Carugate
Vivere a
Periodico dell’Amministrazione Comunale • Anno XXVIII - n. 2 - Dicembre 2012
Stampato su carta ecologica
Un Natale di speranza
SOMMARIO
Lavori Pubblici..................pag.
2
Carugate migliora.............pag.
3
Obiettivi e programmi
per la scuola ....................pag.
4
Una nuova agenda
per Monti .........................pag.
6
La bici in centro ...............pag.
6
Premio “Amico
della famiglia 2010” .........pag.
7
Contrastare la violenza
contro le donne ..............pag.
8
Lo sportello “Amico
dell’energia” ....................pag.
9
La Biblioteca oggi ............pag. 10
Scuola Civica
Arte e Cultura ..................pag. 11
Premio “Eco and
the City ............................pag. 12
Associazioni.....................pag. 12
Gruppi Consiliari ..............pag. 27
Notiziario .........................pag. 32
L’amministrazione
Comunale
augura
a tutti i cittadini
BUONE
FESTE!
C
arissimi,
la
pausa
estiva e questo primo scorcio di
autunno ci consegnano ancora una
situazione a dir poco complicata sotto
il profilo dei conti
pubblici e dopo gli
ultimi prevedibili
avvenimenti anche
sotto quello della
sicurezza ambientale.
Il governo rimette
mano alla Legge di
Stabilità e si prevedono per i comuni ulteriori tagli ai trasferimenti: in
pratica nel giro di un anno o poco
più abbiamo dovuto far fronte a tagli per circa un milione e mezzo di
euro, tagli in parte compensati da
riduzioni di spesa e da aumenti della tassazione.
Un circolo perverso che non aiuta
né l’economia né la coesione sociale.
Non è possibile immaginare come io
mi senta quando
nel ricevere le persone, nell’ascoltarle avverto un senso
di impotenza per
non poter fare
quanto la situazione richiederebbe.
Giovani, donne,
padri di famiglia in
cerca di lavoro o di
qualche sussidio
perché l’hanno perso, di un tetto sotto
cui stare; anziani,
pensionati che tirano la cinghia e
non arrivano alla fine del mese. Un
quadro allarmante che richiede risposte adeguate in modo che i comuni non siano quelli che restano
con il cerino in mano.
Colgo l’occasione, nell’approssimarsi
del Natale, pur in una situazione così critica, di formulare a tutti voi
tanta serenità.
Umberto Gravina
Sindaco Carugate
Saluto al nuovo Parroco di Carugate
Arciprete Don Claudio Silva
A nome dell’Amministrazione Comunale e dell’intera
Città di Carugate,
porgo il più cordiale benvenuto a Don
Claudio Silva.
Carugate è ricca di
storia, di storie
umane, di tradizioni, di valori, di as-
sociazioni, di imprese e di commerci: è una città
che accoglie e gratifica. Auguri di
una lunga e proficua permanenza
da parte di tutti
noi.
Il Sindaco,
Umberto Gravina
Amministrazione
Notizie dai Lavori Pubblici
P
urtroppo le note difficoltà del bilancio comunale, conseguenti alle restrizioni di spesa imposte
dal Patto di Stabilità determinato dal
Governo, hanno limitato nel corso del
2012 l’azione della nostra
amministrazione in tema
di lavori pubblici. Si è stati
costretti ad intervenire con
criteri di priorità e cercando
di portare a termine lavori
già avviati, compatibilmente con le risorse a disposizione.
Riassumiamo brevemente
di seguito parte dei lavori
eseguiti e coordinati dal nostro Ufficio Tecnico Comunale:
• ampliamento scuola dell’Infanzia C.
Alberti;
• nuovo lotto di loculi al Cimitero;
• impianto raccolta acque fognarie e
nuovo parcheggio a Caserma Carabinieri di Via G. Falcone;
• estensione rete fognaria e asfaltatura
via Riva Bambina;
• lavori messa in sicurezza scuole e varie.
Ampliamento Scuola Infanzia
“C. Alberti”
Si sono conclusi i lavori di ampliamento
della scuola dell’infanzia di via C. Alberti. Tre nuove aule sono state messe a disposizione della comunità per soddisfare
al meglio le esigenze della scuola e per
qualificare l’offerta scolastica.
L’edificio è stato realizzato con l’impiego
delle migliori tecnologie costruttive per
garantire uno standard elevato del
confort abitativo e per soddisfare le esigenze di risparmio energetico.
La superficie totale interessata dall’ampliamento è di mq 645 che si aggiunge
ad una superficie di mq 1396 dell’edificio esistente. La cerimonia di inaugurazione della scuola è avvenuta il giorno
15 settembre 2012 con piena soddisfazione dei presenti e della Dirigente Scolastica – Dott.ssa Albalisa AZZARITI.
Realizzazione di nuovi
loculi al Cimitero
Si sono conclusi regolarmente i lavori di realizzazione
dei nuovi loculi. Le opere
previste hanno riguardato
la realizzazione di n. 208 colombari e n. 280 ossari in vetroresina
realizzati in due corpi simmetrici con copertura in policarbonato e con un sistema di raccolta e smaltimento acque meteoriche.
La struttura frontale dei loculi è stata
completamente rivestita in marmo bianco lucido di Carrara.
Parcheggio di Via G. Falcone (di
fronte alla Caserma Carabinieri)
Si sono concluse con regolarità le opere
di adeguamento della rete fognaria e relativa sistemazione del parcheggio di via
Falcone. L’opera è stata realizzata a cura e spese di Cap Holding ed in stretta
collaborazione con il nostro Ufficio Tecnico Comunale. L’intervento ha consentito di trovare una sistemazione decorosa all’area, di garantire funzionalità viabilistica e di soddisfare le esigenze logistiche di fronte all’importante edificio,
adibito ad un servizio pubblico fondamentale per la sicurezza della nostra comunità, la Caserma dei Carabinieri.
2
E naturalmente è stata risolta, una volta per tutte, la problematica di raccolta
e scarico delle acque fognarie primarie e
superficiali. Il tutto è avvenuto in tempi
rapidi tali da consentire l’inaugurazione
della caserma avvenuta con successo il 5
ottobre 2012.
Rifacimento fognatura
e sistemazione
di Via Riva Bambina
Anche in questo caso si è andati a sanare una situazione che perdurava da
qualche tempo. Il dissesto stradale di
una via che porta alla piattaforma
ecologica creava problemi alla viabilità e soprattutto, in occasione degli
eventi meteorici e della piogge, si
creavano grandi pozze di acqua stagnante ai lati della via, creando disagio ai tanti posteggiatori (dipendenti
delle importanti aziende locali ivi ubicate). Grazie ad un accordo raggiunto
dalla nostra Amministrazione con
Cap Holding (azienda pubblica acquedottistica ), si è riusciti a realizzare
un’opera importante che ha visto la
nuova realizzazione dell’impianto fognario e la successiva sistemazione
del manto stradale.
Tutti gli edifici comunali
e scolastici
Presso tutti gli immobili comunali è proseguita e completata la revisione della
funzionalità, l’adeguamento delle attrezzature e la messa a norma degli impianti antincendio ivi compreso il rinnovo del CPI (Certificato Prevenzione Incendi). Inoltre è continuata regolarmente l’attività manutentiva degli impianti
elettrici ed idraulici dei bagni e degli impianti accessori.
Amministrazione
Scuola Primaria “S.ta Caterina da
Siena” - Via Roma
Anche presso questo immobile sono stati
eseguiti alcuni interventi:
• con una società specializzata è in corso
un monitoraggio della struttura a scopo preventivo di eventuali scosse telluriche;
• piccolo interventi manutentivi e tinteggiatura della parte esterna.
• è previsto nel corso dell’anno il prosieguo dei lavori di tinteggiatura interna
dei corridoi e delle aule
Scuola Secondaria “C. Baroni” Via San Francesco
L’attività manutentiva presso questo
edificio ha riguardato vari aspetti ed in
particolare viene evidenziato:
• adeguamento nuovo spazio palestra ;
• adeguamento nuovo spazio aula colloqui genitori;
• attrezzatura nuovo spazio aula musica;
• adeguamento spazi ripostiglio;
Centro Cottura di via Ginestrino
Controllo, adeguamento e verifica della
funzionalità impianti elettrici.
Case Comunali di Via A. Volta
Insieme alla risoluzione delle problematiche manutentive evidenziate dai residenti, si è provveduto a risolvere un pro-
blema all’allaccio della fognatura che
creava forte disagio.
Il Consigliere delegato per le Politiche
Ambientali, Mobilità, Riqualificazione
Energetica, Lavori Pubblici,
Patrimonio e Manutenzione
Giovanni Villa
Carugate migliora
Riqualificazione di Via De
Gasperi, Via San Giovanni Bosco,
Via Roma.
La Giunta Comunale ha approvato un
progetto di riqualificazione di via De
Gasperi/via San Giovanni
Bosco/via Roma, che verrà
attuato nel 2013 con un costo di circa 170.000 Euro.
Tale intervento ha come
obiettivo il miglioramento
della viabilità urbana, l’arricchimento della dotazione
di servizi e del verde.
Gli elementi considerati nel
progetto sono:
Miglioramento incrocio
via Roma/Don Bosco
• Rimozione dell’attuale semaforo e
realizzazione di lieve innalzamento
della pavimentazione nella zona
centrale dell’incrocio, al fine di limitare la velocità di transito dei veicoli.
• Installazione di dissuasori retrattili
elettro-meccanici (pilomat/pilotis) in
prossimità dell’accesso di via Roma
da utilizzarsi negli orari di ingresso/uscita della Scuola per limitare
l’accesso alla via.
Opere varie su via Don Bosco
• Installazione di parapetti/archetti
laterali a protezione dei
marciapiedi a raso: lato
iniziale destro da incrocio
con via Roma e lato sinistro sino a via De Gasperi, in modo discontinuo, in
funzione dei passi carrai
e degli attraversamenti
pedonali.
• Revisione del lato destro della via (lato verso
la Banca): risistemazione
dei parcheggi, con adozione di 2 parcheggi per disabili con relative rampe per accesso carrozzine
alla quota del marciapiede.
• Piantumazione con posa di 12 piante ad alto fusto compresa installazione a piè d’opera di griglie.
• Nuovo accesso disabili in prossimità
dell’Auditorium della BCC con nuovo attraversamento pedonale.
3
• Installazione di cestini e porta biciclette.
• Rifacimento finale del manto stradale di via Don Bosco da via Roma a
via De Gasperi con asfalto ecologico.
Miglioramento incrocio via Don
Bosco/De Gasperi
• Realizzazione di lieve innalzamento
della pavimentazione nella zona dell’incrocio
(quella attualmente definita dagli attraversamenti pedonali ) per limitare la velocità dei veicoli.
Miglioramento area antistante ingresso sede BCC via De Gasperi
• Il progetto prevede la sistemazione
a verde dell’isolato tramite introduzione di aiuole ed arredo urbano
fruibili dalla Cittadinanza: una sorta di nuova piazza verde volta a migliorare la qualità di uno spazio oggi
congestionata dal traffico e dai parcheggi, dotata di alcuni elementi di
arredo quali panchine, cestini e luci.
Attilio Galli
Assessore all’urbanistica
Amministrazione
Obiettivi e programmi
per la scuola nel 2012-13
D
urante il Consiglio Comunale
n. 65 del 31/10/2012 è stato approvato il Piano Annuale scolastico per l’anno 2012-13.
Lo sforzo per garantire il
diritto allo studio e la qualità dell’offerta formativa è
messo a dura prova dalla
sostenibilità economica dei
Comuni e dei cittadini
stretti tra crisi economica
e arretramento vistoso dello Stato nelle spese per la
scuola. Gli ultimi cinque
anni non solo hanno ridimensionato di molto gli investimenti economici per la scuola in
generale e per quella pubblica statale
in particolare, ma hanno dato l’impressione che i vari Governi succedutisi non abbiano creduto più di tanto nel
rilancio della funzione sociale e strategica della scuola anche a supporto del
lavoro e dell’economia. Si respira un’aria di disinteresse generale che i Comuni cercano di arginare fino alla fine
per non affossare una parte importante dei diritti individuali.
di Carugate.
Tra le novità più importanti vanno segnalate: l’apertura delle nuova ala con
tre sezioni della scuola
dell’infanzia di Clemente
Alberti, anche se va sottolineato il fatto che nonostante l’impegno del Comune di Carugate, per garantire spazi adeguati per
l’infanzia, il Ministero dell’Istruzione e l’ex Provveditorato degli studi, non
hanno concesso alcuna
nuova cattedra ( Gelmini
docet), nonostante i 30
bambini iscritti in più, facendo così
aumentare la media classe fino a 27
alunni.
Allestimento del locale ex-refezione
nella scuola media per funzioni complementari e polivalenti alle attività
didattiche; (da quest’anno la media
non ha più classi di tempo lungo che
fruiscono del pasto).
Allestimento di una nuova sala musica alle scuole medie, con co-finanzia-
mento della BCC di Carugate per la
parte della strumentazione musicale.
Allestimento di un’aula assegnata alle
funzioni di incontro genitori-docenti
per garantire un minimo di privacy e
decoro.
Entrata in vigore della nuova convenzione con l’Associazione S. Marcellina,
che sarà basata su un impegno economico del comune di 35.000 € forfettari
per sezioni avviate (circa 1.715 € a
bambino/anno nel 2012-13), che consentirà un risparmio netto sul 2011-12
di circa 139.000 €. Va segnalato che
nel 2011-12 il disimpegno netto dello
Stato e delle Regioni sul finanziamento alle scuole paritarie ha fatto ricadere sul Comune di Carugate un impegno economico pesantissimo.
Richiesta inoltrata agli 8 Comuni facenti parte con Carugate del Distretto
Sociale n. 4 della ASL MI 2, per l’avvio
di un Tavolo distrettuale di confronto
sulle politiche scolastiche. Nelle intenzioni del nostro comune il Tavolo dovrebbe lavorare per consentire un
maggior grado di collaborazione tra
Scuole e Comuni per garantire servizi
più qualificati ricercando inoltre economie di scala nella gestione associata
dei servizi
Paolo Molteni
Assessore alla Pubblica Istruzione
Dati Statistici Anno scolastico 2012-2013
La situazione di Carugate
Come di consueto nel piano viene descritto il complesso delle attività rivolte alla scuola sia dal punto di vista
dell’impegno sui servizi (mensa, trasporto, pre e post scuola, sostegno educativo per bambini in difficoltà, arricchimento scientifico-culturale, buoni
libro ecc..), che dal punto di vista della
gestione degli immobili (manutenzioni, luce, acqua, gas, arredi…).
Vengono inoltre riportati nel piano gli
impegni economici per:
i centri estivi ed invernali, considerati
come un ulteriore tassello nel quadro
delle politiche per le famiglie, che hanno lo scopo di favorire la conciliazione
dei tempi di vita con quelli di lavoro;
l’impegno linguistico-formativo nei
confronti di persone immigrate (minori ed adulti) co-gestito negli ultimi
quindici anni circa in collaborazione
con la Caritas ed alcune associazioni
Popolazione di Carugate al 30:06.2012
Popolaz. scolastica generale – n. alunni
Alunni scuole statali; infanzia, primaria e medie
Alunni scuola paritaria S.Giuseppe: infanzia e primaria
Alunni dell’infanzia convenzionata; S. Marcellina
14.909
1.775
1.464
207
104
SCUOLAINFANZIA
Statale
Convenzionata/s. Marcellina
Privata Paritaria S. Giuseppe
Totale
SEZIONI
12
5
3
20
ISCRITTI
324
104
84
512
MEDIA/CLASSE
27,0
20.8
28,0
SCUOLA PRIMARIA
Statale
Privata Paritaria S. Giuseppe
Totale
SEZIONI
33
5
37
ISCRITTI
691
123
814
MEDIA/CLASSE
20,94
24,40
SCUOLE MEDIE
Statale
Totale
SEZIONI
20
20
ISCRITTI
449
449
MEDIA/CLASSE
22,45
4
Amministrazione
TABELLA COMPARATIVA
VOCI DI SPESA
CONSUNTIVO 2011/12
ENTRATA
PREVISIONE 2012/13
SPESA
ENTRATA
SPESA
A Buoni Libri
-
5.499,00
-
7.000,00
B Cedole librarie
-
23.200,00
-
25.000,00
16.000,00
26.150,00
18.000,00
30.000,00
-
314.504,00
-
175.000,00*
491.506,72
871.167,00
650.000,00
945.700,00
13.711,00
13.711,00
-
-
20.470,00
96.894,00
23.000,00
87.500,00
C Assistenza pre e post scuola
D Scuola dell’infanzia convenzionata
E Refezione scolastica
F
Assistenza Mensa
G Trasporto scolastico
H Progetto Pedibus
-
3.000,00
-
2.600,00
I
Assistenza alunni diversamente abili
-
220.780,00
-
215.021,00
L
Interventi educativi di orientamento
- formazione insegnanti
8.000,00
-
2.500,00
5.000,00
3.000,00
3.000,00
M Integrazione alunni stranieri (mediazione linguistico
culturale) - attività diverse per l’integrazione
12.236,00
(non conteggiati nella
somma perchè
inseriti alla voce N
N Sostegno alla programmazione educativa e didattica
Progetti ambito culturali e trasferimenti alla scuola
-
66.625,00
-
68.350,00
N Sostegno alla programmazione educativa e didattica
- Progetti ambito sociale
-
-
-
4.860,00
O Materiale di cancelleria (registri e stampati)
-
14.000,00
-
14.000,00
P Fornitura di arredi scolastici
-
35.000,00
-
15.000,00
Q Utenze plessi scolastici (esclusa quota forfettaria
refezione scolastica
-
205.851,00
-
212.500,00
R Interventi di manutenzione ordinaria
-
56.100,00
-
55.000,00
S Finanziamento progetti alla scuola Paritaria S. Giuseppe
-
24.000,00
-
(di cui €. 15,000,00 per
progetto disabili inseriti
nella voce ”I”
T
Spese per Presidi sanitari
-
U Formazione adulti e ragazzi:integrazione stranieri
V Offerta educativa extra scolastica: campo estivo
V offerta educativa extra scolastica: campo invernale
600,00
14.565,00
(di cui €. 9,565,00 per
progetto disabili già
inseritinella voce ”I”
e quindi non conteggiati
-
1.000,00
-
7.000,00
-
6.000,00
54.110,00
102.000,00
58.000,00
105.000,00
752.000,00
1.975.031,00
5.000,00
5.000,00
613.033,72
2.084.081,00
(*) l’importo di €. 175.000,00 è calcolato sulla base delle 5 sezioni attivate per l’anno scolastico 2012/13, come da convenzione in corso di validità
L’istituto Scolastico ed il Comune di Carugate, raccogliendo le richieste arrivate
da molte famiglie promuovono l’iniziativa
Prendiamoci cura della nostra scuola
La scuola non è solo l’immobile che ospita gli alunni è soprattutto una comunità che collabora
Dal mese di novembre 2012 all’estate 2013 verranno organizzate giornate aperte di volontariato attivo per realizzare interventi di piccola manutenzione o lavori di allestimento degli spazi scolastici.
