04
LUGLIO/AGOSTO 2011
www.ilmegafonocarpenedolo.it
15ª
EDIZIONE
3-4
7
21-28 AGOSTO
MARIO CASNICI FESTIVAL 2011
Settem
bre
2011
Cortile scuole medie ore 21.30
20-21-22-23-24 AGOSTO
40
Per riscoprire i prodotti
dell’artigianato
e i sapori agroalimentari
ed enogastronomici
Sabato 3 Settembre
Martedì 23 Agosto
Ore 21,00 - Cortile Scuole medie
3° CONCORSO
“STATUE VIVENTI”
Sabato
3 Settembre
- Palestra Scuola media
ore 21,00 SPORT & SOLIDARIETà SHOW
Spettacolo con Paolo Labati, Rocco il Gigolò,
Andrea Di Marco, direttamente da ZELIG
Domenica 4 Settembre
ore 10,00 Caccia al tesoro
ore 14,30 Giochi - Cortile Scuola media
ore 21,00 SPORT & SOLIDARIETà SHOW
24 AGOSTO
ATLETICA
SOTTO I RIFLETTORI
SPORT, CULTURA, MANIFESTAZIONI, TEMPO LIBERO A CARPENEDOLO
4
2
8
Passeggiata di San Bartolomeo
Ore 19,30 Ristorante Colombel
28 AGOSTO
CICLISMO MAGRI GOMME
37° Giro Cicloturistico
San Bartolomeo
Ore 8.45 - Parco Orti
18 SETTEMBRE
Mtb Magri Gomme
11° trofeo Magri Gomme
2 OTTOBRE
ATLETICA
Meeting di Atletica
Giovanile/Assoluti
Pista Atletica
Palestra Atene '94
30 OTTOBRE
ATLETICA
Area ristorazione interna (prenotazione tavoli 331 4526601) ed esterna con maxischermo
www.negozidelcampanile.it
MARATONINA
BASSO GARDA
Via Verga
VENDITA
PISCINE
IN PLASTICA
DI DIVERSE
MISURE
E FORME!
30
2
IN RISPOSTA AL SIG.TELLAROLI
Egr. Sig Giovanni, ho letto la Sua lettera colma di livore nei miei confronti, ed
il pensiero che il racconto di San Gottardo Le abbia provocato tanta rabbia
sinceramente mi dispiace molto, e nel possibile Le chiedo scusa.
Però vorrei che rileggesse con più attenzione il racconto, ma soprattutto
con uno spirito diverso, e vedrà che concorderà con me che non ho fatto
altro che ricordare i Suoi zii quali persone “orgogliose, oneste, generose con
qualche debolezza”. Quando scrivo “famosi per essere dei grandi bevitori”
credo di asserire una verità incontrastata, supportata da numerosi aneddoti
che credo che Lei conosca quanto me.
Essendo però racconti popolari orali probabilmente saranno un po’ allargati
e pertanto non so quanto sia di vero l’episodio del fieno venduto a Calvisano,
ma io l’ho sentito e l’ho riportato. Però Lei noterà che asserisco che i Suoi zii
oltre al pagamento ricevono in regalo una piccola damigiana di vino. Questo
non fa altro che rafforzare la Sua tesi di persone oneste.
Inoltre se veniva la macchina da battere in cascina era perché avevano
preparato il terreno seminato e raccolto del grano quali bravi agricoltori.
E’ del tutto vero, in quanto vissuto in prima persona, l’episodio della visita
alla vacca e la chiamata notturna, e sottolineo che fu una delle prime stalle
a cui rilasciai l’attestato di stalla indenne alla TBC, il che attesta che erano
anche bravi allevatori. Inoltre descrivo i fatti con tutta naturalezza senza
un benché minimo accenno a ridicolizzare i Suoi zii, tanto che alla fine ci
lasciamo con una battuta amichevole. Termino dicendo che a quel tempo il
vinismo era molto comune, in particolar modo nelle campagne, ma non per
questo era motivo di disprezzo e di dileggio, al contrario era ben accetto e
tutt’al più strappava qualche sorriso.
Aggiungo che ai primi di giugno di quest’anno in occasione della festa della
ciliegia tenutasi a Ceresara, mio paese natale, il mio compagno di scuola
Mario, serio professionista e padre nonché nonno felice, mi ha ricordato con
altri presenti una nostra “ciucca” giovanile, e io di rimando gliene ho ricordata
un’altra. Io non mi sono offeso, anzi sono stato felice di poterla raccontare.
Spero che questa mia ridimensioni nella giusta collocazione l’episodio, e se
vuole che questa sia pubblicata su Piazza Europa ne faccia cenno al Suo
direttore, oppure io spero che finisca qui e Le porgo le mie scuse.
Con osservanza,
Chizzoni Franco
A PROPOSITO DELLA GESTIONE DELL'ACQUA
Con molto piacere ho appreso che il referendum sulla gestione dell'acqua è
stato vinto dai "sì": come consigliere comunale, infatti, in passato ho lottato
contro la privatizzazione dell’acqua quando, nel 2001/2002, l’allora Sindaco
della Lega Nord di Carpenedolo, Treccani ing. Valentino aveva voluto, a
tutti i costi, cedere la gestione ad una società privata: a nulla valsero le mie
argomentazioni - prima fra tutte - l’aumento del servizio.
E non mi sono fermato: ho continuato la mia battaglia anche con l’attuale
Sindaco Desenzani del Centrosinistra, purtroppo, con scarsi risultati.
La mia insistenza nei confronti di questo argomento è dovuta al fatto che
in questi giorni stanno arrivando le fatture (giugno 2011) che confermano
quanto io abbia avuto sempre ragione: gli aumenti sono arrivati al 280% in
soli dieci anni; basti fare un calcolo veloce: una volta il costo al mc in prima
fascia era di 200 lire (ora, invece, si pagano lire 557,417), in seconda fascia
era di 400 lire (ora ammontano a lire 1.114,834 ), in terza fascia era di 800
lire (adesso di lire 1.449,284) e, se si superano i 225 mc la quota è di lire
2.229,66; tutto ciò senza contare gli aumenti derivanti dagli allacci, dalla
quota fissa del canone di depurazione e del canone di fognatura.
Pertanto considerato anche il fatto che prima del Referendum il centrosinistra
di Carpenedolo ha indetto un incontro per spiegare le motivazioni per cui
i cittadini avrebbero dovuto votare "sì", speriamo che lo stesso obblighi
Dolce GELATERIA
Fiore
GELATERIA DOLCE FIORE di Piazza Lucio
Via Bergoma (zona Fusetto)
Carpenedolo (BS) - Tel. 030 9697038
Via D. Laffranchi, 13
Carpenedolo (BS) Tel. 338 7053167
Ex Consigliere Comunale del Polo di Carpenedolo
Pasquale Vecchiolini
Compleanno!
DIRETTORE
il Sindaco Desenzani ( responsabile in prima persona degli aumenti
sopraccitati) ad attivarsi affinché la gestione ritorni al comune, poiché, ne
sono certo, tale decisione porterà vantaggio economico, nonché un ufficio più
comodo, per i cittadini.
Un tenero abbraccio
al piccolo Mattia
Desenzani per
il suo primo
compleanno dal
nonno Lorenzo, dagli
amici dell'Angolo
dei Ricordi e dalla
redazione de
“Il Megafono”.
Il 29 Giugno
2011 Valentina
Odescalchi si è
laureata in Scienze
della formazione
primaria con la
votazione di 100
presso l'Università
Cattolica del Sacro
Cuore di Brescia.
Congratulazioni
da tutta la tua
famiglia.
Laurea
Lettere al
Il contenuto delle lettere può essere in contrasto col pensiero
del giornale. Il Megafono si riserva di eliminare espressioni
che possono integrare ipotesi di diffamazione. Verranno prese
in considerazione solamente le lettere nelle quali vengono
indicati in modo leggibile nome, cognome, indirizzo e numero
di telefono di chi scrive, che rendano possibile l’identificazione
personale del mittente. Precisazioni o rettifiche saranno
senz’altro pubblicate.
Il coordinamento genitori volontari
con il patrocinio del Comune di Carpenedolo
Assessorato alla Pubblica Istruzione
Organizza
COMPROVENDOLIBRI
Mercatino dei libri usati
per la scuola secondaria di primo grado
Palazzo Deodato Laffranchi
(piano terra)
CONSEGNA LIBRI DA VENDERE:
30-31 AGOSTO dalle 9:00 alle 12:00
VENDITA LIBRI: 1-2 SETTEMBRE dalle 9:00 alle 12:00
RITIRO RICAVATO DELLA VENDITA:
3 SETTEMBRE dalle 9:00 alle 12:00
Per Informazioni rivolgersi alle responsabili:
Gabriella tel. 338/2283517 Paola tel. 328/3918378
RISTRUTTURAZIONI EDILI
TUTTO
DI NOSTRA
PRODUZIONE
BERLATO
MARCO
Via Mantova, 311 - 25018 Novagli di Montichiari (BS)
Tel. 338 4777681
3
L ’angolo del
A cura dell’
AVV. LUCIANO
CHIARINI
LEGALE
A PROPOSITO DI TRIBUTI NON DOVUTI
Tizio ha convenuto in giudizio il Comune di xxx, chiedendo che
fosse accertata l’illegittimità, per inesistenza del relativo servizio,
della tariffa per il canone di depurazione delle acque, che lo stesso
comune gli aveva addebitato per l’anno 2000 in base all’art. 14
della legge n. 36 del 1994, la quale stabiliva la debenza della quota
contestata anche nell’ipotesi di inesistenza e/o inattività di impianti
di depurazione.
Sia il Tribunale, sia la Corte d’appello hanno respinto la domanda di
Tizio in base alla norma su richiamata, secondo la quale il servizio
di depurazione delle acque reflue costituisce un servizio pubblico
irrinunciabile che gli enti gestori sono tenuti ad istituire per legge.
Conseguentemente, gli utenti di tale servizio, ancorchè potenziali,
sono tenuti a contribuire, con il versamento di apposito canone,
sia alle spese di gestione ordinaria che a quelle di installazione e
di completamento, comprese le spese per il collegamento fognario
delle singole utenze. Pertanto, il canone per i servizi di depurazione
delle acque reflue sarebbe dovuto indipendentemente, non solo
dalla effettiva utilizzazione del servizio, ma anche dall’istituzione di
esso, o dall’allacciamento fognario ad esso della singola utenza.
In pratica, in base a detta normativa, l’obbligo di corrispondere il
canone era indipendente dalla effettiva utilizzazione del servizio.
Senonché, in pendenza del giudizio davanti alla Corte Costituzionale,
alla quale Tizio aveva fatto ricorso, la Corte Costituzionale (con
sentenza n. 335/2008) ha dichiarato la illegittimità costituzionale
dell’art. 14 della legge n. 36/94, affermando che la tariffa del servizio
idrico si configura come corrispettivo che trova fonte nel contratto
di utenza ed è irragionevole l’imposizione all’utente dell’obbligo del
pagamento di un servizio che egli non utilizza, né può utilizzare per
la mancanza del relativo impianto.
Adeguandosi a tale decisione, la Corte di Cassazione (con sentenza
n. 8318/2011) ha così stabilito che “il comune che non sia fornito di
impianti di depurazione dell’acqua, non può chiedere il pagamento
della tariffa richiesta per quel tipo di servizio.”
Né vale obiettare, secondo la suprema Corte, che la corrispettività
fra la suddetta quota e il servizio di depurazione sussisterebbe
comunque, perché le somme pagate dagli utenti in mancanza del
servizio sarebbero destinate all’attuazione del piano di ambito,
comprendente anche la realizzazione dei depuratori, perché non
può dirsi che il piano di ambito assicuri che il depuratore venga
costruito proprio nel comune dove risiede l’utente.
T. 030 9698060 _ via Treccani 7/a Carpenedolo Bs
MIRA
COSTRUZIONI
propone: bifamiliari,
villette a schiera
con ampio giardino
e appartamenti
completamente
indipendenti.
Per informazioni: 030 9698755 - 335 1006651 - 335 1006652
[email protected]
4
RELAZIONE CAMBIA ROTTA
A Carpenedolo (Bs) giovedì 23 giugno 2011 Cambia Rotta ha vissuto un momento concreto di democrazia partecipata proponendo all’attenzione di
un discreto numero di cittadini attenti la problematica del piano territoriale Regionale d’aria dell’aeroporto di (PTRA) Montichiari con interventi di Gian
Battista Schena Vice Presidente di Cambia Rotta,
Gianni Desenzani Sindaco, Sergio Perini Presidente di Cambia Rotta, Roberto Bellini Tecnico Ambientale Studio Professionale
Ambiente di Brescia, Ugo Cavagnini Presedenite Associazione Colline Dei
Castagni di Castenedolo e Stefani Tosi Consigliere Regione Lombardia.
