IL C RIERE DELLA fi MllLI
==~--~~~~====Q==(J~~()=1r==I=I>_
.
_I_
~
-~~()==
·
~I>==I==~===()==~=~==I>[email protected]~<)==J~()==~==~~==~==~~
•
l~
MOG AD ISCIO
Oirezione: Telef. A.F.I.S. 30
Redazjone : Telef. A.F.I.S. 21
Telef. A.F.I.S. 21
Cronac-a .
ABBONAM ENTI
LUNEDI 12 MAGGIO 1962
PUDBLICITA': Agente Porro, Tel. 98- Tariffe: per cm. di altezza, largh . 1 col..
Pubblicità So. :z ,so , Necrologi So. 2, Cronaca So. 3- Economici: Cent. 25 a parola, minimo ro parole. La Direzione si riserva il diritto di non accettare gli ordini
successo conseguito ~al Governo italiano
sottolineato dal Sindaco di Trieste
~ol'prcs: a
R0:'-1:\.,
AniO 111- N.
41"::'.
a Homa per In protesta jngosltn•a a Lond1·a
1.?.
LJ notizia dell'accordo raggiunto
a L ondra sull'Amministrazione della
Zona "A." , ha prodotto a T rieste u.lla f:l vorevolissima impre:;sione. 'A
Trie,te si è fatto eco il Sindaco, ing.
.Bartoli, che ha fatto alcune importanti dichiarazioni.
.. Gli accordi di Londra - egli na
detto - rappresentano un primo l:
concreto pa,so verso una logica reaJiuazwne della nota tripartita del :o
marzo 1948.
u Alla lettura del l\lemorandum
nou ,; può non esprimere il legittimo
:,cntim<:nto di profonda ammirazione
,Per il ,ucc.:es:;o conseguito dal nostro
Governo, tenendo :,opratutto presenti
i motiYi c i termini della confereuz.l
che fu prO\·ocata degnamente ver
chiarir<: ogni malinteso per l'Italia <'
gli alleati :,ul vroblema di Trie::.te n.
11 -,indaco ha poi aggiunto che g li
acconb non intaccano i diritti italiam
::.u tutto il Territorio Libero. Ha continuato poi affermando che Trie,te,
<:oronata da questo grande successo
ini;.iale, rinnova l'accorato appello
"l:tli americani, inglesi e francesi, lH:rchè ,h t>ortata la pace ndl' Adriatico,
con -,oddisfazione per l'Italia.
La protesta dell'Ambasciatore jugo!'la\·o a Londra r, er l'accordo rel:l·
ti\'o all'amnlini,trazione ddla zo1n
''A", ha de,tato sorpresa a Roma.
Xegli ambienti responsabili della c:lpitale -.i considera, allo stato attuai~.
inopportu no aprire una polemica , u
(Juc... to punto con Belgrado. L'infondai<:zza della protesta stessa era sta la
del re..,to in anticipo illu::.trata dal
Prbidcnte del Consiglio nella su<.~
<:onfcre:nza stampa, quando egli ha
J•rcci ...ato i limiti e ~li ::.copi delle trat·
lativc di Londra e delle intc:.e colù
ra,!t':,ri 11 n te.
X t-~ l amhienti rcc;pon:,ahili si p re·
feri-..cc invece fermarsi s ull'invito riYolto dall 'on. De Ca speri << a mettersi <tulla via di possibili accordi u. I n
detti ambienti -,i '-Ottolinea il gesto
amidt!.:volc del Presidente del Co11si ·
,glio <:d il S\l(J valore politico. E gli ha
inf.1tti V11luto dire una parola disten,
<i,·a c ancora una vQlla aprire la vin
a ra.~rirm evo l i tra tt:l ti ve.
Ao;o;<.~i .,ignific-atim viene gi udicalo
]'ili\ ilo f.1tto agli allc:-.1ti di occuparsi direttamente di q ue-.to prohl!.:ma
an7ichè limit:lr-,i ad un generico in·
Yito alle parti perchè raggiungano
l'n ac-cordo direHamente.
tommenti della stamoa ellenica
sulla rid uzione del bilancio milllare
.A..I E1"E, Il .
Cm11tr1<:ntarulo 1.1 nuO\'il di~hi.•rn7ihrrl•
<Id ,\l.t rl"'!·lnllr. )l<,ntgom~ry in fnvurt>
<!!·Ila rd11110ne do:l hrl.tndo militare-, lo
21 •lll flil J,rrt'CI di Opfl<~>.I/IOne I'Sflrimt• j.(l'•
lltr.,Jrw•ntf' I'I>)Jiniono:, C<mt r;;rll a fJIH•Ila
<1.-IJ., ~t-tm pn govl!rnatlvn, t·he •1gni ri<lu7iiJill' ,i tra1lnrrà in una ridut.lone rli
df<·tlivl (- <·ornprometterà la ~o~ru rc110
d.,i pal·~i.
l l(iurnali w ilupp:ul<> In doppio l<·~i Il e i
Cf>nfhl t<• llll.I(I<HIIlll'rira no s ullo polilit•a
M•olla n<·i toufronti di'l bl<wro or!,•rrl ill<'
l
o,ulla dlf~:-., nwdittcrranen orit'nlol<•. In
<·' •V cl1 <;e,nflllll• interno?iorrale, (lf(t-rlliR·
ll<1 i glurnal!, ~:ti lnglc~i snrciJbl!ro dcc1 i
a•J uhb:~nd1mnre i Bnkani pt:r tra<purl;~r''
In resistenza ln .\fric:a, appoggiandosi su~li av:unposti di Cipro, Rodi e Cr~ta. Così si spiegano, aggiungono tali giornali,
gli sforzi della missione britann ica per
fare dell'esercito greco un corpo di sped izio ne focllmente integrabile nell'esercito
del Commonwealth .
"Gli americani ::-ono meravigliati d elle
dichiarazioni del i\laresci:1110 )fontgomery e Washington non si nttarderà a mettere le cose in chiaro".
l risultati laburisti
nelle ultime elezioni
amministrative
LONDRA, 11.
Ln sede centra le del pnr lito laburlf tJ
ho annunciato Ieri c he in seguito a lle eh•7ioni locali che ebbero luogo in Inghil-
(Numeri arretrati U dopplo)J
hanno ottenuto in tutto l :157 seggi nel
corso delle e lezion i perdr:ndone 63.
Scontri a Essen
fra polizia e dimostranti
ESSE:>!, ll.
llna dolenta battaglia si è svolta ieri
pomeriggio tra la polizia c pnrecchie mi.
glinia di manife!>tant! appartene nti alla
gio\·t:ntù comunista, davuntl all'ingresso
dell'esposizione dei fiori di Essen.
S<:condo le prime informuzioni fornite
dalle auwrità locali, ~i contono nn morto, due feriti gravi e numeros i feriti Ile.
vi.
TI :'lfinist ro degli In terni dclh1
Ren:~nia.
\\'t-,tfalia a \'e\·:~ "il•tato la man•festazlone
progeuata contro l:1 firmo degli accordi
germano-alle:•ti.
L! polizia a\·C\'a rlce\'uto l'11rcline di
lrllen·enlre energicamente contro ogni
lénlati\'<1 di a!>sembr~unento.
Un'auto con Ire persone
a bor~o precipita nel Nilo
11 seorelario del Pnncine Talai Ira le vìllime?
CA IRO, 11.
Un gra\'e Jnriden l (' ~trnclale ~ ocraduto
ieri ~ern su l ponte• "dcll'<•varunzione" al
Cniro do\•e un nutontohi)(· omeric-nnn con
u bur~lo Il saudito Snhnd Talol . occompa,l(naln du una signora "' tiro 1111 rdl ro uomo,
piom iJavu nel Nilo dopo nvt•r Rfon•lnto il
paropell.o di hro'""·
Sa ho<! Tnlnl c-h<: s i afftrrno t'!>scrc; il
Segretario del Princ·lpr Tal.tl dcii'Arabln
Saudita c rhe O\'CVII arqul~toto In ~era
~tes,o, per 600 milioni di fmnchi il rine.
mn "Rivoli" al Cairo, n nom<' rlel!'ingle·
•c Arl hur R ;ml:, pr~Jvt-nivn <In un grnnde
c:1si nò delln p('rifcr!,J In rompagn!u clelIJ siguorn e di un rnembru clc.'l pl"r~onale
1!1 qut·l cnsinò.
Quf'~l<' prime informntioui ~ono sta le
rcRC doll':nlli~ta il qunlr t•rn ~l nto "mir.•colosu mentt: " !ascint() iu lih<'rth dal servl?io.
l'rthcguono lntnuto l<' rlrt>rl'llt~ nel Nllo pt•r ripescare lo marrhrnn t' l<· 1wr~one
che ,.r:1no n bordo, In cui idenlità non è
on('llf.l ufficlohnente s t obihto.
t~
Proseguono oli stu~i per raccordo Firmata aRoma la convenzione
germano-alleato
per le ncerche petrolifere
BONN, 11.
Sono pros('~uit i ie:ri g li studi s ul progetto dell' uccvrdo ~erman"""lleato da
parte dd Gabinetto Federale e presso l
gruppi parlamentari della coalizione go.
verna ti va.
Negli ambienti bene inforJilati si apprende che i rappresen tanti dei partiti
hanno sviluppato le obbiezioni alle clausole relative a l dir itto degli alleati di de·
cretare "lo s tato di crisi" e all'eventaale
estensione In tutta la Germania dei di.
riu i e degli obblighi pre\·isti dalla R e·
pubblica Fcderule negli accordi da definire.
Il pa rtito libe rale avrebbe inoltre chieSt'' che il trattuto preveda l'amnistia generale a favore dei criminali di guerra.
Si apprende d'altra parte che il ministro
delle finanze Fritz Shaeffer ha annunciato la prossima visita di tre esperti finanzieri del )Jinistero della Difesa americano.
Il :\Jinistro avrebbe inoltre espresso la
op1nione che nlcune questioni d'ordine fi.
nanziario non possono essere definitivamente regolate nel corso d elia conferenza fra i tre Ministr i degli Esteri delle Potenze occidentnli ed il cancelliere
.\ denauer.
terra la settimana scor~a. Il partito laburista ha \' into in undici municipalità rurali e sedici urbane.
Inoltre l laburisti hanno guadagnato il
controllo di 2.3 consigli cantonali urbani.
Il comunica to aggiunge che i l:~buristi
PrtllllO CIII
T
Annuale So. 30 • Semestrale So. 18 - Trimfttrale S•. 8,50 • Aaaaala, rt•ett•, ,., afllc:l pubtiJJc:l Se.
GLI ACCORDI DI LONDRA PER LA "ZONA A"
~l
w
Trum an rifiuta la candidatura
democratica alla presidenza
W.\SHINGTON , ll.
li P re:<idcnte 'l'ruman ha rifiutato d i
acc~tlare le propo.,te fatte dal Presidente
del Comitato Naz ionale del Partito Demvcratico, Frank :\lach:iney, di e.~sere il
principale oratore delia con,·enzione de·
mocr:nica di Chicago o,·e sarà nominato
c:md idato ufficiali! del partito alla presidenza.
Proponendo a Truman di pronunciare
il discor,o che con ferisce in un certo senso il "tono" al partito, p('r la campagna
elettorale, )lucKiney aveva fatto intendere che Truman l! il solo uomo del partil iJ c<~pace d! Indurre milioni di a mericnn i ad ascoltare lu rt1d io per la trn~m ls­
sioue del programmo democrat ico.
Trnmun non ha rinunc iato a parlare da,·anti ali,1 corwer11ione, né o prendere
)>arie atll\'<1 nlln lxltu1glia presidenziale
facendo un lungo giro a ura\·erso gli Slati
l'niti, pur declinnudo l'offerta di e,;.ere
candldatv olia presidenza.
Una conferenza di
Ge~da
alla Sorbon..a
P.\ IUC:r. - lnviwto dal Pre~>i,Jc <Idio
F:tcoHà dr :\lccllcin.l d~lln Sorll<lnnc. prof.
L~nn Binet. '\ ~iunto in questi giorni o
Parigi il prof. l..uigl G,•dda. pr~:e,jù.,nle
gcner.lle dl.'ll' \ .C. f., J>Cr tenere una conf~:n•nza ~dentilicu ai medici dl'lla Facol.
l n. T,1le ronf<•rcn7n ha R\•uto lungo ,tnm:me nl'll'untitcatru TTt>pi ta l des Enfnnt~
:\Ta!odl', ,dl ,l pr('-.~ ruu di un folto publ>Ji.
t·o. l.'or:~ turE', pr<',<- nt.•lo dJI prof. tllnel,
h,o illu,trnto h• mod erne \"edule dclln
:<rieutn •m~d ka JWr qunnto riguarda l 'u1 iliuMi<Jn(' cliu!t·(l tlcllc leggi n:h1t h•e al.
ho ~o:•·tu:l ica. con p,l rt Il-olore riguardo n i
rrltt!ri .ti In' oru t• ai risu llut l conseguiti
dallo >-ln dlu di'i j:t'melli in ltulla. 1.\">ru·
lun•, i'lllt·ntruu ... nte :-c:g-uih•, :-i è mtrnttenutn .1 ilhro,tr.lrt' la sn.1 c.;;po~irum(' con
a l•l:wmdontc nutlerl.•le ,cicntitìcu, e al tl'r·
mme <li t'~'ll ~ "' '"u <•aluro.;;amt>nk ;~p­
pl,\uditn.
La riuui<m(' M'tCntl lil'n è stoln chlu~u
dol prof. l\fnnrll'c l.nmy, titolare: dt•lla
croltròrn di R•• rwll cn lll<'nit·o.
L' i\ t·cndt• JO•i n Ili l\'lt•dirio u h u ullril,lllilo
alli· n'l'C III i OJ H~ rt• del prof. Gedda s ugli
htud l 1.(\'lm•llnri il :.uo pr ... mlu anrmnlc c
lo)., Oltrlbu1inne ~ l>hlln reso nota durante tlll rit·(•vimentu uffcrlo dai mt:llici delIl fu~ohh ,11 l'ari{:i in Oll<•re dtll'o»pite
itnh.mo.
i.n. !Soma1ia
R OMA,
12.
Son giunte a conclusione in questf
JZiorni le trattative con I'AG I P e con
la società americana « Sinclair SomaJ
Corporation » per l'esecuzione di ri·
cerche petroUfere io due distinte zone del territorio della Somalia.
Ieri ha avuto luogo la firma della
conve•tzione stipulata tra l'A m mini•
stcazione Fiduciaria Italiana della
Somalia, rappresentata dali ' A m mini·
stratore Ambasciatore Giovanni FoJ'o
nari, e la Sinclair Som a! C., in baso
alla quale la società stessa int rapren·
derà fra breve un vasto programma
di studi e ricerche petrolifere, che
comporterà investimenti del territo.
rio della Somalia di considerevoli ca·
pitali.
Si ritiene prossima la definizione
di analoghi accordi anche con
l'AG IP.
l MARGINE l
NAPOLI. - Il ministro Dayton ha annunciato lo sLanziamento dei 25 miliardi
per la Cassa del )Jez.zogiomo ed ba dichiarato che sono in corso trattative con
la Finm~canica per l'impostazione negll
scali dei più qualificati cantieri italiani di
costruzioni naYal'i di un note\·ole numero
di navi dl tipo speciale da attribuirsi alla..
n uova tecnica itall~na.
***
Tt\R,\NTO. - Yerso la fine del mese
sarà dato inizio in que!>ti cantieri a l la,·orl per la costruzione ùel!',wviso scorta
"Canopo". Per tale occasione saranno a
Taranto il ministro e i sottosègretarl a lla
dlfe,a.
***
RO)lA.
L' industria itall\na della
gomma che comprende llO aziende ha regi,tr,tto nel l!l51 una produzione s upe rio..
re del 15 per cento a quellà d~ll'anoo pre-ccclcnte. Detta produzivne è infatti passr.ta do 7ti825 tonn. a 880\l-i tonn .
•••
ono :-tali appro' Jti ron decrt~tl del )linisten> ùell'.\gricolturo e Fo..
re,..te, ou. Fanfani, pro~etti Pl'r opere dì
bonlfka per un importo di lire ~:?3 rollio..
n i e me1.w coi corri~ponùe un.1 cooce.;si<>nc di liri! ~H miliuni circa ,li contribu ti
ti l'arico dello Stato.
HOi\1!\ . -
***
l'no grandiC>~a e:-po,i?.lone
int~rn•11.ionale <':mina cu i Jlartedpt•ra nno
esl•mpl.1ri tli tnlte le ra.tze di o~ni parte
del mmulo m·rà luogo a Torino uei locoll
di T<>riuo Espo.'<i~ione il Il! t: il Hl corrcme.
TOR INù. -
***
Gli Jllit•\·i dd .;;ettimo
cor,u ddl'.\c\"atlemia )Jllit.~r.· di Modena
c-elebrano og~ il )J,l k P. 100. rioé 1.1 fe~>tn d1e si celt•brn cento g1urni pd1ua del·
l • <'<11Wiu:o.i(>ne del corso bienn.1lc che vecln\ ~li nllie,·i nominati sottvtelll'nti in
s nvl1i" Jll'rrnanenl~t l:ffdtivo.
:\IODEN.\.
•••
'RO~I \ . -
Dal 13 al 2l settembre nvrà
luogo :1 Piacl:'ma, p~r h1 primo \'Olta iu
lt.1li.1 . nna mo,tra nMlonall• del :\let~uo
~ dell•• ;:;u.- il(l)'llic.lZioni. E-.su avr:.\ lo s~
Jl<' di far convsl'.-re, in forma rompleta ed
Olg.Jnlc,l l'in"it:me tll'll\' renlinarimLI con'<'!;UIIe fim> .1d uggl in que~t(> ~>l'tlure.
•••
h1 due :<Ut'Ce,,ive cerimo.nie
l'l~llluw delle Cahe Popolari tli Roma ha
1lnto i o li~io ni hwoti per d n t• gr,\ntl• compie~" l (•ùlllti cht- St)rgt•mnnu in du<" popolu ri borgnte llll\1 perlf<•rln di Roma.
Rt>:\1.\. -
•••
l'ARI(;[. - St>rgio Feno1lles
..
{:ili sotto'l'!HI:'L.Irto di st .• to e po1 ùa\ 19-17 al 1949
omh.hclnrort in Cina ~ stato nominato
o~gi \'il·~ M•grelarlo generale della NATO
p~r sii .• erari politici.
.
lt
l!
t O Maggib 1952
Il Corriere della Somalia
UL.TIME
=
-
NOTIZI-=:
~-
Scuse austriache all'Italia
per 1'aggressione d'un giornalista
RO.\IA, ro.
Il hlin.istrò l'!~uipote.nzìario italiano a Vìcnna, Giuseppe Cosmelli, si
è recato ieri pomeriggio al i)1inistcro
degli Esteri :mstriaco p~ far rilevHre la viola.t.ionc ddle nonne della
correttezza ÌlltCnHtzìouale, compiuta
dal ~liuistro jugoslavo in Austria,
,Victor Repìc, il quale ha pubblicamente fatto apprezzamenti offensivi
nci confronti dell'Italia durante uua
conferenza sul problema triestino.
Com't: uoto, al tcnuìne dell'acceso
discorso, un gruppo dì una quìudicìua di. scalmanat.i jugoslavi ha aggi-edìto il giornalista Bruno Tedeschi, corrispondente dci "Giornale
d 'italia" , producendoglì varìé contusioni al viso e diverse escoriaziotù.
In un comunicato diffuso s uccessivamente dall'Agenzia Ufficiale austriaca si è detto che da parte austriaca è stato espresso al l\1inistero degli
Esteri d 'Italia gli ;ncidenti accaduti.
li discorso del ?Il ìn.istro jugoslavo
a Vienua ha snscit:;to commenti nei
drcoli politici romani ove vengono
severamente stigmatizzati l'aggressione c il discorso che l'ha provocata.
Commissionato in Italia
materiale aeroo americano
ROM.t~,
10.
Ottomila parti di aerei a reazione per
la flotta di caccia bombardieri della NATO
;;aranno costruite in I talia dagli stabi lìmenti di Napoli e in altre città dell'Italia
meridionale dalla F1nn1eccanica in collaborazio.oe con la Republic A\,iau Corporation americana. E' la prima volta dal dopoguerra che un'industria americana ba
commesso in Italia la fabbricazione di
parti per i propri aeroplani.
Mostra delle forze aeree americane
a.
~ilan.o
nel quadro delle commesse
RO::\IA, maggio.
La l\fostra delle Forze Aeree americane in Europa, òestinata ad illustrare ai settori produttivi dell'industria aeronautica jtaliana i bisogni
delle FF. AA . statunitensi, satà
CINEMA CENTRALE
l Questa
l
l
l
inaug urata a l\lilano, al Palazzo dell' Arte, n ei p1·os~imi giorni.
Verranno esposti circa 4 00 prodotti in uso presso 1~ Forze Aeree anH:·
ricane e per la massima parte in erenti ai tur boreattori F 84 iu dotn·
zione anche della uostra aviazione.
L'iniziativa, che fa seguito a quelle similari che hanno avuto luogo a
Francoforte ed a Parigi , vuole indi rizzare gli industriali italiani s ui criteri da seguire per l'eventuale asseg nazion e di commesse da parte delle
FF. AA. americane.
Nello stesso tempo, attraverso queste mostre, la USAFE tende a stabilire un quadro delle possibilità produttive delle varie industrie europee.
Ad ogni fabbricante che desidera avere commesse per il settore aeronautico, ::;arà richiesto di riempire un
modulo nel quale potrà dare ogni informazione sui manufatti cbe produce, il prezzo, la qu~mtità, la capacità
produttiva dell'azienda, ecc. La
USAFE ha finora 1accolto in questo
modo 7 -soo moduli forniti da industri ~>li di rr Stati europei di cui il
g6% risulta proveniente dalla Germania .
L'Italia è interessata p articolarment e per i prodotti elettronici, le
tute da volo con riscaldamento elettrico, prodotti chimici, cassette per
munizioni, batterie, parti staccate di
aerei, strumentazione varia di bordo,
matetiali plastici, ntacchine utensili,
ecc.
LA DIFESA EUROPEA
Notizie dall'Interno
un· auro monito di Truman
SUL LA P I S1'A DI B A LDOA
Wt\SHtNGTON, 10.
'fnmlHtJ ha dello c he " $e il Congresso
nblo~111 douerà il s uo attua le a tteggiu lJl enlo
c cont inuerà a ùare a l governo i poteri
ed l crediti neccsst1ri pl'r a ppli cu re la s ua
politlcn d i ri armo e di aiuti all'estero non
vi sHn\ lul a terw gue rrà mondiale". Truman ba dello che "la silnazkme internazionale è g rave".
Un morto e seue feriti
per il rlballamento di un autocarro
CR E PI L'AS TROLOGO
La Germania potrebbe diventare
una seconda Corea ?
BERLINO. 10.
Stalin ba agurato al preside nte della
Germunin orienta le Groto;,wbol "pieno
successo m~lla lotta per la costituzione di
una Germ ania unita Ind ipendente , e per
una sollecita conclusione del Trattato di
pace e per il ritiro delle truppe di occupazione dal territorio tedesco".
Crotewhol ha detto che se la Germ;Lnia
occidentale firm erà i con tratti di pace con
gli alleati la German ia potrebbe diventare una seconda Corea.
*****~*******
Dopo un buon pranzo ne cessita un
Caffè Burani
Negozio dì vendita : VIA RIVERI
(di fianco al "Cinema Centrale") .
**********•**
1
PiéBZZO
l
l Rivolgersi allo Sgranatoio, Via
a. De Ma ~,.tino, oppur e telefon.are a/176
c
o
Fl?MANNO
C I NA
lANDI· LOUOr~~n~E~
5POSHD
CARLEJ"'rO
CINO
ent
Un luttuoso incidente automobilistico è avvenuto )a matti11a del 7
correute, alle 1 r, sulla pista BaidoaBarde ra. Un autocarm d<:l Presidio
di Baidoa condotto da un autiere !.Omalo ri baltava per cau:.c non ancora
definitivameute accertate.
Gravi, purtropvo, le conseguenze_
Decedeva sul colpo il caporal maggiore blindista Vincenzo Cocco. Rimanevano feriti qucltro militari nazionali e tre somali . .Mentre per la maggior parte essi banno riportato solo
abrasioni e escoriazioni, due militari
italiani hanno dovuto essere sollecitamente trasportati all'ospedale òi
Mogadiscio per la particolare gravità
del loro stato.
Ai funerali del caporal maggiore
Cocco, svoltosi a Baidoa la mattina
dell'8, era presente il Comandante
del Corpo di Sicure-~za Generale Ferrara che si trovava sul posto fin da
poche ore dopo l'aver appreso la notizia della sciagura.
I eri mattina il Segretario Genera1e
Ministro Canino, accompagnato dal
Generale F errara, si recava all'ospedale a visitarvi i due feriti e a portar
loro il proprio personale augurio e
quello della intera cittadinanza. Il
]\llinistro sì poi soffermato a visitare
gli ammalati del reparto avendo pèr
ciascuno parole di affettuosa simpatia.
~rVén~ita: so. ~5 il ~.le, sacco aren~ere
<(
c
Il Ministro Canino visita i feriti
Si comunica ai Signori Coltivatori che questo sgranatoio dispone
di seme di cotone scelto e disinfestato, confezionato in sacchi e
l MUNITO DI CERTIFICATO FITOPATOLOOICO rilasciato dalle comi petenti Autorità) in conformità. alle norme in materia rt•centemente
-z
o
MONCO '
CA L.
Cinema Teatro "HAMAR~~
~
pagina 6
~~ranat1io "lf Vlft(fftll, - Mo1a~iuiol
l
i
sera :
'
SCANDA LO A F ILADEL FI A
Domani sera, domenica, il Cinema
è a disposizione della delegazione ,
, ~giziana.
_ _ _'
N. 4 16 -
MAI?toDElltOMl[D,
5ALTA~E~[NDA
MA RIÀ
Se~~irà nuovissimo giornale
DE TASHADY
« Mondo Libero ».
~
l>
2
-
Tutto il sentimento, la poesia, la
musica, la passione, l'incanto. di
Napoli in un film indimenticabile.
liiiiiB I IIIII
PROGRAMMA MUSmALE DEL FILM
Ave Maria . .
. Il Piccolo Caruso
e Coro
V oee e notte . . DEcunTis. .Ma rio del Monaco
Mar ia, Mari . .D I CAPUA . . Il Piccolo Caruso
Pietà, Signore . . sTn A DELLA . Il Piccolo Caruso
e Coro
Amor ti vieta . . GIO JlDANO
.Mario del Monaco
dalb «Fedora))
M'Ap pari . . • . F LOT OW . . •.Mario del Monaco
dalla uMarta))
Una furtiva lacr. DO N I ZZET T I .Mario del Mona co
dal!'EILxir d'Amore
~l i di Pagliaccio . L EO N CA VA LL .Marìo del Monaco
da ((I Pagliacci))
Addio a Napoli . COTT n Au . .Mario del Monaco
lmpA'ovviso . . . GIOR DANO
.1\tario del Mo naco
daU'uAn.drea Chènien1
. SHUBEnT •
12 ;\faggio t9a2
Il Corriere della Somalia
N. 417 - pagina 3
•••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
•
•
••
••
i.: NESSUNO MUORE .i:
······························ ·································~~~··· ············
Sl•th> L
lo;:~i~l,
f.lltll htllliliO:>lo,
1..ro :.o!.: Ji
IU:l!' tl>, t!O.l\ 1)1 Ull:l I.IOllh:lliCà ,.,UJ IliCl·
zog10rno ,una :.igtwr.t IIUO\'<l. E' <ii:.tc::.a ::.u l\11~1 poltro11.1 di \'iliiÌUl cd t:
<:OP'-ft.l quà::.i llltl!l':llll..:lltC da Ull,l iolta pdhccia chi..LIJ. lla un lhm~ ro:.:.•J
nei C<lpdli n..:n. L:.t boCCà pare :.i :;ia
h~,·ab ora ora lln un ghiotto c calùo
bkchicrc, tanto le laùbru souo colo·
ritc, tumide, c :.'llldovlUuno brucianti. Cii occhi, Jipmtì::.,imi, gralldi ..: lucidi, h.tnno olll.l n.:ra aggn::.:.iyità inturog,ttl\':1 ..\ cco::.to, :.u un t:.t·
volindto òa l.l\oro, c'è uu rumo di
corbezzolo, una :.catola di dolci, t:n
amma:>::.o di trina, Ull gùmitolo, un li·
bro aperto con le l'agin..: fenuatc ,ià
uu vorta:.igardtc ù oro. Dtctro la
douna, accoccol.lto l'cr krra, ttu bimbo di :.cttc o otto auni ::,(ogha un
giornale illu:.tr<ltO.
~l'iuchino appena, ùi pa,,.ag;gio.
.-\i primi incontri c'è ::.e111pr..: un Cl!rto pudore, nelle La...:: di Cura per malattie uervo::.c. Ci .;i \·ergogna, chi:.::.<l
pen:ht:. L::t polmoniti! c b tbi s..:JÌlbrano mollo più onor:~nde. E lo
sgu.1r.do della nuova o:.pite, pur co;,Ì
sicuro di :.è, mi ::.cmbra m::.ufficient::
a rOlliJ!Cre l'imbarauautc coH:.uttudinc. O non l. for:.c, .mche quello, un
modo come un altro pcr imporre ttiscrezione a cli,tauza?
Sono :.mentito ,11bito. Ho appcn.1
fatto pochi pa::.:.i qu:mdo la ::.conu::.ciuta mi fa ~enti re la :-ua \'OCI! ; un po'
roca, ma gio\'anilc. ~i domanda, per
cortc,ia, :-c :.o che era è.
Si chiama Laura; con un cognome,
naturalmente. Il ragatzino t! :.uo figlio: dimo-.tra :.cttc o otto anni, e ue
ba :.oltanto cinque. Bel ragazzino, intelligente, que::.to sì, ma caparbio, capar bio 1 Attaccalo alla mamma, poi,
come un neon.\to. Il padre non è }toi,
i: a X'apoli. )ln ~ attc:>o di momento
in momento. La ~ignora è arri\·ata
ieri sera molto tnrdi. PioYiggilla\·a.
Enwamo tutti nella snla di coll\'Lgno. Ld era '>tanc:t, ,t.1nchis'-ima.
Oà, che ~ioia vedere un bel letto!
C'è casc:tla o.,orra t'rJiliC 1111 piombo.
Parla -,cmJ,re Id, c mollo bene;
per qu·wto con un'l foga llt.:n·o::.a, a
mulin<:llr>, ..:hc fa l'IlO :.trano eff<:tto.
Non par n<:JTlmcno sinccra. Però è un
mulino eh.: non clà noi:1. Accomp,1gna le pamlc con piccoli g~:-.ti p!cr.i
di ùi\•<:rt~.:n\<: dlìc,\.-i:t.
Jllà !lUI. -.;,IIJ.I, d.l 1111 \)0\
•••
Quant'anni anto? :\rm è f:ol:i lc dirlo. )la penso eh.! '-ia -.ulla lr<:ntina.
Sotto il calore di cui si è ravviyate le.
gote, s'indovina un 'io;o affaticnt•>
eh.: potrebbe anche denunciare alctt
ni anni di più. D'altrr)llde, bi..,o,...n•
tener conto che, '>.: ì: qui, c'è J•Ur..:
per CJualch<: c<r;a.
La -,ua camcr·1 è qua'>i acco..,lo alla
mia, al ..ccondo piano della ca-.a. Le
fine-,tn· dànno ... u llll ripianr' a terraua, limitato al c<·ntro da una ringhiera c ai lati da due alte -.icpi di
bianco:.t,i nu. Ormai, anche il biancospino l' puco piìt d'un in,.,icm<: di
stcq•i nudi. l\Ia sapc.n: che è biancoSpi no fa tanto piac(:~e. A !>inistra c'(:
un aulico ccdw dd J.iiJIUIO, CIHJrm<:;
da bc,..,co v<:rg i Il<:; (:!'JIOi, g i1'1, oltre
la ringhiera c l<: , i<:pi, tutto un fittnrnc )1timitivn di ll:cd , di CÌJ!rt.:'>!>i, t:i
]Jini, di qu~·rdc.li, di :.clltiJLtchi, d'~ll
l ori, di cor!Jczz()l i, fino a 1: na g rande
quieta di'>ll:~a di vig11c c ù'olivi. La
città, per uoi c.hc la l(llard~:uno e l'ad(Jriamo eli qui, lipo,.,,o ;,u quc:.lo inimitabile cu-.cino, <: vi vmu ore e luci
in cui è d'una h(:lll'na da far dav\•crù
piangcre. Appoggiati :lllc lmlau ... trc
dcii<: tcrranc o ai davasuali delle fi.
nc;,trc, col vi ...rJ tra le mani, ''l'l'un·
:.eduti nell<: ~randi poltrone a !.draio
della v<:rancla magg-iore, le mani in
grembo, zitti, immobili come in
chic~a o C()me in certe ~allcrie davanti a quadri di mi.,tcro c di bellezza se:mpre uuovi, >l vedono uomini <'
do;me con::.umare ore cd ore, dintt:ll·
tichi d'ogni altra co:.a; ~. prima di
tutto, dei loro mali.
n po;..tl) :.otto il cedro ì: llll() dd
più :unbiti dagli O»l>iti, !>PI..XI<IIIItclltt.:
da IJUclli che non po:.~oll<> lllliO\'cr:.i;
c dn quc~lcbe gioruo la mia vicina, la
:.ignora dal fiore ro;."o nei capelli ne·
ri, ci tra,.corre quasi tutte le MIC gil1rnatc. :1\on ci ,·a : cc la portano. ,-)ul
seggio! in o forma t o da l le ma n i i111 r~-c.
ci:1tc di due infermic1c, ella J•a'"·'
~ollo g li occhi di chi ì: alle finc,.tre o
alle terrazze', e ride come una lx11n hi ·
na paa.a di felicità. Chi avn.bbc IIIUÌ
potuto farle crt.dere che un giorno,'
già nunmu, a\'rcbbo.: rifatto qud
gioro!
Sono \'ennti a tro\'arla il marito,
poi la mamma. Ha litigato con tutll.
e tutti sono rima'>ti zilli. Ha detto,
ha gridato, che quando sarà guarita,
le co,c-, in ca,a, dovranno andar(;
tutte in un altro modo. Già \'UOl cambi.lrc quartiere; ne \'UOie uno con un
giardino più grande, con più luce.
" Sono g.io,·.1ne ! >> ha urlato. E il
marito e la mamma sono stati vi::;ti
piangere, ùi tì a poco, soli :.oli, in
un corridoio.
Si è saputo che la bclla sig nora ha
subìto una brutta operazione chirulgica, e che è qui per rimcltcr:-i. Cua·
rirà certamente, mn è un:o co:-a uu
po' l nnga, molto lnn ~a , c ancora a::.sai dolorosa . Quello strano modo di
fare, qnell'altcrnati\'a di cordialità c
d'irritazione- (anche, e in modo particolare, con le inf<::nnicre c coi mc·
clici1 è dontta al l<ialc; non bi .. o~n.1
bad:.trci. Certo, il ridere e il parlare
ad aita ,·oce e l'infilnr canzonette una
dietro l'altra, fino a notte inoltrata,
(; cosa che di;;turba. Bi:>o~na pen'-:1re
che c't zente la quale -.i compra
un'ora di ripo.;o J prezzo d'inkri
bicchieri di sonnifero. Co,i, le c:unbiano camera. La mettono al piano
terreno. in una stanzetta color cilie
gia, con taute ciliegie nd soffitto.
Oh, le risate di CJUando c'è entrala!
***
Stamani è corsa \Oce che la :.ign'>ra " di gi ù Il ha pianto qna:-.i l'intL~a
notte. l ina ,·ecchia dama che ,la n d la !;\auza sopra alla , ua l'ha scntit.1
e l'ha raccontnto a tutti.
Come? Quella -,ignora col fiore 1tu
ptanto? Pcrchè ha pianto? Sta pcgpio' i\luorc? L'intera cn..;a è in ngilaziont:. Gli o ... piti ... i cercano per i
corridoi e J'Cr le:: c;calc, c s'int crrosznno con gli occhi. l '>ordì, qualcuno
et n 'è, sono quclli che fanno pitì u~­
na. Y.mno in giro con le rttani te ..<.:,
"''J>plicando che ;,i dica quakhc co-.a
anche a loro.
- :.\fa no, non ha nulla. Pian.~c
pcrch(: il suo bambino è andalo a ?\apoli dai nonni. i\Ia poi tornerà.
- Dayvero ?
- Parola d'onore.
L'onore della pi1\ g iovan<: delle in·
fcrmiere placa abbasranta g li spi.iti
de~li adunati.
P:to.;sa un'ora. f/infcm1icra ric-ntr:t
nella o.,;:lla dove si prtrl:t, si so~ pira, ·i
,10:iuoca, si sta alb fincstrn a guonlrorc
Firenze.
- Signnri, s,entite .. . ?
La sig norn dal lic,rc rO'>!iO cnntu. T
o;ordi vanno alln c;olita qnhtua. [-;i
ride.
Più tanti . pi1'1 colorita c gni:t di
!>CIIlprc, la sig nora riapp<tl c nella ,,.,1
gnl!lde JWlrona di vimini, so\lo il ('''
dro, con un fn,.,cio di fiori c 1111 lihro
sulle ginocchia.
~f:t qualcuno che sa la sua vcril:t
(c andt(: la mia) mi chiama fuori,
mi porta sulla terrazza che sovrnst.t
il pi:tno del <:<:dro, saluta con mc la
sig nora - che mi fa con la mano 1111
g-esto esageratamente cordinle COlli..:
per dirmi (( siete sparito? J> - c mi
mette in un orecchio quc:.tc calme l•Urole:
-
\ ·cd i come ri~ce bene a far fin-
ta di \'i \'tre?
Poi ~cpp i il re:.to . (A me si pokva
dir tutto. lo cro n per ripo~anni, ,,
111io modo. J~ro, a mio modo, in vacuu~a) . 11 re:.to era questo: la signol':l dal fiore era vicina a morire. Un
chirurgo a vcva ap~rto, visto, a llargalo Jc br:.tccia, richiuso. Kon c'era
che da a~pct tare la fine . E per questo
l'a\'t:\ ano p(lrlata sulla collina dove
tutto è co;,l bello da lasciar creder~.
quando non ci !.ia da credere in :!1tro, che anche la morte possa essere
llll:llO hrutta.
- E Ici Io sa?
- Xou lo vuoi sapere. \'uole che
nco., .. uno lo sappia, che nes::.u11o ci
cr<:da. Litiga col marito, perchè?
Fcrcht: gli legge nel viso che lui u lo
-.a " e per questo le dice sempre di
-.ì. )la gli altri non debbono sospettare ""~alutamente nulla. Vero? )1i
raccomando. Qui nessuno muore.
E quando non la vedranno più'?
X'on la vedranno più. Basta.
Ci furono cinque o sci giortJi di
pioggia. Il cedro del Libano rimase
:.olo. Le finestre e i vetri della ve randa restarono chiusi .
Cii ammalati parlavano della signora.
Dov'è? Che fa?
E' giù.
Ha smesso di cantare?
Lègge.
- ~tanotte si lamentaYa,
par,o ...
~lacchè! Sarà stato il vento.
-Ah!
- E' passato il marito della signora. Che \'iso !
- ~i c.a. V iaggia molto.
E co:-ì per tanti giorni; ma sempre llll po' meno. In sala, in ,·erauda . a pr.lnto, ne,.:;,uno la nomin:n·a.
O :.c qualcuno, di sfuggita, facev:t
q;1c.l nome, tutti gli altri lo lascia\'ano cadere nel \'uoto, o lo cancell:t,·ano con una pronta, inutile, .:lomunda qualunque.
l;Jla mattina rinr>parve il sole. Le
fin<:, trc !.i riaprirono. Le sedie a
!-clraio furom.> riportate sotto la loggia , gli o~piti si rimbcro a guardare
la citlt1. DiLci o dodici per,one trano, appunto, intente a questo S}>ettacolo, co,l J.>iù ùcllo in tanto bel :.ereuo mattc..o, quando le larghe persiane verdi della calllcrina con le ci liegie !.i spalancarono tutt'a un tralto, contemporaneamente, come il
mantello di un illu.,ioni-,ta , op-là !,
dopo una mcraviglio'-3 ~parizionc.
Kcll:l camera, infatti, non c'<."fa
nessuno. Il letto era rifatto, j mobili
.,orridevano di una Incida g razia nuova, c nel vaselto eli cristallo !'-ul tavolino, pr<.-.,so la finestra, la solita frasca selvatica coi plppoli rossi che incivettava le stanze di tutti i piani.
L'infcr111icra che avC\'3 alJC:tt<l si
voltò in su, vide qnclle te::;te, rimase
un nttimo perplessa Ma sapeva benissimo il suo me::;ticre. Sorrise, accennò la città, il cielo, i monti, e
ùi::.:.e:
- A \'ete visto? La primavera t arrivata pt"l' davvero!
E, senza r,ar<:rc, riacco:>tò le pt~­
~iane
Renzo 1\lartinelli
COSE DI JIOLL Y'W OOD
Barbara Payron ancusa il marito
di non oermetlerle di avereun amante
IIOLLI\\'OOD, 12.
[n una denuncia all'autorità giudiz'arln, Dnrbarn Pnylon, la bionda consorte
d! Franchot :rone, ha a.:cusatu il marito
di avere minacciato di uccidere lei e l'atlore Tom Neal, che essa avrebbe convocato seralmente qual..: guardia del corpo.
La donna ha pure so~tenuto che il marho !>offre di "òelusioni, allucinazioni e
aberrazioni". Da parte ~ll..l, Franchot Tone, che ba già lntenl3.to causa di divorzio alla moglie, sostlene che ~eal si ferma\'!\ tutta la none presso sua moglie n on
in n:ste di guard ia del corpo, ma semplicemente per consumare una tresca adulterina.
CINEMA CENTRALE
IMPRESA EROICA
con JUNf OUPREZ • BARTON Moc lANE
Rogio Sponcer Gordon 8onnel . "Copìlol Film
Seguo SETTIMANA INCOM
~·
i~ VACANZE
FEL ICI
INI ZIANO
con
B·O·A·C )~
~ V,t~? ndo pre parate le vÒs~r~ ~ acanze - ricordatevi l . ~t't,'\'JZ I . B.O.A.C .so~o _cosi fr~qu r nti cht: vi perm ettono
d t ' JU~~wre qua ls tas t gwrno vt con ve nga.
Il vu:-. u·o viaggio sarà corio e piacevo le - di consegue nza
Il' vu~tre ''ncn nze saranno più lun ghe c comincieranno bene.
Vi a ~giare per via aerea è di gran lunga più conveniente
e p racevole.
La B.O. A.C offre il miglior viaggio aereo.
1-.: rÌet>rd!lltvi . , ,
B.O .A.C PRENDE aUONA CURA
DI~
voLATE (ONB·O·A·C
Per inform a:ioni " p rrnoto:ioni :
rir·(llgmi n Mitcht/1 Cotù & Co. ( EaJt Africa) Ltd., Cor~o V.iuorio Em·
muno.-/c• Il/, Mogadiscio, o prtuo qual.sicuì Agen:ìa di l' ia,trsio riconosciuta.
8 0
A
C : G EN E R A l
A G E N T S f O 1t O A N T A S, S. A A.
a, T E A l .
1-118
.,
12 Maggio 1952
N. 4 17 -
U CII'IVn ••Ila Somalia
CRONACA
La ··Nascita dell' /sia m "
al Cinema Centrale
I eri "era al Cini.!Uitl Ceutr,llc è l:>tU·
to nuo\\lmenk p1oil.!ltato in due :-pet.
tacoli :.ucce:-::-i\-ì il film " La ::-\a,cita
dcll'blam 11, che il R.q>pre.,entnutc
dell'Egitto in ,euo al Con::-iglio Consulti\·\), ~. E. ~nlnh Hl Din Fadel
Bey ha \'oluto uuc\>ra mettere a dispo:si;r.ione dclln popolazione di .llo·
gadiscio.
Il .Miuistro Fadd Dey, aU'iuizio
del primo spettacolu, ha personalmente illustrnto il ::-ogg-etto cd hu indicato che l 'indu::-tria ciucmatogrnfìca egiziana iniziò uel H):::O i primi
passi indir,lz.z:.lndosi \'cr,i temi di carattere l:>torico c Stl>rico-religio:-i. Il
soggetto del film '' Lu uascita dcll'Islam 11, che narra dei primi mom enti della diffu~ionc della f<.>tle i:<l.l·
!llÌC:l, ~ :.t:~to sc1 itto da uno dci più
venerati lo:Ht>rati t>gì1iani, il dr. l'.1h:>
H usseiu P.1sci;\, che è l:>t:lto anche :\Ii·
nistro della Pubbh·a htruzionc del
p~to go\'~rno. :-:ebbene nato cieco,
'I'aha H us:.cin Pal:>cit., dotalo di una
fortissima Yolont~ c di singolare in·
telligcma, si dedicò a~li studi e si
laun.'Ò aii'Cuivcrsità del Cairo e alla
Sorboua di Parigi e di\·enue un letterato e sta t isu.
I n Tribuna d'onore, in::.iemc al
Ministro I<'aclcl Bey : il Console di
Francia :.i~nor ~Jon~e e la si~norn
Monge; il dr. Ga~>barri ; il ~iguor
P ardo; il Direttore dell'I NAIL dr.
Eug·enio Qnaglicre con l a con!'\or te;
fun?.i onari dd Segrctariato del Consiglio Consultivo c numerosi altri invi·
tati.
n concorc;o di pubblico è stato veramen te eccezionale.
Il nuovo Consiglio Oirellivo
della Hidaiat ellslémScidle eMobilen
)iei giorni scor:oi ha a\'uto luo!:'->
l'Assemblea Generale dei soci delh
« H idaiat cl hlam Scidlc e l\fobi1en 11
per la nomina del nuovo Consiglio
Direttivo che risulta ora così composto:
H agi Abdulcadir Xur a Presidente;
Osmau Hussen H:~gi a Segretario;
Osmau Arai Elmi J Vice Presidente ;
H agi .Mohamed Abucar a Cassiere;
Unusci l\Iuallim Iar~ a Controllore,
ed a Consiglieri j ;,ignori : Abdio Osman Xur; Ornar Daud Mahdi; Abucar H eidar Hussen; IIagi Hassan
Mudclish ; Abdi Fart:i J<,sak; Ibrahim
Abdullc ~Iohamed; Ba~cir Gat·asso
Ali; Ahmadei :\It1khtar I do.
Un mesto corleo di amici
ha accomoaonalo all'eslrema
~imura
Carlo .Ri"Vn.l'ta
Sabato scorso, un intcrminabiie
corteo di am1ci c di cono:.ccuti ha accompagnato all'c-;,trema dimora il
compianto Carlo Rivalta.
Come suo padre Enea, combatten te valoroso e cittadino modesto
ed e:.emplare, scomparso recentemente, anche Carlo vi:.:.e nell'amore alla
famiglia e nel lavoro, circondato dalla stima di quanti lo convbbcro.
Numerose personalità, tra cui il
Capo t;fficio Affari Interni dr. Ga.
sbarri, il Comandante della Polizia
della Somalia CoL Drunero, il Commissario del i\Iunicipio rag. Vccco, il
Col. Btlli dell'I sca, esponenti delle
varie comunità hanno seguito il carro funeurc letteralmente coperto <!i
corone di fiori fresch i, t ra le quali
spiccavano quelle della famiglia e
de i suoi compaJ."''li d'arme.
Lo stato delle strade
Su segnalazione della Residenza di
El Bnr, da oggi è chiusa al tr:1ffico
la pis ta Buio Burti-~Iaas-El Bur-Dusa
Marcb, per un periodo indctenninato.
Il Crou i.'4tR rtN:\'t: dulle
nre 7 alle or e ro · Td. zx
Per mnocan~a di sp:u:io pub bliche.
domani il resoconto del ricevi·
mento che ha avuto luogo nel llOm eriggio di ieri all '« As~oc!azion c Gio·
Yc ntll Be nndir ».
r~mo
+tovimento del Porto
GIORNO xo COR lU~X'l'E
Partenze:
':II/ n ''Africa" (bnndiem italiana)
per ~Iombasa, con merce in trau ·
:;ito.
Sambuco "Fnlaka l :Mnrzu k" (ba n·
diera itaiiana) ptr Alula, cou ~o
tono. di merce varia c 9 prl,seggcri.
AVV ISO
Il ~ottoscritto, Curatore del Falliment(l eli Ieraci Co:.imo. di Ilario, con
c~crdzio di gè.'>tionc del Ilar-Ri!>lo·
rantc " La Giraffa " in Mogadiscio,
prolungam~uto di Via Roma, avvene
1 creditori cd i terzi che vantino diritti reali mobiliari su cose in possesso del fallito, .-:he l'adunanza dci
creditori iu cui' s i procederà all'esamc dello s tato p<~ssivo , ~ stata fissata
per il giorno 27 maggio t952 , alle
ore 8, presso l'Uflìcio del Giudice
della Somalia.
