UNIVERSITAS STUDIORUM INSUBRIAE
FACOLTÀ DI ECONOMIA
ANNO ACCADEMICO 2006-2007
1
Le informazioni contenute nella presente guida sono riportate nel
sito della Facoltà, che si consiglia di consultare anche per ulteriori
notizie concernenti l’offerta formativa.
Il sito è consultabile al seguente indirizzo:
- http://www3.uninsubria.it/uninsubria/facolta/econo.html
2
PREMESSA
Questa guida fornisce informazioni complete relativamente agli aspetti
organizzativi della Facoltà di Economia e alle disposizioni che regolano i
corsi di studio e la carriera degli studenti.
Essa può essere scaricata dal sito della Facoltà e trova completamento
nella guida contenente i programmi degli insegnamenti, disponibile
esclusivamente on line.
Il sito della Facoltà, costantemente aggiornato, riporta informazioni
complementari riguardanti orari di lezioni ed esami, attività didattiche
integrative, borse di studio e tutte le altre tematiche di interesse per lo
studente.
Nell’a.a. 2006-2007, per la sede di Varese, sono attivati il Corso di Laurea
in Economia e Commercio e il Corso di Laurea in Economia e
Amministrazione delle Imprese, entrambi di durata triennale. Per questo
secondo Corso di Laurea è prevista anche una modalità part-time,
destinata soprattutto agli studenti lavoratori, articolato in 4 anni.
Per la sede di Como è attivato il primo anno del Corso di Laurea in
Economia e Amministrazione delle Imprese.
Sono inoltre attivi i Corsi di Laurea Specialistica in Economia e
Commercio e in Economia Banca e Finanza, entrambi di durata biennale.
La Facoltà offre quindi una gamma diversificata e integrata di percorsi
formativi in piena applicazione del modello noto come “3+2”.
A partire dall’a.a. 2005-06 la Facoltà ha avviato un progetto di
razionalizzazione dei percorsi formativi, in coerenza con il D.M. 270/2004,
al quale si dovrà dare attuazione una volta emanati i relativi decreti
attuativi.
La razionalizzazione dei percorsi, in continuità con le scelte formative già
effettuate dalla Facoltà in occasione dell’applicazione del modello “3+2”,
mira a semplificare e a rendere più chiari i percorsi formativi nella Laurea
Triennale e a valorizzare il livello di specializzazione offerto nelle Lauree
Specialistiche.
Il Preside
prof.ssa Rossella Locatelli
3
INDICE
1. Organizzazione
pag. 7
1.1 Facoltà, Dipartimenti e Centri di Ricerca
1.2 Personale Docente della Facoltà
1.3 Personale Tecnico-Amministrativo della Facoltà
1.4 Commissione Paritetica per la Didattica della Facoltà
2. Calendario Accademico
2.1 Calendario degli appelli e delle lezioni
2.2 Calendario delle sedute di Laurea
pag. 13
3. Regolamento degli esami
3.1 Appelli
3.2 Prove di esame
3.3 Esami relativi a corsi disattivati
3.4 Premio rapidità della carriera
pag. 15
4. Servizi della Facoltà
4.1 Segreteria di Presidenza
4.2 Segreteria Didattica
4.3 Ufficio Stage
4.4 Segreteria Studenti
4.5 Biblioteca
4.6 Laboratorio linguistico
4.7 Laboratori informatici
4.8 Borse di studio
4.9 Presentazioni aziendali
4.10 Part-time studenti
pag. 18
5. Programma Socrates/Erasmus
pag. 23
6. Corsi di studio e altre iniziative didattiche
pag. 27
4
6.1 Corsi di Laurea triennali
6.2 Corsi di Laurea Specialistica
6.3 Master di primo e di secondo livello
6.4 Dottorato di ricerca
6.5 Corso di preparazione all’esame di Stato di Dottore Commercialista
6.6 Corsi di aggiornamento e di perfezionamento
6.7 Tutorato
6.8 Attività di Teaching assistant
6.9 Valutazione della didattica
7. Informazioni comuni a tutti i Corsi di Laurea
pag. 34
7.1 Insegnamenti attivati nell’A.A. 2006-2007
7.2 Crediti, esami e propedeuticità
7.3 Equivalenze e riconoscimenti
7.4 Convenzione con Guardia di Finanza per il riconoscimento di crediti
formativi
8. Corsi di Laurea triennali
pag. 44
8.1 Informazioni comuni
8.2 Prova finale
8.3 Corso di Laurea in Economia e Commercio (immatricolati a.a.
2005/06)
8.4 Corso di Laurea in Economia e Commercio (immatricolati a.a.
2004/05)
8.5 Corso di Laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese
(immatricolati a.a. 2005/2006)
8.6 Corso di Laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese
(immatricolati a.a. 2004/2005)
8.7 Corso di Laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese
(modalità part-time – immatricolati 2005/2006)
8.8 Corso di Laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese
(modalità part-time – immatricolati 2004/2005)
9. Corsi di Laurea Specialistica
5
pag. 82
9.1 Informazioni comuni
9.2 Prova finale
9.3 Norme e consigli per la compilazione della tesi e dell’elaborato finale
9.4 Corso di Laurea Specialistica in Economia e Commercio
9.5 Corso di Laurea Specialistica in Economia Banca e Finanza
10. Corsi del vecchio ordinamento
pag. 101
10.1 Informazioni comuni
10.2 Tesi di Laurea Quadriennale – Colloquio finale di Diploma
Universitario
11. Passaggio dal vecchio al nuovo ordinamento
pag. 102
11.1 Passaggi dalla laurea Quadriennale e Diploma Universitario alla
Laurea Triennale
11.2 Criteri per il riconoscimento dei crediti già conseguiti
11.3 Corrispondenze predefinite tra esami del vecchio e del nuovo
ordinamento (tabella)
12. Attività extradidattiche
pag. 109
12.1 Centro Universitario Sportivo - C.U.S. VARESE – COMO
12.2 Istituto per il diritto allo studio - I.S.U.
12.3 Associazione Amici dell’Università di Varese
12.4 Coro Universitario
12.5 La carta servizi dell’Ateneo: US Card
6
1. ORGANIZZAZIONE
1.1 FACOLTÀ, DIPARTIMENTI E CENTRI DI RICERCA.
La Facoltà è sede istituzionale dell’attività didattica.
L’organo di governo della Facoltà è il Consiglio di Facoltà, del quale fanno
parte i professori di prima e seconda fascia, i ricercatori e i rappresentanti
degli studenti (vedi oltre).
La Commissione Biblioteca definisce l’indirizzo scientifico e la politica
degli acquisti della Biblioteca di Facoltà.
La Commissione Paritetica per la Didattica valuta l’attività didattica svolta
presso la Facoltà ed i servizi connessi, con particolare riguardo al profilo
organizzativo.
Per ciascun Corso di Laurea è designato un docente responsabile:
- Corso di Laurea Triennale in Economia e Commercio: prof. M.
Bernasconi
- Corso di Laurea Triennale in Economia e Amministrazione delle
Imprese: prof.ssa G. Gavana
- Corso di Laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese
(modalità part-time): prof. G. Colombo – Dott. F. Sacco
- Corso di Laurea Triennale in Economia e Amministrazione delle
Imprese – sede di Como: prof.ssa R. Locatelli
Per il corso di Laurea triennale in Economia e Amministrazione delle
imprese - sede di Como, è operante una Commissione di orientamento
costituita da: prof. G. Colombo, prof. G. Garofoli, prof.ssa M.C. Pierro,
prof. M. Rocca, prof.ssa M. T. Fabbro.
Corso di Laurea Specialistica in Economia e Commercio: prof.ssa
R. Locatelli
- Corso di Laurea Specialistica in Economia Banca e Finanza:
prof.ssa C. Schena.
Per i Corsi di Laurea Specialistica è anche operante una Commissione
incaricata dell’orientamento agli iscritti e della predisposizione dei Piani di
Studio. Ad ogni studente è inoltre assegnato un docente-tutor con il
compito di seguire direttamente la carriera dello studente.
-
Rappresentanti degli studenti in Consiglio di Facoltà
In applicazione dello Statuto, i rappresentanti degli studenti in Consiglio di
Facoltà sono in numero pari al 10% dei professori di ruolo componenti il
Consiglio e, comunque, non inferiore a due e non superiore a cinque.
7
L'elettorato passivo spetta agli studenti immatricolati per la prima volta da
un numero di anni non superiore alla durata del corso cui sono iscritti, più
uno. I rappresentanti degli studenti designano i due studenti membri della
Commissione Paritetica per la Didattica.
Dipartimento di Economia e Centri di Ricerca
Il Dipartimento è sede istituzionale dell’attività di ricerca. Al Dipartimento
di Economia afferiscono la maggior parte dei docenti di ruolo della
Facoltà.
Al Dipartimento fa capo il Centro di Ricerca sull’Internazionalizzazione
delle Economie Locali (CRIEL), diretto dal prof. G. Garofoli. Il Centro si
propone di promuovere lo sviluppo delle conoscenze sui temi
dell'internazionalizzazione e degli scenari evolutivi delle economie locali.
Nel 2004 sono stati istituiti due nuovi Centri di Ricerca: il Centro di
Ricerca interdipartimentale su “Economia sanità innovazione e territorio”
(CrESIT) diretto dal prof. A. Onetti e il Centro di ricerca “Etica negli affari e
responsabilità sociale” (CreaRES), diretto dalla prof.ssa R. Locatelli, che
ha l’obiettivo di sviluppare l’attività di ricerca sui temi dell’etica negli affari,
della finanza etica, della governance dell’impresa e della rendicontazione
sociale.
Presso il Dipartimento di Economia è altresì attivo il Laboratorio di
Economia Sperimentale di cui è responsabile il prof. M. Bernasconi. Nel
Laboratorio vengono simulati scenari economici per osservare il
comportamento degli agenti in vari ambiti di interesse: nella teoria delle
decisioni, nelle analisi sul funzionamento dei mercati, nell’economia
industriale, nella finanza, negli studi sulla corporate governance, nelle
analisi delle regole costituzionali, del federalismo fiscale, dei meccanismi
di cooperazione o dei problemi di risoluzione di conflitti, negli studi
sull’etica nell’economia, nel business, nel diritto. Gli esperimenti sono
condotti per scopi di ricerca e di didattica. Per partecipare agli esperimenti
gli studenti devono registrarsi nelle apposite mailing list che vengono
predisposte presso il Laboratorio di Economia Sperimentale all’inizio
dell’anno accademico. Attraverso le mailing list gli studenti vengono quindi
avvertiti degli orari e delle modalità di conduzione degli esperimenti.
Ulteriori informazioni sull’organizzazione e sull’attività del Dipartimento di
Economia sono rilevabili dal sito (www.eco.uninsubria.it/dipeco).
8
1.2 PERSONALE DOCENTE DELLA FACOLTÀ
Preside
Rossella Locatelli (area aziendale)
Professori di prima fascia
Anna Maria Arcari (area aziendale)
Michele Bernasconi (area economica)
Gianluca Colombo (area aziendale)
Gioacchino Garofoli (area economica)
Angelo Guerraggio (area matematico-statistica)
Antonietta Mira (area matematico-statistica)
Paolo Paruolo (area economica)
Sergio Patriarca (area giuridica)
Vincenzo Salvatore (area giuridica)
Cristiana Maria Schena (area aziendale)
Alberto Maria Sdralevich (area economica)
(in congedo)
(in congedo)
Professori di seconda fascia
Giancarlo Bertocco (area economica)
Alfredo Biffi (area aziendale)
Alba Francesca Fondrieschi (area giuridica)
Giovanna Gavana (area aziendale)
Giorgio Grasso (area giuridica)
Massimo Guidolin (area economica)
Anna Marenzi (area economica)
Enrico C. Miglierina (area matematico-statistica)
Daniela Montemerlo (area aziendale)
Fabio Montobbio (area economica)
Alberto Onetti ( area aziendale)
Maria Cristina Pierro (area giuridica)
Matteo Rocca (area matematico-statistica)
Ricercatori
Ilaria Capelli (area giuridica)
Antonio Colangelo (area matematico- statistico)
Lucia Cusmano (area economica)
9
(in congedo)
Davide Diverio (area giuridica)
Maria Teresa Fabbro (area linguistica)
Camilla Ferrari (area giuridica)
Giovanni Fonseca (area matematico-statistico)
Patrizia Gazzola (area aziendale)
Ivan Ginchev (area matematico-statistico)
Lucia Lopez (area giuridica)
Alessandro Maffioli (area economica)
(in congedo)
Marco Papi (area matematico-statistico)
Enrica Pavione (area aziendale)
Giovanna Redaelli (area matematico-statistico)
Francesco Sacco (area aziendale)
Raffaello Seri (area economica)
Marcello Spanò (area economica)
Andrea Uselli (area aziendale)
Paolo Zuddas (area giuridica)
Altri Docenti della Facoltà
Francesco Abbate
Carlo Arlotta
Mauro Bello
Nicoletta Bernasconi
Tecla I. Braghini
Emanuele Casini
René Chopard
Maria De Luca
Giovanni Della Lunga
Lelio Demichelis
Umberto Ferrari
Accursio Giordano
Elena Molho
Luisa Piccinno
Alessandro Rossi
Davide Secchi
1.3 PERSONALE TECNICO-AMMINISTRATIVO DELLA FACOLTÀ
Personale amministrativo
Dott.ssa Concetta Caliendo
10
Presidenza (Responsabile di Presidenza)
Dott.ssa Antonia Tagliabue
Sig.a Patrizia Antonetti
Dott.ssa Catia Imperatori
Dott.ssa Raffaella Grillo
Dott.ssa Patrizia Di Modugno
Sig. Gianluigi Nicolini
Personale tecnico laureato
Dott.ssa Gabriella Franchi
Dott.ssa Marianne Geist
Servizi Informatici
Sig. Guido Capello
Dott. Giovanni Riganti
Presidenza - Didattica
Ufficio Contabilità - Contratti
Manager Didattico
Assistente Manager Didattico
Ufficio Stage, Orientamento
Responsabile delle aule e dei supporti
didattici
Laboratorio Linguistico inglese
Laboratorio Linguistico tedesco, francese
Laboratorio Informatico – Servizi
Informatici della Facoltà
Servizi Informatici Facoltà e Dipartimento
Personale del Dipartimento di Economia
Dott.ssa Silvia Trabucchi
Segretario Amministrativo
Sig.a Antonella Bressan
Sig.a Michela Celardo
Dott.ssa Eliana Martin
Personale SIBA addetto alla Biblioteca di Economia
Dott. Luca Segato
Responsabile
Dott.ssa Daniela Cermesoni
Bibliotecaria
Sig.a Lucia Di Gaudio
Bibliotecaria
Sig.a Pasquina Teora
Bibliotecaria
Personale addetto alla Facoltà di Economia presso la Segreteria
Studenti
Sede di Varese:
Via Ravasi, 2
Sig.a Sonia Bucca
Sig. Fabio Ibatici
Sede di Como:
Viale Masia, 27 - Como
11
1.4
COMMISSIONE
FACOLTÀ
PARITETICA PER
LA
DIDATTICA
DELLA
La Commissione Paritetica per la Didattica è composta da due docenti e
da due studenti. Essa ha funzioni propositive nei confronti del Consiglio di
Facoltà.
In particolare, la Commissione Paritetica per la Didattica esamina i
problemi relativi allo svolgimento della didattica; esprime parere circa la
compatibilità tra le attività formative e gli obiettivi formativi programmati;
valuta le carriere pregresse degli studenti che fanno richiesta di accesso
ad un corso di studio della Facoltà o richiesta di riconoscimento di attività
formative ai fini della carriera universitaria; valuta i servizi connessi
all’attività didattica, con particolare riguardo all’efficacia della
comunicazione rivolta agli studenti.
Composizione:
Prof. Giancarlo Bertocco
Prof. Giorgio Grasso
Sig. Antonio Banfi
Sig. Massimiliano Fuscà
12
(Presidente)
2. CALENDARIO ACCADEMICO
2.1 CALENDARIO DEGLI APPELLI E DELLE LEZIONI
Ciclo di
lezioni
Sessione
esami
I CICLO
I sessione
esami
(1 appello)
INIZIO
CICLO
LEZIONI
FINE
CICLO
LEZIONI
Lunedì
25/09/2006
Sabato
4/11/2006
Lunedì
27 /11/2006
Sabato
23 /12/2006
Seconda parte
Lunedì
8/01/2007
Sabato
20/01/2007
II sessione
esami
(2 appelli di
cui il 1°
riservato)*
IV sessione
esami
(2 appelli)
13
Vacanze di
Natale
(24/12–6/01)
Sabato
17/02/2007
Sabato
31/03/2007
Vacanze di
Pasqua
(4-12 aprile)
III sessione
esami
(1 appello)
IV CICLO
Sabato
25/11/2006
8 dicembre
Lunedì
22/01/2007
Lunedì
19/02/2007
FESTIVITÀ
1° novembre
Lunedì
6/11/2006
II CICLO
Prima parte
III CICLO
SESSIONE ESAMI
PERIODO ESAMI
Martedì
30/04/2007
Lunedì
02/04/2007
Sabato
28/04/2007
Lunedì
11/06/2007
Martedì
31/07/2007
Sabato
9/06/ 2007
25 aprile
1° maggio
8 maggio
2 giugno
V sessione
esami
(1 appello)
Lunedì
3/09/2007
Sabato
15/09/2007
* Tale appello è riservato agli studenti immatricolati nell’a.a. 2004/2005 e
precedenti ed agli studenti delle lauree specialistiche.
2.1 CALENDARIO DELLE SEDUTE DI LAUREA
Anno solare 2006
18 settembre
13 novembre
18 dicembre
Anno solare 2007
22 gennaio
14 febbraio
26 marzo
11 giugno
16 luglio
19 settembre*
12 novembre*
17 dicembre*
Alcune sedute potranno prolungarsi per più giorni.
* Queste date potranno subire variazioni a seguito di specifiche esigenze
didattiche dell’A.A. 2007/2008.
14
3. REGOLAMENTO DEGLI ESAMI
3.1 APPELLI
Programmazione degli appelli
Le date degli appelli d’esame sono stabilite con calendario annuale, che
sarà reso noto all’inizio dell’anno accademico, nel rispetto delle
indicazioni della Facoltà.
Nelle sessioni in cui sono programmati più appelli, tra di essi devono
trascorrere di norma almeno quindici giorni.
La data dell’appello può essere modificata solo motivatamente e, di
norma, con un preavviso di almeno quindici giorni rispetto alla nuova
data, come stabilito dal Regolamento Didattico di Ateneo (art. 37 –
comma 2).
La Commissione Paritetica per la Didattica verifica il rispetto di queste
regole e può modificare la data delle prove di esame, in caso di
sovrapposizione o di eccessiva vicinanza rispetto ad altre prove che
interessano i medesimi studenti.
Nei periodi destinati alle prove di esame le lezioni sono sospese, salvo
deroghe eccezionali autorizzate dal Preside.
Regole delle sessioni di esami
È possibile sostenere gli esami di profitto solo dopo aver acquisito la
frequenza e dopo aver perfezionato l’iscrizione on line.
Appelli ordinari
Sono previsti sei appelli ordinari (come da art. 37, comma 2, del
Regolamento Didattico di Ateneo):
 un appello nella sessione di novembre
 un appello nella sessione di gennaio/febbraio
 un appello nella sessione di aprile
 due appelli nella sessione di giugno/luglio
 un appello nella sessione di settembre.
Su parere della Commissione Didattica Paritetica e con riferimento a
criteri oggettivi, il Consiglio di Facoltà può ridurre il numero degli appelli
garantendo comunque almeno un appello per ciascuna sessione, oltre a
quello di fine corso.
15
Appello riservato
È previsto un appello nella sessione 22 gennaio 2007 – 17 febbraio 2007
riservato a tutti gli studenti immatricolati nell’a.a. 2004/2005 e precedenti
ed agli studenti dei Corsi di Laurea Specialistica.
3.2 PROVE DI ESAME
Valutazione
La valutazione è espressa in trentesimi. Il docente può tener conto,
secondo criteri resi noti all’inizio del corso, della partecipazione attiva
dello studente ad iniziative didattiche integrative, così come della
preparazione di tesine ed esercitazioni.
Modalità
La modalità di esame verrà specificata dal docente del singolo
insegnamento, anche se nell’offerta formativa della Segreteria Studenti
compare di default la modalità “Orale”.
Ammissione all’esame
Il docente può stabilire un punteggio minimo, non superiore a 16
trentesimi, che non consente la presentazione all’appello successivo,
nella medesima sessione di esami. Il punteggio minimo, qualora il
docente ritenga di stabilirlo, va reso noto all’inizio del corso.
In nessun caso può essere vietato di sostenere l’esame nella sessione
successiva.
Programmi d’esame
Il programma di esame è reso noto all’inizio del corso. Le eventuali
variazioni ed integrazioni devono essere rese note, così come il relativo
materiale didattico, in tempo utile per l’esame finale e in ogni caso entro
la fine del corso. I programmi d’esame e la relativa bibliografia sono
raccolti in apposita guida, periodicamente aggiornata e disponibile
esclusivamente on line.
Verbalizzazione
16
Come deliberato dal Senato Accademico nella seduta del 21/12/2004 la
verbalizzazione deve avvenire a cura della Commissione d’esame e
sotto la responsabilità del Presidente della Commissione con le seguenti
modalità:
Esame orale: la verbalizzazione dell’esame deve avvenire
contestualmente allo svolgimento dell’esame.
