N. 03 / 2011
dal 1981
PROSPETTIVA VALLEFREDDANA
NUOVA EDIZIONE
ANNO I V
N° X X X
NUMERO UNICO MAR. / APR. - PERIODICO DI COMUNICAZIONE INTERNA DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE -
NUMERO DISPONIBILE ON-LINE SUL SITO:
www.associazionevallemaio.it
150° ANNIVERSARIO UNITÀ D'ITALIA
1861: NASCE L'ITALIA
Unità d’Italia, Napolitano: Uniti supereremo tutte le difficoltà
16/03/2011 - Gli italiani uniti supereranno le difficoltà come accaduto in passato. Lo ha detto il Presidente
della Repubblica, Giorgio Napolitano, alla Notte tricolore in piazza al Quirinale. "Ognuno ha le sue idee, discutiamo e battagliamo ma ognuno ricordi che è parte di qualcosa di più grande, la nostra nazione" e "se
saremo uniti sapremo superare le difficoltà che ci attendono".
( E. P. V.)
EDIZIONE
INFO E CONTATTI:
PROSPETTIVA
e-mail: [email protected]
V A L L E F R E D D A NA
web: www.associazionevallemaio.it
n. 03
anno
2 01 1
TESSERAMENTO
SOMMARIO n. 03/2011
ATTIVITA’
LE
3
2011
NUOVE ISCRIZIONI SONO
ANCORA AMMESSE
GIUSEPPE GARIBALDI, EROE DEI DUE MONDI
IL
NOTIZIE STORICHE SU VALLEMAIO 4
- II GUERRA MONDIALE:
piano d’attacco, Monte Maio
NOTARELLE VALLEFREDDANE
5
DETRAZIONE FISCALE DEL 55%
6
DALLA STAMPA LOCALE
LA FRANA SULLA STRADA PER S.ANDREA DEL G.
VITA AMMINISTRATIVA
7
Comune: sono in vendita cappelle
I GIOVANI E IL MONDO DELLA SCUOLA
8
- 1861, NASCE L’ITALIA
ZIONE CULTURALE “GIUDICI GIOVANNI DA
VALLEFREDDA” con sede in Vallemaio
(03040) provincia di Frosinone, in via
Roma n. 2 ,- telefono 0776 957122 HA DELIBERATO L’AVVIO DELLE NUOVE
ISCRIZIONI A SOCIO, PER IL CORRENTE
ANNO 2 0 1 1 .
Le iscrizioni sono ammesse anche
on-line (invieremo a casa la tessera)
www.associazionevallemaio.it
E-mail : [email protected]
Un angolo di Vallemaio,
non più esistente
tel 0776-957129
Foto archivio © Bruno Fargnoli
E-mail : [email protected]
FATE RIVIVERE
I LUOGHI DI
VALLEMAIO
CON LE VOSTRE
VECCHIE FOTOGRAFIE
cell. 328-6871012
LIBRI E TEMPO LIBERO
9
[email protected]
oppure
[email protected]
LIBRI SULLA STORIA DI VALLEMAIO
INFO TURISTICHE
10
ARCHIVIO
- Vallemaio, dati istat ...
ANZIANO E SOCIETA’
© BRUNO FARGNOLI
DA
VALLEMAIO – FOTO di
RIZZO RITA
11
-
NOTIZIE INPS
-
LE NOVITÀ DEL 730/2011.
COSA SONO I MODELLI INPS
...
L’ANGOLO DELLA POESIA
PROVERBI DEL MESE
INVIATECI LE VOSTRE
VECCHIE FOTOGRAFIE
I
vecchie fotografie ricevute
( si ringraziano gli interessati)
PER CONTATTI:
REGIONE: il presidente A BBRUZZESE ….
PROVINCIA: FESTA DELL’UNITÀ D’ITALIA
•
•
•
CONSIGLIO DIRETTIVO DELL’ASSOCIA-
12
-POESIA: SONO RICCA DI TE
-PENSIERI … SEMPLICI MA VERI ...
L’OZIO E’ IL PADRE DEI VIZI
BARZELLETTE, E
13
… ALTRO
NOTIZIE UTILI … RICORDI
14
CELEBRAZIONI DELL’UNITA’
D’ITALIA: GARIBALDI
FEDE, ARTE, STORIA
VITA DEL SERVO DI
15
DIO DON
CESARE DE MAGISTRIS
VISITATE IL SITO
(X PARTE)
16
IMMAGINI VECCHIE E NUOVE UN SENTIMENTO DI APPARTENENZA.
LE VECCHIE FOTO, IN QUESTO SPAZIO, POSSONO ESSERE CONDIVISE DA TUTTI E
DOCUMENTARE UNA REALTA’ LOCALE. TUTTI SONO INVITATI A FORNIRE MATERIALE DI OGNI
GENERE, RACCONTARE STORIE DEL NOSTRO PAESE.
- INFO E FOTO SU VALLEMAIO; ANNUNCI PUBBLICITARI
FOTO DI PRIMA PAGINA:
BANDIERA E PRESIDENTE NAPOLITANO
-
COPYRIGHT B. FARGNOLI
VOLETE CHE IL VOSTRO ARTICOLO, POESIA, ANNUNCIO, RACCONTO VENGA PUBBLICATO SUL PROSSIMO NUMERO? SCRIVETECI:
[email protected] oppure [email protected] - ASSOCIAZIONE CULTURALE - VIA ROMA N. 2 - 03040 VALLEMAIO
2
03-2011
E. P. V. Info e contatti: E-MAIL : [email protected]
03
WEB: www.associazionevallemaio.it
Giuseppe Garibaldi
Eroe dei due mondi
Giuseppe Garibaldi nasce a Nizza il 4 luglio 1807. Da giovanissimo, desideroso di avventura, si imbarca come marinaio e nel 1832, appena venticinquenne è capitano di un mercantile. Nello stesso periodo inizia ad abbracciarne gli ideali di libertà ed indipendenza
partecipando ai movimenti patriottici europei ed a quello mazziniano della "Giovine Italia" . Nel 1836 sbarca a Rio de Janeiro e da
qui inizia il periodo, che durerà fino al 1848, in cui si impegnerà in
varie imprese di guerra in America Latina. Combatte in Brasile e in
Uruguay ed accumula una grande esperienza nelle tattiche della
guerriglia basate sul movimento e sulle azioni a sorpresa. Questa
esperienza avrà un grande valore per la formazione di Giuseppe Garibaldi sia come condottiero di uomini sia come tattico imprevedibile.
Nel 1848 torna in Italia dove sono scoppiati i moti di indipendenza, che vedranno le celebri Cinque Giornate di Milano. Nel 1849 partecipa alla difesa della Repubblica Romana insieme a Mazzini, Pisacane, Mameli e Manara, ed è l'anima delle forze repubblicane durante i combattimenti contro i francesi alleati di Papa Pio IX. Purtroppo i repubblicani devono cedere alla
preponderanza delle forze nemiche e Garibaldi il 2 Luglio 1849 deve abbandonare Roma. Di qui, passando per vie pericolosissime lungo le quali perde molti compagni fedeli, tra i quali l'adorata moglie Anita, riesce a raggiungere il territorio del Regno di Sardegna.
Inizia quindi un periodo di vagabondaggio per il mondo, per lo più via mare, che lo porta infine nel
1857 a Caprera. Garibaldi tuttavia non abbandona gli ideali unitari e nel 1858-1859 si incontra con
Cavour e Vittorio Emanuele, che lo autorizzano a costituire un corpo di volontari, corpo che fu denominato "Cacciatori delle Alpi" e al cui comando fu posto lo stesso Garibaldi.
Partecipa alla Seconda Guerra di Indipendenza cogliendo vari successi ma l'armistizio di Villafranca
interrompe le sue operazioni e dei suoi Cacciatori.
Nel 1860 Giuseppe Garibaldi è promotore e capo della spedizione dei Mille; salpa da Quarto(GE) il 6
maggio 1860 e sbarca a Marsala cinque giorni dopo. Da Marsala inizia la sua marcia trionfale; batte i
Borboni a Calatafimi, giunge a Milazzo, prende Palermo, Messina, Siracusa e libera completamente la
Sicilia.
