>energiaintelligente
Notiziario
04
Energia intelligente
Europa
Notiziario del programma «Energia Intelligente – Europa», N. 4 - Dicembre 2008
> In primo piano
TEMI CHIAVE
Edifici a basso
consumo energetico
Trasporti
Energia rinnovabile
11
New4Old
Nuove tecnologie per vecchi edifici
15
QUESTIONI FINANZIARIE
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Starbus
Scegliere l'autobus più verde
21
Iniziative integrate
16
Apprendimento attivo
Trasmettere il messaggio
Invito a presentare proposte 2009
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008
energiaintelligente
Notiziario04
SOMMARIO
>energiaintelligente
Notiziario
04
Iniziative integrate
Efficienza energetica
Trasporti
Paesi in via di sviluppo
Energia rinnovabile
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Editoriale
1
Settimana europea dell'energia sostenibile 2009: indicare la strada
2
Il patto dei Sindaci: le città europee fanno sul serio
2
Enterprise Europe Network: le aziende verso l'energia intelligente
3
L'ispirazione: i progetti EIE e le guide all'utilizzo intelligente dell'energia
a portata di mano
3
In primo piano: edifici a basso consumo energetico
4
Grandi risultati per abitazioni europee a basso consumo energetico
4
Risvegliare un gigante addormentato: risparmio energetico nell'edilizia sociale
5
Notizie direttamente dal settore
6
Efficienza energetica nell'edilizia
6
Efficienza energetica nell'industria
7
Energia intelligente
Europa
Notiziario del programma «Energia Intelligente – Europa», N. 4 - Dicembre 2008
> In primo piano
TEMI CHIAVE
Edifici a basso
consumo energetico
Energia rinnovabile
11
New4Old
Nuove tecnologie per vecchi edifici
Trasporti
15
QUESTIONI FINANZIARIE
Starbus
Scegliere l'autobus più verde
21
Iniziative integrate
16
Apprendimento attivo
Trasmettere il messaggio
Invito a presentare proposte 2009
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008
Foto: Pagine 2, 5, 9 © EACI,
pag. 7 e 8 © David Hills/iStockphoto.com,
pag. 9 © minik/iStockphoto.com,
pag. 10 © BartCo/iStockphoto.com,
pag. 13 © fpm/iStockphoto.com,
pag. 14 © John Bloor/iStockphoto.com,
pag. 15 © Serdar Yagci/iStockphoto.com,
pag. 16 © Bart Coenders/iStockphoto.com,
pag. 18 © Robert Churchill/iStockphoto.com.
Attrezzature e prodotti energeticamente efficienti
8
Elettricità, riscaldamento e climatizzazione rinnovabili
10
Combustibili alternativi
13
Trasporto energeticamente intelligente
14
Educazione energetica
16
Monitoraggio e valutazione
16
Incentivi e meccanismi di finanziamento
17
Comunità alimentate con energia sostenibile 17
Energia sostenibile nei paesi in via di sviluppo
18
Informazioni editoriali
20
Questioni finanziarie
21
Sessanta nuovi progetti EIE al via quest'anno
21
Trasporto merci sostenibile: richiesta di finanziamenti nel quadro
del programma Marco Polo nel 2009
21
Nuovi finanziamenti per i progetti sull'energia intelligente:
l'invito a presentare proposte 2009
22
EDITORIALE
04
Cari lettori,
che inizio di 2009! Il prezzo del petrolio è crollato, l'agitazione sui mercati finanziari ha
portato il mondo sull'orlo della recessione globale e la disputa sul gas tra Russia e Ucraina
ha comportato tagli delle forniture proprio quando la morsa del gelo si è fatta sentire.
Tutti questi avvenimenti hanno provocato conseguenze importanti sui nostri sistemi
energetici. Si teme che la crisi finanziaria possa far passare in ultimo piano il cambiamento
climatico a vantaggio di preoccupazioni più immediate e che il minor prezzo del petrolio
renda gli investimenti in energia intelligente meno attraenti.
Ma una maggiore efficienza energetica e una quota di energia rinnovabile in aumento
possono essere un forte antidoto al rallentamento dell'economia globale e apportare
molti effetti benefici: risparmio economico per produttori e consumatori, maggiori
profitti per le aziende, nuovi posti di lavoro, minor vulnerabilità ai tagli della fornitura
di combustibili fossili e alle impennate dei prezzi e un successo continuo sui crescenti
mercati globali delle tecnologie che sfruttano l'energia pulita.
La volontà politica mira a focalizzare «attenzione sull'energia intelligente» e trasformare
l'Europa in un'economia dinamica a bassa emissione di carbonio, leader del XXI secolo.
Lo scorso dicembre, i capi dell'UE hanno sottoscritto un accordo sul nuovo pacchetto
europeo sull'energia e il cambiamento climatico che si prefigge obiettivi ambiziosi sulle
emissioni di gas ad effetto serra e sulle fonti di energia rinnovabili. E il programma
di lavoro dell'attuale Presidenza ceca dell'UE sottolinea la necessità di contenere la
richiesta incessante di energia dell'Europea investendo in moderne tecnologie di efficienza
e ricorrendo maggiormente all'utilizzo di energia rinnovabile.
