Il Mercatino di
Natale
La tavola di
Natale
Guida ai Film delle
feste
Un anno di
Grandi Emozioni
Anche
quest’anno
[email protected] approfitta del numero di dicembre per rivivere
insieme a voi le emozioni, gli avvenimenti piacevoli e quelli un
po’ meno, i fatti di cronaca e
tutti quelle date che hanno caratterizzato nel bene o nel male
questo 2007 che ci stiamo per
lasciare alle spalle. Mese per
mese analizzeremo molto brevemente i fatti salienti, riportando naturalmente anche un disco del mese, l’uscita che abbiamo reputato più importante
e significativa e un film, quello più visto, quello più atteso, quello
più apprezzato. E poi un piccolo best of delle nostre Anderview,
Best of 2007 .....................................................................da pag 04
Mese per mese i fatti salienti dell’anno che si sta chiudendo
Anderview ........................................................................... pag 28
Un ripasso delle interviste fatte finora
I Film di Natale .................................................................. pag 32
Cosa c’è da vedere nelle sale durante le feste
Teledipendente ................................................................... pag 38
Anno 2 - numero 16
La tv delle feste
Mercatino di Natale + Ai tek ............................................. pag 40
Consigli per i regali di Natale (per ritardatari ormai)
Spuntino .............................................................................. pag 74
Un Classico secondo il nostro Chef Mene: Anatra all’Arancia
DiAry di Natale ................................................................... pag 76
C’è [email protected] per Ary .............................................................. pag 78
Foto del Mese ..................................................................... pag 80
I consigli per i Film da vedere nelle feste, il tradizionale mercatino, per i ritardatari dello shopping natalizio, una ricetta natalizia, per fare bella figura al cenone di Natale e tante altre piccole cose interessanti. Insomma, un numero tutto dedicato al Natale
e all’anno che ci lascia. Dal mese prossimo naturalmente torneremo nella nostra forma consueta.
Prima di lasciarvi vi ricordiamo ancora una volta di
votare votare votare per gli [email protected] Awards,
la seconda tranche di nomination è già votabile sulla nostra homepage.
Niente, non ci resta che salutarci e lasciarvi come al
solito alla lettura della rivista, rivolgendovi naturalmente, da parte di tutto lo staff, il più sincero augurio di trascorrere delle buonissime Feste e che il 2008
possa essere fantastico, naturalmente in compagnia di [email protected], la vostra rivista preferita...
Ciao e al prossimo anno!!!
Direttore generale
Roberto Virgilio
Responsabile musica
Mr Bugs!
[email protected]
Responsabile spettacoli
Dj HnF
[email protected]
Responsabile rubriche
sir3n3tta
[email protected]
Redazione:
Chef Mene
Betty
Valeriano
Web editor
Valeriano
Redazione
[email protected]
Ancora Auguri e Buona lettura.
Manoscritti, anche se non pubblicati, non saranno restituiti.
E’ vietata la riproduzione anche parziale di testi e foto.
L'Italia entra a far parte, come membro non permanente, del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni
Unite.
E inoltre:
- La Slovenia adotta l'euro.
- La Romania e la Bulgaria entrano nell'Unione Europea.
- Il gaelico viene ufficialmente riconosciuto come una delle
lingue ufficiali dell'UE
La fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo IMI in Intesa Sanpaolo crea il polo bancario più importante d’Italia ed uno dei colossi finanziari più potenti d’Europa
La strage di Ustica non ha colpevoli. A 27 anni dall'esplosione in volo del DC9
dell'Itavia diretto a Palermo, la prima sezione penale della Corte di Cassazione ha
impiegato cinque ore per dichiarare definitivamente innocenti i due generali dell'Aeronautica accusati di aver depistato le indagini.
Catturati i responsabili della strage di Erba: sono i
vicini di casa Olindo e Rosa Romano.
"Siamo stati noi li abbiamo uccisi con due coltelli e
una spranga". Dopo dieci ore di interrogatorio hanno gettato la
spugna, poi l'ammissione. I coniugi Olindo Romano e Rosa
Bazzi, hanno ammesso di essere stati loro ad uccidere l'11 dicembre scorso Raffaella Castagna, e suo figlio Youssef di due
anni e mezzo, sua madre Paola Galli e la vicina di casa di Raffaella, Valeria Cherubini, moglie dell’unico sopravvissuto al massacro, Mario Frigerio. Sarebbe stata proprio una macchia di sangue di quest'ultimo, l'unico sopravvissuto al massacro,
riscontrata nell'auto di Olindo Romano ad inchiodarli.
Prescrizione per Oreste Scalzone, che può tornare in Italia dopo ventisei anni di
latitanza in Francia. La decisione per l’ex capo di Autonomia Operaia viene presa
dai giudici prima Corte d'assise di Milano hanno dichiarato il non doversi procedere nei suoi confronti.
Chiude la televisione gay.tv, unico media omosessuale italiano, in onda su satellite.
Permane la possibilità di vedere la rete come pay-tv.
These Streets
Paolo Nutini
Atlantic Records
10
Comincia a farsi largo anche qu da noi in Italia il
fenomeno Paolo Nutini. No, non fatevi ingannare
dal nome, Paolo Nutini non è italiano, e, come molti
con la puzza sotto il naso pensano, non è il solito
belloccio arrivato dall’estero con il suo album infarcito di melodie pop orecchiabili e senza senso. A
dire la verità le prime volte che sentivo il suo singolo
per radio, la bellissima “Last Request”, ancora non
girava sui grandi network musicali il suo video, e
devo ammettere di essere rimasto un po’ spiazzato
quando l’ho visto in faccia per la prima volta. Ascoltando la sua musica ti immagini un cantautore ormai
navigato, che ha girato per i più disparati locali di
musica dal vivo, con la voce ruvida e graffiante rovinata dal fumo e dal tempo. Invece ti trovi davanti un
ragazzino scozzese poco più che ventenne dal bel
ciuffo, ma con grandi potenzialità. I suoi pezzi, un
folk rock molto orecchiabile impreziosito dai inserti
di piano e dalla sua voce graffiante sono pezzi veramente validi soprattutto se si pensa che stiamo parlando dell’opera prima di un ragazzo della sua età.
Veramente complimenti e… continua così! Non
resta ora che aspettare il secondo album per vedere
se il ragazzo confermerà le sue potenzialità.
007 - Casino Royale
Azione
Daniel Craig, Judi Dench, Eva Green
Martin Campbell
007 cambia look e riparte da zero, con il primo romanzo di Ian Fleming, già tradotto in immagini in
un episodio della serie Tv “Climax!” e nell’omonimo
demente film con Woody Allen del 1967: “Lo smoking ce l’ho già” dice Bond alla complice. “Questo è
fatto su misura”, risponde lei. In effetti, siamo di
fronte ad un Bond non-Bond, ad una rilettura (più
fedele ai segni dello scrittore) che promette stravolgimenti, ma non ha il coraggio di cambiare abito del
tutto, che abbandona elementi fondamentali della
saga (i gadgets, i villain fumettistici, il superomismo,
l’eleganza e l’autoironia di Bond: mica poco!) ma
non abbraccia con forza quelli nuovi (il realismo
cozza con il
troppismo di
scene d’azione
“impossibili”).
Piace pensare
che la “noiosa”
parte iniziale
all-action, senza racconto e personaggi, sia voluta,
specchio del killer di ghiaccio “rock”, e non un dazio blockbusteristico. Le promesse mancate feriscono di più della paventata routine, ne sa qualcosa la
spia che giura: “La puttana è morta e io sono Bond,
James Bond”.
Quelle che vedete qui di fianco non
sono le ennesime foto provenienti
da paesi in guerra, ma sono la testimonianza di un’altra domenica di ordinaria follia. In occasione del derby calcistico CataniaPalermo, scoppia una guerriglia tra le tifoserie
che porta alla morte dell'ispettore di Polizia
Filippo Raciti. Il giorno successivo viene sospeso il campionato di calcio.
Il bibliofilo e senatore di Forza Italia Marcello Dell'Utri annuncia di aver ritrovato
i diari segreti di Mussolini del 35'- 39', ma successivamente un'inchiesta de L'Espresso smentisce la loro autenticità.
A Vicenza sfilano 200.000 persone per manifestare la loro contrarietà verso la decisione del governo inerente all' allargamento di una base NATO al posto dell' Aeroporto Dal Molin. A dar man forte ai dimostranti sono giunti anche diversi personaggi appartenenti al mondo dello spettacolo e della cultura tra cui i Punkreas, Dario Fo e
Franca Rame, Sabrina Guzzanti.
Dopo una bocciatura al Senato in materia di politica estera,
il presidente del Consiglio italiano Romano Prodi rassegna
le sue dimissioni al Quirinale. Dopo due giorni di consultazioni, il presidente della repubblica Giorgio Napolitano respinge le
dimissioni di Romano Prodi, rimandando il Governo al Parlamento
per la fiducia.
Periodo terribile per Britney Spears: in quello che passerà
alla storia del pop come l'atto inconsulto pubblico più inquietante degli ultimi tempi, la Principessa del Pop si è rasata
i capelli di fronte agli obiettivi dei paparazzi. Come in preda a un raptus
di autolesionismo, Britney, a passeggio per Los Angeles, è entrata da un
parrucchiere e ha chiesto di essere rasata a zero. Lo staff, comprensibilmente sotto shock, si è rifiutato di operare lo scempio, ma Britney non
si è demoralizzata: ha afferrato lei stessa il rasoio elettrico e in pochi
minuti si è ritrovata senza capelli.
Il mercato azionario affonda dopo i dati sulla crescita sotto le aspettative di Cina e
Europa.
Stadium Arcadium
Red Hot Chili Peppers
Warner Music
14 + 14
Prima di tutto un bel 10 e lode per la buona volontà
ai RHCP! Finalmente un gruppo che si ricorda che,
considerando quello che costano oggigiorno i dischi,
di sicuro noi non ci offendiamo se il cd che compriamo contiene più di dieci tracce. Forse però bisogna fare attenzione a non passare da un estremo
all’altro, in ogni caso non mi sembra il caso di fargliene una colpa se su ventotto tracce qualcuna potrebbe sembrare un po’ tirata per i capelli. Probabilmente i fan di più vecchia data speravano in un ritorno più marcato al funk delle origini, a ritmi un
po’ più scatenati, c’è da dire che però i Red Hot sono cresciuti, ormai non hanno più l’età per certe cose. Prevalgono le ballate, suoni più melodici, in linea
con il precedente album “By the Way”; belli gli arrangiamenti, da sottolineare un Frusciante in forma
strepitosa Insomma nessuna piacevole o sconvolgente sorpresa dunque, ma neanche un disco da etichettare come decisamente deludente, semplicemente le attese non sono state tradite, il loro marchio
ormai è sinonimo di un certo genere di musica dal
suono identificabile e inconfondibile, originale e unico nel panorama musicale internazionale. Quello
che ci aspettava insomma, ma niente di più.
007 - Casino Royale
Azione
N. Vaporidis, C. Crescentini
Fausto Brizzi
Per Luca Molinari c'è una nuova notte da far passare
prima dell'esame di maturità. Questa volta ci troviamo nell'estate del 2006: le Vibrazioni hanno preso il
posto di Raf, l'i-pod quello del walkman, la nazionale di Lippi quella di Vicini. Luca è innamorato di
Azzurra, una fanciulla estroversa ed emancipata che
sogna di diventare biologa marina. Squadra vincente
non si cambia ma si replica, inventando la formula
"oggi" e trasferendo, proprio come si farebbe coi
personaggi dei fumetti, i protagonisti avanti nel tempo. A mancare è il professor Martinelli di Giorgio
Faletti, capace di sviluppare un carattere e di metterlo in relazione dialettica coi suoi studenti: lui è l'isti-
tuzione della
maturità, il dinosauro
da
abbattere per
maturare, l'adulto che educa e non da
educare, come il Paolo di Panariello. Manca però
l’idea del gruppo, quello di studio come quello ludico, e prevale il percorso individuale, nella piscina
festosa dei Wild Boys rimane soltanto Luca e il suo
sentimento. La retorica fornita dalla musica è sostituita da quella calcistica, più ruffiana e ammiccante.
57° festival della canzone
italiana, edizione condotta
dalla coppia Pippo Baudo Michelle Hunziker da Sanremo. Simone Cristicchi è stato dichiarato vincitore nella categoria Campioni, con la
canzone “Ti Regalerò una Rosa”, ispirata al tema delle malattie mentali;
secondo Al Bano, terzo il semi sconosciuto Piero Mazzocchetti. Fabrizio
Moro nella categoria Giovani.
In Italia, verso le ore 00:30, avviene un'eclissi lunare totale.
Un noto giornalista italiano del quotidiano La Repubblica Daniele Mastrogiacomo
viene rapito a Kabul da un gruppo di talebani.
Dopo quattordici giorni di prigionia il
giornalista Daniele Mastrogiacomo viene liberato, il suo rientro in Italia avverrà nelle prime ore del 21 marzo. Seguono polemiche sulle modalità di riscatto, di cui gli Stati Uniti
si dichiarano all'oscuro. Nella foto qui a fianco è
ritratto appena dopo la liberazione nella sede
dell’organizzazione Emergency accanto al suo
fondatore Gino Strada.
Truppe NATO lanciano due assalti in Afghanistan che si risolvono con la morte
di trentotto terroristi talebani.
Chris Cornell lascia gli Audioslave. Per lui una nuova carriera solista. Lo ha annunciato con un comunicato ufficiale, nel quale attribuisce le ragioni della separazione
a “conflitti personali irrisolvibili e differenze musicali”. Cornell, che aveva fondato
gli Audioslave nel 2001 insieme a tre ex membri dei Rage Against The Machine, ha deciso di
dedicarsi totalmente alla sua carriera solista e ha anticipato la pubblicazone dell’album “Carry
On” prevista per il maggio successivo.
Dall’altra parte del cancello
Simone Cristicchi
Sony Music
11
La vittoria al Festival, il libro-documentario e il video-report. Tutto imperniato sulla visita nei vari ex
manicomi nazionali.. Il disco ha ovviamente alcune
tracce che riprendono un tema molto caro a Cristicchi (ma non solo… chissà perché tutti gli artisti sono attirati dai manicomi?!?) . Già al primo ascolto
del disco si capisce che è sicuramente un ottimo lavoro: testi interessanti e mai banali, musiche orecchiabili e ritornelli che rimangono in testa.
Dell’intera composizione artistica si notano subito, il
singolo che ha sbancato Sanremo, e “Non ti preoccupare Giulio”. Nota particolare va fatta per
“Laureata precaria” seguito di “Studentessa universitaria” che narra della difficile situazione in cui si trovano i ragazzi una volta terminato l’interminabile
ciclo di studi universitari. Il disco inizia con un rifa-
cimento in stile Cristicchi della famosissima canzone
di Toto Cotugno “L’italiano” mentre al termine del
disco troviamo anche una canzone tutta al pianoforte con al posto del testo le lettere su cui è imperniato il libro, ovvero lettere scritte e mai recapitate dai
pazienti dell’ospedale di Volterra. Un ottimo lavoro
per cui hanno collaborato diversi artisti del panorama musicale italiano che non tradisce le aspettative.
Borat
Commedia
Sasha Baron Cohen
Latty Charkes
Ecco “Borat”, l’attesissimo fenomeno comico che
ha diviso il pubblico di mezzo mondo. Alcuni scandalizzati, altri entusiasti, nessuno indifferente. Sasha
Baron Cohen, star comica della tv inglese, ha portato sugli schermi uno dei suoi personaggi più noti.
Già il titolo del film è esilarante: “Borat, studio culturale sull’America a beneficio della gloriosa nazione
del Kazakistan". Borat è un assurdo giornalista kazako a cui il governo affida la realizzazione di un documentario sugli Stati Unti. Il viaggio dimostrerà le
differenze negli stili di vita tra l’America e la sua terra natale. Nel Kazakistan di Borat, infatti, vigono le
usanze più incredibili, la sorella del giornalista è la
seconda prostituta del Paese,
un vanto per la
sua famiglia, e
la
caccia
all’ebreo è lo
sport nazionale. Ovvio che, arrivato a New York, Borat rimarrà
spiazzato. Cominciano così una serie di irresistibili
situazioni. Nota negativa: gran parte delle battute
del film si perdono nel doppiaggio. Chi vuole godersi a pieno Borat scelga la versione originale, magari
sottotitolata, si ride il doppio.
Inaugurato il tratto ferroviario AV/AC Padova - Mestre. Il raddoppio della linea
esistente aumenterà il traffico potenziale da 220 a 500 convogli al giorno.
Il Senato italiano da il via al decreto antiviolenza varato all'indomani delle violenze
in occasione del derby calcistico Catania-Palermo di febbraio.
Sommossa di immigrati cinesi in via Paolo
Sarpi a Milano. La comunità cinese accusa
una pattuglia di vigili urbani di aver malmenato una donna con un bambino, dopo averle contestato una multa per parcheggio in doppia fila. Al contrario i vigili dichiarano di essere stati aggrediti e ipotizzano che la contestazione sia stata premeditata. Durante gli scontri ci sono stati danni e alcuni feriti.
L’Alba di Domani
Tiromancino
Cservizi
13
Desideroso di sperimentare nuove possibilità espressive, Federico Zampaglione ha realizzato un
gioco a incastri fra il nuovo album dei Tiromancino
“L’alba di domani” e il film “Nero bifamiliare”, con
cui debutta alla regia. Pare che prima sia nato il film,
dal quale Zampaglione ha poi tratto spunto per scrivere alcuni brani che fanno parte della colonna sonora, inseriti a loro volta nel nuovo album dei Tiromancino. Elettronica (Angoli di cielo), blues (Empty
can), rock (Nero bifamiliare) e tango (Roma nuda)
sono gli ingredienti di molti brani presenti ne
“L’alba di domani”, sorprendendo chi pensava che i
Tiromancino si fossero ormai fossilizzati in quello
stile autunnale/malinconico che li aveva caratterizzati sin dai primi lavori. Questa componente non
manca comunque nel singolo, scritto in coppia con
il padre Domenico, e in “Un altro mare”. E in ogni
colonna sonora che si rispetti non devono mancare i
brani strumentali (ben quattro). In questo nono disco Zampaglione fa un massiccio uso della lingua
inglese, che risulta divertente in “Stop making numbers”, breve sfogo nel quale il cantautore esprime la
sua insofferenza nei confronti del music business.
Questa maggior libertà stilistica (e linguistica) apre
una nuova interessante fase della loro carriera.
40 anni dalla scomparsa di Totò, grandi feste a Napoli
Massacro al Virginia Polytechnic Institute, a Blacksburg (Virginia). Uno studente
sudcoreano apre il fuoco uccidendo 32 persone e ferendone altre 29.
Milo, barista romano, si aggiudica la settima edizione del reality
di Canale5 Grande Fratello
L'Inter conquinsta il suo 15° scudetto, tuttavia il
successo mancava dal 1989.
