Anno 2 - n. 16 - Marzo 2008 - Aut. Trib. BG n° 10 del 3/4/84 - Dir. resp.: Claudio Re - Poste Italiane S.p.A. Spediz. in a.p. - D. L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N°46 art. 1, comma 1 DCB (Bergamo) - Stampa: Tipografica Sociale, Monza
Elezioni politiche 2008:
scelte nuove per le Pmi
Istat, vendite
al dettaglio
a -0,6% annuo
S
Giorgio Ambrosioni
Presidente Confesercenti BG
A
dicembre l’indice del
valore delle vendite del
commercio fisso al dettaglio
ha registrato una variazione
negativa dello 0,6% rispetto
allo stesso mese dell’anno
precedente. È quanto rende
noto l’Istat, precisando che
la diminuzione tendenziale
è la sintesi di un aumento
che ha riguardato le vendite
dei prodotti alimentari del
+0,2% e di una flessione dei
prodotti non alimentari del
-1,1%. Il dato è allarmante
ma va sottolineato che a
determinare le difficoltà
delle famiglie, eccetto le
fasce di povertà e quelle
delle persone anziane con
pensioni ai minimi, ci sono
soprattutto i prezzi delle tariffe e l’indebitamento delle
famiglie. La crescita dei
prezzi è avvenuta nonostante l’affermazione della
grande distribuzione che
ora copre il 70% del mercato: dopo aver predicato per
anni l’apertura delle grandi
superfici, l’effetto e’ stato
opposto. Si è partiti con
l’idea che la nuova grande
distribuzione incidesse sui
prezzi e non è stato così: ora
controlla il mercato e ne
detta condizioni e regole.
iamo alle porte di nuove
elezioni politiche, un
momento di riflessione
importante per tutti ed in particolare per il mondo della piccola e media impresa che
attende un rinnovato slancio
ed una concreta attenzione da
parte delle Istituzioni in particolare e della politica in generale. La nostra è una realtà
positiva che crea lavoro e
lavora creando valore economico, distribuendo reddito e
rendendo equilibrati e coesi i
nostri territori. Noi da anni
rappresentiamo milioni di piccole e piccolissime imprese,
indicative di una Italia economica che vive di incertezze e
difficoltà. Ma la nostra è
anche una realtà che sa darsi
principi comuni ed etici come
il pluralismo imprenditoriale,
la concorrenza a parità di
regole, l'impegno per lo sviluppo e per la competitività
del Paese. Eppure sappiamo e
“
”
Piccola e media impresa:
vero motore di sviluppo
sentiamo di non essere valorizzati e tutelati. Per questo
motivo ci è parso utile sottoporre alle forze politiche
impegnate nella competizione
elettorale una sintesi articolata
delle nostre riflessioni circa la
situazione economica, sia
nazionale che territoriale.
Nell'ultimo quinquennio il
panorama economico ha subito importanti cambiamenti: si
sono riorganizzati i distretti
produttivi, si sono formati e si
stanno formando gruppi e
filiere, si sono introdotte nel
sistema novità che ne stanno
adeguando le dinamiche ai
tempi. Se la grande industria
ha vacillato la nostra imprenditoria, al contrario di ogni
pronostico, ha saputo rispondere con una nuova organizzazione produttiva, a dimostrazione della capacità di reazione e di maturità che ci contraddistingue.
Segue a pag. 2
Al via il XXIV Premio Nazionale di narrativa
a Bergamo
L
a XXIV edizione del
Premio Nazionale di
Narrativa Bergamo ha
preso ufficialmente il via con
la selezione, da parte del
Comitato Scientifico, dei cinque finalisti che nelle prossime settimane saranno a Bergamo per presentare il proprio
libro alla giuria popolare.
Il Premio Nazionale di Narrativa Bergamo rappresenta un
appuntamento fisso della vita
culturale cittadina e per gli
scrittori una tappa che spesso
s’è rivelata decisiva verso la
ribalta nazionale.
Un prestigioso Comitato
Scientifico, oggi composto da
Marco Belpoliti, Andrea Cortellessa, Angelo Guglielmi e dal
fondatore Lucio Klobas, presenterà i cinque libri finalisti
che i giurati, tra febbraio ed
aprile, avranno modo di leggere, capire e valutare, oltre che di
conoscere personalmente gli
autori attraverso altrettanti incontri pubblici che vedranno
confluire gli scrittori in città per
presentare i rispettivi libri in
gara e dialogare con il pubblico.
Come è da sempre tradizione
del Premio, i giurati – ma anche tutto il pubblico interessa-
to – avranno la possibilità di
incontrare gli Autori e di confrontarsi con loro nel corso di
cinque appuntamenti (gli
“incontri con gli autori”) coordinati e condotti da Adriana
Lorenzi, che si svolgeranno,
con cadenza settimanale al
quarto piano della Biblioteca
Tiraboschi alle ore 18.00 . I
cinque finalisti sono: Cristina
Comencini, Andrej Longo,
Andrea Bajani, Laura Pugno e
Pietro Grosso.
