Equal Trapani
e-Government Ethics
Progetto [email protected]
Equal Trapani
Il Problema
 18% della popolazione UE vive in corrispondenza della soglia di
povertà
ISTAT 1998
 11,8% della popolazione italiana prossimo allo stato di povertà;
 15,0% lavoratori poveri;
 25,0% delle donne occupate in stato di povertà;
 40,0% delle donne occupate nel mezzogiorno.
Working Poor = Rischio di permanenza in condizioni di povertà
2
Equal Trapani
Premessa
Lisbona febbraio 2000:
“Una Società ed una economia più solidali” - Commissione Europea
E’ il principio etico-politico cui l’assemblea europea si ispira per lo sviluppo
sociale ed economico dell’intera Unione che si prefigge il prioritario obiettivo di
conseguire:
l’INTEGRAZIONE ECONOMICA EUROPEA
attraverso la
COLLABORAZIONE POLITICA
tra i cittadini allo scopo di pervenire ad una piena
SOLIDARIETA’SOCIALE
3
Equal Trapani
Premessa
La Solidarietà è la conditio sine qua non per:
 abbattere le barriere strutturali all’inserimento sociale;
 arginare l’emarginazione;
 realizzare politiche attive per l’occupazione;
 lottare contro la vulnerabilità sociale.
4
Equal Trapani
Il “Principio di Sussidiarietà” è entrato a pieno titolo nella
riforma della Costituzione come recita l’Art. 118:
“Stato, Regioni, Province, Città
metropolitane e Comuni favoriscono
l’autonoma iniziativa dei cittadini singoli e
associati, sulla base del principio di
sussidiarietà”
5
Equal Trapani
Premessa
Il “Principio di Sussidiarietà”
Ispiratore delle politiche sociali ed economiche per lo sviluppo
endogeno, definisce i criteri di attuazione:
a) sono i cittadini in prima persona a dover garantire la difesa dei
propri diritti;
b) la comunità ha il diritto di usufruire di servizi in grado di garantire un
adeguato livello della qualità della vita;
c) il diritto ai servizi sociali si basa su determinati principi e valori etici
cui peraltro le stesse amministrazioni debbono fare costante
riferimento nell’esercizio delle proprie attività istituzionali
6
Equal Trapani
Premessa
 Il nostro paese è chiamato oggi a formulare proposte per un
necessario ripensamento del ruolo dello stato, delle sue funzioni,
del suo significato.
 La storia del nostro paese è la storia di una doppia costante: quella
di una tradizione associativa che si è per lungo tempo espressa in
una multiforme e capillare, quanto poco visibile, presenza di azioni
volte a rispondere a diffusi bisogni sociali; e quella di una
complessiva espansione delle funzioni che lo stato ha assunto
anche andando ben oltre i propri confini istituzionali, sostituendosi a
quei soggetti sociali e di cittadinanza che, seppur presenti sul
territorio attraverso una pluralità di manifestazioni, non avevano lo
spessore e la possibilità di assumere il ruolo di sistema.
7
Equal Trapani
Premessa
 Un ripensamento effettivo è quello al quale conseguono anche
scelte legislative adeguate, coerenti con l'enfasi con le quali si è
soliti descrivere la natura e il ruolo delle formazioni sociali e dei
corpi intermedi
(famiglia, scuola, associazioni, imprese
sociali,ecc.).
 E' tempo di restituire la piena dignità di funzione pubblica a una
soggettività civile che continua a contribuire all’affermazione di quel
ben-essere sociale, attraverso azioni di sostegno ai bisogni antichi
e nuovi della persona e della comunità, nella consapevole
integrazione con le politiche sociali del territorio.
8
Equal Trapani
Premessa
 Il processo in corso di ammodernamento, la crisi del Welfare State,
l'impossibilità di dare risposte efficaci alla variabile dei fabbisogni
locali, l’assenza di una alternativa ad un rapporto tra lo stato ed il
territorio, fondato sul binomio tassazione-spesa pubblica,
impongono cambiamenti strutturali e scelte metodologiche diverse.
 Sarebbe opportuno rendere operativo il principio della sussidiarietà
per la definizione di un sistema globale di sviluppo non solo nella
sua dimensione verticale, ovvero decentramento delle competenze
e dei ruoli tra organi statali e privati, ma anche in quella orizzontale,
promuovendo un rapporto più organico ed efficace tra i cittadini, le
loro formazioni sociali, le pubbliche amministrazioni, lo Stato ed il
Mercato.
9
Equal Trapani
Mancato sviluppo del mercato del lavoro
=
Aumento del numero di soggetti dello svantaggio sociale
Categorie classiche:
- immigrati irregolari
- detenuti / ex-detenuti
- tossicodipendenti
- disabili
- nomadi
Categorie aggiuntive:
- adulti senza lavoro
- giovani inoccupati con
basso livello d’istruzione
- casalinghe adulte over 30
- minori occupati nel mercato
del lavoro sommerso
10
Equal Trapani
I sistemi attuali di gestione delle politiche economiche e sociali
necessitano delle seguenti vitali implementazioni:
a) metodologia di lavoro tarata nel rispetto di criteri di valore;
b) sistema di valutazione etica e qualitativa;
c) strumenti per il recupero dei conflitti sociali e di risoluzione delle
problematiche imprenditoriali;
d) integrazione etica con il contesto delle attività progettuali per lo
sviluppo socio-economico e con il sistema di reti territoriali.
11
Equal Trapani
Il progetto volge alla realizzazione di un sistema globale per:
 la gestione delle politiche attive del lavoro;
 la gestione dei dati territoriali volta al costante monitoraggio delle
attività in corso d’opera e di implementazione;
 l’indirizzo e il coordinamento degli interventi di contrasto alla povertà
e all’emarginazione sociale;
 l’adeguamento delle risorse umane e degli strumenti tecnologici di
supporto alla P.A..
12
Equal Trapani
Welfare Society
& community
STATO
Cittadino
MERCATO
SVILUPPO
Plusvalore
Etico
Economia
Solidale
13
Equal Trapani
SUSSIDIARIETA’
CITTADINI
BENI RELAZIONALI
di
utilità pubblica
(efficacia)
da gestire
con criteri di
solidarietà sociale
(efficienza)
Basati
sulla
reciprocità
14
Equal Trapani
BENI RELAZIONALI
CODIFICAZIONE
DEI VALORI ETICI
GARANZIA DEL SISTEMA
STATO / MERCATO / CITTADINANZA ATTIVA
15
Equal Trapani
IL RAPPORTO
CITTADINO/STATO
determina
EFFICACIA
IL RAPPORTO
CITTADINO/MERCATO
determina
EFFICIENZA
16
Equal Trapani
Strategia di rete
e-Government Ethics
Sportelli
Orientamento
lavoro
Assunzione
della scala
di valori
Sportello
Etico
Ethic Government
17
Equal Trapani
e-Government Ethics
Questione Meridionale
Al nord la “compromissione” stato/mercato è più forte e i valori etici
rischiano un ruolo subordinato.
Al sud la costruzione dei sistemi di efficienza PA/Impresa/Cittadinanza
Attiva, parte in contemporanea. Sono più avvertiti i valori di solidarietà
come strumento di collegamento tra le politiche attive.
L’e-Government Ethics può divenire uno strumento di innovazione e di
proposta che il Mezzogiorno può trasferire, attraverso le “buone
prassi”,al resto d’Europa.
18
Equal Trapani
Sportello Etico
Sportello
Lavoro
Dinamiche di
sviluppo
economico
e sociale
Sportello dei rapporti
tra Pubblica
Amministrazione e
Cittadino
19
Equal Trapani
NO PROFIT VERSO L’IMPRESA SOCIALE
- I dati  50.000
Le imprese che operano nel settore del No Profit
 400.000
Gli addetti che operano nel settore No Profit
 4800
Le cooperative sociali di cui:
 65%
di tipo A
 30%
di tipo B
 15%
consorzi di imprese
 108.000
Gli addetti delle cooperative sociali
20
Equal Trapani
NO PROFIT VERSO L’IMPRESA SOCIALE
- I principali ambiti Portatori di voce
di
bisogni sociali
Area
di produzione
di servizi
Laboratori di
cittadinanza
attiva
Segmento
di nuova
occupazione
21
Equal Trapani
NO PROFIT VERSO L’IMPRESA SOCIALE
Gli Sbocchi Occupazionali
- Servizi consulenziali
per lo sviluppo dell’impresa sociale
- Servizi alla persona
per la prevenzione del disagio
- Servizi alla famiglie
in condizioni di disagio
- Centri di socializzazione, di
supporto e di inclusione sociale
- Artigianato
- Tempo libero
Le tipologie di Azione
Verticali - per categorie di soggetti
deboli (handicap, immigrati,
detenuti,etc.
Trasversali - sui fenomeni
(famiglie in difficoltà, sfruttamento
femminile, etc.)
Integrate - sui territori del disagio
(aree periferiche, nuclei, etc.)
- Comunicazione
22
Equal Trapani
Gli Indicatori della Grande Riforma Sociale
(Welfare Society)
 Superamento delle categorie attraverso la rete dei Piani
Territoriali, realizzabili con tempi e fondi certi.
 Equilibrio tra prevenzione e criteri di pronto intervento.
 Crescita dei livelli di competenza e formazione degli operatori
sociali.
 Reti di protezione Sociale Attiva.
 Cultura dell’attenzione ai giovani: famiglia, scuola e società.
Parametri
 IQS = Indice di Qualità Sociale
Organizzazione delle
Nazioni Unite
 ISU = Indice di Sviluppo Umano
23
Equal Trapani






SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA’
- Le Priorità Promozione della partnership tra imprese profit e no-profit.
Interventi ad elevata finalità consortile.
Interventi coordinati ed integrati sul territorio che considerino
contestualmente ambiente, risorse umane e culturali.
Progetti che promuovano l’accesso o riducano l’esclusione sociale,
anche attraverso la valorizzazione dei soggetti.
Progetti
finalizzati
allo
sviluppo
dei
servizi
e
al
miglioramento/benessere di specifiche categorie.
Interventi organici e integrati in aree territoriali particolarmente
deboli.
24
Equal Trapani
SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA’
Le azioni
necessarie
• Soddisfare i fabbisogni
sociali di base
Le tipologie
di Intervento
• Sistemi di Infrastrutture
sociali; offerta di servizi di
imprenditorialità sociale;
sviluppo dell’economia soc.
• Ridurre il tasso di
esclusione
•Azioni formative finalizzate
all’inserimento sociale e
lavorativo
• Sviluppare l’economia
sociale
• Start Up; incentivi
all’esternalizzazione dei
servizi sociali degli EE.LL.
•Qualificare i servizi
•Rafforzare la capacità di
spesa sociale degli EE.LL.
• Sistemi di certificazione
standard; qualificazione del
personale
• Progettazione, gestione e
monitoraggio dei servizi
I risultati
attesi
• Crescita dell’offerta dei
servizi; maggiori
investimenti di imprese
• Abbassamento dei tassi
di criminalità e del
disagio sociale
• Incremento del numero
di imprese sociali e del
tasso di occupazione
• Incremento della qualità
e quantità dei servizi di
assistenza
• Maggior consumo dei
servizi di base; minor
numero di famiglie in
situazioni di marginalità
25
Equal Trapani
SERVIZI ED INTERVENTI SOCIALI
- I Riferimenti normativi (I) LA FAMIGLIA
 Sostegno e qualificazione delle funzioni familiari.
 Incidenza della povertà e dei livelli di reddito.
 Convenzioni e servizi socio-assistenziali (pubblico/privato).






