma c’è un altro
bilancio che una Banca di Credito Cooperativo non può non redigere: è quello della coerenza tra la propria attività e
la propria originale missione d’impresa,
che è quella di fare banca “promuovendo il miglioramento… la coesione…
la crescita sostenibile”, come afferma
il nostro statuto. Si tratta di documenti
sempre più interrelati l’uno con l’altro,
perché sempre più dovrà essere visibile
nella descrizione della nostra strategia e
delle nostre politiche (di raccolta, di credito, commerciali, di rischio…) il “perché”
delle scelte e dei comportamenti. Il perché che viene spiegato, appunto, dalla
nostra “missione”.
Sono le caratteristiche identitarie della
BCC che, ad esempio, ne rendono evidente il comportamento in questo tempo
di difficoltà. Nella crisi, le BCC non hanno
fatto un passo indietro. Hanno scelto di
continuare a sostenere l’economia reale,
rimanendo vicine ai propri soci e clienti. Hanno privilegiato la relazione, introdu
elementi di flessibilità per venire incontro alle esigenze di imprese e famiglie. È s
non un obbligo. E un’opzione non indolore. Ma una banca dei Soci e delle co
avrebbe potuto fare altrimenti.
Questo rendiconto, dunque, va letto specularmente a quello di bilancio, p
bilancio realmente completo dell’attività della nostra banca.
Attorno al tema della “misurazione” si intersecano oggi diversi interessi. Quelli
genza di assicurare trasparenza e comparabilità delle informazioni fornite, ma an
ricercare una “metrica” del valore più ampia, che vada oltre gli standard, di cui un
anche la Commissione voluta dal Governo francese per studiare una misurazion
degli Stati che vada oltre il PIL.
Anche noi sentiamo l’esigenza di una metrica più ampia e più specifica: una
listica” che aiuti a rendere visibile e trasparente, all’esterno ed all’interno della
l’andamento della nostra attività, e la sua coerenza con la nostra identità ed il n
tegico.
È infatti dalla pianificazione strategica che si avvia il processo che la rendico
de. La complessa attività – sul piano bancario ed extrabancario – che voglia
segue allora un disegno strategico che intende valorizzare il “fare banca differente
come obiettivo centrale l’affinamento della capacità di servizio ai Soci e al territo
Questo documento serve a rendere visibile come tale obiettivo è stato attua
misure. Comprendere, agire, rivedere sono, infatti, i tre passaggi essenziali di
miglioramento.
L’UFFICIO SOCI
Via di Masiano 6/a, Masiano (Pt)
Tel. 0573 984102
Fax 0573 380077
Per inviare eventuali comunicazioni potete contattare:
La Chiesa di Piuvica
Si legge testualmente nell’atto costitutivo:
“L’anno 1920 e questo dì sedici del mese di giugno in Pistoia, via Pancia
della Federazione Pistoiese delle Casse Rurali, avanti a me notaro Giuseppe
personalmente costituiti i signori: Chiti Primo fu Faustino, colono mezzadro; Bi
Raffaello, possidente agricoltore; Agostini Francesco di Angiolo, affittuario; Ba
di Valente, possidente agricoltore; Palandri Costantino fu Salvatore, affittuario;
di Santi, mezzadro; Giacomelli Virgilio fu Bartolomeo, colono; Chiti Egidio di Fau
Andreini Adriano fu Luigi, mezzadro; Melani Pietro di Severino, possidente agric
Come ricordava Giuseppe Barontini quando scriveva il volume “Una Cass
Campanile”, attraverso il quale è piacevole ripercorrere il momento della nos
avvenuta di fronte al notaio Giuseppe Scatizzi. Scrive Barontini...
... Così il 16 giugno 1920 in un locale della Federazione Pistoiese delle
costituirono i soci fondatori della “Cassa Depositi e Prestiti di Masiano”.
La prima se
La nostra banca nasce nel 1920 ad opera di 11 pionieri, animati da questo sp
sogno: essere protagonisti dello sviluppo proprio e dell’ambiente circostante.
iso
ro
Agostini Francesco
di Angiolo,
affittuario
(primo Presidente)
Giacomelli Virgilio
Bianchi Zelindo
fu Raffaello,
possidente
agricoltore
Niccolai Sabino
atori
Chiti Egidio
Palandri Costantino
fu Salvatore,
affittuario
si resero completamente conto, che da quel momento gli emarginati di un mondo
tamente capitalistico, attraverso lo strumento della Cassa Rurale, diventavano
no sviluppo economico, che in qualche modo li avrebbe coinvolti in prima persoad un ruolo insostituibile nell’economia della zona...
Ai primi soci fondatori se ne aggiunsero altri che non citiamo, ma
ugualmente meritevoli.
Così nell’agosto del 1920, la Cassa iniziava la sua attività nel
locale del Circolo Cattolico. Si legge nel verbale dell’assemblea del
22.8.1920:
...“È presente don Orazio Ceccarelli, presidente della Federazione
Pistoiese delle Casse Rurali, che fu incaricato delle pratiche legali. Egli
riferisce che sono state compiute tutte le pratiche di legge e che sono
relativi documenti presso la Cancelleria del Tribunale di Pistoia. Dichiara che la
ò iniziare le sue operazioni”...
risvolti e significati: voleva dire liberazione dall usura, accesso al credito
per le classi più povere, testimonianza cristiana, impegno politico.
Udienza Privat
nella foto con i
sul tradizionale melograno è stato inserito il numero 90° con lo stesso caratter
originale. Il pay off si è trasformato da “La Banca in Prima Persona” in: “...da n
Persona” per sottolineare la presenza sul territorio di BCC Masiano da ben 90
Il Comitato del 90°, costituito da BCC Masiano
appositamente per l’anno 2010, ha ideato il seguente logo:
Il logo
del 90°:
1920-2010
CASALGUIDI
OLMI
AGLIANA
BONELLE
QUARRATA
Bonelle
Masiano
Agliana
Bottegone
Casalguidi
Olmi
Quarrata
Ramini
PISTOIA
RAMINI
PISTOIA
La destinazione degli utili
Per quanto riguarda la destinazione degli utili, il Testo Unico Bancario del 1993 s
• Le BCC devono destinare almeno il 70% degli utili netti annuali a riserva le
• una quota degli utili netti annuali devono essere corrisposti ai fondi m
promozione e lo sviluppo della cooperazione nella misura del 3%;
• la quota di utili rimanenti, cioè di quella parte non usata per la rivalutazio
assegnata ad altre riserve o distribuita ai soci, deve essere destinata a fini
La competenza territoriale
La competenza territoriale è stabilita dalle Istruzioni di Vigilanza della Banc
essere specificata nello statuto. Ciò significa che la zona di competenza territo
i Comuni nei quali la banca ha sede legale, le succursali e le zone limitrofe, in
continuità territoriale. Possono diventare soci le persone, le imprese, le associazi
la loro attività nella zona in cui la BCC svolge la propria operatività.
I soci
Per la BCC, i soci non sono “solo” azionisti. Essi contano per ciò che sono, n
che possiedono. Ogni socio, infatti, ha diritto ad un solo voto a prescindere dall’e
posseduto. Questo non può essere superiore, per valore nominale, a 50 mila
nell’ottica della mutualità, mira ad evitare la disparità tra i soci.
Obiettivo dei soci non è l’acquisizione di un guadagno sotto forma di dividend
di un servizio a condizioni vantaggiose.
Le BCC debbono esercitare la loro attività prevalentemente nei confronti dei
di prevalenza è rispettato quando più del 50% delle attività di rischio è destinat
attività prive di rischio, secondo i criteri dell’Autorità di Vigilanza. La Banca d’Italia,
comunque, per brevi periodi, le singole banche ad una operatività prevalente a f
diversi dai soci, per ragioni di stabilità gestionale. Con la riforma del diritto societa
prevalenza, già precedentemente predisposto per le BCC, è diventato un crite
identificare le cosiddette “cooperative a mutualità prevalente”.
La normativa che riguarda la Banca di Credito Cooperativo di Masiano è d
Unico Bancario del 1993 e dalle disposizioni della Vigilanza emanate dalla Banc
prescrizioni si evince che è una banca a carattere mutualistico ed una tra le poche
locali.
In particolare, le specificità delle BCC (Banche di Credito Cooperativo) riguar
• il reclutamento della compagine sociale (i soci debbono risiedere, avere se
carattere di continuità nell’ambito territoriale di attività della banca);
• i vincoli all’operatività con i soci (ovvero l’obbligo di realizzare almeno il
creditizia con i soci);
• i limiti alla competenza territoriale e all’operatività fuori di tale competenza (il
di erogazione di credito deve essere obbligatoriamente nel territorio);
• l’obbligo di destinazione degli utili e forti limiti alla distribuzione degli stes
70% degli utili deve andare a riserva, ovvero al rafforzamento del patrimoni
sempre indisponibile per i singoli. E’ questo per la BCC, che non si fina
l’unico modo per costruire il proprio sviluppo.
azione democratica, sottolineata nel carattere cooperativo della BCC;
à, che è:
na (nella relazione sociale, l’obbligo ad orientare l’attività “prevalentemente” a
re dei soci e a non perseguire “fini di speculazione privata”),
rna (nella relazione con gli altri portatori di interessi, ed in particolare la comunità
le, come previsto dall’articolo 2 dello statuto sociale)
tema (intesa come cooperazione di categoria, che implica la piena valorizzazione
odello “a rete”);
lità, che si esprime: nella proprietà dell’impresa (i soci di una BCC debbono
ressione del territorio di insediamento dell’azienda); nell’operatività (il risparmio
sta nel territorio per finanziare lo sviluppo dell’economia reale); nella condivisione
dall’appartenenza allo stesso contesto (dal quale le BCC non possono, e non
omunque, allontanarsi per delocalizzare).
i queste differenze, normative e valoriali, che si è costruita l’identità della Banca
erativo. I punti fondamentali che definiscono la peculiare identità della Banca di
tivo sono essenzialmente tre:
abilitati a svolgere la revisione cooperativa sulla BCC sono le associazioni di
specializzate (nel nostro caso Confcooperative, la Federazione italiana delle BCC
a” Federazione Toscana), individuate dal MAP d’intesa con la Banca d’Italia, sulla
quisiti di idoneità e rappresentatività.
della revisione cooperativa sono quelle di fornire agli organi di direzione e di
zione della BCC suggerimenti e consigli per migliorare la gestione e il livello di
ia interna, al fine di promuovere la reale partecipazione dei soci alla vita sociale, e
e la natura mutualistica dell’ente verificandone la legittimazione a beneficiare del
o peculiare previsto dalla legge;
a cooperativa, svolta per la verifica della corretta applicazione dei requisiti
i nella BCC, assume un ruolo autonomo rispetto alla vigilanza bancaria svolta
a d’Italia per il presidio della sana e prudente gestione;
vante nella riaffermazione dell’identità mutualistica delle BCC è la normativa sulla
erativa, momento qualificante di verifica della corretta applicazione dei requisiti
BCC e, quindi, della loro coerenza rispetto ai valori identitari che connotano la
. Il Decreto ministeriale che disciplina la vigilanza cooperativa sulle BCC, prevista
ecreto legislativo n. 220/2002, è stato firmato dal Ministro delle Attività Produttive
005. E’ importante sottolineare, riguardo a questo provvedimento, che:
nte dal settore nel quale operano. Dal 2005, infatti, è entrato in vigore il nuovo
ivo delle BCC a Fondosviluppo (3% degli utili annuali). In tal modo, l’azione del
ico per la Promozione e il Sostegno della Cooperazione, costituito nel 1992 da
e dalla Federazione Italiana delle Banche di Credito Cooperativo, è stata resa più
tto a favore delle imprese cooperative di settori e aree più deboli, in una logica
perativa.
e personalizzato e favor
partecipazione e la co
Lo statuto ribadisce, quindi, che la missione della Banca
di Credito Cooperativo è
• favorire (i soci e le comunità locali). Ovvero, assicurare
convenienza;
• perseguire a vantaggio degli stessi un
miglioramento complessivo, economico
e meta-economico (culturale, morale,
LA MISSIONE
sociale…), definibile come ricerca e
DELLA BCC
diffusione del ben-essere;
• promuovere lo sviluppo della
Essere intermediaria della
cooperazione, ovvero della
soci e delle comunità local
per la promozione del bene
partecipazione;
sviluppo complessivo, as
• incentivare la coesione;
un servizio finanziario co
• adoperarsi per il bene comune.
La missione della nostra Banca è scritta nell’articolo 2 dello statuto.
Principi e valori ispiratori della nostra attività sono: la cooperazione senza fini
privata, il vantaggio da assicurare ai soci e alle comunità locali, la ricerca del
un’ottica complessiva (morale, culturale, economico), l’educazione al risparmio,
promozione della coesione sociale e della crescita responsabile e sostenibile de
costruzione del bene comune, per l’incentivazione della democrazia economic
coerenza con la Carta dei Valori.
LA MISSIONE
Da notare, il fatto che le BCC abbiano scritto la “responsabilità social
acquisendo l’impegno ad agire in coerenza con la Carta dei Valori non solo tr
livello statutario.
L’articolo 2 dello Statuto afferma:
“Nell’esercizio della sua attività, la Società si ispira ai principi cooperativi della
fini di speculazione privata. Essa ha lo scopo di favorire i soci e gli appartene
locali nelle operazioni e nei servizi di banca, perseguendo il miglioramento delle c
culturali ed economiche degli stessi e promuovendo lo sviluppo della cooperazion
al risparmio e alla previdenza nonché la coesione sociale e la crescita responsa
del territorio nel quale opera.
La Società si distingue per il proprio orientamento sociale e per la scelta di
comune. E’ altresì impegnata ad agire in coerenza con la Carta dei Valori del Credi
a rendere effettivi forme adeguate di democrazia economico-finanziaria e lo sca
tra i soci”.
la Carta dei Valori ne è una declinazione;
- la Carta della Coesione è la sintesi dello stile della mutualità nelle relazioni i
BCC.
con il raggiungimento di questi obiettivi che è possibile garantire, anche
ine, un costante sviluppo della Banca. Ne consegue che, da un lato l’intero
ienda sarà strettamente impegnato nel loro conseguimento e, dall’altro, ogni
ento del Consiglio di Amministrazione sarà coerente con quanto stabilito nel
trategico e nei suoi successivi aggiornamenti.
i potenziare la redditività derivante dall’attività bancaria primaria di intermediazione
i sempre più numerosi servizi che la Banca di Credito Cooperativo di Masiano
ione della propria clientela.
gici fondamentali che fanno da riferimento e da filo conduttore alla stesura del
trategico sono i seguenti:
dare sempre maggiore visibilità, risalto e riconoscimento alla Banca di Credito
asiano nell’ambito del suo territorio di competenza, in modo che sia consolidato
sua funzione come cooperativa di credito, rafforzando il concetto di “localismo”
i sempre più stretti con il territorio in cui opera;
ento che la compagine socile costituisca il soggetto fondamentale della banca, sia
rciali - in quanto essa ha lo scopo di dedicare alla base sociale la parte più rilevante
ività finanziarie e di promuovere efficacemente, e con ogni mezzo, lo sviluppo
omico dei soci - sia in termini imprenditoriali, in quanto si intende coinvolgere in
e ed organizzata la base sociale nella vita e nella gestione dell’azienda;
di incidere e di presidiare in modo più capillare il territorio, ampliando la rete
ualmente esistente, di fidelizzare la clientela e di acquisirne di nuova per mezzo
, ma equilibrata, crescita della raccolta e degli impieghi, evitando esposizioni
orzando, parallelamente, la struttura ed i mezzi preposti all’analisi ed al controllo
ità, coerenza, sinergia e capacità di sviluppo. Esso pertanto prescinde da
i dettaglio, per incentrare l’attenzione sulle grandezze più significative e sulle linee
futura, da concretizzarsi in percorsi e programmi di gestione e di lavoro che
nte coerenti con l’impostazione della strategia più generale.
CIPIO DI SOLIDARIETÀ
relazioni all’interno del “sistema” del Credito Cooperativo sono improntate al principio di trasparenza
parenza significa stabilire relazioni ispirate alla chiarezza e favorire l’accessibilità e la circolazione
tutti i livelli. Reciprocità significa che ciascuna componente si impegna, concordemente alle altre,
ività comuni, nella consapevolezza della responsabilità congiunta e nella prospettiva di un mutuo
TRASPARENZA E RECIPROCITÀ
e le forme organizzative del sistema di volta in volta adottate dovranno essere caratterizzate da
a dovrà essere valutata in termini economici, qualitativi, relazionali, di stabilità e di coerenza rispetto
ativa e statutaria.
e le forme organizzative del sistema di volta in volta adottate dovranno essere caratterizzate da
a dovrà essere valutata in termini economici, qualitativi, relazionali, di stabilità e di coerenza rispetto
ativa e statutaria.
FFICIENZA
redito Cooperativo si fonda sul principio di sussidiarietà e si presenta come un sistema coordinato
su strutture operanti a vari livelli con funzioni distinte ma tra loro complementari.
USSIDIARIETÀ
ocrazia regola sia le relazioni tra i soci della singola BCC-CR sia le relazioni tra le BCC-CR all’interno
ura associativa – consortile che nel tempo esse si sono date e si danno.
