Umbertide
cronache
02
1 3 se t t e m b r e 2 0 1 0
In a u g u r a z i o n e s c u o l a m a t e r n a
di via Garibaldi rinnovata
ANNO XXXIII
DICEMBRE 2010
Uc
Periodico bimestrale del Comune di Umbertide
Spedizione in A.P. 70% - Aut. DCI Umbria
Taxe Percue - Tassa pagata ad Umbertide (PG) - Italie
Sartoria Artigiana
PITULUM
ABITI CLASSICI
E DA CERIMONIA
L’antica
tradizione
UOMO
sartoriale
TAILLEUR DONNA
umbertidese
Con i migliori tessuti
dei lanifici:
ORARIO AL PUBBLICO
Dal lunedì al venerdì 8.00 - 12.00 / 14.30 - 19.00
Sabato 8.00 - 13.00
www.sartoriapitulum.it
[email protected]
06019 UMBERTIDE via Morandi 40 - Tel.075.9411542 - Fax 075.9417765
SOMMARIO
UMBERTIDE
Cronache
PERIODICO BIMESTRALE
Direttore responsabile:
Fabio Mariotti
In redazione:
Roberto Baldinelli, Amedeo Massetti
Servizi fotografici:
Amedeo Massetti, Beppe Cecchetti
Stampa:
Gesp S.r.l. – Città di Castello
Proprietà:
Comune di Umbertide
Registrato:
Presso il Tribunale di Perugia il 5-4-1974 n. 416
Distribuito gratuitamente
3
4
6
7
8
9
10
12
14
15
16
17
18
Il sindaco Giampiero Giulietti ricorda il prof. Roberto Sciurpa
Inaugurata la nuova scuola materna di via Morandi
L’ultimo saluto all’architetto Narciso Mariotti
Telefono Donna per contrastare la violenza contro le donne
Intervista all’assessore alle politiche sociali Stefania Bagnini
Proseguono i lavori lungo il torrente Rio e nel piazzale della Rocca
Lisciano Niccone Notizie
Fratta dell’Ottocento 2010
Grandi mostre alla Rocca
Gli studenti dell’I.I.S. “L. Da Vinci” in visita in Comune
Intervista a Paola Balducci sulla gestione della Piscina comunale
Umbertide espone ad “Urbanpromo 2010”
Panorama di Vita Cittadina
Informazione ai cittadini
Si avvertono gli utenti dell’Aimet (Azienda intercomunale Metano)
che, nel caso cambiassero gestore, non potranno più usufruire degli
uffici locali ma dovranno rivolgersi al call center del nuovo gestore.
Magari, prima di cambiare, sarebbe opportuno che si informassero
presso gli uffici dell’Aimet per verificare se le proposte di altre società sono veramente favorevoli. Spesso infatti propongono sconti iniziali elevati senza reali vantaggi finali per gli utenti.
Per maggiori informazioni ci può rivolgere alla sede di Umbertide
il lunedì pomeriggio, il mercoledì mattina e telefonicamente tutti i
giorni dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì e il giovedì dale
16 alle 18 (tel. 075.9413140)
La città piange la morte del
professor Roberto Sciurpa, uno
dei suoi più illustri cittadini
Il ricordo commosso del sindaco
Giampiero Giulietti
Il professore è mancato all’affetto dei suoi cari il 25 agosto,
all’età di 73 anni.
Negli anni ‘70 era stato apprezzato assessore comunale e
poi negli anni ‘80 assessore provinciale.
Di lui si ricorda, oltre all’attività politico-istituzionale,
anche il grande impegno professionale nel mondo della
scuola, quello storico, culturale e sociale di altissimo livello.
on la scomparsa del professor
Roberto Sciurpa, Umbertide
perde una delle figure più
importanti della nostra storia contemporanea. Di lui ricordiamo l'impegno
nei tanti campi dove ha svolto la sua
attività. A livello professionale il suo
lavoro nel settore della scuola ha portato indubbi benefici alla nostra città con la crescita e lo sviInsieme al Sindaco e al professor Bozzi, durante la
luppo dell'attuale istituto superiore; a livello sociale encomiapresentazione della ristampa di “Facanapa”
bile è stato il suo impegno, e parliamo dell'impegno di una
vita, in associazioni come l'Avis oppure l'Aido. Mi preme però
ricordare anche il suo impegno a livello politico-istituzionale.
Il suo impegno politico era connotato da una passione vera. In
molti ancora ricordano i suoi comizi in occasioni delle varie
elezioni durante la sua militanza politica. L'entusiasmo con
cui affrontava le campagne elettorali, il piacere che aveva nel
confrontarsi con i cittadini, da cui era ricambiato con grande
stima. La competenza nel suo impegno istituzionale, prima come assessore comunale
e poi come assessore provinciale, ha arricchito i nostri territori dal 1970 al 1985, il
periodo in cui scelse l'impegno diretto al
servizio delle istituzioni locali. Anche dopo
l'arrivo del riposo pensionistico, ha scelto
comunque di continuare a impegnarsi per
Umbertide. E l'ha fatto in un modo che
rimarrà ai posteri: scrivendo la collana sto1º settembre 1982. L’assessore provinciale Sciurpa
rica di Fratta poi Umbertide. Cinque libri,
durante l’inaugurazione del Palazzetto
di cui tre con co-autore Renato Codovini,
che ripercorrono nel dettaglio la nostra storia, che Roberto strare che Roberto Sciurpa
Sciurpa ha contribuito a scrivere. Ci sono tanti modi per dimo- voleva bene ad Umbertide.
Mi piace ricordare uno dei
tanti esempi: quando duranA nome della redazione
te le "Feste dell'Ottocento"
di “Umbertide Cronache”
aveva accettato la parte del "cicerone" nell'illustrare ai nostri
ricordo con affetto e stima il professore che
ospiti o concittadini la storia dei palazzi e dei luoghi storici del
ha sempre collaborato alle
nostro centro. Straordinaria la passione che vi metteva, pur già
iniziative culturali del Comune
provato dalla malattia. Di Roberto Sciurpa ci rimarranno tante
cose belle che ha fatto per Umbertide. Ma in questo momento
con passione e competenza.
così doloroso per la moglie Guida, per i figli Federico e
Siamo particolarmente vicini alla moglie
Alessandro, per i nipoti Giovanni, Francesco e Arianna, per la
Guida, ai figli Federico e Alessandro,
nuora Cinzia, a cui sono vicino come Sindaco e come concittaalla nuora Cinzia, ai nipoti Giovanni,
dino, vorrei che mi si permettesse anche di ricordare la sua
Francesca e Arianna.
umanità e il suo impegno per la famiglia. E l'amore con cui
l'ho visto prendersi cura in particolare del nipote Giovanni
Fabio Mariotti
dopo la perdita della madre.
C
Umbertide Cronache
Dicembre 2010
3
a
presidente
della
Regione Catiuscia Marini
e il sindaco di Umbertide
Giampiero Giulietti hanno
inaugurato il 13 settembre scorso i lavori di restauro della
scuola
materna
di
via
"Giuseppe Garibaldi", riaperta
ai bambini dopo quattro anni di
chiusura. "Riconsegniamo alla
città - ha detto il sindaco
Giampiero Giulietti - un edificio che rappresenta un pezzo di
storia del territorio. La struttura
è stata consolidata, ammodernata, abbellita, messa in sicu-
L
Un edificio storico a cui la città è molto legata
Inaugurata la nuova scuola
materna di via Garibaldi
Insieme al sindaco Giampiero Giulietti, la presidente della Regione
Umbria Catiuscia Marini che da Umbertide ha inaugurato
l'anno scolastico regionale. La scuola materna di via Garibaldi diventa
il simbolo di una regione che continua a puntare sulla scuola
>> Roberto Baldinelli
Fabio Mariotti
La storia dell’asilo
infantile “Regina Elena”
>> Amedeo Massetti
Esisteva ad Umbertide già nell'Ottocento un locale adibito ad asilo d'infanzia. Nel 1904 il consiglio comunale
aveva confermato Maddalena e Marina Mavarelli
Il taglio
del nastro
(moglie di Francesco Mavarelli) nella commissione di
vigilanza su questa istituzione.