La Cerimonia di Premiazione
del Vincitore avverrà il 23
aprile nella Sala Viterbi della
Provincia di Bergamo, in via
T. Tasso n° 8.
Progetto
Spesa Amica
Rinnovata
la convenzione
con Exergia
Il Punto Infomativo
di Lecco
Obiettivo
barman
Cescot:
i corsi in partenza
a pag. 2
a pag. 3
a pag. 5
a pag. 6
a pag. 7
segue a pag. 3
w w w . c o n f e s e r c e n t i . b e r g a m o . i t
2 | N. 16 • MARZO 2008
Questionario finale di “Spesa Amica”:
un bilancio positivo da migliorare
S
i è concluso con un questionario il progetto sperimentale denominato
“Spesa Amica. Il risparmio
sotto casa”, che ha visto la collaborazione attiva e costruttiva
di Provincia di Bergamo, Confesercenti, Ascom e Aspan.
È stata una proposta che ha
coinvolto i commercianti al
dettaglio alimentare (gastronomi-salumieri, macellai, fruttivendoli, panificatori), che per
due mesi (fino a metà dicembre) hanno proposto uno sconto del 10% sui alcuni prodotti.
I progetto è stato riservato, in
particolare, a quattro fasce
della popolazione: famiglie
numerose (con 3 o più figli),
famiglie in stato di disagio
socio-economico, pensionati e
anziani.
La tessera, rilasciata dal co-
mune di residenza, poteva essere utilizzata non solo nei
negozi del proprio paese ma
anche negli esercizi commerciali dei comuni aderenti l’iniziativa. Il questionario è stato
compilato da 52 comuni sui 73
che hanno partecipato ma
quasi unanime è stata la
dichiarata volontà di proseguire ed ampliare il progetto.
Obiettivi paralleli dell’iniziativa sono stati sia la rivitalizzazione dei piccoli negozi al dettaglio dei centri storici bergamaschi, sia il sostegno ad
alcune situazioni di disagio.
Unico neo, la partecipazione
al ribasso dei commercianti.
dalla prima
Elezioni politiche 2008:
scelte nuove per le Pmi
L
“
”
La volontà dei commercianti
che hanno partecipato
a proseguire il progetto
a piccola e media impresa ha portato avanti una audace
mutazione, rimanendo nel proprio paese e non migrando
altrove come spesso ha deciso di fare la grande industria. Una
scelta di coraggio, intrapresa da soli, cioè senza l'appoggio di
politiche centrali e regionali generalmente incapaci di cogliere le complessità e che relegano la piccola impresa in un ruolo
marginale. Scegliere la quantità ed i grandi numeri è una politica sbagliata ma soprattutto senza futuro. I cambiamenti non
vanno esorcizzati ma compresi e gestititi alla luce delle nuove
prospettive. Il territorio è un valore, una identità da salvaguardare non una risorsa da sfruttare.
Si sono creati solchi apparenti tra piccole e grandi imprese, tra
lavoro dipendente e lavoro indipendente. La vera spaccatura,
invece, è tra chi, imprenditore o lavoratore, è garantito e chi
non lo è; tra chi gode di rendite di posizione e chi ogni giorno si confronta con il mercato e con la concorrenza. Occorre
dare impulso al processo di riforme ma per fare questo si
devono ascoltare tutte le realtà economiche e territoriali.
“Anni fa Confesercenti aveva
attuato un progetto simile ed
aveva avuto una buona partecipazione dei propri soci.
Oggi, purtroppo, il commercio
sta attraversando un momento
delicato” ha precisato Claudio
Re, “a partire da un mercato in
crisi e dalla forte concorrenza
della grande distribuzione.
Inoltre, molti negozi hanno
già organizzato proprie vendite promozionali ed attuare
altre forme di scontistica sarebbe difficile. Non si dimentichi che il 2007 ha registrato
un calo dei consumi nel comparto alimentari.
Certamente progetti come
questi hanno il valore di attuare un serio lavoro di rete ed un
impegno proficuo del commercio nel sociale”.
Tensione sui prezzi nel settore carni
L’
obiettivo e l’impegno di Confesercenti
e del sindacato di
riferimento FIESA Assomacellai è in primo luogo quello
di porre un freno all’allarmismo mediatico e agli attacchi
ingiustificati alle categorie del
commercio che hanno come
uno degli effetti lo scoraggiamento dei consumi. E’ vero
che questi ultimi, per le famiglie italiane, sono in calo, l’inflazione per i generi di più frequente consumo galoppa a
livelli di più del 4,8% e i salari perdono potere d’acquisto,
ma i macellai ritengono di non
meritarsi le critiche alle quali
sono sottoposti, essendo solo
l’ultimo degli anelli della catena della filiera, anzi, grazie
alla loro professionalità e alla
qualità del loro servizio, rivendicano un ruolo importante
per tutta la clientela che è
quello di mettersi a disposizione per un confronto costruttivo con i consumatori e per
dare i migliori consigli sul
consumo e l’utilizzo dei tagli
di carne più adatti e ad un
prezzo accessibile.
