ALLE FAMIGLIE E AGLI OPERATORI ECONOMICI n. ....... del “Guida del Cittadino” - Aut. Trib. RE n. 939 del 23/01/1997 - Prop. Gruppo Guide Italia Srl - Euro 0,13 - Copia omaggio
ISI P O S T E I T A L I A N E
Aut. SMA/CN/RE1055/2008
Valida dal 31/07/2008
Prevenire è meglio che curare. I tempi serrati della vita a cui siamo sottoposti
non ci permettono, tuttavia, di dedicare la giusta attenzione ai comportamenti
che possono aiutarci ad avere un presente e un futuro migliore.
Questo volume intende essere per il cittadino e le famiglie uno strumento di
orientamento sulle tematiche legate alla sanità e al diritto, nel quadro dei servizi locali attraverso un elenco di uffici e strutture a cui rivolgersi per le necessità quotidiane di rapporto con le istituzioni locali.
Anche l’Associazione Europa dei Diritti, promotrice di questa collana, ha fornito il proprio contributo nella redazione dei testi e nella disponibilità a fornire ai Cittadini aggiornamenti e consulenza tramite il proprio sito internet.
Ci auguriamo che la pubblicazione costituisca un prodotto utile e di rapida
consultazione e magari anche un’occasione per riflettere sui comportamenti e
sulle attenzioni che possono permetterci di vivere meglio, incrementando il
dialogo tra cittadini e Istituzioni la cui importanza non serve certo sottolineare.
Un ringraziamento di cuore pertanto a tutti coloro che, dimostrando di avere
colto l’importanza anche collettiva del nostro lavoro, lo hanno sostenuto con
il loro contributo.
L’Editore
Gruppo Guide Italia Srl
Stefania Bigliardi
1
Via XI Febbraio (foto tratta da “Noi Cittadini” di San Giuliano Milanese - edizione 2009)
2
“La lettera di gradimento pubblicata riproduce con rielaborazione grafica il testo su carta intestata del telegramma indirizzato a Tiziano Motti dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica. Originale alla pagina 9. Nella foto: il Quirinale”
Protocollo:
SGPR 03/07/2007 0073833 P
Il Segretario Generale
della Presidenza della Repubblica
La “Guida del Cittadino” intende offrire ai Cittadini un articolato
strumento di informazione, utile a favorire un più consapevole
orientamento in molti settori della vita civile e ad agevolare il rapporto
con le Istituzioni, in primo luogo quelle locali.
Attraverso la diffusione nella più ampia platea di Comuni italiani,
questa pubblicazione potrà così contribuire allo sviluppo di un modello
di Cittadinanza attiva ed informata, e ad una migliore fruizione dei
servizi, pubblici e privati, disponibili sul territorio di riferimento.
Con sentimenti di apprezzamento, il Capo dello Stato invia a quanti
hanno collaborato alla realizzazione di questo meritevole progetto un
augurio e un saluto cordiale, cui unisco il mio personale.
Donato Marra
Segretario Generale
Presidenza della Repubblica
GRASCAR s.n.c.
Assistenza di qualità per ogni veicolo
Car Service
OFFICINA MECCANICA • ELETTRAUTO • SERVIZIO PNEUMATICI
MONTAGGIO IMPIANTI GAS e GANCI TRAINO
INSTALLA UN SISTEMA GPL o METANO
LANDI RENZO
Via Tolstoj, 59
20098 S. Giuliano Milanese (MI)
Tel. 02 98240770 - Fax 02 98241928
[email protected] - [email protected]
www.grascar.it
Punto Assistenza
CENTRO ASSISTENZA ALLA FAMIGLIA
CONSULTORIO FAMILIARE
-ONLUS-
Le aree delle attività:
Consulenza, Prevenzione, Promozione, Formazione
Relazione di coppia, Relazione genitori/figli, Diritto di famiglia,
Sessualità, Procreazione, Gravidanza, Ginecologia,
Genitorialità, Minori e adolescenti, Famiglia e società
San Giuliano Milanese (MI)
Piazza della Vittoria 7
Tel. 02.9845.321 - Fax 02.9849.2270
[email protected] - www.ceafsangiuliano.org
4
L’obiettivo di Europa dei Diritti è prima di tutto quello di agire nel campo dell’informazione: prevenire anziché curare.
Questa pubblicazione, diffusa gratuitamente a tutte le famiglie e a tutte le attività economiche del nostro Comune, vuole fare questo: informare i cittadini su come possono
tutelare i propri diritti e, assieme al prof. Umberto Veronesi, membro del Comitato
d’Onore dell’Associazione, occuparsi di prevenzione.
I cittadini che ci invieranno le proprie segnalazioni via e-mail o tramite il numero di
fax che abbiamo attivato per il nostro Comune, pubblicato a pagina 10, parteciperanno alla crescita della nostra attività mantenendo acceso il dibattito nel nostro blog e
permettendoci di rendere più utile ogni nuova edizione di questa guida.
Scriveteci, raccontateci quello che non va. Avremo la possibilità, insieme, di promuovere con forza le nostre necessità alla Pubblica Amministrazione e alle forze politiche
e associative del territorio.
Coloro che vorranno iscriversi ad Europa dei Diritti potranno farlo gratuitamente tramite il sito internet: www.europadeidiritti.com.
Antonio Tomassini
Presidente della Commissione
di Igiene e Sanità del Senato della Repubblica
Presidente del Comitato d’Onore di Europa dei Diritti
In tutti questi anni di lavoro dedicati alla scienza e alla cura dei pazienti ho vissuto
momenti di dolore, trascorsi a fianco di chi soffre. Una partecipazione che mi ha segnato e che mi ha spinto a impegnarmi nella ricerca scientifica per portare a chi soffre nuove speranze. Per questo sono convinto che il progresso scientifico sia la nostra
risorsa più autentica per il futuro. E quando penso al futuro, penso ai bambini che incontro sulla mia strada, che fanno parte della mia famiglia, che accompagnano i genitori negli ospedali con sguardo smarrito, in cerca di nuove sicurezze. Questi bambini devono essere protetti offrendo loro nuove speranze di vita, ma anche incoraggiati
a proseguire il nostro impegno nei confronti delle scienze. Molti di loro diventeranno
i nuovi ricercatori di domani: saranno medici, studiosi, porteranno le loro conoscenze
in ogni parte del mondo promuovendo lo scambio continuo di informazioni per raggiungere, con altri colleghi, obiettivi sempre più importanti. Per loro, per i nostri piccoli-grandi uomini del futuro dobbiamo lavorare instancabilmente con volontà, energia e l’aiuto di tutti. I progetti della Fondazione che porta il mio nome, oggi più che
mai, sono dedicati a chi soffre e a chi, crescendo, porterà avanti i valori della scienza.
E basta un piccolo sostegno per costruire insieme il nostro domani…
Un grazie sincero
Umberto Veronesi
Membro della Commissione Istruzione Pubblica
e Beni Culturali del Senato della Repubblica
Direttore scientifico dell’Istituto Oncologico Europeo
Membro del Comitato d’Onore di Europa dei Diritti
5
L’Europa lavora
per i nostri Diritti
di Tiziano Motti
Deputato al Parlamento europeo *
In giugno di quest’anno sono stato eletto
parlamentare europeo grazie alle preferenze dei
cittadini del collegio del nord est.
Il mio impegno a Strasburgo e Bruxelles,
nell’ambito del Partito Popolare Europeo, amplifica
quello che da anni porto avanti come presidente di
Europa dei Diritti, movimento per i diritti dei
cittadini a cui aderiscono trasversalmente
numerosi politici, istituzioni, imprenditori e migliaia
di cittadini.
Attraverso il mandato che ho ricevuto intendo dare
maggior voce ai cittadini e auspico che anche
questa guida, patrocinata da Europa dei Diritti,
possa contribuire a fornire informazioni utili alla
nostra tutela, perché avere diritti ma non esserne
consapevoli è un po’ come non averli.
È inoltre particolarmente scarsa la consapevolezza
di quanto sia importante ciò che si discute e si
decide al Parlamento europeo. Questo è l’unico
organo dell’Unione europea eletto direttamente dai
cittadini e i suoi deputati, eletti ogni cinque anni,
sono il portavoce di circa mezzo miliardo di
persone. Il Parlamento svolge un ruolo attivo
nell’elaborazione di provvedimenti legislativi che
hanno un impatto diretto sulla vita quotidiana dei
cittadini (ad esempio in materia di protezione
dell’ambiente, pari opportunità, trasporti, ecc...) e
ricopre un ruolo fondamentale per la tutela dei
nostri diritti. Ha approvato numerose norme e
procedure per garantire la sicurezza alimentare
nella UE (si veda il caso del latte cinese alla
melanina) e ha istituito un regime di protezione e
promozione dei prodotti agroalimentari delle varie
regioni d’Europa, creando alcuni sistemi di
certificazione dei prodotti tipici di pregio, noti come
DOP, IGP, AS e STG, al fine di arginare il fenomeno
della contraffazione. Al fine di tutelare i
consumatori dalla pubblicità ingannevole e dalle
sue conseguenze, l’Unione europea ha definito
regole comuni da applicare in tutta l’Unione.
È stata liberalizzata la possibilità di aprire un conto
bancario in uno qualunque degli Stati membri
dell’Unione europea e di effettuare dei bonifici da e
verso quel conto. È inoltre importante sapere che
grazie a norme comuni approvate dall’Unione
europea, un pagamento all’estero in euro è
soggetto alle stesse spese di un analogo
pagamento nazionale in euro. Questa misura non si
applica agli assegni. Nei viaggi tutto compreso,
l’Unione ha obbligato gli operatori turistici a fornire
informazioni corrette su cosa si intende per tutto
compreso e quali servizi vengono effettivamente
erogati. L’Unione Europea ha uniformato la
legislazione sui diritti dei passeggeri e creato
procedure per rivalersi nei confronti delle
compagnie o società di trasporto che non li
rispettano. Tutto ciò a garanzia dei cittadini anche
in Italia grazie al recepimento delle direttive
europee.
*On. Tiziano Motti
Deputato UDC - PPE al Parlamento europeo
Presidente del Movimento Europa dei Diritti
6
VI SPIEGHIAMO COME OGNI CITTADINO PUO’ PRESENTARE
AL PARLAMENTO EUROPEO UNA PETIZIONE NEL PROPRIO INTERESSE
佣
Qualsiasi cittadino dell’Unione europea o residente
di uno Stato membro può presentare una petizione
al Parlamento europeo, individualmente o in
associazione con altri, su una materia che rientra
nel campo d’attività della UE e che lo concerne
direttamente. La petizione può contenere una
richiesta personale, un reclamo o un’osservazione
riguardo all’applicazione della normativa
comunitaria o invitare il Parlamento europeo a
pronunciarsi su una determinata questione. Una
petizione può vertere su temi che riguardano l’UE o
sono di sua competenza, quali ad esempio: i nostri
diritti in quanto cittadini europei ai sensi dei
trattati; le questioni ambientali; la protezione dei
consumatori; la libera circolazione di persone,
merci e servizi; l’occupazione e la politica sociale,
ecc. Non vengono prese in considerazione dalla
commissione per le petizioni semplici richieste
d’informazione né osservazioni generali sulla
politica dell’Unione europea.
La petizione deve essere redatta in una delle lingue
ufficiali dell’Unione europea. Se l’oggetto della
petizione inviata riguarda uno dei settori di attività
dell’Unione europea, la petizione è di norma
dichiarata ricevibile dalla commissione per le
petizioni, che prende una decisione sul seguito da
darle, a norma del regolamento. Quale che sia la
decisione adottata, la commissione per le petizioni
ne informa senza indugio il firmatario. Se la
commissione per le petizioni può richiedere la
cooperazione delle autorità nazionali o locali di uno
Stato membro nel tentativo di risolvere un
problema sollevato dal firmatario di una petizione,
essa non può tuttavia ignorare le decisioni adottate
dalle autorità competenti degli Stati membri.
Poiché il Parlamento europeo non è un’autorità
giudiziaria, esso non può pronunciarsi sulle
decisioni adottate dalle autorità giudiziarie degli
Stati membri né revocarle. Le petizioni che
perseguono tali obiettivi sono irricevibili.
INVIO POSTALE DELLA PETIZIONE:
non vi sono formulari da compilare
né modelli standard per la redazione.
La petizione dovrà tuttavia recare nome, nazionalità e
indirizzo permanente del firmatario (nel caso di
petizioni collettive devono figurare il nome, la
nazionalità e l’indirizzo permanente dell’autore o
almeno del primo firmatario) ed essere firmata.
La petizione può contenere allegati, incluse le copie
dei documenti probanti eventualmente
in possesso del firmatario.
La petizione va inviata all’indirizzo seguente:
EUROPEAN PARLIAMENT
The President of the European Parliament
Rue Wiertz B-1047 BRUSSELS
INVIO ON-LINE DELLA PETIZIONE:
per presentare una petizione on line elettronica,
utilizzando il modulo elettronico disponibile nel sito
internet del Parlamento Europeo.
La commissione per le petizioni comunicherà le
informazioni relative al seguito dato
alla petizione per posta.
Eventuali informazioni supplementari o documenti
giustificativi allegati alla petizione devono essere
inviati per posta, con l’indicazione del numero della
petizione, al seguente indirizzo:
EUROPEAN PARLIAMENT
Committee on petitions - The Secretariat
Rue Wiertz B-1047 BRUSSELS
Altre informazioni e modulo elettronico per l’invio:
http://www.europarl.europa.eu/parliament/
public/staticDisplay.do?id=49&language=it
7
Abbazia di Viboldone (foto tratta da “Noi Cittadini” di San Giuliano Milanese - edizione 2009)
di Cecere Gerardino
AUTORIZZATO PEUGEOT
Carrozzeria
Gommista
Revisioni
Officina
Auto nuove
e uste
Via della Liberazione, 44/A - 20098 San Giuliano Milanese
Tel. 0298.280.633 - 0298.289.253 - Fax 0298.287.287
8
Direttore Editoriale:
MAURIZIO COSTANZO
Licenziatario del marchio/format:
Gruppo Guide Italia Srl
www.guideitalia.net
Editore: Gruppo Guide Italia Srl
Società Unipersonale - 31033 Castelfranco Veneto (TV)
Piazza Serenissima, 60 - Fax 0422 029820
Testata: Guida del Cittadino
Autorizzazione del Tribunale
di Reggio Emilia n. 939 del 23/01/1997
Testata iscritta al Registro Operatori
della Comunicazione n. 9259
Direttore Responsabile: Alessandro Bettelli
Servizi fotografici: foto tratte da “Noi Cittadini”
di San Giuliano Milanese - edizione 2009
In copertina: Campanile della Chiesa
di San Giuliano Milanese
Immagini relative alla Guardia di Finanza tratte da:
“Il Finanziere” edito dall’Ente Editoriale per il
Corpo della Guardia di Finanza
Noi Cittadini
del Comune di
San Giuliano Milanese
Sommario
Vie di accesso ..................................pag. 11
. LA PROVINCIA DI MILANO
. COME ARRIVARE NELLA PROVINCIA DI MILANO
. IL COMUNE DI SAN GIULIANO MILANESE
. IL TERRITORIO
Al servizio del Cittadino ....................pag. 13
. PREVENZIONE E SANITÀ
La Nostra Salute
. SICUREZZA E DIRITTI DEL CITTADINO
Automobile e Trasporti
Foto di Maurizio Costanzo: Luca Rebecchini
Casa
Testi relativi alla Guardia di Finanza forniti dal
Comando Generale della Guardia di Finanza.
Testi relativi alla Polizia di Stato approvati dal Ministero
dell'Interno, Dipartimento di Pubblica Sicurezza.
Testi relativi all'Arma dei Carabinieri forniti dal
Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.
Testi del capitolo “Difendersi” e sezione “Forze dell’Ordine”
elaborati dalla redazione interna e tratti dai siti internet
di Arma dei Carabinieri (www.carabinieri.it)
e Polizia di Stato (www.poliziadistato.it).
Difendersi
Altri testi a cura della redazione interna.
Supervisione dei testi giuridici: Avvocato J.C. Cataliotti
Prodotti Alimentari
Servizi alle Persone
Numeri utili - Emergenze ....................pag. 49
Elenco Telefonico Attività ....................pag. 53
Elenco Categorico Attività ..................pag. 54
Guida del Cittadino: Copyright 2009
Casa Editrice: GRUPPO
GUIDEITALIA
www.guideitalia.net
Collana realizzata con la collaborazione dell’associazione
“Europa dei Diritti”
Questo Periodico è iscritto
all’Unione Stampa Periodica Italiana
Diffusione: Gratuita ai nuclei famigliari e alle attività economiche del Territorio Comunale di San Giuliano Milanese
Distribuzione a cura di: Poste Italiane Spa
Tipografia: .............................
Testo di Adesione Presidenziale: telegramma del 03 Luglio 2007, mittente: Segretariato generale del Presidente della Repubblica.
Immagini, Stemma Presidenziale e grafica tratti dal sito ufficiale della Presidenza
della Repubblica: www.quirinale.it.
Ai sensi e per gli effetti del D.Lgs 30.06.2003 n. 196 l’Editore dichiara che gli indirizzi
utilizzati per l’invio in abbonamento postale provengono da pubblici registri, elenchi,
atti o documenti conoscibili a chiunque e che il trattamento di tali dati non necessita
del consenso dell’interessato. Ciò nonostante, in base all’art. 13 dell’informativa, il titolare del trattamento ha diritto di opporsi all’utilizzo dei dati facendone espresso divieto tramite comunicazione scritta da inviarsi alla sede di Gruppo Guide Italia Srl.
Tiratura: XXXX copie
Progetto editoriale e organizzazione della collana:
Via Guicciardi, 7 - 42100 Reggio Emilia (RE)
“Riproduzione fotostatica ridotta del telegramma del Segretario
Generale della Presidenza della Repubblica, adesione alla Guida
del Cittadino tramite lettera di gradimento, del 03/07/2007”.
www.europadeidiritti.it
9
SOMMARIO
Edizione 2010
10
Il Territorio
VIE DI ACCESSO
La Provincia di Milano
Sigla della Provincia: MI
Superficie: Kmq 1.982
Numero comuni: 189
Popolazione:
totale abitanti: 3.927.124
maschi: 1.904.531
femmine: 2.022.593
(aggiornato al 30/11/2008)
Codice ISTAT: 015
Province confinanti:
Bergamo, Lecco, Como, Varese, Novara, Pavia,
Lodi, Cremona
Sito istituzionale:
www.provincia.milano.it
Come arrivare
nella Provincia di Milano
La Provincia di MIlano è attraversata da numerosi
assi viari: l’Autostrada A1 (Milano-Napoli), l’Autostrada A4 (Torino-Trieste), l’Autostrada A7 (Milano-Genova), l’Autostrada A8 (Milano-Varese), l’Autostrada A9 (Lainate-Chiasso), l’A50 Tangenziale
Ovest Milano, l’A51 Tangenziale Est di Milano.
Gli aeroporti più vicini sono quelli di Linate e
Malpensa.