Annamaria Franzoni viene condannata a 16 anni di carcere per l'omicidio del piccolo Samuele Lorenzi, avvenuto il 30 gennaio 2002.
Number 23
Thriller
Jim Carrey
Joel Shumacher
Vedere un film di Joel Schumacher, si sa, è un rischio ormai quasi calcolabile; Il suo cinema vive di
sprazzi, al limite tra l’originalissimo e il ridicolo, e
raramente conosce vie di mezzo. Magicamente, forse ispirato dalla numerologia astrale, “Number 23”,
resta sospeso, il giudizio diventa totalmente medio,
non riusciamo a capire se la storia ha valore o se è
suggestivamente banale. Qualcosa ci affascina, poi a
tratti s’inceppa, lega momenti narrativi impossibili e
lascia Jim Carrey in balia delle sue qualità indiscutibili . Ci troviamo di fronte ad una storia multipla dove
il protagonista diventa continuamente altro: eroe
psicologo, accalappiacani, assassino, detective, mari-
to, padre. Si
entra e si esce
da numerosissimi
flashback
investigativi, a
loro è affidato
il segreto e la
risposta. Intanto il film continua a scorrere senza
particolari guizzi né cadute, intriga e a volte lascia
insoddisfatti, sicuramente nel pre-finale: una redenzione all’insegna di giustizia e moralismo decisamente in conflitto con la suggestione demoniaca del
film. E nel finale (scontato) per ritornare più cattivo.
In occasione della festa dei lavoratori si tiene il tradizionale "concerto del 1° maggio". La maratona musicale quest'anno è dedicata al cinquantenario del primo festival del rock & roll svoltosi in Italia nel 1957.
Si tiene il secondo e ultimo turno delle elezioni presidenziali in Francia
Nicolas Sarkozy vince le elezioni presidenziali in Francia e
diventa così il nuovo Presidente della Repubblica
Ha inizi oggi il primo viaggio intercontinentale di Papa Benedetto XVI. Destinazione: Brasile; il viaggio del santo Padre si concluderà il 14 maggio
Si festeggia a Roma in piazza San Giovanni il Family Day, all'interno del quale verrà risaltata e sottolineata la famiglia tradizionale, fondata cioè sul matrimonio; contemporaneamente a tale evento vi sarà una manifestazione in piazza Navona chiamata "Coraggio Laico" che ricorderà tale giorno per la maggioranza di NO al referendum sul
divorzio nel 12 Maggio 1974, sottolineando altresì il disagio di molte persone appartenenti a
gruppi di minoranza quali i gay che non possono usufruire del matrimonio in quanto non
riconosciuto dallo Stato.
Minutes to Midnight
Linkin Park
Warner Bros.
12
Lo avevano ampiamente preannunciato questo cambio di rotta, ed effettivamente questo puntuale si è
verificato; Ciò però non vuol dire: tutti felici e contenti, capitolo chiuso. Anzi, probabilmente i fan di
vecchia data che immagino essere dei cultori del numetal di cui i LP sicuramente erano gli esponenti più
importanti, di sicuro saranno rimasti un po’ spiazzati
all’ascolto di ‘Minutes to Midnight’. Non che i LP
siano diventati una boy band sforna motivetti da
classifica, anzi tutt’altro, il loro rock è di classe, piacevole e con arrangiamenti ben curati, ma innegabilmente è molto più morbido e melodico che n passato. Personalmente questa nuova veste dei Linkin
Park , più impegnata e introspettiva e dai suoni un
po’ meno chiassosi, a me non dispiace affatto. Se
avete letto l’articolo avrete notato come i componenti del gruppo abbiano scansato la classificazione
del loro disco sotto il genere Emo, però, in alcuni
pezzi una leggera assonanza con gruppi come Something Corporate o My Chemical Romance è innegabile. A questi pezzi si alternano ballate rock molto
toccanti come “Shadow of the Day”. In altri pezzi
come “No More Sorrow” tenta di riemergere qualche rimasuglio di nu metal, ma rimangono episodi
isolati. In “Hands Held High” l’anima hip hop del
gruppo si fonde perfettamente a suoni rock molto
melodici. Nonostante i puristi non ameranno la
svolta del gruppo, il disco a noi piace. Promossi.
Pirati dei Caraibi Ai confini del mondo
Quindicennale della strage di Capaci, in cui rimasero uccisi il giudice Giovanni Falcone, la moglie
Francesca Morvillo e la scorta.
Calcio, il Milan si aggiudica la settima
Champions League della sua storia, battendo il Liverpool in finale per 2-1 e prendendosi così la rivincita
per la finale persa nel 2005.
Elezioni amministrative in diversi comuni. I risultati mostrano una netta affermazione della Casa delle Libertà al Nord rispetto all'Unione, che invece si conferma
al centro.
Azione
Johnny Depp, Orlando Bloom
Gore Verbinski
Nel seguito del successo che ha battuto ogni record
nel 2006 "Pirati dei Caraibi – La Maledizione Del
Forziere Fantasma", ritroviamo i nostri eroi Will
Turner (Orlando Bloom) ed Elizabeth Swann (Keira
Knightley), alleati con il capitan Barbossa (Geoffrey
Rush) nella disperata impresa di liberare il capitan
Jack Sparrow (Johnny Depp) dalla sua trappola ingegnosa negli abissi – mentre la terrificante nave fantasma, l’Olandese Volante, e il suo capitano Davy Jones, sotto il controllo della Compagnia delle Indie
Orientali, seminano il terrore per i Sette Mari. Veleggiando tra tradimenti, inganni ed acque agitate, devono farsi strada fino all’esotica Singapore ed af-
frontare
l’astuto pirata cinese Sao
Feng (Chow
Yun-Fat).
Dopo essersi spinti oltre
i confini della terra, dovranno scegliere da che parte stare in una titanica battaglia finale, dove non saranno in gioco solo le loro vite, ma
anche il futuro della libertà piratesca.
Quarantesimo anniversario dell’uscita del disco che ha cambiato il corso della musica e, in
parte, della cultura giovanile. Il primo giugno
del 1967 usciva infatti 'Sgt. Pepper's Lonely Hearts Club
Band', il capolavoro dei Beatles destinato ad entrare nella
storia del rock, marchiando in maniera indelebile gli anni
Sessanta. "Dai tempi del congresso di Vienna - scrisse
l’influente critico rock Langdon Winner un anno più tardi - la civiltà occidentale non fu mai così vicina all'unità
come nella settimana in cui venne pubblicato quel disco". L'album, l'ottavo dei Beatles, dominò per mesi ininterrotti le classifiche di tutto il mondo unendo i sentimenti di milioni di giovani che credevano nella pace, nella libertà sessuale e nell’emancipazione personale. Ma il sergente Pepper è ricordato anche per
essere il primo concept del rock, ossia non una semplice raccolta di canzoni ma un flusso ininterrotto di musica attorno ad un unico tema. Indimenticabile poi la celebre copertina che
ha messo insieme i personaggi simbolo dei quattro e gli stessi Beatles presenti sia nella versione ragazzi perbene (capelli a caschetto e incravattati), sia con indosso le divise colorate della
'banda del sergente Pepper'.
Time Out
Max Pezzali
Atlantic Records
11
Dopo una lunga pausa di riflessione è tornato alla
ribalta il cantante pavese. Al primo ascolto, si capisce subito che lo stampo del disco ricorda molto la
sua ultima fatica, con melodie molto soft e testi molto sentiti, che dimostrano la maturità dell’ex leader
degli 883. Un viaggio incominciato da lontano e culminato con il matrimonio festeggiato lo scorso anno
a bordo di un Harley a testimonianza della passione
per le moto e le strade; passione che ritroviamo anche sulla copertina oltre che in alcuni testi (vedi Sottosopra ndr). 11 pezzi tra i quali spiccano Torno
Subito probabile successo dell’estate ormai alle portem, il retrò Time Out che da il nome al disco i melodici Esserci e Il meglio, inni alla vita di una persona che riflette sul futuro della sua vita (sarà che nonostante le smentite ufficiali la malattia di cui tanto
si parla è reale?) Dopo tre quarti d’ora di musica
l’album termina manco a dirlo con una canzone ambientata sulla strada, dove Max abbandona l’adorata
moto per chiudersi in una scatola con l’impianto hifi stretto nella morsa del traffico della capitale. Noi
ci auguriamo che il viaggio non termini qui e che
questo disco sia solo una ripartenza per la sua gloriosa carriera. Come dice lo stesso Max in Time Out
“quanlità non quantità” per questo album consapevoli che “il meglio deve ancora arrivare”.
Si apre oggi, e si concluderà l’8 giugno il Summit G8 a Heilingdamm, in Germania
Beppe Recchia, regista di numerosi successi televisivi, prima in Rai, poi alla Fininvest, muore improvvisamente a Milano. Colpito da grave malattia, era nato a Piacenza 72 anni prima. Tra i suoi successi da "Portobello" a "Drive In", da "La Corrida" con Corrado a "Striscia la Notizia".
Un violentissimo scroscio di grandine e vento
ha travolto l'Heineken Jammin' Festival, che
per la prima volta si teneva al Parco San Giuliano di Mestre, provocando il crollo delle otto torri che sostenevano luci e amplificazione. Una trentina i feriti, nessuno grave. La manifestazione è stata interrotta.
Gerry Scotti è stso nominato nuovo presidente di R101. Dopo più di un anno da
vicepresidente, il noto presentatore televisivo di Canale 5 parla della
nuova nomina come di un premio per i suoi 30 anni di carriera. "La
radio e' il mio primo amore - dice Scotti-, non avrei mai potuto rifiutare". Tra i
suoi sogni, riportare La Corrida in radio e arruolare Fiorello.
I Fantastici 4 e Silver Surfer
Azione
Jessica Alba, Chris Evans
Tim Story
I preparativi per il matrimonio tra Reed Richards e
Susan Storm vengono bruscamente interrotti da misteriose anomalie cosmiche sulle quali i Fantastici
Quattro sono chiamati a investigare. La Terra è entrata nel mirino di Silver Surfer, un misterioso alieno
che va a caccia di mondi abitati per Galactus, un
essere semidivino che si nutre dell'energia vitale dei
pianeti. Per evitare la distruzione della Terra, i nostri
eroi dovranno scoprire il segreto delle origini dell'enigmatico araldo dello sterminio. Grazie a uno strumento approntato da Mr. Fantastic, durante le prove
per il matrimonio, l'esercito riesce a catturare Silver
Surfer. Ma i quattro eroi, non sopportando l'idea
che questi venga sottoposto
alla pratica della tortura per
estorcergli informazioni, lo
aiutano a scappare. Riconoscente l'alieno si opporrà al suo padrone, intercedendo per la Terra, ma sarà solo quando Sue sacrificherà la propria vita per lui che questi si scaglierà contro
Galactus, distruggendosi e distruggendolo e riportando il pianeta alla sua condizione originaria.
Ha chiuso il più giovane progetto radiofonico in ambito nazionale Play Radio. Dal 1 luglio al suo posto solo musica intervallata da qulche spot e 2 jingle, uno con voce maschile
l'altro femminile " Work in progress lavori in corso". Al suo posto prestissimo, una nuova realtà Virgin Radio, emittente radiofonica creata
grazie all’esperienza Finelco e Virgin. Finelco è leader nel panorama
radiofonico italiano e svizzero con marchi prestigiosi come Radio Monte Carlo e Radio 105.
Grandi celebrazioni in tutta Italia per il bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi.
A Torino nel corso di una sfarzosa cerimonia che ha
coinvolto tutta la cittadinanza per festeggiare i 50 anni
della mitica Fiat 500 è stata presentata al mondo la nuova 500, che segnerà una svolta decisiva nella rinascita del gruppo
Fiat.
Icky Thump
Simone Cristicchi
XL Records
13
Non voglio esagerare definendo questo “Icky
Thump” di Jack e Meg White sicuramente uno dei
pezzi più belli nella loro discografia, e sicuramente
uno degli album alternative più interessanti usciti
negli ultimi tempi. Un lavoro molto variegato e pieno di sonorità differenti, con degli arrangiamenti che
non sono mai stati così ricchi in nessuno dei precedenti lavori: non più percussioni e chitarra come ci
avevano abituati finora, ma spazio a cornamuse,
'trompetas' e organetti vintage; un disco stranamente
anche piuttosto melodico (nonostante l’impatto del
singolo che dà nome all’album porti un po’ fuori
strada l’ascoltatore): tanto rock'n'roll, linere, pulito e
molto diretto. Un album da gustare nel suo insieme,
molto completo e valido dall’inizio alla fine, nessuno
scivolone, nessun pezzo che spicca per essere al di
sotto degli altri. Si comincia subito con 'Icky Thum-
p', il singolo, che come già detto è uno dei pezzi più
potenti del disco e si discosta abbastanza come suono dal resto dei pezzi. 'You don't know waht love is'
è molto allegra, forse la più melodica, molto spensierata: mette di buon umore. Da sottolineare
l’apertura pinkfloydiana per la romantica 'A martyr
for my love for you', l'unica vera ballata dell'album.
Rock acido e potente, folk, rock, jazz, sonorità vintage. C’è tutto nel nuovo album dei White Stripes,
bello, completo e piacevole. Da ascoltare.
Dichiarate a Lisbona nuove 7 meraviglie del mondo.
Si chiama Live Earth 7/7/07 la maratona musicaleambientalista in programma per oggi, patrocinata dall'ex
vicepresidente democratico americano Al Gore contro il
surriscaldamento del pianeta. Il concerto globale è cominciato a
Sydney ed è proseguito per 24 ore attraverso sette continenti. Madonna, Duran Duran, Beastie Boys, Foo Fighters, Red Hot Chili
Peppers, Genesis, Keane, James Blunt, Black Eyed Peas, Police sono alcuni dei grandi nomi
della musica che hanno accettato di esibirsi sui diversi palchi del concerto ecologico.
Grande successo per la quinta edizione del Telecomcerto di Roma. Di fronte a un
Circo Massimo gremito da quasi 500 mila persone i Genesis hanno suonato per
oltre due ore e mezza tutti i loro maggiori successi, chiudendo il loro tour europeo. Scenografia spettacolare, giochi pirotecnici e finale con ringraziamento all’Italia, per Phil
Collins “un Paese da sempre nel cuore dei Genesis”.
Viene pubblicato nei Paesi anglosassoni il settimo e ultimo libro di Harry PotterHarry Potter e i Doni della Morte
Harry Potter e l’ordine della fenice
Azione, Fantastico
Daniel Radcliffe, Emma Watson
David Yates
Di ritorno a scuola per il suo quinto anno, Harry
scopre di essere stato additato da tutta la comunità
dei maghi come un bugiardo. Nessuno vuol credere
al ritorno di voi-sapete-chi, primo fra tutti il Ministro Caramell che preferisce credere si tratti di uno
stratagemma ideato da Silente per usurpare il suo
posto. Ecco quindi arrivare ad Hogwarts una nuova
docente, l'inquietante Dolores Umbridge dietro i cui
modi melliflui si nasconde un animo perfido. Ma il
vero pericolo si nasconde fuori dalle mura della
scuola, perché Lord Voldemort sta radunando le sue
truppe ed è pronto a sferrare l'attacco. Harry ha scoperto che Sirius, Silente e molti altri fanno parte di
un gruppo segretissimo, l'Ordine della Fenice, nato
anni prima per
combattere
Voldemort.
Dal canto suo,
Harry non è da
meno e viene
convinto
da
Ron ed Hermione a fondare l'Esercito di Silente. Sarà proprio
con loro che si troverà nuovamente di fronte alla
sua nemesi, in un terribile scontro in cui Sirius verrà
ucciso da Bellatrix Lestrange. Ma ora tutti hanno
visto che Voldemort è tornato e nessuno può più
negare che la guerra sta per iniziare.
Celebrazioni nel mondo scout per il centenario della nascita dello Scautismo
Anthony Ogadje, un concorrente di "Gulder Ultimate Search", un reality show che
si basa su prove fisiche di resistenza, è morto durante i preparativi del programma
nel lago di Shere Hills, in Nigeria. La trasmissione, che avrebbe dovuto cominciare
il giovedì seguente, è stata sospesa per decisione della filiale nigeriana del colosso olandese
della birra Heineken, che sponsorizza lo show.
La 26enne Chiara Poggi viene uccisa nella sua villetta di
via Pascoli 8 a Garlasco e il suo cadavere scoperto dal fidanzato Alberto Stasi, 24 anni, per ora ancora unico sospettato dell’omicido.
Duisburg, Germania, sei italiani vengono uccisi nel massacro conosciuto come
Strage di Duisburg. Il delitto è collegabile alla 'ndrangheta, in particolare alla faida
mafiosa di San Luca, paesino dell'Aspromonte in Calabria.
Grande folla e gran caldo a Memphis (circa
44 gradi) per il trentesimo anniversario della
morte di Elvis Presley. Migliaia le persone
radunate a Graceland, la tenuta dove il cantante morì
per un'aritmia cardiaca il 16 agosto del 1977 a 42 anni e
dove è stata organizzata la "Elvis week", con veglie ed
eventi per celebrare il re del rock dall'11 al 19 agosto.
Sono circa 600mila ogni anno i visitatori e per i 30 anni
dalla scomparsa migliaia di fan si sono raccolti per una
veglia a lume di candela.
Esce oggi in anteprima nei cinema di mezza Italia il terzo capitolo della saga dell'orco più simpatico e irreverente della storia del cinema. “Shrek Terzo” sarà nelle
sale solo per la serata del 22 agosto, perchè l'uscita ufficiale italiana è stata fissata
per il venerdì seguente, 31 agosto.
Al via oggi la 63a Mostra del Cinema di Venezia, che si svolge al Lido fino al 9
settembre, diretta da Marco Müller. A vincere il leone d’oro sarà Ang Lee con il
film "Lust Caution". La Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile è
andata a Cate Blanchett ("I'm not there"), mentre miglior attore è Brad Pitt ("The assassination of Jesse James"). Leone d'argento a Brian De Palma per "Redacted".
La Finestra
Negramaro
Sugar
14
Anche se uscito in giugno, abbiamo scelto questo
disco per il mese di Agosto in quanto sicuramente è
uno di quelli che meglio ha accompagnato e accompagnerà i filmini e i ricordi delle vacanze. I Negramaro, che con il precedente “Mentre tutto scorre” si
sono imposti come rivelazione italiana del 2005, arrivano ora con “La finestra”, album che con le sue
14 nuove canzoni non farà certamente sentire la
mancanza di “pesanti” eredità del passato. I brani,
con testi e musiche del solito Giuliano Sangiorgi,
uniscono la melodia alle sonorità rock, ingredienti
caratterizzanti della musica dei Negramaro fin dagli
esordi. Anche se ad aprire il disco è l’incisività di
“La distrazione”, in stile elettro rock, l’onore di essere il primo singolo va alla melodica “Parlami
d’amore”, questa in perfetta continuità col pasaato.