Alcuni dati sintetici:
Più del 50% del mercato di
vendita delle carni è in mano
alla grande distribuzione,
ampliando il dato su tutto il
comparto alimentare si arriva
ad un 70% di mercato in mano
alla GDO.
A livello nazionale ogni 6 anni
4 imprese su 10 chiudono. In
Provincia di Bergamo si è passati da 364 macellai al
31/12/2000 a 350 al 31 giugno
2007 con un calo del 3,9%.
Per eventuali approfondimenti
segnaliamo il sito: www.fiesa.it
dove sono inseriti i dati e i
comunicati stampa della categoria a livello nazionale.
per la pubblicità su questo giornale: 035 4207111
N. 16 • MARZO 2008 | 3
Rinnovata la convenzione con Exergia:
stessa affidabilità, più servizi
A
bbiamo il piacere di
comunicare che la
Convenzione tra Confesercenti Bergamo ed Exergia
é stata rinnovata per il 2008.
In un momento delicato del
mercato energetico, in Italia
più che in altri paesi, dove il
trend é di sola crescita sia per
i consumi che per i costi conseguenti, le PMI si trovano a
dover incassare, oltre ai citati
rincari, pure la gogna mediatica dell’essere indicate come
sole responsabili dell’aumento
indiscriminato dei prezzi finali! La normativa nazionale che
prevede la possibilità di passare al libero mercato con prezzi
variabili ha ulteriormente
complicato la situazione, rendendo impossibile per l’im-
fornitura di elettricità in regime di Salvaguardia, Exergia è
stata scelta quale miglior fornitore per il Nord Italia (vedi
Comunicato
Stampa
su
www.exergia.it).
La convenzione prevede che
Exergia offra a tutte le imprese associate la propria ampia e
rinnovata gamma di servizi e
prodotti:
• Consulenza energetica per
sfruttare al meglio le opportunità del mercato libero;
• “Check Up Energia” cioé
analisi degli utilizzi per
migliorare i rendimenti
rispettando l’ambiente;
• Energia “verde” prodotta da
fonti rinnovabili;
• Certificazione energetica
degli edifici.
prenditore una semplice lettura delle voci di costo di una
bolletta o la comparazione tra
le diverse offerte commerciali. Non bisogna però sottovalutare il fatto che questo
nuovo periodo storico, contraddistinto dalla liberalizzazione del mercato dell’energia, porta con sé anche opportunità che bisogna saper leg-
www.hagam.it
“
”
Anche per l’energia elettrica
saper scegliere
aiuta a risparmiare
Confesercenti mette a disposizione dei soci un servizio di
ricevimento in sede, alla presenza di un tecnico messo a
disposizione da Exergia per tutti i servizi elencati sopra,
previo appuntamento da prenotare a Cesare Rossi,
tel. 035 4207111.
gere e sfruttare. Anche quest’anno la confermata partnership tra le 2 società mette a
disposizione delle aziende
associate un accordo decisamente vantaggioso che garantisce un’assoluta convenienza.
Proprio in virtù dell’affidabilità economica dimostrata in
occasione della gara indetta
dall’Acquirente Unico per la
ATTUALITÀ
ASSEGNAZIONE A TRATTATIVA PRIVATA DI UNA
RIVENDITA DI GENERI DI MONOPOLIO NEL
COMUNE DI MOZZANICA (BG) ZONA DI GARA VIA
PADANA SUPERIORE
tutti i locali commerciali idonei ubicati in STRADA STATALE N. 11 - VIA GUGLIELMO MARCONI: gli interessati
potranno prendere visione integrale dell'avviso di gara presso
il Comune di Mozzanica.
ASTA PUBBLICA PER LA SISTEMAZIONE DELLA
RIVENDITA N. 42 PRESSO IL COMUNE DI BERGAMO CON ANNESSA RICEVITORIA LOTTO N. 3678
tutti i locali commeriali idonei ubicati in VIA SAN GIOVANNI al civico n. 1 - VIA PIGNOLO dal civico n. 23 al civico
n. 59 (tutti i subalterni) - VIA PIGNOLO dal civico n. 30 al
civico n. 58: gli interessati potranno prendere visione integrale dell'avviso di gara presso il Comune di Bergamo.
Per ulteriori informazioni contattare Mariarosa
Quarenghi, tel. 035 4207244/245, [email protected] Corso Sempione, 15/A - 21013 Gallarate (VA)
tel. +39.0331.782822 - fax +39.0331.784695 - [email protected]
dalla prima
Istat, vendite
al dettaglio
a -0,6% annuo
B
isogna ricordare che
l’esercente è l’ultimo
anello della catena e che gli
aumenti più importanti
sono a livello di produzione. Non si può negare che
ci sono fasce più povere, in
particolare quelle degli
anziani. Per il resto bisogna
tenere conto di altri fattori.
Per esempio, l’indebitamento delle famiglie, passato dal 20% al 30% del
Pil, e cioè aumentato del
50%. Poi c’è l’energia, la
benzina, le tariffe di acqua
e rifiuti, dei trasporti urbani. Non si possono non
prendere in considerazione
questi elementi.
Comprendiamo le polemiche ma quando si critica si
devono tenere in considerazione tutti gli elementi.