IL CURATORE
Rag. Guido Guarino
A VVE1V I J.l lE1VTI
CALCIO
Oarken -ln~omita
1 a
pagi na 2'
O
(0 ~ 0)
La tattica imposto da Solsilli alla sua
squadra. ha avuto ragione, alla distanza,
sull'irruenza e sull'aggrcs~h·ità deii'Indomita. I primi qniodici minuti di gioco,
infnu l, sono stati tirati senTa respi ro <kt·
gli azzurri allineati, al fi~chio dell'nrblt.ro, ln formaz.ione "sistemi;ta". I gittllorossi banno accettato, perciò volentieri
un'impostazione, di giuoco .:h e fa,•Ol'l\'3 i
loro plani. Hamw respinto g li a ttacc hi
non trascurando, naturalmente•, di portare, ogni qnal volta se n'è pre~C'ntMa In
occasione. delle rapide puntnte offensive
in campo azzurro dove, però, ><i ;,ono
scontrati con una difesa granitica. I due
terzini, \'alpi e Sonentini, e speclnhuente quest'ultimo, ham10 !'''entato parecchie
azioni pericolose che - da solo - il bra'1"0 Rossi avrebbe a\-uto didfficoltà a respingere. Ieri la difesa, ripetiamo, è stata la pr otagonista dell'incontro mentre
l'attacco non ba ;.aputo realizzare le due
o tre occasioni che si sono prC$.-nlate negli ultimi 5' di giuoco.
E' certo c-be I'Indom;ta, con qualche
sposmmenro di ruolo, può affrontare con
nn margine di !'icurena maggiore i fuht·
ri incontri che ancora l'attendono. Ci
sembra, però, che le ali slano troppo avanzate e il centr'atmcco troppo spostato
all'indietro per poter applicare le regole
del sistema.
Dei giallo-rossi la partita dl ieri è sta ta
un'altra conferma alle possibilità che In
pongono nella ri strettissl ma schlern del
probabil i dncitori del Campionato di seconda categoria. P u non essendo sta to tra
le più bri!Janti, quella di ieri è s tata una
partita cbe ha Jne~so iu luC'c l pregi di
questa squadra allenata con serietà e passione da un uomo come Salsilli, che al
calcio dedica tutte le sue ore libere e tutt .. la sua passione di $porth·o "indeclinobile".
Incontro, in concln:.ione. che ha o,·uto
~~..<Oh up,J.c.~Ì<J,l.ltl ed hJ eJ<ttrÌn:>tu il
pubblico che ha incitato ripetutomeotc i
suoi raga?.zi a segnare quel punto che avrebbe chiuso alla pari un incontro mantenntosi sui binari della correttezza e della cavalleria.
Ha arbitrato ot1imamente Il signor \'lzzari.
"Reoata di maooio,
Otti111a111ente orgauiaata dal tt Cir·
colo della \ da 11 , 1n ba~,a marea e;
con vento leggero, :.i ~ ::Nolta ieri la
"l{egata di .Maggio 1952" .
Anche quc::.ta volta, l'imbattibile
l3ugamclli ha portato alla ,·ittoria }a
!>U..t "U1chi 11".
Ul!Ub:ouua la partenza delle ciuqul!
imbarcazioni part.x:ipanti, che haWlo
tagliato Il tragtwrdo a pochi metri
l'una dall altra, en1ozionante il primo giro che ha vi:,to la lotta ~errat.l
fra "Bichi li" ed "Antonietta 1" t..:
due barche co;,trnite a l\fogadi::.ciu
da J)lurccllo Gallotti.
Dopo il yrimo giro le posizioni non
son più variate ; uuon ultimo il "Flamingo'' condotto dai debutt:~nti 1'amaguini e Camenzind 1c handicappati JJ dal peso dell'i111barcazione e dalle
vecchie vele, faranno meglio un'altra
volta.
Sul terrazzo del Circolo un numeroso gruppo di ÌO\·itati e di socj ha
seguito attentamente lo svolgersi della bella manjfestazione nautica.
Ecco l'ordine di arri\'o:
1° "DI CHI II": tim. Bugamelli, sec.
P orro jun. (Circolo della \ -claJ , in
ore r g' 37".
2° ''Antonietta I": tim. Guassone,
:.cc. Uasso (Circolo della \ "eia) , in
ore 1 ro' 41" .
3° "Argonauta" : C. te Adrowcr (:\1.
flL), in ore 1 r8' 6" .
4" "Fisalia": T. V . Amicarelli (.:\.I.
::\L) , in ore 1 18' 58".
s• ''Plamingo": tim. T:~magniu i , sec.
C:~mcJ i zind (Circolo della Vela) ,
in ore t 24' 39".
Giro più veloce: il 3" di 13ugamelli in 19' e 13".
fi OI.L ETTl NO METEOROLOGICO
del giorno 12 maggio 1952
1 empcratura ma>sima
Un ragazzo annega
aJI'altezza del Lido
lJOJIO il trag1co ~·pboclio di C.:~1ra
di cui demmo lltJtil.tn nel gi•.Jtllalc di
~nlnatcJ , la cron,u.a registra uu'alira
villitua del mare.
Sauato pcJmcri~"' i''• infatti, all'a).
teua del Lido si tiiJVrt\'a 1111 gruJJflO
di nwat.zi somali intenti a prcnd~rt
un bagno.
Uaw eli c"~i. ta le AbdullaiJi Aluued
dello I omc, !>i allonta11ava più d c:l-.li
a ltri, ncJIIChtante i• mare note,·0 ).
ll1Cilte 1110~!;0 .
TmprovvisnlllCll te \IIJ3 ondata [Jiù
gru:.:-a de:lle altre invc:~tiva il ragano
il quale, illc~pcrto del nuc,to, non riu.
SCÌ\'a più a tornare a riva. A nul~t
va)<;cro le grida d':1into. Pochi btantt
dopo il cli,graziato !>pariva fra le <mdc impctuo:.c.
Cine ma Bcnndir · '' Cercale qul:i\' uc,.
mo "·
Ciucma Centrale • u Imprc,a en... i<... u .
Cinemfl El Gnb · 1 Kl1idhi " nM,·o
film indiano.
Cinema Teatro tlamar - u Enric"
Cant~o " c doc•rntl ntario ) JrmJI)
L ibero. Orario ")JCltacoli: r l-. - _,,
22 .
Su!'ercioema • 11 Filumena 1\Iartura.
a o o.: CuH:~ iorn:.1lc Fox M()nt:ì<Jne.
N UOVI A IUUV l ciclomotori )fo.
!..quito (Quattroccht) - Fucih ca.:.
eia \·arii calibri ad una e a dul!
canne:. )1agaz;.;cni "PATRI A'' (\1·
cino Supcrcincma).
CERCAS I subito l'rigorifc;o a petrolio o ch.ttrico • Duono stato. Rivolgt>rsi : PORRl).
OCCAS IO N E uicidetta cor:.a m.1rc.1.
"CER BI". Ri\'olger::.i: )lagazzeui
PATRIA (vicino "Supt!rcin.:ma''J
VE N DES I attrezz:1tura Bar-Ristorante Danciu~. Ri,olger!>i: R,q,
GlJIDO C'CARIXO • Piazza C.lsati , 20.
L 'btituto Culturale Sociale partt:·
cipa con profondo cordoglio la ~cu m­
par,a del ::.uo miglior<: !:'ocio
CAilLO Il! VAL TA
H:.t:.t:lat D~.::.t..l Deuoc e t-.~nHgll:t
partecipano con immcn:.o doluro: !.t
morte del ::>ig,
CAHLO ~JVA LTA
Abraham c famiglia jJ.trt.:cipano con immenso dolore 1:1 mvrc ..
dd Sig.
CAT~ LO RIVALTA
32.2
Tl'mJ,tratur.l minima
26.2
V"nto pre,·ntente SW
\'elocità Km. 6,3
Ll\'ello Sn•btli ad .\f~roi
m. 2,90
Livello Giuba ad .\fg~i
m. 2,24
l\lnr<.oe per Il giorno 13 maggio 195:? :
t\ ltn marta ore 06.30 ed ore 18.36.
nus,a m.1rea ore 00,26 ed ore 12.05.
Har:i )lussa Bogor, Ha~ ~[ohJ ·
mnd Abdulla. Hagi Dirie Erzi. p:n·
tecipano al profondo dolore dei congiunti per la perdita dell'amico C<'ri,simo
CAilLO RIVALTA
G. E. C.
Sport e Mondanità
La festa gia llo-rossa, f~>osata i mprorogabihnente per sabato prossimo, s i arricchisce di altre attrattive. Il rinvio h() permesso agli organizzatori di prepnror c oltre novi~ tra le quuli la preonl uziOIH'
della gara di tiro a l piccione fotto
dura nte la se rata giall o-rossa. L' A. S.
)logadiscio ha voluto contribuire allo
buona riuscita dell'Interessante competizione, mettendo in palio duo magnifici
prcnti.
t\ pr<>poslto di ga re di tiro, Kli flrgnniZ?.at'ori della festa a l "Circolo Dnclw-sn
d'Aosta" sarebbero felici se potessero
att ribui rsi il meriro di avere condotto
sull.a rioolta della aristocratica competi·
zione sportiva anche le canne ossenu :
per esempio, quelle dl Vlllobrutzi. E co-
sl s ta.
CE1'fRA S.p.A.
Conc. Esclusivo EMPORIO CARACCIO Telefono 39
l
Abbi:uno il .Piacere eli comnnic·a re alla S110tt. Clientela o al pubblico cito
col prossimo Piroscafo è in arrivo un vasto assortimento di Di~cbi Fon.ogra~Cicifi: CETRA • VOCE DEL PADRONE di Musica ~lassic:<t,
s1n fonaca e da camera • .Musica da Films • Ritmi • Ballabili e nuow
canzoni
2 Festival della Cao~one San Remo
Da oggi il prezzo dci Dischi CET RA c VOCE DEL PADROXF. ~ 11
seguente:
Dischi da cm. 25 • prezzo dettaglio
Dischi da cm. 30 • pr~zzo dettag lio
So. 5,00 c3d.
So. 6,00 cad.
j·
Ili CORRIERE DEiilill 50Millillll
MOGADISCIO
Direzione : Telef. A.F.I .S. 30
Redazione : T elef. A .F .I.S . ~t
Cronaca .
T elef. A.F .I.S . ~7
l
ABBONAMENTI
QUOTIDIANO
..
DI
At.IOGA.DIIIOIO
MARTEDI 13 MAGGIO 1962
P UBBLICITA': Agente Porro, Tel. g8- T ariffe: per cm. di altezza, largh. 1 col..
Pubblicità So. 2,50, Necrologi So. 2, Cronaca So. 3 - Economici: Cent. 25 a paro- •
la, minimo IO parole . La Direzione si riserva il diritto di non accettare gli ordini
s
p
10 1
4 1
DIO • '
• riZZI
ctl .
(Numeri arretrati il dopPio)]
A 111 N
Annuale So. 30 • Semestrale So. 18 . Trhn•trale Se. 8,50 - AaanaJe. rt•ette. , . afflcl poiJIIIIcl Se. 1S
L .;.'-. BATTAGLIA ELETTORALE IN ITALIA
Il generale Dodd
liberato
La stre.nua difesa della libertà e della democra z ia è il grande imperativo dell'ora
.attuale - Il Presidente del Consiglio respinge le calunniose menzogne delle due
41 estreme,
- Le responsabilità comuniste ~ fasciste nel penoso trascinarsi della questione triestina - La significativa tappa delle ultime d ecisioni di Londra per la 2ona A
lUJ)i:\, 12.
lu vi~ta delle elezioni amministralin: che ::.i ::.volgerauno il 25 maggio, ::oottosegretari, senatori e deputati hanno recato ovunque la loro pa.rola.
.:\e::.::. un incidente degno di rilievo
i: ùa ::.egnalarsi. Tra gli oratori elle
hanno parlato trattando terni di politica estera e politica interna, il di::.corso di De Uasperi pronunciato a
Palermo ha riscosso il massimo inte_re::.::.l!.
Il Presidente del Consiglio ha cosi
.esordito:
u La pace è stata assicurata armandoci per la difesa e organizzandoci
nel Patto Atlantico e se oggi Stalin
Jltfcrma che il pericolo della guerra
.i: più lontano di due anni fa, questo
~ accaduto perchè da due anni fun.ziona il Patto Atlantico che è una
alleanza di sicurezza tra le nazioni
~uropee e l'America 11.
Egli ha quindi aftrontato subito il
problema di Tric::.lt preci:oando cbe
mt:um: da una 1•arte il ~laresciallo
Tito vrotesta contro ili accordi di
Londra, in Italia gli avversari e i denigratori tentano, parallelamente, di
~va lu tare gli stessi accordi per esclu.-,ivi scopi polemici c di partito. u Il
Go,·er1JO italiano invece - ha proseguito De C~peri - i! riuscito a reajizzare un notevole progresso nell,1
que::.tione di Trie:.te. La soddisfazic..lh'! i: stata unanime e le decisioni ,;oJJO state accolte u ella città martoriata, con un senso di liberazione )).
" Il ~l aresciallo Tito - ha contiJJuato il Pr<;o.iùcutc dd Consiglio ha tenuto a sottolineare che nel 1945
la..ciò Trieste per r.more della pace.
)la tulli ricordano che cosa è accaduto a quell'epoca. L e truppe jugoslave a\'cvano occUJ•alo Trieste e Gorizia e la-.ciarono le due città solo in
:.eguito alla pressione anglo-americana, formalmente ~()ll eci tata dal GoYcrno italiano. Purtroppo gli jugo~la\'i !>OliO rimasti amministratori della zona "B", ma di chi la colpa che
Tito crede:.se seriamente che Trieste
ÙO\'C:'>»e appartenergli, c se continua
.a ritlnerlo anche oggi accusando di
tradimento gli alleati? La colpa è
dei comunisti e dei fa::.cisti. Non si
1JUÒ dimenticare ha conti nuato
De Gasperi - che l'occupazione di
Trie'> le da parte di Tito fu formalmente chiesta dai COlnunisti 1).
Quindi Dc Gaspen passa a parlare
<ici fasci.,ti del 1943, quando col con-sens() della RcpubiJlica di Salò, i tedeschi avevano occupalo non solo
l'Alto Adis.tc, ma anche tutto il litorale adriatit·o. I nazisti avevano praticamente proc(.:duto alla cstromi:-.:-.ioJJe dell~; autorità it..diane, alla sostituziQn<: con elementi tedeschi degli
~lem euti italiani , cd avevano anche
Proceduto al richiamo alle armi se~ondo le leggi germaniche. Eo.i~tono
documenti ufficiali inequivocahili.
'fra qu<::,ti, il rapporto deii'Amba~ciatore della Repubblica di Sulò a
lkrlino, Filippo Anfuso, il quale nel
1944 faceva I)Tesente che H itler non
intenù<:va in nessun modo rc~tituire
i territori occupati alle autorità italiane.
Questa, ha proseguito De Gasperi,
era la situazione quando imperava la
Repubblica Sociale di Salò, quando 1
tedeschi alleati del fascismo, avevano
strappato all'Italia due g randi lembi
di territorio sacro . .1-oi fu l'amu:,tizio, e noi che siamo preoccupati oggi di essere poco fieri, abbiamo dovuto cominciare, abbiamo salvato
t'Alto Adige, abbiamo difeso Triestl!,
abbiamo impostato la possibilità di
salvare il Territorio Libero. N o n me
ne vanto, h a aggiunto De Gaspcri
con energia, ho fatto il mio dover<?,
ma non accetto accuse di servilism,).
Alle numerose prove date dal suo
governo per giungere ad una sempre
maggiore distensione e pacificazionl!
interna, De Gasperi ha documentalo
l'opera di ricostruzione di questi anni per quanto si riferisce al solo Mclzogiorno : il complesso delle opere iniziate si calcola a r69 miliardi e 372
milioni di lire. P er quanto riguarda
la Sicilia, il Governo centrale ed ;l
Governo regionale hanuo erogato fi nora ro6 miliardi e 89 milioni per nn
complesso di 31 milioni e 414 mila
giornate lavorative.
Avviandosi alla conclusione, De
Gasperi ha ribadito cbe il pericolo
numero uno è il bolscevismo. Bisogna impedire ad ogni· costo che esso
si impadronisca del votere. E bisogna
sopratutto difendere la d emocrazia ~
la libertà e combattere, con adeguati
provvedimenti, la miseria che i co·
munisti sfruttano per i loro scopi di
parte.
u E' il tempo delle grandi responsabilità - ha concluso De Ca-
speri - ed io non temo affatto che
il popolo italiano possa volere, o permettere, che il bolscevismo e il fascismo si affennino e prevalgano. La
battaglia sarà decisiva ma l'Italia
vincerà)) .
Gli altri comizi
Oltre all'on. De G asperi, nella
giornata di ieri hanno parlato gli esponenti dei partiti, t rattando ten1i
di politica esera e di politica interna.
Anche le organizzazioni sindacah
hanno preso parte attiva alla competizione elettorale. L 'on. P astore, Segretario Generale della Confederazione ltaliaqa dei Sindacati dei L avoratori, ha dichiarato a Catania che i
lavoratori non possono non sentire
con interesse indiretto questa vigilia
elettorale, perchè oltre ai comuni c'è
sopratutto la difesa della libertà.
11 senatore umberto Tupini ha invece illustrato quanto ha compiuto il
Governo per la ricostruzione del
~l ezzogiomo ed ha com mentato l'accordo tripartito di Londra su Trieste, definendolo un notevole passo , _
vanti sulla ':ia della applicazione
della dichiarazione tripartita del
1948.
Anche il Segretario del Partito R epubblicano, :Michele Cifarelli, ha ribadito a Trieste che l'accordo di
Londra rappresenta il primo passo
per la restituzione del T erritorio Libero all'Italia.
L'on. Brusasca ba parlato a l\Ienlno ove ha portato il ringraziamento
del Governo alle popolazioni dell'Alto Adige per tntto quanto esse banno fatto in favore degli alluvionati
del P olesine.
LA c LIBERTA'• NELLA GERMANIA EST
Al tribunale del popolo chi opterà
per il tratta t o generale tedesco
BERLINO, 13.
li Vice Presidente dd Consiglio cltlln
Repubblica Popolnre INiesca Wallcr Ubricbt ha dichiarato, nel corso di una
cinferenza stampa, che coloro che voteranno a favore del t rattut.o genern le t ('desco comparirann o dnvnul i ol tribunale
del popolo.
Secondo l'oratilre il 9G per cent o clelia
popolazione tedesco dell'est e dell'ovest,
compresa la magl{ìor parte degli ulli clnll,
è ostile al "trnllnlo generale rll guerra".
Jl VIce Prc"Sidente del Consiglio ho espresso in seguito In s ua indigoo7ione di
fr.,nte agli avvenime nti di Essen . "Il
~oa ngut! versato a E~~cn ho detto egli
--· costerà caro al Governo F(•<h:rnlc".
Qulndl Ubricht ha affenuato di nuovo
cht• la Germania vorrtbbe rillolvere la
quest ione ted e~ra attrnvrrso vie pncifiche. Egli ha sottolineato che vi ern un
noezzo pacifico per risolvere tale problema, ed ha r icordato In nota sovietica la
quale - ba detto egli - non interesso a
Washington, Londra e Parigi.
Aven do chiesto, l gtoru olistl, qnoli so-
n.nno secondo Ubricht le conseguenze
immediate del trattato generale, l 'oratore hn risposto: "Esso porrà. il Go,·erno
d; Adennuer sotto li protettorato americnno. Sorà ln stesso cosa del Governo di
l'(tain solto Hitler: le truppe dl occupatiotw americane, iJ1glesi e francesi rlivcrmn no truppe d'aggressione. Dl fronte a
tnll' t- itu nzione il popolo tedesco dovrà fare n ~o del suo pieno diritto alla resisi o:nzn nozlonn le".
Facendo o\losione all'incidente dell'aero:•• mitragliato dai r ussi, Ubricht ba <lidliawto che è necessa rio sl accetti l'orduu~ ùcmocrnlico. "SE' si crede - ba pro<oeguito egli - che essi possano passeggia re al dl !<llpra eli non quando vogliono,
è un errore. Se gli aerei abbandt)nano In
rotta pre~t>ritta noi ~appiamo che essi non
lo fanno per distrazione ma per reallz:zare i loro obieJ t ivi nel quadro dei preparntivi di guerra: per (otografare le fnbbrich" allo ~copo di gettarvi bombe, Noi
non siomo CJUi ol Texas dove ognuno può
fari' ciò t'he vuole".
TOKIO, 13.
li Colonnello dl Poll1.ia Raven ha fatto
al giornalisti convenuti al campo Koyedo "
jl seguente ra cconto sul rapimento del
generale Dodd.
Il 7 maggio, verso le prime ore del ~
merlgglo, mentre il Colonnello Ravea
svolgeva all'interno del campo una i•
chiesta sul contrabbando di alcuni oggetti, i prigionieri chiesero l'arbitraggio del
CIJmandante del campo il qnale si recò S1ll
po-lO.
Quindici uuomJni allora si gettarono s.
di lui e sollevatolo da terra lo trasportarono con essi. Il Col. Raven nel frattemP'J aveva tentato da solo di far fronte a
cinque aggressori. Qualche secondo pii\
tardi i prigionieri chiudevano gli ingressi del campo trattenendo il generale Dodd
all'interno di nn grosso edificio.
Quasi immediatamente appariva s ul
tetto dell'edificio urlo str1scione largo
due metri e lungo otto su cui era scritto :
"Teniamo iJ generale Dodd. Non gli sarà
fatto alcun male se non utilizzerete la
forro".
L 'apparizione di tale strisclone comr:
pure un precedente tentativo di rapimento effettuato un mese prima nei riguardi del Col. Raveo, provano ampiamente che l'operazione era sta ta premeditata a lungo.
Sembro infatti che uno scrupoloso rispetto delle convenzioni internazionall
Stti prigionieri nbbia a,·uto come conse-guenza qnella di mettere il campo Koyed•> interamente nelle mani dei comunisti.
Malgrado parecchie ribellioni verificatesi
più volte, nessnna sanzione fu mai presa
contro alcun deJenuto. Sul campo, infatti, sventolano o\-unque grandi bandiere
cinesi, sodc:tiche e nord coreane e i muri sono coperti dl iscrizioni e banderuole.
Il giorno stesso della cattura del ge-nerale Dodd, furono distribuite ai prigi~
nieri razioni normoll. Infine, sl può osservare che n~ li generale Dodd, né il colonnello Raven a,-~,·ano armi allorc.h~
furono attocca tl.
Al campo Koyedo il princi pio è quello
della disciplina lilleramente accettata: ogni nuovo prigioniero ri!'e\•e un piccolo
libro coreano, cinese e ingle!<e contenente gli nnlcoli della com·enzione di Gine-vra sui prigionieri di guerru. C~ì pure
le r~gol~ per il liuon andamento del campo.
•\U'ultima or,1 si appr.:nde che in seguito a nn nct>ordo int en -enuto fra il generale Calson, comnndante del campo dei
p1 igionierl di Koyedn e i delo:g':lti comuni>. ti il gen. I>oJd i' stolto rimesso in J.i.bet1il.
l prlgioni~rl Ji guerr.1 comunisti hanno \·oluto rìln:-ciar~: il gen. I>odd ncoperto di gb\rlnnte dl fiori. Il generale stesso
lw dichiarato ullu ,t.unpa cb,;, dut".\Ute il
suo soggiorno al c.lmpo, è stato sempre
trauoto con ri,po;tt o e cort~!'ia. I prigionieri gli a\'è \·.nw preparato una camera
assai confortl'\•ole con un piccolo tavolo
ornato d11 111\ muau di fiori, su un tappeto di paglia dl rL,o. Il generolc Dodd
ba unchl' dichiarato che i ncsozbli fra
l.ti e i r:t i>Pr<-~enln nti dei prigionieri, si
sono -.voltl :-eo::u11<\u In migliore procedura
rurlum~:nlnr('.
LA PARTENZA
del Ministro Carpio
Con l'appnrucchio dell' AlitaUa è
partito questa notte, alla ' 'olta di
New York, Il Del11gato filippino io
seno al Consiglio Consultivo per la
Somalia, Ministro Victor D. Carpio.
Erano a salutarlo all'aer oporto n
Segretario Genertd e dell' Amministra·
:c ione, Ministro Canino, il President~ del Consig lio Consultivo Ministro
Fadel 8 ey, nonchè l funzionar-i ed il
personale del Segretariat o.
12 Maggio 1952
N. 417 -
lì Corriere della. SomaJIA
pagina -t
UL.T I ME
Sospesa dalle autorità britanniche
ogni ricerca di Burgess e Mac Lean?
LO~L>RA, 12.
11 giornali! "::ìumlay Dì.:;patl.:h" .ha
auuuu<"iah.> it:ri utatunu che i nomi di
Guy llmge:.::. c Donald l\lac Lcan, i
due diplomatici britannici :;comparsi
nel umggio 1951 in misteriose circostauze, sono stati ufficialmente segnalati uèlla lista dei 11 sospetti ''
compilata e agg-iornata dal Governo
ad u so degli uffici d1 iunuigrazione di
tuttt i porti britannici.
Il l:,'"Ìornale aggiuuge che tale decisione non significa affatto elle le
autorità britanniche abbiano finfllme.nte rintracciato i due scomparsi.
11 "Sunady Dispatch" pensa che :u
conclusione che si !J\lÒ llarre da questo provvedimento, è che le autorità
sono giunte a considerare ch.e i due
scomparsi si trovano oltre la cortina
di ferro senza possibilità e senza desiderio di ritornare in Gran Bretagna, oppure sono morti al dì quà della cortina 9i ferro .
Le autorità avrebbero comunque
deciso di interrompere le ricercl1e iniziate fin dalla loro scomparsa: Al
Foreign Office si dichiara di non e~­
sere in grado di confermare la notizill
annunciata dal "Sunday Dis patch ''.
Tale decisione, si fa rile\1are, è ,ti
competenza del Minìstro degli Interni. Perciò, conviene ricordare eh~
dal giorno della scomparsa di Burgess
e ) fac L ean, il Foreign Office h :J
sempre affermato di non possedere
nessuna indicazione s ulla sorte dei
due diplomatici dal loro arrivo a Saint
~Ialo sulla costa francese.
T ogliatti indisposto
RO.\IA, li.
Il quotidia no comunita "L'Unità" annuncia che il segretariv del partito Palmiro Togliatti è stato colto da un improV\'iso attacco dì intluen7.a .
Il giornale dice che Togliatti non sarà
in grado di recarsi in Sicilia dove dove va
tenere un discorso elettorale a Palermo e
Agrigento.
Un consigliere artistico egiziano
r isi eder à
a
Ro m a
CAIRO. 12.
11 noto studioso egiziano :Mohamed Hassan l.>ey, g ià Controllore Generale delle
DB. .'\,\. - a quanto apprende l'Agenzia
:\.Iondar ·da fonti ufficl.ose del Cairo - sarà nominato nei prossimi giorni "Consigliere pt:r le Delle .\rti a ll'estero". :\.fohamed H.a:;san risiederà a Roma, dove rivestirà anche la ca rica d1 direttore della
Accademia Egiziana di Belle Arti, in sostituxione tlel p rof. .\Wel Kader Rizk c he
ri entrer à in Egitto per assumervi la funzion(, di Direttore del ~useo della Ci-
\'iltil.
Shakespeare e Marx all'asta
LO).;.!JR.\. - Il collez ionista e bibliOfilo americano Dott. Rosenl.lncb è molto
noto in Europa e particolarmente a Londra pH non aver mai e:;ita to a pagare
prezzi ahb..~imi per rare edizioui dl libri.
Ma la s ua predilezione è sempre :u1data
a .Shak.espeare, del quale ha rucculto n
Londra m"ravigliose prime edizioni,
famo:.i in-folio e in-quarto. On.• eglL ha
Yenduto al banchiere ~vi7.zero Dr. ll!art,in
Bodmcr, di G in evra, la sua C'>llezione
shak espea.riane per 360 mila sterline , pari a oltre 600 miliooi di lire.
Si tratta d i 63 volumi, dei quali quatlm
in-folio delle opere coruJ))ete, prime edi zioni di <>pere s ingole e una prima edizione dei Sm1etti. F r a le gemme éklla
colle.z ione vi è la prima edi?.looe dl "'l'roilo e Cless idra" la sola copia conosciu ta
.di un 'opera stampata mentre ShakespeaJ:e era in vit.a. I qtwtlro in-folio sono nelle rilegature origlllllli e iu perfeUe condizioni.
Come i'lnteroational News Service i.ufonna, iJ dr. Rosenbach aveva iniziato la
sua col!e-done shakespearinna nel 1907,
anno in cui pagò a600 sterline pe.r il pri-
mo in-fol io al!;~ famosa c>~.sn di vendite
!'oth eby di Don Street, n Lontlro. Nel
Hl25 egli pagò 210.000 sterljnu per 200 edizioni d el poeln della coll1:2louc ll olford.
Questo cess ione di prezios~ edizioni del
Cigno dell'Avon ruppresenw lu prirnn
grande co!letione americana del gen<.'rt.::
che esce dagli Stuli Uniti da molti >.1 11111
n questa parte.
Tr« mislerio~i rus~ l h auuo invece :•c·
q1dstnto in un'asta R Londra per 220 sterline, pari a :185.000 l ire, una lettera scri tt<J da Corio Marx nel 1875. Si Lratta di
una missiva scritta dn ll'autore a ''" ed i·
tore ingle~e per protestare contro una
trì1Ò111.ion e :1bbrevlata del fnmc1~o "C:tpitale". L';\mbasciat n sovietica a Londra
non ha smentito né confermlllO le VOCi secondo le qua li i tre russ i non agivaHo per
loro conto nell'acquisto dellt• lettera au tografa d i ;\far:<{.
C A LCIO
Favorevoli impmssioni sul orbdo
di Serie "A,
di addeslramnnlo dei plloli ilaliani Risultati
Eccò i ri!>ttltati dclJn Divisionc Na.
FOGGI!\. - Ieri pomeriggio il gcoera!c Norsdadl, Il gen••nol~ ,'vl urra~, Il ge nerule 13ru<·C ('d il l{encruh: St• hl attcr nonch é i L'·•r>i de llo Slolo Maggiore ddlu J\lla·
r lno e de!!',\ viuzionc ituliam1 honno as~>i·
stltu ol campo d'avi~zione di J-'(>ggia ntl
llll 'M ione tntl icn di aUorco al !'uolo d a
plo rte di bombardh:ri 11 t1Lffo scortati dn
c!lc<'i;•. Il genemle Nor~rlndt hn dichiaral •) di essere ~loto particolarmente imprcs~ionato d:~ll'alto grado di ~ddc.~tro mento
ral('giuntp ckli piloti olallani.
ROM.\. -
Oggi nel pomeriggio
~i
s vol-
g<' in Piu~za del Popnlo In g rnnde celebwzioue romano dcl!a Rcrum-Nova rum,
1tencic!ica d! Leone XTII, c he IJUposta su
pr lncipi c ristia n-i l problemi del lavoro in
parti colnro: c social i in gc nen•le.
...
l\llL!\l'ù. - lerl sera è morto nella
sua abitazione milnn ese il pll tore Boccas il e . Era n ato a Dnrl.
CORRIE RE ROM A N O
ROi\1!\, maggio
Si può scri\'ere, da Romn, di altro, oggi, che non sia di elezioni ? Questo ultime) turno elettorale ammini~trativo italiano, sta prendendo, anche per il giudizio
che se ne fa all'estero, proporzioni forse
esagerate. Sl è r;for mato il cllma del 18
aprile 1948. I corr ispondenù di oltre Oceano riferiscono c he il governo di \Vashi.ngton . sta un'altra volta concentrando
l'attenzione si.lile elezioni italiane, tanto
più che i rapporti da Roma non escludono la possibilità dl una vittoria comunista
dalla capi ta le italiana e ta le vittoria è
g1iudicata dagli america ni come una
"grande catastrofe".
Un rappresent.a nte democratico al Con·
gresso ha chiesto agli americani di effettuare una nuova campagna epistolare al
parenti e agli amici io It~lia per prevenire una affermazione comunista.
Un giornale francese di alta clas~e "Le
'.\fonde", pone, stampandole in neretto,
tra gli avvenimenti moudiati del calendario di maggio, le elezioni della penisola. Ed un suo scrittore, in un articolo
intitolato "Le elezioni americane dominano la scena internazionale" nota che
gli osservatori occidentali attendono con
inquietudin e il risultato delle prossime elezioni municipali italiane in cui il signor
Togliatti e i suoi alleati n enniani potrebbero ben riportare apprezzabili succes~ì.
Esagerazioni, forse esagerazioni, a cui
danno a limento le migliaia e migliaia di
comizi, la guerra dei multicolori e dimensional i manif~::>ti (ce ne sono di belli, d!
piacevoli, di i ronici: u no mostra il d!~e­
gno dello " s tivale" e al pos to di Roma
c'è scritto "Mosca" volendos 'l significare
che se i socia lcomunisti prevalessero, al
Campidoglio comanderebbe i\losca) , gli
a&.embramenll attorno agli "agit-prop",
che tengono, fino a n otte inoltratn, ingc;mbre le pinze del cent.ro e dei rioni.
Esagerazion i, perché s i dimentica il successo elettorale riporta to l'anno scorso,
dai partiti a l governo; e si dimentlcà
che, per quanto s ì vogUa dare un ~enso
politico a lle elezioni, queste sono sempre
elezion i arnministrat ìvt:.
Ma in politica l fatti assumono il colOre e l 'importanza che gli si vuole infondere.
Cosl tutte le ragioni sono addotte per
alimentare la lotta.
Ed a nzitntto che, per le innovazioni
della legge elettorale, la lista che avrà,
sia pure un sol voto di più, acquister:\ i
53 seggi in Campidoglio. Gli a ltri 27 · seggi sarcbbem as~c·gnati alle rimanen l·i liste.
Que~la
constatazi'>ne bas terebbe da sola
ad inlìammHre i contenden ti.
E così pure ògni di~cnrso ogni parola
.son<> riecheggiate «d interpretai e .
A Poten7,a l'on. De Casperl a proposito
del neo-f~scismo disse :
"~oi riconosciamo Il valore delle ener"gie volitive e sen time ntali della gioven"t•). sappiam o che in un o schieramento
"naziona le c'è posto anche per una nvan" guardia di ardimento e di ba ldanza .
"Non neg.blamo quanto di costr uttivo vi
"fu n e l movimento fascista e giudichia"mo serc.u amente uomini e cose del pas-
"sMo e del presente. Ma abbiamo il do"vere per responsabilltà storica di avver"tire il pericolo, ogni volta ch e nel ten"tat!vo di gius tl.ficare gli errori, si r i veli
"la tendenza di rlpeterll. Per questo sen" so di responsabilità e non per risenti "mento, non per augusta visione di par"tc facciamo sentire il nostro monito por
"apprez~a ndo i sentimen ti di quanti igna"rì della storia volessero ricalcare in buo"na fede le \·ie dello smarrimento".
Che cosa non s i è detto di ques'e cosl
sagge ed equilibrate parole? Ma il loro
vero significato - s i s piega - lo s i capisce se le s i mettono in rapporto con
tutto l'orientamento politico del goveruo, al qua le la difesa dt!lla democrazia
contro Il pericolo che viene da sinistra
non fa c~rto dimt>nticare che la difesa è
u ecessaria anche da destra. Ed un giornale gi udica che le parole dell'on. De Gasperi non vanno interpretate a l di là delle premesse democratiche s ulle quali poggia l'impostazione politica gttuale.
Così si ricorda ai cittadini romani che,
nelle elezioni municipa li del 1947, gl i elettor i iscritti erano 968.910 e se ne astenne ro :.!21.55\1. Nelle elezioni di quest'anno
gli elettori sono 1.103.384. Se In percentuale dei \'ota nti supert'rà l'SO per cento,
sa rà possi bile ai partiti democratici conqui.;tare la maggioram.a ed evitare la scalata del Campidoglio d a parte delle forze social-comuniste. Lotta, quindi, anche
contro l'assenteismo.
La battaglia straripa talmente fuori
del suo alveo cb.e si giunJl'e. persino, a
parlare di rimaneggiamenti che, dopo il
2.5 maggio, dovrebbe subire la compagine
mini steriale. Autor evol me nte la cosa è
!<mentita "pèr ora". Perché, anzitutto,
non si capisce come una questione di tanla importa nza potrebbe essere posta proprio nel vi\·o della campagna elettorale.
E poi non è as~iomatico che il risultato e lettorale s ia destinato ad lnflnire oece1'saria menle e quas i automatic:1111ente s ul
proble ma del governo.
lo altre parole potrebbe dirs i "si \'edrà". Per ora, non s i a mmette n(: si
esclude.
Un 'ultra questione, che si prospetta.
concern e, niente di meno, lo sganciomcnto dd Partito Socialista dal Partito Comunista, unione che ho carat terizzato, fin
qui, la sce.na italiana.
Per consolidare la democrazia di fronte
alla de:<tra, che con il Mis mostra di avere nn unt evole res piro, non converrebbe
e h ~ il par't:ito socill'listn appoggil•~~e il
GO\'('fnO?
In una con fe re nza a ll'.\ssocinz.ione de.lStampa Es ll'~m l'o n. N<>nn! h:1 detto:
"Il patlo di unttà di :nione con il pnrfoto comuni~ta ital iano non cost ituisce preclu ~ iont: acl una eventuo!e pa rte<'ipazlone
del Psr rol Governo senza i comunisti. Tn
proposito c'è il precedente del st>co'h do
Ga binetto Bonomi del 1 ~46 qunndo il P.
C. l. ·entrò al Governo t:d Il P::;r. ne re~tò
fuori".
L'on. N<'nui , come s i ,.ede, pro•p!'lta
In possibilità di un'entrata al Gon,rno
nM non parla di sgan ciallleolo.
'
L'organo del Partito Social isto Italia
"!'·\ \'tl nt•'l " cl nl canto s uo scrive che no,
il
ziomtlc Serie "A":
f iorentina bat te Jnter
Lazio batte Pro Patria
N ovara batte * Legnano
Mila n e Atalanta
N apoli batte Como
Palermo e J uvent us
Sampdoria e Lucchese
Spal e Triestina
Tori no batte Bologna
Udinese batte Padova
5-0
2- 1
3- 2
4--4
7- J
(4
1- J
l- l
3-2
***
Risultati di S erie "Bu
Ed alcuni di Serie "B":
Brescia batte Siracusa
Livorno batte ~ Pisa
Roma batte *Reggiana
Vicenza batte Genoa
Salernitana batte Stabia
2- 1
~
7- 0
3- J
3- 1
PHtito Socialista ~ pronto ad aiutare
quals ias i movimento eh!: voglia difendere
ed · aiutare la Costituzione. Pa role alquanto vaghe ed elastiche.
Sul terreno concreto s i osserva che fin
quando il Pa rtito Socialista Italiano non
rivedrà la sua posizivne verso il Patto
Atlantico, non s i vede quale appoggio
possa dare ad uu Governo non disposto
a ro,·esci~ITe la p'oUIIca estera voluta dal
Parlamento.
Tutti ques ti sedimenti della politica
Italian a, la lotta amministrativa f'l"'ttoralc sta rimovendo dal fondo. Il cronjsta aveva il dovere di registrarli.
l'E03
rapporli ilalo-ledeschi
in un giudizio di Otto lftUI
l
BONN, 12.
I l dottor Otto Le nz, sottosegretario al-
la cancelleria della
repubblica
t~desca, esamina sull'organo
federale
dell'Azione
C3ttolica "Il Quotidiano" i rapporti tra
la Germania e l'Europa, con particolare
riguardo al problema del riarmo tedesco.
Lenz sostiene che lo spirito dei nuo;; reparti militari germanici, do\Tà essere
completamente modificato.
]'aie
spirito
dovrà in un certo senso proteggere l'esercito contTo ogni tentativo militarista che
potrebbe sorger·e col tempo. 'Egli esprime
i noltr'.! il par~re che un esercito di ,·olon-
tari non sia r ispondentt
alle
necessità.
La stessa S\·izzera che rimane da secoli
una democrazia ideale, non ha infatti mai
abbandonato il s istema della coscrizioue
generale obbligatoria. Basterebbe questo,
prosegue l 'articolista, per dimostrare cbe
è pienamente possibile accordare i principi della democrazia con quelli del servizio militare obbligatorio. Comunque, il
fatto c he In Gt>rmania sta per di\·e.ntare
ntembro d! nna grande comunità difensiva ,a ll'ideale della libertà borghese, è uno dei paesi (forse il più importante), per
s uperare lo stadio attua le di un'Europa
divisa in tante piccole
po.n ioni.
1\Iolte
diflkoltà do\•.r•.Htno IHocora t:>'sere ,;uperate, però, condizione essenziale è quella,
conc!ud~
Len z, di partire fin d!ll ' princi-
pio e di non lasciars i intluenzare e con·
fonder.:: da qu:.lurtque propaga nda negn·
t h -a .
1(1
"FIRAME,
sempre nuovi arrivi
RICAMBI.JEEP
N . .JI S -
13 Maggio 1952
Il t:orriore dulia Somalia
pagina 3
<C' 11~ <l))~ A\. <C 'Il li Jf!:
J[)) l! ~ IL
2 :2l :~o
All'on1bra della Torre di Pisa
' parlato
Sl e
n1olto del "giorno fatale"
Incontri C(>l pisa no c h e sa tutto
Fina lme nte ~v e l a to il 8egr eto d'un
il cor-npan il e e rin'1 o nt a rl o più i n
PJS.\ ,
ma}(~H>.
Dunqu e, pnr ~'<"·' de<'i"'·. Jl C<t.111p;Htilc
cadrà t~alvo, ,·~~ruo l so11~c•l.t71tml ~1-m l­
cht ,1 d'altrn n :1tum) in lot•no nll 'nn no
!?:!;lO. Cio.;, fr;t tlmlici o tn•tltc-i nl polini.
P oYcr<' cr<':nurt'. c he pure ~:tranno ~.tng"ue
no.~ 1 ro: Chi":\ d te l~<~tlicuorc. gli ul timi,
quando s ii :tnni ch•lln co~\ ~empn· relativo g-o~r:nulil di cert e co•t!, .anc_h~ ~c ~\'31·
lata dalla mntem::ttlca con tutlt 1 su<>l anne.<si e ronne>-~1. ,i ,.ua nno r itlulti ::t due
o tre, e o~rni rumurc di tuono e ogni imprO\ ,-;,..0 dJ more di , ..,l'l In citl ;ì fM.lll no
subito pçn~arc e gridare: "\'al! t1 ca mP'-nill' è bell'e and .llo! ".
Ctl n un ,·e.:chi\1 pi,..:~no .:he non d crede) abbiamo parlato a lungo di que,la
faccenda per lui t ulla da rld<.'re) e ci ~ia­
mu mes~i. ma liNamente, e per mio .:onlo
a titolo di $1."0ngluro, a far preYbioni ~u
qu el fntit\ico giorno. O mi ~baglio o nessuno ci a ' t' va .1ncora p.:n,..Jto.
Dunque, v ediamo.
\~e In figural e l.t Piana dci ~lirac-oli in
quella dr:Jo1matica vigilia, lunga c hi ssà
qu anto? La gl'n te si te rrà nl l<Jrgo U p h\
possibile dalla c-ara torre morent e, <:d è
an zi òa ritenere per ctrl o clw autori là civich e e d i p ubhli<'a ~ lcur<'t~3 av ran no
pro'•,·eduto a ,te nd.,rvi intorno una rigo-rosa cintu ra dl ri;,pello. E' ben n oto di
che cos 't: capnce la scon~iclemtez~a o la
merlitata temerorleta umana iu certi fraugenti. >lulla d'im·ero>imile, poi, nel supporre che nel pun1i di miglior pro~ petti·
v'l si ~aranno erette tribune, c-on prime e
seconde gradinale, coperte e scoperte,
posti :1 ~edt>re e J>O>ti in piedi. da affi ttar·
si a <ettimane e o me.si; e baracche per
bibite e panini ripieni. 1 balconi e le 6nestre {ce ne çono C0!-1 pochi fuori tiro:
gli alln ..aranno .. l.Jtl f,tlll -~ombrare)
costeran no un occh10 della te-ta. l'er il
popolo cpicciolo non ci rima rrà, al solito, che un po' ddl'~rba più lontana. con
la ,·lsta pa rata dal duomo o dul battistero. E il po,·ero popolo, a l oolito , litight·
r<. con le guardie <: coi ~ignori per la nuo\'a ingi u>oti zia colhumata u •uo tlanno.
Gente s traniera n~ ~arà arrlvntn, gli ultimi me,.i, eia tut te le par ti del mondo. I
fabbricanti di ca mpa n ilin i, cht: ora, pur
con tanto smcn•io, ~~ la c:l\·a n o cry.,l e CO·
si, - la g ran bazza degli al leati bianchi e
neri i! finit«, e ~:-pe ri amo ht·n t: - :l\'ranno
già me'>W ~u, quu .. l tnul, l' autonwbilc,
ses;:ulti a ruot 1 cho i f<~to!(rati t• •lai cartolin3i. "Pr·r rit•(•rti'J c.• n1en1ur1,a! Per ricord•> e nwm<•ria! ". U!)l,u:lll\1 l"Ìn<:malografici ~ tdt:vbh·i "' ''t'd ranno punt:ni in
pe rmanenta. fHih d;~r~i da un ann•, e forSt' da dut-, su l gr.mde nmd:wnato, dai
U·lt1 dtlle ca~t e d:u merli do·ll.: fiere tnur., rcJ;ul,hlìcane, e ,1 .... rà lett;~ 'u tutlt i
g ;t,rnoll la not i11 1 del!., Iom••· a agentia am~rican a "X, \", Z" lhc.: ,,ffn• una !\(JJllma ast r<~nt;mica per chi h: f.u:c1.a an-n: in
e.,du"i' ità 11u.1khe immagine parlil·ularmt.ntt originai.. dtl l'th:hrl.: nwnunu:ntu
che "l 'Jltlla, cht: vi t n ~pù, chi! ~ 'ammut:·
chla .. ull'tr!,a In un gr.on n..-1111!<> 11! p•llverco, o lidlil {t;ll:. c·h!.' l"·•ng<: e ,; ml.'tte In
glnr.>echi<>. L'q,-,fl''>l dw la <' ulutn pos•a
av\'eni re tla notte non P'•tria non ~''~t're
con i em,.l:tl:., t• il tr;lpo p.or.tt<l crm h.tllerif' di potenti st.t~ lou i fot<~<·IPtlri c·he rndio-<·omnndntc:, iu c••llt·l(am~u to t'un la cim" •h•! t·:J utpunllc ~lt·''''· Che n on •ur:\
s t:tl<J mal lu llltl bt·llo ('<Hll<' In qu ei ..,uui
ul timi gi<.rn l.
Poi, p~n'<nte , , c·d(•rlo cuclcrl' in p~> n i,
in bri('l<ili, nc·l picru> fulgore clt ll u MHI
musslcd.1 ~., Iu t e! Eh, giit, p<:rché il campanile, pnr t<m l.t prugmhi infausta c h e
gli t.ta adrl<>'>"'• <· "1ll.a qual<· ~ l ì: orm ,J I
ragl(iu nt.l l'a.,sohu,, un.utrmità dei piil
fam11'i dllll<,ri, 111111 h.t né <..ancri, nl! urtrlti , nf hu1Jixm1, né f1wuul i : e non è
d·, nu•nerc del;IJ.mu \l'lll rJ.:licne in <1ud
Il'• ' di futum che J.dl rlman~. Sar;i ('(Une
un v,],,. ~o •Il I.rml/'' .,CI\'!I),Jlo '>li una
btwciu eh hlfl U.tl c hc•, lu m u.~.:gion·,
lllr;rtifit:~~nte, tn 4H·uo ,
fl p i•.UI() dtt' lltill I"Ì t'rl'<ie b'UI(I(I r n !;U
quc:o.L'f'Th<>lina do ulm..-no, dke, ~esl.a ntn
lllliJI. Qua111,1 l{t!lllt· t i hu veduto c:rCl>Ce·
re, invc:•·c hi.m:, c:ppu1 ) p,mre 1 E qut>l
Una
tl O tTie
li-l '?
quatlorùicl o t~uintl lc i l'lte , i bnlllll'nno
t.htl c.unpanile neg li ultimi c iuquaut'auni?
P er quattro o cinque >o i lr<l\ ò :lr l "'''<· n•
lui uno de i primi ntl ;tC('nrrtn•. ('nml'
qut"llu \'Oihl dl•l Gall.tni. .. E 'i melle :o
ridere.
Gallani? Qublu nome nou m 'è nffllto
nuo\·o. Sto per c hil•dt:rt• h11n l al mio \'1.
l'ino. ma 11011 C't n'è hi~ogno. n .tl!e profendili\ della mia prim.t infan.lia pi~ann
ercn apparire m;o nonnn, uno plccnln
contadin a e granduca!~ . cbc per farmi
pdura, per richiamarmi n non ~o qu.tlc
ma~~iore ubbidienza , min.J('c·i.t di fa rmi
fare, uo giorno o l'altro, "il volo del Gal·
lant". ::\ ientt.-...limcno! :\\"t:va , dunque, m
a olmo dì portarmi In cima al campanile
e di bunam1i di sotto? Po,·em ca ra non·
n.1 .\nnioa, sfruttata orma i anche di sollottrr.l. Guarda te quant'anni do\"e\·a no passare, mezzo secolo giusto, prima ch'io ar·
ri,·a~~i a scopri re il :.egreto di quella s ua
amoro:.a minaccia! \ 'oi sa pete com 'è f.lt·
t o 11 cuore pisano allo s tato puro. Per
]';a mico ritrO\'a lo dopo tanl'anui, se la felicit-.'1 è proprio di quelln schleun, c'~ una
e>-plos ione sola : "~a1o· d'un c:tne l O conw sta i ? Figliol d ' una b<,~na donna ...
Dammi un bacio!".