Graditi ospiti dell’album Jovanotti, che in “Cade la
pioggia” interviene come commento rap fuori campo, e il coro di Santa Cecilia, che in “E ruberò per te
la luna” dà quel tocco di classe che di sicuro non
guasta. Ma come sempre è l’agilità della voce di Giuliano Sangiorgi che la fa da padrona e firma, caratterizzandolo, tutto l’album, un po’ più asciutto ed essenziale di “Mentre tutto Scorre”, per quanto riguarda il lato musicale, ma al contempo sempre piacevole e gradevole all’ascolto.
Shrek Terzo
Animazione - Commedia
Shrek, Fiona, Ciuchino, Gatto
Raman Hui, Chris Miller (III)
Quando il padre di Fiona muore, Shrek sembra essere il successore legittimo, ma il pacifico orco non
sembra volersi assumere la responsabilità che questo
comporta. Shrek, Fiona, Ciuchino e il Gatto con gli
stivali cercano quindi un nuovo Re che accetti il trono. E il giovane Artù sembra essere di gran lunga il
candidato migliore! I nostri eroi si mettono in viaggio, anche se Shrek non è più lucido, fortemente
alterato com'è dalla notizia dell'imminente maternità
di Fiona. Una volta trovato il pargolo, ribelle e alquanto recalcitante, ritornano a casa per la sua proclamazione. Ma le cose così sarebbero troppo semplici, riappare infatti a questo punto il Principe Azzurro, che non vuole saperne della sconfitta ricevuta
in
passato.
Toccherà ad
Artù convincere la miriade di
'cattivoni' delle
fiabe - che come Azzurro in
passato erano
stati defraudati dai buoni di turno - che il ruolo di
'malvagio a vita' non paga. Salverà così la vita a
Shrek e compagni, e si convincerà tutto d'un tratto
che il ruolo di Re lo alletta. ShreK potrà così finalmente ritirarsi nell'amata palude e godersi - con un
ritrovato senso di responsabilità - la popolosa prole.
Termina il primo anno dell'Agorà dei giovani italiani con l'Incontro nazionale dei
giovani a Loreto, provincia di Ancona. Papa Benedetto XVI riunisce circa 400.000
ragazzi, lanciando importantissimi messaggi sulla vita e sull'amore.
Roma, Colpito da infarto, il popolare imitatore e conduttore televisivo Gigi Sabani
muore all'età di 54 anni.
Modena: muore all'età di 71 anni Luciano Pavarotti, il più importante tenore italiano, bandiera del nostro paese nel mondo. La notizia della morte di Luciano Pavarotti è rimbalzata da un capo all'altro del mondo in
pochi secondi. Già nella notte la Cnn ha dedicato ampio spazio allo scomparso "big Luciano". Lo ricordano il "New
York Times", il sito della Bbc e il "Daily Telegraph" in Australia. La notizia della morte del Maestro, che è stata diffusa
anche dall'agenzia Nuova Cina, è il titolo d'apertura di tutti i
prncipali media internazionali. Folla commossa ai funerali.
Presenti alla liturgia Andrea Bocelli, il leader degli U2, Bono,
Raina Kabaivanska, Jovanotti, Zucchero e Luciano Ligabue.
I Negramaro si aggiudicano l’edizione 2007 di Festivalbar. Non si può dire che sia
stata una sorpresa, ma non si può nemmeno dire che sia una vittoria immeritata: il
loro singolo Parlami d’amore è decisamente uno dei più suonati dell’estate. Gli
altri premi: Premio Speciale ad Elisa per il prolungato successo (40 settimane, oggi prima in
classifica) del suo ultimo album “Soundtrack ‘96-06'”; Album dell’anno: Biagio Antonacci per
“Vicky love”; Premio digital (per l’artista più cliccato sul sito internet) ai Tokio Hotel; Premio
Radio ad Irene Grandi.
Sul tracciato di Motegi, in Giappone, Casey Stoner su
Ducati si laurea campione del mondo classe Moto GP. E'
dal 1974 che una casa italiana non vince nella massima
categoria del Motomondiale. Gli ultimi artefici dell' impresa furono
Phil Read su MV Augusta.
Dopo i 14 giri del durissimo tracciato di Stoccarda, Paolo Bettini si
laurea per la seconda volta campione del mondo di ciclismo, aggiudicandosi la prova su strada(così come era riuscito nel 1991 e 1992
Gianni Bugno. I battuti sono:Aleksandr Kolobnev e Stefan Schumache.
In Italia per la prima volta viene trasmesso in televisione, da una TV generalista
(La7), il film Arancia Meccanica di Stanley Kubrick, del 1971.
All the Lost Souls
James Blunt
Atlantic Records
10
Siamo alla resa dei conti per il talentuoso cantautore
britannico James Blunt. Si sa, il secondo album per i
musicisti è la cartina tornasole per capire se la stoffa
c’è sul serio e quindi se la carriera continuerà o no.
Certo, forse sarebbe comprensibile anche sentirsi un
po’ sotto pressione dovendo bissare il successo di
un disco d’esordio che ha venduto qualcosa come
10 milioni di copie in tutto il mondo. Però Blunt è
riuscito a mantenere i piedi per terra e ha sfornato
un onesto lavoro, “All The Lost Souls”, che sicuramente non deluderà le aspettative di quelli che hanno amato il suo “Back To Bedlam”; replicare il successo di quest’ultimo sarà un’impresa titanica, ma le
carte in regola ci sono tutte! Lo stile e le atmosfere
sono più o meno le solite, chitarre acustiche, piano,
e una voce che sembra creata apposta per rendere al
meglio il clima malinconico del disco, aperto dal
buon singolo “1973”, ma che poi, a mio modesto
parere (almeno al primo ascolto), stenta un po’ a
decollare. E’ solo dal quarto brano “Some Mistake”
che il disco ritrova quel di più che aveva contraddistinto Bedlam, con picchi significativi in “Carry you
Home”, per me il pezzo più valido del disco, “I Really Want You” e la piacevolissima “Shine On”. Insomma, un buon lavoro.
I Simpson - Il Film
Animazine
La famiglia Simpson
David Silverman
Nessuno a Springfield sembra curarsi dei moniti di
Lisa e del suo nuovo amichetto irlandese sull'inquinamento dell'ecosistema. Quando però il fiume locale viene classificato con il codice nero, il sindaco
ordina il divieto assoluto di scarico nelle acque. E'
allora che Homer compie l'irreparabile: inebriato
dall'offerta del negozio di ciambelle, che regala tutti i
prodotti dichiarati non commestibili, invece di portarlo alla discarica, getta nel fiume un gigantesco silos con gli escrementi del suo nuovo maialino domestico, Spider-Pork. Springfield viene decretata la
città più inquinata d'America e il presidente degli
USA Schwarzenegger ordina che sia messa in quarantena sotto una gigantesca campana di vetro. Sco-
perto il responsabile, la
cittadinanza
insorge contro
i Simpson che
riescono a fuggire grazie alle
sabbie mobili
presenti
nel
giardino di casa. E la famiglia comincia una nuova
vita in Alaska. Quando Marge scopre che il Presidente ha ordinato di radere al suolo Springfield, creando al suo posto un nuovo Canyon, obbliga la famiglia a tornare per salvare i suoi concittadini...
Si celebra oggi il cinquantennale del lancio dello Sputnik, il primo satellite artificiale e primo artefatto umano a lasciare la Terra.
La commissione affari istituzionali della Camera dei deputati approva la proposta
di legge per ridurre da 630 a 512 il numero dei deputati, con il solo voto contrario
di Forza Italia.
Con una mossa che ha spiazzato tutti, i fan e soprattutto il mercato discografico, i
Radiohead hanno deciso di tornare in modo assolutamente non
convenzionale. Il loro nuovo album “In Rainbows” viene pubblicato oggi e venduto esclusivamente via web, dove è possbile scaricarlo dal
sito www.inrainbows.com. Il disco non ha un prezzo definito, infatti, cliccando sul box del prezzo, si viene invitati, incredibile ma vero, ad offrire
una cifra a seconda delle proprie possibilità. Rivoluzionario!
Migliaia di studenti scendono in piazza per manifestare contro la riforma Fioroni e
per chiedere più risorse alla scuola.
Con le elezioni primarie e più di tre milioni di votanti nasce il
Partito Democratico, il cui segretario è Walter Veltroni. A
questo partito aderiscono i Democratici di Sinistra, La Margherita e altri partiti della coalizione di centro sinistra.
Dopo il lancio e l'affermazione su Italia1, il telefilm rivelazione Dr. House viene
promosso su Canale 5. Era dai tempi di Dallas e Twin Peaks che un telefilm straniero non si aggiudicava la prima serata di Canle5 in periodo di garanzia.
A Roma, l'acqua della celebre fontana di Trevi diventa
rossa ad opera di un dimostrante futurista. Il gesto viene
giustificato dall'artefice come una forma di contestazione
alla politica amministrativa del sindaco Veltroni.
Formula 1: In Brasile Kimi Raikkonen su Ferrari conquista il suo primo campionato del mondo di F1, il 15° per la scuderia di Maranello, per un solo punto sui rivali
Lewis Hamilton e Fernando Alonso.
Guido Nicheli muore all'ospedale di Desenzano del Garda per un ictus. L'attore
era conosciuto come Il Dogui, "il Zampetti" de "I Ragazzi della terza c", il cummenda milanese per antonomasia.
Magic
Bruce Springsteen
Columbia Sony Music
11 + 1
Dopo oltre cinque anni dall’ormai classico “The Rising”, un disco interamente pervaso dalle ombre
dell’11 settembre, finalmente il Boss torna al rock e
lo fa nel modo in cui gli riesce meglio, ovvero avvalendosi del supporto e della collaborazione
dell’inossidabile E Street Band. Non è più tempo di
sperimentare, per questo c’è stato tempo negli ultimi
cinque anni (ricordiamo che tra i due dischi con la E
Street Band, sono passati un disco totalmente acustico, Devils and Dust, e un album dal sapore decisamente country-folk, , oltre a diversi live). Ora è arrivato il momento per tornare a divertirsi e a farlo nel
modo più tradizionale possibile. Per questo in Magic
ritroviamo i suoni classici che hanno caratterizzato
la produzione springsteeniana fin dai primi album
della sua carriera. Niente di rivoluzionario o innovativo quindi, ma una buona raccolta di pezzi rock,
tanta chitarra, qualche assolo di sassofono e spazio
ai sentimenti. Le ombre degli attentati dell’11 settembre ormai sono dissolte e si può tornare a tematiche più classiche come l’amore. Forse il disco manca un po’ di quella grinta che avrebbe valorizzato il
lavoro, ma va bene anche così. Ottimo il primo estratto Radio Nowhere, potente energico, graffiante.
Ci piace.
Ratatouille
Animazione
Remy, Linguini
Brad Bird
Un ratto di campagna dalle finissime doti olfattive e
culinarie di nome Remy sogna di diventare un grande chef a dispetto delle aspirazioni della sua famiglia
e, ovviamente, dell'essere un ratto, in una professione in cui senza dubbio predomina la fobia di questi
roditori. Quando il destino lo conduce a Parigi, scopre di trovarsi esattamente al di sotto di un ristorante reso celebre dal suo mito culinario, Auguste Gusteau. Nonostante gli evidenti pericoli derivanti dall'essere un indesiderato ospite della cucina di uno
dei più esclusivi ristoranti parigini, Remy si allea con
Linguini, lo sguattero, che inavvertitamente scopre il
talento straordinario del ratto poco prima di gettarlo
nel fiume. I due
concludono un
accordo: nascosto nel suo cappello da chef,
Remì suggerirà
al ragazzo tutte
le mosse vincenti per diventare un re della cucina.
L'ascesa di Linguini è rapida, nonostante il suo perfido capo chef Skinner tenti di mettergli i bastoni tra
le ruote. Quando finalmente il mistero viene svelato
e il ristorante chiuso per infestazione di topi, ai due
non resta che unire le forze...
Avril Lavigne trionfa come artista dell'anno, all’edizione di quest’anno degli Mtv
Europe Music Awards che si sono tenuti all'Olympiahalle
di Monaco, e si è portata a casa pure il premio per il milgior tormentone. A condurre la serata, il rapper Snoop Dog, con il
supporto di Dave Grohl dei Foo Fighters. Gli altri vincitori:
Miglior rock band: 30 Seconds to Mars; Miglior band: Linkin Park;
Album dell'anno: "Loose" di Nelly Furtado; Miglior artista urban):
Rihanna; Tormentone dell'anno: "Girlfriend" di Avril Lavigne; Inter
act : Tokio Hotel; Miglior artista live: Muse; Miglior solista: Avril Lavigne; Video star: Justice con "D.A.N.C.E."; Artists' choice Award:
Amy Winehouse; Italian Act: J-Ax; New sounds of Europe: Bedwetters (Estonia)
Viene uccisa a Perugia la studentessa inglese Meredith Kercher. Verranno accusati
dell'omicidio Amanda Knox, studentessa americana coinquilina della vittima; Raffaele Sollecito, fidanzato di quest'ultima; il congolese Lumumba Diya detto Patrick, successivamente rilasciato per mancanza di prove; e Rudy Hermann Guede, arrestato in
Germania mentre tentava la fuga.
Blackout
Britney Spears
Jive Records
12
Quando si parla di Britney ultimamente si pensa a
tutto tranne che alla sua musica, non passa giorno
che i mass media non rivelino qualche sua leggerezza, sempre pronti a parlarne male. Qui invece parliamo solo del disco, anche se già sfogliando il libretto,
si può subito trovare Britney che in un paio di foto
si fa ritrarre in calze a rete, all'interno di un confessionale e sulle gambe di un bel prete. “Blackout” è il
disco del ritorno di Britney Spears, e siamo felici che
sia tornata a fare musica. Non ci stupiamo che giochi un po' su tutto quello che le è successo, nelle
canzoni e nelle immagini (il libretto contiene anche
una foto con un bel po' di tabloid accartocciati) e in
canzoni come “Piece of me”. Musicalmente
“Blackout” non né meglio né peggio di altri dischi di
Britney. Forse un po' più melodico, con canzoni
sempre iper prodotte, come ormai capita a dischi di
questo livello. Non per fare i nostalgici, ma dove è
finito il pop semplice di una volta? Inoltre i pezzi
sono anche meno riconoscibili, perché la voce della
Nostra è spesso trattata con vocoder e simili. Speriamo di sbagliarci, ma non sarà un disco più che dignitoso come questo a risollevare le sorti di una carriera
in caduta libera per ragioni extramusicali, che per
certi versi sono poi le stesse che, insieme a perfette
canzoni pop che poi si sono perse per strada, l'avevano fatta decollare ad un iperspazio delle celebrità
ormai molto lontano.
Viene arrestato Salvatore Lo Piccolo, capo di Cosa Nostra e latitante dal 1983, insieme a suo figlio Sandro Lo Piccolo e ad altri mafiosi latitanti.
Si è spento il popolare giornalista e scrittore Enzo Biagi alla
clinica Capitanio di Milano, dove era ricoverato da una decina di giorni per problemi polmonari e cardiaci. Messaggi di
cordoglio dal mondo del giornalismo, della televisione e dalle più calte
cariche dello stato.
Scontri tra tifosi juventini e laziali in un autogrill a Badia Al Pino vicino ad Arezzo;
muore per un colpo di pistola un tifoso laziale, Gabriele Sandri, dj romano di 28
anni; sospese quattro partite: Inter - Lazio, Atalanta - Milan ,Roma - Cagliari e Taranto-Massese. Nella serata si sono registrati violenti scontri a Roma tra ultras e polizia.
La nazionale di calcio italiana si qualifica per gli Europei del 2008 battendo la Scozia in casa per 1-2
Berlusconi, nel corso di una manifestazione per chiedere le dimissioni del governo
Prodi a Milano in p.zza San Babila, annuncia ufficialmente la fine di Forza Italia e
la nascita di un nuovo partito: Il Popolo delle Libertà. Gelo degli alleati
Matrimonio alle Bahamas
Commedia
Massimo Boldi & Co.
Claudio Risi
Dopo le sonore sconfitte degli anni precedenti, cinepanettone anticipato per Massimo Boldi. Valentina è
appena tornata dalle vacanze, dove ha incontrato
Luca, un simpatico ragazzo di Milano. I due ragazzi
si amano, ma la giovane scopre di aver vinto una
borsa di studio per l'Università di Miami e di dover
partire. Dopo tre mesi di telefonate e promesse però, per fargli una sorpresa, lei scopre il tradimento di
lui restandone sconvolta. Ma la vita è piena di sorprese, ed è proprio negli States che incontra Bob, un
ragazzo dolce e gentile, con il quale dopo tre mesi
decide di sposarsi. Il matrimonio si terrà alle Bahamas, e naturalmente, oltre ai familiari più stretti, so-
no invitati ache
gli amici storici
di Roma... Dov'è il problema?
Pare nell'incontro/scontro tra
i Di Giacomo,
italoamericani
molto snob, ed i Colombo, una famiglia media capitanata dal tassista Cristoforo e la moglie Rosy, pasticcioni dal cuore tenero. Le diversità sociali, e non
solo, daranno il via ad una serie di situazioni comiche che metteranno in crisi la giovane coppia...
E dopo la nascita del Partito Democratico e de Il Popolo delle Libertà, anche nella
sinistra estrema non si sta con le mani in mano: Nasce il nuovo soggetto politico
“La sinistra e l’arcobaleno” dall’unione di Prc, Verdi, Pdci e Sd. L’ufficializzazione
è prevista per l’8 e il 9 dicembre durante l'assemblea costituente.
Gravissimo incidente alle acciaierie ThyssenKrupp di Torino: cinque operai
muoiono per le ustioni riportate, numerosi feriti gravi. Altri operai feriti moriranno nei giorni successivi al disastro.
Ci risiamo. Luttazzi è stato censurato di nuovo. La7, che tanto aveva brigato per
riportare il comico in tv, ha deciso di sospendere il programma Decameron in onda il sabato in seconda serata. Motivo: durante un monologo del programma ha
“insultato” Giuliano Ferrara, pilastro della rete. «Sono sbalordito. In Italia non è possibile
fare satira libera» è il primo commento a caldo del comico in un'intervista a Il Manifesto.
Ventimila fan entusiasti e superstar (Paul McCartney, sua figlia Stella, le top Campbell e Moss, Oasis, Sting, gli U2) hanno accolto alla 02 Arena di Londra, il concerto di reunion dei Led Zeppelin, scioltisi nel 1980. Robert Plant, Jimmy Page e
John Paul Jones per la reunion hanno voluto con loro il figlio di John Bonham, Jason.
Si conclude con un compromesso lo sciopero di tre giorni dei camionisti italiani,
che ha letteralmente bloccato l’Italia e ha provocato enormi disagi soprattutto a
causa dell'interruzione dei rifornimenti di carburante.