Solo così si può davvero
parlare di trasparenza e correttezza. Per tutti.
4 | N. 16 • MARZO 2008
Fismed: scaricare le canzoni
uccide la musica
il punto su
I
l Festival di Sanremo è sul
tavolo degli imputati: al
calo degli ascolti ed al plagio si aggiunge la decisione
del settimanale Sorrisi e canzoni Tv di offrire su internet la
possibilità di scaricare i brani
eseguiti finora al prezzo di 99
centesimi ciascuno.“È un
fatto grave per due motivi –
sottolinea Norina Vieri, presidente della Fismed Confesercenti, l’organizzazione dei negozi di musica e
dischi – che danneggia gli
esercenti del settore. Avendo
la possibilità di scaricare subito, a basso costo e soltanto le
canzoni preferite, gli utenti
sono scoraggiati dall’acquistare le compilation che i
negozi potranno vendere solo
ed obbligatoriamente in
seguito.
Rappresentiamo migliaia di
negozi che da anni stanno
difendendo con le unghie e
con i denti il loro ruolo di presidi culturali nei centri storici
e per questo abbiamo denunciato la scorrettezza in una let-
Novità legislative
T
ra pochi giorni verrà
pubblicata sul BURL la
nuova legge sul commercio su aree pubbliche che
andrà a sostituire la legge
regionale 21 marzo 2000 n. 15
in attuazione del d.lgs. n.
114/98 (che sostanzialmente è
stata una buona legge).
La nuova legge ha passato il
vaglio della commissione
regionale alle attività produttive presieduta dal consigliere
Rimandata
la Fiera di primavera
I
“
”
È un fatto grave
che danneggia
gli esercenti del settore
tera indirizzata a Enzo Mazza,
presidente della Fimi, l’associazione dei discografici e portavoce delle major”. Già qualche anno fa la Fismed aveva
ingaggiato una battaglia contro
le multinazionali discografiche
denunciando all’Antitrust una
condizione di monopolio che
Carlo Saffioti al quale va il
nostro ringraziamento per la
disponibilità all'ascolto delle
istanze proposte dalle associazioni di categoria. Si preannuncia che come sindacato
ANVA organizzeremo a breve
un incontro pubblico aperto a
tutti gli operatori per poter
divulgare e rendere note le
modifiche e le integrazioni
che la nuova legge porterà.
di fatto rischiava di buttare
fuori mercato la distribuzione
al dettaglio: l’autorità le multò
pesantemente.“Non sembra
che quella lezione sia servita –
continua Norina Vieri – ma
noi non intendiamo arrenderci. Per tornare a Sanremo, la
compilation è venduta a 12,90
euro nelle edicole come nei
negozi di dischi, la differenza
è che i primi pagano il 4% di
iva mentre noi continuiamo a
pagarla al 20%: non c’è rispetto per una categoria che ha
fatto della distribuzione della
musica un fatto culturale e che
per questo avrebbe tutto il
diritto di vedersi ridurre l’iva
al 4%, come peraltro più volte
richiesto inutilmente. Per affrontare tutti questi temi –
conclude la presidente di
Fismed - chiediamo l’apertura
di un tavolo con le multinazionali o adotteremo misure di
protesta per rendere più evidente, soprattutto in questo
periodo, l’importanza dei nostri punti vendita”.
l Comune di Bergamo
non ha dato l'autorizzazione alla Comap di svolgere la "Fiera di primavera"
prevista per domenica 30
marzo sul Sentierone. Il motivo? Forse la vicinanza con le
elezioni politiche del 13 aprile ma al momento non c'è
alcuna comunicazione ufficiale. Il direttivo della
COMAP si sta impegnando
per trovare un'area (visto che
il Sentierone sembra al
momento incedibile) ed una
data alternativa per lo svolgimento. Speriamo che questa
occasione di poter lavorare
nel centro di Bergamo, solitamente concessa alla categoria degli operatori su area
pubblica, non venga negata.
Convenzione Anva con
Vittoria Assicurazioni
N
uova
Convenzione
per i soci ANVA con
Vittoria assicurazioni.
Il nostro Presidente è riuscito
ad ottenere per la categoria
condizioni davvero favorevoli
da 400 euro a 450 euro
sull'importo del
Rc auto.
Per il disbrigo
delle pratiche
si riceve tutti i mercoledì
pomeriggio dalle 15 alle 17,30
presso gli uffici dell'ANVA
Confesercenti Bergamo.
Per ulteriori informazioni
potete contattare gli uffici:
035 4207111 oppure
la Sig.ra Nello
Federica cell.
328 9231127.
N. 16 • MARZO 2008 | 5
Comitato Imprenditoria
Femminile
della CCIAA:
Fiorella Ripamonti
nuova rappresentante
di Confesercenti Lecco
I
nformiamo che la Sig.ra Fiorella
Ripamonti, nostra associata titolare dell’Osteria Bar Sala di Calco
e Vicesindaco con delega ai
Servizi Sociali all’interno dello
stesso Comune, è entrata a far
parte del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile istituito presso la Camera di
Commercio di Lecco.