EMOCRAZIA
ma” rappresenta un bene irrinunciabile per ciascuna BCC-CR. La convinta adesione delle BCCLocali e di queste alla Federazione Italiana va perseguita costantemente, pur nel rispetto della
elte.
NITÀ
ce, vive e si sviluppa nel territorio. Di esso è espressione e al suo servizio si dedica completamente,
vorendo i soci e gli appartenenti alla comunità locale nelle operazioni di banca) e in modo diretto
ne sociale e la crescita responsabile e sostenibile del territorio).
EGAME COL TERRITORIO
l’interno delle BCC-CR e fra le BCC-CR è un principio irrinunciabile del Movimento. Contribuire
ni migliori per la nascita, l’operatività e lo sviluppo durevole delle BCC-CR rappresenta un valore
sce interesse primario di ciascuna BCC-CR e dell’intero “sistema” del quale essa fa parte. La
e anche attraverso la condivisione di principi e idee, l’elaborazione e la partecipazione a progetti e
iuto vicendevole nei casi di necessità.
La “mutualità” di sistema è condizione per realizzare al meglio le forme
di mutualità interna (con e verso i soci) ed esterna (con e verso il territorio)
previste dalla normativa bancaria e dallo Statuto della BCC-CR. Lo sviluppo di
rapporti collaborativi tra le BCC-CR è finalizzato al perseguimento di vantaggi
bancari e non-bancari a favore della base sociale, della clientela finale e del
territorio*. (* Art. 45 della Costituzione Italiana e art. 2 della Carta dei Valori
del Credito Cooperativo).
3. PRINCIPIO DI MUTUALITÀ
La cooperazione tra banche cooperative mutualistiche mediante le strutture
locali, regionali, nazionali e internazionali è condizione per conservarne
l’autonomia e la stabilità e migliorare la loro capacità di servizio ai soci e ai
clienti. Il “sistema” del Credito Cooperativo costituisce un fattore competitivo
indispensabile per le BCC-CR e consente di ottenere e mantenere un
posizionamento istituzionale, concorrenziale e reputazionale altrimenti
irraggiungibili.
2. PRINCIPIO DI COOPERAZIONE
della singola BCC-CR deve essere compatibile con la stabilità della stessa e con
l’interesse generale. Le BCC-CR custodiscono la propria indipendenza giuridica
e la propria sostanziale autonomia imprenditoriale impegnandosi in una gestione
sana, prudente e coerente con la propria missione. Esse sono accomunate da una
forte omogeneità statutaria e culturale. Il “sistema” considera un valore prezioso
l’esistenza del numero più ampio possibile di BCC-CR e ne assicura lo sviluppo
nel segno della stabilità, della coerenza e della competitività.
I dipendenti del Credito Cooperativo si impegnano sul proprio onore a coltivare la propria capacità di
riconoscimento della singolarità della persona e a dedicare intelligenza, impegno qualificato, tempo alla for
11. DIPENDENTI
Gli amministratori del Credito Cooperativo si impegnano sul proprio onore a partecipare alle deci
autonomia, a creare valore economico e sociale per i soci e la comunità, a dedicare il tempo necessario a
personalmente la propria qualificazione professionale e formazione permanente.
10. AMMINISTRATORI
I soci del Credito Cooperativo si impegnano sul proprio onore a contribuire allo sviluppo della banca lav
con essa, promuovendone lo spirito e l’adesione presso la comunità locale e dando chiaro esempio di c
eguaglianza di diritti, equità e solidarietà tra i componenti la base sociale. Fedeli allo spirito dei fondat
aderiscono ad un codice etico fondato sull’onestà, la trasparenza, la responsabilità sociale, l’altruismo.
9. SOCI
Il Credito Cooperativo si impegna a favorire la crescita delle competenze e della professionalità
dirigenti, collaboratori e la crescita e la diffusione della cultura economica, sociale, civile nei soci e nelle
8. FORMAZIONE PERMANENTE
Il Credito Cooperativo è legato alla comunità locale che lo esprime da un’alleanza durevole per lo s
propria attività creditizia e mediante la destinazione annuale di una parte degli utili della gestione promu
comunità locale, il suo sviluppo economico, sociale e culturale. Il Credito Cooperativo esplica un’attiv
responsabilità sociale”, non soltanto finanziaria, ed al servizio dell’economia civile.
7. PROMOZIONE DELLO SVILUPPO LOCALE
Il Credito Cooperativo non ha scopo di lucro. Il conseguimento di un equo risultato, e non la distribu
meta che guida la gestione del Credito Cooperativo. Il risultato utile della gestione è strumento per perpetu
benessere dei soci e del territorio di riferimento, al servizio dei quali si pone il Credito Cooperativo. Esso è
di capacità imprenditoriale e misura dell’efficienza organizzativa, nonché condizione indispensabile per l’a
sviluppo della singola banca cooperativa.
Il Credito Cooperativo continuerà a destinare tale utile al rafforzamento delle riserve – in misura almeno
dalla legge – e ad altre attività di utilità sociale condivise dai soci. Il patrimonio accumulato è un bene pr
e da difendere nel rispetto dei fondatori e nell’interesse delle generazioni future. I soci del Credito Coop
le modalità più opportune, ottenere benefici in proporzione all’attività finanziaria singolarmente svolta
cooperativa.
6. UTILITÀ, SERVIZIO E BENEFICI
Lo stile cooperativo è il segreto del successo. L’unione delle forze, il lavoro
di gruppo, la condivisione leale degli obiettivi sono il futuro della cooperazione
di credito. La cooperazione tra le banche cooperative attraverso le strutture locali,
regionali, nazionali e internazionali è condizione per conservarne l’autonomia e migliorarne il servizio a so
e clienti.
5. COOPERAZIONE
Il Credito Cooperativo promuove la partecipazione al proprio interno e in
particolare quella dei soci alla vita della cooperativa. Il Credito Cooperativo
favorisce la partecipazione degli operatori locali alla vita economica, privilegiando
le famiglie e le piccole imprese; promuove l’accesso al credito, contribuisce alla
parificazione delle opportunità.
4. PROMOZIONE DELLA PARTECIPAZIONE
L’autonomia è uno dei princìpi fondamentali del Credito Cooperativo. Tale
principio è vitale e fecondo solo se coordinato, collegato e integrato nel “sistema”
del Credito Cooperativo.
3. AUTONOMIA
L’impegno del Credito Cooperativo si concentra, in particolare, nel soddisfare
i bisogni finanziari dei soci e dei clienti, ricercando il miglioramento continuo della
qualità e della convenienza dei prodotti e dei servizi offerti.
Obiettivo del Credito Cooperativo è produrre utilità e vantaggi, è creare
valore economico, sociale e culturale a beneficio dei soci e della comunità locale
e “fabbricare” fiducia. Lo stile di servizio, la buona conoscenza del territorio,
l’eccellenza nella relazione con i soci e clienti, l’approccio solidale, la cura della
professionalità costituiscono lo stimolo costante per chi amministra le aziende del
Credito Cooperativo e per chi vi presta la propria attività professionale.
I Soci
I fornitori
Il
Il “Sistema
del Credito
Le Risorse
Umane
Portatori di Inter
sono:
Tre sono le declinazioni della mutualità delle BCC:
- interna, rivolta ai soci;
- esterna, diretta alla comunità locale e al territorio nel quale operiamo;
- di sistema, espressa nelle relazioni “di rete” all’interno del Credito Coopera
Per la nostra BCC la mutualità è una parte fondamentale dell’identità e del
È un fattore distintivo e competitivo. Un valore sancito dalla legge e che perv
strategie, i modelli organizzativi, ma anche lo stile operativo.
La mutualità non è un’invenzione lessicale, ma un modo specifico di fare impr
moderna di organizzazione e gestione aziendale. Basata sull’unire le forze. Sul
sociale. Sull’instaurare relazioni basate sulla reciprocità.
Ciò che caratterizza un’impresa mutualistica è infatti l’obiettivo, che è quell
un vantaggio: il socio è interessato ai mutui benefici, ai vantaggi reciproci c
dall’appartenenza all’impresa, e non alla remunerazione del capitale investito
dividendi. E l’assenza di una finalità speculativa influenza il modo di stare sul m
governo, i modelli organizzativi, le scelte strategiche, l’operatività della nostra im
La mutualità, intesa come un modo alternativo di produrre ricchezza –
economica – presuppone una cultura d’impresa coerente: inclusiva, plurale, effi
E rappresenta una risorsa, perché:
- costituisce una differenza, che a sua volta favorisce il pluralismo e la cresc
- induce dinamismo, stimolando la voglia di fare e il protagonis
l’assistenzialismo;
- è basata sulla reciprocità, che è paritetica, circolare e un mix equilibrat
solidarietà.
Si fonda su rapporti “tra pari” e su relazioni non soltanto bi-direzionali
mutualistica), ma multi-polari (socio-impresa mutualistica; soci tra loro; impre
comunità locale; imprese mutualistiche tra loro).
base sociale nell’
1.523 Soci
13,30% aume
2005
1051
2006
1069
2007
1152
2008
1345
2009
1523
è il frutto di tutte le iniziative intraprese dalla Banca nel corso del 2009: l’Ufficio
lee, la redazione del Bilancio Sociale, la distribuzione del periodico “Il Melograno”,
ne di gite ed eventi culturali, gli omaggi natalizi, l’organizzazione di specifici
evolazioni bancarie ed extra bancarie, le iniziative specifiche per i giovani, la
0
00
00
00
00
00
00
00
00
Evoluzione della compagine sociale 2005/2009
lle scelte strategiche della Banca, il numero dei soci negli ultimi cinque anni è
o significativo.
iamo avuto un incremento dei soci del 13,30%.
I NOSTRI SOCI
n i soci per quanto riguarda l’erogazione del credito),
iglior biglietto da visita della Banca, i testimoni dell’impresa.
dell’importanza di sviluppare questo patrimonio, e dunque la partecipazione delle nella nostra impresa, nonché il radicamento di questa nel territorio, la nostra
to una strategia ed una politica di incentivazione all’apertura e alla crescita della
ale.
Agricoltori
Vivaisti
9%
Società
14%
Enti
e Onlus
2%
Artigiani
7%
Uomini
72,20%
Composizione della compagine sociale per sesso al 31.12.2009
Questa diversificazione è frutto della riforma della Legge Bancaria del 1993 ch
Banche di Credito Cooperativo-Casse Rurali dall’obbligo di reclutamento dei soci
nelle due categorie degli agricoltori e degli artigiani, adeguando in tal modo le c
alla reale composizione delle economie locali.
Diversificata è anche la composizione per sesso e per età. E degno di nota s
compagine sociale femminile è cresciuta al 27,80%.
Bcc Masiano sempre più in “rosa”!!!
Famiglie
consumatrici
62%
Professionisti
6%
Composizione della compagine sociale al 31.12.2009
I nostri soci sono espressione di diverse categorie professionali:
tra i 51 e 60
22%
37%
Composizione della compagine sociale per provenienza al 31.12.2009
risiedono o svolgono la propria attività nella zona di competenza della Banca
te dai comuni nei quali la Banca è presente con proprie filiali. Particolarmente
cidenza dei soci provenienti dal comune in cui è nata la nostra cooperativa.
O I NOSTRI SOCI
24%
10000
15000
20000
25000
30000
35000
0
100
200
300
400
500
600
700
800
2006
2007
523
2008
2009
11359
23492
24687
28433
34550
Distribuzione dei dividendi dal 2005 al 2009 (in Euro)
2005
469
481
633
768
Crescita del capitale sociale (in migliaia di Euro)
In ogni caso, in ottemperanza alle disposizioni vigenti, secondo le quali la re
capitale della BCC non può superare il tasso legale, la Banca ha destinato negli u
122.521 euro a dividendi e rivalutazione delle azioni.
Le politiche di incentivazione adottate dalla Banca hanno accresciuto il nu
sottoscritte da ciascun socio ed hanno portato in pochi anni all’aumento del v
sociale: da 469.000 euro nel 2005 a 768.000 euro nel 2009 (valori arrotond
euro).
La quota media detenuta da ciascun socio si mantiene tuttavia piuttosto cont
e anche questo esprime il fatto che la partecipazione del socio alla cooperativa n
di carattere lucrativo, ma di ricerca di un più ampio vantaggio.
L’inaugurazione del defibrillatore portatile semiautomatico (DAE) presso la nuova
agenzia di Pistoia: Pier Maria Baldi e Luca Gori, rispettivamente Presidente e Direttore
Generale della Bcc Masiano.
Bonelle (presso l’Area Crediti)
Pistoia (presso l’Agenzia)
egone (presso l’Agenzia)
lguidi (presso l’Agenzia)
ono interessati per informazioni e iscrizioni possono contattare l’Ufficio Soci della
deciso di offrire ai propri Soci, Clienti e dipendenti, in collaborazione con il 118 di
ipazione gratuita ad alcuni corsi tecnici per imparare le tecniche di rianimazione
gio cardiopolmonare e la ventilazione, nonché l’utilizzo del defibrillatore cardiaco.
corsi organizzati dalla Banca potranno ottenere l’attestato e la conseguente abio del defibrillatore in qualsiasi luogo.
na (presso l’Agenzia)
Quarrata (presso l’Agenzia)
iano (presso il Circolo)
ha acquistato alcuni defibrillatori cardiaci portatili semiautomatici per metterli a
proprio territorio, affinché si possa intervenire positivamente nei casi in cui alcune
no un arresto cardiaco.
cardiaci sono presenti sulle piazze in cui la Bcc opera, in particolare, nelle struttuper la popolazione. Di seguito elenchiamo il posizionamento dei defibrillatori:
TE IL CUORE A MASIANO!”
co
cifici aperti a Soci, clienti e dipendenti della Banca.
ni ai corsi contattate l’Ufficio Soci.
984102
380077
[email protected]
sabile
io Soci
iuliani
ganizza specifici momenti di incontro
ci. Si ricordano, in particolare: le gite,
urali, i convegni specifici, le campagne
e sanitaria, ecc.
oci della BCC MASIANO è un punto di riferimento
può rivolgersi per ogni richiesta di
e chiarimento riguardanti la vita aziendale.
SOCI
iguarda la diffusione dell’informazione e la promozione della partecipazione, la
investe notevoli risorse per la realizzazione delle assemblee, momento principale
ella volontà dei soci che, in base alla regola cooperativa del voto capitario (una
anno lo stesso peso a prescindere dal numero di azioni possedute.
ivazione di carattere bancario ed extra-bancario.
posta.
O
IAN
DI MAS
, INFORMAZIONE
PERIODICO DI CULTURA
DELLA
E VALORI SOCIALI
MASIANO
COOPERATIVO DI
BANCA DI CREDITO
numero:
IL MELOGRANO
n°7
DICEMBRE 2009
Filiale di Pistoia.
Spedizione in A.P. 70%
n. 473 del 14/12/95.
e del Tribunale di Pistoia
ione dell informazione e la promozione della partecipazione;
70% Filiale di Pistoia.
Spedizione in A.P.
R AT I V O
E
O COOP
DIT
DI CRE
BANCA
RANO -
OG
IL MEL
9
N.7 200
n. 473 del 14/12/95.
Tribunale di Pistoia
Autorizzazione del
o. N. 7 Anno 2009.