Esame scritto: la verbalizzazione deve avvenire con la data della prova
scritta e deve essere fatta, di norma, entro i venti giorni successivi allo
scritto.
Esame scritto con integrazione orale: la verbalizzazione dell’esame deve
avvenire contestualmente allo svolgimento della prova orale.
3.3 ESAMI RELATIVI A CORSI DISATTIVATI
Gli esami relativi ai corsi disattivati devono svolgersi, di norma, secondo
le modalità ed i programmi vigenti quando il corso era attivo.
Tali programmi e modalità sono indicati in apposita guida disponibile on
line
3.4 PREMIO ALLA RAPIDITÀ DELLA CARRIERA
Studenti immatricolati a partire dall’a.a. 2005/2006
Tale premio è attribuito a tutti gli studenti che alla fine del triennio
risultino in corso (indipendentemente dalle singole vicende nel corso di
studi: cambio di Corso, ritardo nei singoli anni accademici, altro).
I punti aggiuntivi, contabilizzati ai fini del voto di laurea (espresso in
centodecimi) sono 3 centodecimi e vengono attribuiti dalla Segreteria
Studenti a fine carriera contestualmente alla predisposizione dello statino
di laurea.
Studenti immatricolati nell’a.a. 2004/2005 e precedenti
Per ogni anno in cui lo studente superi tutti gli esami dell’anno di corso
entro il 30 novembre sono accreditati due punti che saranno
contabilizzati ai fini del voto di laurea (espresso in centodecimi). Il
punteggio aggiuntivo globale massimo è di 6 centodecimi. Tale premio è
attribuito solo a quegli studenti in corso che non abbiano effettuato
trasferimenti, passaggi o abbreviazioni di corso durante la carriera
universitaria.
17
4. SERVIZI DELLA FACOLTÀ
4.1 SEGRETERIA DI PRESIDENZA
La Segreteria di Presidenza è aperta al pubblico:
- dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 11.00;
- il mercoledì dalle ore 15.00 alle ore 16.00.
Telefono 0332 / 395001 - 395002 - 395003, Fax 0332/395009
Personale addetto:
Dott.ssa Concetta Caliendo (responsabile), Dott.ssa Antonia Tagliabue,
Sig.ra Patrizia Antonetti
e-mail: [email protected]
4.2 SEGRETERIA DIDATTICA
Gli studenti possono comunicare con la Segreteria Didattica attraverso i
seguenti indirizzo recapiti:
posta elettronica [email protected]
telefono 0332/395012, fax 0332/395019
Personale addetto:
Dott.ssa Catia Imperatori – Manager Didattico
Dott.ssa Antonia Tagliabue, Dott.ssa Raffaella Grillo
Gli studenti del Corso di laurea in Economia e amministrazione delle
imprese – sede di Como, possono contattare il Manager Didattico ai
seguenti recapiti:
posta elettronica: [email protected]
telefono: 031/3383215
4.3 UFFICIO STAGE
L’Ufficio Stage della Facoltà di Economia promuove tirocini formativi per
studenti e neolaureati presso imprese o enti, ai sensi dell’art. 18 della
Legge n. 196/97 in collaborazione con l’analogo ufficio di Ateneo.
Lo stage consiste nella partecipazione temporanea di uno studente
all’attività di un’impresa o di un’altra organizzazione ed è regolato da
un’apposita Convenzione.
Lo stage consente allo studente di conoscere l’organizzazione del lavoro
calandosi in realtà aziendali specifiche, di applicare e verificare modelli e
schemi concettuali appresi nel corso di studi e di raccogliere materiale
informativo utile ai fini della stesura della tesi di Laurea. Inoltre la
18
formazione on the job permette di far maturare allo stagiaire una
maggiore consapevolezza del proprio percorso personale e inserire nel
curriculum vitæ un’esperienza qualificante.
I tirocinanti rappresentano, invece, per l’azienda ospitante, una risorsa in
grado di apportare vivacità intellettuale e conoscenze scientifiche
aggiornate. Lo stage può diventare anche un possibile canale per una
futura assunzione: l’obiettivo è quello di facilitare il progressivo
inserimento nel mondo del lavoro e nella vita professionale dello studente.
L’attività di stage per gli studenti delle Lauree Triennali e Specialistiche
comporta l’attribuzione di 5 crediti formativi.
Coloro che intendono partecipare ad uno stage devono consegnare il
proprio curriculum vitæ e sostenere un colloquio conoscitivo presso
l’Ufficio Stage almeno tre mesi prima rispetto alla propria disponibilità ad
iniziare l’attività.
Per ottenere l’attribuzione dei 5 crediti lo stage deve avere una durata di
almeno 320 ore secondo un calendario concordato con l’azienda
ospitante.
All’inizio del periodo, lo studente deve presentarsi al docente tutor dello
stage (nominato dal Preside) per definire il contenuto del progetto
formativo; in corso di stage dovrà relazionare sullo svolgimento dello
stesso e alla fine redigere una relazione conclusiva sull’attività svolta.
Lo stage può iniziare in qualsiasi periodo dell’anno.
I docenti incaricati dalla Facoltà sono:
prof. Gianluca Colombo
prof. Gioacchino Garofoli
prof. Alberto Onetti
Per ulteriori informazioni consultare il sito della Facoltà o rivolgersi a:
Ufficio Stage e-mail: [email protected]
Personale addetto: Dott.ssa Catia Imperatori (Manager Didattico),
Dott.ssa Patrizia Di Modugno.
Tel 0332/395010 - 395011
Fax 0332/395019
L’ufficio è aperto al pubblico:
- lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 12.00
- mercoledì dalle ore 14.30 alle ore 16.00.
19
4.4 SEGRETERIA STUDENTI
Sede di Varese: la Segreteria Studenti si trova in Via Ravasi, 2 – Varese
ed è aperta al pubblico:
- lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle ore 9.30 alle ore 12.00
- mercoledì dalle ore 14.00 alle ore 16.00.
Numero Verde 800 011 398
Telefono 0332/219075-219076, Fax 0332/219069.
Personale addetto per la Facoltà di Economia: Sig.a Sonia Bucca, Sig.
Fabio Ibatici.
Informazioni e avvisi si trovano nella sezione apposita del sito
www.uninsubria.it – segreteria studenti.
Sede di Como: la Segreteria studenti si trova in Viale Masia, 27 – Como
ed è aperta al pubblico:
- lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle ore 9.30 alle ore 12.00
- mercoledì dalle ore 14.00 alle ore 16.00.
Numero Verde 800 011 398
Informazioni e avvisi si trovano nella sezione apposita del sito
www.uninsubria.it – segreteria studenti.
4.5 BIBLIOTECA
La Biblioteca fa parte del Sistema Bibliotecario di Ateneo (SiBA).
La Biblioteca, localizzata in Via Monte Generoso 71 a Varese, è aperta
dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 19.00.
Agli utenti sono offerti i seguenti servizi: prestito locale, prestito
interbibliotecario, richiesta di articoli presenti in altre biblioteche, ricerche
bibliografiche, consultazione tesi di laurea. E’ possibile l’accesso via web
al catalogo bibliografico e alle risorse elettroniche (riviste e banche dati),
sono inoltre a disposizione degli utenti disabili alcune postazioni
attrezzate.
Per accedere ai servizi è necessario iscriversi alla biblioteca.
In biblioteca sono disponibili per la consultazione i libri di testo e le letture
consigliate adottate dal docente per ogni singolo corso.
Il personale è a disposizione degli utenti per ogni informazione o
assistenza.
Biblioteca sala lettura: telefono 0332/395104
Biblioteca fax: 0332/395109
20
Personale addetto: Dott. Luca Segato (responsabile), Dott.ssa Daniela
Cermesoni, Sig.a Lucia Di Gaudio, Sig.a Pasquina Teora.
Gli studenti di Como, potranno usufruire della Biblioteca di Giurisprudenza
in Viale Cavallotti, 5 dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 18.30.
4.6 LABORATORI LINGUISTICI
I laboratori linguistici (lab-rosso-verde e lab-blu), situati al 1° piano
dell'edificio di Via Monte Generoso, 71 - Varese, sono aperti dal lunedì al
venerdì dalle ore 9.00 alle ore 17.00.
Per gli studenti del corso di laurea in Economia e Amministrazione delle
imprese modalità part-time i laboratori osservano un orario esteso per
consentirne una più agevole fruizione:
 martedì e giovedì dalle 18.00 alle 21.30
 sabato dalle 9.00 alle 12.30
Eventuali modifiche dell’orario verranno comunicate con successivi avvisi.
I laboratori dispongono complessivamente di 70 postazioni utente con PC.
Gli studenti che desiderano approfondire le loro conoscenze riguardanti le
lingue inglese, francese, tedesco e spagnolo possono usufruire
liberamente dei sussidi didattici (libri, audio-cassette e impianto satellitare)
di cui i laboratori sono dotati.
Inoltre è disponibile il software didattico multimediale Tell Me More per
l'apprendimento delle lingue suddette in modalità self-access, nonché di
italiano per stranieri.
Sono attivi servizi di tutorato in lingua inglese, francese, tedesco e
spagnolo.
Personale:
Assistenza didattica: Dott.ssa Gabriella Franchi - inglese (Responsabile
dei Laboratori) e Dott.ssa Marianne Geist – seconda lingua.
Servizi informatici lato server: Sig. Guido Capello
4.7 LABORATORIO INFORMATICO
Il laboratorio informatico (lab-giallo), situato al 1° piano dell'edificio di via
Monte Generoso, 71 - Varese, è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore
9.00 alle ore 17.00.
21
Eventuali modifiche dell’orario verranno comunicate con successivo
avviso.
Il laboratorio dispone di n. 43 calcolatori in rete e di n. 2 stampanti laser a
disposizione degli iscritti alla Facoltà, sia per attività individuali (battitura
tesi, esercitazioni) sia per esercitazioni collettive concernenti le discipline
che implicano l'utilizzo dei calcolatori.
Software disponibili:
 Sistema Operativo Microsoft Windows 2000 o XP
 Microsoft Office XP (Word, Excel, PowerPoint, Access, FontPage,
Project)
 OpenOffice
 Sofware matematico-statistico: Matlab, Scilab, E-Views, R
Personale:
 In aula è presente un addetto per l’assistenza a studenti e docenti
 Servizi informatici lato server: Sig. Guido Capello
4.8 BORSE DI STUDIO
La Facoltà di Economia offre agli studenti la possibilità di usufruire,
durante la carriera accademica e dopo la Laurea, di borse di studio,
alcune delle quali finanziate da istituzioni, associazioni, enti (Camera di
Commercio di Varese, Lions, Rotary, Associazione Amici dell’Università,
Premio Tanzi, Famiglia Legnanese etc.) o anche da imprese.
Sono disponibili inoltre borse di studio ERASMUS ed ISU, concorsi per
premi di laurea, borse di studio per attività di ricerca e borse per corsi di
perfezionamento all’estero.
Per informazioni consultare il sito di Facoltà o rivolgersi all’Ufficio Stage:
tel. 0332/395010-11 fax: 0332/395019.
4.9 PRESENTAZIONI AZIENDALI
La Facoltà, d’intesa con il Servizio Orientamento dell’Ateneo, organizza
periodicamente presentazioni di aziende alla ricerca di personale.
22
Si tratta di incontri utili per conoscere le realtà entro le quali valutare
un’esperienza di stage o, per laureandi e laureati, per ottenere un utile
orientamento al lavoro.
Di norma nel corso di tali incontri, o successivamente ad essi, le aziende
raccolgono i curricula degli interessati per stage o assunzioni.
Per ricevere l’aggiornamento degli appuntamenti si può lasciare il proprio
recapito all’Ufficio Stage.
Per informazioni consultare il sito di Facoltà o rivolgersi all’Ufficio Stage:
tel. 0332/395010-11 fax: 0332/395019.
4.10 COLLABORAZIONI STUDENTESCHE (PART-TIME)
Ai servizi della Facoltà collaborano studenti assunti con contratti part-time
dall’Università. Tali contratti prevedono un massimo di 150 ore l’anno.
Ogni anno viene pubblicato un Bando con l’indicazione dei requisiti e delle
condizioni di ammissione ai contratti. Il Bando è disponibile sul sito
dell’Ateneo: www.uninsubria.it.
5. PROGRAMMA SOCRATES/ERASMUS
(Delegato di Facoltà: prof. F. Montobbio
Supporto amministrativo: Manager Didattico)
Si tratta di un programma integrato dell’Unione Europea, destinato a
fornire un supporto alle Università, agli studenti e al personale
accademico al fine di intensificare la mobilità e la cooperazione
nell’istruzione in tutta l’ Unione. Agli studenti iscritti presso un’Università di
uno Stato membro dell’Unione Europea, il programma ERASMUS offre la
possibilità di trascorrere un periodo di studio significativo (da 3 mesi a un
anno accademico) in un altro Stato membro e di ricevere il pieno
riconoscimento di tale periodo come parte integrante del corso di studio
globale; infatti, condizione essenziale per l’assegnazione delle borse di
studio ERASMUS è che il periodo di studio e gli esami sostenuti all’estero
siano pienamente riconosciuti nel Paese d’origine.
I vantaggi di studiare all’estero sono numerosi: una profonda conoscenza
delle lingue straniere, un contatto diretto con la cultura del paese
ospitante, una maggiore fiducia in se stessi e molti nuovi amici.
23
I vantaggi non si calcolano solo in termini linguistici e culturali. Infatti a
coloro che hanno trascorso un periodo di studio all’estero ERASMUS offre
numerose possibilità professionali. I datori di lavoro sono sempre più
sensibili alle capacità e alle competenze derivanti da esperienze di questo
tipo. Essi desiderano, infatti, trarre il massimo beneficio dall’Unione
Europea e dal Mercato unico, in quanto il campo naturale di attività non si
limita al singolo Stato membro, ma si estende all’intera Unione. Con il
programma ERASMUS, l’Unione Europea si è proposta, nella sua prima
fase triennale di attuazione, di far sì che il 10% degli studenti universitari
europei potesse inserire nel proprio curriculum vitæ un periodo di studi
all’estero.
Nel quadro del programma ERASMUS vengono erogate, direttamente a
favore degli studenti, borse di studio destinate a coprire i costi della
mobilità (viaggio, preparazione linguistica, alloggio), cioè le spese
aggiuntive che il singolo studente deve affrontare per soggiornare in una
sede diversa da quella in cui è iscritto.
Come si partecipa al programma ERASMUS
L’Ufficio Relazioni Internazionali ogni anno pubblica il bando con indicate
le condizioni di partecipazione e le scadenze. Lo studente interessato
deve presentare domanda entro le date indicate dal bando stesso: sono
previste tre diverse scadenze di presentazione delle domande, al fine di
differenziare i periodi di studio all’estero.
Per partecipare all’assegnazione delle borse Erasmus lo studente deve
possedere i seguenti requisiti:
- essere regolarmente iscritto all’Università degli Studi dell’Insubria, e
avere provveduto al rinnovo dell’iscrizione per l’a.a. 2006/2007;
- essere cittadino di uno dei Paesi partecipanti al programma, oppure
dimostrare di essere stato riconosciuto dallo Stato Italiano come
rifugiato politico, o apolide, o residente permanente (ai sensi dell’Art.
9, D. L. n. 286 del 25/07/1998, come modificato dalla L. n. 189 del
30/07/2002);
Gli studenti cittadini non comunitari possono concorrere esclusivamente
all’assegnazione delle borse previste per Atenei della Confederazione
Elvetica.
24
L’assegnazione delle borse avverrà sulla base di una graduatoria che
tiene conto di tutti i dati accademici dello studente (numero esami, media
voti, crediti, anno di iscrizione), sintetizzati nell’Indicatore Socrates (IS).
Gli studenti che avranno presentato domanda saranno convocati con
apposita comunicazione dall’Ufficio Relazioni Internazionali per
perfezionare la domanda (scelta della sede, presentazione della
documentazione necessaria, predisposizione del Learning Agreement, o
piano di studi all’estero, sottoscrizione dell’accordo finanziario).
Il Learning Agreement sarà sottoposto, a cura del docente delegato di
Facoltà, ad una verifica di coerenza tra piano di studi dello studente e
attività didattiche programmate per il periodo all’estero.
Gli studenti che risulteranno vincitori godranno dello status di studenti
Erasmus, che comporta:
- l’esenzione dal pagamento delle tasse di iscrizione presso la sede
ospitante
- la fruizione dei servizi attivati, alle condizioni previste dall’università
ospitante ed estensione all’estero della copertura assicurativa prevista
per gli studenti
- la partecipazione a corsi di lingua, ove attivati, sia presso la sede
straniera che presso il nostro Ateneo
- il riconoscimento delle attività svolte all’estero da parte della Facoltà
di appartenenza, sulla base del piano di studi preventivamente
approvato.
Gli studenti prescelti potranno inoltre beneficiare di :
1. un contributo mensile, stabilito annualmente dalla Commissione
Europea, a titolo di integrazione finanziaria destinato a coprire le maggiori
spese che lo studente dovrà sostenere all’estero;
2. un assegno mensile aggiuntivo di sostegno a carico dell’Ateneo di
importo variabile in relazione al paese di destinazione (Paesi ad alto costo
della vita: Belgio, Confederazione Elvetica, Danimarca, Germania,
Francia, Finlandia, Regno Unito; Paesi a basso costo della vita: Ungheria,
Grecia, Lituania, Lettonia, Slovacchia, Polonia, Portogallo, Slovenia,
Spagna, Turchia) ed alla fascia di reddito alla quale appartiene il
candidato.
L’importo della borsa, composto dal contributo comunitario e dall’ assegno
a carico dell’Ateneo verrà erogato, previa sottoscrizione di apposito
25
accordo finanziario e previo ricevimento del documento attestante l’arrivo
effettivo presso l’università di destinazione, come segue:
- il 50% entro il primo mese dalla avvenuta partenza;
- la rimanente somma in rate mensili posticipate.
Delegato di Facoltà è il prof. Fabio Montobbio.
Per ulteriori informazioni:
 Ufficio Manager Didattico – Facoltà di Economia
Tel. 0332 - 395010/11
Fax 0332 - 395019
e-mail: [email protected]

26
Ufficio Relazioni Internazionali dell’Ateneo
Dott.ssa Lucia Cortese
Dott. Luca Gallo
Tel. 0332 / 219340 - 219341
Fax. 0332 - 219349
e-mail: [email protected]
sito ufficiale: http://www.bdp.it/socrates
6. CORSI DI STUDIO E ALTRE INIZIATIVE DIDATTICHE
6.1 CORSI DI LAUREA TRIENNALI
Nell’a.a. 2006/2007 la Facoltà ha attivato i seguenti Corsi di Laurea
Triennale:
Economia e Commercio (classe 28) articolato in un primo anno comune
e in un biennio di indirizzo con due percorsi formativi:
 Economia Banca e Finanza
 Economia Industriale
Economia e Amministrazione delle Imprese (classe 17) articolato in un
primo anno comune e in un biennio di indirizzo con tre percorsi formativi:
 Economia e Amministrazione di Imprese
 Management
 Economia e Diritto di Impresa
Economia e Amministrazione delle Imprese (classe 17) modalità parttime (4 anni) costruito sulla base dell’indirizzo in Economia e
Amministrazione di Impresa (si veda il successivo paragrafo 8.5).
Presso la sede di Como la Facoltà ha attivato (sdoppiato) il primo anno
del corso di laurea in
Economia e Amministrazione delle Imprese (classe 17)
Per gli studenti immatricolati nell’a.a. 2004/2005 restano attivi gli indirizzi
specificati nella relativa edizione della Guida dello Studente e
precisamente:
Corso di laurea in Economia e Commercio (classe 28), articolato in tre
percorsi formativi:
 Economia e Finanza
 Economia Imprese e Mercati
 Economia Industriale
Corso di laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese (classe
17), articolato in quattro percorsi formativi:
 Strategia Gestione e Controllo
 International Management
 Banca e Finanza
 Economia e Diritto per l’Impresa
27
Corso di laurea in Economia e Amministrazione delle imprese
modalità (classe 17) modalità part-time ( 4 e 5 anni)
Per informazioni di dettaglio si vedano oltre i paragrafi: 8.4; 8.6; 8.8.
Per informazioni su classi di studio e ordinamenti didattici si veda il
Regolamento Didattico di Ateneo e il sito del MIUR www.miur.it.
Sono disattivati il Corso di Laurea quadriennale e il Diploma Universitario.
Agli studenti iscritti a tali corsi che volessero passare al nuovo
ordinamento (laurea di primo livello) è assicurato il riconoscimento dei
crediti acquisiti, presentando specifica richiesta alla Commissione
Paritetica per la Didattica.
6.2 CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA
La Facoltà ha attivato i seguenti corsi di Laurea Specialistica:
Economia e Commercio (classe 84/S) articolato in due percorsi
formativi:
 Economia e Management
 Economia e Diritto di Impresa
Economia Banca e Finanza (classe 19/S)
L’accesso ad entrambe le lauree specialistiche senza debiti formativi è
consentito a coloro che sono in possesso di Laurea Triennale in
Economia e Commercio e di Laurea Triennale in Economia e
Amministrazione delle Imprese conseguite presso la Facoltà.
Agli studenti in possesso del Diploma Universitario in Economia e
Amministrazione delle Imprese è consentito l’accesso alle lauree
specialistiche previa verifica da parte degli organi didattici competenti
della necessità di colmare eventuali debiti formativi.