CONTINUA A PAG. 14
ESEGUO TRADUZIONI E CORREZIONI DI TESTI
DALL’INGLESE E DAL FRANCESE IN ITALIANO
PER COSTI ED INFORMAZIONI CONTATTARE I
NUMERI : 333 1234602 0776957122
E come disse Totò:
"QUELLO CHE VUOI PER
ME, IL DOPPIO LO AUGURO A TE !"
1861: nasce l'Italia
TRE BANDIERE TRICOLORE COSTITUISCONO IL
LOGO DELL'ANNIVERSARIO CHE SI CELEBRA NEL
2011 E RAPPRESENTANO I TRE GIUBILEI DEL
1911, 1961 E 2011, IN UN COLLEGAMENTO
IDEALE TRA LE GENERAZIONI, LE CELEBRAZIONI
SONO UN MESSAGGIO DI IDENTITÀ E UNITÀ NAZIONALE
PUBBLICAZIONI DELLE ATTIVITÀ.
• SVOLGIMENTO DI ATTIVITA’ DIVERSE • PROGETTARE E CREARE SITI WEB, DISE-
Insieme per far fronte
ai nuovi bisogni sociali
• GESTIONE DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI
ED EDUCATIVI DI BASE CON ASSISTENZA DOMICILIARE ED INFERMIERISTICA,
ANCHE IN CONVENZIONE CON ENTI PUBBLICI;
• L’ORGANIZZAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PER LA GESTIONE DI
SERVIZI PER ENTI PUBBLICI E PRIVATI;
FINALIZZATE ALL’INSERIMENTO LAVORATIVO DI PERSONE SVANTAGGIATE
NEL CAMPO DEI SERVIZI PUBBLICI E
PRIVATI;
GNI PERSONALIZZATI PER BIGLIETTI DA
VISITA, CARD, INVITI, BANNER, ECC .
SOCIETA’ COOPERATIVA SOCIALE “F U T U R E”
• LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI E GESTIONE DI LAVORI VARI ED OPERE GENERALI NEL CAMPO PUBBLICO E PRIVATO;
• ATTIVITA’ DI TRASPORTO SCOLASTICO G e o metra B r u n o F a r g n o l i
E MENSA SCOLASTICA IN CONVENZIONE
CON ENTI PUBBLICI;
• DIVULGAZIONE, STUDI, RICERCHE E
03-2011
E. P. V. Info e contatti: E-MAIL : [email protected]
03
Studio tecnico
P.zza SS. Annunziata, 11
Vallemaio (Fr)
WEB: www.associazionevallemaio.it
3
STORIE E TRADIZIONI DI VALLEMAIO (VALLEFREDDA)
NOTIZIE STORICHE
SU VALLEMAIO
Vallemaio, località “Vallauri piccola– colle Cerasola”. In primo piano postazioni
tedesche ancora esistenti. Zona di prima linea “Gustav” durante il secondo conflitto mondiale (© Bruno Fargnoli)
A cura di © Bruno Fargnoli - tel. fax 0776957122 E mail [email protected]
Segue da numero precedente
SECONDA GUERRA MONDIALE
LE BATTAGLIE PER LA CONQUISTA DI MONTE MAIO
PIANO D’ATTACCO
(CONTINUA DA PRECEDENTE NUMERO)
Tatticamente è interessante rilevare che gli attaccanti
per spingersi alla conquista del Monte Maio dovevano aver
prima conquistato il Faito.
Se fosse riuscita l’occupazione del Faito, sarebbe stato
facilmente possibile il contrattacco da tre parti: Feuci, Cerasola, Garofano; inoltre, le alture del Maio e del Feuci permettevano ai difensori di utilizzare l’artiglieria e contrattaccare il nemico dall’alto in basso.¹
I tedeschi nella zona di combattimento Maio-Liri avevano dislocato due battaglioni “ Nagel” della 71’ Divisione di
Fanteria del Gen.le Raapke.
Le posizioni erano tenute sui pendii delle alture verso
sud in ricoveri di legno, casematte, camminamenti e trincee, e venivano protette con filo spinato, mine e lanciafiamme
ad accensione elettrica.
(Archivio © Bruno Fargnoli)
Zona Monte Cerasola ( archivio © B. Fargnoli)
¹) “ La conquista dell’importante Monte Faito, fratello minore del Monte Maio, cardine meridionale della porta di Cassino”.; vedi: “Montecassino”, op. cit. pag. 340.
Cfr. pag. 170,” Le battaglie del Garigliano… “ di Cosmo
Pontecorvo . “ Armi automatiche e mortai coprivano le difese,
disposte sui due lati dei fortini, in modo da poter effettuare un
fuoco difensivo incrociato, a ventaglio, sulle truppe assedianti
… I fortini erano costituiti da una buca rettangolare di metri
1,50 x 0,90 … con tronchi di legno, ecc.
- Nota dell’autore: ancora oggi nelle località Ornito a quota 700 sono presenti camminamenti e trincee e a distanza inferiore, tra quota 600 e 680 circa sono ancora evidenti tra le rocce
buche anche di forma rettangolare a dimensione variabile; mentre sul Cerasola e Faito si possono vedere le postazioni scavate,
per circa un metro e cinquanta, tra le rocce, con posizionamento perimetrale di grosse pietre atte a delimitare e/o costituire
buche a forma quasi ovale o circolare non più ampie di due
metri quadrati e con bordi di pietre più piccole, atte a contenere all’incirca
quattro uomini
(vedi foto in
questa pagina e
nella pag. successiva) .Vallemaio, località
“ colle Cerasola”.
In primo piano
postazione tedesca
ancora integra.
Foto, anno 2011,
© Bruno Fargnoli
- Le forze in campo - (Archivio © Bruno Fargnoli)
4
Vallemaio, località “ monte Cerasola”. Foto, anno 2011, © Bruno Fargnoli
03-2011
E. P. V. Info e contatti: E-MAIL : [email protected]
03
WEB: www.associazionevallemaio.it
L’ A N G O L O D E L L ’ E S P E R T O
DETRAZIONE FISCALE DEL 55% PER INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
DEGLI EDIFICI: UN’OCCASIONE DI RISPARMIO PER I CITTADINI.
NEI NUMERI PRECEDENTI, A CUI RINVIAMO, ABBIAMO ACCENNATO ALLE OPPORTUNITÀ OFFERTE DELLA DETRAZIONE FISCALE DEL 55%.
VISTO L’INTERESSAMENTO DI TANTI LETTORI ABBIAMO DECISO DI RIPORTARE DEGLI APPROFONDIMENTI SULL’ARGOMENTO.
I POSSIBILI INTERVENTI DETRAIBILI, PUNTANO ALLA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI QUINDI, DEVONO CONSENTIRE IL PASSAGGIO DA UNA SITUAZIONE
ATTUALE AD UNA MIGLIORE. IL PROVVEDIMENTO PIÙ VALIDO, CONSISTE NEL MIGLIORARE LE CARATTERISTICHE TERMICHE DELL’INVOLUCRO EDILIZIO.
A CURA DI
EMILIO GEOM. DI IONNA
Per ulteriori informazioni e chiarimenti potete rivolgervi ai geometri Bruno Fargnoli ed Emilio Di Ionna presso lo studio tecnico in
piazza SS. Annunziata a Vallemaio– per contatti: tel e fax . 0776957122 - [email protected]
LA SCAMPAGNATA:
HO RIVISTO SU QUELLE
MONTAGNE ANCORA
POSTAZIONI E TRINCEE
CHE HANNO SCONVOLTO LA MIA MENTE
Sabato 12 marzo 2011 io e due amici di Vallemaio, il geometra Bruno Fargnoli e l’amico commerciante di legna Fernando
D’Alessandro, siamo andati sull’altopiano di Vallaurea e Vallaurea piccola, circondato dai monti Maio, Feuci, Faito, Ornito,
Colle Cerasola e Agrifoglio.
Siamo arrivati, in particolar modo,
sulle cime di colle Cerasola che confina
con il comune di S. Andrea del Garigliano
da dove si può vedere tutta la valle del
Garigliano ed anche altre valli: un panorama straordinariamente bello.
Su ognuna di queste vette si sono avuti
accaniti scontri tra l’esercito tedesco e
quello anglo-americano oltre che con
Francesi, Marocchini, Indiani, Canadesi,
Australiani, Neozelandesi e forse anche
altre formazioni di altre nazioni .