L. 328/00 Assistenza Sociale.
L. 28/99
Benessere Sociale.
L. 285/97 Infanzia e adolescenza.
D.L. 237/98 Reddito minimo di inserimento.
L. 448/98 Misure per la stabilizzazione e lo sviluppo.
L. 476/98 Adozione Internazionale.
26
Equal Trapani
- I Riferimenti normativi (II) GLI ANZIANI
 Indice di invecchiamento della popolazione.
 Le strutture e i servizi per gli anziani.
 L. 328/00 Assistenza Sociale.
L’IMMIGRAZIONE






Assistenza sanitaria e socio-assistenziale.
Scuola e formazione.
Bisogni abitativi/ Strutture di prima Accoglienza.
Offerta e domanda di lavoro .
Integrazione e sicurezza sociale.
Formazione professionale e inserimento/ Orientamento-Riqualificazione.
 L. 286/98 Disciplina sull’Immigrazione.
 L. 40/98 Condizione dello straniero.
27
Equal Trapani
- I Riferimenti normativi (III) DETENUTI/CRIMINALITA’






Le condizioni di marginalità ed esclusione sociale.
La cultura della legalità.
La formazione professionale ed il recupero dei crediti formativi.
La mediazione penale.
Il reinserimento lavorativo e sociale.
Pene alternative per adulti/minori.




L. 285/97 Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
L. 216/91 .
L. 274/00 .
L. 271/89 .
28
Equal Trapani
- I Riferimenti normativi (IV) I MINORI
 Servizi di contrasto alla povertà ed alla violenza.
 Misure educativo assistenziali.
 L. 285/97 Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.
 L. 451/97 Osservatorio Nazionale per l’Infanzia.
 L. 286/98 Comitato per i Minori Stranieri.
LE IMPRESE SOCIALI
 Sviluppo dell’impresa Sociale.
 D.Lgs. 460/97 ONLUS .




L. 266/91 Legge Quadro sul Volontariato.
D.Lgs. 381/91 Cooperative Sociali.
L. 438/98 Contributo alle Associazioni per la Promozione sociale.
L. 383/00 Associazioni per la Promozione Sociale.
29
Equal Trapani
- I Riferimenti normativi (IV) L’HANDICAP
 Assistenza sociale e Sanitaria.
 Integrazione Sociale e Lavorativa.
 Prevenzione e sostegno alla famiglia.