Il Comune
di San Giuliano Milanese
Superficie: Kmq 30,40
Altitudine: mt 97 slm
Distanza da Milano: Km 11
Prefisso telefonico: 02
C.A.P.: 20098
Popolazione:
35.917 abitanti (aggiornato al 31/12/2008)
Frazioni:
Zivido, Viboldone, Sesto Ulteriano, Civesio, Mezzano, Pedriano, Borgolombardo, Carpianello
Comuni limitrofi:
San Donato Milanese, Mediglia, Culturano, Melegnano, Opera, Locate Triulzi, Carpiano
Chiesa Santa Maria Zivido (foto tratta
da “Noi Cittadini” di San Giuliano Milanese - edizione 2009)
11
Giardini di Via Campoverde (foto tratta da “Noi Cittadini” di San Giuliano Milanese - edizione 2009)
12
AL SERVIZIO DEL CITTADINO
SOMMARIO
Sommario argomenti
PREVENZIONE
E SANITÀ
SICUREZZA E DIRITTI
DEL CITTADINO
La Nostra Salute
15
Automobile e Trasporti
23
- Alimentazione e Salute
15
Casa
28
- Il Check up
17
Difendersi
32
- I danni causati dal fumo
18
Prodotti Alimentari
38
- I danni causati dall’alcool
19
Servizi alle Persone
43
13
Spazio Cultura (foto tratta da “Noi Cittadini” di San Giuliano Milanese - edizione 2009)
SMF De Vecchi
Studio Fisioterapico
Tel. 02 98241850
Cell. 393 9054502
[email protected]
Via M. Polo, 7
20098 San Giuliano Milanese (MI)
14
PREVENZIONE
E SANITÀ
LA NOSTRA SALUTE
La Fondazione Umberto Veronesi nasce allo scopo di
promuovere la ricerca scientifica. Mette in campo le
migliori risorse, coinvolge i migliori scienziati perché il
mondo delle scienze diventi alla portata di tutti.
Nascono così i nostri progetti The future of Science
(conferenze internazionali annuali che offrono un’opportunità rara di confronto sul ruolo della scienza nella
società del terzo millennio), No Smoking be happy
(per spiegare a bambini e ragazzi tutti i danni del tabacco, educarli da piccoli a non diventare fumatori da grandi) e Sportello Cancro (iniziativa - in collaborazione
con il Corriere della Sera - per dare un aiuto concreto a
chi deve affrontare un percorso di malattia difficile).
Capire come si evolvono le ricerche, dove si orienta oggi
il progresso, significa acquisire consapevolezza per
affrontare un percorso di malattia in modo più lucido.
Per questo Fondazione s’impegna con l’obiettivo
Mortalità Zero per i tumori del seno e con il progetto
Cosmos per la diagnosi precoce del carcinoma polmonare. Per questo sosteniamo giovani ricercatori con borse
di studio e raccogliamo fondi per programmi di prevenzione contro le neoplasie del collo dell’utero. Infine, diffondere la scienza significa pensare il domani con
nuove certezze, con nuove prospettive: perché libertà di
sapere è libertà di scegliere.
Per saperne di più: www.fondazioneveronesi.it
ALIMENTAZIONE E SALUTE
La Fondazione Umberto Veronesi ha redatto e messo
gratuitamente a disposizione di tutti i cittadini delle pubblicazioni (“Quaderni”) su svariati argomenti inerenti la
salute e la prevenzione delle malattie. In questo capitolo
riportiamo alcune informazioni tratte dal Quaderno 4
“Alimentazione e salute. Un progetto di vita o una moda
del terzo millennio?”.
Per maggiori informazioni e per scaricare i Quaderni in
formato pdf consultare il sito:
www.fondazioneveronesi.it
Sono tante le domande che ci si pone sul mondo
dell’alimentazione, ma spesso la fonte delle risposte non è attendibile. Le riviste non specializzate,
internet o il “passa parola” di parenti ed amici hanno sostituito il parere di un esperto.
Il corretto significato di “dieta”
Il termine dieta nella nostra società è associato
solitamente al concetto della perdita di peso, ad
una alimentazione restrittiva. Nulla di più sbagliato: dieta significa semplicemente regime alimentare, una serie di buone regole per utilizzare l’alimentazione come strumento di salute. Non ci devono essere per forza significati “punitivi”.
Una dieta corretta prevede l’introduzione di tutte
le sostanze necessarie al nostro organismo per
funzionare al meglio e mantenersi in salute, ovviamente ponendo attenzione alle quantità ed alle reazioni del nostro corpo.
Nutrienti e fabbisogno energetico
I nutrienti sono le sostanze degli alimenti assimilabili dal nostro corpo, e che vanno a costituire la
IL TEMPIO DEL SOLE
Via Milano, 5
20098
S. Giuliano M.se
Telefono
02.9842903
CENTRO ESTETICO - SOLARIUM
15
PREVENZIONE E SANITÀ
Il Mondo Scientifico.
Nell’immaginario collettivo è un luogo che opera in
confini stabiliti, difficile da praticare, da conoscere...
PREVENZIONE E SANITÀ
nostra principale fonte di energia. Il nostro organismo necessita di quantità giornaliere diverse
per ogni nutriente: la sigla RDA (presente oggi
nelle tabelle nutrizionali sulle confezioni di molti
alimenti) indica la Dose Giornaliera Raccomandata (Recommended Daily Allowance in inglese), ossia la quantità media giornaliera di un determinato nutriente che dovrebbe essere assunta per godere di buona salute.
I nutrienti sono le proteine, i carboidrati ed i grassi.
Le proteine sono indispensabili per la crescita e la
riproduzione delle cellule. Le maggiori fonti di proteine sono la carne, il pesce, il latte ed i suoi derivati, alcuni tipi di legumi. Le proteine dovrebbero
costituire il 15% dell’energia giornaliera media di
un adulto.
I carboidrati si dividono in semplici (zuccheri) e
complessi (amido e fibra alimentare). I carboidrati
sono la nostra fonte di energia a breve termine, la
dose giornaliera raccomandata è circa del 55%,
fonti di carboidrati sono i cereali, i farinacei e molti
alimenti vegetali.
I grassi sono utili all’organismo in numerosi processi: contribuiscono alla regolazione del sistema
cardiovascolare, sono tra i componenti delle membrane delle cellule e sono una riserva energetica.
I grassi assunti durante il giorno non dovrebbero
superare il 25% del nostro fabbisogno; fonti di
grassi sono soprattutto i prodotti di origine animale, alcuni vegetali ossia i frutti oleosi (noci, olive
ecc.). È preferibile privilegiare i grassi proveniente
dal pesce e dagli oli vegetali, in quanto insaturi.
Non dobbiamo poi dimenticare le vitamine ed i minerali: non si tratta di nutrienti, ma sono sostanze
organiche indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo.
Le vitamine sono necessarie per la crescita e le
funzioni metaboliche generali, i minerali per la costituzione di tessuti e cellule.
Acqua e fibre
L’acqua è indispensabile per il nostro organismo,
che non a caso ne è formato dal 55-60%.
È il mezzo in cui si svolgono tutte le reazioni metaboliche, è il solvente generale di tutti i componenti
solubili dell’organismo, trasporta le sostanze nutritive ed i residui del metabolismo.
Spesso ci si “dimentica” di bere e non assumere la
giusta quantità di acqua è purtroppo abitudine diffusa. Il nostro organismo necessita di 2,5-2,7 litri
di acqua ogni giorno: metà fornito dalle bevande e
metà dal metabolismo degli alimenti e dall’acqua
presente nei cibi solidi.
Stessa “dimenticanza” coinvolge anche la fibra alimentare, contenuta soprattutto nei vegetali.
Le fibre migliorano la funzionalità intestinale e riducono il rischio dell’insorgenze di alcune malattie
cardiovascolari, del diabete e anche del tumore
del colon retto.
La scienza ed i cibi anti-cancro
Gli studi medici sulle patologie neoplastiche hanno
evidenziato uno stretto legame tra alimentazione
ed insorgenza di malattie, in termini sia positivi
che negativi.
Di positivo si è scoperto che esistono alimenti di
facile reperibilità e di buon sapore che sono in grado di proteggere il nostro corpo dal cancro.
Di negativo invece c’è l’evidenza che un terzo dei
tumori è legato all’alimentazione.
Da entrambe queste notizie si capisce quanto sia
importante una corretta cultura sul cibo ed una
sana alimentazione per mantenersi in salute.
Tra gli alimenti più conosciuti con proprietà benefiche ricordiamo:
- ortaggi della famiglia delle crucifere (cavoli, broccoli): le ricerche dicono che il consumo di 5 o più
porzioni di crucifere a settimana è stato associato ad una riduzione del 50% del rischio di cancro
alla vescica, mentre nelle donne il consumo di 1
da PAOLA e DANIELA
via Turati, 15 - 20098 S. Giuliano Milanese
tel. 02 98490528
16
I pesticidi nel piatto
I dati di Legambiente sulla presenza di residui chimici sull’ortofrutta
VERDURE
1,0
84,2 11,4
FRUTTA
1,7
54,0 22,9 21,4
3,0
91,5
5,0
0,5
0,8
78,8 15,0
5,4
3,4
VARIE
(Omogeneizzati,
succhi di frutta)
DERIVATI
(Olio, vino,
marmellate)
TOTALE
1,3 71,5 16,3 10,9
Legenda:
Irregolari
Regolari con 1 residuo
Regolari senza residui
Regolari con + di 1 residuo
IL CHECK UP
Cos’è
Un insieme di indagini cliniche, strumentali e di laboratorio per raccogliere informazioni generali sul
nostro stato di salute. Si tratta di un controllo
“aspecifico”, cioè non è indirizzato alla ricerca di
una particolare anomalia, ma tratta lo stato dell’organismo nel suo complesso.
Perché è bene farlo
Scoprire per tempo eventuali alterazioni e disturbi
consente di affrontare la situazione con il dovuto
anticipo ed i dovuti mezzi. Non si può prevedere
con certezza un evento patologico, ma tenere sotto
controllo la nostra salute, soprattutto se abbiamo
alti fattori di rischio per alcune malattie, è l’unico
modo per preservarla il più a lungo possibile.
Senza pretesa di esaustività, pubblichiamo l’elenco di alcuni dei
più comuni esami di laboratorio.
Esami
Emocromo
Conteggia gli elementi cellulari del sangue (globuli
bianchi e rossi, piastrine).
17
PREVENZIONE E SANITÀ
o più porzioni al giorno porterebbe ad una riduzione del rischio di tumore al seno;
- pomodoro: grazie alla presenza del licopene (pigmento responsabile della colorazione rossa), i
grandi paesi consumatori di questo elemento
(Italia, Spagna e Messico) hanno registrato un
tasso di tumore alla prostata molto più basso di
altri paesi;
- curcuma: si tratta di una spezia molto usata nella
cucina indiana con un grande potenziale antitumorale e proprietà farmacologiche importanti: antitrombiche, antiossidanti, ipercolesterolemizzanti;
- l’aglio, con un’azione che si eserciterebbe a livello
dell’apparato digerente;
- fragole, lamponi e frutti di bosco, per l’elevata
quantità di acido ellagico che contengono, sostanza in grado di interferire con lo sviluppo dei
tumori;
- tè verde: i suoi effetti protettivi contro il cancro
sono ancora allo studio; il tè verde è ricco di
EGCG, una molecola con potenziale antitumorale
molto elevato. La presenza di molteplici varietà di
tè verde rende difficoltosa l’analisi dei suoi effetti
benefici. Il gusto del tè verde è gradevole, quindi
in attesa di conferme scientifiche perché non sostituire la pausa caffè con una pausa tè?
Decalogo per una corretta alimentazione
Dieci regole utili, individuate da un gruppo di scienziati medici e nutrizionisti, per garantire una alimentazione corretta ed equilibrata:
1 .....Mangia frutta di stagione tutti i giorni
2 .....Mangia molte verdure
3 .....La tua dieta comprenda sempre pasta e riso
4 .....Privilegia un consumo regolare di pesce limitando quello della carne
5 .....Consuma moderatamente snack e merendine
durante la giornata scegliendo in base all’etichetta secondo il valore nutrizionale
6 .....Bevi un bicchiere di vino rosso a pasto, consuma birra in quantità limitata ed evita i superalcolici
7 .....Per condire i tuoi piatti utilizza olio extravergine di oliva, limita il sale, completa con aromi a volontà
8 .....Consuma latte soprattutto parzialmente
scremato. Privilegia i latticini poco grassi (ricotta, scamorza fresca, tomini) e lo yogurt
9 .....Varia sempre i cibi nel piatto
10 ...Trasgredire è lecito, ma con moderazione:
consuma pizze, focacce, cioccolato e dolci in
quantità limitata
PREVENZIONE E SANITÀ
Glicemia
Misura la quantità di glucosio nel sangue; serve
per evidenziare problemi diabetici, valuta la funzionalità endocrina; a chi ha familiarità con diabete e
malattie cardiovascolari è consigliata anche la glicosuria, ossia la ricerca del glucosio nelle urine.
Trigliceridi
L'aumento dei trigliceridi nel sangue può indicare
alterazioni del metabolismo dei lipidi
Colesterolemia
Misura il livello di colesterolo nel sangue; oltre alla
colesterolemia totale è consigliata anche quella
frazionata, ossia HDL e LDL, rispettivamente detti
“colesterolo buono” e “colesterolo cattivo”.
Azotemia
Il suo valore è utilizzato per valutare la funzionalità
dell’apparato renale; misura la quantità di azoto
non proteico presente nel sangue.
Transaminasi
Indicate dalle sigle GOT e GPT, sono indicative della funzionalità cardiaca ed epatica.
VES
Un alto valore può indicare la presenza di uno stato
infiammatorio acuto; questo esame misura la velocità di sedimentazione dei globuli rossi nel sangue.
Sideremia
Valore del ferro presente nel sangue.
Proteinemia
Quantificare la presenza delle proteine nel sangue, totale e frazionata (albumine, globulina alfa
1, alfa 2, beta e gamma) valuta la buona funzionalità del fegato.
Uricemia
Per valutare la funzionalità renale.
Esame completo delle urine
Esami periodici
Pap test
Eseguito regolarmente da donne in età fertile permette di ridurre notevolmente il rischio di tumore
del collo dell’utero.
Mammografia
Necessaria per la diagnosi precoce dei tumori della mammella, deve essere eseguita una volta prima dei 40-45 anni e poi con cadenze regolari; le
cadenze sono diverse in caso di soggetti a rischio.
PSA (Antigene prostatico specifico)
Per la prevenzione del tumore alla prostata.
18
I DANNI CAUSATI DAL FUMO
Cosa contengono le sigarette
Le sigarette contengono molte sostanze: la nicotina, la più conosciuta, è solo una dei tanti pericolosi
componenti di una sigaretta.
È stato studiato che il fumo di tabacco contiene
oltre 4.000 sostanze dannose alla salute, alcune
cancerogene, tra le quali idrocarburi aromatici
policiclici, benzopirene, benzoantracene, nitrosamine; altre irritanti, come formaldeide (un agente disinfettante), ammoniaca (sì, proprio quella
utilizzata nei detersivi!), metanolo e butano
(combustibili), acetone (utilizzato anche per rimuovere la vernice). Tra le sostanze presenti, la
cui percentuale varia a seconda del tipo di sigaretta, ricordiamo:
- nicotina: paradossalmente è il meno dannoso tra
i componenti, ma la sua pericolosità risiede nel
fatto che è la prima responsabile della dipendenza fisica dal fumo; causa aumento della pressione
arteriosa e della frequenza cardiaca, restringimento dei vasi sanguigni;
- monossido di carbonio (CO): è il gas che la sigaretta rilascia quando brucia. Ha la capacità di legarsi ai globuli rossi causando quindi una forte riduzione in termini di apporto di ossigeno all’intero
organismo; uno dei risultati più gravi è sofferenza
cardiaca;
- catrame: pericolosissimo perché si deposita nei
polmoni, si forma quando il fumo si raffredda e
condensa.
Effetti nocivi sui bambini
I bambini sono tra i soggetti più a rischio in presenza di fumatori.
Già in gravidanza il feto subisce gli effetti nocivi del
fumo della mamma. Inoltre, i neonati nati da madri
fumatrici nascono più piccoli rispetto ai figli di madri non fumatrici.
Il rischio di neonati sottopeso c’è anche nel caso di
padre fumatore.
Nei primi anni di vita i polmoni dei bambini sono
potenti “spugne”, che attraverso il fumo passivo
assorbono le sostanze nocive generate dalla combustione del tabacco.
Aumenta quindi il rischio di malattie polmonari, di
diventare asmatici, di contrarre otiti croniche.
Danno d’immagine
Molti fumatori, purtroppo, sono insensibili ai danni
che il fumo può arrecare alla loro salute e a quella
di chi gli sta vicino.
800 554.088
È il numero del Telefono Verde contro il Fumo
(TVF), istituito dall'Osservatorio Fumo, Alcol e
Droga dell'Istituto Superiore di Sanità.
E’ un punto d’ascolto per chiunque soffra di problemi legati al tabagismo o voglia ricevere informazioni.
I DANNI CAUSATI DALL’ALCOOL
Cos’è l’acool?
“L'alcool è una sostanza tossica, potenzialmente
cancerogena, che può determinare una forte dipendenza”.
Che sostanze contiene
Carbonio, idrogeno ed ossigeno ed è prodotto dalla
fermentazione del glucosio. Attenzione: non contiene elementi nutritivi!
Effetti immediati sull’organismo
Vengono “spente” le aree del cervello che controllano le inibizioni, i riflessi sono rallentati, la capacità di giudizio è compromessa, diminuisce la coordinazione fisica, si biascicano le parole.
Effetti a lungo andare
Aumento del rischio di insorgenza di malattie quali
tumori a seno, colon, faringe, esofago; aumento
della pressione sanguigna; gastriti, ulcere ed altri
problemi gastrointestinali; danni al fegato ed anche al cuore.
Interazione con i farmaci
L’assunzione in concomitanza con farmaci (antidolorifici, anticoncezionali, antibiotici, antifebbrili) può
causare gravi problemi, soprattutto legati al fegato.
Le donne e l’alcool
L’organismo femminile ha capacità ridotte (dimezzate), rispetto a quello maschile, di smaltimento
dell'alcool, rendendo le donne più vulnerabili agli effetti dell'alcool, e a parità di consumo con un uomo
l’alcolemia sarà più alta.
Alcool e gravidanza
Assolutamente vietata l’assunzione di alcool durante la gravidanza: attraverso la placenta arriverebbe
direttamente al feto, ma quest’ultimo non è in grado di metabolizzarlo e ne subirebbe gli effetti dannosi (a livello cerebrale e di formazione dei tessuti).
Sintomi di dipendenza da alcool
Bere più velocemente degli altri, non essere in grado di smettere di bere una volta che si è cominciato, bere di nascosto, ricorrere all'alcool per affrontare i problemi oppure bere di prima mattina.
Num. verde 800 63 2000
Il numero del Telefono Verde Alcool del Ministero
della Salute e Istituto Superiore di Sanità. A disposizione di chiunque necessiti di aiuto o anche solo
di informazioni.
19
PREVENZIONE E SANITÀ
In una società come la nostra, alle volte eccessivamente proiettata verso l’aspetto estetico, perché
non fare leva su questo?
Ricordando che, in chi fuma, vestiti e capelli avranno un cattivo odore, che le dita delle mani ed i denti assumeranno un brutto colore giallastro, che la
pelle avrà tendenza all’invecchiamento precoce ed
alla formazione di rughe. Inoltre, a causa della progressiva riduzione dei sensi del gusto e dell’olfatto,
la vita “perderà sapore”!
