Le politiche di ateneo
per l’accesso aperto.
Il panorama internazionale
Silvio Valente
Dipartimento di Ingegneria Strutturale, Edile
e Geotecnica
Le politiche di ateneo per l’accesso aperto :
il panorama internazionale
La Green Road
• MIT declaration
Research and scholarship, faculty at the Massachusetts Institute of
Technology have voted to make their scholarly articles available to the
public for free and open access on the Web.
(http://web.mit.edu/newsoffice/2009/open-access-0320.html)
• La policy dell’Università di Harvard
Each Faculty member grants to the President and Fellows of Harvard
College permission to make available his or her scholarly articles and to
exercise the copyright in those articles. In legal terms, the permission
granted by each Faculty member is a nonexclusive, irrevocable, paid-up,
worldwide license to exercise any and all rights under copyright relating
to each of his or her scholarly articles, in any medium, and to authorize
others to do the same, provided that the articles are not sold for a
profit.
(http://hul.harvard.edu/news/2009_0901.html)
Le politiche di ateneo per l’accesso aperto :
il panorama internazionale
La Green Road: la voce degli esperti
Jan Valterop vs Steaven Harnad in American Scientist Open Access Forum
(agosto – ottobre 2010)
(http://amsci-forum.amsci.org/archives/American-Scientist-Open-Access-Forum.html)
Jan Valterop
«Se non si riesce a motivare gli autori all’autoarchiviazione, non bisogna biasimare
la loro passività, ma la mancanza di motivazioni»
«Se devo depositare, voglio farlo perché penso sia bene farlo, non perché sono
obbligato»
Stevan Harnad
«Solo la richiesta di deposito obbligatorio può aumentare il tasso di deposito fino
al 60%, giungendo al 100% in pochi anni»
«Alcuni archivi sono vuoti dopo un po’ di tempo, perché le istituzioni non hanno
avviato azioni per adottare un obbligo (mandate) che li riempa»
«L’obbligo di autoarchiviazione è la naturale estensione del ‘pubblicare o morire’
(publish or perish)»
«Non c’è una punizione per il non rispetto dell’obbligo di autoarchiviazione, ma si
è penalizzati per non aver rispettato la regola del pubblicare o morire»
Le politiche di ateneo per l’accesso aperto :
il panorama internazionale
La Green Road: la voce degli esperti
Bernard Rentier (Rettore dell’Università di Liegi)
Per riempire gli archivi istituzionali bisogna fornire buone motivazioni
adottando incentivi e indicando vincoli
• Incentivi: vantaggi quantificabili in termini di visibilità , impatto
citazionale, ma anche incentivi economici.
• Vincoli: obbligo di deposito delle pubblicazioni su archivio istituzionale
Le politiche di ateneo per l’accesso aperto :
il panorama internazionale
La Green Road
 In sintesi
• Le esperienze internazionali suggeriscono di adottare delle politiche
istituzionali che favoriscano le azioni a sostegno dell’accesso aperto
• I membri della comunità devono poter percepire le politiche di ateneo
come un’opportunità per accrescere il proprio impatto sulla ricerca, non
come un’imposizione
Le politiche di ateneo per l’accesso aperto :
il panorama internazionale
La Gold Road
•
Finanziare la pubblicazione su riviste OA
•
Creare riviste OA  Nuovo modello di University press
•
L’ateneo (i dipartimenti) finanzia la progettazione e la gestione di riviste
OA
•
Passaggio dal modello University press cartacea e a pagamento al modello
University press e-only e ad accesso aperto.
L’ateneo (dipartimenti) sostiene i costi della pubblicazione su riviste OA degli articoli
dei propri membri
L’esempio dell’Università di Zurigo
Encourage and support their authors to publish their research articles in
open access journals where a suitable journals exists and provide the
support to enable that to happen
(http://www.eprints.org/openaccess/policysignup/fullinfo.php?inst=University%20of%20Zurich)
Gli Institutional Mandates
Le indicazioni dell’UNESCO
Definizione
Sono policy ufficiali, adottate da istituzioni o centri di ricerca che richiedono la
archiviazione obbligatoria dei prodotti della ricerca scientifica nel repository
istituzionale.
Alma Swan, Policy Guidelines for the Development and Promotion of
Open Access, 2012,Guida Unesco
(http://unescdoc.unesco.org/images/0021/002158/215863e.pdf)
•
E’ preferibile chiedere l’archiviazione del postprint (copia referata) o versione
editoriale di un articolo.
•
E’ necessario prevedere un periodo di embargo per rispettare il contratto editoriale
tra autore ed editore.
•
E’ preferibile includere clausole di opt-out per cui il deposito non e’ obbligatorio ma
fortemente raccomandato (ad esempio policy dell’INSERM-Francia)
Il Permission Mandate
L’esempio dell’Harvard University Faculty of Art and Science
Il documento votato all’unanimità nel Febbraio 2008 dai membri dell’Harvard
FAS stabilisce che:
• “Each Faculty member grants to the President and Fellows of Harvard
College permission to make available his or her scholarly articles and to
exercise the copyright in those articles”.
• La policy crea una “licenza automatica” (University License) che viene
concessa dal docente/autore alla Facolta’ prima ancora del
trasferimento del copyright all’editore e trasferisce alla Facolta’ il
permesso di depositare ad accesso aperto i propri lavori di ricerca.
• L’ottica viene capovolta rispetto alle institutional mandates tradizionali
I Thesis mandates
Il panorama italiano
Definizione
Sono politiche ufficiali che obbligano i dottori di ricerca al deposito delle proprie
tesi di dottorato nei depositi istituzionali.
•
Ad aprile 2012 sono 23 gli atenei italiani che hanno adottato un Thesis
mandate.

Il progetto di deposito online delle tesi di dottorato ad accesso aperto:
•
Le tesi di dottorato, archiviate negli archivi istituzionali, sono raccolte dalle due
biblioteche nazionali centrali per assolvere l’obbligo di deposito. Ciò avviene
attraverso una procedura automatica.
•
Il servizio di raccolta (harvesting), predisposto dalle biblioteche nazionali di Firenze
e Roma, è realizzato nell’ambito del progetto “Magazzini Digitali”
Le politiche degli enti di finanziamento
Diversi enti nel finanziare progetti stanno adottando politiche a favore
dell’accesso aperto sostenendo sia la Green che la Gold Road
•
Sul sito SHERPA/Juliet (Research funders' open access policies)
è riportato l'elenco degli enti che stanno attuando politiche di finanziamento
di progetti Open Access e le loro policy.
(http://www.sherpa.ac.uk/juliet/index.php)
•
In Italia:
- Fondazione Telethon
- Fondazione Cariplo
Scarica

Le politiche di ateneo per l`accesso aperto