I recenti tagli alle forniture di gas in molti paesi dell'Europa orientale ricordano
dolorosamente che molto ancora deve essere fatto in breve tempo per raggiungere
questi obiettivi. Il programma Energia intelligente – Europa è più necessario che mai
ed è fondamentale il suo ruolo di catalizzatore e acceleratore di questo processo.
Buona lettura e cordiali saluti,
Patrick Lambert
Direttore, EACI
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 1
energiaintelligente
E N E R G I A I N T E L L I G E N T E – E U R O PA I I
Notiziario04
> w w w. e u s e w. e u
Settimana europea
dell'energia sostenibile 2009:
indicare la strada
Vi siete già iscritti alla settimana europea dell'energia sostenibile 2009 (EUSEW) – l'evento chiave
dell'energia sostenibile in Europa?
Più di 10 000 delegati, dal 9 al 13 febbraio 2009, parteciperanno a decine di conferenze, workshop,
seminari ed eventi per i media per discutere e presentare la via verso un futuro all'insegna di un'energia
più sostenibile.
In programma circa 140 eventi in 17 paesi, comprese importanti conferenze a Bruxelles e in molte altre
città europee. Una ricca proposta di temi per soddisfare tutti gli interessi, dagli edifici più all'avanguardia
e dalle tecnologie a basso consumo di energia per le industrie alle iniziative di base a livello locale e ai
modelli di trasporto innovativi.
EUSEW 2009 costituisce la spina dorsale della campagna della Commissione europea sull'energia
sostenibile, ora prorogata fino al 2011, per aiutare l'Europa a realizzare la sua ambiziosa agenda in
materia di energia.
Più di 600 organizzazioni pubbliche e private hanno già firmato e assunto un ruolo attivo.
Un evento EUSEW da non perdere: la giornata
Maggiori informazioni e registrazione on-line per tutti gli eventi EUSEW:
informativa europea 2009 sul programma Energia
Intelligente - Europa organizzata dall'EACI
> www.eusew.eu
a Bruxelles giovedì 12 febbraio. La giornata
informativa vi fornirà un aiuto nella presentazione
delle domande per ottenere i finanziamenti EIE
per l'anno prossimo e vi illustrerà i traguardi attuali
del programma.
Settimana
europea
dell'energia
sostenibile:
9–13/2/2009
> http://ec.europa.eu/energy/sustainable/covenant_mayors_en.htm
Il patto dei Sindaci:
le città europee fanno sul serio
Affrontare le sfide poste dal problema energetico significa compiere passi avanti e cambiare le cose.
Le buone notizie: sempre più sindaci di città europee si stanno preparando per lavorare insieme e
indicare la via in questo settore.
A gennaio 2009, 300 città hanno firmato il «Patto dei sindaci», tra cui Torino, San Sebastian, Dunkirk,
Heidelberg, Coventry, Riga e Porto. Attualmente tutte queste città condividono un obiettivo di ridurre
le loro emissioni di CO2 di oltre il 20 %, oltre creare e mettere in atto piani d'azione locali per l'energia
sostenibile. La Commissione europea, che ha preso l'iniziativa di istituire innanzitutto il Patto, intende
fornire un supporto finanziario a questo progetto, oltre che verificare gli eventuali progressi compiuti.
I sindaci di tutte le città partecipanti prenderanno parte ad una prestigiosa cerimonia per la firma del
Patto, che avrà luogo il 10 febbraio 2009 durante la Settimana europea dell'energia sostenibile 2009.
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 2
04
> www.enterprise-europe-network.ec.europa.eu
Enterprise Europe Network:
le aziende verso l'energia intelligente
Mai sentito dire, «La mia è un'azienda modello in fatto di risparmio energetico»? Siamo onesti, quasi
nessuna azienda potrebbe vantare tale perfezione. Eppure le aziende potrebbero aumentare gli utili
riducendo l'utilizzo di energia superfluo. La domanda sorge spontanea: ci sono abbastanza aziende
europee che si stanno preparando ad affrontare i mercati in crescita dei servizi energetici, prodotti
a basso consumo energetico e tecnologie per le energie rinnovabili, per citare solo alcuni dei settori
commerciali in questo ambito?
I soci di ‘Intelligent Energy’ Sector Group dell'Enterprise Europe Network si sono riuniti nel novembre
2008 a Bilbao, in Spagna, per intensificare il loro sostegno in questo ambito ai clienti delle PMI e agli
istituti di ricerca. Il gruppo è composto da 60 membri provenienti da 21 paesi e prevede di raggiungere
in futuro 200 soci. I suoi membri forniscono a piccole e medie imprese informazioni in materia di diritto
comunitario, aiuto nell'accesso alle opportunità di finanziamento previste dall'UE, mettendole in
contatto con partner laddove si intravedono opportunità di cooperazione commerciale e tecnologica,
trasferimento di tecnologia, accordi commerciali e progetti di ricerca da condurre in collaborazione.
Gli scambi alla riunione di Bilbao sono stati arricchiti dai contributi della Commissione europea e sul
programma europeo «Energia intelligente - Europa» e sull'iniziativa ManagEnergy. La riunione si è
svolta in concomitanza con la fiera GEO2 dedicata allo sviluppo sostenibile ed è stata accompagnata da
un incontro di partenariato sullo sviluppo sostenibile e le energie rinnovabili.