Smettere di fumare
Sono numerosi i metodi che centri antifumo, enti
vari e la pubblicità propongono per smettere di fumare, ma non tutti hanno una base scientifica.
Metodo affidabile e con base scientifica è la terapia farmacologica.
Presuppone la somministrazione controllata ed in
dosi variabili di nicotina al soggetto che vuole
smettere di fumare.
La nicotina è considerata una droga, quindi la sua
totale mancanza causa nel corpo sintomatologie
da astinenza, che vanno dall’insonnia alla forte irritabilità, dalla depressione all’aumento della fame
alla difficoltà di concentrazione.
Smettere di fumare è un processo difficile, e intraprenderlo sapendo di incorrere in questi problemi
potrebbe scoraggiare i più.
Attraverso gomme da masticare alla nicotina, cerotti a rilascio graduale, compresse sublinguali,
viene somministrata al “paziente” una bassa quantità di nicotina, tale da alleviare i disturbi causati
dall’astinenza.
L’uso di questi sostitutivi non deve essere prolungato nel tempo e soprattutto si deve essere seguiti da un medico o dal farmacista di fiducia, che aiuteranno nella scelta dei dosaggi (che saranno alti
ad inizio trattamento, per poi diminuire) mano a
mano che la terapia prosegue.
Potente alleato della terapia farmacologica è la terapia comportamentale (o psicologica), che agisce
sulla quotidianità e su tutti quei piccoli gesti consueti della vita di un fumatore.
20
Carabinieri
L’Avvocato
È responsabile il farmacista in caso
di errata indicazione della posologia
del farmaco da parte del medico di base?
No. Il farmacista non è responsabile se si attiene
alle prescrizioni mediche. Secondo la Cassazione,
infatti, il farmacista, a fronte della precisa indicazione del medico, non ha certo il compito di verificare se la posologia del farmaco prescritto sia effettivamente corrispondente alle particolari esigenze
terapeutiche del paziente.
Comando Carabinieri
per la Tutela della Salute
È vero che gli sportivi devono
essere obbligatoriamente assicurati?
Sì. Un recente provvedimento stabilisce che l’assicurazione obbligatoria è stipulata nell’interesse degli sportivi dilettanti tesserati con le federazioni
sportive nazionali, le discipline sportive associate e
gli enti di promozione sportiva, riconosciuti dal CONI, con la qualifica di atleta, tecnico o dirigente.
L’assicurazione obbligatoria, che opera senza limiti
di età e per il mondo intero, riguarda le conseguenze degli infortuni accaduti ai soggetti assicurati durante ed a causa dello svolgimento delle attività
sportive.
Oltre che sulla sicurezza alimentare in genere, i
N.A.S. hanno competenza anche in materia di:
- profilassi internazionale delle malattie infettive
e diffusive,
- produzione e vendita di specialità medicinali ad
uso umano e veterinario (compresi gli omeopatici), di vaccini, virus, sieri, prodotti cosmetici
e di erboristeria,
- produzione di presidi medico-chirurgici, dispositivi medici e diagnostici,
- igiene,
- sanità pubblica e polizia veterinaria,
- produzione e commercio legale delle sostanze
stupefacenti per la preparazione di specialità
farmaceutiche.
Il paziente ha diritto di richiedere
le foto scattate prima e dopo gli
interventi di chirurgia plastica?
Sì, in quanto le foto scattate prima e dopo gli interventi di chirurgia plastica contengono dati personali
e i pazienti hanno il diritto di accedervi. Lo ha chiarito il Garante della Privacy nell’accogliere il ricorso
di una donna che si era vista negare da due medici
l’accesso alle fotografie scattate prima e dopo alcuni interventi di liposuzione cui si era sottoposta.
Il Reparto opera alle dipendenze Funzionali del
Ministero della Salute ed è articolato su tre Comandi di Gruppo e 35 Nuclei Antisofisticazione.
Gli appartenenti al Comando hanno la qualifica
di “Ispettore Sanitario” e possono pertanto operare in tutti quei luoghi ove vi è produzione,
somministrazione, deposito o vendita di prodotti
destinati all’alimentazione umana.
I N.A.S si avvalgono del supporto dei comandi
territoriali dell'Arma (oltre 4.600 Stazioni distribuite sull'intero territorio nazionale), mentre
per le attività "contigue" operano in perfetta integrazione con il Comando Carabinieri per la Tutela dell'Ambiente, il Comando Carabinieri Politiche Agricole ed il Comando Carabinieri Ispettorato del Lavoro.
Il farmacista è tenuto a fornire
quali informazioni al paziente?
Costituisce obbligo professionale del farmacista
fornire al paziente le informazioni e i chiarimenti opportuni circa: conservazione, contenuto, attività terapeutica, posologia, modalità e tempi di somministrazione, controindicazioni, effetti collaterali e incompatibilità di qualunque natura dei medicinali dispensati.
21
PREVENZIONE E SANITÀ
Giardini Campoverde (foto tratta da “Noi Cittadini” di San Giuliano Milanese - edizione 2009)
GRASCAR s.n.c.
Assistenza di qualità per ogni veicolo
Car Service
OFFICINA MECCANICA • ELETTRAUTO • SERVIZIO PNEUMATICI
MONTAGGIO IMPIANTI GAS e GANCI TRAINO
INSTALLA UN SISTEMA GPL o METANO
LANDI RENZO
Via Tolstoj, 59
20098 S. Giuliano Milanese (MI)
Tel. 02 98240770 - Fax 02 98241928
[email protected] - [email protected]
www.grascar.it
Punto Assistenza
22
SICUREZZA E DIRITTI
DEL CITTADINO
AUTOMOBILE E TRASPORTI
STRUMENTI DI CONTROLLO
DELLA VELOCITÀ
Testi liberamente tratti dal sito www.poliziadistato.it
Le Forze dell’Ordine dispongono di numerose apparecchiature per il controllo della velocità sulle strade. L’obiettivo non è quello di tartassare i cittadini,
come erroneamente alle volte si pensa, ma quello
di far sì che le strade siano più sicure e che si riduca sensibilmente il numero di incidenti e delle loro vittime. Ecco i principali strumenti in dotazione
alle Forze dell’Ordine e le loro caratteristiche:
Autovelox: è un apparecchio digitale di piccole dimensioni che può essere installato all’interno di automobili (sui vetri laterali), montato su un cavalletto o su
piccole postazioni fisse. Viene solitamente utilizzato
insieme ad una macchina fotografica, impostata per
scattare una fotografia del trasgressore ad una certa distanza, così da inquadrare bene la targa del veicolo. L’autovelox misura la velocità istantanea massima di un veicolo ed il suo funzionamento si basa sul
puntamento di due fasci di luce.
Nell’agosto scorso il Ministro dell’Interno ha emanato
una direttiva che, tra gli altri provvedimenti, sposta
la gestione degli autovelox dalle società private a
Prefettura ed organi di Polizia Stradale. A seguito di
inconveniente e reclami di numerosi cittadini il Governo ha deciso di dare una svolta alla gestione di questi sistemi, in termini di trasparenza ed efficienza.
Spetterà ora agli organi di Governo del Territorio ed
alla Polizia la gestione, il controllo periodico degli apparecchi e la loro taratura, nonché la segnalazione
del loro posizionamento (dopo attento studio dei punti critici) ed il trattamento di foto e riprese video ricavate dall’uso degli autovelox. Il cittadino sarà quindi
più tutelato sulla sicurezza delle apparecchiature e
dei propri dati sensibili.
Tutor: è il più nuovo tra i sistemi di controllo della
velocità ed è entrato in funzione nel dicembre del
2005. Si tratta di un’apparecchiatura messa a
punto da Autostrade SpA con la collaborazione della Polizia Stradale.
Il tutor è un misuratore della velocità media dei
veicoli. È installato nei tratti autostradali con tasso
di incidenti superiore alla media e le tratte autostradali che copre hanno una lunghezza dai 10 ai
25 km (è disponibile su internet la mappa delle
tratte autostradali nelle quali è installato). Il sistema prevede l’installazione di portali con telecamere
all’inizio ed alla fine del tratto controllato. Quello
NADIA&MARCO
Panetteria
Pasticceria
Via Cervi, 8 - 20098 San Giuliano Milanese (MI)
Cell. 347 2468412
23
Viaggi Granturismo s.r.l. - F.lli Cella
Servizi turistici in Italia e all'estero,
noleggio pullman per scuole,
aziende, associazioni.
20098 San Giuliano Milanese (MI)
Via Montenero, 20 - Tel. 02.9841718 02.98244721 - Fax 02.98241498
www.viaggigranturismo.it [email protected]
AUTOMOBILE E TRASPORTI
che viene quindi misurato è il tempo impiegato da
un’autovettura per percorrere quel tratto di strada
(da portale a portale) e questo dato viene confrontato con quello calcolato nel rispetto dei limiti di
velocità. I dati dei veicoli che procedono ad una
velocità corretta vengono immediatamente eliminati dal sistema, mentre per gli altri si procede
al sanzionamento.
Sono nate alcune leggende metropolitane legate al
funzionamento del tutor ed a come aggirarlo, ma
sono tutte false: il controllo funziona di notte e con
qualsiasi condizione atmosferica, se di viaggia a luci spente oppure sulla corsia di emergenza (comportamenti questi che, già di per sé, comportano
pesanti sanzioni). Per non incorrere in una multa
se si è viaggiato al di sopra dei limiti di velocità
l’unico modo è fare una sosta compensativa: non è
quindi più conveniente procedere per tutto il viaggio alla velocità consentita?
Telelaser: si tratta di un dispositivo che necessita
della presenza di un addetto. L’operatore punterà il
raggio laser sul veicolo e la sua velocità istantanea
viene immediatamente visualizzata su un display,
che l’automobilista, fermato al momento della trasgressione, potrà visionare.
Il raggio del telelaser può arrivare fino ad una distanza di 800 metri e può essere puntato sul davanti o sul retro dei veicolo.
Pro Vida: vi sono anche apparecchiature installate
sui mezzi delle Forze dell’Ordine, ed è proprio questo il caso. Tecnologicamente avanzato, Pro Vida è
un sistema composto da telecamera, monitor, videoregistratore, stampante ecc. collocato sui cruscotti delle autovetture con livrea (quindi riconoscibili come appartenenti ad Organi di Polizia), ma anche su vetture di serie. Viene misurata la velocità
media impiegata da un veicolo nel percorrere un
tratto di strada posto tra due determinati punti e
viene poi confrontata con la velocità impiegata nello stesso tratto dal veicolo “controllore”. I dati, nel
caso di accertata violazione, vengono quindi immagazzinati dal sistema per procedere alla notifica
della sanzione. Nato con lo scopo di accertare la
velocità dei veicoli, Pro Vida è efficacemente utilizzato anche per finalità di Polizia Giudiziaria, per riprese video in caso di incidenti e per la verifica immediata di veicoli sospetti: grazie al sistema di lettura delle targhe denominato Auto-Detector è possibile controllare, ad esempio, immediatamente se
il veicolo risulta rubato.
24
Sorpassometri: sono telecamere, attive di giorno e
di notte, poste in punti strategici della viabilità nazionale che permettono di rilevare diversi tipi di infrazioni: sorpassi vietati e circolazione nelle corsie
di emergenza in particolare.
I luoghi in cui sono installate le telecamere possono cambiare e di conseguenza sarà spostata/adeguata anche la segnaletica: i sorpassometri infatti
devono sempre essere segnalati.
AEREO
DIRITTI E DOVERI
Assistenza ai passeggeri: per tutti i casi di disguido la
compagnia aerea è tenuta ad erogare, gratuitamente, ai passeggeri assistenza sotto forma di: cibo e
bevande in relazione alla durata della sosta, eventuale sistemazione in albergo per il tempo necessario,
trasporto da/per albergo/aeroporto, 2 chiamate telefoniche (o fax o e-mail). Il tipo di assistenza prestata
dipende dal tipo di inconveniente occorso.
Smarrimento bagagli
Cosa fare: munito del biglietto aereo e della ricevuta
del bagaglio, il viaggiatore deve recarsi presso l’ufficio “oggetti smarriti”, “Lost and found” negli aeroporti internazionali, per compilare l’apposito modulo.
Rimborso: il passeggero ha diritto di essere risarcito
fino ad un massimo di 1.100 Euro (a meno che non
abbia sottoscritto un’assicurazione integrativa).
- Se il passeggero si trova lontano da casa, già dopo 24 ore ha diritto a una quota di sostegno.
Overbooking
Cos’è: il disguido che si ha quando un vettore vende biglietti in numero superiore a quella che è la
reale capienza degli aerei.
Diritti del passeggero
- Se il passeggero rinuncia volontariamente all’imbarco è necessario concordare un’indennità direttamente con la compagnia aerea, oppure la riprotezione o il rimborso del biglietto non utilizzato.
- Se il passeggero non acconsente a rinunciare all’imbarco si può avere la riprotezione su un volo
alternativo, una compensazione pecuniaria oppure il rimborso del biglietto.
Cancellazione del volo
Diritti del passeggero: chiedere la risoluzione del
contratto e quindi ottenere il rimborso per la parte
non usata del biglietto, salvo ulteriori azioni in caso
Cosa comporta
La rinuncia del viaggiatore ad una serie di diritti,
tra cui quello al rimborso del biglietto (a prescindere dalla causa che impedisce la partenza) o al
cambio di data e destinazione.
LA SICUREZZA IN AUTO
Ritardo del volo
Diritti del passeggero
- In caso di ritardo superiore alle 2/4 ore, sulla base
della distanza del viaggio: il passeggero è tenuto a
ricevere assistenza.
- In caso di ritardo superiore alle 5 ore: oltre all’assistenza è diritto del viaggiatore chiedere il
rimborso del prezzo del biglietto.
È BENE SAPERE CHE...
Liquidi
Per quanto riguarda i bagagli da stiva non ci sono
particolari comportamenti da rispettare, mentre le
regole per i bagagli a mano sono piuttosto rigide.
Cosa si intende per “liquido”
Acqua ed altre bevande; creme, lozioni ed oli; profumi; spray; gel, inclusi quelli per i capelli e per la
doccia; contenuto di recipienti sotto pressione, incluse schiume da barba, altre schiume e deodoranti; sostanze in pasta, incluso dentifricio; miscele di liquidi e solidi; mascara; ogni altro prodotto di
analoga consistenza.
Regole di trasporto:
- è consentito il trasporto in recipienti aventi ciascuno la capacità massima di 100 ml od equivalenti (ad esempio 100 grammi);
- i recipienti stessi dovranno poi essere inseriti in
un sacchetto di plastica trasparente e richiudibile,
di capacità non superiore ad 1 litro, ovvero con dimensioni pari ad esempio a circa 18x20 cm;
Quantità: per ogni passeggero (infanti compresi) è
permesso il trasporto di uno solo sacchetto.
Eccezioni
Possono essere trasportati al di fuori del sacchetto, e non sono soggetti a limitazione di volume, le
medicine ed i liquidi prescritti a fini dietetici, come
gli alimenti per bambini.
Biglietti: dicitura “NON REF”
Cosa significa
Riportata in alto a sinistra nel biglietto aereo, indica
che il titolo di viaggio non può essere rimborsato.
SICUREZZA ATTIVA
Con questo termine si intendono tutti i sistemi e
gli apparati il cui scopo è evitare il verificarsi di un
incidente. Secondo la definizione sono considerati
strumenti di sicurezza attiva i freni, lo sterzo, le
luci, i pneumatici, anche i tergicristalli - nelle situazioni che ne richiedono l’uso, addirittura la segnaletica stradale. Vi sono poi dispositivi nati dalla tecnologia, più sofisticati e magari meno conosciuti
dei precedenti, come l’ABS, i sistemi di allarme
che avvertono della presenza di ostacoli oppure i
sistemi che rilevano le condizioni del conducente
(ad esempio riconoscono la prolungata chiusura
delle palpebre in caso di attacco di sonno) o che
ne correggono automaticamente gli errori. È ovvio
che la presenza di questi dispositivi non giustifica
comportamenti rischiosi e che eventuali errori non
possono essere imputati a tali sistemi. Come tutti
gli apparecchi, anche questi sono soggetti a limitazioni, guasti ecc.Quando guidiamo è importante ricordare che il miglior sistema di sicurezza attiva
del veicolo siamo noi alla guida.
ABS ed EBD: ABS è l’acronimo di Anti Brake-locking
System. Si tratta di un dispositivo che impedisce il
bloccaggio delle ruote. Durante la frenata, se una o
più ruote sterzanti si bloccano, viene a mancare la
capacità di dirigere il veicolo, che quindi continuerà
a muoversi nella direzione che aveva, ma non c’è più
la possibilità di manovrare ed eludere ostacoli o pedoni. Con l’ABS invece il bloccaggio delle ruote non
si verifica: quando anche una sola delle ruote si
blocca la centralina elettronica dell’ABS lo rileva e
provvede immediatamente a diminuire la pressione
sulla pinza del freno di quella ruota, permettendo
quindi allo sterzo di dirigere la vettura.
Durante una frenata a fondo e con forza il conducente avverte una vibrazione al pedale del freno: caratteristico segno che l’ABS è entrato in funzione.
Sui veicoli dotati di ABS spesso è presente anche
l’EBD, elemento che completa la funzione dell’ABS.
EBD sta per Electronic Brakeforce Distribution,
ossia distribuisce la frenata sulle ruote anteriori e
su quelle posteriori a seconda della situazione, co25
AUTOMOBILE E TRASPORTI
di imputabilità della cancellazione alla compagnia.
- In alternativa il passeggero ha diritto a raggiungere la destinazione finale comunque con mezzo
aereo, compresa l’utilizzazione di voli operati da altri vettori, seppure in data successiva e comunque
non oltre la validità del biglietto.
AUTOMOBILE E TRASPORTI
sì da garantire stabilità ed equilibrio alla vettura in
caso di brusca frenata.
ESP: Electronic Stability Control, ossia controllo elettronico della stabilità. In fase di sbandata l’ESP crea
una specie di controsbandata, per ristabilizzare il
corretto assetto del veicolo. Il sistema si basa sulla
presenza di sensori e misuratori di accelerazione.
L’ESP regola la potenza erogata dal motore durante
la sbandata ed imprime una forza frenante alle ruote
a seconda di quanta ne richieda ognuna per stabilizzare il veicolo. L’utilità dell’ESP è chiara in curva, perché permette di correggere manovre sbagliate di
sterzo e controsterzo in fase di impostazione della
traiettoria di una curva. Esiste anche l’Adaptive ESP,
in grado di modificare il tipo di intervento a seconda
del peso del mezzo, adattandosi quindi al carico trasportato di volta in volta.
Sistemi anti collisione: ne esistono di diversi tipi,
alcuni al momento in fase sperimentale ed alcuni
già utilizzati su veicoli di segmento alto, visti gli ancora ingenti costi di queste tecnologia.
L’azione più comune è quella di allarme, segnalando al conducente ostacoli o altre situazioni giudicate pericolose. Sistemi di questo tipo di basano sull’installazione di un piccolo radar sul davanti del
veicolo che emette raggi infrarossi o impulsi a microonde. I segnali si riflettono sull’ostacolo e “rimbalzano” indietro al veicolo, dove una centralina
elettronica elabora distanza dell’ostacolo e velocità
del mezzo e se il risultato può costituire un pericolo viene generato un allarme sonoro e su un display viene visualizzata la posizione dell’ostacolo.