Nella seduta consiliare del 12 febbraio 1905, venne letta la relazione dell'ingegnere progettista e direttore, Gustavo Scagnetti, sulla conclusione dei lavori di
costruzione del nuovo edificio dell'asilo infantile. Il sindaco Ciro Mavarelli
comunicò al consiglio comunale (Vittorio Ramaccioni, Giacomino dal Bianco,
Tertulliano Marzani, Avenerio Natali, Gustavo Scagnetti, Romolo Fabbri,
Astorre Ramaccioni, Giuseppe Conestabile Della Staffa, Cesare Torzoni,
Giovanni Ramaccioni, Giovan Battista Burelli, Stanislao Simoncini, Aristide
Reggiani, Antonio Gnoni e Geremia Carlani) lo stato finale dei lavori, da liquidarsi in 20.422,96 lire. Intervenne il consigliere Cesare Torzoni ricordando
come la costruzione del nuovo fabbricato fosse stata affidata per trattativa priBambini della materna
vata alla Società Cooperativa dei Muratori di Umbertide per la somma di
durante l’inaugurazione
16.900 lire a forfait ed ora non si spiegava questo rilevante aumento. L'ingegner
rezza e resa più funzionale.
Scagnetti, che era anche consigliere comunale, chiarì che l'aumento della spesa
era dovuto al fatto che il Consiglio Sanitario Provinciale aveva imposto modiL'investimento è stato cospicuo: ben un
fiche al progetto, che si erano dovute realizzare in corso di esecuzione dei lavomilione di euro. Una cifra "pazzesca"
ri. Queste consistevano nell'innalzamento delle aule, nella modifica dei paviper il momento che stiamo vivendo, ma
menti e nella sostituzione con una balaustra in ferro del muro di cinta progetche dimostra quanto il Comune tenga
tato, per non impedire l'illuminazione delle aule. Oltre a ciò, si era dovuto adeall'istruzione e alla crescita dei nostri
guare il nuovo edificio al piano regolatore, che l'ingegnere non conosceva
bambini e ragazzi. La Regione, nell'amprima di compilare il progetto ma che l'amministrazione precedente aveva voluto rispettare;
ciò aveva portato un notevole aumento nella
lunghezza dei muri di cinta. Si aggiungeva poi
l'accresciuta profondità delle fondazioni, il
completamento della sala da bagno e delle
cucine a pian terreno, lavori che nel progetto
erano previsti solo in tempi successivi. Il consiglio prese atto della relazione di Scagnetti, l'approvò con le modifiche intervenute e incaricò
la giunta di provvedere ai relativi adempimenti. Il nuovo asilo d'infanzia fu intitolato alla
regina Elena del Montenegro, moglie del re
Vittorio Emanuele III di Savoia, re d'Italia.
Venne inaugurato nell'ottobre 1905 dal sindaco Ciro Mavarelli. Per l'occasione fu stampata
una cartolina commemorativa.
Una foto dell’asilo alla fine degli anni Venti
Umbertide Cronache
Dicembre 2010
4
L’intervento della presidente Marini
bito dei fondi per il consolidamento
sismico, ha stanziato 450mila euro,
mentre il Comune vi ha aggiunto
550mila serviti per realizzare tutto il
resto dei lavori". A fare gli onori di casa
il direttore didattico del primo circolo
Mario Modestini. La presidente della
Regione Catiuscia Marini ha scelto l'inaugurazione della
nuova scuola materna di Umbertide, dopo il restauro e l'adeguamento alle norme antisismiche, per rivolgere l'augurio di
buon anno scolastico a tutti, dal personale docente, a quello
amministrativo, ma soprattutto agli alunni e agli studenti di
L’edificio integralmente ristrutturato
tutte le scuole umbre: "La Regione Umbria, assieme al complesso delle istituzioni locali umbre, difenderà con forza e
determinazione la scuola pubblica e il diritto costituzionale
all'istruzione, affinché sia garantito a ogni cittadino. Oggi - ha
detto - alla cittadinanza di Umbertide viene restituita la scuola materna, dopo un grande lavoro di
ripristino e messa in sicurezza dell'edificio. In questi anni la Regione ha molto
investito per l'adeguamento degli edifici
scolastici alle più innovative e moderne
norme di sicurezza, soprattutto quelle
relative all'antisismicità perché la scuola, il
luogo dove ragazze e ragazzi trascorrono
molto del loro tempo, deve essere più sicura e confortevole.
La Marini si rivolge ai bambini
Alcune immagini dell’inaugurazione
Nonostante la progressiva e drastica riduzione delle risorse statali, anche in un settore delicatissimo come quello della messa
in sicurezza degli edifici scolastici, la
Regione continuerà, con caparbietà, ad
investire. Con fatica siamo riusciti a mettere a disposizione altri otto milioni di euro
Umbertide Cronache on line
Dicembre 2010
5
da destinare a questo scopo". Rivolgendosi agli
insegnanti, alle famiglie e ai bambini di Umbertide
la presidente ha quindi affermato che "la Regione
non vi lascerà soli e sarà sempre al vostro fianco,
affinché ogni bambina e ogni bambino possa frequentare la scuola pubblica ed avere l'opportunità
di crescere come cittadino europeo. Investire sulla
scuola e sull'istruzione - ha concluso la presidente
- significa investire,
appunto, sul futuro
Un momento
dell’inaugurazione
di ciascuno di voi e
della nostra società".
All’inaugurazione,
oltre alle scolaresche
con le loro insegnanti e al personale
della scuola, hanno
partecipato centinaia di cittadini che con la loro
presenza hanno testimoniato
l’attaccamento della città ad un
Una delle nuove aule con i bambini
edifico storico nel quale generazioni e generazioni di umbertidesi hanno incominciato a muovere i primi passi nel mondo
scolastico locale.
' scomparso alla fine di agosto un
altro nome importante per la storia di Umbertide. Nella chiesa
della Collegiata è stato tributato l'ultimo
saluto all'architetto Narciso Mariotti che
è tornato definitivamente nel suo luogo
di nascita dove ha lasciato un'impronta
profonda con le sue numerose opere,
riconoscibili, a detta di tutti, per l'armoI cittadini e le istituzioni lo ricordano come
nica semplicità, evitando costantemente
ogni indulgenza verso qualsiasi forma
un professionista onesto e preparato
di aggressività estetica, che ha permesso
che ha sempre voluto bene ad Umbertide
di coniugare le esigenze di modernità
con la cultura tradizionale tipica della
realtà territoriale dei luoghi.
>> Roberto Baldinelli
All'Avis ne ricordano la disponibilità
ad elaborare gratuitamente il progetto della nuova sede, alla quale ha
saputo dare un'armonia estetica nonostante le dimensioni minime della
struttura: una delle tante occasioni
per mantenere un rapporto vivo con
il suo paese di origine, con il quale il
legame affettivo non si è mai attenuato.
Ma l'apporto straordinario, del quale
la città gli è particolarmente riconoscente, l'ha dato con l'elaborazione
della pianificazione dello sviluppo
epocale determinata dell'esodo
urbanistico a partire dal nucleo storidalle campagne.
co del paese attraverso il primo proGli umbertidesi, le istituzioni
gramma di fabbricazione voluto dall'amministrazione comunale negli anni '50, e con i locali, lo ricordano soprattutto come un professionisuccessivi piani regolatori che hanno consentito di sta onesto, integro e preparato che non ha mai
gestire in maniera ordinata ed oculata l'espansione dimenticato la sua città di origine. '
E
L’ u l t i m o s a l u t o
all’architetto
Narciso Mariotti
Umbertide Cronache on line
Dicembre 2010
6
'8 marzo 2005, ad Umbertide, è stato sottoscritto un
Protocollo di Intesa tra il Comune, l´ASL n.1 e il Centro
Regionale per le Pari Opportunità con l' obiettivo di realizzare un progetto di contrasto contro la violenza e il maltrattamento alle donne. L'anno successivo hanno aderito ad
esso anche i comuni limitrofi di Montone, Pietralunga,
Lisciano Niccone.