Pur essendo stati invitati al dibattito hanno preferito declinare l’invito Maurizio
Federici Responsabile PTRA Regione Lombardia, Giuglio Sesana Direttore
Dipartimento Arpa di Brescia e Virgilio Bettinsoli Presidente Società D’Annunzio di Montichiari.
Si è dibattuto sulle procedure adottate dalla Regione Lombardia per il piano
d’area rimarcando alcune contraddizioni e alcune mancanze, nonostante le
varie osservazioni che enti Pubblici e varie Associazioni tra cui Cambia Rotta,
hanno inviato formalmente agli uffici competenti della Regione.
Sono state svolte anche alcune osservazioni di ordine politico, economico e
sulla salute rispetto al futuro sviluppo della struttura aeroportuale di Montichiari.
Osservazioni che raramente sono poste alla attenzione dei cittadini per il prevalere degli interessi economici di alcune componenti della società.
Il primo rilievo è la grave mancanza di un Piano Volo Nazionale come avviene
nei paesi più civili, comportando ciò delle risposte di tipo localistico e campanilistico senza una valutazione complessiva dell’impatto, non solo economico
ma anche ambientale di strutture simili. Si ricorda infatti che nelle vicinanze
di Montichiari esiste l’aeroporto di Verona e di Bergamo che suppliscono agevolmente alla attuale domanda di voli. Inoltre le società di studio One Works,
KPMG e Nomisma (http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2010-07-18/senzafuturo-meta-aeroporti-080249.shtml?uuid=AYtHdw8Bscia) hanno dichiarato
ufficialmente inutili numerosi aeroporti italiani tra cui il D’Annunzio di Montichiari.
Non è possibile insistere sulle necessità del turismo del lago di Garda allorquando il dottor Gianbattista Merigo, presidente dell’Associazione di categoria degli operatori turistici, membro inoltre di Confindustria, ha rilasciato
dichiarazioni chiare sull’assoluto disinteresse da parte della sua associazione
di categoria.
Si è evidenziata la posizione schizofrenica della Regione Lombardia che, col
piano cave, continua a permettere la escavazione di cave per poi creare le
precondizioni dio discariche nell’area del sedime aeroportuale nei Comuni di
Montirone, Castenedolo e Montichiari a fronte del rischio di bird strike dovuto
alla presenza di migliaia di uccelli che sorvolano tali aree.
Si è rimarcata la contraddizione legale di voli postali notturni con dieci aerei in
arrivo alle ore 24 e in partenza alle ore 2 quando esiste una chiara normativa
PHOTO line
• Stampa Laser da File Rapida
•
•
•
•
•
Rigenerazione Cartucce Stampanti
Biglietti da Visita - Volantini
Impaginati - Depliant - Adesivi
Album Libro - Cornici su Misura
T-Shirt Foto Gadget...
Alta Qualità a Piccoli Prezzi
la foto
salva
i tuoi
ricordi
Centro Italmark Carpenedolo 030 9966256 - [email protected]
che impedisce i voli notturni dalle ore 23 alle ore 6. Inoltre ogni volo notturno
equivale a dieci voli per cui 10 arrivi e 10 partenze corrispondono a 100 voli
allorquando il SIA (Studio Impatto Ambientale) dell’aeroporto del D. Ronchi
del 21-1-2000 n. 5672 permette al massimo la presenza di 46 voli diurni. Questa osservazione è oggetto inoltre di una denuncia alla Procura di Brescia da
parte di cambia Rotta.
Nel PTRA non si prende in considerazione la sommatoria algebrica degli inquinanti aerei dovuti ai voli con il tasso PM 10 spesso oltre i limiti di legge
nell’area di Brescia e paesi limitrofi.
Nei rilievi del PTRA si rimarca come i costi del monitoraggio dei vari parametri
(Rumore e inquinanti aerei) saranno a carico dei Comuni di sedime dopo le
perequazioni economiche che riceveranno come indennizzo. Al contrario dovrebbe essere l’ARPA Lombardia che dovrebbe prendersi a carico dei costi e
dei controlli nel tempo, prima e dopo, di tutti i parametri.
Nel Convegno è stato inoltre posto alla attenzione del pubblico la situazione
emersa negli anni nell’area aeroportuale della Malpensa he potrebbe essere
analoga a quanto si verificherà nel futuro nell’area di Montichiari:
• Condanna esistenziale per 250.000 cittadini su una area di 100km quadrati
• Malattie respiratorie 4 volte superiori al resto della Provincia di Varese
• Nota del Ministero dell’Ambiente del 7/10/2010: “l’impatto della Malpensa è
un “disastro ecologico”
• Relazione del Corpo Forestale: “moria di uccelli e desertificazione dei boschi ipotizzando una eventuale costituzione di parte civile del Ministero
dell’Ambiente”
• Sentenza Tribunale di Milano (ottobre 2008) promossa da Umberto Quintavalle nel 1999 che condanna la SEA al risarcimento di 5 milioni di Euro
per danno ambientale dovuto al sorvolo aereo.
• L’ARPA Lombardia ha riscontrato livelli di Ozono, idrocarburi, metalli pesanti, particolato superiore alle soglie di legge.
Da uno studio della ASL di Varese durato 12 anni (1997/2009) emerge:
1. aumento della mortalità per malattie respiratore del 54,1%
2. aumento dei ricoveri ospedalieri del 23,8% rispetto ad una media del 14%
Il Ministero della salute il 2/3/2011 ha finanziato (550.000 euro) uno studio
epidemiologico.
I Sindaci e le Associazioni ambientalistiche chiedono una VAS (Valutazione
Ambientale Strategica) mai eseguita su questa struttura.
Il Sindaco di Pozzolo, P:Giulio Gelosa (PDL) afferma: “Malpensa non ha portato ricchezza e benessere come sostengono esponenti del mio partito ma
danni ambientali e problemi per residenti e imprese soggetti a fuggire altrove”.
Alla luce del disastro Malpensa è mai possibile che coloro che hanno il diritto/dovere di decidere per mandato elettorale e, quindi, in rappresentanza
dei Cittadini, non si pongano minimamente le questioni sollevate da Cambia
Rotta? E’ mai possibile che gli Organi competenti non si pongano la necessità
di valutare oltre la VAS (Valutazione Ambientale Strategica) e la VIA (Valutazione Impatto Ambientale) anche la VIS (valutazione Impatto sulla salute)?
Perché l’Ordine dei Medici e l’ASL di Brescia tacciono? Sono conniventi con i
potentati economici?
I continui interventi di Cambia Rotta pongono da sempre alcune domande che
non mi sembrano retoriche ma, dopo 11 anni di interrogativi, non abbiamo ancora ricevuto risposte adeguate. Mi chiedo se la cosidetta democrazia italiana
sia ancora tale o viviamo in un Sistema Autoritario dove prevalgono le scelte
di pochi e forti. Se così fosse hanno ragione i giovani ad andare oltre confine
perché in Italia non c’è più speranza.
Dott. Sergio Perini
Presidente di Cambia Rotta
PIACCA
Costruzione Serramenti Certificati UNI-CE
Porte Interne, Porte Blindate
VIA ANTONIO MEUCCI, 11 - CARPENEDOLO (BS)
TEL / FAX 030 969374 - CELL. 333 5680063
[email protected]
ESPOSIZIONE INTERNA
tenuta ad acqua,
aria e vento
I serramenti ESPERIA hanno superato brillantemente le prove
a cui sono stati sottoposti dal laboratorio del CERT di Treviso Tecnologia:
› Permeabilità all’aria: CLASSE 4;
5
FIT BOXE
NON SOLO GARA, ANCHE BEI GESTI
Venerdì 10 Giugno si è tenuta la gara di FIT Boxe Montichiari contro Carpenedolo. E’ iniziato tutto per scherzo tre anni fa: Carpenedolo lancia la sfida a
Montichiari. Da allora ogni anno le due squadre si incontrano e si sfidano in
quattro 4 prove di gara.
1) Sincronizzazione: i partecipanti di ogni squadra, eseguono una ripetizione di colpi, tutti con lo stesso ritmo, la stessa postura, la stessa intensità.
Tutti a ritmo di musica contro il sacco.
Il punteggio maggiore è stato raggiunto dal Carpenedolo.
2) Prova di resistenza muscolare:piegamenti di gambe fino a sfinimento,
ad eliminazione fino al rimanere di un unico vincitore.
Prova vinta da Marica, Nicolò, Ilaria, (Carpenedolo).
3) Staffetta: sfida tra le due squadre di velocità e tecnica in un percorso tra
i sacchi.
Prova vinta dal Montichiari.
4) Piegamenti di braccia ( flessioni) fino allo sfinimento.
Prova vinta da Paolo, ( Montichiari).
La somma delle varie gare per un solo punto ha determinato la vincita del
Montichiari.
Nel mese di giugno gli allenamenti si sono concentrati sulla preparazione della gara.
Un Grazie immenso a tutti i miei allievi, al giudice di gara Marina Zanoletti, al
Presidente della società sportiva di Carpenedolo Pasotti Roberto.
Grazie alla FIT BOX per le persone meravigliose che ho incontrato in questi
anni.
Buona estate a tutti ci vediamo a Settembre.
L’Istruttrice Baratti Manuela
Maggi Sergio
Giardiniere paesaggista
Preparo le due squadre nello stesso modo. Nel momento della gara sono
emozionata e tesa nella stessa misura per entrambe, come avere due figli in
squadre diverse. Ma quest’ anno, più degli altri, la mia emozione è stata di
vera Felicità quando, alzando lo sguardo, ho visto la gradinata degli spettatori
piena.
Non solo di parenti, amici, fidanzati, ma tra quelle persone c’erano gli ex allievi, che hanno smesso Fit Boxe per vari motivi, maternità, paternità, per
problemi di lavoro o altro ma che restano uniti a noi della Fit Boxe con grande
amicizia.
Per l’emozione che ho provato voglio ringraziare Paolo e Susanna che hanno
smesso la Fit Boxe per l’arrivo dei loro splendidi gemelli Jacopo e Alessio,
Antonio e Elisa con la loro piccola Stella , Luisa, Fabio con i piccoli Marta e
Mattia.
Le due meravigliose mamme Fit in attesa, Roberta e Viviana. Loretta tornata
da poco alla Fit Boxe, con la piccola Beatrice. Ringrazio Jounes con la moglie
e la sorella.
Grazie di cuore a tutti voi, vedervi giocare al sacco, coi vostri bambini, mi ha
dato una gioia immensa.
Nel fitness è difficile instaurare rapporti duraturi ma la mia più grande soddisfazione è vedere che con voi ce l'ho fatta.
Realizzazione giardini,
manutenzioni e potature,
cura del prato
Tel. 030 969230 - 338 5071384
www.costruzioniediliarici.it
COSTRUZIONI CIVILI E INDUSTRIALI
RISTRUTTURAZIONI - PIETRE A VISTA
DI ARICI EMANUEL & C. S.A.S. Via Garibaldi, 320 - Carpenedolo (Bs)
Tel./Fax. 030 9966166 - Cell. 334 6452908 - [email protected]
NUOVA SEDE: Via Cascina Cervo, 39 - Carpenedolo (BS) TEL 030 9983078 - FAX 030 9983249
6
BICICLETTATA
AVIS
APERIPEAK
AL FUSETTO
CARPENEDOLO-ACQUAFREDDA
COMMISSIONE GIOVANI CARPENEDOLO
Anche quest’anno si è svolta la Bicicletta AVIS Carpenedolo-Acquafredda (9a
edizione) in collaborazione con “Aido”, “Proloco” e “Negozi del Campanile”. Il
giorno 12 giugno, accompagnati da una bellissima giornata, circa 250 ciclisti
piccoli e grandi con magliette colorate, palloncini e fischietti sono partiti
alle ore 8,30 dal Parco degli Orti, hanno percorso le vie del paese e poi
Commissione Giovani, diario di bordo in data 10 luglio 2011, AperiPeak.
Ore 16.00 – il parco è deserto, c’è un chiosco montato e il sole spinge chiunque a rintanarsi in casa, in piscina, ovunque si possa respirare aria di fresco.
Ore 16.30 – arriva qualcuno, amici ed estranei, tutti qui per lavorare; l’unico
rimedio sembrano essere granite e gelati, mangiati veloci e condannati a
sciogliersi altrimenti.