Lo
scontro finale con lo sfondamento della
linea chiamata Gustav è stato combattuto
nel maggio del 1944 dal Corpo di Spedizione Francese comandato dal Generale
Juin che, sferrando all’attacco le truppe di
colore del 4° RTM, riuscirono dopo vari
tentativi, ingaggiando un corpo a corpo
all’arma bianca, a passare le linee tedesche .
Io durante la seconda guerra mondiale avevo dodici anni per cui capivo
perfettamente tutto. Ogni giorno ero a
contatto con i soldati tedeschi i quali
spesso ci davano qualcosa da mangiare:
pane nero, qualche scatola di carne e
patate.
Ritornando al dodici marzo: durante la scampagnata ho
rivisto su quelle montagne ancora postazioni e trincee che
hanno sconvolto la mia mente. Ho ripensato a tutti quei poveri
ragazzi, anche padri di famiglia, che per colpa di governanti
inconsapevoli hanno dato la loro vita mentre mogli e madri ne
attendevano invano il ritorno.
In tutti questi anni avevo quasi dimenticato i tristi eventi
della guerra ma, percorrendo quei luoghi, il mio pensiero è
andato verso quei momenti di vita vissuta da bambino, quando
vedevo i fucilieri tedeschi che partivano
dal paese per andare sulle montagne di
Vallaurea dove era posizionato il fronte di
guerra. Ho ricordato quando i tedeschi andavano con i muli a portare sussistenza alle truppe ed al
ritorno portavano morti e feriti.
Ho ricordato quando, nel
mio paese, passando per via Ripa,
vedevo in un grande “camerone”
tanti soldati morti disposti come
croci, uno sull’altro. Ancora oggi,
quando ripasso lì, lo ricordo sempre come pure non dimentico
quando un Sergente Maggiore di
nome Enzo chiamava mamma ‘zia
Filomena’. Questi combatteva sul
fronte di Cassino; una volta ci
mostrò una foto con sua moglie e
i suoi due figli. Un giorno salutando mia zia le disse queste parole:
“Mamma, mamma, io andare a combattere a Montecassino e non ritornare più”.
Il suo presentimento era vero: non è ritornato più. Come pure ricordo un ragazzosoldato di soli sedici anni di nome (Josef)
Giuseppe; morì anche lui e venne sepolto nel
cimitero del paese.
Mazzarella Ludovico
03-2011
E. P. V. Info e contatti: E-MAIL : [email protected]
03
Foto: 12 marzo 2011, i luoghi dell’ultima battaglia del maggio
1944; postazioni e reperti di guerra su Colle Cerasola a quota
G e o m. B r u n o F a r g n o l i
E-mail:
mail: : [email protected]
PER OGNI PROBLEMA tecnico
SCRIVETE via Roma n. 2 - 03040 VALLEMAIO Fr
OPPURE TELEFONATE 0776 957122
Studio tecnico P.zza SS. Annunziata, 11
Tutti possono chiedere informazione
su assistenza, previdenza e per pratiche varie
presso la sede dell’Associazione Culturale.
WEB: www.associazionevallemaio.it
5
SI RIPORTANO ALCUNI ARTICOLI DELLA STAMPA LOCALE CHE TRATTANO DI VALLEMAIO
VENDESI
AUTOVEICOLO FIAT 75 OM 10 A
- CON PIATTAFORMA GIREVOLE COL BRACCIO PORTATA DICHIARATA
180 KG COMPRESE DUE PERSONE
- SVILUPPO MASSIMO DAL SUOLO 13 MT.
- CONDIZIONI GENERALI: BUONE
ESITO DELLA VERIFICA AL 26-09-2009:
REGOLARE ED ADEGUATO AI FINI
DELLA SICUREZZA
PREZZO TRATTABILI € 8.000,00.Per contatti :
FUTURE SOCIETÀ COOP. SOCIALE A R.L.
via Fortuna Emilio, 1 03040 VALLEMAIO Fr
Tel. 0776 957122 - 3391653143 - 3497531378
-
E-mail: [email protected]
© A. Romano
Da:Ciociaria oggi - valle dei santi-
PARCO EOLICO
A VALLEMAIO ?
FATE PERVENIRE
UN PARERE
IN MERITO A TALE
INSEDIAMENTO
inviare una E-mail
al seguente indirizzo:
[email protected]
… NO AL PARCO
EOLICO
SULLE MONTAGNE
PROSSIME AL PAESE
DI VALLEMAIO
EDICOLA GIORNALI
E RIVISTE
di catese-fortuna
VIA DI BIASIO N. 151
CASSINO FR
“L’ALLEVAMENTO
DI MAIALI NERI,
IN LOCALITÀ’
CERVARONE
CHE
SI TROVA A
VALLEMAIO,
IN SPREGIO
ALLE NORME SUI
VINCOLI
PAESISTICI E
AMBIENTALI,
COST I TUISCE
UN ATTENTATO
ALLA SALUTE“
Da CIOCIARIA OGGI DEL 25-09-2009
SPAZIO PER LA TUA
PUBBLICITÀ
3286871012 A. ROMANO
07760776-957129 A. Catese
DI FRONTE EX OSPEDALE CIVILE
6
03-2011
E . P . V . Info e contatti: E-MAIL [email protected]
03
www.associazionevallemaio.it
VITA AMMINISTRATIVA : Comune
Provincia
Regione
Stage e tirocini
Il Consiglio regionale del
Lazio offre l'opportunità ai
giovani di effettuare degli "stages" formativi presso i propri
Concorso di Fotografia
uffici, con la presenza di un tutor interno e sulla base di una
“Diversità Urbana” rivolto ai
convenzione con enti o istituzioni.
giovani dai 18 ai 35 anni
Il termine "stage", vocabolo francese che significa
News del 25/03/2011
"pratica", indica un periodo di formazione svolto presso un'amministrazione pubblica o un'azienda privata, con l'obiet"Diversità urbana" è il 1° Concorso fototivo di agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mongrafico lanciato dall’UNAR - Ufficio Nazionale
do del lavoro.
Antidiscriminazioni Razziali operante presso il
Lo stage non costituisce in alcun caso un rapporto di lavoro ed
Dipartimento per le Pari Opportunità della Presiè a titolo completamente gratuito e senza oneri per il Consiglio
denza del Consiglio dei Ministri.
L'intento è quello di far emergere a livello
regionale, ente ospitante, in quanto la finalità è formativa. Lo stanazionale ogni iniziativa di conoscenza reciproge si rivolge ad una pluralità di individui, che stanno svolgendo
ca, che a partire dalla rimozione degli stereotipi
un periodo di formazione (scolastica o universitaria) o che hanno
che favoriscono la conflittualità, favorisca il dialogo e l'inclusione sociale nei contesti urbani tra terminato il ciclo di studi e vogliono acquisire un'esperienza diretta "sul campo".
cittadini italiani, stranieri, rom, sinti e di altre
minoranze etnico-linguistiche e di altre religioni,
L'ente promotore dello stage dovrà garantire la copertura
tra persone disabili, tra giovani ed anziani e tra
assicurativa allo stagista e definire il progetto formativo.
persone con diverso orientamento sessuale ed
Scrivi a:
identità di genere.
Presidente del Consiglio regionale del Lazio
Il Concorso, a cui si potrà partecipare
Via della Pisana, 1301 – 00163 ROMA
fino al 15 aprile 2011, è rivolto ai giovani
e-mail:[email protected]
dai 18 ai 35 anni e premierà, con 1.000,00
Per ulteriori informazioni rivolgersi a Bruno Fargnoli presso la sede
dell’Associazione.
euro ciascuna, le migliori 6 foto ritenute
vincitrici ex-equo dalla Commissione giudicatrice formata da esperti dell’UNAR e dal
National Working Group contro le discriminazioni.
Si indica il sito
www.pariopportunita.gov.it ( sezione “BANDI E
AVVISI”) e www.unar.it (sezione
“TERRITORIO” categoria “PROGRESS”).
PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI
Comune: Vallemaio Descrizione: PROGRAMMA TRIENNALE 2011-2013 DEI LAVORI PUBBLICI ED ELENCO ANNUALE 2011 Data Pubblicazione: 18-03-2011
Data Scadenza: 17-05-2011
DELIBERA DI G.C. N. 84 DEL 27/09/2010 Comune: Vallemaio Descrizione: Avviso regionale per la presentazione di domande di finanziamento nell'ambito del Programma denominato "Verde Sociale" in esecuzione della D.G.R.
n. 352 del 24.07.2010. approvazione progetto preliminare "Intervento di recupero area a verde in località S. Pancrazio". Autorizzazione presentazione richiesta finanziamento. Data Pub.ne: 23-03-2011 Data Scadenza: 07-04-2011
Per ulteriori informazioni rivolgersi a Bruno Fargnoli
presso la sede dell’Associazione. Tel. 0776957122
DETERMINAZIONE RESPONSABILE SERVIZIO AFFARI GENERALI N.12 DEL 22/03/2011
Comune: Vallemaio
Descrizione: 15° CENSIMENTO GENERALE DELLA POPOLAZIONE E
DELLE ABITAZIONI - 9 OTTOBRE
2011. COSTITUZIONE UFFICIO COMUNALE DI CENSIMENTO IN FORMA
AUTONOMA. Autorizzazione al per-
sonale ad eseguire lavoro straordinario - Designazion e del Referente
Tecnico Comunale - Istituzione
centri di raccolta ed Impegno di
spesa.
Data Pubblicazione: 23-03-2011
Data Scadenza:
07-04-2011
IL COMUNE DI VALLEMAIO
AVVISA CHE SONO IN VENDITA
CAPPELLE FUNERARIE
Per informazioni in merito
RIVOLGERSI AL
VICE SINDACO
D’ALESSANDRO ENZO
di nuova costruzione
I CITTADINI POSSONO FARE
RICHIESTA DI PRENOTAZIO1. IL TIPO A è costituito da otto loculi e NE IN ATTESA DI COSTRUZIOotto ossari .
NE DI
NUOVE CAPPELLE,
COSTO € 20.750.000;
PAGANDO UNA SOMMA DI
2. IL TIPO B è costituito da quattro loculi e EURO CINQUECENTO/00
(€ 500,00) ED IMPEGNANDOSI
quattro ossari .
A
VERSARE IL 50% DEL
COSTO € 11.800,00;
COSTO
AD INIZIO LAVORI.
3. IL TIPO C è costituito da quattro loculi e
quattro ossari .
COSTO € 10.800,00.
Per la tipologia e relativo costo
vedi indicazioni a lato.
Le cifre indicate sono al netto dei diritti e tributi
PER I TUOI ANNUNCI PUOI UTILIZZARE QUESTO SPAZIO,
È
GRATIS
!
03-2011
E. P. V. Info e contatti: E03
E-MAIL : [email protected]
WEB: www.associazionevallemaio.it
7
150° anniversario
Unità d'Italia
1861: nasce l'Italia
In circa due anni, dalla primavera del 1859 alla primavera
del 1861, nacque, da un 'Italia divisa in sette Stati, il nuovo regno: un percorso che parte dalla vittoria militare degli eserciti
franco-piemontesi nel 1859 e dal contemporaneo progressivo
sfaldarsi dei vari Stati italiani che avevano legato la loro sorte
alla presenza dell'Austria nella penisola e si conclude con la proclamazione di Vittorio Emanuele II re d'Italia.
G e o m. B r u n o F a r g n o l i
E-mail:
mail: : [email protected]
PER OGNI PROBLEMA FISCALE,
PREVIDENZIALE ED
ATTIVITA’ DI PATRONATO
Tel. 0776 957122
CONSULENZA TECNICA
E DI PROGETTAZIONE
IN GENERALE Tel. e fax 0776 957122
Studio tecnico
P.zza SS. Annunziata, 11
03040 Vallemaio (Fr)
RICORDI DI
S C U O L A befana 1960
CHI SONO ?
CHI SI RICONOSCE?
archivio © Bruno Fargnoli da Vallemaio
scrivete i vostri
ricordi !
ITALIA 150 Messaggio del Pontefice al Quirinale.
'Cattolicesimo solida base unità Stato'
Messaggio di
Benedetto XVI consegnato
dal cardinale
Bertone a Napolitano
16 marzo, 16:43
CITTA' DEL VATICANO -
La
"costruzione
politico-istituzionale"
dello Stato unitario, in
quanto "dovette inevitabilmente misurarsi
col problema della sovranità temporale dei
Papi", ebbe "effetti
dilaceranti nella coscienza individuale e
collettiva dei cattolici
8
archivio © Bruno Fargnoli da Vallemaio
italiani, divisi tra gli opposti sentimenti di fedeltà nascenti dalla cittadinanza da un lato e
dall'appartenenza ecclesiale dall'altro".
Lo scrive Benedetto XVI nel messaggio consegnato oggi al presidente Giorgio Napolitano dal cardinale segretario di Stato Tarcisio Bertone in occasione del 150/o anniverario dell'Unità d'Italia".
"Ma si deve riconoscere - prosegue il Papa - che, se fu il processo di unificazione politico-istituzionale a produrre quel conflitto tra
Stato e Chiesa che è passato alla storia col
nome di 'Questione Romana', suscitando di
conseguenza l'aspettativa di una formale
'Conciliazione', nessun conflitto si verificò nel
corpo sociale, segnato da una profonda amicizia tra comunità civile e comunità ecclesiale".
UNITÀ ITALIA, BAGNASCO:
ITALIANI SIANO COSTRUTTORI
DEL PAESE
16/03/2011
03-2011
E . P . V . Info e contatti: E03
E-MAIL [email protected]
www.associazionevallemaio.it
LIBRI
E
TEMPO LIBERO
*1861-2011* 150° Anniversario
dell'ITALIA UNITA...per saperne di più!
A PARTIRE DAL 1861, completato il tormentato percorso che avrebbe consentito all'Italia di scoprirsi unita, la figura di Giuseppe Garibaldi, grande protagonista del Risorgimento, fu oggetto di un'intensa operazione di revisione storiografica che, nel momento
in cui consegnava "l'eroe dei due mondi" alla polverosa galleria dei "padri della Patria"
nascondeva, dietro l'icona del personaggio, gli importanti contenuti sociali del suo pensiero e della sua azione.
Frutto di un'accurata selezione di proclami, lettere, testamenti politici e manifesti
firmati dal soldato di Nizza, "Il libretto rosso di Garibaldi" recupera la visione politica
che animò il condottiero e consegna alla memoria del presente un Garibaldi di volta in
volta operaista, internazionalista, anticlericale e socialista.
Un percorso importante, tutto da riscoprire, che, affondando le sue radici nella dimenticata tematica del " Risorgimento tradito", passa per le insurrezioni latinoamericane, la guerra civile spagnola e arriva fino alle battaglie combattute dai partigiani
antifascisti e all'ideologia a cui guardarono sia le formazioni comuniste (non a caso
dette "garibaldine"), sia le brigate di Giustizia e Libertà.
tradizioni locali
VALLEMAIO prima VALLEFREDDA: storia e
PUBBLICAZIONI EFFETTUATE DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE SULLA STORIA, TRADIZIONI E GEOGRAFIA
DI UN PICCOLO PAESE DELL’ITALIA CENTRO MERIDIONALE
VALLEMAIO (Vallefredda)
storia, tradizioni e geografia del
territorio di Vallemaio. Anno 1981,
pagg. 90, illustr. b./n. e col.,
f.to 17 x 24.VALLEMAIO, Anno
pagg. 88, illustr. b./n. ,
f.to 17 x 24-
1988,
La pubblicazione effettuata dai soci
dell’Associazione dà continuità all’attività di ricerca avviata nell’anno 1980
VALLEMAIO NELLA II
GUERRA MONDIALE a cura
di A. Dorina De MagistrisGraficart, Formia (LT), 2004.
Pagg. 96 illustr. col. e b/n, f.to
cm 17x24
Marialuisa Fargnoli ( a cura
di ), Vallemaio Campus Europeo di Scultura.
