Compagnia Arcieri del Castello
Peschiera Borromeo - Milano
IN QUESTO
NUMERO
Notiziario della Compagnia Arcieri del Castello consegnato / inviato ai Soci.
Direzione: Lorenzo Rossi - E-mail: [email protected]actica.it
Assemblea Generale FIARC
L’incocco
giusto!
Assemblea
Generale
FIARC
Classifica
Gara
Sociale
Domenica 14 marzo 1999, alle ore 9.00, presso l’Ibis di Milano, si è tenuta l’Assemblea
Generale della Federazione con all’ordine del giorno, oltre ai vari istituzionali punti di
approvazione bilancio consuntivo e preventivo che tutti ben conosciamo, il rinnovo delle
cariche in seno alla federazione in quanto il Consiglio direttivo era completamente
dimissionario dal giorno dell’assemblea che si tenne il 13 dicembre 98 a Bologna.
In rappresentanza della Compagnia Arcieri del Castello sono intervenuti Roberto
Debernardi, Roberto Bignamini, Cesare Bianchi oltre a me.
Premetto che non abbiamo assistito allo svolgimento dell’intera assemblea ma soltanto
alla prima metà che si è protratta fino alle ore 13.30.
Abbiamo pertanto assistito alla presentazione dei candidati alle cariche federali e
proceduto alla votazione in tal senso. La nostra compagnia possedeva ben 6 schede di voto
consegnateci in proporzione alla dimensione dei nostri iscritti: sono orgogliosa di
comunicarVi che siamo attualmente la 2^ compagnia più numerosa in Lombardia dopo la
04ARCH e la 5^ in Italia.
Devo dire che, per quanto riguarda i candidati, tutto sommato, chi più, chi meno, per
quanto possa valere la mia personale valutazione, erano e sono quasi tutti in gamba (salvo
forse qualcuno con manie di protagonismo o “primadonna”).
Una spiacevole impressione l’ha fatta tale Valerio Russo che, candidandosi sia come
Presidente, sia come Consigliere, ci ha subito indispettito dichiarando non idonee le
modalità di votazione (perché a lui sfavorevoli) ed insistendo anche dopo l’evidente
volontà dell’assemblea, abbiamo dovuto procedere a votazione per modificare o meno la
procedura, dimostrandogli così che a tutti stava bene quella prestabilita (sulla stessa
scheda si indica 1 presidente e 8 consiglieri).
Erano candidate nr. 15 persone per le cariche da consiglieri e nr. 2 per la carica da
presidente; tutti hanno parlato all’assemblea esprimendo il loro pensiero e le loro
attitudini: i punti essenziali sui quali più o meno tutti si sono soffermati sono stati:
Rinnovo gestione istruzione
Commissioni stile
Armonia all’interno FIARC di tutti gli stili e fra tutte le regioni
L’esito delle votazioni è stato pertanto quello riportato in altra pagina.
Il risultato è stato per noi soddisfacente poiché rispecchia in pieno le nostre aspettative e le
nostre schede di voto.
1999
Vi invito a leggere il documento che Marco Fedeli ha inserito nella busta consegnataci al
nostro arrivo e letta durante l’assemblea a sua presentazione di candidatura. Merita.
MAI DIRE ... SPOT ! - Anno 4 - Numero 17 - Aprile/Maggio/Giugno 1999
Terry
Pagina 1
Assemblea Generale FIARC
Marco Fedeli
PRESIDENTE :
Cari amici,
Sono stato vostro Presidente dal 1988 e mi accingo a porre la candidatura a
questa carica per la quinta volta. Ho vissuto la Federazione fin dalla sua
nascita e, da Consigliere prima e da Presidente in seguito, ho sempre cercato
di lavorare al meglio per essa e per gli arcieri che ne hanno fatto parte. Sono
statati anni segnati da vari successi, da qualche insuccesso, da piccole e grandi
battaglie, da tante soddisfazioni e da qualche rincrescimento. Sono stati
comunque anni vissuti intensamente, sempre in prima linea, anche se con alti
e bassi dovuti a momenti di grande euforia seguiti da altri di stanchezza, dei
quali manterrò sempre un meraviglioso ricordo, perché è fantastico vedere
crescere una cosa sotto i propri occhi, nata dal nulla fino ad arrivare ai più alti
livelli istituzionali. Ed ancora più fantastico è trovare amici che non sapevi di
avere, ricevere riconoscenze per il lavoro svolto, sapere di avere compiuto
qualcosa che ha soddisfatto altre persone. Ci si crea anche tanti nemici, ma
ciò faparte del gioco e non deve offuscare la parte migliore.