L. 284/97 Prevenzione alla Cecità.
L. 162/98 Handicap gravi.
L. 17/99 Studenti Universitari handicappati;
L. 104/92 Legge quadro Handicap.
LA TOSSICODIPENDENZA
 Monitoraggio del fenomeno Tossicodipendenza.
 Prevenzione e Recupero.
 L. 45/99 Osservatorio per la lotta alla droga.
 L. 309/90 Testo Unico sulle Tossicodipendenze.
30
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (A)
La prima fase di attuazione prevede la creazione delle grandi
infrastrutture di base:
a. L’OSSERVATORIO REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI;
b. La BANCA DATI REGIONALE (B.D.R.).
Osservatorio Regionale
per le Politiche Sociali
Banca Dati Regionale
(BDR)
31
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (A)
L’OSSERVATORIO REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI:
 E’ un organismo regionale collegiale composto da numerosi esperti
in rappresentanza di tutti gli Enti Locali e gli organismi pubblici e
privati competenti in materia di politiche sociali regionali.
 La sua funzione di coordinamento delle principali attività sul
territorio si integra con le competenze di analoghi organismi a
livello nazionale e sovranazionale.
32
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (A)
OSSERVATORIO REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI
 Si propone come struttura con vocazione consulenziale di indirizzo, di
controllo e di coordinamento operativo.
 E’ dotato di strumenti operativi, strutture gestionali e di un sistema di banca
dati centrale in comunicazione diretta e permanente con gli EE.LL., i
cittadini e le Authority della Solidarietà attraverso reti e sportelli.
Osservatorio Regionale
per le Politiche Sociali
Pubblica
Amministrazione
B.D.R.
Cittadini
33
Equal Trapani
Supporto e Consulenza Etica
alle P.A. e agli Enti Morali e Sociali
Indici di
Qualità su
parametri
UE
Ottimizzazione
delle
spese sociali
Certificazione
di Qualità
Fund
Raising
34
Equal Trapani
Agenzia formativa
per
le professioni
del Sociale
Osservatorio
della qualità
dei servizi
INFRASTRUTTURE
SOCIALI
Organismo regionale
di monitoraggio
e valutazione
Task Force di
Pronto Intervento
Minori
35
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (A)
PREDISPOSIZIONE DELLE INFRASTRUTTURE DI SOSTEGNO
OSSERVATORIO REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI
 Interagisce e coordina:
 Osservatorio per le Politiche Minorili (OPM).
 Coordinamento Regionale per le Adozioni Internazionali
(Co.R.A.I.).
 Consulta Regionale per il Volontariato (Co.Re.V.).
 Osservatorio Regionale per le Politiche Carcerarie (O.R.P.C.).
36
Equal Trapani
OSSERVATORIO REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI
Realizza e coordina le infrastrutture sociali:
 Agenzia regionale di monitoraggio e valutazione.
 Agenzia Formativa delle Professioni Sociali.
 Incubatore per la Nuova Economia Sociale (I.N.E.S.).
37
Equal Trapani
OSSERVATORIO REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI
Il Coordinamento
Agenzia
Regionale
Monitoraggio e
Valutazione
Agenzia
Formativa delle
Professioni
Sociali
Consulta
Regionale
Volontariato
Osservatorio
Politiche
Minorili
Osservatorio
Regionale per le
Politiche Sociali
Osservatorio
Regionale
politiche
Carcerarie
Coordinam.
Regionale
Adozioni
Internazionali
38
Equal Trapani
OSSERVATORIO REGIONALE PER LE POLITICHE SOCIALI
Coordina, controlla e promuove:
Le Authority Territoriali della Solidarietà nelle nove Province regionali.
Authority della
Solidarietà
1
Osservatorio
Regionale per le
politiche sociali
Authority della
Solidarietà
n°
39
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (A)
La BANCA DATI REGIONALE
Viene realizzata attraverso la dislocazione di postazioni territoriali per il
rilevamento di dati:





-
economici
sociali
demografici
occupazionali
imprenditoriali
(configurazione del tessuto imprenditoriale);
(assistenza sanitaria, per l’impiego, etc.);
(dati sulla popolazione residente);
(rilevamenti occupazionali settoriali e per tipologia);
(presenza e attività di società, cooperative sociali, fatturati
ed investimenti, etc.).
40
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (A)
PREDISPOSIZIONE DELLE INFRASTRUTTURE DI SOSTEGNO
La BANCA DATI REGIONALE
Ha la funzione di inglobare le informazioni utili alle analisi territoriali
realizzate dagli
organismi incaricati
del monitoraggio e della
valutazione delle attività sociali locali.
41
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
 Nel presente documento è illustrata sinteticamente una iniziativa volta a
definire e caratterizzare una soluzione di e-Government Ethics nella
regione Siciliana.
 Più specificatamente, con il documento proposto, si intende formulare la
redazione preliminare (tramite un rapporto di consulenza da definire nelle
modalità e nei tempi) delle "linee guida" concernenti un piano di lavoro che
funga da strumento di interlocuzione interna ed esterna, sui temi dell'eGovernment Ethics.
 Avere un primo elemento di stimolo, concreto e strutturato garantisce una
maggiore efficacia nell'interlocuzione/concertazione con tutti i soggetti che
operano a diverso titolo all'interno ed all'esterno delle Amministrazioni
regionali, provinciali e comunali, rendendo di fatto più agevole la ricezione
del contributo che verrà richiesto, relativamente alla redazione e
attuazione del programma di e-Government Ethics nel suo complesso.
42
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
 Il documento di "Le linee guida" dovrebbe fare il punto sui
seguenti aspetti:
 la situazione attuale;
 le azioni predisposte per il raggiungimento degli obiettivi di miglioramento e di
ottimizzazione interne e di integrazione con altri soggetti esterni istituzionali ;
 i meccanismi da adottare per la misurazione dei benefici attesi;
 il valore economico degli investimenti da sostenere.
43
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
 Nelle attività di progettazione va posta particolare attenzione:
 al sostegno da fornire ad un apparato produttivo fragile ed ancora privo di
infrastrutture di supporto adeguate sapendo che, in questo caso,
l'erogazione di servizi efficaci in virtù di nuovi processi che identificano la
catena del valore tra le parti costituiscono un fattore determinante di
crescita dello sviluppo locale;
 al recupero, da parte dell’Amministrazione, del proprio ruolo regolatore,
anche nel mondo non materiale delle reti, derivato dalla consapevolezza
che un Sistema di regole appropriate e condivise e’ in grado di creare
sviluppo anche di più che non le tradizionali forme di incentivazione e
finanziamento.
44
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
Inoltre va posta particolare attenzione al ruolo della tecnologia:
 al suo uso appropriato;
 alla sua diffusione a vasti strati della popolazione;
 alla sua non pervasività totalizzante;
 al suo innesto nelle tradizioni culturali consolidate;
 all’utilizzo del già esistente;
 allo sviluppo di nuove occupazioni che essa può indurre.
45
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
 In particolare nel programma di e-Government Ethics proposto con
tale iniziativa, è stato basato su tre punti fondamentali e
precisamente:
 la predisposizione di un Piano Pluriennale;
 la predisposizione di un Piano di Prestazioni (ex-ante);
 la predisposizione di un Rapporto delle Prestazioni (ex-post),
che di fatto costituiranno la struttura di riferimento per lo svolgimento
armonico e razionale del programma.
46
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
La predisposizione di un piano triennale (I)
 La stesura del piano triennale dovrà comportare:
 la dichiarazione generale della missione delle principali funzioni
ed operazioni all'interno delle Amministrazioni Regionali,
Provinciali e Comunali;
 la dichiarazione delle finalità e degli obiettivi in termini di risultati;
 la descrizione del modo in cui quelle finalità ed obiettivi così
espressi debbano essere conseguiti,
47
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
La predisposizione di un piano triennale (II)
Inoltre:
 la descrizione dei processi operativi, delle qualificazioni e delle
tecnologie, nonchè delle risorse umane, di informazione ed altre
necessarie per conseguire quelle finalità e quegli obiettivi;
 la descrizione di come le finalità di prestazione del piano annuale
delle prestazioni saranno esposte in relazione con le finalità generali
e gli obiettivi del piano;
 la identificazione dei fattori chiave esterni all'amministrazione e fuori
del suo controllo, che possono influenzare il conseguimento delle
finalità generali e obiettivi.
48
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
La predisposizione di un piano delle prestazioni - ex-ante (I)
La stesura del Piano delle Prestazioni (ex-ante) dovrà comportare:
 la determinazione degli obiettivi di prestazione (o di risultato) allo
scopo di definire il livello di prestazioni da conseguirsi per ogni
attività di programma;
 la indicazione di tali fattibilità in forma oggettiva, quantificabile e
misurabile; la descrizione dei processi operativi delle qualificazioni e