6.3 MASTER DI PRIMO E DI SECONDO LIVELLO
Per l’a.a. 2006/2007 la Facoltà ha programmato l’attivazione dei seguenti
Master:
- Etica e responsabilità sociale nel mondo degli affari e delle professioni,
in collaborazione con la Facoltà di Giurisprudenza (terza edizione)
- Local Economic Development (LED) (quinta edizione)
28
Si può accedere al Master di primo livello con Diploma Universitario,
Laurea Triennale, Laurea Specialistica o Laurea Quadriennale. Si accede
al Master di secondo livello con Laurea Quadriennale o Specialistica.
Il conseguimento del Master assicura il riconoscimento di 60 crediti
formativi universitari.
I Master sono articolati in ore di didattica in aula, ore di studio individuale
e un periodo di stage a completamento della formazione teorica acquisita.
Per informazioni rivolgersi al Manager Didattico - Dott.ssa Catia
Imperatori.
6.4 DOTTORATO DI RICERCA
L’Università dell’Insubria ha istituito anche per quest’anno il dottorato
europeo in Economia della Produzione e dello Sviluppo presso il
Dipartimento di Economia di Varese.
Il Dottorato Europeo in Economia della produzione e dello sviluppo è
organizzato dal Consorzio – Rete costituito dalle Università di Barcelona
(E), Grenoble 2 (F), Sussex (UK), Insubria (I), Autonoma di Madrid (E),
Toulouse 1 (F), Copenhagen Business School (DK), Neuchâtel (CH).
Il progetto è organizzato in modo da garantire una formazione in grado di
produrre competenze sullo sviluppo economico comparato (tra Paesi
europei, tra Paesi dell’area OCSE, tra Paesi sviluppati e Paesi in via di
sviluppo), di sviluppare capacità di affrontare le questioni del governo dei
processi di trasformazione delle economie regionali e nazionali di fronte
alle sfide della progressiva internazionalizzazione della produzione e degli
scambi, di produrre conoscenze di modelli alternativi di organizzazione
della produzione e, quindi, della loro governance.
Il programma del dottorato europeo, oltre a garantire le conoscenze
teoriche fondamentali, in gran parte apprese nei corsi di master e nei corsi
integrativi predisposti dalle Università partecipanti al programma, è
organizzato nel modo seguente:
a) principio della cotutela, con la supervisione del progetto di P.h.D. da
parte di due docenti di due paesi diversi
b) eventuale periodo di studio all’estero
c) seminario intensivo annuale con la partecipazione dei docenti e di tutti
gli studenti partecipanti al dottorato europeo per comparare le
metodologie di ricerca e i risultati provvisori delle ricerche in corso.
29
Il coordinatore del corso è il prof. Gioacchino Garofoli. Il corso ha durata
triennale, i posti messi a concorso sono sei e le borse di studio disponibili
sono tre.
Le informazioni per accedere al concorso e quelle relative al Dottorato
sono reperibili sul sito della Facoltà di Economia all’indirizzo:
http://eco.uninsubria.it/dipeco/Dottorati/index.htm
6.5 CORSO DI PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO DI DOTTORE
COMMERCIALISTA
Dall’anno 2000 la Facoltà di Economia è sede autonoma di Esame di
Stato per l’abilitazione all’esercizio della professione di Dottore
Commercialista. Dal 1995 la Facoltà organizza in collaborazione con
l’Associazione dei Dottori Commercialisti di Varese un corso biennale per
la preparazione all’Esame di Stato per l’abilitazione alla professione di
Dottore Commercialista.
Informazioni sul corso e sugli Esami di Stato sono disponibili nella pagina
dell’offerta formativa del sito di Facoltà o presso l’Ufficio Stage della
Facoltà.
6.6 CORSI DI AGGIORNAMENTO E DI PERFEZIONAMENTO
Per l’a.a. 2006/2007 la Facoltà ha programmato l’istituzione della quinta
edizione del corso di aggiornamento sul tema: “Fiscalità internazionale
nella gestione del risparmio familiare”, organizzato in collaborazione con il
Centro Studi Bancari di Vezia.
Il corso è suddiviso in 18 moduli, per un totale di complessive 280 ore. Il
partecipante può scegliere se frequentare uno o più moduli, in alternativa
all’intero corso.
Il corso si tiene presso le sedi del Centro di Studi Bancari (Villa Negroni in
Vezia-Lugano) e della Facoltà di Economia dell’Università dell’Insubria
(Villa ToepliTz in Varese).
6.7 TUTORATO
Tutorato (docenti)
30
Per ogni Corso di Laurea e percorso formativo (indirizzo) vengono indicati
dei docenti/ricercatori in qualità di tutor. Tali tutor assistono e sostengono
gli studenti nella scelta consapevole del corso di studi e nella definizione
del piano di studi.
Servizio di tutorato (studenti)
La Facoltà bandisce ogni anno collaborazioni retribuite per attività di tutor
svolte da studenti. I tutor sono selezionati dalla Commissione Paritetica
per la Didattica, svolgono la loro attività con riferimento alle aree
Aziendale, Economica, Giuridica, Matematico-statistica e Lingue straniere
in collaborazione e sotto la supervisione dei docenti responsabili di Area.
Gli orari di svolgimento delle attività di tutorato sono resi noti con avviso
anche on line.
La Facoltà organizza servizi di tutorato a favore degli iscritti sia ai corsi di
Laurea Triennale sia ai corsi di Laurea Specialistica. Tale attività sarà a
titolo retribuito secondo le modalità indicate nel bando annuale. Per l’a.a.
2006/2007 sono previste attività di tutorato nelle aree Economica,
Aziendale, Giuridica, Matematico-Statistica, Lingue straniere.
Tutorato disabili
Presso l’Università degli Studi dell’Insubria è attivo il Servizio Disabili di
Ateneo. Il Servizio costituisce un punto di riferimento costante dove gli
studenti disabili iscritti al nostro Ateneo possono presentare le loro
richieste, le eventuali segnalazioni e ricevere informazioni sulle
agevolazioni e i servizi disponibili. In particolare, il Servizio:
 garantisce, anche attraverso contatti e colloqui diretti con gli studenti
interessati e con le loro famiglie, un costante ed aggiornato
monitoraggio delle necessità
 coordina i servizi, le attività e gli interventi a favore degli studenti con
disabilità
 cura la diffusione dell’informazione presso gli studenti, nonché
all’esterno dell’Università, presso tutti i potenziali interessati (ad es.,
scuole, enti locali, ecc.)
 promuove,
anche
attraverso
iniziative
personalizzate,
in
collaborazione con le strutture interessate, ogni intervento utile a
risolvere eventuali specifici problemi.
31
Gli studenti iscritti all’Ateneo hanno molteplici possibilità di contribuire alle
attività del Servizio Disabili. A questo proposito, oltre a quanto previsto
dalle norme sulle collaborazioni studentesche (vedi), si segnala che
dall’anno accademico 2005/2006 è stato istituito un Albo di Ateneo di
studenti idonei per il conferimento di assegni per l’incentivazione delle
attività di tutorato didattico-integrative, propedeutiche e di recupero rivolte
all’assistenza ed affiancamento in favore di studenti disabili, aggiornato
annualmente. Per ulteriori informazioni si invitano gli interessati a
prendere direttamente contatto con il Servizio.
Il Servizio Disabili ha sede in Varese, in via Ravasi n. 2 ed è raggiungibile
telefonicamente al numero 0332/219035 (fax 0332/219039) oppure via email all’indirizzo [email protected]
Il Delegato del Rettore per l’integrazione degli studenti disabili è il Prof.
Marco Cosentino, che può essere contattato presso il Servizio Disabili o
presso il Dipartimento di Medicina Clinica, Sezione di Farmacologia
Sperimentale e Clinica (Padiglione Rossi, Via Ottorino Rossi n. 9 Varese,
tel.
0332/217410,
fax
0332/217409,
e-mail:
[email protected]).
Il Referente per la Facoltà di Economia è la dott.ssa Enrica Pavione –
[email protected]
6.8 ATTIVITÀ DI TEACHING ASSISTANT
La Facoltà bandisce ogni anno collaborazioni retribuite per attività di
teaching assistant, svolte da studenti iscritti alla Laurea Specialistica.
Il teaching assistant coadiuverà il docente di riferimento nell’attività
didattica a favore degli iscritti alle lauree triennali e svolgerà attività
complementari a quelle svolte dai tutor.
6.9 VALUTAZIONE DELLA DIDATTICA
Il Nucleo di Valutazione dell’Ateneo provvede alla rilevazione ed
elaborazione delle valutazioni degli studenti in ordine all’erogazione degli
insegnamenti.
32
I risultati delle elaborazioni in forma aggregata sono resi noti dal Nucleo di
Valutazione dell’Ateneo in appositi documenti e nella relazione annuale e
comunicati alla Facoltà.
Si veda la pagina del Nucleo di Valutazione nel sito dell’Ateneo
(www.uninsubria.it).
33
7. INFORMAZIONI COMUNI A TUTTI I CORSI DI LAUREA
7.1 INSEGNAMENTI ATTIVATI - A.A. 2006/2007
Insegnamenti
attivati
Alfabetizzazione
informatica
Calcolo delle
Probabilità
(Processi
Stocastici)
Diritto
Amministrativo
Diritto
commerciale B
Diritto degli
Scambi
Internazionali
Diritto del lavoro
Diritto
dell’Economia
Diritto dell’Unione
Europea
Diritto delle
imprese e delle
società
Diritto
Fallimentare
Diritto
processuale
tributario
Diritto pubblico
progredito
Diritto tributario A
Diritto Tributario B
Econometria
Econometria dei
Mercati Finanziari
A
34
Crediti
Lauree triennali
Ec. e
amm.
Ec. e
delle
comm.
imprese
Lauree
specialistiche
Ec.
Ec. e banca
comm. e fin.
2
X
5
X
X
5
X
X
X
5
X
X
5
5
X
X
X
5
5
X
X
U
X
X
5
X
5
X
5
X
X
10
5
5
5
5
Immatricolati
05/06 e
successivi
X
X
X
X
X
X
X
X
Z
X
X
X
Economia
Aziendale
Economia degli
Intermediari
Finanziari
Economia degli
Intermediari
Finanziari A
Economia degli
Intermediari
Finanziari B
Economia dei
Mercati Monetari
e Finanziari A
Economia dei
Mercati Monetari
e Finanziari B
Economia del
Mercato Mobiliare
B
Economia
dell’Unione
Europea
Economia della
tassazione
Economia dello
Sviluppo
Economia e
gestione delle
imprese
Economia e
Gestione delle
Imprese A
Economia e
Gestione delle
Imprese B
Economia e
Gestione delle
Imprese
Internazionali
Economia
Industriale
Economia
Internazionale A
35
10
X
X
5
X
X
5
P-T
5
X
5
X
X
X
X
X
X
5
X
G
5
X
I
X
F
5
X
5
X
5
X
10
5
X
X
5
5
X
5
X
5
X
X
X
X
X
X
X
X
X
X
Economia
Monetaria
Economia
Regionale A
Finanza
Aziendale A
Finanza
Aziendale B
Finanza
Aziendale
Internazionale
Finanziamenti di
Aziende
Gestione dei
Rischi
Idoneità
informatica
Informatica di
Base B
Inglese Avanzato
Istituzioni di
diritto Tributario
Istituzioni di Diritto
Privato
Istituzioni di Diritto
Pubblico
Istituzioni di diritto
pubblico B
Istituzioni di
macroeconomia
Istituzioni di
Ragioneria
Lineamenti di
diritto
commerciale
Lingua cinese
Lingua francese (
livello B1)
Lingua inglese
Lingua Inglese –
parte prima
(livello B2)
Lingua Inglese –
parte seconda
(livello B2)
36
5
X
X
X
X
5
X
X
X
X
5
X
X
X
5
X
5
X
5
X
5
2
X
2
5
X
S
X
X
X
X
X
X
X
P-T
5
X
X
5
X
X
5
X
X
5
P-T
5
X
X
5
X
X
5
5
X
X
X
X
5
8
X
X
P-T
3
X
X
5
X
X
Lingua spagnola
(livello B1)
Lingua tedesca (
livello B1)
Macroeconomia A
Macroeconomia
Internazionale
Macroeconomia
progredita
Marketing A
Marketing
Internazionale
Matematica
Matematica A
Matematica B
Matematica
finanziaria
Matematica
Finanziaria A
Matematica per
l’Economia
Microeconomia
Microeconomia A
Microeconomia B
Modelli Finanziari
a Tempo
Continuo
Obbligazioni e
contratti
Organizzazione
Aziendale A
Organizzazione
Aziendale B
Organizzazione
del Lavoro
Politica
Economica
Politica
Economica A *
Politica
economica
regionale
Principi di
Programmazione
Informatica
37
5
X
X
5
5
X
X
P-T
5
5
5
5
10
5
5
X
X
X
X
X
X
X
X
P-T
P-T
10
X
X
5
X
X
X
X
P-T
P-T
5
10
5
5
X
K
X
5
X
X
5
X
X
X
X
X
5
X
X
5
X
X
5
X
5
5
X
X
5
5
X
X
T
X
X
X
X
X
X
J
L
Ragioneria
Ragioneria
Avanzata A
(contabilità dei
costi)
Ragioneria
Avanzata B
Ragioneria B
Revisione
Contabile
Ricerca Operativa
Scienza delle
Finanze
Scienza delle
Finanze A
Sistemi Finanziari
Comparati
Sociologia
Statistica di Base
Statistica
inferenziale
Statistica per
l’Impresa
Storia Economica
Strategia e
Politica Aziendale
Tecniche di
Previsione
Economica
Temi avanzati di
Diritto per
l’Impresa
Temi avanzati di
Economia
Temi avanzati di
Gestione e
Management
Temi avanzati di
Metodi
Quantitativi per
l’Impresa
Teoria delle
Decisioni
38
5
5
X
5
5
5
5
X
X
X
X
X
P-T
X
X
5
X
X
C
X
D
5
X
5
5
5
X
X
X
5
X
X
5
5
X
X
X
X
X
X
5
X
X
X
M
5
X
X
X
C
1 =8
ore
1=8
ore
X
X
X
X
V
X
X
X
X
X
1=8
ore
X
X
1=8
ore
X
X
5
X
X
C
Le x indicano gli insegnamenti inseriti nei piani di studio dei singoli corsi di
laurea.
Per gli studenti immatricolati fino all’a.a. 2004-2005 la tabella 11.3 riporta
le corrispondenze tra corsi disattivati e corsi attivati nell’a.a. 2006-07.
*Macroeconomia B – Politica Economica A:
Gli studenti che hanno nel Piano di studi Politica Economica A, ma non
hanno Macroeconomia B (Macroeconomia Progredita) devono sostenere
l’esame di Macroeconomia B (Macroeconomia Progredita) al posto di
Politica Economica A, il Piano di studi resta immutato in quanto i due
insegnamenti sono mutuati.
7.2 CREDITI, ESAMI, PROPEDEUTICITÀ
Crediti
I crediti sono l’unità di misura dell’impegno didattico chiesto allo studente
(25 ore/1CFU): di norma 5 crediti corrispondono ad un corso che si svolge
su un solo ciclo (40 ore), 10 crediti ad un corso su due cicli (80 ore). Nella
Laurea Triennale ed in quella Specialistica si prevede il conseguimento di
60 crediti per anno di corso.
Insegnamenti in soprannumero
Qualora lo studente inserisca nel piano di studio altri insegnamenti, oltre a
quelli richiesti per il conseguimento del titolo, essi si considerano in
soprannumero. I voti entrano nel calcolo della media salvo diversa ed
esplicita richiesta dello studente.
Insegnamenti non più attivati
Gli insegnamenti non più attivati non potranno essere inseriti nei piani di
studio; potranno però essere mantenuti se già previsti e gli esami
potranno essere sostenuti secondo le modalità previste dal Regolamento
esami per un periodo di tempo limitato dopo la soppressione del corso. Gli
studenti sono invitati a verificare con attenzione lo scadere del termine,
trascorso il quale il corso dovrà essere sostituito con altro o con altri
39
equivalenti in termini di crediti. In circostanze eccezionali potrà essere
nominata un’apposita Commissione di esame.
Propedeuticità
Si richiede il superamento degli insegnamenti di base (parte A; prima
parte; parte generale; istituzioni; lineamenti) prima del superamento dei
corsi avanzati (parte B, seconda parte, parte speciale; progredito).
Per gli immatricolati a.a. 2004/05 e precedenti è abolita la propedeuticità
tra Lingua Inglese (che potrà essere sostenuta a partire dal secondo anno
senza alcuna propedeuticità o condizione) e Seconda lingua (che potrà
essere sostenuta a partire dal terzo anno senza alcuna propedeuticità o
condizione).
Per gli studenti di tutti i corsi di Laurea Triennale (immatricolati dall’a.a.
2005/2006), modalità tradizionale, tutti gli insegnamenti del primo anno
sono propedeutici al secondo e al terzo anno; pertanto non si potranno
sostenere gli esami del secondo e del terzo anno se non si sono superati
gli esami relativi a tutti gli insegnamenti del primo anno (idoneità incluse).
Per gli studenti del Corso di Laurea part-time (immatricolati dal
a.a.2005/2006) vengono considerati propedeutici agli insegnamenti del
quarto anno gli insegnamenti del primo e del secondo anno; pertanto non
si potranno sostenere gli esami del quarto anno se non si sono superati
tutti gli insegnamenti del primo e del secondo anno.
Per gli insegnamenti dei corsi di laurea specialistica le propedeuticità
sono esplicitate sia nella tabella precedente (7.1) che nelle tabelle dei
Piani di Studio dei vari corsi/indirizzi.
Le propedeuticità hanno carattere tassativo (la Segreteria Studenti non
procederà alla registrazione degli esami che non le rispettano e verrà
emanato
un
Decreto
Rettorale
di
annullamento)
ovunque
specificatamente indicato nella precedente tabella relativa ai corsi attivati
(colonna “Propedeuticità”), secondo la seguente legenda:
A. richiede il superamento di: Diritto Commerciale A/Lineamenti di Diritto
Commerciale
B. richiede il superamento di: Economia Aziendale, Ragioneria A/
Istituzioni di ragioneria
C. richiede il superamento di: Matematica Generale A, Matematica
Generale B, Analisi dei Dati, Statistica inferenziale
40
D. richiede il superamento di: Matematica Generale A, Matematica
Generale B, Analisi dei Dati, Statistica Inferenziale, Istituzioni di
Economia, Microeconomia Applicata, Macroeconomia A
E. richiede il superamento di: Microeconomia
F. richiede il superamento di: Scienza delle Finanze (A)
G. richiede il superamento di: Economia Monetaria, Economia dei
mercati monetari e finanziari A
I. richiede il superamento di: Economia del mercato mobiliare A,
Economia degli intermediari finanziari A
J. richiede il superamento di: Calcolo delle probabilità.
K. richiede il superamento di: Economia aziendale, Ragioneria A,
Ragioneria B, Marketing A.
L. si consiglia il superamento di: Organizzazione aziendale A.
M. richiede il superamento di: Economia aziendale, Economia e gestione
delle imprese A, per i Corsi di laurea tradizionali; solo Economia aziendale
per il Corso di Laurea modalità part-time
N. richiede il superamento di: Finanza Aziendale A
O. richiede il superamento di: Economia aziendale, Ragioneria A,
Ragioneria B, Economia e gestione delle imprese A
Q. si consiglia il superamento di: Matematica generale B
R. richiede il superamento di: Istituzioni di diritto pubblico A, Istituzioni di
diritto privato A
S. richiede il superamento di: Economia degli intermediari finanziari A
T. richiede il superamento di: Istituzioni di macroeconomia
U. richiede il superamento di: Diritto dell’Unione Europea
V. richiede il superamento di: Analisi dei dati e Statistica inferenziale
Z. richiede il superamento di: Istituzioni di diritto tributario
7.3 EQUIVALENZE E RICONOSCIMENTI
Riconoscimento di esami superati in altre Facoltà
Il riconoscimento di esami superati presso altre Facoltà è assicurato:
per gli insegnamenti impartiti in altre Facoltà di Economia a
condizione che contenuti, estensione dei programmi e durata dei
corsi siano equiparabili a quelli dei corsi corrispondenti presenti nella
Facoltà o rientrino, per numero e per durata, fra quelli che possono
essere sostenuti liberamente fuori Facoltà.
41
Per esami che non rientrino nei casi di cui sopra, la Commissione
Paritetica per la Didattica effettua una valutazione preliminare e
approfondita delle carriere degli studenti provenienti da altre Facoltà
ed elabora proposte che sottopone al Consiglio di Facoltà.
Per gli studenti (laureati e non) non provenienti da Facoltà dell’area
economica di regola non saranno riconosciuti esami attinenti a materie
statistiche ed economiche.
-
Iscrizione ai corsi di Laurea Triennale e specialistica da parte di
titolari di DU in Economia e Amministrazione delle Imprese.
Coloro che hanno conseguito il Diploma Universitario in Economia e
Amministrazione delle Imprese presso la Facoltà potranno iscriversi ad
una Laurea Triennale attivata dalla Facoltà chiedendo il riconoscimento
della carriera.
Il Consiglio di Facoltà può riconoscere la validità della carriera degli
studenti che hanno conseguito il Diploma Universitario, interamente o con
integrazione di crediti. E’ comunque necessario conseguire l’Idoneità di
Seconda Lingua e sostenere la Prova finale.