Quello che conta è ciò che siamo riusciti a fare della nostra Federazione.
Siamo partiti come un piccolo gruppo di disperati che fin dall'inizio, in poche
decine, abbiamo avuto il coraggio, l’ardire, la presunzione, chiamiamola come
vogliamo, ma sicuramente la lungimiranza di chiamarci da subito
"Federazione". In realtà allora eravamo una piccola associazione, ma con le
idee molto chiare di dove volevamo andare e, anche se con i molti errori degli
autodidatti, siamo riusciti a raggiungere l'obiettivo di quel nome che ci
eravamo prematuramente assegnato.
E come Federazione abbiamo sempre avuto riconoscimenti di grande rilievo,
anche a livello internazionale. Non dimentichiamo che, se esiste un
campionato Bowhunter Europeo e Mondiale, è proprio grazie alla Fiarc che
fin dal lontano 1986, ha portato avanti proposte in tal senso con la
Federazione Internazionale.
Di ciò dobbiamo andare orgogliosi, perché siamo stati i precursori del tiro
venatorio in Europa, portando a conoscenza degli arcieri di altre nazioni il
nostro originale regolamento, le quali lo hanno preso come modello per
elaborare il proprio. La più recente dimostrazione della stima che hanno della
Fiarc in IFAA è stata la mia nomina a membro di un Comitato 3D
internazionale, i cui altri due membri sono il Vice Presidente IFAA ed il
Presidente della Federazione Australiana. Assieme stiamo elaborando la
costituzione, entro un anno, di un Campionato Mondiale 3D, che avrà
ripercussioni anche a livello nazionale, al fine di creare un circuito di gare
aperto a tutti gli stili di tiro su sagome tridimensionali.
In quest'ottica di sviluppo della Federazione è mia intenzione perseguire, in
qualità di Presidente. l'obiettivo che la Fiarc si è sempre preposta cioè la
promozione e la divulgazione del tiro venatorio in particolare nell'attività di
allenamento sportivo del tiro alla sagoma. Intendo quindi portare avanti una
politica sportiva di ampie vedute, in cui tutti gli stili di tiro previsti dal nostro
regolamento abbiano paritetiche possibilità di esprimersi sia a livello
amatoriale che agonistico. Il tiro venatorio sarà comunque sempre il nostro
modello e non saranno certamente da me supportati gli stili da tiro alla targa,
il cosiddetto Freestyle, tanto per intenderci. che troverà tuttavia una sua
collocazione nel neonato Campionato Internazionale 3D.
Proseguendo nella politica istituzionale, è mia intenzione riprendere le
trattative con il CONI e la Fitarco, bruscamente interrotte nel mese di
settembre a causa delle note vicende nelle quali è stato coinvolto l'ente statale.
Reputo di primaria importanza che la Fiarc abbia in qualche modo un ufficiale
riconoscimento ministeriale per due banalissime motivazioni: primo per poter
disporre di più ampie possibilità economiche che ci permetterebbero un
notevole salto di qualità rispetto soprattutto alle strutture, carentissime dal
punti di vista delle regioni che sono prive di sedi con conseguente mancanza
di autonomia economica e logistica. In secondo luogo un ufficiale
riconoscimento ministeriale ci aprirebbe immediatamente nuove strade per lo
sviluppo della promozione, con subitanei vantaggi per le Compagnie per
l'ottenimento di spazi di proprietà delle amministrazione locali.