Ore 17.00 – piccole formiche operaie all’opera: il frigorifero non si riempirà da
solo, e avremo bisogno di qualcosa di fresco; l’impianto audio non si monterà
da solo, e la musica potrebbe rivelarsi necessaria; l’Arte non si spargerà da
sola, ed è per questo che siamo qui.
Ore 17.30 – tutt’un altro parco, con i baristi pronti, le opere in giro e il grande cerchio mixer-giradischi-casse-amplificatori finalmente (e saggiamente)
chiuso. Il nostro angolo all’ombra ce lo siamo preso, il caldo non fa nemmeno
finta di diventare sopportabile, il dj cerca di adattarcisi; prime birre servite,
ghiacciate, a ristoro.
Ore 18.00 – l’Inizio vero, la musica parte, la gente arriva e si lancia sui drink
(“tanto ghiaccio, per favore”); il deserto iniziale è un vecchio miraggio, sebbene il Sole non scenda (o meglio, sebbene la Terra non gli giri le spalle)
l’affluenza inizia ad essere degna di nota. Arriva la pizza, molto importante,
non si vive di solo ghiaccio.
Ore 18.30 – affluenza inaspettata, non speravamo arrivassero così presto. Il
bar è accerchiato e non c’è via di fuga, se non fosse fuoco amico, dovrebbe
arrendersi.
Ore 20.30 – abisso temporale colmato dalla gente, dallo starsene all’ombra
delle piante a sorseggiare, dalla musica che non hai mai perso un colpo. La
prima tappa è al bar, alcuni si spingono fuori dall’ombra per cercare le opere
d’arte, gli altri son qui per bere e non sanno cosa si sono persi. Il dj rimane
in piedi a zucchero e acqua, miscelati in una nota marca di tè, mentre noi
ci spossiamo già solo a reggere i bicchieri; non ne invidio la posizione ma
la resistenza, quella sì, e la musica continua a spargersi inflessibile in aria.
Segue adagio la rotazione terrestre, parte funky e allegra col sole e i primi
drink e si fa man mano più spinta, graffiante con l’arrivo del tramonto, prendendoci per mano per accompagnarci con calma ed esperienza.
Ore 21.00 – fine, così dicono. La musica, i baristi e i clienti abbandonano i
ritmi raggiunti, pian piano. Dissotterriamo uomini, svestiamo fantasmi, raccogliamo fragole (se non sapete di che parlo,eravate o a casa o al bar. Peccato).
Grazie,a tutti, a chi c’era, agli artisti, al dj, ai baristi, alle gelataie, a noi, a voi,
a chi ha montato, a chi ha smontato.
Grazie al sole (nonostante tutto), all’ombra, ai gelati, al ghiaccio, alla birra e
agli spritz.
Grazie alla musica, all’arte, alla coperta, ai parchi, ai giochi e anche (crepi
l’avarizia) agli insetti.
Se siete stati in un bar, per l’aperitivo, non v’invidio.
Il gruppo a Carpenedolo
passando dalla loc. Ravere hanno raggiunto Acquafredda, dove si è svolto
presso l’oratorio un piccolo rinfresco. Riprese le forze, il gruppo è ripartito per
ritornare a Carpenedolo con destinazione Parco degli Orti, dove, dopo un
altro abbondante rinfresco sono stati estratti i premi della lotteria organizzata
dai Negozi del Campanile, sono stati consegnati dei regali a tutti i bambini che
hanno partecipato e ci si è salutati dandosi appuntamento all’anno prossimo.
Un grazie particolare ai volontari Avis, Aido, Proloco e Negozi del Campanile
per la riuscita della manifestazione e a tutti i partecipanti.
Ambrogio Zaniboni
Il gruppo a Acquafredda
FLYING
ALLENAMENTO
IN SOSPENSIONE
• tendaggi • materassi • salotti • divani
• tende da sole • veneziane • zanzariere
orari: MERCOLEDI 8,30-12,30 - SABATO 8,30-12,30
OPPURE SU APPUNTAMENTO ANCHE IL LUNEDI
E TUTTI I GIORNI DALLE 18,30 ALLE 20
PREVENTIVI GRATUITI SENZA IMPEGNO
SCRIGNO: LE TENDE DA SOLE
Via Donatori di sangue, 7
Castiglione delle Stiviere
Info: 328 6531508
3384374164
www.fitnessclubcastiglione.it
BELLEZZA E
FUNZIONALITà.
PER DURARE
NEL TEMPO.
VIA PAOLO VI, 8 - CARPENEDOLO (BS) CELL. 3335410713
C
M
Y
CM
MY
CY
CMY
K
7
8
ACCADEMIA VIVALDI
APERTE LE ISCRIZIONI PER L’ANNO 2011-2012
TANTE NOVITA’ PER I PIU’ PICCOLI
Come ogni anno lo scorcio finale dell’estate porta con sé anche le riflessioni
su ciò che i ragazzi e i bambini avranno occasione di affrontare durante l’anno
scolastico. E’ il momento di prepararsi alla scuola, ma anche di scegliere le
attività parallele, sportive e culturali, che formano le capacità e le competenze
di bambini e ragazzi. In questa occasione, e da quasi trent’anni, l’Accademia
Vivaldi torna a proporre nuovi corsi e attività che hanno sempre riscosso grande
successo e partecipazione. Anche quest’anno nelle stanze al primo piano di
Palazzo Caprioli in Piazza Matteotti si susseguono i preparativi per definire al
meglio tutti i nuovi corsi che si svolgeranno a partire dalla metà di settembre.
Le proposte di quest’anno accademico ricalcheranno un po’ le orme dei corsi
che hanno avuto più fortuna durante lo scorso anno. In particolare il corso di
Music game, dedicato ai bambini di 3 e 4 anni, che ormai per il terzo anno
consecutivo si ripete nella forma classica dell’incontro settimanale all’uscita
dell’asilo. La frequenza del corso è gratuita e, viste le richieste ricevute numerose
l’anno scorso, sarà con ogni probabilità garantita la possibilità di avere due
giorni a disposizione per l’incontro settimanale. Per i più grandicelli il corso
di propedeutica avrà la stessa cadenza e, sempre con un approccio ludico,
punterà all’avvicinamento agli strumenti “veri” per prendere dimestichezza con
il ritmo, la melodia, il movimento. A prendersi cura di questi corsi, come sempre
i Maestri Valeria Sinico e Cristian Burlini, esperti di musica elementare oltre che
docenti di pianoforte insieme al Maestro Alessandro Trebeschi.
Proprio a questi due maestri è stata affidata una delle attività estive
dell’Accademia Vivaldi, che li ha visti dirigere un breve corso di avvicinamento
alla musica rivolto ai bambini del Grest Parrocchiale di prima e seconda
elementare. Accanto a loro i docenti di violino Alice Baccolo, di flauto Mara
Martinelli e Lidia Stefani, di chitarra Luca Marazzi e Giuseppe Leali, che hanno
presentato le caratteristiche dei vari strumenti per poter passare un po’ di tempo
riflettendo sulla propria voce, sul movimento e sulla musica. Soddisfazione è
stata espressa dai genitori che hanno visto i risultati di questo breve corso sul
palco della festa finale del Grest.
Queste attività preludono tutte a un avvicinamento graduale agli strumenti, che
può prendere la modalità della classica lezione individuale oppure dei corsi di
gruppo. A seguito del successo dello scorso anno, verranno riproposti quindi la
piccola orchestra di flauti dolci e violini, gruppi che hanno fatto il loro debutto
in occasione dell’Ensemble Day del giugno scorso, in una sala Laffranchi gremita
di persone. Da sottolineare che, tramite questo modo di insegnare musica, si
dà la possibilità anche a chi ha appena iniziato lo studio di uno strumento, di
potersi esibire da subito in pubblico e di poter provare l’emozione di trovarsi su
un palco suonando con gli altri. Inoltre il gruppo diretto dal Maestro Giacomo
Bellini continuerà la propria esperienza all’insegna del canto e dell’approccio
soft alla musica, sia corale che strumentale, in modo da dare il più possibile una
formazione completa ai bimbi che vi partecipano.
Le novità di quest’anno sono rappresentate dai nuovi gruppi di chitarre e dal
corso di violoncello in via sperimentale, che inizierà da ottobre. Confermati
anche i corsi di fisarmonica, canto moderno, batteria e chitarra elettrica,
oltre che ovviamente di pianoforte.
Importante inoltre è l’iniziativa di quest’anno che vedrà l’Accademia fornire
direttamente e gratuitamente gli strumenti (in particolare il violino e il
violoncello, in numero limitato e in base al numero delle iscrizioni) per sopperire
a uno dei più grossi ostacoli per chi vuole provare a cominciare lo studio dello
strumento, ovvero l’acquisto dello strumento stesso.
Per quanto riguarda la formazione avanzata, è giusto ricordare che l’Accademia
si avvarrà di nuovo della collaborazione del grande pianista mantovano
Cristiano Burato, il quale tornerà a prestare la sua preziosa opera di
insegnamento durante l’anno accademico insieme a pianisti provenienti da
tutto il nord Italia e oltre che verranno a perfezionarsi con il Maestro presso la
nostra scuola. A fianco di questo corso di alto perfezionamento, ulteriori corsi
speciali di pianoforte e di musica da camera a cura del direttore Alessandro
Trebeschi, sia per principianti che per studenti avanzati.
Invitiamo quindi tutti coloro che volessero ulteriori informazioni riguardo ai corsi
disponibili e ai loro costi e orari, a consultare il sito web www.associazionevivaldi.
it, oppure a chiamare la sede allo 030 969453 e il direttore artistico allo 339
1548635, o a passare presso la nostra sede tutti i pomeriggi dal 5 settembre in
poi, nonché nella giornata di domenica 28 agosto, in occasione di un open day
in cui sarà possibile visitare i locali e le strutture che accoglieranno le lezioni, in
Piazza Matteotti al primo piano di Palazzo Caprioli.
NUOVI PRESTIGIOSI TRAGUARDI PER LA
MARATONINA BASSO GARDA
Da uno studio specifico sul panorama Italiano delle mezze maratone più partecipate è risultato che nel 2010 alla sua sola 3° edizione, la MARATONINA
BASSO GARDA – Corsa Nazionale su strada di km. 21,097 con partenza
ed arrivo a Carpenedolo, è risultata la gara più partecipata della Provincia
di Brescia, anche più del Campionato Italiano per Assoluti svoltasi sulle
colline gardesane di fine maggio 2010. Questo primo grosso traguardo è
coinciso con un ulteriore passo in avanti tra le Maratonine più riconosciute sull’Italico suolo:ben 1248 iscritti alla sola “Mezza”, rappresentanti di 22
provincie di 7 Regioni, espressione di 172 Società Sportive diverse rappresentano il segno tangibile di un buon lavoro organizzativo, frutto di sintonia d’equipe tra l’A.S.D. Maratonina Basso Garda,
Atle-tica Carpenedolo e Gruppo Podistico
Monteclarense che ha portato l’attenzione
dei media ad accendere la luce dei riflettori
sulla nostra gara. Probabilmente l’effetto
traino dei Titoli Lombardi in palio la scorsa
edizione ha giocato la sua parte, ma ci stiamo dando da fare affinché anche il 2012
segni un ulteriore passo in avanti, contatti
in questo senso sono già stati avviati. Tra
le 274 Maratonine disputate in Italia nel
2010 la “Maratonina Basso Garda” si piaz-
za al 36° posto nel ranking specifico per numero e spessore dei partecipanti,
un livello molto alto se consideriamo che tutte le più grandi città d’Italia annoverano la loro mezza maratona. Una doppia soddisfazione dimostrata dal
fatto che al 1° posto di tale classifica figura la Roma/Ostia con i suoi 10.000
e passa partenti ed al 2° posto la StraMilano…, come dire che senza colossi
finanziari alle spalle, ed Enti che latitano…gli organizzatori stanno facendo
cose egregie; se poco dietro metropoli e grandi città figura la “nostra gara”
vuol dire che il team A.S.D. sa cogliere nel segno la volontà degli Atleti. In
questo senso ci sentiamo di esprimere l’anticipato ringraziamento agli sponsor privati che hanno assicurato il loro
sostegno: Sportland, Senini-CentroPose,
Wii Tecnology, Banca Valsabbina,
AutoBarbieri, TransFilm, Studio Artecnica,
Evosox, Enervit e Runner’s World, accanto a Centrale Latte Brescia, Gandola,
Valledoro, Rossi&Ghio, Parmalat e Bottoli
formano l’ossatura che il team organizzativo ASD Maratonina Basso Garda ha
sapientemente formato per allestire la 4°
edizione che andrà in scena il prossimo 30
ottobre 2011. E’ aperta a tutti, non mancate, vi aspettiamo!