7.4 CONVENZIONE CON LA GUARDIA DI FINANZA PER IL
RICONOSCIMENTO DI CREDITI FORMATIVI
Il Consiglio di Facoltà nella seduta del 30/06/2003, il Senato Accademico
nella seduta del 14/07/2003 e il Consiglio di Amministrazione nella seduta
del 21/07/2003 hanno approvato il riconoscimento, ai fini dell’iscrizione
universitaria con eventuale abbreviazione di corso, dell’attività formativa
acquisita dai militari del Corpo della Guardia di Finanza nei rispettivi corsi
di formazione.
Per le tabelle di convalida si rimanda ad apposita convenzione tra
Università dell’Insubria e Guardia di Finanza (www.uninsubria.it
→Segreteria studenti→Convenzione riconoscimento crediti GdF)
Gli esami si intendono convalidati sia che lo studente decida di iscriversi
al Corso di Laurea in Economia e Commercio (tutti i 2 indirizzi) sia che
decida di iscriversi al Corso di Laurea in Economia e Amministrazione
delle Imprese (tutti i 3 indirizzi) – peraltro le denominazioni degli
insegnamenti sono identiche.
42
Qualora l’esame non sia compreso nel piano di studi dell’indirizzo
prescelto, lo Studente potrà inserirlo come insegnamento a scelta oppure
chiedere l’approvazione al CdF di un piano di studi libero.
43
8. CORSI DI LAUREA TRIENNALI
8.1 INFORMAZIONI COMUNI
Attivazione sede di Varese
Nell’anno accademico 2006/2007 sono attivati
- Il Corso di Laurea in Economia e Commercio, di durata triennale
(classe N. 28 “Scienze Economiche”)
- Il Corso di Laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese,
di durata triennale (classe N. 17 “Economia e Amministrazione
Aziendale”)
Entrambi i Corsi di Laurea sono strutturati in un primo anno comune e in
un biennio di indirizzo, con diversi percorsi formativi. Il primo anno è,
inoltre, comune ai due Corsi di Laurea.
Attivazione (sdoppiamento) sede di Como
Nell’anno accademico 2006/2007 è attivato il primo anno del
- Corso di Laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese, di
durata triennale (classe N. 17 “Economia e Amministrazione
Aziendale”)
Crediti
Ogni anno lo studente deve conseguire 60 crediti.
L’indicazione dei crediti relativi ai diversi insegnamenti è riportata nella
tabella del precedente paragrafo 7.1.
Oltre ai crediti obbligatori ed a quelli “alternativi” (per gli iscritti al III anno)
previsti nelle tabelle relative a ciascun percorso formativo (vedi oltre) lo
studente deve conseguire:
- 10 crediti a scelta libera. Lo studente ha la possibilità di scegliere
qualsiasi insegnamento attivato presso la Facoltà e/o l’Ateneo, in questo
ultimo caso, dovrà non solo presentare il piano di studi, ma richiedere la
necessaria autorizzazione al Consiglio di Facoltà.
- 5 crediti per uno stage o in alternativa per un insegnamento a scelta
libera
- 5 crediti per la Prova Finale.
Stage
44
Lo stage (5 crediti) viene normalmente svolto al terzo anno, a richiesta
dello studente. Per informazioni circa gli stage disponibili e per eventuali
proposte rivolgersi all’Ufficio Stage della Facoltà.
Presentazione del Piano di studi
La presentazione del Piano di studi con la scelta del percorso,
l’indicazione della scelta degli esami liberi e di quelli proposti in
alternativa deve avvenire dal 2 ottobre al 15 dicembre del secondo anno
di corso.
Ammissione al secondo anno (Immatricolati a.a. 2005/2006 e
successivi)
Coloro che non abbiamo conseguito tutti i crediti richiesti per il primo anno
sono iscritti al secondo anno, ma non possono sostenerne gli esami se
non dopo aver completato quelli relativi al primo anno.
Ammissione al terzo anno (Immatricolati a.a. 2004/2005 e precedenti)
Gli studenti che non abbiano conseguito tutti i crediti richiesti per il primo
anno e almeno 40 del secondo entro il 17/02/2007, non sono ammessi al
terzo anno e vengono iscritti come “fuori corso intermedio”.
Agli studenti iscritti al secondo anno fuori corso intermedio è data la
facoltà di anticipare gli insegnamenti a scelta libera previsti per il terzo
anno, nel rispetto delle propedeuticità previste. Tale anticipazione al
secondo anno deve essere indicata nel piano di studi al momento della
presentazione del piano di studi in Segreteria studenti. In caso contrario
gli esami a scelta libera potranno essere sostenuti solo nel 3° anno.
8.2 PROVA FINALE
Le regole di seguito indicate sono in vigore a partire dalla seduta di
laurea di settembre 2006, indipendentemente dall’anno di
immatricolazione del laureando.
Alla Prova Finale sono attribuiti 5 crediti.
La Prova Finale viene sostenuta davanti ad una Commissione d’esame
composta da almeno 5 docenti e presieduta da un professore di prima
fascia di ruolo nella Facoltà. Sono possibili quattro modalità alternative di
svolgimento della prova finale, disciplinate da apposito regolamento della
Facoltà.
45
Tipologia di svolgimento della Prova finale
A. Discussione di un elaborato scritto (massimo di 30 cartelle di 1800
battute ciascuna) su un tema attinente al percorso di studi prescelto,
concordato con un Docente o un Ricercatore della Facoltà che fungerà da
Relatore.
Tempo indicativo di preparazione: 3 mesi.
Il Preside nominerà i membri della Commissione di laurea e tra questi
individuerà, per ciascun laureando, un Correlatore al quale il candidato
dovrà consegnare l’elaborato almeno 15 giorni prima della data di
discussione.
Per le modalità di redazione si rinvia al successivo paragrafo 9.5 “Norme
e consigli per la compilazione”.
B. Discussione, di fronte alla Commissione, su un argomento attinente al
percorso di studi. La discussione è finalizzata ad accertare, in un’ottica
interdisciplinare, il raggiungimento degli obiettivi formativi del Corso di
laurea prescelto.
Apposita Commissione nominata dal Preside proporrà al candidato (15
giorni prima della data della prova finale) due argomenti tra i quali
scegliere.
Il candidato dovrà predisporre una traccia della sua relazione indicante,
per punti, la struttura logica che intende seguire nella discussione. Tale
traccia dovrà inoltre essere corredata dalla bibliografia consultata,
elaborata secondo le istruzioni contenute al successivo punto 9.5.
C. Discussione di fronte alla Commissione dell’attività di Stage, qualora lo
Studente lo abbia svolto.
Si richiede una sintetica traccia scritta dell’esposizione, corredata
dall’indicazione precisa del nome e dei riferimenti dell’impresa presso cui
si è svolto lo stage, dell’attività seguita e del Docente che ha svolto
funzioni di tutor. Tale Docente farà parte, per quanto possibile, della
Commissione di laurea.
D. Discussione di fronte alla Commissione dell’esperienza di studio
all’estero, nell’ambito del Programma ERASMUS, qualora lo Studente lo
abbia svolto.
46
Si richiede una sintetica traccia scritta dell’esposizione, corredata
dall’indicazione precisa del nome e dei riferimenti dell’Università presso
cui si è svolto il Programma, dell’attività seguita e del Docente che ha
svolto funzioni di tutor. Tale Docente farà parte, per quanto possibile,
della Commissione di laurea.
Ammissione alla discussione
Per la Tipologia A: il Relatore consentirà l’ammissione alla discussione
della tesi solo dopo avere accertato che il candidato abbia svolto in forma
sufficiente il tema dell’elaborato.
Formalità amministrative
La domanda per la prova finale deve essere presentata in Segreteria
Studenti almeno 45 giorni prima della data stabilita. Tale domanda deve
essere corredata oltre che dalla documentazione richiesta dalla
Segreteria stessa, dal libretto universitario. Qualora lo studente debba
ancora sostenere degli esami, il termine ultimo per la consegna del
libretto è 25 giorni prima dell’inizio della seduta di laurea.
L’elaborato previsto dalla tipologia A, deve essere consegnato in formato
elettronico in Segreteria Studenti a cura dello studente almeno 25 giorni
prima della data stabilita per la prova finale (contestualmente alla
consegna del libretto universitario) corredato dalla “Dichiarazione di
Conformità della tesi” e dalla Dichiarazione del docente Relatore (facsimili disponibili sul sito alla pagina della Segreteria Studenti).
Una traccia della discussione prevista dalle tipologie B, C e D, deve
essere consegnata in Segreteria Studenti, in formato elettronico, a cura
dello studente entro 3 giorni lavorativi prima della data stabilita per la
prova finale.
Copie dell’elaborato devono essere consegnate, sempre a cura dello
studente:
- (tutte le tipologie) in formato cartaceo, alla Commissione di laurea il
giorno della seduta di laurea. Tale copia deve essere ritirata dallo
Studente dopo la discussione, salvo quanto indicato nel successivo
paragrafo
- (tipologia A) al Relatore
- (tipologia A) al Correlatore
- (tipologia A) al Secondo Correlatore, se nominato.
47
Deposito elaborati in biblioteca
Sono depositati in biblioteca per la consultazione, previo consenso del
laureato, gli elaborati approvati con lode e gli elaborati ritenuti meritevoli di
interesse da parte del Relatore.
Votazione finale
La votazione finale è espressa in centodecimi ed è calcolata, a cura della
Commissione di laurea, come somma dei seguenti elementi:
a) media dei voti, ponderata per il numero di crediti attribuiti
all’esame
b) 0.33 punti per ogni lode
c) bonus per la rapidità della carriera: 2 punti per ciascun anno in cui
lo studente ha superato, entro il 30 novembre tutti gli esami
dell’anno a cui era iscritto. Tale premio è attribuito solo a quegli
studenti in corso che non abbiano effettuato trasferimenti,
passaggi o abbreviazioni di corso durante la carriera universitaria
d) voto assegnato alla prova finale.
Le diverse prove danno diritto a punteggi differenziati secondo la
seguente tabella:
Tipologia di
prova
A
B
CD
Giudizio
Sufficiente
0–2
0–1
0
Buono
3-4
1-2
1
Ottimo
5-6
3-4
2
Il punteggio potrà essere negativo in presenza di insufficienze molteplici,
quando la prova finale, a giudizio della Commissione non sia migliorabile.
La richiesta, da parte del Relatore, di un punteggio uguale o superiore a 7
punti, per tesi di eccezionale valore, dovrà essere segnalata al Preside ed
al correlatore almeno 15 giorni prima della seduta di laurea con una
relazione che indichi i punti della tesi particolarmente significativi; in
questo caso il Preside nominerà un secondo Correlatore.
48
La lode può essere attribuita dalla Commissione all’unanimità in
considerazione della particolare padronanza degli strumenti di base e
delle nozioni, della particolare capacità critica di applicazione delle
conoscenze acquisite o anche della carriera (particolarmente rapida e/o
brillante). Non potrà essere chiesta la lode se la media dei voti è inferiore
a 98.
Elaborati in lingua straniera
L’elaborato può essere redatto in lingua straniera, alle seguenti
condizioni:
- che si tratti di lingua comprensibile ai componenti la Commissione: in
ogni caso inglese, francese, spagnolo e tedesco
- che dell’elaborato sia compilato un ampio sommario, in lingua italiana,
sufficiente a valutarne i contenuti e le eventuali caratteristiche di
originalità. L’elaborato corredato di sommario, del quale costituisce parte
integrante, deve essere sottoscritto dal relatore.
La tesi dovrà inoltre essere consegnata esclusivamente in formato
cartaceo alla Segreteria Studenti secondo le stesse scadenze previste per
le tesi in lingua italiana.
49
8.3 CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO
(immatricolati a.a. 2005/2006 e successivi)
Classe N. 28 “Scienze Economiche”
Responsabile del Corso è il prof. Michele Bernasconi.
Obiettivi formativi e sintesi degli sbocchi professionali
Il Corso di laurea mira alla formazione di un economista in grado di
operare in un’ impresa (industriale, bancaria, di servizi) con una buona
comprensione dei nessi tra organizzazione e obiettivi dell’impresa e
dell’ambiente esterno, oppure in enti pubblici (a livello locale e nazionale).
Il laureato di questo corso di laurea avrà buone basi in campo economico,
aziendale e giuridico con attenzione anche agli strumenti quantitativi. Sarà
in grado di operare con una conoscenza delle logiche operative
dell’impresa, ma anche con forte consapevolezza delle loro
interconnessioni con il contesto regionale, nazionale e internazionale.
Il Corso si articola in due percorsi formativi (indirizzi): Economia, Banca e
Finanza (EBF) ed Economia Industriale (EI). L’indirizzo sarà scelto al
momento dell’iscrizione al secondo anno.
Si noti che il terzo anno non è al momento attivato. Insegnamenti,
tipologie e crediti assegnati potranno subire variazioni nell’a.a. 2007/2008.
Per gli immatricolati nell’a.a. 2004/2005 e precedenti si rimanda al
paragrafo 8.4.
PRIMO ANNO COMUNE AI DUE PERCORSI FORMATIVI
Insegnamenti
Economia aziendale
Istituzioni di diritto privato
Istituzioni di diritto pubblico
Istituzioni di ragioneria
Matematica
Microeconomia
Statistica di base
Storia economica
Lingua Inglese – Parte
Prima (livello B2)
50
Crediti
10
5
5
5
10
10
5
5
3
Alfabetizzazione
Informatica
2
1) Indirizzo: ECONOMIA BANCA E FINANZA (EBF)
Sviluppa la preparazione economico-quantitativa ed è finalizzato alla
preparazione di un esperto del settore finanziario con capacità previsive e
operative sui mercati finanziari, con particolari conoscenze di analisi
tecnica e di gestione dei rischi finanziari e operativi. Il laureato triennale in
Economia Banca e Finanza sarà in grado di interpretare e di impostare
semplici modelli di previsione economica e di operare nell’ambito del risk
management. La sua possibile collocazione è nel settore bancario,
finanziario e nelle imprese di medie dimensioni.
Naturale prosecuzione degli studi nel percorso formativo Economia Banca
e Finanza è la Laurea Specialistica in Economia Banca e Finanza (classe
19/S) attivata presso la facoltà.
SECONDO ANNO
Anno
Crediti
2
Diritto dell'Unione Europea
5
2
5
2
Econometria
Economia degli intermediari
finanziari
2
Idoneità di informatica
2
2
Istituzioni di macroeconomia
Lineamenti di diritto
commerciale
Lingua Inglese – Parte
Seconda (livello B2)
Lingua Francese (livello B1)
Lingua Spagnola (livello B1)
Lingua Tedesca (livello B1)
5
2
2
2
51
Insegnamenti obbligatori
5
5
5
5
Lingua Cinese
2
Macroeconomia progredita
5
2
10
2
Matematica finanziaria
Principi di programmazione
informatica
2
Statistica inferenziale
5
5
TERZO ANNO (non attivato a.a. 2006/2007)
Anno
3
Crediti
Calcolo delle probabilità
Diritto della concorrenza e
della regolazione dei
mercati
Econometria dei mercati
finanziari A
5
Economia bancaria
Economia dei mercati
monetari e finanziari A
Economia del mercato
mobiliare A
5
5
3
Economia monetaria
Tecniche di previsione
economica
Stage o insegnamento a
scelta libera
Insegnamenti a scelta
libera *
10
3
Prova finale
5
3
3
3
3
3
3
3
3
52
Insegnamenti obbligatori
4
5
5
4
5
5
INSEGNAMENTI A SCELTA LIBERA *
Lo studente ha la possibilità di scegliere, per un massimo di 10 CFU,
qualsiasi insegnamento attivato presso la Facoltà e/o l’Ateneo. In questo
ultimo caso, dovrà non solo presentare il piano di studi, ma richiederne l’
approvazione al Consiglio di Facoltà.
2) Indirizzo: ECONOMIA INDUSTRIALE (EI)
Accentua la preparazione in area economica fornendo gli strumenti per
comprendere e valutare l'ambiente in cui le imprese, pubbliche e private,
operano: mercati dei beni e dei servizi prodotti e degli input di produzione;
struttura e dinamica del settore (grado e tipo di integrazione orizzontale
e/o verticale; processi innovativi in atto e modalità di sviluppo); area
geografica dei mercati; regole istituzionali, a livello nazionale e
sovranazionale. Fornisce gli strumenti per la comprensione dei
meccanismi di gestione del sistema economico (politica economica e
governance) a livello nazionale, regionale e locale. Prevede buone basi di
tipo analitico, sufficienti basi tecniche di tipo matematico-statistico.
Gli studi collocati nel percorso formativo in Economia Industriale
presentano come prosecuzione naturale la Laurea Specialistica in
Economia (Industriale) (classe 64/S) che la Facoltà ha deliberato di
attivare in futuro. Il progetto di Laurea Specialistica, al momento in fase di
valutazione da parte degli organismi competenti, potrà articolarsi anche
come laurea internazionale in Economia della Produzione e dello Sviluppo
organizzata in cooperazione con una Università straniera (Université
Pierre Mendès France – Grenoble).
SECONDO ANNO
Anno
2
53
Insegnamenti obbligatori
Diritto dell’Unione Europea
Crediti
5
2
5
2
Econometria
Economia degli intermediari
finanziari
Economia e gestione delle
imprese A
2
Idoneità informatica
2
2
Istituzioni di diritto tributario
5
2
5
2
Istituzioni di macroeconomia
Lineamenti di diritto
commerciale
Lingua Inglese- Parte Seconda
(livello B2)
Lingua Francese (livello B1)
Lingua Spagnola (livello B1)
Lingua Tedesca (livello B1)
Lingua Cinese
2
Macroeconomia progredita
5
2
Matematica finanziaria A
5
2
Statistica inferenziale
5
2
2
2
5
5
5
5
5
TERZO ANNO (non attivo a.a. 2006/2007)
Anno
54
Insegnamenti obbligatori
Crediti
3
Economia industriale
5
3
Economia internazionale
5
3
Economia regionale
5
3
Finanza aziendale
4
3
Politica economica
5
3
3
Ricerca operativa / Statistica
avanzata / Principi di
programmazione informatica /
Sociologia / Calcolo delle
probabilità
5
5
3
Scienza delle finanze
Un insegnamento a scelta nel
SSD indicato
3
Stage o insegnamento a scelta
5
3
Insegnamenti a scelta libera *
10
3
Prova finale
5
4
INSEGNAMENTI A SCELTA LIBERA *
Lo studente ha la possibilità di scegliere, per un massimo di 10 CFU,
qualsiasi insegnamento attivato presso la Facoltà e/o l’Ateneo. In questo
ultimo caso, dovrà non solo presentare il piano di studi, ma richiederne l’
approvazione al Consiglio di Facoltà.
8.4 CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E COMMERCIO
(Immatricolati a.a. 2004/2005 e precedenti)
Classe N. 28 “Scienze Economiche”
Responsabile del Corso è il prof. Michele Bernasconi.
Gli immatricolati nell’a.a. 2004/2005 e precedenti (iscritti al III anno)
dovranno seguire l’ordinamento didattico del corso di studi 2004/2005.
Pertanto, per gli insegnamenti relativi al primo anno e al secondo è
possibile sostenere gli esami di profitto anche se i corsi sono disattivati.
Qualora si volessero seguire le lezioni, le tabelle di seguito riportate
indicano le corrispondenze utili all’individuazione del corso di cui
frequentare le lezioni (erogate sia in modalità tradizionale che part-time)
55
per la preparazione dell’esame (sul piano di studi l’esame mantiene la
denominazione originale) (vedi par.11.3)
Per gli insegnamenti disattivati del secondo anno per i quali non è
possibile individuare corrispondenze rispetto ai corsi attivati nell’a.a.
2005/2006, la Facoltà si riserva di organizzare specifiche sessioni di
tutorato. Tempi e modi saranno resi noti con apposito avviso, anche on
line. Si consiglia gli studenti di contattare il docente.
Per gli insegnamenti relativi al terzo anno, i cui corsi sono tuttora attivi, si
rimanda ai percorsi di seguito riportati.
Indirizzi
Il Corso in Economia e Commercio per gli immatricolati fino all’a.a.
2004/2005 si articola su tre percorsi formativi: Economia e Finanza,
Economia Imprese e Mercati, Economia Industriale.
Legenda (relativa alle tavole successive)
S = sottogruppo
a = proposto in alternativa ad altri insegnamenti: deve essere sostenuto
un esame per ciascun sottogruppo a1, a2, ecc. Qualora un insegnamento
appartenga a più di un sottogruppo, può comunque essere sostenuto una
sola volta.
56
Insegnamento primo e secondo anno
(disattivati nell’a.a. 2006/2007):
PRIMO ANNO
Analisi dei dati (Statistica descrittiva)
5
Economia aziendale (2 cicli)
9
Informatica di base A
Istituzioni di diritto privato A
2
5
Istituzioni di diritto pubblico A
5
Istituzioni di economia
Matematica generale A
Matematica generale B
4
5
5
Microeconomia
Microeconomia applicata
(microeconometria)
Ragioneria A
Statistica inferenziale
5
Corrispondenza lezioni
A.A. 2006/2007
Statistica
di
base
(statistica descrittiva)
Economia
aziendale
(10CFU)
Alfabetizzazione
informatica
Istituzioni di diritto privato
Istituzioni
di
diritto
pubblico
Contattare
prof.