Però, qnesto pisano clw bo ~ot t o g li occhi, di ch e co:.a ha riso? Cl fu o non cl
fu un morto qutl giorno?
.\ltroclìé ! Solo che, o morire, non fu il
G:.lla ni, stanco della Yila , ma un po,·e ro
panciuto ti ZIO, felic1s:.imo ù 'e>~ere al
mondo, il qua le se ne s tava rl\"erso s ulla
f1e~ca erbeua primaverile, le braccia aperte, il cappello sugll occhi, Corse un
bel $Orriso sulle laùbra, proprio sono il
punto da cui Il Gallani s 'era buttoto. Lo
\'idero ,-en ir giù a piombo, e a ndan: a fi.
111re, rimbalzando,·i come su un s1ccone
. a molla, proprio sulla pnncia del dormiente che non eblx: oemm1:no il lo:mpo
d1 dire "ohi!". l>opo ùi che teco il
"suicida" riaiz:~rsi pn:cipitosameute, e
via, a gambe lenote, cume ~e a \·e,:.c 11\ ' U·
lo dietro lt guardie!
L'uomo ricomincia a incre~p.m~ le labbra .
"Scusi, sa?" dice "ma quel giorno venn<: da ridere a tutti.. .".
"Ciò è mollo regola re " gli rispondo.
" Lo w;glia ùi ridert: nas.;o,t::t n ell'uomo
ì: talt: u ta nl a ch e bt la ~tu zzkhi di sor I resu non c'è trngcdiu ch e tenga ".
*•*
lu tanto, In stat icità dd Ctll11 j)HI1i le è
po~~!>ttta in :.~c·mda lmtu. l'er puco.
"Sicché " rinttacc.> l'uonto ch t: non ci
çr<.;dt: "que..t i ,!gnon dànno proprio pt:r
tt:r to che ca~cherà ?".
"Pare. vno d<.ociml di millimet ro oll'anoo, il couto è prt:sto fatto. Il groùo
ma,,imo di pend<:nta che po,~a e~,ere
.. apportato da qudla mole, -~111a precipitare, è una semplice CJU~<~tlont aritmetic:.; un millintetro più in là buonanotte".
Scuoti! il capo, e ~orride ùene\ olmente.
"~tm ci crede?".
"Sarà. :\lo. ~e lo !:l'eia\ ano in pace lo
ùko che non , .. rtbbe ;,uct·e~~o n ulla,
n1ai " .
";\Ji parè un
nlqunn to or d~chi.tto".
"lntanlo, io ho ~entilo dire che tultc
qu elle lni t:ziom di Cl·memo g li h.anno f.ll ·
tn più ma le che 1Je1w".
"L'ho ~t:ulit•• dire a nch' In, ed è \'t• ro.
E' il mi~lt:ro di }' ulcint:lln. t1 ,t:lluio è
nt: lla na l urn del l<'l'reno s u l' Il i pog!(iH
lllti<J l 'i n~ ie m c. J'r im3 c'è l'nrg iiiH, pui la
falda Crea t icl•, o ,·i<"c\ "rh a, non potrei
Chi ba provato è ritornato
Chi provera ritornerà a
provvedersi del
Caffè BURANI
in Via Riveri (dt ftanco
al Cinema Centrale
1
8toria di s uicidi
~i può s n, onta r e
La so l i t a A m eri ca
~111rarlo,
ed è lì che bisogn erebbe poter
In gra nde sti le. l>':tll ronde, oc~
,, ,rrt tcnt:r con to che quel m ucchio di
t<lll Qellnte di piHru, marmo, ft:rro e bron''' è ulliùatn a fondatntnta ùi nemm~no
In• mel ri, e ro~icchiil tc !Jen !Jene".
;\li ...:uarcla nmmira lo e ~tupi lo.
":-la lei se n'iu•entlf' per dlt\'Yero, eh ?,
di qu~~te co,e... " .
"Sl. dii ieri sera".
!><"pira. Il a perduto, di colpo, tutta 13
' ena dtc l'aveva ioclotto a Immaginare,
per rid1•rne . l pittor~chi part lcolari dell'un no fatale.
"0 fluesti (amO!ii scienziatoui" se n'e-.cc, .1 un tratto, proprio rise ntito "non
suno buoni di trovarcl un rimedio?".
"Sl. E l'anebbero bell'e trO\·ato. Smontare Il campanile, vedere come sta nno le
cose l><lltott:rra, costruin ·i una piattaforlrl\'Hrtll'e
no .I ,-a~ t.t e ~olida quanw bl~ogna, e rin" •Jh.trlo. ,\!.tguri, pl't'Ch~ no d••polutto?,
u n pl>{'h.ltlo piit in là. li mondo camntina;
cene c,,,e americane nnche. Che ci :;arebbt: di m ale ~1:, per salva rlQ, s i fac• sse fa,.
re qu~ttr<1 pa~~i anche al C.CIOP'•nile?
Cert''• ci \'Orreùl)t'fO non nnlir.nl ma mill.•rdl".
~'rulla 1t: ~ pali c, ;~llunga le laubrJ,
chiu<ll·
occhi. Quesla f<H·cenda delle
ca .. e e tlt:i monumenti cht camminano
non t !!\ idc otemente di •uo g~to. Già
P1~a ha ,·eduto andare c venlre, ~p.Jxire
e rlajJJi-1ri r<-, a seconda d el vento politiC'J, rtkuni .. uoi j>iil illustri uomini ùi marmo e di bron7.o ; •· o'ì: sto tu se mpre scon~
tentu. Figura rs i :.e potreiJù,. mai soLto-scri\•~;;re un t rasftrimtnto ùe llo. sua celebre l<,rr<:, c he le ha p ortat9 nei secoli
tnnt.n fnrnt t: tllnta risorsa econom ica. Il
camp.. ni lc pendente è il pe rno d~l turi:>nto pi hUUO.
'';\lili.orùl r" mi c h iede poi, iucreùulo.
"Co:.l mi h anno dt:tto".
".B&h, per codesto" replica il brav'uom'J con q uclla sua arguta {accia ..empTe
gremita Ili :ooLti.Jll el> i "il male sarebbe
poco. O nun c i s'ha 1',\merlca ?".
<;Li bcc1o notare ch e , in r ealtà, a ll'.\.
mtrica dnbùiamo molto. Qut:l suo tono
irc.nico non mi sembra giusto.
"~CJn c l bJùi," risponde "fra 1'.\me rica
e mc: c'è una quistlonl! personali:''.
E mi r:.ccoota rutta una storia d i fa-miglia che n on è cerco if wso di mettere
in piazza qui.
gli
Rag.
·· ···· ···· · ··························· · · · · ··~··· ·········~···· ·· ·· ·····~· ~
l SUPPLIZI
E PERICOLI CHE lA SOMALIA IONORA
l
Nella battaglia contro i rumori
hanno·vinto i rumori
Un consesso di ftsio-psicolooi ha
oellalo un orido d'allarme - Il
"mondo civile,. avv1a1o verso la
sordi~ · "Il oMnometro .. lo sa.
;:\ULANU, aprile.
Andiamo a letto, stanchi per il duro lavoro ddla gi0rnata, e aspettiamo il sonno benefico che ristora la
m1.:nte e il corpo. Stiamo per addormentarci, ma l' urlo improvviso di
una tromba d 'automobile ci fa bal.larc con un s u:>::.tùto violento.
S e fos~e vicino un app:trecchio portatile mi::.uratore delle inten:>ità ::.onore, a guardare il quadrante rimarremmo :.pavenlati. ·l \Ientre la tromba
del ,upplizio continua a suonare,
l'indice del quadrante ::.egna, nientemeno , u cento phon !. .. u. Se andas~e un po' più ::.u, H-rso i n o, la seu ::.azionc, già insopportabile, raggiunger..:bbe la u soglia del dolore ».
Con un li vello di cento phon (poi
vedremo che cosa (: il phon), l'automllbiiista, 1J ell'atte~a impaziente dell'atuico o della moglie .che gioca a
c:111a~la, mette a tortnra gli abitanti
di un intero i-,olato
La co:,idetta lott.t contro rumo:-i
,.,i r i!>olve, senza es::.erc stata combat~
tuta, con la vittoria dei rumori.
L'umauit:\ l! condannata a subìr~
una cre:-cente tortura, a reagire con
un nuovo !'forzo di adattamento . .1la
questo adatt::u uento - dicono fi:,i ologi c p!>icologi - t! impossibile. X on
potremo sopportare, oltre certi limili, condizioni di \ila tanto diver"e
da IJUCI!c cui l 'uomo era abituato.
Andiamo in giro per i nostri aff.J.ri, nella citt:\, e vediamo un po' co-;11
.,cg 11a l'at'J>arccchio mis uratore.
i\lont iamo in lr:tm: s.~ ph0n denlt'll la vettura. In treno: da 50 a 6o.
L':tJtoparluutc della piann trasmcll'e
a pieno vùl nnt<.' m1 dis~.:orso · o i ris ultati delta partita <li calcio: 81 . Entrianw in uno sta bilimento dove si
mnr tclbno lamiere di ~1ccinio: rt .~ .
Rumor~ di un'nul omohilc n scapp'lmcnto chiu.;o che pa<;sa u una cleciua di lttclri: dtt 45 a os. Rumore m<'di,,, m·llt: '>Il .1de 1 traffico intenso:
da 70 a 75 .
Nel ..,ilcntio <Iella campag na l'nppnn:l'l'hio teutlc a zcm: soglia di au~
dihtlit:\. Quando l'indice sale a 1 10,
k· Mm-,a.-ioni acu:-tichc sono t11nlo
forti che di \'entano dolorose.
Xci m i~ linri ~htdi fa lli all'c:.tero
'ull '.•rJ;<>IItcuto, :--i cita sempre il nomt• dd ):!'ntudc fio;iolo!l,o torinese AnRCio M os~v. geni ule pioniere d ella
lotta contro 1 rumori. l o una celebrè
esperienza, il ) losso eseguì memorabili o::.sen ·azioni sul cervello di un
paziente operato al cranio. Ecco un
brano delle ::.ue annota.tioni: " Bertino dormiva ... :\la l'ultima sentinella del sistecma ncrvo::.o vegliava anCDra. AJ più leggero rumore che si f.1~
Cc\'a intorno a lui, un'onda sanguigna invadc,•a la ,upcrficie ccrebral.::.
La campana dcll'o~ped.1le suonava le
ore, qualcuno passa\·a s ulla terrazza,
si muoveva una sedia, si carica,·a un
orolog io, un malato tossiva nella camera vicina : tutto questo era sufficiente per modificare in modo molto
evidente la circolazione del cen·ello 11 .
L e osservazioni dimostrano la in~
fluenza continua dei rumori s ul cervello. Gli studi eccessivi banno riv ~­
lato come tale influenza si estenda
in forme dannose, aucbe agli altri
organi.
L'organo più direttamente colpito
.: l'orecchio. Addio tempi in cui i
guen·ieri mette\·auo l'orecchio a terra per sentire g li eserciti nemici a dist:mza. Oggi. più o meno, dh·entiamo tutti sordi. L'organo dell' udito,
con le sue micro~copichc fibre te-::.e
nella chiocciola (.!4 mila, St.."Condo i
calcoli di un fisiolo~o tedesco) din' n·
ta sempre più ottu:-o; la ~ensibilità
si spc~ne sotto l'o(fc:-a del iraca~o
continuo.
L e percentuali della sordit.\ do\'Uta al lavoro prdfessio nnle dimostrano
ln modo evidente ì nti:<futti dcllu civiltà nt ~'CLtllica. Opcr:~ i di lamiere ~
calderai: :!2 sordi ::.u cento. F ucinatori 1 r, mact·hinbti delle ferrovie ì,
nrtìglicri 7 (a 1.'0 pho n s:ù c l'indice
pt• r lltt colpo di g ro'-'so calibro), addetti u lavori rumorosi in gencre: ,s .
n quadro d el!..: nltcmzioni organich e rico no~c iutc nelle vittime dei ru~
mori t: ns~u i comples::.o. Si \'Crificano
di;.wrhi al cuore, con ngb'Tavamento
di malnltie s; ià tt ... btenti; nl sistc111.1
n en·~"-O , con fenomeni che cominciano clal1.1 e<:dtahilit3, dall' in'>onnia e
ru~u~i nn~ono .talvolta fom1e imponenti. in sog~ctti predi-.po.. ti, con
inihitionc ddle facolti\ intellettuali,
cunfH::.ionc mentale. nlhtcinuLioni.
Que:.te • ono le ir.quictanti conclu~
~i o ni di varie relazioni prcsentnlc d a
autorevoli ~pecialisti a ll' Accade10ia
francC<;c di medicioo.
U. M.
t
N. 418 -
s_z_______________.__~~=U c.......,. ••Il• som1 ua
L3 mngglo 19
__
Arri vi e Partenze
Con l"a~·r..-o ddl'AlituUu =-ono parti ti a1l.1 \ 'llh:l di Roma, in breve licenza, il Oir..-tlor<! cl d l' l ::\ A11, dott.
Eugenio Qu Hdi..-re é In cOli'·Ortc, :-tl ·
lutati all':ll.!ri1110rt o da mt follo grup·
po di amici.
Varata la motonave "Simlia"
alla presenza dell'Un. De Gasperi
Un discorso del Minislro Cappa
PA LEIUlO, 13.
Il Prcsideme dt"l Cousiglio hn prcsenzialo nl •·a ro clo.>l1.1 m nton~ •·c "Sicilia"
~ostruita dnl ~o n licrl riun iti dì J>olcrmo
per conto tklla Tirr,•ni.l c d1•s1in:1to n l
servìYic> di lith'l Nltt 1.1 Sarclc!!"'llll.
TI ì\linbtro dellll ::\lnri nn ::\Iercn nti lc,
oo. Cl\ppll, ha pronnnl'ltllu uu ,\i•corso io
c ui hu rllt' vato ~hl' l'oùiemo n1ro 'e~ua
un'alt r.1 importnnl<' tnppn nel ri<>rJina·
m<' nlo dt'l comple-~o (lq:ani-:<1 di qu elle
unità che oei pro,.-iml me~i riuuover;~n­
n o completamente l sen•iti fra In pen isola e le gr.\ndi Isole e riconglunj;'eranno
l 'I talia con Tunisi e In <pnndo. afrienna.
L'l ricostruzione del na:.tro na\-igllio,
hA conctu~o Cappa. nn.hto per nove deelmi dl~trutto dalla !!"l•errn i! prossima
ad essere compintà avendo raggiunto 3
mUloni e :»0 mUa tonnellate, contro 3
milioni e 500 mila tonnell:ll\' d'antegunrr a.
La legge per la costruzione in serie di
moderws.•im,; petroliere che il Parl;~men­
t o sta appro•·ando. con<en ti rauno nei mesi venturi l 'impostazione di 2SO n11la tonnellate di n al"iglio cisterna in serie d ando
la certezza di due anni di lavoro alle mae.
stranze dei g randi cantieri.
Giunto a Parigi
il Mare s claUo Alexanòe:
PARI(;!, 13.
D Maresciallo ,\lexaoder )linistro della
D ifesa ~azionale britannica è giunto alle
ore 9,30 all'aerodromo di \'ilio Coublay.
Egli è stato accollo da Slr Ollver H arTey ambasciatore di Gran Bretagna a Par igi, nonché da per~onalità ci,·ili e militari.
11 :.\Iarescia llo .\le.,.anJer dopo avere
ascoltato gli inni nazionali, ba passato in
rhi.sta una compagnia d'onore.
Nel corso del suo soggiorno a Parigi il
M aresciallo Alexander avrà colloqui con
PleYen soprattutto per qua nto concerne i
rapporti tra le forze brit011Diche sul continente e l 'esercito europeo.
li iaggio inaugurale
del più orande aereo da trasporto
P ARIGI , 12.
Kel corso del viaggio inaug urale Pa ri·
gi-Ca!!aolanca tu1 q\ladrimotore " Armaguae" ha atterrato la nott<; scorsa all'aeroporto d i Orly. L'.\rmagnac è uno dei
p iù grossi aerei do trasporto del mondo
ed è stato messo in sen•i1.io negli scambl aerei intt'rcontlntntall. Es!>o può prendere a bordo 107 pa~segg<'rl nell'u~o ci·
vile o lGO ndl'uso militare.
La sua ~·elocità media è di %0 chll~
metri orari e la sua autonomia è dl GOOO
chilometri.
Per il prlmo t'laggio dell ' ".\rmagnac"
la società aerea franc~e ha ln\•itato l
m embri di'Ila stampa aeron:~utica e nume-xose personalità del mondo aeronautico.
Malgrado il \'(:Uto contrario !·apparecchio ba effettuato un viaggio d i 1900
chilometri impiegando 1n eccellenti cond izioni, clnque ore. Dopo tre ore di scalo nel cor;,o d!'l quale olt re duemila visUatori ha nno ammiralo le installazioni
interne déll'uppa recchio, l'" Ar magnac"
ha rlpr~o 11 viagg io di ritorno con il vento favorevole che gli ha perm esso di effettuare Il viuggio in 4 ore e 40 minuti.
Questa sera
,,.gioa_:
CRONACA CITTADINA
Il ricevimento ~eii'Associazione Gioventù Bena~ir
in onore del ministro Fa del Bey
L' As:;oc.:ia7ione Giovl.'nlù licnaòir
ha offerto ién l'altro un dccvunl.'ntv
in o nore di S . .E. il )liubtro Salall
E l D iu Fa<ld llcy, al qtw lc \! iu l cr·
venuto a nd tl! il l'al'ù lldl'l'filci•J A l·
fan lntcrui Ur. L uig i Ga:.bnrri.
11 Pre::.identc dd l' Associ:ti' iùlll! lla·
g i ìiiohccldin Hag i A li ha rivolto al
.ì\Iiui:;tro Faùcl llcy parole di "ululù ,
ed ha ripetuto quanto aveva g i1\ uvuto occasione di dichi<tr:.IN tH:i g iorni
::,corsi, iu occas ione dt.!llu cc.:r imo u i.t
cclcbrnti,·a dcll'ottm·o an nu:llc ùdla
fonùazioue della A::.:.ociuziom:, c cioè
che il Partito collaborerà cou l ' Am ·
ministraziouc ltuliaua per raggiu n gere lo scopo prefi::.sato. << !\o i sa p·
piamo- ha couclu::.o il I>rc:.idcn te che per il no,tro bene e pér facilitare
il gntvoso compito c be l'Ammin b trazione Italiana si è u:-:.untn, dobbiamo
tutti, minoranze compn::-è, vivere
o ella concordia e n l·ll':unicizi.t ,, .
Il :Uinistro Fadel Bey ha ri,po,to
ringraziando per le parole di ~impa·
tia che gli erano state indiriaatc, indicando che egli aveva da rivolgere
ai :.omali soltanto una e~ortazioue, c.:
cioè vivere 11ella concordia, nella re·
ciproca tolleranza E. dedicar:'i 50pratutto intensame nte al la,·oro , Sl!nza
sprecare tempo prezioso in di::-Cllh~io­
ni st erili. << Sopratutto - ha Affermato il Ministro Faùcl Bo:y , dovrc.:te,
sì, interessarvi di poli ti ca, ma dovrete dedicare maggior tempo al lavoro,, .
I nfine, l'ospite lla me~so in rilie\'o
; nuo\<i lavori recentemente eseg uiti,
ed in continuo sviluppo, per l'avva·
loramento agricolo e idrico iu alcune
zone del Territorio, come av,·iene
attualmente nei compren::.ori delle
cooperati,·e ag ricole di Balad e di
Cenale.
Motociclismo
cl.t .t.unu•ntor~ ..emln.mJo il r~to des;U
•• , , <·r,a• i linché a mdii gar.1 fu ferma w
d.tlltt J.(IUri,l ... perché era rimuslo l'Olo iu
1-(Hrn (.;nnw olio ,..,·uln ro pii1 bravo ddlo
l'IJ_.C, a rnt il tnlli'Slrn inlerrOI\1Jlc ln poe·
~in cllt~ ndo: Ora IJa,..lll . .. nppiamo che IJ
~111 tull.l :). Ne: li'' st·t·oml:c pwvn eùiJC un
~ol o o,·,·t rsn rio 1\Inrchelli che p ilotnva un , ,·1·c•· hi (l C nu l 250; Vc r~i~lla avrebbe
pululo ftlre una garu mod"rala ed illCa·
1ncra rsi i venti pnn li pt·r la cl a~sirica di
c.ltupio•taln: ma non (u cosi; spiri w di
lo t tolclr(' quul'{·, s l ot laccò ai co ntorn: otl
dclln cniC'!:(nria superiore, 3!,0. Come ol
suliw parti calmo, mn dopo pochi g iri
snrplbSÒ quu!'i tu li i i concurrenli iu~eren·
do-i ol 3.o pO!.lO a•~oluto e l.o d elle 250.
Nella le r7n l'Ù ultima pro1•a era il solo
concorrt•nlc dellu ca t. 250: parti in oattt<rio con l<' a50. .\n che questa volLa potCI"ll fare una gara regolare a\·eudos i già
a<~lcurllto il Utolo di campione. ::\1a al
\"erslglia nnn placciouo qnesre vittorie
facili c lou ò all.c pari con gli av,·ersari
ddl.1 c.1tegoria supedort>, ed era già atte
prime posizioni, qunodo per un dlfello
d<:l c:~mbio cadrle alla cun ·a del llinocolo.
)In :mche nella caduta \'ersiglia dimo·
ot rò tu s ua cl a ..se : mentre la moto per
l'urlo si era a rresL<ILa. egli con uoa perfetta capr lnla er(l già in p iedi pronto o
riprendere !:1 gJ rll ; ma la sua fedele Mllkr cr.t in pt·ggiori concllzioll{i di !tti,
t:~ulo ch i! fu co,Lrcuo a riti rarsi.
f'cccn lo ch e quc.to •·alente pilota a b.
IJiu porlcc lpato in una categoria cosi pov.:ra di concorrenti ; sarebbe stato molto
lntt:res~.mte vederlo Impegnato a fondo e
lotto re a Ila pari, nella sua categoria, con
un num ero di a \"versari maggiore 'per ap·
prcua rc in pieno il suo \'a lore di audace
e perfetto centauro.
.\LESSA.'\DRINI
CIRCOlO DUCHESSA O'AOSTA
Veglia giallo=rossa
Dato il rin\'io a sabato 17 c.m., alle
ore 21,30, della grandiosa YEGLIA
G I ALLO-RUSSA, la vendita dei
biglietti di::.ponibili continua alla Libreria Im pero • P orro Croce del Sud
• Alta .\loda · .\lode Terzaghi - Sig nora Gilberti . · Tuudo - lluonfanti nv.
la rislampa della Guida Teletonica
f.ntro il l" lug lio 1952, ~nrà proh
vt.duto alla r ista111pa della nUO\'a
uu itla Telefonica della Somalia .
Gli utenti del servLdo che abbiano
tla render u notu variazioni dJ intliriz.
zo o cotliUIHJUC correzioni da appor.
tnre a lle diciture segnate nella Guida
J!)5 J, sono invitati ad Indirizzare a l.
la Centra le T elefonica, una lettera
con notizie entro Il 20 c.m .
,ffovimento del Porto
Gr< )RSU u CORRHXTE
Partenze :
Saut l>uco "llahncn" (banùi~;ra itahaua) per Hm·gal, con 83 ton,,. rli
mcrc..: varia et 15 pa!>scggcri.
Pr·evisionl :
Giorno 15 .::orr.: arrivo ~I /n "C.u.
liaua Fa-.::.io" (bandiera italiana)
da Aden.
Giorno 16 corr.: arrivo P .fo "Tril><>litania" (bandiera italiana) d:t
Aden .
BOLLETTINO METEOROLOGICO
del g~C~mo 13 maggio l!J;)2
31,;
Temperatura ma!'~ima
Temper.1tura minima
Livello fiumi
1\fgoi
m. 3.50
ne Jet L" eo
.. z,.;o
Lngh eFrrandi
,. 2.4&
::\larc::e per Il g iorno 14 mJgglo Ho.H:
Altu marea ore 07.28 et! ore 19.2!>.
B~ ~sa IIIJrc.c Me 01.20 eJ ore 12.5<.
SPETTACO LI D'OGGI
Cinema Benad ir - " El Zogiat El
Sabia:ì ,, (film A rabo).
Cinema Centra le - "Ì\l crcanti d'avorio '' e D ocumentario.
Cinema El Gab - 11 \'olontari del
Texa~ '' ·
Cinema Teatro Hamar - u Lo :>eandalo del vestito bianco , e Giornale Fox.
Cinema Missione · cc Il signore :a
marsma 11 .
Supercinema - (( Anche oggi è Primavera 11 e Cinegiornale F ox .\lovietone.
c \..òNOMl\:.1
Fer>ono l preparath·i per la pri ma
ProYa del Campionato :\Iotocicli~tlco delCORDA IO dvile o militare pr.lltc~
la Somalia di ,·etocità; detta pro1·a si
la\·orazione macchina t rich ii!Sto
s•·olgerà sul "Circuito del Lido" e s:m'l
da
importan t e Società. Scri\·ert! :
ri sen•ata alle classi 175, 2.50, 350 e 600 cc.
S .A.I.F.A. • Casella Postale ,F ·
La classifica sarà a punti cosi suddi,;s i :
:Mogadiscio.
a! l.o arrivato p . 20, al 2.o p. 15, al :l.o p.
LA DITTA E. MAGGI av\'isa h
10, al 4.o p . 5. Inoltre vi ~a rà un:~ gara
I Sigg. Soci sono preg-c~ti d'intersua spd tabile clientela , che tie:Jeper piccole cilinùrate extra Campionato.
Nel prossimo articolo daremo la ùata
venire ali' Asseutblea generale ordia s ua dh;p o:oizionc olio di riciu~
di questa competizione (con ogn i proba- n:.~ria che s i terrà aci locali sociali ;1
tno:dicinale e per a utomezzi.
bilità si svolgerà domenica 25 c. m .) .
g iorno S g iugno 1952 alle ore I], :;c CERCAS I s ubito Frigorifero a peP roseguendo la rassegna dei Campioni iu p rima convocazione. ed alle ore
trolio o elettrico • Buono stato. Ri·
del 1951, presentiap1o Luigi \'(!l"siglia,
18 in seconda con vocazione.
v olgersi : P ORRO .
campione ùella categoria fino a 250 cc.
L'ordine del giorno è affisso all'a:Chi oon conosce \'er~iglla? E' il pilota
bo del Circolo.
Quc:ota mattina alle ore 6 si ,;pe·
.]alle molte gare e dalle molte \'Ìllorie
IL
PRESIDEXTE
g
n.?,·a
santamen te, dopo 33 anni ùi
con la sua fedele :\liller 250; è il centau·
-- - - - Colonia, l'ani ma buona di
ro più po!>olare di :\logaùJ~do e eh~: ID·
CINEMA CENTRALE
VIRG I N IA .MASOERO
sieme a Pilon riscuote le simpatie di tutVed . Qunrnntn
ti gli sporti\'!. E'• lo s tilista perfetto, calI fig li. il genero Attilio Sacclni ..
mo, compassato; inizia le sue gare in sordi na e le finbc~: in un crescendo ro~~lnla­
le nipoti ed i pronipoti, profòndlno. Lo r1cordiamo alla prima pr<wn del
mente addolorati, tll' danno il tn,t~
con 1108EIIT LOWEIIY • PATRICIA MOIIIIISON
enmpionato dello scorso anno su l Lung~
an nuncio.
llegie do: EDWARD FINNEY
,..e2u. ~_Doou.~e •-..tarlo 1
mare Cristoforo Colombo: alla partcnttl
scattò in testa Pado•·an, Il popolare Bi·
stecca, coo la sua brUlante Linx; ebbene
cr tdete •·oi che \'er:oiglia si scomponc~­
se? neanche per sogno! Fece due giri con
la solita calma anmcotando grudatnmenIl
lC la velocità: a l 4.o giro era completa.
mente lanciato e slovà rosicchiando, giro
IL PNEUMA T/CO
p er g iro, il va nwggio in iziale ili t>od<>- 1 Il pneumatico che senza S A l E
nessun incidente ha portato • ' • .M. A.
PIU' VENDUTO
••an. Poi un guasto meccu nico !ermò Pa~e P~~~ripc:!!__M!!_g<!-disc~o
NEL ~~
dovan e Vers iglia prosegui inùi&lur!Jalo
-
Cimolo Famìolia d'Italia
l
Mercanti ò' Avorio
l
MOGADISCIO- TRIPOL!
.C'
to ne,
"'tres
lll
Cl N ElVIA TEATRO
"Sirestonc,
Questa sera
In. PRilVIA VI~IONE un fil:a~ comico :
''lO SCANDALO DEL VESTITO
BIANCO,~
con ALEC GlTINNESS, JOAN GREENWOOD, CECIL PARKER
La storia comicissima e paradossale di uno strauo inventore!
Gior·nnle FOX MOVIETONE
l
IL CORRIERE DELLA fiDMILIII
j
QUOTIDIANO
MOGADISCIO
Direzione:
Redazione:
Cronaca .
T elef. A.F.I.S. 30
Telef. A.F.I.S. 21
T elef. A.F.I.S. 21
ABBONAMENTI
DI
.lW:OGADJ SOIO
PUBBLICITA': Agente Porro, Tel. 98- Tariffe: per cm. di altezza, largh. I col. :
Pubblicità. So. 2,50, Necrologi So. 2, Cronaca So. 3 - Economici: Cent. 25 a parola, minimo xo parole. La Direzione si riserva U diritto di non accettare gli ordini
•
Annuale So. 30 • Semestrale So. •• - Trfmftbllle 'io. 8.50 · Aà•u.lt
MERCOLE0114 MAGGIO
19521
• Aa1o Ili -N• .21:19 - Prtzzt 10 ctlt.
(Numeri arretrati 11 dopPio)]
....tU ,., nfflcl pnbltlicl S•. 15
IL TESTO DELLA RISPOSTA ALLEA'l.'A. ALLA NOTA RUSSA
Sempre ~isposti
gli occi~entali a~iscutere con Mosca
a pro~lema te~esco purc~è impostato in mo~o concreto e leale
P1·.o posta la nomina di una comm.issione d'inchiesta rivolta a stabili1"e se esistano
.in .t utta la Germania le condizioni richieste per elezioni ve1"amente libere
.PARIGJ;. ~.La oot-.1 ÙJ..v iata dal Governo fran'cese al Governo sovietico, in risposta
..:rlla nota sovietica del 9 aprile 1952 ,
nota identica alle risposte inviate
.uello ::.tesso tempo dai Governi ing le:;e e americano, è redatta come
:segue:
1.) In risposta alla nota sovietica
del 9 aprile, il Governo francese de·-ìdera presentare le seguenti osser,,·azioni circa l'unificazione tedesca,
le elezioni dì un governo della Germana unita e la conclusione di uu
t ra ttato di pace con tale governo. Loi
;;ua politica attuale è quella di perseguire tali obiettivi in condizioni tali
-che a sicurino unità, libertà e pace.
L 'indispensabile premessa
2 .) Il Governo francese è disposto
a iniziare con il Governo sovietico
negoziati su tali problemi e si augura di farlo presto affinchè risulti chia·
:J·amente che la volontà del Governo
sovietico è quella di evitare vane discussioni sul passato. E' necessario.
-dunque, che gli accordi preliminari
e i dati essenziali dei problemi da ri ·
;;olvere siano chiaramente definiti fin
<!all'inizio fra i Governi francese, inglese, americano e sovietico . Questa
.scrupolosa preparazione è essenziale
per evitare interminabili collO<Jui. In
tal caso la nota del Governo sovietico
del 9 aprile getta poca luce sui mezzi
~h e permetterebbero di condurre a
'huona fine tali negoziati.
3. ) X ella stessa nota il Governo
sovietico ha precisato che la Germa-nia non dovrà fare parte di nessun
raggrnppamento di Potenze diretto
contro qualsiasi Stato pacifico. La
progettata adesione della Germani.t
alle :'\azioni Pnite renderebbe certanlente inutile una disposizione di tal
1Zenere. In ogni caso il Governo fran ·
ceo.,e potrebbe non accettare nessuna
dauc;ola destinata ad interdire alla
Germania di far parte di nn rag~ruppamento internazionale che uno
<lei firmatari del trattato di pace potrebbe arbitrariamente considerare
-come cc diretto contro qualsiasi Stato
-pacifico ,, Non si dovrebbe ammettere ch e la Germania si veda rifiutare tale diritto essenziale alla li hertÌI
e alla e,g-uag-lianza delle nazioni, eli
ac;soci ~•rsi con altre a scopo pacifico.
Ri presume che il Governo sovietico
non possa da parte sna negare alla
Germania il d iritto di concludere ac<:ordi di can1ltere puramente difen -sivo.
« La Germania è divisa
percbè è divisa l'Europa »
4.) J1 Governo francese ha fatto,
nella sua nota del 2.'i marzo, il cc punto •> delle iniziative prese con gli
~tati liberi cieli 'R uropa occidentnle ,
ivi compresa In Repubblica Federale,
tendenti a costituire una comunità
europea pacifica ed a istaurare nelle::
relazioni intemazionali una nuova
e ra fondata sullo spirito di coopera7.ione e non su quello della rivalità c
·della sfidu cia. n Governo francese si
felicita dei progressi compiuti circa
la realizzazione in Europa di una comunità di cui farà parte la Germania. La Germania i: divisa solamente
perchè è divisa l'Europa. Tale poiitica di unificazione europea non pott·ebbe minacciare gli interessi dell'Unione Sovietica nè di alcun altro
Paese interessato al mantenimento
della pace. Il Governo francese è
dunque risoluto a proseguire l'applicazione di questo programma: più
che mai convinto che esso conduce ad
una vera pace.
s.) Il Governo francese non è re·
sponsabile dell'insuccesso degli sforzi tentati per estendere tale cooperazione. Esso è disposto tuttavia a esaminare sinceramente e con tutta la
buona volontà ogni suggerimento
pratico e preciso onde mettere fine
ag-li attuali contrasti e rinforzare la
pace.
6 .) Il trattato di pace con la Germania può essere solamente elaborato
da un Governo della Germania unita, nato da elezioni libere e in grado
di partecipare liberamente a negoziati. Non è dunque possibile affrontare subito la discussione delle dispo·
sizioni cbe dovrebbero essere contenute nel trattato.
7.) Il G overno tedesco forma t n
attraverso libere elezioni deve essere
un ,governo libero. Finnra il Governo
sovietico non ha ancora precisato ~e
questo sia il sno stesso p nnto di vista. n Governo francese prega dunmte il Governo sovietico di fargli ~a­
pere se riti ene mantenere la commi:-;.
~ ion e nuadrioartita fino alla conclusione del trattato di pace o lasciare
la Jibertò di azione ed i poteri neces~a ri al G overno tedesco.
8 .) Il Governo francese è felice di
constatare che il Governo sovietico
abbia espresso il suo accordo di prin-
Clpto sulle elezioni ·libere in tutta la
G ermania. E' essenziale tuttavia ~ta­
bilire fin dall'inizio se esistano di
fatto le condizioni che consentano tali libere elezioni.
g.l n Governo sovietico non ha espresso, comunque, il suo assenso
sulla coxrumss10ne internazionale
creata dall'Assemblea Generale d elle
Nazioni Unite affi.nchè si proceda a
un'inchiesta in tutta la Germania.
Proposto precise
to.) Il Governo francese dovrebbe
essere assicurato che il suggerimento
sovietico di condurre un'inchiesta attraverso una commissione formata da
quattro potenze, porti a un risultato
imparziale. In ogni modo il Governo
francese preferirebbe una commissione delle N azioni Unite. Tale commissione già esiste, le sue funzioni
sono determinate, essa può mettersi
al lavoro immediatamente. Il Governo francese resta in attesa di studiare og-ni altro mezzo allo scopo di stabilire se le condizioni richieste per
elezioni realmente libere esistano in
tutto il territorio tedesco. Di conseg uenza il Governo francese, d'accordo con i G overni inglese e ame.r icano,
e dopo le consultazioni con il Governo F ederale e le autorità tedesche di
Berlino, sottopone' le seguenti proposte:
U na commissione d ' inchiesta imparziale stabilirebbe subito se le
condizioni richieste per elezioni libe·
re esistono nella Repubblica Federale, nella zona sovietica e in tutti i
settori di Berlino , e, in caso negativo, quali misure dovranno essere
raccomandate all'esame delle quattro
Potenze per creare tali condizioni .
L e quattro P otenze utilizzerebbero '\
tale scopo lr• com111issione d elle Nazioni U nite disponibile fin da qu esto
momento. E' la soluzione più rapida
IL CONnGNO DELL'ARMAMENTO E DEl SE8YIZI MARITTIMI
l PAHRMO
Potenziare i servizi
con la So01alia e 1' Egitto
PALERMO, 13.
E' iu corso il convl!gno de ll'armamcnlo
e dci se r vizi ma rillioni indetto dall a Ca·
noE:ra di Commerc·io di Pa lermo, presenti
il ministro Ol ppH, l'assessore regionale
nll a p~~""• DI J) lnsi ; il Preside nte dell o
Finmec·cnn icn Lo j ncouo; il l're~idenle
de lla Finim•r e, Manzitti; e nu m eros i e!\poncnli d e lhi classe a rmul.orialc.
mi nigtTO Cappa ha fatto un umplv esumc
d el problt•nli d i q ucsro settore dcll 'economi G mcric.Jionulc, ricordandu c he la Cn)nera sln dl~cutenclo in qu esl i giorn i l
IH'<Jvvec.lim euli a fnv<>rC dell'indus tri a cu ntierisllcn p~:r lo costruzione dl 2ii0 m ila
to nn e llate d i n ovi c:: isterna. Circa lu previ<Jenza marlnara, CupJlll h a ricorduto c he
ques ta ScLtimau n il S 6II. Tommns il1l pre~culcrà a l Scouto lo relazione d ell o com-
n
mi,~ione acl un disegno ùi legge in proposito. Lll Jacono ba ~volto unti rela~lo­
u(• s ul temn: "l ca nt·ieri e le costruzion i
u nvali", sottolln ea ncto c he i cn ntleri Italiani ha nno raggiunto limiti <li prodtlzione p1u·i a qu ell i dei ca m i ori !'tra n ieri osSI'rvonclo che J nostri cu nllt'lri n on riescono però a ma nten ere il prezzo iuternazionu le o ca nsa de l mng-gior costo In Italia
rlel mnt.eria le g re.zzo e scmihtvora to . ?vhuzitti h a esposto iu s intesi il progrnmma
di 11\nss im..t de lla Flnnwrc per il potenz lumento dci scrvJzi di lin ea e h a ricord f.to che urge cumpl etn re c mtgliorore i
sl!f vizi con l'Egitto e la Somalia <' che
S(lno a ll 'esa me linee CO\llnlercinli per il
Congo, Il S ud e Nord Pac itìco. DI Blasi
h11 ~<vollo una rcla:tione s ulla pesca in Siollia.
e più comoda. Nonostante la sua netta preferenza per la procedura indicata n ei paragrafi, precedenti, il Governo francese t: pronto a prendere
in considerazione ogni altro suggerimento preciso e pratico per una
commtsstone d'inchiesta imparziale
che il Governo sovietico proponga,
alla sola condizione che tale suggerimento permetta l'organizzazione
delle elezioni libere in tutta la Germania in breve tempo. Subito dopo il
rapporto di tale commissione di inchiesta i rappresentanti dei Governi
francese, inglese, americano e sovietico dovrebbero riunirsi allo scopo
di esaminare. e accordarsi sull'organizzazione delle elezioni libere sulla
creazione, là ove non esistano, dellecondizioni richieste e infine sull'assicurazione che il G overno della Germania unificata, formato attravev;o
libere elezioni. disporrà della necessaria libertà d'azione durante il periodo di elaborazione del trattato di
pace.
Messaooio di ringraziamento
di Truman a Einaudi
ROMA, 13.
Il Presidente :rruman ha im·'iato un telegram ma di -s.i'nceri · t'ingrnuamenti al
Presidente E inaudi per il 1uessagglo di
c<.udog-1\a nze che qu.-st'ultiroo gli ::veva
in dirizzato in occasione del recente dìsaJ:.tro del cacciatorpediniere "Hobson ".
Fermo atteggiamento
dei metallurgici americani
l'l LADELl'It\., 13.
Gll industriali dell'acciaio h anno violato tutte le regole dell'onestà rifimaudo di
firmare il cvntratto con i s indacati degli
operai metallurgici, ha dichiarato Philip
l\furray, Pre~ideme dei Sindacoti, aggiungendo tuttavia che la categoria non mol1\!l'i\.
Tremil11 dd.-gmi h!1tm o appla udito calorosame nte lo fine del di.<corso di Philip
.1\fnrray. L'hupre$sioue lat<cinta dal suo
di,corso è elle ·il Sind::tcato potrebbe o~;­
gnnianr~' un nuovo sciopero n el caso in
c~; i l negoziati per l 'aumt>nto dei salari an.dosstro Lroppo per le lunghe.
Strani fenomeni
nel cielo di Lisbona
LISBONA. 1:1.
Strnnl fenomeni sono t<tati osservati ieri ma ttina nel cil'lo portoghese: da una
porte a l di sopra di SonLare nl 11 t~O chilo-metri n est di l .isl>ona e dnll 'nllra parte
u~l Alcobaca a 130 chilometri a nord della
co pitulc portoghese.
A - <llllltretn è stata vista uno grosSI\
palio di fumo che $l sposuwa lentamente
in dire7ione nord-sud 11 grande alt.a:aa.
Ad <\lc(lbnca un g ra.o numero di per:;one
dice di aver \•i.;to "uu sigaro volante"
con riflessi luminos i c he Vl)loyo a l d i sopra dellu città per dirigers.i poi a gro nde
velocità in dir.ez.loue sttd, lnsciando visi·
bili lruccle ùl fumo bianco.
l
l
13 maggio J 952
-
-
-
-
-
-
~
_
.
,
_
_
ULTIME
_____
_
N. 41 8 -
Il Corriere della Somalia
per l'atteggiamento di Tito
LOXDR.\, 12.
11 .i\til\istro degli Esl"erl Eden hn fatto
alcune dkhiarozioni st•ll e recenti conversn:.ioni di Londra frn i Governi britannico, americano e itnlil'lno circa Il problem a di Trie~te.
Eden ha <letto cbè le dispos izion.ì essenziali adottatt> al ter,m lue delle conversasnzioni pos~ono cosl rlassumersi :
Bench~ tutti i poteri del 't;overuo siano
sempre detenuti dal com~ndaute in copo
delln zona, la maggior parte dell'nmministnzione ch·ile snrà d'ora in ·poi esercitata sotto il controllo del com:mdante
~ella zona, dal direttore italiano dell'amministrazion e.
Dopo aver detto clte alcuni poteri, tra
cui quello de lla polizia, restera nno prer oga tiva dei rappresentanti alleati, Eden
ha de tto cbe "il Governo italiano potrà
far conoscere i suoi punti di vista su ogni proble ma che interessa l'Italia, attrav erso un consigliere politico italiano".
Le nuove decisioni sono destinate a dare tm maggior riconoscimento pratico alla predon1inanza italiana nella zona A) .
Eden ha dichiarato quindi che nel corso
dei colloqui i Governi britannico e americano bnnuo tenuto presente il naturale
interesse della Jugoslavia verso i risultatj di tali negoziati.
Be'nché non sia stato possibile tenere il
governo jugoslaYo informato su l particolari di tali negoziati, lunghi e complicati. ha proseguito il Capo del Forelgn Qf.
:fice, sono stati tuttada mantenuti i contal ti con Il governo jugoslavo sia a Londra che a Belgrado.
ll fatto che i colloqui erano strettament ::: limita ti all'amministrazione della zona
A} è stato più volte sottolin eato a l governo jugoslavo. "Il 9 maggio scorso - ha
proseguito Eden - bo consegnato al'ambasciatore jugoslavo a Londra, in anticipo, il tenore completo degli accordi conelusi nonch.é i testi del memoranpum e
<le! comunicato. L'ambasciatore di Gran
Bretagna a Belgrado ha trasmesso le stes.:se comunica:~:ioni al governo di Belgrado".
Il ~finistro Eden ba espresso quindi il
su.o rammarico per l'atteggiamento del
:Maresciallo Tito.
Dopo l 'accordo per Trieste
DAL.
NOTIZIE
Rammarico di Eden
1!112 a cui essa intende atteners i, m en-
tre l'e ntaurage del Su lta no ulll izz.u politicamente tali divergente .
G li S tati Un iti avrebbero d'a ltra parte
l'intenzione, se la Fro nci<~ monlieJle ta le
atteggiamento, di rimettere In que:.llone
lo validità degli accordi d el l!J12.
Se tali voci vengono confermate, n on
v'è dubbio che una gnwe tens ione s i verlfichen\ fra Parigi e Wasbingtou.
Il lHinistro Ma/vestiti
a colloquio
col Generale Winterton
TIUES:rE, 12.
li :Ministro Molvestlti, giunto ieri a
Tries te, ha couferito con il genera le Wintertou, ed ha partecipato a due cerimonie: la posa della prima p ietra di un
gruppo case per i profughi e l'inaugurazion e dell'educandato "Gesù Bambiao"
ampliato e rinnovato.
Il Parlamento italiano in lerie
dalla prossima settimana
KOl\1/\, 12.
Nei due rami del l'arla~nento s i pre·
vede ch e sa ra nno ncceler oti l lnvori in
co•·so, perdté, In rapporto allo sviluppo
d('lla co mpagno elettornle Camera e Senuto prenùcrauno le ferie dalla pross im a
settimana fino al 27 maggio . Nel pomeriggio di oggi continuerà alla Camera dci
Ucpnt:~tl lo discussione s ul bilanci linanziorl. E' probabilt: pure che ve nga fissato
l'c~n me
del progetto di legge per la re-
Il' ~~slone del
neo- fasdis mo.
Al
saurirsi la discu s~iune
sul
progetto di
legge per i territori montani. Domani si
terrà il Cons ig lio del Ministri. Secondo
tal une informazioni di stampa, ·il Consiglio dovrebbe iniziare l'esame 'del progetdi legge "polivalente" comunicato da
De Gasperi per la difesa delle istituzioni
t">
dt'mocratiche.
Conc. Esclusivo EMPORIO CARACCIO Telefono 39
Abbiamo il piacere di comunicare alla Spett. Clientela e al pubblico che
col prossimo Piroscafo è in arrivo un vasto assortimento di Dischi Fonografici: CETRA • VOCE DEL PADRONE di Musica classica,
sinfonica e da camera • Musica da Films • Ritmi • Ballabili e nuove
canzoni
Cao~one
Sao Remo
Da oggi il prèzzo dei Dischi CETRA e VOCE DEL PADRQNE è il
Dischi da cm. Z5 • prezzo dettaglio
Dischi da cm. 30 • prezzo dettaglio
~ ~I_,AII4r
t_y..ùl
~.iul
":"l.rJI
So. 5,(}0 cad.
So. 6,00 cad.
..::.,~1 .l? J
Wb
l~\b~--
JlA_; ..;!-' \j_,j\è-' ~
PARlGJ, 13.
Il viaggio al Cairo del sig. Bjroa de è
molto com mentato nelle anticamere delle
CancellE-rie. Se a Wasbington s i afferma
trattarsi d i un "giro d'is pezione am111i·
nistrativa", a Londra sembra ch e vl sia il
timore ch e s ì trat tl d.l una preparazione
dell'inten•ento del Dipartimento di. Stato. al Cairo.
Mister Byroade è in effetti l'aggiunto
di Acheson per gli affari dell'lslam.
A Parigi si crede invece che ta le viaggio sia legato al processo che si apre il
26 maggio all'Aj a e che oppone Francia e
Stati Uniti.
Lo statutv del commerc)a11ti americani,
vigente ne l Marocco, è in causa e il Dipartimento di Stato vorrebbe con~crir~
a<:J essi facilità Sqperiori a quelle d1 CUI
godouo i cittadini francesi.. Evidentemente la Francia invoca gli accordi del
i\ C IHGI::NTO. -
J
Alla presen1.a del l fi.
n i&tro del Lavori .Pubblici, on. Alds io, e
di llllltl Cros e a utorità r egionali e prov;11•
ciuli si sono inizia LI ieri i lavori per la
co.<trur.ione <h:l porto rHugio di Gela.
•••
PIACENZA . - Il l.o giugno prossimo
verrà ioaug nn• ta a Cortemaggior~,: Ull..
gronde impi a nto di produzi on e d i benzi.
ua. 1\ll a cerimoni a interverranno il Pre.
s ldcnte d el Consiglio e num er~l minJ.
s tri.
•••
TuRINO.
Tra le manifestazioni del.
la Prim avera Toriuese va sottolineata per
l.<~ imponuuza qu ella che si s volgerà domeni ca prossim a, 18 maggio, e che comprenderà il gran premio della moda Insieme ad una imponente s filato dl mode(.
li d e!Je migliod case di moda torinesi.
•••
VENEZI A. Le princ ipali varianti
nelle comunicazioni ferrovia.r ie fra l'lt:..
Ha e i paesi europei, varia.nti che andranno in vigore Il 18 corrente mese, sono
sta te i llust rate dal direttore dei servizi ora ri per l'estero del le ferrovie dello stato
dott. Roberto Lensi nel cors o di una con.
fereu.za stampa viaggiante svoltosi sul
tra t to ferroviario Milano-Venezia.
...
ROM A. - Una società di ostetricia e
ginecologia del Mediterraneo latino ebe
farà parte della Unione i\ledica .Mediterran ea è stata di recente costituita fra gli
ostetrici e ginecologi d'Italia, Francia,
Spagna' e Africa del Nord. Alla pres idenza d ella società è stato ch iamato l'italiano
prof. G iuseppe Delle piane.