Attraverso l´attivazione di
un numero verde, il Progetto
"Telefono Donna" ha subito
>> a cura di Simona Bellucci
preso avvio presso il
assessore alle Pari Opportunità
“Centro
Salute"
di
del Comune di Umbertide
Umbertide. In questa sede,
operatrici dell´ASL n.1 e
anche consulenze legali.
volontarie con specifiche
I casi di violenze di questo tipo sono meno rari di
competenze nel settore, nel
quanto si possa immaginare; toccano donne di tutte
corso di questi anni, hanno
le età e di ogni classe sociale, accadono nei luoghi e
offerto un servizio di ascolL’assessore Bellucci (a destra) consegna
un attestato a Penny Radford
nelle situazioni più varie, e soprattutto tra le mura
to, accoglienza e primo
domestiche.
intervento alle donne che lo
Si
stima
che il 20% delle donne, a livello mondiale, abbia subihanno contattato. A volte le operatrici hanno fornito semplito
abusi
fisici, violenze sessuali e di vario genere, anche se è
cemente un'informazione telefonica, in altri casi hanno avviavero
che
il fenomeno non emerge in tutta la sua gravità; molti
to un percorso più lungo di sostegno ed aiuto. Dai colloqui
casi
rimangono
sommersi e il primo obiettivo del progetto è
con la donna, le operatrici, garantendo l´assoluta riservatezproprio
di
aiutare
le donne a rompere una situazione di isoza e privacy, cercano di comprendere i bisogni, il percorso e la
lamento
e
di
occultamento
del caso.
rete di servizi da attivare sul territorio per aiutarla a ricoIl
numero
a
cui
le
donne
vittime
di maltrattamenti possono
struire la propria identità ed autostima.
rivolgersi
è:
N
u
m
e
r
o
V
e
r
d
e
8
0
0
8 6 1 1 2 6 - nº di Umbertide
Sono messi a disposizione, oltre che i servizi socio-sanitari,
L
Te l e f o n o D o n n a
Uno strumento per
contrastare la violenza e i
maltrattamenti alle donne
075.9425120 (Lunedì e mercoledì 15,00-19,00 / venerdì 9,00-13,00).
Commissione Pari Opportunità
E' presente nel Comune di Umbertide dal 1998. La
Commissione, secondo quanto prevede il regolamento, opera per il conseguimento della parità e integrazione sociale di tutti i cittadini, rimuovendo gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il
raggiungimento di tale condizione fra uomini e
donne. Negli ultimi anni ha allargato il suo raggio di
azione anche ad altri soggetti come i diversamente
abili, gli immigrati e coloro che per qualsiasi situazione si trovino in situazione di svantaggio. Un esempio
concreto del suo operare è stato l'impegno profuso in
Telefono Donna, in cui molte componenti della
Commissione svolgono attività di volontariato. Oltre
che funzioni propositive, ha anche funzioni di vigilanza e controllo. Nel 2009 la Commissione per le Pari
Opportunità è stata rinnovata. Attualmente ne fanno
parte:
1) Carmen Ambra (Presidente)
2) Tosca Migliorati (Vice Presidente)
3) Marina Alessandro
4) Claudia Andreani
5) Lina Bargelli
6) Raimonda Bulku
7) Valentina Cucchiarini
8) Lara Goracci
9) Maria Letizia Mariucci
10) Carla Milleri
11) Patrizia Tonanni
12) Elisa Vescarelli
13) Raffaella Violini
14) Emanuela Zauri
Pari Opportunità ad Umbertide
Il concetto di pari opportunità suscita in genere reazioni diverse, che vanno dall'approvazione, alla disapprovazione e all'ironia. In ogni caso, è stato ed è ancora discusso per le diverse
accezioni che può assumere. Senza addentrarci in merito alle
questioni che vengono discusse, la concezione di pari opportunità si è estesa da ciò che riguarda la parità fra uomini e
donne alla parità che riguarda tutti coloro che per vari motivi, disabilità, orientamento sessuale, etnia, ecc… subiscono
discriminazioni. In tal senso, allora, contribuire a diffondere
una cultura delle pari opportunità significa porre in atto delle
azioni positive o fornire suggerimenti e proposte perché certe
azioni vengano messe in atto. Esempi concreti di questo modo
di fare, da parte sia dell'Assessorato che della Commissione
che operano in stretto raccordo fra loro, sono ad Umbertide l'istituzione di Telefono Donna per dare aiuto alle donne vittime
di violenza e lo svolgimento annuale di una mostra d'arte, che
si è sempre tenuta, ad eccezione dell'ultima edizione, presso la
Rocca di Umbertide. In quest'ultimo caso, pari opportunità
significa promuovere artisti giovani o meno giovani, comunque non ancora sufficientemente noti, senza operare alcuna
distinzione fra uomini o donne, ritenendo che la discriminazione riguardi l'impossibilità per molti di poter accedere ai circuiti artistici prestigiosi.
Non si dimentichi, inoltre, che non solo è importante ciò che
l’Assessorato o la Commissione alle Pari Opportunità possono
fare, ma altrettanto è quello che possono suggerire e proporre.
Per restare ancora una volta nel concreto, anche su proposta
della Commissione si è ampliata l'offerta dell'asilo nido comunale, con l'istituzione del servizio pomeridiano.
Da ricordare, infine, che la Commissione non comporta alcuna spesa per l'amministrazione comunale, in quanto le componenti non ricevono rimborsi di nessun tipo.
Umbertide Cronache
Dicembre 2010
7
Assessore Bagnini, alla luce dei tagli
effettuati dal Governo alle risorse degli
enti locali come si collocano le attività
concernenti i servizi sociali ?
"Ho sempre precisato, ogni qual volta mi
è stato possibile, che le politiche sociali
effettuate in termini di servizi concreti
ed iniziative, costituiscono l'unico parametro per determinare la effettiva civiltà
di un paese ovvero di una nazione. I
tagli indiscriminati alle risorse destinate
al sociale risultano del tutto ingiustificati e
danno una lettura di per sè eloquente su
quella che è la politica sociale del governo italiano in questo momento. Detto questo, il
Comune di Umbertide sta cercando di fare
tutto il possibile per continuare a garantire i
servizi ai propri cittadini e questo perché i
servizi sociali esistenti assurgono a presidio
irrinunciabile per l'ordinario svolgimento del
quotidiano delle famiglie e più in generale di
tutti i cittadini e pur nelle attuali difficoltà
esistenti in termini di risorse dedicate, le
significo che vista l'importanza della materia
di cui parliamo, il Comune di Umbertide
nonostante i tagli nazionali alle risorse non
rinuncia al desiderio di addivenire ad una
maggiore implementazione degli stessi o alla
creazione dei nuovi che dovessero rappresentarsi come necessari".
La solidarietà quale valore fondante della
Carta Costituzionale Italiana ritiene sia
ancora un valore attuale?
"La solidarietà affermata dalla nostra Carta
Costituzionale è decisamente altro dal mero
buonismo o assistenzialismo che sovente è
stato spacciato come solidarietà ma che invece risulta essere totalmente altro. La solidarietà è quel valore profondamente umano,
quel modus operandi che informando nel
profondo la struttura di una società ne realizza il tessuto sociale, rendendone possibile lo
sviluppo pieno ed il buon governo. Le politiche sociali sono degne di tal nome ogni qual
volta partano dal presupposto che tutti i soggetti che fanno parte di una società sono
patrimonio irrinunciabile della stessa ed
hanno un ruolo ugualmente importante a
prescindere dalle condizioni personali di
salute, economiche ovvero di disagio. Per tale
ragione tutte le varie iniziative ed i servizi
attivati per poter essere efficienti debbono
dapprima riconoscere il ruolo ed il valore dei
destinatari del servizio e solo successivamente attivarsi per il bisogno da colmare. Come
ho già ribadito numerose volte, infatti, le persone che si trovano ad affrontare quotidianamente con coraggio le difficoltà generate da
una malattia ovvero da una disabilità personale o di un familiare sono con il loro esempio fonte di speranza per tutti nonché portatori di quella più profonda umanità senza la
quale nessuna società può essere costruita". Il
rammarico è che troppo spesso nella società
questa consapevolezza viene a mancare.