Vittorio Corsi
CARPENEDOLO: realizzazione di spazi commerciali
e trilocali adibiti anche ad uso ufficio
PER INFORMAZIONI: ATTILIO geom. ZANIBONI Cell. 335 6465503
Via Dante, 27 - CARPENEDOLO (BS)
9
IL
MICROFONO
ONOREVOLE A CHI?
Come tutti i genitori sanno,una delle cose più importanti, nell’educazione
dei figli, è il famoso “buon esempio”. Nessuna imposizione o costrizione
avrà effetto sulla psiche dei ragazzi, se il comportamento dei genitori
stessi fosse in contraddizione con ciò che loro pretendono dalla prole. E’
una legge naturale del resto, tant’è che i bambini piccoli, seguendo una
logica imitativa, cercano di imitare appunto i comportamenti degli adulti
cui sono più legati: i genitori. Questo concetto, che per chiunque di noi è
una banalità, è incredibilmente sconosciuto alle centinaia di onorevoli (?)
che bivaccano in quel di Roma, pagati (ndàren come dicono dalle nostre
parti), pare, per governarci. Presentata, votata e approvata una Legge
Finanziaria in 48 ore, il tempo che mediamente un italiano impiega per
fare la lista della spesa al supermercato. Superato il primo sbigottimento,
la domanda sorge spontanea: com’è che, lavorando, (sì, lo so, questo
termine può risultare loro di difficile interpretazione) come del resto fa
ogni giorno il resto degli italiani non onorevoli, si può fare una cosa così
incredibile, mentre nei rimanenti mesi non si va oltre agli insulti personali,
o alla più totale latitanza dall’attività per cui, ricordiamolo, sono esageratamente pagati? Mah! La spiegazione di questa anomala frenesia
lavorativa, è: emergenza. Gli attacchi sferrati alla nostra già traballante
economia hanno generato un fuggi-fuggi degli investitori stranieri e questo, unitamente ai ripetuti richiami della Comunità Europea sullo stato
di salute delle nostre finanze, li ha obbligati ad una innaturale, per loro,
rapidità esecutiva. Detto questo, la Legge Finanziaria, presentata dal
Governo, e votata, ricordiamolo, dalle opposizioni, è una c….a pazzesca,
come direbbe il mitico ragionier Fantozzi. Ancora una volta, gli italiani
più in difficoltà pagheranno sulla propria pelle l’incapacità a governare di
gente che si è proposta per farlo, e non ne è stata capace. Solo loro lo
faranno, perché questa classe politica, (e intendo tutta la classe politica,
al governo e non), con un atto di vigliaccheria inaudito, si è guardata bene
dal rinunciare a qualcuno dei propri insensati privilegi, proprio nel momento in cui impone, agli italiani che lavorano, sacrifici per riparare ad errori
commessi da loro. Dicevamo all’inizio del buon esempio. Sarebbe stato
fondamentale, specialmente in questo momento, che la classe politica
avesse dato un segnale al Paese, di partecipazione, di responsabilità.
Non l’ha fatto! Hanno preferito accollare, ancora una volta, tutto il peso di
questa situazione generata dalla loro colpevole incapacità sulle spalle di
chi ogni giorno si alza per andare al lavoro, spesso per una paga da fame.
Sarebbe ora di capire che questo Paese è popolato da sessanta milioni
di onorevoli, che lavorano, producono, e fanno progredire questa società,
e da qualche centinaio di mentecatti senza dignità, che pensano solo a
rimpinguare il loro conto in banca, fregandosene bellamente delle conseguenze. Purtroppo a questi individui noi elettori, colpevolmente, abbiamo
messo in mano il volante, e dovremo aspettare la prossima fermata, per
liberarcene. Ma abbiate pazienza, il momento arriverà. Quando vedremo
di nuovo le loro facce sorridenti sui manifesti elettorali, ricordiamoci, questa volta, di chi sono veramente gli onorevoli e chi, invece i mentecatti.
Il 24 giugno Cristina
Pancheri si è brillantemente
laureata, con il punteggio
di 108, presso la Libera
Accademia di Belle Arti di
Brescia, conseguendo il
Diploma di Primo Livello in
Fotografia. Alla neo dottoressa
le più vive congratulazioni,
da parte dei genitori, fratelli,
parenti, amici e da tutti i
Braignari di Sport&Solidarietà.
Laurea
a cura di
Valter
Chiarini
AUTOLAVAGGIO
SELF-S
ER
24 h/2 VICE
4h
a
t
t
a
c
s
i
e
R
n
o
i
z
o
m
o
r
p
la
A
R
I
P
AS
S
I
T
A
GR
NELLE GIORNATE DI
MARTEDÌ
MERCOLEDÌ
E GIOVEDÌ
per aspirare l’auto
non serve il gettone
ma basta premere
il bottone!
Via Caduti del Lavoro, 60 - Carpenedolo (BS) Info: 335 8405536
10
LA FAMIGLIA
SECONDO IL TEATRO
Grande tennis
a Carpenedolo
Un convegno a Settembre metterà a fuoco la centralità di questo istituto per la
società di oggi. Spezzare un ramo è facile, spezzare una fascina, impossibile.
La famiglia è (ancora) una fascina? Questo slogan, mutuato dalla saggezza
contadina, delinea la traccia del convegno per il 17-18 Settembre a Villa
Gagnola di Gazzada (VA).
Il tema verte sulla famiglia di oggi, con le conseguenze che si constatano ogni
giorno. Argomento difficile, che i filodrammatici affrontano attraverso la loro
passione: il teatro popolare.
L’istituzione, da sempre ritenuta la cellula fondamentale della società, è in crisi,
almeno dalla prima metà del secolo scorso, per cause diverse e complesse,
che saranno tema del dibattito del convegno.
Dal proprio punto di osservazione, il teatro ha seguito l’evoluzione della
famiglia con infiniti spunti di critica, di satira e anche, nel teatro popolare, di
divertimento. I piccoli e i grandi drammi scaturiti dal conflitto tra le generazioni,
e con l’adulterio, l’aridità dei sentimenti, lo svuotamento dei rapporti affettivi, i
risvolti psicologici e intimi, i condizionamenti sociali e molto altro, hanno sempre
trovato rappresentazione nelle opere di autori di ogni nazionalità. Bastano
i nomi di Ibsen, Cechov, Pirandello, Pinter, Eduardo per riferire l’attenzione
teatrale alle problematiche familiari, ma anche nel teatro popolare dialettale,
autori nostrani, quali Bonfante, Bonomi, Mangano, Filippini, Migliorati e
altri, propongono nei loro testi, tematiche collegate alle problematiche della
famiglia.
Non è certo il teatro il luogo delle proposte risolutive, è però lo sguardo che
osserva le molteplici realtà, ne analizza le cause per suggerire i rimedi,
mediante le vicende da portare in scena.
Come ogni anno anche la nostra compagnia locale, RAPOCÈLDONE, è stata
invitata a partecipare al dibattito. Saranno presenti il presidente - regista
Severino Boschetti e il vicepresidente Matteo Tomasoni, in una due giorni
ricca di confronti e dibattiti sulla famiglia in palcoscenico, e per raccogliere
nuove idee per i prossimi spettacoli targati RAPOCÈLDONE.
Per informazioni si può telefonare al GATAL 02-76002003 oppure scrivere a
[email protected] www.rapoceldone.com tel 348 7101449
Dal 9 al 19 giugno si è svolto pressso il Centro Tennis Carpenedolo il 2° trofeo
“game over” organizzato dal “game over team”.
E’ stata una bellissima festa del tennis: nelle 179 partite disputate (della durata di un set ciascuna) tutti i 100 iscritti hanno partecipato con grande impegno,
grande entusiasmo e grande correttezza.
Quest’anno i desenzanesi hanno fatto bottino pieno: infatti il vincitore del
singolo maschile è stato Giovannozzi Lorenzo che ha fatto man bassa di
premi, aggiudicandosi anche il doppio con il compagno Bruni Pier Paolo;
nel singolo Femminile la coppa della prima classificata è stata assegnata a
Zordan Gloria.
RAPOCÈLDONE
Presenta
Domenica 30 ottobre - ore 17,00
Teatro Bonoris - Montichiari
’Ndüina chi vé
a disnà?!
di Maria Mangano
regia di
Severino Boschetti
Linea
Vita
LA SOLUZIONE PIù SEMPLICE ED
ECONOMICA PER LA SICUREZZA IN
QUOTA SECONDO LA NORMATIVA
UNI EN 795 - CLASSE A1 - A2 - C
www.turchinicola.com
RISULTATI TORNEO: (partite della durata di un set)
SEMIFINALI SINGOLARE MASCHILE:
GIOVANNOZZI - MONTANARI P. MARINI - POZZANI
FINALE: GIOVANNOZZI - MARINI SEMIFINALI SINGOLARE FEMMINILE:
VENTURELLI - PATUZZO ZORDAN - CANI FINALE: ZORDAN - VENTURELLI
SEMIFINALI DOPPIO MASCHILE:
BRUNI / GIOVANNOZZI - BINATTI / ZILIO
SCARPELLA / RUGGENENTI - SELLA / CRESCINI
FINALE: BRUNI / GIOVANNOZZI - SCARPELLA / RUGGENENTI
6-4
6-4
6-3
7-6
6-1
6-3
7-6
6-4
6-4
Il “game over team” è un giovane gruppo nato nel 2008, composto da
persone innamorate di questo sport, che si ripromette di continuare annualmente l’organizzazione di questo piccolo/grande trofeo all’interno della realtà
tennistica bresciana.
Grazie al contributo di tutti i partecipanti e a quello dei numerosi sponsor la
cifra da devolvere in beneficenza (al canile comunale di Calcinatello e alla
Fondazione Carpenedolo Centro Disabili Onlus) sarà sicuramente più cospicua del 2010.
Ci rendiamo conto che non sono grandi cifre ma, come ha giustamente sottolineato il sindaco Gianni Desenzani durante le premiazioni dei vincitori, sono
piccoli grandi segni molto significativi che oltre a far del bene ci fanno sentir
bene!!
Gastronomia di carne
pesce e verdure,
rivendita di pane,
latte, formaggi,
salumi e vini.
Mattine di domenica e lunedì
APERTO
Si accettano prenotazioni
Tel. 030 969462
Cell. Enore 339 2238485
Via Bergoma, 7
loc. Fusetto - Carpenedolo
11
2 LUGLIO 2011
Dal Bresciaoggi di Venerdì Primo Luglio:
I FRATELLI FRANZOSI ALLE FINALI NAZIONALI GIOVANILI I fratelli Davide
e Pietro Franzosi, 17 e 15 anni di Carpenedolo, sono stati selezionati per
partecipare alle finali nazionali under 17 e under 15 in programma a Caserta
fino a domani. Cresciuti nella società Amico Basket Carpenedolo sono ora in
forza alla Comark Bergamo.
Inizio dall’articolo della testata provinciale in cui vengono citati i nostri due
ragazzi e anche Amico Basket Carpenedolo, articolo che ci inorgoglisce. Per
l’esattezza, Davide Franzosi dal 13 al 19 Giugno ha affrontato le finali nazionali Under 17 a Bologna, perdendo di un soffio nei quarti di finale contro la
Crabs Rimini, sconfitta che ha infranto il sogno di raggiungere
la finale come era accaduto lo scorso anno. Ha terminato con
un eccellente 5° posto nazionale il lungo cammino iniziato con
il campionato di eccellenza nazionale e tutte le varie tappe per
poter accedere alle finali, e, credetemi, è un cammino lunghissimo, duro e per niente facile, in quanto devi confrontarti con
tutte le migliori e blasonate squadre d’Italia: perciò a Davide e
tutta la squadra vanno i nostri più sinceri complimenti.
A Caserta dal 26 Giugno al 2 Luglio si sono svolte le finali
nazionali under 15, dove Pietro Franzosi e i suoi compagni
di squadra (percorrendo lo stesso iter degli under 17), erano
pronti a dare il loro meglio per arrivare in finale, obbiettivo
che passo dopo passo si avvicinava, fino a materializzarsi
vincendo la semifinale di un punto contro Venezia. Così per il secondo anno
consecutivo un atleta carpenedolese affronta una finale nazionale, e, come lo
scorso anno per Davide, abbiamo seguito la diretta dal sito della FIP.