339
76
MARCO FEDELI
Valerio Russo
04TRAP
08MACI
CONSIGLIERI :
330
316
304
300
286
243
237
201
181
114
101
98
97
81
76
EDOARDO FERRARO
MASSIMILIANO
VITTANI
PAOLO CARPEGIANI
LUIGI MESSERI
VITTORIO BRIZZI
CESARE GAMBINI
RICCARDO SERAFINI
BRUNO DELLA TORRE
Storai Paola
Silvestro Raponsoli
Carlo Montagnini
Nicola Mari
Valerio Russo
Paolo Rustici
Federica De Ruggeriis
01VIVA
04IDRA
06SOLE
09CIMA
08TIME
04MIRA
04YETI
04MIRA
09TOPA
03CROU
01VERB
14OBIT
08MACI
09LEON
08RUPE
il nuovo assetto del CONI, così come voluto dal nuovo
governo, ma ancora in via di definizione, dovrebbe
garantire il riconoscimento in modo più ampio, rispetto
alla vecchia gestione, di tutte le realtà sportive. Si tratta
quindi di attendere maggior chiarezza legislativa e,
soprattutto, non perdere i contatti.
Per ottenere questi risultati avrò bisogno di un Comitato
Direttivo estremamente maturo, capace di analizzare e
gestire tutte le problematiche che si presenteranno nel
corso del mandato con lealtà ed obiettività.
L'obiettivo primario del nuovo Comitato Direttivo dovrà
essere quello di riacquistare quella credibilità
istituzionale che si è fortemente incrinata negli ultimi
anni.
li nuovo Comitato Direttivo dovrà porsi un limite
temporale di transitorietà (di un anno all’incirca) allo
scopo di elaborare un nuovo Statuto che soddisfi le
rinnovate esigenze della federazione, in particolare sulla
composizione degli organi dirigenti.
Dovrà inoltre creare, organizzare e gestire una struttura
funzionante, le Commissioni di Stile, che siano in grado
di elaborare un regolamento che soddisfi le esigenze di
tutti gli stili di tiro.
Infine il Comitato Direttivo dovrà strutturarsi al proprio
interno in modo da avere delle Commissioni di Lavoro
che svolgano appieno le funzioni per le quali vengono
costituite. In particolare una Commissione per i
Comitati Regionali che coordini, organizzi e relazioni le
attività dei Comitati Regionali, appianando in modo
particolare quei contrasti che si sono creati in alcune
regioni, riportando la situazione ad un clima di
distensione che tutti noi auspichiamo.
Anche Commissioni come quella preposta all'Istruzione
(Continua a pagina 3)
MAI DIRE ... SPOT ! - Anno 4 - Numero 17 - Aprile/Maggio/Giugno 1999
Pagina 2
Assemblea Generale
FIARC
Forse non tutti sanno....
(Continua da pagina 2)
Come fare il punto d’incocco sulla corda del loro Arco.
Nella quasi totalità dei libri o di opuscoli viene consigliato di
appoggiare la squadra tra il supporto-freccia (rest) e l’avvolgimento
della corda (serving) in modo da formare un angolo di 90°, fatto
ciò, aumentare l’angolazione di 1/8” (circa mm 3) il punto di
incocco.
devono poter lavorare con serenità e
competenza e, non ultima, la Commissione
Editoriale deve poter lavorare di concerto
per produrre un Notiziario Federale che sia
frutto di più menti e non di un'unica mano.
In conclusione chiedo all'Assemblea che,
nel scegliere la mia persona per la
Presidenza, valuti attentamente anche la
scelta dei componenti il Comitato
Direttivo, affinché il team così costituito
sia in grado di portare avanti i programmi
prefissati senza alcun ostruzionismo, per
non vanificare il risultato di queste
elezioni.
Naturalmente al momento di collaudare il tiro si scopre che lo
stesso è falloso!