delle tecnologie, nonchè delle risorse umane, di informazione ed
altre necessarie per conseguire gli obiettivi di prestazione indicati;
49
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
La predisposizione di un piano delle prestazioni - ex-ante (II)
Ed inoltre:
 la fissazione di indicatori di prestazione che saranno usati per la
misurazione e la valutazione dei prodotti significativi, dei livelli di
esercizio e dei risultati di ogni attività di programma;
 la predisposizione di una base di comparazione dei risultati attuali
del programma con gli obiettivi di prestazione fissati per programma;
 la descrizione dei mezzi da usarsi per verificare e validare i valori
misurati.
50
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
La predisposizione di un piano delle prestazioni - ex-ante (III)
 Il rapporto delle prestazioni verrà formulato attraverso un unico
concetto denominato 'cluster dei report' al fine di garantirsi la
possibilità di 'osservare' il programma per classi di problemi
piuttosto che su punti singoli, che spesso determinano una perdita di
orientamento;
 Altro beneficio associato all'uso del cluster è quello di poter estrarre
l'informazione in ragione del destinatario e del livello di
responsabilità ad esso associato.
51
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
La predisposizione di un piano delle prestazioni - ex-post (I)
La Predisposizione del Rapporto sulle Prestazioni (ex_post) dovrà
comportare:
 l'esposizione degli indicatori di prestazione stabiliti nel piano di
prestazioni;
 la rassegna dei risultati nell'acquisizione delle finalità di prestazione
dell'anno fiscale;
 la valutazione del piano delle prestazioni per il corrente anno fiscale.
52
Equal Trapani
Rete Integrata Territoriale
La predisposizione di un piano delle prestazioni - ex-post (II)
La Predisposizione del Rapporto sulle Prestazioni (ex-post) dovrà
comportare inoltre:
 la spiegazione e descrizione nel caso in cui una finalità di
prestazione non è stata raggiunta;
 i piani e i prospetti per conseguire la finalità di prestazione
prestabilita, se la prestazione non è praticabile e fattibile e quale
azione viene raccomandata.
53
Equal Trapani
Tra s form a zione di tip o e _ G ov e rnm e nt
N u ov a
N u ov a
v is io ne
v is io ne
nneelle
llePPAA
D a fa re
Ind ivid uare
le line e
g uid a pe r la
nuo va
vis io ne
e _Go v
C apa c ità
IdIdeentific
ntificaazio
ne
zio nede
dei i
pproce
rocess
ssi iee
ddeei issisistetemmi i
ddi ibbase
ase
Ind ivid uare
la c ate na
d e l valo re
d e i p roce ss i
e de i
s is te m i d i
b ase
“As
“As-Is”
-Is”
AAnalis
nalisi i
ddeell’Am
ll’Ammmi-inis
trazio
nis trazione
ne
S pec ific are
la c ate na
d e l valo re
d e i p roce ss i
e de i
s is te m i d i
b ase
Imp
Impleleme
menn“T
“Too-b-be”
e”
tazio
ne
tazio
ne
DDefinizio
ne
efinizio ne s trate g ic a e
s trate g ic a e
ddeel lMode
Modello
llo
KKPI
PI
P rog e ttare i
nuo vi
p roce ss i e
s is te m i
SSisistetemmaaddi i
trac
traccciaiammeento
ntode
dei i
bbeenefic
nefici i
P ro g e tta re
l’ i nfra s t r ut tu ra
per
P ro g e tta re u n
s i s te m a p e r i l
tra c c i a m e nto
l’ i m p le m e nta zi o ne (i nc lus e
le s c a d e n ze e
le c o ns e g ne )
d e i b e ne fi c i
d ura nte
l’ i m p le m e nta zi o ne
N uo va P A
fo c a li z za ta s ui
p ro c e s s i e
s ui s e r vi zi a l
c i tta d i no
G e s tio n e in te g ra ta d i p ro g e tto , f le s s ib ilità e fo rm a z io n e
L in e e d i
A z io n e d el
G o ve rn o
I m p l e m e n ta z i o n e d e l n u o v o
P ro c e s s i e s is te m i
c o n c e tto e _ G o v p i ù si s te m a
d i tr a c c i a m e n to b e n e fi c i
L e ge nda
K P I:
I
K ey
P erfo rm anc e
Ind ic ato r
54
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (A)
La BANCA DATI REGIONALE assicura al territorio:
 un aggiornamento continuo dei dati, sostenuto da un’analisi
costante dei flussi di tendenza;
 una dinamicità d’intervento valorizzata attraverso l’uso di strumenti
informatici e di metodologie di networking;
 l’utilizzo di strumenti integrati di servizio per facilitare il rapporto con
l’utenza, creare economie di gestione per un allargamento degli
spazi di intervento e produrre un valore aggiunto di competenza e di
capacità di analisi e monitoraggio.
55
Equal Trapani
mappatura del territorio
monitoraggio
BANCA DATI
valutazione qualitativa
valutazione spese per
attività sociali, assistenziali
socio-sanitarie
e di beneficenza
56
Equal Trapani
Osservatorio Regionale
delle Politiche Sociali
Privato Sociale ed
Enti Sociali Ecclesiastici
BANCA DATI
EE.LL.
ASL e Servizi
Socio - assistenziali
57
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (A)
La BANCA DATI REGIONALE:
 Si connette attraverso i flussi di informazioni e di dati con analoghe
strutture istituzionali ad ogni livello
Banca Dati
Provinciale
B.D.R.
Banca Dati
Europea
Banca Dati
Nazionale
58
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (B)
L’Agenzia Regionale per il Monitoraggio e la Valutazione:
L’A.R.M.V. è un organismo costituito da esperti di politiche sociali, in
rappresentanza di associazioni, Enti e Organismi pubblici e privati
presenti su tutto il territorio :
 coordinamento ed elaborazione dei dati territoriali;
 determinazione degli standard qualitativi per la valutazione delle
attività;
 analisi dei flussi e delle tendenze sociali.
59
Equal Trapani
Il Sistema di Valutazione (I)
 Politiche di Scopo