Sabato 2 Luglio ore 18,00 comincia la cerimonia della finale Comark Bergamo
contro Armani Jeans Milano, l’inno di Mameli che emoziona sempre, Pietro
che lo canta stretto con i suoi compagni di squadra. La partita inizia; superfavorita è Milano, squadra fisicamente più forte, Bergamo se la vuole però
Under17 Davide Franzosi
5° ai Nazionali 2011
giocare sino alla fine questa finale, la partita è intensa e molto bella. Alla fine
Milano vince il titolo, Bergamo non demerita, anzi le dà parecchio filo da torcere facendole sudare le fatidiche sette camicie, e terminano felicemente secondi, orgogliosi di essere Vice Campioni d’Italia. Complimenti a tutti, iniziando
da Pietro, tutti i suoi compagni e alla Comark Bergamo che è più che mai una
delle prime realtà del basket nazionale; inoltre è stato premiato quale miglior
tecnico il Coach di Bergamo Schiavi (da notare che allena anche Davide e
l’under 17 sia questo, che lo scorso anno, in cui hanno perso solo la finale con
Siena). Un elogio alla Comark Bergamo che con poche parole e fatti concreti
è una delle società presa come modello a livello nazionale.
E’ passato all’incirca un anno da quando il 20 Giugno 2010
Davide Franzosi si giocava la finale Under 17 contro i pari età
del Monte Paschi Siena a Vasto, laureandosi Vice Campione
Nazionale, primo carpenedolese allora a raggiungere un così
ambito risultato, e Pietro Franzosi, a Bormio, qualche giorno
dopo, sfiorava i quarti di finale Under 15, dando lustro anche
allora alla nostra cittadina. Quest’ anno i ruoli si sono invertiti,
e possiamo affermare con certezza che per ora siamo l’unica
società di basket bresciana che ha due ragazzi, i fratelli
Davide Franzosi e Pietro Franzosi, Vice Campioni Nazionali
cresciuti nelle proprie giovanili a cui vanno i complimenti
e di cui siamo fieri. Un piccolo merito va anche a noi di Amico
Basket, in quanto le basi le hanno avute qui, e, se posso permettermi, un po’ di interesse e considerazione in più da parte
delle istituzioni locali, per tutto ciò che facciamo per i ragazzi e per la comunità, lo meriteremmo.
Un grazie sincero è dovuto alla redazione del Megafono che gentilmente ci
ospita in questa rilevante rivista carpenedolese. Ai nostri tesserati e a chi
vorrà entrare a fare parte della nostra famiglia diciamo solo una cosa: resistete, manca poco alla ripresa a Settembre.
Giuseppe Bresciani
I Fratelli Davide Franzosi e Pietro Franzosi in azione
Under15 Pietro Franzosi
Vice Campione Nazionale 2011
12
KAFER KAISER KLUB...
l’ internazionale !!!
"Verso l’infinito e oltre" cosi Buz in Toy Story si preparava ad affrontare nuove
sfide... ci permettiamo in casa KAFER KAISER KLUB di prendere in prestito
questa frase per annunciare l’uscita dai confini nazionali del club carpenedolese.
Eh sì, nel mese di giugno il Club dell’aquila rossa ha sorvolato le montagne svizzere per raggiungere Iragna (Canton Ticino), dove si è svolto un
raduno internazionale Volkswagen organizzato dal Boxer Team elvetico. Un
meeting davvero importante, con oltre 250 vetture provenienti da mezza
Europa.
Previsti tre giorni di festa e di incontri fra club e ricambisti e, come tutti
i concorsi, domenica sera l’attesa premiazione.
Premetto che i trofei in palio
erano davvero pochi, dieci per l’esattezza e che i club e le auto in gara erano
davvero tante e decisamente belle... Ma... ce l’abbiamo fatta: il KAFER KAISER KLUB è rientrato nella classifica dei TOP 10, guadagnandosi il premio
come miglior club presente. Un grazie sentitissimo a tutti i ragazzi che hanno
partecipato e che hanno permesso di portare a Carpenedolo un trofeo dav-
vero importante che vale un’ intera stagione... grazieeeeeeeeeeeeee. Sull’
onda di un profilo internazionale siamo poi rientrati in Italia per proporre nel
mese di Luglio il classico raduno di Desenzano del Garda, che ha visto la
partecipazione di 80 vetture che hanno fatto bella mostra sul lungolago per le
centinaia di turisti di ogni nazionalità impegnati nella classica foto ricordo in
parte al maggiolino.
E poi ancora raduni.. Treviso, Trento e Pavia per citarne
alcuni e... a fine settembre... una super chiusura con il botto, una 3 giorni in
provincia di Udine a 15 km dal confine sloveno che ci vedrà partecipi ad un
evento denominato "Ammassamento Maggiolini" un nome, un programma...
cadono i confini, il KAFER KAISER KLUB diventa internazionale...verso l’infinito e oltre !!!
www. kaferkaiserklub.com
info 392 9298971 Antonio
338 2869433 Diego
19° Trofeo “YOKOHAMA”
MEMORIAL FAUSTO BONOMETTI
Spettacolare manifestazione la nazionale a coppie riservata alla cat. A – A1
organizzata dalla bocciofila Magri Gomme – Yokohama di Carpenedolo. Per
la società bocciofila, per il Comune di Carpenedolo e per il Cav. Angelo Magri
(presidente della prestigiosa azienda YOKOHAMA ITALIA SPA che opera in
Italia con innumerevoli punti vendita) è motivo di orgoglio aver organizzato
un competizione a cui hanno partecipato gli atleti più blasonati a livello italiano
e mondiale (palmares infinito fra nazionali, titoli tricolori, europei e mondiali).
La gara è stata sponsorizzata dalla famiglia del Cav. Angelo Magri che
senza sosta dal 1983 è vicina alla realtà bocciofila locale ed ad altre discipline
sportive.
Presenti alle fasi finali ed alle premiazioni
- il Presidente del Comitato Regionale Lombardo sig. Casarini Bruno
- il Presidente del Comitato Prov. Di Brescia sig. Goldani Roberto ed i sigg.
consiglieri Bruschi Giulio – Castagna Giancarlo e Ventura Mario
- Il Sindaco del Comune di Carpenedolo sig. Desenzani Gianni
- la sig.ra Clara Acquaviva e Ornella Bonometti (figlia del compianto Fausto)
e la pluricampionessa Cantarini Germana.
Un ringraziamento particolare al direttore di gara sig. Rinaldi Walter, all’assistente Lorandi Matteo ed ai sigg. Brida Vito, Gallina Angelo, Mor Italo, Sabattoli Lino e Gervasoni Nicola.
La gara è stata vinta dalla coppia Formicone Gianluca-Manuelli Gianluca
della Virtus Aquila battendo in finale Ombrosi Daniele-Tosoni Francesco della
Montegranaro di Ascoli Piceno. Al 3°posto Tarantino Daniel-Nadini Luca della
Lavinese (Bologna) ed al 4° Luraghi Marco-Campolungo Mauro della Baronio
Scavi di Lodi. Dal 5° all’8 posto le coppie Andreani Cristian-Persico Lorenzo
BPS Astrale di Brescia, Gottardi Alberto-De Carli Matteo della Bardolino,
Pisono Pietro-Pezzotti Sergio della RAU Brescia e Tiengo Luciano-Suardi
Roberto delal Club Italia Pavia. Un applauso ai vincitori che hanno bissato il
successo ottenuto nel 2010.
Il Presidente Lesioli Renato ringrazia i componenti del consiglio direttivo del
lavoro svolto, il Comune di Carpenedolo, il Presidente della Pro Loco carpenedolese Ferrari Mario e tutti gli sponsor del sostegno dato in favore del
circolo.
FALEGNAMERIA
ROSSI DANILO
di Zaniboni Mauro e Borghetti Luigi snc
-IMPIANTI INDUSTRIALI E CIVILI
- QUADRI ELETTRICI DI DISTRIBUZIONE E AUTOMAZIONE
Via C. Lodetti, 29 - Carpenedolo (BS) - Tel. e fax 030 9966553
www.elettrodimensione.it - [email protected]
SERRAMENTI IN LEGNO, LEGNO-ALLUMINIO E PVC
-
PORTE INTERNE DI OGNI ESSENZA E MODELLO
ARMADI E ARREDO BAGNO SU MISURA
INSTALLAZIONE ZANZARIERE
RIPARAZIONI E MANUTENZIONI VARIE
VIA TIZIANO, 17 - CARPENEDOLO (BS) TEL. 030 9698499
CELL. 388 6594540 - [email protected]
13
MOMENTI DEL 32°
RAID CICLOTURISTICO
SHOKU GEIKO
Nell’ultima edizione di giugno del “Il Megafono “ non eravamo riusciti a illustrarVi
con dovizia di particolari i vari momenti di vita del raid di quest’anno.
Lo facciamo ora unitamente alla pubblicazione delle foto di gruppo scattate
davanti all’Hotel Ginepri di Marina di Castagneto Carducci, sulla Costa toscana
degli Etruschi. La giornata dei partecipanti cicloturisti iniziava di buon mattino con
una sgroppata in bici dai 50 agli 80 Km. a seconda dei fatidici tre gruppi A-B-C!
Percorrendo le ombrose strade della costa e dell’interno,con lunghi rettilinei e
faticose e irte salite…., i girini (fiato permettendo) potevano ammirare paesaggi
e panorami veramente incantevoli e mozzafiato. Più volte si è percorsa la tanto
famosa strada di San Guido di carducciana memoria tra i cipressi in duplice filar…
Ma ci si è anche cimentati sulle ripide ascese di Suvereto e della Sassetta per
non parlare di Volterra!!
Premetto che è nella pratica quotidiana che coltivo la passione e le capacità marziali, sia come adepto del Budo che come
Maestro, ma molto di quello che oggi conosco l’ho appreso
durante seminari e raduni intensivi ai quali ho sempre partecipato con il gusto e la voglia di imparare da maestri molto più
avanti di me nella via del karate .
Nel periodo estivo è abitudine comune a molti praticanti di
Arti Marziali interrompere l’allenamento.
Spesso si giustifica questa scelta con un “ meritato riposo” che, dopo lunghi mesi
di pratica, giunge per prenderci una pausa fisica e riflessiva che possa portare
nuova passione con il ritorno all’attività autunnale.
Personalmente ho sempre atteso il periodo estivo per potermi allenare con più
libertà e intensità scegliendo: prati, la sabbia e l’acqua che reputo elementi primari
che dovrebbero sempre essere presenti nella nostra preparazione, anche quella
invernale, per una sana ed efficace pratica. Certo è che allenarsi quando fa molto
caldo non è da tutti e, soprattutto, non è per tutti: chi ha problemi di salute è bene
che si riguardi in tal senso, ma, mi chiedo: “chi non di questi problemi perché non
prova questa esperienza unica?”.
Un esperto e anziano maestro mio amico dice: “… a luglio ed agosto si vede chi
ha il karate nelle vene…”. Questa considerazione per molti di noi potrebbe non
volere dire nulla ma, personalmente, ritengo che invece esprima in modo inequiLogo ZANIBONI srl _ vocabile
Proposta 3A quanto e cosa veramente proviamo per la pratica del karate al di là delle
stagioni, delle mode, degli esami e delle gare. Penso che attraverso questo tipo
di pratica siamo in grado di infondere in noi stessi la passione e la determinazione
che arrivano solo attraverso la determinazione a sopportare tale fatica, cacciando
l’ apatia e la pigrizia.
Per tale motivo la pratica estiva andrebbe incentivata e proposta soprattutto a
quanti vogliono conoscersi fino in fondo, a quelli che ancora non sono scesi in
fondo al loro “pozzo delle angosce”, a quelli che trovano delle continue scuse per
A questo proposito, non tutto è filato liscio e quest’ultima salita per qualcuno
non liberarsi dal fardello della paura di non farcela: a questi consiglio l’allenamenè risultata indigesta. Poco male comunque perché lo spirito ciclo-turistico non
to estivo e soprattutto di partecipare ad almeno ad un Shoku Geiko, allenamento
costringe ad andare avanti ad ogni costo….ci si può anche fermare!!!
intensivo che si tiene principalmente nelle ore più calde della giornata, a questi
In tema di rime, diceva il Pascoli con nostri adattamenti: o bicicletta,bicicletta stordico: “provate”.
