Edizione 2007
EURO 2 TRASLOCHI E TRASPORTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI
Orbassano
VIA TERRA - VIA MARE - VIA AEREA
Via Torino,42 Tel. e Fax 011 398.94.43 - 011 19713602
FILIALE: GIAVENO (TO) Via XXIV Maggio, 38 Tel. 011 937.57.85
NOI CITTADINI
CELL. 339 4853547
UFFICIO E DEPOSITO: BEINASCO - TORINO
ALLE FAMIGLIE E AGLI OPERATORI ECONOMICI - n. 136 - Giugno 2007 - “Vivi la Città - Guida ai Diritti del Cittadino e dell’Impresa” - Aut. Trib. RE n. 788 del 20/02/1991 - Prop. Gruppo Media srl - Euro 0,13 - Copia omaggio - Stampa: Grafiche Ponticelli - Castrocielo (FR)
TRASLOCHI FERRAREIS DAMIANO
Con il Patrocinio di
Orbassano
Infoturismo
Guida ai Servizi
Guida ai Diritti
Numeri Utili
Cartografia
I Professionisti
dell’Auto
Servizi completi…
non solo di carrozzeria.
Due piani di efficienza
ed organizzazione.
•
•
•
•
N. 10 vetture sostitutive gratuite al Vs. servizio
Autosoccorso
Meccanico ed elettrauto in sede
Convenzionata con le flotte: Arval Lease
Savarent - Leasys
• Gommista ed assetto ruote in sede
• Sostituzione rapida parabrezza
“Noi Cittadini” è una guida ai diritti e ai servizi della Pubblica Amministrazione
e tutti siamo consapevoli di quanto spesso ci troviamo in qualche guaio per non
aver capito, per non aver saputo, perchè qualcuno non ci ha spiegato.
Vi segnalo poi un’ampia sezione che riguarda la previdenza sanitaria e queste pagine sono curate dalla Fondazione Umberto Veronesi con la partecipazione del Prof
Veronesi oncologo di fama internazionale. Ed una persona a noi cara, che ben conoscete, dopo anni di onorato servizio televisivo, Antonio Lubrano, è consulente dei
testi del capitolo dedicato ai diritti dei cittadini.
Mi auguro che la guida, diffusa gratuitamente ai cittadini del Comune di Orbassano, a cui è dedicata, si riveli per tutti uno strumento di utilità quotidiana.
Direttore Editoriale
1
2
Una volta si usava dire “il cittadino, questo sconosciuto”. Perché in effetti fino a una quindicina
d’anni fa l’italiano medio, o se preferite l’uomo della strada, era una figura indefinita, scialba. Più che
altro un suddito. Oggi invece possiamo dire:
“il cittadino, questo conosciuto” perché non è più anonimo ma finalmente un protagonista. Una persona consapevole della sua forza nella società, che scrive ai giornali, che è interlocutore in televisione,
che telefona per protestare o per fare valere le sue ragioni. In altre parole fa sentire la sua voce, fa pesare la sua presenza. (A questa evoluzione credo che abbiano contribuito, a costo di peccare di presunzione, anche “Diogene”, “Mi manda Lubrano” e in tempi più recenti il format televisivo “Noi
Cittadini” da cui questa nuova collana ha tratto il titolo e parte dei contenuti).
Si va diffondendo, dunque, una “cultura della cittadinanza” fino a ieri impensabile; basterebbe in proposito ricordare la scarsa fortuna che tra le materie di insegnamento ha avuto l’educazione civica.
Come utente e come consumatore poi, il cittadino di oggi dimostra una crescente indipendenza, si è trasformato - dice un sociologo - in un “professionista dell’acquisto, dimentico di antiche soggezioni e reverenze”. E’ diventato, aggiungo io, un eretico. Già; il fenomeno di mercato più vistoso nell’ultimo decennio è l’infedeltà alla marca. Ossia il cliente non si fa più condizionare dal nome del prodotto ma sperimenta, sceglie in piena autonomia.
Ebbene, eresia deriva dal greco hairesis, che vuole dire “scelta”. Ecco perché eretico. Ed ecco perché
vuol essere informato sempre meglio.
La “Guida ai diritti”, parte integrante del volume “Noi Cittadini” che il lettore ha tra le mani, è la
conseguenza logica di questa nuova “cultura” che vede dialogare correttamente l’italiano medio e il
produttore di un servizio pubblico o di un bene di consumo. Mi fa piacere presentarla e ne seguirò il
cammino come consulente della casa editrice.
Anche qui però, voi lettori siate “eretici”. Se avete delle critiche da fare, fatele. La Guida migliorerà
grazie alla vostra collaborazione. E diventerà sempre più uno strumento di utilità civile.
Consulente Editoriale ai Testi Giuridici
Per segnalare ad Antonio Lubrano e ai lettori argomenti, denunce e casi irrisolti:
Fax 06 233 283 70 - mail: [email protected]
3
Parrocchia San Giovanni Battista
4
EDIZIONE 2007
Direttore Editoriale:
MAURIZIO COSTANZO
Consulente Editoriale
ai testi giuridici:
ANTONIO LUBRANO
Le pubblicazioni informative della nostra collana
sono pubblicate in Internet all’indirizzo:
www.noicittadini.info
Guida ai Diritti: Copyright 2007
Casa Editrice: Iniziative Editoriali e Comunicazione srl
Sommario
Comune di Orbassano
Vie di accesso....................................................Pag. 6
La Storia ............................................................Pag. 7
Direttore Responsabile: Tiziano Motti
Testata: “Vivi la Città”
Autorizzazione del Tribunale di Reggio Emilia
n. 788 del 20/02/1991
Itinerari ..............................................................Pag. 8
Iscrizione al Registro Nazionale della Stampa in Roma
n. 5746 del 18/04/1997
La riproduzione di testi, immagini, cartine, della guida
ai diritti, dell’impostazione editoriale e grafica, è vietata.
Guida ai diritti depositata: SIAE n. 9402083
Opera depositata presso il Consiglio dei Ministri,
Ufficio della Proprietà Letteraria.
Testi giuridici: a cura dell’avvocato J. C. Cataliotti
Servizi fotografici: Barbara Rossetto
In copertina: Chiesa della Confraternita
dello Spirito Santo - Piazza Umberto I
Diffusione:
Gratuita ai nuclei famigliari residenti nel Comune
e alle attività economiche
Distribuzione: a cura dell’Ente Poste Italiane Spa
Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs 30.06.2003 n. 196 l’Editore dichiara che gli indirizzi utilizzati per l’invio in abbonamento postale provengono da pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili a
chiunque e che il trattamento di tali dati non necessita del consenso
dell’interessato. Ciò nonostante, in base all’art. 13 dell’informativa, il
titolare del trattamento ha diritto di opporsi all’utilizzo dei dati facendone espresso divieto tramite comunicazione scritta da inviarsi alla
sede di Iniziative Editoriali e Comunicazione Srl.
Gastronomia....................................................Pag. 10
Guida ai Servizi ...............................................Pag. 13
Guida ai Diritti.................................................Pag. 21
Diritti e Salute dei Cittadini ............................Pag. 31
Numeri Utili.....................................................Pag. 41
Questo Periodico è iscritto
all’Unione Stampa Periodica Italiana
NOI AFFARI
Elenco Categorico Attività Inserzioniste ........ Pag. 47
Tiratura: 9.900 copie
Dichiarazione di tiratura resa all’Autorità per le Garanzie nelle
Comunicazioni, ai sensi del comma 28, art. 1, legge 23/12/96 n. 650
5
In Aereo
Aeroporto “Città di Torino” a
VIE D’ACCESSO
Caselle Torinese. Servizio Bus
Terminal per Torino (Stazione
FS “Porta Nuova”). ProseguiIn Automobile
Orbassano è raggiungibile re per Orbassano con i mezzi
percorrendo la tangenziale del servizio urbano ATM o inSud di Torino e immettendosi, terurbano Satti.
all’altezza della barriera di
Beinasco, sull’Autostrada ToriIl Comune
no - Pinerolo con uscita ad
Orbassano.
Distanza da Torino: 15 Km
Arrivando dalla Francia (Frejus
Superficie: Kmq 22,05
o Montgenevre), dalla Val SuAltitudine: mt 273 slm
sa o da Rivoli, percorrere la
statale E70 (Rivoli-Susa-Bar- Prefisso telefonico: 011
donecchia) fino ad Avigliana, C.A.P.: 10043
inserirsi sulla statale 589 “dei Popolazione: 21.857 abitanti
laghi” che passa per Trana e (aggiornato al 31/12/2006)
Bruino quindi proseguire per Provincia: Torino
Orbassano.
Comuni limitrofi:
Beinasco, Candiolo, GrugliaIn Treno
sco, Nichelino, None, RivalStazione FS “Porta Nuova” di
ta di Torino, Rivoli, Torino,
Torino.
Proseguire per Orbassano Volvera.
con i mezzi del servizio urba- Centri abitati:
no ATM o interurbano Satti.
Gonzole, Tetti Valfrè
6
HOW TO REACH
ORBASSANO
To reach the town of Orbassano,
take the South Turin bypass and enter the Turin-Pinerolo toll road at
Beinasco. Exit directly at Orbassano.
When arriving from Frejus or Montgenevre in France, Val Susa, or Rivoli, take Route E70 to Avigliana and
switch to Route SS 589 (“The Lake
Highway”), which goes through
Trana and Bruino and on to Orbassano. The nearest train station to
Orbassano is the Porta Nuova Station in Turin. Buses run from the
Turin station to Orbassano. The
nearest airport is the Città di Torino
Airport at Caselle Torinese. Take the
shuttle bus from the airport to the
Porta Nuova train station, and proceed to Orbassano by bus.
Common neighbors:
Beinasco, Candiolo, Grugliasco, Nichelino, None, Rivalta di Torino, Rivoli,
Torino, Volvera.
Center live to you:
Gonzole, Tetti Valfrè
Giardino Primo Levi
assegnarono nuovamente il
pieno possesso ai signori di RiSTORIA
valta. Alla morte di Risbaldo,
nel 1341, la famiglia si divise in
due rami: i Signori del castello
Le origini di Orbassano risalsuperiore di Rivalta e del cagono alla conquista romana
stello inferiore di Orbassano.
della Gallia Cisalpina. Due testimonianze epigrafiche di
A partire dai primi anni del
epoca romana sono state rinvenute ad Orbassano nella se- 1500 il potere dei signori di Riconda metà del XIX sec.: si valta andò sempre più in declino, fino a quando le due dinatratta di due lapidi.
stie si estinsero alla metà del
Prima del Mille Orbassano face- XVIII sec., dopo che l’eredità
va parte dei possedimenti dei era passata ad Isabella, sposa
Marchesi di Susa. Nel 1029 Ol- del marchese Pallavicini.
derico Manfredi la cedette all’Abbazia di San Giusto di Susa. Il 4 ottobre 1693 ad Orbassano si svolse la “Battaglia della
Dopo il 1035 la metà del territo- Marsaglia”, che vide schierarsi
rio diventò un possedimento del da una parte le truppe del re
Vescovo di Torino, mentre nel XII di Francia Luigi XIV e dall’altra
sec. passò sotto il dominio dei quelle di Vittorio Amedeo II,
guidate dal generale Nicola
signori di Rivalta, gli Orsini.
Catinat.
Durante tutto il XII sec. si susseguirono i contrasti tra la fa- Nella seconda metà del XVII
miglia Orsini e i Vescovi di To- sec., infatti, le mire espansionirino per il possedimento di stiche del Re Sole avevano proquesti territori, fino alla pace vocato la reazione di alcuni stadel 1253. Nel 1327 Orbassano ti europei, che aderirono alla
fu infeudata ai Savoia, che ne cosiddetta “Lega di Augusta”:
7
tra gli stati minori aderenti alla
Lega vi era anche il Piemonte
di Vittorio Amedeo II.
La “battaglia della Marsaglia”
comportò gravi perdite umane
per l’esercito sabaudo, ma le
trattative separate condotte
da Vittorio Amedeo II con i
maggiori stati aderenti alla Lega rappresentarono un punto
di partenza importante per
l’indipendenza del Piemonte
dalla Francia. Già a partire dall’Ottocento, con l’apertura di
nuove vie di transito e una moderna rete ferroviaria, Orbassano iniziò la trasformazione
urbanistica ed economica che
sarebbe poi esplosa nel secondo dopoguerra, con l’insediamento, in tempi successivi, di
grandi stabilimenti industriali.
A partire dagli anni ‘70 del
Novecento, si rese necessario
un efficace piano regolatore
per organizzare le aree residenziali, quelle commerciali e
industriali, le zone destinate
ad area agricola e quelle riservate ai servizi.
ITINERARI
Chiesa Parrocchiale
di San Giovanni Battista
L’origine della Parrocchia di
Orbassano risale al 1549,
quando l’arcivescovo di Torino esaudì la richiesta avanzata quattro anni prima dal vicario Enrico Meaglia che, sulla base della continua crescita demografica della zona,
aveva segnalato l’opportunità di creare una parrocchiale.
Il primo edificio sacro fu distrutto e incendiato nel corso
delle guerre che, tra la fine
del Cinquecento e gli inizi
del Seicento, funestarono la
vita della città.
Nel 1743 fu costruita una
nuova parrocchiale, ampliando l’area che occupava la
precedente: questo nuovo
edificio fu restaurato diverse
volte fino a quando, nel
1895, ultimati i lavori di ricostruzione, la facciata subì un
crollo rovinoso.
La chiesa di San Giovanni
Battista venne così ricostruita
completamente a partire dal
1896, su progetto dell’ingegner Giuseppe Gallo. Il nuovo edificio, di forma basilicale, presenta tre navate unite
tra loro da arcate a tutto sesto e coperte da volte a crociera costolate.
La pianta si conclude con un
abside semicircolare. Gli affreschi della Via Crucis che
ornano l’interno, sono stati
realizzati nel 1892 da Giovanni Stura, specialista di pitture
ad encausto e soggetti sacri.
Chiesa della
Confraternita
dello Spirito Santo
Le confraternite sono associazioni di laici con scopi
umanitari ed assistenziali:
esse sorsero nel medioevo
come “Fraternitates”.
La separazione della famiglia Orsini in due rami distinti, avvenuta nel 1341,
stimolò il distacco di Orbassano da Rivalta, che raggiunse così la propria autonomia tra il XIV e il XVI secolo. Tra le realizzazione immediate della nuova comunità vi fu anche la fondazione della Confraternita dello
Spirito Santo. L’attuale chiesa fu iniziata nel 1793 e fu
edificata a più riprese. Si
tratta di un edificio di elegante architettura, opera
dell’architetto Giovanbattista Settis e custodisce all’interno opere di elevato pregio artistico.
L’opera più rappresentativa
è una pala d'altare datata al
1647 che rappresenta la Discesa dello Spirito Santo sugli Apostoli, la Maddalena e
Maria Maddalena.
Le Ville Storiche
Alla metà dell’Ottocento
Orbassano fu ambita meta
di villeggiatura da parte dei
nobili torinesi.
A testimonianza di questo
fatto rimangono diverse ville, tra cui Villa Palma Nota ,
abitata nell’Ottocento dal
commediografo Alberto Nota e dai Palma di Borgofranco. Un’altra residenza nobiliare di indubbio interesse è
8
A TOUR OF
ORBASSANO
The Parish Church of
San Giovanni Battista
The Orbassano church dates back to
1549, when the Archbishop of Turin
granted the wish of Vicar Enrico
Meaglia to build a parish church for
the growing population.
The first church building was burnt
down during the wars that beset the
town around the turn of the seventeenth century.
A new church was built in 1743. It
was renovated various times before
the façade collapsed in 1895. The
church of San Giovanni was completely rebuilt in 1896. It bears frescoes by Giovanni Stura, from 1892.
The Church of the Confraternity
of the Holy Spirit
Confraternities were lay associations
with humanitarian objectives that
developed in the Middle Ages.
The division of the Orsini family into
two separate branches in 1341 led
to a separation between Orbassano
and Rivalta, the latter of which became independent from the fourteenth to the sixteenth century.
The Confraternity of the Holy Spirit
was founded immediately by the
new community, and construction
on this church began in 1793.
The elegant building was designed
by Giovanbattista Settis.
Historic Villas
Around the mid-nineteenth century,
many noble families from Turin
came to Orbassano to build their
summer homes.
Many of these old mansions are still
standing today, including Villa Palma Nota, Villa Marone, and Villa Gay
di Quarti.
The latter is the most famous of
these old homes.
It was built in 1730-32 in the same
period as Palazzo di Stupinigi.
Villa Marone , residenza del
cav. Marone, fondatore dello stabilimento De Petris.
Ma la Villa più famosa è Villa Gay di Quarti, ubicata in
Via Rivoli, a pochi passi da
Piazza Umberto I. La sua costruzione sembra risalire agli
anni 1730-1732, ovvero al
periodo di costruzione del
Palazzo di Stupinigi. Sembra
infatti che le due palazzine
fossero state edificate con il
medesimo intento, quello di
creare un luogo di riposo
durante le partite di caccia
nei boschi di Stupinigi.
Le Cascine
Gonzole è la località che
vanta l’insediamento abitativo più antico e con
un’estensione terriera molto
ampia. Il più antico documento che offre testimonianza relativamente a questo possedimento è un atto
di donazione datato al febbraio 929 tramite il quale il
possedimento veniva lasciato ai monaci benedettini.
Nel 1572, quando una bolla
papale ricostituì l’Ordine dei
SS. Maurizio e Lazzaro, Gonzole entrò a far parte dei
suoi possedimenti.
Questo fatto alimentò un
periodo di lunghe controversie tra l’Ordine ed i monaci della Novalesa.
A partire dal XIX secolo il Re
Vittorio Emanuele I ne assegnò ufficialmente la pertinenza all’Ordine. Allora i
fabbricati comprendevano
anche un’aia di grandi dimensioni e un porticato dotato di essiccatoio per le foglie di tabacco. Gonzole
possiede tuttora una cappella, dedicata ai SS. Andrea, Antonio e Bartolomeo. Il fondatore della Cascina Gorgia, che si trova in
Strada Stupinigi, è un certo
Pietro Gorgia; i suoi eredi
c o n t i n u a ro n o a c o n d u r re
l’azienda fino al Settecento
quando successe loro come
proprietario Salmatoris Rossillon Del Villar Carlo, conte
dell’Impero napoleonico. La
cascina possiede anche una
cappella intitolata a San
Carlo, costruita nel 1733, distrutta durante la seconda
guerra mondiale e ricostruita nel 1955.
Della Cascina Generale si
hanno notizie a partire dal
1600. Infatti, sul finire di
quel secolo, ne era proprietario il conte Groppelli di
Borgone. Sappiamo che nella seconda metà del XVIII
secolo le condizioni della
cappella non erano decorose, se suscitarono il biasimo
di mons. Rorengo di Rorà
che, in visita pastorale nel
1770, ne lamentava lo stato
di degrado. Dal censimento
catastale della Mappa Napoleonica si può osservare
l’estensione della pianta
della proprietà, che si articolava in una casa di abitazione, una casa rurale, un
giardino e una pescheria.
In Strada Volvera al civico
101 si trova invece la Cascina Fortuna . Edificata nel
1700, fu all’inizio una proprietà dell’abate Giovanni
Brachetti. La Mappa Napoleonica classifica anche questa
p ro p r i e t à
come
“Ferme” . La cascina com9
prendeva allora una casa ad uso civile, un giardino
ed una cappella. Tale edificio sacro fu ricavato in un
secondo tempo, trasformando un vano della casa, e fu
benedetta dal parroco di
Orbassano il 14 agosto
1797.
Old Farmsteads
The oldest, largest farmstead in Orbassano is located at
Gonzole.
The oldest record that mentions this
property dates back to February
929, when it was left to Benedictine
monks. When a papal bull reinstated the Order of San Maurizio and
San Lazzaro in 1572, Gonzole became part of the Order’s estate.
Thus began a long period of controversy over ownership of this property between the Order and the
monks of Novalesa.
In the nineteenth century, King Victor Emanuel I officially assigned the
property to the Order of San Maurizio and San Lazzaro.
Cascina Gorgia in Strada Stupinigi
was founded by Pietro Gorgia,
whose descendants continued farming here until the eighteenth century, when they were succeeded by
Salmatoris Rossillon Del Villar Carlo,
a count in the Napoleonic Empire.