Mirate ai sistemi locali attraverso il pluralismo delle reti
 Politiche Integrate

Prodotte ed implementate in partnership
 Politiche Attive

Investendo nel potenziale sociale dei destinatari
60
Equal Trapani
Il Sistema di Valutazione (II)
 Meccanismo di governance basate su azioni di public network
management
 verifica della corrispondenza tra obiettivi e risultati;
 valutazione cooperativa dei diversi nodi della rete;
 Modello condiviso di valutazione
 database di indicatori differenziati per destinatari e aree;
 panel di esperti per la validazione di un set di indicatori di impatto
sociale;
 processo di benchmarking per promuovere la diffusione di buone
pratiche;
61
Equal Trapani
Agenzia Formativa per le Professioni Sociali
L’agenzia formativa regionale è una struttura di coordinamento tra:
 Università regionali;
 Enti di formazione regionali;
 Rappresentanze sindacali;
 Organismi di coordinamento di secondo e terzo livello degli enti
senza scopo di lucro;
 Sportelli lavoro e sportelli impresa;
 Imprenditoria sociale;
 Scuole.
62
Equal Trapani
Incubatore per la Nuova Economia Sociale
(I.N.E.S.)
L’economia sociale è oggi giunta al punto di non ritorno rispetto alla
dimensione di impresa sociale.
Si è passati da un associazionismo generalista ad un progetto globale
di terzo settore incentrato sulle agenzie territoriali di sviluppo sociale.
Questo comporta l’abbandono di ogni difesa di logica assistenziale a
favore di un indirizzo che privilegia il raggiungimento di un sistema
globale di sviluppo, integrato con i sistemi di stato e di mercato.
63
Equal Trapani
Incubatore per la Nuova Economia Sociale
(I.N.E.S.)
L’incubatore ha lo scopo di sostenere il consolidamento del sistema di
impresa sociale come motore di sviluppo del sistema economico e
politico del territorio.
64
Equal Trapani
Incubatore per la Nuova Economia Sociale
(I.N.E.S.)
L’incubatore ha come obiettivi:
 creare un centro studi sulle dinamiche di sviluppo dell’economia sociale
di impresa;
 coordinare università e centri di ricerca;
 analizzare i contesti di sviluppo integrato con i sistemi stato e mercato;
 valutare indirizzi e strategie;
 individuare le politiche di promozione per la diffusione delle buone
pratiche;
 realizzare attività per l’affermazione di una politica sociale rivolta al
mezzogiorno.
65
Equal Trapani
INCUBATORE per la NUOVA ECONOMIA SOCIALE







(I.N.E.S.)
- Le Attività (I) Studio di modelli per la qualità sociale dei servizi;
Curricula professionali delle figure del sociale;
Studi di accreditamento;
Standard formativiti del sociale e della impresa sociale;
Modellizzazione della informazione;
Gruppi di accompagnamento della sperimentazione;
Studi dei fabbisogni a livello locale dei servizi alle persone e alle
comunità;
66
Equal Trapani
INCUBATORE per la NUOVA ECONOMIA SOCIALE







(I.N.E.S.)
- Le Attività (II) Studi sul mercato potenziale dei servizi alla persona a livello
regionale;
Analisi delle figure professionali delle imprese sociali;
Modelli formativi per la formazione manageriale;
Metodologie di formazione continua;
Validazione di modelli formativi e curriculari;
Costituzione di nuclei per la sperimentazione dei modelli;
Accompagnamento alla sperimentazione.
67
Equal Trapani
INCUBATORE per la NUOVA ECONOMIA SOCIALE








(I.N.E.S.)
- Gli Indicatori di Impatto Aumento dell’efficienza degli interventi sul campo dei servizi alla
persona, alla comunità e per l’inclusione sociale;
Incremento dell’occupazione nel campo dei servizi;
Mobilitazione delle risorse ambientali;
Mobilitazione dei saperi locali;
Rafforzamento della coesione sociale;
Grado di percezione del programma rispetto alla popolazione;
Incidenza sulla qualità della vita del territorio;
Sviluppo della formazione continua regionale in materia di welfare
society e welfare comunity.
68
Equal Trapani
INCUBATORE per la NUOVA ECONOMIA SOCIALE
(I.N.E.S.)
- Il Sistema di Assistenza Tecnica Si basa su modalità di collaborazione, indirizzo, verifica e
riprogettazione mediante:
 equipes a livello locale;
 comitati di pilotaggio;
 attività di monitoraggio e di valutazione congiunta.
69
Equal Trapani
INCUBATORE per la NUOVA ECONOMIA SOCIALE
(I.N.E.S.)
- Le Competenze (I)  Quadro complessivo delle opportunità di finanziamento delle
politiche sociali offerte dalla programmazione comunitaria 20002006 (PON - POR - PIR).
 Percorsi, metodi di lavoro, soggetti del partenariato e strumenti di
attivazione della progettazione integrata (Piani di zona-Patti
sociali-PIT).
 Procedure per il monitoraggio, controllo e valutazione delle azioni
realizzate nell’ambito della programmazione dei fondi strutturali.
70
Equal Trapani
INCUBATORE per la NUOVA ECONOMIA SOCIALE
(I.N.E.S.)
- Le Competenze (II)  Strumenti innovativi per il coordinamento dell’offerta dei servizi e
per la gestione delle attività di erogazione delle prestazioni
(accreditamento e sistema di qualità sociale, gestione dei servizi).
 Esperienze più significative di interventi sociali integrati attivati in
contesti di programmazione negoziata dello sviluppo locale.
 Normative di riferimento ed esperienze di successo con
riferimento ad alcune politiche di settore (politiche attive del lavoro,
politiche per l’inclusione sociale, per minori, etc.).
71
Equal Trapani
Authority della Solidarietà
Obiettivo dell’intervento è quello di realizzare un “sistema integrato” tra
organismi
territoriali
di
tipo
istituzionale,
sociale
e
religioso,
particolarmente attivi e rappresentativi del contesto solidaristico e
assistenziale.
72
Equal Trapani
Authority della Solidarietà
La finalità del progetto è di definire modalità di gestione per favorire
l’incontro tra “domanda e offerta sociale”, i fondi a disposizioni delle
attività di beneficenza e la ricerca di nuove risorse economiche
passando attraverso il potenziamento e la riorganizzazione dei servizi
informativi e di orientamento, la sperimentazione delle competenze
acquisite attraverso stage e azioni di accompagnamento.
73
Equal Trapani
Authority della Solidarietà
Le attività:
 Analisi dei fabbisogni sociali e sanitari
 Mappatura del territorio;
 Formazione dei quadri;
 Fundraising e finanziamento trasparente;
 Monitoraggio e valutazione qualitativa.
74
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (B)
Equipes Territoriali Integrate per la Cooperazione e lo Sviluppo
(ETICS)
 Sono organismi territoriali provinciali con la funzione di rilevamento
dei dati utili per l’analisi dei fabbisogni locali.
 Task force territoriali di operatori provenienti dal settore pubblico,
dal mondo del lavoro e dal privato sociale, esperti nella promozione
e nell’accompagnamento di percorsi di programmazione e gestione
di politiche sociali integrate per l’inclusione sociale.
 Hanno capacità di moltiplicare la ricaduta positiva delle azioni in
un’area vasta attraverso l’uso di reti integrate.
75
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (B)
Equipes Territoriali Integrate per la Cooperazione e lo Sviluppo
(ETICS)
Provvedono al monitoraggio sistematico di tutte le attività territoriali in
materia di politiche:
 sanitarie;
 socio-assistenziali;
 economico-imprenditoriali;
 occupazionali;
 carcerarie (finalizzate alla risocializzazione ed al reinserimento
lavorativo).
76
Equal Trapani
LE FASI ATTUATIVE (B)
Formazione dell’Equipes Territoriale di Sviluppo
Le ETICS si suddividono in:
 provinciali;
 territoriali (attraverso i distretti sanitari).
Hanno la funzione di formare le figure professionali coinvolte
nelle attività di monitoraggio in rappresentanza delle diverse
categorie sociali :
 pubblica amministrazione;