La prima iniziativa verrà organizzata nelle giornate del 24 novembre, 1 e 15 dicembre nella scuola dell’infanzia di Via Clemente Alberti, alla quale hanno aderito al momento 29 famiglie.
Per informazioni circa le date ed il calendario dei lavori si può far riferimento alla scuola.
Il Comune garantirà la copertura assicurativa per i volontari, fornirà il materiale e l’attrezzatura necessaria e collaborerà nel
coordinamento dei lavori.
COLLABORARE E’ MEGLIO
5
Amministrazione
Una nuova agenda per Monti
L
a crisi economica non fa che aggravarsi, e non ci sono segnali
di miglioramento, al di là delle
dichiarazioni di circostanza. A un anno dall’insediamento del governo Monti possiamo dire che abbiamo evitato il
baratro, ma la crescita non
è ripartita. Si punta tutto
sul risanamento fiscale. Il
pareggio di bilancio è un
obiettivo imprescindibile,
ormai lo abbiamo scritto
anche nella costituzione
per far contenta la Merkel.
Eppure lo stock di debito
pubblico rispetto al Pil continua a crescere, invece di
ridursi, e questo in tutti i
Paesi dell’Eurozona. Persino in Italia, nonostante un avanzo primario (al netto degli interessi sul debito pubblico) consistente. E’ un’assurdità, a pensarci bene. Ma è la spirale
“austerità – recessione”: si stabiliscono gli obiettivi del debito, si taglia la
spesa pubblica (pensioni, ammortizzatori sociali, scuola sanità), ma la recessione è peggiore del previsto (e come
può non esserlo a furia di tagli?): allora, per non mancare gli obiettivi, si
aumentano le tasse (Iva, Imu, addizionali) le famiglie consumano ancora
meno, la recessione si aggrava ancora
di più e via che si ricomincia da capo,
come in un eterno gioco dell’oca fino a
giungere a quella paradossale circostanza in cui l’operazione è riuscita
ma il paziente è morto. Non ci siamo
ancora arrivati, ma il giro sta ricominciando: la legge di stabilità per il 2013
prevede aumento di un punto dell’Iva
ordinaria , nuovi tagli a sanità, scuola
e comparto pubblico, la Tares al posto
della Tarsu (rifiuti urbani) con una
parte del gettito che, come
per l’Imu, andrà a Roma.
Meno trasferimenti sugli
enti locali per 2.500 milioni: per il nostro comune sono altri 500 mila euro di
minori trasferimenti (sono
ormai 2 milioni in meno in
tre anni); ma tagli al comune significano ancora meno
servizi alle famiglie, o tariffe più alte.
Per far ripartire la crescita
occorre invece mettere più soldi in mano alle famiglie, così da aumentare i
consumi, e far ripartire gli investimenti; infine togliere dal vincolo del
patto di stabilità per gli enti locali gli
investimenti in infrastrutture.
Il Comune è il soggetto istituzionale a
più diretto contatto con i bisogni della
gente e lunghe sono le file delle persone che si rivolgono al sindaco per avere una risposta per il lavoro che manca o per la casa che rischiano di perdere: a volte viene il groppo in gola nel
rispondere che il comune non ha una
soluzione a questi problemi. Abbiamo
istituito un fondo di solidarietà di 150
mila euro per le famiglie bisognose,
speriamo di poterlo ripristinare anche
nel 2013. I dati che ci arrivano dall’a-
genzia per il lavoro (settembre 2012)
ci dicono che a Carugate almeno 700
persone hanno perso il lavoro, sono in
cassa integrazione o sono in mobilità:
700 famiglie che non riescono ad arrivare a fine mese. Il compito di una comunità è anche quello della solidarietà e fino a quando riusciremo non
taglieremo servizi e sosterremo le famiglie più in difficoltà.
Però questa non è la soluzione, e non
possiamo pensare di continuare per
molto tempo con i sussidi.
Occorre che i governi europei (Germania in testa) si convincano che la strada dell’austerità è una cura letale, in
questo modo la Grecia ha perso il 25 %
del suo prodotto interno lordo in 3 anni, ma anche Francia e Germania cominciano a vedere segni di rallentamento sulle loro economie: e per fermare la spirale austerità recessione
occorre rilanciare i consumi, ridurre le
tasse a famiglie ed imprese, coniugare
il giusto rigore con l’indispensabile
crescita e la necessaria equità. Dunque occorre allentare il patto di stabilità, permettere gli investimenti che
portano lavoro e crescita economica,
lasciare invariate le risorse ai comuni
per sostenere le famiglie in difficoltà.
A Natale regaliamo a Monti una nuova agenda, perché quella che finora ci
ha imposto ci porta a sbattere contro
un muro di cemento armato.
L’Assessore al Biancio
e alle Politiche Sociali
Paolo Grimodi
La bici in centro
N
onostante le grandi difficoltà
dovute al patto di stabilità e
ai tagli governativi, l’amministrazione persegue il progetto di città,
avviato da diversi anni: una città a
misura d’uomo, rispettosa dell’ambiente. Per poter conseguire questo
obiettivo, abbiamo deciso di puntare
molto sulla bicicletta come mezzo non
inquinante e sostenibile e di continuare nella realizzazione di piste ciclabili.
Entro la primavera/estate 2013 realizzeremo una nuova pista ciclabile che
collegherà alcuni luoghi fondamentali
del nostro paese; partendo da via XX
Settembre, esattamente di fronte al
comune sarà possibile raggiungere via
XXV Aprile, attraverso un vicolo prima degradato, per poi giungere fino a
via Falcone, esattamente a pochi metri
dalla caserma dei Carabinieri. Questo
percorso inoltre risulta collegato con le
6
altra piste ciclabili che portano a Cernusco S/N e, dal lato opposto, con la
stazione del bike sharing. Al riguardo
appunto, l’intera Amministrazione intende ricordare a tutti i cittadini che il
servizio di bikesharing “Meglio in bici”
è diffuso sui territori di Cernusco e
Pioltello e la prima ora di utilizzo è
sempre gratuita.
Attilio Galli
Assessore all’urbanistica
Amministrazione
Premio “Amico
della famiglia 2010”
Il Dipartimento delle
Politiche della Famiglia della
Presidenza del Consiglio
dei Ministri ha comunicato
che il nostro progetto
“La Famiglia al centro”
è risultato vincitore terzo
classificato con un premio
pari a 80.000 euro.
7
Amministrazione
Contrastare la violenza contro le donne
L’
Assessorato alle Pari Opportunità di Carugate, voluto e avviato dalla nostra Amministrazione nel maggio 2011, ha iniziato il
percorso di sensibilizzazione culturale
su tutte le tematiche relative alle pari opportunità, attraverso conferenze pubbliche e incontri con e per la
cittadinanza. Lo scorso
marzo una serata è stata
interamente dedicata alla
violenza sulle donne, come
prevenirla e contrastarla.
Da tempo abbiamo potuto
constatare che nella nostra
città, come purtroppo ovunque in Italia e nel resto del
mondo accade, la violenza
sulle donne è un problema reale: questa
violenza viene esercitata soprattutto
dentro le case, nelle famiglie, e spesso
purtroppo ne sono vittime, dirette o indirette anche i bambini, i minori che in
quella famiglia vivono.
Il drammatico fenomeno sociale della
violenza contro le donne ritorna ogni
giorno all’attenzione di tutti noi, evidenziato dall’informazione dei media,
che ne diffondono così la conoscenza.
Ricordiamo che ogni due giorni in Italia
una donna viene uccisa da un marito,
un fidanzato, un familiare. Sono 100
vittime nel 2012. Sono dati allarmanti,
confermati quasi quotidianamente dalla cronaca, che ci racconta come troppo
spesso donne di ogni età, religione, classe sociale e situazione socio-economica o
culturale subiscono, nel corso della loro
vita, una qualche forma di violenza fisica, sessuale o psicologica.
La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne è
stabilita per il 22 novembre e verrà celebrata a Milano con una fiaccolata per
ricordare le vittime di violenza e con
una seduta straordinaria del consiglio
provinciale di Milano aperta a tutta la
cittadinanza. Durante questa seduta
verrà presentato il concorso di cortometraggi sulla violenza «Rompere il silenzio. Stop alla violenza di genere» riservato ai giovani tra i 14 e i 20 anni.
L’informazione, se da una parte è importante quale azione di sensibilizzazio-
ne e primissimo passo per una prevenzione, dall’altra non può essere sufficiente per sostenere e fornire aiuto alle
donne vittime di violenza: si vanno
sempre più ampliando, infatti, gli ambiti di intervento, così come
sempre più evidente è la
complessità del contesto in
cui gli operatori, tutti i soggetti coinvolti presenti sul
territorio, si trovano ad agire.
Abbiamo voluto operare una
prima importante scelta,
decidendo di attivare percorsi di formazione che vadano a supportare l’attività
effettiva di accoglienza delle
donne e contribuire alla
creazione di una rete tra diverse agenzie territoriali cui le donne possono rivolgersi, o venire in contatto. Ci rendiamo conto che si tratta di un primo passo, ma è decisivo per affrontare il problema della violenza contro le donne,
consentendo di individuare soluzioni e
avere risultati efficaci e positivi nel
tempo. Il confronto continuo, lo scambio
di informazioni e di esperienze tra i soggetti che le donne incontrano lungo il
loro percorso di richiesta d’aiuto, è lo
strumento che rende possibile aiutare e
“rispondere” con aiuto adeguato alla sofferenza di queste donne. Lo scorso ottobre
abbiamo proposto due giornate di formazione rivolte,
nello specifico, alle figure
professionali che si trovano a
contatto o a venire a conoscenza di situazioni problematiche, di disagio o di violenza, e finalizzate a creare
un linguaggio comune tra gli operatori
del territorio per affrontare in rete il tema delle vittime di violenza, con particolare riferimento alle violenze, psicologiche e fisiche, sulle donne.
L’obiettivo principale del corso intitolato
«Tecniche e strumenti di comunicazione
efficace nelle relazioni d’aiuto», tenuto
dell’esperta formatrice in comunicazione strategica e criminologa Dr.ssa Cinzia Mammoliti, è stato individuato nella
sensibilizzazione di tutte le agenzie, che
8
si occupano di prevenzione, ad affrontare il tema, ognuno per la propria competenza e funzione, così da perseguire e
garantire il benessere della persona direttamente coinvolta, promovendo anche il benessere di tutta la comunità.
Gli operatori che abbiamo inteso
coinvolgere sono tutto il personale dei
nostri servizi sociali, i medici e i pediatri di base che esercitano la professione
a Carugate, i docenti di ogni ordine di
scuola e la dirigente del nostro Istituto
Comprensivo, educatrici e direttrice del
nostro asilo nido, i Carabinieri di Carugate, il Coord. Politiche giovanili, il
Coordinamento COVO, il Coordinamento CAG, gli assessori alle pari opportunità e ai servizi sociali di alcuni comuni
a noi vicini, per potere mettere le basi
ed attivare nel prossimo futuro un’attività di rete.
Ho potuto personalmente registrare
una partecipazione attenta, fortemente
coinvolta e numerosa al corso. Ho quindi ricevuto direttamente la sollecitazione a continuare su questo percorso e potuto individuare specificità ed esigenze,
sulle quali strutturare i successivi interventi. In questo momento di incontro
avremmo voluto potere raccogliere, come nei nostri intenti, le testimonianze
e scambiare esperienze anche con i medici e le forze dell’ordine, che
per vari motivi non hanno
potuto raccogliere il nostro
invito. Ci impegneremo
quindi ad organizzare una
nuova occasione di incontro,
che faremo il possibile possa
rispondere alle esigenze di
tempo ed organizzative di
ciascuno di questi operatori,
la cui azione è tanto importante per tutti noi, come individui e come cittadini. L’attività di informazione
e sensibilizzazione della cittadinanza
su tutte le tematiche delle pari opportunità proseguirà nei prossimi mesi con
conferenze pubbliche, incontri con
esperti e presentazioni di libri che indagano e approfondiscono le questioni di
genere.
Wally Franceschin
Assessore alla Cultura, Pari
Opportunità e Politiche per l’Infanzia
Amministrazione
Lo Sportello “Amico dell’Energia”
di Carugate
I
l Comune di Carugate in collaborazione con Infoenergia, offre ai cittadini un servizio di consulenza
tecnica gratuita sui temi dell’energia e
dell’ambiente.
Il Comune di Carugate sempre attento alle richieste e necessità dei propri
cittadini, ha aderito nel 2006 alla società Infoenergia, società a totale partecipazione pubblica, che attualmente
ha come soci la Provincia di Milano, la
Provincia di Monza e Brianza e circa
60 Comuni appartenenti alle due Province. Infoenergia, nata su iniziativa
della Provincia di Milano, è costituita
da una Rete di Sportelli distribuiti sul
territorio provinciale con la precisa volontà di permettere alle Amministrazioni Pubbliche di essere sempre più
vicine ai Cittadini, quale punto di riferimento per favorire la diffusione delle
fonti energetiche rinnovabili e l’uso
razionale dell'energia, e fornire supporto sulle materie energetico - ambientali al Settore Tecnico delle Amministrazioni Comunali e Provinciali.
Gli sportelli Infoenergia offrono un servizio di informazione al cittadino sui
temi del risparmio energetico, detrazioni fiscali, valutazione di preventivi, valutazione dei possibili interventi di riqualificazione energetica degli edifici e
sugli aspetti tecnico - normativi della
certificazione energetica.
Oltre allo sportello informativo al cittadino, il Comune di Carugate, insieme
ad Infoenergia, propone alle IV elementari per l'AS 2013 il progetto Comunicagame di Infoenergia.
Un percorso ambientale, socio - educativo ed informativo, che ha un duplice
scopo: quello di educare ma anche di
informare i bambini, i genitori e le insegnanti sui temi legati al consumo
energetico consapevole; il Comunicagame di Infoenergia è un gioco da tavolo, distribuito gratuitamente ad ogni
bambino, con una funzione ludico didattica sull'efficienza energetica nel
settore residenziale e sull'adozione di
buone pratiche di risparmio energetico. L'obiettivo che si vuole raggiungere
è il trasferimento di informazioni relative all'utilizzo di tecnologie ecocompatibili, nonché l'apprendimento di
comportamenti quotidiani volti ad un
atteggiamento energeticamente corretto.
Lo Sportello infoenergia di Carugate è
aperto il 1° e 3° giovedì del mese dalle
15.00 alle 18.00 presso la sede comunale in via XX Settembre 4 al 1° Piano
settore Ambiente, i cittadini potranno
inoltre in qualunque momento scrivere
una email a [email protected]
Sul sito www.infoenergia.eu è possibile
trovare tutti i dettagli relativi al calendario di apertura degli Sportelli comunali, nonché i numeri di telefono e gli
indirizzi email ai quali gli utenti possono rivolgersi per porre quesiti, richiedere informazioni, fissare appuntamenti
e richiedere schede di approfondimento
tecnico pratiche.
Comune di Carugate?
Comune d’Europa!
La Provincia di Milano, in collaborazione con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI), ha approvato un progetto pilota per la riqualificazione degli
edifici pubblici di proprietà dei Comuni
che hanno aderito al Patto dei Sindaci,
iniziativa volontaria introdotta dalla
Comunità Europea attraverso cui i Comuni si impegnano a ridurre le emissioni di CO2 del 20% sul proprio territorio attraverso un PAES – Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile.
La BEI, come prima azione, ha deciso
di avviare alcune esperienze pilota finalizzate alla predisposizione di metodologie e strumenti per attivare inve-
9
stimenti in efficienza energetica negli
edifici e infrastrutture pubbliche. Il
Settore Energia della Provincia di Milano ha sottoposto la propria candidatura per sviluppare e realizzare un progetto sulla base di 530 edifici pubblici,
in larga parte scuole, localizzati in 70
Comuni dell'hinterland milanese e sui
quali erano già state effettuate diagnosi energetiche co-finanziate dalla Fondazione Cariplo.
La BEI ha accettato la candidatura e,
dopo una fase di verifica delle diagnosi
energetiche effettuate dai Comuni , il
17 Luglio 2009 ha approvato un progetto del valore di 90 Milioni di Euro con
l'erogazione di un prestito per un importo di 65 Milioni di Euro.
Il Comune di Carugate, che ha redatto
il proprio PAES già nel 2011, ha aderito a questo progetto pilota. Infoenergia
ha supportato il Comune nella fase di
aggiornamento delle diagnosi energetiche, permettendo la candidatura degli
edifici.
L’obiettivo del progetto BEI è di attivare un programma tecnico/finanziario a
“Dividendo Multiplo” con benefici:
• per le Piccole e Medie Imprese, che
possono realizzare lavori di riqualificazione energetica per decine di milioni di Euro sugli edifici dei Comuni
della Provincia di Milano;
• per i Comuni che possono ridurre fino al 20/30% i consumi di combustibile ed energia elettrica;
• per il Paese per via delle riduzioni di
CO2 e dei costi correlati a seguito degli impegni di Kyoto.
Per la riqualificazione dei loro edifici, i
Comuni dovranno adottare Contratti di
Prestazione per il Risparmio Energetico con Garanzia di Risultato. Il meccanismo contrattuale consentirà di ripagare il prestito BEI con il 90% dei risparmi che si ottengono con gli interventi di riqualificazione energetica e il
rimanente 10% rimarrà fin dal primo
anno nella disponibilità dei Comuni.
Alla conclusione dei contratti il 100%
del “risparmio” sarà di competenza dei
Comuni.