Nella Foto: Piazza dei Caduti
Brasato al Barolo
GASTRONOMIA
Risotto al Barolo
Ingredienti: 300 gr. di riso, 1/2
lt di Barolo, 1/2 lt di brodo di
carne, 3 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato, 1 cipolla piccola, burro e sale.
Preparazione:
Affettare la cipolla, farla rosolare con un po’ di burro e, una
volta appassita, unire il riso,
insaporirlo per alcuni minuti
mescolando accuratamente
con un cucchiaio di legno e
aggiungere quindi il vino poco per volta. Lasciarlo evaporare e tirare il riso a cottura
con l'aggiunta di piccole
quantità di brodo. Aggiustare
di sale e, a cottura ultimata,
unire una noce di burro e il
Parmigiano Reggiano grattugiato. Mescolare ancora per
amalgamare bene il tutto e
servire ben caldo.
Ingredienti: 800 gr. di manzo,
1 cipolla, 1 carota, 1 gambo di
sedano, 2-4 foglie di salvia, un
rametto di rosmarino, 2 foglie
di alloro, 2 chiodi di garofano,
un pezzo di bastoncino di cannella, 4 bacche di ginepro, sale, pepe, una bottiglia di Barolo, 50 gr. di burro, qualche cucchiaio di olio di oliva.
Preparazione:
Tagliare a fette la cipolla, il sedano e la carota e sistemarli
in un contenitore; aggiungere
anche tutti i sapori, disporvi la
carne e ricoprire il tutto con il
vino. Lasciare marinare per almeno due ore, dopodiché togliere la carne e asciugarla.
In una casseruola far sciogliere il burro, aggiungere l’olio,
rosolarvi la carne, salare, pepare e dopo alcuni minuti aggiungere la verdure e gli aromi sfumando con un po’ del
vino della marinata.
Fare cuocere a fuoco bassissi-
mo per un ora e mezza; controllare che la carne sia sempre bagnata e, nel caso asciughi troppo, aggiungere ancora un po' del vino della marinata. A cottura ultimata togliere la carne, tagliarla a fette, passare al setaccio il fondo
di cottura con tutte le verdure
e gli aromi, ricoprire le fette
di carne, spruzzare ancora un
po' del vino della marinata e
fare ancora cuocere per una
mezz'ora sempre a fuoco bassissimo. Servire con un po' di
polenta o purea di patate.
Bagnet verd
Ingredienti: Una manciata di
prezzemolo, 4 filetti d'acciuga, la mollica di un panino, un
cucchiaio di capperi, uno spicchio d'aglio, un tuorlo d'uovo
sodo, olio d'oliva, aceto.
Preparazione:
Sbucciare l’aglio, aggiungerlo al prezzemolo, unire le
acciughe e i capperi e trita-
Il Ricciolo Acconciature
PINA & NADIA
Presso Centro Commerciale Le Piramid
Lavaggio a secco e ad acqua
Pulitura pelli, tendaggi e tappeti
in pronta consegna
Via Giaveno, 52 - int. 9 RIVALTA (TO)
Tel. 011 9038839
• RICOSTRUZIONE
UNGHIE
• EXTENSION
STRADA TORINO, 89
PASTA DI RIVALTA
TEL. 011 9011200
Gilardi Paolo Strada Stupinigi, 80 - 10043 ORBASSANO (TO)
Tel. 011.9002384 - Cell. 339.5909665 - www.cascina-gorgia.it
10
Risotto al Barolo
Ingredients: 300 gr. rice, 1/2 lt. Barolo
wine, 1/2 lt. meat broth, 3 tbsp. grated
Parmigiano Reggiano cheese, 1 small
onion, butter, and salt.
Preparation: Slice the onion and brown it
in a little butter. Add the rice. Simmer for
several minutes, stirring with a wooden
spoon. Add the wine, a little at a time.
Cook until the wine evaporates. Adding a
little hot broth at a time, cook the rice until it is tender. Add salt to taste, a tbsp of
butter, and grated Parmigiano Reggiano
cheese. Mix well and serve piping hot.
Braised beef al Barolo
Ingredients: 800 gr. beef, 1 onion, 1 carrot, 1 stalk celery, 2-4 sage leaves, a sprig
of rosemary, 2 bay leaves, 2 cloves, a
piece of cinnamon stick, 4 juniper berries,
salt, pepper, 1 bottle Barolo wine, 50 gr.
butter, and several tbsp. olive oil.
Preparation: Slice the onion, celery, and
carrot, and place in a container. Add the
herbs and meat, and cover with wine.
Marinate for at least 2 hours. Remove
the meat and dry it. Melt the butter in a
saucepan, and add the olive oil. Brown
the meat, adding salt and pepper. Add
the vegetables and herbs, and a little
wine from the marinade. Cook over low
heat for one hour and a half, checking
every now and then to make sure the
meat stays moist. Add wine from the
marinade as necessary. Remove the
meat and slice. Blend the sauce and pan
drippings. Put the meat back into the
pan and cover with the sauce. Add a little more wine and simmer for half an
hour over very low heat. Serve with a little polenta or mashed potatoes.
Baci di dama
Ingredienti: 300 gr. di nocciole tostate e tritate, 300 gr. di
farina, 200 gr. di zucchero,
200 gr. di burro, una bustina
di lievito per dolci, un uovo.
Per la crema: un uovo, cacao
amaro, farina.
Preparazione:
Versare in una ciotola la farina, aggiungere le nocciole
tritate, impastare con il burro ammorbidito, aggiungere
lo zucchero, la bustina di lievito e l'uovo.
Amalgamare bene gli ingredienti e impastare per qualche secondo.
Formare delle mezze sfere e
disporle sulla placca del forno ricoperta da un foglio di
carta apposita; infornare e
c u o c e re p e r 1 0 m i n u t i a
1 5 0 ° . P re p a r a re l a c re m a
sbattendo l’uovo con un po’
di cacao amaro e di farina fino ad ottenere una buona
consistenza.
Utilizzare la crema per attacc a re l e d u e m e z z e s f e re
quando le toglierete dal forno. Conservare i baci di dama al fresco.
Savoiardi
Ingredienti: 400 gr. di farina,
350 gr. di zucchero, 16 uova,
100 gr. di zucchero a velo, 1
pizzico di sale.
Preparazione:
Separare i tuorli dagli albumi e sbattere i tuorli con lo
zucchero fino ad ottenere
una crema spumosa e bianc a . A q u e s t a a g g i u n g e re
lentamente la farina e incorporarla. Montare a neve 8
albumi aggiungendo un pizzico di sale e aggiungerli all’impasto amalgamando lentamente. Mettere l’impasto
nella siringa da pasticcere,
col beccuccio più grande, e
formare sulla placca infarinata delle strisce lunghe 8-9
centimetri.
Spolverizzarle abbondantemente con altro zucchero a
velo ed infornare a calore
moderato per 20-30 minuti.
eria
t
t
e
PICCO
R
EA
LE
Pan
TRADITIONAL RECIPES
re finemente il tutto. Inzuppare la mollica nell’aceto,
strizzarla leggermente e
unirla al trito precedentemente preparato. Amalgamare il tutto mescolando
energicamente e lavorando
bene il composto con l’aggiunta di abbondante olio
d'oliva in modo che la salsa
risulti abbastanza liquida.
Questa salsa tipicamente
piemontese viene servita come accompagnamento alle
carni bollite.
Via dei Mulini, 14 - ORBASSANO (TO) - Tel. 011.9002407
11
IL
ABBIGLIAMENTO 0 - 16 ANNI
Specialista Cerimonie
ABBIGLIAMENTO CASUAL • CORREDINO
Via Roma, 41/B - Orbassano - Tel. 011 9013502
www.noicittadini.info/ilgirotondo
12
ELENCO CAPITOLI
AFFIDAMENTO FAMILIARE .................................Pag. 14
CASA.......................................................................Pag. 16
AMBIENTE E INQUINAMENTO ...........................Pag. 14
DOCUMENTI E CERTIFICATI ................................Pag. 17
ANTITERRORISMO ................................................Pag. 14
I.C.I. IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI ...Pag. 18
ANZIANI .................................................................Pag. 14
MATRIMONIO ........................................................Pag. 19
AUTOCERTIFICAZIONE ........................................Pag. 15
MORTE....................................................................Pag. 19
AUTORIZZAZIONI .................................................Pag. 16
NASCITA .................................................................Pag. 19
www.noicittadini.info/servizi
13
AFFIDAMENTO
FAMILIARE
L’Amministrazione Comunale
considera l’affido un valore, perché è diritto di ogni bambino poter vivere in un ambiente familiare positivo, e ritiene importante
che le famiglie che ne abbiano i
requisiti necessari si rendano disponibili ad aiutare temporaneamente altre famiglie, così che sia
diffusa la cultura della reale solidarietà. Disciplinato dalla legge
149/2001, che ha modificato la
legge 184/83, l’affidamento familiare ha lo scopo di inserire il
bambino, i cui genitori non siano
in grado, per vari motivi, di occuparsi di lui, in una situazione che
gli consenta una positiva esperienza di vita familiare. Rappresenta uno strumento di aiuto, limitato nel tempo e a sostegno
sia del minore che della sua famiglia di origine.
Ai sensi dell'art. 2, l'affidamento
viene disposto a favore di una famiglia - preferibilmente con figli
minori - o di una persona singola
ovvero di una comunità di tipo
familiare che possa garantire al
minore il mantenimento, l'educazione e le relazioni affettive di
cui egli ha bisogno.
In base all’art. 4, l’affidamento
familiare è disposto dal Servizio
Sociale locale, previo consenso
manifestato dai genitori o dal
genitore esercente la potestà,
sentito il minore che abbia compiuto i 12 anni ed anche il minore di età inferiore, in considerazione della sua capacità di discernimento.
Ove manchi il consenso dei genitori, la legittimazione a disporre
l’affidamento è attribuita al Tribunale per i Minorenni.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
AMBIENTE E
INQUINAMENTO
Il Rumore
Una componente inquinante troppo spesso sottovalutata è rappresentata dal rumore, che produce
appunto “inquinamento acustico”. Questo fenomeno si accompagna alle attività umane, causando effetti indesiderati e provocando in taluni casi gravi scompensi
nell’organismo umano, non solo
nei confronti dell’apparato uditivo
ma anche del sistema nervoso. Tali effetti vanno dalle interferenze
sul rendimento nell’apprendimento e nel lavoro alle alterazioni del
ritmo del sonno, fino all’insorgere
di malattie di organi innervati dal
sistema neurovegetativo.
Oltre i 160 decibel si assiste alla
rottura del timpano. Il rispetto di
norme comportamentali dettate
dal buon senso prima ancora che
dalla vigente legislazione è indispensabile per contribuire alla diminuzione dell’inquinamento acustico. Ecco le principali: spegnere
l’automobile in caso di sosta prolungata; sottoporre a regolari controlli il tubo di scappamento dei
propri veicoli a motore; evitare
schiamazzi e rumori molesti all’uscita dei locali notturni; eseguire attività lavorative in orari compatibili con le norme sulla quiete
pubblica; adottare le misure di
prevenzione di legge nel caso la
propria attività produca elevati livelli di rumore.
ANTITERRORISMO
Comunicazione Cessione
Fabbricato
Chiunque cede in proprietà o in
godimento o a qualunque altro titolo l’uso di un fabbricato o parte
di esso, per un periodo superiore
ad un mese, ha l’obbligo di comunicazione all’Autorità di Pubblica
14
Sicurezza (Commissariato di P.S. o,
ove questo manchi, al Sindaco)
entro 48 ore dalla consegna, mediante apposito modulo.
Cosa occorre: estremi del documento di identità del cedente e
del cessionario.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
ANZIANI
L’Ufficio Servizi Sociali del Comune fornisce informazioni sui servizi
assistenziali per anziani e per portatori di handicap.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
Assistenza Programmata
Domiciliare
E’ un servizio gratuito che consiste
nell’assicurare al domicilio del paziente non deambulante la presenza effettiva periodica (settimanale,
quindicinale o mensile) del medico
in relazione alle eventuali esigenze
del paziente. E’ rivolta a pazienti
che presentino le seguenti caratteristiche: impossibilità permanente
a deambulare; impossibilità di essere trasportato in ambulatorio
con mezzi comuni; gravi patologie
che necessitino di controlli ravvicinati sia in relazione alla situazione
socio-ambientale che al quadro clinico. E’ compito del medico, dei
Servizi Sociali o delle famiglie segnalare alla Asl il caso che necessita di assistenza domiciliare.
Assistenza Domiciliare
Integrata
E’ un servizio gratuito offerto a
supporto delle famiglie per l’assistenza a persone non autosufficienti o affette da patologie gravi. Può rappresentare una valida
alternativa al ricovero ospedaliero oppure consentire una dimis-
sione protetta a seguito di un ricovero. L’ADI garantisce al domicilio del paziente prestazioni
quali, ad esempio: quelle di medicina generale, medicina specialistica, infermieristiche domiciliari
e di riabilitazione, di aiuto domestico da parte dei familiari o del
competente servizio della aziende, di assistenza sociale. Le ipotesi di attivazione dell’intervento
si riferiscono a: malattie terminali, malattie progressivamente invalidanti e che necessitano di interventi complessi, incidenti vascolari acuti, gravi fratture in anziani, forme psicotiche acute gravi, riabilitazione di vasculopatici,
riabilitazione in neurolesi, malattie acute temporaneamente invalidanti nell’anziano (forme respiratorie ed altri), dimissioni protette da strutture ospedaliere. La
richiesta di attivazione dell’ADI,
rivolta al responsabile delle attività sanitarie del distretto nel
quale ha la residenza il paziente,
può provenire dal medico di medicina generale, dal responsabile
del reparto ospedaliero all’atto
delle dimissioni, dai servizi sociali, dai familiari dei pazienti.
Casa Protetta
qualità di pensionato, qualità di
legale rappresentante, adempiLa Casa Protetta è una struttura a mento o meno degli obblighi micarattere residenziale volta ad as- litari, dichiarazione di vivere a casicurare trattamenti socio - assi- rico, assenza di condanne penali.
stenziali e sanitari di base tesi al
riequilibrio di condizioni deterio- Come si fa l’autocertificazione
rate. E’ un servizio destinato ad
anziani non assistibili nel proprio Per sostituire i certificati basta
ambito familiare, parzialmente au- una semplice dichiarazione sostitosufficienti o non autosufficienti. tutiva di certificazione firmata
dall’interessato, senza autentica
Per informazioni:
della firma e senza bollo.
Municipio di Orbassano
La documentazione può essere
P.za Umberto I, 5
inviata anche a mezzo fax, via eTel. 011 9036111
mail con la firma digitale o con la
carta di identità elettronica.
AUTOCERTIFICAZIONE
Le Pubbliche Amministrazioni devono altresì predisporre i moduli
Cos’è possibile attestare
con autocertificazione
necessari per l’autocertificazione.
Tutti i dati anagrafici (es. data e
luogo di nascita, residenza, cittadinanza, ecc.), tutti i dati sullo
stato civile (es. di stato celibe,
coniugato, ecc.), estratti degli atti di stato civile limitati a matrimoni, adozioni, figli a carico, titoli di studio acquisiti, esami universitari e di stato, situazione
reddito a fini fiscali, codice fiscale, partita IVA, stato di disoccupazione, qualità di casalinga,
Le responsabilità di chi
autocertifica
Ogni cittadino è responsabile di
quello che dichiara con l’autocertificazione.
Le amministrazioni effettuano
controlli su quanto dichiarato
per attestarne la verità.
In caso di dichiarazione falsa il
cittadino viene denunciato all’Autorità Giudiziaria; è prevista
CORTESIA DISPONIBILITA’ COMPETENZA
UND
Analisi della pelle e del
capello - autoanalisi del sangue
prenotazione visite
Affitto apparecchi sanitari
ERW
EAR
Via Alfieri, 3/B - ORBASSANO (TO) - Tel. 011.9017900
DECIDI OGGI DI ENTRARE NEL NOSTRO TEAM:
PER LE SOCIETÀ DEL NOSTRO GRUPPO SELEZIONIAMO IN
EMILIA ROMAGNA, VENETO E LOMBARDIA
AGENTI
Ampio parcheggio esterno
200 mq di libero servizio
prezzi competitivi
VENDITORI
TEL. 0522 2678 (30 linee r.a.)
www.unimediagroup.it
Piazzetta dei Filatoi , 4 - Orbassano
Tel. 011 9002250 - mail: [email protected]
Via Guicciardi, 7 - 42100 Reggio Emilia
15
conda dei dati che contiene, so- Commercio su Aree Pubbliche
stituisce i certificati di nascita,
residenza, cittadinanza e stato Per informazioni:
Municipio di Orbassano
civile.
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
AUTORIZZAZIONI
Commercio al Dettaglio
in Sede Fissa
condanna
penale e
decadenza dagli eventuali benefici ottenuti
con l’autocertificazione.
Quando non è ammessa
l’autocertificazione
L’autocertificazione non è ammessa per i certificati medici,
sanitari, veterinari, di origine, di
conformità all’UE, marchi, brevetti (art. 10, comma 1, D.P.R.
403/98). Nei rapporti con la
Pubblica Amministrazione vi sono pochi casi in cui devono essere esibiti i tradizionali certificati: pratiche per contrarre matrimonio, rapporti con l'autorità
giudiziaria, atti da trasmettere
all'estero.
L’autocertificazione
e i privati
Si può presentare l’autocertificazione anche ai privati (ad esempio banche e assicurazioni) se
questi decidono di accettarla. Per
i privati, a differenza delle P.A.,
accettare l’autocertificazione non
è un obbligo, ma una facoltà.
Documenti di identità
al posto dei certificati
L’esibizione di un documento
d’identità o di riconoscimento
(ad esempio carta d’identità,
passaporto, patente di guida, libretto di pensione ecc.), a seNella Foto: 1° Centenario Breccia di Porta Pia
L’attività commerciale si esercita
in riferimento a due settori merceologici: alimentare e non alimentare. Gli esercizi di vicinato
(di norma aventi una superficie
di vendita non superiore a 250
mq.) si attivano dopo 30 giorni
dalla presentazione dell’apposto
modello ministeriale, salvo interruzione.
Le medie strutture di vendita (di
norma da 250 a 2.500 mq.) e le
grandi strutture di vendita (di norma oltre 2.500 mq.) sono soggette ad autorizzazione comunale.
Le metrature sopra citate possono
subire variazioni in base ai singoli
regolamenti comunali.
L’esercente deve possedere i requisiti di moralità e, se tratta il
settore alimentare, anche quelli
professionali.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
Pubblici Esercizi
Per l’apertura di esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande è necessaria
l’autorizzazione del comune, previa verifica della disponibilità numerica delle nuove autorizzazioni
rilasciabili.
Il titolare deve essere in possesso dell’iscrizione al REC per l’attività di somministrazione al
pubblico.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
16
Occupazione Occasionale
di Area Pubblica
Cosa occorre: domanda in bollo
indirizzata al Sindaco, completa di
planimetria.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
CASA
Ascensori e Montacarichi
La messa in esercizio di ascensori e
montacarichi in servizio privato è
soggetta a comunicazione, da parte
del proprietario o legale rappresentante, al Comune entro 10 gg. dalla
data della dichiarazione “CE” di
conformità. Il contenuto della comunicazione è stabilito dal D.P.R.
162/99. Il proprietario è tenuto ad
effettuare regolari manutenzioni all’impianto ed a sottoporre lo stesso
a verifiche periodiche ogni due anni.
Ai fini della conservazione dell’impianto e del suo normale funzionamento, il proprietario o il suo legale
rappresentante sono tenuti ad affidare la manutenzione di tutto il sistema dell’ascensore (ogni 6 mesi) o
del montacarichi (almeno una volta
all’anno) a persona munita di abilitazione o a ditta specializzata.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
Barriere Architettoniche
La legge 13/’89 prevede la possibilità di richiedere contributi ad
un fondo speciale (istituito presso
il Ministero dei Lavori Pubblici)
per l'eliminazione e il superamento delle barriere architettoniche
negli edifici privati. Affinché sorga il diritto ai contributi, il portatore di handicap deve avere effettiva, stabile ed abituale dimora
nell’immobile in cui si interviene.