Un tipo di sistema anti collisione con funzione di
supervisione utilizza una telecamera agli infrarossi
posta sulla parte anteriore del veicolo e di un sistema di proiezione anch’esso ad infrarossi. Questa telecamera, di notte o in caso di scarsa visibilità, permette di vedere ostacoli che l’occhio nudo
non riesce a visualizzare in maniera nitida o in
tempo per evitarli: grazie al sistema di proiezione
comparirà sul parabrezza, all’interno dell’abitacolo,
un’immagine dell’ostacolo.
Sistemi di rilevazione delle condizioni psico-fisiche
dei conducenti: innanzitutto occorre precisare che
si tratta di sistemi sperimentali, non ancora presenti sul mercato. I ricercatori hanno individuato
due diversi approcci: uno che “legge” i segni fisici
di determinati comportamenti ed uno che analizza
dei modelli comportamentali.
Del primo tipo fanno parte i sistemi che, grazie a
26
sensori molto sensibili collocati nell’abitacolo intorno alla postazione di guida, riconoscono la chiusura
prolungata delle palpebre, se sono presenti fumi
alcolici nell’abitacolo o, ancora, se diminuisce la
pressione delle mani del guidatore sul volante.
Al secondo gruppo invece appartengono i sistemi
che individuano i comportamenti che possono far
sospettare condizioni del guidatore non idonee alla
guida: ad esempio se ci si avvicina in maniera ripetuta e pericolosa ai bordi della carreggiata, se la
velocità è eccessiva e troppo costante, ecc.
Gli ostacoli che i ricercatori hanno incontrato riguardano i falsi allarmi, cioè i segni o i comportamenti
che i sistemi possono interpretare in maniera sbagliata, intervenendo quando non è il caso, rischiando
di far sì che il conducente, indispettito, li disattivi.
SICUREZZA SULLE STRADE
Il c.d. pacchetto sicurezza, L. 94/2009, pubblicato
sulla Gazzetta Ufficiale n.170 del 24 luglio, ha inasprito le sansioni verso chi commette reati al Codice della Strada. L’obiettivo del Governo è di disincentivare i comportamenti che mettono a repentaglio la sicurezza di tutti noi sulle strade.
- La sospensione della patente in caso di guida con
tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l oppure sotto
l’effetto di sostanze stupefacenti è raddoppiata:
passa da 1-2 anni a 2-4.
- Le infrazioni commesse tra le ore 22 della sera e le
ore 7 della mattina prevedono multe più salate, aumentate di un terzo rispetto alle stesse commesse fuori dalla fascia oraria notturna. Il provvedimento si applica a tutte le situazioni possibili: dal
passare con il semaforo rosso al guidare sotto l’effetto di alcol/droga, dal non mantenere la distanza
di sicurezza al non rispettare l’obbligo di precedenza. Gli introiti di queste sanzioni confluiranno nel
Fondo di incidentalità notturna, che ha scopo di potenziare i controlli notturni sulle strade.
- Chi getta dalle auto (ferme o in movimento) oggetti o rifiuti rischia multe da 500 a 1.000 Euro.
- I provvedimenti di ritiro, revoca o sospensione della patente di guida possono essere comminati anche nel caso l’infrazione venga commessa alla guida di un veicolo che non richiede patente: ad
esempio se si guida un ciclomotore in alterato
stato di coscienza le conseguenze (sanzione amministrativa, decurtazione punti) ricadranno sulla
patente (ovviamente se il conducente la possiede).
L’Avvocato
Come posso sapere
il saldo punti della mia patente?
Chiamando, da rete fissa, il numero 848 782.782:
un risponditore automatico fornirà il saldo punti,
dopo aver chiesto la data di nascita dell’automobilista ed il numero della patente. Oppure collegandosi
al sito www.ilportaledellautomobilista.it, istituito
dal Ministero dell’Interno.
Sono valide le multe inflitte
dai vigili in borghese?
No. Le multe inflitte dai vigili in borghese per la violazione del codice della strada non sono valide. Lo ha
affermato la Cassazione, spiegando che gli agenti
preposti alla regolazione del traffico, quando operano sulla strada, devono essere visibili a distanza
mediante l’uso di appositi capi di vestiario o dell’uniforme.
È reato lasciare il proprio cane chiuso in
un’automobile parcheggiata sotto il sole?
Sì. La Cassazione ha, infatti, recentemente condannato un uomo al pagamento di un’ammenda per
avere lasciato il proprio cane meticcio di piccola
taglia chiuso all’interno della propria autovettura
posteggiata al sole per oltre un’ora ad una temperatura superiore ai 30 gradi, quindi in condizioni
incompatibili con la natura del cagnolino e produttive di gravi sofferenze.
Cosa posso fare se vedo
un cane abbandonato in autostrada?
In collaborazione con la Polizia Stradale, è stato
attivato il numero 334 1051030, al quale è possibile inviare un sms con le informazioni sul tratto
autostradale interessato e sulle condizioni dell’animale. Il messaggio sarà inoltrato al Comando di
Polizia Stradale competente, attivando al contempo le procedure e le strutture che si occupano del
recupero degli animali. I messaggi saranno anche
pubblicati sul sito internet: www.prontofido.net.
Vi sono limiti di età per noleggiare un’auto?
Non esiste una normativa generale, ma solitamente
le società di noleggio fissano un limite minimo tra i
20 ed i 23 anni, ma dipende da Stato a Stato. Lo
stesso dicasi per il limite massimo di età, che generalmente è stabilito tra i 65 ed i 75 anni.
Polizia di Stato
Viaggiare in automobile
Quando ci spostiamo in automobile è bene tenere
presente semplici accorgimenti per evitare furti
(di oggetti o, peggio, dell’auto stessa), scassi o
comunque danni ai nostri beni.
- La prima regola, per quanto possa sembrare
banale, è quella di mettere l’auto nel garage di
casa la sera. Poi ricordiamoci di: parcheggiarla in
luoghi non isolati; chiudere sempre i vetri (controllando anche quelli posteriori, solitamente non
collegati al comando elettrico di quelli anteriori) e
le portiere, compreso il baule, se non collegato
alla chiusura centralizzata degli sportelli; inserire
l’allarme, se il veicolo ne è dotato.
- Se effettuiamo una breve sosta per comprare il
giornale o le sigarette non lasciamo mai la macchina accesa ed aperta: spegniamo il motore e
chiudiamo i vetri e le portiere.
- Se ci allontaniamo dall’auto anche solo per brevi
lassi di tempo, non lasciamo oggetti personali
(borse, giacche, materiale elettronico, ecc.) in
bella vista sui sedili o sul cruscotto.
- Assicuriamoci di lasciare la macchina in un
parcheggio regolamentare od ad un posteggiatore autorizzato, diffidando di quelli abusivi, anche
se magari il prezzo richiesto per la custodia è
più basso.
- Conserviamo copia dei documenti dell’automobile (certificato di proprietà, assicurazione, ecc.)
in un luogo sicuro, e non lasciamo gli originali
nell’auto.
Veicoli rimossi
In caso di rimozione del proprio veicolo occorre
accertarsi che si trovi presso la depositeria di
zona, quindi recarsi all’Ufficio contravvenzioni
del Comune per le operazioni di svincolo e il pagamento della contravvenzione relativa
all’infrazione.
Il veicolo potrà essere ritirato, previo ulteriore
pagamento delle spese relative alla rimozione e
alla durata della permanenza.
27
AUTOMOBILE E TRASPORTI
CASA
Competenze
L’agente immobiliare deve avere conoscenze di estimo, di diritto pubblico e privato, di leggi fiscali e tributarie, di tecnica bancaria, di norme urbanistiche
e di progettazione, ma anche conoscenza di tecniche di costruzione, materiali dell’edilizia, ecc.
Compenso
La somma destinata all’attività di intermediazione
viene in genere stabilita liberamente tra agente e
cliente. Negli anni ’90 le associazioni di categoria
imposero delle tariffe fisse, poi giudicate inaccettabili in nome della libertà di commercio e concorrenza, e quindi abolite.
COMPRAVENDITA IMMOBILIARE:
AFFIDARSI AD UN PROFESSIONISTA
Specifichiamo innanzitutto che non è un obbligo di
legge rivolgersi ad un professionista per la compravendita immobiliare, ma che è consigliabile, innanzitutto per essere sicuri di fare tutto a norma
di legge adempiendo a tutti gli obblighi previsti.
AGENTE IMMOBILIARE
Chi è
È un mediatore specializzato nella conclusione di
scambi di beni immobili di privati o di aziende.
Per poter esercitare la professione deve essere
iscritto al Ruolo degli Agenti di Affari in Mediazione
tenuto presso la Camera di Commercio; ogni 4 anni un’apposita commissione sottopone gli iscritti a
revisione.
28
L’INCARICO DI VENDITA
Cos’è
È l’accordo che l’aspirante venditore sottoscrive
con l’agente immobiliare.
Caratteristiche
Ci sono alcuni aspetti di questo accordo a cui è bene fare attenzione:
- durata: deve essere ben specificata e potrebbe
rinnovarsi automaticamente alla scadenza del periodo; in questo secondo caso se non si invia disdetta in tempo utile sarà impossibile recedere
senza pagare una penale;
- clausola di esclusiva: se presente significa che il
venditore non potrà concludere la vendita con altre agenzie o in maniera privata, se non pagando
pesanti penali;
- penali: il loro importo è generalmente inferiore alla provvigione ma può anche coincidere.
LA PROPOSTA IRREVOCABILE D’ACQUISTO
Cos’è
È l’atto che contiene le precise promesse fatte dal
compratore al venditore, e solitamente redatto su
modulistica fornita dall’agente immobiliare. Vi sono
IL CONTRATTO PRELIMINARE: COMPROMESSO
Cos’è
Chiamato anche “promessa di vendita”, è l’atto che
precede il rogito. Si tratta del primo documento
che impegna entrambe le parti. Sostanzialmente
ripete quanto riportato negli accordi preliminari,
ma è anche possibile apportare ogni sorta di modifica, anche se può essere un po’ difficile in questa
fase in quando occorre che entrambe le parti siano
d’accordo. Vi sono riportati i dati di compratore e
venditore, tutti i dati dell’immobile, modalità e tempi di consegna e pagamento, regolarità dell’immobile rispetto alle norme edilizie ed eventuali vincoli
(es. ipoteche), l’acconto o lo caparra versati.
Acconto e caparra confirmatoria
Solitamente si aggirano sul 25% del prezzo totale.
Non sono la stessa cosa: l’acconto deve essere restituito in ogni caso se la compravendita non va a
buon fine, mentre la caparra confirmatoria costituisce una specie di cauzione che l’acquirente consegna e che il venditore potrà trattenere come indennizzo se la compravendita salta a causa del
compratore; se invece è il venditore a cambiare
idea l’acquirente ha diritto alla restituzione di una
caparra doppia rispetto a quella versata.
L’ATTO DI COMPRAVENDITA: ROGITO
Cos’è
Un atto pubblico, solitamente redatto da un notaio,
che sancisce definitivamente la conclusione della
trattativa, e che riporta gli accordi definitivi tra le
parti. In questo momento è previsto il saldo del prezzo concordato e vengono pagate le tasse, la provvigione al mediatore e la parcella del notaio coinvolto.
Notaio
Ricorrere al suo aiuto, non solo in questa fase ma
dall’inizio della trattativa, è una sicurezza per entram-
be le parti, in quanto lui si fa garante della legalità
dell’atto stesso e della veridicità delle informazioni
contenute. Spettano infatti al notaio tutti i controlli
formali sull’esistenza di vincoli, ipoteche, conformità,
anche burocratiche. Se atto di vendita e compromesso sono stati redatti privatamente il notaio avrà solo
il compito di ratificare le informazioni, non è tenuto al
controllo delle stesse, la cui responsabilità quindi ricade su venditore ed acquirente.
ENERGIA E CONSUMI
LA CALDAIA
Al fine di ridurre i consumi e il rischio legato al funzionamento dell’impianto di riscaldamento, è necessario seguire le norme di gestione e manutenzione previste dalla legge.
Interventi di manutenzione
Caldaie singole:
(con potenza uguale o inferiore a 35 KW)
- controllo e manutenzione ogni anno;
- verifica del rendimento di combustione ogni due
anni (prova dei fumi)
Caldaie centralizzate:
(con potenza superiore a 35 KW)
- controllo del solo rendimento di combustione;
- controllo bimestrale del consumo di acqua con
lettura del contatore;
- controllo annuale, prima dell’accensione, del serbatoio di gasolio;
- controllo “interno” del serbatoio stesso, ogni cinque anni;
- pulizia della caldaia ogni volta che la temperatura
dei fumi superi di 50 gradi centigradi quella rilevata a caldaia pulita;
- controllo bimestrale del rendimento di combustione percentuale con rilevamento dell’anidride
carbonica prodotta per i combustibili gassosi
(metano) e liquidi (gasolio).
Operatori abilitati: sono gli unici abilitati (Legge 46/90)
alle opere di manutenzione degli impianti a gas.
Libretto di impianto: tutti i controlli vanno annotati
sul “Libretto d’impianto” per gli impianti sotto i 35
KW e sul “Libretto Centrale” per quelli di potenza
superiore.
Rapporto di controllo: una volta eseguita la manutenzione, il tecnico abilitato deve compilare un rapporto di controllo e manutenzione, che va conservato insieme al libretto di impianto.
29
CASA
riportate tutte le condizioni di acquisto: prezzo,
modalità e termini di pagamento, data e luogo di
rogito o compromesso, termine entro il quale il
venditore deve accettare le condizioni, eventuali
penali ecc.
Validità
Inizialmente questo documento impegna solo il
compratore: avrà piena validità al momento dell’accettazione da parte del venditore. Se il venditore
non accetta nei tempi e nei modi fissati, il compratore è libero dagli impegni previsti dall’atto; se il
venditore accetta l’acquirente è invece obbligato a
rispetto di quanto concordato.
EFFICIENZA ENERGETICA
Cos’è: la capacità di sfruttare le risorse energetiche
disponibili nel miglior modo possibile, riducendo i costi e gli sprechi in favore di uno sviluppo sostenibile.
CASA
Consumare meno energia elettrica
Lampadine ad alta efficienza: utilizzare lampadine ad
alta efficienza e ottimizzare le nostre esigenze di illuminazione attraverso le lampade fluorescenti, contribuisce a ridurre il consumo di energia elettrica.
Elettrodomestici di “Classe A” o superiore
Utilizzarli contribuisce a ridurre i costi delle utenze.
Sistemi schermanti esterni: sono previsti dai nuovi
standard di costruzione edilizia; si tratta di sistemi
che “proteggono” i muri degli edifici dal sole, in
modo da consentire una riduzione del consumo
energetico prodotto dall’utilizzo di condizionatori.
Consumare meno combustibile
Dispersioni di calore: si possono ridurre attraverso
il tetto, le pareti, le finestre e il solaio della casa
tramite l’isolamento del tetto e delle pareti esterne, e limitando le fughe di aria calda dalle finestre
con gli appositi “paraspifferi”.
Impianto di riscaldamento: una corretta manutenzione dell’impianto di riscaldamento e la scelta di
una caldaia ad alto rendimento contribuisce a limitare la spesa energetica di combustibile.
Sistema di regolazione della temperatura interna
Contribuisce ad ottimizzare il funzionamento dell’impianto.
Utilizzare le fonti rinnovabili
Il solare termico
Può essere utilizzato per il riscaldamento dell’acqua.
Il solare fotovoltaico
Servono per la produzione di energia elettrica.
L’eolico
È possibile sfruttare il vento installando in casa
piccoli aerogeneratori.
Le caldaie a biomassa
La biomassa vegetale è la materia che costituisce le piante. Le tipologie sono fondamentalmente tre, sulla base delle tre principali categorie di
combustibili vegetali:
- legna da ardere in ciocchi;
- legno sminuzzato;
- pastiglie di legno macinato e pressato (pellet).
30
Il tetto solare fotovoltaico
Cos’è
Un’applicazione del sistema fotovoltaico che prevede l’installazione di moduli fotovoltaici sul tetto dell’edificio.
Vantaggi
Oltre a coprire il fabbisogno dell’edificio su cui è installato, consente di immettere in rete l’energia
prodotta dall’impianto fotovoltaico e non consumata dall’utente.
Alla fine dell’anno si effettua un conguaglio tra
energia assorbita ed energia immessa.
Dove può essere installato:
- disponibilità dello spazio necessario per installare
i moduli (occorre uno spazio di circa 8-10 mq
per ogni kWp di potenza installata);
- corretta esposizione ed inclinazione della superficie. Le condizioni ottimali per l’Italia sono: esposizione sud (accettata anche sud-est, sud-ovest),
inclinazione di 30-35° gradi;
- assenza di ostacoli in grado di creare ombreggiamento.
LA CASA PASSIVA
Cos’è
Un fabbricato in grado di sfruttare passivamente
gli apporti solari e le sorgenti di calore presenti
nelle abitazioni (persone, apparecchiature, macchinari, illuminazione artificiale), senza alcun impianto
di riscaldamento “convenzionale” (caldaia e termosifoni o sistemi analoghi).
La tecnologia
Lo standard costruttivo si basa sull’integrazione di
tecnologie e materiali appropriati, che assicurano
all’edificio un’elevata qualità abitativa e una sensibilissima riduzione dei consumi energetici.
Dove è diffusa
Nata in Svezia, la casa passiva è diffusa principalmente in Germania, Austria ed Olanda e altri paesi
nord-europei. In Austria, a partire dal 2015, sarà
lo standard prescritto per tutti gli edifici.
In Italia
Sono ancora poche le esperienze che vanno in
questa direzione; una delle iniziative più importanti è quella presa dalla Provincia Autonoma di
Bolzano3 in Alto Adige che da diversi anni ha
emanato una legge Provinciale per istituire la
certificazione CasaClima per la quale una “casa
passiva” corrisponde alla CasaClima Classe Oro.
SICUREZZA IN CASA
Cos’è: il rischio che comporta la presenza di un impianto domestico a gas, sia esso alimentato dalla
rete fissa (metano) o da bombole (GPL).
Controlli: l'installazione, la manutenzione o la modifica di impianti a gas devono essere realizzati unicamente da installatori abilitati.
Ventilazione e aerazione
Devono essere garantite per mantenere in condizioni di sicurezza l'impianto a gas domestico.
Tubazioni metalliche
Non utilizzare come messa a terra di apparecchi
elettrici le eventuali tubazioni metalliche esterne di
adduzione del gas.
Tubazioni incassate nei muri
Segnalarle adeguatamente per evitare danneggiamenti accidentali (ad esempio, forature causate da
trapani).
Tubo di gomma flessibile
È quello utilizzato per collegare gli apparecchi all'impianto. Sostituirlo ogni cinque anni.
Contatore del gas
Non utilizzarlo come mensola d'appoggio.
Il rischio elettrodomestici
Cos’è
Il rischio che comporta la presenza in casa degli
elettrodomestici e il loro utilizzo.
Apparecchi elettrici in bagno
Non lasciarli sul bordo del lavandino o della vasca;
evitare di restare a piedi nudi quando si utilizzano.