Bernasconi
Matematica A (P-T)
Matematica B (P-T)
Microeconomia (seguire la
prima parte del corso)
5
5
5
Contattare dott. Seri
Istituzioni di ragioneria
Statistica inferenziale
Insegnamenti
Crediti
SECONDO ANNO
Insegnamenti
Crediti
Diritto Commerciale A
5
Diritto Commerciale B
Diritto dell’Unione Europea A
Economia degli intermediari finanziari A
5
5
5
Economia del mercato mobiliare A
Economia e gestione delle imprese A
5
5
57
Corrispondenza lezioni
A.A. 2006/2007
Lineamenti
di
diritto
commerciale
Diritto Commerciale B
Diritto dell’Unione Europea
Economia
degli
intermediari finanziari
Tutorato
Economia e gestione delle
Economia e gestione delle imprese B
5
Economia industriale
Informatica di base B
Istituzioni di diritto privato B
Istituzioni di diritto pubblico B
Lingua Inglese
5
2
5
5
8
Macroeconomia A
5
Macroeconomia B
Matematica finanziaria A
Matematica finanziaria B
5
5
5
Principi di programmazione informatica
A
Teoria dell’impresa e del consumatore
5
imprese A
Economia e gestione delle
imprese B
Economia industriale
Idoneità informatica
Obbligazioni e contratti
Diritto pubblico progredito
Lingua inglese – contattare
laboratorio di lingue
Istituzioni
di
macroeconomia
Macroeconomia progredita
Matematica finanziaria A
Matematica
Finanziaria
(seguire la seconda parte
del corso)
Principi di programmazione
informatica
Tutorato
5
1) Indirizzo: ECONOMIA E FINANZA
Sviluppa la preparazione economico-quantitativa e mira alla preparazione
di un esperto del settore finanziario con capacità di analisi ed operative,
con particolari conoscenze di analisi tecnica e gestione del rischio. Offre
una possibile collocazione nel settore bancario, finanziario e nelle imprese
di medie dimensioni.
Insegnamenti obbligatori
Econometria dei mercati finanziari A
Economia dei mercati monetari e finanziari A
Economia monetaria
Finanza aziendale A
Seconda lingua
Tecniche di previsione economica
Insegnamenti proposti in alternativa
Diritto Tributario A
Politica economica
Scienza delle finanze A
58
Anno
3
3
3
3
3
3
S
a1
a3
a3
Crediti
5
5
5
5
5
5
Anno
3
3
3
Crediti
5
5
5
Calcolo delle probabilità (processi stocastici)
Teoria delle decisioni
a4
a4
3
3
5
5
2) Indirizzo: ECONOMIA IMPRESE E MERCATI
Accentua la preparazione in area economica, per formare un esperto che,
inserito in aziende private e pubbliche, possiede gli strumenti per
comprendere e valutare l'ambiente in cui queste operano: mercati dei beni
e servizi prodotti e degli input di produzione; struttura e dinamica del
settore (grado e tipo di integrazione orizzontale e/o verticale; processi
innovativi in atto e modalità di sviluppo); area geografica dei mercati;
regole istituzionali, a livello nazionale e sovranazionale.
Insegnamenti obbligatori
Economia industriale
Finanza aziendale A
Politica economica A
Scienza delle finanze A
Seconda lingua
Tecniche di previsione economica
Anno
3
3
3
3
3
3
Crediti
5
5
5
5
5
5
Insegnamenti alternativi
Diritto tributario A
Economia internazionale A
Economia regionale A
Calcolo delle probabilità (processi
stocastici)
Teoria delle decisioni
Economia e gestione delle imprese
internazionali
Statistica per l’impresa
S
a1
a2
a2
anno
3
3
3
Crediti
5
5
5
a3
a3
3
3
5
5
a4
a4
3
3
5
5
59
3) Indirizzo: ECONOMIA INDUSTRIALE
Fornisce gli strumenti per una visione dell'organizzazione dell'impresa e
delle relazioni delle imprese fra loro, con l’amministrazione pubblica e con
il sistema economico, nonché per la comprensione dei meccanismi di
gestione del sistema economico (politica economica e governance) a
livello nazionale, regionale e locale. Prevede buone basi di tipo analitico,
sufficienti basi tecniche di tipo matematico-statistico; rispetto al
precedente indirizzo sviluppa più ampiamente le basi conoscitive in
campo aziendale e giuridico. Il laureato si può inserire in un'impresa, in
associazioni di categoria e altre istituzioni intermedie, nell'amministrazione
pubblica.
Insegnamenti obbligatori
Economia internazionale A
Economia regionale A
Politica economica
Scienza delle finanze A
Seconda lingua
Insegnamenti alternativi
Diritto amministrativo
Diritto tributario A
Statistica per l’impresa
Tecniche di previsione economica
Ricerca operativa
Sociologia
Finanza aziendale A
Organizzazione aziendale A
Storia economica
Economia e gestione delle imprese
internazionali
Ragioneria avanzata A
Strategia e politica aziendale
60
Anno
3
3
3
3
3
Crediti
5
5
5
5
5
S
a1
a1
a2
a2
a3
a3
a4
a4
a4
anno
3
3
3
3
3
3
3
3
3
Crediti
5
5
5
5
5
5
5
5
5
a5
a5
a5
3
3
3
5
5
5
8.5 CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E AMMINISTRAZIONE
DELLE IMPRESE (Immatricolati a.a. 2005/2006 e successivi)
Classe N. 17 “Economia e Amministrazione Aziendale”
Responsabile del Corso è la prof.ssa Giovanna Gavana
Obiettivi formativi e sintesi degli sbocchi professionali
In un contesto economico caratterizzato da un sempre più accentuato
processo di globalizzazione e di innovazione diviene essenziale formare
quadri dirigenti in grado di adattarsi ai cambiamenti. Il Corso di laurea è
orientato a fornire competenze specialistiche unite a una solida base
culturale comune, formando professionisti in grado di operare in diversi
contesti economici.
I laureati svolgeranno attività professionali nelle aziende, dove potranno
svolgere funzioni manageriali o imprenditoriali, nelle pubbliche
amministrazioni e nelle libere professioni dell’area economica.
Il Corso si articola in tre percorsi formativi (indirizzi): Management (M),
Economia e Diritto di Impresa (EDI) ed Economia e Amministrazione di
Impresa (EAI).
L’indirizzo va scelto al momento dell’iscrizione al II anno.
Si noti che il III anno non è al momento attivato. Insegnamenti, tipologie e
crediti assegnati potranno subire variazioni nell’a.a. 2007/2008 .
Per gli immatricolati nell’a.a. 2004/2005 e precedenti si rimanda al par.8.6.
PRIMO ANNO COMUNE AI TRE PERCORSI FORMATIVI
Insegnamenti
Economia aziendale
Istituzioni di diritto privato
Istituzioni di diritto pubblico
Istituzioni di ragioneria
Matematica
Microeconomia
Statistica di base
Storia economica
Lingua Inglese – Parte
prima (livello B2)
61
Crediti
10
5
5
5
10
10
5
5
3
Alfabetizzazione
Informatica
2
1) Indirizzo: MANAGEMENT (M)
Il percorso formativo di Management privilegia lo studio delle discipline
dell'area economico aziendale, con particolare riferimento alle
problematiche gestionali, amministrative ed organizzative tipiche delle
realtà d'impresa aperte verso il mercato ed attente ai cambiamenti in atto,
senza peraltro trascurare la formazione di solide basi conoscitive in
campo economico, giuridico e quantitativo necessarie per una completa
comprensione dei fenomeni economici che formano il contesto in cui le
imprese operano e delle metodologie gestionali più sofisticate.
Il percorso in Management è strutturato per portare naturalmente alla
prosecuzione degli studi nella Laurea Specialistica in Economia e
Commercio (classe 84/S) attivata presso la Facoltà che sarà nel prossimo
anno, coerentemente con le disposizioni applicative del D. M. 270/2004,
rimodulata con l’individuazione di due indirizzi appositamente formulati
come prosecuzione degli studi nell’indirizzo di Management: Management
e Management Internazionale.
SECONDO ANNO
Anno
Crediti
2
Insegnamenti obbligatori
Diritto delle imprese e delle
società
Economia degli intermediari
finanziari
Economia e gestione delle
imprese
2
Istituzioni di macroeconomia
5
2
Macroeconomia progredita
5
2
Matematica finanziaria A
5
2
Ragioneria
5
2
2
62
10
5
10
2
5
2
Statistica Inferenziale
Lingua Inglese – Parte
seconda (livello B2)
Lingua Francese (livello B1)
Lingua Spagnola (livello B1)
Lingua Tedesca (livello B1)
Lingua Cinese
2
Idoneità informatica
2
2
5
5
TERZO ANNO (non attivo a.a. 2006/2007)
Anno
63
Insegnamenti obbligatori
Crediti
3
Contabilità dei costi
5
3
Economia industriale
5
3
Management dell’innovazione
5
3
Finanza aziendale
4
3
Fiscalità di impresa
5
3
Marketing
5
3
Organizzazione aziendale A
4
3
5
3
Scienza delle finanze
Stage o insegnamento a
scelta libera
3
Insegnamenti a scelta libera *
10
3
Prova finale
5
5
INSEGNAMENTI A SCELTA LIBERA*
Lo studente ha la possibilità di scegliere, per un massimo di 10 CFU,
qualsiasi insegnamento attivato presso la Facoltà e/o l’Ateneo. In questo
ultimo caso, dovrà non solo presentare il piano di studi, ma richiederne l’
approvazione al Consiglio di Facoltà.
2) Indirizzo: ECONOMIA E DIRITTO D’IMPRESA (EDI)
Economia e diritto d'impresa (Indirizzo Professionale) è indirizzato a
quanti intendono orientarsi verso la consulenza e la libera professione, la
revisione e la certificazione dei bilanci. Oltre alle tradizionali discipline di
carattere economico aziendale, particolare attenzione è data all'area
giuridica per gli aspetti che interessano chi intraprende la libera
professione, formando una figura professionale che possiede, oltre ad
una consolidata cultura economica, una buona conoscenza degli istituti
giuridici e strumenti di analisi e di interpretazione delle norme che
regolano gli aspetti economici della vita sociale. Il piano di studi (terzo
anno) potrà essere modificato per tenere conto degli esiti del processo di
coordinamento tra il Ministero e gli Ordini Professionali in attuazione della
normativa di recente approvazione. La prosecuzione del percorso di studi
ai fini dell’avvio all’attività di dottore commercialista è prevista con la
Laurea Specialistica in Economia e Commercio (classe 84/S), attivata
presso la Facoltà, che prevede uno specifico indirizzo in Economia e
Diritto di Impresa (professionale).
SECONDO ANNO
Anno
2
2
2
2
64
Insegnamenti obbligatori
Diritto delle imprese e delle
società
Crediti
Obbligazioni e contratti
Economia degli intermediari
finanziari
Economia e gestione delle
imprese A
5
10
5
5
2
Istituzioni di macroeconomia
5
2
Macroeconomia progredita
5
2
Matematica Finanziaria
10
2
5
2
Ragioneria
Lingua Francese (livello B1)
Lingua Spagnola (livello B1)
Lingua Tedesca (livello B1)
Lingua Cinese
Lingua Inglese – Parte
Seconda (livello B2)
2
Idoneità informatica
2
2
5
5
TERZO ANNO
Anno
65
Insegnamenti obbligatori
Crediti
3
Contabilità dei costi
5
3
Diritto pubblico progredito
5
3
Economia Industriale
5
3
Finanza Aziendale
4
3
Fiscalità di impresa
5
3
Istituzioni di Diritto Tributario
5
3
Organizzazione aziendale A
4
3
5
3
Scienza delle finanze
Stage o insegnamento a
scelta
3
Insegnamenti a scelta libera *
10
3
Prova finale
5
5
INSEGNAMENTI A SCELTA LIBERA*
Lo studente ha la possibilità di scegliere, per un massimo di 10 CFU,
qualsiasi insegnamento attivato presso la Facoltà e/o l’Ateneo. In questo
ultimo caso, dovrà non solo presentare il piano di studi, ma richiederne l’
approvazione al Consiglio di Facoltà.
3) Indirizzo: ECONOMIA E AMMINISTRAZIONE DI IMPRESA (EAI)
L’indirizzo si propone di offrire competenze immediatamente spendibili
nelle imprese, pubbliche e private, o nelle pubbliche amministrazioni. Il
laureato in Economia e Amministrazione delle Imprese dispone di
sufficienti basi quantitative ed economiche e di conoscenze approfondite
nell’ambito delle tematiche aziendali, della gestione, contabili e giuridiche
necessarie per poter operare nelle imprese e nelle pubbliche
amministrazioni dopo il triennio.
L’indirizzo in Economia e Amministrazione di impresa è offerto anche in
modalità part-time (4 anni).
SECONDO ANNO (Attivato solo presso la sede di Varese)
Anno
2
Insegnamenti obbligatori
Diritto delle imprese e delle
società
2
Diritto pubblico progredito
10
5
2
Economia degli intermediari
finanziari
Economia e gestione delle
imprese A
2
Istituzioni di macroeconomia
5
2
Macroeconomia progredita
5
2
Matematica finanziaria A
5
2
Ragioneria
5
2
66
Crediti
5
5
2
5
2
Statistica inferenziale
Lingua Inglese – Parte
Seconda (livello B2)
2
Seconda lingua (livello B1)
5
2
Idoneità di informatica
2
5
TERZO ANNO
Anno
Insegnamenti obbligatori
Crediti
3
Contabilità dei costi
5
3
Diritto dell'Unione Europea
5
3
Economia dello sviluppo
5
3
Finanziamenti di aziende
5
3
Fiscalità di impresa
5
3
Organizzazione aziendale A
4
3
3
4
5
3
Sistemi informativi aziendali
Politica economica
Stage o insegnamento a
scelta libera
3
Insegnamenti a scelta libera*
10
3
Prova finale
5
5
INSEGNAMENTI A SCELTA LIBERA*
Lo studente ha la possibilità di scegliere, per un massimo di 10 CFU,
qualsiasi insegnamento attivato presso la Facoltà e/o l’Ateneo. In questo
67
ultimo caso, dovrà non solo presentare il piano di studi, ma richiederne l’
approvazione al Consiglio di Facoltà.
8.6 CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA E AMMINISTRAZIONE
DELLE IMPRESE (immatricolati a.a. 2004/2005 e precedenti)
Classe N. 17 “Economia e Amministrazione Aziendale”
Responsabile del Corso è la prof.ssa Giovanna Gavana
Gli immatricolati nell’a.a. 2004/2005 e precedenti (iscritti al III anno)
dovranno seguire l’ordinamento didattico del corso di studi 2004/2005.
Pertanto, per gli insegnamenti relativi al primo anno e al secondo è
possibile sostenere gli esami di profitto anche se i corsi sono disattivati.
Qualora si volessero seguire le lezioni, le tabelle di seguito riportate
indicano le corrispondenze utili all’individuazione del corso di cui
frequentare le lezioni (erogate sia in modalità tradizionale che part-time)
per la preparazione dell’esame (sul piano di studi l’esame mantiene la
denominazione originale) (vedi par.11.3)
Per gli insegnamenti disattivati del secondo anno per i quali non è
possibile individuare corrispondenze rispetto ai corsi attivati nell’a.a.
2005/2006, la Facoltà si riserva di organizzare specifiche sessioni di
tutorato. Tempi e modi saranno resi noti con apposito avviso, anche on
line. Si consiglia gli studenti di contattare il docente.
Per gli insegnamenti relativi al terzo anno, i cui corsi sono tuttora attivi, si
rimanda ai percorsi di seguito riportati.
Indirizzi
Il Corso di Laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese, per gli
immatricolati fino all’a.a. 2004/2005, si articola su quattro percorsi
formativi: Strategia Gestione e Controllo, International Management,
Banca e Finanza, Economia e Diritto per l’Impresa.
Legenda (relativa alle tavole successive)
S = sottogruppo
68
a = proposto in alternativa ad altri insegnamenti: deve essere sostenuto
un esame per ciascun sottogruppo a1, a2, ecc. Qualora un insegnamento
appartenga a più di un sottogruppo, può comunque essere sostenuto una
sola volta.
69
Insegnamenti primo e secondo anno
(disattivati nell’a.a. 2006/2007)
PRIMO ANNO
Analisi dei dati (Statistica descrittiva)
5
Economia aziendale (2 cicli)
9
Informatica di base A
Istituzioni di diritto privato A
2
5
Istituzioni di diritto pubblico A
5
Istituzioni di economia
Matematica generale A
Matematica generale B
4
5
5
Microeconomia
Microeconomia applicata
(microeconometria)
Ragioneria A
Statistica inferenziale
5
Corrispondenza lezioni
A.A. 2006/2007
Statistica
di
base
(statistica descrittiva)
Economia
aziendale
(10CFU)
Alfabetizzazione
informatica
Istituzioni di diritto privato
Istituzioni
di
diritto
pubblico
Contattare prof.
Bernasconi
Matematica A (P-T)
Matematica B (P-T)
Microeconomia (seguire la
prima parte del corso)
5
5
5
Contattare dott. Seri
Istituzioni di ragioneria
Statistica inferenziale
Insegnamenti
Crediti
SECONDO ANNO
Insegnamenti
Crediti
Diritto Commerciale A
Diritto Commerciale B
Diritto dell’Unione Europea A
5
5
5
Economia degli intermediari finanziari A
5
70
Corrispondenza lezioni
A.A. 2006/2007
Lineamenti di diritto
commerciale
Diritto Commerciale B
Diritto dell’Unione Europea
Economia degli
intermediari finanziari
Economia del mercato mobiliare A
Economia e gestione dell’innovazione
aziendale
5
Tutorato
5
Economia e gestione delle imprese A
5
Economia e gestione delle imprese B
5
Informatica di base B
Istituzioni di diritto privato B
Istituzioni di diritto pubblico B
5
5
5
Lingua inglese
8
Macroeconomia A
Matematica finanziaria A
5
5
Matematica finanziaria B
Ragioneria B
5
5
Tutorato
Economia e gestione delle
imprese A
Economia e gestione delle
imprese B
Alfabetizzazione
informatica
Obbligazioni e contratti
Diritto pubblico progredito
Lingua inglese – contattare
laboratorio di lingue
Istituzioni di
macroeconomia
Matematica finanziaria A
Matematica finanziaria
(seguire la seconda parte
del corso)
Ragioneria
71
1) Indirizzo: STRATEGIA, GESTIONE E CONTROLLO
Privilegia lo studio delle discipline dell'area economica-aziendale, con
particolare riferimento alle problematiche gestionali, amministrative ed
organizzative tipiche delle realtà d'impresa aperte verso il mercato ed
attente ai cambiamenti in atto.
Insegnamenti obbligatori
Marketing A
Finanza aziendale A
Organizzazione aziendale A
Politica economica
Ragioneria avanzata A
Scienza delle finanze A
Seconda lingua
Strategia e politica aziendale
Insegnamenti alternativi
Diritto tributario A
Ragioneria avanzata B
Statistica per l’impresa
72
Anno
3
3
3
3
3
3
3
3
Crediti
5
5
5
5
5
5
5
5
S
a1
a1
a1
Anno
3
3
3
Crediti
5
5
5
2) Indirizzo: INTERNATIONAL MANAGEMENT
È il percorso formativo finalizzato alla preparazione di giovani per il
mercato europeo e mondiale ed apre sbocchi occupazionali nei confronti
delle realtà aziendali più attive sul fronte dell'internazionalizzazione. La
strategia, il marketing e la finanza internazionale sono abbinate alla
conoscenza di elementi di diritto e di economia internazionale, originando
un percorso interdisciplinare che forma specialisti per le imprese e le
istituzioni impegnate sul fronte dell’internazionalizzazione e dalla
comprensione degli scenari internazionali.
Insegnamenti obbligatori
Diritto degli scambi internazionali
Economia e gestione delle imprese
internazionali
Economia internazionale A
Finanza aziendale A
Finanza aziendale internazionale
Marketing A
Marketing internazionale
Seconda lingua
Insegnamenti alternativi
Economia regionale A
Politica economica
Scienza delle finanze A
73
Anno
3
3
Crediti
5
5
3
3
3
3
3
3
5
5
5
5
5
5
S
a1
a1
a1
anno
3
3
3
Crediti
5
5
5
3) Indirizzo: BANCA E FINANZA
Intende formare un laureato con competenze nelle aree della finanza
d’impresa e della gestione degli intermediari creditizi. Gli sbocchi
professionali sono, in particolare, nell’ambito della funzione di gestione
finanziaria nelle imprese e degli intermediari finanziari attivi su fronti
particolarmente innovativi quali l’offerta di servizi finanziari alle imprese,
interventi nel capitale di rischio, supporto alle diverse operazioni
finanziarie.
Anno
Crediti
Econometria dei mercati finanziari A
Economia degli intermediari finanziari B
Finanza aziendale A
Finanza aziendale B
Politica economica
Seconda lingua
3
3
3
3
3
3
5
5
5
5
5
5
Insegnamenti alternativi
Finanza aziendale internazionale
Diritto tributario A
Finanziamenti di aziende
Marketing A
Statistica per l’impresa
Economia internazionale A
Economia monetaria
Tecniche di previsione economica
S
a1
a2
a2
a2
a2
a3
a3
a3
Anno
3
3
3
3
3
3
3
3
Insegnamenti obbligatori
74
Crediti
5
5
5
5
5
5
5
5
4) Indirizzo: ECONOMIA E DIRITTO PER L'IMPRESA (Indirizzo
Professionale)
E’ indirizzato a quanti intendono orientarsi verso la consulenza e la libera
professione, la revisione e la certificazione dei bilanci. Oltre alle
tradizionali discipline di carattere economico aziendale, particolare
attenzione è data all'area giuridica per gli aspetti che interessano chi
intraprende la libera professione, formando una figura professionale che
possiede, oltre ad una consolidata cultura economica, una buona
conoscenza degli istituti giuridici e strumenti di analisi e di interpretazione
delle norme che regolano gli aspetti economici della vita sociale.