•••
COMO. - Sono attesi a Corno :\Iarlene
Dietrich e Walter Pidgeon che sosterranno i ruoli principali dl un film prodotto
dalla J\let:ro Goldwyn lllayer. La pellicola
che doveva essere In un primo tempo girata a Palma di ì\iaj orca verrà invece realizzata in Italia .
•••
BRINDISI.
Pro,·eiliente da New
\ !ork è giunto a Brindisi il piroscafo americano "Exiria" con un carico di sei
aerei a reazione e varie tonnellate di materiale, il rutto facente pane degli aiuti
militari previsti dal PA.ài.
LE BORSE
Quotazioni e cambi. Mercato libero:
s terlina oro 7900-7925; unitaria 16301635; egiZJana 1470-1480 ; dollaro
653,50; franco svizzero 15T· I5I,5o;
franco francese 1,59·1,6o; marengo
6225-6250 ; pesos argentino 26-26,50 ,
oro fino 795-797 ; oro grezzo 785-787.
Cambi medi: :;terlioa 1749,69 ;
dollaro 624,89.
.1)-1 e.)\.1.-11 Wb
uer la protesta dell'ambasciatore iuooslavo
Il viaooio al Cairo di Hyroade
desta preoccupazioni a Parini
MARGINE
seguente:
Nessuna sorpresa a Londra
ROMA, 12.
Neg li ambienti politici romani la protesta dell'ambasc iatore jugoslavo a Lond n • per l'accordo relativo all'ammi.nlstrazivne della >.<ma ":\" non ha destat<> sorpre;,a. Al contrario, si sottolineano ancora negl i a.mbienti politici le parole distensive pronunciare dall'on. De Gasperi
nell'ultima conferenza stampa per invitare Belgrado a mettersi sulla via di possibili accordi. Assaj signifi cati va viene pure ('Onsiderato l'in vito fatto agli alleati
di occupars i direttamente dl qu esto problema an~iché limita rsi ad un generico
invito alle parti afiinché raggiungano un
a ccordo diretto.
Senato
cmtti nuerà l'esa me dd bilancio dei Lavori Pubblici e parallelamente dovrà e-
CETRA S.p.A.
2 Festival deHa
pagi na 1
LE VACANZE
DALL' INTERNO
FELICI
Una Sezione dell'Unione Nazionale Somala
ape rta
INIZIANO
con
~ Quando preparate le vostr~ ~acanze - ricordatevi
l servizi B.O.A.C sono cosi frequenti che vi permettono
di viaggiare qualsiasi giorno vi convenga.
Il vostro viaggio sarà corto e piacevole - di conseguenza
le vostre vacanz·e saranno più lunghe e comincieranno bene.
Viaggiare per via aerea è di gran lunga più conveniente
e piacevole.
La U.O.A.C offre il miglior viaggio aereo.
E ricMdflltwi. ''
v~
B.O .A.C PRENDE BUONA CURA 0 1 . : . ; - -
voLATE CONB·O·A·C
P~r informazioni ~ pr~notazioni:
ri•olgersi a Mitcllel/ Cotts & Co. ( East Africa) Ltd., Corso Vittorio Em·
manuele /Il, Mogaducio, o pr~s•o qualsi(Ui Ag~nzia di Jli<~,~tgio riconosciuta.
B. Q.}., C : CENERAl ACENTS FOR O.ANTAS. S.A. A .• & TEAL .
t -128
a
B~ùoburti
Il 23 aprile 1952 è stata aperta la nuova
Sezione dell'l'nione Nazionale Somala di
Bu lobnni con i seguenti di rigenti per
l 'anno 1952 :
\". l' residente Scek ì\Jobamed Omar Abdl;
Segretario, l\Iohamed l\lohamud Roble;
Cassiere, Scek Abdi l\Iohamud ;
Consiglieri : Ibrahim Nuni Abdulla, Capo
Abdi Hussen Liba o, Capo Hagi Aroin
Sabar, Notabil e Abdi Hnssau Ali, Alr
dulia Gessau G ibril, Omar l\Iobamed
Ali , Ibra him Roble Aden, Omar Mabal·
lim Ehnl, Nur Abdi Ali, Farah. Osroan
Nur.
Una nuova sezione dell' U.N.S.
n
a :NJ:eroa
l.o maggio 1952 è stata aperta la
UUO\'a Sezione dell'l lnion c Nazionnle Somala di l\lerca. Sono sta ti nominati i se,g ucnt·i d irigenti per l'anno Hl52 :
\' . Presldent~:: , Scica H agi F.bo;
Segretario, Abba Scek Abu Mudher;
Cassie re , Sa id O mnr H agi .Ma lli.m;
Cons;glleri:
Dalo Abduruhman DalQ,
.Maie Ali Osmnn La mo, s~~k Omar Cu·
lò, :\Juchld l\ lttio, Nur Abu Mndber,
.\ bba :-.Jur Bin ,\ bba 1\ur lllusa mll, A·
brar Said Ahm ed, l\lobamed Maie Ahi·
ch er, Hagi Mohnmed Fogbi, Sceri f :Mu·
gue Aden.
N. 419 -
pn,gina
3
14 .maggio 1952
Il (;orriere d11lla Somalia
K'·~ln l !fUI. intit(,!,rtf> "Cht: cu~a vuole De
(;"~pc:n 1 • \.ltt.:n-io l';t•tiJrt; co~ì precisò U
11 pro~•IIIHI llllllh'fll <h•ll.l n\'h\,1 "E<tt:rl" pohbli<-hl'rà 1! '''<"'·utc .JriÌC••I••
1..' h.lll.l~h.l per Il unu\ n tunu d.-!le
eletinnl .tmmlnl,trall\l' è! u111> 1 nd •11<1
it-no <\'Clll!imt'ntu l'li .uu:hl' in '1•1::,1 t c•o:~a..~ione u•mi ,u pnhlH',t t•-.tt>n •11nu -.t.ni
in 5.,rill, ,hl im iati\,1 •ll'-:li ,•-.tr.·ud-.ti di
de.•tro e di -.ini-.tr.l, nd\.1 0:.1111p 1~11.1 <:lt•ttor,llo!.
L'oppo-.iti<>l' t'fiiÌ<'·' lnll.l l' hnpt>•l ttlnne d1 po\ltk.t <•,.tcr.l dd )l'CW<'rtHJ dcmocratko ,., m p trt it•ulun•, 1.1 ~u.t politica d'
dife::.a clt>i dirilll e de~::li iu tt•r,.,~! nwon ali, la ,.ua p(lliticu europt'l,tlrn, \" sua
politica ,, tlan iÌ•'·'·
Cht' ci sia ,•ritlca a li'<>per.t l o grl\'ernotÌ\O, .t nche nel cJutptl del r;tpjll>rtl in:,••·na z!t>ntli, è notnr.tle, è lo~it·o <.:d è a n zi
Ì:l ref.!lmt> thm10cr,11 ico, ;'lu«pit•abilt•, nec.,,.... no ed ''JlP<>rtunu. .i\1.1 I.J cntka dovrebl>e e~,.ere ul>iettlva e t•o,.truuh·a ._. non
faziosa ed nnkamenle nt ){ath·,t.
L'opposi>ione 111\•ec(' n on '-' riu~cita tìnorn a proporre .1k1111.1 ••llt>rnati va pratica e concreta all.1 poi llt'd <::.t~ra gon~r­
nativa, non .;olu, m.t troppo facilmente
d imentica che a\cnnt> -.ltll.ll.inni ed alcuni problemi imernadonali di oggi sono
Id diretla con,.t'gtWn7a di f;~lli od <:\'enti
che es.<a ste,.,a h.t originato o almeno ha
secondato.
L'alternuh·n della e~t re mn destra è, in
pratica, un ritorno :~Ila politic-a ester:~ f:~­
scista; l'altern.niva ~ocialcomu nista è la
cosiddett:1 politica di amlcit.ia \'e r"o la
Cnione Sovietica.
L'impmticobl!ità clelia prima, che ha
portato alla s:uerra, e a lle consegu<'nti dis truzioni e mutilat.!oni del te rritorio nnzionale, dto\'rehhe orm:ti c,.,ere c hia ra per
tulti gli ltall:mi. VoKiiom o qui r icordare
un solo episod io cbe ba:.lo n dimostrare
come una politica del genere - che comunque, ntl mondo in terna?ionale di oggt ci CO> tringe rebbe all 'l~olame nto e quind i alla lenta morte - fatalmente condurrebbe an cora al dlsa~tro.
Il 2G maggio 1940 il Presidente degli
Slati Cniti, Roo~C',·elt, inviò a :llussollni
an me.-.sagglo nel quale dice \·a, tra l'altro: "Il popolo degli Stati t'n !ti è g ra ,·emente preoccupato per le indidrazionl dei
pas-ati giorni che 'emur.1no mo~trarc cht>
ci ~la una crescente po~sibilità di e--tensione della guerra eu ropeo al :lfedite rra-
neo.
"So perfettamente attrover5o l \'Ostri
rece nt i mesloaggi e le dichl.tTazloni pubbliche da voi fa tte che il Go,·erno il<llianr. de.,idera ot tenere alcun i miglior.mH!nli della po,;izion<> dell'ltoli;'l.
"Se m'inform erete sugli s pecifici des ider i dr: li' lt.,Jia io li c-omunich.,rò - allo
scopo di a.,~ icurn rc le legittime aspirazioni dell'Italia nc:lla zona d el M cdilerran<:o
ni Governi d i Gmn Hrdagna c c]l
Francia.
"Pr<.'nderò quesL'lnitiutiva ne lla fiducia
di rendere un 'cn •i/.io co~tru ttivo in questo momento nitico t: coo Id sp1•ranza che
ciò gi<Jvi r.tla C'au~a dt:llo pnce". Il 27
maggio Ciano rist)(J~e all'amiJa~ciatore a me ri cano a Rom•1, Phl llip, un cowgori co
"!"o" aggiu n~"ndo dte "~ l u>~oli ni de!-1derava mantent•re 1.1 '>Ua li iJertÀ di 'l:tione
e che nrm t-r.; d•!li><'''''' ,ul iot.J\'Olare
trattatÌ\'e che n1m crarw in uccordrJ con
lo :.piTilO dd fa~n,mo".
L'alternath•a d.:ll'tMrc:m<~ "lnt..tra ì:,
come (ILIJi .. mo d •·t w, una p<JIItica di am icizia ver,o l'l.nimu: So\'iet1c:a. :\la qut!!lta
P'>littca ì- ,r.n.~ •·d i: tuttora praticata dal
Gov.-rn•• dcmoçrauc<J n ..tion•>: s<: e.ssa
n on ha d.rto 1: ntm 1là frutlr n "n è certo
p er colpa dtl (,o\'l:nt<J di Ron1.1. ·Que,to
infatti, lin ,],,! ~u11 rku~tru!r.,i nella c:.pital<: d'Il<&! la, lw manlt'llnto ~empn: un
attt•ggiamc: nto :uni t ht:v<•h: \ erbo il co,•er·
n u <li Mt>M<'Il: ho rt•dnto 'l lul\c le rid ties tc: >ovotli<•b e, grnudi 1: l)icrulo: (.rdcrn t~i­
meutu d r lull<· le c lu u ~ulc <h· l lrutlltlo di
puri·, rii'(IJrdu p.- r il JIU){.otOl·llto clt: llt• ripa razioni, c·~.,~i•me dt:llt: n'lVI, rlmpnldn
dei c iu udini '<wic-t i1·i, rt·~''"l1é de lla exVilla .\l.amdt'k 1: clc•li,1 ~:x-\'il!., Lnu.wi.;
accordi t·om nwrl'il<li cc·t·.).
'
V<: ( :nspc:-ri hu JH·rfino Invitato In .,tn mpa a<l l'\' h a re .JltOII'IIl ali 't ' nltmc Sovi<:lica. In unu ~:unf<-rc:nw ~t·IIII JM dtl 5 marZI} HHIJ tgli tlr 'e inf.1tti:
"Rucc111nundo
do "' it:trt: rif<'rirnent 1 t•h•· Jl()· •a no urturl'
leghtmw ~>n~cNtriJilltà e che l"'"•.t l1o dore In {,(,,, 1•11 ;uluut ellO' i'Ilalr,r ltmd 1
a~ intJiladrn r t.i In nn frt,nt<: a nll .,c,vl l'tict1 ,
Crò P'•trchl.w <·au,nrt· tldle <·•mo,cl(ucnze
fi~avon·\ uh per 1! m;o,tro i'ueH•, 1! qua il' è
rrcQnc,.,<·cnte alla ltu,~io JWr rl ~ono p<>l <:nte C(mtnhntn alh vltwriu. Qn"' ' i1 1ni di
Clirall t:re itlt:olug lcn t) d'altro lrpo Jl()ll de-
nmu II>CUr.l r t: l.t nostra re~ndult 1 pulhlt.t
ullido~lc:. che è .,l.tl;) '"m pro: l'(lr n·ll.l ed
improntat.t .rl se11~0 ddk1 più leale 'im.
('il tic\ Jll'r l't: .R.:,..~ .".
:Ifa qn.JI 'è !'l.ltJ la ri,_po,ta ~m·i~Lica a
q\oc.•t.t poliuca ilmidt.,\'11\e it.tli.Hl.l? La
l 'nion(' Scl\'ictica non h.t .<m·or.t voluto
fornin d.lll t>r<:Cbl ,.ull.t ~urtc tocc·,11.1 r1i
prigionieri it;ll!ani n un n·~tituitr ~<l ~·
st;lla la ~ola Gran Potl'nm chi! al ln Con ft::rel1za della l';~ce .,i è l>:ntuta per nsscg n orc Trit'ste a lla jugnsl tv ia c c he ha
pretc:-u ripartv ioui c cession i eli u;wi.
Succcs... ivumente è 1-tatn !:1 snlu Crnno1e
Potcma r h<.> ,.; è oppo~ta al\.1 re:.tilutioH(~
di Tril.", le aUu ~ovrun:tà italinnu t· 11\l'ingrc~"'l ùdi'Ilalia m•li'O.N.U ..
Ed l bolsce\oic:i no><trani che sono ro'ì
:,olleciti oell'orga nizwr~ imr!Q di telegt"dmmi t.ll prote't" in difesa d<·gli interb-~i coreani, non ,olo 11011 ha nno ·jJJ\' iOto
nl.'s-u n tt.'legr.tmma di prote~l a a ?>l osca
in ùif.,,a dt·~li inter~:s>oi Ùl'gli lw linnl ma
ouzi banno sempre giu,tificoto ed appoggiato l'<~tleggiamcnto SO\ ittico \'trso l'Italia. Il 10 agost<> 1!).16, De Ga-.peri, nd·
l'intento di cercar di mnnteoere T rieste
alla so,·rao.ilà italiapa, propose alla Conrim·iata co-;ì come lo er.J stata quella delIl' colonie. Disse De Gasperi: "Lo so, bi,ogna fare la pact::, bisogna ~uperare la
qa,f. 111.1 ~e ,rvete rin vi ato d'un anno la
qut••tiunc çoloni.<l<: uou :ncnd() trO\·ata
u n.J <,olutronc acu:gu.ata, come non polre'll' fJre o~ h n:tlanlo pt!T lo qut.:.,ti<>Dl' giuli:ma 1 C'l- !.Cmpru t empo per commetter" un errore :rreparabile. Il trattato sta
in J•ledl, am:h~ "c rimangono <~perte alcnlle duu'""' tt:rriwriali".
E i\Jolotov , nel suo di , <·or,.o dci a llgo''o !llll'Ces,;ovo, c~atlamentc ~terpretò la
J>tJrltllu tlt'llu propos ta di Dt Gaspcri e
proprit' p er qul',t<> la rt:.~pi n,.:e ne llnment<·. Di~~<: :l[oloLO\': "Ii capo d ella Dclega~ion~: ita li on:1 h..1 poi ~sposto un;1 tesi lna:.p<!llilt u "' c j•X: ch e n oi dovremmo llmlla rt· i per ur.r w h anlo a condudert: una pat'<· t>ruvvi:.oriu, a prolungare cioé l'ormi,.1 i1.io. e che la cooclu~ione de lla pace dclini l il•c• dcl\'reiJbè es~ere rima ndata per
u·t certo tempo. J:-:e ll'esporre questa tesi
t:gll ci ha f~llo capire c bt: prugella di
"lr:'ll're ,·,mtag!{io da ciò, fra l'altro, pe r
allenderc che ~i cr~:i una silua:cjont più
fa\orc,·ole per il ,.oddisfacimento delle
~uc ri,·cndi<'lnioni s ull'htria e su Trleft>rl'nt<l della Pace che la decisione fosse
~w". Gli e'enti !òUSseguiti pro\'ano l'opportunità e la lungimiranza della propo'-l.t di DI' G:~~peri. )fa ~nb;to i bol!:cevicl
italia n i ln ~or>ero cont ro tale proposta. E
nell 'articolo di fondo deli 'Vnità del 13 a-
ROBA SUA
Raooon.t o
po~t:ur.n.o
Tutta la notte accoccoLalo
sulla sogl1a delta tu,a casetta,
in faccza a.l mare, a succhiare
la ptpa spenta. E tutta la II.OltJ quel gridare, qttcl cluamare, là tra glz scoglt, come se
uno ci s' arra.mpicasse e lima-re lo ritzrasse gzù, ma tu~ di
lltt<Yvo su a chzamare.
E te, a succlnare la ptpa,
P<Yuer'omo, e a do11dolare la
testa, ché t'hanno fuCJlato il
tuo jtglwlo Sabvue.
Dondolare, doadolare la testa, che ora 11 eaH c/z e te la sentt più, ora che l'alba sb1a11ca
il m-are.
Quella in secco, sul Lido, è
la barca che, da qtuwdo lui
se 11/andò, non. l' ha piiì. riaVt~la ~2 mar~ . Questa la casa
col cam.po, ch'era lnila roba
per lui, t'oba sua ... li questo
!) il tuo babbo che non pia1~ge ,
ma tra poco 1:ientrerà, sprallg lterà l' uscio, c, quando loro
'l:erranno, nvn aprirà.
M a loro, 11 cara b'i?ll'k! l"i f atranno lo s tesso q11ello ell e devono fare .
Fecero lo stesso, quello e/w
dovevano fare . .'iarà stato sl
e ttO m ezzodì. Bu ssa rono all'uscio e poi ribttssaro11o, e
chiamarono a11clt e ,· ma lui
zi.tto, ché lui ... oh, lu.i l
Eremo .in du e che parln7•anono . E lu.i lì, dielro all'·nscio, sentì benissimo quawfo
quello disse: J'To', q11i c'è
un chiodo ! Dammi il foglio,
attacchiamolo qui".
Po.i se ne a11da1'ouo.
" ... E quando tu ci lascias ti la giubba, a quC'l chiodo,
che s'era tomali n pescare, r
la notte, g iù acq-ua a diluv io,
s 'inz uppò tutta .'.. . Oh l auche la tua mamma ci s 'arrabbiò ... Dopo vcntisci giorni che
la portarono a sol/errare. tu
<.1.1 V e rar:».o .l'<.fa g:o.i
sci1 dovuto andare alla guerra, Sabon e... e 10 ... sono ri,.
masio solo, Sabmte, io, solo
solo! ... Sabone , ora perché ti
se1 portato ta11to male ?... E
lu mi scri~ue-vi che ti vole<.:ano
bc11e i tuoi Su.periori, specialJiumt c il s1gnor T enente ...
Oh, sì 1 eri bo11o, tanto bono1
j1gliolo mio! ... _i\ 1a te del ton}o dei /ttcili lzai a·;•uto sempre
paura, a11clz e quand'eri bambiuo; bambi11o così, che ti
porfat•o a caccia. con m.ecQ. e
l ') spara'I.'O , e te cascavi a sedttre... S e mi avèssero fatto
clz i amare al tuo regginumto,
gliel'avrei detto al sig 11or T cll ellfc. Gli avrei ·raccontato di
tt~tte le cose d.i qttand' ~ri picCI~li O picci11o, e a-vevi pa·ura
delle streghe, delle versiere e
del Lupo Mannaro, ché te , sì,
figliolo hai av11to sempre pa·u.·
ra . E io g li av rei detto, al tuo
'tenente: "Sig 11or ufficiale
facciamo ttna cosa , pigliatevi
me, invece di lu~! ... ". E int'l'Ce ll CSS ltii O m'ha ma11dato a
chiamare, e sono rimasto qui
solo solo! Sabone, Saboilr .o
prego sempre per te! .. .'·.
•••
Sicché, dal dolore, a lui
pover'omo , il cuore gli prese
a dolere .. Allora una 'Inane
sempre sul cuore, e ogni tanto a d_ire: ''Sabone, ora vengo
an ch'w, Sabo11c! ... ".
E tutte le 110tti t)Hel g rddare, q11tl rlziamare, là tra (Tlì
scogli, conze S(' 'U-110 ci s'arralllf>icasse, e 1;1 ma·re lo 1' Ìflrassc g iiÌ, 111a lui di nuovo su
a chiamare ...
Quella in secco, S11l liJv, t'
la barca che, da q11a11do l1~i
se n'andò, n on l'ha Jm) ria..
vnta, il mare ... Questa la casa col ca111po. ch'era tutta roba per l11i, roba sun.
~
\'ER:\NO li iAG NI
( IJ~r
v c ntih: cout.'b,:,luoe
l " :.Celio lllu•lroto •).
th..lP~\litur-:
d~
p.... n~icro dt-ll'.:~trcma ~tni~tra a tal propc.o... lt<J. "!..1 proptJStl< C'OJJCn:ta più di·
<ol'us•a tro q •1clle a vo~n/.:Jte d.,)l'r,n. Dc G.:sp~ i è il rinvio della qut•tione eli Tries te; e -~u non t ~l a tu .tHatt<J IH'I'olta con
fa,•ure ... Che cos.; bp!.!ra l'on. IJe Ga•per i d:~ l riowor1? l 'n ;wcord•' direll'• italojL•gc.slrl\ o? :Ila se quc~to è n:romenle \'OIuto eia! Go' ernr, lt.'lil.. no, pub <:&<,ere tentatr, ,u ùito partendo notur !mente dall:t
~itaa7i<me rP.IIC e di rui è ,.;,no ~pcrare
una n•oùitkil?.l()ne SO!> Ia ozlalt:, che c10é
TrieMe n"n vt·rr?\ data n~ allo stato itallan<) o(: a quello jug~ la,·o, c cb e quindi
è 'in terc~se cmnune farne uno Stato libero e vitale ,..e nta la intromililoione di alcun a altra l'otcnzrt ".
Cosi è hen pr('cl,!tto c he cosa intende\'a no i bobc·evlci nos trani per tratwtj ve
dirette con IJ jl1go:,l.tvl.J.: rinunzia a T r iestt: il olia no!
!~'est rema slni~tro , 3\'evu g}< acc_enato
il sacri firi() di Trieste. Il Governo democra tico h alillntJ invece non l'ha accettatoe 11011 l'accetterà mai. Continuerà a batter~i con fiducia perché J'rieste sia rhtlLul ta ali;~ piena -ovranità ·italiana.
E non è questo Il solo a:.petto po.>ifivo
dell'attuale politica estera italiana.
.\ soli cinque anni dalla sua firmo Il
T rauato di Pace con l'Italia ha subito un o pro fonda revis;ooe di fatto nelle sue
clausole economi<..he e m ilitari ed alla iine dello ~~torso a nno si è anche ottenuto
l 'obroga?ione for male - con il consenso
della maggioranza dei suoi firma tari del prl'ambolo, delle clausole generali pol!tiche, Industriali e di quelle militari.
I tre anni trascorsi dalla stipulazione
del Patto Atlontico pro,·ano ampiamente
che es,o è in effetti uno strumento di
pace, di dif.:so c di collabor:~.~:ione e non
è diretto con tro nessuno. Anzi si va sempre plil accentuando, specialmente sotto
il pungolo del Governo Italiano, la sua
ftmzlone d·j s timolluore della cooperazione interna~:looa l e: n el ca mpo soc ia le . in
quello economico e in quello culturale.
La collaborazione econom ica e culturale
con tutti gl i st;l l i Ilei mondo è in , -ia di
progTe,;s h ·o e continua aum~nto; il Busso dell'emigrazione ital·!an.t si accresce
ann nalment e e conquista. nuo,·i sbocchi.
La politica europeìstlca del Gon:rno
ita liano, cbc: m irn decisamente alla cost ruzione eli un'Europa unita, federata e
)X!clfica, moM rJ infine come li Co,·erno
d! RomJ non guard; indietro, come ,-orrebbe l'e;.trema destra, o da ua lato, come ,·orrebbe l'estrema si nbtra, ma gunr<b ben awmti con un:l g rande speranza
di pace e ù l be nessere per l'Italia, per
l'Europa e per il :\Jondo.
Successo a Cannes
di ({Due soldi di speranza''
C:\NNES, 13.
Ln ci nematOJ; r::tfia italia na ha ripmtllO
IIUO\'U :-UCCeS$0 O! Festi\·al eli t 'un ne,.
lnfattl il g ra n premio per il migliore JJ irn
a lungo mclr:~ggio è statÒ asscgn,tto al
film ' 'Dne sold i di speran za " di 0\~td­
lani e altril>uiro ('x aequo anche ol film
''Otcllo" di O.rsou \\'eli~. Ii pretulo pE-r
la migliore ~.·eneggtatura è Sl<tiQ a,.~~
gnato t1 Piero T<:lltnl per il film "Ladri e
Guardit•" (' ull'ltolia ~ s tato infine altr!buito Il diploma ~pt'Ciale per la miglwr.:
:.elezione n.tdonale.
\IO
Sblocco dei beni naliani
in. Ca.na.dà
Con_ l'Accordo itnlo-camtdc ·e, conc~uso tl 20 settembre 195 r, in occa~tone dello \'Ì:;,Ìln ad Otta\\ a di s. E .
tl Presidente del Con:;ig lio Dc Casperi, ~i stabill , tra l'altro, lo sblocco dei beni ituliaui ::>ottoposti iu quc1'
Pal·sc a mi~nrc di s<.'quc:.tro.
Jn scgnito nlln predetta connmuo11<', sono state recentemente concordate tra l'AmbasciJ ta d'Italia iu Ottown c le antorità ca nadc~i , le m od::t·
liti\ rcbtivc allo sblocco dci beui in
<tucstionc.
Per m aggiori chiarimenti gli eYen .
tuall interessati potran no rivolgersi
a l Gabinetto dt.:ll' Amministratore.
\ ONEMA CENTRALE
l
'Sorvegliato Speciale l
con R08ERT TAYtOR · lANA TURNER, ED WARO
ARNO lO • VAN HEFliN Dire/lo do M•ryn leroy
Metro Go/dwyn Moyer
,
CRONACA CITTADINA
Un lutto del mondo mussulmano J1 v v E .1VI JJJ E N T I SJ>OR'l'IVI
lloli7.iu da
'n
n C' da m. 25 . l'rendo unico : il go"/,
territorio
della
col-'\
Commis
sari
a
to
del
Ci
c
li
s
mo
d\:IJc
avvcnutJ, ili
.\htlnllJh Cntub
Giun~e
(.~ulog ioil,
Uga~lèll,
ll ll)l'lC,
i~cri7.ÌOili.
~cdch
&.'<X'a:.cian, aulorc\·~,lc rdigio-,o ~.:
UlaL~tro del 111 011do lli\1>-:.U!IIl:lUO Ùcll't)gadLII e ùdl' Harrar.
La farina e il pane
L 'Ufricio ~uitario dd )lunicip;o
lu diramato il ~.cguente avviso:
Si uoti!Ìt:t\ aIla popolazione eh~
l 'attuale panifica?.iouc non corrispondente ai rc,tuìsìti voluti avrà ancora
la durala di qnalchc gioruo c ciò per
fattori conlingeuriali .
Si assicura la popol:vioue che le
farine utìlizzate all'uopo sono da ntener'i non dannose ulla ,alutc.
Vl2'A DEI PARTI TI
Hizbia Dighil Mirifle
di Bardera ...•.
L 'Assemblea O rdinaria della S.:-zione del ''Hizbia Dighil e ;\liriflc",
eli Bardera, tenuta il 19 marzo 1952 ,
ha eletto i sottonolati membri come
Comitato locale:
Segretario: 'cl!k ;\lusse Aden
\'ice Segretario: Abdi Abdì Sala m
Membri: Abdalla Ahmed Auod, )[ohamed Hussen Ierò, Alio Aden
Ahmcd, ~uno Osman Sciabau,
Abdi Hassan 1\hmed, Abdici Alio
Sa111o, Mohamed Gaid l\Iohamcd,
· Abdullnhi Osman Issak, l\luctar
Barre Abdi.
***
... e di Baidoa
L'Assemblea Ordinaria della Sezione del H. · D. )l. di Baidoa, tenuta in data 4 corrente, ba eletto i sottoelencatì membri come · Comitato
locale:
Segretario: I mau Osman Ali
Vice Segretario : G hedo Aden .Magan
.M:embri : Mustaf Scek Hassau, lllo·
hamed Nur Hagi, Mohamed Sce k
Abdi cc Caffè,, Scerif :\Iohamud
Hassan, Robo Issak Osman, Ab·
durahman Abdalla Tud.-i, Alio Surau Idris, Eden Giumale Abdo.
Keinan Osman Nur.
li 10 maggio :>i è riunita, ~ollo la
Pre:>td(.;ll:l:a del Lùllllllb,.,auo dd Ci·
di:.mo Cav. C.1lto, la :.pccialè Com
mi:.:.ioue per t::..Ulllllal è il n:dtuno
prc:>enta to dalla ~udcria Quartucci
e vari corriJ ori: J1dmontc, Xcgrentc
c Prt:tnosèlli, 3\'\'cr,o alle ùo.:cbioni
prc:.e ùatlu Giuria, in merito alla
Corsa :\hlg;Hli~cio-A rgoi è ritorno.
LA CU.l\1.1\l!::;:-;roNE
\'is ti gli atti dcll:\ g<lra;
Scutite 1è tcstimo nian7.c del caso ;
Cou:.idcrato che i corridori Be lmonte, 1\"eg rt>ntc e Prcmol>clli, ver
qu.:~nto apparte nenti alla Scuderia
Quartucci, :>Ono c:.trnnci al comportamento del capo dclb :.tCl>:.a Scuderia c non banno :.olkcitato tH:;:,.-,un
aiuto ali 'arrivo;
Constatato elle la dbtanl'a tra ìl
motocicli:>ta cd i corridori era blc d.1
non influire decisamente s ull'esito
della volata finale;
DELIBERA:
r.) Di mantenere l'ammo nizione a l
capo della Sc uderia, in quanto
anche durante il percor::.o t! s tato
numo:rose volte richiamato .:~ll 'or·
dine sia dai Conunb:-,ari di gara
sia da componenti la Giuria e ::.ia
dalla stes,.,a Polizia della s trada
addetta alla discivlioa del tnlili~
co della colonna dei corridori.
2.) Di assegnare comunque il premio
previsto alla Scuderia Quartucci
sopratutto per le effettive ben~ ..
merenze che la Scuderia medesima ha nello sport locale.
,3.) Di mantenere aitresi il premio
sancito dalla Giuria per la squadra <l Gumierato )l.
Il Commissario del Ciclismo
O re 15 circa: Graodo Tiro « GlaUo·
J{O!ISO ». :-;cric di tre piccioni da
111. :!b. Gara d't :u. 27. l:ua i<:.erilionc e due rci<:.eri1io ni.
t " premio: So. 311o c mecla$!lia d'oro
(>!r. 16) off~:rla dalla A. S. )l oj.!adiscio.
2" prcmio: !';o ..wo c mc<laf.!lia d'ar!!'euto offerta dalla Soc. Tiro a V olo
3° ptc1nio: So. 2r1o e medaglia d'ar·
genio offerta dalla Soc. 'firo a Volo
4• premio: So. 1 00 e medaglia d':tr~en l o offerta dalla Soc. Tiro a Volo
Tiro di chiu ... ura : un piccione ,1:1
m. 26. Premio tu1ico : il 90% delle
iscri1.ioni.
La premimdo nc verrà fatta durante la Ve):rlia et Giallo-Rossa >l al Cir·
colo Duchc!>sa d'Aos ta.
ff.ovimento del Porto
GlORKO 13 CO RREXTE
Partenze:
P.fo "Sistiana" (bandiera italian:t)
per Chisimaio, con 217 tonn. eli
merce varia c 5 pas:;eggeri.
Sambuco "Nasar" (arabo) (baodic·
ra Hadrmnaut) per Garaad, con
23 tonn . eli merce varia e 6o passeggeri.
TIRO A VOLO
Previsioni :
Giorno 16 corr.: arrivo P.fo "Tripolitauia" (bandiera italiana) Ja
Aden.
Giorno 17 corr.: partenza P.fo "Tripolitania" (bandiera italiana) per
~1om basa.
Indetta dalla Soc. 'I'iro a Volo Mogadiscio e A. S. ì\logadiscio, ,;abato
17 corr. allo Stand del Lido avrà luogo una grande riunione di
TIRO AL PICCIO NE
Programma :
Ore 14: Tiro d'apertura. un piccio-
UN OQOLOGIO - In una via eli
è s tato trovato un orolo·
g io da polso. Chi :'ha smarrito potrà
:itirarlo al :\Iunicipio - Gfficio E conomato.
~Iogadiscio
li Crowt.ta rit.eve dallt·
ore
7
nlle ore ro · Td.
2I
SVETTA COLJ O'OGG J
Cinema fl cnadlr - rr l nt·rncio 1·~ ricr).
lo~-oo " ·
Ciu"ma Centrale • '' S'>rvqdial•> .,1,.:''iul c J> .
Cin ema E l Gab - •r Impresa Lrrn, .. "·
Cinema Teatro Hamar • u Lo ::.CJJI.
d.JlrJ del \·btito Lianco '' e Gbrn.J
l~· F ox.
Cinema Missione - <• 1kewcc >• lhJm
iudwn<>) . Prcz/.i: Adulti ~o. ~ .
Ra ~:11.zi So. 1.
Suoc•·clnema - re C'~ un fanta!>ma ne:!
Cu-;tdlo 11 e nuo vb-.inH> Cine <; 1, 1r
nal~: J.'ox .\-Iovietonc.
ANN UNCl
L' ANT OR IM ESSA VITTORIA v1a
Ruspoli • Telefono 363, nok;cl(ia
Fu1t 1400 in perfetto ordine e JIUhzia, con servizio diurno e nc;tturn"
i nintcrrottamc nte.
VENOES! vettura Chc vrolet til•O 41
iu o ròine, con mo tere revisionato ~
nuovo. Pre-tzo conveniente Ri vol~crsi: PORRO.
GRA N DE assortimento sedie Vit:niM
per 'lalotti; sedie pieghevoli; •.:di~
cinema; sedie con tela. ;\fal!ancm
l'ATRIA (vicino Supercinema .
NUOVI A RRIVI ciclomotori Mosquito (Quattroccbi) - Fucili ca.;
eia varii calibri ad una e a du~
canne. Magazzeni "PATRIA" (vicino S upercinema).
W6
f&Wt<JW'k
Il 28 aprile s i spegneva a Genova
A DA MARIOTTIN I SIMONETTC
Il marito ed i figli ne danno il tri,;te annuncio.
Gli amici della famiglia ;\Iariottim
partecipano al cordog lio per la [>.:tdita della Signora
A DA MAJ{lOTT I N I SIMONETT I
La Cooperativa Edili7.ia di )'fnt<adiscio partecipa con dolore la pl!rdita della propria consocia
;\fASOERO VIRGI N IA
V ed. Quara nta
Alla Famiglia le sentite condog lianze della Società.
TRAGICI\ REALTA' E SUGGESTIVA fANTASIA SUlLA RIVA DELLO SCf BELI
Un ippopotamo trascina sott' acqua un ragazzo
n_ei
pre~sl
Cna pietosa s \·entura s \·oltasi nel pomeriggio d'ieri sulle sponde dello Scebelt,
nell'abitalO di Afgoi, si \'a colorando dt
romanze~co ·jn mi,ura ta nto s uggesth·a
quanto poco credibile.
t'n ippopotamo - ma si crede di ;,ap~:­
re che s i sia trattato più precisamente di
un'ippopotama - s'è buttato contro un
gruppo di ragazzini somali che stavano
giocando in riva a l fiume, ne ho addeolato
uno e se l'è ponato sott'acc1ua. Gli altri
sono fuggi t j urlando ; e: una folla di p~ esan t è accorsa. Della viu im:~, sul subito,
nessuoa traccla. Solo dopo cinque buoni
minuti, il povero corpo esanime è r iapparso alla sup<!riicie. L'ippopot.amo r iappar iva anch'c:~so, più •n là, e s'infilava
n~lla bo..caglla.
Il po1·cro r agazzo veniva Sllbito riconosciuto, dalla sua stessa mamma. Si tratta
del qul.ndicenne )lohamed Gibril Sucu.
:Fucile imJTI!.L!(inare la scena eli di sperazion e s vol tasl su quella sponda, dove u
memoria d'uomo, mal nulla di s imile era
succ:e.Jò<>. t\ccorso il medico, sl ri scontra-
Questa sera
LA "LIBRERIA n! PER011
Dl G. PORRO, AVVERTE
CHE SOXO W COR O LE
PRE~OTAZIONI PER:
dell'abi1:at:o di Afgoi
\'a sul corpo del !ancjullo una sola ferita,
sull3 coscia s inistra, e \Udentemente cagionata da un mor•o.
Orrore grande, e non nwuo grande
stupore. L'ippopotamo, come si sa, è \'e•
t,lturi:llW; e, .,e .! \'O.:ro che i lll!nti gli ser1'0110 anche per la difesa, è altrettanto
,·er•) che nessuno vide ma i un lppopota·
mo par tire all'attacco premeditato di
gente inoffensivo.. Tantomt'no, di barot-ini.
Su questi elementi non ha tnrdato, come dice,·amo, a fiorire un piccolo r oman·
lO.
n
popolo ha pen$1110 a una ..,·enJelta
della maternità". L'a~sass lna sarebbe stata un'ippopotamo. a cui un cacciatore ,
pochi giorni fa, twrebl>e rapi to Il piccolo
ancora lattante. Toccante oo1·ellina, senzu dubbio ; ma, pmbabilmcule, non più
d'una n<>vella. Senza esclude re, tuttavia,
negli ippopotami come nelle formiche,
un'alla capacità di amare e dl so(frire.
D'a ltronde, nel trotto <.li fiume che attraversa ..\fgoi nessuna cnttur o. del gene.
re è s tata, da gran tempo, effettuata. E',
più f:tcilrnente, da rlt t.'nere che nelle vichta nze d'.\ fgoi si aggiri un ippopotamo
- o ippopotamo che :oia - di carnttere
particolarmente ombroso e furioso. Ogni
rcgoln ha le sue eccezioni.
Testi scolastici
:\d ogni mo<.lo, il residente ha prov,·e·
duto a organizzare un a "battuta " per
cercare dl liberare In bella, e cosi acco.
gliente, ciltodinn dello Scebeli da ta nto
scomodo frequentat ore.
1
IN ARRIVO DALL'IT t\ LIA
1
E GL\ IN POSSESSO DI
1
U NA PARTE :
BOLLETTI NO METEOROLOGICO
del 14 maggio 19.)2
Tl'mperatur:l ma'-•lma
Temperatura minima
\'e nto prC'vnlente SW
Lin:llo fiumi:
Afgol
Dt'lct Uen
32
26,5
velocità Rm . 7,9
m. 3,85
2,-
..
!lfnrec pe r Il giorno 15 maggio :
.\lta marea ore 08,30 ed ore 20,25.
ll.t:osa marea ore Ol!,l!l <'d ore 13,57.
Scuole Me~ie, Ginna-
si~!.\~~P!!~~!} Licei
1
Scuole ·Elementari
AL SUPERCINEMA
Questa sera
"C'è un Fantasrna nel Castello,,
con VIRGILIO RIENTO poliziotto dilettante e SIL VANA J A CHINO. Uu sog~etto spassosissiwo di V. M E TZ
PRIMA VISIONE ASSOLUTA
NUOVISSIMO CJNE GIORNALE fOX MOVIETONE
-·----
J
MOGADISCIO
Direzione : T elef. A.F.I.S. 30
Redazione: Telef. A.F.I.S. 21
Cronaca .
T elef. A.F.I.S. 21
l
QUOTIDIANO
~OGADJSOIO
PUBBLICITA': Agente Porro, Tel. 98- Tariffe: per cm. di altezza, largh. I col. ;
Pubblicità So. 2,50, Necrologi So. 2, Cronaca So. 3. Economici: Cent. 25 a parola, minimo Io parole. La Direzione si riserva il diritto di non accettare gli ordini
•
AB BONAMENTI -
DI
GIOVEDI15 MAGGIO 1952
11
A
RIO
111 N 4 20 p
10 nt
l
• '
· flUI
C •
Numero • sei pagJne
Annuale So. 30 • Semestrale So. 11 • Trfmntrale Se. 8,50 • Aa.oale, rt•.ct•. ,., offlcl pubblici Se. 15
ATTIVITA' GOVERNATIVA E PARLAMENTARE ITALIANA
l'aggiornamento di alcuni punti
della legislazione penale
11 relativo p t ogetto di legge che riguarda i delitti
contro le istituzioni dello Stato approvato dal Consiglio
ilei Jfinistri - L 'esposizione di Va noni alla Camera
.Rll~ .-\..
15·
Il )liui::.tro dell' lut~;:rno ha impartito nuove d1spo:.izioni perchè :.ia as·
::.icurata la più rigoro:.a tutela dei co
mizi dettorali, cioè del diritto di parola es~.:rcitato liberamente dagli oratori di qualsiasi p:u tito e autorizzati.
A tal proposito il .:\lini::.tro ha richidmato l'attcn.done di tutte le autorit.l
r.,:.1.on::.al>ili dc1 servizi di ordine pubblico affinchè intervengano per la tutda delle libertà democratiche con la
ma .,ima deci:>ione ed obiettività.
X ello :;tcs:;o ten1po, il Consiglio dci
)Iin];,tri ha ieri approvato il progetto
di legge per le modificazioni da portarsi al codice penale in quella parté
.che r ig-uarda la tutela delle istitu~io
ni fondamentali dello Stato. Non st
tratta, come si è çhiaramente detto
nel comunicato ufficiale, di leggi par
ticolari e, tanto meno, eccezionali ,
ma :,<:mplicemente di aggiornamento
di delicati punti della legislazione penale, ;,opratutto a !!Otezionc della libertà per~onalc e di pen:-.iero e, in
gt.:ner~:, delle lib<:rt'l politiche e civili. L'articolo ba'><: è il seguente:
<c Chiunque promuo,·e o costitui:.ca o
<>rg-anini o dirige un partito, una a:.s~iazion<: o un movimento che sia
diretto contro gli i,tituti democratici
fondamentali stabiliti dalla costituzione OY VCTO minacci od esalti la violenza come metodo di lotta politica,
è punito, q ualora ne possa derivare
r •ericolo per le li bertà civili e politi<he dci cittadi ni, con la reclusione da
uno a tre anni e con la multa fino a
un milione di lire >:.
Con altri articoli si com111inano 1>e
ne per chiuuque faccia propaganda
<liretta a stabilire una d ittatura od a
sopprin.er<: le libertà civili e politi·
che garantite dalla costituzione. E'
previo,to, anche, come reato, il pub~
blico vilipendio della persona d1
membri dd Parlamento o del CoverJ.lO, voichè il vilipe:ndio colpisce r~i­
.rdtam~:ntc o inùin:ttamente anche le
< 1~tnuzioni >> .
infine altre norme puniscono il ~a­
lx>ta"gl~ militare ed economico e ~,.
TITOJ•~Randa diretta ad opprimere,
nel cittadino, il sentimento e i doveri
per la difesa della Patria.
Alla Camera sono in discussione i
bilanci finanziari.
Il Ministro delle Finanze Vanoni
na annunciato alla Camera dei DcJmtati l' aumento delle entrate statali.
li s no (li-.corso, improntato a un to
no rcalio,ticamente ottimistico, rapprco;enta un pnnto fermo e stabilisce
']e entrntc fhcali a 1 2 5 miliardi eli lire
al mese, con nn increme nto di 65 vol-te le slati<;tiche TQ:\8·:\9·
Gli Stati Uniti forniranno
a1la. Spagna.
aiuti mililarl ed economici
'MADRID, 15.
Secondo informo~ioni comunicate dalle
;~lte autorità di Mo.drid viene annunc ia·
to che in occasione dello festo del 18 lug lio prossimo, sa rà firmoto o Ma drld il
trottato militare ed l'conomico, attuai-
mt-nte in corso di negoziati, Cro gl i S toli
t;niti e la Spagna.
n trattato non pre vede l 'insta llazione
di basi militari alleate In te rritorio s pagnolo come pure non è prevista l'entrata
da soldati americani in Spagna.
Gll Stati Uniti forniranno le aoni e gli
equipaggiamenti necessar i per modcrni:r.zare la mar ina, l'aviazione e l'esercito del
paese. E' previsto fra l'altro un importl!nte aiuto pe r accrescere il potenziale economico della Spagna.
Eisenhower a Londra
P ARIGI - Il Gen erale Eisenhower s i
recherà lunedì 19 a Londra p er commialarsi dalle autorità britanniche.
D comanda nte su premo in Europa lascerà d omani l'aerodromo di Orlr e sarà
ricevuto dalla Regina Elisabetta e da
\\' inston Churchill.
In oravi difficoltà i . cinesi
Varie noli?.ie, g iunte receu temenle dal
TibcL, ne lle cupita li emopce perm ettono
di as:<ic urare e ia: il Go,re rno di Pechino
sta incoutrando gravi difficoltà in quella
regione.
JJ Genera le Tchaog Tching Wu che governa c umminjstra il paese, non ha una
rea le autorità se non a Lhassa, ma nelle
regioni lontane dalla capitale tibetana, i
paesi sfug!'(ono totalmente al suo potere.
La sorpresa che ha manifestato la popol.>zione durjlnte le prime settimane d'in·
vasione si tras forma a poco a poco in una
n:sistcnza, ,ancora inorganizzata e spora·
dico, ma sufficiente già a creare molte
difficoltà agli occupanti cinesi.
Le lruppe cinesi vivono in un paese
cbl" ha conosciuto durante l'Inverno scorso tcrriblli restrizioni alimentari e requi,.izionc dei raccolti per ordine del generale T chang T cbing Wu creando in
tutto il paese una atmosfera di collera
c he potrebbe essere preludio a rivolte locali.
Il Giappone si presenterebbe
oa.n.d idato a.l1' ONU
TOKTO - Un portavoce del minis tero
deg li e.>teri giapponese ba reso noto la
dec isione del suo governo P.i sottoporre
ull'approyazione della dieta la candidatu·
r,t del Giappone a lle Nazioni Unite.
La forza spirituale dell' Italia
•
ne t rilievi di un giornale britannico
Il "Baltimore Su n", in un editoriale
dal titolo: "L'Italia dimostra ancora una
volta la sua forza spiritua le", scrive :
"Q uando e ra in Italia p er la s ua visita
d 1 congedo alle nazioni europee, il Gene·
rale Eisenhower ba aHermato che le forze ùi difesa dell 'occidente polranoo o(.
(rire una ragionevole s ic urezza entro due
o tre a nni se anche g li a l1ri paesi riuscimnuo a raggitwgt!rC quel li1rello di prog resso che l'ltal\a ha conseguito nel do·
poguerra.
Il comandante militare della NATO
parlava soprattutto in termini di progressi mililari, ma q uesto pot.:rc ùi riprL'l.n
dl!ll'ltalia nel campo miliwre rlenl ra e fa
parte di u n quadro )nOito più 1·asto. L'].
t alia ha tremeodan1ente sofferl o durante
la gu~rra che per qua~i tre anni Infuriò
sulla ptnisola. Le grandi cluà non subt.
rono distruzioni t otali, ma i villaggi ed i
piccoli centri furono del veri campi di
battaglia. Migliaia e migliaia di civili fu ·
rono uccisi e molli paesi com ple tamente
di:.lrutti, Il patrimonio zootecnico r idotto
a zero, ponti e strade sconvolti dai bombardamenti alleali o fatti ~altare In orio
dai tedeschi mon mano che con ostinato
riluttanza ve nivano cedendo terreno.
L'Italia non ha sofferto soltanto dal In·
to materiale ma anche da qu ello mora le.
Ad eccezione di pochi, In mossu d el (>opolo Ita liano non sentiva l'ollert nza con i
1eùe~chi che lo d b prcuo vano c ch e es·
so, a s ua volta, odiov(l. Questo sco tl menIO d i di s prezzo era allora condiviso a nche
da molti a pparteucnt i alle forze oll en le.
L'aiuto fornito dagli Stat·i Uniti ba C(>!)·
tribuito in )nis ura rilevant e a questa ripresa deii'Ilalia n el periodo pos t·b<'llico ;
ma l'e le mento !ondnmentale resto pur
sempre questo rigoglioso rifio rire d ello vitalità italiana. La ricostru7iu•H~ di villaggi e ponti fu iniziata immedin tome nte e
n on assunse l'as pe tto d i una si~tean n~ione
provvisoria o li t t 17\a : f'llifici e manufnll i
venivano e retti lo solida pi etra s u a mpi e
mura.
Contemporaneamente, e con rinuovGlo
energia dopo il fallito teotntlvo comuoisu1 di impossessars i del potere nelle e leo
zioni d i due a nul or sono, llli ila lionl si
d edicava no allo ripreso d e llu produzione
LE UDIENZE
che occupano il Tibet del Segretario Generale
PARIGI, 15.
indu'>triale che oggi uguaglia quella eli
altra pane del mondo.