E' in questo senso che il Comune ha organizzato il convegno "Diritti Umani Diritti di
tutti"?
"Esattamente. Il Comune nel mese di giugno
ha voluto promuovere una riflessione corale
IL GOVERNO TAGLIA 1
MILIONE DI EURO AL
COMUNE DI UMBERTIDE
Come mantenere inalterato il numero e il
livello dei servizi sociali alla popolazione
Intervista all’assessore alle politiche
cultura Stefania Bagnini
in
merito
alla
sociali e alla
Convenzione Onu
sui diritti delle persone con disabilità
mettendo a confronto tutti gli operatori dei
servizi esistenti, l’Asl, i fruitori dei servizi ed
i loro familiari. Questo perché i dettati normativi, e questo lo dico con cognizione di
causa anche in quanto avvocato, vivono nella
misura in cui la società alla quale si riferiscono in un preciso momento storico ne incarna
lo spirito ed il contenuto, viceversa rischiano
di rimanere lettera morta e quindi impossibilitati a realizzare gli effetti per i quali erano
stati codificati. E' necessario pertanto promuovere e riaffermare continuamente la cultura al rispetto delle persone e dei loro diritti
ed alla capacità di saper riconoscere il valore
di ogni singolo individuo nella sua unicità e
particolarità".
Recentemente sono state varate dal Comune
due misure a sostegno della famiglia in che
cosa consistono?
"La famiglia in questo particolare momento
di crisi economica nazionale sta palesando
tutta la sua importanza e la sua essenzialità.
Per questo motivo, si è voluto incidere nelle
situazioni più sensibili prevedendo contributi per garantire la copertura assistenziale per
brevi periodi delle famiglie con persone non
autosufficienti ed assegnando contributi per
l'abbattimento dei costi dei servizi relativi
all'anno 2009 sostenuti da famiglie con un
numero di figli superiore o pari a quattro.
Queste misure fanno seguito a quella pregressa varata a metà anno che prevedeva il
rimborso delle spese sostenute per la Tarsu
2009 a nuclei familiari con particolari caratteristiche. La realizzazioni di tali disposizioni si
inserisce in ogni caso in un quadro più ampio
di misure ed iniziative a sostegno della famiglia, costituito dai numerosissimi servizi già
da anni attivati concernenti la scuola, i minori, l'assistenza domiciliare, gli anziani e così
via. L'amministrazione sta operando per la
realizzazione di due nuovi servizi: l'apertura
di un centro diurno per i malati di alzheimer
ed un servizio riabilitativo per i bambini autistici. Fra i servizi alla famiglia è stato recentemente realizzato anche l'Osservatorio per le
dipendenze Four Cities".
L'Osservatorio per le dipendenze "Four
Cities" sembra dare buoni risultati.
"Come tutti i servizi in tematiche così delicate occorre tempo perché si accrediti e si esprima in tutte le sue potenzialità, tuttavia i risultati per il momento sono assolutamente
buoni. Cresce sempre più la richiesta di informazione ed orientamento presso gli sportelli
Umbertide Cronache
>> a cura di Roberto Baldinelli
dedicati. A questo va aggiunto che una vasta
rete costituita da uffici pubblici, farmacie,
medici di medicina generale, parrocchie e bar
dei comuni di Umbertide, Montone, Lisciano
Niccone e Pietralunga hanno, con enorme
disponibilità, esposto i contenitori delle card
con tutti i riferimenti telefonici e viari per
contattare gli sportelli dell'Osservatorio,
dimostrando in molti casi soddisfazione per
la creazione di questo servizio finalizzato non
solo alla realizzazione di attività di prevenzione, quali la promozione del progetto PitLine sui treni, ma anche a far fronte allo
smarrimento ed alla solitudine che spesso
connota chi si trova ad affrontare in famiglia
un problema di dipendenza".
In riferimento ai servizi culturali, quali
obbiettivi si pone il servizio Biblioweb
appena inaugurato e quali sono le nuove
iniziative culturali all'orizzonte?
"Con il progetto Biblioweb si è voluto creare
un polo di confronto e collegamento dei
patrimoni librari presenti nel territorio comunale al fine di realizzare un servizio culturale
ai cittadini ed una promozione della conoscenza intesa come modus vivendi e non
come mero sapere nozionistico. Il polo è
costituito dalla biblioteca comunale, dalla
biblioteca della parrocchia "Maria Santissima
del Carmine" di Niccone e dalla biblioteca
dell'Avis di Umbertide. Grazie alla collaborazione delle tre biblioteche viene realizzato un
servizio di consultazione telematica dei cataloghi delle stesse che viene messo a disposizione della cittadinanza a partire dal sito
www.comune.umbertide.pg.it. I cittadini,
con Internet, possono consultare on line i
cataloghi e verificare se il libro di interesse si
trova in una delle tre biblioteche. La biblioteca comunale è inoltre telematicamente collegata anche con le numerose altre biblioteche
della regione all'interno delle quali è possibile estendere la ricerca. Il servizio consegue
quindi l'obbiettivo di portare nelle case dei
cittadini i circa 27mila libri presenti sul territorio che potranno poi essere consultati o
presi in prestito presso le tre biblioteche in
maniera gratuita. Quanto alle nuove iniziative in fieri, l'amministrazione sta lavorando
allo spostamento della biblioteca comunale
presso la Fa.Mo. nonché all'allestimento nella
medesima struttura della mostra permanente
delle ceramiche Rometti, arrivando a connotare la Fa.Mo come centro multimediale per
la cultura".
Dicembre 2010
8
Proseguono i lavori di sistemazione
del torrente Reggia e del piazzale
della Rocca, l’antico
“foro boario” cittadino
Ritrovata una tomba romana
con un corpo cremato
>> Fabio Mariotti
I lavori sotto la Rocca
ta procedendo a ritmo spedito la
sistemazione del torrente Reggia e
del grande piazzale sotto la Rocca
e le antiche mura di Fratta. I lavori verranno completati la prossima primavera. Intanto si sta riportando alle condizioni originarie quello che anticamente
era il foro boario cittadino. Il basamento
delle mura e della Rocca è stato abbassato di alcuni metri. Durante gli scavi del
piazzale sono riaffiorati alcuni reperti
del passato, tra cui probabilmente l'antico basamento del ponte levatoio della
S
Il nuovo ponte che collega
il percorso lungo il Tevere
mento permette anche di
stabilire che anticamente il
torrente
Reggia
non
costeggiava naturalmente
le mura di Fratta e della
Rocca, dal momento che in
quel luogo venivano sistemate le sepolture. Solo successivamente alla costruzione della Rocca, il torrente venne deviato lungo le
mura come elemento di
Il picchettaggio della tomba ritrovata
protezione del castello.