Allora si corre ai ripari: si rifà il punto di incocco e si procede al
“TUNING DELLA PUNTA” con tre frecce e una con asta nuda e il
risultato va sempre per tentativi!!!!
Molto complicato e perdita dei tempo….
negativo.
Vi propongo un sistema che da anni adotto
positivamente, che non ho inventato, ma
ricavato da una rivista tecnica americana
qualche anno fa.
Prendete la squadretta e mettetela su un
piano in posizione verticale ed appoggiatele
di fianco (a sinistra per tiratori destri e
viceversa) la propria freccia dalla parte della
punta e segnate sulla squadretta il punto dove
la punta tocca (corrispondente alla metà del
suo diametro) e questo sarà il punto di
incocco basso, quindi fate il solito legaccio
con il filo di nylon.
Fatto ciò incoccate la freccia e fate il punto
di incocco alto così avrete perfettamente il
“NOCKING POINT” adatto per la vostra
freccia.
Le aste dell’americana Easton® hanno
diversi diametri:
- l’asta più piccola è di 14/16” con un
diametro esterno di mm 5.56 / 2 = 2.78
mm
- la più grande è 24/26” con d. esterno di
mm 9.52 / 2 = 4.76 mm
Come vedete c’è una grossa diversità dal 3
mm (1/8”) consigliato !!
Marco Biaggi (istruttore)
MAI DIRE ... SPOT ! - Anno 4 - Numero 17 - Aprile/Maggio/Giugno 1999
Pagina 3
2 MAGGIO: giornata dello Sport
Ma è stata veramente una giornata dedicata allo Sport? Non è stata piuttosto
l’ennesima bellissima giornata passata fra amici a fare quello che tanto ci piace
fare? (Chi non c’era stia tranquillo: non si è trattato di orge sfrenate ma di tiro
con l’arco).
Spero che i tanti curiosi e visitatori che sono venuti a vederci e a provare i nostri
legni Domenica 2 maggio, siano riusciti a cogliere almeno un po’ dell’atmosfera
che è sempre presente quando ci riuniamo in tanti al Campo.
Per quanto mi riguarda ho sempre la sensazione di festa, di gente che prova
piacere nello stare insieme, a giocare con l’arco come a mettere qualcosa sulla
carbonella, a stappare una bottiglia (una sola?) come a tirare due calci a un
pallone.
Ed oggi, qualcuno dei suddetti “visitatori” lo ha fatto notare complimentandosi, il
nostro Campo, da ex-discarica, è diventato un bel posticino dove tutto ciò è
possibile.
Certamente l’arco è ciò che ci amalgama, anche se nello stesso tempo ci
diversifica uno dall’altro. Una passione comune. Per alcuni una fiamma recente,
per altri un fuoco antico.
Competizione? Voglia di fare meglio degli altri? Voglia di battere se stessi? Di
mettersi concretamente alla prova? Sicuramente il tiro con l’arco è anche tutto
questo.
Ma non avrebbe senso per come la vedo io, se non ci fosse anche il piacere di
frequentare un bel gruppo come il nostro.
Ma parliamo ancora un attimo di quanti con curiosità ci sono venuti a trovare!
Avete visto quanti erano? (a proposito: bravi a tutti quelli che hanno avuto la
voglia e la pazienza di stare li a farli provare). Speriamo che ai nostri Corsi si
iscrivano solo quelli simpatici, a cui “piace bere” e suonare la chitarra oltre che a
scoccare frecce.
A proposito… il prossimo appuntamento al Campo è per il 13 giugno, a
pomeriggio inoltrato visto che farà piuttosto caldo. Chi ha idee e suggerimenti
per rendere più avvincente la garetta si faccia vivo.
MAI DIRE...
SPOT!