Insegnamenti obbligatori
Diritto tributario A
Diritto tributario B
Finanza aziendale A
Finanza aziendale B
Ragioneria avanzata A
Ragioneria avanzata B
Scienza delle finanze A
Seconda lingua
75
anno
3
3
3
3
3
3
3
3
Crediti
5
5
5
5
5
5
5
5
8.7 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA E
AMMINISTRAZIONE DELLE IMPRESE – MODALITÀ PART-TIME
(4 anni)
(immatricolati 2005/2006 e successivi)
Responsabili del Corso: prof. G. Colombo e dott. F. Sacco.
A partire dall’a.a. 2003-2004 è possibile iscriversi secondo le modalità
part-time al corso di laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese.
Nell’a.a. 2006/2007 saranno attivati il primo, il secondo anno di corso
relativi all’ordinamento a.a. 2005/2006 [ed il terzo e il quarto anno relativi
all’ordinamento precedente].
Il corso part - time prevede modalità non tradizionali di didattica, basate
su una combinazione di :
- lezioni e verifiche in aula collocate in orari tardo pomeridiani tre giorni
la settimana e il sabato mattina
- forme di supporto on line
- utilizzo della piattaforma di e-learning.
L’iscrizione part-time implica l’articolazione del corso di studi sulla base di
quattro anni invece che tre. Essendo stato progettato principalmente per
studenti lavoratori il corso di laurea part-time non prevede la possibilità di
inserire lo stage nel piano di studi.
L’indirizzo che sarà possibile frequentare con modalità part-time è stato
costruito sulla base dell’indirizzo in Economia e Amministrazione delle
Imprese. Lo studente potrà comunque scegliere qualsiasi altro indirizzo
offerto nell’ambito del Corso di Laurea in Economia e Amministrazione
delle Imprese, ma in tale caso le lezioni saranno impartite negli orari
tradizionali. In tale evenienza, lo studente è tenuto a presentare al terzo
anno di corso, entro la data prevista dalla Segreteria Studenti (il 15
dicembre) un piano di studi libero che rispetti i vincoli posti dall’indirizzo
prescelto e una ripartizione degli insegnamenti tra gli anni e che tenga
conto delle precedenze e propedeuticità tra insegnamenti.
Gli insegnamenti previsti sono i seguenti:
76
PRIMO E SECONDO ANNO
Anno Insegnamenti
1
1
1
1
1
1
1
1
1
2
2
2
2
2
2
2
2
2
Economia aziendale
Istituzioni di diritto privato
Istituzioni di diritto pubblico
Istituzioni di ragioneria
Matematica A
Microeconomia A
Statistica di base
Lingua Inglese – Parte Prima (livello B2)
Alfabetizzazione Informatica
Diritto Pubblico progredito
Economia degli intermediari finanziari
Economia e gestione delle imprese A
Matematica B
Microeconomia B
Ragioneria
Statistica inferenziale
Storia economica
Lingua Inglese- Parte seconda (livello B2)
Crediti
10
5
5
5
5
5
5
3
2
5
5
5
5
5
5
5
5
5
TERZO E QUARTO ANNO
(non attivati nell’a.a. 2006/2007)
Anno
3
3
3
3
3
3
3
77
Insegnamenti
Diritto dell'Unione Europea
Diritto delle imprese e delle società
Finanziamenti di aziende
Istituzioni di macroeconomia
Macroeconomia progredita
Matematica finanziaria A
Organizzazione aziendale A
Crediti
5
10
5
5
5
5
4
3
4
4
4
4
4
4
4
4
4
Seconda lingua *
Contabilità dei costi
Economia dello sviluppo
Fiscalità di impresa
Politica economica
Sistemi informativi aziendali
Idoneità informatica
Crediti su insegnamenti a scelta libera
**
Insegnamento a scelta tra quelli offerti
dalla Facoltà
Prova finale
5
5
5
5
5
4
2
10
5
5
* La Seconda Lingua deve essere scelta tra le seguenti:
- Lingua Cinese
- Lingua Francese (livello B1)
- Lingua Tedesca (livello B1).
Tale scelta è contestuale alla presentazione del Piano di Studi.
** INSEGNAMENTI A SCELTA LIBERA
Lo studente ha la possibilità di scegliere, per un massimo di 10 CFU,
qualsiasi insegnamento attivato presso la Facoltà e/o l’Ateneo. In questo
ultimo caso, dovrà non solo presentare il piano di studi, ma richiederne
l’approvazione al Consiglio di Facoltà.
78
8.8 CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN ECONOMIA E
AMMINISTRAZIONE DELLE IMPRESE - MODALITÀ PART-TIME
(4 e 5 anni)
(immatricolati a.a. 2004/2005 e precedenti)
Gli immatricolati nell’a.a. 2004/2005 e precedenti (iscritti al terzo e quarto
anno) dovranno seguire l’ordinamento didattico del corso di studi
2004/2005.
Pertanto, per gli insegnamenti relativi al primo e al secondo anno è
possibile sostenere gli esami di profitto anche se i corsi sono disattivati,
sulla base di una tabella di corrispondenze riportata di seguito (vedi
par.11.3).
Per gli insegnamenti disattivati del secondo anno per i quali non è
possibile individuare corrispondenze rispetto ai corsi attivati nell’a.a.
2006/2007, la Facoltà si riserva di organizzare specifiche sessioni di
tutorato. Tempi e modi saranno resi noti con apposito avviso, anche on
line.
Per gli insegnamenti relativi al terzo e quarto anno, i cui corsi sono tuttora
attivi, si rimanda ai percorsi di seguito riportati.
Piano di studi
L’indirizzo che sarà possibile frequentare con modalità part-time è stato
costruito sulla base dell’indirizzo in Strategie Gestione e Controllo.
Entro il 15 dicembre 2006 gli studenti del terzo anno dovranno presentare
il Piano di studi, con l’indicazione degli insegnamenti a scelta libera, in
Segreteria Studenti
Essendo stato progettato principalmente per studenti lavoratori il corso di
laurea part-time non prevede la possibilità di inserire lo stage nel piano di
studi.
Insegnamenti primo e secondo anno
(disattivati nell’a.a. 2006/2007)
Insegnamenti
Analisi dei dati (Statistica
descrittiva)
79
Opzione
4 Anni
Opzione
5 Anni
Crediti
1
1
5
Corrispondenza
lezioni A.A. 2006/2007
Statistica di base
Economia Aziendale (2
cicli)
Idoneità Informatica A
1
1
9
Economia aziendale
1
1
2
Istituzioni di Diritto Privato
A
Istituzioni di Diritto
Pubblico A
Istituzioni di Economia
1
1
5
1
2
5
1
1
4
Matematica Generale A
Microeconomia
Ragioneria A
Diritto Commerciale A
1
1
1
2
1
1
2
2
5
5
5
5
Economia e gestione delle
imprese A
Matematica Generale B
Microeconomia Applicata
(microeconometria)
Statistica Inferenziale
2
2
5
2
2
2
2
5
5
Alfabetizzazione
informatica
Istituzioni di diritto
privato
Istituzioni di diritto
pubblico
Contattare Dott.ssa
Piccinno
Matematica A
Microeconomia A
Istituzioni di ragioneria
Lineamenti di diritto
commerciale
Economia e gestione
delle imprese A
Matematica B
Contattare il dott. Seri
2
2
5
Statistica inferenziale
TERZO, QUARTO E QUINTO* ANNO
* Il quinto anno del Corso in Economia e Amministrazione delle Imprese
modalità 5 anni verrà attivato nell’a.a. 2007/2008.
Insegnamenti
Diritto commerciale B
Diritto tributario A
Economia degli intermediari
finanziari A
Economia e gestione delle
imprese B
Finanziamenti di aziende
Finanza aziendale A
Informatica di base B
80
Opzione
4 Anni
3
3
Opzione
5 Anni Crediti
4
5
5
5
2 (disatt.)
3
5
2 (disatt.)
3
3
3
3
4
4
3
5
5
5
2
Istituzioni di diritto pubblico B
Lingua inglese
Macroeconomia A
Marketing A
Matematica finanziaria A
Marketing internazionale*
Organizzazione aziendale A
Ragioneria avanzata A
Ragioneria B
Scienza delle finanze A
Seconda lingua **
2 (disatt.)
3
3
3
3
4
4
3
2 (disatt.)
4
4
3
3
3
4
4
5
4
3
3
5
4
5
8
5
5
5
5
5
5
5
5
5
Strategia e politica aziendale
4
5
5
Insegnamento a scelta libera
4
5
5
Insegnamento a scelta libera
4
5
5
Prova finale
4
5
5
* L’insegnamento di Marketing Internazionale viene mutuato dall’omonimo
insegnamento impartito nei corsi triennali tradizionali. Sarà pertanto
possibile frequentare le lezioni unicamente in orario diurno.
** La Seconda Lingua deve essere scelta tra le seguenti:
- Lingua Cinese
- Lingua Francese (livello B1)
- Lingua Tedesca (livello B1).
Tale scelta è contestuale alla presentazione del Piano di Studi.
Lo studente potrà scegliere qualsiasi altro indirizzo offerto nell’ambito del
Corso di Laurea in Economia e Amministrazione delle Imprese, ma in tale
caso le lezioni saranno impartite negli orari tradizionali. In questo secondo
caso, lo studente del terzo anno di corso, è tenuto a presentare entro il 15
dicembre 2006 un piano di studi libero che rispetti i vincoli posti
dall’indirizzo prescelto ed una ripartizione degli insegnamenti tra gli anni
(quattro/cinque) che tenga conto delle precedenze e propedeuticità tra
insegnamenti.
81
9. CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA
9.1 INFORMAZIONI COMUNI
Accesso
Alle Lauree specialistiche attivate potranno iscriversi coloro che hanno
conseguito una Laurea Triennale nelle classi 17 “Economia e
Amministrazione Aziendale” e 28 “Scienze Economiche”. L’iscrizione
senza debiti formativi è consentita per coloro che hanno conseguito una
Laurea Triennale attivata presso la Facoltà. Coloro che hanno conseguito
il DU in Economia e Amministrazione delle Imprese possono iscriversi con
il debito della Seconda Lingua (5 crediti) e della prova finale (5 crediti).
Per coloro che hanno conseguito una Laurea Triennale presso altre
Università, l’iscrizione è subordinata alla valutazione della carriera da
parte del Consiglio di Facoltà e della Commissione Paritetica per la
Didattica che stabilisce eventuali debiti formativi.
Modalità e scadenze
Si rimanda all’Ufficio di Segreteria Studenti, al sito dell’Università
http://www.uninsubria.it o al Numero Verde dell’Università 800 011 398.
Iscrizione a corsi singoli
Coloro che conseguiranno il titolo di Laurea Triennale dopo il termine del
14/02/2007 potranno prendere iscrizione al massimo a due corsi singoli
attivati per il primo anno delle Lauree specialistiche che verranno
riconosciuti ai fini dell’immatricolazione alla Laurea Specialistica per l’
anno accademico successivo.
Si precisa che entro il 31/10/2006 è possibile iscriversi ad insegnamenti
impartiti nel primo semestre (1° e 2° ciclo) ed entro il 30/03/2007 ad
insegnamenti del secondo semestre (3° e 4° ciclo).
Orientamento
Il Consiglio di Facoltà ha nominato i responsabili dei corsi di Laurea
Specialistica e le Commissioni incaricate dell’orientamento agli studenti
nella redazione del piano di studi, nella scelta della tesi di
specializzazione e per eventuali altri momenti di scelta.
82
Commissioni
Composizione delle Commissioni per l’Orientamento a.a. 2006/2007:
- Corso di Laurea Economia e Commercio indirizzo Economia e
Management: prof.ssa R.Locatelli, prof.ssa G. Gavana, Dott. M.
Spanò
- Corso di Laurea Economia e Commercio indirizzo Economia e diritto
d’impresa: prof.ssa R.Locatelli prof.ssa Pierro, prof. G. Grasso
- Corso di Laurea Economia Banca e Finanza: prof.ssa C. Schena,
prof. G. Bertocco, dott.ssa G. Redaelli, prof. M. Guidolin
Docente tutor
Agli studenti è assegnato un docente tutor con il compito di assisterlo
nelle scelte attinenti il Piano di studi e la carriera universitaria.
Piani di studio
Il Piano di studi va presentato presso la Segreteria studenti:
- entro il 15 dicembre 2006 per gli iscritti al primo anno di corso o
contestualmente all’immatricolazione se avviene dopo tale data
- entro il 30 novembre 2006 per gli iscritti al secondo anno di corso che
intendano modificare il proprio Piano di studi.
Gli studenti iscritti alla Laurea Specialistica in Economia e Commercio
dovranno scegliere l’indirizzo in concomitanza con la predisposizione del
Piano di studi.
Il Piano di studi dovrà essere concordato con un docente della
Commissione Orientamento per l’approvazione e la vidimazione che ne
attesti la coerenza con i vincoli ministeriali e gli obiettivi formativi specifici.
Si consiglia gli studenti di contattare il docente per concordare un
appuntamento, a partire da settembre. Lo studente deve presentarsi con il
certificato degli esami della laurea triennale.
La predisposizione del Piano di studi è condizionata dalla carriera della
Laurea Triennale poiché l’ordinamento didattico della Laurea Specialistica
prevede il conseguimento del titolo al raggiungimento di 300 CFU, di cui
180 già acquisiti nel triennio.
Il Piano di Studi va presentato in Segreteria Studenti e una copia va
depositata, a cura dello studente, opportunamente vidimata dal docente,
presso l’Ufficio del Manager Didattico.
83
Temi Avanzati
I Temi Avanzati sono attività a frequenza obbligatoria nella misura minima
dell’80%. Lo studente può conseguire fino a 8 crediti come “Temi
avanzati”. Per ciascuno studente, l’acquisizione dei crediti, nella
proporzione di 1 credito = 8 ore di frequenza, corrispondente ad
un’idoneità, avverrà attraverso una certificazione, disponibile on line.
Tale certificato, sottoscritto dai singoli docenti Relatori e dal Responsabile
dei temi per area, deve essere consegnato, contestualmente alla richiesta
di accreditamento, presso la Segreteria Studenti.
Per la scelta dei Temi avanzati da seguire, lo studente dovrà verificare
quanto indicato nel proprio Piano di studi al fine di colmare i crediti
mancanti nel rispetto dei SSD, Tipologia e Ambito. Inoltre, l’elenco dei
SSD relativi ai Temi Avanzati verrà compiutamente esplicitato sul sito di
Facoltà, unitamente al calendario.
Responsabili Temi Avanzati per area:
Temi avanzati di Economia: prof. Michele Bernasconi
Temi avanzati di Metodi quantitativi per l’impresa: prof. Angelo Guerraggio
Temi avanzati di Diritto per l’impresa: prof. Sergio Patriarca
Temi avanzati di Gestione e Management: prof.ssa Cristiana Schena
Temi avanzati di Informatica: prof. Accursio Giordano
Attività connesse con la prova finale: dott. Francesco Sacco, dott. Andrea
Uselli
Responsabile amministrativo: dott.ssa Raffaella Grillo
84
9.2 PROVA FINALE
Alla Prova finale sono attribuiti 25 crediti. Essa comporta la discussione
della tesi di laurea di fronte ad una Commissione composta da almeno 7
Docenti e presieduta da un Professore di prima fascia di ruolo nella
Facoltà.
All’interno di tale Commissione il Preside individua per ogni studente, un
Correlatore.
Attività in preparazione alla prova finale
Gli studenti iscritti alla Laurea Specialistica sono tenuti ad acquisire 2
crediti per attività di preparazione alla prova finale. La Facoltà organizza
incontri seminariali a frequenza obbligatoria (in modalità analoga ai Temi
Avanzati) finalizzati a orientare gli studenti nelle attività propedeutiche e
funzionali alla redazione della tesi di laurea. Calendari e modalità saranno
rese note, anche con avvisi nel sito della Facoltà.
Assegnazione
La tesi può essere chiesta a qualsiasi docente o ricercatore della Facoltà,
nell’ambito del Piano di studi seguito e degli insegnamenti attivati.
L’argomento viene concordato tra relatore e candidato.
Ammissione alla discussione
Il relatore consentirà l’ammissione alla discussione della tesi solo dopo
avere accertato che il candidato:
- abbia svolto in forma almeno sufficiente il tema della dissertazione
- abbia colto i collegamenti fondamentali esistenti tra la questione oggetto
della sua indagine e la dottrina attinente
- abbia considerato le implicazioni economiche del tema trattato, quando
la tesi sia svolta in materia non specificatamente economica
- dimostri di conoscere le opere fondamentali sull’argomento
- abbia rispettato le indicazioni che seguono circa la compilazione della
tesi.
Formalità amministrative
Almeno 45 giorni prima della data stabilita per la prova finale deve essere
presentata domanda in Segreteria Studenti. Tale domanda va corredata
oltre che dalla documentazione richiesta dalla Segreteria stessa, dal
85
libretto universitario. Qualora lo studente debba ancora sostenere degli
esami, il termine ultimo per la consegna del libretto è 25 giorni prima
dell’inizio della seduta di laurea.
La tesi di laurea deve essere consegnata in formato elettronico in
Segreteria Studenti a cura dello studente almeno 25 giorni prima della
data stabilita per la discussione (contestualmente alla consegna del
libretto universitario) corredato dalla “Dichiarazione di Conformità della
tesi” e dalla Dichiarazione del docente Relatore (fac-simili disponibili sul
sito della Segreteria Studenti).
Copie della tesi devono essere consegnate, sempre a cura dello studente:
- in formato cartaceo, alla Commissione di laurea il giorno della seduta
di laurea. Tale copia deve essere ritirata dallo Studente dopo la
discussione, salvo quanto indicato nel successivo paragrafo
- al Relatore
- al Correlatore
- al Secondo Correlatore, se nominato.
Deposito elaborati in biblioteca
Sono depositati in biblioteca per la consultazione, previo consenso del
laureato, gli elaborati approvati con lode e gli elaborati ritenuti meritevoli di
interesse da parte del Relatore.
Voto di Laurea
Su proposta del Relatore e sentito il Correlatore, la Commissione di
Laurea determina il voto di Laurea.
La votazione finale è espressa in centodecimi ed è calcolata come
somma dei seguenti elementi:
- media dei voti, ponderata per il numero di crediti attribuiti
all’esame
- 0.33 punti per ogni lode
- giudizio assegnato alla tesi ed alla sua discussione.
La valutazione della tesi rispetterà i criteri seguenti:
- il punteggio potrà essere negativo in presenza di insufficienze molteplici,
quando la tesi a giudizio della Commissione non sia migliorabile
- si assegnano da 0 a 2 punti quando la tesi costituisca mera
riesposizione di testi e presenti limiti o lacune
86
- da 3 a 4 se appena sufficiente; mostra conoscenza limitata
dell’argomento; riguarda strettamente il tema
- 5 punti quando l’esposizione è chiara e ordinata; la bibliografia
essenziale è stata consultata e compresa; modelli e indagini empiriche
sono esposti correttamente; la costruzione è coerente
- da 6 a 7 punti. Il candidato ha approfondito i temi connessi. La tesi
contiene confronti, elementi di problematicità
- da 8 a 10 punti. La tesi dimostra autonomia di giudizio, notevoli capacità
critiche, approfondimento di aspetti specifici, vasta conoscenza
bibliografica e indagini sull’argomento. Nella discussione il candidato
mostra interesse e competenza.
La richiesta di un punteggio superiore a 7 punti dovrà essere segnalata al
Preside e al correlatore almeno 15 giorni prima della seduta di laurea, con
una relazione che indichi i punti della tesi particolarmente significativi; nel
caso in cui il punteggio di partenza del candidato sia inferiore a 102/110 è
richiesta la presenza di un secondo Correlatore
- oltre 10 punti: in via eccezionale per contributi di valore straordinario.
Assegnazione della Lode
Quando il voto finale raggiunga 110, e soltanto se la tesi presenta
contenuti particolarmente rilevanti, o caratteristiche di originalità, la
Commissione all’unanimità può deliberare la lode, su proposta del
Relatore e del Correlatore (o dei Correlatori); con la stessa procedura può
altresì deliberare un encomio o dichiarare la dignità di stampa. Il
conferimento della dignità di stampa non impegna in alcun modo l’Ateneo
alla realizzazione di qualsiasi forma di pubblicazione.
Non potrà essere chiesta la lode se la media dei voti è inferiore a 98.
Quando la media sia inferiore a 102 il Relatore dovrà preannunciare la
richiesta di lode al Correlatore e al Preside con 15 giorni di anticipo, e con
una relazione che segnali i punti della tesi particolarmente significativi
(procedura contestuale alla eventuale richiesta di punteggio superiore a 7
punti). In questo caso il Preside designerà un secondo Correlatore.
Tesi in lingua straniera
La tesi di laurea può essere redatta in lingua straniera, alle seguenti
condizioni:
87
- che si tratti di lingua comprensibile ai componenti la Commissione di
laurea: in ogni caso inglese, francese, spagnolo e tedesco
- che della tesi sia compilato ampio sommario, in lingua italiana,
sufficiente a valutarne i contenuti e le eventuali caratteristiche di
originalità. L’elaborato corredato di sommario, del quale costituisce
parte integrante, deve essere sottoscritto dal relatore.