Si è tenuta all'Università Iulm di Milano in un aula magna gremita, la cerimonia con cui finalmente, dopo tante
vicissitudini, è stata conferita una laurea magistrale honoris causa in televisione, cinema e produzione multimediale al padre della televisione
italiana Mike Bongiorno, visibilmente commosso. Presenti
tra gli altri il
ministro Fioroni, il presidente di Mediaset Fedele
Confalonieri e
l’inseparabile
Fiorello.
L’Eclissi
Subsonica
Virgin
15
“L'eclissi” dei Subsonica è senza dubbio uno dei
dischi più attesi dell'anno, oltre ad essere il quinto
album della band torinese. Nel nuovo disco del
gruppo l'elettronica diventa la base su cui si dipanano tematiche importanti, dalla violenza sui minori
alla guerra. Scritto a partire da febbraio 2007 nella
loro tana, Casasonica, e influenzati dalla vivace atmosfera musicale e culturale che Torino vive ormai
da diversi anni, i Subsonica, reduci da diverse esperienze individuali nel mondo dell'elettronica, concepiscono un disco dove la tecnologia e il digitale la
fanno da padrone. Melodia, techno e drum'n'bass
diventano la base su cui si dipanano tematiche importanti, a partire da quella del primo singolo estratto, 'La glaciazione', sinonimo di un'epoca ibernata e
senza prospettive. E ancora: la violenza sui minori
(tema de Canenera), la solidarietà nei confronti del
giovane autore del libro Gomorra Roberto Saviano
(Piombo, con la collaborazione di Meg), la guerra
(Ali Scure), la mancanza di un futuro (Alta voracità),
la morte di un amico (Quattrodieci). Un disco intenso, ben scritto e soprattutto ben realizzato, che sicuramente non deluderà le aspettative dei fan di vecchia data, che hanno “soldoutato” i biglietti del tour
prima ancora che uscisse il disco. Se non è fiducia
questa... Fiducia comunque ben ripagata!
Natale in Crociera
Commedia
C. De Sica, F. De Luigi, M. Hunziker
Neri Parenti
Il Milan è
sul
tetto
del mondo, battendo 4-2 il
B o c a Juniors in
Giappone,
a Yokohama si è
aggiudicata il mondiale per club, diventando così la squadra più titolata al mondo (con 4 coppe nella manifestazione!).
Con l’approssimarsi del Natale, Paolo (Christian De
Sica), un affermato professionista, ha progettato di
spedire la moglie Francesca (Nancy Brilli) e il figlio
in vacanza sulla neve per potersi dedicare indisturbato alla sua amante Magda (Aida Yespica). Un contrattempo sembra mandare all’aria i suoi piani, e le
cose si complicano ulteriormente quando suo cognato Felice (Alessandro Siani) tenta il suicidio dopo
essere stato piantato dalla fidanzata. Con cinico opportunismo, Paolo vede proprio nelle sofferenze del
cognato la soluzione ai suoi problemi e si offre di
accompagnarlo in vacanza... Nel frattempo il destino
fa incontrare Michela (Michelle Hunziker), una ra-
gazza estroversa che adora gli
animali, e Luigi
(Fabio De Luigi), uno scapolo incallito e
piuttosto misantropo, la cui
filosofia di vita è riassunta nel libro di cui è autore:
“Single è bello”. Dopo una serie di incontri-scontri,
i due si augurano di non dover mai più avere a che
fare l’uno con l’altro. Ma il destino ha altri progetti
su di loro...
E’ arrivato anche quest’anno il numero di dicembre,
numero di bilanci, in cui ci si guarda indietro e si
tirano le somme dell’anno appena passato, le cose
negative che sono successe e quelle positive, i passi
avanti e quelli indietro che si sono compiuti. E sicuramente per il nostro progetto, Anderview è stato un
grosso passo avanti. Abbiamo incontrato tanti artisti
di assoluto talento, ci hanno raccontato le loro interessantissime storie professionali, la scoperta della
musica, le difficoltà degli inizi, gli ostacoli e le soddisfazioni che si incontrano nel corso di una carriera.
Ogni intervista è stata per noi fondamentale, un tassello importantissimo dal punto di vista sia professionale che personale: abbiamo imparato un sacco di
cose, ci siamo divertiti, abbiamo ascoltato tanta buona musica, ci siamo fatti diversi amici e abbiamo
raccontato realtà che molto spesso vengono ignorate
o trascurate dai grandi mezzi di informazione. Per
noi quindi è stata un’esperienza più che positiva, e i
riscontri positivissimi che ci arrivano anche da voi
lettori ci confermano la bontà del progetto. In questo numero quindi non incontriamo nessun nuovo
personaggio, ma vi proponiamo una specie di best
of, in modo che chi ci segue dall’inizio possa fare un
bel ripasso delle interviste già pubblicate, e chi invece ci segue da poco o si sia perso qualcosa possa
cogliere al volo l’occasione per andare a riprendere
in mano qualche vecchia intervista (ricordiamo che
tutti gli articoli e le interviste realizzate le trovate
nella sezione Anderview del sito, oltre che sui vari
numeri di [email protected]).
Quindi per quanto ci riguarda appuntamento al
prossimo anno con altre esclusive interviste che,
credetemi, è il caso di non lasciarsi sfuggire!
In una tua intervista dici che le tue canzoni il
più delle volte sono autobiografiche, in un tuo
testo del nuovo album scrivi: “I never left bridges behind me, always moving on” (Non ho
mai lasciato ponti dietro di me, sono sempre
andato avanti), quale sarà il tuo prossimo ponte da passare?
E’ interessante che tu abbia scelto questo testo. I
ponti sono buoni per due motivi:
Andare avanti o tornare indietro. Con la coscienza
di poter tornare indietro un uomo può lavorare
duro per un futuro successo. Inconsciamente il
ponte che proverò a passare prossimamente è tornare sul palco con i China all’età di 45 anni.
E una volta detto sì per qualcosa non sarà mai nella mia mente correre indietro per salvarmi nel altro
lato del ponte.
([email protected] n.8)
C’è un aneddoto divertente riguardante quel periodo
della tua vita o qualcosa che ricordi con particolare
piacere?
Ricordo con molto piacere che nella mia città di provincia, Molfetta, vicino a Bari, grazie all’amministrazione di
allora, arrivavano molti musicisti importanti per esibirsi,
in particolar modo molti jazzisti di livello internazionale,
e in quelle occasioni ho potuto conoscere di persona e
scambiare due parole con artisti di enorme talento, come
Dizzy Gillespie, Archie Shepp. Se ti devo raccontare
un’aneddoto in particolare, ti posso parlare di quando
siamo capitati dopo un concerto, nella stessa trattoria in
cui si trovava il grande batterista Danny Richmond, che
suonava con Charles Picus; io ero un ragazzino, e ricordo
che lui mi fece una dedica “All The Best, Danny Richmond”, che allora non sapevo nemmeno cosa significasse, però mi fece tantissimo piacere ed è una cosa che
ricordo molto volentieri. Devi sapere che all’epoca, per
quanto noi seguissimo il rock, quando abbiamo avuto
l’opportunità di vedere all’opera musicisti di quel livello, ne siamo rimasti veramente impressionati. Come periodo ci trovavamo intorno alla fine degli anni ’70, 1977 1978 più o meno.
Durante il vostro Tour russo nasce l’ispirazione
per “Wind of Change”, di sicuro il pezzo più identificativo della vostra produzione, specialmente per
il nuovo pubblico. Come è nato il pezzo e qual è il
vostro rapporto con esso? E’ troppo riduttivo?
“Wind of Change” è un pezzo tratto dall’album “Crazy
World”. Non a caso il titolo del Cd vuole rispecchiare il
significato dei testi, che si basano sulla vita politica travagliata di quei tempi, appunto di cambiamento. Sicuramente è il pezzo più identificativo di tutta la nostra
produzione, che accompagnò la caduta del muro di
Berlino e la fine del Comunismo in Russia. Non deve
essere riduttivo, quello era un messaggio per gli anni
’90, oggi siamo nel 2007. Nelle nostre nuove canzoni,
stiamo continuando a sensibilizzare le persone su fatti
spiacevoli che accadono e che possiamo apprendere dai
giornali o dalla televisione ogni giorno. Tutto questo mi
spaventa e la mia domanda è: Come andremo a finire?
([email protected] n.10)
Ti sei accorto da subito della tua sbalorditiva
somiglianza con l’artista inglese, oppure è frutto di
un percorso che è avvenuto in seguito ad una passione condivisa con gli altri membri della band?
In Italia sono presenti un’infinità di modi diversi
di esprimersi e che variano da zona a zona su tutto il territorio nazionale. Da cosa è dipesa e come
è nata la tua scelta di comporre utilizzando il dialetto? Può essere un metodo originale per mantenerlo vivo anche tra i giovani che lo stanno perdendo?
La mia somiglianza con Freddie Mercury, è nata con il
tempo e tengo precisare che non mai utilizzato metodi
artificiali per assomigliarli di più. E’ nato quasi tutto per
scherzo, la gente mi fermava per strada e mi ferma tutt’ora
dicendomi: “Sai che somigli a…”. Una delle mie caratteristiche principali che ha dato il via al mio aspetto così simile a quello del cantante inglese, sono senz’altro i denti
sporgenti, poi ho lasciato crescere il baffo ed infine la mia
rotondità della faccia, hanno reso il mio aspetto vicino a
quello del personaggio che interpreto.
La mia scelta di comporre utilizzando il dialetto è nata
in un modo normale per effetto della naturalità; non è
mai stata una decisione spinta o pilotata. Mi sono ispirato nella scelta a Dante Alighieri, che in Italia è stato
uno dei primi a comporre e scrivere utilizzando la lingua del suo territorio. Il dialetto penso che sia fondamentale tenerlo vivo e spero che in parte la mia musica possa contribuire a farlo sopravvivere anche tra i
giovani d’oggi.
([email protected] n.11)
Quali sono le principali difficoltà che un presentare significa continuare nei migliori dei
gruppo di giovani musicisti incontra per la modi una certa strada intrapresa. Infine come
pubblicazione di un primo demo?
ultimo, ma non da sottovalutare c’è l’aspetto
economico, che passa spesso in secondo piano,
Una parola… MOLTE! La cosa più importante soprafatto dall’energia che i vari componenti
per un gruppo di nuova formazione è senz’altro del gruppo spendono per la realizzazione del
basata sulle conoscenze, che non devono essere loro progetto. I costi inizialmente non sono poi
necessariamente legate o supportate da una casa così grandi, ma il costo in soldi viene messo da
discografica importante o una marca. Le cono- parte, perché quello che si sta facendo è una
scenze giuste primarie,
cosa per se stessi, per
sono la collaborazione
cercare di buttarsi avanti
con gruppi diversi con la
in quella strada difficile
quale esibirsi o aprire
che è il mondo della muconcerti, questo è un
sica. Tutte le spese afbuon metodo iniziale per
frontate, che variano dai
farsi strada! Da considetrasferimenti, l’acquisto
rare anche il fattore Fordi nuovo materiale, sogtuna, ossia è possibile
giorni in città diverse
che durante alcuni condurante i concerti e i fecerti ci siano dei produtstival…solitamente rientori interessati alla musitrano con la diffusione
ca proposta da un grupdei Cd ai concerti.
po. Subito dopo viene la
propaganda, il sapersi
([email protected] n.13)
Il tutto è avvenuto un po’ per caso, così che non posso
definirlo un percorso, sicuramente la passione per la musica dei “Queen” che c’è tra me e i membri della band ha
fatto il resto e non era nei miei progetti cercare componenti del gruppo che somigliassero agli originali.
([email protected] n.14)
Abbiamo assistito a diversi tuoi spettacoli, e
non si può fare a meno di notare quanto sia
forte la tua presenza scenica ( ti abbiamo visto
suonare in piedi sui banconi dei locali e girare
tra il pubblico usando bottiglie come ditali).
E’ tutto frutto di improvvisazione o è parte
integrante dello show?
Mi piace “darmi” al 100% quando mi esibisco e
questi “giochi” fanno parte dell’energia che ti da’
la musica che suoni. Sono comunque momenti
spontanei ed improvvisati che possono facilmente
diventare parte integrante dello show. Dipende da
come ci si sente la sera del concerto e come si ha
voglia di proporsi al pubblico. Negli ultimi anni mi
concentro maggiormente sul lato musicale ed esecutivo, senza il bisogno di particolari “exploit”
visivi, ma chi può dire come mi sentirò domani?
([email protected] n.15)
Per Natale Paolo, un affermato
professionista, ha progettato di
spedire la moglie Francesca e il
figlio in vacanza sulla neve per
potersi dedicare indisturbato
alla sua amante Magda. Quando
suo cognato Felice tenta il suicidio dopo essere stato piantato
dalla fidanzata, con cinico opportunismo. Paolo si offre di
accompagnarlo in vacanza per
distrarlo dalle sue sofferenze
amorose: in realtà il suo progetto è di abbandonarlo al suo
destino e spassarsela con l'amante, alla quale prospetta a
sua volta una splendida crociera
ai Caraibi, senza però menzionare la presenza del cognato.
Nel frattempo il destino fa incontrare, o meglio scontrare
con comici incidenti, due personaggi che non potrebbero
essere più lontani tra di loro:
Michela, una ragazza estroversa
che adora gli animali, e Luigi,
uno scapolo incallito e piuttosto misantropo, la cui filosofia
di vita è riassunta nel libro di
cui è autore: Single è bello.
Aurelio il Presidente (De Laurentiis) corre sempre nel lavoro
e nella vita. Figuriamoci se potrebbe adattarsi ai presepi di
una vacanza da crociera: ecco perché sul set galleggiante in rotta caraibica ha spedito il guastatore di
fiducia, l'indiavolato Christian che dopo la separazione da Boldi è in grado di assumersi sulle spalle
quasi tutto il peso delle italiche abbuffate natalizie.
Perché la logica del film di Natale resta stringente:
convogliare nelle sale il pubblico grande perché
riscopra - complici il panettone e gli struffoli - il
piacere «digestivo» del cinema, la sua funzione rituale di festa-nella-festa e la sua capacità di contrapporsi allo straniero in nome e per conto della
tavola (leggi farsa) casareccia. In fondo «Natale in
crociera», al di là delle sue novità (la ridanciana Michelle Hunziker nelle vesti di fanatica animalista, la
volenterosa Nancy Brilli in quelle di moglie cornuta
e la maggiorata Aida Yespica principalmente in
tanga), è fatto per confrontarsi con i capitoli precedenti come nella tradizione delle saghe di famiglia:
giudicherà quindi l'utente, mentre il cinéfilo può
limitarsi a registrare che il labirinto transatlantico è
adatto a innescare le gag più demenziali, Alessandro Siani ce la mette tutta per replicare col suo humour napoletano-ciclotimico al vortice tritatutto di
De Sica e l'episodio disconnesso del duo HunzikerFabio De Luigi pretende troppo spazio e finisce in
un binario morto o, per essere precisi, su un'isola
deserta.
Il buon Parenti, per difendersi dalle esecuzioni della critica, ha tenuto a dichiarare che fuori dal lavoro
legge quotidiani impegnati; ma il meglio lo dà sempre nella scorrettezza, citando per esempio a modo
suo le mattanze di Tarantino o i soliloqui del nau-
pretato da Gabriel Garko (Le fate ignoranti), accetta dietro ingente compenso di posare nuda per un sexy calendario alle Seychelles, dove anche il marito approda senza immaginare minimamente il pericolo che
potrebbe rappresentare il suo successo per
il loro rapporto. Perché, come lo stesso
Pieraccioni racconta: “Siamo partiti dalla
sindrome del ‘fidanzato di miss Italia’, quello che ad elezione avvenuta viene regolarmente abbandonato in provincia dalla vincitrice che si lancia in altri mondi. Ogni donna che si viene a trovare con un cambiamento radicale di vita di questo tipo finisce
col minare il suo rapporto di sempre e quindi noi abbiamo voluto raccontare un tipo di
passaggio emblematico in un particolare
momento in cui ci sono tanti programmi
televisivi che usano persone normali facendole diventare delle star: se qualcuno però
non ha il talento per intraprendere nessuna
carriera finisce col subire dei traumi da questa trappola micidiale che lascia assaporare
solo lustrini e paillettes, cioè la parte peggiore di questo mestiere, finendo con il
rientrare poi con grande fatica coi piedi per
terra nella routine di sempre”.
In maniera esilarante, i titoli di testa scorrono su
una sequenza-parodia di Grease, con tanto di ciuffoni sulle teste e Rocco Papaleo (Il pranzo della
domenica) novello John Travolta che si cimenta in
una rivisitazione della mitica You’re the only one
that I want, sotto l’occhio vigile di un regista di
musical con le fattezze del cantautore Francesco
Guccini (Ti amo in tutte le lingue del mondo). Poi
facciamo conoscenza con Mariano, interpretato
dallo stesso Pieraccioni, poco più che quarantenne
alle prese con una particolare caccia al tesoro volta
a portarci a scoprire la moglie bellissima del titolo:
Miranda, poco più che trentenne bruna con le forme ed il volto della debuttante su celluloide Laura
Torrisi, proveniente dalla sesta edizione del Grande
Fratello. Premesso che i due gestiscono un banco
di frutta e verdura nel mercato stabile di Anghiari,
piccolo paese della Toscana, prende quindi il via
quella che lo stesso attore-regista definisce una sorta di “Proposta indecente alla ribollita”, dal momento in cui la donna, adocchiata da Andrea, affascinante fotografo della rivista Beautiful life! inter-
Osservazione che non riguarda probabilmente la Torrisi, la quale, a differenza di altre colleghe del piccolo schermo che al cinema hanno finito
soltanto per sfoggiare una recitazione inesistente
(vedi la Francesca Lodo di Olé o la Elisabetta Canalis di Natale a New York), sembra trovarsi
tutt’altro che fuori parte nell’incarnare la “moglie
che quando si spoglia accende a tutti la voglia”
dell’epoca dei gettonatissimi calendari senza veli,
affiancata da un cast che, oltre all’immancabile
Massimo Ceccherini, comprende uno stuolo di
caratteristi storici, dai sempre ottimi Tony Sperandeo e Luis Molteni ai veterani Carlo Pistarino e
Giorgio Ariani (Pierino la peste alla riscossa). Concepito con la collaborazione dell’inseparabile Giovanni Veronesi (Manuale d’amore), il quale, però,
dopo una prima parte che lasciava intuire un interessante ritratto-denuncia da ridere di uno dei discutibili aspetti dello stivale tricolore del XXI secolo, finisce per condurci in fretta e furia all’epilogo,
accontentandosi semplicemente della solita ora e
mezza di commedia volta al facile divertimento.