Scultura
VALLEMAIO
CAMPUS EUROPEO DI
SCULTURA
Associazione Culturale “ Giudice Giovanni da
Vallefredda”, Vallemaio (Frosinone), “Quaderni
di storia e tradizioni locali” 4, Edizione Prospettiva Vallefreddana, Comune di Vallemaio, Regione Lazio, 2006; pagg. 64, illustr. b./n.,
f.to 17 x 24-
"NOI RAGIONIAMO DI
CENTOCINQUANT'ANNI DI ITALIA UNITA, ma non dobbiamo
perdere di vista che l'unità
italiana ha conosciuto tre
fondazioni. Alla prima fondazione, che ebbe luogo a
conclusione del Risorgimento e diede vita nel 1861
allo Stato monarchico liberale, seguirono la seconda
nel 1922-25 con la formazione dello Stato fascista e
la terza nel 1945-1947, dopo la fine della guerra civile
e della Resistenza, che costituì lo Stato democratico
repubblicano.
Fondazioni di 'tre Italie'
prodotte una dalla fine degli
antichi Stati e le altre due
da crolli o crisi di regime. Non deve sfuggire che ciascuno di questi eventi segnò la nascita di una 'nuova Italia',
con un inevitabile lascito di laceranti discordie.
L'Italia del Risorgimento si ammantò della virtù di
avere finalmente ridato alla penisola l'indipendenza perduta nel Cinquecento, di aver posto fine alla secolare
frammentazione e congiunto lo Stato nuovo agli Stati
liberali d'Europa, con l'estensione delle istituzioni del
Piemonte al resto del paese.
Poi il fascismo si assegnò la gloria di rappresentare
un secondo Risorgimento, che faceva rivivere l'anima
migliore del primo e dava vigore a quell'unità nazionale
che prima era propriamente mancata: un'unità eretta
sulla fine degli antagonismi politici e sociali, sulla raggiunta concordia tra capitale e lavoro, sul governo di un
capo infallibile, sulla riconciliazione tra lo Stato e la Chiesa e sull'ingresso della nuova Italia nel novero delle
grandi potenze d'Europa".
03-2011
E. P. V. Info e contatti: E03
E-MAIL : [email protected]
WEB: www.associazionevallemaio.it
9
INFO TURISTICHE… e idee di sviluppo
Comune di
VALLEMAIO
PANORAMA VALLEMAIO
FOTO © Stefano FARGNOLI
Codice ISTAT: 060083
CAP:
03040
sigla provincia: FR
Coordinate:
41°22'0"N - 13°48'40''E
Altitudine:
337 metri s.l.m.
superficie kmq: 19,53
Popolazione:
996 abitanti
(ISTAT
2010)
996
489
507
51,0 ab./
km²
Frazioni: 10
Campetelle - Cese - Collemonaco-Santa Maria - Croce - Fontanelle Orsi - Pastinovecchio - Vaccherecce - Vado di Vaglia - Valleroffa
VALLEMAIO
è un comune della provincia di Frosinone nella regione Lazio
PANORAMA VALLEMAIO FOTO © Stefano FARGNOLI
PANORAMA VALLEMAIO FOTO © Stefano FARGNOLI
10
03-2011
03
E . P . V . Info e contatti: EE-MAIL [email protected]
www.associazionevallemaio.it
ANZIANO E
COMUNICAZIONE INPS
DEI MODELLI ICRIC,
ICLAV E ACCAS/PS.
l’Inps sta inviando per il 2011
una lettera, insieme al Mod. ObisM,
per verificare i requisiti per le prestazioni assistenziali.
IL CAF-UCI ( a Vallemaio in piazza SS. Annunziata presso lo studio del geom. Bruno Fargnoli)
offre un servizio GRATUITO ai CITTADINI interessati alla compilazione e alla comunicazione all’INPS dei
modelli ICRIC, ICLAV e ACCAS/PS.
SOGGETTI IINTERESSATI ALLA PRESENTAZIONE MOD.. ICRIC
• Invalidi totali, non ricoverati gratuitamente, con pensione
e con indennità di accompagnamento;
• Invalidi totali, maggiori di anni 18, non ricoverati gratuitamente, con sola indennità di accompagnamento - fascia
provvisoria;
SOCIETA’
• Invalidi totali, non ricoverati titolari di reddito superiore al
limite previsto, con sola indennità di accompagnamento;
• Invalidi totali, non ricoverati gratuitamente, ultra
sessantacinquenni, con sola indennità di accompagnamento;
• Invalidi totali, minori, non ricoverati gratuitamente, con
sola indennità di accompagnamento;
• Invalidi parziali, con indennità di accompagnamento per
effetto della concausa della cecità parziale (C.C. 346/1989);
• Invalidi parziali, minori di anni 18, con diritto all'indennità
mensile di frequenza (legge 11 ottobre 1990 n. 289);
Il modello va compilato in qualsiasi caso.
Scadenze e avvisi
• LA SCADENZA PER L'INVIO DEI MODELLI
E' IL 31 MARZO 2011
• LA COMPILAZIONE E L'INVIO TELEMATICO
DEI MODELLI E' GRATUITA
• Per ulteriori informazioni sui modelli ICRIC,
ICLAV ed ACCAS/PS potete recarvi presso
IL 730/2011, LE NOVITA’ IN PARTICOLARE:
Frontespizio
Scompare la sezione dedicata al domicilio per la notificazione degli
atti. Eliminata anche la casella “Casi particolari addizionale regionale.
Vallemaio, Monte Maio.
Foto anno 2010,
© Bruno Fargnoli
Quadro B
Trova spazio la colonna riservata all’opzione per l’applicazione della cedolare secca
sulle locazioni degli immobili situati nella provincia dell’Aquila (colonna 8 dei righi da B1
a B8).
Quadro C
Prorogata l’agevolazione per le somme legate a incrementi di produttività (imposta sostitutiva dell’Irpef e delle addizionali pari al 10%, nel limite di 6mila euro lordi). Confermata per il 2010 anche la detrazione sul trattamento economico accessorio per il personale del comparto sicurezza, difesa e soccorso, per un’importo massimo di 149,5 euro.
Quadro E
Anche per il 2010 spetta la detrazione del 36% per le ristrutturazioni edilizie (righi da E33 a E36) e del 55% per le
spese relative a interventi finalizzati al risparmio energetico di edifici esistenti, come la sostituzione di impianti di climatizzazione, finestre e infissi, l’installazione di pannelli solari (righi da E38 a E40).
Fra le modifiche apportate al quadro, quelle relative alla scomparsa del “bonus arredi” e alla mancata conferma delle
detrazioni per le spese di autoaggiornamento dei docenti e quelle per l’abbonamento ai servizi di trasporto pubblico.
Quadro F
Inserita una sezione ad hoc per recuperare il credito derivante dall’assoggettamento a imposta sostitutiva dei compensi erogati per gli incrementi di produttività o per lavoro straordinario negli anni 2008 e 2009.
Altra novità del quadro F è rappresentata dalla presenza di due campi relativi all’addizionale comunale, uno per il saldo
2010 l’altro per l’acconto 2011, per indicare un’aliquota agevolata, in caso di particolari condizioni soggettive non desumibili dalla dichiarazione.
Scompare, invece, la colonna “eccedenza acconto Irpef compensata nel modello F24”, in quanto relativa al differimento
dell’acconto Irpef previsto per il 2009, non anche per il 2010.
Quadro G
Molte le novità per i crediti d’imposta.
Debutta, la sezione VI, rigo G8, per il credito d’imposta in materia di mediazioni. Ai contribuenti che corrispondono l’indennità ai soggetti abilitati al procedimento di mediazione, è
riconosciuto un credito d’imposta di massimo 500 euro. Il ministero della Giustizia, entro il
30 maggio 2011, comunica al contribuente l’ammontare del credito che andrà indicato nella
nuova apposita sezione.
Fonte: Fisco Oggi
ASSISTENZA E CHIARIMENTI C/O
presso lo studio tecnico del Geom Bruno Fargnoli, tel. 0776957122
Per la tua pubblicità chiama i numeri: 3286871012 Attilio Romano 07760776-957129 Antonio Catese
03-2011
E. P. V. Info e contatti: E03
E-MAIL : [email protected]
WEB: www.associazionevallemaio.it
11
A cura di A. Romano e B. Fargnoli
L’ A N G O L O
DELLA
POESIA
SONO RICCA DI TE
Amore sono in attesa di te
ho bisogno di toccare la tua pelle
e inebriarmi del suo profumo,
vorrei sentire la tua anima
e divorare il tuo corpo,
vorrei le tue labbra calde sulle mie
ed insieme infiammare l’amore.