Amministrazione
La Biblioteca di Carugate oggi:
numeri, facce e curiosità
L
performance forniti dall’Assoa biblioteca civica di Caciazione Italiana Biblioteche.
rugate oggi: numeri,
Si tenga presente che, quelli
facce e curiosità. Negli
forniti dall’AIB, sono parameultimi due anni circa la bibliotri di eccellenza e teorici: in
teca di Carugate ha proseguito
pratica rappresentano i valori
la propria crescita in termini
verso cui dovrebbe tendere
quantitativi e qualitativi conuna biblioteca per essere effifermandosi un servizio apciente. Basti pensare che, nel
prezzato ma anche (come tutto
caso dell’indice di impatto, la
l’Atrion del resto) un luogo di
media italiana è circa del 10%
coinvolgimento e partecipazioe quella lombarda (ovvero di
ne attiva dei cittadini e, più in
una delle regioni italiane con
generale, piacevole da fregli indicatori migliori) si aggiquentare. Senza nasconderci
ra intorno al 15%.
che diversi sono gli aspetti su
Le facce, ossia i volontari che,
cui dobbiamo ancora molto laAlcune componenti del “Club della maglia”
in modi diversi e con frequenza
vorare, in questo breve articolo
con la bibliotecaria Sanna
variabile, contribuiscono ad anicercheremo di segnalare quelle
mare la vita della biblioteca:
migliori di sempre (al 30/10 abbiamo
che riteniamo essere oggi, sul finire
• i “Volontari di Nati per leggere”: una
infatti superato la quota di 3000 iscritti
dell’anno 2012, alcune delle nostre caquindicina di lettrici e lettori per bamabilitati, cifra già superiore a quella toratteristiche essenziali.
bini sotto i sei anni, che oltre a leggere
tale del 2011). Una novità importante
Qualche numero. Dal 2007, anno del
in biblioteca (un sabato al mese e ogni
degli ultimi due anni è poi legata alla
trasferimento in Atrion, la biblioteca
mercoledì pomeriggio) sono impegnati
tipologia di utenti che frequenta la biha registrato un aumento prima vertianche in alcuni appuntamenti fissi
blioteca: sempre più studenti universiginoso e poi più contenuto ma continuo
presso le scuole dell’infanzia;
tari e delle scuole secondarie. In crescidi prestiti e iscritti: i due dati sono al• il gruppo di lettura “Incrociarti”, forta anche le iniziative culturali per
trettanto importanti perché, se l’annamato da una dozzina di adulti che si rigrandi e piccini: dalle 116 del 2010 siata eccezionale in concomitanza con l’atrovano mensilmente a parlare di un limo passati alle 166 del 2011 (anno delpertura di una nuova sede è possibile
bro o di un autore scelto insieme. Quelle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità
(anche se non affatto scontata) è forse
lo dei gruppi di lettura è un mondo
d’Italia) e nel 2012 raggiungeremo copiù difficile mantenere una crescita comolto interessante ed in espansione,
munque quota 140. In pratica, una mestante (seppur ridotta) negli anni a venel quale proprio il nostro sistema bidia stabile di 2 o 3 iniziative a settimanire. E anche se, nel 2011, abbiamo, per
bliotecario si candida, grazie alla bibliona, in gran parte realizzate dal persola prima volta, registrato un lieve calo
teca di Cologno Monzese, a svolgere un
nale della biblioteca e dai volontari, e
degli iscritti (-3%) abbiamo già invertiruolo di riferimento e coordinamento.
destinate a bambini, adolescenti, rato la rotta, visto che quel dato leggerSabato 10 novembre scorso si è infatti
gazzi e adulti. Un quadro positivo,
mente negativo sarà sicuramente antenuto a Cologno Monzese un imporquindi, confermato dal confronto con
nullato dagli ottimi risultati delle iscritante convegno con ospiti nazionali (tra
alcuni tra i principali indicatori di
zioni 2012 che si preannunciano come i
i quali l’Assessore alla cultura del coIndicatore
Significato
Soglia
Carugate
mune di Milano, Stefano Boeri) e internazionali, nel quale si è cercato di metAIB
2011
tere a confronto le diverse esperienze
Dotazione
Rapporto tra numero complessivo
dei gruppi di lettura italiani ed europei
documentaria
dei documenti e numero di abitanti
2-3
1,98
(spagnoli ed inglesi soprattutto). Il conImpatto
Relazione (espressa in %) tra numero totale
vegno, al quale hanno presenziato oltre
degli iscritti e quello degli abitanti
25-40%
20,2%
250 persone, è stato appunto organizPrestito
Rapporto tra numero totale dei prestiti
zato dal Sistema Bibliotecario Nord
e numero di iscritti
1,5-2,5
2,42
Est Milano e aperto dall’intervento di
Circolazione
Rapporto tra patrimonio
Paolo Molteni (Assessore alla Pubblica
documentario e prestiti
0,7-1,5
1,56
Istruzione e alla Biblioteca del Comune
10
Amministrazione
di Carugate ma anche Presidente dello
stesso SBNEM). Durante il convegno è
stato anche presentato il portale dei
gdl italiani ed iniziata la stesura di un
manifesto comune. Nella giornata anche il gruppo Incrociarti ha avuto il suo
piccolo momento di gloria attraverso la
proiezione di un apprezzato video di
autopresentazione disponibile sia su
YouTube che sul portale dei gdl
( w w w. b i b l i o c l i c k . i t / G r u p p i D i Lettura/SebinaYOU.do);
• il Gruppo Teatro Tempo, che arricchisce e rallegra, con le proprie letture dal
vivo, i nostri aperitivi letterari;
La curiosità, infine, riguarda quello
che noi bibliotecari abbiamo ribattezzato il “club della maglia”: un gruppetto
di signore che si ritrovano ogni giovedì
pomeriggio a “sferruzzare” in biblioteca. L’appuntamento, nato quasi per caso, è ora divenuto fisso e ha avuto un
ritorno positivo anche sul nostro patrimonio documentario (costringendoci, in
un certo senso, ad acquistare libri sul
lavoro a maglia e uncinetto che forse
non erano proprio in cima ai nostri
pensieri ma che sono poi risultati molto
richiesti ed apprezzati) e induce a una
considerazione, soprattutto se si pensa
che, a qualche metro da queste donne
che lavorano a maglia, è magari seduto
uno studente universitario che naviga
gratuitamente in internet utilizzando
la nostra rete wi-fi: è molto positivo vedere che in una biblioteca, per certi
versi all’avanguardia e tecnologica co-
me la nostra, possano essere ospitati
gruppi simili, che cercano un luogo accogliente dove passare del tempo e che
coltivano saperi ormai quasi “antichi”
che rischiano di essere dimenticati. Per
concludere, quindi, possiamo dire che la
biblioteca di Carugate si conferma luogo di attrazione per diverse categorie di
persone, a volte anche al di là delle proprie stesse intenzioni e programmi. E
questo, in fondo, è proprio quello che
dovrebbero essere le biblioteche del terzo millennio: luoghi di socializzazione e
scambio di informazioni, saperi e conoscenze, oltre che luoghi di produzione
culturale e prestito di documenti.
Corrado Alberti
(Direttore Biblioteca
Civica di Carugate)
Scuola Civica Arti e Cultura: iniziato l’anno 2012-13
Corsi Attivi
A
nche quest’anno le iscrizioni ai
corsi della scuola civica hanno
superato abbondantemente
quota 500; per l’esattezza 518, avendo
peraltro in cantiere altri corsi che
prenderanno il via a gennaio 2013.
Nonostante la crisi economica che ha
interessato molte famiglie, l’offerta
complessiva, anche nei corsi che hanno
cambiato insegnanti di riferimento, è
risultata adeguata alle aspettative degli iscritti.
La relativa economicità dei corsi proposti, in rapporto alla media dei costi
delle scuole civiche a noi vicine, l’utilizzo di spazi adeguati (saranno presto al-
lestiti spazi diversi per i corsi di arte) e
la professionalità del corpo insegnanti
selezionato, sembrano premiare la linea storica della Scuola basata sulla
qualità a costi accessibili.
I corsi individuali di strumento musicale aumentano ancora, vi è stato un
boom delle iscrizioni ai corsi di lingua
inglese, tengono i nuovi corsi di teatro
svolti in collaborazione con l’associazione Otto & Marvuglia, i balli moderni, caraibico/latino-americani ed anche
i corsi di liscio per adulti hanno mantenuto pressoché inalterate le iscrizioni. Nella foto i nuovi insegnanti Nina
Bertino e Roberto Cirulli, ballerini
11
n. allievi
a.s. 12/13
PIANOFORTE .............................44
CHITARRA ..................................67
FLAUTO.......................................4
SAX.............................................4
VIOLINO ....................................17
DANZA CLASSICA......................27
GINNASTICA ARTISTICA .............72
GINNASTICA RITMICA ................30
TEATRO RAGAZZI ......................11
TEATRO BAMBINI .......................19
PICCOLI CANTORI ......................14
CANTO MODERNO ....................14
BALLO LISCIO A COPPIE ............22
DANZA MODERNA ......................5
HIP/HOP ....................................53
BALLI CARAIBICI ADULTI .............14
BALLI CARAIBICI BIMBI/RAGAZZI 30
INGLESE ADULTI.........................24
INGLESE BAMBINI ........................8
BAMBINI PER L’ARTE .....................9
INFORMATICA............................14
APPRENDIVERTIMENTO...............16
Totale .....................................518
professionisti con gli iscritti al corso
di ballo liscio.
Il Presidente della Scuola
Paolo Molteni
Amministrazione
Premio Eco and the City
Giovanni Spadolini
I
l Premio
Eco and
the City
Giovanni Spadolini, promosso dalla Fondazione Spadolini Nuova
Antologia, è l’oscar delle buone pratiche della tutela del territorio e del paesaggio e della salvaguardia dei Beni
Culturali e Ambientali, finalizzato a
promuovere la sostenibilità ambientale e la valorizzazione delle peculiarità
culturali del territorio. Il progetto è patrocinato, per l'edizione 2012, dalle più
prestigiose istituzioni: Senato della Repubblica, Presidenza del Consiglio dei
Ministri, Ministero per i Beni Culturali, Ministero dell’Ambiente e l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani
(A.N.C.I.).
La nostra città è stata scelta, tra ben
tremila candidature presentate da
molte amministrazioni locali e anche
da gruppi di imprese per aver operato
in modo eccellente nel campo dello sviluppo sostenibile e del rispetto dell’am-
biente.
Si legge nelle motivazioni del premio,
“Gli esaminatori hanno voluto premiare l’amministrazione comunale, nota a
livello nazionale per aver intrapreso
importanti azioni nella sostenibilità
energetica ed ambientale da oltre 10
anni con l’adozione di un Regolamento
Edilizio che puntava decisamente verso
la sostenibilità del comparto. Questa
visione ha generato concrete misure
con una decisa applicazione della certificazione energetica degli edifici e con
un’esemplare applicazione del fotovoltaico e del solare termico; significativi
risultati ottenuti con il coinvolgimento
dei cittadini che hanno portato ad importanti valori della raccolta differenziata e all’adozione di interessanti soluzioni per la mobilità”.
Attilio Galli
Assessore all’Urbanistica
ed Edilizia Privata
Associazioni
Una buona azione? Il panettone...
Croce Bianca Carugate!
U
na buona azione? Il Panettone….Croce Bianca Carugate!
Natale è tempo di festa, di regali e di dolci delizie come il Panettone tradizionale milanese, protagonista indiscusso di pranzi e cene nel
mese di dicembre.
Quest’anno non rinunciate al panettone ma allo stesso tempo non rinunciate a dare un aiuto concreto.
Come? Gustandovi il Panettone che vi
propone la Croce Bianca di Carugate.
I volontari della Croce Bianca da 25
anni offrono sul comune di Carugate e
sui comuni limitrofi, il servizio di primo soccorso 118, servizi di trasporto
disabili e anziani in collaborazione
con il Comune di Carugate e molto altro ancora. Importantissime sono per
questo storica associazione le donazioni e le sovvenzioni da privati.
Per questo motivo quest’anno i volontari vi propongono il Panettone basso,
tradizionale milanese, firmato Croce
Bianca Carugate.
Morbido, ricco di profumati canditi, di
dolcissima uvetta sultanina, lievitato
naturalmente per oltre due giorni, con
puro lievito madre naturale, senza coloranti e conservanti, confezionato
manualmente in un’elegante veste.
Un kilogrammo di assoluta bontà che
potrete gustare con un’offerta di 10
euro.
E’ possibile ordinare il proprio panettone sul sito internet www.crocebiancacarugate.org, oppure inviando una
mail a [email protected]
12
o chiamando il numero 02-92150344.
Essendo un prodotto deperibile e non
potendolo ordinare senza prevedere
una quantità esatta, è necessario prenotarlo, per poi ritirarlo nel mese di
dicembre presso la sede della Croce
Bianca, in via della Cappelletta 5, a
Carugate. Infine nei giorni di sabato
22 dicembre, sulla piazza del Mercato
e domenica 23 dicembre sul sagrato
della Chiesa Parrocchiale di Carugate
per tutta la mattinata, troverete i Volontari e il banchetto con Stelline e
Panettoni.
Fate una buona azione, prenotate il
vostro panettone! Vi ringraziamo e
auguriamo un Felice Natale.
I volontari della Croce
Bianca di Carugate
Pubblicità
13
Associazioni
Da “Giocando con i Re” al progetto
“A scuola con i Re” ... una splendida annata!
P
er l’Alfiere è stata senza dubbio
un’annata memorabile che, oltre
all’attività ordinaria, ha visto: la
nascita della Divisione Scientifico-didattica “Giocando con i Re”, la 1°Clericus Chess International 2012 (primo
campionato del mondo per preti) organizzata a Roma dal 5 al 7 ottobre scorso; le numerose conferenze, i congressi e
la pubblicazione del manuale scientifico
“A scuola con i Re. Educare e rieducare
attraverso il gioco degli scacchi” (Alpes
Editore) a cura del nostro socio Giuseppe Sgrò (psicologo clinico ed esperto in
Psicologia dello Sport, docente/esperto
della Scuola dello Sport del Coni – Lombardia, membro della Commissione Medico-Scientifica della FSI - Federazione
Scacchistica Italiana e dell’AIPS - Associazione Italiana di Psicologia dello
Sport, consulente per PSICOSPORT
Srl) con importanti passi avanti per la
promozione del gioco anche nelle scuole
italiane; e la quinta edizione di “Giocando con i Re”. Partiamo proprio da GCR
2012, che ha proposto un’edizione dedicata al cinema con: la conferenza tematica “Giocando con i Re… e con il cinema con approfondimento di un docente
universitario di Storia del Cinema
(Prof. Giorgio Bacchiega) con filo conduttore il gioco degli scacchi all’interno
delle pellicole cinematografiche o come
passione nascosta dei divi che le animano (come Arnold Schwarzeneger, attore
ed ex governatore della California); il
torneo regionale a squadre dei ragazzi
(sono state superate le 200 iscrizioni tra
i 6-18 anni con nuovo record!), la mostra su scacchi e cinema “Ciak al Re!”;
la multiproiezione di film a tematica
scacchistica presso l’Auditorium del
Centro Socio-Culturale Atrion; e il laboratorio artistico “Ciak al Re!” per bambini e ragazzi (dai 3 ai 12 anni) che
hanno realizzato una pellicola gigante
di carta con scene di film a tematica
scacchistica, sempre presso Atrion e a
cura della dott.ssa Arianna Galli della
Scuola Civica di Arti e Mestieri. Per
quanto riguarda la parte più propriamente agonistica, i tornei semilampo
(15 minuti di riflessione) a squadre
laboratorio Artistico bambini a cura di Arianna Galli
(quattro componenti) hanno visto la
partecipazione di ragazzi da tutta la
Lombardia. I vincitori sono stati: «Berghem» per le primarie, «Castelletto storico» per le secondarie di primo grado e
il liceo scientifico Mascheroni di Bergamo per le secondarie di secondo grado;
miglior prima scacchiera, Marco Cagnotto de «I pedoni pericolosi» per le
primarie, Davide Podetti di «Castelletto
storico» per le secondarie di primo grado e Lorenzo Cocconcelli de «La mongolfiera super» per le secondarie di secondo grado. La nostra squadra «L’Alfiere»
si è classificata la terzo posto tra le
scuole superiori. Tutti, in ogni caso, sono andati via con un gadget. L’evento è
stato patrocinato da: Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Carugate, C.O.N.I., F.S.I. - Federazione
Scacchistica Italiana, CSI – Centro
Sportivo Italiano, M.S.P. – Movimento
Sportivo Popolare/Settore Scacchi,
U.I.S.P. - Unione Italiana Sport Per Tutti/Coordinamento Scacchi, Festival della Scienza di Genova 2012,Ufficio Scolastico Provinciale di Milano, Commissione Sport Diocesi di Milano e anche
per questa edizione Giocando con i Re
ha avuto un Comitato d'Onore partecipato da tutti i Presidenti degli enti patrocinanti la manifestazione. 20 gli
sponsor Coinvolti (tra cui i carugatesi
Carosello, Copycolor, Credito Artigiano,
Euroverdebio, Leroy Merlin, Calzature
De Paola, Hotel Rocco). Il nostro socio
Giuseppe Sgrò, sostenuto dall’Alfiere
14
tutto, dall’Amministrazione Comunale
(Sindaco Umberto Gravina e Assessori
Sport-Michele Bocale e Cultura-Vallì
Franceschin) e dagli sponsor che via via
ha saputo coinvolgere, in cinque anni
ha trasformato l’idea iniziale propostagli da Paolo Molteni (ora Assessore
Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili) di un weekend scacchistico, in una
imponente manifestazione ricca di contenuti scientifico-sportivi dove la passione per gli scacchi è il pretesto per incontrasi, conoscersi e crescere; ha organizzato e realizzato a ottobre a Roma la
1° Clericus Chess International, è riuscito a pubblicare il monumentale manuale «A scuola con i Re», per la realizzazione nazionale di progetti formativi
e psicopedagogici attraverso il gioco degli scacchi e ora, attraverso il grimaldello della nuovissima pubblicazione che
presenta varie proposte applicative psicologiche e pedagogiche e per mezzo
della sua Divisione Scientifico-didattica
“Giocando con i Re”, l’ASD L’Alfiere nel
2013 vuole dare avvio a una “nuova primavera scacchistica italiana”, ossia ci
proponiamo nella prossima annata di
dare impulso alla base del movimento
locale e nazionale, coinvolgendo massicciamente i bambini della scuola dell’infanzia e primaria e chi si occupa di educazione, rieducazione e formazione nell’avviamento al gioco degli scacchi come
mai è stato possibile e fatto prima.
Il Presidente dell’ A.S.D. “L’Alfiere”
Raffaele Riboldi
Associazioni
Articolazioni o dis-articolazioni
scolastiche?
I
l CGD (Coordinamento Genitori
Democratici) di Carugate ha organizzato nella scorsa primavera l’iniziativa “Articolazioni Scolastiche”,
un ciclo strutturato su tre incontri per
le diverse fasce scolastiche. materna,
elementare e media. Le proposte, il
confronto, le discussioni proposte sono
state, a nostro parere, di alto livello
con ricadute pratiche e possibili anche
per il nostro Istituto, a tutto ciò va aggiunto il fatto che siamo riusciti a proporre anche il cortometraggio “Il Volo”
di Wim Wenders, un corto che non è
ancora in distribuzione e che è stato
visto in pochissime occasioni. La nota
negativa che stride è stata la poca affluenza di pubblico, probabilmente dovuta alla scelta del sabato pomeriggio
che non favorisce la presenza per altri
impegni? Oppure la proposta non era
particolarmente interessante? O altre
motivazione che converrebbe esplicitare per ottenere un risultato diverso da
quello che abbiamo visto. Ciò che invece a noi sembra evidente è una sorta di diffuso disinteresse sul mondo
scuola, una scuola in cui si fatica per
dare il giusto peso ai contenuti, ai significati e conseguentemente anche
alla partecipazione.