Si raccolgono i frutti
Sonja Angloher-Reichelt
«Grazie al progetto Amethyst, che gode
Presidente di Intelligent Energy Sector Group
del sostegno del programma Energia intelligente
Unità per la cooperazione europea di Bayern Innovativ, Germania
- Europa, gli operatori di circa 200 case vinicole
+49 911 20671 315
saranno addestrati per diventare più consapevoli
[email protected]
del loro consumo di energia e acqua e su cosa
fare per ridurre questi consumi. È fondamentale:
minori costi di produzione li renderanno
L'ispirazione: i progetti EIE e le guide
all'utilizzo intelligente dell'energia
a portata di mano
più competitivi e in questo modo contribuiranno
Volete sapere come i progetti che hanno ricevuto il sostegno EIE possono aiutare voi e altri a creare un
futuro più intelligente dal punto di vista energetico? Allora date un'occhiata qui:
il progetto AMETHYST
anche a ridurre il loro impatto ambientale.
In termini economici, la definiremmo
una situazione win-win.»
Mauro Roglieri di Ecofys Italia coordina
Le case vinicole europee possono ridurre
> http://ec.europa.eu/energy/intelligent/projects
l'utilizzo di energia di oltre il 20 %,
Nuovo database dei progetti EIE
con un conseguente aumento dei loro profitti.
Potrete sfogliare tutti i progetti che hanno ricevuto il sostegno del programma EIE e trovare quelli che
più vi interessano.
strumenti di confronto in grado di aiutare
Il progetto AMETHYST ha messo a punto
le aziende di Francia, Spagna, Italia e Germania
a valutare e ridurre l'utilizzo di energia e acqua.
> http://ec.europa.eu/energy/intelligent/library/publications_en.htm
Oltretutto, questi paesi costituiscono quasi l'80 %
Nuove riviste sui progetti EIE
della produzione vinicola europea e più
di metà della produzione mondiale.
Quattro riviste che parlano di elettricità rinnovabile, prodotti energeticamente efficienti, edifici a basso
consumo energetico e biocombustibili, che presentano in tutto 108 progetti innovativi. Disponibili
in inglese, francese e tedesco.
> http://www.iee-library.eu
Nuova biblioteca elettronica del programma
Energia Intelligente per l'Europa
Un archivio on-line che contiene strumenti e guide, elaborato nel quadro di EIE e di altri programmi.
Riguarda i seguenti argomenti: efficienza energetica nell'industria, gestione dell'energia a livello locale
e regionale, energia rinnovabile e trasporti.
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 3
energiaintelligente
E N E R G I A I N T E L L I G E N T E – E U R O PA I I
Notiziario04
Efficienza energetica
> I n E u r o p a g l i e d i f i c i c o n s u m a n o c i r c a i l 4 0 % d e l l ' e n e r g i a
In primo piano:
edifici a basso
consumo energetico
Trascorriamo la maggior parte della nostra vita in edifici (a casa, al lavoro o nel tempo libero). E utilizziamo più energia negli
edifici che in qualsiasi altro luogo. Infatti, in Europa gli edifici consumano circa il 40 % dell'energia. Offrono per contro anche
il maggior potenziale di miglioramento dell'efficienza energetica, per aiutare a bilanciare il carico dei sempre maggiori costi
energetici e ridurre le emissioni di gas ad effetto serra.
L'UE sta per questo compiendo un notevole sforzo per migliorare l'efficienza energetica degli edifici europei. Attualmente sta
riesaminando la propria legislazione per sollecitare miglioramenti più rapidi in molti edifici e rafforzare il ruolo dei certificati
di rendimento energetico a questo proposito.
Questo nuovo scenario sta suscitando un forte interesse nei 70 progetti per edifici a maggior efficienza energetica finora finanziati
dal programma Energia intelligente - Europa. Eccone due esempi.
> w w w. e u r o p e a n p a s s i v e h o u s e s . o r g
Grandi risultati per abitazioni europee
a basso consumo energetico - Il progetto PEP
Le case passive
utilizzano
solo
circa il
10 %
dell'energia
consumata
in un edificio
tradizionale
Ogni anno, una ridotta percentuale dei vecchi
edifici europei è ristrutturata da cima a fondo o
sostituita con edifici nuovi. Questo sforzo offre
un'opportunità unica di costruire in base agli
standard più avanzati di efficienza energetica.
Le case passive (in base al concetto di «Passivhaus»
che si è diffuso in Germania a partire dal 1990)
offrono una soluzione possibile e conveniente
per realizzare tali risparmi. Questi edifici godono
di un ottimo isolamento termico e dalle correnti d'aria. Per quanto riguarda il riscaldamento,
utilizzano elementi principalmente passivi: gli
abitanti della casa, gli elettrodomestici, l'illuminazione e l'irraggiamento solare, insieme ad un
sistema di ventilazione che fornisce aria pulita e
recupera il calore dall'aria che fuoriesce.