La tomba ritrovata è stata
"Porta del soccorso". E' stata poi scoper- misurata e fotografata e verrà riprodotta
ta una tomba di età romanica, risalente in alcune tavole che verranno conservaprobabilmente al II secolo dopo Cristo. te negli archivi della Sovrintendenza ai
La tomba era scavata sulla roccia, su uno beni archeologici dell'Umbria.
strato sottostante la
costruzione della Rocca,
che avvenne circa 1000
anni dopo. La salma era
stata cremata e deposta
su una "lettiera" scavata
nella roccia. Ed è proprio
questo sistema di cremazione, in uso a partire dal
II secolo avanti Cristo
fino a tutto il II secolo
dopo, che dà la certezza
che si tratti di una tomba
romana. Questo ritrovaI muri ritrovati alla base della Rocca
I lavori sul piazzale della Rocca
I lavori lungo il torrente Reggia
Umbertide Cronache
Dicembre 2010
9
LISCIANO
NICCONE Notizie
Supplemento al n.2 - 2010 di “Umbertide Cronache”
a cura del Comune di Lisciano Niccone
con la collaborazione dell’Ufficio Stampa
del Comune di Umbertide (Fabio Mariotti - Amedeo Massetti)
Interessante iniziativa
La Provincia di Perugia e
il Comune di Lisciano Niccone
hanno sottoscritto un patto
di collaborazione istituzionale
L’obiettivo è quello della promozione
culturale e della valorizzazione delle
manifestazioni, dell’artigianato di
qualità e dell’immagine del territorio
della Provincia, Marco
Vinicio Guasticchi, e il sindaco di Lisciano Niccone
Luca Turcheria hanno
stretto un patto di collaborazione istituzionale sul
versante della promozione
culturale, valorizzazione
>> Fabio Mariotti
a preso il via a Lisciano Niccone un progetto "pilota" su cultura, turismo e comunicazione. Provincia di Perugia e Comune
insieme per definire progetti di promozione e valorizzazione del territorio. Con l'occasione il presidente della Provincia Marco Guasticchi ha confermato che "l'ente è partner istituzionale anche dei
piccoli Comuni". L'iniziativa è partita dal mese di
settembre e sarà poi estesa a tutti i "piccoli
Comuni" del territorio provinciale. Il presidente
H
Il campo di calcetto
Panorama del centro di Lisciano Niccone
delle manifestazioni, dell'artigianato di qualità,
dell'immagine del territorio e della messa in rete di
iniziative di comunicazione, destinato ad interessare nell'immediato futuro anche altri settori.
"La Provincia, nello spirito di vero e proprio ente di
area vasta, cerniera fra regione e comuni - ha detto
il presidente Marco Guasticchi - intende collaborare fattivamente in stretta sinergia con tutte le istituzioni territoriali, per la realizzazione di progetti
Umbertide Cronache
Dicembre 2010
10
L I S C I A N O N I C C O N E Notizie
sinergici in grado di mettere in evidenza, attraverso adeguati strumenti di comunicazione, le
potenzialità culturali e turistiche talvolta inespresse soprattutto nelle realtà comunali più piccole.
Lisciano Niccone rappresenta sicuramente uno
spaccato della provincia di Perugia che merita di
essere adeguatamente valorizzato e promosso per
generare un circuito virtuoso ed una ricaduta
economica e sociale positiva per tutta la collettività".
Parole di apprezzamento per la visita del presidente della Provincia Marco Vinicio Guasticchi e
per l'avvio della collaborazione su temi specifici
fra i due enti è stata espressa dal sindaco di
Lisciano Niccone, Luca Turcheria, vicecoordinatore Anci dei piccoli Comuni: "In una fase difficile come quella che stiamo attraversando caratterizzata da tagli e manovre dissennate, c'è bisogno
di rafforzare la rete di collaborazioni istituzionali
per definire strategie e progetti Comuni".
La zona degli impianti sportivi
'Amministrazione Comunale di
F o t o v o l ta i c o : u n i n v e s t i m e n t o p e r i l f u t u r o
Lisciano Niccone intende puntare
con decisione sul fotovoltaico per
la produzione di energia. Nei mesi scorsi è stato sottoscritto presso la Regione
Umbria dai Sindaci dei Comuni di
Lisciano
Niccone,
Montone
e
Pietralunga un protocollo di intesa per
lo sviluppo congiunto del l'installazione
di impianti fotovoltaici negli edifici
pubblici.
Per quanto riguarda il progetto del
Comune di Lisciano Niccone, è prevista
l'installazione di 270 pannelli fotovoltai>> Amedeo Massetti
ci (73 sul tetto della scuola elementare,
109 sul tetto della ex scuola media, 67
sul tetto del municipio e 21 sul tetto dello stabile sede della nica CO2 per 43.000 kg, emissioni di nitrati NOx per 97 kg.,
emissioni di anidride solforosa per 91 kg.
Pro-Loco).
Si prevede una produzione annua di energia di circa Il costo degli impianti è di circa 280mila euro, che grazie al
65.000 KWh pari al 37% dell'energia consumata annual- contributo energia del GSE sarà ripagato nell'arco di 8
mente dal comune di Lisciano Niccone che è di circa anni.
Alla fine dei 20 anni, a fronte dell'investimento iniziale, il
175.000KWh.
Questo permetterà di evitare emissioni di anidride carbo- Comune di Lisciano Niccone avrà un risparmio in termini
di bolletta energetica di circa 160mila euro (mediamente
8.000 euro annue ai prezzi odierni) e un'entrata di circa
580mila.
Il Sindaco Turcheria sottolinea l'importanza che questo
tipo di investimenti riveste per i piccoli comuni italiani sia
per raggiungere i parametri stabiliti in sede europea, sia da
un punto di vista economico per il risparmio in termini di
bolletta energetica e in termini di contributo del GSE. Per
un Comune come Lisciano Niccone avere una risorsa che
permette una minore spesa annuale di circa 8.000 euro e
dopo 8 anni un'entrata di circa 27mila euro, visti i continui
tagli ai bilanci che devono subire gli enti locali, è senz'altro
importante.
La scuola elementare di Lisciano Niccone
L
Pannelli verranno installati sui tetti
della scuola elementare, dell’ex scuola
media, del municipio e della Pro-loco
Con questo intervento si prevede
una produzione annua di
energia di circa 65mila KWh
Umbertide Cronache
Dicembre 2010
11
AVVENIMENTI
CULTURALI
FRATTA DELL’OTTOCENTO 2010
L’alzabandiera
Un grande evento spettacolare
che ha coinvolto
migliaia di persone
a Fratta dell'Ottocento ha colpito di
nuovo nel segno. La grande rievocazione storica che per quattro giorni trasforma il centro storico cittadino in un grande set dove protagonisti sono i cittadini in
costume ha richiamato migliaia di spettatori.
>> Fabio Mariotti
Circa 150 gli artisti locali che a vario titolo
sono stati impegnati direttamente negli spettacoli proposti nelle piazze, nelle vie, nelle
taverne di quello che era il nucleo abitativo della Fratta dell'800. declamando le sue poesie, tanto è vero che il giudice (Achille
Uno spettacolo sempre nuovo ed esaltante per tutti coloro, e Roselletti junior) ha dovuto assolverlo "per insufficienza di
sono stati moltissimi anche quest'anno, che hanno affollato la prose". Interessante, anche se in un orario da rivedere, la confepiazza principale per poi disperdersi tra i vicoli e le piazzette del renza del professor Sergio Bellezza dedicata alla liberazione di
Umbertide, il 12 settembre 1860, da parte delle truppe piemontecentro storico di Umbertide.
La manifestazione, organizzata come ogni anno dall'associazio- si del generale Fanti. Per il futuro potrebbe essere opportuno
individuare alcuni eventi storici
ne "Fratta dell'Ottocento", ha
cittadini di quel periodo (penso
avuto inizio con il tradizionale
alla partenza dei garibaldini
alzabandiera,
davanti
al
locali per raggiungere il
Sindaco "Giulietti" e al Regio
Generale in occasione della
Prefetto "Roselletti" il 9 settemPrima guerra di Indipendenza
bre in una piazza Matteotti
1848-49, alla fucilazione da
come al solito piena, nonostanparte degli austriaci di
te la serata piovigginosa. per
Cipriano Angioloni "Berlicche")
concludersi domenica 12. "Un
e tradurli in rappresentazione
impegno straordinario di quescenica all'aperto con attori
sta portata - ha commentato il
locali. Potrebbe essere un modo
sindaco Giampiero Giulietti spettacolare per far conoscere a
merita un'attenzione speciale.
tutti alcuni episodi, ai più scoQuesta manifestazione ogni
Carducci (Bettucci) si difende
nosciuti, della nostra storia
anno di più brilla per originalilocale. Nell'ultima serata si è
tà ed eccezionalità, acquistando
sempre maggior valore culturale, spettacolare e storico. proceduto anche alla designazione della taverna vincitrice del
Manifestazioni di questo tipo in Italia si contano sulle dita di una tradizionale "Palio". La giuria composta da Valeria Ciangottini,
mano. Di fronte ad altre realtà che ricostruiscono periodi nem- Sonia Chellini e Anna Maria Pasqua, coordinata da Adriano
Bottaccioli, ha designato vincitore per il secondo anno consecutimeno vissuti, noi presentiamo chi siamo veramente stati".