Ci si muove quando è toccato il proprio interesse, il proprio figlio/a, la
propria famiglia, diversamente saranno gli altri a pensarci.
In questi incontri si è discusso di conflitti e di gioco per l’infanzia, di orti e
giardini da costruire ed incentivare e
di una scuola multiculturale che può
essere ancora accogliente, creativa,
sperimentale per le classi medie.
Ma dove erano i Genitori? Gli inse-
gnanti? I Responsabili della “vita” scolastica?
La domanda che ci poniamo e vi poniamo è se questo vuoto è fuori o dentro di noi. Anche noi spesso tendiamo
a dire che sono gli altri a svuotarci: il
provveditorato, il ministero, il o la ministra, lo stato… Ma questa volta (ma
forse anche da prima) siamo stati noi
a creare il “vuoto”. In quale scuola
possiamo sperare se non siamo per
primi NOI quelli che si interessano,
che discutono, che ascoltano, che si
confrontano, che propongono, che si
aggiornano per cercare idee e prospettive?!?
E’ questo uno dei temi su cui noi da
settembre proveremo a lavorare, se
avete idee e volete farlo con noi, scriveteci o contattateci.
CGD gruppo di Carugate
Dai ragazzi della 5aB di Via Roma
Carugate, 23 Maggio 2012
Siamo i ragazzi della 5B del plesso S.
Caterina da Siena, vogliamo ringraziare il Sig. Sindaco Gravina e l’Assessore allo sport Bocale Michele.
Ma facciamo un passo indietro…
.Qualche mese fa abbiamo inviato
questa lettera in Comune:
Carugate, 18 gennaio 2012
Gentilissimi Sindaco e Assessore Bocale,
siamo gli alunni della classe 5B del
plesso di Via Roma, vi scriviamo perché desideriamo farvi una richiesta:
Sappiamo che è un periodo poco felice
per l’Italia e anche il nostro Comune
soffre per la carenza di fondi, ci rendiamo anche conto che bisogna risparmiare, ma noi vogliamo lo stesso ComunicarVi il nostro grande desiderio.
Volevamo chiederVi la possibilità di
mettere nel giardino della nostra scuola due tavoli da ping-pong. A Carugate questo gioco non è molto praticato,
attesa di una Vostra risposta, speriamo positiva porgiamo i nostri più cordiali saluti.
Gli alunni della 5 B di Via Roma.
ma forse è l’occasione buona per fare
avvicinare i giovani a questo sport
molto completo.
Sicuramente Vi stiamo chiedendo molto, ma ci piacerebbe vedere anche dei
tavoli lungo il percorso della pista ciclabile, oppure in un angolo tranquillo
della stessa. Sarebbe bello vedere la
nostra pista ciclabile ancora più completa, ma sarebbe ancora più bello vedere tanti ragazzi, che non possono
permettersi di giocare a tennis, cimentarsi in questa attività non molto costosa, quindi alla portata di tutti. In
15
In questi giorni, sono stati portati nel
nostro plesso due bellissimi tavoli da
ping-pong con palline e racchette.
Non potete immaginare la gioia di noi
tutti, è vero, fra qualche giorno finirà
la scuola e noi “forse” andremo tutti
alla secondaria, ma è bello sapere che
i grandi, nonostante i seri problemi
che tutti i giorni devono affrontare,
ascoltano e prendono in considerazione anche i desideri di noi ragazzi.
GRAZIE Sindaco
GRAZIE Assessore,
gli anni passeranno, ma noi ci ricorderemo sempre di questo Vostro gesto
ricco di grande affetto e sensibilità.
Un cordiale saluto dalle insegnanti e
un bacio da tutti gli alunni della 5 B
di via Roma.
Associazioni
Associazione Progetto Cernobyl Carugate
L’
Associazione nasce nel Novembre 2001, dopo l’invito di
alcuni responsabili dei Comuni limitrofi (già attivi nel progetto di
accoglienza terapeutica) a realizzare
anche nella nostra città l’accoglienza
di bambini provenienti dalle zone contaminate della Bielorussia.
Il primo passo è stato quello di esporre l’iniziativa ai sacerdoti presenti allora a Carugate: l’arciprete Don Piero,
che ha subito espresso la sua approvazione dandoci la forza di incamminarci in questa avventura, e Don
Mauro, che ha concretizzato la nostra
idea-base di integrare i bambini ospitati con i ragazzi che frequentano l’Oratorio Feriale nel mese di Giugno,
per arricchire il nostro Oratorio di
un’esperienza di condivisione di culture diverse, di gioco e di allegria, tra
i bambini bielorussi e i ragazzi carugatesi. I bambini stanno in Oratorio,
dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.00
alle 18.00; in questo modo è possibile
l’accoglienza dei bambini anche da
parte di persone che lavorano.
L’ospitalità è rivolta ai bambini di età
compresa tra 8 e 12 anni provenienti
soprattutto da famiglie in precarie
condizioni economiche, che risiedono
nella cittadina di Dobrush e nei vicini
villaggi: l’opportunità di trascorrere
un mese lontano da zone ancora altamente radioattive, e un’alimentazione
con cibi non contaminati, consente loro di rafforzare le difese immunitarie
in modo naturale, venute meno a causa delle precarie condizioni ambientali e di vita, diminuendo il rischio di
ammalarsi.
Dati dell’ARPA confermano, come al
termine del periodo di permanenza in
Italia, il valore del Cesio137 presente
nell’organismo, si riduce di circa il
60%.
Dal 2002 ad oggi sono 192 i bambini
bielorussi ospitati a Carugate.
Dal 27 Maggio al 2 Luglio scorso, grazie alla generosità di alcune famiglie
di Carugate e di Brugherio, abbiamo
accolto 15 bambini con l’accompagnatrice Olga: Masha, Dima, Valery, Nikita, Sasha, Danil, Radzivon, Anasta-
sya, Vlady, Masha, Serghey, Sasha,
Vika, Darya, Jenia.
Non è solo un ricordo di nomi, ma
tante storie di bambini che ci sono rimaste nel cuore; è un filo d’amore che
ormai da dieci anni ci lega con la cittadina bielorussa di Dobrush.
Durante il mese di soggiorno, come
ogni anno, c’è stato un ricco programma di eventi e attività, tra iniziative,
feste di accoglienza, giornate in piscina, gite a Milano, condivisione dei laboratori con i ragazzi che frequentavano l’Oratorio Feriale, e vacanze al
mare e montagna (una settimana a
Pinarella di Cervia e un weekend a
Gressoney), due ambienti praticamente sconosciuti in Bielorussia e per
questo molto attesi dai bambini. Inoltre, già nei primi giorni dopo il loro
arrivo, i bambini sono stati sottoposti
a visite mediche e oculistiche, controlli tiroidei e molte cure dentistiche.
Con queste brevi righe desideriamo
ringraziare di cuore tutti coloro che ci
hanno ospitato e contribuito a far trascorrere ai bambini delle giornate indimenticabili, i medici e dentisti che
offrono tempo e professionalità a questi bambini che pagano ancora le conseguenze della terribile catastrofe nucleare di Cernobyl avvenuta 26 anni
fa, e soprattutto le famiglie che li
hanno accolti nelle loro case.
E’ la famiglia che li ha accolti che più
16
rimane nel cuore dei bambini bielorussi, dove hanno trovato tanto amore, dove molti “riscoprono il loro ruolo
di bambino”, nel loro contesto di vita
troppo presto abbandonato, a causa
delle situazioni di degrado sociale e
povertà in cui vivono.
Ospitare un bambino è un’esperienza
molto arricchente per tutta la famiglia, è un aprirsi verso gli altri, è
stringere amicizie con altre famiglie
ospitanti, condividendone le emozioni,
è … gioia.
Per facilitare l’accoglienza, per le famiglie ospitanti viene organizzato un
breve corso base di russo, gratuito,
composto da circa otto lezioni settimanali tenute da una docente bielorussa
nei mesi di marzo, aprile e maggio,
durante il quale si apprendono alcune
frasi ed espressioni essenziali, utili
per il dialogo quotidiano con i bambini.
Tutte le spese per i bambini durante
il mese di accoglienza sono a carico
dell’Associazione, dal viaggio aereo, ai
soggiorni montano e marino, alle gite,
cure mediche, ecc. Le famiglie devono
preoccuparsi solo di offrire loro un posto per dormire e da mangiare la sera
e nei fine settimana.
Per la prossima accoglienza di Giugno
2013 stiamo cercando nuove famiglie
disposte ad ospitare un bambino.
La maggior parte delle nostre risorse
Associazioni
sono destinate al progetto di accoglienza, ma altrettanto proficua è la
nostra collaborazione con la cittadina
di Dobrush.
Ogni anno una nostra delegazione si
reca in Bielorussia per raccogliere
informazioni sui bambini che verranno poi ospitati a Carugate, e rivedere
quelli ospitati gli anni precedenti, e in
quei pochi giorni di permanenza, grazie alla fattiva collaborazione delle
nostre referenti locali, Olga e Ludmilla, si viene a conoscenza delle tante
necessità locali; oltre a sostenere famiglie in grave disagio economico, diversi sono i nostri progetti attivi nella
città di Dobrush:
Borse di Studio: consiste nell’aiutare ogni anno 3 ragazzi, meritevoli e
impossibilitati economicamente, a
proseguire gli studi dopo la scuola
dell’obbligo. Ad oggi possiamo contare
già due ragazzi laureati in canto, un
ragazzo con problemi di invalidità
laureato in scienze economiche e attualmente direttore delle risorse
umane di un Kaucolz, un radiotecnico, due cuochi professionali, una parrucchiera.
Centro Disabili: abbiamo fatto importanti donazioni: dei binari scorrevoli per il pulmino utilizzato per il
trasporto dei disabili, utilissimi perché altrimenti avrebbero dovuto sempre sollevare le carrozzine a braccia;
un arredo completo di cucina affinché
i ragazzi che si fermano tutto il giorno
nella struttura possano nutrirsi regolarmente; dei passeggini per bambini,
un seggiolone ortopedico posturale,
per una seduta equilibrata dei bambini affetti da distrofia muscolare, e
una carrozzina per disabili.
Scuola materna: in Bielorussia la
cura delle scuole è affidata alle maestre, di conseguenza, se non si possono
garantire condizioni di vita ai bambini
anche semplicissime, la scuola viene
chiusa. E’ così che ne siamo venuti a
conoscenza e prontamente abbiamo
fatto una donazione affinché potessero
acquistare le semplicissime cose di cui
necessitavano: coltelli da cucina e pentole, perché, dopo un controllo da parte della loro ASL, i loro utensili erano
stati dichiarati non conformi igienicamente, e una bilancia elettronica.
Quest’anno abbiamo portato loro anche dei gazebo, affinché i bambini possano avere un riparo.
Progetto Tizzi: in collaborazione con
i comitati di Lodi, Arcore e Verano
Brianza, sosteniamo il PRIUT, una
sorta di casa accoglienza dove vengono accolti bambini abbandonati o sottratti a famiglie in grave difficoltà
economica e sociale. Con l’aiuto di due
psicologhe da noi stipendiate, si cerca
di dare un sostegno psicologico ai
bambini, trovare loro nuove famiglie
per affidi temporanei e reinserirli successivamente nelle loro famiglie di
origine, al fine di evitare soggiorni anche brevi, o definitivi fino alla maggiore età, negli orfanotrofi. Un progetto questo che è stato un investimento
nella cultura delle persone, abbiamo
portato in Bielorussia il concetto di
“Affido familiare”. Il Priut è un centro
molto efficiente che lo Stato bielorus-
so elogia e porta ad esempio in altre
città come Minsk e Gomel.
Per poter sostenere tutte le spese
l’Associazione è molto attiva nella ricerca di sostegni economici da parte
delle aziende presenti sul territorio, e
nel promuovere iniziative finalizzate
alla raccolta di fondi, di cui, le più
importanti, sono: una cena a Novembre, a base di “Polenta & Casseuola”,
presso l’Oratorio, la vendita delle primule a febbraio presso il C.C.Carosello e Ikea, una lotteria e la grigliata
dell’amicizia con i bambini di Cernobyl a giugno.
Per saperne di più sul Progetto Cernobyl e sull’accoglienza, visitate il sito
internet www.progetto-cernobyl.com,
oppure contattate direttamente il presidente dell’Associazione Sig. Fernando Morlino (cell. 335 5661847).
Per rimanere sempre aggiornati sulle
nostre iniziative e partecipare ai nostri eventi, vi invitiamo anche ad
aprire la nostra pagina su Facebook:
“www.facebook.com/progettocernobylcarugate” e cliccare “mi piace”!
Per concludere, esprimiamo tutta la
nostra riconoscenza all’Amministrazione Comunale di Carugate, in particolare, al Sindaco Umberto Gravina
e vice-Sindaco Paolo Grimoldi, sempre
molto sensibili al nostro progetto, e
ringraziamo di cuore tutti coloro che,
generosamente, ogni anno, ci aiutano
nel nostro sogno di regalare un futuro
ai “bambini di Cernobyl”.
Associazione Progetto
Cernobyl Carugate
www.progetto-cernobyl.com
La Grazia del perdono
M
artedì 6 novembre 2012, presso il cineteatro Don Bosco, gli
amici del Centro Culturale S.
Andrea in collaborazione con la Parrocchia di Carugate hanno presentato l’incontro dal titolo “La Grazia del Perdono”, testimonianza del Sig.Carlo Castagna. L’iniziativa si colloca nell’Anno della Fede, indetto da Papa Benedetto XVI,
iniziato l’11 ottobre scorso, 50° anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano
II, e si concluderà il 24 novembre 2013,
solennità di Cristo Re.
Difficile dimenticare il fatto gravissimo
ricordato come la “strage di Erba”, accaduto lunedì 11 dicembre 2006: intorno
alle ore 20,00 il Sig. Carlo Castagna è a
casa sua e sta aspettando il ritorno della moglie Paola, che ha accompagnato il
piccolo nipotino Youssef dalla figlia Raffaella.
La follia di due vicini di casa, così almeno ha stabilito il giudizio di primo grado, priverà per sempre Carlo Castagna
17
della presenza visiva di moglie, figlia e
nipotino, e di una quarta persona abitante nello stesso cortile.
Il Sig. Castagna si chiude nel suo lutto
e lascia trapelare una parola che fa il
giro del mondo “perdono”. Molti noti intellettuali del mondo della cultura, dei
mass media, non compresero questa posizione “arrendevole”.
Oltre l'orrore suscitato da quelle morti,
la strage di Erba lasciò nelle coscienze
“qualcosa” , che va sicuramente ricerca-
Associazioni
ta nell'uomo che di quel perdono è stato
capace. Castagna, con la sua grande fede testimoniata fino in fondo, farà capire a molti di coloro che non comprendevano, quanto questa sua posizione è la
più coraggiosa e ragionevole che ogni
uomo possa esprimere.
«… Dio mi ha dato la forza del perdono
e la lucidità di capire che ero a un bivio. Ho preso la strada giusta, altrimenti sarei entrato anch’io nel vicolo
cieco delle tenebre».
Ha scelto di non lasciarsi vincere dal
rancore e dalla vendetta per poter continuare a vivere, per poter continuare a
dire il Padre Nostro, -“... rimetti a noi i
nostri debiti, come noi li rimettiamo ai
nostri debitori …”-, arrivando a «desiderare e sperare che chi è colpevole
possa un giorno chiedere perdono a Colui che solo può donare la pace nei cuori». Dice il Papa “La fede è dono di Dio,
ma è anche atto profondamente libero
e umano … Credere è affidarsi in tutta
libertà e con gioia al disegno provvidenziale di Dio sulla storia, come fece il
patriarca Abramo, come fece Maria di
Nazaret. La fede allora è un assenso
con cui la nostra mente e il nostro cuore dicono il loro «sì» a Dio, confessando
che Gesù è il Signore. E questo «sì» trasforma la vita, le apre la strada verso
una pienezza di significato, la rende così nuova, ricca di gioia e di speranza affidabile” (24 ottobre 2012).
«...la fede è un dono che va continuamente ricercato» ci ricorda Castagna.
Egli testimonia sicuramente la “grazia”
di un dono ricevuto dall’alto, ma reso
evidente per la libertà con cui è stato
accettato; una libertà umana che ha
vissuto fino in fondo la realtà, senza
sconti, senza aver mai ceduto alla tentazione di ridurre il proprio desiderio di
bene e felicità.
E’ l’educazione di una vita intera che
permette di «… non fermarsi al fatto e
di non chiudersi a riccio, di non rendere
- continua Castagna - il mio cuore di
pietra ma di lasciarlo ancora battere,
un cuore di carne; ecco il dono della fede mi ha permesso di vivere una esperienza che altrimenti, mi avrebbe fatto
morire interiormente, mi avrebbe tolto
la speranza di credere ancora nel prossimo, nella vita».
Ed è sempre Benedetto XVI che ci suggerisce una strada: “Cari amici, il nostro tempo richiede cristiani che siano
stati afferrati da Cristo, che crescano
nella fede grazie alla familiarità con la
Sacra Scrittura e i Sacramenti. Persone che siano quasi un libro aperto che
narra l’esperienza della vita nuova nello Spirito, la presenza di quel Dio che ci
sorregge nel cammino e ci apre alla vita che non avrà mai fine”; e con le stesse parole che auguriamo a ciascuno,
nell’imminenza del Santo Natale, la
“scoperta” della fede cristiana.
Cristina e Tiziana – Centro
Culturale S. Andrea
Afol Est Milano lancia idonline.it
IL SERVIZIO GRATUITO PER LA RICERCA DI PROFILI PROFESSIONALI ONLINE
i
donline.it è uno strumento
delle Agenzie per la Formazione, l’Orientamento e
il Lavoro (AFOL) della provincia di Milano e di MonzaBrianza, a disposizione di chi
offre lavoro e cerca personale
o vuole attivare tirocini.
È rivolto alle imprese di
qualsiasi dimensione, dalla
multinazionale alla ditta individuale.
È rivolto alle famiglie, che
hanno bisogno di avvalersi
della collaborazione di una/un badante capace di prendersi cura di persone
con scarsa autonomia o necessità di
un sostegno e di una presenza costanti.
idonline.it è un ambiente operativo
integrato, che consente di creare e
personalizzare ricerche di collaboratori per attività lavorative e di accedere
all’infrastruttura e ai servizi di supporto delle AFOL.