Qualora non risulti materialmente
o giuridicamente possibile la realizzazione delle opere di modifica
dell’immobile, i contributi possono essere concessi anche per l’acquisto di beni mobili che, per caratteristiche funzionali, risultino
strettamente idonei al raggiungimento dei medesimi fini che si sarebbero perseguiti con l’opera
non realizzabile.
Gli interessati debbono presentare domanda - entro l’1 marzo di
ciascun anno - al Sindaco del comune in cui è sito l’immobile con
indicazione delle opere da realizzare e della spesa prevista (alla
domanda è necessario allegare il
certificato medico attestante la
patologia di cui il soggetto è affetto). Le domande eventualmente non soddisfatte nell’anno di riferimento restano comunque valide per l’anno successivo.
Cosa occorre: domanda in carta da
bollo indirizzata al Sindaco; certificato medico in carta libera attestante l’handicap; dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà dalla quale
risulti l’ubicazione della propria abitazione, nonché le difficoltà d’accesso; preventivo spesa per la realizzazione dell’opera.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
DOCUMENTI E
CERTIFICATI
Vedi voce “Autocertificazione”
Carta d’Identità
Viene rilasciata al compimento del
quindicesimo anno di età ed ha validità quinquennale.
Cosa occorre: 3 fotografie uguali e
recenti; eventuale carta di identità
scaduta oppure, se smarrita o rubata, copia della denuncia presentata
all’autorità di PS.
Per l’elenco aggiornato dei paesi
per i quali è sufficiente la carta
d’identità, consultare i siti internet
della Polizia di Stato (www.poliziadistato.it) e di Viaggiare Sicuri, a
cura del Ministero degli Affari
Esteri e dell’ACI (www.viaggiaresicuri.mae.aci.it).
Validità per l’espatrio
Se il richiedente è minore di anni
18 occorre la firma di entrambi i
genitori che esercitano la patria
potestà sul minore.
Se il richiedente è maggiorenne,
al momento della richiesta della
carta di identità valida per l’estero,
deve dichiarare di non trovarsi in
nessuna condizione ostativa all’espatrio. Infatti, non può ottenere un documento valido per l’estero (sia la carta di identità che il
passaporto)
chi:
1) è coniugato e avendo figli minori
non ottiene l’assenso del coniuge
all’espatrio
2) non è coniugato ma ha figli minori
e non ottiene l’assenso dell’altro
genitore/convivente all’espatrio
3) è genitore di figli minori ed è seEdilizia
parato legalmente, divorziato, vedovo, celibe/nubile e non conviPermesso di costruire, manutenvente con l’altro genitore, purché
zioni ordinarie, comunicazioni di
non ottenga apposito nulla osta
opere interne, denunce di inizio
da parte del Giudice Tutelare
attività edilizie.
presso il Tribunale competente
Per informazioni:
4) chi debba espiare una pena reMunicipio di Orbassano
strittiva della libertà personale,
P.za Umberto I, 5
chi sia sottoposto ad una misura
Tel. 011 9036111
di sicurezza detentiva ovvero ad
17
una misura di prevenzione (casistiche da verificare con il proprio
legale).
Per i minori di 15 anni che si recano
nei seguenti paesi: Austria, Belgio,
Croazia, Danimarca (solo se il minore è accompagnato da un genitore),
Francia, Germania, Gran Bretagna,
Grecia, Irlanda, Liechtenstein, Lussemburgo, Malta, Monaco, Olanda,
Portogallo, Slovenia, Spagna, Svizzera, Tunisia e Turchia (entrambi solo
per chi vi si reca con viaggio organizzato), è rilasciato dalla Questura
apposito nulla osta. Per ottenerlo i
genitori devono presentare domanda alla Questura allegando certificato di nascita e due fotografie del minore, di cui una autenticata.
La documentazione occorrente (modulo di domanda, certificato di nascita, ecc.) è disponibile anche presso l’Ufficio Anagrafe del Comune.
I cittadini stranieri residenti possono richiedere la carta di identità
non valida per l’espatrio presentando regolare permesso di soggiorno e 3 foto.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
Certificati Anagrafici
I certificati anagrafici sono quelli che
attestano: cittadinanza, esistenza in
vita, matrimonio, morte, nascita, godimento dei diritti politici, residenza,
risultanza anagrafica di nascita, stato
di famiglia, stato libero, vedovanza,
ecc. Hanno validità di sei mesi dalla
data del rilascio, ma possono avere
valore anche successivamente, se
l’utente dichiara in calce al certificato che le informazioni in esso contenute non hanno subito modifiche.
Hanno validità illimitata i certificati
non soggetti a modificazioni (es.
certificato di nascita). Possono essere sostituiti da autocertificazione.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
Passaporto
grandi, presso il commissariato di
P.S. competente per circoscrizione. In assenza di questi uffici,
presso il locale comando dei Carabinieri o il comune.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
oppure presso la Questura compe- Casi particolari
tente. In alcune città è possìbile richiedere il passaporto anche pres- - Richiedente minorenne: occorre
anche l’assenso dei genitori o il
so gli uffici postali.
nulla osta del giudice tutelare.
www.poliziadistato.it oppure
- Richiedente coniugato o conviwww.poste.it
vente con figli minori di anni
Il passaporto è valido per tutti i 18: dichiarazione di convivenza
Paesi i cui governi sono ricono- (autocertificazione) ed assenso
sciuti da quello italiano e può es- del coniuge o del convivente.
sere ottenuto da tutti i cittadini - Richiedente separato o divordella Repubblica. Ha validità di ziato con figli minori di anni 18:
dieci anni (legge n.3 del 16 gen- nulla osta del giudice tutelare in
naio 2003, art. 24), ma in taluni ca- mancanza dell'assenso di ensi previsti dalla normativa può es- trambi i genitori; documento
sere attribuito un periodo di vali- non richiesto se il richiedente è
dità inferiore. La marca da bollo di l'unico esercente la potestà sul
minore (es. genitore vedovo).
concessioni governative deve esse- Iscrizione di figli minori fino a
re allegata nel caso di rilascio, ma
anni 10: assenso del coniuge/connon di rinnovo. Non occorre anche
vivente o nulla osta del giudice tunel caso ci si rechi solo nei Paesi fa- telare. Fino al compimento del
centi parte dell'Unione Europea. La 10° anno non si richiede la fotomarca cc.gg. vale 365 giorni il pri- grafia del minore. Se il minore
mo anno dalla data del rilascio/rin- viaggerà con persone diverse dai
novo del passaporto; per gli anni genitori occorre apposita “dichiasuccessivi la scadenza fa riferimen- razione di accompagno” (autocerto alla data (giorno e mese) del- tificazione).
l'emissione del passaporto.
- Iscrizioni di figli minori da 10
Cosa occorre:
a 16 anni: assenso del coniu- compilazione dell’apposito mo- ge/convivente o nulla osta del
dello (reperibile in Comune, giudice tutelare e 2 foto formapresso le autorità di Pubblica Si- to tessera identiche, di cui una
curezza e la Questura, oppure autenticata.
sul sito internet www.poliziadi- Nel caso di convivenza anche “distato.it)
chiarazione di convivenza” in auto- 2 fototessera uguali e recenti, di certificazione.
cui una autenticata
- 1 marca di cc.gg. per passaporto Passaporto Elettronico
- 1 ricevuta di versamento della cifra corrente sul C.C.P. intestato Dall’ottobre 2006 è possibile rialla Questura competente
chiedere il rilascio del passaporto
- un documento di riconoscimento elettronico, documento conforme
valido
alle severe norme di immigrazione
- il passaporto scaduto (solo per di alcuni paesi stranieri, gli Usa in
coloro che ne sono in possesso). particolare (*).
La domanda e la documentazione Nell’ultima pagina del libretto è inoccorrente sono da presentare serito un microchip che contiene tutpresso la Questura del luogo di ti i dati del titolare del passaporto e
residenza o, nei comuni medio- dell’autorità che lo ha rilasciato.
18
In futuro, se la legislazione si muoverà in questo senso, il microchip
potrà contenere dati biometrici e
impronte digitali. Sulla copertina,
in basso, un piccolo simbolo identifica il passaporto elettronico rispetto quello tradizionale. Il costo
del nuovo passaporto è più alto rispetto al passaporto non elettronico: 44,66 Euro per il libretto da
32 pagine, e circa un Euro in più
per quello a 48 pagine.
(*) L’ingresso negli Usa senza visto è
comunque permesso anche ai cittadini in possesso del passaporto con
foto digitale rilasciato prima del 26
ottobre 2006 e a quelli con passaporto a lettura ottica rilasciato o rinnovato prima del 26 ottobre 2005.
I.C.I. IMPOSTA
COMUNALE SUGLI IMMOBILI
Deve essere pagata da tutti coloro che possiedono fabbricati, aree
fabbricabili e terreni agricoli come
proprietari, oppure come titolari
di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione). Occorre
presentare la denuncia, alle scadenze di legge, su apposito modulo da ritirarsi presso il Comune,
per inizio, variazione o cessazione.
I versamenti, acconto e saldo, devono essere effettuati alle scadenze imposte dalla legge.
Generalmente l’ICI si paga in 2 rate, la prima nel mese di giugno e
la seconda nel periodo dall’1 al 20
dicembre.
E’ possibile pagare l’ICI per l’intero anno entro il termine di scadenza della prima rata. In base ai singoli regolamenti comunali, possono essere previste agevolazioni
per pensionati e particolari categorie che non abbiano superato il
limite di reddito previsto e che
siano in possesso del solo immobile destinato alla propria abitazione e relative pertinenze.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
MATRIMONIO
Per poter contrarre matrimonio,
sia religioso che civile, è necessario procedere prima alla richiesta
di pubblicazione, da presentarsi
presso l’Ufficio di Stato Civile del
comune di residenza di uno dei
due nubendi (preferibilmente nel
Comune dove avverrà il matrimonio). I nubendi devono presentarsi
presso l’Ufficio di Stato Civile almeno due mesi prima della data
fissata per il matrimonio, per la
sottoscrizione del verbale di pubblicazione. L’Ufficio di Stato Civile
richiederà i documenti occorrenti,
ad eccezione della richiesta di
pubblicazione rilasciata da parte
del Parroco o del Ministro di culto, qualora il matrimonio si contraesse con rito concordatario (religioso) o di culti acattolici. L’atto di
pubblicazione rimane affisso per
otto giorni consecutivi e il certificato di eseguita pubblicazione
viene rilasciato dopo tre giorni dal
termine suddetto.
Rito Civile
La celebrazione del matrimonio civile avviene nella sede del comune una volta effettuate le pubblicazioni e trascorsi tre giorni dal rilascio del certificato delle stesse.
Nel giorno indicato dalle parti,
l'ufficiale dello stato civile, alla
presenza di due testimoni, dà lettura agli sposi degli articoli del
Codice Civile sui doveri reciproci
dei coniugi e nei confronti dei figli, e riceve da ciascuna delle parti
personalmente, l'una dopo l'altra,
la dichiarazione che esse si vogliono prendere rispettivamente in
marito e in moglie, dichiarandole
così unite in matrimonio. Per casi
particolari (ad esempio il matrimonio di persona minorenne o di
persona non in possesso di cittadinanza italiana), richiedere informazioni direttamente all’Ufficio di
Stato Civile.
Cosa occorre: certif. dell’eseguita
pubblicazione; 2 testimoni (maggio-
renni) muniti di documento in corso
di validità.
Per informazioni:
Municipio di Orbassano
P.za Umberto I, 5
Tel. 011 9036111
- l’intervento dell’Ufficiale sanitario.
Contestualmente al rilascio del
permesso di seppellimento si concorda anche giorno ed orario per
il funerale e la conseguente tumulazione o inumazione.
Per informazioni:
Rito Concordatario
Municipio di Orbassano
La celebrazione del matrimonio P.za Umberto I, 5
concordatario si svolge secondo il Tel. 011 9036111
rito cattolico. Al termine della ceNASCITA
rimonia il parroco spiega ai nubendi gli effetti civili del matrimo- La dichiarazione di nascita deve esnio, dando lettura degli articoli sere resa entro dieci giorni dal pardel Codice Civile riguardanti i di- to. Può essere ricevuta:
ritti e i doveri dei coniugi, e redi- - entro 3 giorni dall’evento direttage, in doppio originale, l'atto di mente presso la direzione sanitaria
matrimonio. La richiesta di trascri- dell’Ospedale o della casa di cura
zione è fatta, per iscritto, dal par- ove è avvenuto il parto
roco entro 5 giorni dalla celebra- - entro 10 giorni dall’evento dinanzi
zione. Ricevuto l'atto di matrimo- all’Ufficiale di Stato Civile presso il
nio, l'ufficiale di stato civile ne cuComune nel cui territorio è avvenura, entro 24 ore, la trascrizione nei
to il parto, oppure dinanzi all’Uffiregistri dello stato civile: per effetto di tale trascrizione il matrimo- ciale di Stato Civile del Comune di
nio religioso acquista efficacia per residenza dei genitori.
lo Stato. Per informazioni rivolger- Questa ultima facoltà è però esercisi al parroco del luogo ove si in- tabile alle seguenti condizioni:
- la dichiarazione di nascita deve estende celebrare il matrimonio.
sere fatta esclusivamente dai genitori o da uno di essi (con esclusioRito Acattolico
ne quindi di qualsiasi altro soggetIl matrimonio celebrato davanti al to anche se provvisto di procura
ministro di un culto acattolico, a dif- speciale)
ferenza del matrimonio concordata- - se i genitori risiedono in località dirio, è interamente disciplinato dalle verse, la dichiarazione va obbliganorme del Codice Civile. Solitamen- toriamente fatta, salvo diverso acte viene considerato una forma spe- cordo, nel Comune di residenza
ciale di matrimonio civile e non un della madre.
terzo tipo di matrimonio.
Il dichiarante deve presentare:
- un documento di identità
MORTE
- l’attestazione di nascita rilasciata
In caso di decesso si consiglia ai dal medico od ostetrica che ha asfamigliari di rivolgersi ad una Im- sistito al parto (nel caso ne fosse
presa di Onoranze Funebri, che sprovvisto verificare la modalità di
normalmente effettua tutti gli reperimento presso l’Ufficio di Staadempimenti connessi a questo to Civile).
evento. Infatti, oltre alla denuncia N.B. Se i genitori che intendono ridi morte che deve essere presen- conoscere il bambino non sono uniti
tata all’Ufficio di Stato Civile del tra di loro in matrimonio è necessaluogo ove è avvenuto il decesso, ria la presenza di entrambi.
per poter rilasciare il permesso di Per informazioni:
Municipio di Orbassano
seppellimento è necessaria:
- la compilazione del modello Istat P.za Umberto I, 5
da parte del medico curante
Tel. 011 9036111
19
Terra di Russia
Fontana del Crocevia e del Platano
20
ELENCO CAPITOLI
ANIMALI .................................................................Pag. 22
LEGGE.....................................................................Pag. 28
AUTOMOBILE ........................................................Pag. 24
VIAGGIARE.............................................................Pag. 30
CASA.......................................................................Pag. 26
Consulente: ANTONIO LUBRANO
www.noicittadini.info
21
La pena prevista (ammenda) è
aumentata se il fatto è commesso
con mezzi particolarmente dolorosi o nell’esercizio di scommesse
clandestine.
Riferimenti legislativi: Legge 20
luglio 2004, n. 189; Art. 727 C.P.;
Art. 544 bis C.P.; Art. 544 ter C.P.;
Art. 544 quater C.P.; Art. 544 quinquies C.P.
Legge 20 Luglio 2004, n. 189
Riportiamo qui di seguito alcuni articoli della Legge 20 luglio 2004, n.
189, “Disposizioni concernenti il
divieto di maltrattamento degli animali, nonché di impiego degli stessi
in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate”.
ANIMALI
MALTRATTAMENTO
DI ANIMALI
Commette reato chiunque:
- incrudelisce verso animali senza
necessità
- li sottopone a strazio o sevizie o a
comportamenti e fatiche insopportabili per le loro caratteristiche
- li adopera in giuochi, spettacoli o
lavori insostenibili per loro natura,
valutata secondo le loro caratteristiche anche etologiche
- li detiene in condizioni incompatibili con la loro natura
- abbandona animali domestici o
che abbiano acquisito abitudini
della cattività
- organizza o partecipa a spettacoli
o manifestazioni che comportino
strazi o sevizie per gli animali.
Art. 544-bis.
Uccisione di animali
Chiunque, per crudeltà o senza
necessità, cagiona la morte di un
animale è punito con la reclusione
da tre mesi a diciotto mesi.
Art. 544-ter.
Maltrattamento di animali
Chiunque, per crudeltà o senza
necessità, cagiona una lesione ad un
animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o
a lavori insopportabili per le sue
caratteristiche etologiche è punito
con la reclusione da tre mesi a un
anno o con la multa da 3.000 a
15.000 euro.
La stessa pena si applica a chiunque
somministra agli animali sostanze
stupefacenti o vietate ovvero li sot-
Vendita articoli per animali
Toelettatura Cani e Gatti
Consulenza per
addestramento
Via Molini, 7 - Orbassano (TO) - Tel. 011 9032383
22
topone a trattamenti che procurano
un danno alla salute degli stessi. La
pena è aumentata della metà se dai
fatti di cui al primo comma deriva la
morte dell'animale.
Art. 544-quater.
Spettacoli o manifestazioni vietati
Salvo che il fatto costituisca più
grave reato, chiunque organizza o
promuove spettacoli o manifestazioni che comportino sevizie o strazio per gli animali è punito con la
reclusione da quattro mesi a due
anni e con la multa da 3.000 a
15.000 euro. La pena è aumentata
da un terzo alla metà se i fatti di cui
al primo comma sono commessi in
relazione all'esercizio di scommesse
clandestine o al fine di trarne profitto per sè od altri ovvero se ne deriva la morte dell'animale.
Art. 544-quinquies. - Divieto di combattimenti tra animali
Chiunque promuove, organizza o
dirige combattimenti o competizioni non autorizzate tra animali che
possono metterne in pericolo l'integrità fisica è punito con la reclusione
da uno a tre anni e con la multa da
50.000 a 160.000 euro.
La pena è aumentata da un terzo
alla metà:
1) se le predette attività sono compiute in concorso con minorenni
o da persone armate;
2) se le predette attività sono promosse utilizzando videoriproduzioni o materiale di qualsiasi
tipo contenente scene o immagini dei combattimenti o delle
competizioni;
Per i trasferimenti all’estero di
cani e di gatti quale documentazione è necessaria?
Le razze pericolose
I cani per i quali è in vigore il regolamento approvato il 14 gennaio scorso
LA LISTA
American bulldog
Pastore di Charplanina
Pastore dell'Anatolia
Pastore dell'Asia centrale
Pastore del Caucaso
Cane da Serra da Estreilla
Dogo argentino
Fila brazileiro
Perro da canapo majoero
Perro da presa canario
Perro da presa Mallorquin
Pit bull
Pit bull mastiff
Pit bull terrier
Rafeiro do Alentejo
Rottweiler
Tosa inu
LE REGOLE
È VIETATO
È OBBLIGATORIO
L'addestramento teso
a esaltare l'aggressività
dell'animale
Applicare guinzaglio
e museruola nei locali
pubblici
Sottoporre i cani
al doping
Stipulare una polizza
di assicurazione
di responsabilità civile
per danni causati a terzi
L'incrocio tra razze
o le operazioni di selezione
che potrebbero aumentare
la ferocia
Per tutte le razze
Il taglio di orecchie,
coda e corde vocali
Per i proprietari non in grado
di garantire la sicurezza,
avvertire le autorità veterinarie
che possono anche decidere
la soppressione
dell'animale
L'utilizzo di collari
elettrici
ANSA-CENTIMETRI
3) se il colpevole cura la ripresa o la
registrazione in qualsiasi forma
dei combattimenti o delle competizioni.
Chiunque, fuori dei casi di concorso nel reato, allevando o addestrando animali li destina sotto
qualsiasi forma e anche per il tramite di terzi alla loro partecipazione ai combattimenti di cui al
primo comma è punito con la
reclusione da tre mesi a due anni
e con la multa da 5.000 a 30.000
euro. La stessa pena si applica
anche ai proprietari o ai detentori
degli animali impiegati nei combattimenti e nelle competizioni di
cui al primo comma, se consenzienti. Chiunque, anche se non
presente sul luogo del reato, fuori
dei casi di concorso nel medesimo, organizza o effettua scommesse sui combattimenti e sulle
competizioni di cui al primo
comma è punito con la reclusione
da tre mesi a due anni e con la
multa da 5.000 a 30.000 euro.