Nel ringraziare la Sig.ra Irene
Riva, rappresentante uscente di
Confesercenti, dell’intraprendenza
dimostrata all’interno del Comi
tato, auguriamo buon lavoro alla
nostra nuova rappresentante.
Tra i principali obbiettivi del
Comitato ricordiamo la promozione di iniziative camerali a favore
dello sviluppo e della qualificazione della presenza delle donne nel
mondo dell’impresa e la creazione
di sinergie con i principali attori
istituzionali, economici e sociali
del nostro territorio per la realizzazione di progetti specifici (formazione professionale, accesso al
credito, ecc.).
A questo proposito ricordiamo
che all’interno del Programma
regionale per la promozione dell’imprenditoria femminile promosso da Regione ed Unioncamere Lombardia, è ancora possibile godere dell’erogazione gratuita di servizi di:
/Lecco
Mercato di Lecco: continua il confronto
con l’Amministrazione comunale
H
a avuto luogo lo scorso 26 febbraio l’incontro con l’Amministrazione comunale di Lecco
per continuare la ricerca dell’area più
idonea ad ospitare il mercato bisettimanale quando inizieranno i lavori di
riqualificazione della Piccola.
Illustrando al Sindaco Antonella Faggi
e all’Assessore al Commercio Cinzia
Bettega l’esito del sondaggio condotto
dalla nostra Associazione tra gli operatori del mercato, i rappresentanti
dell’ANVA Confesercenti si sono fatti
portavoce della schiacciante volontà
degli ambulanti di tornare nelle piazze
centrali della città o nelle aree immediatamente limitrofe e la contrarietà ad
essere trasferiti nel parcheggio della
Meridiana, ritenuto troppo marginale e
tutto sommato scomodo per attirare un
significativo afflusso di clientela.
Il Sindaco Faggi ha più volte sottolineato che non ci sono veti politici ad
“
”
La volontà degli ambulanti
è di tornare nelle piazze e vie
centrali della città
un’ipotesi di ritorno del mercato nelle
piazze centrali della città ma solo ostacoli di natura “tecnica” (in particolar
modo dovuti al nuovo arredo urbano che
ha ridotto gli spazi disponibili per posizionare gli automezzi degli ambulanti).
Alla fine è stato raggiunto l’accordo di
continuare il confronto verificando
innanzitutto nel dettaglio l’ipotesi di
Viale Dante, P.zza Manzoni e P.zza
Garibaldi (che nel sondaggio ha raccolto grande apprezzamento da parte degli
• orientamento ed assistenza specialistica per le aspiranti imprenditrici e lavoratrici autonome
(pacchetto di 2 ore);
• assistenza specialistica ed
affiancamento nella gestione
dell’attività di lavoro autonomo
(pacchetto di 6 ore);
• assistenza specialistica ed
affiancamento alla gestione
aziendale per le imprese condotte in prevalenza da donne ed in
fase di start-up, vale a dire iscritte al Registro imprese della
CCIAA da non più di 2 anni
(pacchetto di 8 ore).
Per maggiori informazioni e per
richiedere l’assegnazione dei pacchetti di assistenza erogati gratuitamente presso la sede della
Camera di Commercio è possibile
contattare lo sportello Punto
Nuova Impresa della CCIAA
(Dott. Giuseppe Longo
Tel. 0341/292212)
Piazza Manzoni a Lecco
Novità in materia di verifica della
conformità degli strumenti di misura
L
a Camera di Commercio di
Lecco ha reso noto che dal 1°
marzo 2008 sono entrate in
vigore le nuove tariffe per la verifica
della conformità degli strumenti di
misura utilizzati ai fini
delle transazioni
commerciali.
Le nuove tariffe,
calcolate sulla
base dei principi
stabiliti dal Decreto del Ministero dello
Sviluppo Economico del 07.12.2006,
resteranno in vigore per il prossimo
triennio.
L’attività di accertamento da parte
dell’Ufficio metrico, costituendo una
“prestazione di servizio”, comporterà
l’obbligo di fatturazione da parte della
Camera di Commercio ed il pagamento
della prestazione da parte dei detentori
degli strumenti di misura avverrà, contrariamente a quanto avvenuto finora,
solo dopo l’effettuazione della verifica
di conformità da parte degli Ufficiali
metrici della CCIAA.
Per maggiori informazioni sulle novità
introdotte è possibile contattare
l’Ufficio metrico della CCIAA di Lecco
(Tel. 0341/292227)
ambulanti e trova moderatamente
favorevole anche l’Amministrazione
nonostante diversi problemi viabilistici di non facile soluzione) attraverso uno studio approfondito portato
avanti dai rappresentanti delle
Associazioni degli ambulanti con i
responsabili degli uffici comunali
(opere pubbliche e viabilità).
Segnaliamo infine che Mario Zona,
ambulante di intimo nostro associato,
è entrato a far parte della Commissione comunale del mercato di Lecco
ed affiancherà Gianluca Vinciguerra,
operatore del settore abbigliamento
già membro della Commissione in
rappresentanza dell’ANVA.