Servizio assistito di ricerca profili - consente di effet-
Le aziende possono usufruire del servizio secondo due modalità:
Servizio rapido di ricerca profili uno strumento semplice e veloce per
la consultazione e la ricerca di profili
professionali, da utilizzare in autonomia. I profili che si trovano sul sito
sono immediatamente consultabili in
forma anonima e, tramite la compilazione di un modulo online, sono resi
disponibili per un contatto diretto.
18
tuare una ricerca in banca
dati con l’intervento di un
operatore qualificato, per approfondire le necessità
aziendali, concordare i tempi
e le modalità di risposta,
pubblicare un annuncio e ricevere i profili individuati
direttamente nella casella di
posta elettronica. L’azienda
potrà comunque individuare
anche autonomamente i profili visionabili sul sito in forma anonima e richiederne il CV completo.
Servizio assistenti familiari - consente alle famiglie di individuare badanti idonee/i al sostegno dei familiari bisognosi di cure presso il loro domicilio.
Contatti: Afol Est Milano - Servizio
Aziende - Via S. Martino, 4 - Melzo Tel. 02 95529727 - www.agenziaestmilano.it - www.idonline.it
Associazioni
Il Gruppo Parkinson scrive...
C
ari amici, conoscenti e cittadini
“vivere a Carugate” è, proprio
un titolo che mi fa riflettere...
come viviamo oggi?
Da ogni parte i media ci tormentano
di brutte notizie tanto che chi è depresso, lo diventa ancor di più, per
non parlare di chi è malato e non sa
cosa gli riserva il futuro.
C' è nell'aria una sorta di coltre nebbiosa che ci rende cupi e insicuri di
“TUTTO” .Verrebbe voglia di cantare
con nostalgia :” se potessi avere mille
lire al mese....” pensate oggi sarebbero
50 centesimi ….sembra uno scherzo!
E' pur vero che più di mezzo secolo è
un arco di tempo enorme ma la grande trasformazione della nostra società
avvenuta in tutti questi anni, ha trasformato anche noi che oggi ne paghiamo le conseguenze.
Se facciamo un ipotetico paragone con
il passato “quelli della mia generazione ricorderanno” com’era semplice la
vita allora..., magari, non avevamo le
comodità e, di conseguenza tutte le
spese di oggi ma si aveva, però, un
progetto di vita per migliorare le proprie condizioni e, soprattutto non si
era stressati. Oggi le nostre case sono
belle, riscaldate, piene di ogni confort,
ma chi se le gode presi come siamo in
mille cose? Specialmente le giovani
famiglie che, per mantenere un decoroso tenore di vita, corrono, corrono,
piegati sotto un fardello di mutuo con
l'angoscia di perdere il lavoro oppure
di non poterlo trovare.
“Vivere a Carugate” come in ogni altra parte, la vita è diventata davvero
difficile e si fa fatica a tirare la fine
del mese. Speriamo che le cose cambino e non si debba avere più nostalgia
e della “ lira “ e del passato ma ricordarli,teneramente, come un “vissuto”
di noi tutti.
Si avvicina il S. Natale ed io che sono,
per natura, ottimista desidero comunicarvi la mia gioia di “persona malata” e di quanto sono fiero del mio
“Gruppo”.
Attualmente i parkinsoniani sono 9 e,
purtroppo, per tutti la malattia avanza senza tregua e anche se incoraggio
gli altri, io stesso mi accorgo che ho
dei momenti OFF la mattina appena
alzato e verso sera quando mi cambia
l’umore e mi si abbassa la voce.
Ma non importa, la forza che mi viene
dalle attività del “Gruppo” mi ricom-
pensano ampiamente. Un “grazie” di
cuore va a tutti gli amici parkinsoniani che unitamente alle proprie famiglie sono un esercito di “volontari”
sempre pronti a sostenere chi sta peggio.
Proseguono con successo le terapie
presso la Casa S.Camillo alla quale
dobbiamo riconoscenza e graditudine.
La nostra ultima fatica è stato l'incontro medico-informativo che ha visto come relatori la cardiologa del
Monzino di Milano – dott.ssa Erika
Bertella e un farmacologo -Dott. Gaetano Geremia dell'omonima farmacia
di Carugate. L'incontro è stato molto
apprezzato e il salone della S. Camillo
era pieno ed abbiamo avuto l'onore
della presenza del nostro nuovo arciprete Don Claudio. Abbiamo tantissimi progetti per il futuro e con la mia
euforia contagio tutti i miei amici, ma
per realizzare questi progetti abbiamo
bisogno del sostegno di tutti.
Stateci vicini e informatevi è più “facile” dare una mano che “pensare” di
dare una mano.
A tutti, ma proprio tutti,un sereno
Natale e un ciao
Pietro
In ricordo dell’amico Riccardo
La morte non è niente, io sono solo andato
nella stanza accanto.
Ciò che ero per voi, lo sono sempre.
Datemi il nome che mi avete sempre dato.
Parlatemi come mi avete sempre parlato.
Non usate mai un tono diverso,
non abbiate un’aria triste, ma continuate
a ridere di ciò che ci faceva ridere insieme.
Sorridete, pensate a me, pregate per me
Fate che il mio nome sia pronunciato in casa
come lo è sempre stato, senza alcuna ombra
di tristezza
La vita ha il significato di sempre, il filo non
è spezzato...
sono semplicemente fuori dalla vostra vista, non
sono lontano, sono solo dall’altro lato del
cammino.
Charles Peguy
Con questa poesia vogliamo ricordare l’improvvisa scomparsa del nostro amico Riccardo che ha lasciato un grande vuoto nel nostro
cuore difficile da colmare.
Tutti noi lo ricordiamo come una persona intelligente, riservata e altruista, che ci ha saputo trasmettere la cultura della solidarietà.
Si è sempre dedicato anima e corpo a sostegno del volontariato nella nostra associazione, dove da tempo ricopriva il ruolo di delegato.
A lui siamo profondamente grati, per il suo
prezioso contributo e impegno.
Grazie Riccardo.
Nel nostro animo sarà sempre vivo il tuo ricordo.
Con affetto
19
ANMIL Carugate.
Associazioni
Movimento Terza Età
I
n Ottobre è iniziato il nuovo anno
sociale che si preannuncia ricco di
avvenimenti, ma prima di parlarne
volevo evidenziare come si è concluso il
precedente anno alla data del 30 Settembre 2012. Un grazie a tutti i nuovi
iscritti (oltre 30) che si sono uniti al nostro gruppo e che ci hanno dimostrato
la loro appartenenza frequentando assiduamente le attività che ci hanno caratterizzato nel corso dell’esercizio
2011-2012 appena concluso; a cominciare dall’attività fisica, alla catechesi,
alle gite fuori porta e per finire al tour
in Toscana dal 3 al 8 di Settembre. Un
breve cenno su questi 6 giorni trascorsi
in piacevole compagnia in una zona ricca di fascino e di ambienti mozzafiato a
partire dai borghi medievali di Sorano-
Sovana – Pitigliano, per poi passare alla splendida Isola del Giglio luogo di
una bellezza selvaggia non secondo a
qualsiasi isola caraibica. Continuando
volevo solo segnalare Livorno e Pisa
con la meravigliosa Piazza dei Miracoli;
infine Lucca contornata da antiche mura che oltre a proteggere il centro storico, sono diventate un luogo di ritrovo
per tutta la popolazione. Tornando alla
realtà voglio invitare chiunque a venirci a trovare per condividere con noi momenti di serenità e di svago, aiutandoci
a formare la nuova squadra di volenterosi animatori che sostituiranno quelli
attualmente in carica a partire dall’Ottobre 2013 e per i prossimi 5 anni. Infatti le elezioni per il “gruppo di animatori” inizieranno nei prossimi mesi per
concludersi a febbraio 2013.
Come sempre il nostro invito è rivolto a
tutti, iscritti e non, senza alcuna limitazione di età, purchè animati da voglia di partecipazione e condivisione
degli obiettivi comuni e nello spirito
cattolico che ci contraddistingue. La
frequentazione alle attività del gruppo
è uno stimolo ad uscire dall’isolamento
che spesso ci allontana dalla vita della
comunità. Quest’anno la catechesi si
tiene il mercoledì, dalle ore 14,30 alle
15,30, presso l’Oratorio con il contributo anche del nuovo Parroco Don Claudio. La nostra sede è aperta il Lunedì
mattina dalle 9,30 alle 11 nei locali di
Via Garibaldi,18.
Rocco Di Carlo
Movimento Terza Età
Assemblea annuale della Cooperativa San Camillo
A
ssemblea annuale della Cooperativa San Camillo L’appuntamento più importante nella vita
ordinaria di una Cooperativa è sempre
l’assemblea annuale dei Soci che per la
San camillo, nel 2012, si è tenuta nel
pomeriggio di sabato 21 aprile presso
la sede sociale; per l’occasione sono stati presenti 82 soci personalmente, mentre sono state presentate regolari deleghe da parte di ulteriori 55 soci; si è
trattato di una qualificata rappresentanza degli oltre settecento soci della
compagine sociale, che, essendo prevalentemente composta di anziani, difficilmente può garantire una partecipazione più ampia.
Verificata la regolarità della convocazione, su proposta del Presidente Tornaghi Giuseppe, all’unanimità dei presenti è stato chiamato a fungere da segretario il sig. Maggioni Gerolamo.
Si è passati quindi all’esame del bilancio al 31.12.2011, con la relazione del
Consiglio di Amministrazione esposta
dal vice Presidente Zappa Paolo. Nel
documento si è dato atto che il buon
andamento del Centro Diurno Integrato e dell’Ambulatorio di terapie riabilitative, insieme ad un tasso di saturazione della Residenza Sanitaria Assistenziale superiore al 99% - con posti
ormai tutti accreditati e conseguente
aumento del contributo regionale - rendono ragione della chiusura in attivo
pari a € 34.484,13, a fronte di ricavi totali per i servizi di € 3.368.177,00. E’
stata inoltre data lettura della relazione della società “Revisionitalia srl” che
ha certificato positivamente il bilancio
in discussione. Si è svolta una breve discussione e poi sono stati sottoposti a
votazioni separate il bilancio al
31.12.2011, la nota integrativa e le relazioni del Consiglio di Amministrazione; tutti questi atti hanno riscosso
sempre unanime approvazione da parte dell’assemblea. Il Presidente ha
esposto a sua volta il bilancio sociale
dell’esercizio 2011, che rappresentava
con molteplici schemi e grafici tutta la
complessa attività svolta dalla Cooperativa nel corso dell’esercizio, nonché
gli obiettivi perseguiti e realizzati; l’assemblea, sempre all’unanimità dei presenti, ha approvato anche il bilancio sociale 2011. Successivamente si è conferito l’incarico di revisione contabile dei
bilanci per il triennio 2012-2014 alla
società Analisi srl, di Reggio Emilia, accogliendone il preventivo indicato in €
7.000,00 per ogni singolo esercizio annuale. Inoltre si è affidato l’incarico di
servizio revisione legale della coopera-
20
tiva per il triennio 2012-2014 alla società Revisionitalia srl di Brescia per
un costo preventivato in € 3.000,00.
Per ultimo tra i punti all’ordine del
giorno, il Consiglio di Amministrazione
ha chiesto di poter rinnovare la polizza
di responsabilità civile in favore degli
amministratori in carica; vista la gratuità del servizio svolto, la proposta è
stata accolta all’unanimità dall’assemblea con la sola astensione degli amministratori presenti. Hanno preso quindi
la parola per esprimere un gradito saluto il signor Sindaco del Comune di
Carugate Gravina Umberto, il Presidente della Banca di Credito Cooperativo di Carugate Maino Giuseppe e il
Presidente della locale sezione della
Croce Bianca Zappa Gianfranco, invitato speciale in occasione del 25° anniversario di fondazione della Croce
Bianca carugatese. Infine il Presidente,
a nome di Monsignor Camillo Locati
impossibilitato a partecipare, ha letto
un saluto da questi inviato nel quale ribadiva l’importanza della San Camillo
nel tessuto sociale carugatese per la
sua funzione svolta, ormai da più di
vent’anni, in favore degli anziani che si
trovano nella condizione di grande fragilità e bisogno.
G.T.
Associazioni
La stagione è iniziata...
L
rato per tutti i ragazzi. Per i genitori
degli allievi è prevista la possibilità di
prendere parte a lezioni collettive negli stessi orari di lezione dei figli.
Rammentiamo anche l’altra scuola sci
per adolescenti e adulti, principianti e
di perfezionamento che si terrà nel
mese di gennaio 2013. Non mancano
le gite escursionistiche di un giorno
nelle più rinomate località montane e
se volete allontanarvi dalle piste da
sci e concedervi attimi di quiete allora
scegliete di fare piacevoli passeggiate
sulla neve. Le ciaspole sono alla portata di tutti, anche dei bambini, e non richiedono preparazione
specifica. Per la parte ricreativa, in primavera,
Gita sciistica ….. dove c’è neve
non mancherà il classico
Mercatino di Natale a Bolzano
mini tour: la Maremma.
Mercatino di Natale Trento
Sicuramente un luogo da
Ponte di sant’Ambrogio a Dobbiaco
visitare in tutto il suo
Mercatino di Natale Merano
splendore: il visitatore
Panettonata in sede
sarà cullato da un clima
23 dic. 2012
Gita sciistica Alpe Cermis Cavalese
mite in un territorio tra i
Nell’organizzazione del
6/13/20/27 gen. 2013
più ospitali della Toscana,
programma stagionale
Scuola sci Alpino e snowboard
fatto di campagne e anticerchiamo di soddisfare
chi borghi medievali. In
le esigenze di tutti coloro
6 gen. 2013
Gita sciistica Tonale
breve riassumiamo, nel
che amano la montagna
13 gen. 2013
Gita sciistica Tonale
box a lato, il nostro prod’inverno, offrendo diver19 gen. 2013
Ciaspolata Temù
gramma (tralasciando la
se tipologie di attività: sci
19-20 gen. 2013 Week end Tonale
parte già svolta) che potealpino, snowboard, cia20 gen. 2013
Gita sciistica Tonale
te trovare completo sul
spole e trekking. Accanto
27 gen. 2013
Gita sciistica Tonale
nostro sito internet
ad attività prettamente
2/9/23 feb. 2 mar. 2013
www.g-edelweiss.it :
sportive, il nostro gruppo
Scuola sci ragazzi e genitori
A tutti gli appassionati
è impegnato ad organizdegli sport invernali, anzare uscite in importanti
10-17 feb. 2013 Settimana bianca Alleghe
che quest’anno vorremmo
città d’arte oltre ad altri
10 mar.2013
Gita sciistica Madonna di Campiglio
avere l’onore di invitarli a
a carattere ludico. Visti i
7 apr. 2013
Gita sciistica Cervinia
condividere con noi la vosuccessi degli scorsi anni
25-28 apr. 2013 Tour della Maremma
glia di socializzare e l’aabbiamo optato per la
18 mag. 2013
Gita a Bergamo Alta
more per la montagna che
conferma, in linea di
16 giu. 2013
Gita al mare Marina di Pietrasanta
ci caratterizza da sempre.
massima, della formula
22-23 giu. 2013 week end al rifugio Coldai Passo Staulanza
Vi aspettiamo tutti i merdella passata stagione
coledì, serata in cui si paraggiungendo però qualLuglio 2013
Mangia e vai…
la della nostra passione, si
che novità che siamo siValle delle Messi e la Val di Viso
incontrano amici vecchi e
curi vi sarà gradita. Tra i
nuovi, si fanno e disfano
nostri principali obbiettiprogetti, si lasciano fuori per un paio
sci e snowboard garantisce maestri alvi c’è la diffusione dello sport tra bamd’ore gli stress della vita quotidiana e,
tamente qualificati. Per quanto ribini e ragazzi per favorire la socializqualche volta, si beve anche un bicguarda la formazione di gruppi si cerzazione, l’addestramento ed il perfechiere in compagnia. Il Gruppo
cherà di garantire una suddivisione
zionamento della tecnica sportiva, la
Edelweiss augura a tutti Buone feste
uniforme per livello ed età dei compopratica dello sport all’aria aperta, l’ee un 2013 con i fiocchi ….. di neve, nanenti di ciascuno, in maniera da favoducazione al rispetto dell’ambiente in
turalmente.
rire il conseguimento di un lavoro miun ambiente sano. La nostra scuola
’associazione Gruppo Edelweiss
Ski è ormai una realtà consolidata per gli amanti della montagna e delle attività ad esse correlate. Vuole essere il punto di riferimento
di tutti gli amanti della neve promuovendo attività legate allo sci alpino, allo snowboard e ad altre discipline tipiche dell’ambiente montano. Il nostro
maggior impegno è di avvicinare adulti e bambini, offrendo loro tutti i servizi necessari perché una giornata sulla
neve diventi un’esperienza piacevole e
divertente. Da sempre gli sport sulla
neve sono per noi divertimento e libertà, le uniche regole sono quelle del rispetto per
gli altri e per la natura.
25 nov. 2012
Oggi la nostra esperien01 dic. 2012
za, la serietà nell’organiz02 dic. 2012
zazione e la voglia di di6-9 dic. 2012
vertimento fanno del no15 dic. 2012
stro Sci Club un marchio
19 dic. 2012
di garanzia.
21
Associazioni
Solidarietà e Sorriso, passato Presente Futuro
C
aro Lettore, vorrei catturare la
sua attenzione e l’interesse per
le nostre Cooperative. Nei precedenti articoli abbiamo più volte descritto la nostra storia, ora però dobbiamo guardare il presente con l’attuale situazione economica - sociale e
illustrare il nostro “Sogno” per i prossimi anni. In un periodo come questo,
dove sono in atto importanti processi
di transizione, che porteranno inevitabilmente a dei cambiamenti sociali ed
economici, dobbiamo avere il coraggio
di guardare alle nostre radici, alla nostra città, per ritrovare una ripresa
culturale, ideale e produttiva rivolta
al bene comune.