La tesi dovrà inoltre essere consegnata esclusivamente in formato
cartaceo alla Segreteria Studenti secondo le stesse scadenze previste per
le tesi in lingua italiana.
9.3 NORME E CONSIGLI PER LA COMPILAZIONE DELLA TESI E
DELL’ELABORATO FINALE
a) Indicazioni generali
La tesi è normalmente divisa in Parti, e queste a loro volta in Capitoli. I
Capitoli possono a loro volta essere ancora suddivisi in Paragrafi,
preferibilmente numerati. Vi saranno inoltre una Introduzione e un capitolo
di Conclusioni. La tesi si apre con l’Indice e si conclude con la Bibliografia
delle opere citate.
Nell’Introduzione si definisce con esattezza il tema della tesi, se ne illustra
lo schema, motivando le scelte fatte. Sono poi messe in luce le
caratteristiche più importanti del lavoro, insieme con le sue limitazioni.
Nelle Conclusioni il candidato potrà riassumere i risultati cui è pervenuto,
le conclusioni personali raggiunte e i passi fondamentali del suo lavoro.
Nella preparazione dell’Indice, occorre tenere presente che la sua
funzione non è soltanto di consentire il reperimento dei temi trattati; ma
anche quella di offrire al lettore una visione sintetica e ordinata del
contenuto della tesi e in particolare del modo in cui la materia è stata
organizzata. Accanto ai titoli dei Capitoli l’indice recherà il numero della
pagina di inizio.
E’ consigliabile che l’indice sia seguito da un Indice dei Grafici e delle
Tabelle (se ve ne sono). Grafici e Tabelle sono individuati da un titolo e da
un numero d’ordine progressivo.
La tesi sarà dattiloscritta o stampata su fogli di formato A4. La battitura
della tesi dovrà essere effettuata fronte/retro, con non meno di 2800
88
battute per facciata. Il numero delle pagine non deve superare in linea di
massima 150.
b) Stile
Lo stile della tesi avrà come modello quello della scrittura scientifica. Ciò
significa che si eviteranno affermazioni non documentate o non
dimostrate (a meno che si tratti di nozioni comuni); non si utilizzeranno
espressioni vaghe; si eviteranno le ripetizioni (a meno che siano
giustificate, ad esempio per riprendere un discorso già svolto altrove); non
si utilizzeranno più parole di quelle necessarie per definire con precisione
un concetto.
Quando si riportano opinioni altrui la fonte deve essere citata con la
massima esattezza possibile (nel caso di citazioni di testo o di dati deve
essere indicata la pagina dell’opera, o la tabella).
Le Note possono essere usate, oltre che per i richiami bibliografici (vedi
oltre) anche per chiarire affermazioni o per fornire ulteriori informazioni,
senza appesantire eccessivamente il testo.
c) Bibliografia
Alla fine della tesi la Bibliografia contiene l’indicazione bibliografica
precisa e completa di articoli, libri e altro materiale citato nel testo o nelle
Note.
Qualora lo ritenga opportuno, il candidato potrà aggiungere l’indicazione
dei testi - diversi da quelli citati - che egli ritenga fondamentali per la
comprensione e lo studio dell’argomento trattato.
Le indicazioni bibliografiche dovranno contenere, nell’ordine:
- cognome dell’Autore o del Curatore, iniziale del nome, oppure nome
dell’Ente cui è attribuita l’opera
- titolo dell’opera sottolineato (corsivo in stampa)
- luogo, editore, anno di edizione (eventualmente numero dell’edizione)
se si tratta di un libro, oppure
- l’indicazione: “in”, seguita dal nome del Curatore (o dei Curatori) o
dell’Ente, nonché dalle stesse indicazioni di cui al punto precedente,
se si tratta di un testo raccolto in volume con altri. In questo caso il
titolo andrà tra virgolette e si indicherà anche il numero della prima e
dell’ultima pagina del testo che interessa
89
-
se si tratta di un articolo, il titolo tra virgolette della pubblicazione
periodica in cui è comparso, seguito da mese, trimestre o
quadrimestre, anno, pagina di inizio e di fine.
Esempi
T. Persson e G. Tabellini (1996) Politica Macroeconomica. Le Nuove
Teorie, Roma, La Nuova Italia Scientifica.
J. Broome (1989) What’s the good of equality?, in J.D. Hey “Current
Issues in Microeconomics”, London, Macmillan, pp. 236-262.
Bernardi, L. (1995) L’Irpef: ragioni di una riforma e analisi di una proposta,
in “Rivista di Diritto Finanziario e Scienza delle Finanze”, vol. 54, pp. 436484.
Quando per uno stesso autore siano citate due o più pubblicazioni dello
stesso anno, quest’ultimo sarà seguito da una lettera progressiva.
Le opere vanno elencate secondo l’ordine alfabetico delle iniziali dei
cognomi degli Autori; e, per ogni Autore, secondo l’ordine cronologico di
pubblicazione.
d) Richiami bibliografici
Per semplificare i richiami bibliografici, nel testo o nelle note, si potranno
indicare, anziché tutte le informazioni della Bibliografia: cognome
dell’Autore, iniziale del nome, anno di pubblicazione (tra parentesi);
eventualmente, lettera progressiva se nello stesso anno l’Autore ha
pubblicato più di un’opera. Esempio: Barattieri V. (1972 b).
90
9.4 CORSI DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA E
COMMERCIO
Classe n. 84/S – “Scienze Economico-aziendali”
Il corso di Laurea Specialistica in Economia e Commercio ha l’obiettivo di
fornire approfondite conoscenze in ambito economico-aziendale, giuridico
e matematico-statistico, che permettano ai laureati della classe
specialistica di assistere con elevata professionalità organizzazioni
complesse, quali aziende private o pubbliche, sia in riferimento alle
funzioni di organizzazione e gestione interna, sia rispetto alla
determinazione delle strategie aziendali di sviluppo e crescita. In
particolare, in un contesto caratterizzato da un sempre più accentuato
processo di globalizzazione e di crescenti innovazioni tecniche ed
istituzionali diviene essenziale formare quadri dirigenti in grado di
sviluppare la propria capacità di adattamento ai cambiamenti. In questa
ottica il percorso degli studi è stato ideato con una forte caratterizzazione
interdisciplinare, che costituisce il suo tratto peculiare e qualificante. Alla
tesi di laurea viene assegnato un ruolo rilevante nella costruzione di una
specializzazione su tematiche teoriche o professionali.
I laureati specialistici svolgeranno attività professionali nelle aziende, dove
potranno svolgere funzioni manageriali o imprenditoriali, nelle pubbliche
amministrazioni e nelle libere professioni dell’area economica nonché
potranno avviarsi a percorsi di studio post laurea e ad attività di ricerca.
Il Corso si articola in due percorsi formativi (indirizzi): Economia e
Management (EM) ed Economia e Diritto per l’Impresa (EDI).
Al primo anno è assegnata una funzione di completamento della
formazione conseguita con la Laurea Triennale e di primo approccio a
temi specialistici. Ciò è consentito attraverso l’offerta di “Temi Avanzati”,
svolti attraverso una didattica di tipo seminariale nonché attraverso la
scelta, entro un insieme abbastanza ampio, degli insegnamenti
“specialistici”.
Nel secondo anno si procederà al completamento del percorso formativo
e si darà ampio spazio all’attività di elaborazione della tesi.
91
1) Indirizzo: ECONOMIA E MANAGEMENT
Responsabile: prof.ssa R. Locatelli
Commissione per l’Orientamento: prof.ssa R. Locatelli, prof.ssa G.
Gavana, dott. M. Spanò.
Il percorso formativo di Economia e management privilegia
l’approfondimento di tematiche dell'area economico aziendale, giuridica,
quantitativa in un’ottica di applicazione alla gestione di impresa o di
sviluppo delle conoscenze di carattere teorico.
Lo studente dovrà obbligatoriamente conseguire i seguenti insegnamenti
e i relativi crediti assegnati. Per la predisposizione del piano di studi, lo
studente dovrà rivolgersi ad uno dei docenti incaricati, che verificherà la
congruenza didattica del piano di studi con la scelta di indirizzo e la
formazione di base dello studente.
PRIMO ANNO
Anno
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1
1-2
1-2
1-2
92
Insegnamenti
Crediti
Diritto commerciale B
5
Diritto amministrativo
5
Economia e gestione delle imprese B
5
Politica economica regionale
5
Finanza aziendale A
5
Matematica per l’economia
5
Organizzazione aziendale A
5
Politica economica
5
Ragioneria avanzata A (Contabilità dei costi)
5
Scienza delle finanze
5
Statistica per l’impresa
5
Temi Avanzati di Economia/economici
1 CFU =8 ore
Temi Avanzati di Gestione e Management/aziendali 1 CFU =8 ore
Temi Avanzati di Metodi Quantitativi per l’Impresa
1 CFU =8 ore
1-2
1-2
Temi Avanzati di Diritto per l’Impresa
Temi avanzati di informatica/vari
1 CFU =8 ore
1 CFU =8 ore
SECONDO ANNO
Obbligatorio/a scelta
obbligatorio
5 crediti tra:
5 crediti tra:
5 crediti tra:
5 crediti tra:
93
Insegnamenti
Principi di programmazione informatica
Diritto dell’Unione Europea
Diritto del lavoro
Istituzioni di diritto tributario
Diritto dell’economia
Diritto processuale tributario
Ricerca operativa
Sociologia
Teoria delle decisioni
Analisi economica del diritto* (non
attivato a.a. 06/07)
Economia della tassazione
Economia dello sviluppo
Economia dell’innovazione*
Economia e psicologia etica*
Macroeconomia internazionale
Sistemi finanziari comparati
Storia economica
Tecniche di previsione economica
Economia dell’Unione Europea
Finanza dell’innovazione*
Family business*
Organizzazione aziendale B (Sistemi
Informativi Aziendali)
Organizzazione del lavoro
Crediti
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
Obbligatorio
Alternative
Obbligatorio
Ragioneria avanzata B (Controllo di
5
gestione)
Revisione contabile
5
Strategia e politica aziendale
5
Insegnamento a scelta libera
5
Altre attività formative (stage, Erasmus, Fino a 8
seminari, attività finalizzate alla tesi,
…..)
Prova finale
25
Nota: gli insegnamenti con asterisco* saranno attivati se inseriti nei piani
studio di almeno 5 studenti come indicato dal CdF del 29.05.06
L’erogazione dei corsi è prevista nel secondo semestre.
94
2) Indirizzo: ECONOMIA
professionale)
E
DIRITTO
DI
IMPRESA
(Indirizzo
Responsabile: prof.ssa R. Locatelli
Commissione per l’Orientamento: prof.ssa R. Locatelli, prof.ssa M.C.
Pierro, prof. G. Grasso
Il percorso è indirizzato a quanti intendono orientarsi verso la consulenza
e la libera professione, la revisione e la certificazione dei bilanci. Oltre alle
tradizionali discipline di carattere economico aziendale, particolare
attenzione è data all'area giuridica per gli aspetti che interessano chi
intraprende la libera professione, formando una figura professionale che
possiede, oltre ad una profonda cultura economica, una conoscenza degli
istituti giuridici e strumenti di analisi e di interpretazione delle norme che
regolano gli aspetti economici della vita sociale e che sono necessari per
l’esercizio della professione.
Lo studente dovrà obbligatoriamente conseguire i seguenti insegnamenti
e i relativi crediti assegnati. Per la predisposizione del piano di studi, lo
studente dovrà rivolgersi ad uno dei docenti incaricati, che verificherà la
congruenza didattica del piano di studi con la scelta di indirizzo e la
formazione di base dello studente.
PRIMO ANNO
Anno
1
1
1
1
1
1
1
1
1
95
Insegnamenti
Diritto amministrativo
Diritto commerciale B
Diritto fallimentare
Diritto processuale tributario
Istituzioni di diritto tributario
Economia e gestione delle imprese B
Finanza aziendale A
Finanziamenti di aziende
Obbligazioni e contratti
Crediti
5
5
5
5
5
5
5
5
5
1
1
1
1
Organizzazione aziendale A
Ragioneria
Ragioneria avanzata A (Contabilità dei costi)
Scienza delle finanze
5
5
5
5
SECONDO ANNO
Obbligatorio/a scelta
Obbligatorio
5 crediti tra:
5 crediti tra:
5 crediti tra:
5 crediti tra:
Obbligatorio
96
Insegnamenti
Principi di programmazione informatica
Diritto degli scambi internazionali
Diritto del lavoro
Diritto tributario B
Economia della tassazione
Organizzazione aziendale B (Sistemi
Informativi Aziendali)
Organizzazione del lavoro
Revisione contabile
Calcolo delle probabilità (Processi
stocastici)
Diritto dell’economia
Ricerca operativa
Sociologia
Teoria delle decisioni
Economia dei mercati monetari e
finanziari A
Economia dell’innovazione*
Economia e psicologia etica*
Gestione dei rischi
Politica economica regionale
Sistemi finanziari comparati
Analisi economica del diritto* (non
attivo a.a. 06/07)
Storia economica
Tecniche di previsione economica
Insegnamento a scelta libera
Crediti
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
Alternative
Obbligatorio
Altre attività formative (stage, Erasmus, Fino a 8
seminari, attività finalizzate alla tesi,
…..)
Prova finale
25
Nota: gli insegnamenti con asterisco* saranno attivati se inseriti nei piani
studio di almeno 5 studenti come indicato dal CdF del 29.05.06
L’erogazione dei corsi è prevista nel secondo semestre.
97
9.5 CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN ECONOMIA BANCA E
FINANZA (Classe 19/S)
Responsabile: prof.ssa C. Schena
Commissione per l’orientamento: prof.ssa C. Schena, prof. G.
Bertocco, prof. M. Guidolin, dott.ssa G. Redaelli
Il corso ha l’obiettivo di offrire ai laureati una solida conoscenza delle
metodologie e degli strumenti matematico-statistici, dell’economia politica
e dell’economia aziendale che permetta loro di affrontare presso società
bancarie e finanziarie e imprese industriali le problematiche connesse alla
gestione dei rischi, nelle sue diverse accezioni.
Particolare attenzione verrà posta allo sviluppo delle capacità di costruire
collegamenti fra gli strumenti quantitativi e vari ambiti operativi e gestionali
della finanza (specificazione, valutazione, previsione di modelli). Tali
capacità permettono di valutare l’impatto di diversi scenari macrofinanziari
e di interpretare ed elaborare i modelli decisionali caratteristici dei mercati
finanziari e intervenire nei processi gestionali tipici delle diverse categorie
di intermediari finanziari (gestione dei rischi di mercato, operativi e di
credito, previsione delle insolvenze, gestione di portafogli di attività
finanziarie). Il laureato sarà anche in grado di svolgere funzioni di risk
management nelle imprese industriali, oltre che in quelle finanziarie.
Al termine del percorso formativo, le competenze che ogni studente
dovrebbe aver maturato sono le seguenti:
a) saper prevedere scenari macroeconomici e il relativo impatto sui
mercati finanziari
b) saper gestire attivamente un portafoglio di attività finanziarie
c) valutare il grado di rischiosità associato a un settore, un’azienda, un
paese, anche attraverso l’utilizzo e la costruzione di modelli di
previsione delle insolvenze
d) saper effettuare operazioni di copertura di rischio con prodotti
finanziari derivati
e) saper interpretare e valutare criticamente i modelli di gestione dei
rischi finanziari e operativi nelle banche e nelle imprese industriali e
saper elaborare autonomamente semplici modelli.
98
Lo studente dovrà obbligatoriamente conseguire i seguenti insegnamenti
e i relativi crediti assegnati. Per la predisposizione del piano di studi, lo
studente dovrà rivolgersi ad uno dei docenti incaricati, che verificherà la
congruenza didattica del piano di studi con la scelta di indirizzo e la
formazione di base dello studente.
PRIMO E SECONDO ANNO
Anno
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
1-2
2
Insegnamenti
Economia dei mercati monetari e finanziari B
Econometria dei mercati finanziari B
Economia del mercato mobiliare B
Economia industriale
Istituzioni di diritto tributario
Matematica per l’economia
Modelli finanziari a tempo continuo
Organizzazione aziendale A
Politica economia regionale
Principi di programmazione informatica
Storia economica
Temi Avanzati di Economia/economici
Temi Avanzati di Gestione e
management/aziendali
Temi Avanzati di Metodi Quantitativi per l’Impresa
Temi Avanzati di Diritto per l’Impresa
Temi avanzati di informatica/vari
Insegnamento a scelta libera
Altre attività formative (stage, Erasmus, seminari,
attività finalizzate alla tesi, …..)
Prova finale
Insegnamenti facoltativi
99
Crediti
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
5
1 CFU =8 ore
1 CFU =8 ore
1 CFU =8 ore
1 CFU =8 ore
1 CFU =8 ore
5
Fino a 8
25
Lo studente dovrà scegliere insegnamenti facoltativi fino al
completamento dei crediti richiesti rispettando il numero di crediti per
tipologia di attività. Gli insegnamenti facoltativi potranno essere scelti fra i
seguenti (non presenti nella Laurea Triennale) o fra tutti i rimanenti
insegnamenti delle lauree triennali, specialistiche e temi avanzati attivi
presso la Facoltà.
Insegnamenti aggiuntivi
Insegnamento
Econometria delle durate (non attivo
a.a. 06/07)
Economia dell’innovazione*
Economia e psicologia etica*
Economia Monetaria
Finanza assicurativa *
Gestione dei rischi
Gestione di portafoglio applicata *
Sistemi finanziari comparati
Teoria dei mercati e delle istituzioni
finanziarie*
Crediti
5
5
5
5
5
5
5
5
5
Nota: gli insegnamenti con asterisco* saranno attivati se inseriti nei piani
studio di almeno 5 studenti come indicato dal CdF del 29.05.06
L’erogazione dei corsi è prevista nel secondo semestre.
100
10. CORSI DEL VECCHIO ORDINAMENTO
10.1 INFORMAZIONI COMUNI
Sono disattivati dall’a.a. 2001/2002 il corso di Laurea Quadriennale in
Economia e Commercio e il Diploma Universitario in Economia e
Amministrazione delle Imprese.
Gli studenti ancora iscritti a questi corsi possono concludere la carriera
intrapresa o chiedere il passaggio ad uno dei corsi Laurea Triennale.
Nel primo caso, gli studenti dovranno sostenere gli esami previsti dal loro
piano di studi. Per le norme generali relative a questi corsi si rinvia alle
guide dello Studente a.a. 2002/2003 e 2003/2004.
In caso di passaggio alla Laurea Triennale si veda il successivo paragrafo
11.
10.2 TESI DI LAUREA QUADRIENNALE – COLLOQUIO FINALE DEL
DIPLOMA UNIVERSITARIO
Relativamente al colloquio finale del Diploma Universitario si rinvia alle
norme relative alla prova finale dei corsi di Laurea Triennale.
Relativamente alla tesi di Laurea quadriennale si rinvia alle norme relative
alla prova finale del corso di Laurea Specialistica salvo che per le
modalità di determinazione del voto finale.
La votazione finale è espressa in centodecimi ed è calcolata come
somma dei seguenti elementi:
a. media dei voti, ponderata per il numero di crediti attribuiti
all’esame
b. 0.33 punti per ogni lode
c. voto assegnato alla prova finale. La valutazione della tesi segue
gli stessi criteri relativi alla prova finale di Laurea Specialistica
d. bonus per la rapidità della carriera: 2 punti per ciascun anno in cui
gli studenti hanno superato, entro il 30 novembre tutti gli esami
dell’anno a cui sono iscritti. Tale premio è attribuito solo a quegli
studenti che non abbiano effettuato trasferimenti, passaggi o
abbreviazioni di corso durante la carriera universitaria.
101
11. PASSAGGIO DAL VECCHIO AL NUOVO ORDINAMENTO
11.1 PASSAGGIO DALLA LAUREA QUADRIENNALE E DIPLOMA
UNIVERSITARIO ALLA LAUREA TRIENNALE
Gli studenti già iscritti al Corso di Laurea quadriennale in Economia e
Commercio e al Corso di Diploma Universitario in Economia ed
Amministrazione delle Imprese possono chiedere il passaggio ad uno dei
due Corsi di Laurea Triennale, con il riconoscimento degli esami già
superati secondo i criteri indicati qui di seguito.
Per gli adempimenti e le scadenze amministrative si rinvia all’Ufficio di
Segreteria Studenti.
11.2
CRITERI PER
CONSEGUITI
IL
RICONOSCIMENTO
DEI
CREDITI
GIÀ
Criterio generale
I crediti conseguiti sono riconosciuti nella loro totalità, secondo i rapporti:
12 crediti vecchio ordinamento = 10 crediti nuovo ordinamento
6 crediti vecchio ordinamento = 5 crediti nuovo ordinamento.
Corrispondenze predefinite
La tavola seguente (paragrafo 11.3) riporta corrispondenze predefinite tra
insegnamenti dell’ordinamento precedente e insegnamenti del nuovo
ordinamento. In questi casi il riconoscimento dell’esame già sostenuto
come valido a tutti gli effetti per un esame del nuovo ordinamento è
automatico, a domanda dello studente.
Insegnamenti liberi
Il nuovo ordinamento prevede che 10 crediti siano utilizzabili liberamente
dallo studente. Lo studente potrà quindi indicare esami (o parti di esami)
del vecchio ordinamento per 12 vecchi crediti, che saranno riconosciuti
nel nuovo per 10 crediti.