2006. Autorizzazion
di Masiano. N. 6 Anno
di Credito Cooperativo
Periodico della Banca
La Federazione Tosca
BCC festeggia 50 an
della sua ri-costituzio
Alcune coper
della nostra ri
“Il Melograno
La Bcc Masiano aderisc
e
all’accordo per il
Microcredito a Pistoia
In questo numero:
Un prestito etico a sostegno del
Fondo di Solidarietà Famiglia-La
voro
promosso dal Vescovo
BCC MASIANO A PISTOIA
PERIODICO DI CULTURA
, INFORMAZIONE
E VALORI SOCIALI DELLA
BANCA DI CREDITO
COOPERATIVO DI MASIANO
il melogr
, #%
ˆ«i˜`i˜Ìˆ
 *ÀiÈ`i˜Ìi]  ˆÀiÌ̜Ài }i˜iÀ>i]
 œ˜Ãˆ}ˆœ `ˆ ““ˆ˜ˆÃÌÀ>∜˜i]
ÃÕVVÕÀÃ>ˆ `i> >˜V> m `i«œÃˆÌ>Ì> ՘> Vœ«ˆ> `i Lˆ>˜Vˆœ i `ii Ài>∜˜ˆ «Ài‡
*œÌÀ>˜˜œ ˆ˜ÛiVi «Ài˜`iÀi «>ÀÌi >> `ˆÃVÕÃȜ˜i i >i ۜÌ>∜˜ˆ ܏Ì>˜Ìœ ˆ ÜVˆ
>“i˜œ ˜œÛ>˜Ì> }ˆœÀ˜ˆ ˜i ˆLÀœ `iˆ ÜVˆ°
ÃÃiÃÜ `iˆ ÀiµÕˆÃˆÌˆ `ˆ œ˜œÀ>LˆˆÌD «ÀiۈÃ̈ `> £{{É£™™n i V…i ˜œ˜ È ÌÀœÛˆ˜œ
ä™ ", Ó£]ää
VÀˆÌ̜ «iÀ > Û>ˆ`> VœÃ̈ÌÕ∜˜i `i½ÃÃi“Li>] µÕiÃÌ> m Vœ˜ÛœV>Ì> vˆ˜
i `ˆ ՘ ,i}œ>“i˜Ìœ ÃÃi“Li>Ài Ài>̈ۜ >ˆ ˆ“ˆÌˆ > VՓՏœ `i}ˆ ˆ˜V>ÀˆV…ˆ `ˆ
`ˆÃ«œÃˆâˆœ˜ˆ `ˆ 6ˆ}ˆ>˜â> ÃՏ œÛiÀ˜œ ÜVˆiÌ>Àˆœ i“>˜>Ìi `>> >˜V> `½Ì>ˆ>
n] Õ`ˆÌi i Ài>∜˜ˆ `i}ˆ >““ˆ˜ˆÃÌÀ>̜Àˆ i `iˆ Ș`>Vˆ° iÃ̈˜>∜˜i `i½Ṏi ˜iÌ̜°
Àˆ `ˆ >““ˆ˜ˆÃÌÀ>∜˜i] `iˆ `ˆ«i˜`i˜Ìˆ i `iˆ Vœ>LœÀ>̜Àˆ ˜œ˜ i}>̈ >> -œVˆiÌD `>
{Ç° œ˜Ãi}Õi˜Ìi Àˆ˜Õ“iÀ>∜˜i `i}ˆ >À̈Vœˆ `iœ -Ì>ÌÕ̜ -œVˆ>iÆ
ÀÌ>Ài i Û>Àˆ>∜˜ˆ iÛi˜ÌÕ>“i˜Ìi ÀˆV…ˆiÃÌi `>> >˜V> `½Ì>ˆ> >ˆ vˆ˜ˆ `i Àˆ>ÃVˆœ
LÀi £™™Î ˜c Înx°
À>œÀ`ˆ˜>Àˆ> i œÀ`ˆ˜>Àˆ> Vœ˜ÛœV>Ì> «iÀ ˆ }ˆœÀ˜œ Îä `i “iÃi `ˆ «Àˆi `i½>˜˜œ
iÀi i `iˆLiÀ>Ài ÃՏ Ãi}Õi˜Ìi œÀ`ˆ˜i `i }ˆœÀ˜œ\
,1+% !! "'+, ,1% % ,! # 777$7..7-2
5!#1 ! # &.3&7 ,+ 11 !!*!% ! #1 + 1 6
Alcuni momenti
dell’Assemblea
enaria Reale, una delle attività ricreative ideate da BCC Masiano per il 2009.
&
// %* !"
// !"
** '
/+ !"
$* * &
# /&+ &&
..** $ $-% ,+
# /& '&/&
* +&
# /&+ ,+&
$ $ +(
# /&+ % '(
# /&+ +
# /&+ /,
% .%%#*
% '(
# /&+ $$0+, & -:27( 2*"( (%*17( " *127"7" ($"!
<"(&1" " *1(*1" %"22"(& &&( 1"2711 :& "&1!
%&7( -:&7( %" 2"&"7";( $ )+, $" "%*" "
$"&7$ %%(&7&( ($71 9 %"$"(&", $$021"<"(
&&( 1"2711 :& 722( " 2;"$:**( $ + *1" ($71 )= %"$"(&" " :1(, &($71 $ & " 2:**(171 $
12"7 $ 711"7(1"( 771;12( $ ($$(1<"(& (& "
*17&1 $ (;"%&7( 2(&( 277" 1(7" &&<"%&7"
*1 :$71"(1" )9 %"$"(&" " :1( *1 :& ,
($7( 2("2&7" & " 1"2:$77" (&(%"" (&2!
:"7" &$ *1"((, $ %1"& 0"&7122 12":7( -:2"
$ 4+ "$ %1"& 0"&71%"<"(& 77( 1"2711
:& "&1%&7( $ 85+ $0:7"$ 021"<"( 2" 77277(
($71 94 %"$"(&" " :1(, & & "& 12"7 $
1":1( 277( *17"($1%&7 **1<<7( $$ 2
2("$ &$ (12( $$022%$ 2;($72" ;&1# 2(12( 2"&( $0&&:&"( $$ ,
& -:27( (&727( " 1;" "($7 " 2:" $
& " 1"7( ((*17";( &&( 2;($7( ! $( 1%
"$ 12"&7 $$ 2"&( "1 1" $" ! :&0"%!
*(17&7 :&<"(& .&7""$"/ 7&&( $$ *1(!
*1" ;(<"(& " 12" 271:%&7( *1 ("77";" " 12"7
(&(%" 2(27&""$ " 2($""7,
2"&( (777( 2"27%" " 7:7$ *1(!
7<"(& " *1(*1" $"&7" *(2"7&7" &(& 277 ("&!
;($7 &$$ *1($%7" " &&(
"&-:"&7( " "$&" & $$ & "7$"&,
022%$ " (" $ 9' %"( 2(12( 277
($$7 $$ *12&< " %($7" 2(" (& 77&!
<"(& &&( 2:"7( $ 1$<"(& $ 12"&7 $$
& " 1"7( ((*17";( " 2"&( &$ (12( $
-:$ 277( **1(;7( "$ "$&"( " 21"<"( 9== *12&77( "$ "$&"( ("$ " "22"(& , 9=='
177( *1 "$ 5 &&( (&2:7";(,
"&"7"; 277 $ *12&< "$ 2$:7( *(177( "
(" *17 " "(1"( $%&7" 12"&7 $$ !
1<"(& (2& $$ (1&"2%( 27"
&$ *1(22"%( %2 " ":&( " "&-:&70&&" $$ 2:
1"!(27"7:<"(&,
:%1(2 2(&( 277 &$$01( $$0&&( $ "&"<"7";
77( "$ 12"&7 "1 1" $" " &&!
< 2($"1"7 "& *17"($1 ;(1 $$ 22("<"(&"
$ ;($(&71"7( :$7:1$" $$ 2("7 2*(17"; $$
*1"
2"&( (&1% & *1 "$ 9== "& :& *!
&(1% " %17( *17"($1%&7 ""$ (%*$22(
$ *1(*1" ;(<"(& " & $($ *17&1 " 1"1"%&!
7( 2(27&( " "2(&" $$ %"$" $$ *"($
"%*12,
! 2(&( " 7" 12" &(7" $
"177(1 &1$ : (1" ! ,
($"%( ":&7( "1 1" $" 1&"(&7!
1 .(% -:&7(/ $ & .17( ;$(1 ":&7(/
&( 1"1"%&7( " *1"&"*" (&&( (1"&7&(
2%*1 $ &(271 <"(&, $" 2722" *1"&"*" *12&7" &$!
$( 77:7( &$$ 17 " $(1" $$ (2"(&,
& :& (&727( 27(1"( 1771"<<7( $ ;1"12" "
: 711%(7" $0:&( " 1771 &&<"1"( 2" 27
*2&7%&7 1"*1:(7&( 2:$$0(&(%" 1$ $0$71(
" &7:1 2"2%" (2# 71"%&7 ($*"7( $ *(!
*($<"(&" 1:<<2" " ;$(1" $$ ((*1<"(& $$ 2(!
$"1"7 $$07" 2" ;&&( &$%&7 1"2(*1&( $
&(271 & -:2" '= &&" 7&7 " (*11 *1(*1"(
"& (22-:"( 7$" ;$(1" ."& 1"% 12(&/,
& &:(; "&"<"7"; "&71*12 $$ 2"!
&( &$$0%"7( $ "$&"( ("$ 9== -:$$ $$
1$"<<<"(& " :& 1( :1 &(%"&7 .11"7(1"(
"& *"$$($/ 771;12( "%%"&" 1($7 $$ &!
( %22 "2*(2"<"(& " (" 1"21; :&077&<"(&
2*"$ $ &(271( 711"7(1"( " 1"1"%&7(3 7:77" *(22(&(
(&71":"1 11" "1 -:27( $:% (7(1( 1";($!
&(2" $$0"( (" $$ &,
*11( " $$ "27"7:<"(&" 2($27" *12&7" 2:$ 711"7(1"( $($3 $077&<"(& &" (&1(&7"
" 7:77 $ "27"7:<"(&" 2" *1&(&( :1 $$ (1%!
<"(& %(1$ :$7:1$ 2*(17"; " 1<<" 1**12&!
7 :& $( (&:77(1 " 7$" "&"<"7";, $ "$&"( ("$
$$ 2"&( (&7( "& %&"1 77$"7 "
7:77 $ "&"<"7"; "77 "& -:27 2 727"%(&"&(
Simona Giuliani consegna il
premio (un viaggio per 2 persone
a Torino) a Mario Campanella,
socio vincitore.
Caro Socio,
Via Provinciale Montalbano
Via
Be
l Ri
po
pa
Via Euro
re
QUARRATA
OLMI
AGLIANA
Il Presidente
Pier Maria Baldi
alle ore 20,00 a Valenzatico (Quarrata) per la Cena Sociale, che si terrà presso Villa Zaccanti, Via Bel Riposo, 167.
Anche in questa occasione, ci preme sottolineare come la nostra attenzione sia rivolta non solo alla crescita
economica del territorio, ma soprattutto alla valorizzazione della persona del Socio, al quale ci rivolgiamo
quotidianamente e costantemente “in Prima Persona”.
13 Giugno 2009
so
VALENZIATICO
VILLA ZACCANTI
è con grande piacere che ti ricordo l’appuntamento del prossimo
CASALGUIDI
na
RADA
nciale Tosca
BOTTEGONE
AUTO
ST
Via Provi
Via Provin
ciale Prates
e
no
PISTOIA
Via IV
Nov
emb
INDICAZIONI UTILI PER RAGGIUNGERE LA DESTINAZIONE
lba
a
nta
tin
Mo
ren
Fio
Via
Via
Bruschetta con Olio d’Oliva
del Montalbano e Pomodorino
Fresco
Crostoncino con Salsa Toscana
Tocchetti di Torta Rustica
Taglieri con Cubetti di Salumi e
Formaggi
Mosaico di Frittatine con
Verdure di Stagione
Piccole Bignè Salate Assortite
Piccoli Canapè
Ribollita del Chianti
Insalatina di Riso con Verdure
di Stagione
• Le Isole degli Antipasti
Piccoli Tocchetti di Focaccia:
Rosmarino, Pomodoro, Olive
Olive Giganti, Carta Musica
• Stuzzichini al Buffet
Spremute di Arancia
Cocktail Tropicale
Acqua Minerale Naturale e
Gasata
Gli Analcolici
Prosecco Valdobbiadene Belussi
• Gli Aperitivi al Buffet
Gli Alcolici
Serviti a Tavola
Open Bar
Caffè
Semifreddo ala Mela Verde con
Salsa all’Amaretto e Gocce
di Fragola
Asti Spumante Castello del
Poggio
• Dessert
Chianti d.o.c.g.
Poggiodesto
Controfiletto di Manzo agli
Agrumi di Sicilia
Foglie di Spinaci Saltati
• Secondo Piatto
Risotto agli Asparagi e Pecorino
a Latte Crudo
Crespelle Verdi con Ricotta e
Verdure Croccanti su Vellutata
di Zafferano
• Primi Piatti
Menù
Serviti in Giardino
dalla sezione
www.bccmasiano.it
Potete scaricare
queste ed altre foto
dal sito web
I Soci presenti hanno trascorso un piacevole momento di
incontro e ripercorso insieme le belle esperienze trascorse durante
l’anno, e hanno avuto l’occasione di approfondire, proporre e
progettare l’attività turistica della stagione 2010.
Alcuni momenti della serata
graziamento a tutti i Soci presenti che, nonostante l’abbondante nevicata, sono
i!
dei Soci diciottenni.
ne calendario AVIS Pistoia;
attestati dei corsi per l’utilizzo del
iaco da parte del 118 di Pistoia (Dott.ssa
esteggiamenti 90° BCC Masiano (1920-
nomici, campagne commerciali, Albero
, gite ed attività culturali 2009, rivista “Il
i di fine anno, è stata presentata l’attività
ca nel 2009, con particolare riferimento
=
!""-,$!,2% ,%4)#!2! ,-, (! )+.%$)2- !) ,3
+%0-1)-#)$%**!!1)!,-$).!02%#).!0%
!**=11%+"*%! ,-,#(7!*20!$)5)-,!*%),#-,20$)&),%!,,-.%0*-1#!+")-$%'*)3'30)
=),#-,20-#-, )-#)812!2-!,#(%3,=-##!1)-,%.%0
0)&*%22%0%13**!1)23!5)-,%%#-,-+)#!*-#!*%%13**=!,
$!+%,2-$%**!!,#!$)0%$)2---.%0!2)4-
4!*-0))1.)0!2-0)$%**!!,#!$)!1)!,-1-,-12!2)
!* #%,20- $%**=),2%04%,2- $%* 0%1)$%,2% )%0 !0)!
!*$),+-$-$);&!0%"!,#!<#(%,-,8$-+),!2$!*.0),#).)-'3)$!$%**=-")%22)4-$%*.0-&)22-!*$)1)8
0)#()!+!2-.0-.0)-!**!0%#%,2%%,#)#*)#!$)!.!%
,%$%22- ;!0)2!1 ), 4%0)2!2%< #(% 0)#-,-1#% )*
+-$-$)-.%0!0%.0-.0)-$%**%!,#(%$)0%$)2---
.%0!2)4-;=%,#)#*)#!: (!!&&%0+!2-)%0!0)!!*$)
: 0)#-,-1#%)*$)4%01-+-$-$)&!0%"!,#!$%**%0%!*26
#--.%0!2)4%#(%0!..0%1%,2!,-3,!#()!0!%4)$%,5!
$)#-+%*=)+.0%,$)2-0)!*)26.-11!!,$!0%$).!0).!11#-,*=)+.%',-1-#)!*%<
;* +-$%**- 20!$)5)-,!*% $=),2%0+%$)!5)-,% !$-22!2$!**%,-120%"!,#(%: (!!'')3,2-)*0%1)$%,2%$%**!
##!1)!,-:"!1!2-.0),#).!*+%,2%13)+.)%'()),
.0%12)2)$)0%22)!&!+)'*)%%.)##-*%)+.0%1%4!*32!2%
13**!"!1%$%**%*-0-%&&%22)4%.-2%,5)!*)2680)13*2!21)#30!+%,2%4),#%,2%0)1.%22-!**%.-*)2)#(%$)0!5)-
,!+%,2- $%* #0%$)2- .%01%'3)2% $!) '0!,$) #-*-11)
"!,#!0)*&0%/3%,2%0)#-01-!1203+%,2)$)0!##-*2!$)
0%22! $! #*)%,2%*! (! %4)2!2- )* 0)#-01- !* #!,!*% $%*
+%0#!2-),2%0"!,#!0)-%#)9(!&!4-0)2-3,!#%02!12!
")*)26,%*0%.%0)+%,2-$%**%0)1-01%&),!,5)!0)%.%0*%
)9(!#-,1%,2)2-,%**!,-120!0%!*26 $)-.%0!0%#-,
1%0)%26#-00%22%55!%.0-&%11)-,!*)26!*&),%$)#-,
20!12!0%*!#0)1)%!**-12%11-2%+.-#-,2),3!0%!.%0
1%'3)0% *! .0-+-5)-,% % *- 14)*3..- $%* "%,%11%0%
$%**!#-+3,)26*-#!*%<
%**!4-*-,26$)0%!*)55!0%*!;+)11)-,< $%**!!,#!:
(!0)#-0$!2-)%0!0)!!*$): *!##!1)!,-(!
$!2-)*.0-.0)-1-12%',-!*-,$-$)1-*)$!0)%26!
+)'*)!!4-0-.0-+-11-$!*%1#-4-$))12-)!
*2%+!$%'*)%&&%22)$%**!#0)1)%#-,-+)#!,%**!,-
120!0%!*262%00)2-0)!*%812!2-0).0%1-!,#(%$!**=),
2%04%,2-$%*)0%22-0%%,%0!*%$%**!##!1)!,3#!-0)#(%(!0)#-0$!2-*%),)5)!2)4%!113,2%
$!**!!,#!/3%12=!,,-.%013..-02!0%*%&!+)'*)%
),$)&&)#-*26%1-12%,%0%*=)+.0%,$)2-0)!%*=%#-,-
+)!*-#!*%;"")!+-!$%0)2-!*0-2-#-**-0%')-
,!*%$=),2%1!$%,-+),!2-+%0'%,5!#-,-+)!
+%22%,$-!$)1.-1)5)-,%&-,$)%0)1-01%!"%,%&)#)$%**%)+.0%1%*-#!*)*20%+)130%.%0)*13..-02#0%$)2)5)-!**%)+.0%1%1-,-12!2%!$-22!2%),#-*
*!"-0!5)-,% #-,*!$))12-)!= 12!2-1-2
2-1#0)22! *! #-,4%,5)-,% ! *)4%**- .0-4),#)!*% %
0%')-,!*% .%0 *! .0%4%,5)-,% $%**=3130! -,-
12!2%12!,5)!2%0)1-01%.%0*%-.%0!5)
$)2-,-*20%.%0$!0%0%1.)0-&),!,5)
),$)&&)#-*261-,-12!2)1-22-1#0)22)!#
1.%,1)-,%$%**%0!2%$%)+323)#-,*
!02)')!,) % $%**% )##-*% % %$)% 1.%,1)-,%$%'*))+.%',)&),!,5)!0)$
!$-22!2!!,#(%.%0*%&!+)'*)%#-,0%
*1!063,!,,-+-*2-)+.-02!,
),&!22)#)1!06*!#%*%"0!5)-,%$%*20
4!,2!!,,)$)4)2!$%**!##!1)!,-
3%12-%4%,2-1!06&%12%'')!2
!..3,2!+%,2)#(%1-,-),#-01-$=!**
=),2%04%,2-$%**!%1.-,1!")*%$%**=
+3,)#!5)-,%)+-,!)3*)!,)(!),&
$%22!'*)-!*#3,)$%'*)%4%,2))$%!2)%$
!,#!.%0)*
*.-1)2)4-14)*3..-$%**!##!1)!,
!,#(%$!**!0%#%,2%!.%0230!$%**!,
)!*%$3!!)12-)!