Mio prezioso gioiello ti ho cercato
con intenso amore e profonda passione
ora che ci sei affiori ogni attimo
nei miei pensieri,
assaporandoti attraverso i miei
più arditi desideri.
Sono cosi felice ora,
anche se la tua mancanza è struggente,
ma c’è una grande forza d’amore che ci unisce
e il tuo grande cuore che mi scuote dentro,
dandomi la forza di credere
che esiste ancora l’amore.
L’INNO D’ITALIA
DOV’E’ LA VITTORIA?
LE PORGA LA CHIOMA,
CHE’ SCHIAVA DI ROMA
IDDIO LA CREO’.
STRINGIAMOCI A COORTE,
SIAM PRONTI ALLA MORTE
SIAM PRONTI ALLA MORTE
L’ITALIA CHIAMO’.
NOI SIAMO DA SECOLI
CALPESTI, DERISI,
PERCHE’ NON SIAM POPOLO,
PERCHE’ SIAM DIVISI.
RACCOLGACI UN’UNICA
BANDIERA, UNA SPEME:
DI FONDERCI INSIEME
GIA’ L’ORA SUONO’.
STRINGIAMOCI A COORTE,
SIAM PRONTI ALLA MORTE
SIAM PRONTI ALLA MORTE
L’ITALIA CHIAMÒ.
Filomena
La pioggia scende copiosa
battendo sui vetri rumorosa
Tutte le foglie scosse nel vento
pensano: “la pioggia è un tormento”
La nebbia sale verso il monte
ma è quasi l’ora del tramonto
Il freddo è pungente
ma il fuoco del camino è ridente
Scompaiono le luci, è notte
è ora di chiudere le porte
La notte è lunga e noiosa
ma l’alba appare radiosa
Oggi è una bella giornata
La pioggia è già dimenticata.
mssfrgdmg
IN QUESTA PAGINA, RIPORTIAMO DA
SEMPRE UNA O PIÙ POESIE.
E chiediamoci: Cos’è la Poesia,
per noi, oggi? COS’È PER VOI
D’Alessandro Ilma Rosa
FRATELLI D’ITALIA,
L’ITALIA S’E’ DESTA,
DELL’ELMO DI SCIPIO
S’E’ CINTA LA TESTA.
P E N S I E R I ,...
SEMPLICI
M A V E R I.
UN GIORNO DI PIOGGIA
LA
DALL’ALPI A SICILIA
DOVUNQUE È LEGNANO,
OGN’UOM DI FERRUCCIO
HA IL CORE, HA LA MANO,
I BIMBI D’ITALIA
SI CHIAMAN BALILLA,
IL SUON D’OGNI SQUILLA
I VESPRI SUONO’.
STRINGIAMOCI A COORTE,
SIAM PRONTI ALLA MORTE
SIAM PRONTI ALLA MORTE
L’ITALIA CHIAMÒ.
SON GIUNCHI CHE PIEGANO
LE SPADE VENDUTE:
GIÀ L’AQUILA D’AUSTRIA
LE PENNE HA PERDUTE.
IL SANGUE D’ITALIA,
IL SANGUE POLACCO,
BEVÈ, COL COSACCO,
MA IL COR LE BRUCIÒ.
STRINGIAMOCI A COORTE,
SIAM PRONTI ALLA MORTE
SIAM PRONTI ALLA MORTE
L’ITALIA CHIAMÒ.
UNIAMOCI, AMIAMOCI,
L’UNIONE E L’AMORE
RIVELANO AI POPOLI
LE VIE DEL SIGNORE;
Questa poesia, “fratelli
GIURIAMO FAR LIBERO
IL SUOLO NATÌO:
UNITI PER DIO
CHI VINCER CI PUÒ?
appena ventenne.
POESIA? SCRIVETICI …
Ho pensato,
14 luglio 2007 il mio compleanno,
cosa ho fatto fino ad oggi?
Nulla,
ho combattuto contro
i mulini al vento,
fin quanto hanno frantumato
tutti i miei sentimenti,
pensieri, desideri, ricordi:
brutti e belli.
Tutto ridotto in polvere, fine, fine,
ma sono stata ripagata dal vento,
che ha portato questa polvere
sulle cime più alte del mondo
e questo mi rende serena,
perché si è sparsa da per tutto,
come piume invisibili che nessuno
può raccogliere e toccare
e nessuna mano
può contaminare.
Così i pensieri,
sentimenti, desideri
e ricordi sono solo miei.
Filomena Serrecchia
DAL LIBRO DI POESIE: “SVEGLIARSI AL TRAMONTO” DI DOMENICO RUSCETTA
( si ringrazia il Poeta per l’opportunità concessaci tramite l’amico Gianfry)
A CASA DI OTTAVIO
Il giorno di pasquetta
a cena da un amico
Il giorno di pasquetta è riposto,
ed è subito giorno di festa.
Pasquetta vien chiamata,
per aver un’altra giornata.
Da Ottavio siamo andati,
con parenti ed amici invitati.
È stato un gruppo
ben nutrito,
Intorno al tavolo
non di granito.
Di pietanze,di tanti colori,
Per godere dei diversi umori.
Il pane viene reso a fetta,
di gusto prelibato
è la pancetta.
C’è d’asparagi la frittata,
per godere la giornata.
Tutti attenti
è non uno sbadiglio,
mentre si gusta il coniglio.
Scende lentamente il vinello,
e tutti assaggiano l’agnello.
Nell’insieme della giornata,
ha goduto
il gusto dell’assaggiata.
Se questo fosse penitenza,
qual è il gusto della sofferenza?
Il giorno è al termine ormai,
con abbondanza e senza guai.
Ottavio è saggio e risaputo,
ha fatto quello che ha potuto.
d’italia “ fu scritta dal patriota Goffredo Mameli
IL NOSTRO INNO NAZIONALE, COMPOSTO NEL 1847 VENNE ADOTTATO
DAI PADRI COSTITUENTI NEL 1946. FU
STRINGIAMOCI A COORTE,
SIAM PRONTI ALLA MORTE
SIAM PRONTI ALLA MORTE
L’ITALIA CHIAMÒ.
MUSICATO DA MICHELE NOVARO E
CANTATO DAL POPOLO IN TUTTI I
MOTI DEL RISORGIMENTO.
PER LA TUA ADESIONE A SOCIO CHIAMA I NUMERI: 3286871012 ATTILIO ROMANO 0776-957129 ANTONIO CATESE
12
03-2011
E. P. V. Info e contatti: E03
E-MAIL : [email protected]
WEB: www.associazionevallemaio.it
L’OZIO È IL PADRE DEI VIZI ?
PER LA TUA PUBBLICITÀ CHIAMA I NUMERI: 3286871012 ATTILIO ROMANO
LE TRADIZIONALI RICETTE DI VALLEFREDDA (Vallemaio)
E DINTORNI.
Come l’arte, la storia, le scienze e la letteratura
anche le pratiche alimentari vanno tramandate,
insegnate e diffuse. La cultura di un popolo si esprime
certamente anche attraverso la gastronomia. Il
ricordo dei sapori della cucina tradizionale di Vallemaio ( Vallefredda) riporta la memoria ai
periodi dell’infanzia e al lavoro sapiente dei nostri vecchi che, con le loro mani, ancora oggi
sono capaci di raggiungere risultati assai raffinati nella preparazione di alcuni piatti tipici
locali. Le seguenti ricette sono a cura di DI CICCO ROSALBA
PASTA E CECI SAPORITA
Fare un soffritto di carote, sedano e cipolle. Aggiungere i ceci già cotti, il prosciutto crudo a dadini e il
brodo. Far bollire il tutto ed aggiungere la pasta.
Quando è tutto cotto aggiungere salvia, rosmarino ed
un filo di olio d’oliva.
a cura di Antonio Catese
0776-957129 ANTONIO CATESE
CROCCHETTE DI PATATE
Bollire le patate con la buccia e passarle al passapatate, farle raffreddare, aggiungere 1 uovo, formaggio
grattato, prezzemolo a pezzettini e prosciutto cotto (in
alternativa si può utilizzare mortadella o salsiccia).