Questo significa per tutti noi che dobbiamo investire nella centralità delle
persone, nella capacità di rinnovarsi,
coniugando crescita e sostenibilità, efficienza e attenzione al territorio nella
vita sociale. Tuttavia, pur essendo
molto importanti, non sono le strutture, le organizzazioni, le procedure, le
regole che fanno la differenza, ma sono le persone (ne sono il cuore) che vivono, si impegnano, rischiano e costruiscono il proprio bene, il bene della famiglia e della comunità. Le Cooperative Solidarietà e Sorriso da 30
anni si fanno carico di valorizzare gli
amici più deboli noi nostri centri, di
sostenere alcune famiglie che non
hanno più potuto dedicare tempo e cure ai propri cari, costruendo una piccola comunità residenziale. Le Cooperative garantiscono un servizio al territorio, un lavoro a chi ha poche possibi-
lità d’inserimento nel mondo del lavoro, un’occupazione ad operatori ed
operatrici. Tutto questo lo abbiamo
realizzato e potremo continuare a valorizzarlo costruendo una co-operazione con tutte le realtà sociali ed economiche della nostra comunità, perché
siamo una Cooperativa sociale (gestione servizi socio – sanitari ed educativi
e attività finalizzate all’insermento di
lavorativo di persone svantaggiate),
perché siamo ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale),
perché gli utili (quando ci sono) sono
investiti per la gestione e realizzazione delle nostre attività e quindi restituite al territorio come bene comune,
cosa da non sottovalutare vista l’attuale disponibilità economica destinata alle attività sociali. Caro Lettore,
nel prossimo futuro uno dei nostri sogni è già in fase di sperimentazione e
sviluppo, perché stiamo impegnando le
nostre forze per rendere possibile una
maggiore inclusione sociale delle persone con disabilità, cercando di valorizzare le diverse situazioni presenti
sul territorio. Abbiamo raccolto le principali esigenze dei famigliari dei nostri
giovani, che pur riconoscendo la positività del nostro operare, visto i miglioramenti dei propri cari, hanno chiesto
di mettere a disposizione le nostre
esperienze per delle attività di “Sollievo” che siano di aiuto in caso di necessità (malattia o prolungate assenze dei
famigliari) e/o realizzare una “palestra
di autonomia” per una vita “indipendente”. Si avverte l’esigenza, special-
mente per i più giovani di gestire il
tempo libero, in modo particolare il Sabato e la Domenica, per questo abbiamo iniziato una ricerca delle offerte disponibili sul territorio. Ci chiedono di
proporre un progetto per un “Campo
Estivo” nel periodo di chusura della
Cooperativa Il Sorriso. Tutti temi che
abbiamo fatto nostri e che ci vedranno
attori per costruire una rete d’interessi
con gli stessi famigliari, con il Volonatriato e con tutte le realtà sociali disposte a condividere e a raccogliere la
sfida. Questo articolo vuole testimoniare la gratitudine e la stima che meritano tutti coloro che con passione e lungimiranza, con umiltà, tenacia e spirito di sacrificio hanno contribuito a
scrivere, giorno dopo giorno, questi
trent’anni di storia delle nostre Cooperative e per tutti coloro che ne stanno scrivendo il presente e il futuro,
perché senza di loro molti sogni sarebbero rimasti nel cassetto. In modo particolare ringraziamo i nostri giovani
della Solidarietà e del Sorriso per la
forza, la carica, la gioia che ci donano,
dicendoci tutti i giorni con i loro sguardi, i loro sorrisi: Io mi fido di Te, Io sono con Te! Non so, Caro Lettore se sono riuscito ad appassionarti alla nostra realtà, ma ti invito ad incontrarci
per conoscerci, per un eventuale condivisione di un cammino in compagnia
di tutti noi e dei nostri sogni.
Il Presidente Coop. La Solidarietà
Maurizio Taverna
Il Presidente Coop. Il Sorriso
Tranquillo Mariani
La banda di Carugate: cambiamenti e rinascita
A
nno nuovo, vita nuova: Viviana Piazza è il nuovo Maestro!
Perché, come dice Darwin,
non è la specie più intelligente a sopravvivere e nemmeno quella più forte. E’ quella più predisposta ai cambiamenti.
E’ iniziato un nuovo anno scolastico, e
con l’inizio di quest’anno è ricomincia-
ta la fervente attività musicale del
Corpo Musicale Santa Marcellina, che
ormai da 116 anni svolge il suo servizio musicale per la Parrocchia e per il
Comune di Carugate, e non solo.
Come molti sanno, da quest’anno il
Corpo Musicale ha assunto un nuovo
direttore artistico, il Maestro Viviana
Piazza, che, dopo aver conseguito il di-
22
ploma di clarinetto, si è dedicata allo
studio di Direzione per Banda con il
maestro Davide Miniscalco.
Un maestro di Banda deve avere sia
un talento musicale nella direzione,
che si accompagni possibilmente allo
studio musicale di Direzione per Banda, sia una grande umanità, tesa a
mantenere rapporti sereni e cordiali
Associazioni
verso ciascun musicante.
Il maestro della Banda deve inoltre
fare di tutto per venire incontro alle
peculiarità della personalità di ciascun elemento del gruppo, e ai gusti
musicali di ciascuno, mentre ogni singolo musicante deve accettare il fatto
che ogni maestro prediliga un genere
di musica.
Non sono solo interi libri scritti per
delineare le caratteristiche del direttore artistico, come per esempio quello scritto dal Maestro Miniscalco, ma
è soprattutto l’esperienza di Banda
che ci insegna questo.
Solo così si crea non solo il gruppo
musicale, ma anche il gruppo sociale e
profondamente umano che è la Banda, nato dalla Parrocchia, ma che opera per ogni persona amante della musica. A questo proposito il nuovo direttore artistico Viviana Piazza risponde
molto positivamente a queste esigenze riguardanti la figura del maestro,
ed è più che evidente come abbia instaurato già un rapporto sereno e bello con tutti i musicanti.
E’ già qualche anno che il Corpo Musicale è impegnato nell’accompagnamento della Santa Messa in occasione
della festività di Santa Cecilia, che si
celebra il giorno 22 novembre. Quest’anno la Banda suona durante la celebrazione delle ore 11.00 del giorno
25 novembre, ed ovviamente è invitata tutta la cittadinanza di Carugate.
Come richiede la liturgia della Chiesa
Cattolica, la musica che accompagna
la celebrazione in diverse parti di essa deve essere musica religiosa e/o
meditativa, e rispettosa del luogo dove si svolge.
In questo senso un ulteriore apprezzamento va alla scelta dei brani operata dalla nostra nuova direttrice, che
tiene conto di questo fattore non secondario.
Siete tutti invitati anche al nostro
concerto di Natale, che si terrà presso
il Cine-teatro Don Bosco ore 21.00, il
giorno 21 dicembre 2012.
Per quanto riguarda il gruppo della
Banda, essa offre la possibilità a
chiunque voglia iscriversi di frequentare un corso musicale di base, accompagnato dalla partecipazione alla Junior Band, che oltre ad essere la Banda in miniatura, garantisce un’iniziale esperienza musicale di gruppo, per
poi entrare a far parte della Banda.
La Banda è inoltre impegnata in numerosi servizi e sfilate, come il “Palio
di Avucat” di Caponago a cui ha preso
parte in settembre.
Ora, dopo il cambio di presidenza, la
nomina del nuovo consiglio direttivo e
la scelta del nuovo direttore, inizia
una nuova avventura musicale ed artistica per la Banda di Carugate. La
strada da compiere è ancora in salita
ma la percorreremo come sempre, con
entusiasmo, qualità e dedizione.
Bottega il Seme: dieci anni
di attività a Carugate
L
a Bottega il Seme inizia il decimo anno di attività. In questi
dieci anni le vendite hanno subito un calo del 40%. La crisi si è fatta
sentire pesantemente, tanto che molte botteghe del Commercio equo solidale hanno chiuso o si sono raggruppate per poter fronteggiare il momento economico particolarmente duro e
complesso. La grande distribuzione
pare essersi accorta di questa realtà
rimasta nell’ombra per troppo tempo,
avendo riservato un numero maggiore
e crescente di scaffali per i prodotti
del sud del mondo. La chiusura delle
botteghe, però, rischia di penalizzare
le piccole realtà locali, le cooperative
che si affidano alla rete delle botteghe
per sostenere i produttori che non trovano spazio nella distribuzione ordinaria.
Il Seme, rispettando lo spirito di mutualità della Cooperativa S. Andrea,
di cui è emanazione, continua con difficoltà la sua presenza in paese ed è
diventato il luogo di riferimento per il
Gruppo di Acquisto solidale che è nato nel 2006 e che attualmente coinvolge una quarantina di famiglie.
Anche per questo gruppo lo scopo è ridurre le distanze per gli acquisti, favorire la diffusione dei prodotti biologici, sostenere i produttori locali, far
crescere lo spirito critico nelle scelte
quotidiane e contenere il più possibile
gli sprechi, nell’ottica della sostenibilità. Nel periodo natalizio la bottega
di Carugate offrirà la possibilità di
acquistare prodotti, tra l’altro, provenienti dalle zone recentemente colpite
dal terremoto.
Lo spirito che ha animato l’inizio dell’avventura della bottega non è certo
venuto meno. Ma occorre una continuità, un’affezione alla causa della
giustizia sociale, che possono permettere la sopravvivenza della bottega.
Non dimentichiamo, infatti, che la crisi che da noi colpisce in maniera evidente, finisce per causare danni anco-
23
ra maggiori ai produttori che non
hanno altro appoggio e sostegno che
nelle botteghe che
commercializzano i loro prodotti
e il frutto del loro lavoro,
garantendo loro una sopravvivenza
dignitosa.
La speranza de Il Seme è che continui
la sua opera di sostenibilità in una
realtà sempre più complessa, così che
i frutti di giustizia sociale portino benefici a chi lotta con il suo lavoro per
una maggiore eguaglianza e redistribuzione delle ricchezze.
Per questo, un pensiero va anche a
tutti i volontari che in questi dieci anni di attività hanno mantenuto vivo lo
spirito e le motivazioni che hanno costituito la spinta per intraprendere
questa avventura che speriamo possa
continuare a lungo.
Lucia Tornaghi per Il Seme
Associazioni
Il Fitwalking alla 100 km
del Passatore 2012
P
er ogni podista partecipare e
concludere una maratona è
qualcosa di stupendo, riuscire a
completare una 100 km è semplicemente indescrivibile.
Quest’ultima sensazione l’ho provata
alla 100 km del Passatore, ultramaratona che si è svolta nell’ultimo
weekend di maggio.
Voglio partecipare a questo evento
con la tecnica del fitwalking (camminata veloce), mi sono detto sfidandomi, nel mese di ottobre, periodo in cui
mi sono anticipatamente iscritto. Otto
mesi di allenamenti, km e km macinati con qualsiasi condizione di tempo
e curando l’alimentazione specialmente nell’ultimo periodo, mi hanno catapultato in un pomeriggio soleggiato in
Piazza del Duomo a Firenze (luogo
della partenza). Ritiro il mio pettorale
dopo aver fatto una lunga attesa visto
che quest’anno siamo in 1900 partecipanti e mi accingo ai preparativi della
gara, non prima di aver ingerito i miei
ultimi carboidrati tramite un ottimo
piatto di spaghetti al pomodoro ed
una insalata.
La partenza è fissata alle ore 15.00,
faccio in tempo a suddividire gli indumenti che dovrei poi usare in gara, visto che dovrò anche camminare di
notte e valicare l’appennino, qualche
esercizio di ginnastica, un po’ di vaselina antivesciche nei punti critici a
noi podisti, un piccolo ma utile massaggio e mi ritrovo ai nastri di partenza in mezzo ad una moltitudine di
persone che scalpitano come se dovessero correre una gara di velocità, è l’adrenalina che spadroneggia sui novizi
perché vedo anche il contrasto con la
tranquillità dei veterani, da chi è presente con più edizioni nelle gambe.
Finalmente viene dato il via ed insieme a molti amici di questa avventura
percorro il centro di Firenze tra due
ali di folla e sotto un caldo afoso. Dopo
appena 5 km inizia la prima salita di
Fiesole e poi Vetta le Croci posto a
500 mt s.l.m. dove ci arrivo tranquillamente al mio passo dopo 17 km per-
corsi. Subito dopo la discesa, finalmente, più che altro per un po’ di tragitto all’ombra che mi porta a Borgo
S. Lorenzo sito al 32° km e che mi vede arrivare con circa 30’ di anticipo rispetto ad una mia ipotetica tabella di
marcia. Benissimo, le gambe vanno
che sono una meraviglia, ciò mi serve
per affrontare la salita più dura, quella che mi porterà al Passo della Colla
posto al 48° km e a 913 mt d’altezza.
Alle prime rampe ritrovo alcuni podisti che mi avevano superato precedentemente in discesa, mi guardano meravigliati ed incominciano a farmi domande sulla tecnica che sto usando e
incitandomi ulteriormente. La cosa di
per sé mi galvanizza perché le gambe
girano e i km sembrano sempre più...
corti!
Durante questa salita però incomincia anche l’imbrunire ed io voglio arrivare in cima prima del buio per usufruire del primo cambio di vestiti. Tra
una chiacchiera e l’altra con altri podisti ed uno sguardo al meraviglioso
panorama che mi circonda, arrivo in
vetta e guardo soddisfatto il cronometro..., 6 ore e 50’ dalla partenza! Caspita, circa un’ora di vantaggio sulla
mia tabella dopo 48 km di cui ben 28
in salita! A questo punto però è d’ob-
24
bligo un piccolo ristoro, mi asciugo in
un attimo e pronti via al cambio abito. Calzamaglia lunga e maglia tecnica con giubbino leggero antivento, torcia per illuminare la strada che percorrerò completamente nel buio notturno ed eccomi in discesa direzione…
Faenza!
I primi 10 km sono abbastanza veloci
anche se cerco di trattenermi in quanto questa discesa se presa... sottogamba... alla fine la paghi. Marradi è il
primo paese che trovo al 65° km e dove la discesa inizia a degradare dolcemente con alcuni falsipiani. Sono ancora in perfetta media oraria, benissimo, con un po’ di euforia dopo un piccolo ristoro proseguo imperterrito con
il mio passo.
Mi estraneo con la concentrazione per
un attimo dalla competizione e mi accorgo che il silenzio di una splendida
notte stellata è rotto solo dallo scalpitio di altri concorrenti che come me
stanno vivendo una sensazione interiore meravigliosa e ce la stanno mettendo tutta pur di arrivare. Le parole
di un... veterano conosciuto alla partenza mi risuonano nella mente: “Se
vuoi arrivare a Faenza devi avere testa, cuore e gambe” e mi rimbombano
ancora di più quando incomincio a vedere non pochi ritiri (alla fine saranno 1625 i classificati su 1.900 partenti). Il supporto tecnico dei miei accompagnatori Angela, Yane e Roberto mi
aiuta molto, in tanti momenti mi fanno sentire meno solo incitandomi non
poco a continuare così. E’ notte fonda
e la fatica incomincia a farsi sentire
alle porte di S. Cassiano al 76° km.
Dopo quasi un percorso di due maratone è anche naturale un po’... di
stanchezza, e qui intervengono “la testa e il cuore”, penso e mi convinco
che manca solo una mezza maratona,
un quarto di una gara che sto preparando da mesi e….le gambe riprendono il loro ritmo anzi, l’andatura aumenta leggermente.
Non ho problemi di crampi ne di vesciche, i ristori sono regolari anche a
Associazioni
volte solo per un semplice bicchiere
d’acqua, supero diversi podisti ormai... cotti ma ancora determinati e
mi ritrovo in un attimo a Brisighella,
88° km. E’ fatta, penso dentro di me e
mi convinco ancora di più quando mi
accorgo che l’andatura aumenta ancora negli ultimi 10 km. Sto facendo tesoro di tutti gli accorgimenti tecnici
del fitwalking e mi accorgo che sta
funzionando tutto a meraviglia. E’
l’alba ormai e il cartello di Faenza mi
avvisa che manca pochissimo, entro in
città e gli ultimi 3 km sono ormai pieni di emozioni e ricordi su tutta la
preparazione e gli allenamenti fatti.
Il centro storico lo faccio quasi in
apnea con gli occhi emotivamente lucidi e dai brividi che sto provando
mentre il traguardo è lì che mi aspetta sempre più vicino. Il cuore batte a
mille quando passo sotto lo striscione
d’arrivo, è finita!
Osservo il tempo cronometrico, 14 ore
e 47 minuti, più un’ora d’anticipo del
previsto per completare 100 km, tutti
camminando con la tecnica del
fitwalking. 1175° in classifica, non
male anche se importante era concludere la gara.
La maglia, il diploma, la medaglia e
la mia felicità completano l’opera di
questi due intense giornate insieme ai
sorrisi e complimenti di parenti e
amici in mia attesa a Faenza.
Maurizio
ASDO: agonismo vincente
convincente
I
nizia con un ottimo presagio, per
l’ASDO, la nuova stagione: i suoi
U15 di Basket (vedi foto) hanno,
infatti, conquistato il meritato primo
posto nel Trofeo “Movimento BCC”,
prima edizione di una manifestazione
rivolta a squadre con sede nelle località in cui la BCC Carugate ha le sue
filiali e, negli intenti, destinata a diventare un appuntamento fisso del
calendario sportivo della Città e della
Regione.
I padroni di casa dell’ASDO, il 7 Ottobre, hanno superato la DiPo VIMERCATE, partendo aggressivi e chiudendo il primo quarto per 23 a 16, mentre
il secondo è stato decisivo per l'esito
dell’incontro, con i bianchi di casa che
hanno aumentato la pressione, riuscendo a recuperare numerose palle,
trasformate in altrettanti canestri: all'intervallo lungo, così, l’ASDO era già
avanti di 36pt (63-27).
I verdi di Vimercate hanno comunque
avuto il merito di non uscire mai dalla partita e di continuare a giocare
senza guardare il tabellone, tanto da
regalare al numeroso pubblico una seconda parte di gara sempre interessante (48-37), con il Carugate che si è
aggiudicato la vittoria con ampio
margine: 111-63.
Un paio di ore prima, la finalina per il
terzo posto era stata appannaggio della Gerardiana MONZA, che ha superato la B.C. CAVENAGO al termine di
una bella gara, con i ragazzi in maglia
rossa di Monza sempre avanti, ma con
Cavenago in scia, a tenere aperto l'esito finale fino al terzo quarto, per poi
cedere nel finale anche per evidente
stanchezza fisica. Risultato: 63-39.
Al termine, le premiazioni sono state
presiedute dal nuovo Parroco di Carugate - Don Claudio Silva - e dal Direttore della BCC Carugate - Dott.
Giorgio Beretta -, i quali, dopo le parole di Marino Riboldi, VicePresidente
ASDO, che facevano riferimento ai comuni ideali di sport, amicizia e solidarietà messi in campo, hanno consegnato le coppe alle quattro Società
presenti alle finali, in un’atmosfera di
serena collaborazione e di pieno rispetto reciproco, così come deve avve-
25
nire fra veri sportivi.
Confidiamo che questo buon risultato
possa essere di sprone per tutte le altre formazioni di Basket, Calcio e Pallavolo e ricordiamo le quote di associazione all’ASDO: 170 Euro per il
Calcio, 200 Euro per il Basket, che diventano 100 Euro per i più piccoli e
180 Euro per la Prima Squadra e con
possibilità di pagamenti dilazionati e
di sconti per fratelli. La Segreteria
ASDO sarà solitamente aperta il Giovedì, dalle 20:30 alle 21:30.