0!'*)%4%,2)$%**!1%0!2!*!#-,1%'
!) -#) % $).%,$%,2) ## !1)!,-
/3%,2!2-)*#-01-.%0*=32)*)55-$%*$
$)!#-)#-01)1-,-12!2)-0'!,)55!2)
#-**!"-0!5)-,%#-,)*.%01-,!*%$%*
(!'%12)2-'*)),#-,20)&-0+!2)4)*!
-#) $)#)-22%,,) *! .0%1%,2!5)-,% $
4)1)12-)!1.-,1-0)55!2-$!**!##
degli attestati
per l’utilizzo del
defibrillatore cardiaco
da parte del
118 di Pistoia
Premiazione
del Socio
diciottenne
• Nell’ambito della tutela della salute, la Banca offre a condizioni di favor
dotti/servizi:
…di Status:
Assemblee dei Soci: massima espressione della volontà dei Soci
Bilancio Sociale: rendicontazione delle attività sociali della Bcc inviato a casa del Socio
Ufficio Soci: canale privilegiato e punto di riferimento per il Socio
“Il Melograno”: periodico di informazione delle attività della Bcc inviato a casa del Socio
51% degli impieghi erogati come finanziamenti ai Soci della Bcc
Salute e Previdenza integrativa:
Convenzione sanitaria con la Misericordia
Campagne di prevenzione sanitaria: Specifici corsi gratuiti in collaborazione con il 118 di Pis
per imparare le tecniche di rianimazione e l’utilizzo del defibrillatore. La Bcc si sta dotando di
defibrillatori da mettere a disposizione nelle piazze di riferimento
Forma pensionistica individuale: Modus Soci
Cultura e Tempo libero:
Eventi culturali: gratis per il Socio e n. 1 familiare
Gite Sociali: Sconto specifico per il Socio
Premiazione dei Soci di lunga data
…Inoltre:
Omaggi: “Pacco Natalizio” e gadgets vari
Convegni specifici organizzati su vari temi d’interesse dei Soci
Pubblicazioni consegnate al Socio nella “Brochure di Benvenuto”
VANTAGGI EXTRA BANCARI
C/C:
GRATIS per sempre la carta BANCOMAT
Finanziamenti:
Spese Matrimonio Soci e figli dei Soci a tasso agevolato (euribor 3 mesi + 1,50)
Spese Arredamento Soci (euribor 3 mesi + 1,50)
Mutui acquisto/ristrutturazione prima casa:
Per i Soci iscritti nel Libro Soci da almeno 6 mesi, tasso agevolato:
10 anni – euribor 3mesi + 0,65
15 anni – euribor 3mesi + 0,70
20 anni – euribor 3mesi + 0,75
25 anni – euribor 3mesi + 0,85
30 anni – euribor 3mesi + 0,90
Sconto 50% commissioni per prestiti personali, mutui casa alle famiglie, mutui fo
Sconto 15% polizze assicurative scoppio – incendio sugli immobili
Investimenti:
Sconto 25% spese di collocamento prodotti del “Risparmio gestito”
Speciale Deposito a risparmio per i figli e nipoti dei Soci: l’apertura deve essere
mesi dalla nascita; è previsto un tasso agevolato pari all’euribor 3 mesi; il 1°
effettuata dalla Bcc Masiano ed è pari a 100,00.
…Inoltre:
Giovani Soci di età fra 18 – 28 anni: possibilità di acquistare n. 50 quote d
controvalore di 258,00 (nel 2007 la remunerazione è stata del 5%)
Sconto 20% sull’acquisto di Libri di Testo dei figli per Scuole Medie Inferiori
devono avere sotto 14 anni un libretto, sopra 14 anni un c/c)
“Porta Aperta ai Giovani”: il figlio del Socio che, nell’anno, compirà 18 an
possibilità di diventare socio con 50 quote e ricevere contestualmente un pre
150,00 (a scelta tra un telefono cellulare, un I-POD, una macchina fotografica dig
SOCIO: VANTAGGI BANCARI
VANTAGGI BANCARI
le regole della mutualità. Nel 2009, su un totale di 350 mln. di euro di attività di r
sono stati riservati ai soci e ad attività a ponderazione zero (pari al 60,03%). Il d
anche per sottolineare che, in una fase di ricomposizione del risparmio e di riduzio
il credito – e il credito ai soci in particolare – non ha subìto alcun razionamento.
Altre condizioni di favore sono state applicate ai soci attraverso:
Sul sito della Banca www.bccmasiano.it
• Nel corso del 2010 saranno perfezionati nuovi vantaggi e convenzioni che avranno l’obiettivo di valorizzare la centralità della figura del Socio, affinché questo diventi il primo cliente della Banca. Scopo primario
è comprendere maggiormente i bisogni e conquistare la fiducia di ogni
soggetto.
A questo proposito nella brochure di “Benvenuto Socio”, destinata a
tutti i nuovi soci della Banca, sono evidenziate le agevolazioni per i soci
della Bcc.
L’iniziativa è riservata agli
studenti di scuole medie
inferiori e superiori.
In collaborazione con gli esercizi convenzionati.
Punti vendita aderenti e modalità della
promozione sono consultabili nelle
nostre agenzie o sul sito
w w w. b c c m a s i a n o. i t .
il 15% alle Famiglie Clienti
e il 20% ai Soci della Banca.
BCC Masiano riserva uno sconto speciale
sull’acquisto dei libri scolastici:
Uno Sconto da 10
e LODE
CON BCC MASIANO
dell’incentivazione allo studio, la Banca, attraverso l’iniziativa “tutti a scuofamiglie dei soci di usufruire di uno sconto del 20% per l’acquisto dei libri di testo
die inferiori e superiori.
in corso di perfezionamento altre convenzioni per i soci.
revista un’assicurazione complementare a prestaIn particolare, in caso di inabilità temporanea per
imo di un anno, per determinate cause di malattia
non consentano la normale attività lavorativa, la
vede alla corresponsione della rata di premio per
rtunio o malattia, sostituendosi nel pagamento al
to nella Gestione Speciale in cui sono stati investiti
Messaggio pubblicitario. Per tassi, prezzi e condizioni di vendita prendere visione dei fogli informativi analitici disponibili nelle agenzie.
Gite
Sociali
2009
Il Responsabile
dell’Ufficio Soci
.it
[email protected]
PROGRAMMA
Le atti
ricr
Gita a Ischia
maggio 2009
To
turale:
tanico
no dei
plici”
tanica
Storia
irenze
le 2009
Prof. Siro Innocenti
il Magnifico: la Famiglia Sassetti” con la parteci
Siro Innocenti, che ha presentato la Cappella S
Chiesa di Santa Trinita a Firenze.
I numerosi partecipanti alla serata hanno a
trattati, lasciandosi come sempre appassionare d
relatore di approfondire con entusiasmo e comp
artistico di immenso
valore, dove si intrecciano magistralmente arte, economia, potere politico
e religione.
rsi coinvolgere in progetti di beneficenza o a sostegno del territorio, in parti-
che, tra i Soci “famosi” della Banca, Franco fosse uno tra i più disponibili e
colto era almeno pari alla naturale predisposizione al dialogo, verso ogni tipo
una persona
prezzata anterritorio graittorie e meriti
, la sua genon erano mai
a alcuni anni.
te, mi hanno
ità comunica-
anco Ballerini
isce chi ha contatti con gli addetti, è la disponibilità, la corcercare di risolvere ogni problematica che traspare immeversi sembra di non entrare in una “banca” ma in luogo in
o e dove tutti sono pronti ad ascoltarti ed esaudire le tue rite certi valori
tatto umano,
disposizione
cora, seppure
a tecnologica
zato, compuato.
ntito ringraa di Credito
no come istioperatori perlivello e mane l’augurio di
banca con cui ho personalmente operato da sempre e che mi
i necessità che nel tempo si è presentata, pur esercitando io
a prima e dirigenziale dopo, che presuppone l’accesso a pochi
ADAMI MOIRA
AGENZIA IMMOBILIARE LEONARDO
DA VINCI S.A.S. DI
DEL MORO SUSA
AGOSTINI ALESSANDRA
AGOSTINI ALFREDO
AGOSTINI ANDREA
AGOSTINI CINZIA
AGOSTINI DORIANA
AGOSTINI ELISA
AGOSTINI FABRIZIO
AGOSTINI FRANCESCO
AGOSTINI GIACOMO LUCA
AGOSTINI GIUSEPPE
AGOSTINI GRAZIELLA
AGOSTINI LORELLA
AGOSTINI LORENZO
AGOSTINI LUCA
AGOSTINI LUIGI
AGOSTINI LUIGI
AGOSTINI MARCO
AGOSTINI MAURO ISAIA
AGOSTINI RICCARDO
AGOSTINI STEFANO
AGOSTINI STEFANO
AGOSTINI STEFANO
AGRARIA CHECCHI SILVANO & C.
SRL
AGRI VIVAI S.R.L.
AIARDI RENZO
AIUTI LUCA
AIUTI ROBERTA
AL MERCATONE ELETTROMARKET
DI LOMI ALFA & C. SAS
ALA LYSBETH CAROL
ALTER S.R.L.
AMATO FRANCESCO
AMMANNATI ELIO
AMMANNATI GUSMANO
ANDREINI ANTONIO
ANDREINI GUALTIERO
ANDREINI RICCARDO
ANDREOTTI GIAMPIERO
ANGIOLI ANDREA
ANNICELLI MARIA
ANTONETTI NEDA
ANZIVINO CIRO
ARCANGIOLI FABIANA
ARCIONI GIOVANNI
ARTI GRAFICHE L & F SRL
ASSOCIAZIONE SPORTIVA
GREENSPORT
ATTUCCI PILADE ANDREA
AUTO & AUTO S.P.A.
AUTO SPORT ITALIA S.R.L.
AUTOGAMMA DI BENINI ALESSIO
E VOLTAN VALTER S.N.C.
AUTOMAZIONE TOSCANA
DI BECCANI SERGIO E C. SAS
AZIENDA AGRICOLA PIANTE MATI
DIMIRO CESARE MATI & C. S.S.
AZIENDA AGRICOLA VIVAI
GIUSTI PIANTE DI GIOVANNI
& GIACOMO G.
AZZARELLO CALOGERA
B.B. DI ADRIANO BARTOLETTI
E LUCA BELARDINELLI S.N.C.
BACCI GINO PAOLO
BAGLIONI STEFANO
BAGNARELLI DONATELLA
BAGNI LORIS
BAGNI MARIA CRISTINA
BAGNI STEFANO
BAGNI VALENTINA
BALDACCI ROMANO
BALDANZA LIA
BALDASSARRI TIMER
BALDI ALDO
BALDI ALFREDO
BALDI ELISABETTA
BALDI FRANCESCO
BALDI FRANCO
BALDI FULVIO
BALDI GABRIELE
BALDI GABRIELLA
BALDI GIACOMO
BALDI GIAMPAOLO
BALDI MARCO
BALDI PAOLO
BALDI PIER MARIA
BALDICCHI STEFANIA
BALLERINI FRANCO
BALLI ALESSANDRO
BALLI MARCELLO
BANCA AGRILEASING S.P.A.
BANCHELLI BRUNO
BANCHELLI FAUSTO
BANCHELLI IACOPO
BANCHELLI MARCO CRESPINO
BANCHELLI SIMONE
BARDELLI ALBER
BARDELLI ALESSI
BARDELLI BART
BARDELLI LOREN
BARDELLI MAURI
BARDELLI ROBE
BARDELLI SERGI
BARDUCCI GIAN
BARGELLINI DOR
BARGHINI PLAST
BARGIACCHI ANT
BARGIACCHI RO
BARGIACCHI VAS
BARNI GRAZIAN
BARONCELLI BA
BARONCELLI RE
BARONCELLI SIM
BARONE RICCAR
BARONTI PIERGI
BARONTI SILVAN
BARONTI THAIS
BARONTINI BRU
BARONTINI DARI
BARONTINI FERN
BARONTINI MARI
BARTALI ALESSA
BARTOLETTI CAR
BARTOLETTI ELE
BARTOLETTI ILVO
BARTOLINI FEDE
BARTOLINI GIOV
BARTOLINI LUISE
BARTOLINI MARI
BARTOLINI MASS
BARTOLINI MAUR
BARTOLINI OSVA
BARTOLINI ROSE
BARTOLINI SAUR
BARZAGLI PATRI
BASSOTTI ALESS
BASSOTTI RENZ
BATTIGALLI LUIGI
BATTILONI ALES
BCC VITA SPA
BECAGLI ILARIA
BECAGLI LUCA
BECAGLI MARCO
BECCHELLI GAB
BECHELLI VLADI
BECHERI ELIANA
E
CA & C. SAS
RANCO
O
BERTO
O
TRONE SRL
ZO
DO
NDRO
ELLA
IELLA
BIESSE SRL
BIGIARINI ETTORE
BINCHI ANDREA
BINDI SILVANA
BINI EMANUELE
BINI NEDA
BINI SRL
BISSON MAGLIERIA DI BIAGINI
SANDRO
BLANCO MARIA
BLASCONE SALVATORE
BLASCONE SANTO
BLASCONE SARA
BOCCARDI GIANNI
BOCCARDI MORENO
BOCCARDI S.R.L.
BOCCARDI TIBERIO E FIGLI S.N.C.
BOCCHINI SILVANO
BOGANI ROMANO
BOLOGNINI FRANCESCO
BOLOGNINI FRANCO
BOLOGNINI GIANCARLA
BOLOGNINI LEONARDO
BONACCHI CLAUDIA
BONACCHI CLAUDIO
BONACCHI FAUSTINO
BONACCHI GIOVANNI
BONACCHI GIOVANNI
BONACCHI GIOVANNI
BONACCHI MARISA
BONACCHI VINCENZO
BONECHI ANDREA
BONECHI BONALDO
BONECHI GIAN LUCA
BONECHI MANOLA
BONECHI MASSIMO
BONECHI ROBERTO
BONELLI ROBERTA
BONINI MIRIANO
BONINI EDILI S.R.L.
BORCHI FIORELLO
BORCHI GIULIANO
BORCHI OTTAVINO
BORCHI PIERLUIGI
BORCHI ROBERTO
BORHAN EUGEN
BORRI ANDREA
BORRI BRUNO
BORSELLI LIDO
BOVANI ISORA
BRIGA ROBERTO
BRIGANTI LUCIANO
BROZZI LORENZO
BRUNI BRUNO
BRUNI FRANCESCO
BRUNI GIACOMO
BRUNI LEDA
BRUNI STEFANO
BRUNO ANTONIO
BUCCI UGO
BUCI ROLANDO
BUDANO ANTONELLA
BUGIANI CEDRIC
BUGIANI GIULIANA
BUGIANI LUCIA
BUGIANI LUCIANO
BUGIANI ROBERTO
BUONAMICI CLAUDIO
BUONCOMPAGNI MASSIMO
BURCHIETTI GIOVANNI
BURCHIETTI PIERA
BUTI ANNA
C.I.B. S.R.L. CENTER
INTERNATIONAL BUSINESS
C4 IMMOBILIARE S.R.L.
CALABRESE SILVESTRO
CALAMAI BRUNO
CALAMAI ILARIA
CALAMAI ROSSANO
CALATRAVE S.RL.
CALDARONE MICHELE
CALISTRI ANDREA
CALISTRI CARLO ALBERTO
CALISTRI CLAUDIO
CALISTRI LUCIANO
CALISTRI ROBERTO
CALISTRI SAURO
CALISTRI UMBERTO
CALOFFI RENZO
CAMILLETTI DANIELE
CAMMILLI STEFANO
CAMPAGNI PIERINA
CAMPAIOLI PIETRO
CAMPANELLA LUIGI
CAMPANELLA MARCO
CAMPANELLA MARIO
CAMPANELLA MIRANDO
CAMPANELLA COSTRUZIONI
MECCANICHE S.R.L.