Come un po’ tutti i lavori dell’autore da Il ciclone
Da quanto tempo, l’Italia sognava un
colosso produttivo, economico e tecnologico, col quale partire dal Belpaese
per poi invadere il mondo con prodotti
cine-televisivi e merchandising multimediale di straordinario successo? Ora
ce l’ha, da quando Iginio Straffi nel
2004 ha deciso di creare una serie televisiva che poi è diventato un impero
oggettistica per finire con un film su
grande schermo e in computer grafica.
Ma se facciamo salva l’importanza industriale ed economica che un prodotto del genere potrebbe avere sul cinema
italiano, cosa resta allo spettatore non
assuefatto all’infantile culto? Poco e
niente purtroppo.
Scritto da Straffi e Sean Molyneaux,
copiando da svariate parti – specie da
Harry Potter nel personaggio di Bloom,
è un classico e abusato fantasy dai risvolti modernisti e tecnologici, che ne
azzerano quasi la vera magia, che sembra più un compendio “aspirazionale”
per adolescenti in erba e portafoglio
pieno, che un film col quale raccontare
un mondo parallelo e diversamente
magico.
Strutturato in modo quasi palese sulla
fiaba tipica, col viaggio, gli aiutanti e tutto
l’armamentario, il film è un racconto di formazione, ovviamente, che sfrutta i temi tipici del filone
per cercare di mettere in scena la crescita di una
generazione che deve affrontare la famiglia, la
scuola, l’amore e la vita reale (relativamente) cercando di farsi valere in ogni caso, trovando vie personali (i caratteri di ogni personaggio sono molto
marcati) e personali stili di vita.
getti, il sentimentalismo ossessivo – e conformista
– chi salverà le regine, se non i loro cavalieri? Per
non parlare di una sceneggiatura infantile e diseducativa, strutturata come un videogioco in serie e
ipocrita nel negare l’esistenza del dolore e della
morte, che non può far altro che scippare dove
può, dalle omologhe Witch a Sailor moon, per sollevare una pellicola piattissima, dove la grafica nipponica e il poco humour non salvano la pessima
Straffi però imbastisce un tedioso baraccone solo animazione.
per fans del cartoon, che non appassiona e non Straffi, ovviamente soddisfatto del piccolo impero
convince né quando cerca toni tolkeniani né quan- commerciale creato, non può fare altro che contido resta a livello del pomeriggio televisivo, essendo nuare – senza alcuna classe – l’opera di mercificaquasi del tutto impegnato a vendersi, a mettere in zione dell’immaginario cominciata da altri prima di
scena una galleria di oggetti e beni commerciabili lui; ma non ci sembra fuori luogo chiedere che i
(dalle mediocri canzonette al modellino del castello genitori, mentre comprano tutto ciò che i loro figli
fatato), oltre che a dare un’immagine della donna desiderano, possano almeno farsi un sorriso, o sensotto sotto maschilista – il costante bisogno di og- tirsi sfiorare da un’emozione.
menti narrativi, a quelli morali del genere.
Ambientato in una New York in cui lo
scenografo Stuart Wurtzel e il direttore
della fotografia Don Burgess cercano
l’equilibrio tra i fondali da cartolina e la
frenetica realtà metropolitana, il film è –
in un certo senso – il passo successivo nel
cammino di destrutturazione della struttura fiabesca cominciato con Shrek (specie il
primo), in cui finalmente e consapevolmente il regno di fate, cavalli e principesse
entra nel mondo moderno ed è costretto a
fare i conti con la realtà, diventando così
vero modello educativo di una società
contemporanea, dove il vero cavaliere è
colui che ti massaggia i piedi o ti butta la
spazzatura, piuttosto che rapirti con un
destriero. Lima non rinnega nulla della
tradizione classica, dalla trama da feuilleton all’acqua di rose ai numeri musicali
(molto carino quello al parco), dal cattivo
caricaturale agli aiutanti pasticcioni (tra cui
un esilarante scoiattolo) e gli da una forma
molto riuscita e piacevole ma dall’altra
parte mette in scena le difficoltà quotidiane, i problemi di adattamento tra mondi,
la voglia di comprendere fino in fondo
vite e sentimenti che è davvero un passo
importante dalla trascinante goliardia
I film natalizi o fiabeschi della storia del cinema dell’orco verde per la maturazione del racconto
hanno sempre avuto un comune denominatore, il fiabesca.
marchio del castello che ha da sempre contraddi- Un film a metà tra divertimento puro, molto ben
stinto i film prodotti da Walt Disney e stirpe. Ma realizzato, con una regia fresca e vivace, dal ritmo
da qualche anno la casa di Topolino è un po’ decli- intelligente, e una sceneggiatura con il giusto numeno, sia sul fronte animazione (surclassata dalla co- ro di idee e trovate comiche, e film teorico sul mostola Pixar) sia su quella delle fiabe per bambini. do d’intendere le fiabe e i racconti zuccherosi nei
Ma, pieni di risorse come ogni multinazionale che nostri tempi difficili, dove la divisione tra animaziosi rispetti, sembrano aver trovato la chiave giusta. ne à la Don Bluth e commedia metropolitana porta
Prendono un regista fidato, proveniente dalla scu- a irresistibili punte femministe come la citazione di
deria dei cartoons, prendono attori in ascesa o di King Kong in cui la donna salva l’uomo.
nuova notorietà, prendono un canovaccio che più
classico non si può e lo frullano con humour, fan- Cast ricco e variopinto: dalla deliziosa Amy Smart
tasia e il peso della realtà. Ne esce fuori un film al famoso Dottor Stranamore in Grey’s anatomy,
delizioso, che è anche un campione d’incassi. Scrit- Patrick Dempsey, da Susan Sarandon a James Marta da Bill Kelly, una commedia romantica sospesa sden fino al gustoso Timothy Spall di potteriana
tra brillante verve moderna e rilettura del tipico memoria, tutti fanno il loro gioco con ironia e incinema Disney, in cui tutti gli elementi zuccherosi – telligenza, rendendo così realmente convincente un
dai colori alle canzoni – vengono presi in giro e film che, se non riesce a garantire la furia iconoclamessi a confronto con il mondo e le difficoltà quo- sta e devastante del cartoon Dreamworks prima
tidiane, dando una bella scrollata, se non agli ele- citato, di certo sa regalare divertimento e una lezio-
Ci si trova come ogni Natale a dover parlare della fiaba di turno, quella che puntualmente sbanca i botteghini mondiali a
suon di effetti speciali e best-seller letterari
alle spalle; ed è come sempre un argomento difficile, perché dopo il caposaldo Il
Signore degli Anelli e la saga di Harry Potter – che però, cinematograficamente fa
discorso a sé – non si è riuscito a trovare
nulla di degno. Stavolta ci prova Chris
Weitz, più famoso per American Pie e
About a boy, che prende l’ennesima saga
(ovviamente trilogica) romanzesca e ne fa
un film dalle ambizioni evidenti; ma dai
risultati non propriamente esaltanti. Lyra
Belacqua è una ragazzina nomale, orfana
che vive in collegio, ma che ha la capacità
di saper usare l’ultima bussola d’oro, rimasta intatta dopo la distruzione da parte del
Magisterium. É chiaro che vogliano impadronirsi di bussola e bambina, e che questa fuggirà alla ricerca della salvezza e della
scoperta delle malefatte del Magisterium.
Ispirato alla trilogia Quelle oscure materie
di Philip Pullman, il cui primo volume ha
lo stesso titolo del film, e scritto dallo
stesso regista, il film è un classico fantasy
avventuroso, adolescenziale e dalle ambizioni allegoriche che può divertire e affascinare per
il suo lato visivo, ma lascia completamente delusi
per quanto riguarda i contenuti. Nata come risposta anticonformista e atea (se non vagamente blasfema) a Le Cronache di Narnia, l’opera letteraria è
il tentativo, anche piuttosto riuscito, di riflettere sul
rapporto dell’uomo col mistico, col divino e con le
istituzioni che ne regolano l’esistenza, e attraverso
le allegorie del Magisterium e della Polvere, Pullman racconta come la Chiesa abbia progressivamente distrutto il rapporto con l’anima
(impersonata da un animale al fianco degli uomini)
e con la Fede; Weitz parte con le stesse ambizioni
allegoriche, ma finisce col passare del tempo per
accontentarsi di quelle avventurose e fiabesche,
finendo quasi col ribaltare alcuni spunti romanzeschi. Quasi timoroso di apparire sconveniente e
boicottato dalle istituzioni e dalle autorità varie (le
stesse poi che hanno inveito contro fenomeni di
massa come Hary Potter e Il Codice Da Vinci, aiutandone il successo), Weitz si limita a servire una
bella favola natalizia virata negli elementi più robu-
stamente fantasy, utilizzando i topoi del genere,
ormai divenuti riconoscibili stereotipi (la profezia, il
prescelto, gli aiutanti, l’arrivo della guerra), per mirare a un pubblico pre-adolescenziale cresciuto più
con i rombi da Playstation che con le sfumature
filosofiche: ciò non toglie che il prodotto sia sostanzialmente piacevole e più interessante, anche
per il solo cotè narrativo di molti prodotti analoghi.
La regia, professionale e in grado solo di gestire la
sontuosa confezione, non fa molto di può per elevarlo dalla sufficienza. Ciò che differenzia in meglio il film dalla messe di fantasy affini è la bontà
del cast, in cui ad una luminosa e ottima Nicole
Kidman si affianca il cameo di Daniel Craig, la sorprendente Dakota Blue Richards e una serie incredibile di voci, da Kathy Bates fino a Christopher
Lee e il nume tutelare del nuovo fantasy, Ian
McKellen già Gandalf.
Un film che forse non deluderà le aspettative dei
fans, ma di cui sinceramente, non abbiamo molta
voglia di vedere il seguito (già in preparazione).
TV: tante novità sotto l'albero
Le prime serate di Camera Cafe, il nuovo Show di Amadeus e "Scalo 76"
Su Italia 1 l’azienda più spiata d'Italia non chiude
per ferie. E così gli impiegati di Camera Café Luca
Bizzarri e Paolo Kessisoglu fanno gli straordinari e
preparano 8 appuntamenti speciali in prima serata in
compagnia di guest star d’eccezione. Il tutto a partire da domenica 23 dicembre alle ore 21.30. Lo speciale sarà caratterizzato da 60 minuti di episodi inediti e ricchi di novità, prima fra tutte, appunto, la
presenza di ospiti illustri, amici vecchi e nuovi che
per l'occasione irromperanno nella routine aziendale, tra cui Alessia Marcuzzi, Albertino, Magda Gomes, Natasha Stefanenko, Massimiliano Varrese e i
mitici Pooh.
Novità assoluta invece, sempre su Italia1, il nuovo
game show "Canta e vinci!"
condotto da Amadeus con la
partecipazione di Checco Zalone, in onda martedì 18 dicembre alle ore 21. Tratto da
un format cult negli U.S.A.
(Don’t Forget the Lyrics!, in
onda su Fox), il nuovo programma di Fatma Ruffini arriva su Italia 1 pronto a conquistare anche il pubblico italiano
con una formula basata sul
Un Gattuso nella veste inedita di cuoco, che
prepara milioni di minuscoli tortellini, Ilary
Blasi che sale sul tetto per sistemare le illuminazioni e una casa gremiti di migliaia di
parenti…
Questo il Natale in casa di una delle
aziende di telefonia mobile più importanti del nostro Paese…
Un Natale che ci trasmette calore familiare, quel calore che sembra andare
scemando tra natali in crociera, alle
Bahamas.
Anche se tutti noi cerchiamo di fare i
moderni, e trovare natali alternativi,
quest’atmosfera un po’ ci manca, e in
fondo ringraziamo la pubblicità, questa
in particolare, che ce la fa rivivere anche se in un breve spot…
felice connubio tra gioco e spettacolo. Tutti credono di conoscere le parole delle canzoni che fanno
parte dell’immaginario collettivo, ma se ci sono in
palio 500 mila euro, siamo veramente in grado di
continuare a cantare quando si stoppa la musica?
Ogni concorrente canta in stile karaoke tentando
una scalata di 10 gradini a partire da domande del
valore di 500 euro per raggiungere la vetta dei 500
mila. L’importante è continuare a cantare, cercando
di indovinare le parole mancanti richieste quando la
base e il testo si interrompono.
Infine da segnalare il ritorno della musica nella storica collocazione del Sabato pomeriggio: infatti è dalla
fine di "Top of The Pops" e "Cd Live" che la programmazione musicale è completamente scomparsa da quella
fascia oraria. Si chiamerà 'Scalo
76', il nuovo programma musicale di Raidue. A partire dal 22
dicembre, Daniele Bossari, Maddalena Corvaglia e Paola Maugeri, in diretta dallo studio 76 del
nuovo centro di produzione Rai
di via Mecenate a Milano (da qui
il titolo) ospiteranno artisti italiani e stranieri.
Bello il maglione bianco di Gattuso: ha tutto
il sapore di un lavoro a maglia fatto dalla nonna...
Scommettiamo
che...?, storico spettacolo di Michele
Guardì, è stato uno
dei grandi successi
televisivi degli anni
Novanta, in onda
dal mitico Teatro
delle Vittorie il sabato sera, è stato abbinato per anni alla
lotteria Italia. A condurlo due colonne della Rai, ovvero il veterano della trasmissione Fabrizio Frizzi e
la professionale Milly Carlucci, sostituita
poi nelle ultime edizioni dalla splendida
modella tunisina Afef, che per l'occasione
ha debuttato sui teleschermi della Rai nel
ruolo di conduttrice.
scommettitore che,
alla fine della serata
ottiene il maggior
gradimento del pubblico a casa attraverso il televoto.
Per ogni prova non
superata invece l'ospite famoso riceve
una simbolica doccetta. Il vip che alla
fine della serata ha accumulato il maggior
numero di doccette è candidato alla ormai
tradizionale doccia finale che in passato
toccava soltanto a uno dei conduttori.
Nella settima edizione è il pubblico a casa,
sempre tramite il televoto, a decidere se
sotto la doccia deve andare uno dei conduttori o uno degli ospiti vip. Un tocco in
Come in tutte le edizioni a Scommettiamo
più d'ironica suspense.
che...? sono protagoniste persone che hanno deciso di presentarsi alla grande platea Per quanto riguarda gli scommettitori, cotelevisiva per portare al successo le scom- loro che riescono a superare la prova promesse più straordinarie, spettacolari e cu- posta vincono quattro milioni di lire, menriose, capaci di divertire, intrigare ed emo- tre tutti e quattro possono concorrere alla
zionare il pubblico in teatro e a casa. Una conquista del montepremi accumulato
giuria di ospiti famosi scommetteva poi dagli ospiti famosi. I telespettatori infatti
sulla riuscita o meno delle scommesse e possono scegliere, con il televoto, l'imprealla fine quello che guadagnava il gruzzolo sa che hanno maggiormente apprezzato, a
più consistente, devolveva la cifra guada- prescindere dalla riuscita o meno. Ne nagnata in beneficenza, mentre al più scorso sce una specie di indice di gradimento delle scommesse.
toccava la temutissima doccia...
Sullo schema collaudato del programma Il programma era firmato da Michele
sono state comunque inserite nel corso Guardì, Alberto Testa, Claudio Fasulo,
degli anni significative novità, tali da ren- Tonino Quinti e Stefano Torrisi.
dere ancora più gradevole la serata.
Ad esempio nelle puntate più
recenti, accanto a quattro scommettitori, ci sono quattro ospiti
famosi, i quali non si limitano,
come nelle precedenti edizioni a
puntare sulla riuscita o meno
delle imprese altrui, ma devono
affrontare a loro volta alcune
prove di difficoltà variabile. Per
ogni prova superata aumenta il
montepremi da assegnare allo
RadioDeejay ha fatto un
grande regalo di Natale ai
suoi ascoltatori più affezionati. Il progetto è partito
dal direttore, Linus, il quale
già tempo prima aveva
lasciato la direzione artistica dell’emittente al Trio
Medusa.
Quest’anno la giornata del
20 dicembre è stata posta
completamente nelle mani
degli ascoltatori, sperimentando così per la prima volta una radio on demand.
Gli ascoltatori tramite voto
hanno potuto riorganizzare
la scaletta dell’intera giornata. E a considerare dal
risultato i fans sono riusciti
a stravolgerla completamente questa scaletta, dando vita a cambi di orari come la Pina e Diego
all’originale orario di DeejayChiamaItalia, unioni
prolifiche come quella tra il
Trio e Platinette.
Tutto questo condito dalla
cooperazione musicale tra I
Neri Per Caso e Paola Cortellesi per un jingle natalizio di grande effetto, che
mette in risalto le doti canore della multicolor Paola…
Buon Natale a
onde medie ragazzi!!!
In crisi anche quest’anno con i regali di Natale? Non sai proprio cosa mettere sotto
l’albero? Tranquillizzati e prendi un bel respiro. Ci siamo qui noi per aiutarti, no? Devi
trovare il pensiero giusto per l’amico, la ragazza, il fratello. Rasserenati, ti diamo noi
una mano! Sicuramente nelle prossime pagine troverai qualcosa di adatto ai gusti
dell’interessato, e soprattutto commisurato alle tue tasche.
Dai, gira pagina e cominciamo!
ACQUISTO NON INDISPENSABILE
NE VALE LA PENA!
Ti conviene risparmiare i soldi per
un affare più interessante
Se ti interessa l’articolo rompi pure
il porcellino, non te ne pentirai!
Vasco live
Lui è sicuramente il rocker più amato qui in Italia, ogni suo concerto registra il tutto esaurito, distese oceaniche di persone cantano e si dimenano
al suono della sua musica.
Emozioni racchiuse
nell’ultimo dvd di Vasco
“[email protected]”, la
registrazione del concertone tenuto da Vasco
qualche mese fa e Roma.
Un ottimo regalo per tutti
i fan di vecchia data e non
solo...
Insieme!
Come sappiamo
tutti le Spice Girls si sono riunite
per un tour che tra alti e bassi,
pettegolezzi e pretese da star tra
qualche settimana prenderà il via.
Per celebrare l’evento e per rinfrescare la memoria ai fan prima
del concerto è uscito il “Greatest
Hits” che raccoglie
tutti i successi storici
delle Spice. Un tuffo
nel passato.
Un atteso ritorno
Finalmente dopo un po’ d’attesa
finalmente torna la band elettro
rock più amata e apprezzata in
Italia: naturalmente parliamo dei
torinesi Subsonica, che propongono il loro album “L’eclissi”.
Anticipato dal singolo “La Glaciazione” Samuel e soci non
hanno deluso le aspettative dei
fedelissimi fan, che hanno letteralmente prosciugato i biglietti
del tour di presentazione del disco prima ancora che il cd fosse
uscito!!!
Raccolte
Una bella raccolta di
successi è sempre uno dei
regali più sicuri e
apprezzati dagli amanti
della buona musica.