Notiziario della
Compagnia Arcieri
del Castello
04CAST
Direzione:
Lorenzo Rossi
——————————————
La Compagnia in Internet:
WWW.ONCALL.IT/04CAST
——————————————————
COMUNICAZIONI
alla
Compagnia in EE-mail:
[email protected]
Con MAI DIRE... SPOT:
MAX
APPUNTAMENTI
E-Mail:
[email protected]
Posta:
c/o Lorenzo Rossi
via Spilamberto 4
20097 S.Donato M. (MI)
——————————————————
——————————————————
29 MAGGIO - Campo Sportivo BORSELLINO
Pro Manuscripto
Manifestazione di chiusura delle LAMBRIADI. Per i ragazzi delle Scuole
Elementari (classe 5^) e prevista una prova di tiro con l’arco con i nostri archiscuola. E’ necessaria la presenza di ca. 8 arcieri per la preparazione / assistenza.
—————————————
—————
5 GIUGNO - Campo Sportivo BORSELLINO
Premiazione delle Associazioni Sportive da parte del Comune di Peschiera.
Occorre la presenza di un certo numero di arcieri con divisa Sociale e
attrezzatura (arco & frecce).
13 GIUGNO - al nostro CAMPO
Hanno
collaborato
a questo numero:
Marco Biaggi
Cesare Bianchi
Mariateresa
Mariateresa Dalzini
Massimiliano Fabricatore
Marco Fedeli
Come anticipato da MAX nell’articolo di cui sopra, si terrà una Garetta-Festa
Sociale nel tardo pomeriggio della Domenica.
Iscrizione GRATUITA.
Per chi ne dispone, portare frecce FLU-FLU.
MAI DIRE ... SPOT ! - Anno 4 - Numero 17 - Aprile/Maggio/Giugno 1999
Pagina 4
Categoria
Arciere
Nominativo
Arciere
Punteggio Clas.
Punti Spot
Podio
CUMRI
CUMRI
CUMRI
CUMRI
Stringa Alessandro
Pinter Tommaso
Bianchi Luca
Sgotto Federico
221
187
143
109
6
11
4
4
1
2
3
4
CUMLB
CUMLB
Bianchi Pietro
Massimo Lorenzo
212
164
4
9
1
2
SCMRI
SCMRI
Colmelet Marco
Verdelli Lorenzo
192
190
4
7
1
2
CAFSI
Stefanoni Monica Simona
341
13
1
CAFCO
Clerici Alessandra
245
10
1
CAFLB
Dalzini Mariateresa
149
5
1
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
CAMRI
Bianchi Cesare
Bignamini Roberto
Beligoni Luciano
Tacconi FrancoAndrea
Colmelet Viviano
Severgnini Maurizio
Fabricatore Massimiliano
Orsini Massimo
Petrone Ernesto
Pinter Paolo
Pilia Luciano
Stella Flavio
Gambato Giorgio
Verdelli Danilo
Racca Giorgio
Panizza Claudio
Di Loreto Renato
Stringa Annibale
Rocco Christian
Paneroni Alberto
Re Giulio
Martini Davide
Bottani Davide
Rossi Lorenzo
288
251
242
237
237
229
216
204
185
184
178
172
162
160
155
151
144
143
140
135
125
122
98
71
7
7
11
7
5
8
12
5
4
2
5
4
3
5
4
7
5
2
0
3
4
4
3
2
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
CAMLB
CAMLB
CAMLB
CAMLB
Balzan Ruggero
Massimo Alfredo
Corrao Maurizio
Cesca Alessandro
277
217
159
125
8
8
6
4
1
2
3
4
CAMCO
CAMCO
CAMCO
De Bernardi Roberto
Pisati Lucio
Guarneri Tommaso
336
334
249
11
14
4
1
2
3
CAMSI
CAMSI
CAMSI
Mariniello Maurizio
Guarneri Alvaro
Milano Giorgio
406
335
298
19
12
15
1
2
3
CAMSL
Tacconi Luca
408
26
1
MAI DIRE ... SPOT ! - Anno 4 - Numero 17 - Aprile/Maggio/Giugno 1999
Pagina 5
Scarica

L`incocco giusto! Assemblea Generale FIARC