Fare le crocchette, passarle nell’uovo e nel pan grattato quindi friggerle in olio ben caldo oppure infornarle
su carta forno.
TORTA RUSTICA DI PASQUA
Fare la sfoglia con farina, uova e olio d’oliva. Stendere con il matterello una sfoglia sottile. Ungere una
teglia con strutto (o burro), rivestire con la sfoglia e
fare il ripieno con: ricotta, parmigiano, pecorino, salsiccia e uova sbattute. Mettere sopra un altro strato di
sfoglia, bucherellare ed infornare.
03-2011
E. P. V. Info e contatti: E03
E-MAIL : [email protected]
WEB: www.associazionevallemaio.it
13
LA FESTA DELLA DONNA
Puntualmente, nel mese di marzo, come
tradizione, si festeggia la Festa della Donna:
manifestazioni nelle piazze, montagne di regali
da parte di fidanzati e mariti nonché montagne
di mimose che si regalano alle donne che regolarmente fioriscono a marzo.
Una festa bella, giusta da fare alle donne
che, come si dice, è l’angelo della casa. La
donna che è la nostra compagna, nostra madre, personaggio più importante del mondo. La
donna è il nostro idolo, pilastro portante della
nostra casa e mamma dei nostri figli, figura
senza ombra di dubbio importante (quando lo
vuole essere).
Ma bisogna chiederci: perché c’è questa tradizione, la Festa della Donna?
Se si va a guardare molto, molto indietro si
scopre il perché.
È comunque un fatto molto doloroso e agghiacciante avvenuto nel passato, pressappoco cento anni fa. In una fabbrica americana di
sole donne avvenne un incendio: in quel rogo
perirono circa 148 donne perché in quella fabbrica le porte erano chiuse e non poterono
scappare fuori. Erano i tempi in cui non esiste-
Giuseppe Garibaldi
Eroe dei due mondi
Continua da pag. 3
I1 19 agosto sbarca in Calabria
e, muovendosi molto rapidamente,
getta lo scompiglio nelle file borboniche, conquista Reggio, Cosenza, Salerno; il 7 settembre entra a Napoli, abbandonata dal re Francesco I ed
infine sconfigge definitivamente i borbonici sul
Volturno.
I1 26 ottobre Garibaldi si incontra a Teano con
Vittorio Emanuele e depone nelle sue mani i territori conquistati: si ritira quindi nuovamente a Caprera, sempre pronto per combattere per gli ideali nazionali.
Nel 1862 si mette alla testa di una spedizione
di volontari al fine di liberare Roma dal governo
papalino, ma l'impresa è osteggiata dai Piemontesi dai quali viene fermato il 29 agosto 1862 nelle
zone dell’Aspromonte. Imprigionato e poi liberato
ripara nuovamente su Caprera, pur rimanendo in
contatto con i movimenti patriottici che agiscono
in Europa.
Nel 1866 partecipa alla Terza Guerra di Indipendenza al comando di Reparti Volontari. Opera
nel Trentino e qui coglie la vittoria di Bezzecca
(21 luglio 1866) ma, nonostante la situazione favorevole in cui si era posto nei confronti degli austriaci, Garibaldi deve sgomberare il territorio
14
vano le porte antipanico come oggi.
La cronaca dice che in quell’incendio morirono anche 26 donne italiane; ci fu anche chi
si salvò da quella brutta tragedia: l’ultima testimone è morta all’età di 107 anni.
Questo è il motivo per cui si festeggia la
Festa della Donna che è collegata, appunto, a
questi episodi tragici.
Antonio Messore - Vallemaio, 06 marzo 2011
Una cosa che
affascina dell’ori- La mimosa, simbolo italiano
gine del “mito”
della Festa della donna.
legato alla festa
della donna è il
suo radicamento
nella cultura americana:
l’evento
dell’Incendio alla
fabbrica Triangle,
accaduto nel 1911
in una fabbrica di
New York, provocò la morte di tantissime donne, e
rappresenta l’evento determinante per la celebrazione della festività. Ma già dall’800, l’8 marzo era rivolto alla celebrazione dei movimenti di protesta delle donne lavoratrici
ed operaie, sempre delle fabbriche americane.
Trentino dietro ordine dei Piemontesi, al
cui dispaccio risponde con quel
"Obbedisco", rimasto famoso.
Nel 1867 è nuovamente a capo di
una spedizione che mira alla liberazione
di Roma, ma il tentativo fallisce con la
sconfitta delle forze garibaldine a Mentana per
mano dei Franco-Pontifici.
Nel 1871 partecipa alla sua ultima impresa
bellica combattendo per i francesi nella guerra
Franco-Prussiana dove, sebbene riesca a cogliere
alcuni successi, nulla può per evitare la sconfitta
finale della Francia.
Torna infine a Caprera, dove passerà gli ultimi anni e dove si spegnerà il 2 giugno 1882.
03-2011
03
E . P . V . Info e contatti: EE-MAIL [email protected]
Il monumento equestre è in
bronzo e spicca sull'alto
piedistallo di granito adorno
di quattro gruppi pure in
bronzo, rappresentanti: la
difesa di Roma nel 1849, la
Battaglia di Calatafimi nel
1860, l'America e l'Europa.
L'intero monumento misura
m. 22 in altezza. Fu inaugurato nel 1895 ed è opera del
Gallori.
www.associazionevallemaio.it
DALLA VITA DI DON CESARE DE
MAGISTRIS - LIBRO SECONDO, NEL
QUALE SI RIPORTANO LE
AZIONI DI CESARE NEL GOVERNO
DEL MONASTERO DI SANTA
PATRIZIA NELLA CITTA’
DI NAPOLI¹
Continua da precedente numero
© Bruno Fargnoli
… Il Cardinale Gesualdo, che (continua sul prossimo numero)
aveva scelto Cesare per tale
carica, nel compiacersi per la
sua elezione, ne diede avviso
alle monache, le quali già conoscendone la fama si dichiararono molto soddisfatte e ne
fecero una gran festa nell’attesa di scoprire le doti di un confessore così tanto illuminato
dallo spirito della fede.
Le monache tutte e, particolarmente, la badessa del monastero, Don Anna Maria Piscicelli, appartenente alla più nobile delle famiglie di Napoli, fu
quella a gioirne maggiormente
Il servo di Dio Don Cesare De Magistris
perché già aveva sentito celebrare più volte le virtù meraviE-mail : [email protected]
gliose del servo di Dio.
La badessa pregò allora un -¹ cfr. numeri precedenti di questo
giornale;
- cfr.: PROSPETTIVA VALLEFREDDA n. IX
giugno 2009, Cesare nacque il 18
ottobre 1570 e morì a Napoli l’ 11
dicembre 1628;
- cfr.: pag. 47 “VALLEMAIO QUADERNI DI
STORIA E TRADIZIONI LOCALI” n. 1,
Cassino 1988 di F. Tudino e B.
Fargnoli;
- cfr.: VITA DI D.CESARE DE MAGISTRIS,
scritta da Settimo Bruni, voll. 5, anno
1737, Lucca.-
C O N T A T T I : www.associazionevallemaio.it
E-mail : [email protected] tel 0776-957129 E-mail : [email protected] cell. 328-6871012
E-mail : [email protected]
tel. e fax 0776-957122 tel. 0776957172 cell. 3497531378
03-2011
E. P. V. Info e contatti: E03
E-MAIL : [email protected]
CAMPUS EUROPEO DI SCULTURA
( X parte A cura di © Bruno Fargnoli
e Anna D. De Magistris)
confidente di Cesare affinché si
adoperasse in ogni modo per
portarlo almeno una volta al
monastero per confessarla.
Ella venne così colpita dai
suoi ragionamenti e dalla sua
schiettezza tanto da affermare
di non aver parlato con un uomo, bensì con un angelo e accettò la nomina di Cesare a
confessore ordinario del monastero.
Cesare, fino a quel momento
deciso a non voler accettare la
carica a confessore delle monache di Santa Patrizia, si arrese a tale decisione divina.