cittadinanza;
imprese sociali;
imprese profit;
rappresentanti di categoria.
77
Equal Trapani
Patto etico territoriale
Indirizzo e coordinamento degli interventi di contrasto alla povertà e alla
emarginazione / principio di sussidiarietà:
 determinare omogeneità di intervento sociale sul territorio;
 dare impulso innovativo alla economia sociale come economia del
benessere;
 monitorare le ricadute degli interventi;
 valutare l’impatto sociale degli interventi;
 realizzare le infrastrutture di sostegno alle politiche sociali territoriali;
 regolamentare i servizi alla persona e alla comunità;
 implementare servizi di prevenzione sociale per minori e adolescenti.
78
Equal Trapani
Rete integrata territoriale: Sportello Etico
Azioni da attivare per la realizzazione delle politiche sociali
Funzione sportello etico
 Analisi dei fabbisogni socio sanitari;
 Mappatura del territorio;
 Formazione delle nuove figure
professionali territoriali;
 Apertura dello sportello locale;
 Fundraising e finanza etica;
 Monitoraggio e valutazione
qualitativa.
Sportello
1
Banca Dati
centrale
Sportello
n°
79
Equal Trapani
Rete integrata territoriale
Struttura fisica del sistema
Banca dati centrale
Terminale
sportello
orientamento lavoro
Terminale
sportello etico
Terminale sportello
unico della
P.A.
(Sportello
orientamento
al lavoro +
Sportello etico)
80
Equal Trapani
Rete Integrata
Territoriale
e-Government
Sintetizza informazioni e servizi
attraverso lo sportello unico della
P.A. e il sistema unico informatico
Osservatorio Regionale
Integrato per le
Politiche del lavoro e
Politiche Sociali
Patto sociale per lo sviluppo e l’occupazione
Garantisce i rapporti con le PMI,
le imprese artigiane, le organizzazioni dei lavoratori,
gli EE.LL.
Patto Etico Territoriale
Garantisce i Tavoli della Solidarietà Territoriale
composti da : Provincia, Comuni, Università Scuola,
Privato Sociale, Enti Sociali e Organismi Religiosi.
81
Equal Trapani
Ente Locale
Sportello Unico P.A.
Osservatorio
Regionale
Funzioni :
• Orientamento Lavoro
• Etico
Rete Integrata Territoriale
Patto Etico
Patto Sociale per
lo sviluppo e
l’occupazione
E- Government
•
•
•
•
Infrastrutture per lo Sviluppo Economico
EE.LL.
Infrastrutture dei servizi sociali
Cittadino
82
Equal Trapani
Glocal system
Sussidiarietà
E-government
Patto sociale
per lo sviluppo
e l’occupazione
Patto etico
territoriale
Programma di
sviluppo
decentrato
PMI
Imprese Sociali
P.A. / EE.LL.
Rete integrata territoriale
e-GOVERNMENT ETHICS
83
Scarica

Provincia di Roma - Provincia Regionale di Trapani