Art. 544-sexies. - Confisca e pene
accessorie
Nel caso di condanna, o di applica-
zione della pena su richiesta delle
parti a norma dell'articolo 444 del
codice di procedura penale, per i
delitti previsti dagli articoli 544-ter,
544-quater e 544-quinquies, è sempre ordinata la confisca dell'animale, salvo che appartenga a persona
estranea al reato.
E' altresì disposta la sospensione da
tre mesi a tre anni dell'attività di trasporto, di commercio o di allevamento degli animali se la sentenza
di condanna o di applicazione della
pena su richiesta è pronunciata nei
confronti di chi svolge le predette
attività. In caso di recidiva è disposta
l'interdizione dall'esercizio delle attività medesime.
Art. 727 - Abbandono di animali
(sostituisce l’articolo 727 del codice
penale)
Chiunque abbandona animali
domestici o che abbiano acquisito
abitudini della cattività è punito con
l'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro.
Alla stessa pena soggiace chiunque
detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze.
23
Se ci si reca all’estero col proprio
animale, prima di partire sarebbe
buona norma raccogliere tutte le
informazioni possibili circa le
norme sanitarie richieste (es. vaccinazioni) dal Paese che s’intende
visitare; infatti gli obblighi sanitari
per il cane o per il gatto variano
da Stato a Stato. E’ necessario,
dunque, informarsi direttamente
al Servizio sanitario o al
Consolato. Rilevante novità
riguarda i trasferimenti degli animali da compagnia all’interno
degli Stati dell’Unione Europea.
Infatti, dal 1° ottobre 2004 è operativo il regolamento CE n. 998
del 2003 che ha introdotto l’obbligo, a carico dei proprietari di
cani, gatti e furetti, di avere il passaporto europeo per spostarsi al
di fuori dei confini nazionali, ma
all’interno dell’Unione Europea.
Il documento è rilasciato dai veterinari delle Aziende sanitarie locali e deve essere rinnovato ogni 5
anni. Il provvedimento riguarda
quattordici milioni di cani e di
gatti e qualche migliaio di furetti
e di fatto sancisce l’obbligo di un
documento identificativo per
questi animali da compagnia. Nel
documento devono essere indicati: razza, nome, sesso, data di
nascita, peso, altezza al garrese,
colore del manto; facoltativa è la
foto. Il passaporto deve contenere inoltre la certificazione di tutte
le vaccinazioni effettuate (es. antirabbica; nel caso di Gran
Bretagna, Irlanda e Svezia, sarà
necessario anche un test immunologico di verifica degli anticorpi). Sulla prima pagina del documento deve essere indicato
obbligatoriamente il numero (a
nove cifre) di identificazione dell’animale. Tale numero corrisponde a quello del tatuaggio o del
microchip inserito nel corpo dell’animale, obbligatorio già dal 1°
gennaio 2005 per gli animali di
recente acquisto.
AUTOMOBILE
ACQUISTO DI UN
VEICOLO NUOVO
Al momento dell’acquisto di un’auto nuova si sottoscrive un contratto
d’acquisto che deve riportare l’indicazione del prezzo, della marca, del
modello e di tutti gli accessori previsti; importante è che sia riportata la
data pattuita per la consegna, poiché nel caso la consegna venga
effettuata con notevole ritardo, è
possibile recedere dal contratto e
richiedere la restituzione della
caparra. L’automobile nuova gode
di una garanzia di buon funzionamento assicurata dalla casa produttrice a favore dell’acquirente, ora
estesa per recente normativa europea (marzo 2002) al periodo minimo
di due anni. Per l’acquisto di un veicolo usato la garanzia è un fatto che
riguarda l’acquirente e il venditore,
il quale potrà impegnarsi in tal
senso a seconda della sua serietà e
del tipo di veicoli trattati. Occorre
sempre tutelarsi con un attento
esame delle clausole e della copertura effettiva della garanzia.
Nell’acquisto di auto usate, occorre
fare particolare attenzione alla scadenza stabilita per la revisione; il
nuovo codice della strada dispone
che la revisione debba essere fatta
entro 4 anni dalla prima immatricolazione e successivamente ogni due
anni, comunque nell’osservanza
delle specifiche regole in materia
previste dalle direttive comunitarie.
ACQUISTO O VENDITA
DELL’AUTO USATA
Quando l’acquisto o la vendita
riguarda un’automobile usata, è
necessario eseguire, entro sessanta giorni dal contratto, la trascrizione del trasferimento di proprietà presso il P.R.A., nonché
richiedere entro lo stesso termine
presso la Motorizzazione Civile il
rinnovo o l’aggiornamento della
carta di circolazione. Tali incombenze possono comodamente
essere svolte da agenzie di pratiche auto. Il tempestivo compimento di tali operazioni non solo
previene l’irrogazione di pesanti
sanzioni amministrative, ma tutela compratore e venditore evitando responsabilità di ogni tipo
AUTOCARROZZERIA
Strada Stupinigi, 105
10043 Orbassano (TO)
DEMOLIZIONE
La legge non consente di provvedere in proprio alla cancellazione dai
registri del PRA del veicolo da
demolire. E’ necessario consegnare
il mezzo ad un centro autorizzato,
oppure al concessionario nel caso il
mezzo sia ceduto per poterne
acquistare un altro.
Al centro autorizzato, oltre al veicolo, devono essere consegnati: targhe, carta di circolazione, certificato
di proprietà (o foglio complementare). Nel caso non si disponga di
alcuni di questi elementi è necessario presentare la relativa denuncia di
furto sporta presso gli organi di PS.
Al momento della consegna del veicolo, il centro di raccolta autorizzato
consegnerà al proprietario il certificato di rottamazione, contenente
tutti i suoi dati e quelli della vettura.
Questo documento è molto importante: solleva il proprietario da qualunque responsabilità (civile, penale,
amministrativa) e deve essere accuratamente conservato (in primo
luogo per natura fiscale).
La richiesta di cancellazione del veicolo dai registri del PRA sarà inoltrata dal centro di raccolta. E’ previsto
il pagamento di una somma per la
cancellazione dai registri e di un’imposta di bollo.
A.M.D.
STUPINIGI
Convenzionato con assicurazioni
Recupero danni
Banco dime
Verniciatura a forno accurata
conseguenti alla circolazione di
un autoveicolo intestato ad altro
proprietario.
Riferimenti legislativi: Art. 94,
Nuovo Codice della Strada
Motors
AUTORIZZATA
ALFA ROMEO
Orbassano - Via De Gasperi, 12/A
Tel. 011 9032679
Tel. 011 9011539
Fax 011 9000364
24
Imparare a guidare senza inquinare
Arriva anche in Italia il progetto Eco-drive per i corsi di guida ecologica, già applicato in nove Paesi europei
LE REGOLE D'ORO
1
controllare periodicamente la pressione
dei pneumatici
2
rimuovere porta sci e portapacchi subito
dopo l'uso
3
avviare il motore senza accelerare
4
accelerare dal basso regime premendo
al massimo per tre quarti l'acceleratore
5
passare il più presto alla marcia
superiore (a 2000-2500 giri) e scalare
il più tardi possibile
6
viaggiare sempre con la marcia maggiore
7
evitare inutili frenate e accelerate
8
non lasciare mai il motore acceso
inutilmente
I DESTINATARI DEI CORSI
neo-patentati
dipendenti di imprese
mobility manager
operatori del trasporto pubblico
operatori del trasporto merci
LE ESPERIENZE ESTERE
1
In Olanda si calcola entro il 2010
un risparmio di 1 milione di tonnellate
di CO2 annuo
2
In Gran Bretagna si ipotizza per il 2010
un taglio di emissioni nocive tra
le 113.000 e le 378.000 tonnellate
ANSA-CENTIMETRI
I Professionisti
dell’Auto
VENDITA RICAMBI NUOVI E USATI
ACQUISTIAMO AUTO SINISTRATE
AUTORIZZATA DAL P.R.A.
ALLA CONSEGNA TARGHE
MONTAGGIO PARABREZZA
Servizi completi…
non solo di carrozzeria.
Due piani di efficienza
ed organizzazione.
AUTODEMOLIZIONE GIGLIO
Via Circonvallazione Esterna, 20 - 10043 ORBASSANO (TO)
Tel. 011.9040672 - Fax 011.9000596
e-mail: [email protected]
25
Possiamo riepilogare come
segue:
OBBLIGHI PRINCIPALI
DEL LOCATORE
(Art. 1575 C.C.)
Il locatore deve:
- consegnare l’immobile all’inquilino
in un buon stato di manutenzione;
- continuare a mantenere l’immobile in uno stato che ne garantisca l’uso convenuto;
- lasciare il pieno godimento dell’immobile al locatario.
CASA
LOCAZIONE (ARTT. 15711606 CODICE CIVILE)
Il locatore attraverso un contratto
di locazione si impegna a far godere al conduttore un bene mobile o
immobile, per un periodo prestabilito a fronte del corrispettivo pagamento pattuito. Gli obblighi del
locatore sono legati principalmente allo stato dell’immobile relativo
ad un buon stato di conservazione,
atto a rispettare l’uso convenuto; il
conduttore deve osservare una
certa cura nel servirsi dell’immobile
e pagare il corrispettivo economico
entro i termini previsti dal contratto. Il proprietario è tenuto ad eseguire tutte le riparazioni straordinarie, mentre le piccole operazioni di
manutenzione (cioè quelle dipendenti da deterioramenti causati
dall’uso) restano a carico del conduttore. Il conduttore deve, inoltre,
restituire l’immobile nel medesimo
stato in cui l’ha ricevuto, rispettando le conformità descritte nel contratto di locazione. Il conduttore,
salvo patto contrario, non può
sublocare il bene ad altri e non può
cedere il contratto senza l’avallo
del proprietario.
OBBLIGHI PRINCIPALI
DELL’INQUILINO O LOCATARIO
(Art. 1587 C.C.)
L’inquilino deve:
- prendere in consegna l’immobile e osservare la diligenza del
buon padre di famiglia nel servirsene per l’uso determinato
nel contratto;
- pagare il canone di locazione
quale corrispettivo fissato dal
contratto stipulato;
- restituire l’immobile locato nello
stato in cui era stato ricevuto in
conformità della descrizione
fatta dalle parti.
Durata
La legge prevede che per gli
immobili ad uso abitativo, la durata dei contratti di locazione non
può essere inferiore ai quattro
anni, a meno che non si tratti di
locazioni particolari (studenti, turismo, lavoro temporaneo), per le
quali può essere prevista una
durata inferiore. Il contratto ordinario si rinnova tacitamente ogni
quattro anni salvo diversa comunicazione da ambo le parti. Tale
comunicazione deve essere effettuata tramite raccomandata A/R,
almeno sei mesi prima della scadenza del contratto. Di comune
accordo il locatore ed il conduttore possono concordare che il contratto possa recedere in qualsiasi
26
momento, dandone sempre avviso almeno sei mesi prima tramite
raccomandata A/R.
Riferimento normativo: Legge
431/98 e legge 392/1978
Deposito Cauzionale
Alla stipulazione del contratto il
conduttore è tenuto a corrispondere un deposito cauzionale il cui
importo non può essere superiore
a tre mensilità del canone; naturalmente tale deposito matura
interessi legali che devono essere
liquidati al conduttore ogni anno.
ADEGUAMENTO IMPIANTI
PRIVATI E CONDOMINIALI
Impianti Elettrici e
Termoidraulici
La legge 46/90 ha reso obbligatorio
l’adeguamento degli impianti in funzione nelle abitazioni installati prima
del marzo 1990 ai parametri di sicurezza approvati dalla Comunità
europea e contemplati dalle norme
Uni-Cig. Le opere di adeguamento
interessano gli impianti elettrici e di
protezione da scariche elettriche, gli
ascensori e montacarichi, gli impianti idraulici e di riscaldamento, di protezione antincendio. Gli interventi di
adeguamento devono essere effettuati da tecnici abilitati, che hanno
l’obbligo di rilasciare apposita certificazione riguardo:
a) esistenza di ventilazione nei locali;
b) corretto funzionamento delle
tubazioni del gas e dei sistemi di
monitoraggio per eventuali
fughe;
c) efficienza del sistema di scarico
dei fumi di combustione.
Qualunque intervento che interessi gli impianti idraulico o elettrico dovrà comportare, al termine dei lavori, il rilascio di una
certificazione conforme alla
legge citata.
Le regole del risparmio
I consigli del ministero dell'Ambiente per non consumare inutilmente energia
Scaldabagno
Accenderlo solo quando serve acqua calda abbatte fino
al 50% i relativi consumi
Lampadine fluorescenti
Consentono un risparmio annuo di 63 euro
per una casa di 100 mq
Isolamento
Installare doppi vetri
termoisolanti consente
un notevole
risparmio
Caldaia
Se in perfetta
efficienza consuma
il 5% in meno
Luci
Spegnerle quando non
necessarie può ridurre
i consumi fina la 30%
Frigorifero
200 euro di incentivo
statale per l'acquisto
di un modello
ad alta efficienza
Riscaldamento
TV, Hi-Fi
e videoregistratori
Meglio spegnerli:
in stand-by consumano
il 20% di quando sono
in funzione
Non regolarlo mai oltre
i 20˚C. Per ogni grado
in più i consumi
crescono del 7%
ANSA-CENTIMETRI
ceramiche - sanitari - arredi
Chasanova s.a.s. di Zuccato Cristiana & C.
10043 Orbassano (To) - Via Castellazzo, 5/A
Tel. e Fax +39 011.9005583
Via Nazario Sauro, 2 - 10043 Orbassano (To)
Tel. 011.9012650 - Fax 011.9020359
27
LEGGE
PERQUISIZIONE
PERSONALE
Ai sensi dell’art. 247 C.P.P.
quando vi è fondato motivo di
ritenere che taluno occulti sulla
persona il corpo del reato o
cose pertinenti al reato, è
disposta con decreto perquisizione personale.
Titolari della potestà di perquisizione sono:
1) la Autorità Giudiziaria (PM o
giudice) che emette decreto
di perquisizione, delegandone di solito, l’esecuzione alla
Polizia giudiziaria;
2) gli ufficiali di Polizia
Giudiziaria, quando ricorrano
motivi di particolare necessità ed urgenza che non consentano di richiedere l’autorizzazione telefonica del
magistrato competente; possono altresì procedere a perquisizioni dandone notizia,
senza ritardo e comunque
entro quarantotto ore, al procuratore della Repubblica, il
quale, se ne ricorrono i presupposti, le convalida entro
le successive quarantotto ore
e ancora in flagranza, anche
presunta, di reato.
In ogni caso la perquisizione è
eseguita nel rispetto della
dignità e, nei limiti del possibile, del pudore di chi vi è sottoposto in ossequio all’art. 13
della Costituzione.
Per le considerazioni sin qui
svolte deve evidenziarsi che, se
si è sospettati di avere operato
un furto ai danni di un negozio,
si può essere perquisiti esclusivamente da membri della Polizia
Giudiziaria e secondo le formalità prescritte, non avendo, i sorveglianti del negozio stesso,
alcuna facoltà di ispezionare o
perquisire cose o persone.
Riferimenti legislativi: Artt. 13
Costituzione; Artt. 247, 249
Codice di Procedura Penale; L.
n. 205/1993, art. 5
GIUDICE DI PACE
In caso di controversia civile,
rivolgersi al giudice di pace,
vero e proprio giudice onorario,
può costituire la soluzione più
semplice, rapida ed economica
per arrivare ad una conclusione
della questione.
Le controversie possono riguardare beni mobili, se il loro valore non è superiore ad Euro
2.582,28 e la legge non preveda competenze di altro giudice
(art. 7 C.P.C.), risarcimenti di
danni provocati da veicoli e
natanti purchè il valore della
controversia non superi Euro
15.493,71.
E’ altresì competente, qualunque ne sia il valore, per le cause
relative:
1) ad apposizioni di termini ed
osservanza delle distanze stabilite dalla legge, dai regolamenti o dagli usi riguardo al
piantamento degli alberi e
28
delle siepi;
2) per le cause relative alla ed
alle modalità d’uso dei servizi
di condominio di case;
3) per le cause relative a rapporti tra proprietari e detentori di immobili adibiti a civile abitazione in materia di
immissioni di fumo o di calore, esalazioni, rumori, scuotimenti e simili propagazioni
che superino la normale tollerabilità.
Il Giudice di Pace rappresenta il
tramite tra il cittadino e la
Pubblica Autorità, per questo
motivo e anche per la natura
prettamente conciliativa, è data
possibilità alla singola persona
di rivolgersi ad esso anche
senza formale domanda scritta.
Infatti la domanda si può proporre verbalmente, di essa il
Giudice di Pace fa redigere processo verbale che, a cura dell’attore, è notificato con citazione a comparire a udienza fissa
(art. 316 C.P.C.).
Interessante in questa sede è
evidenziare come, ex art. 22 L.
n. 689/81, qualsiasi persona ed
a prescindere dall’importo può
presentare e stare in giudizio
personalmente
innanzi
al
Giudice di Pace nei ricorsi in
opposizione alle contravvenzioni concernenti violazioni del
codice della strada. (es. contravvenzione per eccesso di
velocità, divieto di sosta, etc.).
Infine si fa menzione che dal
01/01/2002 è entrato in vigore
il Decreto legislativo n. 274 del
28/08/2000 che, con le medesime finalità conciliative e di
“economia” processuale, ha
istituito per determinati tipi di
reati la figura del Giudice di
Pace penale.
Riferimenti legislativi: Legge n.
374/91; Legge n. 534/95, L. n.
689/81, D.lvo. n. 274/00, art. 4
Ricorso in caso di violazione
del termine ragionevole del
processo
Prima dell’entrata in vigore della
legge n. 89 del 24 marzo 2001
(intitolata “Previsione di equa
riparazione in caso di violazione
del termine ragionevole del processo e modifica dell’art. 375 del
Codice di Procedura Civile”), il
cittadino vittima della irragionevole lunghezza di un processo
poteva rivolgersi alla Corte
Europea dei diritti dell’uomo di
Strasburgo per essere risarcito
del danno sofferto (il procedimento davanti alla Corte aveva una
durata media di 4 anni). Con l’entrata in vigore della legge sopra
citata la domanda di risarcimento
si può proporre direttamente in
Italia dinanzi alla Corte d’Appello
competente, con un procedimento di durata media di 4 mesi.
Esperita inutilmente la via di tutela interna si potrà ricorrere alla
Corte di Strasburgo. Ma quando
è possibile ricorrere contro le
lungaggini processuali?
La risposta si può ricavare dalla
lettura dell’art. 6, paragrafo 1,
della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e
delle libertà fondamentali (ratificata in Italia con legge n.
848/1955) che testualmente prevede che “ciascuno ha diritto che
la sua causa sia trattata equamente, pubblicamente e in un termine
ragionevole, da un tribunale indipendente e imparziale stabilito
per legge, che deciderà sia sulle
contestazioni dei suoi diritti e
obbligazioni di carattere civile, sia
del fondamento di tutte le accuse
in materia penale dirette contro di
lui”. La legge 89/2001 sancisce
che, nell’accertare la violazione
dei tempi ragionevoli, il Giudice
debba prendere in considerazione la complessità del caso e, in
relazione ad essa, il comportamento delle parti, del giudice del
procedimento, nonché quello di
ogni altra autorità che sia stata
chiamata a concorrervi.
La grazia
Che cos'è
Provvedimento
di clemenza
a "carattere individuale"
Gli effetti
Condona o
diminuisce la pena
senza estinguere il reato
Chi la concede
Il presidente della
Repubblica
(art. 87 della Costituzione)
La procedura
Prevista dall'art.
681 del Codice
di procedura penale. La grazia
può essere concessa anche
in assenza di domanda
AV V O C AT O D O N AT O D I G I O R G I O
consulenze su misura con uno studio legale giovane e dinamico al
Vostro servizio per risolvere problemi di diritto di famiglia,
locazioni, contratti, risarcimento danni.