Le case passive utilizzano circa solo il 10 %
dell'energia consumata in un edificio tradizionale
e offrono un miglior comfort interno rispetto a
molte abitazioni tradizionali. Inoltre, con ridottissimi costi di riscaldamento mensili compresi tra 10
e 25 €, le salate bollette elettriche sono solo un
ricordo del passato.
In teoria, qualsiasi architetto è in grado di progettare una casa passiva. Ma occorrono specifiche
competenze e una grande attenzione in fase di
pianificazione, progettazione e costruzione di
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 4
questi edifici, in quanto i loro standard differiscono da quelli delle abitazioni tradizionali.
Il progetto PEP si prefigge quindi il compito di
trasmettere il know-how e le competenze maturate dai partner, spingendosi oltre piccoli gruppi
di esperti, per raggiungere un'ampia comunità
di professionisti del settore edile.
Il progetto ha un suo sito web che ha già fornito
consulenza a circa due milioni di visitatori interessati alle soluzioni della casa passiva, in sette
lingue. Ha anche redatto guide per architetti,
pianificatori, progettisti elettrici, progettisti
strutturali e sviluppatori, e ha organizzato conferenze, presentazioni e forum in tutta Europa a
cui sono intervenuti migliaia di partecipanti.
Grazie al progetto PEP e ad altre iniziative, la
costruzione di case passive si sta rapidamente
diffondendo in Europa. Dai pochi esemplari esistenti fino a qualche anno fa, il loro numero è
cresciuto esponenzialmente, avvicinandosi alle
20 000 unità.
Henk Kaan
ECN Centro ricerche sull'energia dei Paesi Bassi
+31 224 564500
[email protected]
Risvegliare un gigante addormentato:
risparmio energetico nell'edilizia sociale
I progetti EPI-SOHO e ESAM
«Troviamo estremamente interessante l'idea di
rendere i nostri edifici più efficienti in termini di
consumi energetici», afferma Hans Fürst, del gruppo Nassauische Heimstätte in Germania. «È positivo per gli inquilini e per l'ambiente e aumenterà
il volume del nostro portafoglio. Ma dobbiamo
essere in grado di analizzare i nostri 66 000 appartamenti al minor costo possibile e identificare
gli investimenti in energia che offrono il miglior
ritorno per noi.»
Ovviamente, Hans Fürst non è il solo. Molti manager che operano nel settore dell'edilizia sociale in
tutta Europa affrontano il problema di se e come
ristrutturare le abitazioni, il cui numero è spesso
di migliaia di unità, con metodi remunerativi ed
efficaci in termini di costi.
Si tratta di una considerazione importante, poiché
la maggior parte dei 20 milioni di unità abitative
sociali in Europa è stata realizzata in base a norme
tecniche sorpassate. Migliorarle in base alle attuali norme significherebbe ridurre il loro consumo di
energia e allo stesso tempo le emissioni di gas ad
effetto serra del 50 % o più. Sarebbe un vantaggio anche per gli inquilini, che vivrebbero in case
più confortevoli e sarebbero più al riparo dalle
impennate dei prezzi dell'energia.
Nassauische Heimstätte è uno dei molti operatori
di edilizia sociale presente in Austria, Repubblica
ceca, Francia, Estonia, Germania e Paesi Bassi che
partecipa ai progetti europei ESAM e EPI-SOHO.
Col sostegno di enti di ricerca e agenzie per
l'energia, questi progetti hanno messo a punto
metodologie e sistemi informatizzati in grado di
eseguire diagnosi energetiche poco costose, certificazioni energetiche e strategie di modernizzazione energetica per grandi portafogli del settore
dell'edilizia sociale.
I nuovi metodi sono stati testati su circa 28 000
appartamenti e questo dispendio di energie inizia a dare i primi frutti. Il partner olandese di
EPI-SOHO, WonenBreburg, prevede di spendere
all'incirca 15 milioni di € ogni anno in provvedimenti volti a ridurre i costi energetici rispetto al
2009 e Nassauische Heimstätte sta utilizzando
i nuovi metodi ESAM per gestire i 66 000 appartamenti che possiede.
Questi risultati e le campagne promozionali imbastite attorno ad entrambi i progetti saranno
sufficienti a convincere le oltre 40 000 società che
operano nell'ambito dell'edilizia sociale in Europa
ad utilizzare nuovi metodi e tecniche?
Tradizionalmente, la maggior parte di loro sembra
dare poca importanza alle questioni di efficienza
energetica nella gestione del loro portafoglio.
Ciononostante Hans Fürst è ottimista: «Le regole del gioco stanno cambiando e molte di queste
aziende potrebbero doversi adattare più presto
del previsto alle nuove necessità.»
EPI-SOHO
Frans Lemmens
WonenBreburg, Paesi Bassi,
+31 13 539 99 11
[email protected]
www.epi-soho.eu
ESAM
Francis Deplace
Delphis, Francia,
+33 1 56 08 54 24
[email protected]
www.esamproject.org
«Risparmiamo l'80 % dei costi di riscaldamento,
fino al 95 % per la climatizzazione e fino al 50 %
in energia elettrica. Possiamo offrire agli inquilini
un edificio molto confortevole, in estate e in inverno,
senza problemi di riscaldamento, correnti d'aria
o luoghi molto poco confortevoli. (…) Il grande
problema di oggi è la mancanza di informazioni.