Pulizia e lavaggio degli apparecchi elettrici
Staccare sempre le spine isolando l'elettrodomestico dalla rete elettrica; se invece è collegato direttamente all'impianto si deve disinserire l'interruttore generale.
Interruzione dell’alimentazione
Dopo l’utilizzo di un elettrodomestico staccare la
spina che lo alimenta, avendo cura di spegnere
preventivamente l'apparecchio.
Cavo di alimentazione
Controllarlo periodicamente. In alcuni elettrodomestici, quali ferro da stiro, aspirapolvere, lucidatrice,
può essere sottoposto a notevoli sollecitazioni meccaniche e, quindi, passibile di deterioramento.
Esiste una legge che regoli l’utilizzo
delle telecamere negli edifici condominiali?
La risposta è negativa, tanto che il Garante per la
protezione dei dati personali ha segnalato al Parlamento e al Governo l’opportunità che sia valutata
l’adozione di una possibile regolamentazione dell’utilizzo di sistemi di videosorveglianza delle aree
comuni.
L’inquilino può votare
nelle assemblee condominiali?
L’inquilino ha diritto di voto nelle delibere dell’assemblea condominiale relative alle spese e alle
modalità di gestione dei servizi di riscaldamento e
di condizionamento d’aria. Ha anche diritto di intervenire, ma senza diritto di voto, sulle delibere relative alla modificazione degli altri servizi comuni.
Le agenzie immobiliari possono
schedare la clientela in base
all’origine razziale?
No. Le agenzie immobiliari non possono discriminare i propri clienti a seconda dell’origine razziale, delle convinzioni religiose o delle preferenze sessuali.
Come contrastare il fenomeno
del randagismo e dell’abbandono dei cani?
La risposta è contenuta in un recente provvedimento
del Ministero della Salute che vieta la vendita dei
cuccioli di età inferiore ai due mesi e dei cani che non
siano stati identificati e registrati. Inoltre dispone
che i proprietari o i detentori di cani provvedano, nel
secondo mese di vita, alla loro identificazione e registrazione mediante l’applicazione di un microchip
elettronico. L’Ordinanza prevede inoltre che i Comuni
debbano identificare e registrare in anagrafe i cani
rinvenuti o catturati sul territorio e quelli ospitati nei
rifugi e nelle strutture convenzionate.
L’ascensore deve essere considerato di
proprietà comune anche dei condomini
proprietari di negozi che si trovano al
piano terreno?
Secondo i giudici l’ascensore deve considerarsi di
proprietà comune anche dei condomini proprietari
di negozi siti al piano terreno, poiché occorre fare
riferimento non all’utilizzo in concreto, ma alla potenzialità del medesimo.
31
CASA
Il rischio gas in casa
L’Avvocato
DIFENDERSI
ancora non siamo convinti dell’identità della persona, possiamo chiamare la società e chiedere informazioni. È basilare non utilizzare, per questo controllo, un eventuale numero di telefono fornito dalla
persona, ma utilizziamo quello presente sull’elenco
telefonico. A questo scopo è utile tenere a portata
di mano i numeri dei principali servizi di pubblica
utilità, così da essere preparati in caso di necessità. È poi importante ricordare che nessuna società
od Ente, pubblico o privato che sia, invia personale
a casa dei clienti per riscuotere denaro: quindi diffidiamo immediatamente di chi ci chiede denaro!
All’aperto
COSA POSSIAMO FARE
PER EVITARE I PERICOLI?
Le Forze dell’Ordine sono sempre al nostro fianco
in caso di pericolo. Ci insegnano anche come evitare di incappare in situazioni spiacevoli o addirittura
pericolose, con piccoli consigli e semplici regole di
comportamento.
Ecco un breve vademecum:
In casa
È bene evitare di aprire il portone del condominio e
tanto meno la porta di casa agli sconosciuti, soprattutto se siamo in casa soli o se gli estranei si
presentano ad orari inusuali. Se invece la persona
si presenta già alla nostra porta, non dobbiamo
aprire completamente la porta di casa, ma controllare dallo spioncino ed eventualmente socchiudere la porta con la catenella attaccata o con serratura di sicurezza (presente in molte porte blindate) inserita. Se inavvertitamente abbiamo già fatto
entrare lo sconosciuto in casa e per un qualche
motivo ci sentiamo a disagio, dobbiamo invitare la
persona ad andarsene, dirigendoci con decisione
verso la porta. Una volta aperta poi ripetiamo l’invio ad alta voce.
Discorso a parte meritano gli estranei che si presentano come tecnici della società del gas o dell’acqua o del telefono. In questo caso dobbiamo
farci mostrare il tesserino di riconoscimento e, se
32
Sembra scontato, ma il consiglio più semplice è anche quello più importante: evitiamo di camminare la
sera in strade isolate, buie o poco illuminate. Ed
evitiamo anche di attraversare parchi e giardini.
Soprattutto per le donne è bene, nel caso qualcuno
ci accompagni a casa - o se prendiamo un taxi, di
chiedere all’accompagnatore o al tassista di attendere, prima di ripartire, fino a quando si sarà entrate in casa.
Nel caso degli anziani, invece, i luoghi nei quali stare più attenti sono banche, poste e limitrofi. Quando si ritira la pensione è bene farsi accompagnare
da qualcuno di fiducia, riporre i soldi in un posto sicuro prima di uscire dalla banca o dalla posta (quindi non uscire con i soldi o il portafoglio in mano, oppure in una tasca esterna). Non ci si deve poi fidare
di chi si presenta come un funzionario che vuole
controllare i soldi appena ritirati (sia per strada sia
se si presenta a casa), oppure di sconosciuti che per quanto distinti e con modi gentili - senza motivo
ci fermano per strada e vogliono parlare.
Bambini
Sono molteplici oggi i pericoli per i più piccoli, anche a causa delle nuove tecnologie (adescamenti
via internet, ad esempio).
La prima regola è quella che è stata insegnata a
tutti, cioè diffidare degli sconosciuti e di qualunque
cosa offrano. Il discorso del diffidare vale anche
per gli incontri in Internet: insegnare ai più piccoli
ed agli adolescenti il corretto modo di rapportarsi
con la tecnologia è oggi molto importante. Poi il
dialogo: i figli devono sapere che possono parlare
con i genitori di qualunque cosa li abbia scossi o
turbati. Spieghiamo loro che le Forze dell’Ordine
sono nostri amici, che possono rivolgersi ad un
agente per strada o chiamare i numeri di emergenza se hanno dei problemi.
Con il termine Polizia di Prossimità si intendono
quei settori particolarmente legati al territorio di
Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Polizia Municipale/Locale.
Le attività si attuano tramite i Poliziotti di Quartiere, i Carabinieri di Quartiere ed i Vigili di Quartiere, figure entrate nel panorama nazionale nel
2002 dapprima in fase sperimentale poi estese a
tutto il territorio nazionale.
Carabiniere di quartiere
Il "servizio di quartiere" rappresenta, per l'Arma
dei Carabinieri, la trasposizione del proprio originale modello istituzionale dalla campagna alla città, trasferendo nei popolosi quartieri urbani la presenza vigile e rassicurante di poliziotti e carabinieri
che si fermano a parlare con la gente, per conoscerne le esigenze e raccoglierne istanze.
Al momento risultano impiegati nello specifico servizio oltre 1.700 militari per complessive 710 zone operative, distribuite nei 103 capoluoghi di provincia ed in altri 79 centri urbani.
I carabinieri di quartiere sono dotati, oltre che di
un'uniforme caratteristica, che li rende facilmente
individuabili e riconoscibili, di equipaggiamenti che
consentono di esprimere sul campo una capacità
tecnologica di grande rilievo, conferendo sul piano
operativo un effettivo valore aggiunto ad ogni singolo operatore.
Il militare è dotato di una radio miniaturizzata, per
mantenersi costantemente collegato alla rete operativa, come una qualsiasi pattuglia motorizzata,
nonché di un computer palmare integrato con un
cellulare radiolocalizzabile via satellite, mediante il
quale è possibile trasferire e scambiare dati ed
immagini con la Centrale Operativa di riferimento
e, attraverso di essa, entrare anche in contatto
con il più complesso sistema di Banche Dati delle
Forze di polizia.
Anche grazie a tali apparati, il carabiniere di quartiere non è mai una "monade" nell'universo cittadino. Egli si inserisce nel più complesso dispositivo
di sicurezza che opera nei grandi centri urbani dove il Piano di Controllo Coordinato del Territorio,
tra Arma e Polizia di Stato, consente il razionale
impiego delle risorse sul campo, evitando vuoti
operativi.
Il personale, scelto in base alle qualità professionali ed al possesso di naturale predisposizione ai
rapporti interpersonali, viene quindi ammesso a
partecipare ad un corso della durata di due settimane, finalizzato ad approfondire specifiche tematiche d'interesse come la comunicazione con i cittadini e le vittime di reati, le procedure di intervento, la difesa personale, l'uso di equipaggiamento
ed armamento ed il pronto soccorso.
I risultati conseguiti in questi anni di attuazione
dello specifico servizio confortano nella scelta operata, soprattutto per il consenso generale manifestato da parte dei cittadini.
Gli esiti del sondaggio che viene condotto attraverso il sito web dell'Arma dimostrano che tale attività ha centrato l'obiettivo fondamentale.
Il 75% dei cittadini, infatti, ha espresso piena soddisfazione per il livello del servizio, apprezzando la
disponibilità al dialogo (78%), nonché la capacità
di saper fornire consigli/informazioni (77%) e di
recepire le istanze/necessità (75%).
Questo risultato costituisce la più importante misura dell'attività oltre all'efficacia comunque dimostrata dal servizio sul piano preventivo ed informativo.
Testi tratti da www.carabinieri.it
Poliziotto di quartiere
Per il suo servizio è dotato anche di computer palmare e telefono cellulare per rispondere in tempo
reale alle richieste dei cittadini. Il poliziotto di
quartiere opera esclusivamente "a piedi" in tutti i
103 capoluoghi di provincia italiani, vigilando sulla
sicurezza dei quartieri e della gente.
Una uniforme diversa
Berretto in tessuto morbido dotato di visiera, giaccone in goretex che sostituisce la giacca e cinturone in cuoio nero. Il poliziotto di quartiere indossa
una uniforme che, nel rispetto degli elementi distintivi della Polizia di Stato, richiama l'attenzione
sulla novità del servizio, rendendo gli operatori immediatamente distinguibili sul territorio.
I compiti del poliziotto di quartiere
Con le volanti, le pattuglie a cavallo e quelle in moto il poliziotto di quartiere vigila sulla sicurezza dei
cittadini e dei commercianti del quartiere, integrandosi perfettamente nella realtà quotidiana della zona assegnata. In alcune città, come Forlì, Crema e Padova ci sono anche pattuglie in bicicletta.
Testi tratti da www.poliziadistato.it
33
DIFENDERSI
POLIZIA DI PROSSIMITÀ
PRAETORIAN SRL
SERVIZI DI GUARDIANIA
GESTIONE SISTEMI D’ALLARME
ANTINCENDIO PORTIERATO
SEDE LEGALE ED OPERATIVA
VIA BRIANZA, 5/A
20098 SAN GIULIANO MILANESE (MI)
02 982 820 39
FAX: 02 982 804 89
TEL.:
AMMINISTRAZIONE
[email protected]
34
DIREZIONE GENERALE
[email protected]
Per sedi e recapiti consultare la sezione “Numeri utili”
La Polizia di Stato ha una struttura molto articolata, che si occupa praticamente di tutti i settori dove
la sicurezza del cittadino è sempre l’obiettivo principale. Sono molti i reparti che contribuiscono a rendere più sicura la vita dei cittadini. Certamente gli operatori sulla strada sono quelli più visti e apprezzati, ma non dobbiamo dimenticare quelli che lavorano nell’ombra, che spesso forniscono un indispensabile servizio di collegamento e rendono possibili interventi decisivi per chi si trova in difficoltà.
La Polizia Stradale si occupa di prevenzione o rilevazione degli incidenti, dell'accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale e coopera nelle operazioni di soccorso. Tra le varie attività svolge anche servizi di scorta e di regolazione del traffico. Sotto il profilo della comunicazione verifica le notizie sulla viabilità che vengono poi diffuse dal Centro coordinamento informazioni sulla sicurezza stradale (C.C.I.S.S.). Da non dimenticare l'impegno della Stradale nel promuovere iniziative e campagne di
sensibilizzazione dei cittadini, in particolare dei giovani, sulla sicurezza stradale.
Polizia Scientifica. Le impronte digitali, un capello, una fibra del pullover e persino l'eventuale vittima:
grazie anche all'aiuto delle tecnologie più all'avanguardia, ogni dettaglio ritrovato durante i sopralluoghi
diventa una prova per gli esperti della Scientifica impegnati a ricostruire l'accaduto. E nei laboratori
specialistici, tra scanner tridimensionali, reagenti chimici e archivi informatizzati, il nome e il volto del
colpevole diventano sempre più nitidi. Fa parte della Scientifica anche l’UACV, Unità per l'Analisi del Crimine Violento, una struttura che supporta le attività di indagine in casi di omicidi particolarmente efferati, privi apparentemente di movente, e/o con caratteristiche di serialità.
La Polizia delle Comunicazioni contrasta l'uso distorto delle tecnologie per impedire che divengano veicolo di illegalità. Fenomeni come la pedofilia on-line, gli attacchi a sistemi informatici, le truffe commesse con la clonazione dei codici delle carte di credito e ancora la diffusione di virus informatici, la duplicazione e la diffusione illecita di prodotti/opere d'ingegno o programmi tutelati dal diritto d'autore. Sono
alcuni esempi dei reati e dei fenomeni - pericolosi per i cittadini, le aziende, le istituzioni - che vengono
tenuti sotto controllo e contrastati dal personale di questa specialità.
Questi sono solo alcuni dei reparti che compongono la Polizia di Stato: informazioni utili e curiosità su
tutti i reparti della PS sono disponibili sul sito web www.poliziadistato.it
35
FORZE DELL’ORDINE
www.poliziadistato.it
FORZE DELL’ORDINE
www.carabinieri.it
Per sedi e recapiti consultare la sezione “Numeri utili”
L'organizzazione territoriale, fulcro dell'attività dell’Arma con oltre 87.000
unità impiegate, è distribuita su un'intelaiatura di reparti estremamente
capillare, articolata in:
- 5 Comandi Interregionali, retti da Generale di Corpo d'Armata, esercitano funzioni di alta direzione, di coordinamento e di controllo nei confronti dei Comandi di Legione ed assicurano, attraverso i propri organi, il sostegno tecnico, logistico ed amministrativo di tutti i reparti dell'Arma dislocati nell'area di competenza, anche se appartenenti ad altre organizzazioni funzionali;
- 19 Comandi di Legione;
- 102 Comandi Provinciali, retti da Generale di Brigata, Colonnello o Tenente Colonnello, con sede in ciascun capoluogo della regione amministrativa (in Valle d'Aosta é presente un Gruppo, dipendente dalla Legione Carabinieri Piemonte e Valle d'Aosta, competente sull'intero territorio regionale). Hanno competenza su una provincia amministrativa ed esercitano le
funzioni di direzione, di coordinamento e di controllo dei reparti dipendenti
(Reparto Operativo, Nucleo Radiomobile, Sezioni di Polizia Giudiziaria,
ecc.). Hanno la responsabilità dell'analisi e del raccordo delle attività operative e di contrasto della criminalità condotte nella provincia anche dai reparti speciali;
- 11 Comandi di Gruppo;
- 539 Comandi di Reparto Territoriale o Compagnia;
- 45 Tenenze. Sono rette da Tenenti, Sottotenenti e Luogotenenti e sono
competenti su un solo comune con un numero elevato di abitanti. Sono in
grado di svolgere un servizio di pronto intervento nelle 24 ore ed un'autonoma attività di polizia giudiziaria. Hanno la responsabilità diretta del controllo del territorio e delle connesse attività istituzionali.
- 4.623 Stazioni, peculiari articolazioni di base dell'Arma dei Carabinieri a
livello locale. In relazione alla rilevanza dell'impegno operativo sono rette da
Luogotenente, Maresciallo Aiutante sostituto ufficiale di pubblica sicurezza,
Maresciallo Capo o Maresciallo Ordinario. Hanno la responsabilità diretta
del controllo del territorio - di uno o più comuni o parte di comune di grandi
città - e delle connesse attività istituzionali. Le Stazioni adottano un orario
di apertura al pubblico degli uffici differenziato in base alle esigenze, sino a
coprire l'intero arco delle 24 ore. Attualmente sono oltre 1.700 i militari
delle Stazioni impiegati nel servizio di carabiniere di quartiere.
Dell'organizzazione territoriale fanno parte anche una serie di supporti
operativi: 1 Gruppo Operativo "Calabria"; Squadrone Eliportato Cacciatori
"Sardegna"; 1 Reparto Squadriglie e 7 Squadriglie; Centro e Nuclei cinofili;
Centro e Nuclei subacquei; Unità navali.
36
Per sedi e recapiti consultare la sezione “Numeri utili”
La Guardia di Finanza opera in campo economico e finanziario (in Italia ed a livello di Comunità Europea)
in tutti quei settori ed in tutte quelle occasioni in cui è pregiudicato il rispetto della legge e in cui sono
violate le disposizioni finanziarie e tributarie dello Stato.
Quando si parla di Guardia di Finanza generalmente si pensa alla lotta all'evasione fiscale. In applicazione ai criteri fissati dal Ministro dell'Economia e delle Finanze, la GdF effettua molteplici attività di verifica fiscale, con controlli di diverso tipo (sull’intera attività di gestione di un’azienda, sulla singola operazione finanziaria, ecc.). Negli ultimi anni è stata particolarmente attiva l’attività investigativa al fine di
scoprire gli evasori cosiddetti totali o paratotali, ossia quei soggetti economici completamente sconosciuti dal fisco o che hanno occultato sistematicamente ed in maniera rilevante i propri redditi.
Altra materia molto conosciuta dai cittadini di competenza della Guardia di Finanza è la lotta alla contraffazione. Con questo termine si intende l’attività di chi riproduce un bene in modo tale che possa essere scambiato per uno originale, quindi rientrano in questa categoria la pirateria audio/video e la violazione di marchi e brevetti. La contraffazione ha molteplici effetti: dal danno economico all’azienda regolarmente detentrice di quel marchio/brevetto, all’alterazione del mercato di libera concorrenza; dallo
sfruttamento di soggetti deboli ad un danno/pericolo per il consumatore finale, in quanto il prodotto acquistato non rispetta le normative di sicurezza garantite invece dal prodotto originale.
Importante, sia sul piano economico che su quello sociale, sono gli interventi della GdF in materia di
lotta all’usura ed al racket, piaga sociale che colpisce direttamente al cuore l’economia dello Stato, e
che purtroppo si accompagna spesso a manifestazioni ed atti di violenza.
La Guardia di Finanza è chiamata anche alla vigilanza sul cosiddetto fenomeno del “carovita”, ossia si
occupa della vigilanza dei prezzi al consumo, al fine di tutelare e mantenere un mercato di libera concorrenza. Il Corpo agisce in collaborazione con altre autorità, quali, ad esempio, l’AGCM - Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e l'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas.
In collaborazione con l’AAMS - Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato - la Guardia di Finanza
si occupa di vigilare sul gioco d’azzardo, sulle scommesse e su tutto quello che riguarda concorsi, lotterie, lotto e gioco illecito in generale, compreso il mondo di Internet.