Orbassano Via Roma, 22 - 011.9017069 - si riceve il martedì e giovedì 15.15-19.00
Torino Via Talucchi, 27 - 011.4377568 - Fax 011.4303302
www.digiorgiogaravagno.eu - [email protected]
29
ANSA-CENTIMETRI
RICORSO ALLA
GIUSTIZIA EUROPEA
Come proteggersi dai fulmini
I consigli della Protezione civile per chi viene sorpreso da un temporale
Abbandonare luoghi
in prossimità
di strutture elevate
come torri
e campanili
o vicino agli alberi
1
Rifugiarsi all'interno
di cavità o grotte
(buoni ripari sono
le autovetture,
i bivacchi,
cappelle o fienili)
4
Disfarsi
di tutti
i metalli:
dall'orologio
alla bici, tutto può
diventare pericoloso
3
In montagna,
se non ci sono
ripari,
è consigliabile
scendere
di quota il più
possibile
2
Qualora i ripari non
fossero disponibili
accovacciarsi
a piedi uniti, magari
seduti sulle corde
arrotolate
o sullo zaino
5
6
Al mare non entrare
in contatto con
l'acqua e allontanarsi
dagli ombrelloni
VIAGGIARE
ANSA-CENTIMETRI
LE STRUTTURE
ALBERGHIERE
L’elenco delle strutture ricettive
per il turismo e la loro definizione
costituisce l’oggetto della legge
217/83. Sono strutture ricettive gli
alberghi, i motels, i villaggi-albergo, le residenze turistico-alberghiere, i campeggi, i villaggi turistici, gli alloggi agro-turistici, gli esercizi di affittacamere, le case e gli
appartamenti per vacanze, le case
per ferie, gli ostelli per la gioventù,
i rifugi alpini. Gli alberghi sono
esercizi aperti al pubblico, a
gestione unitaria, che forniscono
alloggio, eventualmente vitto ed
altri servizi accessori, in camere
ubicate in uno o più stabili o in
parti di stabile.
I motels sono alberghi particolarmente attrezzati per la sosta e l’assistenza delle autovetture e delle
imbarcazioni, che assicurano alle
stesse servizi di riparazione e di
rifornimento carburanti.
I villaggi-albergo sono alberghi
che, in un’unica area, forniscono
agli utenti di unità abitative dislocate in più stabili servizi centraliz-
zati. Le residenze turistico-alberghiere sono esercizi ricettivi aperti
al pubblico, a gestione unitaria,
che forniscono alloggio e servizi
accessori in unità abitative arredate, costituite da uno o più locali e
dotate di servizio autonomo di
cucina. I campeggi sono esercizi
ricettivi, aperti al pubblico, a
gestione unitaria, attrezzati su aree
recintate per la sosta ed il soggiorno di turisti provvisti, di norma, di
tende o di altri mezzi di pernottamento. I villaggi turistici sono
esercizi ricettivi aperti al pubblico,
a gestione unitaria, attrezzati su
aree recintate per la sosta ed il
soggiorno in allestimenti minimi, di
turisti sprovvisti, di norma, di mezzi
autonomi di pernottamento.
Sono alloggi agro-turistici i locali,
siti in fabbricati rurali, nei quali
viene dato alloggio a turisti da
imprenditori agricoli.
Sono esercizi di affittacamere le
strutture composte da non più di
sei camere, ubicate in non più di
due appartamenti ammobiliati in
uno stesso stabile, nei quali sono
forniti alloggio e, eventualmente,
servizi complementari.
30
Sono case e appartamenti per
vacanze gli immobili arredati
gestiti in forma imprenditoriale per
l’affitto ai turisti, senza offerta di
servizi centralizzati, nel corso di
una o più stagioni, con contratti
aventi validità non superiore ai tre
mesi consecutivi. Sono case per
ferie le strutture ricettive attrezzate per il soggiorno di persone o
gruppi e gestite, al di fuori di normali canali commerciali, da enti
pubblici, associazioni o enti religiosi operanti senza fine di lucro per il
conseguimento di finalità sociali,
culturali, assistenziali, religiose, o
sportive, nonchè da enti o aziende
per il soggiorno dei propri dipendenti e loro familiari. Sono ostelli
per la gioventù le strutture ricettive attrezzate per il soggiorno e il
pernottamento dei giovani. Sono
rifugi alpini i locali idonei ad offrire ospitalità in zone montane di
alta quota, fuori dai centri urbani.
In rapporto alle specifiche caratteristiche ed esigenze locali le
Regioni possono individuare e
disciplinare altre strutture destinate alla ricettività turistica.
Il nuovo rapporto del cittadino
con la salute, con la sanità e con la ricerca scientifica
La storia recente è costellata di esempi che indicano come la diffusione della razionalità e la coscienza dell’importanza del ragionamento e del metodo scientifico possono concretamente cambiare il
nostro modo di vivere. Nella mia carriera di oncologo ho più volte toccato con mano come la consapevolezza della gente svolga un ruolo fondamentale per il progredire della ricerca. Soltanto quarant’anni fa, per esempio, il cancro era definito un male incurabile e al di là di questo non si poteva andare; la malattia era ignorata dai medici e contagiata dal fatalismo della popolazione, i mezzi
di ricerca per decenni sono stati irrisori. Grazie a un coraggioso processo di informazione,
negli ultimi dieci o quindici anni si è avuta una prima controtendenza in termini di mortalità.
È dunque in atto un importante cambiamento culturale che occorre favorire con perseveranza: dobbiamo essere tutti parte di questo grande progetto di lotta alla malattia, perché
conoscendo il nemico lo si combatte meglio. E questo vale non solo per il cancro, ma per
tutte le patologie.
La consapevolezza dei cittadini è cambiata infatti nei confronti della malattia come tale: il
declino della concezione paternalistica della medicina, unito al superamento dell’oscurantismo culturale circa tante malattie, hanno fatto abbandonare al malato quell’atteggiamento
rinunciatario e passivo che lo caratterizzava fino a qualche decennio fa.
Nella maggior parte dei casi oggi è una persona informata e cosciente che partecipa consapevolmente alle scelte terapeutiche, con un atteggiamento psicologico positivo, atteggiamento che spesso migliora anche la risposta dell’organismo alla cura.
Nella popolazione va sempre più affermandosi un concetto nuovo e più responsabile di salute. Stiamo attraversando un momento storico di passaggio dall’idea di Welfare State a quella di Welfare Community. Uno Stato garante, che si prende cura del benessere dei suoi cittadini e dà assistenza, lascia il posto a una comunità intera che vi concorre e ne assume la
responsabilità. Non è più concepibile che la conquista e la salvaguardia della salute siano
compito solo dei medici. Vi devono concorrere le istituzioni, la scuola, la famiglia, il mondo
della ricerca scientifica e anche i singoli cittadini.
Se dovessi riassumere l’essenza del pensiero che ho maturato nella mia vita di medico e
ricercatore direi: la fiducia nella forza del nostro intelletto, nella capacità di migliorare il
mondo che ci circonda e nel primato della ragione. Per questo penso sia importante che la
gente si avvicini ai valori intrinseci al mondo della scienza, che è l’espressione più avanzata
delle potenzialità dell’intelletto umano. Se vogliamo essere liberi, dobbiamo avvicinarci al
pensiero scientifico puro, inteso come massima espressione della razionalità. Dobbiamo
recuperare la forza della nostra razionalità, coltivarla e svilupparla all’interno di un progetto
coerente, libero e innovativo per il nostro futuro.
L’ignoranza infatti non dà nessun diritto e inoltre non può più costituire un alibi per l’uomo
del terzo millennio. È importante che ogni cittadino, uomo o donna, si attivi per capire quello che accade nel mondo scientifico: già solo questo semplice atteggiamento di interesse e
di curiosità è un primo fondamentale contributo al progresso della scienza.
31
sapone e gesti lent
rcolo BAGNO TURCO
Circolo BAGNO TUR
Che fa bene alla
Che fa bene alla
Come in oriente,
pelle e disintossica
pelle
e disintossica
a base di acqua,
vapore,
sapone
lenti. e
Fra
benessere
Fra benessere
ee gesti
Comechiacchiere
in oriente,
chiacchiere
a base diBAGNO
acqua, TURCO
vapore,
Circolo
sapone e gesti lenti.
Che fa bene alla
pelle eBAGNO
disintossica
Circolo
TURCO
Fra benessere e
chiacchiere
Che
fa bene alla
pelle e disintossica
Fra benessere e
chiacchiere
orari bagno turco (su appuntamento)
martedì solo uomini 10-21 - da mercoledì a venerdì solo donne 10-21
sabato uomo/donna 10-21 - tutte le domeniche uomo/donna e bambino 10-14
Stilimisti Acconciature uomo donna: da martedì a sabato 9-18 (orario continuato)
Vicolo Moris, 6 - Orbassano (TO) - Tel. 011 9014723
32
ELENCO ARGOMENTI
ALIMENTAZIONE E PREVENZIONE - I CARBOIDRATI
.................................................................................Pag. 38
- A cosa servono
- Cosa sono
- Glicemia e diabete
- I carboidrati complessi
- I carboidrati semplici: gli zuccheri
- Una sana alimentazione
- Diritto di non essere informato
- Requisiti di validità
DONAZIONE ORGANI ..........................................Pag. 36
- Il trapianto
- I tipi di trapianto
- La storia dei trapianti
CONSENSO INFORMATO.....................................Pag. 34
- Che cos’è il consenso informato?
www.noicittadini.info
33
CONSENSO INFORMATO
Un fondamentale diritto del cittadino bisognoso di cure è rappresentato dal c.d. consenso
informato (termine coniato
negli Stati Uniti nel 1957 in
occasione di un processo in cui
venne sancito un esplicito
dovere del medico di comunicare alcuni tipi di informazione
al paziente).
In Italia un primo significativo
intervento giurisprudenziale
risale al 1967.
La Cassazione affermò che:
“...fuori dei casi di intervento
necessario e urgente, il medico
nell’esercizio della professione
non può, senza valido consenso
del paziente, sottoporre costui
ad alcun trattamento medicochirurgico suscettibile di porre
in grave pericolo la vita o l’incolumità fisica…” (Cass. Sez. III,
25 luglio 1967)
CHE COS’È IL
CONSENSO INFORMATO?
Si può definire come la volontà
che il paziente deve esprimere in
merito a un intervento, che deve
essergli illustrato dal medico in
modo chiaro e senza possibilità
di equivoci. Il consenso informato è l’accettazione volontaria da
parte del paziente di ogni singolo accertamento diagnostico, di
ogni singola terapia o intervento
medico in ordine ai quali abbia
ricevuto idonee informazioni
sulle modalità di esecuzione, sui
benefici, sugli effetti collaterali e
sui rischi prevedibili.
Nella pratica, il consenso informato si traduce in un documento scritto, avente valore legale,
debitamente controfirmato dal
paziente in tutti i casi previsti
dalla legge. A tutela di un rapporto di totale collaborazione e
fiducia reciproca, il consenso
informato scritto non dovrebbe
mai sostituire il dialogo tra il
medico e il malato, che è alla
base di quella alleanza terapeu-
Dott.
tica determinante per combattere correttamente la malattia (l’informazione non può essere
ridotta alla consegna di asettici
fogli che riportano solo statistiche e nozioni tecniche, lasciando
il paziente smarrito e indeciso!)
REQUISITI DI VALIDITÀ
Il consenso, per essere valido,
oltre a presupporre una reale
informativa verso il paziente,
deve presentare i seguenti
requisiti:
- deve essere prestato prima dell’inizio del trattamento terapeutico (il consenso è naturalmente
revocabile in ogni momento);
- deve essere richiesto per ogni
trattamento;
- deve essere libero, cioè espresso senza alcuna coercizione;
- deve essere rilasciato da chi è
titolare del diritto, salvo alcune
eccezioni; qualora il paziente sia
minorenne ovvero incapace di
intendere e di volere, l’approvazione al trattamento deve essere
manifestata da chi ne esercita la
FARMACIA RUGGIERO
Via Giaveno, 54/17
10040 - Rivalta di Torino
(fraz. Gerbole)
Barbara
Ramella
Logopedista
Orario: 9,00-12,30
15,00-19,30
Chiusura: Lunedì
Specialista in disturbi della comunicazione,
della voce, del linguaggio e dell’udito.
Perfezionata in psicopatologia dell’apprendimento.
Perfezionata in psicologia dell’apprendimento matematico.
Specializzata in Oral Motor Therapy.
STUDIO: Ri. Lò Str. Torino, 43
10043 Orbassano (To)
Tel. 011 9040966 - 348 4102402
e-mail: [email protected]
H SAN RAFFAELE - RESNATI
Via Santa Croce, 10/a - 20122 MILANO
34
Il testamento biologico
IL CITTADINO PUÒ
IL MEDICO PUÒ
Indicare in anticipo le cure accettate
o rifiutate nel caso in cui da paziente
non sia in grado di intendere e volere
Non rispettare le volontà
del paziente nel momento in
cui queste non corrispondano
alla deontologia professionale
Nominare un fiduciario che diventerà
"esecutore testamentario" nel caso
in cui il paziente fosse impossibilitato
a decidere
Scegliere secondo scienza
e coscienza ma ha l'obbligo
di spiegare, nella cartella
clinica, perchè non rispetta
le volontà del malato
Modificare le decisioni ogni volta
che il cittadino lo decida
Chiedere che non venga attuato
accanimento terapeutico
ANSA-CENTIMETRI
potestà ovvero dal rappresentante legale (tutore o curatore)
dell’incapace (interdetto o inabilitato); in determinati casi il consenso deve essere esercitato dal
Giudice (ad es. qualora i genitori del minore si oppongano ad
un trattamento senza il quale il
paziente potrebbe morire, come
nel caso dei genitori appartenenti ai Testimoni di Geova, contrari all’emotrasfusione nei confronti del figlio minore);
- deve essere, preferibilmente,
rilasciato in forma scritta.
In alcuni casi il consenso scritto è
ta nell’art. 10 della Convenzione
di Oviedo (’97) che dopo aver
sancito la regola generale che
“ogni persona ha il diritto di
conoscere ogni informazione raccolta sulla propria salute” aggiunge che comunque “la volontà di
una persona di non essere informata deve essere rispettata”.
L’art. 30, comma 5, del Codice
DIRITTO DI NON
di deontologia medica afferma
ESSERE INFORMATO
che la documentata volontà del
Il malato che abbia espresso la paziente di non essere informavolontà di non sapere ha diritto to, o di delegare ad altri la
di rimanere all’oscuro?
comunicazione, deve venire
La risposta affermativa è contenu- rispettata.
obbligatorio (ad es. per la sperimentazione di farmaci o per l’accertamento dell’infezione HIV).
Il consenso non è mai valido se
diretto a richiedere o ad assecondare l’elisione di beni indispensabili quali la vita e l’integrità fisica.
35
DONAZIONE ORGANI
LA STORIA DEI TRAPIANTI
Il primo trapianto si fa risalire al
III secolo d.C., ad opera dei
santi Cosma e Damiano: si racconta che essi sostituirono la
gamba, così malata da dover
essere amputata, del loro sacrestano con quella di un uomo da
poco deceduto.
Prolungare la vita di un essere
umano, sostituendo organi e
tessuti malati con altri sani e
funzionanti, è sempre stato un
obiettivo della medicina. La storia scientifica di questo campo
si fa risalire al 1902, quando il
chirurgo Alexis Carrel mise a
punto una metodologia per
congiungere due vasi sanguigni. I primi esperimenti furono
fatti su animali, poi i buoni risultati portarono ai trapianti su
esseri umani. Quello che è sempre stato il rischio più alto è il
rigetto dell’organo impiantato,
quando il corpo del ricevente lo
considera estraneo.
La ricerca scientifica però ha
fatto grandissimi passi in avanti
in questo senso, e sono stati
messi a punto metodi per riconoscere il grado di compatibilità dei tessuti.
IL TRAPIANTO
La donazione organi è un argomento molto delicato, per l’impatto emotivo che lo accompagna e per una serie di paure,
legate ad esempio alla sicurezza
dell’operazione e alla tutela di
donatore e ricevente.
I trapianti vengono effettuati
per salvare la vita ad un pazien-
te o come alternativa terapeutica a cure vincolanti per la vita
umana. Un esempio è il trapianto di reni: l’alternativa per chi
soffre di insufficienza renale è la
dialisi, cura sì efficace ma limitante ed invasiva nella vita del
paziente, in quanto ci si deve
sottoporre alla terapia due
volte alla settimana per 3 o 4
ore. Fanno parte invece dei trapianti salvavita quelli di cuore,
fegato e polmone.
Oltre a quelli già citati, gli organi che possono essere trapianti
sono il pancreas e l’intestino,
ma la scienza medica è in continua evoluzione.
La legge n. 91/’99 vieta la manipolazione
genetica
degli
embrioni anche se al fine di un
trapianto, e il prelievo di cervello e gonadi.
I trapianti di fegato e reni possono essere effettuati in presenza di un donatore vivente: infatti si può vivere con un fegato
incompleto, in quanto ha la
capacità di rigenerarsi, oppure
con un solo rene. Negli altri casi
i trapianti si effettuano da donatore deceduto, che in vita abbia
espresso l’assenso alla donazione oppure i cui familiari diano il
consenso.
L’équipe di medici che effettua
il prelievo e quella che esegue
in trapianto devono essere
diverse per legge, per impedire
che un medico possa avere un
qualunque tipo di interesse nel
far diventare un proprio paziente donatore.
Sono state stilate delle linee
guida, che ogni struttura deve
seguire, che specificano quali
pazienti non possono assolutamente essere donatori (es. sieropositivi da HIV) e quali rischi
sono accettabili e quali no.
36
I donatori in Italia
Classifica delle regioni in base ai donatori per milioni di abitanti nel 2006
Toscana
Liguria
Friuli V. Giulia
Piemonte - Valle D’Aosta
Veneto
Emilia Romagna
Marche
Provincia Autonoma Bolzano
Sardegna
Lombardia
MEDIA ITALIA
Abruzzo - Molise
Lazio
Basilicata
Umbria
Campania
Sicilia
Calabria
Puglia
Provincia Autonoma di Trento
I TRAPIANTATI
2005
3.177
2006
3.190
42,0
38,2
35,5
30,9
30,0
29,6
29,2
23,8
23,3
22,4
21,6
18,3
17,6
13,4
12,1
11,8
9,9
7,5
7,0
6,3
A OGGI
IL TOTALE
9.304
35.000
i pazienti in attesa
di un organo
i trapianti
ad oggi effettuati
dal 1991
ANSA-CENTIMETRI
I TIPI DI TRAPIANTO
Oltre ai trapianti di organi (citati
nei paragrafi precedenti), la legge
consente altri tipi di trapianto:
- trapianto di tessuti: i tessuti
danneggiati di un paziente possono essere sostituiti con tessuti
sani prelevati da un’altra parte
del corpo del paziente stesso,
oppure con tessuti provenienti
da un altro donatore. Di questi
trapianti fanno parte quello di
cornea, di vasi ed arterie, tendini e cartilagini;
- trapianto di cellule: si tratta di
un settore in continuo studio e
sperimentazione. Solitamente si
intende il trapianto di cellule staminali, ossia di cellule che non
hanno ancora una specializzazione, e quindi possono essere utilizzate in ogni parte del corpo.
Ne fa parte ad esempio il trapianto di midollo osseo. Si possono donare le cellule staminali
del cordone ombelicale.
