ISTITUTO COMPRENSIVO “E. PATTI”
Progetto scuola amica
Classi prime scuola primaria
I bisogni dei bambini
Disegniamo i nostri diritti
Ogni bambino ha il diritto di…
Essere ascoltato dagli adulti
Essere
curato
quando è
malato
Avere una
casa
Giocare
Andare a scuola
Studiare
Vestirsi
I bisogni più gettonati
Il bisogno che sento di più è…il
bisogno di…
Avere una
famiglia che mi
vuole bene
Essere nutrito
Parliamo dei nostri bisogni
Bisogno o capriccio?
Maestra: Un bambino vede la TV mentre fa i compiti. Bisogno o capriccio?
Giuseppe: Quando si fanno i compiti non si guarda la TV perché ci si distrae e i
compiti si fanno male
Anna: Prima si fanno i compiti e, quando si finisce, si guarda la TV
Martina: Io, prima guardo la TV e poi faccio i compiti. Guardare la TV mi fa
rilassare quando vengo da scuola stanca
Maestra: Ma allora la TV non è sempre un capriccio. O si? Cosa pensate?
Gemma: La mamma mi fa guardare la TV mezz’ora nel pomeriggio
Maestra: e cosa vedi?
Gemma: Guardo i cartoni e i documentari che parlano di animali
Maestra: E i cartoni che insegnano l’inglese? Vedete Tracy e Polpetta?
Bambini: Siiii!!!
Maestra: E a che ora guardate la TV? La guardate da soli nella vostra cameretta?
Emanuele: Io guardo la TV solo il pomeriggio perché la mattina devo andare a
scuola e devo alzarmi presto
Paoletta: Io guardo la TV con mio fratello e lui vuole guardare sempre i cartoni da
bambino. Allora litighiamo!
Maestra: Uno dei bisogni principali del bambino è nutrirsi.
Pietro: Il momento più bello della giornata è quando torno a casa e trovo la
mamma che mi ha fatto la pasta con la salsa
Maestra: Ma posso mangiare tutto il giorno? E posso mangiare sempre patatine
e brioscine?
Andrea: Io sono a dieta. Il dottore mi ha detto che non posso mangiare troppo
pane
Gaetano: A me la frutta non piace ma la mamma vuole che la mangi e mi fa la
spremuta
Maestra: Ma allora mangiare può diventare un un capriccio
Federica: Si, se mangio solo dolci e mangio troppo
Maestra: La mamma rimane a casa e i bambini vanno a scuola. I bambini
avrebbero voluto restare a casa con la mamma ma lei li ha mandati lo stesso. Che
ne pensate di questa situazione?
Gaetano: La mia mamma mi vuole bene e vuole che vado a scuola tutti i giorni
Giuseppe: Se non si va a scuola non si impara niente e si rimane sempre uguali a
prima
Anna: Io voglio imparare tante cose. Mia mamma va a lavorare e io vado a scuola
Maestra: Andare a scuola è un diritto di ogni bambino
Emanuele: Tanti bambini, in Africa non possono andare a scuola
Gemma: Io sono fortunata perché vado a scuola
Maestra: Ma bisogna impegnarsi e, come lo sportivo, anche voi con
l’allenamento e l’impegno otterrete i risultati
Giuseppe: Certe volte, a scuola, mi stanco mentre faccio i compiti ma poi adesso
sto imparando a leggere e a scrivere in corsivo
Gemma: A casa cosa facciamo? Guardiamo la TV o stiamo a letto
Federica: Io voglio andare sempre a scuola. Qui imparo tante cose e sto con la
mia amica Martina. Ci raccontiamo tante cose….
Maestra: Un bambino ha tanti vestiti. Bisogno o capriccio?
Gemma: Quando c’è freddo bisogna coprirsi e tutti i bambini devono avere dei
vestiti
Maestra: Ma che vestiti? Devono essere firmati?
Bambini: Nooo!!!!
Paoletta: Mio papà mi veste sempre troppo pesante e io mi ribello. Credo che
esageri. Mi mette il cappello, la sciarpa, la maglia e fuori non c’è tanto freddo. E
poi, lui, non se le mette tutte queste cose. Io glielo dico, e quando mi ascolta
attentamente capisce che ho ragione e mi accontenta
Ecc. Ecc. Ecc………..
Scarica

I bisogni dei bambini