Cna rinascita a rtistica si è s,·iluppata
da pari passo con quella economica . Ess t è manifesta da un lato nella qualità
eccellente sotto il punto di 1·ista creativo,
d eli \t rl ig lan;u o, delle ceramiche e della
moda italiana, e dall'altro nella ricca
produz ione cin ematografica , letteraria ed
ut·tis ticu.
L'ltHiia ha molli c gravi problemi ... ma
dimo,tra di attraversa re un pt!rlodo di
rinnovato rina~cimento che è In pieno ri'go)::'lin. Ciò è qu an to ma l confortante ad
OSbervnrt:" .
qualsia~i
Ieri il
vuto-:
Seg~etario
Generale ha rice-
Il Consigliere T erritoriale Islao
Mahadalle Mohamed con una rappresentanza di esponenti Abgal
della capitale, costituita dal Coos.
Terr. Hag i .M.obamed Mahamud
detto Fodle; H agi Mobamed Scek
Ahmed, Presidente deU' Associa·
zione Gioventù Abgal ; leverò O·
mar, Presidente del Comitato Somalo; Ali Ilote, Presidente del·
I' A.N.Co.S. ; Ilote MahalJim; Ha·
gi Ahmed Mohamed « Finanza »;
H agi Mohamed Arur; Hagi Abdi
lrave, che bano? trattato questioni o problemi interessanti i grup·
pi Abgal della capitale.
LA RIUNIONE
dei Capi degli Uffici
Ieri, sotto la presidenza del Segre
tario Generale, ha avuto luogo la
consueta riu nione settimanale dei
Capi deg li Uffici. Sono stati esaminati i seguenti argomenti :
-
somalizzazione degli uffici ;
divieto di esportazione di cereali.
In merito è stata confermata la
direttiva dell'Amministrazione già
in atto da tempo circa il divieto
di esportazione dalla Somalia, facendo eccezione soltanto per i c:~
reali prodotti fuori del Territorie>
ed in transito per l'imbarco a Mo
gadi· ci e>;
provvedimenti per infittire la ro
te di radioaudizioni nell'interno;
nuovo ordinamento del Corpo de-
gli Ilalo ;
questioni di ordinaria amministra
zione.
ACHESON IN EUROPA
PER LA fiNE DI MAGGIO
?•
Una nota belgradese a l VasbinRton
s ui r ecenti provvedimenti relativi alla z ona
\\' AS III NCTON, 15.
Una cotegorica dic hiara~ione ha c:aratteri ao to l'ini zio della conferenza stampa
di A che~ou Il quale ha detto: "Tutti sanno, !'IJmprcsa la Russ lo, che gli Stati Unii i !-.Ono decisi a res tare n Berlino e prot<·~gc re gli Inte ressi della ~vna occiden.
tnl(• dt:lln ci ttt\".
Adw~on h a aggiunto, rispondendo od
111111
domando, c he iucont<:s tabihuente
Frnnciu e Gnan Bre aog na condiddono tale atteggiamento.
Egli hn dicblarnto anche c he OI'Tà prosin Europo colloqui t."'n i !1{1n islri degli Esteri di Francia e Gran
nr~to~rn.t . J.u s ua int t!n7ione in eUettl ~
quella ùi inlmprendere un l'iagglo ' l'r~o
l' Europa prima de ll o fine di moeglo n e!1.1 s pera n.ta di poaer roppresenlar~ il suo
Governo ollc cerimonie per la nrmtl de~li
s t.nunenti d lrllomnllci, alcuni del qa&li
mellern nno fine allo stato di occupm:ione
tedesca l! altri definiranno il quadro giuridico d('llo comunità europea di d ifesa.
si mu ml•nt~:
Sl'Conùo Acbeson la
firma degli uceordi
contrattuali [ra le 1re Potenle occid~nta11 e lo Repubblica Federole, do~bbe aver luogo a n on n. 11 Segreta rio di Stato
s p.:ro uppuoto di Lro1·orsi in Germa nia
per tnlc occasione, bl'ncM: la dota d~ne·
c-erimoni e non s in s lalu ancor:t fissata.
Ciò /;! dovmn al fnuo l'Ile re~tuno ancora
dfl r.:~olure alc-une questioni di carattere
secontlnrlo.
E~:"li ha d.-no tutta via di (tvere buone
rllg ioni per l·redE>rC eht' la firma degll
s trume.nt l ni'Ven:h primo dello fine dì
maggio. Interro~alo :<ul problema di Trieste il Segretario di tnto h o rifiutato dì
fare O)o(ni commento s ulh: rt>azioni sollevute a Belgrndo (!(allo r(>('ente decisione
presa o Londra dnlle tre P otenze occidealnl i concernente In ~ontt A.
.\ c-h eson l'l ~ limit:tto n dire che l'Ambasciatore omerlo.1no n Jklgrado Alle.q
ba lnformoto il Dipartimento eli Stato di
avl'T ricevuto uno n ota dal Governo jog oslnvo, a tal proposito.
n Segretario ùi St ato h a dichiarato però che tale documento non è aJloar&
g iunto a Was h ington .
l
~
H maggio 1952
N. 419 -
Il Corriere della Somalia
J)agi na 4
'U LTIME
PATTO MEDITERRANEO
Riunila a New York
la commissione per il disarmo
TRA SPAGNA E PAESI ARABI 7
NEW VORK, 1:1.
LON JJIC\, 13.
l Al t•omml~~lune òel tli•:.rmo si è riunitJ per J>ro~eguire la dilocus,.ione sulla
pmpusta americana
rclotiva'mcnt e a~
prlu ci pi c:•senziali pt!r l'applicaziouc del
p rct!{rnmmn dl disarmo.
J)opo l'intervenir, del ruppre,enta nte
J,ru~i lin no che ho 1ìna llzznto In differenza
fr:o la <'once6ionc: occident nle c quella so\'1\'tico, ci rcn il dis:o rmo, Jncob l\lalik, de·
lcg:otu cloii' Uuionc Sovietica , cd il rupprescnt(lnl c del la CiuH NazlonollsUI, h anno po~to uuovu me ul e In discussione l'arK""'c uto rl~n:~rdanlc In domanda d1 pubhlinozioni da porte dc;-II 'ONU, dei d octl·
meuti c ine,i e Nord.Coreil ni, su lla guerra
bntteriologicq in Corea.
Con undi('i voli !>favnrévoll, contro uno
dell'Unione Sovietica, Il comitato ba sostenuto In decisione del delegato cinese,
che. è pre~idente della commissione pe r
il mese di maggio, secondo la quale, tale
<tuestione non potrò essere esaminala dalIn commissione per Il disarmo.
l'n'altra decisione del Presidente che
non approva la presentazione del documenti, r~lativi n questa qu estione, è stata
nppmvota da nove pa esi.
.St'l"on<l<> IJtoant<> &l nppren<le dalla ra.
d1u di ( ;cr u•olemmc, ~ono Moti inttrr<ottl
l . nc,I(<Mlui J finan,ioro angi<>J:i ~raelia ni,
po1ché Il KO VCrii<J inglese ~~ è rifiutato d"1
accordo re c redit i nl guvt'fno d'l&raeh:
~l :wt<,ri?~o~c l '~IWl'~limento di capitaJ~
10 unpre&E: Js raelwnc.
W .\ S HINGTON, maggio.
Gli sfoni delhi ::it>agua per costituirsi
una po.>i7.ion<' di pre mlneu zn nel Mediterra neo Ycnguno ~eguiti con interesse neg li amblculi dt~l Dipartimcmo di St nto.
Si rileva in questi ambienti che gli !'{oni
e le a~pirazl,mi ~ Jl3!(110ie ' •e nner o consnc rate nflìci(llmcmt c un m e~e fa, quoudo
il ~enerali$~i mo F 1·n nco imrlò il suo mini·
stro d egli e~tt'ri , Jllortin Artajo, in uno
sp<.-.:lo le mh.~lone pre.~so g li Sta ti arabi
d el le\·,mte, e, tre gjorol dopo, tLnHunciò
lo s un intenzione di c hiedere unn modlfi.
c.~ dc.llo sU1tuto di Tangeri per ridare nll-1 Spagna la sua posizione di prevalenza
n ell'orominlstratìont! tnngerinn . Al Dipartl.mento di Stato non s i onardono giudlzj sull'esito che Il\ missione del mini·
s tro Artajo può nver avuto, ma s i rilevo
che i rappor ti ispa no-arnbi sono buoni
«>me non mai, come nppare dal fatto c he
il mo\·imento nazionalisto a rabo, che ba
sferrato la sua of(en slvn contro il protet·
torato (rnncese ln Tunisia e uel Marocco,
ha la!<Ciato indlstu rbnto ·jl contiguo protettorato s pag nolo nel Marocco stesso.
Sta di fatto che l'esclul>ione della Spagna
dalle Na~<ioni Unite e dni maggiori consi.
gh europei ed il malcontento provocato
n egli Stati ar abi dall 'atteggiamento delle Potenze occidentali in seno alle Na.~io­
ni t.:n ite n ella questione palestinese prima ed oro in quella tunisina, hanno contribu ito a creare interesse comuni e rapporti cordia li fra la cn ttoliclss lma Spagna e le Na~<ioni muss ulmane. S i ritiene
al Dipartimento di Stato che uno degli
scopi della missione del minis tro Artajo
nel levante possa es~cre slato di proporre
e discutere la conclusione di un Patto
~leàjterraneo fro Spagna e Stati /Uabl,
patto che que:-ti ultimi hanno rifiutato dì
firmare con le Potenze Occidentali e perfino con la Turchia per i dissensi angloegiziani circa S uez ed Il Sudan. Non si
crede tuttavia al Dipartimento di Stato
che s·ia intenzione del governo di Madrid
di costituire un blocco mediterra neo in
concorrenz.a a quello a tla ntico, al quale
già appartengono !e maggiori potenze mediterran~. Si ritiene piuttosto che la Spagna tenda ad essere Inclusa nel quadro
della difesa mediterranea organizzato dalle poten.~ occidentali, e voglia con un
accordo 'Ì.Bpano-arabo rafforzare la propria posizione diplomatica a ta le fine. Si
rlle\·a poi, n ei circolj delle Nazioni Unjte,
che ottlmi sono l rapporti in seno a ll'organizzazione fra g l·j, Stati arnbi c le Nazioni dell'America lotina, che spesso hanno fatto blocco nelle ,·ota?.ioni all ' A s~em­
blea Generale. Cosicché la Spagn'a, attra·
verso questo duplice blocco amico, è in
grado di s volgere una note vole Influen za
sulle rled~innl delt '01\l:, pnr essendone
esclusa. Ci rca le trattative in corso a Madrid f.ra ·j. governi s pagnolo e a meri cano
per la concessione nlla Spagna di aiuti amencani nell';omhito tlella )lutua l Secnrity Agcnc,v, e la corrispettiva concessione d.; parte della Spagna d i basi ae ree e
navali agli Stati Uniti, si mantiene al Dipartimento di Stato il mageior riserbo.
Sembra tuuavia che l'accordo per le b.1 si
Mrehb~
!'ulle l inee di quello t·onclu~o con
il Portogallo per le Az"orre, in bah<: al
tJI'ale l nt>cessorl impianti verrcbhNu ('o·
!'truiti e modernluoti dagli .Sinti lh11 l o,
1n:1 rimarrebbero di propriel/1 t<pu!(nulo.
Quanto a i fondi de lla Mutnlll Sectu·h y, oli
<·ni 132 m illon·i· dl doll ari ve nnero ~ln n ­
~ioli tlnl Cut1g rcsso o favore tlelh1 ::>ptog nn,
e."<Si ve rrebbero concess i ni metlcsi ml tcr·
nùui cbe •l llo Jugoslnvia , u c io<: ol fine e .
spresso di s viluppare non solo In s un forzn difensiva, ma anch e la ~ua C!tpnc it •' e·
<'Ooomlca e produttiva, nej. vort ca mpi
clcll'indul'tria, dell'agricoltura, del Ira·
s porti e dei traffici. Non vi è dubbio, comunque, che la s itunziooe interuozionale
svi luppatnsi in quest i ultim i nnn·i hn r a f·
forzato notevolmente lo pos izione diplomatica del Governo di Madrid, e che nnche coloro che, come il Presjdente Truman hanno espresso anche recentemente
In loro a ntipatia per quel go,·er no, ~<ono
costretti oggi a prender lo In con~idemzio·
ne come un fattore da non potersi tToscu·
rare.
La commemorazione
deJJa uRerum novarum"
RO.li!A, 12.
Ieri a Roma, a lla
presenza di dieci ne
di migliaia ddi persone ha avu to lu ogo la
manifestazione unitario delle forze ca ttoliebe per la commemorazion e d el "Rer~~om
Novarum". Ha parlato l'on. Storchl
presidente centrale dell'associazione cat-
tolica lavoratori , il qua le ha detto che lo
Enc.iclica di Leone XIII .! il docum ento
dell'ordine sociale cristiano.
Giunto a San Francisco
il oenerale Ridoway
SAN FRANCISCO, 14.
Il Generale Ridg way, nuovo comandante in capo dello SHAPE, ~
giunto ieri a San Francisco, proveniente da 1'okyo.
E g li prima di raggiungere Washing ton, si recherà in California per
salutare Ili madre.
Cinque pazzi criminali in fuga
da un manicomio nel centro di Parigi
PARIGI, 14.
Da 24 ore gli abitanti che dimorano nei pressi dell'ospedale psichiatrico u Ville Juif )) sono in preda ad
un vero panico per la fuga di cinque
pazzi criminali, evasi dall'ospedale
nel corso della notte.
La notizia ha suscitato viva impressione, e il timore che qualcuno
di essi possa penetrare, sia pure per
nascondersi, nella casa di qualche
privato cittadino, ha indotto la po ·
li zia a ·diramare, attraverso la stampa, un comtmicao per raccomandare
che durante le operazioni di ricerca,
g li usci di tutte le abitazioni che
sorgono vicino all'ospedale, rimangano chiusi.
Si ritiene infatti che gli evasi non
si siano potuti allontanare e che abbiano un nascondiglio nei pressi del-
ENI:OZIONANTE , lVIA POCO CHIARO
Turbe ~i avventurieri armati all'assalto
del relitto di un incrociatore ·stratosferico
Il governo bras iliano spedisce in soccorso paracadutis ti
RIO DJ.:: J ANEIRO, ta.
Secondo n<>t lz.le di 1111 croni~l a dl!l giorna le ' 'O G loùo" gravi in cidenti s i veri ·
6cheran no fra qu~lche ora sulla catastrofe di un in('r oclat•Jre stratosfcrlco ameri·
cano precipitato alcuni giorni fa.
Il c ronista afferma, infutti, dopo a \·er
SQr volato la regione In cui è precipita to
l'aereo, dorante parecchie ore, di aver visto oltre un migllolo di a vven turieri ragg ruppati in vorit carovnne provenienti da
diverse localilà e couvergenti "come uccelli da preda" verso il luogo dell'Incl..
dente, dis putando fra loro ono vera corsa
d1 velocità.
Jl cronista ho lanciato d'altra parte un
Il Pakistan ed il Cile si sono astenuti.
dramma tico uppe:ll o a Ile autorit à :otnowh f!
s iano paraca dutate t ruppe in prl)~simitò
ùel reli tto, polche! lullo lascia crede re ch e
quegli uomini sl dis put era nno n m un<l ormota le " spoglie " del! 'aereo.
Intanto secondo le ultime informazion i
provenienti dal primo gruppo di paracadutisti la nciati ieri a qualche chilometr o
~lull'acreo, un assesta mento
del ter r eno
pc.trà essere effettuato, onde permettere
l'a\tcrragglo degU elicotteri c)le porteronuo, probabilmente oggi, le outor itìc ulficiali incaricate ùell'l.n chieslo. La squod:a dei paracadutisti ba dovuto marc iore
per tre chlloJDetri n ella foresta vergine,
:n direzione dell'a pparecchio precl p•lalo.
l'ospedale.
l loro counotati sono stati segnalati, comunque, a tutti i posti di polizia. Si tratta, come abbiamo detto
di cinque pazzi criminali, responsa~
bili di atroci delitti: due di essi hanno strangolato, rispettivamente, la
!)ropria nipote, e la propria madre;
ti terzo, mentre si trovava in stato
di uhbriachezza aveva brutahneute
J>Crcosso e ferito la moglie ; il quarto, un giovaue di diciotto anni, ba
passato tutta la s ua vita nell'ospedale psichiatrico: appa rentemente dolce e dall'aspetto mite, egli aveva avuto una terribile crisi. durante la
quale aveva colpito parecchie persone a colp1 di martello. Il qtùnto, è
considerato un po' meno pericoloso.
Dalle prime ind.1gini è risultato
che i cinque evasi hanno lungamente
premeditato la fuga e dopo aver
scardinato le porte delle loro camere !>Ono riusciti a fuggi re eludendo 1.1
sorveglianza del personale e riusceado a scavalcare il recinto elettrico
che avrebbe dovoto invece mettere
in azione la s uoneria automatica.
Essi occupavano, nell'ospedale, lo
stesso padiglione in cui era ricoverato l'i ngo lese Ja mc-;; H arley, responsahil<: eli aver strangolato la propria
fi glia.
l'interruzion8 dei neooziati
finanziari anglo-israeliani
Un pMtrov<>c<• del lo t<•!.orerlo Inglese h
3
fatto In &cguent e di chiarazione . " F•
.
.
• v~
r o clw 11 ropp;c.,cnt:t nte della finanza dtl
gover no ls rae h11no, è venuto reccntcm cnt•: o _Loodrso pe r . domandare l'assls ten>.a
lìnun zwn o della (., rnn 1lretng011 in l
,
.
avure
d ls mele, mu trovondt>si l'Inghilterra in
una Situ azione. econumica diffici le, è impt·sslbll e che s oano occord:ot i tali aiuti.
La riforma francese
amministrativa in lndacina
SAIGON, 14.
Si è avuta ieri a Saigon la prima
riunione delle commissione ver la :iforma France:.e .unmilnistrativa ;n
Indocina.
Il generale L etorneau, rappresentante degli stati as:.ociati ha dichiarato che il pas!>aggio dei servizi am.
ministrativi Francesi a ciascuna aut~rità degli Stati Associati , permette
d1 rendare necessaria questa riforma. Inoltre si dimostrerà al mond.:J
che l'era dell'amministrazione diretta Francese in Indocina è definitivamente terminata.
Truman cicerone
WASHIKCTO!\ , 4 maggio.
Il Presidente Truman, trasformatosi per l'occa::.iooe in una guida di
museo, ha condotto i proprietari delle :.taziooi televisive americane attraver:.o la Casa Bianca per una visita ai
locali quali :.i prestntaoo dopo i recenti, radicali restauri. Tutta la cerimonia era, naturalmente, tra,,nessa
per televi:-.ione e ,i ritiene che sia
stata seguita da non meno di venti
milioni d.i cittadini americanj, Sei
operatori riprendevano la scena mano
a mano che il gruppo dei visitatori
capeggiato dal Pre!>ideote si spostava
da una camera all'altra dei primi due
piani della u Residenza dell'Esecutivo )l , come ama chiamarla Tnunan.
Il pro~ramma è rlnrato 45 minuti.
Truman ha mostrato ai visitatori presenti (c ai milioni di altri lontani)
tutti ~li ambienti cosiddetti ~<pubbli­
ci )). Sono state però trasmesse anche
alcune ripre<>e effettuate negli appartamenti privati, dove il Presidente
\'i\·e insieme con i s uoi famigliari.
LA "CO PPA DA VIS"
ltalia-Eoitto al Foro ltalico
ROM.\, 13.
L 'lt nlia scenderà in campo nella "Coppll Dav is" per incontrarsi nei l!'lorni JG,
l i e tS muggio C(ln la nado nal.: t>~iziana
ne ll o s tadio d el tennis a l Foro r. ,;;~-o. la
base a quanto .tabilll u dal r"golomenlo
l'llalla è e<onerula ùnl parteci po.~re ol l'TI·
mo turno d ella cmnpetiziont!, r.vl!ndC\ rag·
J!iunt<J i quortl di se mifinale llt'lla cnpra
de llo scor<o nnno. Ln difeso J e i c~,J or i :tsllt~ni viene affidato a Gnrdi n i, J- olando
Del Dello, Cnn'<'lli c l\ l,trcello Del B~llo.
da HUSSENBHOY A. H. JIVRAJ
COLORI PER TINGERE
tessuti di cotone, lana, lino e seterie
tinte solide ''TINTEX,,
VERNICI ASSORTITE "NULAG, "REGALIA,' etc.
'
.
,.
N. 420 ~ pagina 3
, j~
t.;
Glielo proibì ed allora Ha!faello sdegno;,umente :.m ist di dlpingert , giurando
..h t avn :bi.Je so:.pe:.o la eso:cuzlone degli
affre:.cil.i :.t la l· ornarina non fosse stata
rium mtssa, !oÌ che fu Jloalmente giocofor.t.a n ammetterla. ltiamme~osa, sl ;,a anche
L h~ Raffaello, più tardi, mori di consllll.:1one o di mal sottile oppure avvelenato
- cume dicono altri - per vendetta del·
1.1 nipote del Card inale. Certo è che non
c'i: ,mi.male ptgglore dell'otn imale "Dodel la" . Dico delle modelle d i prof'!ssiouo:. Dico delle modelle non amtche dd
:.uo pittore ; ma sempliceruc nl.e 'lr~'>' :> ln·
o delle loro !orm e agli occht del pllt ...rl'.
An1111ale la modella, pigro, d isanimato i
l.h t.- non' regge alla posa e cosl •:ome un
Cdtttvv cane non regge alla punta.
Auimalc che Ca perdere la Jsplrazio::te a.l
J.Hltore ant tchl: accendl!rgliela o farla cturure in lunga CbtaSÌ. l<.egatze, le ruodt:lle,
JJt:l lo più ist eriche c che mentre fanno
all'amore con 11 giova ne IJarbiere o con
al j!tovaue &crgenle dì nasco::;to dell'uno
1: ùcll'a llro si ,rcslano a (are da modelle.
1
Vt si prestano per lucro: unicamente
l•tr avere del denar i sufficienti n comprare J paio di cul..:c il vestito o le scarpe.
Non vorrei ora pa,rlar di me, JDA io dico
che :l.Qu ho dipinto mai bene in presenza
d t OL& modella ca pitato , a pagamento,
nt:l m:c, st udio. Invece, Lramo cercarle all 'aperto, vtdCrll! no n chntbe w uno studio, m~ alla chia ra luce: del ~>ole ; luconlrarte Jua.g11 In riva del fiume oppu re an·
d •rle a t'trcare dt1ve i ca111 pi si fanno,
l··llldua d.tlla città, umpa 1: selvaggi. Al1• ra, t>er m: , ineon l rare uno d<mnu l: st~1" ·>h.O p re ctn ne IIIC'<lllltrir C UDii dt:a. Dl~<·gn,tr),, 0 dpingt'rla i: t>tuto M! II1JlrC, per
••~<·, il mCigKorc: dci i>cni che mai pot.essl
rlltvtrt dal '1uon Dio.
Si Può, ptrò, a nche cs~cre d i opimo nc
(liver~oa o cmlrarin all a miu e come !u
l
Il Corri. . della Som1lla
MODELLE
ANTICHE
E MODERNE
Ll più ~lebre è, senza dubbio la .Foruarina di Raff,u:llo. S~pro costei venne
,.aitta, eò anche s l scrtverà, tanta prosac·a . mèlbrlu a, Mendica, romantica. Né
:~cano romanzi.' Io, invece, mi! la raftìro come elietuvamente ella fu per esgu
.
.
·-~
·ere stata un 'ottima trastevenna : e Cl""
~giarrice di tu pini; mtlnglatrlce fol'lllidubile di porchetta di maiale imbottito di
tiooccbio; orrosoloto al forno. A.ntiche raga:ne trasteverine, m angianti, tarchiate,
dalle gambe a fusello, il sedere prosaico,
n petto ad a~tarino :. gli occhi. esag.erata·
meule bionclu e nert i l capelli dlvtsi da
,~riminatara nel mezzo della erta fronte.
1noltre, J>ei essere la .figlio di un fornaio
non so quali mai puliti spirituali coover,ari abbia mai potuto tenere, con ~el, ti
J:vioo RaC!aello. Ma si capisce perch~ egli potesse preferirla alla nipote del carJ1 nale : la nipote del Cardinale (Bibbiena) non era né bella né giovanissima, e,
d'altra parte Raffaello aveva tanta di divin ità in sè, da poterla prestare alla sua
rusrica modella. Egli era uun fiume pieno di gr111.ia divina ed umana. E quindi
non aveva bisogno di confortarsi, come
ne aveva il rude .Michelangelo, in amori
· s pirituali con la Vittoria Colonna. Tanto, anzi dirò, era necessaria una donna
,.onUe, eterea, non et~ra, a Michelangelo
quan to a RaHaello sarebbe stata superflua.
G li uomini come Raffaello (Goethe, per esempio) \•edooo lo spirituale dappertutto,
ed anche - e come Goethe - nelle taverne, o 'nelle figlie dei tavernieri od in
q nelle dei panettieri fornai. Che poi · la
F ornarina avesse amato di molto Raffael1<> e lo avesse amato oltre che per i sensi,
ll~estn è cosa da mettersi in dubbio i forse ella lo amava per ambizione, giacché,
allora, essere artista, pittore, pittore celc..brato signi.ficava, per una donna, quelIn che, per esempio, oggi, slgnlfica essere la innamorata o l'amante o l'amica di
un costruttore di macchine. Fatto è che
d.t una ciociara, o semiciociara modella
sorti fuori non soltanto il ritratto che si
trova in una delle sale superiori delle
Gallerie dei Borghese, ma sortirono fuon dalla mano trasfigurarrice di Raffae1le scene della Psiche che sale aJI'Olimpo, ed il Trionfo della Galatea.
Sembrerà stTano che io me la prenda
anche con la Fornarina di Raffaello J]lodella ca postipite delle modelle; ma la cosa è cosi : e con lei se la prese anche il
non indotto cinquecentesco mercante A·
gostino Chigi senese, e banchiere romano il quale mecenaLe mercanle e banchiere proibì, alla Fornarlna, dl più entrare - e sia pure per !are da modella ud Palaz~tto della Farnesina.
-~ K
quella di Reroi.Jrandt che usò d ' una sola
modella ed essa fu la sua fedele moglie
Sns kia. Soskia non era brutta i ma nvt:vo
le lentiggini e le palpebre spioventi, gli
occhi piccini e troppo lucidi. l\Iorl abba·
stanza g iovane. Probabilmente mori di
calcoli renali o di nefrite.
Nuova ondata di deportazioni
11
dall' Ungh e ria
t
\'lENNA, H .
La nuo, •a ondata di deportazioni, prevista a suo lempo per l'inizio della primavera, è ora In pieno svolgimento in
tutta l'Ungheria.
Nolizie giunte agli esuli ungheresi per
\' IC clandestine, info rmano che secondo
gll elenchi già compilati dalla Polizia
Polilica di Budape.st, drca 76.000 persone dovranno essere deportate.
L'attuale ciclo di deportazione è diretto principalmente contro gli "ele)llenti
estranei allo classe democratica" che fn.rono dimenticali nello sforzo comunista
dtll'anno scorso di eliminare le antiche
classi alte, D'H:die ed intellettuali della
società ungherese. Saranno deportati ancb!! tutti coloro che "banno deviato dal·
la linea ortodossa del Partito". Va sottolineato cb<! da qualche tempo a questa
parte 1n tutte le riunioni di propag~UJda
del Partito Comunista gli oratori ammoniscono che "qualsiasi deviazione dal Comunismo" porterà alla deportazione.
E per evitare che le vittime designate
vi sfuggano espatriando clandestinamente, la sorveglianza del con.fine ungherese
t: stata !atta assai più rigorosa, anche con
mezzi meccan ici ed elettrici (INS) .
cina, il piedino aguzzo, lo stupore negli
occhi c le labbra atteggiate a meraviglia
ed n sorriso. .Ma, migliore cosa di tutti,
Cece Renoir. Egli, che non dovette possedere quella che si dice una bella moglie e
cl1e non accettava di prendere a modelle
quelle che anche ai suoi tempi lo facevano per mestiere e giravano da studio in
La dipinta carne di Saskia non eccita a
studio palleggiate da un artista e dall'alconcupiscenza e non desta nemmeno pentro, ebbe la felice idea di andarsene a
sieri di a.mori senza oggetto. ln molti
scegliere una, incontaminat.a, lungo le riquadri di Rembrandt appare la carne dive d'un fiume i e si tratta di quella Ignasfatta, grassa, pallida, piena di pieghe ara modelllna color rosa, dagli occhi infan·
dipose della fedelissima Saskla. Gli è che
tili e i capelli morbidi e neri che appare
Rembrandt, uomo solitario, "nottilucoz"
sempre la stessa, ma che mai stanca chi
- come lo chiama Fromentin in ".Maltres
In guarda, in tutti i suoi quadri. Scelta
d'autre fois" - non amava che lei, al
che l'ebbe l'assunse in casa con sè, sotto
mondo. Misantropo, restlo, insocievole
gli occhi della moglie, ed in qualità di
non amava che sua moglie. Sua moglie e
qualche esotica conchiglia o qualche ra- domestica.
Ne sortl fuori l1ll primo quadro bellisro vaso cinese più qualche antica meda·
glia romana e qualche frammento di arte simo scintillante diadematoi e mai la
greca. Poi amava tendaggi che generasse. pittura era apparsa di aspetto cosl cordia·
le. Dal primo quadro, sortirono una se.
ro luci taglienti e sconsolate tenebre.
Quando gli mori Saskia allora egll per- rle dJ semibusti di giovani Ignude. Oh la
modella di Renoir l Ella sa di pacifico, sa
dette la buona volontà di lavorare; non
seppe per chi più lavorare: egli che o- di una larga pace cara a tutti gli uomini!
Si tratta di un ignudo senza pieghe,
diava il mondo e non credeva ai benefici
~IADRID, 15.
della società umana e che aveva inciso senza durezze, senza affettazioni di gesti
1 circoli politici riprendono con insianacoreti e che aveva dipinto uomini in o movimenti. Sl tratta di carne come di stenza la notizia secondo cui, dopo il
cupe camere sprofondati nella meditati- giglio : ignara delle complicaZioni salotprossimo rtmanegg1amento del governo
V<~ lettura di immensi messali.
tiere cittadine adulteriche. E può anche spagnolo, l' attuale Ministro del Lavoro
darsi che, in considerazione dei buoni ri- Don Jos(: Antonlon Giron De Velasco,
ln quanto a Rubens, egli e.r a un gagliarsultati della pittura la povera moglie di
procederebbe alla organizzazione !ii una
do uomo di mondo ed un diplojllatico per
forza politica di opposizione, con a capo
gillllta. Le storie narrano di missioni di- Renoir chiudesse gli occhi e che, tolleuna personalità falangista. SeJ]lbra già
plomatiche da lui assunte od a lui appiop- rando tollerando, piano piano si lasciasse
che tale opposizione abbia acquistato due
pate oppure da lui risolte in miglior modo soppiantare dalla modella.
peri~ici madl!iJ,eni.
che allora non le sapessero risolvere 1 diLUIGI BARTOLINI
plomatici di professione. Troppo lungo
sarebbe qui parlare di Rubeos diplomati- ~==================================~.
C<>. Parleremo invece delle sue due mogli
che furono anche le sue due modelle. E
delle quali una assomigliava all'altra quasi come due gocce di acqua essendo Lutte
e due bionde ed ugualmente ubertose,
gioconde, regali nell 1istesso tempo che ·
~======~==========================~
procaci ed abbondanti e soltanto con le
g l.nocchia troppo marcate. La prima si
chiamava ;ISabella Brandt. Era la nipote
di un suo fratello maggiore, e con le1 il
La causa principale, secondo il BrayLONDRA, l&.
pittore dovette spassarsela parecchio traUn esperto di vita matrimoniale ingle- shawn, risiede tuttavia nella eguaglianza
scorrendo, in quel d'Anversa, i suoi più se, ) oscph Brayshaw, segretario generale dt'i due sessi. "Quando questa egua.glian·
felici anni e dipingendo a più non posso :
dell' Associ111.ione matrimoDjiale britanni- zu viene ottenuta vedete immediatamensejllpre evidentemente servendosi come ca, ha dichiaralo che la nuova eguaglian- te aumentare il numero dei divorzi e dei
modella della sua giovane consorte. La za che si è creata tra gli uomini e le donmatrimoni falllti ". Braysha'l\'11 ha tutta,
sposò che non aveva seno o ne aveva po- ne costituisce la causa principale dell'auvl a detto di essere un convinto assertore
co; ma poi Isabella .Brandt ne cavò fuori
mentato numero in tutto 11 m.o ndo dei di·
dtll'egunglinn.za dei sessi, e che indubuno cibelesco. Si tratta di quel seno di cui
vorzi e dei matrimoni falliti.
parla .Oaudelaire nella poesia "~ fari" doSecondo le statistiche fornite dalla So.. biameute la moderna eguaglianza ha fatv<: dice che Rubens (la pittura di Ru- cietà Ilritanoica d'Eugenetica, ne~ 1950 vi [ l del matrimonio un atto più ricco su
bens) sl può considerare come un guan- sono stati 80.000 matrimoni jinlti con 11 tutti i piani, ma si tratta di una cosa dif•
ciale fresco <li carne e su cui non si può
divorzio, ma l'anno in cui il fenomeno è
fì..: ile da ruggiuu~:ersi. Questa eguaglianriposare, ma si può molto bene amare. 1- stato più rilevante fu il 1946, quando fu- z<.~ può avere realmente siguiJicato in sesnùella Brandt andava vestita di velluto ro no sciolti circa 60.000 matrimoni. At- gttlto ad una chiara e precisa eP,ucazione
uero, portava un cappello alla cacciat.rl· tualmente secondo Brayshawn un matrialle proprie responsabilità. E' evidente
ce. Da capo a piedi era tutta vestiln di monio su sei finisce con il divorzio o lo
tuttavia
che non è nemmeno da considerrine e di merletti; di nastri in rosa e di sclogli)llento.
rarsi l'idea di abolire moralmente e giupiume di struzzo. Però, la povera Jlraodt
l\lolte ragioni sono state avanzate per
modella e sposa mori assai presto. Nel s piegare questo !enome.n o che sta assu- ridicamente l'eguaglianza della P,onna, e
1630 Ruubens sposò, in seconde nozze, Emendo ,aspetti anche preoccupanti. Alcu- che ormai non si torna più indietro nellena Froment, la quale anche gli servi ni, secondo Brayshawn, attrib11iscono la la storia.
da moglie e da modella. Sacrificando il cnusa principale di questa serle di r ottuLa donna vede spesso l 'eguaglianza su
dhegno alla magia del colore l'allegorico re matrimonioll al declino del sentimen- un piauo di competizione, ma ora, seconiperbolico Rubens dlpinse Elena Froment to religioso, altri alla separazione ed alla do Braysltawn, bisognerebbe coplln.ciare a
Ignuda con pelliccia. Pelliccia di orso ne- solitudine che per lunghi anni la guerra
rendél'si conto, che se il valore dell'uomo
ro marginata d'oro e di rosso. La dipln· h 1 provocato deformando in questo modo
e
della dooun è del tutto eguale, vi sono
so: in funzione di Venere, di Pallade ~ di mnlrimoni che altrimenti avrebbero protuttavia tra i due differenze di funzioni,
Diana; ed anche in quella di Beata Ver- sperato bene. Altri fanno risalire l motivi
gine cristiana. Fu anche Rubens, come
pl"iucipnli aLI 'egoismo, all'immaturità C· e che o rmai il matrimonio, per potersl
Rembrandt, pittore fedele alla sua mo- motiva, ai matritUoni "forzati", alla man- r eggere, richiede delle grandi doti di tolglie-J]lodella.
canza dl case e ad altre cause del gene.re.
leranza c maturità che ai più mancano.
1n quanto a Goya egli si sa che corse la
ca vallina tino al cinquanta anni e che si
mise a dipingere seriamente soltanto
qaando era vecchio e malandato in snhlte. Nei tempi delia sua giovcnlù egli era
stato un frenetico cercatore di avventure;
di paniche avventure lungo le rive del
Manzanarre, o con le lavandaie o con le
donne di basso conio, anzi COJl le più u----------------~.~.~.
~--------------mili donne e le piò basse. Egli si ionn·
morava add irittura di ragnae da guh:..rn,
il
di ragau:e do staffilate da porte della
Su nto l nquislzione i ma fu cOil che, ~­
1
mando!e, le ritrasse all'acquaforte. Le TI·
tr:JsJ>e che sta vnno n laug utre in Condo alle ca rceri cosi come mullo più tard i piaC·
quc, a Verloiue, tingere e Càntore di ~l·
Boxes cbtust riservati at S igg. ca ssetUstt per le opuattoni
te prigioniere in E ctabano. Da veccl11o,
OR,\.ItlO D~L SEUHZIO
<;oya si lnna morò delln glovone duchessa
da llo ore 8.1!0 alle oro 12 • dallo ot·o 16.30 nllll ore
d'Alba ed alloro la ritrasse 110ttlle t pie-
..
_,
·: ~
---------------Nasce in Spagna
una torza polilica d'opposizione
lMatrimoni e~ivorzi in America l
l
l
l~
l
l
'j
CHE COSA RiVELEREBBERO l RISULTATI DELLA
RECENTE INCHIESTA DI UN ESPERTO INGLESE
l~
'
.r=========================================,
IL
BANCO DI NAPOLI
FILIALE DI MOGADISCIO
mette a disposizione della sua clientela e del pubblico
suo uuovo impinuto di
Cassette di sicurezza(sA.Ii ESJ
----------------------------------------------------1s:so
li
15 maggio 195%
N. <1211 -
D Ctrrlln ••Ila Somalia
CRONACA CIT.TADINA
Il Ministro Fadel Bey ospite
della Conferenza della Somalia
n Pre!>idl!nte del Consiglio Consultivo S. E. il )liui:-tro &llall cl Din
Fadel lky è ~tulo ieri sl!ra ospite della Coufercuza dclln Sou1alia, chi! ha
offerto un rice\'imeuto in suo onore.
Sono intervenuti il Capo Ufficio Affari Interni Dr. G,1sbarri, il Commissario del Bcnadir Dr. Olivieri, il Dr.
Goro Deeb, il Presidente della Conferenza Cous. Terr. Islao .ìllahadalle,
il Capo dei Qadi Scek Hagi Abubaker Abdul1(1hi, Sccrif .i\lubamud Abdurahman e altre notabilitù.
11 Pre~iden tc dcll'Unioue Nazionale Somala Cons. T err . H agi Salah
Ornar e il Segretario Generale della
Lega Progressista Somala Hagi Bescir Ismail banno rivolto al Ministro
Fadel Bey parole dì saluto ed hanno,
nell'occasione, ringraziato l'Amministrazione Italiana per la incessante '>per:l che essa lealmente s\·otge per il
bene del Paese, riaffennando ancora
una \'Olta la volontà di continuare
sempre, in futuro, come per il passato, a collaborare con essa per il
raggi ungi me nto d eli' indi pendenza.
Il Ministro Fadel Bey ha risposto
ringraziando per le parole di simpatia
rivoltegli, indicando che egli sente
un particolare affetto per la Somalia.
H a ripetuto l'esortazione a lavorare
tntti uniti nella concordia e nella pace per il benessere del Paese, ispirand osi ai fondamentali concetti del Corano.
Visita Pastorale
a Be/et Uen ~
Domenica n c.m. S. E. il Vescovo ebbe la gioia vivissima d'incontrarsi con la diaspora cristiana nelroasi di Belet Uen, in quell'ansa pittoresca del fiume rigonfio dalle recenti piogge, dove sì accampa il 3° Btg.
Somalo.
La sacra funzione sì svolse all'ombra delle alte palme che si schierano
lungo la sponda sinistra dell'Uebì
Scebeli, nella gTaziosa edlcola dedicata alla bianca Vergine dei Pirenei,
frutto maturato dalla spontanea devozione e dal semplice gusto artistico del nostro soldato.
Mentre il sòle nascente creava giochi magici di luci e di ombre fra ''>
sventaglio dell'elegante
palmeto,·
lambito dalle acque limacciose e fuggenti, il Vescovo assistito da due
Cappellani - Don Favarin, sollecitato da due marconigrarnmi del Generale Comandante, era appena giunto da Galcaio di scorta alla salma di
un nostro soldato - procedeva alla
benedizione della devota Cappellind
e della statua bianco-celeste. Al Vangelo il buon Pastore della Somalia
con toccanti accenti di tenerezza paterna parlava al suo minuscolo gregge, sperduto sul confine etiopico, e
trovava la via del cuore.
La piccola comunità italiana si
stringeva al completo attorno all'Altarino del Signore: in testa il Comm issario di Belet Uen Dott. T ommaselli, il Comandante del Btg. T en.
Col. Caratti di Lanzacco, cui ogni elogio è superfluo, il baldo Squadrone
dei Blindisti saldamente schierato agli ordini del comandante •ren. Monti, il Capitano ed il T en. dei Carabinieri, i R esidenti dì Delet Uen e di
Dusa Mareb, le altre autorità militari e civili del posto, l'ing. Marano
con i dipendenti del Genio Civile, alcune distinte signore nel gntppetto
d ei nostri connazionali.
L'acme più commovente del s.1cro
rito fu quando il Presule amministrò
la prima S. Comunione a due grazio·
!;e bimbe del Medico militare Repetfo.
I giovani soldati del dinamico
squadrone, ancor melllori della felice
iniziati,·a voluta dai forli blìndisti
del Capit11no C:urella, sogunvauo con
occhi brillanti di sacra emozione il loro paese, la loro famig·lia lontaua,
l'ora più bella della loro vita profumata d'innocem:a.
Il festoso convegno si chiuse famigliarmente nell'abitazione del Commissario sull'aperta e ridente veranda, con un signorile ricevimento.
Marco Vitali
Licenze d'esercizio non rillrate
Presso l'Ufficio Licenze dì questa
Amministrazione è giacente un numero rilevante di licenze d'esercizio
rinnovate per l'anno in corso e JJO_.O
ritirate.
Si invitano pertanto i rispettivi titolari di volervi provvedere entro il
3I maggio c. a.
Si precisa, all'uopo, che l'avere ottemperato al pagamento della licenza
d'esercizio non vuoi dire essere in
<< regola ''• ma è necessario ritirarla
e tenerla alfissa nel proprio locale c
in luogo ben visìbtle al pubblico.
La Ouida Telefonica
Entro il 1• luglio 1952, sarà prov·
veduto alla ristampa della nuova
Guida Telefonica della Somalia.
Gli utenti del servizio cbe abbiano
da rendere note variazioni di indiriz·
zo, o comunque correzioni da appor
tare alle diciture segnate nella Guida
195 1, sono invitati ad indirizzare al·
la Centrale Telefonica, una lettera
con notizie entro il 20 c.m.
IL DIRETTORE
P. Migliorini
MOTOCICLISMO
Circuito del Lido
L'Associazione .Motociclistica <lì
Mogadiscio comunica che domenica
25 corr. m. verrà disputata la prima
p rova di velocità valevole per il Caro
pìonato Motociclistico della Somalìa
per l'anno I952, riservata alle cate·
gorie .fino a 175 - 250 - 350 - 500 cc.
Vi saranno, inoltre, due gare extra
campionato: l'una per motoscooter
(Vespe, L ambrette, M.V., ecc.) fino
a 125 cc., l'altra per micromotori fino
a so cc.
Da oggi sono aperte le iscrizioni
per dette gare, iscrizioni che, accompagnate dalla quota di So. 5, sì ricevono presso le seguenti Ditte: Porro, Tundo, Alessandrini e presso la
sede sociale (Circolo Famiglie d'lta
lia).
Commissariato Gioco Calcio
CAMPIONATO II CATEGORIA
Ci comunicano:
Visti i referti dell'arbitro e del
commissario dì campo si omologa il
risultato della partita ùcll'n-5-1952:
Darken I - Jndomita o
Classifica all'n-5-1952 :
Partite
R eti Punti
G. V. H. P . F. S.
Darken
3 2 I· o 6 I
5
Juventus
2
I
I
o 5 I
3
El G'<lb
3 I I I 5 8
3
Fortìtudo
3 I o 2 5 7 2
Indomita
3 o 1 2 4 8
I
Le Società sopraelencate sono invitate ad inviare un loro rappresentante alle ore I7 dì venerdl 16 c.m. presso il c.e.e. per la discussione di illl·
portanti argomenti.
Il Commissario Gioco Calcio
p agi aa
z
Il Croni8ta rice ve: d111Je
ore 7 alle or e :w · Tel. ~~
BOLLETTINO METEOROLOGI CO
la premiazione della corsa
<h:l giorno 15 rn.ogg10 1!.1;)2
Mogadiscio-Afgoi
Vencrdi 16 maggio 1952, aJie ore
21 precise, nel salone del Circolo Fa·
mig lio d' Italia (g. c.), avrà luogo la
premlazlone della Corsa Mogadiscio·
Afgol e ritorno.
CIRCOLO DUCHESSA D'AOSTA
- ·-·--
Veglia giallo-rossa
I vreparutìvi per la grandiosa Veglia Giallo-Rossa sono ultimati. L'orchestrino è pronta. Ancora alcuni big lietti disponibili saranno in vendita
Cino a venerdi 16 c. da: Libreria Impero - Alta Moda - Buonfantino Croce del Sud - Tundo Mode Ter7.aghi - Sig.ra Gilberti.
l"~mpcratura ntMslmu
31,~
r~:mp~r.!ln r.l
:?6,3
mlnhn.l
LI\ dir, lium1:
m. >l,~
Mg<JI
l'wggi n cndut..t
tnw. 1
)fu ree )'cr ti gi<>t no J(J maggio 11/-)~ :
t\11.3 m:~r"a ore 011,10 ed ore 21,211.
J:lnb~u
marca ore OO,l!J l·d vre II>,W.
SPETTACOL I D' OGGI
Cinema Dcuadlr - << 1\ nokj Adà
Cinema Centralo - <t Sorvegliato '>4.~~
dale"·
Cinema El Gab - u Barsat 11 tihu in.
diano.
Cinema Teatro. ~amar - t< Pigmalio
ne " e nuovtssuna Rassegna Cinematografica.
Cinema Missione - << Scandalo a Filadelfia n.
Su!1ercioema - ti Sinfonie ettrne ,,
,t fovimento del Porto
Messa di Requiem
GIORNO 14 CORRENT E
Arrivi:
P.fo "Akbari" (bandiera inglese) ia
Mombasa, con I35 tonn. di carburanti e 3 passeggeri.
Sambuco "El Madi" (arabo) (bandiera Hadram!\ut) da Mombasa
con 35 tono. di merce varia.
Partenze:
Sambuco "Fathalker" (bandiera italiana) per B. Beila, con 36 tono.
di merce varia e 13 passeggeri.
Sambuco "Fatbalker" (bandiera italiana) per Obbìa, con 8 tonn. di
merce varia e 23 passeggeri .
Sambuco "Fathalker" (bandiera italiana) per Hafun, con 34 tonn. di
merce varia e 5 passeggeri.
Socie e simpatizzanti sono invitate
a partecipare a una S. Messa di Requiem che il Gruppo S. Anna della
Unione Donne Cattoliche farà celebra·
re domani veoerdl, alle ore 7, nella
Cattedrale, per onorare la memoria
del compianto Signor
RODOLFO FABELLINI
ANNUNCI
Valentioi, Casino e Giavanettr
prendono parte al dolore che ha colpito l'amico Amedeo Mariottini.
La famiglia Cancellara prende parte al dolore che ha colpito la famiglia..
Sacca n i.
ECONOMICI
GRA~DE
assortimento sedie Vienna
per salotti; sedie pieghevoli; sedie
cinema; sedie con tela. Magazzeni
PATRIA (vicino Supercinema).
Franco Degli Eredi partecipa COll
dolore al lutt<> che ha colpito la famiglia Saccani.
LE VACANZE
FELICI
INIZIANO
con
~ Quando preparate le vostr~ ~acanze - ricordatevi
l servizi B.O.A.C sono cosi frequenti che vi permettono
d i viaggiare qualsiasi giorno vi convenga.
Il vostro viaggio sarà corto e piacevole - di conseguenza
le vostre vacanze saran no più lung he e comìncieranno bene.
Viaggiare per via aerea
e piacevole.
è di gran lunga più conveniente
La B.O.A.C offre il miglior viaggio aereo.
E: ricordatevi . ..
v~
B.O .A .C PRENDE 8UONA CURA D I /
.
VOLATE (~NB·O·A·C
Per informazioni e prenotazioni:
rit•olger.ti a Mitchell Cotts & Co. ( Ea~t Africa) Ltd., Cor$0 Pittori o Em·
mnnue/~ Il/, Mogadiscio, o presso qualfi03i Agenzia di l'it~~rgio riconc»ciula.
8. 0 . A , C : GE NERA L AGE N T S F OR 0 A N T A S. S. A. A.
&
T E A L.
l. 118
~.s'I_,All ,:r t,~l ~.iul
':"'l.rJI
JLA..;..1. _j
~~l ~ J
'j_j j
lè _j
.t)-1 •.)1.1-JI Wl.)
r-.
Wb
~Ì
....-- --~--- -
N. .tZO -
pagina 5
-----------------------------------------FANT A SI A
~· ;,e,uJi,8.;,te
•
d.,
l
U ~"1a
u~ A
r•w
t')
ed
J.