CAPECCHI ANGIOLO
CAPOBIANCO GIUSEPPINA
CAPOBIANCO MICHELE
CAPONE EUGENIO
CAPPELLINI ALESSANDRO
CAPPELLINI ANTONELLA
CAPPELLINI CLAUDIO
CAPPELLINI COSTANTINO
CAPPELLINI EGIDIO
CAPPELLINI ELENA
CAPPELLINI FABIO
CAPPELLINI FRANCESCO
CAPPELLINI GIANLUCA
CAPPELLINI GIOVANNI
CAPPELLINI GRAZIANO
CAPPELLINI IVO
CAPPELLINI LANDO
CAPPELLINI LORIS
CAPPELLINI LUCA
CAPPELLINI LUIGI
CAPPELLINI MARCELLO
CAPPELLINI MARCO
CAPPELLINI MARIO
CAPPELLINI MICHELE ALBERTO
CAPPELLINI NICLA
CAPPELLINI NICOLA
CAPPELLINI PIERO ANTONIO
CAPPELLINI ROBERTO
CAPPELLINI ROBERTO
CAPPELLINI ROMANO
CAPPELLINI STEFANO
CAPPELLINI STEFANO
CAPPELLINI VITTORIO
CAPPELLINI COSTRUZIONI S.R.L.
CAPPELLINI S.R.L.
CAR SHOP LE OCCASIONI
CARAMELLI ANGIOLO
CARAMELLI FABIO
CARAMELLI LEONARDO
CARAMELLI MARCELLA
CARAMELLI PAOLO
CARAVANS MARKET DI CAPPELLINI
LUIGI DOUGLAS E C.
CARBONE ERRIGO
CARELLA BRUNO
CARLESI MARCO
CARLESI MARIO
CARLESI MARIO
CARLESI VANNA
CARMIGNANI ROMOLO
CAROBBI GIORGIO
CECCHI MASSIMO
CECCHI OTTAVIO
CECCHI SABRINA
CECCHINI EDO
CELSO CARMELO
CELSO SILVESTRO
CENTAINE GIOIELLI S.R.L.
CENTELLI ADUA
CENTRO MAGLIERIE S.R.L.
CENTURY TEX S.R.L.
CHIARELLO LUCA
CHIARETTI ALBERTO
CHIAVACCI ROBERTO
CHIERRONI ANNA MARIA
CHIOSTRI ANNALISA
CHIOVOLONI GIUSEPPA
CHIOVOLONI LIVIA
CHITI ALESSANDRO
CHITI DELIO
CHITI FAUSTO VITTORIO
CHITI GAETANO
CHITI GIAMPIERO
CHITI GIAN CLAUDIO
CHITI GIAN PIERO
CHITI GIOVANNI
CHITI GIULIO ELIA
CHITI ILVANO
CHITI LUCIANO
CHITI MASSIMO
CHITI PAOLA
CHITI PAOLO
CHITI PATRIZIO
CHITI VITTORIO
CHITI DINO E PIERO DI
CHITI ROBERTO & C. SNC
CHITI RICAMI DI CHITI PAOLA E C.
CIALDI GABRIELLA
CIAMBRIELLO VINCENZO
CIAMPI STEFANO
CIANCHI ANTONIO
CIANCHI PIER GIOVANNI
CIARDI LEDO
CIERVO LUCIA
CIONI GRAZIANO
CIONI MARINO
CIONI RENATO
CIONI SANDRO
CIONI SILVANO
CIOTTOLI LORENZO
CIPOLLONI ANDREA
COMPIANI ALVAR
CONFEZIONI MIR
MATTEINI MA
CONTI PAOLO
COOPERATIVA “E
COPPI ELBA MAR
COPPOLA ANGE
COPPOLELLA UR
CORATTI NATALI
CORDA PAOLO
CORSINI PIERO
CORSINI ROMAN
CORSINI TOSCA
CORTI MARTA
COS.MO.S. TRAN
SYSTEM
COTTON DOUGL
PIERUCCI LU
CRISONÀ MASSI
CRISPOLTI FRAN
CUGLIARI DANIEL
CUGLIARI FABRIZ
CUPARDO CARM
CURCETTI FELIC
DAGHINI MARIO
DAGHINI MAURIZI
DAGHINI PAOLO
DAL CIN ITALO
DAMI ANTONIO
DAMI DORA ANN
DAMI LUCA
DAMI MARIA GRA
DANI ALESSIO
DANI ANDREA
DANI FRANCESC
DATA ACCESS C
DATA LEASING S
DATOLA ANGELO
DE GRUTTOLA A
DE MICHELE CIR
DE SIMONE ANG
DE SIMONE MICH
DECRESCENTI GI
DEL MAESTRO GI
DEL MORO SUSA
DEL PERO ROSA
DEL PERO CHITI
DELBI-FIBRE SRL
DELFINO ROCCO
DELLA CORTE O
SE
AMPAGGIO
ICHE SNC
O
I L.
. PRIMIERI
DI GIOVANNI
.R.L.
I LOMI
UARANTA
.
GOSTINI E C.
HI LIDO & C.
.L.
A VINCENZO,
UZIONI S.R.L.
I
EPPE & C.
ERTOCCI
ESSANDRO &C.
DO
ORTI
.C.
FARMACIA PICCONI DEI DOTT.
MAURIZIO E FILIPPO PICCONI
FATTORI ANDREA
FATTORI MARCO
FATTORI MAURIZIO
FATTORI ROBERTO
FEDI ADELMO
FEDI ALDO
FEDI ANNA MARIA
FEDI ENNIO
FEDI FRANCO
FEDI GIUSEPPE
FEDI LICIA
FEDI LUCA
FEDI MARCO
FEDI MARIO
FEDI MASSIMO
FEDI RODOLFO
FEDI VALFIERO
FELCI ANNIBALE
FELCI FRANCESCO
FELCI PATRIZIO
FERIALDI BETTINA
FERRI CLAUDIA
FERRI ENRICA
FERRI MASSIMO
FERRINI PIERA
FERRONI EGIDIO
FERRONI GIOVANNI
FERRONI SIMONE
FIERO GIUSEPPE
FIERO LUCA
FIERO MICHELANGELO
FIL GREEN S.R.L.
FILATURA C4 SRL
FILATURA DI CANTAGALLO SRL
FILIPPI ALESSIO
FILPIÙ SRL
FINESCHI BERNARDO
FINESCHI GIACOMO
FINOCCHI MARIA
FINOCCHI ROBERTO
FLASA S.R.L.
FLORENCE COLLECTIONS S.R.L.
FLORENS S.R.L.
FLORENZI LUCA
FLORENZI LUIGI
FLORENZI SIMONE
FLORENZI SRL
FMB IMMOBILIARE S R L
FRANCIONI GIANNI
FRANCO MARIO
FRATELLI CAMPANELLA DI
CAMPANELLA M. & C. SNC
FRATI PIERGIORGIO
FRATONI ROBERTO
FROSINI ADIMARO
FROSINI ALBERTO
FROSINI ALBERTO
FROSINI ALESSANDRO
FROSINI CESARE
FROSINI FABIO
FROSINI FRANCA
FROSINI FRANCESCO
FROSINI FRANCO
FROSINI FRANCO
FROSINI GIACOMO
FROSINI GIANCARLO
FROSINI GINO
FROSINI GIORGIO
FROSINI GIOVANNI
FROSINI GRAZIANO
FROSINI LORENZO
FROSINI LUCA
FROSINI MARCELLO
FROSINI MARCELLO
FROSINI MARCELLO
FROSINI MARIA GRAZIELLA
FROSINI MARIO
FROSINI MICHELANGIOLO
FROSINI PAOLA
FROSINI PAOLO
FROSINI PAOLO
FROSINI PIETRO
FROSINI RAFFAELLO
FROSINI RENZO
FROSINI ROMANO
FROSINI VINICIO
FROSINI VITTORIO
FUMAGALLI ROBERTO
FUOCHI LUIGI
FUSCO CARMINE
FUTURA PROGETTI S.P.A.
G. E G. SAS DI GATTI GIOVANNI
G.F. CARNI E SALUMI S.R.L.
GABBANINI FRANCESCO
GABRIELLA RICAMI DI TEMPESTI
G. E RISTUCCIA A.
GACCI GIUNIO VALERIO
GACCI MERI
GALARDINI ILIANO
GALARDINI LEARCO
GALARDINI MICHELA
GALARDINI RAFFAELLO
GALARDINI ROMANO
GALARDINI STEFANO
GALATI ANTONIO
GALATRO MASSIMO
GALEOTTI GIOVANNI MARCO
GALEOTTI NEDO
GALIANO VINCENZO
GALIGANI EMANUELA
GAMBERONI SANDRO
GANGI ANGELINA
GARGINI ENRICO MAURIZIO
GARGINI LORENZO
GARGINI LUIGI
GARNETTATURA FUTURA S.N.C.
DI COVERI LORENZO & C.
GASPARRI GIOVANNA
GASPARRI MASSIMO
GATTI LUCA
GATTI LUCA
GATTI MAURIZIO
GELLI ISIDORO
GELLI LUCA
GELLI PAOLO
GELLI PATRIZIO ANTONIO
GELLI RICCARDO
GEMIGNANI GIORGIO LUIGI
GENDUSO MAURIZIO
GENERALI ARREDAMENTI SRL
GENOVESI GIOVANNI
GENOVESI GIULIA
GEPPONI MARIO
GHELARDINI ANGELA
GHERARDESCHI LIDO
GHERARDESCHI PIETRO
GHERARDESCHI ROBERTO
GHERARDI GILBERTO
GIACOMELLI EMANUELE
GIACOMELLI IVANO
GIACOMELLI LILIA
GIACOMELLI SILVANO
GIACOMELLI STEFANIA
GIACONI PATRIZIO
GIACONI PIER LUIGI
GIAGNONI SERGIO
GIAMBENE MARZIA
GIAMMICHELE MARIA TERESA
GIOVANNELLI ANNA
GIOVANNELLI CRISTIANO
GIOVANNELLI FRANCESCA
GIOVANNELLI PERGENTINO
GIOVANNETTI ALFREDO
GIOVANNETTI CHIARA
GIOVANNETTI DANILO
GIOVANNETTI DONELLO
GIOVANNETTI EDOARDO SAVINO
GIOVANNETTI FEDERICO
GIOVANNETTI FRANCO GIOVANNI
GIOVANNETTI GRAZIANO
GIOVANNETTI LEONARDO
GIOVANNETTI MAURIZIO
GIOVANNETTI PAOLO
GIOVANNETTI PAOLO
GIOVANNETTI SERAFINO
GIOVANNINI ALFIO
GIOVANNINI VALENTINA
GIPI DISTRIBUZIONI S.A.S.
GIUGNI COSTRUZIONI S.R.L.
GIUNTINI NICOLA ANTONIO
GIUNTINI STEFANO
GIUSTI GIANCARLO
GIUSTI GIOVANNI
GIUSTI GIOVANNI
GIUSTI RENZO
GIUSTI UGO
GIUSTI PER L’EDILIZIA S.P.A.
GIUSTIMARCELLO S.R.L.
GJOKAJ PREKE
GJONDREKAJ DEDE
GLIONNA JACOPO
GONFIANTINI ALESSANDRO
GONFIANTINI GIANFRANCO
GONFIANTINI GIUSEPPE
GONFIANTINI SABRINA
GONZI MARIO
GORBI FEDERICO
GORGERI FABIO ANDREA
GORGERI PATRIZIA
GORI ANGELA
GORI BENEDETTA
GORI CLAUDIA
GORI CRISTINA
GORI CRISTINA
GORI DANIELE
GORI ENRICO
GORI ENZO
GORI FEDERICO
GORI MARIA TER
GORI MAURIZIO
GORI MAURIZIO
GORI ONEDO
GORI PAOLO
GORI RAFFAELLO
GORI RENZO
GORI RICCARDO
GORI ROMEO
GORI SAURO
GORI STEFANO
GORI UBALDO
GORI VASCO
GORI VASCO
GORI & MEONI S.
GORI E MEONI DI
ROBERTO &
GORI GIUSEPPE
GOTI ANDREA
GOTI ORLANDO
GOVERNALI LEO
GOVERNALI MIC
GRADI INFISSI S
GRANI CLARA
GRANI STEFANO
GRASSI MERY
GRASSINI GIANC
GRASSINI MARIA
GRATTONI DEBO
GRAZZINI GIUSE
GRECÒ PIANCAS
GUALTIERI NICOL
GUANÀ VITO
GUASTINI ALESSI
GUASTINI CARLO
GUASTINI LARA
GUAZZINI PATRIZI
GUIDI MASSIMO
GUIDI SIMONE
GUIDI & BERTINI
DI M. GUIDI E
GUIZZOTTI GIOR
GUIZZOTTI MARC
HABITARE ART D
HERMAFUR IMM
DI BALDI ALE
HERMES SNC
DI CAPPELLIN
I.F.E. SRL
IANNOTTA GIUSE
& C. SAS
DI PERRA A. E
CINZIA & C.
BARDI
ALLI LIDIA & C.
C DI
VANNI & C.
O
O
MENTI DI
IS GIANCARLO
SRL
OCIALE
NDRO
O
LLA
SCO
O
O
RLO
NI
LLO
NC
TO & C.
CCHI
A.S.
MBO SRL
SRL
. S.R.L.
DILZETA SRL
DI GESTRI
SAS
ANA S.R.L.
CI SNC
RENA QUERCI
VANNI SRL
LAPINI FRANCESCO
LAVURI LUIGI
LAVURI STEFANIA
LAZZARINI ITALO
LC SRL
LE.MA. SNC DI LENZI & C.
LENTINI MIRKO
LENTINI ROBERTO
LENZI LUCIANO
LEONARDO SAS
DI LEONARDO TASSELLI E C.
LEONETTI DOMENICO
LEONETTI SIMONA
LEPORATTI ALESSANDRO
LEPORATTI FRANCESCO
LEPORATTI GINO
LEPORATTI MARIA
LEPORATTI PIERLUIGI
LERRO VITTORIO
LINEA ROLL S.R.L.
LISE IMMOBILIARE SRL
LIVI TATIANA
LOMBARDI LUIGI
LOMI ANDREA
LOMI LEONARDO
LOMI MARIA GABRIELLA
LOMI RICCARDO
LORENZI PIETRO ANGELO
LUCARELLI ADON
LUCARELLI SILVANO
LUCARELLI VALERIO
LUCHETTI DAVID
LUCHETTI MERI
LUCHI GIOVANNI
M.D.L. DI SERGIO BINI & C. S.N.C.
M.N. COSTRUZIONI SRL
M.T. LUNIA MAGLIERIE TOSCANE
MACCANTI ELIO
MACCIONI LUCIANO
MAGAZZINI GIACOMO
MAGAZZINI MAURIZIO
MAGAZZINI PATRIZIA
MAGLIFICIO LUCIANA DI NICCOLI
LUCIANA & C. S.N.C.
MAGLIFICIO TUCI LIDO E C. SNC
MAGNANENSI PAOLO
MAGNI DIANNA
MAGNI PIERO
MAGNINI ALESSANDRO
MAGNINI VALERIO
MANGONI MARINO
MANGONI PIER GINO
MANIFATTURA TESSILE SEVENTEX
MANIFATTURA TOSETTI S.A.S.
DI TOSETTI LORENZO & C.
MANNORI STEFANO
MANTELLASSI GIACOMO
MARAGHELLI MASSIMILIANO
MARAVIGLIA VIVIANO
MARCANTI MAURO
MARCANTI MONICA
MARCANTI NEDIO
MARCANTI SARA
MARCHETTI DANIELE
MARCONTINI GIANFRANCO
MARCOU GIACOMINO
MARI MONIA
MARIANI LORENZO
MARIANI MARIA PAOLA
MARINELLI SESTINA
MARINI GIANCARLO
MARINI MARCO
MARINI ROSANNA
MARINI VALERIO
MARIOTTI ANNAMARIA
MARMI PIER GIOVANNI
MARMI RODOLFO
MARTELLI SILVANA
MARTINELLI MARCO
MARTINO FRANCO
MASETTI ANGELA
MASETTI GIANCARLO
MASI GABRIELE
MASI LAURA
MASOTTI FRANCO
MASSARO ANTONIO
MATI MARIA LUIGIA
MATI MAURO
MATTEINI MIRIA
MATTEUCCI LUCIANO
MATTIUZZO ANNALISA
MAZZARA BOLOGNA FILIPPA
MAZZEI NEVIO
MAZZEI RICCARDO
MEINI GIORGIO
MELANI ANTONIO
MELANI ELISABETTA
MELANI GIULIANO
MELANI GIULIANO
MELANI LEONARDO
MEONI MAURIZIO
MEONI PAOLO
MEONI PAOLO
MEONI QUINTO
MEONI RODOLFO
MERCATONE FLORENZI S.P.A.
MERCHIORI MARA
MICHELACCI ADRIANA
MICHELACCI LUCIANO
MIGLIORATI PAOLO
MIGLIORINI ALESSANDRO
MIKI DIFFUSIONE SRL
MIKI SRL
MINUTI ANGELO
MINUTI PIERO
MIRELLA MATTEINI S.R.L.
MIRTO FRANCESCO
MISERICORDIA BOTTEGONE
SEZ. PISTOIA
MOIRAGHI RINA
MONNINI MASSIMO
MONSIGNORI MARTA
MONTAGNI MAURO
MONTESANO NICOLA
MONTI LEONARDO
MORELLI MARCO
MORELLI S.R.L. - IN LIQUIDAZIONE
MORETTI EGISTO
MORI FRANCO
MORI GIULIANO
MOROSI GIAMPIERO
MOROSI ILARIA
MORREALE GIUSEPPE
MOSTARDINI CARLO ALBERTO
MUNGAI GINETTO
MUNGAI STEFANO
MUNGAIFLOR SRL
MURATORE LUIGI
MURGIA MASSIMO
MUSSATO STEFANO
MUSTACCHIO DOMENICO
MUSTACCHIO LUIGI
MUSTACCHIO GIOACCHINO
COSTRUZIONI S.R.L.