Tra le novità segnaliamo la presenza di un simpatico trenino che vo la "Taverna dei tintori". Dopo la designazione della taverna
ha scorrazzato per le vie cittadine sempre pieno di bambini, e vincitrice, sulle note dell'Inno di Mameli suonato dalla Banda citnon solo. Tra le iniziative culturali e di intrattenimento partico- tadina, si è proceduto all'ammaina bandiera e a dichiarare chiularmente riuscita "Il processo a Giosuè Carducci" mirabilmente sa questa edizione della festa. Un ringraziamento alle centinaia e
interpretato da Walter Corelli e gli attori dell'Accademia dei centinaia di protagonisti, alle migliaia di visitatori e arrivederci
Riuniti. Molto simpatico il Carducci nostrano, alias Luciano al prossimo anno con nuove idee per arricchire una manifestaBettucci, che si è "strenuamente" difeso dalle accuse mossegli zione già straordinaria.
L
Umbertide Cronache on line
Dicembre 2010
12
Avvenimenti culturali
Il trenino
Il cantastorie al “Caffè degli artisti”
L’assessore regionale Cecchini alla
“Taverna dei Tintori”
La premiazione del Palio delle taverne
Esibizione del coro in piazza Matteotti
La Banda cittadina
chiude la manifestazione
La “Taverna degli antichi sapori”
Al lavoro per liberare la porta
dei Briganti murata con breccione
L’”Osteria dei Mille”
Vino per tutti nel borgo degli artigiani
Umbertide Cronache on line
Al telaio
Dicembre 2010
13
Avvenimenti culturali
Grandi Mostre alla Rocca
Nonostante i pesanti tagli alla finanza locale, il Comune
di Umbertide ha continuato a garantire anche nel 2010
una stagione di grandi mostre nel prestigioso spazio
della Rocca - Centro per l'Arte Contemporanea
>> Fabio Mariotti
Una delle opere esposte
Scassa arazziere.
L'Arazzeria di Asti"
pertura, nel mese di maggio, con un evento
di spessore nazionale "Scassa arazziere.
L'Arazzeria di Asti", la grande esposizione
dedicata agli arazzi di grandi artisti del Novecento
realizzati con grande perizia artigianale
dall'Arazzeria Scassa di Asti, azienda fondata nel
1957. Ugo Scassa ha avuto l'intuizione di abbinare
l'arte d'avanguardia a una delle più antiche fra le arti
applicate, la tessitura di arazzi. In quasi 50 anni di
Da sinistra: l’assessore regionale Fabrizio Bracco, Ugo Scassa,
attività Scassa ha riscosso riconoscimenti unanimi
il sindaco Giampiero Giulietti, Angelo Calabrese
testimoniati dai rapporti intercorsi con artisti del
calibro di Corrado Cagli, Felice Casorati, Giorgio De
ritrarre in pose mai scontate durante i loro spettacoli. La mostra è
Chirico, Renato Guttuso, Umberto Mastroianni, Mirko Basaldella, stata curata in maniera impeccabile da Rita Oliveri, autrice anche del
Luigi Spazzapan, Emilio Vedova ed altri ancora.
testo critico di apertura del bellissimo catalogo realizzato da Petruzzi
La mostra è stata realizzata con il sostegno di Regione Umbria, Editore, con i contributi anche di Alessandro Vestrelli, Benedetta
Camera di commercio di Perugia, Fondazione Cassa di Risparmio di Bellini, Gianni Codovini, Roberto Sciurpa e Mario Tosti.
Perugia. Il catalogo, edito da Petruzzi Editore, è stato curato da
Angelo Calabrese. All'inaugurazione, insieme al sindaco Giampiero
Giulietti, hanno partecipato Ugo Scassa, Angelo Calabresi e l'assessore regionale alla cultura Fabrizio Bracco.
A
"Renzo Scopa Le metamorfosi dell'anima"
"Parigi follemente Beppe Cecchetti fotoreporter"
opo la Parigi di Beppe
Cecchetti è stata la volta,
il 9 ottobre, della mostra
"Renzo Scopa - Le metamorfosi
dell'anima" curata da Floriano De
Santi e Massimo Duranti.
Promossa dal Comune di
Umbertide e dalla Provincia di
Perugia, con il patrocinio di
Allegoria della maschera
Regione Umbria e Accademia di
Belle Arti di Perugia "Pietro
Vannucci" l'esposizione ha presentato sessanta opere, tra tecniche miste, acrilici e
acqueforti, realizzati dall'artista dal 1950 al
1997. Da questa mostra, che ha ripercorso
cinquant'anni di attività, è emersa la figura
di un artista attento osservatore e lucido
interprete del proprio tempo.
Le metamorfosi cui allude il titolo sembrano
suggerire, attraverso le narrazioni pittoriche
dell'autore, l'idea di una sostanziale continuità della natura, di un filo comune che
lega gli uomini e le cose, le anime ed il
mondo, permettendo un continuo trapasso,
contatto e scambio tra una dimensione e l'altra.
D
hiusa la mostra degli arazzi, la Rocca si è aperta alla fine di
agosto ad un'iniziativa di grande spessore culturale, la mostra
fotografica dedicata al grande fotoreporter umbertidese
Beppe Cecchetti, "Parigi follemente - Beppe Cecchetti fotoreporter",
80 fotografie che hanno documentato la sua intensa attività a Parigi
dal 1957 alla prima metà degli anni '70. Con le sue Pentax, Rolleiflex
e la più recente Nikon, Beppe ha attraversato Parigi immortalando
prospettive inusuali di
Notre Dame, della torre
Eiffel, della Senna, ma
anche le esistenze comuni
carpite allo scorrere del
tempo e irradiate dalla
speranza come quella che
si legge nei volti dei bambini, i nuovi francesi che
guardano al futuro. Ci
sono poi le pagine dedicate agli emigranti e quelle
emozionanti che raccontano il Maggio francese, nonché le gallerie di personagLa presentazione della mostra
gi famosi che Beppe seppe
C
Umbertide Cronache on line
Dicembre 2010
14
Umbertide ieri e oggi: i nuovi
s t u d e n t i d e l " D a Vi n c i " i n c o n t r a n o
il sindaco e scoprono pezzi
rilevanti della storia cittadina
I ragazzi, con i professori Maria Antonietta De Rosa,
Tatiana Zucchini e Alessio Umbrico, dopo l’incontro
con il Sindaco sono stati accompagnati
da Fabio Mariotti a visitare la sala gruppi,
l’ufficio del Sindaco e la sala Giunta
Il Sindaco si intrattiene con i ragazzi
>> a cura dei ragazzi della Ia, Ic e Is dell’Istituto
di Istruzione Superiore “L. Da Vinci”
l giorno 13 ottobre si è concluso il
ciclo di incontri che annualmente le
istituzioni locali riservano alle
prime classi dell' I.I.S. "Leonardo Da
Vinci". I ragazzi della Ic, Ia, Ih si sono
recati a palazzo Bourbon - Mavarelli in
pieno centro storico, dove sono stati
accolti dal sindaco Giampiero Giulietti
nella suggestiva Sala del Consiglio. Qui
hanno potuto ammirare lo stemma in
rilievo,
simbolo della città di
Umbertide, contrassegnato dalla scritta
FOV ( Fratta Oppidum Virginis ).