~
,~a~a
T
'
15 maggjo 1952
11 Corr1e,. della Soma Ile
l lJf A RGINE
V EC CHI INDJ R ZZZ I
eif.i~t,a, ~..
lllfù•d~,. ~14UJdt:4'
"A
w
' 'bon ::1 b a , p u l> blici1:a r i a "Cen 1 oqui:ndici l e 1.t ~re i rrv en1:a1:e
cla -t u 1:1: o i l xno:n clo = 1 1 " bluff, e l a r ea l tà
.l.J."lv.;a"t:i speciali
Per lanciare un film italiano (raccont..t Cesare Pctronio sul "11attino
dcll'hnlia Centrale") un giovane \!
intrapn~ndcnte u publicity mau 11 b.t
prcf:lbbricato nientemeno che u Mis;;
Corea 11, della quale sono corse notizie c fotografie sui giornali di t11tto
il mondo. Silvia Di \'ietri qualche
mese fa era soltanto una bruna pia·
cente e non timida, che impersonificava una a<hli~ca nel film di Fellini
e che gli altri Jclla u troupe 11 citavano come un tipo di ragazza che m<>·
rit\\'a attenzione. I\ u publicity ID<Ill Il
si informò di Ici per caso, seppe che
era stata << hostess :) su una linea
aerea tran~atbntica, parlava belle
l'in~lese e possedeva un taccuinoricordo con gli indirizzi di molti viaggiatori che l'avevano avuta simpatica
compagna di volo nelle lunghe trasvolate dall'Europa all'America. Alcuni di costoro stavano combattendo
in Corea con gli eserciti dcll'O~U.
Sarebbe bastato molto meno per fa~e
della Si!nlorina Di Vietri una « bomba n pubblicitaria.
Silvia segul diligentemente tutti i
consigli che le vennero impartiti insieme con la promessa : << In due settimane di ve n ti una stella 11. Scelse
alcune fotografie nel suo album personale, le più avvenenti e promettenti, e le spedì ad ,,ltrettanti indirizzi.
con parole di augu.-lo e di saluto.
Appena rice' ette due lettere di risposta, uguali fotografie vennero distribuite alla stampa, avvertendo che la
titolare di quelle robuste bellezze era
stata proclamata u .Miss Corea ,, con
un plebiscito di I I 5 lettere giunte
dalla lontana penisola asiatica: erano
esattamente centotredici più di quelle da lei ricevute, ma nessuno sarebbe andato mai a controllare. Seguivano altri particolari emozionanti :
<< marincs ,, che s'erano lanciati contro il nemico pronunciando il suo
nome; combattenti che diventavano
eroi per meritarsi una licenza premio
e poterla raggiungere al più presto,
]a fotog rafia di lei, appesa come un t
reliquia, nelle << bocche di lupo ,, dis.
seminate sulla tragica n collina del
crepacuore J) .
Qualche giornale cadde nel tranello, e poche ore dopo le prime pubblicazioni, la casa del ragionier Di Vietri, nel quartiere di San Giovanni,
fu assediata dai reporters c dai fotografi. Agenzie giomali~ticbe, inviati
italiant, france,i , inglesi c tedc~chi si
buttarono ~ulla ghiotta notizia. Turbata sulle t>rime dall'ampiezza che:
l'avvenimento stava per assumere, la
ragazza cercò il suo consigliere: <c Son
qui i fotografi, cosa debbo fare? n gli
chi<:~e al telefono. u Mettiti in posa ''
le rispo'>e quello impassibile. u Ma
vogliono fotografarmi con le lettere
della Corea tra le mani ''· c< Digli che
non sei abituata a metter in pubblic0
le co~>e intime, quelle lettere ~ono 1iservatiS!->1111<:, e fagli vedert solo l~:
due che hai ... n. E altri g iornali ita·
liani, americani, francesi, inglesi c
tedeschi diffu'iero nel mondo i meriti
e le gesta di c< Miss Corea "·
Se ne riseppe subito anche sul fron te coreano. Ogni CI si sentl subit'l
esclu!>o da una delizia riserv:1ta a I15
privil<:giati camernti. :Molti presero
carta e penna, le lettere cominciaro
no a partire sul serio dalla cc coJlìna
del crepncuorc 11 . Due, tre, quattro,
cinque, ora Silvia Di Vietri poteva
farle vedere senza falsi pudori ai fotografi c allinearle sul tappeto dove
Posava in costume da bagno. C'era
proprio un 11 marine ,, che volevn
raggiun,(ferla a Roma appena avesse
ottenuta una licenza ; un aviatore le
prometteva di sposarla appenA finita
la guerra; un gruppo di commilitoni
av~:va
l
~,u, '"?
R<"IA - L'oo>. D• Co>p<';,
qualità di Minis tro degli !lffan J.::~tcr~,
ha inviato il seguente telegramma al )hnls tro degli Affari E~teri paraguayano:
"ln O<'CUbione della festa nazioa,llt del
Puruguay pn:gola gradire gli aoguri di
pace e di felicità cbe invio a nome d!-1
Governo italiano e mio peTsonale"•
...
Il quotidiani) paTigano "L'In·
formatlon" dedica un luugo <lrtlcolo alla
azione posta dal :Minjsrro del Bilancio
Pella mirante a salvaguardare ia bilancia monetaria e finanziaria italiana.
"L'information" afferma ira l'altro che
si tratta di una battaglia quotidiana, battaglia che esige idee chiare e un'l 'lraordinorla fermezza.
R0:\1.\ -
chiesto ai superiori di farla andare in Corea, dove sarebbe stata c< il
pit'1 gradito dono di Natale ,,, A Parigi, a New York, a Londra, a Milano, a Monaco di Baviera i settimanali
a rotocalco potevano a buon diritto
dedicarle una copertina. Il << publicity
man >> non si stancava di raccoman·
darle: << Ogni volta che ti intervistano, non dimenticarti di nominare... ,,
(c qui il titolo del film).
Da ogni città e borgo d'Italia altre
lettere si aggiun ·ero a quelle della
Corea. Erano indirizzate brevemente
« l\Iiss Corea - Roma ,,, ma venivano
puntualmente recapitate, come quelle spedite a De Casperi o a Togliatti.
Molte coetanee la pregavano caldamente di estendere a loro tutti gli indirizzi di 11 marines 11 dei quali non
intendesse servirsi per la sua corrispondenza. Altre la scongiuravano
addirittura di far loro conoscere tutti
gli americani che, venuti in Italia per
lei, le fossero risultati superflui. Im·
provvisate amiche si offrivano di aiutarla nella scelta tra i IIS spasimanti, una pretendeva di farlo come c-
sperta in calligrafia, altre come conoscitrici della psiche maschile, e di
quella americana in specie. Giova·
uotti la richiamavano al senso nazionale e si offrivano di sposarla, anche
perchè non volevano cbe tanto fiore
fo::. ·e collo ùallo straniero. Qua e l;\
qualche velata insinuazione o minaccia, percht: la Corea di cui era stata
eletta << l\Jiss )J era quella degli u imperialisti ,, e dei « 1eazionari ''• mentre sarebbe stato suo dovere dedicare
le proprie sembiam:e ai combattenti
dell'altra Corea, quella << democratica e popolare ,, .
E' possibile che tra qualche settimana, quando il film sarà stato programmato nei cinema italiani, Silvia
Di Vietri, abbia messo insieme le IIS
o più lettere che le meriterebbero il
titolo e gli onori di cc Miss Corea ,,,
Ma allora il <c publicity man 11 non
avr~ più bisogno di far del rumore
intorno a quel film, e l'episodio si
chiuderà brutalmente, il preciso momento in cui avrebbe dovuto cominciare.
C. P.
T .... ~ "J' P PO P OTAMO SOLJTARJO,
Altri drammatici ragguagli
sulla fine d'un ragazzo ad Afgoi
Due volte la vittima tu lasciata e ripresa.
Un nostro sopr aluogo. Le disposiz ioni del Residente
Afgoi è ancora sollo l'impressione del- da,·ano nell'acqua e ne uscivano, intenti
la gesta dell' "ippopotamo solitario". U- altro raccoh:l dei tronchi e della ramaglia
nn qualifica, questa, cbc spiega, stando secca portati nalla corrente. Una piccola
agli esperti, l'eccezionale doloroso episo- manna, anche que.Ma, dei giorni benedetdio. Essi dicono che1 come ci sono ele- ti della piena. Be,·ono le sciambe, e più
f!>nti c leoni cbe rlfiut:lrono la vita del
facili aTdono i fuochi nelle capanne.
branco, o ne furono esclusi peT ragioni di
Costì, dunque, :\lobamed Gibril e i suoi
vecchiaia, cosl 110n è difficile trovare !111·
amici ~ta,·ano, ;.ulla rÌ\·a Gheledi, amche un ippopotamo l'he faC'Cio vita per mucchl:mdo le legna ddla provvidenza,
conto s uo e che:: riveli uno focllltà di qt:ando apparve o fior d'acqua un tronco
indispetlir$i e d'attaccare che molto studi proporzioni <Jil6tlto mAi tentatrici. Il
pl,ce chi non sia troppo addentro alla
trovarsi nel bel m(•zzo del fiume fece risegreta \'ita dei fiumi. Al traghetto tra flettere:: qualche raccoglitore. l\Ia non 1\lot\f~oi degli Uaddan e Afgoi dei Gheledl
hamed Gibril, cbe subito si rituffò e parc'era ieri chi raccontava d'un altro betì all'arrembaggio. Rag~innto il tronco
suone che, or non è molto, nggredl provi si afferrò, losclando:.ene trasportare
didlorlamente, di pieno giorno, una donpeT qualche po'.
na nel pre:.si di \ 'illnbruzzi e la ridusse a
A un uauo, l {'Ompagni lo '' idero sobcosl malpanlto cb~ la poveretta, pochi
giorni dopo, morì. (1o altro, il noto cac- balzare come se a\·esse battuto contro uciotore Bonavolta, riferiva che una setti- no scoglio. Subito dopo il galleggiante gli
maua fa, verso Audegle, un vecchio Ip- sfuggi e con t lnnò il cammino per conto
popotamo si spinse ad assnllre all e spal- ;.uo. Moham ed mandò nn grido, e subito
si vide AtJi>tlrire fuoT dl'll'acqua l'enorme
lt: un suo somalo portatore e a depredarlo, con ges to di r!lf>lnatore consumato di lesta d'un ippopotamo. ,I ragazzini della
un sacchdto di riso che portnva fra ~apo riva cominciarono, n Invocare soccorso,
mentre llfohamed si dirigeva, a veloci
e collo.
bracciate, ve rso In riva. E\·identemente
Tutte l>tode assai interessanti ma che
'
natural mente, non servono ad 'attenu:lr~ il bestione uveva lasciato la presa.
la preoccupazione della gente ddle due
Ma, purtroppo, per poco. Il nuotatore
c&bile, prolifica se mai ce ne fu. Le a\'Cva appeno potuto afferrarsi a un gros.
sponde dello Scebeli, in quel punto dol· so solida slerpe proteso sull'acqua lo te.
cemcnte prative, pullulano di rugaLzinl st 1 dell'ippopotamo ri affiorava o !ìluci
che, si sa, come tutti i ragaul del mon- spoluncole, e lo vittima veniva, con un
do, ubbidiscono alle roccomundnzionl di
fulmineo colpo, rinf!et'Tala. SI dice che
bubbo e di mamma quando se no ricor- dalla riva, ti fu chi riuscl a raggiunger~
dano. Per ques to, s i chiede, c Hl s pera,
lu_ testo dt>ll'nnimnte con ple1rc e teguote.
cht' un buon colpo di fu cile vcngn o ri- l\la non lutll tu credono costi possibile.
portare tm quelle cop•wn c c CJU('IIe ~ciom­
n reslo è noto. Tornato a galla, 1\!ollabtllc operose la lranqullliu\ spa rita do
med fu affer rmo c 1rntto sulla rh·a. Gli
due giorni e tre notti. 11 Re~idente è già,
v~nne pr~~icolo, olia meglio, In respira.
del resto, fin da subho dopo la morte dd 11one oruttclole; ma fu ;;pcrnnza breve.
ragnao, in quest'ordine d'idee. Subit.o e- li povo:rino era morto. Accorse il maregU provvide a rnetler~i In rapporto con ~ci.cllo Ilei cnr.tbinterl, Ctlestlno D'auri~,
Luigi Errico; la buona canna c he tutta che subtlo pruv,•iùe 11 chiamare il ResiIn Somalia conosce.
dente e Il JUedico. Questi rilevò snl corAlla carabi nieri, primn, eppoi sul fiu- p~ dt llloiJumL'd una ferita da corpo tume tra i pochi te..tirnonl oculari dc•lln ghcnte l>U iln co.cin sini~tro, verso l'insciogum, abbinmo potuto nvtre nit rì por· guine::. Due dci elci deuti •lcll'ippopoiamo
tlcolnri s u come vorumento si svolse lo com'è noto, sono fatti 11 lumn. Ln mort~
lolln - uno vem lottu, per qunuto con era dovuta 11ù n:.tìshit•. 11 Residente nutomeni cosi sproporzioouti - trn il pm·.,ro riuci\'U lu rimvti<lllt: del cttdavc.re, che veMoiJomed G lbril c il suo assalitore.
nivo l rosporta tu, fro n!te lnmentallioo_t.
Il rogouo, come si dist.c, non ern solo. di tutto lo gcnte del vlllag~rlo, nello caErano on groppello di cinque o sei. An- panno pulernu.
RO~I A -
•••
Si svolgono oggi a Napoli i
funerali del compianto Cardinale Ascalesi. Il Govemo sarà rappTesentato dal :lli~
nis tro della Giustizia Zoli.
•••
RO>\L\ - Sono stati iniziati l lavori
per la ricostmzione del t.ratto ferroviario
Corplrone-Roccaraso, in Abruno, distrutto durante la guerra.
•••
ROMA - Sono stati disposti in applicazione della legge per la riforma agragria espropri pe.r altri quindjcimila etta..
ri. Tali espropri interessano la Puglia, la
Lucania, la Maremma e le zone del delta
padano.
-·
HONG KONG - Sette missionari cattolici espulsi dalla Cina, tre francesi, dne
belgi, un olandese e un canadese sono arrivati a Hong Kong a bordo di on piroscafo.
***
1\IOSCA.
L'Ambasciatore americano
~ Mosca George Kennan ha Ticevuto la
stampa dopo aver presentao te lettere
credenziali al Kremlino.
Egll ha dichiaTato che il Ticevimento è
stato cordiale, ma ha rifiutato di dare
particolari snl colloqui avuti con il 'i'ice
.Ministro degll Esteri, Vale.ry Zorine.
***
CANBERRA - Il ministro della difesa
australiano Philip l\1c Bride ba dlch(arato alla carnera che 169 soldati australiani
sono morti sino ad ora in Corea.
***
BONN - Il leadPr del gruppo padamentare comunista Heinz Renner è stato
so.. peso per un giorno dalle sedute del
Buodestag per aver pronunciato delle
'i'lo lenti invettive contro la pilwa di Essen e il m inistro dell'interno.
•••
NE'W PORT NEWS (Virginia) - Il
nuovo tronsntlantico amedcano "United
Smtes" partirà oggi dalla baio di Chesapeake per alcune prove di velocità in alto mare. I costruttori del transatlantico
che stazza 52.000 tono. sono COD\'lnti che
esso possa raggiungere una velocità superiore al "Queen :Uary" ahnale detentore del primato di velocità per la trnver,.'lta dell'Atlantico. La società armnrrl.
ce rende noto che i risultati delle pro,·e
attuali non verranno annunziati.
•••
LONDR.\ - Su richiesta dcll'ndùetto
britannico presso la FAO la cui sede è a
Roma, un aereo deU'avi8zione inglese ha
loscinto l'I nghllterra nello notte scorsa
diretto a l:Iabdaniya nell'Irok allo scopo
ùt trasportare polvt'rizzatorl de,. tinoti alla lotta contro l'iovasioue delle CO\'llllette che minacciano attualmente i raccolti
del Medio Oriente.
...
W ASHlNGTON
Parecchi membri
del Congresso hanno chiesto che sìo svolta una Inchiesta sulle condidoni che banno portato alla liberazione del Generale
Froncis Dodd il quale si era l.lSC'Ìoto catturare dai prigionieri comunisti che erano sotto In sua sorveglianza nl campo
ddl'bolo di Foyedo.
•••
QUOTAZlONI E CAMBI - .\l mercato libero: stt>rllna oro ;85()..7000; unitaria
ltH0.1G20; egiziana 1460-1466;
dolltll'o
ll54,50: ITanco s'•iuero 151-161,25; frances<' 1,.5().1,60; maTCngo 6200-6225; pesos or~enttoo 2t1.50.27. - Oro fino 'nl.l-796 i oro
!:'rcuo 78,l-.786. - Camb.i melli : ster1in:1
17<l9,69; ùollnro 624,89.
L eggete e difiondP-te
IL CORRIERE
DELLA SOMALIA
15 maggto 1952
N. 420 -- pagina 4
U Corriere della Somalia
Atntninistralione Fiduciaria Italiana della .Somalia
AVVISO D'ASTA
SI RENDE NOTO
che nel giorno 28 del mese d\ maggio
dell'anno 1962, alle ore 9, nei lotoli del
I'Ailtoparco Civile, siti ad Hamar Gel>
Gel>, dinansi al Rappresentante dell'A.
r:.r.s. delegato dal Sig. Segretario Generale. avrà luogo la vendita ai pubblici incanti del segQ.ente materlale a'llt®Jobìlistico:
LOTTO I
Autoearro Ford
..
"
"
....
..
"
"
....
....
..
"
..
..
..
....
"
"
"
..
..
..
4.05
"
636
~
610
"
"
M2
"
626
602
652
646
692
679
Cassoncino targa
.. ..
.. ....
"
,. "
..., ..
..
,, ".,,
., "
,, "
..
..
.. ..
"
..
..
....
"..
..
..
....
,,
..
,,
,,
.,
••,,
6U
617
62'
636
637
00
MB
..
..
,
u
67'
697
686
699
632
658
'•
"
" Dodge 1,6T 319
N. 6 complessi sono costituiti dal cassone con telaio e cabina e n. 10 souo costituiti da cassone, telaio, ca~ina e ponte
posteriore.
D prezzo base per l'intero lotto ~ fissato in So. 6.000.
Qualora, però, non vi fossero concorrenti l'Amministrazione metterà io vendita ciascun relitto al prezzo di 300 quelli costit'lliti dal cassone con te.l aio e cabina e So. 350 quei relitti che hanno anche
il ponte posteriore.
LOTTO m
Parte di relitto di vett'llra Ford targa 126
..
.."
..
..
..
..••
,.
..
802
"
17
106
18
Dodge
107
"
Ford
Prezzo base di vendita dell'intero lotto
So. 600.
LOTTO IV
Parti di relitto di alltocarro Ford ù4
....
,,
.,
.., ..
.. .,
.. ,,,,
,,
"
..
H
..
.,
,,
U
, ,
.,
..,,
u
u
,.
,
,,
,,
,, "
"
",
u
....
..
....
Questa sera
targa
517
522
,
....
"
..
"
..
....
"
Qualora, però, non vi fossero concorrenti l'Amministrazione metterà in vendita ciascuna parte del relitto al prezzo dì
So. 700.
targa
Parte dl relitto autocarro Ford W
GOl
u
,,
"
427
634
607
n
.. ..
"
"
Parti di relitto di carro officina Ford
1093.
,
.,
677
849
618
603
661
609
D prezzo base per l'intero lotto è fissalo in So. 23.600.
Qulora, però, non vi fossero concorrenti l' Amminist:razl.one metterà io vendita i singoli autocarri al prezzo base di
So. 1.200 ciascill1o ed il camioncino Ford
SV al prezzo base di So. 800.
LOTTO
..
..
,,
"
6$0
"
Camioncino Ford BY
so
"
"
..
." '
......
..
....
....
N.
"
targa 6M
"
Dodge
Ford
••
targa
Parti di relitto di autocarro l<' ord 63:4 443
413
~2
532
527
616
528
687
50'
4.39
M6
634
6«
473
~
63:4
I complessi sopraelencati sono composti
do\ soli cassoui - cabina e telai. ~l prcuo
base dell'intero lotto viene 6ssoto io So.
"
,,
u .ooo.
LOTTO V
1 motore completo marca Ceirano.
1 testata Fint 684.
" 22 testate motori vari.
•'
9 tubi collettori vari.
7 alberi a gomito vario tipo.
" 2 ridotte Ford u4..
" l motore elettrico.
Prezzo base per lo vendita dell'intero
lotto So. 2.500.
LOTTO VI
Autocarro Fiat 618 completo targa
SO 3665 - al prezzo base di vendita di
So. 1000.
LOTTO Vlbis.
Autocarro marcn Bianchi a cassoncino
completo, distinto dalla larga ex BAS
Veterinary 686 - al prezzo base di ven dita di So. 1000.
LOT:fO VTI
Materiale di recupero d! ballerie d'auto,
peso presunto Kg. 300. - Prezzo base
di vendita dell'intero lotto So. 50.
LOTTO VIll
Rottami metallici di vario genere - peso Kg. 1500 circa. Prezzo base di vendita So. 900.
LOTTO IX
Carrozzeria senza telaio di autobus Fiat
684 - n. 0103 di targa BAS - senza
sedili né prestazioni interne - al prez.
zo base di vendita di So. 500.
LOTTO X
N. 80 cerchioni per tipi vari di automezzi,
al prezzo base di vendita di So. 3.200.
LOTTO Xl
Parti staccate di carrozzeria, cofani, sedili, serbatoi, lutto in lamiera e tubo
di ferro del peso di Kg. 1.800 - al
prezzo base di vendita di So. 780.
LOTTO XI;t
N. 289 copertoni di automezzi e motoci
elette delle dimensioni sottoelencate :
N. l copertone 9,76 - 18
.. a
7,60 - 2o - 34x7
7
42x9
,
600 - 16
7
6,50 - 16
.. 102
900 - 16
.. 23
10,60 - 16
4.
6,50- 18
2
3,50 - 19
.
..
~
l
2
26
8
....
32- 6
9,75 - 20
.. 92
11,00 - 20 - 10,50 20.
n prezzo base di vendita dell'intero lotto è di So. 6.000.
LOTTO Xill
N. 254 copertoni di automezzi fuori uso
nelJe dimensioni sottoeleocate :
N. 69 copertoni 900 - 16
.. 6
"
10,50 - 16
,. 60
"
11,00 20
"
2
,.
4
3
"
17
4
24
3U7
14,00 - 20
10,00 - 20
9,00 - 13
6,00 - JG
0,50 - IO
2
4o()g8
7,50 - 20
32x6
600- 20
6,50 - l&
"
l
l
"
"
10,00
20
l
lO
2
,."
..
3,26 -
LOTfO XXXl
Relitto di vettura Dodge - berlina targa n. 21, prezzo base di vendita St..
1.000.
LO;L'TO XXXll
Autocarro l'ord snodello :i5 - targa Ve.
terinary 2011, prezzo basE! di vendita S<J.
600.
wrro xxxm
..
l'arte di relillo arubul. ;\us tin targa 295
.. 307
..
" 2911
" 300
" 301
29(;
l~
3,50 - 19
3.00- 19.
3011
354
297
Prezzo bllsC di vendita dell'intero tolto
Prezzo t..ase di vendita per l'intero lotto
So. 2.700.
So. 5.500.
Qualora, però, uoo vi !ossero concorrenti
LOTTO XlV
l'Amministrazione metterà in vendita i sin.
Autocarro Ford 4x2 targo n. 628, al prez- goli relitti al prezw base di So. 300 clascuzo base di vendita di So. 1.850.
no.
LuTTO XXXIV
LOTTO };.'V
Rlditto
oootocicletta marca Mat.chless
Autocarro Ford 4x2 targa n. 628, al prezcc. 350 targa n. 718.
zo base di vendita di So. 1.350.
Relitto motocicletta marca
lllatchless
cc. aso targa o. 722.
LOTTO XVI
RdiLto motofurgone Guzzi 600 targa n.
A,lutocarro Ford 4x2 targa n. Gl9, al pre1~
0014.
zo base di vendita di So. 1.850.
Prezzo base per l'intero lotto So. 450.
LOTIO XVTI
Qualora, però, non vi fossero concorAutocarro Ford 4x2 targa n. 643, al J>rez· renti l'Amministrazione metterà lo vendita i bingoli relittl al prezzo base di So.
zo base di vendita dl .So. 1.350.
150 ciascuno.
LOTTO XVIII
~ materiali sono visibili presso l depo·
Autocarro Ford 4x2 targa o. 616, al prez. siti dell 'Autoparco Civile ad H.amar Geb
Geb ed al "Savoia" dalle ore 9 alle ort:
zo base di vendita dl So. l .850.
U di ogni giorno feriale.
r~OTTO XIX
La vendil.a avverrà mediante asta pubblica ed a mezzo d.t pllbblico banditore.
Autocarro Ford b2 targtt . 608, al prezLa gara sarà fatta a viva voce e durerà
zo base di vendita dl So. 1.850.
fintanto che il Rappresentante dell 'A. F.
LO:ITO XX
I.S., che presiede la vendita con incanto,
Autocarro Ford 4x2 larga n. 350, al preznon faccia dare il segnale di aggiudicazione a l banditore.
zo base di vendita d1 So. 1.350.
L'aggiudicazione- al maggiore offerente
LOTTO XXI
segue quando dopo Ullét duplice co,mnniAutocaro Ford 4x4 targa n. 403, al prez- cazione del prezzo raggiunto non vi sia
stata una )Daggiore offerta.
zo base di vendita di So. 1.600.
Se la vendita non può compiersi nel
LOTIO XXII
giorno stabìlito, ì: contin'llata ne! pri.mp
Autocarro Ford 4x4 targa n. 440, al prez- giorno seguente non festivo.
zo base di vendita di So. 1.600.
La vendita per incanto si fa per contanti; gli aggiudicatari dovranno versare
LOTTO XXUI
seduta stante al Rappresentante dell'A.m·
Autocarro Ford Vc.4 targa n. 408, al prez..
ministrazione j1 20 per cento de} prezzo
zo base di vendita di So. 1.600.
w aggiudicazione e la differenza entro •
successivi giorni cinque. Se il prezzo nou
LOTTO XXIV
t: pagato si procede a nuovo wcanto, a
Autocarro Ford 4x4 targa n. 452, al prez- spese e responsabilità dell'inadempiente
zo base di vendita di So. 1.600.
che, comunque, perde il diritto alla restituzione del deposito.
LOTTO XXV
Nel termine di dieci giorni da g,ucllo
Autocarro Ford 4x4. targa n. 457, al prez.
dello vendit.a è fatto obbligo agll aggiuzo base di vendita di So. 1.600.
dica tari di ritirare dai locali dove ~ avve·
nuta l'asta tutto 11 materiale acquistato.
LO:ITO XXVI
Scaduto tale termine l'Amministrazion~
Autocarro Ford 4x4 targn n. 414, al prez.
potrà provvedere a spese degli interessa·
zo base di vendita di So. 1.600.
ti a rimuovere il materiale non ritirato.
LOTTO XXVII
11 verbale di aggiudicazione tiene luogo
di contratto ad ognl effetto legale.
Autobus marca Lancia completo, targa
Il mottlriale verà cedutp nello stato iu
n. 0105, al prezzo base di So. a.soo.
cui s i trova senza alcuna garanzia o reLOTIO XXVill
sponsabilità da parte dell' Amministrwo
.Autobus mJrca OM completo, targa 0107,
ne per qualsiasi titolo o ragione .
al prezzo base di So. 2.000.
Tutte le spese di asta, contrattuali e
conseguenziaU sono a carico degli aggiu·
LOTIO XXIX
dica tori.
Vettura berlina marca Buicu targa n. 3
11 p resente avviso sarà affisso per tre
BAS, al prezzo base di So. 1.000.
giorni consecutivi nell'albo dell'Amministra~ione Fiduciaria e inserito per tre
LOTTO XXX
volte nel "Corriere della Somalla" e se
Relitto vellura berliua Ford targa o. 102 occorre verrà divulgato nelle forme della
" 103 pubblicità commerciale.
.. 104
Mogadiscio, · li 7 moggio 1!152.
11 Segretario Geoer<~le
" .. 126
" 109
CANINO
l
23 monoblocchi Ford 8V.
N.
4.5 copertoni 10,60 3
42x9
Preuo base di vendita per l'intero lotto
Sv. 10.000.
Quolon•, però, non vi {ossero concorrenti
l'Ammin istrazione metterà in vendita le sin•
gole vetture al prezzo base di So. 2.000.
CINEIVIA TEATRO
I-IAIVIAR -
"
"
u
"
Questa sera /
Un iuteJJigeote e piacevolissimo film di PRIMA VI SIONE con L ESL TE HOWARD. WENDI
H ILLE R
l
Una satira.mordente e una strana ·storia
d 'a more~
NUOVJSSUIA JCA~Sl~ON A CINEMA'l'OGlUFICA j
IL
j
QUOTIDIANO
DI
MO GAD ISC IO
.MOGADISCIO
Direzione: Telef. A.F.I.S. 30
PUBBLICITA': Agente Porro, T el. 98 - Tariffe: per cm. di altezza, largh. I col. l
Redazione: Telef. A.F.I.S. 2r )#.. Pubblicità So. 2,50, Necrologi So. 2, Cronaca So. 3- Economici: Cent. 25 a paro- lf.
Cronaca .
Telef. A.F.I.S. u
la, minimo I O parole. La Direzione si riserva il diritto d i non accettare gli ordini
AB BONAMENT I -
Annu ale So. 30 • Semestrale So. l& • Trfmestrale Se. 8,50 • Ae auafe, ri • .U., ,., aflfcJ pa.IJIJcJ S•. t:;
De Gasp~ri annuncia il programma
di riordinamento delle Forze Armate
L ~-. .necessi1ù di uno se:a•"1ciaa.-x1en t o
de.Ue 2 e r a .rcl"'1i e :an. i lit:a:~.~i da quelle civili
RO)f \, J6.
.\!Ja presenza del Presidente del Con·
,;(e'li<" ;;j ~ono ,.,·olte ieri akune esercita·
,.i~m pn>•~o il centro di soccorso <lcreo di
Y1~1" di \'alle sul lago di Bracciano, cui
h.1~no partecipato alcuni repa rti dell'aeronautica.
Il cen tro di soccorso aereo alle:.lito dal·
1'.\erommtlca è una organizzazione altnmeule efficace che non provvede esc lusi" .mente ::ti rccupero degli aerei caduti,
ma Joc h~ al trasporto di infortunati gra·
vf--.iml, ùl medicinali e eli ogni altro aiuto
-anit tn<l. E•so è fornito d l una attrcn::t·
ti<<ima ~ra7ion~: radio che è giorno e not·
tè m a.colto per captare il richiamo di
chi abl>ia bisogno di un aiuto velocissimo
-t:ù ur,;:tn tl~~im o.
Do~ll9 !-ua fondazione ad oggi il Centro
J1a dftttuato 2GOl ,·oli per un totale di
41~\& nrc di ,·olo. Terminate le 4:'sercltazio·
ni, il Pre..idente del Consiglio on. De Ga-;peri ha fntto importanti dichiarazioni.
E!!:li h.1 annunciato il programma di ulteri~>re rionllnnmento delle forze armate,
~1a 111 r.tpporto alle esigenze degll ufficiali
e de1 •nlclatl, sia in rela7ione alla ormai
sanL:vnata costituzione dell'esercito eur~
rto.
Df' ua~p•'ri ba detto che le forte arm:~­
te non Cl""sano per questo di essere un
<>rgano \'itale del paese percb(: ad ts~e è
~tl'iù.•l 1 l::t difesa del territorio nazionale
f' pt·n·iò il loro potenziamento non può
tradur,, per gli italianj che 1u un coem.
<:Jt·n te ùi !>erenità.
''.\<:li 'celtici noi diciamo: ,·enite qu::t,
'Ytnhe •t \t:dere, questa è una delle tante
J>rO\'l' th qael c he può es~<:re l'esercito
<:utQpto, forn armata a difesa della pace
dèi pop•,Jl, organizzazione di umanità e
non d> distruzione".
11 l're-•dente del Consiglio ha quindi
pr<N•guito ùict:.ndo: "\'i parlo con li cuon. lu m;mo come rappre,e ntante cpw~to
popolo pieno di an~>ia, di a ngoscie, eh<:
dii un :.ublime spettacolo di volontà tiCO·
strulli 1·a, coo lo sforzo che compie per fa.
re nuo\•amente, con qua nto è rimas to dopo
nn lr •gko c.tladi~ma, grande e ri' pellata
la Patna".
.\ propv:.ito della rlorgan1zzazionc in
atti• di tutte le forze armate, De Gasperi
ba dell.o:
"L'htrcilo europeo come organia-~7io­
ne Jnterna/JODale ci costringerà, logicamente 11 do ' erf· otl<:mperare ad olcune e-siven/t: nnrhe di carattt:.re interno: fra
qt:este lo sganciamcn\o della gerarchia
militare da quell3 ci,-lle, che dovrà af.
frunt.arsi nei quadro della riforma generale".
L'organizzadone del!<! forze a rmate, ba
qnindi spiegato l'on. De Gasperi tenJe
nd evolvers i Yerso fonue nuove. Queste
forme nuo,·e sono l'esercito europeo e la
organi zzazione ch e gl i dovrà essere data
in ra pporto a l fotto che con esso la dife·
sa di ciascun paese europeo non rest-1 più
localizzata alle frontiere nazionali, ma può
essere d!!stinala ad e:<ercltar~i su linee
più lontane. Da ciò la nece~~ità di una
completa autonomia delle gerarchie militari da quelle ci\'lli.
L'oratore ha co:.l concluso: "~folta
strada resta ancora da compiere. Ma un
buon cammino è giò :.lato percorso e si
può quindi, con slcnm coscienza, affer·
mare che le forze arma te Italiane h anno
r aggiunto un grado d i efficien za com'tle·
revole, tale da garantire la d ifesa 1elta
Patria".
w
ne".
Successi del Vietnam
nell'operazione "dromedario"
HANOT, JG.
L'avioziooe frn uccse ha effettuato rocrcoledl c irca ottantn ricognizioni a ll ' in terno del delta del fiume Rosso.
Gli aerei banno bomb.ardato i nidi di
resistenza del Vietnùo formati da truppe
partecipanti all'operazione "dromedario"
sntla ri,·a 1.inistra del 6ume R osso a circa
venti chilometri a sud-est di Hanoi.
La rt:.~istt:nr.a del \ 'iettnin è stata an·
nientata , attraverso l'azione combinala
dell'aviazione c della ma rina.
Nella reg ione Tahl Bio un posto tenuto
da una piccolo gua rnig ione vietnamese è
stata ÌD\·ano at tacca ta dagli avversari.
Gli as!>ediati banno dovuto ripiegare d<:>po aver :;ubito notevoli perdite.
Il metano per la produzione
di energ ia elettrica
RO.i\lA, 16.
Gna grande ri:.orsa nel nostro paese sta
per essere impiegata su vasta scala per
la produzione di e nergia elettrica : il m etano. A Geno,·a è stata recentemente ulUmatu una grande centrale elettrica funzionante n metano.
Improvvisa tonvBrsione di Franto
alle forme politichB della democrazia1
Il Generalissimo avrebbe progettato Ja creazione di gruppi politici e una maggiore libertà di stam pa con funzio ni di critica
P.\RIGC, IG.
Sugil s\·iluppi della situazione politica
sr-agnola giungono \·oci sen.saLionnli. SI
parla nientedimeno che di una clamorosa
evoluzione politica in s~n!'o più democra1 ico, di stile occidentale, sul genere, pr<:>b~ bilmente, dell'esperimento di Kemal Atatu rk in :rurcbta.
Si dice infatti cbc il di~c<>rso di Franco pronunciato in occasione dell'apertura
del terzo periodo legblnLÌ\·o alle Cortes
spagnoli', conti ene non ~olo importanti
dichiara7icml ,ulla pollllc.1 "pagnola nel
lll<'ndo arabo e nei riguardi degli Stati
Coiti nonc h~ della clifl'SII \:urupPa, ma ri\ela i progetti del Ceneroli!t:.imo di trasforma re la strutlur:~ politica spagnola.
Sembra che Il progc·llo sla il "eguente :
c rPrnione ùi un a secoudn camt:ra in cui
le d•ichiarazioni ~i Pinay ai OiGrnalisti
rapporti franco-tunisini
l \RJ(, f, IIJ.
l l l'n-.. id ente del Consiglio A ntoine J>j.
r.ay, n •pondendo ad alcune• doman<it: ol
tc1 mi n<• di un pranr.o offerto in s uo ouort:.
<IJlla st ,tmpa anglo-americana l1a con(c rm~to che la c·c,Jnru iss ione mista frouco·Lu.nhina ~u rh hwaricata di discutere, nel
caFo acntti, lt: prc.posle di m<tdifica ol
prl,gramma delle riforme.
J>in •• y ha 1lello: "Vogliamo dimostro rt>
il no:.tro d~-siclerlo di apportare le r iformi.! n ~:ce~~a rle e di non cri stalliua rt:. la no6tra JIO!>JtJOne sul testo di tm trottato di
<Juanta <anni !a. Le nuove generazioni deJ.
la 'tunisia a;i sono forma te nelle unlv<:rsi·
fran<'<·si per cui esse deblJono put'leclp:.re oll'nmministrazione de l paese. Noi
'i coniJsc:l ~ mo tu le evoluz ione e la necess ità di mcJ<Jilì ca r<>, noi &enso di fur progrc:dlre, l ropp•Jrli franc().tuuis iui. lu verità
ciò che <leve thsere modificato è lo stesso
tral\.oto piutto;,r.o c he la sua applicu~io­
IN IN.OOCJ.NA
SENSAZIONALI SVILUPPI OELLA SITUAZIONE IBERICA
c
SUl
l
VENERDI16 MAGGIO 1962
10 llt .
RIO - '
• rezzo
C •
(Numeri arretrati U doppto)J
A 111 N .21:21 p
Avendogli ! giornnlbli domandato Ji
p >ed~are quali furono le s ue mlcnzioni
ollorcht prouu nciò un tlbcorso o.li'Am er icaJJ Club nel corso del quule mise l'ncc~: ntv ~>ui sacri lìci della Francio, Pin oy h o
risposto: " E ' indis pensob ile che tutti gli
allec~Li sia no iofornwtl MIÌ soc rificl c he lo
l· rancia deve sopportare. Tndlpendente·
n>enle dalle difficoltà fiu onziarie le quali
po>-sonll sempre e~~ere superate, vi sono
sacrifici lrrep:~rabili, cioé che In Indocina
la Francia percle ogni onoo, in ufficia li e
60llu tlìciali, l'équivalente di 11n anno
di promozione delle nos tre scuole militari. Tali perdite: re ndono quindi plò pesant i gli obuligh i che dobiJiu mu n~sumuré nel
qu (l dro del nos tri impegn i In E u ropEt".
Jl Preside nt e hu ass icurato tullov in clte
nou vi fu nes~ una rclicen~o 111'1 s uo rect:.ntc di~corso, né, a mnggior mgione, la
minima omiJra di r improvero nt'l rigua rdi degli allea ti.
,·errebbe integrato l'attuale consiglio na·
zionJie dt!lla f:~l :~nge, le funzioni della
quale woo pratica mente inesistenti; or~
gan!uA"l.tione di tredici gruppi politici :.m tonomi, all'interno del movimento nazio·
n ole, e conc4:'l-5Ìone d i una maggiore libertà di stampa, con funzione di c riti ca a l
Governo, in es istente ti no ad oggi .
Tutto ciò implicherebbe un rimaneggJa.
mento mini~teriale e l'eliminazione d i alcune pCr>-onalitò destinate a prendere la
dirt:7iC>ne di ci,lSCilllO dei gruppi politici
che ~arebiJt:ro creati.
n sellure politico che !'embra in \' JD·
Wggio in tale organiuazione, è quello che
ha come capu, l'•tltuale ) [ ini,.,tro del La,·oro, Jo~~ .\nloni o Giron De \'t>lasco, il
quale rom'è !'.lnto del lo ieri, da qualche
a nno god(• eli un gronde prestigio presso
b giovcn tò c i lavoratori. Egli è uno dei
falangis ti che maggiormen te s i d is tinse
durnnlc lo g uC'rr:l c-idi<' per cul fu nouliuoto capo dt'gli ex combatten ti della Spagna n,lllonale e l'incarico di Ministro del
La,·oro.
Naturnhncnte tale evoluzione hnpUca
in un certo sen,.,o il dissoh•imento della
Falange. llta la riforma non sarà fatta
pn.'Ciplto!'amente ; In occasione della prossima crisi go,•ernutiva ci si lim iterà o lusda ri' vncu ut e l 'ulluale post.o di 111inislro
~egrelur io dl!lla organi z~nzion e falangista.
l gru p p i pollt lei SII l'ebbero posti sotto lo
tliretionc superiore di Frnoco.
!>e tuli vo<'i dunque snr11 nno confe rmal· la politica :.pngnoln registrerà unn nuova tnppa, con conseguenze di difficile pr4:'''i~ion<'. Tutte le tendt>nze c he si sono
manlfestntc durante questi ultJm l anni,
soprutlutto fra i giovan i, polrebbèro be
nib:oimo unirs i in un nuovo movimento
rivolu:r.lonarlo nnucomullista e in diversi
gruppi reu~iona rl. Quale può essere s tata
In robiune del cnmbinmento annunciato?
P e r moli i, o>sso sa rebbe conseguenza d ello pressione dell'Ame rica 111 quale condiziona l'niulo cconomh:o n uoo m uggiore
libe rtà po li tica. Nessu no nega Infatti t~ l e
influe nzo , ma sembrn che v i s ia no fattori
interni i <Juali pesano in modo dec isivo
sulla bilnnclo.
La Fiat produrrà materialebellico
TORIKO. W.
l rappresentanti della società ltalian.a
Fiat hanno lìrmato un contratto con gli
S tati uniti per la produzione d! nn qoa ntiln tivo non a ncora precisato d i materiaJ~
b4:'1lico. L'Italia è cosl la seconda nazione
dopo In Norvegia ad as~icnrar~i una q u<>ta delle commesse per ti rianno da parte
degli Stati l'niti. La Fiat produrrà il materiale bellico a prezzi pari a quelli correuti ln America per lo stesso tipo di
produzione.
Petroliera americana in fiamma
Cinque uomiui scom par s i
W!Ll\liNGTOX (Delaware), 16.
Cinque del dieci uomini dell'equipaggio.
della petroliera americana "F. L . H ayes" sono scomparsi io seguito ad una esplosione \·erificatasi questa notte a bordo, lasciando la Da'l'e in preda alle fiam.
me nel canale di Chesapeake e Delaware
a sud di Wilmington. Gli altri cinque u.<>mini sono stati t ratti in salvo mentre
squadre di soccorso "enivano subito in\'JOte a combatt«re l'incendio.
MARGINE
l
LISBO~.\ Circa 400 mlla fedeli di
tutte le nazionalità hanno partecipato i~
rl al pellegrinaggio al s3ntuario di Nostra
Signora di Fatima organi:tz.lto in occasi~
ne del 35.0 aon iwrsario della apparizione
della \ 'ergine.
***
TRIESTE - Alla p rese nza del Soltos~
gretario al Lavoro ed alla preddenza s~
clale, on. Del Bo, ~ stata pOl'ta la prima
pietra della nuo,·a sede triest:na dell'~
stituto infortuni sul lavoro ([~AL). L'edificio che sorgerà nel centro della cittA
costerà circa 400 milioni di llre.
***
C.\GLLUU . - Sono giunte n t:l porto di
Cagliari quindlri unità della se:o.ta flotta
d4:'gli Stati t;niti le quali SO>teranno in
rado per a lcuni giorni. Fra le unità è anche la portaerei "Coral !:>ea".
...
- Il Pre::.id\!Ute lielltl RepubbliEinaudi, inaugura oggi a Roma
casa di ripo:;o per maestri. Si
uua inizi:ltiYa dell'ente nazionale
a,.~btenla magistrale.
ROì\lA
<'.1, sen.
la prlma
tratta d •
.....
ROVIGO - Fra uua diL>cina di gio.nù
le t erre del Poles ine immerse dalle acque
snru nno all'asciutto. Gli ultimi 4 mlin dei
l 00 mila inoudnti sei mesi fa sono situati
lrn Loreo e R osolina.
•••
PALERMO - n ministro dell'industria '
on. Compiili inaugurerà Il 2,l corrente
me~e la Vll F iera del :ML"diterraneo che
rimttrrà aperta fino al lO giuguo prossimo.
-
RO:.I1\ - Sarà organiuata uua Mostra
collettivo. Italiana alla Fiera di Lngano
eh ~ anà luogo dal 29 settembre ul 14 o ttobre prossimo. .'\ ncbe o.lln fiera di bmir
(Turc h ia) ch e avrà luogo dal 20 agosto al
20 sette mbre p. v. l 'ltolia ptlftet'Ìpt.'rA uf.
ficJal mc nte c~'u una sezione collettiva •
***
GENOVA - Il pirO:.cafo nord americano "Exantln'' ha sba rcato nel porto di
G.. nov(l consider~voli qua.ntitativi d i mao-.
chlnnr i e di prodotti semi lavorati destinoli alle ioduslrle dell'Italia settentrionale ed in pnrticolar modo a lla Fla t di T~
rin o, olia l\lorelli, oll'lh·n e alle o.cciai~
rie di Corniglia no Ugure.
***
NI\I'OLI - E' s tato data conferma uf.
ficia le della definitiva npprova~ione da
pnrte d e llo Cassa ùe l l\.tezzog iorno del pro.
getto d i completamento dell'autostrada
Napoli..Snlerno pe r una spesa preventin.
di oltre lre miliardi,
.
l S maggio 1952
N. 420 -
Il Corriere della Somalia
pagina &
l
N OT l Z l E~==O=_~A~L..==-~M-----=
O
=N~0~===-=~0~
UL-riME
L'importanza ~egli accor~i con Bonn
t_) c_lDI
..
c.J:. 5i ~
)..À!
Jl.._,.ali .?}l .)li~l ':-').
..; J.J! '} _,. J
illustrata da Eden ai Comuni
)
L:,.
"~ ~:>i ~ ~UI »-~\
rJ'.
La necessità di un valido contributo tedesco alla comunità 4r ~ r-JI_, .0 \:li rr-11 c.~ J
~..111 (_)l ... ..t.J}I o.>L.... ..~._A.,
europea di difesa
Verso un cambiamento della politica
r .
-M.~ t.J & l r~' ~..~.' ~
sovietica • Significato della risposta occidentale a Mosca
.)li~' ":";..;)Y, }Y, J . ,)JYI 4.1' .;.!!.ai ~~ ~ ~ j.,;,~
disormo
di
New
York
o
con
il
regolamenLONDRA, lG.
;,~) b l ~ .:;.:.'!- ,>.;J Jl.._,..J l ~1 j l :.J_?!J! ..l~J.A ~~ ~~J!.:.f !.$C .) ~J
to della qnestlone :lUstrinca.
Nel C'orso del dibattito di politica ester,, ai Cotnunl, il 1\l ini~t ro Eden ha ret\ proposito della ris posto occidentale
~ili (,..J ll..l
~ ~li :.J.J~
• <.SJ~~ of) ;_,:5"-llt ~l-Ili
. ~~ -~ ~.)"'
&pinto fin dull'iuizi<> l'idea dell'imposi· n i\fosca, Il l\Iiui.<lro degli Esteri ha dct-
cl;
\,:7
l
zione di nuove C<>ndidoni al riarmo della
<;ermonia occidentale.
Parlando llelle nuove condi1ioni coutenute in una dlchloro~lone pubblicata dal·
l 'esecutivo laburista. secondo cni le elL':dont generali in (;ermanla si effettuerebbero prima del riarmo, Eden bo precisato
che tale condizione non figura nella dichiarazione fa\ta alla fine dell'anno scorso a Washlngtou sul riarmo tedesco, né
negli accordi precedentemente fum:1ti d:1l
G<>verno laburista.
''Tale condizione - hn aggiunto Eden
- equh·arrebbe a uo:1 ingerenza sleale
negli affari interni degli altri paesi". Sottolineando che con tnttll probabilità non
~ !'llranno et...:r.ionl in Germania prima
dell'autunno 1953, Il :llinistro degli Esteri ha .:tggiumo che non si può ritardare la
firma del trattato per la comunità enropea di difeso e per gli accordi contrattuali, fino n tale data.
Il Capo del Foreign Office ha pregato
Attl~"e di dire cou precisione se la politica estera dell'attuale (;ovemo, che è la
stessa di quella adott ata dal Governo laburista, è ancora condivisa dall'opposlzion~.
lJJterrott('l da Bevau il quale ha detto
che il partito laburista appoggia il proseguimento dei negozi:ttl concernenti la comunit<. europoea eli difesa ma che non :~p­
prorn un contributo pratico della Germania prima delle consultazioni elettorali
dJ quel paese, Eden ha affermato che il
partito laburista fonda la sua politica estera sulla opposizione tede.~ca al Governo di 1\dPnauer; ricordando che il Governo britannico deve considerare qualsiasi
attacco contro la R epubblica Federale o
contro Berlino come un attacco contro la
Inghllterra, Il :Uinistro Eden ha domandato: "L'opposizione suggerisce che i
soldati britannici devono battersi per proteggere la Germania e l'Europa senza che
la Germania apporti il suo contributo a
tale difesa?".