102
Riconoscimenti ad hoc
Il Consiglio di Facoltà potrà prendere in considerazione richieste di
riconoscimento di equivalenze non previste nella tabella, purché
adeguatamente motivate con riferimento all’indirizzo scelto e ai contenuti
del programma.
Crediti non utilizzabili
È possibile che alcuni crediti conseguiti con il vecchio ordinamento non
possano essere comunque collocati in corrispondenza ad esami previsti
dal nuovo, perché i 10 crediti a scelta libera e i 5 relativi allo stage sono
stati utilizzati, e nel piano di studi scelto non vi sono altri esami
corrispondenti che assorbano totalmente i crediti conseguiti.
Questi crediti sono comunque riconosciuti allo studente, sono registrati
nella sua carriera e potranno eventualmente essere conteggiati ai fini
dell’accesso e del conseguimento della Laurea Specialistica, sia presso
l’Università degli Studi dell’Insubria sia presso altri Atenei.
103
11.3 CORRISPONDENZE PREDEFINITE TRA ESAMI DI ANNI
ACCADEMICI PRECEDENTI E A.A. 2006/07
VECCHIO ORDINAMENTO
QUADRIENNALE / DIPLOMA
UNIVERSITARIO/CORSI
A.A.2004/05
Analisi dei dati (Statistica
descrittiva)
Diritto Amministrativo
Diritto commerciale (10 cfu)
Diritto del mercato finanziario
Diritto delle comunità europee
(parte generale)
Diritto delle comunità europee
(parte speciale)
Diritto tributario
Economia aziendale
Economia del mercato
mobiliare
Economia e gestione delle
imprese I
Economia e gestione delle
imprese II
104
ORDINAMENTO
TRIENNALE E
SPECIALISTICA (
A.A. 2005-2006)
idem
Idem
Diritto commerciale A
+ Diritto commerciale
B
INSEGNAMENTO
LIBERO
Diritto dell’Unione
Europea A
Diritto dell’Unione
Europea B
Diritto tributario A +
Diritto tributario B
Idem (9 CFU)
Economia del
mercato mobiliare A
Economia e gestione
delle imprese A +
Economia e gestione
delle imprese B
Economia e gestione
delle imprese B
ORDINAMENTO
TRIENNALE E
SPECIALISTICA
(A.A. 2006/2007)
Statistica di Base
(statistica descrittiva)
(5 CFU)
idem
Diritto delle imprese e
delle società
INSEGNAMENTO
LIBERO
Diritto dell’Unione
Europea
Diritto degli scambi
internazionali
Istituzioni di diritto
tributario + Diritto
tributario B
Idem (10 CFU)
Economia del
mercato mobiliare A
Economia e gestione
delle imprese (10
CFU)
Economia e gestione
delle imprese B
Economia e gestione delle
imprese internazionali
Economia internazionale
Economia monetaria
Economia politica I
Idem
Economia
internazionale A +
Politica economica /
economia
Internazionale A +
Economia
internazionale B
Idem
Istituzioni di economia
+ Microeconomia/
Microeconomia +
Microeconomia
applicata
Idoneità informatica
Inglese avanzato
Macroeconomia A +
Macroeconomia B
Economia regionale A
+ Politica economica /
Economia regionale A
+ Economia
industriale
Finanza aziendale A +
Finanza aziendale B
Informatica di Base A
+ Informatica di Base
B
Idem
Istituzioni di diritto privato
Istituzioni di diritto
privato A + Istituzioni
di diritto privato B
Economia politica II
Economia regionale
Finanza aziendale
105
idem
idem
Istituzioni di
macroeconomia +
Macroeconomia
progredita
Alfabetizzazione
informatica + Idoneità
informatica
idem
Istituzioni di diritto
privato (5 CFU) +
Obbligazioni e
contratti
Istituzioni di diritto pubblico
Istituzioni di diritto pubblico
(prima parte)
Istituzioni di economia
Macroeconomia
Marketing
Matematica finanziaria
Matematica finanziaria (parte
generale)
Matematica finanziaria (parte
speciale)
Matematica generale
Matematica generale (prima
parte)
Matematica generale (seconda
parte)
Microeconomia applicata
Organizzazione aziendale
(parte generale)
106
Istituzioni di diritto
pubblico A +
Istituzioni di diritto
pubblico B / Istituzioni
di diritto pubblico A +
Diritto amministrativo
Istituzioni di diritto
pubblico A
idem
idem
Marketing A +
Marketing
internazionale
Matematica
finanziaria A +
Matematica
finanziaria B
Matematica
finanziaria A
Matematica
finanziaria B
Matematica generale
A + Matematica
generale B
Matematica generale
A
Matematica generale
B
Microeconomia +
Microeconomia
applicata
(Microeconometria)
Organizzazione
aziendale A
Istituzioni di diritto
pubblico + Diritto
pubblico progredito
Istituzioni di diritto
pubblico (5 CFU)
idem
Matematica
finanziaria (10CFU)
Matematica (10 CFU)
Organizzazione aziendale
(sistemi informativi)
Politica economica
Problemi delle imprese della
regione insubrica
Programmazione e controllo
Ragioneria generale ed
applicata I
Ragioneria generale ed
applicata II
Scienza delle finanze A (Parte
Generale)
Scienze delle finanze B
(Economia Pubblica)
Sistemi finanziari comparati
Statistica (statistica
inferenziale)
Statistica economica
Statistica I
Statistica II
107
Organizzazione
aziendale B
Politica economica +
Scienza delle finanze
A
Ragioneria avanzata
B
Ragioneria A +
Ragioneria B
Ragioneria avanzata
A + Ragioneria
avanzata B
Scienza delle finanze
A
Politica economica A /
Scienze delle finanze
B (Economia
Pubblica)
idem
idem
Statistica per
l’Impresa / Tecniche
di Previsione
Economica
Analisi dei Dati
(Statistica Descrittiva)
+ Statistica
Inferenziale
Statistica per
l’Impresa
Scienza delle finanze
Politica economica/
Economia della
tassazione
idem
Statistica inferenziale
Statistica di Base +
Statistica Inferenziale
Storia economica
Strategia e politica aziendale
Tecnica bancaria
Tecnica industriale e
commerciale
Storia Economica +
Istituzioni di
Economia (3° anno)
Idem
Economia degli
intermediari finanziari
A + Economia degli
intermediari finanziari
B
Economia e gestione
delle imprese A +
Economia e gestione
delle imprese B
Diritto commerciale A
Diritto tributario A
Economia degli
intermediari A
Informatica di Base A
Idoneità di informatica
B
Istituzioni di diritto
privato A
Istituzioni di diritto
privato B
Lingua inglese
(8CFU)
Macroeconomia A
108
Economia degli
intermediari finanziari
+ Economia degli
intermediari finanziari
B
Economia e gestione
delle imprese (10
CFU)
Lineamenti di diritto
commerciale
Istituzioni di diritto
tributario
Economia degli
intermediari finanziari
Alfabetizzazione
informatica (2 CFU)
Idoneità informatica
Istituzioni di diritto
privato (5 CFU)
Obbligazioni e
contratti
Lingua Inglese Parte Prima (livello
B2) (3 CFU) + Lingua
inglese -parte
seconda (livello B2) (5
CFU)
Istituzioni di
macroeconomia
Mcroeconomia B
Ragioneria A
Ragioneria B
Scienza delle finanze
B
Macroeconomia
progredita
Istituzioni di
ragioneria (5CFU)
Ragioneria
Economia della
tassazione
Legenda
“idem” = riconoscimento con la stessa denominazione
“/ “ = in alternativa
“+” = in aggiunta
12. ATTIVITA’ EXTRADIDATTICHE
Le informazioni riportate in questo paragrafo sono fornite direttamente dai
rappresentanti delle organizzazioni interessate.
12.1 CENTRO UNIVERSITARIO SPORTIVO – C.U.S. DEI LAGHI
VARESE – COMO
C.U.S. DEI LAGHI VARESE – COMO
Segreteria Via Ravasi, 2 – Varese orari da Lun a Ven 9.30 /12.30
Tel. 0332 219895 Fax 0332 219069
Palestra Via Puecher, 5 – Como orari da Lun a Ven 12.00 alle 22.00 Sab
12.00 alle 17.00
Tel. 334/3637470
e-mail: [email protected]
www.cusdeilaghi.it
Il Centro Universitario Sportivo, più diffusamente conosciuto come C.U.S.
DEI LAGHI VARESE-COMO, è l’ente cui spetta il compito di promuovere
incentivare e organizzare l’attività sportiva a qualunque livello, all’interno
dell’università dell’Insubria e gestire gli impianti sportivi ad essa collegati.
109
L’attività
Il Cus dà la possibilità a tutti gli studenti, e non solo a loro, di praticare
Atletica Leggera e Pallacanestro o di frequentare corsi di Rugby, Atletica,
Ginnastica per adulti, Alpinismo, Balli Caraibici, Aerobica Gag, Cardio
Tonic, Body Building, Step, Arti Marziali, Difesa personale, Kick, Karate e
Joga.
Inoltre il Cus si occupa del reclutamento degli atleti/studenti per la
partecipazione ai Campionati Nazionali Universitari sia Invernali che
Primaverili (CNU) per tutte le discipline sportive, singole e di squadra.
Ed è proprio quello dei CNU uno degli argomenti più interessanti da
esplorare nell'ambito dell'attività del CUS, infatti si dà la possibilità agli
studenti di rappresentare l'Università dell'Insubria nell'ambito di gare
sportive a carattere nazionale per l'assegnazione del titolo di Campione
Nazionale Italiano Universitario.
I CNU sono una manifestazione itinerante che si svolge in due sessioni,
una invernale e una primaverile, le ultime edizioni primaverili si sono
tenute a: Salsomaggiore 1997, Cassino 1998, Bari 1999, Torino 2000,
Cagliari 2001 , Chieti 2002, Salerno 2003, Camerino2004, Catania 2005 e
a Brescia nel 2006.
Le discipline presenti sono innumerevoli, ad esempio: calcio a 11, calcio a
5, pallavolo maschile e femminile, pallacanestro, judo, taek-won do,
atletica leggera,scherma, golf, pugilato, tiro a segno, sci di fondo, sci
alpino e molti altri.
La storia del CUS DEI LAGHI Varese-Como ha visto fino ad ora
partecipazioni molto brillanti sia a livello individuale che di sport di
squadra.
Grandi possibilità l'attività del CUS le riserva anche e soprattutto a coloro
che svolgono attività sportiva in discipline non molto conosciute (o da
qualcuno ingiustamente definite minori), infatti questi atleti possono
trovare l'occasione di partecipare a gare di un certo spessore agonistico e
tentare di ambire al titolo italiano.
Bisogna inoltre ricordare la riuscitissima organizzazione di Tornei
interfacoltà come la University Como Cup giunta alla sua terza edizione, il
Memorial Bellorini-Ghezzi organizzato dalla sezione di atletica nel centro
storico di Varese e la collaborazione nell’organizzazzione delle Insubriadi.
110
Gli impianti
Gli impianti in uso sono quelli presi in locazione dalla Provincia di Varese
e Como di seguito riportati:
"ITIS di Varese e di Gazzada, Campo di Atletica di Calcinate degli
Orrigoni, campo di Rugby di Giubiano e Centro Sportivo CAMPUS a
Varese.
Palestra di Fitness a Como presso lo stadio Sinigaglia .
Agevolazioni
Tesserandosi al CUS dei Laghi Varese-Como c'è la possibilità di godere
di vantaggiosi sconti sia in numerosi negozi della città sia nell’utilizzo di
impianti sportivi comunali (piscine comunali, teatri ecc.) specifiche sono le
convenzioni in note palestre di Varese (es.: Campus, Club Conti) e per la
palestra del Cus dei Laghi a Como.
Come iscriversi
Tutti si possono tesserare al Cus, sia studenti che esterni. Sono
disponibili tre tipi di tessere:
TESSERA ATLETI ROSSA, COSTO: 10 €, DURATA: 1/09 al 31/08
FUNZIONI: Affiliazione, Partecipazione all’attività sportiva Cus,
Convenzioni VISITA MEDICA: Obbligatoria, FOTO: obbligatoria
TESSERA TEMPO LIBERO GIALLA COSTO: 10 €, DURATA: 1/09 al
31/08 FUNZIONI:Affiliazione ,Partecipazione a gite, Convenzioni VISITA
MEDICA: no FOTO: non obbligatoria NON VALIDA PER ATTIVITA'
SPORTIVA
TESSERA PALESTRA/CORSI AZZURRA COSTO: 10 € DURATA: 1/09
al 31/08 FUNZIONI: Affiliazione, Convenzioni, Diritto ad abbonarsi alla
palestra. VISITA MEDICA: Obbligatoria FOTO: obbligatoria
111
12.2 ISTITUTO PER IL DIRITTO ALLO STUDIO - I.S.U.
L’Istituto per il Diritto allo Studio Universitario è un ente strumentale della
Regione Lombardia che gestisce direttamente interventi collettivi ed
individuali connessi al diritto allo studio universitario.
In attesa dell’attivazione dell’I.S.U. dell’Insubria, le competenze relative al
diritto allo studio degli studenti dell’Ateneo sono state affidate all’I.S.U.
dell’Università degli Studi di Milano.
L’I.S.U. eroga per concorso i seguenti servizi:
- borse di studio
- premi di Laurea
- contributi per mobilità internazionale e per lo studio all’estero
- servizio abitativo
- contributi
- sovvenzioni straordinarie.
Il concorso per ottenere tali benefici viene indetto annualmente, sulla base
di criteri di assegnazione che vertono sostanzialmente sul merito e sul
reddito. Della pubblicazione del bando e dei relativi interventi viene data
notizia attraverso avvisi affissi nelle bacheche, nelle facoltà e nelle
segreterie, sul sito Internet dell’Ente: www.isu.unimi.it nonché sul
notiziario dell’I.S.U. “Informazione Universitaria”. Sempre collegandosi al
sito sarà possibile presentare le domande per i benefici via web.
L’I.S.U., inoltre, eroga alla generalità degli studenti i seguenti servizi:
- ristorazione
- orientamento-scambi universitari
- attività culturali
- prestito libri
- servizio editoriale
- servizi di supporto agli studenti portatori di handicap
- sportello lavoro.
L’I.S.U. si occupa di soddisfare le richieste di tutti gli studenti capaci e
meritevoli, le cui condizioni economiche disagiate potrebbero
rappresentare un ostacolo al percorso formativo.
Orari di apertura:
Ufficio I.S.U. di Varese - Via Ravasi,2
Tel. 0332 / 219067
Fax 0332 / 219069
112
Per informazioni:
e-mail: [email protected]
martedì 9.30 – 12.00; 14.00 – 16.30
mercoledì 14.00 – 16.30
venerdì 9.30 – 12.00
Ufficio I.S.U. di Como - Via G. Garibaldi, 61
Tel. 031 / 3305820
Fax 031 / 3305830
lunedì 9.30 –- 12.00; 14.00 – 16.30
giovedì 9.30 – 12.00; 14.00 – 15.30
12.3 ASSOCIAZIONE AMICI DELL’UNIVERSITÀ DI VARESE
L'Associazione Amici dell'Università di Varese, nata nel 1992 ad opera dei
Club Service del territorio, è un ente morale (Onlus) costituito allo scopo
di sostenere lo sviluppo e la crescita dell'Università di Varese, di favorirne
l'inserimento armonico nel territorio, di contribuire alla realizzazione di
insediamenti strutturali in ordine allo studio ed alla residenzialità della
popolazione studentesca ed alla promozione della ricerca e dello scambio
culturale.
A tale scopo l'Associazione organizza convegni di studio e manifestazioni
di carattere scientifico, umanistico ed artistico (al di là quindi delle
discipline didattiche d'insegnamento), proponendosi come mediatore
culturale fra l'Università, le Istituzioni, gli Enti Culturali e la popolazione
dell'area varesina, nell'intento di riqualificarne il territorio con i conseguenti
benefici effetti di ripresa economica e sociale indotti da tali iniziative.
A tutto ciò si aggiunge la fattiva opera di sostegno a favore degli studenti
meritevoli e bisognosi, anche stranieri, con l'assegnazione di borse di
studio.
L'Associazione è aperta a tutti coloro che desiderano l'affermazione del
polo universitario varesino; si rivolge in particolar modo agli studenti che
possono trovare in essa sostegno ed a cui possono dare suggerimenti e
proposte per progetti ed iniziative.
La quota associativa per gli studenti è di Euro 10,33.
La sede dell'Associazione è in via Pasubio n.1, Varese - Tel.
0332/310434, con apertura degli uffici dalle ore 9.30 alle ore 12.30
Presidente: Dott. Giuseppe Villa.
113
12.4 CORO
Il primo nucleo del Coro dell’Università degli Studi dell’Insubria nasce, per
volontà del Maestro Alberto Repossi e del Professor Carlo Dell’Orbo, nei
primi mesi del 1998.
Il Coro, a quattro voci dispari a cappella, è costituito attualmente da una
quindicina di membri effettivi tra cui studenti dell'Università ed elementi
appartenenti sia al personale universitario non docente che docente, che
dal 2003 fanno ormai parte della sua compagine stabile.
Il Coro si esibisce per la prima volta alla cerimonia di inaugurazione
dell’Università degli Studi dell’Insubria nel luglio del 1998, intonando l’Inno
Accademico Internazionale e da allora è tradizione che la cerimonia di
apertura dell’Anno Accademico in Varese si concluda con la sua
esibizione.
Da alcuni anni anima la messa di Natale e Pasqua dell’Ateneo; nel 2004
ha organizzato insieme alla Compagnia della Gru un concerto
internazionale di spiritual e gospel cui ha partecipato il coro Heritage
Chorale di Shaker Heights, Ohio; ha partecipato con notevole successo di
critica e pubblico al primo raduno nazionale dei cori universitari “Festa in
Primavera” tenutosi a Campobasso nel maggio 2005 ed in seguito a
quell’evento ha partecipato ad altri incontri corali con i cori universitari
dell’alta Italia.
L’intendimento del coro è quello di migliorare sempre di più le potenzialità
artistiche ed umane del gruppo: in particolare, l’obiettivo è quello di
inserirsi nella tradizione corale universitaria, storicamente sviluppatasi in
seno ad importanti atenei tedeschi ed anglosassoni nell'ambito della
tradizione musicale europea.
Il repertorio è principalmente di carattere profano, dai Madrigali agli
Spirituals, senza avere però preclusioni di generi musicali ed epoche
storiche.
Per partecipare è richiesta una discreta dose di musicalità e tanta voglia
di imparare.
Le prove si tengono una volta alla settimana alle ore 18.00, presso l’aula
17 della Facoltà di Economia in Via Monte Generoso 71 a Varese. Il
114
giorno delle prove viene deciso all’inizio dell’Anno Accademico in base
alle esigenze di maestro e coristi.
Per informazioni contattare:
il Maestro: Dr. Alberto Repossi
tel 0332.283658; e-mail: [email protected]
la Responsabile: Dr.ssa Marina Protasoni c/o Laboratorio di Morfologia
umana
tel: 0332.217454; e-mail: [email protected]
12.5 LA CARTA SERVIZI DELL’ATENEO: US CARD
La University Students’ Card, è un progetto nato all’Università
dell’Insubria e gestito dall’Associazione University Student esterna
all’Ateneo.
Lo scopo della US Card è mettere in relazione il mondo degli Atenei e
degli studenti con la società che vive fuori dalle mura universitarie.
Il progetto è presente su un’area geografica di 9 province (Torino,
Siena,Varese, Como, Lecco, Bergamo, Vercelli, Novara, Alessandria)
dislocate in 3 regioni del territorio Nazionale (Lombardia, Toscana e
Piemonte) ed offre gratuitamente servizi ai 100.000 studenti iscritti nelle 7
Università coinvolte (Università degli Studi dell’Insubria, Politecnico di
Milano “sede Como”, Liuc di Castellana, Università degli Studi del
Piemonte Orientale, Università degli Studi di Bergamo, Accademia
Albertina Torino, Università per stranieri di Siena).
I servizi offerti dal progetto:
Card
I servizi vengono offerti agli studenti mediante la consegna gratuita della
card e del materiale illustrativo. Gli studenti possono presentarsi con la
UScard in 1200 punti convenzionati e ricevere sconti sugli acquisti di beni
o servizi dal 10% al 50% (vi sono anche ulteriori convenzioni con Musei,
Teatri, Cinema, Parchi e comprensori sciistici). UScard nelle province
115
coinvolte è l’unico progetto a far valere come documento di
riconoscimento le diverse tessere di Ateneo in tutto il territorio coinvolto
nel progetto.
Servizi on-line
Tramite il sito (www.uscard.it) gli studenti possono usufruire di ulteriori
servizi (US in esclusiva nazionale con Adecco ha realizzato motore di
ricerca di lavoro, apposito per gli studenti universitari e per i neolaureati,
possibilità di dialogo con una psicologa e con un sacerdote, ricerca casa,
bacheca, Controguida “informativa su materie/facoltà/prof.”, premio
mensile ad estrazione per gli studenti della mail list del sito, supporto
comunicativo delle iniziative locali degli studenti tramite la mail-list).
Per informazioni rivolgersi ad Associazione University Student Via Ravasi
2 21100 Varese. Dott. Flavio Ibba Tel 3472224814 www.uscard.it –
[email protected]
116
Scarica

Guida dello studente - Università degli Studi dell`Insubria