Quest’anno è la volta di un
po’ di artisti italiani, che
celebrano la loro lunga
carriera con dischi in cui è
racchiuso il meglio della
loro produzione di tutti i
tempi. Da Zucchero a
Ligabue, dalla Nannini a
Eros
Ramazzotti.
Quest’ultimo
in
particolare, ha realizzato
non una semplice raccolta,
ma una collezione di
inediti e vecchi successi
riarrangiati e reinterpretati
con la collaborazionedi
colleghi famosi.
Fenomeno Tokio Hotel
Avete l’amica, la sorellina
o la cuginetta che sbava
letteralmente dietro ai
componenti dei teutonici
Tokio Hotel, nuovo fenomeno dell’anno, formazione emo rock che incanta decine di migliaia di
fan durante i concerti?
Questo è il regalo perfetto!!! Dvd o semplicemente cd, o anche, in edizione
speciale cd + dvd, di
Zimmer 483, registrazione di brani dal vivo tratti
dal loro ultimo fortunatissimo tour in giro per
l’Europa. Tutti i maggiori
successi, le canzone tratte
dall’ultimo album
“Scream” ma non solo,
anche i pezzi
più vecchi in
tedesco
in
versione live.
W Radio 2!!!
Nonostante momentaneamente
il programma culto di Radio2 con
Fiorello e Baldini non sia in onda
(tornerà a partire da gennaio), puntuale come tutti gli anni sotto Natale esce
il cd che raccoglie gli skatch e i momenti più esilaranti di Viva Radio 2.
Quest’anno il titolo è diverso, il cd si
intitola infatti “Chi siamo
noi”, ma il succo del progetto non cambia. Divertimento assicurato.
Emozioni live
Uno dei regali migliori e più
apprezzati rimane sempre un
bel cofanetto dal vivo. In rappresentanza di tutti i live vecchi e nuovi che potete regalare ne segnaliamo tre tra i più
interessanti usciti nelle ultime
settimane. Dopo lo strepitoso
successo del best of
“Soundtrack” Elisa ripropone
in un cd + dvd un resoconto
del fortunatissimo tour che
ne è seguito. La Pausini fissa
su disco la prima volta che
una donna varca le porte di
San Siro e i R.E.M. con un
doppio cd + dvd regalano
uno show imperdibile.
Per celebrare la reunion
Dopo anni e anni di assenza dalle scene i Led Zeppelin, come
ben saprete, si sono riuniti lo
scorso 10 dicembre per un’ unica
esclusiva data dal vivo. Chi non è
stato tra i fortunati 20.000 testimoni dell’evento può comunque
consolarsi con Mothership, la
raccolta definitiva per il gruppo.
Un cd + dvd che ripercorre tutte
le date fondamentali del gruppo
che ha rivoluzionato la storia del
rock. Per gli amanti del gruppo
ma anche per i neofiti che potranno avvicinarsi al gruppo.
2 Mostri Sacri
Se siete pesantemente in
crisi col regalo per la
mamma, la nonna o la zia,
attenzione: non dimenticatevi mai che potete benissimo regalare musica
anche a chi magari non ha
più 15 anni. In particolar
modo a questo giro vi
consiglio il nuovo cd di
Adriano Celentano
“Dormi Amore, la situazione non è buona”, un
cd di brani inediti che
vanta grandi collaborazioni tra cui quella di Mogol
e “Grazie a tutti”, mega
raccoltona che raccoglie
tutti i più grandi succesi
della carriera dell’eterno
ragazzo Gianni Morandi
Massacro!
A quelle che invece erano ragazzine negli anni
’80, fan dei Duran Duran e di simon Le Bon, farà sicuramente
piacere ricevere in regalo il loro
nuovo disco “Red Carpet Massacre”, un disco completo e maturo
col quale il gruppo si scaglia apertamente contro il
mondo dello star
system e dei tappeti
rossi.
Anplagghed
Finalmente dopo un anno
dall’uscita nei cinema arriva in dvd uno dei grandi
successi della scorsa stagione “Anplagghed” di
aldo, Giovanni e Giacomo, trasposizione cinematografica del loro ultimo
fortunatissimo spettacolo
teatrale portato con enorme successo in giro per i
teatri d0’Italia un paio
d’anni fa. Esce in una bellissima confezione contenente il dvd con contenuti
extra e il libro con i dialoghi.
Insieme!
Arriva in dvd anche il “Live Earth” concerto
dello scorso 07.07.07 promosso
dal neo premio Nobel Al Gore
per sensibilizzare il pubblico sul
problema ambientale. Centinaia
di artisti si sono alternati sui sette palchi eco compatibili che
han no
ospit ato
l’evento. In cofanetto contenente 2 cd +
dvd.
Un irriconoscibile Travolta
E’ già uscito in dvd anche Hairspray,
film in realtà uscito piuttosto recentemente nelle sale cinematografiche ambientato nei mitici anni ’70 con un irriconoscibile John Travolta nei panni di
una formosa e impacciata madre di famiglia. Il musical vanta tra gli altri attori nel cast Christopher Walken, Michelle Pfeiffer, Queen Latifah e il nuovo idolo delle ragazzine Zac Efron, già
protagonista della bilogia culto di
High School Musical. Tanta buona
musica e risate assicurate per un indimenticabile tuffo nei mitici anni ‘70.
La Trilogia
Esce in dvd anche l’ultimo capitolo della
saga del pirata Jack Sparrow e del resto
della sua ciurma, ovvero “I Pirati dei
Caraibi - Ai confini Del Mondo” e con
esso inevitabilmente arriva anche il
cofanetto che racchiude l’intera trilogia
della serie Disney. Oltre al già citato ultimo
attesissimo film sonno presenti nella
raccolta il primo episodio “La Maledizione
della prima Luna” e “La Maledizione del
forziere fantasma”, oltre a atnti imperdibili
e gustosi contenuti extra.
Classico Rinato
Fin occasione del 40° anniversario della sua uscita esce
la versione dvd ripulita e rimasterizzata di uno dei più
famosi classici della Disney,
“Il Libro della Giungla”. Un
occasione imperdibile per rivivere la magia e il fascino
delle avventure di Mowgli e
di tutti i suoi curiosi e simpaticissimi amici. In Edizione
Limitata con 2 dvd contenenti, oltre al film naturalmente,
tanto materiale extra e video
inediti.
Per i più cresciutelli
Per i ragazzi un po’ più cresciuti invece, che magari erano bambini dieci, quindici
anni fa e seguivano senza
scollare gli occhi dallo schermo le avventure di Lupin III,
il ladro gentiluomo, questo è
il regalo azzeccato. Ovvero il
cofanetto che raccoglie tutti
gli episodi della mitica prima
serie del cartone. Da regalare
magari abbinato al dvd de “Il
Castello di Cagliostro”.
I più bei film d’animazione
Per la prima volta tutti insieme, raccolti in un prezioso cofanetto da collezione, tutti i film d’animazione Disney realizzati in collaborazione con la casa di
produzione Pixar. Si tratta di una collezione piuttosto vasta, che comprende titoli che negli ultimi anni ahanno
registrato veri e propri record
d’incasso ai botteghini. Il cofanetto
contiene: “Toy story”, “A Bug’s Life”,
“Toy story 2”, Monster Inc.”, “Alla Ricerca di Nemo”, “Gli incredibili” fino
all’ultimo fortunatissimo “Cars - Motori Ruggenti”.
I Griffin per intenditori
Per assecondare la Griffin-mania è arrivato il primo BOX formato regalo della serie. Per i fan più incalliti delle avventure dei Griffin, la 20th Century Fox ha pensato ad uno speciale Monster Box Formato Regalo ad Edizione Limitata che contiene
un gadget invidiabile: all'interno del box, è incluso il pupazzo di
Stewie in una doppia "veste". Oltre all'Edizione
Limitata, è previsto anche un cofanetto contenente tutte le
prime 3 stagioni de I Griffin.
I DVD contengono gli episodi
in 4:3, con audio
italiano ed inglese 2.0 e
sottotitoli
nelle stesse lingue.
Shrek Terzo
Ottimo regalo, adatto veramente a
tutti, il terzo capitolo della saga
dell’orco più divertente e amato del
grande schermo. In quest’ultimo
episodio Shrek si trova a dover
sbrogliare la non facile matassa della successione al trono di Molto
Molto Lontano, dopo la scomparsa
improvvisa del padre di Fiona, oltre a dover fare i conti con le paure
e le incertezze per quanto riguarda
il suo futuro ruolo di padre. Disponibile in formato dvd
normale oppure in edizione limitata contenente
i pupazzi originali che assumono le
sembianze dei piccoli nuovi protagonisti della serie animata. Da non
lasciarsi sfuggire!!!
Ripasso Generale
Per quelli che invece si sono persi i
precedenti episodi della saga o semplicemente hanno voglia di rivederli
nella comodità del salotto con tutta la
famiglia, non poteva mancare
l’immancabile cofanetto da collezione
contenente tutti e tre i film che vedono per protagonista l’orco Shrek.
L’Ordine della fenice
Se conoscete qualche fan sfegatato della saga di Harry Potter, diciamo che col
regalo siete fortunati, e ve la potete cavare egregiamente senza dovervi sforzare troppo. Tra le decine di Gadget
per tutti i gusti e per tutte le tasche che
potete facilmente trovare in giro nei negozi, come sciarpe, cravatte o cappelli,
il regalo principe è sicuramente il dvd
dell’ultimo film della saga “L’Ordine
della Fenice”, disponibile anche in edizione limitata con 2 dvd, o abbinata a
oggetti della serie come il diario segreto
o la sfera delle profezie. Prezzo variabile a seconda della dotazione.
Per i più cresciutelli
E poi come al solito naturalmente i cofanetti
che racchiudono tutti i film: il classico cofanetto 5 dischi che raccoglie i cinque film o il grandioso cofanetto per super appassionati contenente 12 dvd!!! Comprende, oltre ai film e ad
una marea di contenuti extra anche un bonus
disc dal titolo “Harry Potter oltre la magia”, un
dvd game, “Harry Potter e la sfida di Hogwards”, 5 segnalibri e 16 card da collezione!
Fenomeno Televisivo
dell’anno
E contestualmente al termine della terza stagione
trasmessa su Canale5 con
punte d’ascolto stupefacenti, ecco che tutti gli episodi
dell’ultima serie vengono
racchiusi come di consuetudine nell’apposito cofanetto per permettere a tutti
i fan della serie di riguardarli e prepararsi alle nuove
movimentate puntate che
ci attendono la prossima
primavera.
La filosofia di House
Perchè dott. House piace così tanto
alla gente? Scorbutico, cinico, arrogante, eppure il pubblico di mezzo
mondo si è letteralmente innamorato di questo personaggio che ha
completamente stravolto
l’immaginario del telefilm medico
che fino al suo arrivo era nella testa
della gente. Un pool di quattro giovani filosofi raccolti sotto lo pseudonimo di Blitris provano ad analizzare, come recita il sottotitolo del
libro, etica, logica ed epistemologia
di un eroe televisivo.
Un sacco di scene del crimine
C.S.I. è sicuramente una delle serie più amate e appassionanti degli ultimi anni. Trasmessa praticamente ininterrottamente ormai da anni (sono diversi gli spin off del
CSI originale), con un numero elevatissimo
di puntate ogni anno, finalmente per tutti i
fan più accaniti della serie esce un cofanettone che racchiude tutti gli episodi della
serie ambientata a Las Vegas, la prima,
l’originale, la più amata. Ore ed ore di indagini che riempiranno parecchie serate.
La tazza di Luke’s!
Vengono riproposti in queste
ultime settimane con una nuova confezione, in regalo c’è
anche la tazza originale di Luke’s) i cofanetti con le cinque
stagioni trasmesse finora del
telefilm “Una Mamma per amica”. E perfortuna anche il
prezzo è stato abbassato di un
buon 40%. Era Ora!
Per gli amanti del cinema d’autore
In occasione del Natale, è in arrivo un nuovo cofanetto
dedicato a Stanley Kubrick con cinque suoi film proposti
in edizione speciale. Distribuito dalla Warner Home Video il dvd contiene i cinque film più significativi di Stanley
Kubrick (Eyes Wide Shut, Arancia Meccanica, 2001 Odissea nello spazio, Shining, Full Metal Jacket) in una nuova
edizione totalmente rimasterizzata con ore di materiali nuovi e rari, commenti, documentari, interviste.
Tradizione natalizia
Ormai è una specie di tradizione delle feste natalizie, un po’ come il panettone, l’albero di Natale o
la tombola della vigilia.
Tutti gli anni per le feste
Natalizie esce la nuova edizione del libro dei guinness dei primati. Regalo
particolarmente indicato
per tutte le persone curiose che sicuramente passeranno le ore a sfogliarlo
per scoprire quanto misura l’uomo più basso del
mondo o dove si trova il
grattacielo più alto.
Mito italiano
E’ sicuramente
uno degli oggetti che meglio ci
rappresenta nel mondo e a cui
siamo tutti molto affezionati.
Come sanno tutti la mitica 500 è
tornata sulle strade in una nuova
moderna versione e per celebrare l’evento questo libro propone
immagini e curiosità
sulla storia dell’auto
più amata dagli italiani.
La storia del maestro
Pochi giorni fa ha ricevuto dalla mani
del rettore dell’università IULM di Milano la tanto attesa laurea ad Honorem
in Cinema, Televisione e Comunicazione Multimediale. E mai laurea fu
più meritata. Mike è il padre della televisione italiana, l’ha tenuta a battesimo, ha contribuito ad unificare la lingua degli italiani, è stato il primo a credere nell’ambizioso progetto della televisione commerciale. In questo libro
trovate tutto, dalle vicende negli Stati
Uniti fino all’arrivo in Italia.
L’affascinante biografia di un mito.
Trasmissione di Culto
Nel novembre di quest'anno "Striscia la
notizia" compie i primi vent'anni di vita.
Dal 1988 a oggi questa trasmissione è
diventata un motore inesauribile di
invenzioni che hanno profondamente
trasformato il linguaggio della televisione.
In occasione del ventennale viene
pubblicato un libro che raccoglie sotto
forma di testi e immagini l'universo di
Striscia: conduttori e veline, grandi
inchieste e denunce di abusi, Tapiri d'oro
e Gabibbo, il tutto nato dall'inesauribile
fantasia di Antonio Ricci e dei suoi
collaboratori.
Comicità travolgente
L’irresistibile e incontenibile verve di una delle attrici comiche più amate
del piccolo schermo raccolte in un cofanetto libro
+ dvd. In particolare in
questo “best of ” sono
raccolti i duetti più divertenti che hanno avuto
luogo nel corso della trasmissione di Fabio Fazio
(per l’occasione spalla comica dei vari skatch) “Che
Tempo che Fa” di cui la
Littizzetto è ospite fissa.
Divertimento e risate assicurate.
Springfield svelata
In questa enciclopedia fatta di
schede, immagini, tabelle, dati
tecnici, il lettore troverà il
mondo dei Simpson analizzato
fin nei minimi dettagli, nelle
allusioni più oscure, nei segreti
sepolti nella mente degli autori, e probabilmente ignoti persino a loro. La città di Springfield e le sue discutibili attrattive, le reazioni dei politici allo
humour dissacrante della serie,
le apparizioni delle star della
musica e del cinema e tutte le
informazioni sugli episodi delle prime 10 stagioni prodotte.
Uno spaccato della Sicilia
Lo spettacolo di Ficarra e Picone diventa un DVD: novanta minuti di divertimento, che confermano le grandi
qualità interpretative e autorali della
coppia siciliana. L'opera è suddivisa in
tre atti e mette in scena la storia d'amore, di morte e di rinascita di una
persona qualunque. Una trama che
ambisce alla commedia, ma che mantiene la leggerezza del cabaret, una
storia fresca e divertente tutta da guardare e da leggere nell’immancabile libro abbinato contenente la trascrizione di tutti i dialoghi.
Professionista Poliedrico
Non è la prima volta che Fabio Volo, ex
Iena, autore e conduttore televisivo e
radiofonico di successo si trova alle
presecon la scrittura di un libro. E’ però la
prima volta che il buon fabio si trova alle
prese con un romanzo vero e proprio.
Titolo: “Un Giorno in più”. E il successo
è spaventoso: sicuramente tra le ultime
uscite la sua era una delle più attese e
interessanti, me forse nemmeno lui sia
spettava di essere catapultato subito al
primo posto delle classifiche di vendita
nella settimana che precede il Natale,
sicuramente una delle più calde. Che
colpo!
Vita da Campione
Nella stagione che l'ha visto vincere la Coppa Italia
con la Roma e la Scarpa
d'oro come miglior attaccante europeo, Francesco
Totti racconta la sua vita
attraverso immagini esclusive, interviste inedite e la
sua mirabile galleria di gol
e colpi di genio. "La mia
vita, i miei gol" contiene
un condensato lungo 90
minuti della carriera del
campione romano, dall'esordio nelle squadrette satellite fino all'ultima vittoria a San Siro e della sua
vita privata.
Star per beneficienza
Un’incredibile raccolta di storie
divertenti e coinvolgenti che vedono come protagonisti i bambini, di ogni parte del mondo.
Un regalo che sarà molto apprezzato dai più piccoli anche
per un’altra particolarità: il libro
contiene anche un cd in cui importanti personaggi del mondo
dello spettacolo e della tv come
Gerry Scotti, Claudio Bisio o
Vanessa Incontrada leggono le
diverse storie. Inoltre, il ricavato
dalle vendite del libro sarà devoluto a ‘La Fabbrica del Sorriso’
per progetti a favore dei bambini
Per i cultori del Cinema
Il Morandini 2008 – Dizionario dei
film comprende 22.500 film usciti sul
mercato italiano dal 1902 all’estate 2007, di cui più di un migliaio prodotti
specificamente per l'home video o la
televisione. Di ogni film, oltre al titolo
italiano, l’opera dà: titolo originale, Paese di produzione, anno d’uscita, regista, principali interpreti, una sintesi
della trama, una concisa analisi critica,
durata, suggerimenti sull’opportunità
di visione per i ragazzi, giudizio della
critica e, unico nel suo genere, sul successo di pubblico (da 1 a 5 pallini).
Professionista Poliedrico
Il pasto giusto nel posto giusto. Questo è "Il
Gambero Rozzo 2008", l'antiguida alle trattorie e
osterie d'Italia che al terzo anno di uscita è un indiscusso best seller della cucina italiana. Il Gambero Rozzo si prefigge di fare cultura gastronomica riannodando i fili della tradizione e segnalando i locali dove il rapporto tra piatto e campo
è salvaguardato. È il volume che non recensisce' i
locali alla moda ma quelli dove la cucina è dedizione, è cultura, è amore per il territorio. Nell'edizione 2008 gli indirizzi sono stati ulteriormente
incrementati - sono oltre 1200 - per offrire al lettore un panorama completo della ristorazione di
tradizione dove il pasto è gustoso
e il conto leggero.