Per giorni e orari di apertura e per
qualsiasi altra info, è possibile consultare il sito www.asdocarugate.it.
ASDO Carugate
Associazioni
PALLACANESTRO CARUGATE:
Centottanta atleti, questa
pallacanestro è da record!
P
assata la calda estate, è ufficialmente ripresa l’attività dell’A.S.D. PALLACANESTRO
CARUGATE che ha visto la nostra associazione confermare e consolidare
ulteriormente la propria presenza nel
territorio incrementando il numero
dei partecipanti ai corsi.
Oltre alle nove squadre già presenti
nella passata stagione, annunciamo
orgogliosamente la nascita di un nuovo gruppo, Scoiattoli 2005, e l’inserimento di 14 nuovi mini-atleti nati tra
il 2006 e il 2007 nel gruppo del MICROBASKET, corso propedeutico di
avviamento alla pallacanestro tenuto
da un Istruttore Nazionale Minibasket che si svolge ogni Sabato, dalle
ore 14,15 alle 15,30 presso la palestra
comunale di Via del Ginestrino.
Non mancano anche le novità tra le
file del nostro qualificato staff tecnico
con l’approdo di due nuovi allenatori
riconosciuti, ed in possesso di regolari
tessere FIP-CSI, per le squadre Under 14 (1999) e Under 17 (19961997), e con l’inizio di un nuovo corso
per i ragazzi dell’under 13 (2000) che
passando dal gioco del Minibasket al
Basket sono stati affidati ad un tecnico già presente nell’organico e responsabile dell’Under 19 e della prima squadra, che quest’anno riprenderà la sua avventura nel campionato di Prima Divisione, con l’auspicio
di fare bene per tornare a calcare la
serie maggiore.
Come si può ben notare la nostra
realtà è in continua crescita ed evoluzione, in linea con il grande obiettivo
da sempre dichiarato dalla Dirigenza,
che è quello di continuare a costruire
un grande settore giovanile dove ogni
ragazzo abbia la possibilità di tirare
fuori il meglio che c’è in lui.
Viene quindi riconfermata la linea già
percorsa nelle passate stagioni con la
partecipazione a doppie competizioni
organizzate sia dalla Federazione Ita-
liana Pallacanestro che dal Centro
Sportivo Italiano, scelta molto impegnativa dal punto di vista logistico ed
economico, ma importantissima sotto
l’aspetto sociale, in quanto dà la possibilità ad ogni atleta di partecipare
alle gare e di mettersi quindi in gioco
utilizzando le proprie capacità, vivendo il sano spirito della competizione.
Riteniamo che talvolta quest’ultimo
aspetto sia sottovalutato, la competizione è invece indispensabile per promuovere valori educativi quali il rispetto delle regole, dell’avversario,
delle strutture che ci ospitano ecc;
svolgiamo quindi un altro importante
ruolo nel nostro ambiente di riferimento dove oltre a “fare sport”, promuoviamo competizione e concorriamo insieme agl’altri enti presenti nel
territorio a formare la società civile.
Per raggiungere questi ulteriori obiettivi durante la stagione, così come
nelle passate, organizzeremo momenti di “convivenza” attraverso la partecipazione a tornei Nazionali ed Internazionali, la terza edizione del “Trofeo
Città di Carugate” nel maggio 2013,
manifestazione che prevede la parte-
26
cipazione di ragazzi e ragazze provenienti dalle più svariate zone d’Italia
e intraprenderemo azioni sociali, in
passato per esempio abbiamo donato
le nostre maglie in favore dei bambini
brasiliani, per dare anche a loro la
possibilità di fare sport.
Come si può notare dal titolo di questa breve presentazione della nostra
compagine sociale, abbiamo raggiunto
oggi i 180 atleti tesserati.
E’ evidente che la nostra importante
presenza in Carugate, non è possibile
solo dalla partecipazione dei nostri
numerosi atleti ai corsi, o dalla qualità del nostro staff, il ringraziamento
più importante va anche a tutti coloro
ci sostengono, in particolar modo
l’Amministrazione Comunale, gli
sponsor e tutti i soci sostenitori.
Se vuoi anche tu far parte di questa
numerosa squadra vieni a conoscere
la nostra realtà ogni sabato pomeriggio dalle ore 14,15 presso la palestra
di Via del Ginestrino oppure scrivici a
[email protected]
Fai centro con noi!!!
Pallacanestro Carugate
Gruppi Consiliari
Istruzione: ci vuole una vera
rivoluzione culturale
N
ell’era del “son tutti uguali” si
perdono perfino quei temi
che, importanti per i nostri figli, dovrebbero vederci in prima fila
come partecipazione. Che il comune di
Carugate abbia anche quest’anno
stanziato un paio di milioni di euro
per il funzionamento della scuola,
probabilmente, vista la partecipazione alla serata di presentazione (era
un venerdì sera), non frega a nessuno.
Ora, è vero che per i governi italiani,
la scuola, è una faccenda da spese da
ridurre.
Quello che dovrebbe essere il cuore di
ogni società viene trattato alla stregua di un mignolo pestato. A furia di
ricevere scarsa considerazione, sia a
genitori e a che dentro ci lavora si fa
sempre più strada un’ottica che tende
a rimpicciolire le straordinarie esperienze dell’apprendere e dell’insegna-
re. Non possiamo reagire alla distruzione della scuola pubblica riducendo
l’impegno.
Questo Paese ha bisogno di più scuola, ma intendiamoci, la scuola non è
un insieme di uffici, è arte, politica, religione, cultura, è compagnia, è lavoro, è gioia, è
futuro.
La scuola dovrebbe essere
un vulcano in mezzo alla società, così dovrebbe essere
concepita e costruita, non come
un residuo tollerato di un mondo che
non c’è più. politica non è la distribuzione del denaro. La politica deve
guardare dai bambini di tre anni ai
giovani di venti. Invece non c’è sperimentazione, non solo mancano le risorse, manca l’attenzione della società. La scuola è la prima forma della
politica, è il primo esercizio di cittadi-
nanza e invece è ridotta a un parcheggio dove chi sta avanti non può andare più avanti e chi sta indietro non
viene aiutato a farsi avanti.
C’è un’enorme dismisura tra un bambino che scrive alla lavagna la
sua prima parola intera e il
fatuo balbettio mediatico. I
soldi che hanno tolto alla
scuola in questi anni sono
ben poca cosa rispetto al disamore con cui è stata guardata. Questo Paese ha rottamato la pubblica istruzione e si è affidato
alla televisione, fino ad eleggere capo
del governo il padrone dell’etere.
Ora è tempo di rottamare la televisione e di rimettere al centro la scuola.
Ci vuole una vera e propria rivoluzione culturale ed è più urgente del risanamento.
Sinistra Unita per Carugate
ORARIO Dl RICEVIMENTO DEL SINDACO E DEGLI ASSESSORI
AMMINISTRATORE COMPETENZE
GlORNO
ORARIO
SU APPUNT.
GRAVINA Umberto
Sindaco
Assessore alla Sanità, Sicurezza
Protezione Civile
GIOVEDÌ
09.00 - 11.30
SÌ
GRIMOLDI Paolo
Vice Sindaco
Politiche Sociali, Personale, Bilancio e Tributi
LUNEDÌ (bilancio)
GIOVEDÌ (Servizi)
18.00 - 20.00
17.00 - 19.00
SÌ
SÌ
BOCALE Michele
Politiche del Lavoro, Formazione e Comunicazione
Sport, Commercio, Sportello Unico delle imprese
e agli Affari Istituzionali
SU APPUNTAMENTO
SU APPUNTAMENTO
SÌ
SÌ
MOLTENI Paolo
Pubblica Istruzione, Politiche Giovanili e
SU APPUNTAMENTO
Valorizzazione del patrimonio culturale-storico locale
SÌ
GALLI Attilio
Urbanistica ed Edilizia
SÌ
SU APPUNTAMENTO
FRANCESCHIN Wally Pari opportunità, Cultura e Politiche per l’Infanzia
VlLLA Giovanni
Consigliere delegato per Politiche Ambientali,
Mobilità, Riqualificazione Energetica, Lavori Pubblici
Patrimonio e Manutenzione
27
MERCOLEDÌ
17,00-19,00
Sì
LUNEDÌ
15.30-1800
SÌ
Gruppi Consiliari
Poca democrazia ma tante tasse:
questa è la Sinistra a Carugate
L
a Sinistra, che amministra da
quindici anni Carugate, non è
mai stata esempio di democrazia e partecipazione, malgrado i proclami elettorali! Alcune gravi decisioni negli ultimi Consigli Comunali confermano quanto sopra.Nel Consiglio
Comunale del 25 luglio u.s., la maggioranza ha fatto inserire l’approvazione del nuovo regolamento della
commissione Biblioteca e Cultura, malgrado la contrarietà
dei componenti delle commissioni Biblioteca e Affari
Generali e persino del dimissionario Presidente della commissione Biblioteca.
In sintesi l’Amministrazione
ha imposto che la nomina del
Presidente della commissione, che
rappresenta anche gli utenti della Biblioteca, venga decisa dal Sindaco!
I nostri rappresentanti si sono opposti
a questa scelta verticistica.
La Biblioteca ha, da sempre, un Presidente scelto tra gli eletti dagli utenti
e questo era un bel principio di parte-
Indirizzi di posta elettronica
dei capigruppo consiliari:
Antonio Giambitto - Per CarugateP.D.L.: [email protected]
Luca Maggioni – Pro Carugate:
[email protected]
Roberta Ronchi - Per Carugate - Lega Nord: [email protected]
Mauro Tresoldi - Progetto Carugate
- P.D.: [email protected]
Jurij Paolo Verderio - Progetto Carugate - S.U. per Carugate:
[email protected]
cipazione dei cittadini. Siamo convinti
che il Presidente delle Commissioni,
organi di partecipazione e trasparenza, debba essere scelto all’interno della commissione stessa!
L’unico effetto che ha sortito questo
atto di forza dell’Amministrazione sono state le dimissioni del Presidente
della Biblioteca, che rappresenta gli
utenti della Biblioteca.
Infatti ad oggi la nuova Commissione non è stata ancora istituita! Tale ennesimo episodio dimostra che alla sinistra non interessano la
partecipazione e la democrazia, ma solo e unicamente il controllo di ogni
aspetto del Comune. In perfetto
spirito gramsciano, la Cultura, con la
Biblioteca e la Scuola Civica di Musica, devono rimanere sotto il totale
controllo della sinistra, per realizzare
l’egemonia culturale.
Alle classi dominanti il compito di imporre i propri valori politici, intellettuali e morali a tutta la società, con
l’obiettivo di gestire e consolidare il
proprio potere.
Altro esempio di come la Sinistra amministra è stata la gestione dell’IMU.
Il 31 ottobre era il termine fissato per
confermare o modificare le aliquote
IMU.
Per la Giunta di Carugate nessun ripensamento e conferma delle aliquote
già fissate ad aprile. Nessuna differenziazione tra seconde case concesse
in affitto o vuote, tra immobili destinati a piccoli negozi di vicinato e mega centri commerciali, tra laboratorio
artigianale e banche!
Nessun ripensamento per il 2012
nemmeno sulle richieste di agevolazioni presentate in Consiglio Comunale attraverso i nostri emendamenti.
Già ad aprile, tutta l’opposizione, aveva chiesto un intervento a favore delle
famiglie con disabili gravi che sostengono rilevanti spese legate alle cure
ed ai maggiori spazi necessari per la
salute dei propri familiari, chiedendo
28
la riduzione del 50% dell’aliquota prima casa.
Abbiamo chiesto anche l’imposta ridotta dall’1,06% (aliquota massima
prevista) all’0,76% (aliquota ordinaria) almeno per gli immobili a destinazione commerciale, produttiva, artigianale ecc. sotto i 250 mq. Avremmo
così evitato all’artigiano locale ed al
commerciante di vicinato, già colpiti
dalla recessione e dalla forte concorrenza dei centri commerciali, di subire ulteriori insopportabili fardelli. I
nostri emendamenti in merito furono
però bocciati, anche se nell’ultimo
Consiglio Comunale abbiamo ottenuto
da parte dell’Amministrazione l’impegno ad inserire queste agevolazioni
nel prossimo anno.
Intanto anche per il 2012 la Giunta di
Sinistra di Gravina & C. si conferma
il partito delle tasse.
Non bastando l’IMU applicata al massimo per gli immobili diversi dalla
prima casa, nel consiglio di fine ottobre è stata introdotta anche una nuova tassa. Le aziende che erogano servizi pubblici (acqua, gas, elettricità,
ecc. ) e le aziende pubblicitarie dovranno pagare una patrimoniale aggiuntiva per l’occupazione del suolo
pubblico. Queste imprese si troveranno a fine anno a dover pagare tasse
non previste ed appena possibile faranno ricadere questi nuovi costi sulle
utenze, ovvero su tutti noi: clienti e
cittadini!
La maggioranza ha inserito quindi
una nuova tassa, ma la cosa più assurda è che questi signori non hanno
la minima idea di quanto il nuovo balzello porterà nelle casse del Comune!
Lo dimostra la cifra assolutamente irrisoria messa a bilancio in relazione.
La sinistra si conferma il partito delle
tasse, non importa quanto queste renderanno, ma l’importante è tassare!
D’altronde è più facile tassare i cittadini, ed avere quindi sempre soldi da
spendere, che cercare di risparmiare e
razionalizzare le spese.
PdL Carugate
Gruppi Consiliari
Piano di diritto allo studio
2012/2013: Giunta bocciata!
G
iunta di Carugate bocciata! A
fine ottobre è arrivato in approvazione in Consiglio Comunale, l’organo collegiale più importante del Comune, il PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2012/2013, a scuola iniziata da due mesi e dopo averlo
già presentato ai genitori. Rispetto agli anni passati è
scomparsa dal Piano l’introduzione politica dell’Assessore che in passato
attaccava il Governo centrale per le scelte sbagliate
per la scuola. In effetti, quest’anno non abbiamo visto
nemmeno striscioni fuori dalle scuole
o volantini, firmati da PD o SEL, contro i tagli del Governo. Eppure i tagli
ci sono eccome.
La Spending review di Monti (ora la
finanziaria si chiama così) prevede
obiettivi di risparmio per il settore
scuola pari a 183 milioni per il 2013,
173 per il 2014, 237 per il 2015. Tagli
lineari a investimenti e ricerca, progetti e offerta formativa (dati aggiornati al 13/11).
Probabilmente gli esponenti della sinistra Carugate non leggono i giornali
oppure i tagli lineari del Ministro
Profumo sono politicamente corretti!
Tagli lineari di un Governo che fa
scelte solo centraliste mentre la Scuola ha soprattutto bisogno di autonomia! Esempio l’obbligo di cantare l’Inno di Mameli nelle scuole. Roba da fascismo! Ci sarebbe tantissimo da dire
su questo PIANO. Ci limitiamo a tre
aspetti. Popolazione scolastica: in piccolo costante aumento.
Da sottolineare l’esodo dalla Materna
Parrocchiale Santa Marcellina alla
Materna Statale C. Alberti. Non condividiamo l’entusiasmo della maggioranza, riportate dalle dichiarazioni
dell’Assessore Molteni, che “è soddisfatto perché finalmente risparmiamo
sulla Santa Marcellina….e meno male che abbiamo pronti i posti alla materna Statale C. Alberti per le famiglie che non vogliono pagare una ret-
ta di 100 euro (al mese!) per una scuola a cui evidentemente non tengono
tanto”.
Parole irrispettose per le famiglie che
fanno fatica ad arrivare a fine mese!
Concetti scorretti perché questo “successo” della sinistra Carugatese non è
stato a COSTO ZERO per la collettività. Per ridurre la convenzione, il Comune ha dovuto predisporre tre nuove
aule alla statale. Costo:
1.300.000 euro già stanziati dal bilancio 2007! Il Comune, dichiara Molteni, finalmente risparmia! Ma dove sono i
soldi risparmiati?
Nel Piano allo studio non ci sono più
quindi non sono stati reinvestiti nella
scuola, come promesso in campagna
elettorale. Non consideriamo inoltre
un successo il cantiere, in una scuola
aperta, durato quattro anni con tutti i
disturbi che famiglie e lavoratori della scuola hanno dovuto subire, compresa l’invasione di topi a fine anno
scolastico! Ribadiamo: 1.300.000 euro
stanziati a bilancio, di cui spesi ad oggi circa 1.000.000 euro.
Notizia recente: è stato chiesto ai genitori di fare gli imbianchini volontari
per dipingere i muri delle aule vecchie.
Plauso ai genitori che si rendono disponibili ma perché la scorsa estate
non è stata dipinta tutta la scuola, visto i soldi avanzati della ristrutturazione? Tabella comparativa. Abbiamo
espresso dubbi sulla spesa più alta.
Quella per la Refezione Scolastica. Il
buono pasto pagato dalle famiglie a
Consuntivo 2011/2012 ammontano a
462.000 euro. Com’è possibile che
quest’anno le entrate siano maggiori
di un 30% rispetto al 2011/2012 quando tutte le medie non mangiano più a
scuola pertanto i pasti sono in diminuzione?
La rivisitazione, peggiorativa per le
famiglie, degli sconti per i secondi e
terzi figli vale tanto? Non ci quadrano
questi conti e pertanto riserviamo dei
29
dubbi sulle cifre dichiarate in consiglio comunale rispetto a quanto spende il comune per le Scuole visto che la
cifra più importante ci sembra per lo
meno “gonfiata”. Il Comune sembra si
accolli 300.000 euro circa all’anno per
far mangiare a scuola 1000 bambini
ogni giorno, oltre a quello che pagano
le famiglie. Leggiamo su organi di
stampa che il Comune di Cernusco
S/N per far mangiare 2000 studenti a
scuola ogni giorno spende all’anno
50.000 euro di soldi pubblici! Perché
queste differenze? Domande senza risposta. Edilizia scolastica: nel PDS
2009/2010 l’Assessore dichiarava la
necessità per la scuola media C. Baroni di aumento di aule, spazi laboratori, ampliamento ricettività del refettorio, ripensamento spazi per attività
ginniche, ecc. ecc. Quindi per una previsione di aumento di alunni nelle
scuola media.
Nell’anno 2009/2010 erano 430 e in
quello attuale sono 449! Ad oggi siamo arrivati al limite infatti il tetto è
di 450 alunni (come dichiarato in una
lettera firmata da Sindaco e Assessore). La Giunta come ha risolto?