37
FORZE DELL’ORDINE
www.gdf.it
PRODOTTI ALIMENTARI
AGRICOLTURA BIODINAMICA
Cos’è: è un metodo di coltivazione che utilizza le
modalità del biologico ed altre derivate dagli studi
di Rudolf Steiner. L’azienda agricola che pratica
l’agricoltura biodinamica è considerata un “organismo vivente”, dove l’allevamento animale si integra con l’agricoltura, fornendo i concimi; dove sono tenuti in considerazione i cicli lunari e astronomici; il terreno è trattato come un enorme laboratorio, “dinamizzato” con sostanze naturali atte ad
incrementarne difese e vitalità.
ALLEVAMENTI BIOLOGICI
“Biologico” non si applica solo alle colture, ma anche agli allevamenti animali. Ovviamente la vita dell’animale deve rispettare rigidi standard imposti
dalla normativa europea in materia “bio”: l’alimentazione deve essere solo biologica (non OGM), sono
ammesse solo cure omeopatiche (nessun antibiotico è consentito), non si possono avere allevamenti
in batteria, ogni animale deve avere uno spazio minimo a disposizione e trascorrere almeno un determinato tempo all’aperto.
IL BIOLOGICO
AGRICOLTURA BIOLOGICA
Cos’è: significa produrre rispettando l’ambiente e
l’uomo. Rispetta l’ambiente perché utilizza solo prodotti naturali (e non chimici di sintesi), rispetta le
caratteristiche dei terreni e l’ecosistema. Rispetta
l’uomo perché la produzione biologica riduce drasticamente le emissioni di energia ausiliaria (non
usando prodotti chimici riduce la produzione degli
stessi da parte dell’industria chimica, ad esempio)
e permette all’uomo di utilizzare prodotti che non
contengono pesticidi ed altre sostanze dannose.
Come si realizza
I terreni su cui coltivare biologico devono rispondere a determinate caratteristiche: devono essere
lontani da industrie chimiche, autostrade ecc. e su
di essi non devono essere stati utilizzati pesticidi
per un certo numero di anni. Le tecniche di coltivazione devono essere tutte naturali: deve essere rispettata la struttura del terreno, utilizzate siepi ed
alberature, rotazione ed avvicendamento delle colture e compostaggio. Secondo la normativa europea fare agricoltura biologica significa:
- non usare sostanze chimiche di sintesi (diserbanti, pesticidi, concimi, anticrittogamici);
- utilizzare solo concimi organici o minerali;
- impiegare tecniche di lavorazione non aggressive;
- non utilizzare coloranti.
38
PRODOTTI BIOLOGICI
Sicurezza degli alimenti biologici
Le aziende che producono biologico sono certificate ad
enti appositi, autorizzati dal Ministero per le Politiche
Agricole in base ai Regolamenti Europei. Ogni prodotto immesso sul mercato deve riportare nell’etichetta il
nome dell’organismo di controllo che ha effettuato la
certificazione. I prodotti biodinamici hanno in più il
marchio “Demeter”, che garantisce la provenienza biodinamica di almeno il 90% degli ingredienti.
ETICHETTE DEI PRODOTTI ALIMENTARI
Sull’etichetta deve essere riportata la dicitura “proveniente da agricoltura biologica - regime di controllo CE (o CEE)” seguito da altre informazioni quali
il nome dell’organismo di controllo, le caratteristiche del prodotto, ecc. seguite da un codice tipo IT
ABC Z000 T123456, da leggersi così:
- IT indica il paese di produzione;
- ABC la sigla dell’organismo di controllo;
- Z000 il codice del produttore (possono essere
anche solo numeri);
- T significa “trasformato”, in caso di frutta o verdura freschi la lettera è “F”;
- 123456 indica il numero di autorizzazione alla
stampa delle etichette per la quantità certificata
dall’organismo certificatore.
ALLERGIE ED INTOLLERANZE ALIMENTARI
ALLERGIE ALIMENTARI
Cosa sono
Reazioni anomale del nostro sistema immunitario
a seguito dell’assunzione di un certo alimento.
Cause
Reazione anomale del sistema immunitario a determinati alimenti o a sostanze contenute (es. pollini depositati sulla frutta o verdura, ecc.).
Tempi di reazione
Le manifestazioni compaiono rapidamente, anche
se la quantità di cibo ingerita è minima.
Sintomi
Le prime sono solitamente di prurito e gonfiore a
gola, labbra e palato. Se il cibo è già arrivato allo
stomaco o all’intestino allora si hanno nausea,
crampi, ecc. A livello cutaneo si possono avere orticaria e gonfiori localizzati. Nei bambini può manifestarsi un peggioramento degli eczemi.
Shock anafilattico
È la più violenta delle manifestazioni allergiche. Si
può presentare fino ad un’ora dopo l’assunzione
dell’alimento. Potranno comparire difficoltà respiratorie, abbassamento della pressione sanguigna,
perdita di coscienza.
Cosa fare
Nel caso le manifestazioni dell’allergia siano violente è consigliabile recarsi al Pronto Soccorso. Questa misura è indispensabile nel caso di shock anafilattico.
INTOLLERANZE ALIMENTARI
Cosa sono
Reazioni che gli alimenti o i loro componenti scatenano nel corpo umano; i meccanismi sono in parte
ancora sconosciuti, ma si sa che, a differenza delle
allergie, non portano alla formazione di anticorpi.
Cause
Particolare sensibilità di alcuni soggetti alla quantità di istamina presente in un certo alimento, oppure l’intolleranza può essere scatenata da coloranti
e conservanti presenti in un cibo.
Intolleranza al lattosio: è una delle più diffuse. È il
caso in cui l’intolleranza nasce da un deficit enzimatico, ossia l’individuo nasce privo di alcuni enzimi (o non ne produce a sufficienza) necessari per
assimilare gli alimenti. Chi è intollerante al lattosio
(lo zucchero del latte) infatti è carente dell’enzima
lattasi, e non tollera latte e prodotti caseari.
Tempi di reazione
Le intolleranze si manifestano con tempi più lunghi
rispetto alle allergie e, a differenza di queste, spesso i tempi dipendono dalla quantità di cibo ingerito.
Sintomi
Reazioni cutanee (orticaria) o all’apparato gastrointestinale (dolori addominali, nausea, vomito,
dissenteria).
Diagnosi
Prick test
È eseguito da un allergologo; vengono messe sulle
pelle del paziente alcune gocce di sostanze possibili
fonti di allergie poi la pelle viene leggermente graffiata per permettere alla sostanza di penetrare e quindi
valutare se provoca o meno reazione allergica.
Ricerca degli anticorpi del sangue
Tramite esami del sangue viene determinato il livello di IgE, ossia degli anticorpi responsabili delle
reazioni allergiche. Un livello elevato di IgE nel sangue orienta verso l’allergia ma può essere trovato
anche in soggetti che non sono allergici.
39
PRODOTTI ALIMENTARI
PERCHÉ MANGIARE BIO?
Aspetti positivi
Molti studi negli ultimi anni hanno dimostrato che i
prodotti biologici sotto alcuni aspetti sono migliori
di quelli prodotti con agricoltura convenzionale.
Latte, frutta e verdura biologici sono più ricchi di vitamine, antiossidanti, acidi grassi polinsaturi. Pesche, mele e kiwi biologici, secondo una ricerca,
contengono una maggiore quantità di vitamina C.
beta-carotene e polifenoli ed hanno maggiore consistenza. La polpa delle frutta è più consistente e
contiene meno acqua, quindi maggiore quantità di
nutrienti.
Diffusione del biologico
Da qualche anno sono aumentati i consumi di alimenti biologici, anche se il loro prezzo, elevato rispetto agli alimenti “convenzionali”, ne impedisce la
diffusione su scala massiccia. La svolta verso il biologico è stata aiutata anche dagli scandali (diossina, BSE) che hanno coinvolto il mondo alimentare.
Dati positivi vengono soprattutto dal mondo della
scuola: sono sempre più le mense scolastiche che
utilizzano alimenti biologici, ed alcune regioni stanno investendo nel biologico, erogando contributi alle
amministrazioni che lo scelgono.
PRODOTTI ALIMENTARI
Test di provocazione orale
Deve essere eseguito solo in ambulatori attrezzati
e sotto la supervisione di personale specializzato.
Consiste nella somministrazione di piccole dosi di
alimenti sospetti. Il paziente sarà poi monitorato
nelle ore successive, per valutare la comparsa o
meno di un’allergia. Questo test dà la risposta definitiva sulla presenza di un’allergia o meno nel caso gli altri esami (prick test e ricerca anticorpi)
abbiamo dato risultati discordanti.
LA CELIACHIA
Informazioni tratte dal sito internet del Ministero della Salute:
www.ministerosalute.it
Cos’è
La celiachia è l’intolleranza permanente al glutine.
Non si nasce malati di celiachia, ma con la predisposizione ad ammalarsi.
Si tratta di una predisposizione di tipo genetico
che si presenta quando il soggetto entra in contatto con il glutine. Un soggetto predisposto alla celiachia non diventerà mai celiaco se non entrerà in
contatto con il glutine. La celiachia non ha una trasmissione genetica classica, ma è presente un
certo grado di predisposizione familiare. Studi riconosciuti affermano che solo il 5-10% dei parenti
di primo grado (genitori, figli, fratelli) dei celiaci risulta affetto dalla malattia.
Un soggetto celiaco può guarire completamente da
tutti i disturbi se evita totalmente di assumere
glutine, ma può riammalarsi se entra nuovamente
in contatto con questa sostanza.
Cos’è il glutine
Il glutine è un complesso proteico, colloso, contenuto in grano tenero, grano duro, farro, segale, kamut, orzo e altri cereali minori. Lo si trova in pane,
pasta, biscotti, pizza e in ogni altro prodotto derivato da tali cereali.
Il glutine aiuta i processi di lievitazione e migliora
consistenza ed elasticità dei prodotti finali, quindi
è spesso usato anche come ingrediente in salse,
zuppe, preparati di carne precotti, e come addensante nelle formulazioni in tavoletta o pastiglie di
alcuni farmaci.
Riso, mais, grano saraceno e miglio sono privi di
glutine. Per quanto riguarda l’avena, evidenze sperimentali indicano che la maggioranza dei celiaci
può tollerarla: tuttavia, per precauzione, è bene
non includerla nella dieta priva di glutine dei celiaci, soprattutto per il rischio di contaminazione.
40
Come si diagnostica la celiachia
Tramite dei test sierologici eseguiti tramite prelievo venoso di sangue e dai risultati di una biopsia
del duodeno. È opportuno poi effettuare degli esami per controllare l'evoluzione della celiachia: in
particolare a tre mesi dalla diagnosi, un anno dopo
e una volta all'anno, per tutta la vita. Le analisi di
controllo annuali sono raccomandate per escludere
fenomeni di carenza e complicanze della celiachia.
Effetti della malattia
L’ingestione del glutine in pazienti affetti o predisposti provoca un grave danneggiamento della mucosa intestinale ed un conseguente inefficace assorbimento dei nutrienti. Questa denutrizione può
portare ad alcune patologie e può essere particolarmente pericoloso nei bambini, nei quali può determinare anche deficit di crescita.
Come si manifesta
Si va dalle classiche manifestazioni gastro-intestinali a sintomi e segni extra-intestinali a carico di
apparati quali la cute o il sistema nervoso centrale, l’apparato endocrino o il sistema immunitario.
Le manifestazioni legate ad altre parti dell’organismo sono più frequenti in adulti ed adolescenti,
mentre nei bambini si riscontrano problemi gastro-intestinali associati a deficit della crescita.
Negli adulti spesso la celiachia non è riconosciuta
subito, e questi soggetti vengono trattati per molti
anni come affetti da sindrome del colon irritabile o
per altre malattie del sistema gastro-intestinale.
Dieta senza glutine
Al momento questa è l’unica terapia per i celiaci, anche se sono attualmente allo studio alternative terapeutiche al trattamento dietetico. I celiaci possono
mangiare tutti gli alimenti naturalmente senza glutine, nonché quelli dietetici speciali senza glutine: dalla
carne ai formaggi, dalla frutta a latte e derivati, dai
legumi alle verdure, dall’olio di oliva a quelli di arachide, di girasole e di mais; dal pesce alla polenta alle
patate, dal riso alla soia alle uova, ed anche i cereali
prima elencati privi di glutine. Devono evitare invece i
cereali contenenti glutine e tutti quei prodotti derivati
dai cereali che lo contengono, o alimenti che durante
la loro produzione possano aver subito una qualche
contaminazione con il glutine. Ad esempio bisogna
fare molta attenzione ad acquistare prodotti impanati surgelati o freschi: l’impanatura infatti potrebbe
contenere farine contenenti glutine.
È molto importante imparare a leggere, con attenzione, le etichette dei prodotti alimentari, e non
ALIMENTI SOSPETTI
Vi sono alcuni alimenti che, con maggiore frequenza di altri, possono causare reazioni allergiche o
intolleranze.
Alimenti che possono provocare reazione allergiche
immediate: uova, noci, nocciole, arachidi, crostacei, pesce, latte vaccino, ecc.
Alimenti che inducono la produzione di istamina:
frutti esotici, fragole, ananas, crostacei, formaggi
fermentati, spezie, tonno, salmone, albume d’uovo,
salumi (coppa, salame, pancetta), ecc.
Alimenti con alto contenuto di additivi e conservanti: frutta secca, marmellate di frutta, baccalà,
vini, liquori, macedonie ed insalate trattate con appositi spray per evitare che “scuriscano”, ecc.
Alimenti che contengono conservanti: succhi di
frutta e bibite colorate, salse confezionate, sottaceti, minestre in scatola, cioccolatini ripieni, gelati,
marmellate, ecc.
L’Avvocato
Quale indicazione devono riportare
le macchine erogatrici di latte crudo?
A seguito dei casi di tossinfezione oggetto delle cronache (sono stati segnalati alcuni casi di sindrome
emolitico uremica che potrebbero essere riconducibili al consumo di latte crudo), il Ministero della Salute ha emesso un’ordinanza che introduce l’obbligo di
riportare sugli appositi distributori la dicitura da consumarsi solo dopo bollitura. L’ordinanza è entrata in
vigore il 14 gennaio 2009, giorno della pubblicazione
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.
La commercializzazione di prodotti alimentari
confezionati per i quali sia prescritta
l’indicazione “da consumarsi preferibilmente
entro il…” integra, ove la data sia superata,
un’ipotesi di reato?
No. Secondo la Corte di Cassazione la detenzione e la
vendita di prodotti alimentari confezionati per i quali
sia prescritta l’indicazione “da consumarsi preferibilmente entro il ...”, o quella “da consumarsi entro il...”
qualora la data sia superata, non integra alcuna ipotesi di reato ma solo un illecito amministrativo.
È obbligatorio indicare in etichetta l’origine
degli oli extravergini e vergini di oliva?
Sì. Infatti, dal 1° luglio 2009 tutti i consumatori potranno sapere con certezza da dove proviene l’olio
che comprano in quanto è stato approvato a Bruxelles un provvedimento che obbliga i produttori di
olio a indicare nell’etichetta la provenienza delle olive che hanno usato. Si tratta di un provvedimento
adottato dal Comitato di gestione olio di oliva della
Commissione europea a Bruxelles che modifica il
regolamento 1019/02 riguardante l’etichettatura
dell’olio d’oliva. Il provvedimento, in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea,
sarà applicato già a partire dal 1° luglio 2009.
Se un consumatore trova un corpo
estraneo nel proprio piatto, che cosa
rischia il ristoratore?
Rischia di essere punito con contravvenzione prevista dalla legge sanitaria 283 del 1962. La Cassazione ha, infatti, condannato un ristoratore in quanto l’alimento fornito ad un consumatore conteneva
un corpo estraneo, non commestibile, che per la
sua durezza poteva addirittura rompere un dente se
masticato o creare difficoltà digestive se ingerito.
41
PRODOTTI ALIMENTARI
acquitare prodotti di dubbi provenienza o che possano, nelle loro fasi di lavorazione, essere venuti a
contatto con il glutine (indicazione che deve comunque comparire nelle etichette).
Oggi è facile trovare, oltre che nelle farmacie, anche nella grande distribuzione una buona quantità
di alimenti privi di glutine, studiati apposta per la
dieta di un celiaco. Spesso sono in espositori dedicati. Sulle confezioni è apposto un simbolo o una
dicitura che ne indica la natura particolare.
I diritti del celiaco
Già dal 1982 il Servizio Sanitario Nazionale eroga
gratuitamente gli alimenti privi di glutine alle persone
affette da celiachia, in base a tetti di spesa (divisi
per fasce d’età e sesso) definiti di volta in volta da
Decreto Ministeriale. Per poter usufruire di questo
diritto è necessario essere in possesso dell’autorizzazione dell’ASL al rilascio di questi alimenti e del
certificato di attestata diagnosi da parte di un organo riconosciuto. Dal 2005 una legge riconosce la
possibilità di ottenere la somministrazione di prodotti senza glutine nelle mense scolastiche, ospedaliere
ed in quelle delle strutture pubbliche.
A livello sanitario poi il SSN prevede particolari forme di tutela per le persone affette da celiachia,
come l’esenzione dal pagamento del ticket per gli
esami diagnostici, in quanto la malattia celiaca fa
parte delle malattie rare, per le quali non è previsto il pagamento delle prestazioni sanitarie necessarie per la diagnosi.
Giardini Via Nisoli (foto tratta da “Noi Cittadini” di San Giuliano Milanese - edizione 2009)
CENTRO GIARDINAGGIO SAN GIULIANO MILANESE
Vendita al dettaglio piante da interno e da esterno
Vasi e accessori per il giardinaggio
Rifornito reparto di acquariologia e animaleria
Costruzione e manutenzione giardini, terrazze
aree condominiali e spazi pubblici
Potature - Impianti di irrigazione
Consegne a domicilio
Preventivi gratuiti
Via Emilia Km 316 - San Giuliano Milanese
Tel. 02 9845483 - Fax 02 98240668
[email protected] - www.vivaipistoiesi.it
42
ASSICURAZIONI
Assicurazione contro gli infortuni
Cosa prevede
Il versamento di un capitale da parte della compagnia di assicurazioni in caso di decesso dell'assicurato, o un risarcimento nell'eventualità in cui subentri un evento capace di limitare in maniera totale o parziale, permanente o temporanea, la capacità lavorativa del soggetto.
Obiettivi
Tutelare l’assicurato dai danni patrimoniali causati
da un infortunio capace di limitare o impedire l'idoneo esercizio dell'attività lavorativa.
A quali rischi si applica:
- di natura professionale (ossia quelli che possono
presentarsi nel corso dell'attività lavorativa dell'assicurato);
- di natura extraprofessionale (cioè quelli che possono verificarsi durante il tempo libero dell’assicurato
o comunque nei suoi momenti extra-lavorativi).
Il contratto
- Deve chiaramente specificare quali sono i rischi
professionali coperti dalla polizza stessa;
- può riguardare una sola delle tipologie di rischio,
non entrambe.
Assicurazioni sulla vita
Sono tutte quelle forme assicurative in cui la prestazione dell’assicuratore dipende dalla durata della vita umana dell’assicurato.