Storia di un poeta
Accompagnati dalla viva voce
dello stesso cantautore genovese, ricavata da appunti personali, brani di interviste e da
centinaia di fotografie e documenti in buona parte inediti, con questo volume si entra
come mai prima d'ora nella
storia più intima di De André. La poetica, l'etica, il genio e le contraddizioni dell'artista genovese in un'antologia
completa, nuda e sincera, rigorosa nei contenuti e nella
cura del progetto.A garantire
la bontà del prodotto è la supervisione della Fondazione
De André, che ha collaborato
in maniera stretta con l’autore
del libro.
Un mito
Fender è il più famoso produttore di
chitarre elettriche. Questo libro narra, anno dopo anno, la sua storia e il
suo sviluppo dal 1950 al 2000, illustrando un affascinante percorso di
immagini, strumenti, artisti e memorabilia. Leo Fender fu colui che presentò al mondo la chitarra elettrica
conosciuta oggi con il nome di Telecaster, consegnando ai musicisti due
classici: la Fender Stratocaster ed il
Fender Precision Bass. E da allora gli
strumenti Fender sono stati suonati
da ogni musicista degno di nota fra
cui Buddy Holly, Jimi Hendrix, George Harrison, Keith Richards, Kurt
Cobain, Eric Clapton e molti altri.
Il primo telefonino
Bruce Springsteen è uno dei musicisti più
amati al mondo - e l'Italia non fa eccezione - ma è un musicista d'un tipo particolare: perché è prima di tutto uno storyteller. Ogni sua canzone racconta la vita, o
l'episodio decisivo della vita, di un ragazzo, di una donna, di una coppia, di un padre e un figlio; ogni sua canzone racconta
un angolo degli Stati Uniti d'America, una strada, un deserto, un paese, una città.
Ecco perché l'autore ha voluto selezionare e tradurre di persona cento e più testi
di Springsteen. E nel suo appassionato
saggio introduttivo, Colombati mostra
come sia possibile considerare questo
"menestrello", cantore della società americana così industriale e insieme così
prossima alle radici popolari.
Non solo “DeeJay”
Michele è un cinquantenne di oggi
che ha costruito la propria vita come la maggior parte della sua generazione: ha un lavoro che lo impegna molto e una famiglia normale.
Un'esistenza tranquilla, con poco o
niente spazio per sé. All'improvviso
però Michele si accorge di vivere secondo uno schema che gli sta stretto, che forse non gli appartiene più.
Entra in uno stato di confusione e
di insoddisfazione, e, dopo qualche
tempo, per cercare di rispondere agli interrogativi che montano dentro
il suo animo, trova il coraggio di
prendersi una pausa..
Nike Air Max 07
E’ già da dieci anni
ormai che le mitiche Nike Air Max
96 si trovano ai
piedi di milioni di
ragazzi e ragazze
in tutto il mondo.
E anche quì in Italia le grigie Air
Max continuano,
sebbene a distanza
di dieci anni, a essere tra i modelli di
scarpa sportiva ancora più amati e apprezzati.
Per celebrare l’anniversari
l’Air Max si vivacizza un po’
e da monocroma diventa
multicolore. In Edizione limitata.
Il moderno coltellino svizzero
Nato in collaborazione con Victorinox, famoso marchio di coltellini tuttofare, Swissmemory oltre ad avere la
solita dotazione di lame, forbici e utensili vari, possiede al suo inteno una memoria Usb 2.0, disponibile da
128Mbyte a 1 Gbyte. Un prodotto
sicuramente molto originale, un
gadget veramente molto trendy! Non
solo, se avete qualche soldino in più
da spendere sappiate Swissmemory è
disponibile anche in versione lettore
mp3. Con la modica cifra di 199 euro
potete assicurarvi musica sempre e
ovunque a portata di mano, anche
nelle occasioni meno convenzionali.
Non male.
Dadoni
Che dire... I dadoni di peluche!!!
Classico intramontabile
dell’arredamento dell’auto, immancabili specialmente nelle
macchine d’oltreoceano, tornano
prepotentemente. Dal sapore un
po’ retrò un po’ kitch è impossibile farne a meno, scaldano
l’ambiente, anzi l’abitacolo. Di
gran moda! Disponibili in diverse misure, a seconda del vostro
gradimento e grado di kitchezzitudine.
Memoria Gioiello
Finchè sta in testa va tutto bene ma una volta arrivati a destinazione spesso questo fondamentale accessorio finisce
per terra in un angolo rischiando di raccogliere sporco
e creando disordine. Ecco la
soluzione proposta dalla Casa
milanese TucanoUrbano che
presenta alcune soluzioni che,
come al solito, uniscono alla
praticità una simpatica veste
estetica. Atollo Neoprene è un
appoggiacasco a forma di
ciambella disponibile in nero
con logo e decorazioni stampate in bianco ed in altre quattro versioni fantasia.
Nike Air Max 07
No, non fatevi ingannare dalle apparenze,
quello che vedete nella
foto qui di fianco non
è un modellino di Harley, è, udite udite, UN
TELEFONO! Il telefono Harley Davidson,
rappresenta la copia
del modello Fat Boy e
ha una suoneria dedicata che riproduce addirittura il rombo del
motore della moto. Il
modellino della moto
Red Lips ripropone invece la
forma delle sensuali labbra di
Marilyn Monroe in stile pop
art. Che dire, per veri cultori
del genere!
Qualità e design
JBL Spot è un sistema audio multimediale compatto e potente a 2.1 canali fornito con coperture esterne intercambiabili. Lo stile può essere audace o raffinato, rétro o avanguardistico. Può rispecchiare un ambiente o
un umore. Non rimane che
l’imbarazzo della scelta. L’unica cosa
che rimane invariata in JBL Spot è la
qualità del suono. Questa è sempre
perfetta. Un minijack stereo consente di collegare JBL Spot a dispositivi
multimediali diversi con un cablaggio
desktop minimo. È possibile ascoltare audio di alta qualità proveniente da
computer desktop e laptop (tutte le
piattaforme), e lettori MP3.
Dadoni
A volte il mercato consumer è invaso da gadget davvero imbarazzanti e di dubbio gusto. Arriva direttamente dall’Inghilterra un bizzarro giradischi con porta USB.
L’idea di fondo è quella di mettere
a disposizione del deejay casalingo un tradizionale giradischi
“pungi-vinile” che permette di
convertire il glorioso audio analogico in file WAV, MP3 o OGG
Vorbis. Il tutto viene gestito tramite la comoda interfaccia software di Audacity, ovviamente da
installare sul PC. Che dire, ottimo
per i collezionisti di vecchi vinili
che ora possono avere in formato
mp3 le loro canzoni preferite.
Portafoto Hi-Tech
L’avvento della fotografia digitale e la grande
diffusione delle macchinette digitali al grande
pubblico è stata una bella
rivoluzione. Il passo successivo era quello di sbarazzarsi completamente
della stampa, dopo aver
fatto fuori il rullino. Così
sono diventati di uso comune anche i portafoto
lcd, veri e propri mini
schermi sul quale una o
più foto vengono caricate in memoria e si alternano tra loro. Per i patiti
di fotografia digitale.
Evviva Hollywood! Buzz ritorna per portarti nella
città delle star e mettere alla prova la tua conoscenza
cinematografica. Buzz!: Hollywood Quiz ti farà provare l'emozione di un quiz in diretta a casa tua: una
sfida per gli appassionati di cinema e celebrità, con
oltre 5.000 domande basate su una moltitudine di
immagini delle star, clip video, fotografie, clip audio
e curiosità hollywoodiane. L'irresistibile e disinvolto
conduttore Buzz ti guiderà attraverso il mondo delle
star del cinema, presentando il quiz nell'affascinante
ambientazione di una cerimonia di premiazione cinematografica.
Completo di quattro appositi buzzer Buzz! e un hub
USB che ti permette di collegarli tutti alla tua PlayStation 2, Buzz!: Hollywood Quiz è un must per
tutti gli appassionati del grande schermo e della cultura hollywoodiana. Affronta i nuovi e originali
round! Rispondi a domande su più di 100 clip video,
oltre a fermi immagine, immagini delle star, fotografie, clip audio, citazioni e curiosità hollywoodiane.
Potrai scegliere il tuo personaggio tra nuovi concorrenti ancora più originali, fino a un massimo di otto
giocatori. Questa versione Hollywood mette alla
prova la tua conoscenza su supereroi, superagenti,
cattivi e vamp. Lo studio di Buzz! si presenta con
una fantastica interfaccia in stile cinematografico e
ospita i grandi nomi del Sunset Boulevard. Come
sempre, la bella assistente Rose è disponibile a fornire spiegazioni, per non parlare di Buzz, che lancerà
le sue pepate domande per verificare se sei una vera
star del cinema o solo una controfigura. Il gioco
include uno speciale livello di difficoltà per fanatici
dei film, che può sembrarti ideale per gli adepti del
cinema, ma che in realtà non è solo per gli invasati.
Potresti rimanere sorpreso dalle tue conoscenze.
Questa edizione di Buzz! include 16 simpatici concorrenti tra cui scegliere, alcuni dei quali hanno volato da tutto il mondo per essere qui, come nel caso
dei nuovi personaggi Vampira, Action Hero, Ragazza delle caverne e Pirata. Chi sarà il tuo eroe?
Come ormai saprete alla perfezione, il qui analizzato Wii Sports non solo fa
parte della corposa line up iniziale europea, ma è incluso nelle 259 euro necessarie per acquistare un Wii. La Grande N infatti ha saggiamente deciso di includere appunto Wii Sports nella confezione di partenza e alla luce dei fatti, possiamo
tranquillamente affermare che è stata questa una scelta assolutamente azzeccata.
Iniziamo nell’analizzare nel dettaglio Wii Sports. Wii Sports, sviluppato da Nintendo stessa, è un gioco che racchiude all’interno cinque discipline sportive,
ovvero Tennis, Golf, Baseball, Bowling e Boxe. Tutte quante sono state progettate al fine di sfruttare le caratteristiche del peculiare sistema di controllo in maniera immediata e senza troppi fronzoli, con lo scopo di far capire in cosa consiste la rivoluzione Nintendo, soprattutto ai meno esperti in termini di videogiochi e, alla luce di questi giorni di smanettamento, bisogna dire che Wii Sports ci
riesce benissimo. E’ sufficiente inserire il disco nella console e dopo qualche
minuto si è già nel vivo dell’azione, pronti a muovere il Wiimote come se fosse
una mazza, una palla da bowling o un gancio destro. Il primo aspetto vincente
di Wii Sports è che chiunque abbozzerà un sorriso di soddisfazione sul viso, sia
gli esperti di videogames sia i familiari che non lo sono per nulla. Muovere i
primi passi con il Wii a braccetto con Wii Sports è qualcosa di esaltante e permette di immergersi nella nuova prospettiva ludica confezionata dalla grande N
senza complicazioni.
Wii Tennis Tennis è probabilmente lo sport più riuscito della collana. Diciamo
innanzitutto che possiede il multiplayer più corposo (si può giocare in quattro,
dato che ogni partita è basata su un Doppio) e che è la disciplina senza dubbio
più immediata, dato che l’unica azione richiesta al giocatore è quella di muovere
il Wiimote non appena la palla sopraggiunge od alzarlo per effettuare la battuta.
Per il resto è tutta la bellezza del tennis con un solo joypad alla mano.
Wii Golf Nel Golf le cose si fanno un pochettino più complicate. Si può giocare in due e per far partire lo swing bisogna dapprima decidere la direzione da
imprimere alla pallina dando uno sguardo alla mappa posta a destra dello schermo, tenere premuto il tasto A e far partite il colpo semplicemente maneggiando
il Wiimote come se fosse una mazza da golf, senza però lasciare il tasto in questione, pena swing mancato.
Wii Baseball Anche nel Baseball “intuitività” è la parola d’ordine, dato che il
compito del giocatore sarà quello semplicemente di spedire lontana la pallina al
momento opportuno. Se si sta giocando con un amico, costui assumerà il ruolo
di battitore; in tal caso è sufficiente muovere il Wiimote come se stessimo lanciando una palla guantone alla mano.
Wii Bowling La prima cosa che dobbiamo fare, oltre a decidere la direzione del
tiro, è quella di alzare il Wiimote come se stessimo tenendo in mano la boccia,
abbassare il braccio tenendo premuto B e scagliare il colpo con più o meno forza in base a ciò che desideriamo fare.
Wii Boxe Passiamo ora all’ultima disciplina contenente in Wii Sports, ovvero la
Boxe. In termini di divertimento e coinvolgimento, a mio onesto parere dopo
Tennis c’è senza dubbio Boxe. In questo caso entra in gioco il fin qui trascurato
Nunchuk, perché serve anche lui, nella Boxe. Il Nunchuk corrisponde al guantone sinistro mentre il Wiimote a quello destro. Grazie all’uso dei due
controller, è possibile assumere sia un atteggiamento difensivo, sia offensivo,
agitando i due controller nell’ordine preferito al fine di riempire di pugni
l’avversario. rivale semplicemente piegandoci a destra o sinistra.
Ogni sport insomma è un’occasione per godere delle meraviglie che il sistema di
controllo del Wii possiede e su questo non ci piove. Non esisteva davvero gioco
migliore per far capire all’acquirente di Wii la bontà dell’accoppiata Nunchuk –
Wiimote, oltre che fare sport in compagnia di amici e familiari è sicuramente
bello e appagante.
Dopo aver dedicato alla canzone italiana la versione
Top.it, Sony Computer Entertainment Italia, sempre
attenta ai variegati gusti e alle diverse richieste del proprio pubblico, è lieta di annunciare SingStar Italian
Party, il secondo appuntamento con i migliori artisti
del nostro Paese, che propone una colonna sonora
composta dai brani più rappresentativi degli ultimi
anni.
La track list, con venti brani su licenza accompagnati
dai rispettivi video, raccoglie il meglio della musica
italiana: da Eros Ramazzotti con l'indimenticabile
“Adesso tu”, alla freschezza scanzonata di Jovanotti in
“Ciao mamma”. Naturalmente non poteva mancare
una sferzata di irriverenza con “C'è chi dice no” di
Vasco Rossi o “Attenti al lupo” di Zucchero e un tocco di romanticismo con “Girasole” dell'energica Giorgia o “Destinazione Paradiso” di Gianluca Grignani.
Insomma, c'è n'è per tutti i gusti.
Non bisogna far altro che scaldare le ugole e tornare a
cimentarsi con SingStar, che, come da tradizione, è in
grado di valutare in tempo reale la bravura vocale del
giocatore rilevando, attraverso un diagramma visualizzato sullo schermo, sia il livello di intonazione che il
giusto tempismo di esecuzione. Il multiplayer la fa da
padrona con le verie tipologie di sfide fino ad otto
giocatori per vedere chi è il pù bravo.
Forse non tutti potranno permettersi di arrivare sul
palco di Sanremo, ma con SingStar Italian Party vale la
pena tentare!
- Ultimo episodio della serie Singstar, che ha venduto
ad oggi più di sei milioni di copie nel mondo
- Possibilita’ di sfide fino a otto giocatori
- Supporto camera Eye Toy
Quante volte abbiamo desiderato scatenarci con una chitarra in mano, e non
ci hanno lasciato fare perché i vicini di
casa avrebbero chiamato la polizia?
Beh, ci ha pensato la Atari a noi ed ai
noi istinti da futuri chitarristi, grazie al
suo ultimo titolo musicale che si preannuncia come uno di quei giochi che
non dovrebbe mancare mai in nessuna
festa degna di tale nome. Guitar Hero
dei giovani sviluppatori della Harmonix, un nome un programma, approda
anche sul territorio italiano e sulle nostre Playstation 2 redazionali pronto a
farsi vale e farci buttare via i tapettini
della Konami.Datemi una Gibson! Guitar Hero è un rhythm game, un software dove siamo chiamati a premere determinati pulsanti in un preciso momento, rinomati esponenti di questa
categoria sono “sciocchezzuole” quali
Guitar Freaks, Dance Dance
Revolution, Samba de Amigo, Space
Channel N° 5, Donkey Konga ed il più
recente Ouendan per Nintendo DS.
Nella confezione mega del gioco troverete infatti, oltre ad una copia del gioco,
una bellissima chitarra di plastica che
servirà per giocare. Precisiamo subito
che non è necessario giocare per forza
con la periferica ma che è possibile utilizzare anche il controller della console,
ovviamente però in questo modo il
gioco perde sia di atmosfera che
d’interesse, venendo snaturato e di conseguenza non apprezzato come si dovrebbe. Quindi, impugniamo la chitarra, costituita da 5 pulsanti posti sulla
sommità per emulare le corde. Per poter “pizzicare” le corde abbiamo un
piccolo flip sulla cassa acustica dello
strumento (paragonabile ad un plettro) ed una levetta ed un
sensore di movimento all’interno; un hardware che, nella
sua interezza, sembra solido e di buona fattura.
Per dover di cronaca, la chitarra non è rimpiazzabile con
quella di Guitar Freaks (titolo Konami, simile nella meccanica, ma più superficiale e meno elaborato). Il titolo è molto
semplice, basterà scegliere una delle numerose canzoni disponibili e premere start per vedere sullo schermo della tv
apparire un pentagramma verticale, con delle note colorate
che scorrono su di esso, ogni colore corrisponde ad un determinato tasto (della stessa tinta, ovviamente) del
controller, mentre si tiene premuto il tasto bisogna girare il
piccolo flip (a mò di “schitarrata”) ,
tenendolo premuto a lungo se vicino
alle note sono presenti delle linee; è
possibile poi creare anche effetti di distorsione facendo pressione
sull’apposita leva… un sistema di controllo completo che ricrea perfettamente la sensazione di suonare una vera
chitarra. Ma il tutto non si ferma solo a
premere i tasti nel momento giusto,
visto che la novità assoluta del gioco è
lo Star Power, una barra che viene riempita quando riusciamo ad eseguire in
tempo delle speciali note a forma di
stella che compaiono nel corso della
canzone e che quando raggiunge la metà o più della sua portata illuminandosi,
ci darà la possibilità di sfruttare un effetto “boost”, inclinando rapidamente
la chitarra verso l’alto ed agendo quindi
sul sensore interno potremo moltiplicare il nostro punteggio.Il ritmo nel sangue! Come ogni titolo che si rispetti
anche Guitar Hero ha un efficace tutorial per chi non ha molta dimestichezza
con le chitarre. Consigliamo a tutti di
iniziare proprio da questa opzione prima di lanciarsi nella modalità principale
e cominciare a divertirsi sul serio. Come
detto, una volta preso dimestichezza
con il sistema di gioco potremo lanciarci nella scalata delle hit parade diventando il chitarrista più ricercato ed acclamato del globo (cosa credevate di fare?