37
L'Italia a tavola
Uno studio di Federalimentare che indica la media pro capite annua dei consumi alimentari degli italiani
CEREALI
COMPLESSIVI
122 kg
In italia
(Primi
in Europa)
89 kg
Media
europea
6,9 L
In italia
PESCE
FRUTTA
E VERDURA
(Secondi in Europa
dopo la Grecia)
2007
LATTE
57 L
28 kg
360 kg
16 L
YOGURT
93 L
Media
europea
DOLCI
58,5 kg
21 kg
BEVANDE
ALCOLICHE
1977
PASTA
94%
25,5 kg
In italia
Gran
(Ultimi
Bretagna
in Europa) (al 1˚ posto)
CEREALI
A COLAZIONE
14 milioni
Le famiglie
che li abbinano
regolarmente
a latte, yogurt
o succhi
di frutta
La percentuale
di famiglie
italiane che
ne fa uso
ANSA-CENTIMETRI
gruppo dei complessi (polisaccaridi)
fanno parte le fibre alimentari e
l’amido. Gli zuccheri sono naturalmente presenti nella maggior parte
degli alimenti e spesso sono
Il nostro organismo ha necessità di aggiunti a cibi e bevande per esalricevere diversi tipi di sostanze dai tarne il gusto o come conservanti.
cibi. Si parla di macronutrienti e
micronutrienti. Al primo gruppo
I CARBOIDRATI SEMPLICI:
appartengono le proteine, i grassi
GLI ZUCCHERI
ed i carboidrati; al secondo le vitamine ed i sali minerali. Il corretto Sono quelli contenuti nella frutta e
funzionamento del nostro metaboli- nella verdura, come il glucosio e il
smo dipende da un equilibrato fruttosio. Quello che noi chiamiamo
apporto di entrambi i gruppi di comunemente zucchero, inteso
sostanze. In questo capitolo ci occu- come quello utilizzato per dolcificaperemo dei macronutrienti, in parti- re, è un particolare tipo di carboicolare dei CARBOIDRATI.
drato semplice, che nasce dalla
combinazione di due zuccheri semplici: da una molecola di glucosio ed
COSA SONO
una di fruttosio. Generalizzando,
I carboidrati sono la nostra principa- possiamo dire che tutti gli zuccheri
le fonte di energia. Si dividono in semplici hanno proprietà dolcificansemplici e complessi. Quelli sempli- ti, e che i valori nutrizionali delle
ci sono comunemente detti zucche- diverse sostanze dolcificanti (dal
ri, e comprendono i monosaccaridi miele al saccarosio alla melassa),
(glucosio, fruttosio) e i polisaccaridi contrariamente a quanto si pensa,
(saccarosio, lattosio, maltosio); del sono pressochè uguali.
ALIMENTAZIONE
E PREVENZIONE
38
I CARBOIDRATI COMPLESSI
L’AMIDO
Si ottiene dall’unione di più zuccheri semplici, che si combinano in lunghe catene di molecole. L’amido è
presente nelle radici delle piante e
nei semi. Alimenti ricchi di amido
sono ad esempio i cereali - e tutti i
derivati da lavorazione, quindi il
pane, il riso, la pasta, le patate - ed
i legumi secchi. A livello organico, i
processi di digestione separano tra
di loro i diversi zuccheri semplici che
compongono l’amido e li rendono
disponibili ad organi e tessuti.
LA FIBRA ALIMENTARE
È anch’essa formata da catene di
zuccheri e ha un ruolo fondamentale nel processo digestivo, nella corretta funzionalità intestinale e, non
ultimo, nella regolazione della colesterolemia. La fibra, costringendo la
bocca ad un lungo lavoro di masticazione, ha inoltre la funzione di
contribuire alla pulizia del cavo orale
da un lato, procurare un maggiore
senso di sazietà dall’altro. Sono ricchi di fibra tutti i vegetali: dagli
agrumi alla buccia della frutta, dalla
“pellicola” che avvolge i legumi ai
filamenti del sedano, dalla parte
centrale delle carote alla struttura
delle foglie di insalata.
A COSA SERVONO
I carboidrati sono il principale carburante per tutte le funzioni del nostro
organismo. Esempio principe è
quello del cervello, che utilizza solamente i carboidrati, glucosio in particolare, per tutte le sue funzioni.
Inoltre, apportano numerose vitamine, dalla A a quelle del gruppo B,
ed anche sali minerali. Per quanto
riguarda i carboidrati semplici, una
volta ingeriti il nostro organismo
separa le singole molecole che li
compongono e li mette a disposizione degli organi. Il glucosio ottenuto dalla scissione viene immesso
nel sangue e diventa il combustibile
per le attività di cuore, polmoni,
muscoli e, come già detto, cervello.
Il nostro organismo è in grado di
trattenere degli zuccheri, per utilizzarli nei momenti di carenza, tra un
pasto e l’altro, ad esempio; il
“deposito” dello zucchero è il fegato, dove il glucosio in eccesso viene
trasformato in glicogeno.
Quest’ultimo viene piano piano
demolito, a livello molecolare, ogni
volta che il nostro organismo necessita di energia.
GLICEMIA E DIABETE
Si tratta di disfunzioni legate ai valori di zucchero nell’organismo; non
per tutti però sono chiari i significati
di questi termini. Con glicemia si
indica la concentrazione di glucosio
nel sangue. Questo valore si abbassa in caso di digiuno prolungato, e si
manifestano sintomi quali spossatezza e capogiri. Il diabete è una
disfunzione del metabolismo che,
La celiachia
CHE COS'È
Un'intolleranza
permanente al glutine,
una proteina contenuta
nel frumento, nell'orzo
e in altri cereali
?
L'INSORGENZA
La malattia può comparire
a qualsiasi età, anche
oltre i 60 anni
SINTOMI
NEI BAMBINI:
perdita di peso
vomito
diarrea
arresto
dell'accrescimento
NEGLI ADULTI:
stanchezza cronica
anemia
osteoporosi
LA TERAPIA
Ad oggi l'unico rimedio
è una dieta rigorosa che
escluda i cereali vietati e gli
alimenti preparati con essi
I NUMERI
In Italia
55.000
500.000
10%
i casi
diagnosticati
le persone
affette
la crescita
del numero
di ammalati
ogni anno
ANSA-CENTIMETRI
impedendo il corretto utilizzo del
glucosio, fa sì che ci sia sempre
un’alta concentrazione di zucchero
nel sangue.
UNA SANA ALIMENTAZIONE
I carboidrati sono indispensabili per
il nostro organismo e devono fare
parte di una dieta equilibrata.
Regimi alimentari poveri di carboidrati possono portare il nostro organismo ad un sovraccarico di lavoro:
non essendo introdotti con il cibo,
gli zuccheri dovranno essere sintetizzati in un altro modo. Il fegato ad
esempio sarà costretto a ricavare il
glucosio da lipidi e proteine, facendo però un lavoro “straordinario”,
portando ad un sovraccarico renale
e ad un aumento delle scorie prodotte. I carboidrati devono essere
assunti in giuste quantità, tenendo
sempre presente che forniscono il
60-70% dell’energia totale della
giornata. Un eccesso di alimenti
contenenti zuccheri semplici, dalle
caramelle alle bibite gassate ai dolciumi, apporta all’organismo una
39
quantità di zuccheri non bilanciata
con altri principi nutritivi. I carboidrati sono contenuti in tutti gli alimenti vegetali, mentre quelli di origine animale, ad eccezione del
latte, ne sono praticamente privi. Il
latte costituisce un’eccezione perchè contiene il lattosio, zucchero
importantissimo per il metabolismo;
il galattosio, componente del lattosio, è fondamentale per le strutture
cerebrali ed il sistema nervoso.
Anche i legumi apportano una
buona quantità di carboidrati, specialmente di amido. Sono tante le
cattive abitudini alimentari da evitare assolutamente. Tra queste l’abuso di alcool, che è composto da
notevoli quantità di zuccheri, non
accompagnate da altre sostanze
nutritive. Modiche quantità non
hanno effetti negativi, ma l’abuso
può provocare ingenti danni al fegato (preposto all’operazione di ossidazione dell’alcool, indispensabile
perchè possa essere metabolizzato;
operazione però che produce scorie
tossiche), emorragie interne, squilibrio psichico.
40
NUMERI DI PUBBLICA UTILITÀ
EMERGENZE ..........................................................Pag. 42
REGIONE PIEMONTE............................................Pag. 44
FARMACIE ..............................................................Pag. 43
SANITÀ ....................................................................Pag.44
IMPIANTI SPORTIVI...............................................Pag. 43
SCUOLE ..................................................................Pag. 45
MUNICIPIO ............................................................Pag. 42
UFFICI POSTALI .....................................................Pag. 45
PROVINCIA DI TORINO ........................................Pag. 44
www.noicittadini.info/elenchi
41
Numeri
Utili
Enel
- servizio clienti..............Tel. 800 900800
- guasti..................................Tel. 803500
Telecom......................................Tel. 187
Emergenze
Carabinieri Pronto Intervento
....................................................Tel. 112
Ministero della Funzione Pubblica
numero verde antisprechi nella Pubblica
Amministrazione
.......................................Tel. 800 118855
Per segnalare inadempienze o ingiustizie
riscontrate nei rapporti con la P.A
Carabinieri di Orbassano
Via Montegrappa, 20....Tel. 011 9002207
Emergenza Incendi...................Tel. 1515
Municipio
Emergenza Maltrattamenti e Violenza
Antibullismo ...................Tel. 800 669696
Antiviolenza donne ....................Tel. 1522
Maltrattamento Minori ................Tel. 114
Municipio di Orbassano
P.zza Umberto I, 5
.....Tel. 011 9036111 - Fax 011 9013337
Emergenza Sanitaria..................Tel. 118
Biblioteca Civica “S. Pertini”
Via dei Mulini, 1...........Tel. 011 9036286
Soccorso Pubblico di Emergenza
....................................................Tel. 113
Soccorso Stradale
- ACI......................................Tel. 803116
- Europ Assistance ...............Tel. 803803
Polizia Municipale
Via Dante di Nanni, 20/2
......................................Tel 011 9013962
Ufficio Anagrafe
Sportello Unico per il Cittadino
Via Cesare Battisti, 10
.....................................Tel. 011 9036282
Ufficio Assistenza
Sportello Unico per il Cittadino
Via Cesare Battisti, 10
.....................................Tel. 011 9036282
Ufficio Casa
Via N. Sauro, 36...........Tel. 011 9036267
Ufficio Contratti
Palazzo Comunale
P.zza Umberto I, 5........Tel. 011 9036230
oppure presso
Sportello Unico del Cittadino
Via Cesare Battisti, 10
.....................................Tel. 011 9036282
Ufficio Cultura
Via dei Mulini, 1............Tel 011 9036217
Ufficio Economato
P.zza Umberto I, 5 - secondo piano
...........................Tel. 011 9036255 - 229
Ufficio Elettorale
Via Cesare Battisti, 3 - piano terra
.....................................Tel. 011 9036224
Telefono Azzurro.....................Tel. 19696
Protezione Civile
Via Dante di Nanni, 20/2
.....................................Tel. 011 9013962
Viaggiare Informati - CCISS
..................................................Tel. 1518
Segreteria del Sindaco
Piazza Umberto I, 5......Tel. 011 9036214
Ufficio Lavori Pubblici
Via Circonvallazione Interna, 5/A
.............................Tel. 011 9036243/225
Vigili del Fuoco..........................Tel. 115
Via Orsini, 8 - Rivalta Di Torino
.....................................Tel. 011 9091000
Ufficio Ambiente
Via Circonvallazione Interna, 5
.....................................Tel. 011 9036274
Ufficio Leva
Via Cesare Battisti, 3 - piano terra
.....................................Tel. 011 9036224
BROSIO GIORGIO
S.R.L.
d it a
n
e
v
e
io
nolegg
Ambulatorio
Veterinario
VEICOLI CON CELLA FRIGO
CAMPERS • FURGONI
FURGONATI
PIATTAFORME AEREE
CASSONI RIBALTABILI
Dal lunedì al venerdì
09,00 - 19,30 orario continuato
Sabato
09,30 - 16,00 orario continuato
Via Nuova Circonvallazione
Km. 15,970
10043 ORBASSANO (TO)
Via A. De Gasperi, 20
10043 ORBASSANO (TO)
Tel. 011 9012961
Per urgenze e festivi: cell. 349 8578572
e-mail: [email protected]
Tel. 011.9034049
www.espocar.it
[email protected]
42
Ufficio Manutenzione
Via Circonvallazione Interna 5
.....................................Tel. 011 9036248
Ufficio Politiche Giovanili e Anziani
Via dei Mulini 1............Tel. 011 9036284
Ufficio Scuola
c/o Asilo Nido "Il Batuffolo"
Via Italia, 13.................Tel. 011 9036215
Ufficio Servizi Attività Economiche e
Lavoro (Commercio)
Via N. Sauro, 36...........Tel. 011 9036232
Ufficio Stato Civile
Piazza Umberto I, 5 - piano terra
.....................................Tel. 011 9036242
Ufficio Tributi
Via C. Battisti, 10 .........Tel. 011 9036238
Ufficio Urbanistica
Via N. Sauro, 36
- Segreteria ed espropri
......................Tel. 011 9036246/277/155
- Edilizia Privata ...........Tel. 011 9036223
- Pianificazione Urbana ed Edilizia convenzionata....................Tel. 011 9036276
- Urbanistica ...............Fax 011 9040910
- Lavori Pubblici .........Fax 011 9018161
Farmacie
Farmacia Comunale n. 1
Via San Rocco, 12/bis
............Tel. 011 9011261 - 011 9040686
Farmacia Comunale n. 2
Via Montegrappa, 3/2
............Tel. 011 9012349 - 011 9038563
Impianto S.E. Neghelli
Via Neghelli, 1
.....................................Tel. 011 9003912
Farmacia Popolare
P.zza dei Filatoi, 4.........Tel. 011 9002250
Tensostruttura Comunale
Strada Torino ang. Via Gozzano
Farmacia San Giuseppe
P.zza Umberto I, 10......Tel. 011 9002257
Piscina
Via Gozzano, 2 .............Tel. 011 9002439
BOCCIOFILE
Impianti sportivi
Bocciofila Pensionati Orbassano
Via Nazario Sauro s/n (zona Campo
Sportivo)
PALESTRE COMUNALI
Palestra Scuola “Viale Rimembranza”
Viale Rimembranza, 15
Palestra Gramsci
Via Frejus, 67
Bocciofila “Giorgio Perlasca”
Ass. Liberi Pensionati
Via Malosnà
Bocciofila Neghelli
Via Neghelli, 1
Palestra ex S.M.S. Fermi
Via Di Nanni, 20
Bocciofila “Bandiera”
Via Fratelli Bandiera, 5
Palestra Pavese
Via Martini
Bocciofila “Le Nocerate”
Via Gramsci, 36
Palestra Boxe
Via Di Nanni, 16/7
IMPIANTI COMUNALI
Campo Sportivo Comunale "Aldo Porta"
Via Silone (ex Via N. Sauro)
Impianto Sportivo Comunale "Valentino
Mazzola"
Piazzale Giulio Natta (ex Via Marconi)
Impianto Polisportivo Comunale
Via Gozzano, 2 .............Tel. 011 9002439
CORTESIA DISPONIBILITA’ COMPETENZA
PALESTRE PROVINCIALI
Palestra I.T.C. Sraffa
Strada Volvera, 44
Palestra Liceo Scientifico Amaldi
Via Rosselli, 35
Palestra Liceo Tecnologico Amaldi
Via Rosselli, 35
SPORT E TEMPO LIBERO
- Diete personalizzate
- Test dell’intolleranze alimentari
- Amplissimo assortimento
prodotti senza glutine freschi
secchi surgelati
Viale Regina Margherita, 9/A
10043 ORBASSANO - Tel. 011 9016831
www.noicittadini.info/lottopoint
A.M.D.
Personale specializzato:
Omeopatia - Fitoterapia
Cosmesi - Puericultura
Alimenti speciali
Prezzi competitivi
Motors
Piazzetta dei Filatoi , 4 - Orbassano - Tel. 011 9002250
mail: [email protected]
Orbassano - Via De Gasperi, 12/A
Tel. 011 9032679
43
- Via Valeggio, 5 - 10128 Torino
......................................Tel. 0118613916
Provincia Torino
Sito internet
www.provincia.torino.it
Indirizzo e-mail generale
[email protected]
Sede principale
Via Maria Vittoria, 12 - 10123 Torino
Centralino....................Tel. 011 8612111
URP .............................Tel. 011 8612644
...............................n. verde 800 300360
.....................................Fax 011 8612716
SEDI DECENTRATE
- Via Bertola, 28 - 10122 Torino
.....................................Tel. 011 8614690
- Via Bertola, 34 - 10122 Torino
.....................................Tel. 011 8615000
- Via Camerana, 20/B - 10128 Torino
.....................................Tel. 011 8615342
- Via Cappel Verde, 6 - 10122 Torino
.....................................Tel. 011 8614211
- Via Carlo Alberto, 14/A - 10123 Torino
...................................Tel. 011 8615430
- Via G. Ferrari, 1 - 10124 Torino
......................................Tel. 0118613639
- Corso Lanza, 75 - 10131 Torino
......................................Tel. 0118613136
NUMERI VERDI
Banco di Solidarietà Sanitaria
.......................................Tel. 800 590000
Qui Scuola Filo diretto con gli studenti
.......................................Tel. 800 300360
Trasporti Pubblici
.......................................Tel. 800 292720
In Aiuto delle Vittime della Tratta
.......................................Tel. 800 290290
SOS Donna
.......................................Tel. 800 231310
Informazioni liberamente tratte dal portale: www.provincia.torino.it
Regione Piemonte
Portale internet
www.regione.piemonte.it
E-mail
[email protected]
Centralino
.........................................Tel. 011 43211
Call center
.......................................Tel. 800 333444
Coordinamento rete URP
Palazzo della Giunta Regionale
Piazza Castello, 165 - Torino
.............................Tel. 011 4324903/905
- segreteria telefonica
.....................................Tel. 011 4324803
.....................................Fax 011 4323683
e-mail: [email protected]
Sanità
ASL 5
Distretto 3 - Orbassano
Via Papa Giovanni XXIII, 11
.....................................Tel. 011 9036411
Servizi:
- Scelta/revoca Medico di Base e
Pediatra
- Assistenza Sanitaria all'estero
- Assistenza Infermieristica - Assistenza
Domiciliare Integrata (A.D.I.)
- Assistenza Residenziale - Ricovero in
Strutture Private Convenzionate
- Consultori pediatrici
Sportello I.S.I. (Informazione Salute
Immigrati)
Via Papa Giovanni XXIII, 9
.....................................Tel. 011 9036432
Assistenza Sanitaria Integrativa
Strada Rivalta, 46
................................... Tel. 011 9003193
Calzature
Pelletterie
Specializzato linea comfort
10043 ORBASSANO (TO) - Via Roma, 5
Tel. e Fax 011.9002277
Strada Torino 8/a - ORBASSANO (TO)
Tel. e Fax 011 5508413 - www.noicittadini.info/microcosmo
Chiuso lunedì mattina
Esclusivista:
DIVISIONE CIVILE:
• Servizi di spurgo fosse biologiche
• Disotturazione fognature, sifoni e colonne di scarico
• Videoispezione a secco di tubazioni
di Pomatto
Romualdo
DIVISIONE INDUSTRIALE:
• Trasporto per smaltimento liquami speciali
e pericolosi a norma ADR
• Servizi di spurgo industriali
• Videoispezioni tubazioni e disotturazioni
44
Strada Rivalta, 81
10043 ORBASSANO (TO)
Tel. 011 9002579 - 011 9018591
Fax 011 9020820
e-mail: [email protected]
Continuità Assistenziale
(Guardia Medica)
Strada Rivalta, 50
............Tel. 011 9031847 - 011 9013248
...........................................011 9003193
SCUOLE MATERNE
Direzione Didattica Statale 2° circolo
Direzione Didattica Statale 1° circolo
Scuola primaria "A. Gramsci"
Via Frejus, 67...............Tel. 011 9016341
Consultori Familiari
Centro "M. D'Azeglio"
Vicolo Mungis, 5..........Tel. 011 9003629
Scuola "C. Collodi"
Via Di Nanni, 18...........Tel. 011 9014488
Consultori Adolescenti
Str. Volvera, 25 ............Tel. 011 9032176
Direzione Didattica Statale 2° circolo
Assistenza Riabilitativa
Azienda Speciale "S. Giuseppe"
Via C. Battisti, 16
.....................................Tel. 011 9012975
Logopedia - Psicologia età evolutiva
Strada Volvera, 21
.....................................Tel. 011 9015057
Assistenza ai minori e disabili
Centro M. D'Azeglio
Vicolo Mungis, 5
.....................................Tel. 011 9003629
Assistenza ai tossicodipendenti Ser.T.