NANNI CINZIA
NANNI REMO
NANNI ROBERTO
NANNI ROSALBA
NANNI SIMONA
NANNINI CLAUDIO
NERI MASSIMO
NERI RENATO
NERI ROBERTO
NEROZZI CRISTIANO
NEROZZI FRANCA
NESTI ANGELO
NESTI FILIPPO
NICAS SALOTTI SNC DI NIERI
FAUSTO E CASELLI ANDREA
NICCOLAI ALFIO
NICCOLAI ANNA MARIA
NICCOLAI ARMANDO
NICCOLAI DANIELE
NICCOLAI DINO
NICCOLAI ENRICA
NICCOLAI FABIANA
NICCOLAI FABIO
NICCOLAI FILIPPO
NICCOLAI FRANCESCO
NICCOLAI GIAN PIERO
NICCOLAI GRAZIANO
NICCOLAI LORIANO
NICCOLAI LORIS
NICCOLAI MARIO
NICCOLAI PAOLO
NICCOLAI PAOLO
NICCOLAI RAFFAELLO
NICCOLAI ROLANDO
NICCOLI DANIELA
NICCOLI FABIO
NICCOLI REMO
NICCOLINI RODIANO
NICOLACI ANGELO
NOBILE ALESSIA
NOBILE PATRIZIO UMBERTO
NOCERA VINCENZO
NOTARI FRANCESCO
NUOVA COMAUTO S.P.A.
NUOVA FUSTEX SRL
NUOVA IT SRL.
NUOVA ST.A.MET S.R.L.
NUTARELLI ALDERINO
NUTI PIER LUIGI
O.T.C. DI TURI LORENA LUCIANA
OCCUPATI GIOVANNI
OCCUPATI LIANA
OIKES S.R.L.
OLMI GIANLUCA
OMICRON S.R.L.
OREFICE PAOLO
PACINI CLAUDIO
PACINI DAVIDE
PACINI FRANCO
PACINI MARCO
PACINI MARIA SIL
PACINI MATTEO
PACINI PACINO
PACINI PIERGIOR
PACINI STEFANO
PACINI STEFANO
PACINI TERESA L
PACINI TOMMAS
PAGLIAI DORIAN
PAGLIAI ROBERT
PAGLIUCA GENN
PAGNINI ANDREA
PAGNINI CLAUDI
PAGNINI GIAMPA
PAGNINI GIANNA
PAGNINI MAURIZI
PAGNINI MICHEL
PAGNINI PIERO
PALANDRI ANTO
PALANDRI EZIO
PALAZZINI MARIO
PALAZZOTTO SA
PALETTA FELICE
PALMA GIUSEPP
PALMA TIZIANA
PALMIERI BARBA
PANCONI ANDRE
PANCONI OSVAL
PANTANO GIANL
PAOLI SANDRA
PAOLIERI ANTONI
PAOLINI ANNA M
PAOLINI MARIA E
PARADISO ANNA
PARADISO LUCA
PARADISO MICH
PARLASCINO GIU
PARLASCINO LU
PARLASCINO RO
PARLASCINO ST
PARRINI ROBERT
PASCALI CATERI
PASCALI ROBER
PASQUALI ANDR
PASTACALDI REN
PASTORINI IOLE
SERVIZI SRL
LOR DI
RIA E C. SNC
ANCA
TOIESE SRL
O
AURIZIO
DO
O
IO
C
O & C.
IRO
MARIA
I MOTRONI
.N.C.
NDRO
ARIA
TRO
ITA
E
O
NTANZE DI
ELE & C. SAS
QUERCI ENZO
QUERCI FABIO
QUERCI RINO
QUERCI ROMANO VITTORIO
QUERCI SERGIO
RAFANELLI CATERINA
RAFANELLI MARCO
RAFANELLI MARIA FRANCA
RAFANELLI ROMANO
RAFANELLI E MUCCI S.S.
RASPA ALBERTO
RASPA MARCO
RAZZOLI FABRIZIO
RAZZOLI LUCIANO
REALFIN GROUP S.P.A.
REALI CLAUDIA STEFANIA
REALI MARCO
REALI UMBERTO
RECATI STEFANO
RECO SAS DI A. DE RENSIS & C.
REFI ELISABETTA
RESLA S.R.L.
RETTIFICHE PISTOIESI S.R.L.
RICASOLI LUIGI
RIGHETTI ROMANO PIANTE & C.
RIGHI DANIELE
RINGRESSI ROBERTO
RISALITI GIANNA
RISTUCCIA ANDREA
RIZZO GIUSEPPE
ROCCO MARIA
ROGAI CECILIA
ROMANI FEDERICO
ROMITI ROBERTO
ROMOLI ROSANNA
ROSATI LORIANA
ROSSA LUISA PAOLA
ROSSETTO VANNUCCI
FRANCESCO
ROSSI CINZIA
ROTOLONI GIOVANNI
ROVAI ALCEO
RUDYPELL SRL
RUSTICI S.R.L.
RUTIGLIANO FABIO
S.I.E. S.R.L.
S.P.G. TRASPORTI S.R.L.
SALVADEO CLAUDIO
SALVERTI GIORGIO
SAN GIORGIO LEGATORIA SRL
SAVELLA ADELE
SCANNERINI CESARE
SCANNERINI PAOLO
SCARCELLA PIETRO
SCATIZZI MARIA GRAZIA
SCORPIONI STEFANO
SEGHI MARCO
SELEMA SRL
SEMINARA SALVATORE
SEVERI GIUSEPPE
SEVERI MAURO
SFORZI GERMANO
SFORZI STEFANO
SIGMA COSTRUZIONI S.R.L.
SIGNORE GIANFRANCO
SIME LIGHTING SNC
SOCIETÀ AGRICOLA MANGONI
ANGELO E ALBERTO S.S.
SOCIETÀ COOPERATIVA
EDILIZIA MASIANO
SOFITALIA - IN BREVE SOFIT
SOZZI FABIO
SPADI DOMIZIO
SPADI FRANCO
SPAGNESI CRISTIANO
SPAGNESI ELENA
SPAGNESI GINO
SPAGNESI LEARCO
SPAGNESI LORETTA
SPAGNESI PAOLO
SPINETTI RUDY
SPINETTI TIZIANO
STADERINI PIERLUIGI
STALK SRL
STEFANACCI GABRIELE
STELLA IMMOBILIARE SRL
STILFUSTI DI FINOCCHI LUCA
STOSIC MIRKO
STRENTA MARIA GRAZIA
SUCI TIZIANO
SUSINI TIZIANO
SUZZI GIUSEPPE PAOLO
T.E.K. SRL
T.R.E.C. S.R.L.
TABANI ANNA
TABANI PAOLO
TADDEI ROBERTO
TASCHINI FABIO
TASCHINI LORENZO
TASSELLI MARIO
TEGEX S.R.L.
TEMPESTI BRUNELLO
TEMPESTI FERNANDO
TEMPESTI GABRIELLA
TEMPESTI ROBERTO
TEMPESTI VALENTINO
TERMOGRAM SNC
DEI F.LLI ANDREOTTI
TESI ANDREA
TESI ANDREA
TESI ANGIOLO GIOVANNI
TESI CHIARA
TESI CLAUDIA
TESI DANIELE
TESI ELIO
TESI GABRIELLA
TESI GAUDIO
TESI GIAMPAOLO
TESI GIOVANNI
TESI GRAZIANO
TESI LORENZO
TESI LUIGI
TESI MARCELLA
TESI MARCO PIETRO
TESI MARIO
TESI MICHELA
TESI PAOLO
TESI PATRIZIA LISA
TESI PIETRO
TESI PIO
TESI PRIMO
TESI RENZO
TESI SERGIO
TESI SERGIO
TESSITURA LUFIL S.R.L.
TESSITURA V.R. DI VANNACCI
ROBERTO & C. S.N.C.
TISSI PATRIZIO
TOGNACCI ALESSIO
TOGNACCI SERGIO
TOGNARINI CLAUDIO
TOMASI GIUSEPPE
TONANNI MARCELLA
TONANNI STEFANO
TONI GUALTIERO
TORPEI ALESSANDRO
TORSELLI GIOVANNI
TOSCANA RE S.P.A.
TOSETTI LORENZO
TOSI GAETANO
TREDICI STEFANO
TREDICI VANESSA
TRINCI ANDREA
TRITTO CATERINA
TRONCI MARCELLO
TUCCI FEDERICO
TUCCI ILVA
TUCI ATTILIO
TUCI LEONETTA
TUONI MARIELLA
TURCHI ADELAIDE
TURCHI SIRIO
TURI LORENA LUCIANA
UPLOAD DI RICCI LUCA E
PROCELLI PAOLO S.N.C.
VA.MA. S.R.L.
VAIANI MARCO
VAIANO MARIA LUISA
VAIANO ROSA
VANI ALESSANDRO
VANNACCI DAVID
VANNACCI DINO CLAUDIO
VANNACCI FABRIZIO
VANNACCI FEDERICO
VANNACCI GUALTIERO
VANNACCI LINO
VANNACCI LORIS
VANNACCI MICHELA
VANNACCI RICCARDO
VANNACCI SERGIO
VANNELLI GIAMPIETRO
VANNELLI ILENIA
VANNUCCHI MARIA GRAZIA
VANNUCCHI MARTA
VANNUCCI ALESSANDRO
VANNUCCI GINA
VAS ALESSIO
VAS ANTONIO
VAS CLAUDIO
VAS GIACOMO
VAS MARCELLO
VAS QUINTILIO
VAS STEFANO
VAS VASCO
VEGNI CARLA
VENEZUELA WORLD TRADE
UNLIMITED C.A.
VENTAVOLI ELENA
VENTAVOLI FAUSTO
VENTURI ALESSANDRO
VETTORI ALFRED
VETTORI ANNA M
VETTORI ANTIMO
VETTORI CRISTIA
VETTORI ENRICO
VETTORI FEDERI
VETTORI FRANC
VETTORI FURIO
VETTORI GIUSEP
VETTORI LANFRA
VETTORI LEONA
VETTORI LUCA
VETTORI MARCO
VETTORI MASSIM
VETTORI NARA
VETTORI RENZO
VETTORI SARA
VETTORI SIMONE
VETTORI TRISTA
VEZZOSI GIULIAN
VEZZOSI LUCIAN
VEZZOSI RINA
VI.RO.PA. DIVISIO
VICHI CARLO
VICHI DONATO
VICHI MAURIZIO
VIENNI LUCA
VIGNOLI FAUSTO
VIGNOLI STEFAN
VITA ROBERTO
VITELLI STEFANO
VIVAI PIANTE L’E
DI TURCHI E.
VIVOLI ALBERTO
VOLENDO SRL
VULLO ANTONIO
ZENONI CLAUDIO
ZERBINO ANGEL
ZERBINO MARIO
ZEROVENTI S.A.S
DI SANDRO B
ZINI PAOLA
ZINI LIVIANA & C.
ZODI FABIO
ZODI LEONE
ZODI MARCELLO
ZOLLO ROBERTO
ZOPPI STEFANO
Consiglio di Ammin
Collegio Sindac
Presidenza
Carica
Presidente CdA
Vice Presidente
Consigliere designato
Consigliere
Consigliere
Consigliere
Consigliere
Consigliere
Consigliere
Provenienza
Bottegone
Masiano
Masiano
Quarrata
Bottegone
Casalguidi
Pistoia
Quarrata
Masiano
Pensionato
11,11%
Imprenditore
agricolo
44,45%
Imprenditore
11,11%
Professionista
33,33%
Composizione del Consiglio per professione al 31.12.2009
one per professione è indicata nella tabella seguente:
maschile
100%
Composizione del Consiglio per sesso al 31.12.2009
one del Consiglio è per il 100% maschile.
nativo
aria Baldi
iagini
Vienni
rdo Andreini
i Boccardi
Frosini
io Felci
ranco Galardini
Galardini
Andrea Bonechi
Presidente
Sindaco effettivo
Sindaco effettivo
Gino Spagnesi
Andrea Bonechi
Gino Spagnesi
Stefano Fabbri
Il Collegio Sindacale è composto da n. 3 membri effettivi, nominati dall’Assem
maggio 2008:
IL COLLEGIO SINDACALE
Il Consiglio di Amministrazione: (in piedi, da sinistra a destra): Riccardo Andreini, Gianfranco Galardini,
Biagini, Patrizio Felci, Luca Vienni; (seduti, da sinistra a destra): Paolo Frosini, Pier Maria Baldi, Iliano
ALDI
LUCA GORI
DIRETTORE GENERALE
LA DIREZIONE
nella formazione
60 collaboratori al 31.12
euro 49.000 e
ssimo Torracchi
Pianificazione,
pi
Luca Gori
Direttore Generale
Cristiano Verniani
Organizzazione
e Risorse Umane
iacomo Giacomelli
Marketing
Andrea Colomeiciuc
e Andrea Nerozzi
Controllo Andamentale,
Valerio Lucarelli
Ispettorato
Alessandro Vann
Servizio Finanza
ara Bartolini e Gabriele Arcangeli
Servizio Crediti
Daniele Galardini
e Daniele Totti
Responsabile e Vice
Luigi Pepe e Federic
Resp
sio Cortonicchi
Simona Bellini
Responsabile e Vice
Lorenzo Poggiali
e Luca Gaggioli
Responsabile e Vice
adella e Valentina Gualtieri
e Vice
Elena Priami e
Valentino Tesi
Responsabile e Vice
31-35
26%
46-50
11%
21-30
17%
Oltre 50
10%
tenzione pone la Banca al tema delle pari opportunità.
maggioranza, i collaboratori della Banca sono espressione del territorio di
ltanto il 2% risiede al di fuori di esso.
ri la Banca ha destinato nel 2009 3,6 milioni di euro, tra salari e stipendi, oneri
tamento di quiescenza e simili, altri oneri, accantonamento al Fondo Pensione
edito Cooperativo e per la Cassa mutua.
i beneficiano inoltre dei ticket pasto, di tassi agevolati, di mutui agevolati, della
36-40
26%
41-45
10%
Composizione del personale per età
la composizione del personale, emerge che l’età media è molto bassa ed è pari
nno precedente l’occupazione è cresciuta del 6% circa. I neo-assunti sono stati
revalente presso la rete commerciale, con l’obiettivo di accrescere il servizio alla
2009 la Banca aveva n. 60 collaboratori, il 65% uomini e il 35% donne.
I NOSTRI COLLABORATORI
i in particolare costituiscono l’anima operativa dell’azienda e in qualche misura ne
volto.
e valorizzazione delle competenze, alla promozione della partecipazione e del
delle risorse umane, al rafforzamento dello spirito di squadra e di uno stile di
o alla logica del servizio la Banca ha dedicato da sempre specifica attenzione.
salvaguardia della specificità delle BCC è anche il contratto collettivo nazionale
unica realtà in ambito bancario, mantiene distinto da quello ABI.
La Banca in Prima Persona
eghi.
cipale e primaria risorsa sono le energie umane: non a caso, BCC MASIANO è:
0
2007
1737
2008
1263
2009
2616
Particolare attenzione la Banca ha dedicato alla diffusione delle informazioni e all
come strumento essenziale per creare coinvolgimento. Se la formazione offr
l’azione, la comunicazione offre motivi per l’azione.
La Banca utilizza al riguardo diversi strumenti, tra i quali il canale Intranet
mezzo prezioso e veloce di diffusione delle informazioni.
La comunicazione interna
Le modalità formative tradizionali sono state affiancate anche da altre forme,
• l’autoformazione
• la formazione interna
• la formazione a distanza
• l’apprendimento on the job, ovvero attraverso l’esperienza
• l’affiancamento
• l’apprendimento dagli errori
• l’apprendimento dai competitori (dal benchmarking, dal confronto competi
(esemplificare in concreto)
500
1000
1500
2000
2500
3000
3500
4000
L’investimento nella formazione (in ore)
50.000 euro nel corso del 2009, per un totale di 2.616 ore di formazione (di cui 1.
centrali e 1.330 ore per corsi interni).
La formazione è strumento importante per veicolare all’interno dell’azienda i pri
della nostra Banca, nonché per coinvolgere i collaboratori nelle strategie tracciat
Un momento dei corsi effettuati dai
collaboratori
ra è stata posta per garantire anche i collaboratori, come i clienti, da possibili atti
e sono stati adeguati impianti e strutture con i più moderni strumenti antieffrazione
lla previsioni del Decreto Legislativo 626/94, la nostra Banca ha investito nel
elle condizioni di sicurezza del lavoro. In particolare sono stati organizzati corsi di
utti i collaboratori e sono stati individuati, per la sede e per ognuna delle filiali, i
ati di far parte delle squadre di prevenzione e lotta agli incendi, nonché di pronto
DEL LAVORO
oratori in quanto determinanti per il risultato d’impresa.
a nostra azienda è lo sviluppo delle competenze, della capacità di operare in team,
commerciale, della flessibilità, dell’orientamento al cliente, della responsabilità,
lità.
parametri che in linea generale vengono presi in considerazione per l’attribuzione
ti di carriera e delle incentivazioni.