C'è davvero poca informazione, troppo poche
spiegazioni e troppo poco marketing su questa
moderna tecnica edilizia. Le imprese edili ne sanno
veramente poco di ciò che è tecnicamente possibile
oggigiorno e realizzano opere esattamente
così come facevano i loro padri e i loro nonni.»
Stefan Oehler è l'architetto
dell'edificio Energon a Ulm (Germania)
Realizzato nel 2003, Energon è il più grande
centro uffici ad aver ottenuto il riconoscimento
tedesco Passivhaus. Di forma triangolare, copre
un'area di 8 000 m². La sua realizzazione non è
costata più di quella di un edificio tradizionale.
Per maggiori dettagli, vedere il video
«Sustainable cooling helps fight global warming»
(La climatizzazione sostenibile aiuta a combattere
il riscaldamento globale ) su http://ec.europa.eu/
energy/intelligent/library/videos_en.htm
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 5
energiaintelligente
Notiziario04
> Più di
400
Efficienza energetica
proget t i i nt er naz i ona l i , a cu i p a rte ci p a n o ci rca
3 500
o rg a n i z z a z i o ni e urope e
Notizie direttamente dal settore
Il programma europeo Energia intelligente - Europa ha sostenuto finora più di 400 progetti internazionali, coinvolgendo
circa 3 500 organizzazioni europee. Questo programma mira alla creazione di migliori condizioni per un futuro
più responsabile nei confronti dell'energia. I suoi progetti coprono un vasto ventaglio di ambiti, tra cui l'energia
rinnovabile, gli edifici a basso consumo energetico, l'industria, i prodotti per i consumatori, i trasporti e i paesi in via
di sviluppo. Qui sotto sono riportate le più recenti informazioni sui risultati connessi al programma e i piani futuri che
quest'ultimo prevede. Informazioni complete su tutti i progetti di Energia intelligente - Europa sono disponibili presso:
http://ec.europa.eu/energy/intelligent/projects/index_en.htm
Efficienza energetica
Efficienza energetica nell'edilizia
> Attuazione della direttiva sul
rendimento energetico nell'edilizia
– Primi risultati disponibili
Il progetto ASIEPI aiuta a monitorare la modalità
di trasposizione della direttiva europea sul rendimento energetico nell'edilizia. Ora è stato pubblicato il primo risultato di questo monitoraggio,
compresi:
– analisi di come gli Stati membri si confrontano
con i requisiti di rendimento energetico nell'edilizia (prendendo ad esempio quattro Stati membri);
– una panoramica degli aspetti chiave che devono
essere affrontati per contrastare al meglio la
tenuta degli edifici alle correnti d'aria;
– un riepilogo della gestione efficace dei ponti
termici;
– una valutazione dei sistemi innovativi.
> Processo di certificazione dell'energia
completato per 12 edifici dimostrativi
> Consigli su come risparmiare energia:
nuovo servizio informativo
Il consorzio BuildingEQ ha messo a punto un
metodo per collegare la certificazione del rendimento energetico di un edificio, richiesta dalla
legislazione europea, alla messa in funzione di
quell'edificio (processo di garanzia di qualità).
Dato che l'utilizzo domestico dell'energia varia a
volte sensibilmente, anche nel medesimo edificio,
costituisce un grande potenziale di risparmio. Il
progetto [email protected] ha introdotto un
nuovo servizio volto a fornire agli inquilini informazioni sul loro consumo di energia. Offre anche
consulenza sui comportamenti legati al consumo
di energia, quali la ventilazione, l'impostazione
della temperatura ambiente e l'utilizzo di acqua
calda.
Il metodo è stato applicato a 12 edifici dimostrativi in quattro paesi nel settore non-residenziale e
i risultati sono stati inseriti nella relazione finale,
ora disponibile sul sito web. Il consorzio ha anche pubblicato un'analisi di come gli Stati membri
dell'UE possono applicare le procedure di certificazione. Le sue conclusioni sono parte integrante
della relazione «Valutazione delle modellizzazioni e delle tecniche di stima esistenti».
Visitate il sito web per seguire l'andamento degli
sviluppi.
Nel quadro del progetto, gli esperti hanno studiato il consumo energetico, la temperatura degli
impianti idrici principali e le condizioni interne.
I primi risultati sono disponibili sul sito web.
Peter Wouters
International Network for Information
on Ventilation and Energy Performance (INIVE)
Belgio
Christian Neumann
Istituto Fraunhofer per gli impianti ad energia
solare
Germania
+32 2 6557787
+49 761 45885465
[email protected]
[email protected]
www.asiepi.eu
www.buildingeq.eu
I partner del progetto valuteranno i servizi ad Angers, Belfast, Berlino, Francoforte, Moulins e Karlsruhe, come progetti pilota. L'idea è che i risultati
aiuteranno gli inquilini e i proprietari di case in
Europa ad identificare aree di risparmio energetico nelle loro abitazioni.
Per maggiori informazioni, visitate i siti dimostrativi per Moulins, Berlino e Belfast:
Moulins: http://213.218.152.132/facility%5F
dashboard/js/desktop/desktop.asp?l=fr
Login: demo1, password: demo1
Berlino: http://sul.domdata.com/
Login: sul, password: 123456
Belfast (UK): http://savepda.domdata.com
L'accesso è gratuito.