VALLEMAIO: IDEAZIONE DI UN’OPERA …
DALLA VITA
DEL SERVO
DI DIO
DON CESARE
DE MAGISTRIS
PROSPETTIVA
VALLEFREDDANA
numero unico,
periodico di
comunicazione
interna
DELL’ASSOCIAZIONE
ASSOCIAZIONE
CULTURALE
“G I U D I C E
IL
P R E S E NTE
BOLLETTINO E’
RISERVATO AI
SOLI SOCI IN
REGOLA CON IL
PAGAMENTO
DELLA QUOTA
SOCIALE.IL MATERIALE
DA PUBBLICARE
DEVE
ESSERE
IN V IAT O
PER
POSTA ELETTRONICA OPPURE IN
FLOPPY DISK O
CD .-
GIOVANNI
DA
VALLEFREDDA “
VIA ROMA N° 2
03040
VALLEMAIO (FR)
NUOVA EDIZIONE
ANNO I V
N° X X X
MARZO 2011
PER IL CONTENUTO DEGLI ARTICOLI E PER L’ATTENDIBILITA’
DI TUTTO IL MATERIALE
PUBBLICATO SONO
SEMPRE RESPONSABILI GLI AUTORI.LE COPIE DEL
BOLLETTINO
SONO DISPONIBILE PRESSO LA
SEDE DELL’ASSOCIAZIONE
OVVERO PRESSO
IL
S E GUE NTE
RECAPITO: Bruno
FARGNOLI, PIAZZA SS. ANNUNZIATA N.11 03040
VALLEMAIO FR
TEL. 0776 957122
IMPAGINAZIONE E
GRAFICA
ATTILIO ROMANO ,
ANTONIO CATESE
E
BRUNO FARGNOLI
HANNO COLLABORATO
A QUESTO NUMERO:
- Giuseppe Di Cicco
-
Romina D’Aniello
Antonio Catese
Attilio Romano
Bruno Fargnoli
Domenico Ruscetta
Ludovico Mazzarella
Antonio Messore
Ilma D’Alessandro
Anna De Magistris
Marialuisa Fargnoli
Rita Rizzo
Emilio Di Ionna
Filomena Serrecchia
Rosalba Di Cicco
Articoli, foto ed altro materiale inviati in redazione restano di proprietà dell’ Associazione e non
verranno restituiti anche se non pubblicati su
questo bollettino. E’ vietato ogni tipo di riproduzione, anche parziale, senza l’autorizzazione del
responsabile dell’ Associazione Culturale.
IL BOLLETTINO E’ DISPONIBILE ANCHE
ONLINE ALL’INDIRIZZO:
WWW.ASSOCIAZIONEVALLEMAIO.IT
WEB: www.associazionevallemaio.it
15
VISITATE IL SITO
WWW.ASSOCIAZIONEVALLEMAIO.IT
Vallemaio in provincia di
Frosinone ameno paese, adagiato su
una collina ai piedi del monte Maio.
Di origine antichissima, fino al
1932 si chiamava Vallefredda.
Ideale per la villeggiatura, per il
clima salubre e la tranquillità che
offre, per le bellezze del suo territorio
montano che sviluppa itinerari piacevoli e poco faticosi. Oltre alla chiesa
SS. Annunziata, Monumento nazionale, ospita il Museo delle Ombre e
il percorso dei Monoliti che porta alla
Stele della Pace.
Foto © Bruno Fargnoli -
Vallemaio (vallemayo) un
pueblo encantador de la provincia
de Frosinone (Italia). Esta ubicado
en una colina a los pies del Monte
Maio. Su origen es muy antiguo y
antes de 1932 se llamaba Vallefredda.
Ideal para las vacaciones porque tiene un clima saludable, tranquilo, maravillosos campos naturales
de la montaña donde se puede
hacer agradables itinerarios.
Ademas de la iglesia SS. Annunziata, monumento nacional, se encuentra el museo de Las Sombras y
el camino que conduce a las Estrellas de la Paz.
Les deseamos una agradable
visita en nuestra pagina web.
Annunci pubblicitari
The Land property is owned by the Messore family
(a sister and a brother) living in Canada. Each land
parcel be sold as a single unit and all sale offers are
negotiable.
Foto © Bruno Fargnoli -
IN UN INCATEVOLE PAESAGGIO MONTANO
VENDESI TERRENO IN VALLEMAIO, PROVINCIA DI FROSINONE, ITALIA - PER UN TOTALE DI MQ. 9437,00 PREZZO € 7.000,00 - trattabili per singolo appezzamentoPROPRIETA’ FRATELLI – ABITANTI IN CANADA- RIF. IN ITALIA E-mail:
[email protected] - www.associazionevallemaio.it
- IN A LOVELY MOUNTAIN LANDSCAPE LAND FOR SALE
Vallemaio A pleasant village
situated in the province of Frosinone
( Italy ). It’s laid down over a hill at the
foot of Maio Mountain; its origins are very
ancient and until 1932 its name was
Vallefredda.
Vallemaio is an ideal holiday resort
thanks to the healthy climate, the
tranquillity and natural beauties of its
mountain territory, which offers pleasent
tourist routes.
In Vallemaio it’s possible to visit the
national Monument of the Church of SS.
Annunziata which holds the shadows
Museum and the Monoliths Route leading
to the Peace Stele.
Foto © Stefano Fargnoli
- Vallemaio, -2010-
EACH SINGOL PART OF LAND –
THE LAND IS A PROPERTY OF BROTHERS MESSORE, ACTUALLY
LIVING IN CANADA. CONTACT IN ITALY - E-mail:
[email protected] www.associazionevallemaio.it
VENDESI IN VALLEMAIO (FR)
ZONA AGRICOLA, PORZIONE DI FABBRICATO ABITABILE CON TERRENO CIRCOSTANTE.
TRATTATIVA RISERVATA. 3397662662 -0776957122
Vendesi in Vallemaio, Fr,
zona agricola, porzione di
fabbricato rurale, in ottima
posizione panoramica. A
piano terra, abitabile, con un
ampio salone, un bagno e
camera da letto; giardino su
due lati e annesso terreno
ulivetato circostante. Info in sede : 0776 957122 3397662662
Erika Pareja.
Foto © Bruno Fargnoli -
IN VALLEMAIO, PROVINCE OF FROSINONE, ITALY.
PRICE: € 7.000,00 – POSSIBLE TO DISCUSS ABOUT PRICE FOR
Vallemaio - Charmant village de la
province de Frosinone (Italie),
Vallemaio est situé sur une colline au
pied du mont Maio.
Son origine est très antique et, jusqu’en
1932, il s’appelait Vallefredda.
Son climat sain et sa tranquillité font de
Vallemaio un endroit idéal pour passer
des vacances ; son merveilleux territoire
montagneux offre en effet des itinéraires
agréables et faciles à parcourir.
Il abrite l’église de la SS. Annunziata,
monument national, ainsi que le Musée
des Ombres et donne à découvrir le parcours des Monolithes, qui conduit à la
Stèle de la Paix.
Vendesi in Vallemaio (Fr)
zona agricola; piccolo casolare.
Trattativa riservata.
3397662662 -0776957122
Vendesi in Vallemaio (Fr) zona
agricola e a confine con il comune
di S. Giorgio a Liri, porzione di
fabbricato da ristrutturare.
Trattativa riservata. tel.
3397662662 -0776957122
Foto
© Bruno Fargnoli - Vallemaio, anno -2010-
ANNUNCIO PUBBLICITARIO - TEL. 0776 957172 - 0776 957122 - 3497531378
OTTIME OPPORTUNITA’,
COME CASE DI VILLEGGIATURA, NEI CENTRI STORICI DEI PICCOLI COMUNI
DELLA VALLE DEI SANTI IN
PROV. DI FR .-
16
In posizione panoramica e a pochi km dal
mare, antico edificio
con tre accessi ed annesso giardino.
03-2011
E. P. V. Info e contatti: E03
E-MAIL : [email protected]
VENDESI IN VALLEMAIO (FR)
CENTRO STORICO, APPART. DI
45 MQ CIRCA ABITABILE.
TRATTATIVA RISERVATA.
MSS-NTN
TEL. 3397662662 -0776957122
WEB: www.associazionevallemaio.it
Scarica

pagine del giornale marzo aprile 2011