Claudio Tononi
na che portavi colui che non ritorna…ma per fortuna il girino disperso e’ ritornato
all’Hotel sano e salvo anche se un po’ stressato (per diritto di privacy non possiamo svelare il nome). Nel tornare a descrivere la giornata dei partecipanti, nel
pomeriggio ci si rilassava sulla spiaggia magari anche partecipando all’immancaCOSTRUZIONE
bile torneo di bocce modestamente vinto dalla “ coppia di peso” Riccardo-Emilio.
E VENDITA
Poi prima e dopo cena quattro chiacchiere sui percorsi, quattro passi a piedi sul
IMMOBILI
lungomare,una partita a carte o qualche fugace scappatella in visita di incantevoli
borghi, medioevali e non.
Ora non ci resta che pensare alla 37^ edizione della cicloturistica di San Bartolomeo e pensare alla nuova meta del Raid del prossimo anno.
Emilio Zonta
IMPRESA EDILE
CARPENEDOLO (BS) - Cell 333 6391644
[email protected] - www.zanibonisrl.com
tutto per
la scolastica
14
ACUTI ESTIVI
ASD EUROPA 93
PER L’ATLETICA CARPENEDOLO
BUONE NOTIZIE DAI CAMPIONATI NAZIONALI
Si è conclusa la prima parte della stagione che, per l’Atletica Carpenedolo, è
stata contraddistinta da molti record sociali e personali migliorati e da ottimi
piazzamenti ottenuti nei vari campionati di categoria.
Il migliore di questi è sicuramente il 5° posto che Riccardo Perini ha conquistato nei 110 ostacoli ai Campionati Italiani under 23 a Bressanone. Piazzamento arricchito dal primato personale e con il quale ha acquisito il diritto di
partecipare ai Campionati Italiani Assoluti e a importanti meeting nazionali.
Ottimo anche il 3° posto ottenuto a sorpresa dalla staffetta 4x100 ai campionati regionali assoluti. Alberto Gavezzoli, Gabriele Allegri, Paolo Beffa e Riccardo Perini sono riusciti a abbattere il muro dei 44”, prestazione fino ad oggi
che è la migliore in provincia.
Nel settore Amatori-Master l’atleta che sicuramente in questa stagione si sta distinguendo più degli
altri è Avio Bandera. Dopo una serie di buoni piazzamenti, Avio, ha conseguito un importante risultato nella sua categoria, vincendo una gara nazionale: la classica TRE CAMPANILI DI VESTONE,
competizione di 21km., famosa per essere molto
impegnativa e con numerosi atleti iscritti.
Vi aspettiamo tutti alla nostra classica Passeggiata
di San Bartolomeo il 24 Agosto, con partenza alle
19,30 presso il ristorante Colombel.
G.T.
Si sono conclusi i campionati Nazionali di ginnastica artistica ed acrobatica e
ASD Europa 93 con grande soddisfazione non può che tirare le somme di un
altro anno concluso alla grande.
Vogliamo ricordarle tutte, perché ogni una di loro si è costantemente allenata
con l’obbiettivo di dare il massimo durante la competizione nazionale.
Avio Bandera
I ragazzi della 4x100
LA NOSTRA FALEGNAMERIA AL TUO SERVIZIO
PAGAMENTI PERSONALIZZATI - CHIAMACI SENZA IMPEGNO
Per la ginnastica artistica:
Bortolussi Irene 13° classificata, terza categoria.
Buccelleni Francesca 1° classificata in trave e 4° classifica generale, terza
categoria.
Paganella Laura 1° classificata a squadre e premiata 2° classificata in trave
e 3° classificata in parallela, seconda categoria.
Rizzardi Silvia 35° classificata, prima categoria.
Rozzini Sara 16° classificata, prima categoria.
Tameni Camilla 32° classificata, prima categoria.
Wready Doe 3° classificata al corpo libero e 26
classifica generale, prima categoria.
Treccani Sara 2° classificata in parallela e 15°
classifica generale, categoria mini prima quattro
attrezzi.
Per l’acrobatica:
Chinaglia Camilla 1° classificata punti 6
Gazzurelli Giada 20° classificata punti 9
Hiri Halima 4° classificata punti 7
Pantaleoni Federica 5° classificata punti 6
Quarenghi Annalisa 7° classificata punti 6
Rossi Noemi 2° classificata punti 6
Sassoli Michele campione italiano 1° classificato punti 10.
Medagliere ben fornito, come potete vedere!
Ora possiamo dire che tutti, insegnanti compresi, si sono meritati il riposo estivo ma, tra un
bagno al mare e una passeggiata in montagna,
le ginnaste delle squadre agonistiche parteciperanno ad uno stage che si terrà a Fano. Sarà
una opportunità per allenarsi con altre ginnaste
di tutta Italia e scambiare con loro le esperienze
di “palestra”.
Le lezioni per tutte inizieranno invece a Settembre, ma prima ci incontreremo per preparare la
nostra presenza a Sport e Solidarietà.
Buone vacanze a tutti.
15
20-21-22-23-24 AGOSTO 2011
40
CARPENEDOLO (BS)
Per riscoprire i prodotti dell’artigianato
e i sapori agroalimentari ed enogastronomici
SABATO 20 Agosto 2011
ore 21.00 Grande Serata di ballo liscio
con Simona Rossetti e la sua orchestra
DOMENICA 21 Agosto 2011
ore 21.00 6ª Edizione Festival “Mario
Casnici” con QUINTORIGO in concerto
ENGLISH GARDEN TOUR
LUNEDI 22 Agosto 2011
ore 21.00 Grande Serata di ballo liscio
con Daniele Cordani e la sua orchestra
martedi 23 Agosto 2011
ore 21.00 Serata giovani con il dj Giorgio G
e 3° concorso “Statue Viventi”
mERCOLEDI 24 Agosto 2011
ore 21.00 Grande Serata di ballo liscio con
Franco e Valeriana e la loro orchestra
ore 22.00 Gran Finale Pirotecnico
COMITATO REGIONALE UNPL
20066 Melzo (MI) - piazza Garibaldi, nr.10 - tel./fax 02 95710
www.lombardia.prolocoitalia.org - e-mail: [email protected]
Codice Fiscale: 91508620159
Assessorato alle Attività Produttive
Lavoro - Centri per l’Impiego
Economia e Politiche Negoziali
Formazione Professionale
AI SIGG. PRESIDENTI PRO LOCO
16
Il Megafono
TUTTE LE FOTOGRAFIE DI QUESTA RUBRICA
SONO VISIONABILI SUL SITO:
www.ilmegafonocarpenedolo.it
around the
world
Gruppo di carpenedole
si con
Elvira Azzi in gita a Ma
ratea
of. De Conciliis
ngham con la Pr
Studenti a Notti
ilterra
ù vecchio d’Ingh
davanti al pub pi
Armida, Rita, Marcella, Giuliana, Giordana, Luigia a Mykonos (Grecia)
GL=DQLERQL0DULR
Via Cascina Cervo, 35
Carpenedolo (BS)
[email protected]
www.deltacar-carrozzeria.it
•auto sostitutiva gratuita
• soccorso stradale 24h gratuito
•convenzione ANIA per indennizzo
•sostituzione e riparazione cristalli
•ritiro e consegna a domicilio
•lavaggio interni anti-acaro
•ricarica climatizzatori
TEL. 030 9966041
•preventivi gratuiti
(diurno e notturno)
347 4309095
officina mobile
attrezzata per assistenza motori
elettrici e riparazioni meccaniche
Via Galizzi, 18 - 25013
Carpenedolo (BS)
Fax 030 2055282 - E-mail: [email protected]
TACCO
VELOCE
Marisa Magri 335/215636
Cristian Castelli 338/1736109
Viviana Durosini 335/1379941
Promotori Finanziari
Agenzia di Carpenedolo (Bs) - Complesso I Carpini
RIPARAZIONE CALZATURE
E ARTICOLI IN PELLE E CUOIO
AFFILATURA PROFESSIONALE
DI FORBICI E COLTELLI
ORARI:
DALLE 9 ALLE 12
DALLE 14 ALLE 19
CHIUSO IL LUNEDI
VIA ROMANINO,10 - TEL./FAX 030 9698798 - CELL. 333 3488820
[email protected]
17
A cura dello
STUDIO ZANELLA
Professionalmente
PARLANDO
LE PRINCIPALI NOVITÀ DEL “DECRETO SVILUPPO”
Oggetto: DL 13.5.2011, n. 70 conv. L. 12.7.2011, n. 106
PRIVACY E TRATTAMENTO DATI PER FINALITÀ
AMMINISTRATIVO - CONTABILI - Art. 6
In materia di Privacy sono introdotte le seguenti novità:
• esonero dall’applicazione delle disposizioni ex D.Lgs. n. 196/2003 relativamente al
trattamento dei dati personali riferiti a persone giuridiche, imprese, enti ed associazioni
nell’ambito dei rapporti intercorrenti esclusivamente tra i predetti soggetti per finalità
amministrativo – contabili.
Queste ultime, per effetto della modifica dell’art. 34, comma 1-ter del citato Decreto, riguardano lo svolgimento delle attività di natura organizzativa, amministrativa, finanziaria
e contabile, a prescindere dalla natura dei dati trattati. Tali finalità sono perseguite dalle
organizzazioni interne, funzionali all’adempimento di obblighi contrattuali, alla gestione del rapporto di lavoro, alla tenuta della contabilità nonché all’applicazione delle
norme in materia fiscale, sindacale, previdenziale-assistenziale, di salute, igiene e
sicurezza sul lavoro;
• sostituzione del DPS con un’autocertificazione per i soggetti che trattano esclusivamente dati personali non sensibili ovvero come unici dati sensibili e giudiziari quelli
relativi ai propri dipendenti / collaboratori, compresi quelli del coniuge e dei parenti di tali
soggetti. In relazione ai trattamenti in esame nonché a quelli effettuati per finalità amministrativo – contabili presso PMI, professionisti ed artigiani il Garante individuerà,
con apposito Provvedimento, modalità semplificate in ordine all’adozione delle misure
minime di sicurezza.
SEMPLIFICAZIONI FISCALI – Art. 7
La legge in esame introduce una serie di semplificazioni in ambito fiscale, di seguito
esaminate, al fine di “ridurre il peso della burocrazia che grava sulle imprese e più in
generale sui contribuenti”.
controlli amministrativi – Comma 2, lett. da a) a d)
Sono introdotte alcune limitazioni alla frequenza e alla durata dei controlli amministrativi
in forma di accesso da parte di qualsiasi autorità competente.
In particolare è disposto che “al fine di ridurre al massimo la possibile turbativa nell’esercizio
delle attività delle imprese” l’attività di controllo di natura amministrativa nei confronti delle
PMI deve essere programmata e concertata dai vari soggetti interessati, secondo le
modalità che saranno definiti da un apposito Decreto.
Gli accessi inoltre devono essere:
• “svolti nell’osservanza del principio della contestualità e della non ripetizione per
periodi di tempo inferiori al semestre”;
• effettuati, “per quanto possibile”, in borghese, qualora svolti dalla GdF.
Tali disposizioni non sono tuttavia applicabili con riguardo ai controlli / accessi in materia
di salute e sicurezza sul lavoro, di igiene pubblica, pubblica incolumità, ordine e sicurezza
pubblica né a quelli disposti con provvedimento motivato da ragioni di necessità ed urgenza.
Integrando l’art. 12, comma 5, Legge n. 212/2000 (Statuto dei diritti del contribuente) è
inoltre previsto che il periodo di permanenza presso la sede dell’impresa e l’eventuale
proroga non può superare i 15 giorni (intesi come giorni di presenza effettiva) in tutti
i casi in cui la verifica sia svolta nei confronti di imprese in contabilità semplificata e
lavoratori autonomi.
Le disposizioni in materia di durata degli accessi, contenute nel citato art. 12, sono estese
anche alle attività di controllo svolte dagli Enti previdenziali.
Comunicazione annuale detrazione familiari a carico – comma 2, lett. e) e f)
Modificando l’art. 23, comma 2, lett. a), DPR n. 600/73 è soppresso l’obbligo di comunicare
annualmente al sostituto d’imposta i dati relativi alle detrazioni per i familiari a carico
da parte di:
– lavoratori dipendenti;
– pensionati.
Di fatto, pertanto, una volta ottemperato a tale obbligo, la dichiarazione ha effetto anche
per i periodi d’imposta successivi, salvo che intervengano variazioni che richiedono la
ripresentazione della comunicazione.
N.B.
La mancata comunicazione delle variazioni comporta l’applicazione al dipendente
/ pensionato delle sanzioni ex art. 11, D.Lgs. n. 471/97 (da € 258 a € 2.065).