Simon Robinson
Empirica GmbH
Germania
+49 22 898 5300
[email protected]
http://save.atwork4homes.eu/
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 6
Efficienza energetica
> Efficienza energetica nella
climatizzazione linee guida
per l'edilizia ora disponibili
I partner del progetto COOLREGION hanno appena pubblicato linee guida per la climatizzazione
efficiente, rivolte a proprietari, architetti, pianificatori e personale tecnico che lavora in centri uffici o edifici medico-sanitari. Le linee guida
comprendono:
– misure concrete per quanto riguarda la domanda e l'offerta di climatizzazione;
– una previsione dei costi e risparmi associati;
– consulenza per la pianificazione integrata;
– indici di riferimento;
– liste di controllo per nuovi edifici o ristrutturazioni.
Le linee guida sono disponibili on-line in sei
lingue (francese, tedesco, polacco, olandese,
bulgaro e sloveno).
Marit Kleinow
Gertec GmbH Ingenieurgesellschaft
Germania
Efficienza energetica nell'industria
>U
no strumento di riferimento per
le agenzie di comunicazione e grafica
E-BAG, un nuovo strumento di riferimento che
consente alle piccole e grandi agenzie di comunicazione e grafica di tutta l'Unione di confrontare il loro consumo individuale di energia con le
altre.
L'analizzatore genera un report di riferimento
generico, che delinea la situazione energetica
dell'azienda e il suo potenziale per risparmiare
energia. I dati sono poi confrontati con quelli di
un'agenzia che opera nel medesimo settore ma in
un altro Stato membro. Per domande specifiche,
gli utenti possono contattare un consulente per
l'energia nel loro paese.
Vi interessa discutere lo strumento con i coordinatori del progetto? Nei prossimi mesi saranno organizzati alcuni workshop in Paesi Bassi, Germania,
Repubblica ceca, Ungheria e Grecia. I risultati finali del progetto saranno presentati in occasione
di una conferenza europea che si terrà il 27 marzo
2009 all'Università di Wuppertal (Germania).
> Una serie di strumenti per accordi
volontari sull'efficienza energetica
Gli accordi volontari sono attualmente stati conclusi in molti Stati membri dell'UE tra settori industriali e governi, con contratti a lungo termine
(LTA - Long-Term Agreements) che offrono ad
entrambe le parti una maggiore flessibilità per
migliorare l'efficienza energetica. Il progetto europeo LTA Uptake offre attualmente una serie di
strumenti in grado di guidare gli utenti attraverso ogni fase dello sviluppo di accordi volontari di
successo per l'efficienza energetica. Il progetto
comprende consulenze per le cinque fasi principali della preparazione, avvio, negoziazione,
attuazione e valutazione.
Herman Gels
SenterNovem
Paesi Bassi
+31 302147837
[email protected]
www.LTAUptake.eu
M. Steerneman Energy Experts Int. B.V.
Paesi Bassi
+49 201 2456444
[email protected]
www.coolregion.info
+31 26 3256323
[email protected]
www.eeei.info
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 7
energiaintelligente
Notiziario04
Efficienza energetica
Attrezzature e prodotti
energeticamente efficienti
> Idrogeno, Samsø, la nuova
accademia dell'energia
Un impianto ad idrogeno è stato installato presso l'Accademia dell'energia di Samsø, situata
nell'unica «Isola ad energia rinnovabile» danese.
Chi visita l'impianto apprende come il surplus di
energia generato dalle locali turbine eoliche è
convertito in idrogeno, immagazzinato per un
uso successivo come combustibile per autotrazione o in celle di combustibile per il riscaldamento
domestico. L'Accademia offre anche un monitor
attraverso il quale si vede un autocarro alimentato ad idrogeno che appartiene alla società danese
H2Logic. Sta progettando di costruire alcune abitazioni in cui le celle di combustibile ricaveranno
energia dall'impianto ad idrogeno, a titolo dimostrativo per i visitatori.
> Diventare un manager del settore
energetico
Ad oggi, più di 750 ingegneri, tecnici, responsabili
di produzione e consulenti per l'energia sono stati
formati come manager del settore energetico certificati. La formazione comprende informazioni di
base sull'acquisto di energia, legislazione e scambio di emissioni, oltre a conoscenze specifiche su
singole tecniche come la biomassa e l'energia
solare.
Il progetto EUREM organizza corsi in 13 Stati
membri dell'UE e in Tunisia. I partner del progetto prevedono più di 1 000 partecipanti per anno a
partire dal 2010, dato il continuo aumento dei costi dell'energia e gli obblighi imposti dai governi
a tutela del clima.