Eden ha affrontato in seguito la questione degH accordi contrattuali con il
Governo di Bono nonché il trattato snlla
comunità europea di difesa. Al riguardo
Eden ha detto che gli alleati si riservano
i ·diritti concernenti la presenza delle pro·
prie truppe in Germania e l poteri qu:~dri­
partiti a Berllno. "Tutta,·in - ha detto
il Capo del Foreigu Office - tali accordi
!laranno moho importanti per la Germanio poiché metteranno fine allo stato di
occu paziooe".
Egli ha quindi analizzato il progetto
dd tratt:~to che istituisce la comunità europea di di{eo;a, sottoline:~ndo che la legittima opposizione che si manifesta cont ro il rl5orgere di forze nazionali esige
che il contributo tede~co sia effettuato in
modo tale, che non dia luogo al risorgere del militarismo tedesco. "E' necessario - ha detto Eden -che tale contributo debba non dare alcuna Inquietudine ai
paesi dell'Europa orientale e che abbia
uno scopo veramente difensivo.
11 Ministro ba Insistito sul fatto che il
fattore piil importante del trattato di Parigi è che per la prima volta nella storia, i dirigenti francesi e tedeschi banno
e v~liono discutere Cra di essi le difficoltà in<"ontrote.
~ "L'unità e lo fiducia dominano in Europa e hnnu o già prodotto i loro effetti
sulla Russia - ha dichiarato U Capo del
Foreign Office, Il quale, facendo allusione
a lla nota sovietica sulla Germnnja, h a
detto che essa potrebbe forse significa re
un cambiamento della politica 60vletica
per coi è necessario 60ndare con lealtà e
a in cerltà tale Inizia tiva".
Eden ha quindi affermato di non poter
credere che la conclusione di accord.i con
la Germania e la for midabile forza dell'occidente, possano imped ire conversazionj con la Russia, aggiungendo che IlDa
intesa d l carattere intern.uionale potrebbe cominciare con la commissione per il
t<> che il documento è stato favoi'C:volmcnLe accolto in Francia, in Gran nrctog-na,
m•gli Stati Uuici, in (.;ermanio e dogli
stessi soclnl democratici tedeschi. J.::gli
h.1 sottolineato che tale nolo dimo.<tra
che le elezioni in Germanio devono aver
luogo l.n una atmosfera di libertà primo,
durante e dopo la consultatlone popolnre.
-:t·~' ~tll ù"'~~~
. ~)
!)-"
'7':~ eS~./~~
. ;j~
. JJ,.;.... ~l
j!JJ
.)y:- ~
.) _,r ~.l.f &
: ~_,)\.!.:.. • • ~1
L'Iran conferma
il suo atteggiamento
o.l.JI '.t\~
sulla vertenza dei petroli
.ti~ ' J~ ~ ~ ~_r.li. 'J."'"
4$ .J'
~\..1.\
~ c_ll.-1 4:--l:-1 ..r::.) ~!
.u,
·~ ~ Jc- 4J.-111
o,)~ ~ --: ..;
.l~Ì "' ~ L. 4f'
4~:-U ~'-"'"
~EW
VORK, 15.
Il Governo iraniano ha fatto sapzre, \ attraverso la sua delegazione al
l 'O~ U, di essere disposto ad apporre
la firma all'atto generale per il regolamento pacifico delle controversie
internazionali, adotta to dall' Assemblea Generale il 28 aprile 1949, come
prova della buona volontà e del desiderio di sottoporre le sue controversie con gli altri Stati, ad una
procedura di conciliazione pacifica,
del regolamento giudiziario e dell'arbitraggio.
Il Governo i~aniano riafferma eh~
la nazionalizzazione dei petroli è un3
questione interna dell'Iran e non può
in nessun caso essere considerata una
rr controversia internazionale ».
.J....JI ':.J~ ~ eS~
~\..1.\ , ~ J.t! . / , ~~:- _,L'":""
cS.l.f ;_,; , ~ ( ..... . /
. )i
:.J~
':.J.) l ù.J.J
cj
'~
~ , FIRAME,
Cavi per saldatrici elettriche
Cavi pe: avviamento- Cavetti per instalfa%ione autometti-Cav etti per accensione
.)~ ~ ~~
<..>-> J
~ Jl ~tt:,ra:JI J~ l.~ Jiiil
Jt ~ JIA:>"~l
•
~~ [_~
J>f-J j.'J)\
•
•
. • lAJ•
•
\,:7
(_.r' ù. \
..
~i;_, '~ t:~ L.-\ ..).;.. ~-= \:li
-.:_,,w .;;...:....
~~ -.:_,t
J
...;t~\r ' t.P. ~~~~~ ò;l.)~l L
.~1
~" ~
. . )) d>
.
~
.
-
Jl; ( •
o).) ~l U.. ~-A> Jl 4.r11
~ _ l.....
.~H
J:r-=1
J.:,;._, J....; :.JI (..] lla. ~l
_,:-
J _ ;;_~~ ~ ~~u~l ~
.•~~1, ,)jl
~l§'~ .~-.J}I o.)L- .).) ~_,
~W>:! 4.:'1 ~J Jl .)'.~1, ~;Il
l-~
~l•
..;t.
J'
l..l..J.
~l _, i.JJ
- l
0'" ~: l.il "~ ~~_,..JI ~~_,11~
( .)\.;.;\ J ~~,_, ~ ~~ .\)_,
o.) _,_11 c_JJ ._;l.c: _,~ J l~
•
Jl.._,..JI ~~ ':-'l. l ( e-Wl_,
:.JJ l.:!lJ j..ll J •.)..Jt:- ..144~ j ~
~ ~)'.)~ J ~, ~ ._:_,1 'J
Più barbe
da ogni
lametta
Gillette
!Blue
. 1;\.JJ .:;.e Jlb
':-'11.' .:u L. ...;.r.~ r.>,; ~ lrl'
J'
IA..t..! ~l~~ ) 1_, <.>}l.\ tl.il~r
l
.,J.,/"., ~.) c: e' ,;.;L-IJ ~
~~~~~~~~.~~~~===~
LA "LIBRERI A Il\LPERO"
DI C . PORRO, AVVERTE
CHE SONO IK CORSO LE
PRE~OT AZIONI PER:
:
:
Con il più tagliente filo c:he
mai sia stato arrotato, la la·
metta Gillette Blu vi assic:ura la più perfetta rasatura
del mondo ; e nello stesso
tempo vi fa risparmiare il
vostro danaro perc:bè ogni
lamettA dura più a luogo.
••
•
Blue Gillette Blades
GILLETTE vi dà il buon giorno
Testi scolastici
a.n..n..o 196~-tS~
IN ARRIVO DALL11TALlA
E GIÀ TN POSSESSO DI
UNA !>ARTE:
Scuole Me~ie, Ginna·
sin Superiore elicei
GIÀ IN \ 'ENDITA:
Scuole Elementari_
----=====--- -_____., ~
N. 421 -
pugina 3
L:l L~ga dei Gio\'ani !:ìolllali hn celebrato> nel pomerisgto d 'tcri ù uouo
auJtualc Jèlla ::.U.l fontla.douc. u1w
grande foll.1 era adunala davanti allu
sede di Viu XX.l\' Maggio e ucll' am·
pio gi:lrdiuo che 111 cècdc 1l ::.alone
d~c adunate, pttlon.>::.eam~nte a?or110 di tralci lìoriu, Ùl bandiere, dt allegorie ::.omalc.
La ,·asta platea era occupata da
nuruero,i tavoli, anch'c~i ::.~,>nr::.i di
tralci verdi e di fiori, dove presero
posto molli invitati, tra i quali erano
gli esponenti dei partiti politici e delle comunità itali:wa, araba, indiana,
pakistnna ed eritrea, uonchè numerosi fuuzionari dcll'ùNU , e ùell'AFl !:ì,
e ufficiaLi del Corpo di Sicure~za .
Facevano gli onori di casa il Presidente della l~cga , Hagi Mohamed
Husseo, ed altri esponenti del Pattito.
Alla tavola delle autorità sedevano: il Capo Ufficio Affari Interni,
dott. Gasbarri, in rappresentanza
dell' Ammini::.trazione; il Presidente
del Consiglio Consulti,·o dell'OXU,
S. E. il )linistro 'alah El Din Fadel
Bey; il Con::.olc di Francia, sig.
Monge; il dott. Goro D.ceb; il Commissario del Benadir, dott. Olivieri;
il Residente di .Mogadiscio, dott. Colombano; ìl Col. Bottone in rappresentanza del Generale Ferrara.
Primo a parlare ~ il Presidente delIa L ega, Hc1gi ~lohamcd Hussen, il
quale, in arabo, dice:
Eccellenze, Signore e Signori ,
Oggi siamo riuniti qui per celebrare la ricorrenza del nono Anniversario della fondazione del nostro partito. In questo fausto evento desideN
esprimere i miei sinceri e profomli
ringraziamenti a Voi tutti, qui presenti, per aver getltilmente accettatO
il nostro invito.
Desidero l, recisare che i principaìi
obbietrivi del nostro Partito sono i
seguenti:
1°) L 'indipendenza del nostro Paese;
2°) Affratdlamento di tutti i somali,
con il conseguente ripudio del si::.tema tril>ale e le u,anze nociv11,
che ~ono caus~: principali dd nostro regre:.:.o, delle eterne discordie e dissidi fr.t la no::.tra popola~one. I ~omali , ovunque ess1 siano, sono fratelli di saQgue, di
lingua e di religione, e non vi è
perciò alcuna ragione perchè Ja
buoni fratelli uon debbano vivere in pace ed in buona armonia.
Ritengo perciò sia precipuo dovere di noi dirigenti di partiti politici , capi, notabili e :oantoni di
·cooperare efficacemcnt~;: affinchè
sia raggi unto questo fine. E' altresì no~tro vivo d~;:siderio, malgrado l'attuale· ingiu!>ta divi:.ione
impo:.taci, di vedere un giorno
tutti i somali liberi cd indipendenti, uniti ~otto una loro unica
bandiera;
3°) Contribuire al miglioramento delle condizioni cconiJilliche e socict·
1i del P aese.
Il mio Partito, in nove anni di attivi tà, lottando e !>apportando inumani per!>ecw.ioni, ba dalo un coutributo non indifferente per il progre:.so verso l'indipendenza ciel no-,tro
Paese.
Una nostra delegazione, al fine di
perorare la no!>tra causa, aveva partecil,ato alle varie sedute dell' As::,cmblca Generale delle Nazioni Unite,
durante le di.;cu~>!>ioni s ul futuro dcstino del nostro Pac::.c ; altre nol>lrc
delegazioni, per cementare i nostri
rapporti con i Pnesi mus ulmani avevano partecipato a due Congres!>i
P an-I slamici, avvenuti rbpettivameu ·
te a Nairobi cd a Karachi nel J<J49
e 195J.
Nel campo culturale, oltre aver aperto scuolt private in 111olti centri
del 'l'errilorio, ha indirizzat<J delle richic-st<: ad nlcuni Stati mu:-uhnani:
Egitto, Siria, Lihano, I raq, Arabia
Saudita, Pakbtan tec. chi~:deud() una as..<;istenz:l in questo campo. L 'Egitto, specialmente per interessamento di S. E. Fnclcl Bey, stendcndoci
per primf> la mano, ha generosamente
accettato ll(:llc sue scuolt governalive n ell' Ashar 23 ragazzi somali ; al-
Il Corriere della Somalia
lale~a ~ei Giovani Somali cele~ra
il IX Anniversario della sua fondazione
II dr. Gasbarri riafferwa l ' impe~no dell'Amministrazione di portare il popolo sowalo all'indipendenza
II progresso politico, economico, sociale e
culturale. conseguito nei primi due anvi
tri 23 souo in procinto di partire, promettcndoci dì accettare altri elementi nei pr.ossimi anni. Sempre per interessamento di S. E. Fadel Bey, (:
in vista l'invio alle scuole egiziane d1
cinque ragazze somalc che dovranno
compiere i loro studi colà. Prossi m.:~­
mente è previsto l'arrivo di 5 maestn
egiziani destiuati in questo Territorio
quali in:,egnauti. La Siria, esaudendo la nostra richiesta, ba accettato Ji
ammettere nelle sue scuole 6 ragazri
somali che prossimamente partiranno
per colà. Abbiamo speranza di ottenere aiuti del genere anche da ctl·
tri Stati asiatici ed europei. Per que·
sto atto di magnanimità e di genero·
sità, che certamente nella storia della Somalia sarà tenuto nella dovuta
considerazione, mi è caro rivolgere i
miei sinceri ringraziamenti a Sua
l\laestà Re Faruk, al Governo ed al
popolo egiziano ; al Governo ed al popolo siriano.
Nel campo economico e sociale,
pur aveudo fatto i necessari sforzi costituendo in seno al nostro Partito
appositi cométati, ritengo opportuno
suggerire ai miei fratelli somali s ulla
opportunità di rivolgere i nostri sforzi a questi obbiettivi, senza dci quali
la nostra indipendenza sarebbe priva
di una base solida.
n 2 Dicembre I960 è la data dalla
quale decorre l'indipendenza del nostro Paese. Dobbiamo pertanto renderei conto della breviti del tempo
che ci rimane, della responsabilità
che incombe su di noi e del non facile compito che .::i attende, quando
avremo in mano il Governo del nostro Paese. Direi perciò che sin d'ora
dobbiamo cercare di preparare il terreno per questo evento.
Reputo opportuno precisare e ripetere, come ebbi a dichiarare anche in
altre occasioni, ed anche per dis5.ipare certe incertezze, che il mio Partito è animato di buona volontà lJer
collaborare per il bcness<:rc e progre::.::.o del no::.tro Paese, con lutti gli
organi operanti nel T erritorio, parti·
colarmente con l' A.F .I. S. e con il
Con:.iglio Consultivo delle Nazioni
Unite.
Nel concludere questo mio discorso, rinnovo ancora una volta i miei
sentiti ringraziamenti ai rappresentanti dell' A.F.I.S., ai rapprc:.entanti
del Consiglio Con:.ultivo delle Xazioni l.initc, al rapprescntallle del Go·
veroo di S. ~L Britannica, al rappre!>CHtante del Governo della Repubblica Francese, alle comunità lndiau.:~,
Pakistana, Araba, ai dirigenti dci
partiti politici ed agli C!>poncnti somali, r,cr averci t ulti onorati in qut·
sto lieto evento della loro pre:.cnz.1.
EVVIVA LA LlDllRTA'
E\ 'VI VA LA SOl\!Al.lA
EVVIVA L'O.N.U.
S.E. il Ministro Fadel Bey
Ha IJUlndi preso la parola il !)resi·
dente del Consiglio Commltlvo S. .E.
Il Ministro Salah l::ll Din fa del Uey ,
il quale si i: congra tulato vivumcntc
con la Lega del Giovan i Somali CSJ) ri•
mcllllo il s uo compiacimento per il
giorno anni versario. Si è dichiarato
lieto del nuovo progrumma enuncinto,
concernente l'istru7.ione, la cultu ra,
l'attivilà nel campo economico e !iO•
ciale ed in quello politico. Il Ministro
Fadel Dey si è anche congratu lato
per la comprensione dimostrato e la
collaborazione per li benessere del
Paese. ·Ciò, egli ha detto, di mostm
uno sviluppo della coscienza patrlot .
tica. Ha poi indicato che ò semplice•
mente naturale per l'Egitto assistere
la Somalia nello sviluppo culturale,
a motivo dei legami che esso ha con
i popoli in questa parto del Mondo.
Le borse di studio date dall' Egitto ad
alcuni studenti somali sono soltanto
l'inizio deiPaiuto che i popoli mu·
sulmani dovrebbero estendere alla
Somalia.
Continuando, egli ha definito l' Amministrazione fiduciaria della Somalia, l'unica veramente moderna for·
ma di Amministrazione Fiduciaria
Internazionale. Eg li ha detto che il
Consiglio Consultivo non si è risparmiato nel cooperare, aiutare e consi·
16 maggio l95Z
gli are J' Autorità Amministratrice nei
suoi sforzi per lo sviluppo del Terri..
torio, indicando che i risultati di t~
le cooperazione hanno dato al Terri·
torio il Consiglio Tt.-rritorlale, i Consigli di Residenza, le Cons ulte Mu·
nicipali, ecc. Egli ha inoltre sottolineato eh~ il popolo 11omalo è aJJe porte dello libere ~l etionl. L ' Amminj·
strazione ed il Consiglio Consultivo.
sono ora ambedue dediti a duri e lung hi studi per formulare un nuovo e
mig llore ordinamento giudiziario e
d eli ' istruzione.
L 'oratore ba quindi ricordato agli
ascoltatori che il popolo somalo è di·
rettamente interessato e di conseguenza ha il p ieno diritto di doman·
dar.e informazioni s ulle attività del
Consiglio Cons ultivo, ed ha indicato
di non essere clementi ma neppure
troppo severi nelle critiche. Nove anni, egli ha concluso, sono un periodo
troppo breve nella \'lta di una N azione e perciò tutti i somall devono la·
vorare seriamente per r aggi ungere lo
scopo.
TI discorso del Ministro Fadel Bey
è stato coronato da vivi applausi.
Parla il Rappresentante dell'Amministrazione
Ha quindi preso la parola il Capo
dell'tJfficio Affari Interni dott. Casbarri, il quale ha detto:
Signor Presidente, Eccellenza, Si·
gnori,
grazie innnnzitutto anche a nome
di S. E. H Reggente l'Amministra·
ziooe - Ministro Canino - e gli al·
tri rappresentanti dell' AFIS, del cortese invito a questa suggestiva ceri·
monia con la quale i Giovani Somali
celebrano il IX Anniversario della
fondazione del loro Partito.
S. E. il Reggente l'Amministrazione non è potuto intervenire a causa
di itltri precedentj impegni e ha dato a me l' incarico di rappresentarlo
per esprimervi i complimenti per quea
sta riuscita manifestazione di oggi e
farvi i migliori auguri per l'avvenire.
Gli obiettivi accennati dal vostro
Pr-esidente, quali capisaldi della po·
litica del vostro Par tito, sono gli obiettivi che l'AFI S è impegnata a
raggiungere e che intende raggiungere nel modo e nei termini stabiliti ; e ciò non solam~nte per tener
fede a un obbligo internazionalmen·
te assunto, ma sopr.atutto e o1tretutto per assolvere un mandato di amitizia e di affettuosa solidarietà che
l'intero popolo itaJiano si è assunto
nei confronti del giovane popolo So·
mnlo che si avvia, coroggioso e fidu.
cioso, verso il s uo avvenire di indi·
pendenza e di autonomia.
E' in questa impostazione spiritua·
le ed ideale del problema più cbe nel·
le norme internazionali, che voi, giovani somaU e glovaui di tutti gli altri
Partiti, avete le garanzie più solide e
sicure che nessuna delle vostre legit·
time aspettative e fon date spera nze
sarà mai delusa.
L ' Italia ha impegnato in questo e ·
sperimento non soltanto capitali _,d
energie, non soltanto il proprio ono·
re e il proprio prestigio, ma ba im·
pegnato altresl la s ua profonda ed
antica anliclzia con i SomaH. Amicizia c:he Intende cons~rvare e rinsal·
dare con In adesione anche dei Soma·
li ancora I>t:rplessi e titubanti della
lealtà e della buona fe de dell'A m mi·
nl:ltrazione che ho o~gl l'onore di qui
ramncsontnre. Perplessità e tltuban.
zo, di gio\'ani innamorati e gelosi del
J>ro,,rlo Paese, oh e l' A mministrazlo·
no, quindi, comprende e spiega e nuJ.
In tralascerà per s u1'erarle e dissipar·
le scrn1>rc.chè amore o gelosia siano
nccOIIIJiagnnte da onestà e spontuneitp di ~entim entl , presup{lOsto fonda·
m11ntale ed essenziale per qualsiasi
co•·dlale intesa e per ogni utile coll:t·
borazione dl tutte le for~e per il bene comune della Somalia.
L' Amministrazione è, perciò, mol·
to lieta di prendere oggi atto delle
dlchinMzloni di « buona volontà a
collnhorare » o delle manifestate in·
tenzionl intese a dissipare « certe in·
certezze » con le quali Il vostro Pre·
sidcnte ha voluto concludere il suo
discorso.
L 'indipendenza del vostro Paese e
l 'affratellamento di tutti i Somali,
senza distinzione di razta e di Partito, sono argomenti che non hanno
bisogno di illustrazione e di com·
menti perchè indiscutibile è la pri·
ma e evidente è l'intenzione dell' Aro.
ministrazione di raggiungere il se~
condo perchè senza pace interna mol·
to più difficoltoso e soprattutto mol·
to più dispendioso sarebbe il compito dell' AFIS che, ripetesi, vuole ad
ogni costo e con qualsiasi sacrificio
raggiungere l'obiettivo: indipendenza
nel termine fissato, perchè questo è
il suo punto di onore, perchè questo
è il s uo patto di amicjzia con il po·
polo SomaiG.
Per il miglioramento economico
sociale e cu~turale sono noti gli sforzi
che si stanno facendo e non vi è persona di buona fede che non vogli~
darne atto· anche se, essendo all 'inizio, si è, ioevitabilmeote, lontani an·
cora dalla perfezione e dai successi
che tutti vorremmo , ·edere istanta:
nei ed immediati, ma che soltanto il
tempo, la perseveranza ed il la,•oro
di tutti potranno a ssicurare e fare ri·
sultare come realizzazione di questo
breve periodo di Amministrazione
Italiana.
Sarà la storia della Somalia indipendente che darà ~ucc:essivo atto at.
I' Ualia del lavoro e ;lei sacrifici cho
oggi si compiono.
All' lt~lia e agl'italiani basta questo : assacurarsi, cioè, il buon ricot~l.o
e l'amicizia dei Somali di domanj,
Soltanto a titolo indicativo si ri·
portano i seguenti dati e notizie :.u
~uestio ni ed argomenti interessanti
li prog resso politico, economico, sociale e culturale della Somalia.
NEL CAMPO POLITICO -.. il
Con•ig lio T erritoriale del 1952 ha gli
segnato degli appr~:uabiU ed indi·
scutibili miglioramenti su quello dell ' a~no precedente in fatto di prep::t·
razaone, interesse e c:ombattività dei
Consiglieri T erritoriali su problemi e
a~gom enti di vitale interesse per la
vatn del Paese, quali l'ord inamento
di Polizia, modlliche nl codice pena.
l~ italiano, censimento della popola.
zaone, ecc. Altre riforme snranno presto onttunte J)er rendere questo alto
consesso sempre J)iù raJlpresentaUvo
e som11re più rispondente- al dinami·
smo con il quale iJ popol o Somalo si
evolve e progredisce.
NEL CAMPO ECONOMICO - si
cerca di attirare con ogni meuo l'In-.
vestimento di capitali nelle imprese
agricole, industriali ed estrattive e si
tenta con In prD!'slmn Fiera della So·
malia di far conoscere al vicini Paesi
Quali siano le possibilità di intreccia*
re rapporti commerciali con questo
Paese ~ quali possano essere le più
utili correnti di traffico da mgevolare
o sostenere. Dall'agricoltura, dall' allevamento del bestiame, dal commerfContinua in 4• pagina)l
r
16
maggio 1952
Il C•rrlere
••Il• Somalia
Condono con~izionale di pena
11 Scgrct.1rio (;cncrnle, ~LhJ ',lrt> Pll•u ipoletu:i:lrio ~ [;triO C.uuuo h,t <'<IU n~•nte
pro,,.,·wimcnto conce,;•,, il con ton.> coudiz.ionale della re~i1lu,, peu.t .<1 .lCtenuto
Moharued Farab lla lou, ,\\,erghl•,hr.
Il p~ddt(l era ~l ato t•ond.wn.Ho ,\Ila
pena di .mni uno ù\ l'(_~ lusimte 1 cr fr.,·oreggiament<l per~onnle, con ~è11l"ll1.0 del
6 n ovembre ~e<wso, dulia <:orte qi ,\fs lse
4e1Ja .::>omalìu.
,+.J.ovimento del Porto
GIORNO lS CORRliNl '.b:
Arrivi:
M/n "Giuli.IUa .Fussio" tb..1udiera
italiana) da Adcu, con 95 tonu. di
merce v:1ria.
Parten.ze :
M/n "Giuliana F 2ssio'' (bandiera
italiana) per .hlerc-..1, cou 2 tonn. ùi
merce ,·aria c 2 t.'a~eggeri.
P .fo "Moonshìne" (bandiera italiap..a) per .Mombasa, con 9 tonu. di
werce varia.
Sambuco " Fathalker" (arabo) {bandiera Hadramaut) per Alula, con
xo tonn. di dura.
Sambuco "Aden" (arabo) (bandiera
H adramaul) per Alula , con 16
t onn. di merce varia e I passeggero
Sambuco "Fatltalmoin" (arabo) (bandiera Hadramaut) per Garaad, con
l 3 tonn. di merce varia.
Sambuco "Sahala" {bandiera italian a) per Obbia, con I r tonn. eli
merce varia e 10 passeggeri.
Sambuco "Fathalker" (arabo) (bandiera H adramaut) per Garaad, con
35 tonn. di dura.
PTevisioni !ler il 19 corr&:
Arrivo P.fo " P ortorose" (bandiera
italiana) da ~!ombasa.
SPETTACOLI D' OGGI
Cinema Benadir - u Bill il sanguinario » (ultima visione) .
Cinema Centrale - t< Carlo di Scozia n
Ciuema El Gab - u Sorvegliato speciale
Jl.
Cinema Teatro Hrunar - u Pigmalione 11 e documentario.
Cinema Missione - t< Barsaat 11 (ultima visione) . Prezzi : I Posti So.
r ,so- II Posti So. I.
Sll!)~cinema - 11 Filumena Marturano ,, e Cine-giornale Fox Movietone.
ANNUNCI
''Ci ne1n a Missi one"
ALL' AUTONOLEGGIO "Ga~liar­
di troverete a disposizione la nuova (t soo C Belvedere n. Telefonar e 68.
PASTA E FIOR DI FARINA " DE
CECCO " . :Xuovo arrivo con il
" T ripolitania". I prodotti De Ceeco, che arrivano 1 egolarmenl\! ogm
mese, sono da preferirsi per la loro
freschezza.
,V ENDESI vettura Chevrolet tipo 4 1 ,
in ordine, con motere revi,sionato a
nuovo. Prezzo conveniente. Rivolgersi: PORRO.
L'AUTORIMESSA VITTORIA Via
R uspoli - Telefono 363, noleggia
F iat 1400 in perfetto orditJe e pulizia, con servizio diurno e notturno
inin terrottamente.
ciNEMA cENTRALE
Carlo di Scozia
con OAVIO NIVEN • M ARGARET LEIGHTON
Regie: ANTHON Y KIMMINS • LON OO N FILM
IN ' L'g C H.NI CO L O R
.
IMPRESA
EROICA Testi scolastici
•
•J~~ e,Sl!. ~..;.. c.s..;..ul ·'"-!.)~' o~
c_)\.. .,r.)JI
t:fi
o.>\-1
o).l:
I n una sensazionale vicenda ,li
g uerra si di mostra che una Nazione,
per qua nto p icco)!\ ma dotata di un
forte spirito patriottico, n on può
soccombere anche se invasa e sch iacciata da un crudele oppressore.
P ellicola in cui ricompare la fatalità della u donna-spia 11 come in "Piume al vento" , la diplomazia dell'uomo politico come in "Romanticismo"
e l'eroismo dell'uomo della macchia
come jn "Caimano del Piave" .
P er i ritardatari verrà ripetuto il
1° T empo.
~.. ~ J--> ...~.;_, . •;_,Gli
(.$.)~~,; J.i =-'..ul o;b ~l ...:/'·J~.;o-;
J.>~ (C_, ~UI .......:_.,_,!.!.li • ..r.,.>...
_,;_,; .)_,:_(~\_, <S~_,\ ;p~l
; ;.ti lf'!.) l.A~l l. J~ ~ ~.)
J4-- _,t... l ~~l
;~.!.:...LI_, JL._,...JI
.ti~ .;çY-1 (_~l .;l,A411 ..,..!JJ
0.. (' _,j._, L.r jl ~
~~.r.JI_,
.>/
,
..,..!J
.§
!)A
~~ 1j rWI .;; .;~li_, .;'LÌ''"" t,~l
~ti if' \~,.j ~lr--1 ~ (_~l
JV'I 0 .. ~ (,A; Ll ~Ua.-~1 o;b~
~
- ~~
L -
o.)U 4..~
~ v· ~ ~.-Q;
J
~ 1_,..1; Jl (_-' )\ ~ ~l
J
L
W~l .)~1
~
Jlii
J'.l
J"
.;~;jl
o.) 1.....
l
SOCIElA' COMMERCIALE ITALO SOMALA - Tel. 90 \
('; J...:. ~.,J
l)\.!. ~-:-::1~ 1
~tl..\ ~~~j\ ~-::""I. Ì_, o~
A
~!l1.>
. yt...,... _,..;
.;~\...... ..:..> ..u_,
j
...r.)JI
~ U'"'JI.;.I _, .)_,
•i ~
~.l..~ ~J
J J ....ll _, .)lijiJ
•'- Le_ ~..>.:-.. ~~JJ .>J\:11 o.>l......
. ~Wl \.i.
J
FEL ICI
~; .>,;_,
~ .i:f: if~ '-'~
r
l ~T. ...AJI ••
"FIRAME,
Cavi per saldatdci elettriche
Cavi per avviamento- Cavetti per installazione automezZi-Cavetti per accensione
lll
l
indicato per il trattamento di disinfestazione del seme d i
cotone da semina e da destinazione zootecnica.
Gli interessati sono invitati a prenotarsi sollecitamente presso la
~
lE VACANZE
_ ~UI
• .;l.:.i.:ll
.!,..~ ~
:Scuole Elementari ·
~J
~_,1..;)1_, J...ll
~jl o;l.)~l
GIÀ I~ \'E:\DITA:
E' arrivato alla S.C.I.S. un importante quantitativo di
l
Y'~ if' ~ll~ ~.r' r
• ~
.) \ .r-
Scuole Metlie, Ginna-t
sin Superiore elicei
"Geigy 3 3 , prodotto al D.D.T. particolarmente
..rJJI o.>I.....J ~->)1 ~ .),...:._, ~~
J ~.s',;.. .>~1
"Sirestone,
11 pneumatico che senza S.A.I.E.M.A.IL PNEU!o;1ATICO
nessun incidente ha portato
PIU VENDUTO
liNI e PANIZZI a Tripoli
Mogadiscio
NEL MONDO
l
il D.D.T. per la disinfestazione del seme di cotone
~·:li~ l J\!.:.....1\J ~L._,-JI ~..I.ZII
.:,;_,11
\
"GEIGY 33"
.!J..).j. ..l.bJ
~~~ ;~....1\_, JL._,_.JI ~1._,11
~~~
I N ARR IVO DALL'ITALIA
l ~ GJJ\ l 1 l'OSS ESSO Dl
U A PARTE :
Ua prodotto della Montecatini
• .>~1 ~~l
.)ti~l
l
a :n .n.o 1952-63 1
lllm patriottico
o.>~~ l.;~..w;_, ~ J.,;.,~ ~~~
MOGADISCIO- TRIPOLI
"Sirestone,
11
LA LIBRE I~ I J\ l ~ li 'E RO "
l 11 (, . I'ORI<O, J\ VVJ:.rnE
CHE '-.<J;.:O IN COR~O LE
PnEXOTA ZlOXI PER:
Domenica, ore 20,20
<.S ;-~l
.BCONOMl\..1
N. 1121 - pagina 2
1
INIZIANO
con
B·O·A·C
~ Quando preparate le v~str~ ~acanze - ricorda tevi l servizi 13.0.A.C sono cosi frequenti cht: vi permettono
di viaggia re qualsiasi g iorno vi convenga.
11 vostro \'iaggio sarà corto e piacevole - di consegu enza
le vost re vacanze saranno più lunghe e comincieranno bene.
Viaggiare per via aerea
e piacevole.
è di gran lunga più conveniente
La B.O.A.C offre il miglior viaggio aereo.
E ricnrdatevi. . .
V~
B.O.A.C PRENDE BUONA CURA D I /
.
voLATE CONB·O·A·C
Per informazioni e prenotazioni:
ri11olgcrsi a Mìtclle/1 Cotts & Co. ( Erut Africa ) Ltd., Corso Vittorio Em·
mlmu.·le Ili. Mot;adi.scio, o presso quabiasi Ase 11 : ia di ViaKHW riconosciuta.
8 O . "'· C: C E N E RA l
A C E N T S F OR Q A N T A S. S. A. A,. & T E À l .
'.1 78
~..(I_,.JI ,:r t:_~l ~.iul
"="lrJI
Jli.;J!J
~~l
et:
'jJj\c J
.. - -
~
J
Wbl~l
IL c-oRRIERE DELLA 6011~111
QUOTIDIANO
MOGADISCIO
Direzione : T elef. A .F .I.S. 30
R edazione : T elef. A .F .I.S. 2t
Cronaca .
Telef. A .F .I.S. 2 1
•
ABBONAMENTI -
DI
~OGADJ80IO
PUBBLICITA': Agente Porro, T el. 98 ·Tariffe: per cm. di altezza , largh. t col. i
Pubblicità So. 2,50, Necrologi So. 2, Cronaca So. 3 . Economici: Cent . 25 a parola, minimo ro parole. La Direzione si riserva il diritto di non accettare gli ordini
lf
SABATO 17 MAGGIO 1962
Alli Ili· N. 4 2 2 ·Prtm10 Ctlt.
(Numeri arretrati U dopPio))
Annuale So. 30 • Scmestrale So. Il · Trtm11tfale Se. 8,50 • Aaaaale, rt•ette. ,., attici pultldlcl Se. 15
Primi commenti di Palazzo Chigi l MARGIN E l
. con tromlsure
• dl'• T'tl o neIla "lona B''
a1le
·
Nessu11a vera analogia fra le decisioni di Londra e quelle
di Belgrado. Le dichiarazioni del portavoce del c;LN di Trieste
l{U:\lA, 17.
L.: vrdiuanze emanate dal Comandò :\lilitare Jugoslavo per la Zoun
"B", annunciate ieri, costituiscono
l e mis ure adottate da T ito per controbattere la p resenza italiana a Tri~­
ste, decisa a Londt·a.
Com'è noto, il primo provvedimento consiste nella nomina di tre consiglieri, uno :Joveuo, uno croato e uno
iederale presso il comandante militare della zona.
11 ::.econdo provvedimento consiste
i n unu virtuale apertura della frontier:l fru la Zona "B" e la J ugoslavia,
per cui i cittadini jugoslavi potranno
~ntrare nei territori is triani, muniti
della ::.ola carta di identità.
Infine dal punto dj vista economi::o
e finanziario, è stata annunciata l'e.:;t:(:n::.ione alla Zona "B" della gi uri:.dizione della Banca X azionale F ede·
rale.
l u merito alle contromisure jugo:.la\·e, il portavoce di Palazzo Cbigi a
Roma ha fatto alcune dichiarazioni.
Egli ha detto, fra ! 'altro, cb e gli elementi tra!>llle!>~i non sono sufficienti
l)..:r una valutazione definitiva dei
j)rovv ~::d imenti. Quando questi sarun·
JlO 11oti nei loro termini esatti, il GoYerno italiano preciserà il suo atteg!riamento.
- De\·e tuttavia osservarsi, in linea
pregiudiziale, che se Tito ha voluto
j)rendere misure analoghe a quelle
concordate a Londra per la Zona
"A", l'analogia è solo apparente.
Infatti e::.hte una grande differenza
fra l e garanzie internazionali esistenti nella Zona "A" (dove la responsabilità di Governo c dell'ammini stra..:ion<: ;nilitarc: anglo-americana òeterm•na un controllo ed un equilibrio
conc rc:to l e la ,..ituazione che si crea
n ella Zona "B", <!ove l'amministrazione militare e quindi la responsabilità internazionale, t della Jugo-.lavia. :\'<:Ila Zona ''B" quindi la Jugo~la\'ia collabora esclusivamente coll
'-e stc:~-,a quale unico gestore dc:l po·
terc amm inistrativo. Rimane dunque
c:-,;.e:n'liale, ha detto ancora ì1 porta·
voce eli Palazzo Chigi, la questio ne '>~
la J ugoslavia vog-lia continuare nella
;;ua JH>Iitica vcssatoria o meno c la ri"J>OSta a tale. domanda dà luce c "i~ni ·
ficato a tutti i prov\·edimcnti interni.
11 r.overnf) italiani) non ahbandon e~à
~ li italiani de:IIa Zona "B" cd c-,ige rà che e"-.i <..i ano protetti e dfesi. :::c
eu'> ll()ll nvve ni <;se, gli alleati spcre
ranno inva n0 che la t;t)lu,ione del
T e:rri t''' in Libero di Trieste nel 'iliO
i 11siem1·, come prevede l 'accordo di
Londr:1, -.i avvicin i alla realiz7.ai'ione.
11 pa ....,o com11iulo da Tito rende
an<YJra più chiara, ha cr.mcln'>O il po:ta\•occ: di Palazzo Chigi, il comples·
'-O delle rC>.J~<>n o;abiliw d<:l Territorio
T~ihc:ro e: l'()hbligo ~ iuridico e mora!!:
d~.v li a lleati, a utori del trntlat(), ni
10 t~:rvl n i re.
Oa p:utc: <.ua il portaV()CC del CI.N
dell' htrhs, commentando le con t r.)·
mi ..,ur~ :~eloltate: dnlla Jugoslavia, hH
dichiarato a Trieste che cc con tali
provvedimenti il Governo di Belgrado ha voluto sanzionare una situllZione di fatto già esistente nella Zona
"B'' prima della conferenza londinese n.
E' proprio in seguito a tale situazione, egli ba aggiunto, che il Governo italiano è stato indotto a chiedere
garanzie per Trieste e per la Zona
"A", preoccupandos i peraltro che
non venissero modificate le disposizioni del trattato di pare, ciò che invece
è stato ripetutamente compiuto dalh
Jugoslavia nella zona del Territorio
Libero di T rieste da ~ssa provvisoriamente amminist::ata.
Le misure jugoslave indicano cou
evidenza . ha concluso il portavoce
del CLN istriano, che la Jugoslavia
mira a risolvere il rroblema del Te:-ritorio Libero con la s partizione delle
due zone.
cc Noi istriani chiediamo al Governo nazionale di voler insistere perch~
venga indetto quanto prima, in tutto
il Territorio Libero, un plebiscito che
consenta di dare pratica attuazione
alla dichiarazione tripartita del 20
marzo 1948 )).
Il Diparlimento di Sfato studia
la situazione
WASHINGTON, 17.
Interrogato sulla reazione amerkana, a proposito delle decisioni titine,
il portavoce del Dipartimento di Stato ha dichiarato oggi che la sola cosa
che si può rilevare per il momento è
che il Dipartimento di Stato studia
con m:.1ggiorc attenzione la situazione
determinatasi in seguito a tali misure.
De Gasperi a Parigi
alla fine di maggio
Il Presiden te del Consiglio parteci perà. a lla .firma del trattato per la costituzion e della co munità. europea di difesa
ROi\IA, 17.
Il Pre.~idente del Con~iglio e 1\;Iiuistro
degli Es1eri on. De Gasperi parteciperà
alla fine del JllCSe di mog~to a Parigi alla
firma del trattato per la costituzione della comunità e uropea di difesa. La data
della firma uon è ancora stata stabilita,
m a si pre ved(! che e~so a vvenga il 27 o
il 29 maggio. Una riuni one dei Ministri
degli Esteri del sei pae~l partecipanti all.! C.E.D. (Fran cia, Italia, Gl'rma nia occideutale. Uelgio, Olanda e Lussemburgo} si s\·olgerà a Parigi nei giorni 19, 20
t 21 maggio. .\ tale riunione l'halia sarà
rapprescnt.tta dal $ouo,.cgrctario agli E·
slerl on. Ta,·lani, il quale SIICCes;.ivamentc s i recherà a Stro~t)llrgo per partecipare alla riunione del Comlloto :\lini••erialc del Consiglio d'Europa. L'on. De Ga~peri paneclptmì n l'nrlgi, d\lpl) lu firma
<lei trotta to della C.t::.D., nd 11na riunioHe dei l\Jinlstri degli ~ ~~ tèri dci paesi del
l'ullo .\tlanticl).
l pro~lemi ~eli' esercito americano
in un ~iscorso ~el oen. Collins
LOS AXC E LES, 1 7.
li Generale Lalllo n Colli ng, Capi)
<li Stato J\Iagg-ìorc dell'esercito americano, lta )m)nunciato LIIJ di!>corso
Camera di Com mercio di Los
in Ot'C<I'oion<: dcii n giorna la
d(·llc for?.c armate . ·
F ~li ha detto, frn l'nltro, che l'esercito americano po~~icclc fin c:la
que-,to momenti) llll cannone capace
eli utili?.Zarc un proièltilc atomico
conte:mporanearucnlc n 1111 proiettile
di tipo cOn\ CJIJ:iouol<.:.
u Lo forze .munte rl llH:riconc - ha
proseguito il Ccllc:mlc - potranno
alla
An ~cl e!> ,
TOTOC.ÀLCIO!
disporre fra breve di ordigni radioguidati a carica atomica per l'impiego tattico >>.
Il Generale ha rilevato pure i progressi raggi unti nella difesa cor•traerea. nuovi pezzi e nuovi proiettili, egli h~ detto, sono nllo studio. La
loro potenza sorpassa ogni arma usata fino ad oggi .
IN I J!tDOCI N A
Operazioni aeree contro i ribelli
:::a~ri;o n;:o:~ri:;.:~~lea:~~::;: s~~
L·emigrazione italiana neii'Uruouay
Vient· <'<llllmentolo muho fal'oçc;-nrctn ,11 emigrn1ione
te,tl- l'onrlusn t m l'!tulia e l'Urngno~. Si
s mtolitw.tuo le ottimi" conditlon l, pré' i~
!\te• in tuJ,. orcorflo. per In mano d 'opera
itnliunn dw KMIÌ 0\'Vinlu verso lt" LOne di
h•voro m•l l 'lls·u~uny.
R0;\1 \ -
\'Orl'\·olm~nll'
nel corso
do a GSO mmoni di dollari. Al 31 dicembre 1951 ,' le riserve erano già salite a 605
mUioni contro l S.S3 mJlioni di dollar i del
giugno dello stesso anno. Al 31 dicembre
1950 le risen•e in oro e dollari erano di
t9;J mllionj di dollari.
RO~I A.
-
·-
Importanti opere pubbliche
~ono s tate inaugurate ieri in tutta la Sicilia. E' stata scelta la data del 15 maggic:. perchf: in tale data cade il sesto anniversario della fondazi one della Regione
Siciliana.
•••
CANBERRA
Si ritiene a Canberra
che negli esperinenti atomici che n-ranno luogo al largo delle coste austTalia.De
nei pr06shn1 mesi verrà sperimentato un
nuovo tipo di missile radiocomandato
con spoletta atomica.
RO~rA.
***
L'on. Giulio Andreotti sot tosegretario alla Prt-sidenza del Consiglio de'Ministri ha celebrato a Carplnato, citu.
natale di Leone xm, il 61 .o anniversario della fondazione dell'enciclica "Rerum Novarum" .
RO~rA
***
- E' giunto a Napoli, proveniente dalla Grecia e dalla :rurcbia, il
maresciallo :\1mgomery. Egli si è incontralo con l'ammiraglio Carney.
...
QUOT.\ZIOl-.1 E CA:\'rnL - A.l merce.
to !Ibero: sterlina oro 7850-7875; unitaria
1610-1615; egizi.a na 1.460-1470;
dollaro
563.25; franco svi~zero 150,50-151; fra n~
fmncese 160-161; marengo 6200.S2Z5; pesos argentino 26,50-2i; oro tino 700-798;
oro grezzo 786-7'88. - Cambi medi : sterlina 1749,72; dollaro 624,90.
....
P.\RIGI - Gli
paesi europei tra
niti a Parigi per
ne di un pool
"pool verde".
esperti agricoli di 15
cui l 'h:~lia si sono riudiscutere la C06litu~io­
agricolo, il cosiddetto
•••
WASHINGTON - Nel corso della sua
cousueta conferenza stampa ,..enimana.le
il Presidente Trnman ha confo.'rm.1to la
sua intenzione di condurre prima delle
eletionl un'alti\·a c:t mpagnn in fa'l'ore dì
colui t'h.' ,·errà designalo l'<>m" candidato
del parllto democratico allu Pesidenza
dtgli Stati t.:niti.
•••
HAKOI, 17.
Caccia-bombardieri e bombardieri
bimotori delle forze francesi del non!
Victnam, hanno cffethtato ieri circA
cento operazioni , E ssi hanno ottnccato acc::mtounmcnli, depositi e ins tallazioni militari dei ribelli a nord
della « Linea Bcto une >J.
T ale 7ona è da qualche mese lno~o
di raduno di clue potenti unità del
Victmin.
Inoltre gli aerei hanno preso parte
nclln 70na dell'operazione u drorncrlario 11 a bombardamenti contro concentr::>;.:ion i del Vichnin che hanno
snhi to perdite.
Nella re):(ÌOtl(' di Hni nuong , a 40
I\' m. <h TT :snoi, dJte ponti sono s tati
clanne.c:~:l lÌ co11 C'>p1osivo.
Secondo indlca~loni le riser-
ROM!\ -
ve in oro e dollari dell'Italia
Il l<',lder n:lz;ooali5ttt ••lger ino ~IE'S.Sall
H n<lj a rrestalo ieri io Algeria è giunto
:sotto surn;~lla nza in Francia. Ieri è stato
condotto n Niort capohwgo del dipartim(' nto di'Ile Deux Sevre,. nell;l Frnnda
occidentale. Egli oou potrà lu~\'Ìare il dipartimento senn l'aulor lnntione delle
nutori1:\ france,.,.
•••
1'.\RIGI - Alb pr~'><enl.l di lc>nl I s mav
~egretnrio gener.1l" dello N.\ TO. "7
ciali e fnmionari •·i\·lli di ;lieci paesi
hanno rlc-e,-uto st.t•nnm• il <hploron del
primo corso della ,cuoi:~ di dlfe,n della
1'\.\TO. »Cuoia c.he venne aptrtu lo >'C<>rso
nO\·embr<:. l dleci pa<·si r,tpprt~entmi sono: H('J~io. Ca naùà. Oanltnnrcn Frtutcill
l;rnn llro:tngnll, !tall a, Oland:1, 'Nor\'~gia:
l'vnngullo e . t111i Uni ti.
ufÌi.:
•••
1.0 'DR.\ ~ 11 generale E1~eohow~r
tu \' lsil,t di C•Wlmiato d Londr,t ha ovnto
u~gi un l"'nlluqni.> l)rl\' 0\o coo Eden alla
n ,ideo La nllìcinle di q n<'~ tn ulllmo. i rlliln .. che siano :;une dl.;cus_,e que<tioui
ÌIH:J•t•n•• ,,1 tr:tltalo t~'r ll1 comunilà difen~i ,·n •·urop~••· Jl &re•wrale Et~enhO\\ t'r de' l' f.1r,• ,·ol,Jlhntc con h>nl :\ ll''i,mrll'r prirnn Ili riprl'HÙ~re l'n<'reo alln \'<'ll,s di Pa-
rìRI.
Alla "LIBRERIA ITALIA, ~i GUIDO LUSINI
N. 42 1 -
11 Corriere della Somalia
pagiua 1
N OT l Z l E~==O~A
~L.~---M~O
:;:;;;.__N---'---0
=0~
l
o sciooero del petrolio Relazione di uuattro giornalisti
reazione belgradese
UL-rtME
La prima
NVW \ORK. )IL
alle decisioni di Londra su Trieste
Tre ordinan ze emanate dal Coma ndo della zona ((B,
JlFl.GR.\DO. 111.
\'it•nE> onllund,lto uffil"i 1lmc-nlc che Il
,'(lnumdo militar~ d,•Un •onn "JJ" d el Ter·
J'ìt,,rlo lib~r<> di Trie.,tc in :J1'cordo con il
(rtln~rno jtt)!<bhwo ha t>mnnn1o tre iatpor·
tnnt i ordln.lo~.· \'01'-'<'rtll'nl i l 'nmnunìstra·
zloue d~llu wnn del u•nitorlo libero, occupata dolln Jtt)ì'o~l:wlfl,
La primu ordin<~nza pr.:vt'<le In f.1cililà
di cin·olntionc dcll:1 pop.~lnzione della zolla con In Jugo~hwlu: lo cartn di i<l<>ntità
::o<~rà qnindi ~u ffic:lente per il pn!>saggio
dalla zot\i\ in Jngo., lavln.
I~t ~e~oml.1 orJinau to prévl'<lc, oli re In
~<,p pre:.~\one .lei comlloto popolare clell'htria c le .;on"11t.u:ioni Cra Il comando
militare c il <'on-ij:!lio politico della zona
"B", l'obbligo pt'r tutti gll organi ~Ila
auh>rità popol.1re dell' ,unmlni,t razione
della zona, di rl-pett,lfC! pl'r Il futuro il
JWinc:ipio dcU 'eguaglion1a nazionale di
t utti gli abitonti ùe-lln zon~.
Le autorità do,·ranno n~slcnrare agli abitnuti 11 di ritto di u!'.ue la lingua modre
nelle ,·le pri,·ate e pul.lbliche, il dìritro di
s vilupJ)o culturale, c dovmnoo prendere
in consiùer:udone la compo!<izlone nazion nle dello zona In oc.:.~slone delle nomine
alle funzioni pul.lblìcbe.