Con interventi tampone e che riducono l’attività scolastica alla sola mattina. Da quest’anno non c’è più il servizio mensa alle medie e così il problema dei tripli turni è risolto! Il refettorio è stato trasformato in palestra così
è stato creato anche uno spazio per le
ore di ginnastica! Ricordiamo che la
giunta ha promesso per anni, almeno
dal 2006, un faraonico palazzetto dello sport per gli sport indoor e anche
nuovi spazi per lo sport degli studenti
delle scuole.
Ad oggi non abbiamo nessun palazzetto ma nemmeno nessuna palestra
per le scuole e i ragazzi delle medie
fanno ginnastica nel refettorio. Nel
Piano delle opere pubbliche 2013 e in
quello pluriennale 2013/2015 (approvato dalla giunta ad ottobre) non è
previsto un euro per la ristrutturazione della scuole di Carugate e per nuove palestre.
Gruppi Consiliari
Altra nota negativa la spesa corrente
per la manutenzione degli edifici scolastici dimezzata rispetto al
2009/2010.
Uno dei compiti principali del Comune verso la scuola è proprio quello relativo alla buona gestione degli immobili. Un Piano per la scuola che mortifica un’esperienza con una storia cen-
tenaria di scuola pubblica apprezzata
dalle famiglie come quella della Santa Marcellina. Un PIANO dove le
utenze sono in crescita e le manutenzioni ordinarie dimezzate.
Malgrado le cifre esorbitanti della refezione scolastica, che noi riteniamo
gonfiate, la spesa del Comune di Carugate per la scuola è diminuita e le
tariffe che pagano le famiglie sono
state tutte ritoccate, attraverso un
aumento o una rivisitazione degli
sconti isee. Il nostro giustizio sulle politiche scolastiche della sinistra rimane negativo.
Lega Lombarda
Lega Nord Padania
Sez. Carugate - Martesana
22 dicembre 2012 - Fine del Mondo
o Nuovo inizio?
E
se i Maya si fossero sbagliati?
Se il 22 dicembre il mondo
non dovesse finire, noi cosa ci
immaginiamo per il nostro futuro? Fine del mondo o prossime elezioni politiche nazionali, quali saranno le
priorità per una Buona Amministrazione Comunale? Noi
di Pro Carugate ci siamo
fatti queste domande e crediamo che per garantire la
qualità e la fruibilità dei
servizi per i cittadini, anche
in ristrettezze economiche, sia
fondamentale rispettare alcuni dei
principi che ci contraddistinguono come gruppo: sussidiarietà orizzontale,
partecipazione attiva della cittadinanza e imprenditorialità di rete. I
Servizi sociali, la scuola, i servizi di
cultura e sport, data la scarsità di risorse economiche, hanno bisogno di
essere pensati e gestiti in modo innovativo, coinvolgendo maggiormente i
vicini enti locali e il privato, profit e
non profit del territorio, in forme di
gestione associata di erogazione dei
servizi, che permettano il mantenimento degli stessi tramite economie
di scala. Viabilità e Trasporti dovrebbero essere ripensati, soprattutto alla
luce dei bisogno dalla cittadinanza,
analizzando e studiando possibili collaborazioni con le grandi aziende
commerciali presenti sul territorio, in
un’ottica di condivisione delle risorse
economiche e materiali. Commercianti, piccola e media impresa e artigiani
non sono solo portatori di bisogni do-
vuti alla crisi del mercato del lavoro;
essi sono una risorsa per il nostro territorio, in termini economici e di servizio. Per tanto a loro va dedicata particolare attenzione, coinvolgendoli
nella quotidiana amministrazione locale, attraverso specifici momenti pubblici di condivisione
di idee, risorse, buone prassi
e progettazioni.
Innovazione: questa è la parola chiave che dovrebbe
contraddistinguere le analisi
e le discussioni della giunta e
del consiglio comunale in merito a politiche attive e bilancio delle risorse
finanziarie per il prossimo anno. Innovare, in campo politico e amministrativo, vuol dire trovare nuovi modi
per governare una città, nuove forma
di amministrazione della res pubblica, che possano allo stesso tempo garantire la continua fruizione dei servizi anche con risorse economiche e
materiali alternative. La co-progettazione è una tra le modalità più innovative che l'Ente Pubblico ha oggi a
disposizione per l'erogazione di servizi che rispondano alla domanda di intervento proveniente dal territorio attraverso servizi costruiti intorno alle
esigenze e alle risorse della comunità
locale. Co-progettare significa quindi
coniugare positivamente le diverse risorse culturali, professionali ed economiche presenti nella comunità locale
con la capacità dell'Ente Pubblico di
promuovere sul territorio i necessari
sistemi di protezione sociale e di mi-
30
glioramento della qualità della vita
dei cittadini. Elemento chiave dello
strumento di co-progettazione sociale
è la funzione di responsabilità e garanzia esercitata dall’Ente Pubblico
nell’individuazione di interlocutori
qualificati ed affidabili diventando così promotore e garante dei progetti
per il miglioramento della città in tutti i suoi aspetti e la rete del territorio
parte attiva nella concreta realizzazione dei servizi.
Ed è partendo da questi principi che
Pro Carugate sta studiando una nuova modalità di erogazione dei servizi
di assistenza sociale e sanitaria per i
cittadini di Carugate: attraverso servizi socio sanitari integrativi, l’ente
locale sarebbe in grado, anche in ristrettezze economiche, di garantire i
livelli minimi di assistenza sanitarie
e sociale a tutta la cittadinanza, contenendo la spesa comunale e la compartecipazione economica dei cittadini attraverso specifici accordi di collaborazione con altri attori del territorio del privato profit e non profit.
A tal proposito, per approfondire il tema, cogliamo l’occasione di invitare
tutta la cittadinanza a partecipare all’evento che verrà organizzato per il
giorno 13 dicembre 2012 (ovviamente
prima della fine del mondo!) presso la
sala conferenze Euroverde Bio nel
quale verrà presentato un nuovo strumento di assistenza sociale e sanitaria locale attraverso la costituzione di
servizi socio sanitari integrativi.
Pro Carugate
Gruppi Consiliari
“Il mio partito è differente”
D
avanti a tanti scandali e ruberie, a spese nostre, chiunque,
almeno una volta, avrà provato
un senso di disgusto verso la ‘politica’,
i politici, e tutto ciò che gravita attorno
a loro. E’ un sentimento
comprensibile ma che, talvolta, porta a conclusioni e
reazioni altrettanto sbagliate. L’errore più grande
è quello di considerare tutto e tutti uguali. Non è così. Un partito è composto
da migliaia e migliaia di
persone; da migliaia di rappresentanti,
amministratori, legislatori etc… Tra
questi si nasconde sempre qualcuno
male intenzionato (e talvolta vero e
proprio delinquente) più preoccupato
al proprio benessere piuttosto che a
quello generale. Accade e, non illudiamoci, accadrà sempre; in ogni partito,
anche quelli che si proclamano ‘puri’. I
casi più recenti sono quelli della Lega,
nata al grido di ‘Roma Ladrona’, salvo
poi intascarsi milioni di euro e, spesso
e volentieri, così abbiamo letto sui
giornali, trasformarli in diamanti e/o
favori a uso personale del capo e del
suo cerchio ristretto di amici. Il caso
‘Italia dei valori’ che si è presentata
agli italiani come la lista ‘pulita’ ma
che, in questi giorni, pezzo dopo pezzo
sta andando in frantumi per alcune
ruberie sopra citate e per una commistione alquanto imbarazzante tra beni
pubblici e privati. Grillo e la sua lista
non sono diversi da tutti gli altri. Con
più diventerà grande, con più avrà ‘infiltrati’ interessati a riempire il proprio portafogli. Allora che fare? Non
senza difficoltà, il primo passo potrebbe essere quello di distinguere i casi e
far emergere le differenze. Innanzitutto è evidente che, di là dai casi personali, c’è un sistema che non funziona.
Troppi soldi e troppo pochi controlli.
Abbassare i primi e aumentare i secondi è la prima cosa da fare, per tutti
i partiti, nessuno escluso. C’è poi una
differenza fondamentale tra i vari
scandali. E’ emerso con tutta evidenza
che ci sono partiti che hanno al proprio
interno degli anticorpi che permettono
di combattere queste distorsioni e altri
costruiti in modo tale che le infezioni
dilaghino. Un partito con un uomo solo
al comando, con il salvatore di turno,
con il padre padrone (Grillo, Di Pietro,
Berlusconi) può farci credere di essere
migliore di tutti gli altri,
può convincerci di saper
creare un movimento ‘pulito’ intorno a se, ma l’esperienza ci insegna che
poi è difficile che in quei
partiti si faccia pulizia
perché le persone sono
scelte dal capo; si difendono o si lasciano al proprio destino in
base all’amicizia che li lega a lui. Non
ci sono ‘meccanismi democratici’ per
cui la maggioranza degli onesti può allontanare e sostituire i disonesti.
Il PDL è l’esempio più lampante. Indagati e talvolta condannati – alcuni anche con un fortissimo odore di mafia
(secondo le procure e, in alcuni casi, secondo i giudici) - tutti protetti e salvati
Carugate
Vivere a
Periodico dell’Amministrazione Comunale
Anno XXVIII - n. 2 - Dicembre 2012
Reg. Trib. Monza n. 490 del 3/10/84
Direttore Responsabile del Giornale
Sindaco di Carugate
Umberto Gravina
Coordinatore del Comitato Editoriale
Michele Bocale
Consigliere delegato
Sergio Ortolina
Comitato di redazione
Alessandro Grignani, Viviana Nava, Elisa
Bonfanti, Cesare Mandelli,
Lorena Marinoni, Giancarlo Pedroni
per volontà del capo. Il PD, come è stato detto prima, non è immune dai disonesti - nessuno lo è - ma ha scelto di
avere, più di altri, quei meccanismi democratici che gli permettono di fare
pulizia al proprio interno senza dover
dipendere da un padrone a cui si dovrà
rendere un favore per le grazie ricevute. Non dobbiamo poi dimenticare che,
al di là degli scandali ad alti livelli, è
sbagliato considerare tutti uguali (tutti ladri), perché abbiamo vicino a noi
decine di persone che ogni giorno dedicano tempo - e spesso anche denaro
proprio – all’amministrazione della
propria città. E’ da anni ormai che ai
comuni vengono tagliate risorse essenziali per poter svolgere al meglio il proprio servizio, ed è proprio grazie ad
una avveduta amministrazione che
questa scarsità di risorse non ha comportato un aggravio diretto, pesante e
indiscriminato di tasse e tariffe locali.
Nonostante il quadro tutt’altro che positivo, nello scorso consiglio comunale
è stato approvato il piano di diritto allo
studio 2012/2013 con una previsione di
spesa ancora intorno ai 2 milioni di euro. Tutti a favore delle scuole, della
qualità dell’insegnamento, dei nostri
figli (votato favorevolmente solo dal
Partito Democratico e dalla Sinistra
Unita per Carugate. Non tutti coloro
che sanno criticare le piccole questioni
sono poi capaci di vedere l’importanza
di quelle grandi e di amministrare in
maniera intelligente a vantaggio di
tutti).
Insomma, una quotidianità distante
anni luce dalle cronache giudiziarie
che riempiono le prime pagine dei giornali.
PD Carugate
Coordinatore
Fabio Amoroso - Promotion Merate
IL COVO
Impaginazione e grafica
Promotion Merate srl - Tel. 039/99.89.233
Dagli 11 ai 14 anni
Stampa
RDS Webprinting - Arcore
Per eventuali comunicazioni alla redazione
telefonare al n. 02.92158257
ORARI:
dal Lunedì al Venerdì
dalle 15.00 alle 18.00
Via S. Francesco d’Assisi, 7
Tel. 02.92157441
31
Notiziario
AMBULATORI MEDICI
Ambulatorio di via Cavour, 15
- Dott. Mario De Marco
riceve su appuntamento prenotando al
340/2321422 tutti i giorni lavorativi dalle
ore 8,45 alle 10,15 e dalle ore 16 alle 17
- Dott. Paolo C. Bòzzolo
riceve su appuntamento prenotando al
340/2321422 tutti i giorni lavorativi dalle
ore 8,45 alle 10,15 e dalle ore 16 alle 17
- Dott. Claudio Cogliati (pediatra)
riceve su appuntamento
tel. 02.92140647 - 02.92150918 studio;
- Dott. Michele Scuglia
riceve su appuntamento prenotando al
340/2321422 tutti i giorni lavorativi dalle
ore 8,45 alle 10,15 e dalle ore 16 alle 17
Ambulatorio di via Pio Xl, 18/c
tel. 02.9254755
- Dott. Alfredo Corti - da lun. a ven.
11-12 / 17,30-19,30 tel. 02.9253255
abitazione.
Ambulatorio di via Papa Giov. XXIII, 17
tel. 02.9253872 abitazione - cell.
338.1002619 dalle 8,00 alle 9,30 per rich.
visita a domicilio
- Dott. Fernando Monguzzi
lunedì e venerdì dalle 9,00 alle 10,15
da lun. a ven. 15,30-19,00 ingresso libero
Ambulatorio di via Italia, 22
Prenotazioni:
Tel. 389.4761116, dalle 8,30 alle 12,30
dal lunedì al venerdì
- Dott. Valeria Origgi
- Dott. Mauro Vinco
- Dott. Vincenzo Ventura
Ambulatorio medico Polispecialistico
Dott.ssa Mina Tafuro
Medico di Medicina Generale
Via Toti, 25 - Carugate
Lun. 9.30-13.00, mar. 15.00-19.00, mer.
9.30-12.30, gio. 15.00-19.00, ven. 9.30-13.00
Riceve per appuntamento telefonando dalle
7 ale 8 e dalle 14 alle 1430 al numero
3493287588. Per visite domiciliari o
consulti brevi telefonare dalle 9.00 alle 9.30
al 3389018507.
- Dott.ssa Patrizia Rogari, pediatra
convenzionata ASL. - Via C. Battisti 32 A
Per appuntamenti: cell. 338.7431154
lun. 10,00-13,00; mar. 15,00-18,00; mer.
10,00-13,00; giov. 15-18,00; ven. 16,00-19,00
N u m e r i
Comune.........................................02.921581
Carabinieri (ore 8-22) ..............02.92151432
Carabinieri pronto intervento ................112
Centro Sportivo comunale.........02.9252111
Emergenza Sanitaria..............................118
Enel guasti.........................................803500
AEM - Pronto intervento .................02.2521
Gas - guasti e dispersioni ...........800900777
Sportello CAP - Acqua Potabile....02.895201
(tutti i mercoledì dalle 9.00 alle 12.00
c/o il Comune di Cernusco sul Naviglio)
Segnalazione guasti
illuminazione pubblica ............800.33.99.29
Piscina comun. e bocciodromo...02.9251426
Ambulatorio di via Del Ginestrino, 14
- Dott. Giuliana Stefanelli (pediatra)
riceve lun. merc. ven. 16,30-19;
mar. giov. 10,30-13 tel. per appuntamenti
dalle 7,30 alle 9.30: 02.2046463
Centro Prelievi CAM
Sezione di Carugate
Via C. Battisti, 32/A (entrata parcheggio)
tel. 02.92157477. Da lunedì a venerdì
7,30-10. Sabato 7,30-9,30
Ambulatorio Polispecialistico
DAB MEDICA
Via C. Battisti, 32/A (entrata parcheggio)
Tel. 02.92151387 (02.27301552 Cologno)
Prenotazioni dal lun. al ven. 9-12 / 15-19,30
Ambulatorio Palazzina
di via C. Battisti, 32 - 32/a
Pediatria ASL MI 2 Centro Vaccinale
CONSULTORIO PEDIATRICO
Via C. Battisti, 32/a
- Per appuntamenti telefonare al
Consultorio di Cernusco S/V - Via Turati, 4 T el. 02.92654454. Riceve: lun. e mar. 8,3013,00
Centro Prevenzione Visite
Oncologiche in collaborazione con la
Lega Italiana Contro i Tumori
Gestione a cura di: Azienda Speciale
Farmacia & Servizi alla Persona e C.I.F.
Centro Italiano Femminile.
Per appuntamenti tel. 02.92150061 dal
lunedì al giovedì dalle 14,30 alle 17,30
Sede operativa Servizi: Via XX Settembre, 4
Tel. 02.92158222
Centro Coordinamento Servizio di
Continuità Assistenziale
tel. 848800804 (dalle ore 20 alle 8 tutti i
giorni della settimana -
32
u t i l i
Polizia comunale ......................02.92158248
.....................................................02.9254879
Polizia stradale.............................02.326781
Pronto intervento ....................................118
ASL MI2 (Centro informazioni
e relazioni con il pubblico) ..........848800507
Scuola elementare
via Ginestrino...........................02.92151452
Scuola elementare via Roma...02.92151584
Scuola materna via Alberti .......02.9254494
Scuola materna via Ginestrino 02.9254720
Scuola media via S. Francesco ..02.9253970
Scuola S. Giuseppe......................029253302
Scuola S. Marcellina ...................029253703
Ufficio postale.............................02.9250301
Vigili del Fuoco (Milano).........................115
dalle 8,00 alle 20,00 tutti i sabato, i giorni
prefestivi e festivi)
Ambulatorio Terapie riabilitative
Casa dell’Anziano “San Camillo”
Via della Cappelletta, 5 - Tel. 02. 9254771
Prenotazioni da lunedì a venerdì 8.0020.00.
Apertura da lunedì a venerdì dalle 8,0012.30/14.00-16.30
Ambulanza - Croce Bianca di Carugate
tel. 02.9252206 effettua servizio tutti i
giorni 24 ore su 24 segreteria per
emergenze 118.
tel. 02.92150344 (Amministrazione)
FARMACIE
- Azienda Speciale Farmacia & servizi
alla Persona, via De Gasperi 6/a, tel.
029253891, [email protected], aperta da Lunedì a Sabato:dalle ore 08.30 alle ore 12.30 e dalle
ore 15.30 alle ore 19.30.
- Farmacia dott. Penati Angelo presso il
Centro commerciale Carosello, tel.
029253291, aperta Lunedì-Venerdì dalle 9
alle 22, Sabato dalle 8,30 alle 21. Domenica dalle 9 alle 20.30, 7 giorni su 7 24 h.
- Farmacia del dottor Gaetano Geremia, Via Monte Rosa 6/2 - Tel 0292339321
- Fax 0292153390 - Aperta da Lunedì a
Venerdì dalle8,30 alle 12,30 e dalle 15,30
alle 19,30 - Sabato mattina dalle 8,30 alle
12,30 - e-mail [email protected]
- Farmacia comunale
Via Toti 25, tel. 0237072052,
e-mail: [email protected]
Aperta da Lunedì a venerdì dalle 9,00
alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19,00
Sabato dalle 9,00 alle 12,00
Scarica

Un Natale di speranza SOMMARIO