Via Papa Giovanni XXIII, 9/b
.....................................Tel. 011 9003611
Medicina Legale
Str. Rivalta, 46 .............Tel. 011 9036476
Scuola "A. Andersen"
Via N. Bixio, 31 ............Tel. 011 9011440
Scuola "A. Gamba"
Via della Bassa, 57
.....................................Tel. 011 9003622
Scuola "B. Apriero"
Via Frejus, 69...............Tel. 011 9014447
Scuola "Peter Pan"
Via Gramsci, 12
.....................................Tel. 011 9011365
Scuola materna paritaria "Don
Giordano"
Via F. Filzi, 12
...........................Tel. e Fax 011 9002483
SCUOLE PRIMARIE
Direzione Didattica Statale 1° circolo
Scuola primaria "C. Pavese"
P.le De Amicis, 9
.....................................Tel. 011 9002289
Scuole
Asilo Nido "Il Batuffolo"
Via Italia, 13.................Tel. 011 9036215
Scuola primaria "A. Frank"
Str. Volvera, 44
.....................................Tel. 011 9003181
Scuola primaria "G. Rodari"
Via Neghelli..................Tel. 011 9013416
SECONDARIE I GRADO
(MEDIE INFERIORI)
Scuola secondaria I grado
"Viale Rimembranza"
V.le Rimembranza, 14
.....................................Tel. 011 9002774
"Succursale Viale Rimembranza"
Via Di Nanni, 20
.....................................Tel. 011 9011354
SECONDARIE II GRADO
(MEDIE SUPERIORI)
Istituto Tecnico Commerciale
"P. Sraffa"
Str. Volvera, 44
.....................................Tel. 011 9012876
ITIS e Liceo scientifico "Amaldi"
Via Rosselli, 35
............Tel. 011 9011965 - 011 9040263
Uffici postali
Ufficio Postale di Orbassano
Via San Rocco, 19 .......Tel. 011 9029911
Il Ricciolo Acconciature
libreria
PINA & NADIA
L’ABBECEDARIO
• RICOSTRUZIONE
UNGHIE
Via Cavour, 42, angolo Via Circonvallazione interna
ORBASSANO (TO) - Tel. e Fax 011 9018141
www.noicittadini.info/l’abbecedario
• Novità letterarie italiane e straniere
• Saggistica • Libri di spiritualità • Manualistica
• Testi scolastici dalle elementari all’università
• Dizionari ed enciclopedie multimediali
• Letteratura per bambini e ragazzi
• Libri gioco • Testi didattici per insegnanti
• Libri di logopedia e per l’apprendimento
del leggere e dello scrivere
• EXTENSION
STRADA TORINO, 89
PASTA DI RIVALTA
TEL. 011 9011200
Cordialità, professionalità ed esperienza
45
Monumento Vittime Civili di Guerra
Chiesa di San Rocco
46
Attività
Economiche
(inserzionisti)
Tutti i dati relativi alle attività economche
presenti nelle pubblicazioni del network
editoriale “Noi Cittadini” sono consultabili in Internet all’indirizzo:
www.noicittadini.info
ABBIGLIAMENTO ALTA MODA,
BOUTIQUES/VENDITA
L'Esploratore
Via Alfieri, 3/B............................Tel. 0119017900
10043 Orbassano TO
ABBIGLIAMENTO BAMBINI
E RAGAZZI/VENDITA
Il Girotondo
Via Roma, 41/B ........................Tel. 0119013502
10043 Orbassano TO
Microcosmo
Strada Torino, 8/A......................Tel. 0115508413
10043 Orbassano TO
ABBIGLIAMENTO/VENDITA
Lotto Point
V.le Reg. Margherita, 9/A..Tel. e Fax 0119016831
10043 Orbassano TO
AGENZIE IMMOBILIARI
Agenzia Immoniliare Vecchio Borgo di Pinotti A.
Via Sauro, 2 ..............................Tel. 0119012650
..................................................Fax 0119020359
10043 Orbassano TO
Solo Affitti
Via Torino, 6 ..............................Tel. 0113989991
10092 Beinasco TO
AGRITURISMO
Agriturismo Cascina Gorgia
Strada Stupinigi, 80 ..................Tel. 0119002384
10043 Orbassano TO
ANIMALI: TOELETTATURA
Magie per il Pelo di Grandi Serena
Via Molini, 7 ..............................Tel. 0119032383
10043 Orbassano TO
AUTOMOBILI/CONCESSIONARI
E RIVENDITORI
A.M.D. Motors sas
Via De Gasperi, 12/A..................Tel. 0119032679
..................................................Fax 0119006069
10043 Orbassano TO
AVVOCATI E PROCURATORI
LEGALI
Avv. Donato Di Giorgio
Vie Roma, 22 ............................Tel. 0119017069
10043 Orbassano TO
CALZATURE/VENDITA
Calzature Pelletterie Gho di Gho Nicola & C. sas
Via Roma, 5......................Tel. e Fax 0119002277
10043 Orbassano TO
CAMPER, CARAVAN,
ROULOTTE/VENDITA
Espocar srl
Via Nuova Circonvallazione km 15,97
........................................Tel. e Fax 0119034049
10043 Orbassano TO
CARROZZERIE AUTO
Carrozzeria Mille Miglia srl
Autorizzata Fiat
Via Marconi, 15 ........................Tel. 0119003504
..................................................Fax 0119018423
10043 Orbassano TO
www.noicittadini.info/noiaffari
47
Carrozzeria Stupinigi di Lai A. & C.
Strada Stupinigi, 105 ................Tel. 0119011539
10043 Orbassano TO
CASE PER ANZIANI,
CASE DI RIPOSO
Azienda Speciale San Giuseppe
Via Cesare Battisti, 16 ......Tel. e Fax 0119002226
........................................Tel. e Fax 0119020806
10043 Orbassano TO
CERAMICHE PER PAVIMENTI,
RIVESTIMENTI, PIASTRELLE
CHASANOVA SAS DI ZUCCATO CRISTIANA & C.
Via Castellazzo, 5/A ..........Tel. e Fax 0119005583
10043 Orbassano TO
CONSULENZA COMMERCIALE,
FINANZIARIA
Da.Ma Multiservice srl
Via Cesare Battisti, 12................Tel. 0119040142
..................................................Fax 0119063265
10043 Orbassano TO
DECORATORI
New Style Decor di Gianluca Costantino
Via Montegrappa, 5 ..................Tel. 0119011097
10043 Orbassano TO
DEMOLIZIONE AUTOVEICOLI
Autodemolizione Giglio di Giglio Michele
Via Circonvallazione Esterna, 20..Tel. 0119040672
10043 Orbassano TO
FARMACIE
Farmacia 1 - Farmacia 2
Via San Rocco, 12bis ................Tel. 0119011261
Via Montegrappa, 3/2 ................Tel. 0119012349
10043 Orbassano TO
Farmacia Popolare Dott. Arecco Domenico
Piazzetta dei Filatoi, 4 ................Tel. 0119002250
10043 Orbassano TO
Chiesa di Santa Maria
Farmacia Ruggiero Dottoressa Antonina
Via Giaveno, 54/17 ..........Tel. e Fax 0119040548
10040 Rivalta TO
Farmacia S. Giuseppe di Gnavi Dott. Gabriele
Piazza Umberto I, 10 ................Tel. 0119002257
10043 Orbassano TO
MEDICI SPECIALISTI
Dott. Ramella Barbara Logopedista
Studio RI.LÒ
Strada Torino, 43 ......................Tel. 0119040966
10043 Orbassano TO
LAVANDERIE, STIRERIE,
TINTORIE, TAGLIO
Lavasecco Cleaning di Zecchinato R.
Via Giaveno, 52 int.9 ................Tel. 0119038839
10040 Rivalta di Torino TO
LIBRERIE
L'Abbecedario Libreria dei Ragazzi di Albrile
Via Cavour, 42bis ............Tel. e Fax 0119018141
10043 Orbassano TO
Stilimisti snc
Vicolo Moris, 6 ..........................Tel. 0119014723
10092 Orbassano TO
TATUAGGI, PIERCING
FOGNATURE
Pomatto Romualdo Autospurghi
Strada Rivalta, 81 ......................Tel. 0119002579
..................................................Fax 0119020820
10049 Orbassano TO
SAUNA E BAGNI TURCHI
PANIFICI/ATTREZZATURE
E IMPIANTI
Panetteria Reale Maria Luigia
Via dei Mulini, 14 ......................Tel. 0119002407
10043 Orbassano TO
PARRUCCHIERI, ACCONCIATORI
Patrizia Parrucchieri Lei Lui
Via dei Mulini, 16 ......................Tel. 0119019090
10043 Orbassano TO
Pina & Nadia
Strada Torino, 89 ......................Tel. 0119011200
10040 Pasta di Rivalta To
48
Lothar Tattoo
Via Cavour, 1 ............................Tel. 0115508217
10043 Orbassano TO
TRASLOCHI
Euro 2 Trasporti snc di Ferrareis Damiano e C.
Autotrasporti - autotraslochi
Via Torino, 42 ..................Tel. e Fax 0113989443
10092 Beinasco TO
VETERINARI
Dr. Giorgio Brosio
Medicina e Chirurgia dei Piccoli Animali
Via De Gasperi, 20 ....................Tel. 0119012961
10043 Orbassano TO
CA
VO
UR
IN
LV
CA
O
SI
RIE
STO
STR
AD
A
8
LEGENDA
ZA
LE
9
G
BO OZZ
GL AN
IO O
NE
10
I.
AL
PI
VIA
ARI
O
V. VOLVERA
MIL
ANO
VIA
VIA
LEO
PAR
DI
G.
PI
AZ
10
9
1
Municipio
2
Biblioteca - Centro Culturale
3
Asilo Nido
4
Scuola Materna
5
Scuola Elementare
6
Scuola Media
7
Scuola Superiore
8
Chiesa
9
Campo Sportivo
10
Campi da Tennis
9
VIA
MARC NI
O
SLARGO
MALAN
P.LE
NAT
TA
VIA
I.
EST
ERN
A
VIA
G. A
GNE
LLI
ST
UP
IN
GI
PU
GL
IA
11
LE
VI A
PIAZZETTA
DELLE
MAGNOLIE
CIR
A
NV
CO
I
AZ
LL
12
VIA
A
V.L
EV
EN
ET
O
ER
N
V.L
EU
MB
RIA
TO
SC
AN
A
LIG
UR
IA
VIA
PA
STO
RE
ST
UP
IN
GI
PIAZZETTA
DELLE
ROSE
ST
RA
11
Carabinieri
12
Cimitero
13
Polizia Municipale
14
Ospedale
15
Stazione
16
Guardia di Finanza
17
Autoporto
DA
Aree di Parcheggio
ES
T
P.
VI
A
VI
AL
E
LAZ
IO
SIC
ILI
A
VI
A
ST
R
P.TTA AD
A
DELLE
VIOLE
VIA
CIR
CO
NVA
LLA
ZIO
NE
VI
A
VIA
CA
LA
BR
IA
VI
A
L.
CA
LV
IN
O
8
VI
A
A.
CRU
TO
MA
LOS
NÀ
G
O
BE
TT
I
GE
NO
VA
VIA
VIA
B. C
ROC
E
TRI
EST
E
VIA
III R
EG
GIM
EN
TO
O
GAN
DHI
V. M
AR
TIN
I
MU
NG
IS
I EVO
I. N
VI
A
V.L
O
AL
LEN
DE
S.
VIA
VIA R
.
F.
A
VI
OU
R
VIN
CI
DA
L.
V IA
DE
VIA
P.TTA
PEANO
PIAZZETTA
DELLE
PRIMULE
VIA
V. S
TU
PIN
GI
VIA
T
VI
A
CA
VO
U
R
VIA
N. SAU
RO
VIA
BA
SSA
EIN
AUD
I
VIA
LV
ER
A
VO
UR
CA
VO
DE
N.
SA
UR
O
V. RA
TTAZ
ZI
OT
A
VIA A.
N
DA
ST
VIA C. C
ARRÀ
DA
ST
RA
LLA
A
PIA
VE
RA
RO
SSE
LLI
VIA
VIA
VIA
ST
A
CO
N.
VIA
QUAS
IMOD
O
G ERBID
VI
VIA
RO
SSE
LLI
V. J
UVA
RRA
VIA
DE
LLE
AN
I
V. M
ON
TEN
ERO
VIA
ITA
LIA
VIA
M. D
’AZE
GLIO
M
O
N
TI
VI
A
M
ON
TI
RT
I
BE
GI O
VI A
VIA
G ER
BIDO
STR
AD
A
PA
AP
PA
SC
OL
I
GR
E
NT
MO
V IA
I
ST
GI U
VI A
STRA
DA
FRA
TELLI BA
ND
IER
GA
A
RIB
AL
DI
V IA
TRE
NT
O
VIA
VIA
VIA B
OVES
GIA
CO
SA
VIA
LAM
ARM
O
RA
VIA
COP
PINO
VIA
PIO
SS
AC
CO
S.D
A
VI
A
VIA
VO
LV
ER
A
APRIL
E
V. SA
NGO
NE
CA
R
VIA
VIA
VIA
CCI
Q.
SEL
LA
AD
DA
BE
RTI
VIA
PO
VIA
V. XX
V
VIAALER
AMO
S.
VIA
PO
VIA
V. R
EN
O
V. A
RN
O
V. S
AN
GR
O
PO
EST
ERN
A
BIAN
CA
CÀ
CIR
CO
NVA
LLA
ZIO
NE
STRA
DA
VIA
EST
ERN
A
CIRCONVALLA
ZIONE
O
RIN
TO
A
AD
STR
INO
TOR
V.L
E
VIA
V I A V. M
HI
TI
ON
O
E
N
ST
Verde Pubblico
UP
IN
GI
NICHELINO
VINOVO
VIA
INA
ND
PE
• Omeopatia • Fitoterapia • Preparazioni galeniche
• Sanitari • Cosmesi • Prodotti per l’infanzia
• Noleggio ausili (apparecchiature, stampelle,
tiralatte, bilance pesabimbi…) • Autoanalisi
pressione, glicemia, colesterolo, profilo lipidico
• Prenotazioni visite A.S.L.5
TA
VIA
I
RIES
A
AD
STR
• Omeopatia • Fitoterapia • Preparazioni
galeniche • Sanitari • Cosmesi • Prodotti per
l’infanzia • Noleggio ausili (apparecchiature,
stampelle, tiralatte, bilance pesabimbi…)
• Autoanalisi pressione, glicemia
V IA
O
RIN
TO
Cernaia (Via)................................................2/6
Fraschei (Via dei)........................................9/10
Maranetto (Largo) ........................................2/6
Pendina (Strada) ........................................7/11
Sicilia (Via) ..............................................11/12
Circonvallazione Esterna (Via)
Frassati (Piazzetta) ..........................................2
Marconi (Via)....................................................7
Pendina (Strada) ............................................11
Silone S. (Via) ..................................................2
..........................................1/5/8/9/10/11/12
Fratelli Bandiera (Via) ......................................2
Martini F. (Via) ................................................7
Piave (Via)........................................................6
Simeto (Via) ....................................................2
Adda (Via)....................................................1/2
Circonvallazione Interna (Via) ......................2/3
Frejus (Via) ..............................................1/5/6
Martiri della Libertà (Piazza)............................6
Piossasco (Strada) ..............................5/6/9/10
Stupingi (Strada) ......................................11/12
Adige (Via) ......................................................2
Cittadella (Via) ................................................6
Galimberti (Via)................................................7
Mazzini G. (Via)................................................2
Pirandello (Via) ................................................2
Stupingi (Via)..............................................7/11
Agnelli G. (Via) ................................................8
Coppino (Via) ..........................................2/5/6
Gandhi R. (Via) ............................................3/7
Meucci (Via)......................................................7
Po (Via)........................................................1/2
Aleramo S. (Via) ..........................................1/2
Costa N. (Via) ..................................................2
Garibaldi (Via)..................................................2
Milano (Via) ................................................3/7
Polo M. (Via) ................................................1/5
Alfieri V. (Via) ..................................................7
Cottolengo (Via)................................................2
Gay di Quarti (Via) ..........................................6
Molini (Via)..............................................2/6/7
Primule (Piazzetta delle) ................................11
Allende S. (Via) ....................................7/10/11
Croce B. (Via)....................................................7
Genova (Via) ..............................................7/11
Moneta (Piazzetta) ..........................................6
Puccini (Via) ....................................................6
Amendola (Via) ........................................10/11
Cruto A. (Via)....................................................8
Gerbido (Strada) ..............................................2
Monte Grappa (Via)......................................2/6
Puglia (Via) ..............................................11/12
ELENCO VIE
ORBASSANO
Siamo a Vostra disposizione per i seguenti servizi:
LI
ARI
ROD
A
VI
CIRCONVA
LLAZION
E
Farmacia Comunale n. 2
VIA
CI
UC
ME
AME
NDO
LA
VOLVERA
NONE
CO
FO
GL
IEN
G
SSO
9
4
PIAZZETTA
E. MORANTE
ARI
ROD
PIAZZA
DELLA
PACE
ESTERNA
Farmacia Comunale n. 1
G
VIA
VIA
LE FARMACIE AL SERVIZIO DEL CITTADINO
VIA
VIA
5
A
AG
NZ
GO
L
VIA
P. N
ENNI
VIA
VIA
A
VIA
V. A
LLE
NDE
NI
IA
NO
EL
PA
S
4
VIA
CANTU’
DEI
.
7
PIAZZA
C. A.
DALLA
CHIESA
PIAZZA
FERRARI
AB R
CAL
ESTERNA
IO
TOR
VIT
VIA V. MO
N
PIAZZA TESSO
RI
DON L.
STURZO
LE
VIA
AZIONE
NVALL
CIRCO
D
VI A BELNASCO
GON
Z A GA
CH
EI
VIA
AS
9
7
PIAZZETTA
CURIE
INA
ND
PE
FR
I
I
IER
ALF
VIA VOLTA
NA
PIAZZETTA
U. NOBILE
IST
BIX
IO
4
TORINO
RIQUADRO A
STRAD
A
VIA NO
NA
A
AD
STR
A
AD
STR
RIG
10
7
AT
T
GA
SPE
RI
O
CA
DE
I
5
V. E
INA
UDI
PIAZZA A.
ANTONELLI
RNA
ESTE
VI
A
9
PIAZZETTA
MONETA
VIA
G.
FER
RAR
IS
RO
MA
VIA PAPA
GIOVANNI
XXIII
1
VIA
CE
SA
RE
B
3
NAN
NI
NIN
O
ZZ
LA
CASTE L
VI
A
A VI
TR
VI
A
IES
V
TE
FA
IA
BI
V
O
PIAZZA
ER
DI
VITTORIO
FI
LZ
VENETO
V.
I
D.
VIA B
BA
. BUO
ZZI
V. G
SS
ALIM
A
BER
VIA
TI
DEL
LA
BAS
SA
VI
A
L O P IA Z
M B ZA
AR
CO V
S
DI
I
A
A
S
S
P
O
I
A
P
RI
NI
A
AD
STR
VIA
SANGONE
VIA O
ROP
VIA
NO
9
MA
NZ
ON
I
GR
AM
SC
I
6
V
CA
4
CC
NA
VIA
3
MON
TI
SCO
SSA
PIO
8
VIA
2
VIA
MAIAS
CO
DI
RO
RIG
VIAL
E
V. CITTA
DELLA
PIA
VIA
UMBERZZA
TO I°
RIVO
LI
V. GA D. QUART
REG
Y
I
INA
MA
RGH
E
RITA
6
RIM
EM
BR
AN
ZA
FR
EJU
S
LI
6
D.
N
CA
ZIONE
VALLA
IRCON
VIA C
VIA
P. MARTIRI
D. LIBERTÀ
M
13
SA
BA S
PIOSSASCO
PINEROLO
5
VA
DEL BORG
O
V.
VIA
SA
SA
CC
O
A
AD
STR
ADA
STR
A.
VO
L.GO
MARANETTO
VIA O
ROPA
3
DE
DONE
L MO R A
A
PIO
SS
AC
CO
VIA
G.
MOLINI
VI
A
DE
STR
AD
A
A.
RI
VIA
LE
VIA
BAN
DIER
A
4
RA
RA
FER
AT
ELLI
VI
A
VIA
FR
VIA
V IA
COT
TOL
ENGO
PIAZZETTA
FRASSATI
A
VI
GR
AM
SC
I
SCO
SSA
PIO
V. MOLINI
VI
A
INTE
RNA
A
VI
A.
5
VIA
BEL
LIN
I
VIA
FON
TAN
ESI
VIA
PUC
CINI
VIA
A RUBATERA
LL
VIA
I
FRE
JUS
V. DI
VITTO
RIO
9
FOGLI
EN
G
HI
DEI
12
N
4
PIAZZALE
DELLA
MADDALENA
VALLAZIO
NE
CON
CIR
TORR
ENTE
3
DA
STRA
P
LI
11
A
VI
PI
OS
VIA
CER
NA
IA
VIA
8
S.D
A
VIA
AP
O
VIA
5
NOR
D
NORD
TREN
TO
V
ARELLI
VIA
O
I
SCH
FRE
JUS
VIA DO
NIZET
TI
S.