Infine, ci preme evidenziare quanto sia importante per l’Azienda avere c
riescano a creare momenti di svago, utilizzando il proprio tempo libero per soci
ottenendo così un miglioramento delle relazioni e delle conoscenze interpers
un potenziamento della capacità di fare “team”, nonché un miglioramento
professionale in azienda.
A questo proposito, ricordiamo che la squadra di calcetto della Bcc Masian
nel 2009 al Torneo Regionale del Toscral (Associazione ricreativa dei dipend
Cooperativo).
MOMENTI DI SOCIALIZZAZIONE DEI COLLABORAT
Un momento dei corsi effettuati dai
collaboratori
all’economia (cart
debito, prodotti as
28.000 prodo
finanziamenti all’econo
11.025 Clienti
290 mln di euro per
evolezza che ogni cliente rappresenta un unicum, abbiamo inoltre cercato di
uno una relazione personalizzata e “su misura” rispetto alle specifiche esigenze.
iamo “la Banca in Prima Persona”…
ivo è quello di garantire loro un servizio efficiente e di qualità, proponendo uno
basato sulla trasparenza, sulla fiducia, sulla disponibilità, sull’ascolto attivo.
iò cercato, coerentemente, di muoverci in due direzioni:
rmazione del nostro personale, perché assicuri professionalità e insieme cortesia,
za e attenzione;
le modalità di contatto con la clientela, utilizzando i canali tradizionali e quelli più
MASIANO
La zona di
caratterizzata dall
di un elevato
attività nel settore
alcune attività art
una popolazione
stabile.
La
pro
di edilizia abit
terreno adiacent
sicuramente p
nel prossimo fut
slancio,
riqu
e visibilità al t
Masiano.
dell’Agenzia di Pistoia, hanno ampliato il bacino di riferimento originario e perme
acquisire nuove quote di mercato.
BOTTEGONE
La Chiesa di Bottegone
tegone presenta una elevata densità
ività prevalentemente commerciali, ma
aziende vivaistiche. Notevole è il trafin quanto l’abitato sorge lungo la via
ga Pistoia a Quarrata.
La Chiesa di Casalguidi
produttivi, sia per quanto concerne
la propensione all’utilizzo di strumenti e prodotti finanziari da parte
della clientela.
ANA
Uno scorcio della campagna
di Agliana
per il tessuto economico
(settore manifatturiero, tessile ed abbigliamento in primis), ma anche per l’elevata
densità degli sportelli bancari rispetto alla popolazione
residente.
L’Agenzia offre al pubblico locali di oltre 250 mq. ed
è dotata di ampio e comodo
parcheggio.
attività commerciali. Dal punto di
vista demografico si tratta del 2°
comune per numero di abitanti della Provincia di Pistoia, con
quasi 25.000 residenti.
L’apertura dell’Agenzia di
Quarrata ha influito notevolmente sull’area di operatività e attività
della Banca,
ed in prospettiva potrà
accrescere la
quota di mercato di clienti
appartenenti alla fascia
artigiana
e
delle PMI (sia
produttive sia
commerciali).
Villa L
OIA
Il territorio di Pistoia ha influito positivamente
sull’area di operatività della Banca.
La zona è caratterizzata dalla presenza di
numerose famiglie.
Bancomat di Casalguidi
Bancomat di Masiano
11.423
16.637
25.020
Serravalle Pistoiese
Agliana
Quarrata
9
7
3
23
Banche
concorrenti (n°)
n°
Bcc
Ba
L’ampliamento della nostra rete di vendita ha seguito la logica di assicurare
del servizio ai nostri soci, ai nostri clienti e all’intera comunità locale, talvolta po
bancario laddove altre banche non avrebbero convenienza ad operare.
La Banca è presente nelle zone di operatività con n°9 sportelli ATM e al 3
essere n° 268 POS in altrettanti esercizi commerciali.
Allo scopo di facilitare e qualificare la relazione con la clientela, la Banca si
altri canali distributivi, anche di tipo telematico. Offre alla clientela la possibilità di
Home banking ed Internet banking: al 31.12.2009 gli utilizzatori del prodotto Rela
ben 2.204 tra privati e imprese.
Specifica attenzione ha posto l’azienda alla tematica della sicurezza (sia la
89.982
Abitanti (n°)
Pistoia
Comune
La Banca opera oggi con n. 6 sportelli, nelle seguenti piazze:
Bancomat di Ramini
Bancomat di Olmi
sempre più oggetto di azioni di sviluppo da parte della concorrenza.
IAMO
NE DI
Tutti i cittadini dell’Aquila riavranno la propria Casa
Comunale. Con il progetto Credito Cooperativo per l’Abruzzo
abbiamo raccolto 5 milioni di euro e ricevuto la fiducia
di migliaia di italiani per ristrutturare la sede del Comune,
del sito della BCC Masiano
Mario Cappellini: la tradizione
del mestiere di fabbro
In questo numero:
Casse Rurali:
Cooperativo e le
,
Banche di Credito
del loro territorio
gono le oltre 400
futuro e quello
banca.
Ecco a chi apparten
di investire sul loro
diverso di fare la
1.000.000 di soci.
che hanno deciso
to, di un modo
1.000.00 0 di persone
dire anche questo.
banca e, soprattut
differente” vuol
proprietarie di una
“La mia banca è
scegliendo di diventare
R AT I V O . I T
I T O C O O P E
D
E
R
C
.
W
W W
PERIODICO DI CULTURA, INFORMAZIONE
E VALORI SOCIALI DELLA
BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI MASIANO
Il Socio olimpionico
Gabriele Magni
IL MELOGRANO
n°8
Ricordo del Socio
Franco Ballerini
MAGGIO 2010
La Rivista “Il Melograno” è un periodico
semestrale nel quale vengono evidenziate le
iniziative, le novità e le azioni promosse dalla
nostra Banca sul territorio.
riodico semestrale IL MELOGRANO
mpagna pubblicitaria del Credito Cooperativo
ampa
Periodico della Banca di Credito Cooperativo di Masiano. N. 8 Anno 2010. Autorizzazione del Tribunale di Pistoia n. 473 del 14/12/95. Spedizione in A.P. 70% Filiale di Pistoia.
Firma dell’atto costitutivo del Fondo di Garanzia Istituzionale del Credito Cooperativo, il 25 luglio 2008
destra, seduto, per la Toscana il Presidente della Federazione Giorgio Clementi; al centro, seduto, il Pr
Alessandro Azzi.
Il FGO rappresenta un’iniziativa esclusiva del Credito Cooperativo espressa
tutela dei piccoli risparmiatori; costituito nel 2004, sotto forma di consorzio volont
di intervenire nel caso in cui una Bcc non sia in grado di rimborsare le obbligazio
Il FGD, per altro strumento obbligatorio, effettua interventi di ultima istanza, o
rimborsare i depositanti di quelle Bcc che versano in una situazione di crisi, ma
di sostegno orientate a prevenire situazioni di crisi delle banche. Tutto ciò nell’es
dei nostri clienti.
Il FGI, costituitosi a Roma il 25 luglio 2008, rappresenta una novità assoluta pe
bancario italiano. Infatti, il FGI tutela i clienti delle Bcc attraverso la salvaguardi
della solvibilità delle banche aderenti al Fondo, tra cui Bcc Masiano.
FGI (Fondo di Garanzia Istituzionale del Credito Cooperativo) in via di pe
FGD (Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo)
Cooperativo)
FGO (Fondo di Garanzia degli Obbligazionisti del Credito
la dei clienti delle Bcc, in caso di default di una banca aderente:
tiene 9.249 conti correnti e 3.959 clienti affidati. Alla
raccolta complessiva ammontava a 332 Mln. di Euro
67 Mln. di Euro.
Gli aderenti all’accordo per
il Microcredito
ic
e mi e
1 10%
e e
ic e i
si i li e i
00%
Titoli di debito
e obbligazioni
47,80%
Altri servizi
Dest. Vendita
24,00%
Famiglie consumatrici
e produttrici
25,60%
Altre branche
14,60%
Servizi del commercio
recuperi e riparazioni
10,50%
Edilizia
9,70%
Tessile
5,70%
Agricoltura
9,90%
Composizione degli impieghi per categoria di clienti
gestito
42,70%
ella personalizzazione dell’offerta, la Banca ha messo a punto pacchetti volti a
fiche esigenze della clientela:
icoltori: linee di credito agevolato; convenzioni con consorzi di garanzia e con i
ivenditori di macchinari e attrezzature della nostra zona;
igiani, i piccoli imprenditori, i commercianti: plafond agevolati, convenzioni
rzi di garanzia, facilitazioni nel leasing operatività su tutte le leggi agevolative;
ente melograno reale;
ssionisti: conto corrente professionale;
igrati: agevolazioni per le rimesse in denaro nei paesi d’origine, accesso al creil conto corrente specifico “Conto Amico”;
ni: pacchetti per fasce d’età arricchiti di vari servizi, come ad esempio i c/c gio-
uarda gli impieghi, essi si sono concentrati per il 98,40% nella zona di competenza
esto dato esprime la vocazione autenticamente locale della BCC, che finanzia
zona di insediamento non drenando risparmio verso altre piazze (fisiche o
nanziarie) più appetibili.
ca ha seguito la filosofia del frazionamento del credito, non soltanto per ovvie
imento del rischio, ma anche e soprattutto per concretizzare il principio cooperal credito un mezzo di promozione di una crescita endogena e responsabilmente
ferma viene dalla composizione degli impieghi per categoria di clienti e dall’imfido, pari a 78.500 Euro.
e del credito inoltre la nostra Banca ha cercato di:
emplificare gli aspetti burocratici delle procedure
- oltre le garanzie offerte - la bontà dei progetti proposti e le capacità di coloro
didavano a gestirli
are i tempi di finanziamento.
sizione degli impieghi
0%
IL CODICE ETICO
La Ban
Il Regolamento della Funzione Finanza adottato dalla nostra Banca prevede
alla gestione della finanza della clientela dei privati, che: “i rapporti con la clientela
orientati nell’ambito di una valutazione continua e personalizzata dei profili di ris
dalla stessa formalizzati o comunque oggettivamente individuabili. Prima che un
una qualsiasi operazione a contenuto finanziario, il personale dovrà valutare,
con la clientela, l’adeguatezza dell’operazione con riferimento agli obiettivi di in
propensione al rischio dichiarati dalla stessa, e/o desumibili oggettivamente dai
assunti nella precedente operatività con la BCC”.
Inoltre, le regole minimali di comportamento prescrivono, in particolare, che la
finisce politiche incentivanti per favorire la distribuzione e la negoziazione di specifici strumenti finanziari, tali da poter indurre a comportamenti non coerenti con la gestione del profilo di rischio/rendimento
del cliente e delle relative scelte di investimento” e che “non intrattiene rapporti che possono consentire al personale di ricevere utilità da
terzi, tali da poter indurre a tenere comportamenti in contrasto con
gli interessi degli investitori”.
• Correttezza, integrità, onestà (Dell’azienda e degli operatori)
• Trasparenza (Dovere di fornire un’informazione trasparente e chiara, acc
termini di linguaggio)
• Controllo (Dovere ed impegno a curare un efficiente ed efficace sistema di
• Informazione (Dovere di fornire un’informazione aggiornata sulle situazioni
sull’evoluzione dell’investimento effettuato).
• Professionalità (Dovere di fornire una consulenza professionale, che conse
di effettuare le scelte in funzione del proprio profilo rischio-rendimento).
I princìpi sui quali si basa l’attività della banca nel settore della finanza sono:
I PRINCIPI E LE REGOLE DELL'ATTIVITÀ DELLA B
SETTORE DELLA FINANZA
taggio del cliente.
on riceve risposta entro i termini previsti, o se insoddisfatto dell’esito del reclamo,
al Giudice ordinario, potrà rivolgersi:
controversie inerenti operazioni e servizi bancari e finanziari:
ro Bancario Finanziario (ABF): se il fatto contestato è successivo alla data
01.2007, nel limite di 100.000 euro se il reclamo comporta la richiesta di una
di denaro oppure senza limiti di importo in tutti gli altri casi;
controversie inerenti servizi e attività di investimento:
udsman-Giurì Bancario: entro due anni dal fatto contestato, nei limiti di 100.000
il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro, senza limiti di importo
li altri casi;
controversie inerenti bonifici transfrontalieri:
udsman-Giurì Bancario: entro due anni dal fatto contestato, nei limiti di 100.000
il reclamo comporta la richiesta di una somma di denaro, senza limiti di importo
li altri casi.
ficio Reclami, cui i Clienti possono segnalare per iscritto le proprie ragioni di inchiedere risposte.
ui questo non accada, la Banca ha attivato strumenti specifici per la gestione dei
La Banca è attivamente inserita nel mondo della cooperazione, e della
credito in particolare, e con questo mondo collabora in termini operativi.
Nello specifico, la BCC co-opera con il sistema del Credito Cooperativo
articolazioni. Complessivamente, la BCC ha investito nella capitalizzazione degli
tegoria (società che producono servizi e offrono prodotti, come carte di credito,
e fondi di investimento, fondi pensione, leasing...) e ha sviluppato 1.423 migliaia
del Sistema Cooperativo, che rappresentano quasi il 33% del totale.
La Banca, inoltre, partecipa al sistema attraverso propri rappresentanti n
categoria e in questo modo favorisce la circolarità delle informazioni e delle esper
condivisione nella formulazione delle strategie e nella loro traduzione in linee ope
LA COOPERAZIONE TRA COOPERATIVE
I fornitori - partner della Banca per varie iniziative e progetti - sono stati scelti
l’ambito locale in base a criteri di affidabilità, professionalità e competenza, qual
assistenza offerti. I fornitori locali rappresentano quasi il 52% del totale (in termi
spese di competenza).
a fornitori del Sist
1.423 migliaia
iniziative s
1.400 migliaia di eur
317 migliaia di e
d attività ricreative - ripartizione sul territorio
nterventi per sport ed attività ricreative sul territorio sono stati di E 65.857,00.
Beneficenza - ripartizione sul territorio
nterventi di beneficenza sul territorio sono stati di E 60.403,00.
Soci
E 145.423,78
Attività verso i Soci
Nel 2009 le attività verso i Soci sul territorio sono state di E 145.423,78.
Formazione e cultura - ripartizione sul terri
Nel 2009 gli interventi per formazione e cultura a favore del territori
E 21.996,00.
cio-sanitari (tutela e promozione di persone in stato di disagio fisico, psichico,
ta contro l’emarginazione sociale ed economica di persone appartenenti a fasce
enerale, attenzione ai problemi della disabilità.
ha finanziato organizzazioni impegnate nella:
ne di servizi alla persona
ento sociale e lavorativo di persone disagiate
barriere architettoniche
one razziale e culturale.
fornito finanziamenti agevolati (nel tasso e nelle condizioni) a organizzazioni non
sociale (onlus), cooperative sociali, organizzazioni e associazioni di volontaria-
DI FINANZA ETICA
gli ultimi tre anni la Banca ha versato all’Erario 4.350 migliaia di Euro di imposte
della consistenza dell’attività svolta.
labora con lo Stato nell’applicazione di normative di rilevante valore sociale come
l’antiriciclaggio e alla prevenzione del crimine. Tale attività ha un elevato costo,
omatizzazione di tale processo operativo (ad esempio nel caso di accertamenti
gistratura) visto l’elevato numero di adempimenti da assolvere.
BUTO ALLE ISTITUZIONI
a consorzi di garanzia fidi e simili;
a Fondazioni antiusura.
rivanti dal radicamento nel territorio, la vicinanza al cliente, la conoscenza delle
nziarie e di consumo hanno reso il Credito Cooperativo un importante canale di
lle famiglie e delle piccole imprese.
e le caratteristiche che la connotano, la Banca di Credito Cooperativo continua
ntribuire all’opera di prevenzione dell’usura attraverso una serie di strumenti:
“poco a molti” (come dimostra l’importo medio degli affidamenti minore per la
tto alla media del sistema);
do una percentuale preponderante di affidamenti a famiglie e piccole e medie
PER LA PREVENZIONE DELL'USURA
che viene creata dalla Banca di Credito Cooperativo resta nel territorio, non soluasi totalità degli investimenti per lo sviluppo dell’economia è rivolta alla comunihe perché il patrimonio dell’azienda è ed è destinato a rimanere un bene di tutta
bene di cui nessuno (neanche i soci della Banca) si potrà mai appropriare.
stina inoltre consistenti risorse al sostegno degli organismi locali e per la reavità nel campo dell’assistenza, della cultura, dell’ambiente. In una parola, per il
ella qualità della vita nel territorio.
La Banca promuove lo sviluppo sociale e culturale del territorio e delle comu
modi: sostenendo l’attività delle organizzazioni che svolgono questo ruolo (sp
cooperative sociali, organismi di volontariato...); realizzando direttamente numer
ziative di tipo sociale e culturale.