DETRAZIONE IRPEF 36% – comma 2, lett. q) e R)
La legge in esame prevede, ai fini della fruizione della detrazione IRPEF del 36%
sulle spese per gli interventi di ristrutturazione del patrimonio edilizio, l’abrogazione
dell’obbligo:
– di invio della comunicazione di inizio lavori;
– dell’indicazione in fattura del costo della manodopera.
Comunicazione inizio lavori
Per effetto della modifica dell’art. 1, comma 1, lett. a), DM n. 41/98 è soppresso
l’obbligo di inviare la comunicazione di inizio lavori al Centro operativo di Pescara.
Tale obbligo è comunque sostituito:
• dall’indicazione nel mod. UNICO:
• dei dati catastali identificativi dell’immobile;
• degli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo, se i lavori sono
effettuati dal detentore;
• degli altri dati richiesti ai fini del controllo della detrazione;
• dalla conservazione ed esibizione, a richiesta dell’Ufficio, dei documenti individuati
da un apposito Provvedimento.
Indicazione in fattura del costo della manodopera
N.B.
La legge in esame, abrogando l’art. 1, comma 19, Legge n. 244/2007 ha inoltre
eliminato l’obbligo di indicare, in relazione ai lavori agevolabili al 36%,
il costo della manodopera in fattura, precedentemente previsto a pena di
decadenza dall’agevolazione.
Contabilità semplificata – comma 2, lett. m) e S)
Incremento limite dei ricavi
È aumentato il limite di ricavi, fissato dall’art. 18, comma 1, DPR n. 600/73, il cui
mancato superamento consente, alle imprese individuali, società di persone ed enti
non commerciali (relativamente alle attività commerciali esercitate), la tenuta della
contabilità semplificata:
Attività
Prestazioni di servizi
Altre attività
N.B.
Vecchio limite
€ 309.874,14
€ 516.456,90
Nuovo limite
€ 400.000
€ 700.000
La legge in esame non ha modificato i limiti previsti per le liquidazioni IVA
con periodicità trimestrale, che pertanto rimangono fissati a € 309.874,14 per le
imprese di prestazioni di servizi ed a € 516.456,90 per le imprese esercenti altre
attività. Si determina quindi un disallineamento delle soglie ai fini II.DD. (per la
modalità di tenuta della contabilità) ed IVA (per la periodicità di liquidazione).
Periodo d’imposta di deducibilità di costi non superiori a € 1.000
Per effetto della modifica dell’art. 66, TUIR, le imprese in contabilità semplificata possono
dedurre interamente nel periodo d’imposta di ricevimento della fattura le spese
qualora le stesse siano:
– riferite a contratti a corrispettivi periodici;
– di competenza di 2 periodi d’imposta;
– di ammontare non superiore a € 1.000.
Rinvio versamenti / adempimenti scadenti in giorni festivi
– comma 2, lett. l)
È stabilito che i versamenti / adempimenti previsti da disposizioni riguardanti
l’Amministrazione economico – finanziaria che scadono di sabato o di giorno festivo
sono prorogati al primo giorno lavorativo successivo, ancorché effettuabili con
modalità esclusivamente telematica.
Tale previsione si riflette, in particolare, sulla presentazione dei modd. INTRA, la cui
scadenza, se cade di sabato, è ora prorogata al primo giorno lavorativo successivo.
segue
NEWS
SNACKS E
BIBITE FRESCHE
18
Esonero compilazione scheda carbuRante – comma 2, lett. p)
È disposta l’abolizione dell’obbligo di tenuta della scheda carburante da parte di imprese
/ lavoratori autonomi per la certificazione degli acquisti di carburante qualora il relativo
pagamento sia effettuato tramite carte di credito, di debito o prepagate.
N.B.
L’applicazione di tale disposizione pone la questione della modalità di
registrazione dei rifornimenti e di detrazione dell’IVA (non disponendo di un
documento equiparato alla fattura ciò non dovrebbe essere possibile).
distruzione beni e attestazione mediante dichiarazione
sostitutiva – comma 2, lett. Z)
Intervenendo sull’art. 2, comma 4, lett. b), DPR n. 441/97, è innalzato da € 5.164,57 a € 10.000
il limite del valore dei beni il cui mancato superamento consente, nell’ipotesi di distruzione
degli stessi e al fine di vincere la presunzione di cessione ai fini IVA, di attestare tale evento
mediante una dichiarazione sostitutiva di atto notorio.
documento riepilogativo mensile – comma 2, lett. aa)
È innalzato da € 154,94 a € 300 l’importo delle fatture emesse / ricevute per le quali l’annotazione
ai fini IVA può essere effettuata, anziché singolarmente, mediante la registrazione di un unico
documento riepilogativo mensile, ai sensi dell’art. 6, commi 1 e 6, DPR n. 695/96, nel quale
sono riportati i numeri, attribuiti dal cedente / prestatore o dall’acquirente / committente, delle
fatture cui lo stesso si riferisce, l’ammontare complessivo delle operazioni e dell’IVA, distinti per
aliquota.
Tale possibilità è ora estesa anche alle autofatture emesse ai sensi dell’art. 17, comma 2,
DPR n. 633/72.
ALIQUOTA IVA SOMMINISTRAZIONE GAS – comma 2, lett. cc)
È stabilita nella misura del 10% l’aliquota IVA per la somministrazione, fino a 480 mc, di gas
naturale per la combustione a fini civili.
RIAPERTURA rivalutazione terreni e partecipazioni – comma 2, lett. da DD) a GG)
Per effetto della modifica dell’art. 2, comma 2, DL n. 282/2002 è disposta la riapertura della
possibilità di effettuare la rideterminazione del costo di acquisto:
• di terreni edificabili e agricoli posseduti a titolo di proprietà, usufrutto, superficie ed enfiteusi;
• delle partecipazioni non quotate in mercati regolamentati, possedute a titolo di proprietà e
usufrutto;
alla data dell’1.7.2011, non in regime di impresa, da parte di persone fisiche, società semplici
e associazioni professionali, nonché di enti non commerciali.
È fissato al 30.6.2012 il termine entro il quale provvedere:
• alla redazione ed all’asseverazione, da parte di un professionista abilitato, della perizia di
stima che deve individuare il valore del terreno / partecipazione all’1.7.2011;
• al versamento dell’imposta sostitutiva calcolata applicando al valore del terreno o della
partecipazione risultante dalla perizia di stima, le seguenti aliquote:
• 2% per le partecipazioni non qualificate;
• 4% per le partecipazioni qualificate e per i terreni.
Rivalutazione di terreni / partecipazioni già rivalutati
La legge in esame introduce rilevanti novità nell’ipotesi in cui il contribuente provveda alla
rivalutazione di terreni / partecipazioni già oggetto di rivalutazione, prevedendo la possibilità di
compensare l’imposta versata per precedenti rivalutazioni.
RICONOSCIMENTO RURALITÀ IMMOBILI – Art. 7, commi da 2 bis) a 2 quater)
La legge prevede la possibilità, per i soggetti interessati, di ottenere il riconoscimento
della ruralità degli immobili ex art. 9, DL n. 557/93, mediante presentazione all’Agenzia del
Territorio di una domanda di variazione della categoria catastale.
Tale richiesta di variazione:
à è volta all’attribuzione della categoria:
• A/6 per gli immobili rurali ad uso abitativo;
• D/10 per gli immobili rurali ad uso strumentale;
à va presentata entro il 30.9.2011 allegando un’autocertificazione nella quale l’interessato
dichiara la sussistenza dei requisiti di ruralità dell’immobile, in via continuativa, a decorrere dal
quinto anno antecedente a quello di presentazione della domanda.
L’Agenzia del Territorio, entro il 20.11.2011 riconosce, previa verifica della sussistenza dei
requisiti di ruralità, l’attribuzione della categoria catastale richiesta.
In caso di mancata pronuncia entro tale termine, il contribuente può ritenere provvisoriamente
attribuita, per ulteriori 12 mesi, la categoria richiesta.
Se entro il 20.11.2012 l’attribuzione della categoria richiesta è negata con provvedimento
motivato, il contribuente è tenuto al versamento delle imposte non versate, degli interessi e
delle sanzioni in misura pari al doppio di quanto previsto.
ELETTROMOTOR
Avvolgimenti, riparazione, vendita, motori
elettrici ed elettropompe,
gruppi elettrogeni, riduttori
Via Cascina Cervo, 38 - Carpenedolo
Tel 030 9697502 Fax 030 969138
[email protected] - www.paginegialle.it/elettromot
AZIENDA ASSOCIATA AL
CONSORZIO
ELETTROMECCANICI
ITALIANI
GIROVAGANDO: ANCHE IN
POCHI FACCIAMO NUMERO!
In questa modernità,
fatta di mille stimoli nella comunicazione sfrenata ad alta velocità e
forse troppo futuristica per la nostra educazione, siamo quasi
“deviati” dai sapori più
autentici nei rapporti di
scambio tra le persone;
ed ecco che mi sento di
dire della nostra maniera di fare, semplice ma
efficacissima, ovvero quella di coltivare una vita sociale di tutto rispetto all’interno
nei ritrovi festosi e d’animazione. Le amicizie virtuali su Facebook e altri social network sono così tante e così virtuali da non avere più sapore, gli appuntamenti che
ci regalano sono talmente variegati e troppi che non sappiamo scegliere o non ne
abbiamo il tempo e lo stimolo, insomma: stiamo arrivando verso una sorta di “nausea”. La nostra buona maniera di stare in mezzo alla gente risulta ancora efficace;
anche se in parte snobbati da un pubblico giovane e giovanissimo, sappiamo
bene che la danza popolare ha un valore e un tessuto radicato e non sintetico, non
virtuale, e nella confusione moderna teniamo la retta via. Così facciamo anche
nella stagione buona, infatti il gruppo non rimane fermo e se qualcuno manca per
impegni di lavoro, di famiglia o di vacanza, altri ne prendono il posto: anche in pochi facciamo numero, una frase che suona come uno slogan efficace. Ed è stato
proprio il mio caso che, mancando a tre impegni chiedo agli altri com’è andata,
sapendo che riceverò buone notizie. Esempio per Desenzano, presso la casa di
riposo, Monica e Loredana mi dicono che l’entusiasmo dei presenti è stato visibile
e sentito, pur avendo a che fare con i nonni, la gioia veniva fuori dai loro occhi,
dagli applausi e dalla partecipazione sentita emotivamente. Grande accoglienza e
organizzazione con un plauso e un grazie a Gabriella, l’animatrice e anche lettrice
delle parti della performance, tra teatro e danza, davvero brava e interpretando a
giusto modo il nostro spirito. Così ad Acquafredda, presso l’oratorio, avevamo da
qualche tempo “in sospeso” una sorta di debito col gentile parroco che ci aveva
prestato un locale oratoriale per un ritrovo dopo uno stage in loco. Siamo “rientrati col debito” scherzandoci sopra, ben contenti di aver fatto danza nel cortile.
Dell’uscita ho chiesto a Christiane, testimone gentile che mi ha riferito il tutto con
poche parole e sfoggiando uno dei suoi bellissimi sorrisi. E non è ancora finita:
Soiano del Lago, presso la scuola materna, chiedo a Nadia dello spettacolo coi
bimbi dove, per quattro volte ha insegnato danze ad una ventina di meravigliosi
piccolini/e. Alla festa conclusiva una sorpresa accoglie il gruppo, una piccola corale per il gruppo e per i genitori, cose semplici, ma di questo ci nutriamo. Inoltre,
racconta sempre Nadia, i presenti si sono stupiti di come anche i più piccoli dei
piccoli allievi sapessero le danze e come fosse stato efficace la loro presenza in
mezzo ai grandi, girovaghini e genitori! Buona riuscita e un’azione educativa andata al meglio: cosa chiedere di più? Per il resto vi rimando alle prossime righe,
ancora buone ferie per tutti e un a risentirci con nuove storie dalla buona banda
folcloreggiante e portatrice di sana voglia di vivere!
Gianfranco Faini
Le modalità attuative della disposizione in esame e la documentazione necessaria ai fini della
presentazione dell’autocertificazione saranno definite con un apposito Decreto.
RINEGOZIAZIONE MUTUI ACQUISTO / RISTRUTTURAZIONE ABITAZIONI
Art. 8, comma 6
È prevista la possibilità, da parte dei soggetti che hanno stipulato un mutuo ipotecario di importo
originario non superiore a € 200.000 per l’acquisto / ristrutturazione di unità immobiliari
adibite ad abitazione, a tasso e rata variabile, di rinegoziare il mutuo con applicazione di un
tasso annuo nominale fisso. A tal fine è necessario che:
• il soggetto interessato presenti un’attestazione dalla quale risulti un indice ISEE non superiore
a € 30.000;
• i pagamenti delle rate del mutuo siano state regolarmente eseguite, senza ritardi, salvo
accordo fra le parti.