Il nome originario del paese - ha spiegato il sindaco - subentrato all'antico
Pitulum, era infatti Fratta, cambiato nel
1863, dopo un acceso dibattito istituzionale prima in Umberta e poi in
Umbertide. Ciò in omaggio sicuramente
alla famiglia Ranieri, protagonista nel
790, dopo la distruzione ad opera dei
Goti, della ricostruzione del centro storico, ma forse in qualche modo legato
anche alla monarchia sabauda.
Nell'adiacente ufficio del sindaco, altre
due immagini hanno catturato l'interesse dei ragazzi, contribuendo al racconto della storia locale. Si tratta di due
dipinti: il primo, opera del Freguglia,
mostra il volto ottocentesco della città in
cui dominano la Rocca, la chiesa della
Collegiata e il sottostante Foro Boario.
I
L'altro, di autore
ignoto, raffigura
il dono alla
Vergine da parte
di San Romualdo
dell'abbazia di
Monte Corona,
importante centro monastico a
pochi chilometri
dalla città.
Nell’ufficio del Sindaco
Nel corso della
chiacchierata con
gli studenti, il primo
cittadino ha colto l'occasione per illustrare i
principali meccanismi
amministrativi
che
regolano la vita del
Comune, ricordando
che Umbertide dal 2004
ha superato il tetto dei
15mila abitanti oggi ne
conta quasi 17mila). I
Nella sala del Consiglio Comunale
ragazzi sono stati informati anche su alcune
iniziative già portate a termine dall'at- e messa in funzione della nuova piscina
tuale amministrazione o ancora in corso comunale;
- potenziamento dello "YOU SPA" (labod'opera:
- realizzazione della FA.MO. (nuovo ratorio pomeridiano adibito alle attività
spazio cittadino ludiche e formative per i giovani)
adibito a confe- Non sono mancati riferimenti ad alcune
renze, dibattiti, questioni sociali di grande attualità: la
ma anche con presenza di una massiccia immigraziofunzione di cine- ne, in prevalenza dai paesi del Maghreb
e dell'Est europeo (in totale il 13 % della
forum),
- recupero dell'a- popolazione complessiva), nettamente
spetto originario superiore alla media regionale, rende
dell'area sotto- Umbertide una realtà spiccatamente
stante la Rocca e multietnica che richiede perciò strudell'antico corso menti innovativi di gestione, sia a livelfluviale
della lo istituzionale sia a livello di sensibilità
individuale, rispetto ai quali l'intera citReggia;
Nella sala della Giunta Comunale
- completamento tadinanza è chiamata a collaborare.
Umbertide Cronache on line
Dicembre 2010
15
La grande novità
della Piscina coperta
ad Umbertide
Intervista a Paola Balducci
direttore di Divisione impianti
sportivi di “Ducops Service
sooc. coop.”
Esibizione di nuoto sincronizzato
>> a cura di Francesca Mencarelli
Ufficio stampa di “Ducops Service”
proprie esigenze e il proprio
modo di vedere lo sport.
Quali sono quindi le attività
proposte a Umbertide?
ltre 9mila presenze per il nuoto libero e
Vanno dai corsi di scuola nuoto
300 iscritti ai corsi, sia per bambini che
federale, ai corsi per gestanti, neoper adulti. Questi sono stati i numeri che
nati (acquababy) e adulti, dai corsi
hanno caratterizzato l'estate presso la nuova
di subacquea alle attività riabilitatipiscina comunale di Umbertide (inaugurata lo
ve in acqua. Dal fronte del fitness,
scorso 17 di luglio, ndr). La prima stagione inveroltre alle classiche lezioni di
nale ha già registrato, dal 20 settembre ad oggi,
acquagym, acquagag, acquaerobioltre 600 iscritti fra corsi di nuoto per bambini,
ca, acquastep, idrobike (bicicletta
adulti, neonati, gestanti e fitness e circa 2mila
in acqua) e water trekking (tapis
presenze per il nuoto libero. Con l'inverno sono
roulant in acqua), c'è il nuoto piloLa presidente Marini e il sindaco Giulietti
partiti anche i corsi per le scuole, con oltre 400
durante l’inaugurazione della piscina
tato, coordinato da allenatori federagazzi che utilizzano l'impianto durante la matrali con suggerimenti tecnici e protina.
grammi di allenamento personalizzati.
"Siamo molto soddisfatti per gli ottimi risultati raggiunti fino- Quali sono invece le novità?
ra - spiega Paola Balducci, direttore di divisione impianti Saranno presto attivate le iscrizioni alla preagonistica, allenasportivi della società di gestione della piscina di Umbertide -. ta da preparatori federali, e all'agonistica, grazie alla preziosa
Si tratta di un progetto di medio-lungo periodo che, oltre ad collaborazione con l'Associazione sportiva dilettantistica
avere grandi potenzialità, può disporre di un impianto tra i (Asd) della Pontevecchio, storica società di Perugia, tra le più
più moderni e all'avanguardia della regione. Un progetto che blasonate sia a livello regionale che nazionale. Inoltre la pisciabbiamo proposto in fase di gara e che è stato condiviso con na di Umbertide sarà presto sede privilegiata di una serie di
l'amministrazione comunale, la quale è tra i principali artefici manifestazioni agonistiche organizzate dalla Federazione itadi questo successo insieme alla professionalità del manage- liana nuoto (Fin). Prossimamente saranno attivate anche lezioment che opera presso l'impianto, a partire dal direttore ni di acquapilates, per tonificare corpo e mente.
Alessandro Pascolini, docente della Federazione italiana Quanto al nuoto sincronizzato?
nuoto (Fin). Il nostro obiettivo è quello di soddisfare i bisogni Puntiamo molto su questo fronte. Siamo stati infatti tra i primi
e le esigenze dei nostri clienti, con particolare attenzione a portare questa pratica in Umbria. Alla luce degli importanti
anche alle fasce deboli e alla promozione e valorizzazione risultati raggiunti in tre anni presso la struttura di Santa Maria
della pratica del nuoto".
degli Angeli e da circa un anno anche in quella di Gualdo
Direttore, la piscina di Umbertide adotta il sistema di gestio- Tadino, siamo convinti che il sincronizzato possa divenire un
ne "Settantunopercento", può spiegarci in che cosa consiste? valore aggiunto anche per Umbertide. Gli allenamenti a
Il settore dell'impiantistica sportiva, in particolare natatoria, Umbertide sono in programma due volte a settimana, il merha vissuto nel corso degli ultimi anni diverse fasi evolutive. coledì e il sabato pomeriggio, e sono coordinati da Beatrice
Per questo motivo abbiamo deciso di allineare la struttura di Spaziani, campionessa olimpionica ad Atene 2004, istruttrice
Umbertide, così come altri impianti della regione, a a Roma. Per ora è attivo il filone dell'amatoriale, una tipologia
“Settantunopercento”, un management che certifica tutti i di allenamento che impegna meno rispetto all'agonistico, e che
processi attraverso procedure gestionali, coerenti con le nor- permette anche a chi non è più piccolissima di poterlo praticamative Uni En Iso 9001/2008, Uni En Iso 14001 e Uni En Iso re. Ad oggi si è già costituito un gruppo di sei bambine, con
18001 e che ne definisce le modalità e i migliori criteri di con- una età compresa tra i nove e i tredici anni, ma siamo ancora
duzione e valorizzazione secondo i criteri di qualità, ambien- all'inizio e sicuramente il gruppo si consoliderà.
te, sicurezza ed etica professionale. Un sistema atto a rispon- Perché puntate molto a questo filone?
dere alle esigenze di mercato, in continua evoluzione, ma In primis perché è un sport completo che contribuisce ad un
soprattutto a quelle della clientela, che nel tempo ha mutato le equilibrato sviluppo psicofisico che, oltre ad essere estrema-
O
Umbertide Cronache on line
Dicembre 2010
16
mente divertente, consente di valorizzare armonia e creatività. Tra i benefici di questa attività
ricordiamo anche la conoscenza del corpo e la
gestione e il controllo dei movimenti. Non per
ultimo, è uno sport che insegna a saper stare nel
gruppo e fa acquisire l'importante significato del
sacrificio, sia per sé che per gli altri.