L'AZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE E CULTURALE
La banca inoltre ha aderito al “Codice di Condotta Europeo Per il Credito
obiettivo principale è quello di fornire un’informazione precontrattuale che r
e comparabili le condizioni alle quali gli enti creditizi offrono i loro finanziam
Tali princìpi sono:
- trasparenza;
- rispetto normative in campo ambientale;
- lavoristico, previdenziale e fiscale;
- valore aggiunto sociale prodotto;
- incremento della qualità della vita nella comunità locale, nazionale e inter
• Sperimentazione di criteri innovativi nella gestione della finanza eti
Le richieste di credito avanzate da soggetti attivi nei settori sopra descritti (
nitari; cooperazione internazionale; promozione culturale, sportiva, familiar
lizzate sotto due profili:
a) uno più tradizionale, di tipo economico, finalizzato alla valutazione di af
getto da finanziare e di chi lo propone;
b) uno innovativo, di tipo sociale e ambientale, finalizzato alla valutazion
rispetto di alcuni princìpi fondamentali da parte di chi propone il progett
stesso.
• Promozione culturale, sportiva, familiare (attività diretta alla valorizzazi
nio artistico e culturale locale, allo sviluppo di forme di aggregazione e a
promozione e realizzazione di attività e manifestazioni sportive popolari,
glie.
In particolare la BCC offre un nuovo servizio bancario denominato “Mutu
a tutte quelle coppie che desiderano effettuare una adozione internazio
consiste in un finanziamento fino a 5 anni ad un tasso veramente di favore
costo aggiuntivo.
A Settembre 2009 si è tenuta la nona edizione della manifestazione “L’Albero della Solidarietà”, manifestazione a
carattere sociale nata da un’idea della BCC per onorare e
tenere viva la memoria degli indimenticabili Roberto Vas,
Antonio Biagini, Giuseppe Barontini e Fernando Agostini.
Nel corso della manifestazione sono stati raccolti fondi che
sono stati destinati a diverse associazioni.
attraverso il Fondo per la Beneficenza e la Mutualità, che viene annual
mente alimentato per decisione dell’Assemblea con la destinazione di
una parte degli utili della gestione.
I settori di intervento verso i quali sono stati prioritariamente indirizzati i contributi sono:
• volontariato sociale
• sport
• cultura e tempo libero
• tutela della salute e ricerca
• istruzione e formazione
E6 è stato progettato per la fornitura di
magini di qualità che vanno incontro alle
idiane. Il potente Voluson E6 è stato procamente per dare una visione eccezionale
ogni giorno in modo da avere la flessibilità
er soddisfare le esigenze di ogni giorno.
E6 combina la tecnologia piu’ avanzata
Ogni componente permette di avviare un
borazione di dati simultaneamente in temrasmettere delle immagini eccezionali. Le
pportate con il Voluson E6 consentono di
lle particolari applicazioni sulla medicina
pplicazioni di radiologia e anche sul seno.
tecnologico avanzato raggiunto permette
lle immagini fornite relative alla comprenagnostica per immagini e quindi fornisce
issimi i risultati attesi, e migliora l’efficienza degli esami.
oluson E6 è stato progettato per accedere con piu’ facilità all’uso delle immaanche per un monitoraggio completo della diagnostica permettendo in tempi
one degli esiti attesi. Tutto questo utilizzando meno energia per ogni esame,
denaro per cui aiutando a tutelare anche l’ambiente.
di ultrasuoni del Voluson è considerato tra i più moderni ed efficienti che ci
stria, per cui si contribuisce alla salvaguardia dell’ambiente e anche natu-
iale” dell’ecografo al Centro di Diagnosi Prenatale del Meyer donato
Toscana delle Bcc
Il Presidente della Bcc Masiano Pier Maria Baldi e la Responsabile dell’Ufficio Soci
e Comunicazione Simona Giuliani con il gruppo “Comunicazione e fotografia” della
Confartigianato di Pistoia
• culturale
1. la Banca ha organizzato mostre, convegni, concerti;
2. ha svolto una preziosa attività di tutela e valorizzazione del patrimonio artis
3. ha sviluppato relazioni con il mondo della formazione e dell’educazione.
Più in particolare, sotto il profilo:
• socio-sanitario
1. la Banca ha assunto iniziative a favore di famiglie o persone in difficoltà;
2. ha fornito sostegno finanziario in situazioni di urgenza o in casi di calamità
te XXIV
Poesia vincen 2009
”
lo
el
tr
as
Premio “Il R
Il Premio Nazionale di Poesia “Il Rast
ganizzato dalla Cooperativa Cultura e
chi”, e patrocinato dalla Provincia e d
e dall’Agenzia per il Turismo “Abeto
Pistoiese”.
Bcc Masiano, in qualità di Sponsor
stazione, ha offerto ancra una volta i
minante a questa iniziativa di evidente
La premiazione delle liriche selezionat
giudicatrice è stata effettuata nell’am
zioni di “Masiano in Festa”.
Calendario
2010
Istitut
Mart
Martin
Bo
PREMIO DOMENICO TASCHINI
lle aule di informatica
arie di Cantagrillo e
Blu Volley di Quarrata alla consegna
ufficiale della sua maglia alla Bcc.
o informatico dell’ITIS
asiano, Pier Maria Baldi, il Preside Angelo Borchi, il
o Bartolini
Sistema di rilevazione presenze
degli studenti dell’ITIS
La BCC di Masiano mantiene un rapporto di attiva
partecipazione alle iniziative e progetti sviluppati dalla
Federazione Toscana delle BCC. Attraverso questa si muove
ed opera nel rispetto degli indirizzi espressi dalla Federazione
Nazionale, mantenendo un proficuo raccordo con le istituzioni ad
essa collegate. Tale viva correlazione di intenti ed azione consente,
sul piano pratico, di dare effettiva priorità all’impiego dei processi,
servizi, prodotti, strumenti, messi a disposizione dalle strutture
del gruppo, o dalle collegate agli organismi federativi. L’utilizzo
di tali ausili operativi è ovviamente rapportato alle specifiche
esigenze della Banca. In caso di eventuale non
corrispondenza alle specifiche necessità previste, si
sperimenta autonomamente il ricorso a società
esterne, produttrici di servizi.
COOPERATIVO
•
• IDEE, Associazione delle Donne del Credito Cooperativo.
Federazione Toscana e partecipata dal Soar e dal Toscral.
ai dipendenti, ai soci ed ai clienti delle Bcc. La società è controllat
Bcc Entertainment, Società che si occupa di attività turistico ricr
• Toscral, Associazione ricreativa dei dipendenti e soci del Credito Co
• Ciscra, Azienda che si occupa di fornitura di servizi per il mondo Bcc;
• Ecra, Azienda editrice del gruppo Bcc che si occupa delle pubblicazioni, d
libri del mondo cooperativo;
• Cassa Mutua Nazionale per il Personale delle Bcc, tra i primi dieci fondi
per dimensione, numero di assistiti e servizi offerti, eroga prestazioni sanitarie
sostitutive a quelle del SSN agli iscritti e ai loro familiari;
• Fondo Pensione Nazionale per il Personale di Credito Cooperati
con i contributi delle aziende Bcc (3% della retribuzione) e dei lavoratori
facoltativamente fino al 5% della retribuzione);
• Fondo di Solidarietà del Personale del Credito Cooperativo, istituit
Ministeriale (n.157 del 28/4/2000), finalizzato al sostegno del reddito, del
della riconversione e riqualificazione del personale dipendente;
• BCC Gestione Crediti, Società con la quale recentemente è stata stipulato
il conferimento della gestione di alcune posizioni a sofferenza;
• Sef Consulting Spa, Società di sviluppo e formazione del Credito Cooperat
• Banca Agrileasing, partner nell’offerta di prodotti di leasing;
• BCC Vita e Assimoco Spa, società assicurative che permettono alla BC
modo competitivo nel ramo della Bancassicurazione;
• Aureo Gestioni Sgr, la società di Gestione del Risparmio del movimento, a
Banca offre alla propria clientela una vasta gamma di prodotti di risparmio g
• SOAR Scrl, attraverso cui è realizzato il processo di esternalizzazione delle
profilo strategico (invio corrispondenza, servizi incasso e pagamento, lavorazi
lavorazione carte di credito, ecc.);
• Iside Spa, che fornisce il sistema informativo utilizzato dalla Banca;
• ICCREA Banca, Istituto centrale delle Bcc che presidia i servizi di carat
in particolare nel settore della finanza, dell’intermediazione mobiliare e
pagamento;
• ICCREA Holding, capo del gruppo bancario ICCREA ai sensi dell’art. 60 d
Bancario;
servizi relativi alla selezione e gestione del personale, alla revisione dei proces
all’internal audit ed in generale ad attività di supporto all’implementazione
aziendali;
• materiali: sono state acquistate attrezzature (fotocopiatrici, co
ecc.) di ultima generazione dotati di dispositivi per il risparmio ener
riguarda lo smaltimento dei rifiuti tossico-nocivi (pile, toner, ecc.), la
una ditta specializzata per lo svolgimento di tale attività. Attenzione vie
smaltimento della carta, assicurato da un operatore che ne gestisce il
le proprie pubblicazioni la Banca ha scelto inoltre di utilizzare carta eco
di prolungare la “vita media” di alcuni macchinari utilizzabili ma camb
• edifici: i nostri locali sono stati ristrutturati tenendo conto delle es
energetico e privilegiando l’utilizzo di materiali atossici certificati;
Sotto il primo profilo, la Banca ha assunto l’impegno di limitare l’i
delle proprie attività, non solo in ottemperanza a disposizioni di legge,
obiettivo di concorrere alla salvaguardia di un bene preziosissimo, a favo
presenti e di quelle future. In particolare sono state assunte le seguen
Non può esistere uno sviluppo durevole che non sia sostenibile, ovv
alle implicazioni di carattere economico, sociale ed ambientale.
Per tale ragione, la nostra Banca ha cercato, sia come singola i
intermediario che svolge attività creditizia, di salvaguardare e valori
ambientale, nonché di sostenere e promuovere le imprese e gli organis
dello sviluppo ecologicamente sostenibile.
L’Amb
do profilo, quello che riguarda la Banca come intermediario creditizio, la nostra
ziato realtà appartenenti o attività in questo settore per:
e di una cultura ecologica e dello sviluppo sostenibile;
di agricoltura biologica e biodinamica;
del patrimonio
;
e lo smaltimento ecologico dei rifiuti;
nche sperimentale, di fonti energetiche alternative
ili;
rogetti di gestione delle acque.
la Banca ha dato
ai propri dipendenti di
in caso di missione
a corto raggio il treno
zzo di trasporto a
impatto ambientale, o
l’auto aziendale che permette lo spostamento
5 persone.
Nella stessa giornata, presso gli sportelli della Banca, gli ope
sono stati disponibili per informare sulle tante piccole azioni
possono mettere in pratica presso le famiglie, gli uffici, le pic
medie imprese, semplicemente riducendo l’uso della carta ed a
do in questo modo il mondo ad essere, sempre di più, il luogo mi
nel quale vivere.
La quantità di Co2 risparmiata grazie a “Scartiamoci!” è not
Basti pensare, difatti, che il risparmio di soli 10 fogli di ca
giorno è pari, in un anno, a 13 chilogrammi di Co2 (o all’equiv
di 2.200 litri di acqua e 10 Kg di legname necessari alla loro
zione).
Con “Scartiamoci!”, la nostra Banca ha accolto l’invito - la
a livello nazionale da Federcasse (l’associazione di rappresen
delle oltre 400 Banche di Credito Cooperativo e Casse Rurali ita
- di definire iniziative semplici, ma estremamente concrete, ca
avere, come in questo caso, anche un forte valore simbolico.
Venerdì 11 dicembre 2009, nell’ambito della celebrazione de
day, in vista della quindicesima Conferenza delle Nazioni Unite
cata ai cambiamenti climatici ed alla tutela dell’ambiente (Cop
gen, 7 - 18 dicembre), la BCC ha lanciato l’iniziativa “Scartiam
In particolare, in quella giornata, la BCC ha adottato misur
crete per il risparmio di carta (per stampanti, fotocopiatrici, fax
con l’obiettivo di fornire un contributo concreto, anche in ter
sensibilizzazione, a favore della tutela dell’ambiente e rispetto
grande tema dei mutamenti climatici. Convinta che è dalle “
pratiche”, dai buoni piccoli esempi, che si può davvero innesc
processo virtuoso di sviluppo.
SCARTIAMOCI.
GIORNATA DEL RISPARMIO DELLA CARTA
I RISULTATI
ECONOM
DATI E
2009
i economici
io
2,04 %
6,29 %
incaglio/Crediti netti vs. clientela
2009
sofferenza/Crediti netti vs. clientela
DI RISCHIOSITA’ DEL CREDITO
13,10 %
2009
5
59
tto/raccolta diretta da clientela
6
64
2008
13,60 %
INDICI PATRIMONIALI
2009
10.316
2.403
12.525
6.824
3.542
2.733
2008
245.854
32.193
269.581
45.113
32.971
2008
tto/impieghi netti
i
elli
dei dipendenti
i di struttura
i
resse
ette
rmediazione
9.974
2.583
12.853
7.156
3.778
2.954
267.354
29.706
277.587
49.873
36.396
clientela
ta
tta
tto
2009
Patrimoniali
migliaia di euro)
5,45 %
1,77 %
2008
12,20 %
13,40 %
2008
1
8,50 %
Variazioni
-3,30 %
7,50 %
2,60 %
4,90 %
6,70 %
8,10 %
Variazioni
8,70 %
-7,70 %
3,00 %
10,60 %
10,40 %
Variazioni
ro ci pare utile fornire elementi informativi su tutte e tre queste dimensioni.
ione consideriamo la dimensione economica.
Patrimonio di Vigilanza
Utile netto BCC Masiano
Utile lordo/Numero dipendenti
59
201
29,82
Spese per il personale/Margine di intermediazione
Margine di intermediazione/Numero dipendenti
4.337
4.177
2009
55,68 %
Raccolta da clientela/Numero dipendenti
Impieghi a clientela/Numero dipendenti
INDICI DI EFFICIENZA
Dati in migliaia di euro
Costi operativi/Margine di intermediazione
8.315
-3.833
-584
-120
3.778
ale
istrative: imposte indirette
tà
A DELLE IMPOSTE
3.542
-3.835
-511
-96
7.984
-414
-416
TO GLOBALE NETTO
8.398
8.731
TO GLOBALE LORDO
8.398
0
0
0
-15.230
a valutazione al fair value delle attività materiali e immateriali
ssione di investimenti
ruppi di attività in via di dismissione al netto delle imposte
-11.914
-9.991
-369
-2.710
-2.159
-2.159
0
0
0
-1
0
0
0
23.628
20.645
-6.564
-339
-3.090
-1.920
-1.920
0
0
0
-1
0
0
0
-289
744
0
195
888
0
2008
20.306
2.772
67
-14
0
42
0
32
0
10
2009
16.539
2.922
49
34
0
18
0
19
0
-1
%/000
%/000
8.731
0
0
0
TO CARATTERISTICO LORDO
I
ie disponibili per la vendita
ie detenute sino alla scadenza
i finanziarie
tti ai fondi per rischi e oneri
i valore nette su attività materiali (esclusi ammortamenti)
i valore nette su attività immateriali (esclusi ammortamenti)
dell’avviamento
neri assimilati
ve
istrative (al netto delle imposte indirette ed elargizioni e liberalità)
i valore nette per deterioramento di:
ETTI
e attività e passività finanziarie valutate al fair value
di gestione
artecipazioni
ie disponibili per la vendita
ie detenute sino alla scadenza
iarie
ti simili
’attività di negoziazione
’attività di copertura
ssione o riacquisto di:
venti assimilati
AGGIUNTO GENERATO DALLA BCC MASIANO
nto prodotto dalla Banca nel 2009 è stato di 8.315 migliaia di euro.
omico ne evidenzia la formazione:
6,70
4,15
4,00
4,00
-21,70
-12,60
%
a del valore aggiunto. Il valore aggiunto emerge come differenza tra il valore
e il costo della produzione, ovvero gli oneri sostenuti per realizzare la produzione
- Soci
- Dipendenti, Amministratori e Sindaci
- Collettività
- Comunità locale
- Patrimonio per lo sviluppo locale
- Sistema cooperativo
35
3.833
1.385
204
2.763
95
Soci
0,48%
Sistema
cooperativo
1,14%
Dipendenti
Amministratori
46%
Collettività nazionale
16,65%
Comuità
locale
2,50
Ripartizione del valore aggiunto
Patrim
per lo svi
local
33,23
- Soci (dividendi)
- Dipendenti (costo del lavoro lordo, calcolando oneri diretti ed indiretti,
riportato nel conto economico)
- Collettività (imposte sul reddito dell’esercizio + imposte e tasse di caratter
presentate nella nota integrativa)
- Comunità locale (elargizioni calcolate sommando le imputazioni a carico
ficenza e mutualità e le spese amministrative, es. pubblicità e rappresenta
dell’attività sociale svolta dalla Banca, a carico del conto economico + imp
locale, es. ICI)
- Patrimonio per lo sviluppo locale (destinazione alle riserve patrimoniali)
- Sistema cooperativo (destinazione del 3% dell’utile residuo al Fondo per
lo sviluppo della cooperazione).
Modalità di ripartizione:
migliaia di Euro:
144
Redazione e coordinamento a cura dell’
UFFICIO SOCI
Via di Masiano, 6/a - 51100 MASIANO (PT)
Tel. 0573 984102 - Fax 0573 380077
E-mail: [email protected]
www.bccmasiano.it
Stampato anno 2010
Scarica

La Banca in Prima Persona