Domenica
18 maggio 2008
inaugurazione
della nuova sede
di Confesercenti
Lecco
I
nformiamo tutti gli associati che
la cerimonia d’inaugurazione
della nostra nuova sede provinciale di Lecco (Via Azzone Visconti,
19/A) avrà luogo domenica 18
maggio 2008 alle ore 11.00.
Invitiamo fin d’ora tutti gli
Associati a partecipare numerosi a
questo importante evento, che rappresenta per Confesercenti Lecco
un decisivo passo in avanti sia per
la possibilità di erogare servizi ed
opportunità sempre più rispondenti ai bisogni delle imprese associate sia per il raggiungimento di una
visibilità che farà certamente crescere il peso istituzionale della
nostra Associazione sul territorio
lecchese.
Interverranno all’inaugurazione il
Presidente Nazionale di Confesercenti Marco Venturi e i rappresentanti delle Istituzioni del nostro
territorio.
6 | N. 16 • MARZO 2008
Baristi e camerieri:
restrizioni all’applicazione
del contratto di lavoro
a progetto
I
l Ministero del Lavoro ha
recentemente dettato agli
ispettori del lavoro alcune
istruzioni in materia di verifica del corretto utilizzo dei
contratti di collaborazione a
progetto.
Il documento chiarisce che
l’utilizzo del lavoro coordinato e continuativo deve essere
limitato alle prestazioni genuinamente autonome, definite in
funzione di un risultato specifico che ne delimiti l’ambito
di svolgimento.
In particolare, si è fornita
un’elencazione di attività
lavorative (baristi, cameriere,
commesse, per quel che più
interessa il nostro settore, ma
anche estetiste, parrucchiere,
facchini, muratori, addetti alle
pulizie, etc.) che, per le tipiche
modalità di esecuzione della
prestazione, sono da ritenersi
incompatibili con lo schema
causale della collaborazione
coordinata e continuativa nella
modalità a progetto.
Ciò anche in contrasto con
quanto formalizzato per iscritto
nel progetto (che, se mancante,
determinerà l’obbligo, da parte
degli ispettori, di ricondurre il
GUSTO E BUONGUSTO
contratto a progetto nell’ambito del rapporto di lavoro subordinato, senza svolgere alcuna
attività ispettiva).
Oltre a ciò, peraltro, gli organi
ispettivi saranno tenuti ad
un’attenta verifica del rapporto nei casi di “monocommittenza”, ossia nei casi in cui il
lavoratore a progetto fornisca
le sue prestazioni ad un unico
imprenditore.
Da adesso in avanti, per le
summenzionate figure professionali, è sconsigliabile l’utilizzo di tale modalità contrattuale: ciò tenuto anche conto
del fatto che, in caso di verifiche, sarà onere dell’imprenditore dimostrare (in sede giudiziaria) l’autonomia della prestazione.
L’azione di controllo così definita partirà il primo marzo
prossimo.
Per ulteriori informazioni o chiarimenti
Emanuele Spini,
tel. 035 4207248,
[email protected] Corsi professionali per barman
firmati A.I.B.E.S.
S
i sta programmando un
nuovo corso 1° livello
Barman dell’A.I.B.E.S.
(Associazione Italiana Barmen
E Sostenitori). Le 13 lezioni
pomeridiane/serali si svolgeranno presso il centro formazione dell’associazione degli
esercenti di Bergamo. Il corso
di primo livello, congegnato
dal Comitato Didattico Nazionale dell’A.I.B.E.S. spazierà a
360 gradi nell’ampio e variegato mondo del bar. Quindi
non solo bere miscelato ma
anche vino, caffetteria e snack
per completare al meglio la
preparazione dell’operatore
del bar, il Bartender per dirla
all’americana.
Le lezioni di tre ore l’una,
composte di una parte teorica e
una parte pratica, consentono
agli allievi di costruirsi uno
specifico bagaglio di conoscenze necessarie nella gestione e sviluppo di un’attività
commerciale così complessa
come il bar. Oltre allo studio
delle ricette dei cocktail Mondiali dell’I.B.A. (International
Bartender Association) e le
loro tecniche di preparazione,
si studieranno le bevande analcoliche, alcoliche e calde, nella
loro origine, produzione e preparazione sia come drink
miscelati o non allo scopo di
- SVILUPPO COMUNICAZIONE E MARKETING
INNOVAZIONE TECNOLOGICA
-
soddisfare le richieste dell’utente finale cioè il cliente.
Abbiamo al vaglio la possibilità di istituire anche master
giornalieri di 4 ore su argomenti specifici del settore quali:
1. Cocktail Party: preparazione di piccoli ricevimenti,
happy hour e feste a tema.
2. Il cocktail al caffè: il caffè
nei cocktail caldi e freddi.
3. Il te e gli accostamenti
col cibo: la storia, la produzione, la creazione di
una lista dei te e i suoi
abbinamenti col cibo.
Abbiamo anche progetti per
non professionisti quali:
1. Il bar a casa: come attrezzo e gestisco al meglio una
zona bar tra le mura domestiche.