VIA
E
SI L ON
I
V. M
. PO
LO
MAZZ
INI
LTA
RIVA
VIA
AD
DA
V. TE
VER
E
DU
2
9
VIA
AD
IGE
TRENTO
VIA
G.
VO
PIAZ LTURN
O
P E LL Z A
ICO
VI A
VIA
VIA
I
LL
RE
PA
AP
HI
SC
NO
P. F
E BORALCONE
SELLIN
O
VIA
9
10
LO
DEL
AN
DELEDDA
PIR
VIA
SA
NOV
EM BRE
IA
AS
IV
RIVOLI
RIVALTA DI T.
RIQUADRO A
ADA
STR
O
RB
VIA
VIA
VI
A
1
VIA
SIM
ET O
LTA
RIVA
ORBASSANO
Il Capoluogo
CÀ
BIA
NC
A
ADA
STR
RIVOLI
RIVALTA DI T.
RIQUADRO A
S.D
A
Terzo Reggimento Alpini (Via) ..........................7
Tevere (Via) ......................................................2
Torino (Strada) ........................................4/7/8
Toscana (Viale)................................................11
Farmacia Comunale n. 1
Farmacia Comunale n. 2
Antonelli A. (Piazza) ......................................10
Curie (Piazzetta) ..............................................7
Giacosa (Via)................................................1/5
Montenero (Via)................................................6
Quasimodo (Via) ..............................................2
Trento (Via) ..................................................1/2
Via San Rocco 12 bis, - Orbassano (TO)
Telefono e Fax 011 9011261
Orario 9,00/12,30 - 15,00/19,30
e-mail [email protected]
Via Montegrappa, 3/2 - Orbassano (TO)
Telefono 011 9012349 - Fax 011 9038563
Orario 8,30/12,30 - 15,00/19,00
e-mail [email protected]
Arno (Via) ........................................................2
D’Azeglio M. (Via) ............................................6
Gioberti (Via)..............................................6/10
Montessori (Via) ..............................................7
Quattro Novembre (Via)....................................2
Trieste (Via)......................................................7
Bassa (Via della) ..............................6/7/10/11
Da Vinci L. (Via)................................................7
Giusti (Via) ......................................................6
Monti (Via) ......................................................6
Rattazzi U. (Via) ..............................................2
Umberto I° (Piazza) ........................................6
Battisti C. (Via) ............................................6/7
Dalla Chiesa C. A. (Piazza)................................7
Gobetti P. (Via)................................................11
Morante E. (Piazzetta) ..............................10/11
Regina Margherita (Viale) ................................6
Umbria (Viale) ................................................11
Bellini (Via) ......................................................6
De Gasperi (Via) ..........................................3/7
Gonzaga (Via) ..............................................3/7
Mortadone (Via del)..........................................7
Reno (Via) ........................................................2
Veneto (Viale) ................................................11
Berti (Via) ........................................................2
Deledda (Via) ..................................................2
Gozzano G. (Via) ..............................................8
Mungis (Vicolo) ................................................7
Riesi (Via) ........................................................7
Venticinque Aprile (Via) ....................................2
Bixio N. (Via)....................................................7
Delleani (Via) ............................................6/10
Gramsci A. (Via) ..........................................5/6
Natta (Piazzale)................................................8
Rimembranza (Viale)........................................6
Verdi (Via) ........................................................7
Boglione (Piazzale) ..........................................8
Di Nanni D. (Via)..........................................3/7
Italia (Via)........................................................6
Nenni P. (Via)..................................................10
Rivalta (Strada) ................................................2
Viole (Piazzetta delle) ....................................11
Borgo (Via del) ....................................2/3/6/7
Di Vittorio (Via) ................................................2
Juvarra (Via) ....................................................6
Nievo I. (Via) ....................................................7
Rivoli (Via) ..................................................2/6
Boves (Via) ..................................................2/6
Don Sturzo L. (Piazza) ......................................7
Lamarmora (Via)......................................1/2/5
Nobile U. (Piazzetta) ......................................10
Roma (Via) ......................................................7
Buozzi B. (Via)..................................................7
Donizetti (Via) ..................................................2
Lazio (Via) ................................................11/12
Nota A. (Via) ....................................................6
Rose (Piazzetta delle)......................................11
Cà Bianca (Strada)........................................1/2
Einaudi (Via) ..................................................10
Liguria (Viale) ................................................11
Orbassano (Via)................................................1
Rosselli (Via) ..............................................6/10
Calabria (Viale) ..............................................11
Falcone e Borsellino (Piazza)............................2
Lombardi (Piazza) ............................................6
Pace (Piazza della) ..........................................7
Rubatera (Via della) ........................................3
Calvino I. (Via)........................................7/8/11
Ferrara (Via) ....................................................6
Maddalena (Piazzale della) ..........................2/3
Papa Giovanni XXIII (Via)..................................7
San Rocco (Via) ................................................7
Carducci (Via) ..................................................2
Ferrari E. (Piazza) ............................................7
Magnolie (Piazzetta delle) ..............................11
Parini (Via) ......................................................6
Sangone (Via) ..................................................2
Riq. A
Carignano (Via) ................................................9
Ferraris G. (Via)................................................6
Maiasco (Via) ..............................................3/7
Pascoli G. (Via) ................................................6
Sangro (Via) ....................................................2
Regione Gonzole
Carrà C. (Via)..................................................10
Filzi F. (Via) ......................................................7
Malan (Slargo) ................................................7
Pastore (Via) ............................................11/12
Sauro N. (Via) ..........................................2/3/6
Rivalta (Via)
Castellazzo (Via) ..........................................6/7
Foglienghi (Strada dei) ................................3/4
Malosnà (Via) ..................................................7
Peano (Piazzetta) ............................................7
Schiapparelli (Via)........................................2/3
S.P. n.174
Cavour (Via) ................................................3/7
Fontanesi (Via) ................................................6
Manzoni A. (Via) ..............................................6
Pellico (Piazza) ................................................2
Sella Q. (Via)....................................................2
Tangenziale Sud Torino
S.R.L.
e n d it a
v
e
o
i
nolegg
VEICOLI CON CELLA FRIGO
CAMPERS • FURGONI
FURGONATI
PIATTAFORME AEREE
CASSONI RIBALTABILI
Via Nuova Circonvallazione
Km. 15,970
10043 ORBASSANO (TO)
Tel. 011.9034049
www.espocar.it
[email protected]car.it
Azienda Speciale
SAN GIUSEPPE
Casa di riposo
SAN GIUSEPPE
Ricoveri convenzionati e non RAF/RSA permanenti e di sollievo temporanei
Un’equipe pluriprofessionale
cura, da un punto di vista sanitario e psicologico, l’assistenza personalizzata nella giornata, scandita dall’animazione e
fisioterapia mattutine e, dopo il
riposo post-pranzo, dalle attività
ricreative programmate prima e dopo l’ora del the. In pieno
centro cittadino ma protetta da un’ampia area esterna,
vivibile per gli ospiti con alberi secolari, pergole e gazebo.
10043 ORBASSANO (TO) - Via Cesare Battisti, 16
Tel. e Fax 011 9002226 / 011 9020806
e-mail: [email protected]
www.comune.orbassano.to.it/assistenzaesanità
Vittorio Veneto (Piazza) ....................................7
Volta (Via) ........................................................7
Volturno (Via) ..................................................2
Volvera (Strada)..........................................6/10
SERVIZIO DI GESTIONE DEL PERSONALE
• Pratiche di assunzione e licenziamento; • Elaborazione cedolini paghe e compilazione relativa modulistica obbligatoria;
• Vidimazione registri obbligatori; • Denunce di infortunio
RIVOLI
SUSA
TAN
GE
NZ
IAL
E
SU
D
TO
RIN
O
QUALITÀ
L’alta competitività del mercato, dove l’innovazione tecnologica traccia le linee guida per il successo, rende la qualità dei
processi produttivi e dei prodotti/servizi il punto di partenza per ogni strategia di sviluppo. Presentarsi al mercato con un
Qualità certificata permette di divulgare il proprio marchio unitamente a concetti di affidabilità, tutela degl utenti finali e
conformità alle norme.
TORINO
CONSULENZA LEGALE
Nel lavoro imprenditoriale sono diversi i problemi che possono sorgere nei rapporti con clienti, fornitori e dipendenti; nasce
quindi l'esigenza di disporre di un SERVIZIO LEGALE tempestivo e di elevata competenza.
Confartigianato Torino al fine di soddisfare tale necessità mette a disposizione, presso la propria sede, la consulenza di Avvocati
liberi professionisti che, dopo scrupolose valutazioni, può estendersi sia in campo giudiziale, sia in campo extra-giudiziale.
Il servizio è GRATUITO PER GLI ASSOCIATI
- Costituzione/scioglimento società; - Recupero credito; - Cause di lavoro; - Vertenze in generale
17
FORMAZIONE
La necessità di raggiungere un'adeguata Formazione Professionale ha spesso origine da norme di legge imperative.
Altre volte, la Formazione è l'elemento strategico su cui puntare per arrivare ad un importante sviluppo imprenditoriale
necessario per imporre la propria competitività in un mercato sempre più agguerrito e selettivo.
Confartigianato Torino in collaborazione con Confartigianato Formazione organizza Corsi di Formazione rivolti a tutte le
figure professionali presenti in azienda (titolari, soci, coadiuvanti e dipendenti d'azienda).
TUTELA SANITARIA
Le incertezze derivanti da possibili malattie, hanno portato gli artigiani verso l’esgenza di disporre di una maggiore tutela volta
ad integrare il sistema previdenziale obbligatorio.
In risposta a tale necessità nasce ERAV (Ente regionale assistenza volontaria) che, a garanzia di un’assistenza sanitaria globale
appositamente creata da ASSITALIA, fornisce una polizza assicurativa dedita alle particolari esigenze dell’artigiano.
Gestione servizio
• Diaria giornaliera in caso di ricovero ospedaliero; • Rimborso spese per ricovero dovuto ad interventi e cure a seguito di malattia/ infortunio; • Convenzioni con centri per prestazioni sanitarie; • Indennità giornaliera per inabilità lavorativa; • Capitale in caso
di morte da infortunio
In Piemonte sono più di 35.000 gli artigiani che hanno trovato sicurezza e convenienza nella convenzione stipulata da ERAV
ENERGIA: NUOVE OPPORTUNITÀ DI RISPARMIO
L'occhio vigile di Confartigianato Torino ha colto gli importanti vantaggi derivanti dalla liberalizzazione del mercato
dell'Energia Elettrica. In questo ambito, per potenziare le attività realizzabili in un'ottica di convenienza economica, è stato
costituito il C.En.P.I. (Consorzio Energia Piccole Imprese).
Il Consorzio vuole affermare e tutelare gli interessi delle imprese che, corrispondendo ai requisiti di idoneità imposti
dall'Autorità per l'Energia Elettrica e Gas, hanno l'opportunità di abbandonare le rigide logiche di prezzo imposte dal mercato vincolato per abbracciare i risparmi ottenibili nel libero mercato.
CATEGORIE
L’Associazione si occupa della rappresentanza di categoria e delle problematiche di settore del comparto artigiano.
Interviene a livello provinciale al fianco degli artigiani e dei piccoli imprenditori e li rappresenta nei rapporti con istituzioni, pubblica amministrazione e parti sociali. Di seguito le Categorie rappresentate:
• ABBIGLIAMENTO
• ALIMENTARISTI
• AUTOTRASPORTATORI
• AUTORIPARATORI
• COSTRUTTORI IMPIANTI
• DONNE ARTIGIANE
• EDILI
• GALVANICI E CHIMICI
• GIOVANI IMPRENDITORI
• GRAFICI
• IMPRESE DI PULIZIA
• LEGNO E ARREDAMENTO
• METALMECCANICI
NORD
NORD
REGION
E
GONZOLE
14
ORBASSANO
REGIO
NE
15
16
S.P.
GON
ZOLE
V.
CAAF (Centro di Assistenza Fiscale)
Il CAAF è il Centro di Assistenza Fiscale che si pone gratuitamente al servizio degli artigiani, dei lavoratori dipendenti, dei
pensionati e delle loro famiglie, per il corretto adempimento ai numerosi obblighi previsti dalle legge.
• Assistenza ed invio telematico del Modello 730 (con una spesa contenuta, può provvedere anche alla sua compilazione);
• Stesura ed invio Modelli RED; • Stesura Modelli ISEE per usufruire di prestazioni sociali agevolate:assegni al nucleo familiare, assegno di maternità, rette asili nido, mense scolastiche, tasse universitarie, servizi socio-sanitarie, utenze (telefono,
tarsu); • Compilazione Bollettini e Dichiarazione ICI; • Consulenza legale; • Successioni
I.N.A.P.A.
Confartigianato Torino, attraverso un proprio Patronato di Assistenza denominato I.N.A.P.A., supporta l'imprenditore in
tutte le problematiche legate a comparti previdenziali e assistenziali, fornendo un'assistenza completamente gratuita e relativa ai seguenti ambiti:
• Pensioni; • Richieste/verifiche estratti contributivi; • Assegno sociale; • Assegno di accompagnamento; • Integrazione al
trattamento minimo; • Indennità di disoccupazione; • Denunce infortunio e malattia professionale
A.N.A.P.
Restare uniti, anche quando si è in pensione, permette di contare su un’organizzazione che provvede, da un lato di intervenire presso enti ed istituzioni affinché i problemi tipici della terza età abbiano le attenzioni e le soluzioni che meritano, dall’altro di organizzare iniziative culturali e ricreative.
L'ANAP garantisce ai propri associati:
• Attività informative su tematiche sanitarie e problematiche relative alla terza età; • Convenzioni sanitarie; • Copertura assicurativa in caso di infortunio o malattia; • Convenzioni Rc auto a costi vantaggiosi; • Convenzioni varie: agenzie di viaggio,
quotidiani, consorzi revisioni , etc.
INIZIO ATTIVITÀ: INQUADRAMENTO AZIENDALE
Nelle complesse fasi che caratterizzano l'avvio di ogni attività, l'imprenditore è guidato e supportato da personale avente
esperienza e competenze specifiche. Questo ufficio, adempiendo in prima persona alle pratiche burocratiche imposte, riduce sensibilmente gli errori di forma che spesso causano prolungamenti procedurali e, avvalendosi dei canali privilegiati
dell'Associazione, permette di ottenere una contrazione dei tempi necessari per l'istruttoria delle pratiche.
Gestione servizio
• Orientamento alla scelta dell’inquadramento aziendale; • Pratiche di inizio, modifica e cessazione attività; invio telematico delle
pratiche FEDRA; • Domande di autorizzazione sanitarie per locali; • Verifica dei requisiti tecnico/professionali per impiantisti autoriparatori - acconciatori - estetiste - autotrasportatori - odontotecnici - imprese di pulizia - facchinaggio; presentazione
domande di iscrizione; • Richiesta certificato di qualifica professionale per acconciatori e estetiste; • Rilascio Certificati e Visure
Camerali; • Richiesta SMART CARD per Firma Digitale; • Eccellenza Artigiana
Il servizio fornito non si limita ad un semplice adempimento formale, ma si estende ad un importante attività di consulenza relativa a tutte le incombenze che sorgono nello svolgimento dell’attività d’impresa.
GESTIONE SERVIZIO CONTABILE
Tenuta scritture contabili e adempimenti civilistici/fiscali
• Analisi periodica della situazione economico-patrimoniale; • Dichiarazione annuale Redditi, I.V.A. e Sostituto d'Imposta;
• Comunicazione periodica I.V.A.; • Compilazione Bollettini e Dichiarazione ICI; • Compilazione e Presentazione Modello
INTRA – STAT
GESTIONE SERVIZIO FISCALE
Analisi e applicazione Studio di Settore, operata per ogni singola impresa
• Assistenza e adempimenti in materia di I.V.A.; • Analisi cartelle esattoriali; • Definizione atti accertativi e istanze di rimborso; • Richieste di rateizzazione, di sgravio, di sospensione d'imposta o sanzioni; • Avvio e gestione pratiche di contenzioso;
• Difesa del contribuente presso le Commissioni Tributarie provinciali e regionali; • Conciliazioni e concordati fiscali
CONSULENZA SINDACALE E GESTIONE DEL PERSONALE
Le innumerevoli norme che disciplinano i rapporti tra datore di lavoro e dipendenti, hanno originato la necessità di fornire una
consulenza sindacale ad ampio raggio. Tale consulenza trova il proprio completamento nella gestione di tutte le problematiche
ed incombenze che intercorrono tra l’inizio e la cessazione del rapporto lavorativo.
Servizio di consulenza sindacale
• Consulenza in materia di legislazione del lavoro; • Consulenza circa gli adempimenti relativi all'amministrazione del personale;
• Assistenza nelle controversie con i lavoratori dipendenti; • Assistenza durante le visite di organi ispettivi
AMBIENTE E SICUREZZA DEL LAVORO
In uno scenario caratterizzato da una forte attenzione alla tutela dell'ambiente e la sicurezza nei luoghi di lavoro,
Confartigianato Torino segue il proprio associato verso il rispetto di tutte le norme imposte, con il prezioso aiuto di una
società leader in ambito di ambiente e sicurezza (SISA S.r.l.).
La legislazione vigente, nella sua severità e inderogabilità, ha originato un'etica produttiva che deve essere scrupolosamente osservata se si vuole competere con successo in un mercato sempre più agguerrito.
GONZO
LE
TORINO – 10151 Corso Lombardia, 165/B - Tel. 011 739.23.54
RIVOLI – 10098 Via Ferrero, 31- Cascine Vica - Tel. 011 95.36.627
ASSISTENZA E CONSULENZA CREDITIZIA
Il servizio credito erogato da Confartigianato Torino è stato formulato sulla base delle esigenze creditizie e finanziarie
espresse dai propri associati. Per agevolare l'accesso al credito delle piccole e medie imprese, l’Associazione fa riferimento a Confartigianato Fidi Piemonte, Cooperativa di Garanzia il cui scopo è quello di aiutare le imprese ad ottenere maggior credito dal sistema bancario.
REGION
E
SEDE CENTRALE: Confartigianato Imprese Torino
Via Cernaia, 20 – 10122 Torino - Tel. 011.5062111 – Fax 011.5062100
http://www.confartigianatotorino.it – e_mail: [email protected]
RIQ. A
N.
R IVALTA
• ODONTOTECNICI
• PARRUCCHIERI
• VETRO E CERAMICA
• PULITINTOLAVANDERIE
Con il Patrocinio di
Orbassano
Monumento ai Caduti in Piazza Martiri della Libertà
•
cartine
174
I Professionisti
dell’Auto
Servizi completi…
non solo di carrozzeria.
Due piani di efficienza
ed organizzazione.
•
•
•
•
N. 10 vetture sostitutive gratuite al Vs. servizio
Autosoccorso
Meccanico ed elettrauto in sede
Convenzionata con le flotte: Arval Lease
Savarent - Leasys
• Gommista ed assetto ruote in sede
• Sostituzione rapida parabrezza
Edizione 2007
EURO 2 TRASLOCHI E TRASPORTI NAZIONALI ED INTERNAZIONALI
Orbassano
VIA TERRA - VIA MARE - VIA AEREA
Via Torino,42 Tel. e Fax 011 398.94.43 - 011 19713602
FILIALE: GIAVENO (TO) Via XXIV Maggio, 38 Tel. 011 937.57.85
NOI CITTADINI
CELL. 339 4853547
UFFICIO E DEPOSITO: BEINASCO - TORINO
ALLE FAMIGLIE E AGLI OPERATORI ECONOMICI - n. 136 - Giugno 2007 - “Vivi la Città - Guida ai Diritti del Cittadino e dell’Impresa” - Aut. Trib. RE n. 788 del 20/02/1991 - Prop. Gruppo Media srl - Euro 0,13 - Copia omaggio - Stampa: Grafiche Ponticelli - Castrocielo (FR)
TRASLOCHI FERRAREIS DAMIANO
Con il Patrocinio di
Orbassano
Infoturismo
Guida ai Servizi
Guida ai Diritti
Numeri Utili
Cartografia
Scarica

Orbassano - Noi Cittadini in TV