Rag. Zanella Claudio
O R E F I C E R I A
O T T I C A
B a r a t ta
SU TUTTI GLI OCCHIALI DA SOLE
SCONTO 20%
CARpEnEdOlO via deretti, 63 - Tel. 030 9698834
REmEdEllO via Roma, 25 - Tel./fax 030 957565
19
A cura di
MARIO TREBESCHI
Cronache
CARPENEDOLESI
mas
Par
latino...y m
r
uc
la
i
a
ho
ab
IL DOGE FRANCESCO FOSCARI E I PRIVILEGI DI CARPENEDOLO
Quando i potenti si muovono verso i loro sudditi non lo fanno per motivi di benevolenza, ma per qualche ragione di proprio interesse; e se lor signori concedono
pure qualche favore è perché ne possono trarre maggior vantaggio. Ci sono le
dovute eccezioni… ma sono conferme alla regola.
Che cosa mosse nel febbraio del 1428 il doge di Venezia, Francesco Foscari, a
interessarsi assiduamente alla sorte di Carpenedolo? Che cosa lo preoccupava?
Il bene del paese? No: ragioni politiche. Brescia si era già consegnata a Venezia
nell’ottobre 1426, i Visconti erano stati sconfitti il 12 aprile 1427 a Maclodio dalle
truppe venete del Carmagnola. Brescia era diventata una provincia veneta.
E Carpenedolo? I nostri antenati non volevano sottomettersi al nuovo dominatore, la Serenissima, ma preferivano rimanere sotto i vecchi padroni, i Visconti di
Milano. Contenti loro! La cosa preoccupava un po’ il doge Francesco Foscari,
perché c’era il pericolo che Carpenedolo rimanesse una nicchia non domata
all’interno di un territorio ormai conquistato. Il Foscari, diventato doge nel 11423, a
soli 49 anni, era un uomo abile, desideroso di ampliare i territori della Repubblica;
con la pace di Ferrara (18 aprile 1428) acquistò Brescia, Bergamo e Cremona.
Non lo spaventava certamente la resistenza di Carpenedolo, con poche migliaia
di abitanti, tuttavia gli rimaneva come una spina nel fianco; ma egli sapeva come
ridurre i recalcitranti a più miti consigli.
Nel febbraio del 1428 scrisse ai rettori di Brescia, il podestà Fantin Dandolo e
il captano Nicolò Maripiero, chiedendo notizie su Carpenedolo. I rettori lo rassicurarono e gli risposero che Gianfrancesco Gonzaga, signore di Mantova, che
guerreggiava per conto di Venezia, aveva convinto alla resa Carpenedolo, concedendo però al comune il privilegio di indipendenza da Montichiari (28 febbraio
1428). Arresosi Carpenedolo, i rettori di Brescia informarono il doge Foscari del
felice esito della vicenda, il quale rispose ai rettori il 15 marzo 1428 con una lettera ducale, approvando quanto si era stabilito per Carpenedolo: “Vi rispondiamo
che siamo contenti e che a noi a piace che circa gli stessi uomini e sudditi nostri
di Carpenedolo, dobbiate osservare e far osservare tutte le cose che sono state
loro promesse, quando vennero alla nostra obbedienza, come nelle dette lettere
Caliente
El RitmoCarpenedolo
Bs
Lunedì 12 Settembre, ore 20:30
iniziano i nuovi corsi di:
BACHATA - SALSA CUBANA
RUEDA DE CASINO
TANGO ARGENTINO
E DANZA DEL VENTRE
durante l’intera settimana sarà possibile
seguire una lezione di prova gratuita
Carpenedolo - via Verga, 52
c/o nuova palestra bocciodromo
info: 333-3714146 / 320-3381536
www.elritmocaliente.it
del magnifico signore di Mantova è più diffusamente contenuto e cioè: 1. che non
siano in alcun modo sottomessi alla comunità di Montichiari, ma solo alla comunità di Brescia, alla quale debbano obbedire; 2. che siano in quel grado e in quella
condizione in cui erano al tempo del duca di Milano; e così vogliamo e comandiamo a voi che ciò facciate, e facciate fare e dobbiate osservare”.
Il 15 marzo 1428 il doge Foscari confermò a Carpenedolo anche gli antichi diritti
di uso della Fossa Magna, un bene pubblico indispensabile, come era l’acqua a
quei tempi, non solo per la sussistenza delle persone e per le attività agricole, ma
anche come forza motrice di opifici, mulini, telai, officine ecc. Anche in questo caso
il privilegio fu motivato dal fatto che Carpenedolo godeva già questo possesso
sotto il duca di Milano Gian Galeazzo Visconti, alla fine del Trecento.
L’indipendenza di Carpenedolo da Montichiari fu riconosciuta anche negli statuti
di Brescia del 1429, in cui compare la quadra di Montichiari, che comprende
Acquafredda e Ravere, ma, quanto a Carpenedolo, si precisa: “è sotto Brescia,
non nella quadra”. Ciò comportava che eventuali problemi su affari di governo, di economia, fiscali e penali dovevano essere regolati non con l’intervento di Montichiari, ma secondo gli statuti cittadini bresciani, dal momento che
Carpenedolo non aveva statuti propri.
Ritorna la domanda: perché tanta accondiscendenza del doge Foscari verso
Carpeneodolo? Perché il nostro paese era zona di confine tra Venezia e il territorio
mantovano e, quindi, era opportuno favorirlo con qualche privilegio, purché rimanesse fedele a Venezia. La preoccupazione della Serenissima era giustificata, perché già c’era stato un recente pregresso: infatti, dopo che Castiglione era passato
ai Gonzaga il 17 febbraio 1404, mentre Carpenedolo era sempre sotto i Visconti,
si era verificata qualche vertenza tra i due paesi per questione di confini. Il 29
giugno 1409, infatti, si giunse ad un accordo tra Carpenedolo e Castiglione, per
delimitare chiaramente il confine con la fissazione di “termini” di pietra o sopralzi
di terra, detti “motte”. Ne furono posti sette, partendo dalla sorgente “Bagibò”, o
Baibò, nella zona Scaiaria (le Taglie), andando verso nord-ovest, fino a giungere
all’incrocio di confine tra Montichiari, Castiglione e Carpenedolo. Il confine passava attraverso un punto chiamato “termine del Lupo”, o anche “termine antico” (sulla
attuale strada Carpenedolo-Medole, sulla curva a gomito prima della Gozzolina),
e continuava sulla seriola Marchionale, includendo nel territorio di Carpenedolo il
fontanone della seriola Marchesana.
La pretesa di Carpenedolo di indipendenza da Montichiari, esaudita dal doge
Foscari, e la ormai innocua simpatia del nostro paese verso i Visconti potevano
ben essere tollerate da Venezia, purché i Carpenedolesi fossero sudditi obbedienti
e tranquilli, dentro confini ben definiti. Una volta sottomesso il paese, ingraziato con qualche favore, il doge poteva contare, soddisfatto, su una popolazione
amica, che non avrebbe creato problemi, a ridosso del confine mantovano.
Mario Trebeschi
IN
COLLABORAZIONE
CON:
dal 15 al 22 agosto
Puglia
28/29 settembre
Assisi
domenica di ottobre festa dell'uva
Merano
dal 03 al 10 ottobre soggiorno a
Tenerife
dal 10 al 15 ottobre
Medjugorje
In programmazione:
mercatini di Natale - capodanno
tantissimi ALTRI TOUR E SOGGIORNI!
[email protected]
Per informazioni:
Caprioli Viaggi
Tel. 030 969152
OK VIAGGI srl Viale Carso, 22
46100 Mantova
Tel. 0376 288044
Fax 0376 382710 R.E.A. 214608
20
GIUSEPPE E UMBERTO CORNA:
QUANDO LA VITA E’ MUSICA
Il 4 ottobre 2010 si spegneva a Carpenedolo Umberto Corna, una decina d’anni dopo il fratello Giuseppe, che lo aveva lasciato il 26 ottobre 2000.
Nati a Carpenedolo il 24 dicembre 1933, hanno coltivato nel corso degli anni un’infinita passione per la musica lirica, raccogliendo nella
loro casa libretti, spartiti, musicassette e CD di opere liriche, famose o meno che
fossero, imparando pezzo dopo pezzo le romanze che hanno segnato la storia della
musica in Italia e nel mondo. Verdi, Puccini, Mascagni, Donizzetti, per citare i nomi
più noti, erano conosciuti a memoria come compagni di viaggio, raccontati e cantati in
ogni occasione.
La passione, quando è sincera e profonda, non è mai solitaria, ma ha bisogno di condivisione ed ecco l’idea: fondare a Carpenedolo un Circolo Lirico, che diventasse per
altri amanti del bel canto un momento di incontro.
Sempre insieme, sempre pronti a offrire le loro risorse
per la musica, hanno calpestato i teatri più noti, dalla
Scala di Milano, all’Arena di Verona, al Teatro Grande
di Brescia, senza contare Piacenza, Bologna, Genova,
aumentando negli anni il numero degli iscritti.
Poi il cuore di Giuseppe si è fermato nel sonno proprio
qualche giorno dopo aver assistito alla “Bohème” di Puccini, una delle opere preferite, come se anche la Morte
avesse voluto aspettare che calasse il sipario prima di
portarlo con sé, in segno di rispetto per un amore così
grande.
Umberto
Umberto, in memoria del fratello, ha proseguito il cammino iniziato anni prima, mettendo a disposizione la sua abitazione di via Solferino come sede per gli “Amici del
Circolo Lirico”.
Grazie a questi due generosi carpenedolesi sono giunte
nel nostro paese le voci più belle della scena internazionale e molti, sicuramente, ricorderanno con emozione la
solennità delle due cerimonie funebri, quando il tenore
Gustavo Porta con la moglie Cecilia, soprano, hanno
accompagnato con le loro voci l’ultimo viaggio dei due
amici, abbandonando le scene di grandi teatri per portare il loro personale saluto in un cimitero della Bassa Bresciana, dove mai avrebbero pensato di mettere piede,
se non avessero incontrato due “piccoli grandi uomini”
Giuseppe
come i gemelli Corna. Perché questa è la grande forza delle passioni vere: saper andare oltre le
apparenze e cogliere un amore comune anche in
persone semplici.
Le mani che Giuseppe e Berto hanno stretto nei
camerini dei teatri appartenevano ad artisti celebri, italiani e stranieri, che li accoglievano come
amici e con i quali si intrattenevano, ritagliando,
tra una tournée e l’altra, persino il tempo per una
visita alla loro casa o al nostro paese.
Credo che a Giuseppe e a Umberto Corna Carpenedolo debba soprattutto riconoscenza e un
grande grazie.
I gemelli Corna a 3 anni
Umberto, Giuseppe e Gemma Beschi in una
delle tante premiazioni
Umberto e Giuseppe per un altro riconoscimento
Editore: Associazione Culturale IL MEGAFONO
NUMERO 4 - ANNO XIV° - AGOSTO 2011
AUT. TRIB. BS n°19/1998 del 30/03/98
BIMESTRALE - COPIA GRATUITA
TIRATURA 6000 COPIE
Direttore Responsabile: Serena Guzzi
Direttore Editoriale: Giuseppe Fadabeni
Direzione Grafica: Angelo Marzocchi
Redazione: Livio Sajetti-Rolando Perri
Ha collaborato a questo numero:
Angela Bicelli
Impaginazione: Art&Image s.n.c.
Stampa: Colorprint s.n.c.
Direzione e redazione:
Via Rinaldini
Tel. 030/9697457
[email protected]
www.ilmegafonocarpenedolo.it
In caso di incidente
• UtilizzareilmodelloCID
colorebluegiallo.
• Compilaretuttelepartiebarrare
lecaselleinteressate.
• FirmadeiconducentiAeB.
• Consegnarecopiaallacarrozzeria
eallapropriaassicurazione.
SOCCORSO STRADALE
• A tutto il resto
ci pensiamo noi!
VETTURA SOSTITUTIVA
CENTRO RIPARAZIONE
VETTURE GRANDINATE
CARPENEDOLO (BS) Via VIII Marzo - Tel. 030 9697635
[email protected] • www.carrozzeriadurosini.it
Garanzia delle riparazioni con qualità e tradizione
Scarica

so tto i riflettori so tto i riflettori