Robert Schmidt
Camera di commercio e industria
di Norimberga e della Franconia centrale
Germania
Corsi di
formazione
per più di
750
manager
del settore
energetico
+ 49 91 113 35299
[email protected]
http://www.energymanager.eu/
Jens Peter Nielsen
Accademia dell'energia di Samsø
Danimarca
+45 8792 1015
[email protected]
www.energiakademiet.dk
> Climatizzazione ad aria solare:
l'ora è esatta
Il progetto SOLAIR prevede il prossimo workshop
in occasione della settimana europea dell'energia
sostenibile, giovedì 10 febbraio 2009 a Bruxelles,
incentrato sulle prospettive potenziali e future
per la climatizzazione ad aria solare. Al suo interno sono previste discussioni sugli ostacoli tecnologici e finanziari. Maggiori informazioni, quali i
risultati degli ultimi progetti, esempi di migliori
pratiche e analisi di mercato, sono reperibili sul
sito web del progetto.
Erika Villa
Target GmbH
Germania
+49 511 90968850
[email protected]
www.solair-project.eu
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 8
Efficienza energetica
> Guida ai contatori intelligenti
L'utilizzo di contatori intelligenti rende i consumatori consapevoli del loro consumo individuale
di energia. L'idea è che utenti finali completamente informati utilizzeranno le risorse energetiche
con maggiore attenzione. Il progetto ESMA (European Smart Metering Alliance) ha recentemente pubblicato una guida che illustra gli elementi
principali necessari per un utilizzo positivo dei
contatori intelligenti. I risultati principali sono:
Calcolare
i costi con
il contatore
intelligente
> Luci accese, risparmio energetico
in aumento
Il commissario europeo per l'Energia Andris Pieblags da il benvenuto al Direttore generale del
Teatro nazionale ceco, Ondrej Cerny, al programma europeo GreenLight durante gli incontri tra la
Presidenza ceca dell'Unione europea e la Commissione europea a Praga, il 7 gennaio 2009.
– il volere dei consumatori deve essere totalmente
rispettato;
– i contatori intelligenti rendono possibile l'utilizzo di fonti rinnovabili, generazione distribuita e
reti intelligenti;
– affinché i contatori intelligenti siano adottati in
tutta Europa, è necessario il supporto dei governi e dei legislatori.
John Parsons
British Electrotechnical
and Allied Manufacturers' Association
Regno Unito
+44 796 6650554
[email protected]
www.esma-home.eu
Il Teatro nazionale ceco ha recentemente intrapreso un ambizioso programma di risparmio energetico che prevede l'ammodernamento dell'impianto di illuminazione. Il nuovo impianto consentirà
al teatro di risparmiare circa € 37 000 e ridurrà le
emissioni annue di CO2 di 542 tonnellate l'anno.
GreenLight è un'iniziativa della Commissione
europea che sostiene il passaggio a tecnologie
moderne ed energeticamente efficienti. Impianti
di illuminazione avanzati, che sono progettati e
prodotti soprattutto da società europee, utilizzano tra il 30 e il 50 % di elettricità in meno rispetto
alle altre tecnologie esistenti. L'illuminazione da
sola costituisce il 14 % circa del consumo totale di
elettricità nell'UE.
Più di 530 partner hanno aderito finora al programma GreenLight, comprese città, catene di supermercati, aeroporti, alberghi, ristoranti, scuole
e università.
www.eu-greenlight.org
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 9
energiaintelligente
Notiziario04
Elettricità, riscaldamento
e climatizzazione rinnovabili
Energia rinnovabile
> Energia rinnovabile:
più aiuti, please
> Votazioni finali per il concorso
scolastico sul riscaldamento
da biomassa
Più di 2 200 studenti hanno partecipato ad un
concorso scolastico creativo pensato per aumentare la consapevolezza del riscaldamento prodotto da biomassa solida. Il concorso è attualmente
nella sua seconda fase, che terminerà con la selezione del vincitore finale tra i candidati regionali.
La votazione sarà svolta elettronicamente prima
di Natale 2008.
Il concorso, promosso nel quadro del progetto
Regbie+, ha invitato insegnanti e allievi a presentare proposte creative o tecniche sulle fonti di
energie alternative. In totale vi hanno partecipato
direttamente circa 2 200 allievi provenienti da più
di 140 scuole primarie o secondarie. La giuria è
stata piacevolmente stupita dal livello molto interessante delle proposte ricevute, a sottolineare
l'elevata consapevolezza dei bambini rispetto al
problema del riscaldamento globale.
Marion Elle
target GmbH
Germania
+49 511 90968857
[email protected]
I partner del progetto Support_Ers hanno recentemente pubblicato una relazione sugli strumenti
di supporto attualmente disponibili per il riscaldamento da fonti rinnovabili in Austria, Bulgaria,
Croazia, Estonia, Germania, Lettonia, Romania,
Slovacchia e Spagna. La relazione sottolinea le notevoli differenze tra i paesi, alcuni dei quali hanno già implementato molti strumenti di supporto,
mentre altri stanno iniziando solo ora a mettere a
punto i loro programmi.
La relazione comprende anche raccomandazioni a livello politico su come sviluppare tali strumenti nei nuovi Stati membri dell'UE e nei paesi
candidati. Esempi di tali strumenti possono essere
programmi collegati ad incentivi finanziari, regolamenti e istruzione. La relazione individua diversi
tipi di gruppi che possono accedere agli strumenti di supporto, tra cui aziende, famiglie, comuni,
ecc.