TIPOLOGIE
Assicurazioni in caso di morte
Hanno lo scopo di beneficiare uno o più persone,
designate dall’assicurato, di un capitale in caso di
suo decesso prematuro.
XXXPERSONE
SERVIZI ALLE
VIVERE IN SALUTE
Assicurazioni in caso di vita: prevedono il versamento
di una somma, o di una rendita vitalizia, al raggiungimento di una determinata età dell’assicurato.
Assicurazioni miste: il capitale assicurato viene attribuito in caso di morte prima di una certa età ai
beneficiari designati; se invece la persona assicurata raggiunge l’età stabilita, il capitale stesso è a
lei dovuto.
CONSULTORIO FAMILIARE
Cos'è: una struttura socio-sanitaria, a gestione
pubblica o privata (ma convenzionata con l’Asl),
che risponde ai bisogni della famiglia, della coppia,
della donna, dell’infanzia e dell’adolescenza.
Figure professionali presenti: solitamente psicologi, assistenti sociali, ginecologi, ostetrici, infermiere, assistenti sanitari. Tutte queste figure lavorano
in équipe.
circolo A.R.C.I.
Rodolfo Morandi
NEW
NEW SERVICE
SERVICE
Giardinaggio - Pulizie civili e industriali
Lavori edili in genere
Via Tolstoj, 33 - 20098 San Giuliano Mil.se (MI)
Cell. 331 4335798 - Fax 02.98280489
e-mail: [email protected]
43
Via Turati, 25
20098 San Giuliano Milanese (MI)
Tel. 02 98 24 15 46
O
RA
O
N
NZ E FU NE B
RI
FOGLIANI
0 2/ 9 8 4 8 65 5
MARMI E GRANITI
Monumenti - Tombe di famiglia
FUNERALI CONVENZIONATI
APPALTATORE COMUNALE
Via Tolstoj, 1 - Via Marconi, 38
Cell. 335 7159312 - Fax 02 98242082
44
Prevenzione:
- interventi sociali sul territorio per la prevenzione
del disagio giovanile, della coppia e della famiglia;
- consulenze sociali;
- informazione per la prevenzione dei rischi genetici
e per il controllo della gravidanza a rischio;
- prevenzione dei tumori della sfera genitale femminile (visite, pap-test, esame del seno e tecniche dell’autoesame);
- richiesta dei test HIV (in regola con le procedure
dettate dalle normative vigenti);
- prevenzione dei fenomeni di maltrattamento e
abuso sessuale a danno dei minori.
Per i giovani: prescrizione contraccettivi; consulenza
psicologica (anche per i problemi della sfera sessuale) con sostegno psico-terapeutico; informazioni e
consulenza su maternità e paternità responsabile.
Per la coppia: affidamento familiare dei minori; procedure per l’espletamento delle pratiche di adozione
(nazionali e internazionali); mediazione familiare.
Per la donna: supporto medico e psico-sociale per
procedure per l’interruzione volontaria di gravidanza; prestazioni ostetrico-ginecologiche; assistenza alla maternità.
ORDINANZA PER LA TUTELA DELL’INCOLUMITÀ
PUBBLICA DALL’AGGRESSIONE DI CANI
Ecco alcune delle novità introdotte dall’Ordinanza
emanata ad inizio Marzo 2009.
Eliminata la “black list”
È stato eliminato l’allegato A riportante un elenco
senza riferimento scientifico in letteratura di medicina veterinaria di razze “pericolose”, in quanto non è
possibile stabilire il rischio di una maggiore aggressività di un cane in base alla loro razza o loro incroci.
Obbligo di utilizzo del guinzaglio in ogni luogo
Viene introdotto per la prima volta l’obbligo di utilizzare sempre il guinzaglio ad una misura non superiore a mt. 1,50 per i cani condotti nelle aree
urbane e nei luoghi aperti al pubblico - fatte salve
le aree per cani individuate dai comuni - e di avere
sempre con sé la museruola (rigida o morbida) da
applicare in caso di potenziale pericolo, nonché
l’obbligo di affidare il proprio animale solo a persone in grado di gestirlo.
Il proprietario ed il detentore devono, inoltre, assumere informazioni sulle caratteristiche fisiche ed
etologiche dei cani e sulle normative in vigore.
Introdotta la responsabilita civile
e penale dei proprietari
Ai fini della prevenzione del rischio di aggressione
da parte di cani è stato attribuito un ruolo fondamentale alla responsabilità dei proprietari. Il proprietario di un cane, infatti, è sempre responsabile
del benessere e del controllo del proprio animale,
pertanto risponde sia civilmente, che penalmente
dei danni o lesioni che questi arreca a persone,
animali o cose.
Percorsi formativi per i proprietari di cani
Per favorire la formazione e l’acquisizione di adeguate cognizioni sulla corretta detenzione di un cane e ai fini della prevenzione di danni o lesioni ad
altri, i comuni (congiuntamente a servizi veterinari,
ordini professionali/associazioni di medici veterinari, facoltà di medicina veterinaria e associazioni di
protezione degli animali), devono mettere a disposizione dei percorsi formativi per i proprietari di
cani. Tali percorsi, con rilascio di specifica attestazione, denominata patentino, divengono obbligatori
per i proprietari di “cani impegnativi” identificati a
livello territoriale.
Registro dei cani morsicatori
e con problemi di comportamento a cura delle ASL
I servizi veterinari, nel caso in cui rilevino un rischio, stabiliscono le misure di prevenzione e la
necessità di eventuali interventi terapeutici comportamentali cui devono essere sottoposti i “cani
impegnativi” e tengono un registro aggiornato di
tali soggetti.
Fonte: www.ministerosalute.it
SERVIZI FUNEBRI: TRATTAMENTI DELLA SALMA
Estumulazione
Cos’è: l’estrazione del feretro dal loculo, per essere depositato in cellette ossario, ossario comune o tomba di famiglia, quando non si tratti di
salme tumulate in sepolture private a concessione perpetua. Avviene allo scadere del periodo
della concessione.
Casi particolari:
- le salme possono essere estumulate in via eccezionale e su richiesta dei famigliari quando siano
trascorsi almeno 30 anni dalla morte.
- Il trasferimento può avvenire dopo qualsiasi periodo
di tempo, previa autorizzazione del Sindaco, se si
rende necessario trasferire il feretro in altra sede.
45
SERVIZI ALLE PERSONE
Esempi di servizi erogati
Esumazione
Cos’è: il dissotterramento dei resti mortali dalla
fossa per essere depositati in ossari o tombe di famiglia. Può essere effettuata dopo 10 anni dalla sepoltura.
Comunicazione: i parenti del defunto vengono avvertiti tramite lettera ed invitati a presentarsi all’ufficiale di stato civile per concordare data e ora.
✒ L’Opinione
SERVIZI ALLE PERSONE
di Maurizio Costanzo
La famiglia è certamente una piccola comunità importante per la società.
La famiglia è composta di due persone che
si amano. Io credo e so di scandalizzare
qualcuno, che si possano amare fra di loro
due uomini e fra di loro due donne.
Poi si deve risolvere il problema delle coppie di fatto.
Perché un rapporto, alla scomparsa di uno
dei due, deve diventare agli occhi di tutti
una specie di rapporto clandestino?
Stesse regole, stessi diritti.
È un viaggio lungo, ma bisogna insistere
perché si arrivi alla conclusione
Cremazione
Normativa: Legge 30 marzo 2001 n. 130.
Obblighi preventivi
Constatazione dell’effettiva volontà del defunto.
Volontà del defunto
In mancanza di un documento scritto (es. testamento) o dell’affiliazione ad una società che tratta
questa materia, la volontà deve essere manifestata dal coniuge o, in assenza, dalla maggioranza dei
parenti più prossimi dello stesso grado.
Documenti necessari
Autorizzazione dall’autorità competente (ossia dall’ufficiale dello stato civile del comune di decesso).
- In caso di morte improvvisa o sospetta segnalata
all’autorità giudiziaria, il nulla osta alla cremazione deve essere rilasciato da quest’ultima.
ESSERE IN DIFFICOLTÀ
■ Il
ddl 2007 inasprisce le pene
per chi commette reati contro
l’ambiente, ed in alcuni casi prevede l’interdizione dalle attività
di impresa e dai pubblici uffici.
INDICATORI DELLA SITUAZIONE
ECONOMICA DEL NUCLEO FAMILIARE
Cosa sono
Parametri per conoscere la situazione economica
del richiedente di particolari servizi (prestazioni assistenziali o servizi di pubblica utilità), utilizzati da
Enti o da Istituzioni che li concedono (ospedali pubblici, Asl, scuole, università, municipalità, ecc.). La
gestione dei dati è a cura dell’INPS, e per il calcolo
ci si può rivolgere a patronati, Caf, centri di assistenza fiscale, uffici INPS.
Quali sono:
- ISE (Indicatore della situazione economica);
- ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente).
Casi di utilizzo:
- Comuni, per agevolazioni sui tributi locali (ad
esempio la tariffa sui rifiuti), rette delle mense
scolastiche, erogazione di contributi per l’affitto,
concessione dell’assegno di maternità e dell’assegno a nuclei familiari nei quali sono presenti almeno tre figli minori;
■ La
raccolta differenziata dei rifiuti permette di ottenere nuovi
oggetti da quelli che non usiamo
più: con la plastica si ottengono
giochi e panchine, dalla carta
cartoni da imballaggio, e tanto
altro.
■ Dai
dati di Legambiente risulta
che il 46% della frutta presenta
uno o più residui di sostanze
chimiche.
46
- Telecom, per la riduzione del canone di abbonamento telefonico;
- Università, per la riduzione delle tasse universitarie;
- Enti locali (Comuni, Province e Regioni) per buoni
di acquisto dei libri scolastici;
- per l’accesso a prestazioni socio economiche da
parte della Pubblica Amministrazione e del Servizio Sanitario Nazionale.
Scala di equivalenza
ISE
ESENZIONE DAL TICKET SANITARIO PER REDDITO
Le singole Regioni stabiliscono in dettaglio quali
sono le persone che ne hanno diritto, la forma di
esenzione (totale o parziale) e, nel caso dell’esenzione parziale, la quota che deve essere pagata.
Chi ne ha diritto: generalmente hanno diritto all’esenzione per motivi di reddito:
- i bambini di età inferiore a 6 anni che appartengono a un nucleo famigliare con reddito fino a Euro 36.151,98* lordi annui;
- gli anziani di età superiore a 65 anni che appartengono a un nucleo famigliare con reddito fino a
Euro 36.151,98* lordi annui;
- i titolari di assegni sociali ed i loro famigliari a
carico;
- i titolari di pensioni minime oltre i 60 anni e i loro
familiari a carico;
- le persone disoccupate e che sono iscritte alle liste
di collocamento che appartengono a un nucleo famigliare con reddito lordo inferiore a Euro 8.263,31*.
ISEE
Come si calcola
Dal rapporto tra l'Ise e il numero dei componenti
del nucleo familiare in base ad una scala di equivalenza stabilita dalla legge.
Informazioni necessarie per il calcolo
Composizione del nucleo familiare
Il dichiarante, il coniuge, i figli nonché altre persone conviventi e altri soggetti a carico ai fini dell'Irpef, anche se non presenti nello stato di famiglia
del dichiarante.
Situazione reddituale
È rappresentata dal reddito complessivo assoggettabile all'Irpef conseguito da tutti i componenti il
nucleo nell'ultimo anno fiscale.
Situazione patrimoniale:
- immobiliare: è costituita dal valore dei fabbricati
e dei terreni edificabili o agricoli intestati a persone fisiche, definito ai fini dell'ICI (imposta comunale sugli immobili) entro il 31 dicembre dell'anno precedente;
- mobiliare: è rappresentata dal valore dei titoli,
conti correnti, buoni postali, azioni, ecc. posseduti al 31 dicembre dell'anno precedente.
* Cifre che possono subire modifiche; consultare l’Asl territoriale per informazioni precise.
Come fare:
- l’interessato, un suo familiare o il tutore legale
deve sottoscrivere una dichiarazione sul retro
della ricetta. La regolarità della dichiarazione di
esenzione è controllata dall’Asl;
- l’interessato deve presentare la documentazione
all’ufficio preposto dell’Asl, che rilascia un tesserino di esenzione.
SOCIETÀ COOPERATIVA
EDIFICATRICE
RISORGIMENTO P.A.
30 posti letto in
camere con bagno
e monolocali
Sala riunioni per
attività culturali e
ricreative.
www.cascinasantabrera.it - tel/fax 02-9838752
Via dei Giganti, 6
20098 S. Giuliano Milanese
Tel. e Fax 02.9844878
47
SERVIZI ALLE PERSONE
Come si calcola
È la somma dei redditi e del 20% del patrimonio
mobiliare e immobiliare di tutto il nucleo familiare.
A cosa serve: è composta da coefficienti che indicano, in base al numero dei componenti il nucleo
familiare, il valore con il quale va rapportato l'Ise
per ottenere l'Isee. È influenzata da parametri quali la presenza di figli minori nel nucleo familiare, dal
tipo di lavoro svolto dai genitori (in termini di orario lavorativo), ecc.
Guardia di Finanza
SERVIZI ALLE PERSONE
Scontrini o ricevute fiscali
Quando acquisti beni o ricevi prestazioni di servizi devi
richiedere l’emissione di un documento fiscale che
può essere: lo scontrino fiscale; la ricevuta fiscale.
Lo scontrino fiscale
Deve essere, in genere, emesso per prodotti acquistati o servizi ricevuti sia in locali aperti al pubblico
(negozi, bar, fast food, ecc.) che da venditori ambulanti (in occasione di mercati, fiere, sagre, ecc).
Deve sempre contenere:
• la denominazione della società ovvero cognome e
nome dell’esercente se si tratta di ditta individuale;
• numero di partita IVA;
• i prezzi di ogni singolo prodotto acquistato o della
prestazione ricevuta, con il relativo importo totale;
• data e ora di emissione;
• numero progressivo giornaliero, e non deve riportare la dicitura “NON FISCALE”, salvo alcune
eccezioni (ad es. società di grande distribuzione
autorizzate).
Quando va emesso:
• se acquisti un bene, al momento in cui paghi o
quando ti viene consegnato il bene;
• se ricevi una prestazione di servizi, al momento
del pagamento.
N.B.
- Se non paghi subito, riceverai uno scontrino con l’indicazione “corrispettivo non pagato”.
- All’atto del pagamento, ti verrà emesso un secondo
scontrino con l’indicazione dell’importo complessivo.
- Se paghi in anticipo, ti dovrà essere rilasciata una ricevuta di acconto; lo scontrino fiscale dovrà essere emesso
al momento del saldo e dovrà accompagnare la merce all’uscita dal negozio.
- Ricorda che lo scontrino correttamente emesso costituisce anche garanzia per eventuali sostituzioni o rimborsi.
L’Avvocato
I ragazzi con cittadinanza non italiana
hanno diritto all’istruzione anche se
in posizione non regolare in ordine al
loro soggiorno?
Sì. I minori stranieri presenti sul territorio nazionale hanno diritto all’istruzione indipendentemente
dalla regolarità della posizione in ordine al loro soggiorno, nelle forme e nei modi previsti per i cittadini
italiani. Essi sono soggetti all’obbligo scolastico secondo le disposizioni vigenti in materia.
L’iscrizione dei minori stranieri nelle scuole italiane
di ogni ordine e grado avviene nei modi e alle condizioni previsti per i minori italiani.
Commette reato il genitore
che non manda i figli alle scuole medie?
Sì. Secondo la Cassazione, chiunque, investito di
autorità o di potere di vigilanza sopra un minore,
omette di impartirgli o di fargli impartire l’struzione
sino al conseguimento della licenza di scuola secondaria di primo grado, ovvero sino al compimento
del quindicesimo anno quando il minore abbia osservato per almeno otto anni l’obbligo scolastico, è
punito con l’ammenda fino a 30 Euro.
È vero che le spese per la scuola privata
gravano solo sul genitore che ha deciso
di iscrivere il figlio?
Sì. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione, respingendo il ricorso avanzato da una scuola privata che aveva chiesto alla madre il pagamento delle rette scolastiche delle due figlie, nonostante la decisione di
iscrivere le minori fosse stata presa solo dal padre. I
giudici hanno spiegato che l’obbligazione assunta da
un coniuge, per soddisfare bisogni familiari, non pone
l’altro coniuge nella veste di debitore solidale.
Chi ha già versato l’ICI per la prima casa
per il 2008, prima della sua abolizione, come deve comportarsi?
Nel caso in cui il contribuente avesse versato l’ICI
sulla prima casa per il 2008 tramite bollettino postale o F24, prima della sua abolizione, potrà richiederne il rimborso presentando un’apposita istanza all’Ufficio tributi del Comune, entro 5 anni dalla data
del versamento. Il Comune una volta ricevuta l’istanza dovrà procedere al rimborso entro 180 giorni dalla data di presentazione di quest’ultima.
48
EMERGENZE
Soccorso Pubblico di Emergenza
Polizia di Stato..................Tel. 113
Carabinieri
Pronto Intervento ..............Tel. 112
Guardia di Finanza
Pronto Intervento ..............Tel. 117
Emergenza Sanitaria
Pronto Intervento ..............Tel. 118
Vigili del Fuoco
Pronto Intervento ..............Tel. 115
Corpo Forestale dello Stato
Emergenza Incendi ..........Tel. 1515
Servizio Emergenza Ambientale
Ministero dell’Ambiente ..Tel. 1525
Soccorso ACI
Pronto Intervento ........Tel. 803116
Viaggiare Informati
A cura del CCISS ............Tel. 1518
VIOLENZE ALLA PERSONA
Telefono Azzurro
Minori..........................Tel. 19696
Adulti..................Tel. 199 151515
Maltrattamento Minori ......Tel. 114
Antiviolenza Donne ..........Tel. 1522
Antibullismo ........Tel. 800 669696
Linea telefonica diretta per
i minori scomparsi ......Tel. 116000
FORZE DELL’ORDINE
POLIZIA DI STATO
www.poliziadistato.it
Questura di Milano
Via Fatebenefratelli, 11
..............................Tel. 02 62261
Sezione Polizia Stradale di Milano
Via Jacopino da Tradate, 1
............................Tel. 02 326781
Sezione Polizia Stradale
di San Donato Milanese
Rondò delle Autostrade, 1
..........................Tel. 02 5270222
GUARDIA DI FINANZA - www.gdf.it
Compagnia Melegnano
Via per Carpiano, 21/23
..........................Tel. 02 9834064
PUBBLICA UTILITÀ
VIGILI DEL FUOCO - www.vigilfuoco.it
Caserma di Milano
Via Ansperto, 4
..........................Tel. 02 8546461
Emergenza Sanitaria
NUMERO DI PRONTO INTERVENTO
118
Vigili del Fuoco
NUMERO DI PRONTO INTERVENTO
115
Per informazioni consultare
il sito internet: www.vigilfuoco.it
Da cellulare UMTS/GPRS:
www.vigilfuoco.mobi
Polizia di Stato
MUNICIPIO
Comune di San Giuliano Milanese
Via De Nicola, 2 ....Tel. 02 982071
........................Fax 02 98241110
www.sangiulianonline.it
E-mail: [email protected]
Sede decentrata di Sesto Ulteriano
........................Tel. 02 98282605
Sede decentrata di Civesio
........................Tel. 02 98284137
NUMERO DI PRONTO INTERVENTO
113
Per informazioni consultare
il sito internet: www.poliziadistato.it
Da cellulare UMTS/GPRS:
www.poliziadistato.mobi
Arma dei Carabinieri
NUMERO DI PRONTO INTERVENTO
FARMACIE
FARMACIE DI SAN GIULIANO M.