Salvare il mondo?). Nella modalità principale si parte dalla difficoltà più bassa
(esistono cinque livelli di sfida), dove
vengono usati solo tre tasti e le canzoni
sono davvero semplici; fino a salire ai
livelli più alti, forti dell’esperienza acquisita in precedenza, dove i pezzi da
suonare sono più tosti e viene usata tutta la pulsantiera. Oltre alla modalità carriera, è disponibile (ovviamente, da
buon gioco musicale) una modalità di gioco rapido: selezionandola è possibile scegliere qualunque pezzo sbloccato
nella modalità principale. Passando alla parte più importante del titolo, la musica ovviamente, non possiamo che essere soddisfatti a pieno. Una lista di canzoni che come potete
vedere comprende svariati pezzi che esalteranno in modo
anche troppo eccessivo il giocatore (diciamo che se inizierete a ballare e piegarvi proprio come i veri chitarristi
l’immersione nel gioco sarà totale…e lo farete, ve lo assicuriamo), ma ve benissimo cosi.
Alcatel Mandarina Duck, progettato
per piacere alle donne
Il 10 Dicembre del 1982 nacque uno dei PC più
famosi al mondo e che tuttora detiene il record di
vendite: stiamo parlando del Commodore 64, che
ha compiuto ben 25 anni. Fu il PC con il quale
crebbero i ragazzi degli anni Ottanta.
"C'era qualcosa di magico in quello strumento a
partire dalla tastiera, fino ad arrivare alla stampante
che si collegava ad essa e, almeno inizialmente, ai
pochi giochi creati apposta per il computer", spiega
Andreas Wallstrom, svedese che ha dato vita al sito
C64.com per celebrare i 25 anni di vita del computer che primo di tutti gli altri è entrato nelle case di
molte famiglie. I primi modelli di C64 erano di colore
beige con un quantitativo di
memoria di 64 kilobytes, nulla rispetto ai computer di oggi, ma per quell'epoca tantissimi ed erano più che sufficienti per l’installazione di
giochi che hanno fatto epoca
come SuperMario e PacMan.
“Press play on Tape” è un
messaggio che ai più giovani
è privo di significato. Il computer aveva in dotazione un
registratore a cassette e premendo il tasto play si dava il
via al caricamento di giochi dalla grafica approssimativa ma divertenti. Le musiche di alcuni giochi
del C64 sono entrate nella leggenda. Addirittura c’è
la C64 Orchestra, un gruppo di musicisti che suonano composizioni liberamente ispirate ai giochi del
C64. Sulla rete c’è tantissimo materiale come video
musicali ed emulatori. Quanti di noi hanno trascorso interi pomeriggi ha giocare a Green Beret, International Karate ed il bellissimo The Last Ninja o
The Last Ninja Remix . Il Commodore 64, a differenza delle moderne e costosissime consolle da gioco come la PlayStation 3, era un computer a dimensione uomo e la grafica mediocre veniva compensa-
ta da musiche e trame avvincenti.
Questo fantastico computer, che fu il simbolo della
rivoluzione informatica per le famiglie di tutto il
mondo, aveva un prezzo di 595 dollari e, in undici
anni, furono venduti più di 17 milioni di pezzi, ad
un prezzo considerato 'per famiglie' visto che gli
altri pc già presenti sul mercato, come l'Atari, anch'esso simbolo degli anni '80, costavano il triplo.
Poiché tolti i costi di progettazione il computer costava realmente non più di 140 dollari, permetteva
un ampio margine di guadagno che permise gli ulteriori sviluppi. La sua diffusione comunque, la si deve anche grazie alla metodica
distribuzione della console, che
si poteva trovare anche nei supermercati e nei negozi per giocattoli. Il C64 ebbe un gran successo grazie anche alla semplicità di utilizzo che era molto superiore ai due concorrenti che ebbero ben poca fortuna, il PET e
il VIC-20. Nel 1984 la Commodore fece un restyling e lo rimpiazzò con il Commodore Plus/4 più ricco di colori e con un
software più elaborato. La vera
chiave di volta fu però il Commodore 128, che ebbe anch'esso
un notevole successo per un insieme di caratteristiche che venivano richiesti ai nuovi computer. Ma a
partire dalla fine degli anni Ottanta le vendite iniziarono a declinare rovinosamente, tant'è che nel 1991
la Commodore liberò completamente i magazzini di
tutte le macchine che le erano rimaste. Nel 2004 la
Commodore è tornata sul mercato con nuove macchine dedicate ai giochi, ma certamente non ha più
quel ruolo leader che ebbe un quarto di secolo fa.
Oggi, a distanza di 25 anni dalla nascita ufficiale,
Commodore 64 ha ancora un gran numero di appassionati, molti dei quali si dedicano alla scrittura
di nuovi giochi.
Come le borse, anche il cellulare Mandarina Duck nasce ed è progettato come
accessorio esclusivamente femminile".
Disponibile per questo Natale, questo
nuovo telefonino pesa solo 83 grammi e
ha dimensioni compatte(89x 45.7x 22
millimetri). E’ dotato di lettore Mp3,
tecnologia Bluetooth, fotocamera Vga e
di un display a 650.000. Sarà disponibile
in tre versioni (rosso ciliegia, lilla e verde
acido) al prezzo indicativo di 149 euro.
Mandarina Duck è l'ultimo di una serie
di marchi della moda che hanno firmato
telefonini, dopo Dolce&Gabbana, Armani e Prada.
MUSTEK PF-E150, un orologio-sveglia con cornice digitale
Per chi ama svegliarsi la mattina con l'immagine dei propri cari, per
chi vuole sulla postazione di lavoro avere sempre le immagini delle
ultime vacanze, ecco la nuova cornice digitale da tavolo con orologio integrato Mustek PF-E150.
Bellissimo prodotto hi-tech, Mustek PF-E150 è allo stesso tempo
un orologio, una sveglia e un termometro digitale, con in più il fascino di mostrare sul display da 1,5" le immagini (fino a 68 foto
con risoluzione 128X128 pixels) che preferiamo, anche in modo
scorrevole con intervalli di tempo di 10 o 20 secondi.
La piccola sveglia digitale Mustek PF-150 è sicuramente un prodotto tanto versatile quanto utile: perfetto per un simpatico regalo, ottimo compagno di viaggio,
ma anche elegante oggetto
d'arredo hi-tech.Ultimo ma
non ultimo il prezzo decisamente conveniente, soli
24,90 euro!
A1: il notebook con il “telefono” incorporato
Connettività assicurata sempre e in ogni occasione
grazie al nuovo A1 Express Dual di LG Electronics commercializzato in esclusiva da 3 Italia.
Il nuovo notebook ultraportatile A1 si presenta
con dimensioni ridotte (271×195x22,9mm), un
display Wide da 10,6” di tipo WXGA “Fine
Bright” (risoluzione 1280×768), con connettività
HSDPA (fino a 3,6 MB per secondo) grazie allo
slot per USIM incorporato per accedere ad Internet in mobilità, quando non si ha a disposizione
una rete LAN o Wi-Fi, e con un design che non
passa inosservato: elegante scocca esterna nera e
tastiera bianca.
Il peso è stato ridotto a solo 1Kg grazie alla presenza del masterizzatore DVD Dual Layer esterno, mentre l’hard disk è di 80GB. La scheda video
Intel GMA950 permette di ottenere sempre il
massimo della resa grafica. Completano la dotazione la presenza di 3 porte USB 2.0, il lettore integrato per schede di memoria flash, il Bluetooth, la
connettività Wi-Fi e l’audio SRS WOW HD per
un’esperienza audio avvolgente. In
Italia sarà commercializzato in esclusiva da 3 Italia magari in bundle con
l'ottimo contratto
ADSM business.
Ecco l’accessorio USB più inutile
Si tratta di una ruota panoramica per telefoni
cellulari. Si collega al computer tramite la porta
Usb, ma si può alimentare anche attraverso due
pile stilo. Il cellulare si inserisce nell’apposito
alloggio e non appena arriva una chiamata, la
ruota panoramica comincia a girare, con tanto di
musichetta (Rock-a-Bye-Baby) e luci natalizie. E’
possibile acquistare questo gadget online sul sito
www.usbgeek.com al prezzo di 27 dollari.
Ingredienti:
(per 6 persone)
6 petti singoli di anatra con pelle da circa
170/180 g l’uno,
3 arance amare di dimensioni medie,
un bicchiere di buon vino rosso,
25g farina di grano tenero “00”,
2 spicchi di aglio,
1 rametto di timo,
burro, zucchero,
olio extra vergine d’oliva,
sale e pepe.
Buon Natale e Felice Anno Nuovo a Tutti Voi lettori affezionati di
[email protected] [email protected]!!!
Come l’anno scorso, lo Chef Mene si gode una parte del meritato riposo natalizio,
anche se tuttavia dall’altra, continuerò ad allietare i palati dei più raffinati.
Quindi per questo mese l’ “S.O.S. Cuoco” abbandona il campo per lasciar spazio
al piatto natalizio e chissà se come lo scorso Febbraio, gli autori del programma
“Chi Vuol Essere Milionario?” daranno un’occhiata alla mia rubrica per
l’undicesima domanda da ben 35.000 €…
Le origini del piatto che vi propongo per il mese di Dicembre ed in modo particolare per Natale, sono molte lontane
nel tempo e ancora oggi combattute tra Italia e Francia.
La tradizione narra che l’allora duchessa Caterina de’ Medici, prima di divenire regina di Francia, quindi ancora in
territorio italiano e con più precisione a Firenze, chiese ai
suoi cuochi di corte di sorprenderla in occasione di un
banchetto natalizio. Come è noto, la selvaggina è di casa
nelle terre toscane: fu proprio l’astuzia di un cuoco ligure
che in quell’occasione diede origine al “Papero alla Melarancia”, così come venne chiamata in fiorentino la noi,
oggi nota “Anatra all’Arancia”.
E’ da ricordare inoltre che la diffusione delle arance nel
nostro paese avvenne nel XV secolo: importate dalla Cina,
diffuse nel mediterraneo dagli arabi e in Italia dai mercanti
genovesi. Nel 1533, Caterina de’ Medici sposò il duca d'Orléans, che divenne re di Francia nel 1547 con il nome di
Enrico II, così per diretta conseguenza, la duchessa divenne regina di Francia. Sempre in onore del Natale, la regina
fece preparare presso la corte di Francia, lo stesso piatto
che in occasioni passate aveva suscitato un certo successo
tra gli invitati. Fu da allora che nacque la competizione tra
Italia e Francia sulle origini di un piatto che oggi è di fama
Mondiale!
Che si chiami “Canard a l’orange”, “Duck with orange sauce” o “Ente mit orangen”, oggi questa pietanza si è ritagliata un posto in prima fila nella cucina internazionale e
gli Chef più creativi, si divertono a riproporla in svariati
modi e con le rivisitazioni più sorprendenti!
ESECUZIONE:
Preparare i petti d’anatra per la cottura eliminando le parti
nervose della carne e inciderli dalla parte della pelle eseguendo tre tagli obliqui in entrambi i sensi, in modo tale
da ottenere una specie di griglia. Spremere le arance e
ottenere da una, prima di ricavarne il succo, dodici fettine
sottili prive di semi.
In una padella anti-aderente, fare rosolare l’aglio in abbondante burro, salare e pepare i petti dei volatili e rosolarli a fiamma viva prima dalla parte dell’incisione, cercando di far risultare la pelle croccante, continuare la cottura
nella parte opposta, sfumando in seguito con il vino rosso
e aggiungendo il timo sfogliato. Portare a termine la cottura a seconda dei propri gusti. Mantenere al caldo i petti
d’anatra e cominciare la preparazione della salsa
all’arancia, aggiungendo nel fondo di cottura, il succo delle
tre arance, un cucchiaino di zucchero, una noce di burro e
la farina diluita con un goccio di acqua fredda. Fare ridurre la salsa insieme alle dodici fettine di arancia, che saranno poi la guarnizione finale del piatto e sistemare di gusto.
Filtrare infine la salsa ottenuta con l’aiuto di un colino,
tagliare trasversalmente i petti d’anatra ed adagiarli sovrapposti, ma ugualmente ben distesi nei singoli piatti di
portata. Glassare i petti con la salsa calda e adagiarvi sopra due fette di arancio “cotto”, aggiungere come tocco
finale delle gocce di olio extra vergine di oliva.
Molto indicato in abbinamento con questo piatto, è
l’Amarone, un ottimo vino rosso della regione Veneto e
più precisamente delle campagne del veronese. Questo
vino si accompagna bene, inoltre, con tutti i tipi di selvaggina.
Incoronazione di Carlo Magno come Sacro Romano
Imperatore a Roma
Francesco d'Assisi esegue il primo presepe
il
tutti accaduti
nimenti sono
Questi avve
Natale!!!
.. il giorno di
25 dicembre.
parte della
ri Auguri da
lio
ig
m
i
on
C
redazione!!!
Viene fondata la città di Natal in Brasile
Prima esecuzione di Bianco
Natale (Chiesa di San Nicola
a Oberndorf, Austria)
Appena passata la mezzanotte le truppe tedesche sul fronte occidentale
cessano il fuoco e iniziano a cantare canzoni natalizie. Attraversando la
terra di nessuno si scambiano doni con i nemici che li fronteggiano. La
tregua di Natale durerà per diversi giorni a seconda delle zone
Storia di Natale di Charles Dickens, viene letta alla radio per la prima volta (CBS radio)
Una rappresentazione
dell’evento al tempo della
Grande Guerra
Lo scorbutico
Sgrooce
protagonista della storia
termini per queste cose, per parlare con te non c’è burocrazia vero?
Lo so che forse non hai ben capito qual è la mia richiesta… effettivamente neanch’io
so esattamente cosa voglio…
Forse ho solo preso al volo
l’occasione per parlare più
con me stessa che con te, e
per mettere nero su bianco
qualcosa che probabilmente
molti di noi pensano e vorrebbero esprimere pur non
avendone la forza, come non
l’ho avuta io molte volte…
Stavolta la lettera la scrivo io...
Caro Babbo Natale,
mi conosci benissimo è una vita che ricevi le
mie lettere.
Negli ultimi anni mi sono fatta desiderare lo so, e
mi è mancato quello spirito di attaccare il francobollo sapendo che sarebbe finito nelle tue mani...
Allora permettimi di farmi
portavoce di chi come me
vorrebbe un Natale pieno di
nuovi ricordi bellissimi che
potessero soppiantare tutti
quelli spiacevoli e dolorosi…
Questa non è solo la mia richiesta fatta a te, caro Babbo
Natale, ma è anche l’augurio che voglio inviare a tutti i miei lettori, sperando condividano almeno in parte il mio punto di vista.
Un Natale fantastico a tutti voi, tanti bei ricordi da stipare gelosamente nel cassetto,
spero sia questo il regalo che tutti voi riceverete quest’anno. Credetemi… molto più
utile di una nuova sciarpa…
La scusa che avevo da fare non regge più. Sono
cresciuta, forse è questo, e probabilmente rimanere
un po’ piccoli dentro sarebbe meglio. Conservare
quella freschezza e quella felicità genuina che ne
consegue sarebbe lo spirito giusto del benessere.
Ma non ci si riesce quasi
mai, la vita ti porta ad
una maturazione tale da
non permetterti il lusso
dell’ingenuità. Sì, è un
bene di lusso, tale e quale ai SUV che sicuramente in tanti quest’anno ti
avranno chiesto… (poi
mi spieghi come fai a
portarli con la slitta).
paura. L’eredità degli anni verdi soppiantati da
un’adolescenza menefreghista e consumista.
Ma la paura è anche la conseguenza della consapevolezza che il mondo è così come l’abbiamo conosciuto nella nostra esperienza di crescita.
Un Augurio
Esclusivo
Per Voi
A ben pensarci le cose che più mi
spaventano sono quelle che ho
già vissuto. Quindi la paura vive
di ricordi…
Si vorrebbe, per lo meno io vorrei, vivere di soli ricordi belli, ripensare alle cose piacevoli e avere
un buco, un vuoto mentale laddove andrebbero invece riposti i
ricordi peggiori.
Si vede il male in ogni cosa è vero, non ci si fida Babbo Natale mi rendo conto di chiederti una cosa
fin troppo difficile, oltretutto a pochi giorni dalla
delle persone, anche quelle più vicine.
scadenza… Ma non credo ci siano scadenze o
Ma è la paura che ci porta a questo. L’unico rimasuglio di quell’infanzia perduta è proprio questo: la
bÇÉÜxÜ´ |Ä atàtÄx ÇxÄ Å|É vâÉÜx x
vxÜv{xÜ´ w| àxÇxÜÄÉ vÉÇ Åx àâààÉ Ä:tÇÇÉA
W|v~xÇá
Auguri a tutti!!!
Ary
ZÜté|x ÑxÜ Ät Çxäx v{x áàt ávxÇwxÇwÉA `| ¢
áxÅÑÜx Ñ|tv|âàt? Åt twxááÉ Å| áxÅuÜt ÑÜÉÑÜ|É
ÑâÇàâtÄxA gxÅÑxáà|ätA cÉÜàt ÑâÄ|é|tA cÉÜàt
u|tÇvÉA VÉáàÜ|Çzx tÄÄ:tààxÇé|ÉÇxA T| àxÅÑ|
ÄâÇz{|A _|Åt ÜâÅÉÜ| x vÉÄÉÜ|A _|Åt Äx utäx wx|
áxÇá|A V:¢ Ç:¢ u|áÉzÇÉA TÇvÉÜt ÑxÜ âÇ Ñ´ A
_âv|tÇÉ _|ztuâx
Mettetevi in contatto con me anche
al numero :
346.7266591
Vi aspetto nel prossimo numero!!!
aÉÇ |ÅÑÉÜàt ÖâtÇàÉ yÜxwwÉ á|t Ä:|Ç@
äxÜÇÉ? wÉÑÉ v:¢ áxÅÑÜx Ät ÑÜ|ÅtäxÜtA
ixwwxÜ
_t ä|àt átÜxuux |Çy|Ç|àtÅxÇàx Ñ|âs
yxÄ|vx áx Çtávxáá|ÅÉ t KC tÇÇ| x zÜ[email protected]
wâtÄÅxÇàx v| tää|v|Çtáá|ÅÉ t| DKA
`tÜ~ gãt|Ç
Una piccola modifica genetica, e il topo non ha più paura del gatto. Lo hanno scoperto i ricercatori dell'Università di Tokyo, che espongono su Nature i
risultati del loro esperimento: i topi manipolati geneticamente, senza più alcune cellule olfattive, invece di scappare davanti ai gatti finiscono per andarli
a cercare. Per giocarci, almeno a questo stadio dell'esperimento (e senza ancora fare le fusa). A parte i luoghi comuni, la ricerca rivoluziona le teorie sulla
paura nei mammiferi aprendo la strada a una possibile cura genetica di fobie,
ansie e ossessioni nell'essere umano: "Abbiamo scoperto che la paura è determinata geneticamente: non si apprende dopo la nascita".
Scarica

Il Mercatino di Natale La tavola di Natale Guida ai