La te rl.l urJlnanza sta l.lilisce l'ottività
della l.lanca nazionale ju~os),wa sulla zo·
n'l ".B". Tali n1l~uro sono considerate la
pnma risposta ulle decisioni dello coufert:nza di Londra s ulla partecipazione italiana oll'amminislmz ionc della zona "A"
di Trìe~te.
Il Maresciallo Montoomery
pari ito da Ankara
AXKARA, 16.
ll )fare::.ciallo :'.Lontgomery ha lasciato Ankara ieri mattina diretto a
Parigi, dopo 3\'Cr tra:.corso tre g-iorni
n ella capitale turca.
Prima di salire a bordo dell'aereo,
Montgomery lta pronunciato un breve discorso iu ling ua turca, esprimendo la soddisfazione per i colloqui
a\-uti ad Ankara, e la ::.peranza di tornarvi durante la prossima estate.
Nominato in nuovo Governatore
della Cirenaica
BEXGASI, 16.
Re Idris El Senu::.si ha nominato
Say~d Hussen Maze goveruatore della Cirenaica, al p<)::.lo di Sayed J.\Io·
hamed Saghisli che diviene ):linistro
dell'Educazione del Governo Federale libano.
Lo ~te:-.,.,o decreto reale nomina El
Hai H ashid Al Heikia, Presidente
del Parlamento circnaico, a capo del
Dipartimento dell'Agricoltura e Foreste.
la solita !altica bolscevica nella Germania Esi
Un appello a Piek per presunte
provocazioni deoli occidentali
BERLL."'O, 16.
Jn un appello, che i comunisti sperano
che ~i <'reda "spon laoeo", la popolazione
di Ull paese della frontiera di Oelsmitz
chlede ul Presidente della Repubblica Demucrallca tedesca Wilhehn Pieck di prendere le mis ure necessa ri e per "impedire
una nuo,·a ~uerra di provoeozione".
L'appello dichiara Inoltre c he il Governo dJ Atlenauer si opprt:sta a scatenare la
terUJ guerra mondiale ed è pronto a fir.
mare "il trattato generale di guerra".
Affermando che i preparath>1 di guerra
nella Germania occldentole sono accompagnati da provocazioni di frontiera, il
documento precisa : "Presso Oelsmìtz, si
è tentato dl attirare la popolazione nella
zona americana. Là si trovavano truppe di
mercenari, e se avessimo passato la linea,
quelle truppe avrebbero certamente sparpto contro la popolazione.
D'altra pnrle si Hdono s p~:.so n\ Jl<"lo
" · fronlìer,t c..rrì olind.lti (lllll'rlcu ni l! a ltri veicoli. I loro occup mtl •·ercaJHI di
provocare lo UO!'t ro popolo t lonc c ""Jlratullo In no:<t1·o pol11ia popol~rc.
D l'irlicolr> <lppcllo pro~~guc O('(.:u~.lntlu i
n emici dt>ila r~pulJIJiicn popolurc t <'dl''("t
eli lncen<li:l re frt'QtH!tll<'tÌlenle le flll'e•te
nello r.ona (l[tlcri <'nna allo .~copo <li proungnrc il fuO<'o n oli~ zona sovieti ca e gll o,~:;enti s8bolatorì del go' crno di .\<l cnuucr
~~ recano spe:;~o a Ocl~mitz.
11 documento preciso inoltri' cbe n•·l
\'illaggio eli Pirk un poliziotto popolore è
~tnto ucc bo da uno degli "a,~tenti nl ~ol­
do degli impc.>riali~ti nmeric(lni". In con!'egueuza dì c.iò - o~glungc l'appello la popo;.a.cione di ?elsmit~ prega il rvcsl~cnte l•eck "nell'mtere~~e di tutt o il poroto tedesco", e allo scopo di o,~Jcurnrc
l'ordine fra gli uomini pacificl, di Cnr
prendere le ml.sure necc•~a rìe dal (;()\'l'r·
n-e della Re pubblica Popol.m~ tecle~<'.l, allo scopo "di sah·a rc ti mondo cio uno
nuo,·a catasl rofe".
Leggete e diffoodPte
IL CORRIERE
DELLA SOMALIA
1•. 1 fine oldlo 'ciup<•r•• dci •w,·anl aruila
opc r.oi tlt-ll'indus l n.1 pct r<Jllfcra omcrit·o·
n.t, l'lw ~ C'nlmto <ll(l(i nel suo quimllcesiU\11 l(iotnu, è qot.o d etcrmìnnta d:.\la d c·
C'i~iunc 11re~.1 ieri Sl'r:l dai sindacati d egli
<>)'~r.ti i nl<'rc.-~';l l i, di accettare ls raccoJn,lllÙ:t7ionc dcll'nllici•> dì s lablll nazione
d,•i s.1lori r·he preYedc l'aum en to del sal.u ic, di li> ccnfo·~lmi per ora, çonlro una
ridtl e<f(t initia lc di 25 .
'f'uttiiVill pns,cronno pmlJabiJmcnlC ptl·
rcl'<· hi I{Ìo•·ni prim a c:ll(' lo sciopero sin
Ct>Jnpl<·tnmenle t<•rm1n>1\o.
Nc·){li omhi<•nti K"''t':r natlvi vì<!ne e~1 " '-'li una ('Cri a ~odd l ,fozione per la lJic8·' pr('~ll d11glì eventi.
Una spe~izione francese
nell'Himalaya
DOì\IU\\', lG.
Unn •peùitloue fran ce<;e di sei membri
l<'nLerù pro:..~lmomeute la scalata del
:\fonte Koka ml.l.t, l.t cui cima è situata a
0.600 llll:tri nel mas~iccio dell'llimalaia.
Vorc;-:miaatore h a dichiarato che tale
t.pull7ionc costituirà una esperienza poco
cu,to-.u e che se riuscirà es~a aprirà la via
al lurismo europeo ndl'flimalaia.
11 costo della !>pl'di?ione, che comprend~ri\ \'en ti portatori e seicento chilogr.Jm·
mi di bagaglio, ummonla a circa 15 mila
n1pie . .\ttunlmcnte cinque dei membri
d~·ll.l -.ped lt.ione sono fermi a Rarachi in
seguito nllo sciopero dei la,·ora tori del
ponu.
La
cel
e
nrazi
n
ne
del
IX
Annual
e
della
fon~azione
de1la Lega dei Giov-ani Soma.1i
(Continuazione della .3• pagina)
cio delle pelli, dall'industria della pe.
sca, la Somalia può deri vare soddisfa .
centi basi per la sua evoluzione ed in·
dipendenza economica. Occorre, pe.
rò, lottare con ogni m ezzo la t ende nza di molti Sornali ad abbandonare le
sciambe ed a trascurare il proprio he·
s tiame per gli allettamenti della cit·
tà e per i miraggi di impiegbi al Go.
verno.
La massima parte della ricchezza
della Somalia è nel!;~ terra e nel he.
stiame e nelle persone ch e ad essi si
dedicano.
NE L CAMPO SOCfALE - si è
incoraggiata e sospinta, con notevoli
mezzi tecnici e finanziari, l'attività
cooperativistica sp4!cic nel campo a.
g ricolo ove le iniziative di Balad e di
Genale rappresentano g ià un succcs.
so che dovrebbe far bene sperar·e nelle buone intenzioni in questo settore
dell'Amministrazione Fi duciaria. Al·
tre numerose i niziative del genere so.
no in via di attuazione, assisten za e
finanziamento in territorio delle Re·
sideoze di Villabruzzi ed Afgoi.
Attraverso la forma cooperativisti·
ca, basata tanto sui terreni di pro.
prietà collettiva e indivisa di gruppi
etnici quanto s u q uote di terreno di
proprietà individuale, si conta di a r·
ri vare in cinq ue a nni al dis boscamen.
to, caoali Ì zazione, ripulitura e mess:1
a coltura di diverse migliaia di etta.
ri di terra destinata esclusivamente a
coltivazioni da J>arte dl agricoltori
somali. Nel termi ne di otto anni, se
l'Amministrazione l>arà assistita dal·
l'interesse e dalla buona volontà de·
gli agricoltori somali, s i conta di rea•
lizzare in Genale, s ulla riva destra
dell' Uebi Scebeli a nord di Genale c
sulla riva sinistra a sud, un com·
prensorio razionale ed organico sul
tipo di quello at tualmente assegnato
a concessionari europei.
Nel campo sociale ancora è da rJ.
cordare la legge su lle assic urazioni
sociali la eu importanza non è stata
forse da tutti afferrata. E ' questo un
provvedimento nel campo sociale che
non ha precedenti in Africa. Il lavo.
ratore infortunato per incidente s ul
lavoro, sia temporaneamente c:he per·
manentem ente, t rova Ja sua asslsten•
za sanitaria e finan ziaria lmmedlat.t
e continua e ciò anche se il datore di
lavoro non è in regola con i s uoi ob·
blighi ' 'erso la Cassa Assicurazioni
Sociali . Lo stesso dicasi nel caso del
lavoratore morto per incidente s ul
lavoro ai cui familiari viene corrispo·
sta una adeguata indennità. L' attrez·
zatura sanitaria ed assistenziale delld
Cassa dovr.ebbe essere visitata dal
maggior numero possibile di SQmali
perchè possano vedere in essa un al·
t ro segno delle premure con le quali
l'AFlS persegue il suo mandato un.
che in settori ed io campi non precisamente fissati da impegni di carat·
terc internazionale.
NEL CAM PO CULTURALE sc uole s tanno sorgendo ovunque cc
no sia richiesta da p arte delle genti
interessate e dove, naturalme nte, ci
s ia u na sufficiente J>Opolazione scola·
stica. Con il )>rimo lug lio incominCI;)·
ra nno a fun zionare fra l'altro: la
Scuola-Collegio di tipo agrario di El
Mug ne a Gcnale nonchè il collegio
somalo civil~ di Mogadiscio che si va
ad aggiungere a quello militare re·
centemente inaugurato. Oltre ai mae.
stri provenienti dall' Egitto altri an·
cora ne verranno e t rattative in pro·
posito sono già ben avviate con la
Siria, il Libano ed altri Paesi mu·
sulmani.
Per dare ancora altri esempi di ini·
ziative ed attività nel campo politico·
sociale è da aggiungere cbe nel pros·
simo mese di agosto un primo nucleo
di sottufficiall della Polizia Somala
partirà per l'Italia per frequentare u n
corso di allievi ufficiali alle scuole
militari di Firenze e di Ro01a.
Nel pia no della grad uale somaliz·
zaziono in atto dei va ri uffici è previ·
sto, fr,.1 l'altro, per il primo luglio
1954 il passa~~io di alcuni uffici di
residenza ad elem.e nti somali che ah'
h inno di mostrato su fficenti qualità
or~n nf zzative ed amministrative.
Con la speranza c:he i discorsi di
oggi ~Abbiano valso a gettare le basi
di una piì1 efflcace collaborazione fra
voi e l' A.,F IS, formul o i migliori a u.
g url per le sorti del vost ro Partito e
concludo con voi Vf VA LA SOMA·
LI A.
Il discorso è stato frequentemente
interrotto da applausi e salutato alla
fine da una prolugata o\-azioue.
su1 mezz1 d'in1ormdzione in Russia
PARIGI, 16.
l,'A~~cm iJl ca G"Hcralc dcll'h.titu.
to lntcrtiM.ioualc della StamJ1a, che
~i tic m: da due gwrui al centro delle
rclationi Jntcrna.-.ionali a Parigi, ha
a!>Collato ieri mattina quattro r:'IJIIJOr.
ti d1 c~pcrti n<.:gli aflali ru:.~i. 1'ali
c:;pcrti avcvauo pré'>O conoo,ccnza de.
gli clclllcuti del raJ)l10rto che l'lstitu.
lo pUIJblichcr:\ probabilmente nel
pro:;;,imo lu~ lio :.ulla cc mauiera di
n1ccoglicrc, prescmtarc e intc.: rpretare
le informar-ioni l>ttlla Russia,,,
Il primo deg li c"pcrti, Edward
Krau ~haw, dci giornale londincse
"Thc Obscrvcr", ha illustrato le difficoltà di informar-ione in Russia, sottoli neando il fallo che i: praticamente
impossibile ottenere informazioni che
rbpoudano aJla verità.
André Pierre, del giornale J,arigino
"Le .Mondc", ha messo l'accento
sulla incompetenza e s ulla scarsa
preparazio ne dci corrispondenti di a.
genzia a ~Io ca, c r•enc;a che ciò ?:
la cau ~a di molti errori nei comunicati.
Mchvi u J,asky, del giornale berline5.c "Der )[onat", vorrebbe che si
utilizzassero pitì sovente i comunicati
dei rifugiati, comunicati che, secondo lui, sono oggetto di una ingiustificata indifferenza.
Infine, \Valter Kolarz, della "BBC"
eli Londra, ha dichiarato che le abituali fonti di informazione dci corrispondenti (stampa e radio) dovrebbero essere completate dalla lettura
molto attenta delle riviste periodiche,
delle pubblicazioni di ogni specie,
nonchè romanzi, poesie, teatro, dove
si possono trovare cc ritagli Jl su fatti
i ~norali dai quotidiani.
Il messicano Salas
campione mondiale dei pesi leoueri
r \RlGI,
JG.
Ieri •era al 0\impic Auditorium di Los
.\ngele~ il ·giovane pugile me•sicaoo di
24 anni. Lon ro S:ths, ha conquistato il
titolo eli c-ampione del mondo dei pesi leggt:ri, ballendo ni punti, in quindici ripreSf il ne,~rro Jmerirano Jlmmy Carter cht
deteneva Il titolo.
T nle vittorio co~titnisce la piì1 grande
surprr~a regi~trnta in qnest'anno negli
nn·enimenti sportivi. Il successo del mess icano acqui~ta maggior ,·alore poiché egli L in dCett i tut ptM> p'nm:t.
Salas hJ romùJtlnto m•lh categoria superiore -olaml!nll' u1111 \'Olta c precisa·
mente 1l 1.0 aprile contro lo s tc<so Carter
che lo butté. Alla fine dei quindici rounds,
di~pulati con accn nim ento, SJias è stato
lungamente npplaudlt o dogli spettatori.
FerramentaGOlOSCHMIOT
1
Giusto in tempo per l'inizio delle
piogge ci è arrivato un vasto as·
, sortimento di
lm~ermea~ili B
~iacc~e avent~
"DUNLOP,
per uomo, donna e bambino, io
vari modell1 o tutte le misu"':.
Per uso io città, in azienda agrt·
cola, a cacc:la, e per portarVeli io
viaggio, gli Impermeabili ~UN·
LOP sono di massima con,,emeou.
Gli tmpennenbill DUN LOP son~
tagliati da sarti o cuciti e rifiniti
con lo curo noto per tutti i prodoti DUN LOP.
N. 422
•JI 'C«riere della Soaaalla
j "•CONJl-1~§~J[ONJ[ J[J>' lUN OT'JC'UA·G JB:NAHIO, l
11 capo ~'una delle rnù antiche efastose casate ~ella no~iltà italiana
vive pescando evendendo pesci al 'mercato in un paesello ~ella Maremma toscana
.Nel romaol!iro erco1o ruurino di Castiglion della .Pescoia, s ul .litorale tirreni~0
' della più tradizionale Maremma, ,·ive da
gran signore ·dello s,plrito il più gran .P<>vero della .ter.ra : il murchèse Luigi Torrigiani, uliraottantenne, capo ~senza onori e senza apJ>nnnaggj) d'una ·delle maggiori schiatte atistocraticb.e ita liane. Gi~
amico di re e di principi, seùuttore d1
splendide aa.me, .ca,raliere e cavalleti-xzo
inngnngliabile, •condottiero ~iu1prese i.n(lustriall meJY)oraude.
g,iocatore . senza
patu-a e senza fortuna, ora s'appaga di
pescar pesci ,e di disseppellir tartufi .e d!
andare personal mente a "euderli a l mer~ato del paese che 'lo ()Splta -e gli vuol bene. E' {elice. Ha raggiunto il Nlrvana
délla più ,ver-.a -saggezza . .Non possiea.e .che
nn furnellino a spirito e uu pentolino.
Gli chiesi se avesse voluto permetterml
di 'Otfrirgliene un a ltro, di pe.ntolù1j, 1\11
rispose che <OOn ci pensassi memmeuo. Lo
lasciassi io pace con quel pentolino solo.
Col pentolino ·numero due - superfluo sar~bbero ricomirtclate le complicazionJ.
Veste ancora •Come nel s uo basso ottocento· .e non ia .fatica. I ·due \'l'éS.titi .che ,possi:de vengono da guel tempo là, debitamente .ri<;uciti. Porta in giro la canna
come uno scettro. Seduti .entrambi sul
molo castiglianese, mi raccontò u na sera
alcun~ pagine salienti del suo romanzo.
Non m'impegnò ad alcuna disct.ezione.
P osso riraccontarJo. Qualcuno ci _pPende-rà interesse, anche perché quel nome,
Luigi Torrigiani, .ebbe in .Affrica -orientale, molti anni .addietro, una rilevante no1orietà.; specie _per certa .carne, Jn scatola, finita male .anche quella.
•••
Fra le tante immagini di belle ·dame
dell'epoca uscite dal sacco delle ombre e
delle memorie, tirato fuori .di sotto il Jetw, ne .v~do appaùr e una ..ùle non par
quas i nemmeno .v.era, tanto è composta,
nitida, decorativa, disegnata si direbbe,
al che senza dubliio contribaisce una linea di volflo singolarm eute aTiuugata, .ca-va1lina, e bltta\'ia d'una :innguagl iàbile
grazia regale. Visi, .chissà come e perché,
ormai spariti d:J tutto di circolazione .anche su i trooi e nelle loro immediate .adiacenze. L~ regine d'una voJta riuscivano ad essere sempre belle; non ultima ragione, qnesta, .è probal>ile, della maggic:><re s tabtli1à de.lle monarchie. Belle loro,
belle le loro dame. La madre del pesca
tore di Castigliane fu p.er moltissimi anni, e linchl: visse, devotamente a fianco
<li :Margherita di .Savoia. Quando nacque
Vittorio Emanuele Il[ fu lei a ten.erlo a
battesimo. Per lt sale dell'avito palazzo
a specchio ~U'A.rno, Luigi l'orrlglani r es pirò, appena venuto al mondo, aria dl
reggja : e per lungo c:orso d1 a nni i principi sabaudi li ..:l.Jbe in più chi! ailertu.osa
dimestichezza. 11 romanzo del beatissimo
eremita di )faremmo trnc apJ.Hinto da
questi aotlc:Jù bagliori la s ua maggiort
suggestiviLà.
A un tratto s i fa largo fra i ridenti o
malin conici ca rtoni d'ogn i ripo e misura,
un r itrat to femminile con sotto un nome
soltanto: Clarissa. Battesimo assa i raro
che n on può non farm i chiedere di chi
si tratti. Clarissa pona con hè una evi ·
dente aria di clausu ra. Forse, un nomignolo spir itoso? No. 11 marchese mi indovina l'ip<Jtes i negli occhi, e mi precisa
<.he, Invece, è un nome vero. Sua moglie,
dal la qua le rtve separato d<:~ m<Jit i noni,
si chiama p roprio Clarissa. Poi , riallunga
quelle s ue labbra a rgute cotte dal ~>Oie, e
con replicato gesto della ma no mi fa Cd·
plrc che devo as pdèa re : ve rrà fuori uncl!e da que~w nome un ca pitolo u~sai inter essanr e; un scgnv di più della evidente sua prf~destinazioue a passare di continuo fra un rnmam:o <: l'a ltro.
"Quegli rh<: doveva lllventure mio suocc:ro" comincia "er:, :ru~tru li (lll O e obita9a in AuMralla, a Sidne::y. f~r~ uno dei
più (<>rti, belli t fam o~i giO\ra n<•LII d i tutta l'AuHlrulin. Era medict) e dlrigf'va i
due magg iori O>pedali tle::lla città. S pvrrivo, C:IIC<' I.. tore, U'~O de lla piÌI IJrilla Hle
mtmdanhà, il che.: non contras tava per
nulla con la J;\'v<:ritìl de i s uoi btudi e
d ella prrtf ica d i cllnlc;o, e a p pun f <J per
qu<:sf o tra ci r..:onJato dall 'ornmlrazion~
-d! lu tti, pare:: fiVe~s<: deciHo di IIIJn an da r-
Qui r a oo e:~..~t:a. u.o.a romanzesca
st:o ria di Clariss e
austra liane
s l :n1ai a caccia-re nella rete d 'un matrimali io. !\more., ~sl, qua»b) ' la vita g~ie ne ~
n uta al mondo si chiamò Clarissa ! Un
gentile "es voto", no? Gli sposi veD.llero poi iu Italia, conobbi Clarissa e la sposai".
Ma se le cose, qui, in questo racconrodeguo davvero òl ben altri tempi (ancheper quei tempi, cbe pur erano cosi diversi dai nostri) procedono rapide e lisc:e,
u on ugualmente lo furono nella real tà.
Infatti, il vCcC'hio nobiluomo mi fa sape..
r e che la sua romanzesca avventura :ttuziale non s i esaur isce con l'evasione della
suocera dal convento australiano, ma si
completa con un e pisodio anch'esso pieno di colore. Sulla scena della vita di
Luigi Torrigiaoi entra un persouaggio·
che più <!levato in grado non potrebb'~
sere : un Papa : L eone XIII.
Tutto per via di quel ratto australiano.
Quando tutto e.r a pronto per la celebra2lione del matrimonio di Luigi con Clarissa, e un cardinale era venuto a Firenze
apposta per celebrarlo, il porporato stesso
fece sapere di nou potere in nessun modo adempiere a quella funzione. Perc!!é?
Come mal? La causa non fu detta subito ·
chiaramente; ma poi ve.n ne fuori. n Cardinale dlsse di non poter benedire le nozze della figliola d'nna monaca. E come
argomento non era di quelli da prende,.
re alla leggera. Troppo scalpore aveva fat- ·
to nel mondo cattolico quella lontana stord.a di Sidney; e la Curia romana ne ser-·
bava buona memoria. n cardinale ne era..
stato avvertito all'ultimo momento. Clarissa p iangeva, Luigi contemplava il caso con diverso animo. Gli piaceva, cred<Y,
ln fondo in fon<lo, che per quel suo sogno·
d'amore ci fosse nn'altra piccola battaglia
da combattere. Alla fine, il senatore Pietro SI! mosse personalmente e andò dal
Pontefice. Leone Xlli emanò la ilispensa, spedi la sua particolare benedizione
alla coppia innocente, e il cardinale raccolse i due si in una ceri.plou!a di splendore .raramente veduto.
Scompare il ritratto di Clarissa, appare
quello di Nadia Baraden, una bellissima e
intelligentissima creatura, nna russa, studentessa dl Belle Arti, nichilista, uccisasi a Fireuze, nell'estate del 1907, sulla soglia d"un circolo di nobili, dov'era andata
a cercare Lmgi ;I'orrigiani suo amico.
(continua).
RENZO ~1ARTINELLI
ta .Jn .cui ci fossero anche le sca rpe del
vis ino ,veduto quella mattina . .Mio suocea\-ri:bbe offerto, ma leganni perpetui no. t ro ·si ·era, ad ogni modo, preparato per la
Si :Uice che le.,Più belle·signore di Si.c:] ney ' ipotesi più favorevole. Aveva in tasca nn
l() <>diassero a ·•motte per~on poterh) 'COn · : biglie tto che dicev.a : "Tl amo. Domani
d..'l:llnare a viill. 'Le •-cose -erano, dunque, a l sera alle dieci scendi in giardino, .v al
<f'JI"Sto punto ·:qu:antio, a:na mattina, trova- ~ vet<SO l 'angolo dei cipressi dove il muro
t.uSi a passare · davanti Ili ·un convento ·di ( •è più basso e do.v.e c'è quell'altro muretCbrìsse - l'fwstralia .è 'J()I:ena di case a p- l .to .in costruzione. Ti .lancerò con ,,n .s::rs5o
un gomi1olo d( filo. Tira lentamente e ti
partenenti a q-aèll'or'din-e - • ed avendo àl. z:rto g li occ.li1 a caso .verso 1.ura p!rrete ~ .v.errà in mano una scala dl r.ete e di seta.
' mezzo demolita ' intorno alla quale lavo:>- ' Affidati a quella. La terrò io fortemente
rrovano i muratori, gli a ccadde dl ~dere ; .dalla sttada. Non .av.ere paura. Ti amo
•lUla bella testlna femminile giovanissi- ; .e de,,i .èssere rrua moglie". Una graye
· ma, chiusa in un cerdiio tra bianco e az- ; precx:cu.pazione lo angustiava. Ma l'aznrro, po~<ata s til davanzale. Pareva una 1 -.v.rebbe .:clcanoscittta., .al vero, l'i=gine
' bambina. Si ':ferniò di -colpo, la fissò in- 1 -:veduta .cosl poco e sognata .co;;l tanto? I
! •=ntato, le soriise. ~La .;suora, o la scòlaret- ' ·sogni ·sfm-mano ·sempre la realtà, specie
t'<:l delle suore, non era tluscito a capire 1 1 ·sogni cd'amore. Mio suocero era nn ue':bi,!IIe di chi ·si potesse ;tratta;e, fece due !11)0 che JlOr1a:va benissimo, con una in~
l g.r.·andi occlii ..s pauriti, ·si provò a sorridere ~ .c~:ed ibile grazia letterarja. Adoprò parole
. .anche lei, - ma subito repeutina mente ; .sue. Tut!>o, infine, andò nel migliore dei
' ·scomparve. "Xltre4_anto repentinamente, · modi. La :sua Clarissma c'era, la riconob;u decisissilll'Q ·celibe o;sse a sè stesso: ~ lbe subito., e lei riconobbe lai. Ebbe un
··'Tu sposerài quélla i:ionna, chiunque es- . ~esto di -terrore, ma subito si ricompose.
· sr.~ sia e qualunque efà.'abbla". Non molto
:Si -sedette sulla panchetta con le compa· ·.:dotto di cose monacàli s i diresse senr.'al- gne, porse il pjede, approvò con u.n cen, hto alla porta del monastero e chiese se . no ·del .Capt>, s.enza mai rialzare gli occhi.
'fosse possil)ile .visitatlo. La suora par.ti~ : J\fjo suocer.o "SÌ senti perduto, ma non si
· ·naia s i stupì. Un convento di monac:he
.ar.res.e, Nel porgerle le st::arpe le fece ve·non può essere mai aperto al pubblico .co· dere ,che, dentro, .e'era qualcosa per lei.
·me una galleria; e figm.:arsi poi un ,c:onL'innamorato si era detto : o io m uoio
wento di cosi ·stretta cltrosura ! Il visitatc:>- .di ieltlcità o nù crolla addos-so il com•enre non capi ~t11tta la ponata di quella u::o- .to l Il convento non crollò. La monachina
,~ternazione ~ accennò .a una veccbja .Da
pres.e le scarpe e corse via col viso in
,éhe, avendo aeciso di _prendere il velo,
fiamme. Mio s uocero raccont.ava di averle
aveva pregato 1ui -di assume.re qualche in- ' vist() correre sopra una guancia una laformazione sulla p.rooeiiura da segu'ir-e.. • .crim:a grossa e lu.cida come una perla. Ma
ilfa la porta si riè hinse, sia pure con moltratt;mdosi d 'un innamorato che scriveto umile ossequio, prima che cl fosse
va anche versi, può · darsi abbia esageramodo di mettf:lie iusieme una risposta into un po'. Conclusione: la sera dopo, altera. "No, no ... s ignore... imposs ibile ... ". le .dieci e cinque, la Clarissa ent srata
E cosi dovette arrendersi. Però, non per ·smurata e una pariglia con due superbi
troppo tempo. 11 giorno aopo era .ancora cavalli a t~::otto radente la trasportava
a gironzolare per quei pawggl alla ricer- molte mig}ja fuori di Siduey. Inutile dire
ca di informazioni, ln verità assai deliper quanti mesi, anzi anni, questo episocate. :VIa come? Doveva p:roprio non es- dio trecentesco occupò di sè la \'Uta monsere possibile, per un uomo .come h ti, sta- .daoa e reJiglosa australiana. Satana manbilire un rispettoso contatto cou qu.ella
tl.>nn~, naturalmente, la parola data; avmonaèhina? Non vole,a entrargli 1o tevennero le nozze. L a prima creatura ves ta. SI diresse, .allora, dal panoco della
cltiesa plù vic ina al convento. Gli raccontò , qtla!>i io confessione, come enrno anIL 0 A l\.::l lv.I:INO DEL.T~A CIVILTA~
d~t te le cose, e come s tavan(} quelle sue
'intime, del s uo cuore ormai preso e poruto via -da CJuel viso e da quel davanza~
le, e il par.roco, per prima cos:t, lo benedi due o u ,e volt e. Vis to che il diavolo
110n accennava ad a ndarsene da q uel corpo cosl ben messo di fuori, e non meno
PARIGI, maggio.
di J.lt'ntro, perché lo fama del gra nde medi ll\usel d'Europa e d'America e da colSi è aperta I'Es pus izione Jntemazionalezioni private.
dico era naturalme nte arrivata ançhe in
le intitolata "L'opera del XX Serolo", or.
quella parroccp la, J>rese la via della perIl programma musicale è assai vasto e
suasione. Ripeté che si trattava d'un con- ganizzata da l congresso per la \t berti\ delco mprende : concerti eseguiti dall'orchela cu ltura, che ha lo sco po di mostrare stra sinfonica di Dostou, sotto la direziovento di sepolte vive. Nulla che sapesse
tutto quello che nel campo della lettera- ne di Cbnrles 1\Iunch e Pierre Monteu:<~:,
di mn:;collnità poteva varcare quella sotu ra, della musica, delle arti d~or~ttive
glia sen za sconsacrarla.
sei spettacoli del N ew York City Ballet
della filosqfin, ha prodotto qnesr 'ultim~ ùi Georges llalonchlne, due dei quali s~­
Pensasse, il profano iunamoroto: nemmeno secolo. La esposizione s i prolunmeno un gallo poteva stare nel pollaio o
ranuo ùedle<<ti ai balletti n composi~one
gherà durante tutto il mese di maggio,
nell'orto de ll e Clarisse. .i\lio s uocero (lo
di Strnviusky, due rappresentazioni delcon rappesentazioni tea1 rali, mos tre d'archiamerò già cosi) ignorava tutte queste
l'Oedlpus Re.x, cou musica ili s travinsky
te: e coultrenz~. a cui parteciperanno
storie, e ne rim ase sba lordito. Chiese
e libretto di jean Cocteau : Stra~·inskv ne
scusa, s'Av\·iò a lla porta. Il buon prete ve scrittori dei vari pat's f.
dirigerà l'esecuzione e Cocteau la ,.;ess~
lo accompagnò tenenrlogll uua puterna
Denis ùe Rougemont, presidente de l in. scena, tUI concerto ullo chiesa di San
c<,ngre~so per la IIIJertìl dello c ult ura, in
mano ~opra una s palla. Proprio mentre
Rocco, col coro Saint-Guillaurne di Strastav:uJo >trin gend osi la ma rw, il parroco un :s no messaggio inaugurale dell'esposisburgo, cbe eseguirà Il 111agni.ficat di
zione, ossHva che, tra· le caratteristiche
ebbe l'Idea clj soggiun~l'n:, per se mpre
B11ch; due concerti col coro e l'orches tra
del mondo occide ntale, Jo sforlo di capire dell'Accademia di Santa Cecilla di Roma;
meglio i11durrc l'os pite a me tte rs i l'nni mo
e di rende rsi l.'on!o è una dt:lle più cos tanin pace : "SI figuri c he per fa rci e n trare,
dne com~e.rti E!$eguit i dall'on:hcstra di
e nel vcsti btJ]O soltanto, una volta ogni
ti. "L'opera del XX secolo", egll afferBulino, il primo <lei qual ( sarà dedicato
1'1111, è 1\.'tteral m(:nt e un re~ocont.o, una ridue mesi, il calzola i<), c 'è voluta unn dialle opere di Deln lla rto.k, e l'altro a muceri.'u d i orlcnlument<>: \' uol mostrnre in- s rca d i compos!Lorl sovietici, chè souo
s p~rh.:r ùel l'r1p11 ... " . "Per portare le sca r·
l' CCI! eli dimostrure, fn r \' t:'uere piuttosto
pc ? l'<>ln: IJ bcro pns~n rlc: d" una GneOf!Si vietati nell 'URS:::ì ~ uci paesl del!!.\
"tra ... ". "Elr, noi Eb, no! Bisognu pren- di fnr credere. La no>lra e poca h n assi- Europa orientale.
dere le mis ure". " Git\ l E' vero. Non c i s t·i·w ullo .sviluppo di cspc·rieoze sempre
Il prograrunra letterario che s i svolger..\
n>,evo penflu to". Uscl , e da Allora non
p ru uu d.•c r, pnre.:t hlc: ddll! (J\<rrli b nnuo
n ~:ll11 secondi! quindicina Ji runggio, coru-IJC::nsò che n qu ello. Trovorc li cn lzoloio
urricchito l'um unltft dJ nuovi s tili, di uuoprcnlle ronfere lt7e e rittuioni, dedicate unou fu dillicile, men ch e mol dillì cile sa peve tecniche <li <'S prc~~~ione, di nuo\'i cn mg!l scrittori dl'l secolo XX, e alla loro imr·e: ch e a l convt!nro non cl a ndava !>olo
pi dn e~ J>loran:. Ques to processo s i ~ svolpvrtanz., In rela.:ione ~Ili società.
perel1(:, ogul volta, ùov<·va porforè c prot~ in '." odo rlisorclinnto, ma no n bisogna
V!Irc: ,n,rpe c habbucc~ in notevole quandr mt:Jllr.:ure chE' In l ibt:"rtà d 'es pre.slone l!
lltb. Di Clarif>sC, trA quelle llllll'll, ce n'cdi creat.ione r('stu ht . condl?lont: bM:n 1 iaJ:>oa~a .. ~t ,..., •• _.,
rnnu p1(r di cenJt•. Jl seguito Id ~\l lo iml<• per lu S\•iluppt• di llll vrfl ine < up~rior.; .
magina. Allu p.rvssima gita, il lucchluo
L'e~pc rit:n zn dlmo,rr., c he la tirannia è 11
IJI'!(giure: dti t.lhorùlni.
do:! crdzololo t:rn il dird!oro dci du e u~ !Jt!·
dnli di Sldnty. Tu1to s tavn, ora, Jll.:ll'avcr
L 't:~ pu~itione a rt i, tloo riunisce 153 trn
- con SERGIE REGGIA.NI · RENE E' FAURE lj
lu fQrtu na d'inciampa re proprio !Iella voiUN FILM Dr PIERRE MAC ORLAN
tel e e sc ulluro, prove nie nti d ai più g ran-
le arti, la scienza, la cultura
nel corso dell'ultimo mezzo secolo
~CINEMACENTRAi~
l
la Corte dei Miracoli'
Rfg~~OR!:_Z W08AOA
Ì
17 m aggio 1952
U
•
c:.m.n •tl.la Soaulla
N. ·122 -
CRONACA CITTADINA
L'Associazione Magistrale in Somalia
costituita. ieri a Mogadiscio
l di~corsi del dott. Puccioni e del pl'of. JopJ•i.
Pnrtccipaziooe di oltre cento mnestri itnlfnni e somali
Si è co,.tltuita il"ri .ì ~hìg:tdiscio "L'As.hlngls u-., le delht Somullu ". I
lavori :<l SOilO S\>Olti Jli'Cì'<O la 11 CII S 1 dt•l
Ma e.~tro' ', m da !!f :llaggio, e \'i hanno
pa r treip.lto cento.lodici maestri ilolhni e
somali. Prc~ledev,1 la riunione .Il Direttore Contrale Joppi, Vice P r<!l'ldentì il
Maestro Giama Bllnl c il :llacstro Marchese Carlo, assistiti d~i segret:~ri Seic<bitono Dante, Abdnllnbi Hngl.
Dichiarato aperta lo St'<lnta Il dottor
Puccioni, capo dctl l'l'llicio Ts tn txlou e Pub·
blica hn tenuto l;l prolusione, illustrnndo
g li scopi dell'.\ssocÌ!I:tione c he si \':l o t."<>s t itu.ire. Egli lui J etto che tale n~~ocl:tzio­
.nç l'rende vita, In seg uito alle t\cdsloni
-!'\adotta te 11111 convesno didottic;o tl<'ll 'ann o scorso.
Essa sorge spontnnea, ~r ,·olon là dM
tutti gli aderenti, ha dello l'omtore, nel
q uadro delle ract'omanda zioni del ~onsi­
g lio d i Tutela delle Nazioni Unite, e dell'ù'NESCO, di an-iare alla v ita <ocl:lle i
mae:<trl per unirli nello studio dei vrobleroi didattici e culturali della co!~:Joria.
Infatti, le iinalità del\ 'As~ocl:~z.ione
Maestri in Somalia, come h a r ilevato il
dottor Puccioui, debbono essere oltre che
cu lturali, assistenz1ali e ricreat•ve. Tra
m aestri ita liani e maes tri autoct<>nl deve
crea rsi una corrente stabile di scambi
culturali ; se i primi ba nno maggiore cul.t ura e maggiore esperienza didattica, i
secondi conoscono bene il paese, l'ambiente di vita degli alunni e delle loro fam iglie, il loro modo di pensare, le loro es igenze: per questo l 'appor to degli ,uni e
degli altri ba uguale impor tanza.
Acce.nnando allo statuto, l'oratore lta
rilevato come esso si3 inspirato a p rinci pii di omogeneità nnraçers9. cui, la categoria dei maestri polr~ studiare e ri.
solvere i maggiori probl~w1 che ad e~$a
interessano.
: Egli ha voluto mettere in risalto come
lo statuto preveda l'assoluta pari tà fra
maestri italiani e maestri somali, condizion e q uesta che stabilisce appu nto quella unit.:lrietà fondamentale che è alla bas e dell' Associazione.
11 dottor Puccioni ha concluso auspicando che in tutt i 1 maggiori centri della
Somalia sorgano sezioni dell'associnzione
attraverso cu.i si possa dare un valido
contributo ai proble mi della cultura e
dell'insegnamento.
Il pro!. J oppi ha quindi p reso la parola
osservando come la costituzione dell' Assoclaz.lone )lagistrale in Somalia vedo la
luce dopo un lungo periodo di gestazione
motiYato dal desiderio de i promotori di
lasciare che tutti i soci si convincessero
libera mente che attraverso una spontanea
associazione i p roblemi della categoria a\Tebbero potuto trovare la sede più adatta per la loro discu ssione.
Passando ad · illustrare iJ significato
d ella missione del maestro n ella soc ietà,
il prof. ]oppi ha cita to 11 commento di
un noto scrittore arabo d1 pedagogia secor.do cu.l il maestro non de,·e aspettarsi
riconoscenza dagli a lliev i e d.:.lla società .
m:. al contrario è proprio verso gli alliev i e verso la società che il maes tro d eve
sentirsi riconoscent~ per a\·er avuto la
possibilità d i S\'Olgere la sua alta missione.
Egli iru;iste quindi s ul concetto fondamentale dell'associazione nella quote, per
la prima volta in Somalia, due complessi
diversi, mae.~tri somull e maestri italia,.
ni, si fondono in uno, per uno scopo altam<-n!e sociale. Ques to fatto - ha detto
il prof. Joppi - anà dei rifless: 111 tuttn
la Somalia con l'apporto di considere\'oli bt-nefic i per la .:.ll<'goria.
socia~iont'
Prinw di procedere olia discus< ione
ddlo • tatu to il n1 ncs tro somolo Abdn lln
Farab hn riugnl7i(llo Il dottor l'uccioni e
il prof. Joppl per la costituz•one dell'associnlione.
Ali ri maestTI ,omuli ,.1 suno associ;~ ti
a lli.' p~ role di Abdall a Fo rnh cspd mendo
nnnloghi concctt i.
Si è passato quindi alla discu~si<>ne d ello s tatuto, formato da ,-enti nr ticoll eh(•,
dopo lnnga discussione sono st.1ti approvati iu tegm lm ente. Sola ccce?.lonc l'ar ticolo 4 s ul quali.' s i è svolta un'nmpin discussione che hn condotto ai due emendamenti : In formazione mora le e culturale e lo studio dci problemi educativi e
scolas tici,
Il mae.• tro :.roha med Hagi Omnr ha {alhl o:,servare che il primo comma dell'articolo nel quale s i parla di "attivllà culturale in rapporto al problemi profession ul!" ~€'mbra vo~)i., limlt:'lre le :\ttlvità
cu lturali dell'associazione cd b a chic~to
che fosse tolta tale lim itazione.
La proposta è stata accettata e si è modificato il p rimo conuna cou l'indicazione
"i'i •{'c:~•lmente in rappor~ :oi problE-mi
r~nfcc'sslonall ".
Inoltre una parte dei preseml b a m:mife>.tato il desider io di aggiungere a tale
scopo anche la cllfesa degli interessi econo mici della cate~orin: da altra par te si
è fa tto osser vo re che g li interessi econ omici sono per · quanto r igua rda i -naes tri
italiani tutelati dalle apposite associazion i s indacali italiane mentre i maestri somali appartengono sotto que:;to riguardo
a l s indaca to del persona le · autoctono che
r iunisce t utti gli inseg n anti a utoctoni
dell'AFIS. Del res to - si è fatto osser,-are - l'aggiunta di tale finalità avr ebbe potuto condurre facilmepte l'associazion e a sci volare in attività politiche che
sono invece escluse dall'ar t. 3 dello statuto. Per questo s i è convenuto di aggiungere come terzo comma dell'art. 4 :
"L':!Ss lstenza dci proprii iscritti".
L'art. 4 cosl emendato è stato approvato a moggioran1.a.
Esaurita la discussione sullo statuto, si
sono svolte le elezioni per le cariche sociali. Sono risultati eletti nel comitato
d irettivo centrale : .'l.bdurahman Abdisciacur; A.bdullah i Hagi Moba~ned, Sala h
Ban~fa Obed, Scanu Antonia, :\l a rchese
Carlo, Cirillo Bruno, Ahmed )1obamed
S•) b:: ni, l\lohamed Scek AS3an, Alì HusSt'n Gur rah .
Il coll egio dei probiviri risu lta così formato: Giama Bila!, Torelli Dante, .'\boud Ornar. .\ !'in daci sono stati eletti:
Scicchitano Dante, Abmed Scek Tssa, Ansaldi Giuseppe e s indaci 5•1pplenti: Pragllola Luigi, Mohamed Ab ucar Ba han1 .
Juventus- Fortitu~o
d.oma.ni ore 16 ,:30
Ln non probabile vittoria della Juventus nello
incontro di domani con 13 Fortitudo, ripropon~
più cbe mai l'incertezza dcl prono.Uco sul vin·
citore 6nale. La' Oarken, infacll, con cinque
punti In classi6c~ contro i tre dclln Juventu•,
ba a:iuocato tre 1>81'lite me.ntre qucs t'ultitna ne
ba ~riocoto solo due. L'attenzione - come av~
vomo ore-1o•isto - si polarizza se.mpre più verso
le due dirette antal!Oniste. Ogni incontro delle
due S(Jundre acquis to, perciò, un interesse par·
ticolore nnc.he se, s ul lo corta, ouello di òonumi
può sembrare faci le per l,p. &Quadretta "juven·
tina". A nostro p0.rere, oerb, non ~ cosl. La
l'ortitudo cercborà di riscatt.,rc l'ultru~ m"'!iocre DrO\'It donaUI piil che od inferiorità alla S\'ollliotezua con cui <'t!•n giocò contro l'El Cnb. l
rn~taz• i di Scccio voe.Jiono nnnullnrc la bruttn
impreuione che di loro si sono rotto. .~tt i SPOr·
tivi di ~to.radiscio e s'imoegncranno Quindi a
fon d.,,
J>aglna 2
l/ Cronista ricev e d ulle
ore 7 alle or e ro . T el .
zi
BOLLETTI_NO MET EOROLOGICO
t ic! g1or11 t1 17 muggir> 19.:.2
'l l mpt:r.olura
JÀ.W- 4-Ì~
cf.'
(Sj
~..~
~~
.
JJ
o..WI ~
·"" L.
~
I)A
"'•;_,1\
.fJ
• \ ~ • .__)
•
'"'JA>
y.ii.•
~ ->)_;. ~t(JI
o;[jj,l
Movimento del Porto
GIORNO 16 CORRENT E
Arrivi :
P .fo " T ripolitania " (bandiera italian a) da Aden, con 525,644 toun . di
merce varia e 12 passeggeri .
Partenze :
P .fa "Akbari" (bandiera inglese)
per Chisimaiv, con m erce varia .
Sambuco "Sadalkarim" (arabo) (bandiera ~Iuscat and Owan) per B.
Bella, con 23 tono. di merce varia
e 5 passegge1·i.
Sambuco " Huseni" (arabo) (handiera H adramaut) per Alula, con
5 tono. di dura.
Sambuco "Amanatalkarim" (bandiera italiana) per Alula, con 24 tonn.
di merce varia .
Sambuco "Falakal Addas" (bandiera italiana) per Bargal, con 98
tono. di merce varia e 2 passeggeri.
Sambuco "Sabala" (bandiera italiana) per A lula, con 58 tono. di
merce varia.
Sambuco " Bismillab" (arabo) (bandiera H adramaut) per Render Cassim, con r6 tonn . di merce varia.
Previsioni :
Giorno 2 0 corr . : arrivo P .fo "Portorose" (bandiera italiana) da Mombasa.
Giorno 2 1 corr. : partenza P .fo "Portorose" (bandiera italiana) per
Aden.
.......................•.•..........•..
-·········.............................
SPETTACOLI D'OGGI
Cinema Beuadir - << Anche oggi è
Primavera ».
Cinema Centrale - u Carlo di Scozia »
Cinema El Gab - << Dekho Jee >> nuovo film indiano.
Cinema Teatro Hamar - « Grattacielo tragico >l e nuovissimo documentario.
Cinema Missione - u Sorvegliato speciale ,, .
Su!)ercinema · << T nrri il Bandito l> c
nuovissimo Cine giornale « l.'ni\'ersal >l.
SP ETTACOLI DI DOMANI
Cinema Beoadir - u Fast Express ,,_
Cinema Centrale - << La Corte dei
l\liracoli ,, .
Cinema F.l Gab •< Cnrlo di Scozia »
in T echuicolor.
Cinema Teatro Hamar - << Destino su
Manhallan ,,_ Seg uirà: l\Iondo Libero :r\0 ~Cinema Missione ·<< I mpresa eroica •>.
Su!lercinema - •< Canzone di Primavera n.
m.
4,20
llt:lct l 'eu
,. l,ìO
Lugh l·cn .1 udi
" 2,l!'J
.\l,trce per 11 gi"rn" 11! maglpt> l~t;;:!:
t\ lt:~ 1110 rt:a <.o re 11,;;9 ed ore :!4.
l.lu ~~a u•urca ore o;;,:.rs cd <>tè li!,O&.
PASTA E F IOR DI F ARJ.NA " DE
~!:~co: ·· _N uovo arrivo con il
l n pohtanta" · l prodotti De Ceeco, che arrivano Iegolarmentt ogm
mese, sono da preferirsi per la loru
freschezza.
ALL'AUTONOLEGGIO
"Ca·~~G
•
.
1.
d1 troverete a disposizione la nuuva << 500 C Belvedere" · 'relefvn.lre 68.
La fa miglia Mariotlini, n cll'imvo~:
sibilità di farlo personalmente, ringrazia quanti hanno pre:.o parte al
suo immenso dolore e coglie l'occasione per comunicare che Domenica.
mattina, alle ore 9,30, avrà luogo :n.
Cattedrale una Messa in suffr.1z io.
dell'anima buona di
AD A MARIOTTI N I SIMONETTl
X cl 3° AnniversJrio della morte <ii.
A LBERTO RE GASTO
sarà celebrata, lunedl p . v. , alle ore 7
in Cattedrale una Messa in suffrJ.gi().
della Sua anima.
l
•
,~OfO[ft [Il~:
38°Concorso de/25-5-52 i
11 pronostico della settimana
N.
l
'2
***
2G,l
1\ (_I((IÌ
Jl ~Wl 4~41 J_,.i> ~j ~ l
J lAo.:... ~ . 1y ~; lb.! ·~ j
31,5
m1nan1,t
' ·"l'Ilo Jiuroi :
A
• \ \OY _,..j .J~ \"'• 6 ) \:;:! ~
m.J ~\Iffi.t
1<:UIJH t~tt ura
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
- -
SQUADRA 1.• • SQUA DRA 2.•
Atalanta
Bolog11a
Como
I nter
Juventus
L egnano
L uccllesc
Xovara
Genoa
Monza
T reviso
Vicenza
Verona
Pro Patria l
Lazio
T - l
Udinese
Sampdoria ~ '<
Napoli
T
l\filan
T
1T orino
-3- 1
Padova
Siracusa
T
Venezia
T
T '<•
:Modena
Piombino T
T T
Pisa
Rapallo
Ra,·enna
Siena
P arma
-l
T <
-c
xl
.x
-1
~ ~
negli
1
T entate la f ortuna
ultimi concorsi della
stagione aJ/a
LIDRIRIA
'1M PIRO\
eli G •
.P OR1~0
trover ete sempre schede
compilate da 2 e 6 /
colonne
Questa sera
Drammatico% Emozion.an.te%
~isterioso:
Trepidan.t:e:
''Grattacielo Trag,i co,
<'.OD
l
Un film ch e appa ssiona dalla prima all'ultima scena. Un dramma di incomparabile realism o!!
Lucille HALL, Clifton WEBR, William HENDIX, 1Uark STEVJ~ NSON
Nuol'i ssimo Documentario
Scarica

libretto