Farmacia Comunale 1
Via S. Remo, 3
..........................Tel. 02 9845663
Farmacia Comunale 2
Via Della Vittoria, 20
........................Tel. 02 98287659
..........................Tel. 02 9880270
112
UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO
Tel. +39 06 80982935
Fax +39 06 80982934
Videotelefono e SMS
Tel. +39 06 8073679
Sito: www.carabinieri.it
E-mail: [email protected]
Guardia di Finanza
P A R R U C C H I E R I
NUMERO DI PRONTO INTERVENTO
di Giuliana Elena
117
UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO
Via Dante, 16
20098 San Giuliano Milanese (MI)
Tel. 02 9848482
49
Num. verde 800 66.96.66
Tel. +39 06 44223726/2601
Fax +39 06 44223745
Sito: www.gdf.it
E-mail: [email protected]
NUMERI UTILI
Questo capitolo riporta una sintesi CARABINIERI - www.carabinieri.it
dei principali numeri telefonici e indi- Stazione di San Giuliano Milanese
Largo Caduti di Nassirya
rizzi di pubblica utilità.
..........................Tel. 02 9848325
50
PROVINCIA DI MILANO
www.provincia.milano.it
Casa Santa Maria (foto tratta da “Noi Cittadini” di San Giuliano Milanese - edizione 2009)
REGIONE LOMBARDIA
Uffici della Provincia
Sede principale:
c/o Palazzo Isimbaldi
Ingresso da via Vivaio, 1
e da Corso Monforte, 35
20122 Milano
.............................Tel. 02 7740 1
www.regione.lombardia.it
Presidenza e Giunta Regionale
Via Fabio Filzi, 22- 20124 Milano
.............................Tel. 02 6765 1
Consiglio Regionale
www.consiglio.regione.lombardia.it
Via Fabio Filzi, 29 - 20124 Milano
...........................Tel. 02 67482 1
Settore Comunicazione
Ufficio Relazioni con il Pubblico
Servizio URP
Spazio Regione
Via Vivaio, 1 - Milano
www.spazio.regione.lombardia.it
...............num. verde 800 883311 Via Fabio Filzi, 22
.......................Fax 02 7740 2160 .......................Tel. 02 6765 5501
STRUTTURE SANITARIE
Azienda Ospedaliera
di Melegnano
Via Pandina, 2 - Vizzolo Predabissi
..............................Tel. 02 98051
Pronto Soccorso
c/o Ospedale Predabissi - Melegnano
........................Tel. 02 98052249
Croce Bianca San Giuliano
..........................Tel. 02 9845631
Guardia Medica
Numero Verde ........848 800 804
Centro Antiveleni
........................Tel. 02 66101029
NEW
GLOBAL
SERVICE
di Giunchi
LA BONTÀ
DEL VERO
CAFFE’ ESPRESSO
ITALIANO...
IN CIALDE!
Via Emilia Km. 315 - Cascina Follazza
20098 San Giuliano Milanese (MI)
Tel. 02 98244672
Cell. 337 287728 - Fax 1782757770
E-mail: [email protected]
www.giunchi-distributori.it
51
NUMERI UTILI
Farmacia Comunale 3
Via Guido Cavalcanti, 1
..........................Tel. 02 9846880
........................Tel. 02 98246694
Farmacia
Borgolombardo
Via Labriola, 18 - Borgolombardo
..........................Tel. 02 9848432
Farmacia Lomolino
Via Gorki, 8 - Zivido
...................... Tel. 02 98241034
Farmacia Rubisse
Via Trieste, 43
..........................Tel. 02 9841213
Farmacia Serenella
P.zza Alfieri, 9
..........................Tel. 02 9847987
Farmacia Dott. Pellegrini
Via Fratelli Cervi, 8
..........................Tel. 02 9845588
ZINCATURA A CALDO DI BULLONERIE E MINUTERIE METALLICHE
SISTEMA QUALITÀ CERTIFICATO UNI EN ISO 9001:2000 CSICERT N° SQ9847
DECAPAGGIO
ZINCATURA
CONTROLLO
TRASPORTO
DA 40 ANNI SUL TERRITORIO
per la protezione dell’ambiente
Via Lombardia, 16 - 20098 Sesto Ulteriano - San Giuliano Milanese (MI)
Tel. 02 9880969 - Fax 02 98287791
E-mail: [email protected] - www.zincheriamusso.it
52
Praetorian Srl - Sicurezza e Sorveglianza
Via Brianza, 5/a..........................0298282039
L.R.S. ASSEMBLAGGI CONTO TERZI
S. Giuliano Milanese (MI) - V. Tolstoj, 11/A Riflessi Parrucchieri di Giuliana Elena
......Tel. 0298245357 - Fax 0298247988 Via Dante, 16 ..............................029848482
I dati pubblicati nel presente elenco rappresentano
una selezione dell’editore senza fini di esaustività,
relativa alle attività che hanno sostenuto l’iniziati- New Global Service di Giunchi
va, di seguito pubblicate in ordine alfabetico.
Via Emilia Km. 315
Il lettore, usufruendo della banca dati pubblicata ..............................0298244672 - 337287728
nel presente elenco, esonera specificamente l’editore e i terzi coinvolti nella realizzazione e diffusioNEW
ne dell’elenco stesso, da qualsiasi responsabilità
GLOBAL
diretta o indiretta derivante dalla pubblicazione di
SERVICE
dati errati, anche parzialmente.
di Giunchi
Le attività sono state inserite in seguito a specifici
LA BONTÀ
accordi commerciali con l’editore.
Autocecere di Cecere Gerardino
Autorizzato Peugeot
Via Della Liberazione, 44/a ........0298289253
Az. Agr. Cascina Carlotta di Viganò Rinaldo
Via Tolstoj, 65..............................029846852
Carrozzeria G.F. Milano
Via Tolstoj, 59E ..........Tel. e Fax 0255231692
Cartoleria Angel di Maurogiovanni Maria
Via XI Febbraio, 12 ....Tel. e Fax 0298490104
Ce.A.F. Centro Assistenza alla Famiglia
Onlus
Piazza Della Vittoria, 7 ................029845321
CENTRO ESTETICO
BEAUTY & HARMONY
San Giuliano Milanese (MI)
V. Giolitti, 14 - Tel. ................0298240937
DEL VERO
CAFFE’ ESPRESSO
ITALIANO...
IN CIALDE!
Via Emilia Km. 315 - Cascina Follazza
20098 San Giuliano Milanese (MI)
Tel. 02 98244672
Cell. 337 287728 - Fax 1782757770
E-mail: [email protected]
www.giunchi-distributori.it
New Service
Via Tolstoj, 33 ............................3314335798
Noleggio Viaggi Granturismo Fratelli Cella
Via Montenero, 20 ........................029841718
Onoranze Funebri Fogliani Marco
Via Marconi, 38 ............................029848655
Onoranze Funebri di
Fogliani
Circolo A.r.c.i. Rodolfo Morandi
Via Turati, 23 ..............................0298241546
C.S.M. SNC
Marmitte Freni Cambio Gomme
San Giuliano Milanese (MI)
S.S. Emilia, 1 - Tel. ............0298231744
Vestizione, pratiche,
trasporti, cremazioni,
monumenti, tombe di famiglia
Estetica Cleopatra
Via Turati, 15 ..............................0298490528
Estetica Vicky - Aperto anche Lunedì
Via XX Settembre, 1 - Zelo Buon Persico (LO)
....................................................029065686
Falegnameria Wood Design
Via Resistenza, 4 ..029848641 - 3406598362
Agenzia San Giuliano Milanese
Via Marconi, 38
Tel. 02 9848655 - Cell. 335 7159312
FIORISTA IL PROFUMO DEI FIORI
S. Giuliano Milanese (MI) - V. Marconi, 38
.............Tel. 0298241547 - 3498308077
Panetteria Munegato Nadia
Via Fratelli Cervi, 8......................3472468412
Pizzeria Senso Unico
Via Menotti Serrati, 52................0298241083
●
vedi spazio nella pagina
Fisioterapia SMF Devecchi
Via Marco Polo, 7 ......................0298241850
G.f. Milano - Carrozzeria
Via Tolstoj, 59 E..........................0255231692
Grascar Snc di Tomaselli A. & Schiavone G.
Officina Meccanica - Elettrauto
Veicoli Industriali - Autovetture
Via Tolstoi, 59 ............................0298240770
IMPRESA FUNEBRE FOGLIANI
San Giuliano Milanese (MI)
V. Marconi, 38 - Tel. ............029848655
53
Società Cooperativa Edificatrice
Risorgimento P.a.
Via Giganti, 6 ..............................029844878
Terra e Acqua Soc. Semplice Agricola
Cascina Santa Brera Grande
....................................Tel. e Fax 029838752
Trattoria Del Ponte Snc di Magenes G. e G.
Via Della Vittoria, 49 - Sesto Ulteriano
..................................................0298280306
Vivai Pistoiesi Sas
di Galligani Ruggero & C.
Via Emilia Km 316 ......................029845483
Zincheria Musso
Via Lombardia, 16 ......................029880969
●
vedi spazio nella pagina a fianco
DOVERI E COMPITI DEI MEDICI DI BASE
Il medico di base ha il dovere di garantire la
continuità assistenziale (nelle ore notturne e
nelle giornate di sabato e domenica questa è
assicurata dalla guardia medica) e di effettuare gratuitamente le visite a domicilio in
giornata o entro le 12.00 del mattino seguente. Le richieste per tale tipo di visita devono pervenire entro le 10.00 della mattina.
La sua attività ambulatoriale deve essere
aperta per cinque giorni alla settimana secondo orari stabiliti ed esposti all’ingresso
dello studio medico. Il medico di base deve
inoltre assolvere ad ulteriori compiti come:
- il rilascio della certificazione obbligatoria
- il rilascio di certificati di idoneità allo svolgimento dell’attività sportiva
- il certificato di malattia per il lavoratore dipendente e quello di astensione dal lavoro
per il genitore del bambino malato
- la prescrizione farmaceutica, la richiesta di
indagini specialistiche o l’indicazione del ricovero giornaliero.
Doveri del medico di base sono anche il segreto professionale e la conservazione di un
archivio aggiornato contenente i dati di ogni
singolo paziente.
ELENCO TELEFONICO
ELENCO TELEFONICO
ATTIVITÀ ECONOMICHE
ELENCO CATEGORICO
INSERZIONISTI
Carrozzerie auto
Centri Estetici e di Abbronzatura
Carrozzeria G.F. Milano
Centro Estetico Beauty & Harmony
San Giuliano Milanese (MI)
Via Giolitti, 14..................0298240937
Tutti i dati relativi alle attività economiche presen- San Giuliano Milanese (MI)
ti nelle pubblicazioni del network editoriale “Guida Via Tolstoj, 59E..Tel. e Fax 0255231692
del Cittadino” sono consultabili in Internet all’indirizzo: www.guidadelcittadino.it
Agriturismo
Terra e Acqua Soc. Semplice Agricola
San Giuliano Milanese (MI)
Cascina Santa Brera Grande
..........................Tel. e Fax 029838752
Auto di cortesia
Servizio carro attrezzi
Ritiro e consegna a domicilio
Assemblaggio Conto Terzi
L.r.s.
Assemblaggi Conto Terzi
San Giuliano Milanese (MI)
Via Tolstoi, 11A
......................................0298245357
................................Fax 0298247988
Assistenza sociale, domiciliare
Ce.A.F.
Centro Assistenza alla Famiglia Onlus
San Giuliano Milanese (MI)
Piazza Della Vittoria, 7
Automobili/concessionari
Autocecere di Cecere Gerardino
Autorizzato Peugeot
San Giuliano Milanese (MI)
Via Della Liberazione, 44/A
Estetica Vicky
Aperto anche lunedì
Zelo Buon Persico (LO)
Via XX Settembre
........................................029065686
Via Tolstoj, 59/e
20098 San Giuliano Milanese (MI)
Tel. 02 55231692
e-mail: [email protected]
Cartolerie
Cartoleria Angel di Maurogiovanni Maria
San Giuliano Milanese (MI)
Via XI Febbraio, 12
........................Tel. e Fax 0298490104
●
vedi spazio nella pagina a fianco
Centri Benessere
Circoli Sportivi, Ricreativi, Culturali
Estetica Cleopatra
San Giuliano Milanese (MI)
Via Turati, 15 ..................0298490528
Circolo A.R.C.I. Rodolfo Morandi
San Giuliano Milanese (MI)
Via Turati, 23
ELENCO CATEGORICO
Autoriparazioni, autofficine
C.S.M. Snc
Marmitte Freni Cambio Gomme
San Giuliano Milanese (MI)
Strada Statale Emilia, 1
......................................0298231744
Spaccio alimentare Formaggi Salumi solo fine settimana
Grascar Snc
di Tomaselli A. & Schiavone G.
Officina Meccanica - Elettrauto - Veicoli
Industriali - Autovetture
San Giuliano Milanese (MI)
Via Tolstoi, 59
......................................0298240770
Aziende agricole
Az. Agr. Cascina Carlotta
di Viganò Rinaldo
San Giuliano Milanese (MI)
Via Tolstoj, 65
........................................029846852
●
Cascina Carlotta
20098 San Giuliano Milanese (MI)
da Via L. Tolstoj, 65
Angolo Cascina Carlotta
Tel. 02 9846852 - www.cascinacarlotta.it
vedi spazio nella pagina
54
Distributori Automatici
New Global Service di Giunchi
San Giuliano Milanese (MI)
Via Emilia Km. 315 ..........0298244672
........................................337287728
NEW
GLOBAL
SERVICE
di Giunchi
LA BONTÀ
DEL VERO
CAFFE’ ESPRESSO
ITALIANO...
IN CIALDE!
Servizio Fotocopie
B/N - Colori
Servizio Fax
Articoli da Regalo - Gadgets - Tutto per l'ufficio
Tel. e Fax 02 98 49 01 04
Via XI Febbraio, 12 - 20098 San Giuliano Milanese - MI
Via Emilia Km. 315 - Cascina Follazza
20098 San Giuliano Milanese (MI)
Tel. 02 98244672
Cell. 337 287728 - Fax 1782757770
E-mail: [email protected]
www.giunchi-distributori.it
Edilizia
Società Cooperativa Edificatrice
Risorgimento P.A.
San Giuliano Milanese (MI)
Via Giganti, 6
Falegnamerie
Falegnameria Wood Design
San Giuliano Milanese (MI)
Via Resistenza, 4
................029848641 - 3406598362
Fiori e Piante/coltivaz. e vendita
ELENCO CATEGORICO
Fiorista Il Profumo dei Fiori
San Giuliano Milanese (MI) - Via Marconi, 38
..............0298241547 - 3498308077
Fisiokinesiterapia
Fisioterapia SMF Devecchi
San Giuliano Milanese (MI)
Via Marco Polo, 7 ............0298241850
Giardini/creazione e Manutenzione
New Service
San Giuliano Milanese (MI)
Via Tolstoj, 33
55
Vivai Pistoiesi Sas di Galligani Ruggero & C. Trattoria Del Ponte Snc di Magenes G. e G.
San Giuliano Milanese (MI)
S. Giuliano Milanese (MI)
Via Emilia Km. 316
Via Della Vittoria, 49 - Sesto Ulteriano
......................................0298280306
Onoranze Funebri
Impresa Funebre Fogliani
San Giuliano Milanese (MI)
Via Marconi, 38
........................................029848655
Trattoria
del Ponte snc
di Magenes G. e G.
Onoranze Funebri di
Fogliani
Vestizione, pratiche,
trasporti, cremazioni,
monumenti, tombe di famiglia
Via della Vittoria, 49
20098 Sesto Ulteriano di San Giuliano M.se
Telefono 02 98 28 03 06
E gradita la prenotazione alla sera
DIFENDI
I TUOI DIRITTI
Iscriviti gratuitamente:
Trasporti Privati
Agenzia San Giuliano Milanese
Via Marconi, 38
Tel. 02 9848655 - Cell. 335 7159312
Panifici
Panetteria Munegato Nadia
San Giuliano Milanese (MI)
Via Fratelli Cervi, 8
......................................3472468412
ELENCO CATEGORICO
Parrucchieri, Acconciatori
Riflessi Parrucchieri di Giuliana Elena
San Giuliano Milanese (MI)
Via Dante, 16
........................................029848482
Noleggio Viaggi Granturismo Fratelli Cella
San Giuliano Milanese (MI)
Via Montenero, 20
Vigilanza e Sorveglianza
Praetorian Srl
Sicurezza e Sorveglianza
San Giuliano Milanese (MI)
Via Brianza, 5/A
Zincatura
Invia le tue segnalazioni
alla nostra mail:
[email protected]
Zincheria Musso
San Giuliano Milanese (MI)
Via Lombardia, 16
Sede:
Via Guicciardi, 7
42100 Reggio Emilia (RE) - Italy
Ristoranti, Pizzerie, Trattorie
Recapito U.E.
Rue Abbe Cuypers, 3
1040 Bruxelles - Belgium
Pizzeria Senso Unico
San Giuliano Milanese (MI)
Via Menotti Serrati, 52
●
Metteremo a tua disposizione la nostra
redazione per mantenerti informato
sui tuoi diritti e daremo voce alle tue
segnalazioni e ai tuoi dubbi in internet
e sulle nostre pubblicazioni.
vedi spazio nella pagina
56
INVIARE A MEZZO FAX
➧
DIFENDI I TUOI DIRITTI
➧
Invio fax
al numero:
0522 019966
oppure spedire in busta chiusa a:
EUROPA DEI DIRITTI
Via Guicciardi, 7 - 42100 Reggio Emilia
Desidero iscrivermi all’Associazione senza fini di lucro “Europa dei Diritti”.
L’iscrizione è gratuita e mi permetterà di scaricare senza alcun costo le pubblicazioni in formato pdf dal
sito di Europa dei Diritti e ricevere le vostre newsletter informative.
Potrò inoltre segnalare temi e inviare quesiti a cui il vostro team legale potrà rispondere e potrete pubblicare
gratuitamente sul sito, sul blog ”Noi Cittadini” e sulle pubblicazioni che di volta in volta realizzerete.
Qualora riteniate il materiale da me fornito, o i quesiti posti, idonei ad una risposta personale, vorrete cortesemente scrivere, sempre gratuitamente, alla casella di posta elettronica sotto indicata e/o al numero di
fax e/o all’indirizzo personale.
E-MAIL
.[email protected]........................................
COGNOME
NOME
VIA/PIAZZA
N.
C.A.P.
CITTA’
PROV.
TEL.
CELL.
FAX
LUOGO NASCITA
DATA NASCITA
LUOGO:
/
/
CODICE FISCALE
................................................................... DATA: ..............................
FIRMA LEGGIBILE ...........................................................................................................
(L’Associazione confermerà l’adesione pubblicando il cognome e nome dell’associato nel sito www.europadeidiritti.it entro 30 giorni dalla ricezione della richiesta di iscrizione)
www.europadeidiritti.it
[email protected] - Fax 0522 019966
Scarica

alle famiglie ea gli opera tori economici