2. L’aperitivo lo faccio io:
preparazioni e ricette di
aperitivi con piccolo snack
casalingo.
3. Il mio angolo preferito:
la composizione di una
zona distillati di successo.
Il panorama formativo offre
tante soluzioni ma solo noi
siamo firmati A.I.B.E.S.
Perché la professionalità è
l’unica parola d’ordine.
Per informazioni sul
corso rivolgersi direttamente al Cescot:
035 312312.
SICUREZZA AMBIENTE E IGIENE
VITAMINE
TUA
AZIENDA
PER LA
Ente del Sistema
“
”
Tra le tante proposte
solo la professionalità paga
CESCOT
via Ravizza 7/A 24126 Bergamo
tel. 035.312312 - fax 035.4247624
[email protected]
www.confesercenti.bergamo.it/cescot.asp
Dimissioni volontarie
soltanto online
D
al prossimo 5 marzo
sarà in vigore il Decreto Interministeriale che attua la legge 188/2007
concernente le dimissioni
volontarie. A partire da tale
data le dimissioni potranno
essere rassegnate, pena la
loro invalidità, solo su internet compilando l’apposito
modello (che è già sul sito
www.lavoro.gov.it) previsto
dal Ministero del Lavoro.
Pertanto, dalla data suindicata, il lavoratore sarà costretto a
utilizzare internet per poter
rassegnare le proprie dimissioni: registrandosi al summenzionato sito e, previa
compilazione, trasmettendo
telematicamente il modulo al
ministero.
Solo dopo la trasmissione, il
modulo dovrà essere stampato
e consegnato al datore di lavoro il quale dovrà in ogni caso
procedere con la consueta
comunicazione entro 5 giorni
dalla cessazione del rapporto.
Son tenuti a questo adempimento tutti i lavoratori con
contratto di lavoro subordinato, di collaborazione coordinata e continuativa, anche
a progetto. Sono poi obbligati anche i lavoratori con contratto di collaborazione di
natura occasionale, di associazione in partecipazione
con apporto di lavoro e i soci
di cooperative.
Va da sé che tale procedura
delle dimissioni non si applica alle risoluzioni consensuali del rapporto di lavoro,
così come prevede il nostro
ordinamento.
Per ulteriori informazioni o chiarimenti
Emanuele Spini,
tel. 035 4207248,
[email protected] N. 16 • MARZO 2008 | 7
Fiepet sbarca a Mosca
con un corso di eccellenza
I CORSI CESCOT IN PARTENZA
GUSTO E BUON GUSTO
Formazione per gli addetti della ristorazione
e dei pubblici esercizi
ENRICO CEREA - ristorante “Da Vittorio”
L
a seconda settimana di
gennaio Stefano Cardaci, Presidente Onorario
Fiepet, ha tenuto un corso di
formazione in "Tecniche di
servizio di sala" presso un
noto ristorante di Mosca.
Abbiamo chiesto proprio a lui
di parlarci di questa nuova
avventura, vissuta in collaborazione con Confesercenti.
Come nasce questa collaborazione con Mosca?
Dieci anni fa ho prestato consulenza ad un amico che ha
aperto un ristorante proprio a
Mosca con un socio locale.
Oggi il ristorante che mesce
cucina italiana e locale, conta
un personale di oltre cento
persone e fa circa 500 coperti
al giorno.
Un vero e proprio successo!
Si, ma come ogni successo
deve essere monitorato ed
aggiornato. La formazione del
personale è essenziale per
avere un servizio di qualità
che sappia stare al passo con i
||| Intervista al
Presidente
Onorario Fiepet,
protagonista
dell’esperienza |||
tempi, aggiornandosi e mantenendo standard di eccellenza.
Cosa ha trattato il corso?
Tanti e vari i temi, per citarne
qualcuno si è passati dalla storia della ristorazione alla
attenzione per il corpo ed il
movimento in sala, dal linguaggio all'analisi delle diverse tipologie di clienti. La finalità è stata quella di approfondire alcuni degli aspetti più
importanti della ristorazione
alternando alla teoria, l'esperienza. Alla fine del corso,
dopo la somministrazione di un
questionario è stato consegnato
ai partecipanti un diploma.
Ombre e luci
L'unica ombra è stata la lin-
gua, colmata da un traduttore
sempre presente. Tra gli aspetti positivi l'entusiasmo dei partecipanti che hanno dimostrato
tanta voglia di imparare e crescere professionalmente.
Come è vista la cucina italiana a Mosca?
A Mosca ci sono tanti ristoranti italiani. Per questo motivo spesso la FIC (Federazione
Italiana Cuochi) organizza dei
corsi di cucina. La fortuna
della cucina italiana a Mosca è
anche un modo per valorizzare
e sponsorizzare anche i nostri
prodotti. La prossima volta mi
piacerebbe organizzare un
corso di vini, anche in quel
campo siamo dei fuoriclasse.
Cosa si augura per la Fiepet
il suo Presidente Onorario?
Di continuare lungo la strada
di professionalità e creatività
che da anni ha imboccato e
chissà allargare i propri confini. Come ho fatto io prestando
consulenza anche in Repubblica Ceca e presto in Giorgia.