Quali sono invece le proposte di abbonamento?
Presso l'impianto è possibile eseguire lezioni
giornaliere oppure tramite specifiche formule di
abbonamento mensili o annuali.
C'è anche la possibilità di acquistare abbonamenti a ingressi singoli fruibili a scalare durante tutto
l'arco dell'anno. Inoltre, l'abbonamento mensile
"fitness gold", permette di partecipare alle lezioni di acqua fitness e allo stesso tempo di poter usufruire del nuoto libero e
del nuoto pilotato, anche più volte durante la stessa giornata,
all'interno di tutti gli impianti gestiti dalla nostra cooperativa.
nche quest’anno il Comune di Umbertide è
stato invitato alla prestigiosa rassegna urbanistica "Urbanpromo 2010". Quest'anno la rassegna si tiene presso la Fondazione Cini sull'isola di San
Giorgio Maggiore a Venezia. Dopo la partecipazione
nell'edizione 2009, il Comune di Umbertide è stato
invitato alla rassegna 2010 per la presentazione della
propria esperienza legata all'attuazione del Puc2
(Piano urbano complesso) denominato "Forum urbano nel parco", finanziato dalla
Regione dell'Umbria.
"Urbanpromo" è un evento di marketing urbano e territoriale, sede di
incontro e di interazione fra tutti coloro che si occupano di città e di territorio: amministratori, operatori economici, tecnici, studiosi, ricercatori che
si prefigge di rappresentare le esperienze esemplari di pubbliche amministrazioni e di soggetti privati, nell'ottica di una promozione dell'innovazione nel governo del territorio
attraverso sperimentazioni, temi e
strumenti di particolare rilievo nel
panorama italiano ed estero.
L'esperienza proposta quest'anno dal
Comune di Umbertide è stata incentrata sul progetto di investimento di
un operatore privato aderente al programma urbano complesso approvato. La proposta di Puc2 di Umbertide
infatti è caratterizzata da una complessiva operazione di sviluppo
integrato della città attraverso la riqualificazione urbanistica di
alcune aree urbane dismesse e non edificate o da rinnovare comprese tra la linea ferroviaria della Ferrovia centrale umbra e il
fiume Tevere. In questo quadro di rinnovamento e sviluppo si è
inserito il progetto di investimento proposto da quattro piccole
imprese locali operanti nel settore del tessile (Eurcom srl, Euroconf
snc, Consorzio Rigori ed EuroTiber di Caprini Annarita) per la realizzazione del "Centro per la valorizzazione delle fibre tessili naturali", che include attività di ricerca, di formazione e di produzione
e la rilocalizzazione di attività commerciali e artigianali. Tali attività produttive, già presenti da tempo nell'area, a fronte anche della
recente crisi che ha coinvolto l'intero settore di appartenenza,
hanno inteso dar vita attraverso lo strumento del Puc2 ad un rinnovamento del proprio business e della propria immagine, sviluppando una nuova filosofia produttiva che sia massima espressione
A
Veduta esterna della nuova piscina di Umbertide
Per informazioni e prenotazioni
è possibile contattare direttamente
la struttura allo 075 9975173.
“URBANPROMO 2010”
La vetrina veneziana ospita il progetto
del Puc2 “Forum urbano nel parco”,
finanziato dalla Regione Umbria
L’interessante proposta
del “Centro per la
valorizzazione delle
fibre tessili naturali”
>> Roberto Baldinelli
Da sinistra: Leonello Brigiari, titolare della ditta Euroconf Snc,
Lorenzo Antoniucci responsabile del settore tecnico del Comune e
il sindaco Giampiero Giulietti
della filiera integrata delle fibre naturali, della cooperazione con i
Paesi terzi produttori di materie prime, in un'ottica di sviluppo
sostenibile sul piano sociale e ambientale.
Le opportunità offerte dal bando di gara e il conseguente accesso
alle risorse comunitarie ha consentito alle ditte di far conto su un
quadro economico di investimento di oltre tre milioni e 900mila
euro, di cui circa 850mila provenienti dalle risorse Por-Fesr
(Programma operativo regionale cofinanziato dal Fondo europeo
di sviluppo regionale) 2007-2013. Grande interesse tra i presenti ha
suscitato la testimonianza diretta della propria esperienza all'interno del Puc2 del promotore del progetto Leonello Brigiari.
Umbertide Cronache
Dicembre 2010
17
a cura di Amedeo Massetti
PANORAMA
di VITA
CITTADINA
ALL’ATTENZIONE
DEI NOSTRI
LETTORI
Se avete qualche ricorrenza
particolare da festeggiare o
ricordare (matrimonio,
laurea, attività lavorativa,
riconoscimenti vari, ecc.)
potete mettervi in contatto
con la nostra redazione.
Cercheremo
di pubblicare
le vostre segnalazioni
(Anche su “Umbertide
Cronache on line”).
Redazione:
Fabio Mariotti
Amedeo Massetti
Tel.075.9419249/220
e-mail:
[email protected]
umbertide.pg.it
[email protected]
umbertide.pg.it
Una vita dedicata al lavoro e alla famiglia
Le nozze d’oro di
Palma e Luigi
Hanno rinnovato la loro unione nella chiesa
di Pian d’Assino insieme a parenti ed amici
alma Armati (1943) e
Luigi Bianchini (1933)
si sono sposati a Rocca
Patrizi (Località Rasina Spedalicchio) il 17 settembre
1960.
Si sono conosciuti a Rocca
Patrizi dove erano vicini di
casa. Quando lei doveva trasferirsi con la famiglia a
Bastia, Luigi, pensando che
gli sarebbe stato molto difficile continuare a vederla utilizzando la sua moto,
le chiese di sposarla.
A distanza di cinquant'anni si sono ritrovati nella chiesa di Pian d'Assino
dove don Renzo ha benedetto le fedi. Poi, grande festa presso il circolo Arces
insieme ai figli M. Domenica e Giordano, ai generi Tito e Monia, ai nipoti
Sophia, Samuele e Thomas e a numerosi amici e parenti.
Nella loro lunga vita insieme, Luigi ha lavorato per la ditta Orsini mentre
Palma è stata per tanti anni aiutante cuoca presso l'Hotel Rio.
A loro gli auguri della nostra redazione e di tutta la città.
P
TA N T I A U G U R I a C a r o l i n a e N e l l o
per i loro sessant’anni di matrimonio,
a Nello per i 90 anni
e a Carmela per i 91 anni
Hanno festeggiato
queste felici ricorrenze
insieme ai propri
famigliari.
Nella foto sotto, Carolina Minelli e Nello
Brugnoni
A sinistra: Dall’alto in basso Massimo
Brugnoni, Carolina Minelli, Giancarlo
Brugnoni, Alfonsa (moglie) e Mario
Brugnoni, Nello e Carmela Brugnoni.
Umbertide Cronache
Dicembre 2010
18
G.D. Rappresentanze S.a.s. di Giammarioli Dino & C.
Zona Ind. Madonna del Moro - 06019 Umbertide (PG)
Tel/Fax 075.941.51.19 - Tel. 075.941.35.83
Partita I.V.A. 01475340541 - www.gdrappresentanze.com - e-mail:[email protected] .com
- MATERIALI EDILI
- SANITARI e IDROMASSAGGIO
- ARREDO BAGNO
- PAVIMENTI e RIVESTIMENTI
- CAMINETTI E STUFE
Scarica

Umbertide Cronache numero 2 anno 2010