Uno degli chef più apprezzati e famosi a livello nazionale
ed internazionale ritorna ancora per stupire con le sue creazioni:
Lunedì 21 aprile dalle 9.30
Nudo d’amare: seminario alla scoperta di piatti insoliti di pesce,
carpacci di pesce, tataki, tartare,
attraverso audaci accostamenti e presentazioni suggestive
BARMAN A.I.B.E.S - 1° livello edizione diurno/serale
Lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche per intraprendere la
professione di barman con capacità e competenza
Dal 10 marzo - 13 incontri il Lunedì, Mercoledì e Giovedì
Edizione pomeridiana dalle 14,30 alle 17.30
Edizione serale dalle 20.00 alle 23.00
BARMAN A.I.B.E.S - 2° livello edizione diurno/serale
Lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche per intraprendere la
professione di barman con capacità e competenza
Da fine marzo - il Lunedì, Mercoledì e Giovedì
Edizione pomeridiana dalle 14,30 alle 17.30
Edizione serale dalle 20.00 alle 23.00
LA CAFFETTERIA - edizione diurno/serale
Le tecniche di preparazione e le conoscenze teoriche
fondamentali per la preparazione e il servizio dei principali
prodotti di caffetteria, the e infusi
31 marzo-2-3 aprile
3 incontri edizione pomeridiana dalle 14,30 alle 17.30 o
serale dalle 20,00-23,00
PROFESSIONE PIZZAIOLO
Corso “full immersion” per aspiranti pizzaioli realizzato in
collaborazione con la Scuola Italiana Pizzaioli
Dal 12 al 16 maggio
5 giornate dalle ore 9.00/12.30 – 13.30/18.00
SICUREZZA AMBIENTE E IGIENE
Igiene e sicurezza degli alimenti - L. R. 12/03
CORSO SOSTITUTIVO DEL LIBRETTO SANITARIO
10 e 26 marzo - 7 aprile
1 incontro dalle 14.30 alle 18.30
SICUREZZA E PREVENZIONE - D.lgs 626/94
RESPONSABILE DEL SERVIZIO
DI PREVENZIONE E PROTEZIONE
10-17-24 marzo e 7 aprile
4 incontri dalle 14,30 alle 18,30
ADDETTO ALL’EMERGENZA INCENDIO - rischio basso
14 aprile
1 incontro dalle 14.30 alle 18.30
ADDETTO ALL’EMERGENZA DI PRIMO SOCCORSO
5-12-19 maggio
3 incontri dalle 14.30 alle 18.30
ADDETTO ALL’EMERGENZA DI PRIMO SOCCORSO - rinnovo
28 aprile
1 incontro dalle 14.30 alle 18.30
I corsi si svolgono presso la sede del Cescot via Ravizza 7a - Bergamo
Obblighi di vidimazione dei registri
di carico e scarico dei rifiuti
N
ella Gazzetta Ufficiale del 29 gennaio
2007 è stato pubblicato il Decreto Legislativo n.
4/08 che modifica il Codice
Ambientale. Si tratta del D.
Lgs. n. 4/08 che modifica
numerose disposizioni del D.
Lgs. 152/06, meglio noto
come “Codice Ambientale”.
Tra le altre disposizioni viene
ripristinato l’obbligo di vidimazione dei registri di carico
e scarico dei rifiuti entro il
13.02.2008.
In particolare:
dal 13 febbraio 2008 devono
essere utilizzati registri, non
ancora compilati, vidimati
Per ulteriori informazioni o chiarimenti
Davide Chiari,
tel. 035 4207555,
[email protected] dalla Camera di Commercio territorialmente
competente;
i registri attualmente in uso
devono essere chiusi e, a
partire dalla data del
13.02.2008, i movimenti di
carico e scarico dovranno
essere riportati sul nuovo
registro;
per la vidimazione bisogna
pagare un diritto di segreteria di euro 30,00.
Corsi realizzati con il contributo della Camera
di Commercio di Bergamo e con la collaborazione di Bergamo Formazione
Per informazioni rivolgersi a Sara Belotti
tel. 035 312 312 - [email protected]
IL PUNTO INFORMATIVO
Mensile della Confesercenti
di Bergamo
Via G. Galli 8, Bergamo
tel. 035 4207111 - fax 035 4207288
[email protected]
www.confesercenti. bergamo.it
Pubblicità: 035 4207111
Anno 3 - n. 16 - Marzo 2008
Dir. resp.: Claudio Re
Aut. Trib. BG n° 10 del 3/4/84
Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in a.p.
D. L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004
N°46 art. 1, comma 1 DCB Bergamo)
Direzione e redazione:
Via G. Galli, 8 - Bergamo
Redazione e coordinamento:
Giovanna Fidone
Progetto grafico e impaginazione:
Zaina, Bergamo
Fotografie:
Archivio Confesercenti Bergamo
Stampa:
Tipografica Sociale, Monza
Chiuso il 10/03/2008
Stampato in 3.050 copie
XXIV EDIZIONE
eventi
2008
Scarica

Elezioni politiche 2008