Per ricevere una copia della relazione o per risultati specifici inviate una e-mail a:
[email protected]
Ulrike Leis
GTZ GmbH – Germania
+49 30408190152
> Un raggio di speranza
per la climatizzazione solare
Il 10 febbraio 2009 a Bruxelles si terrà la conferenza finale del progetto SOLCO, nel corso di EUSEW
2009, la settimana europea dell'energia sostenibile. La conferenza presenterà i risultati del progetto, particolarmente attesi dagli operatori di mercato della climatizzazione ad energia solare.
Il progetto SOLCO è stato lanciato a gennaio 2007
ed è coordinato da APEA, l'Agenzia provinciale
energia e ambiente di Agrigento. Il progetto si
prefigge l'eliminazione degli ostacoli non tecnologici all'utilizzo di tecnologie applicate all'energia solare per la climatizzazione.
La conoscenza di queste tecnologie in ambito europeo è attualmente limitata. Soprattutto nell'Europa
meridionale, dove è più necessaria e i potenziali vantaggi in termini ambientali sarebbero significativi. Chi
desidera registrarsi alla conferenza internazionale
SOLCO che si svolgerà a febbraio è invitato a visitare i siti
www.eusew.eu oppure www.solcoproject.net
Stefano Rugginenti
APEA Agenzia provinciale energia
e ambiente di Agrigento
Italia
+39 03355 200721
www.solcoproject.net
[email protected]
www.support-ers.eu
> Energia eolica in primo piano
www.regbieplus.eu
Più di 2 200 allievi hanno partecipato
al concorso scolastico artistico.
> Creare un mercato trasparente
a livello europeo per i pellet
Il consorzio TradeWind concluderà il workshop
finale giovedì 12 febbraio 2009, all'interno della Settimana europea dell'energia sostenibile.
L'evento sarà suddiviso in tre sessioni principali:
Il progetto [email protected] è volto a sostenere lo
sviluppo di un mercato europeo trasparente per
i pellet, nell'ottica di garantire la disponibilità di
informazioni precise a tutti gli operatori di questo
mercato. Informazioni tipo, quali dati relativi ai
prezzi, alla qualità, alla produzione e al commercio di pellet. I dati sono stati raccolti in tutti gli
Stati membri dell'UE, oltre a Norvegia e Svizzera. Sono regolarmente aggiornati e scaricabili dal
sito web del progetto.
Dott. Rainer Janssen e Wolfgang Hiegl
WIP Renewable Energies
Germania
+49 89 720 12743
[email protected]
www.pelletsatlas.info
– presentazione del progetto e principali risultati
conseguiti;
– una presentazione sulla trasmissione e interconnessione;
– una presentazione di un progetto di mercato
dell'elettricità per la diffusione dell'eolico nel
sistema energetico europeo.
Tutti gli operatori interessati alle tematiche delle reti
e del mercato energetico, le istituzioni comunitarie,
le autorità pubbliche nazionali e chiunque altro fosse
interessato sono invitati a partecipare all'evento. Per
la registrazione, visitare il sito http://eusew.eu/
Glória Rodrigues
EWEA – European Wind Energy Association
Belgio
+32 2 546 19 43
[email protected]
www.trade-wind.eu
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 10
Energia rinnovabile
> Promuovere l'obbligo di installazione di pannelli solari termici
>1
00 + provvedimenti per aumentare
l'efficienza energetica
Il progetto ProSTO ha esaminato 11 disposizioni legali in materia di obbligo di installazione
di pannelli solari termici (STO), che obbligano
i proprietari di edifici ad installare impianti con
pannelli solari termici su edifici di nuova costruzione o ristrutturati. I risultati di questo studio
sono ora disponibili on-line. Si tratta di un nuovo
passo avanti verso l'attuazione delle migliori pratiche STO a livello locale. Per i partner sarà presto
disponibile una serie di strumenti a disposizione
delle amministrazioni locali per introdurre gli
obblighi di installazione di pannelli solari.
Una delle attività principali del progetto EL-EFF
Region è lo sviluppo di piani d'azione regionali per incrementare lo sviluppo dell'efficienza
nell'utilizzo di elettricità. L'obiettivo di queste
misure è una maggiore efficienza nell'utilizzo
dell'energia elettrica. Sono state identificate oltre
100 fra le misure più idonee dai partner del progetto ed ora sono disponibili on-line. Dirette agli
operatori regionali e ai responsabili dei processi
decisionali, comprendono misure che prendono in
esame il consumo elettrico nelle abitazioni private, presso gli enti pubblici e nelle aziende.
Rodolfo Pasinetti
Ambiente Italia S.r.l. – Istituto di ricerca
Italia
O.Ö. Energiesparverband
Austria
[email protected]
Il progetto Ground-Reach è volto a diffondere la
consapevolezza tra i consumatori sul potenziale delle pompe di calore geotermiche per il riscaldamento
e la climatizzazione degli edifici. Queste pompe offrono numerosi vantaggi, in quanto:
– riducono la domanda primaria di energia e la
produzione di gas ad effetto serra;
– migliorano l'ambiente circostante;
– aggiungono valore agli edifici.
+43 732 7720 14382
+39 02 277441
> In crescita: nuovi studi di casi
sulle pompe di calore geotermiche
I partner del progetto hanno reso disponibili 40
studi di casi di migliori pratiche, che forniscono
informazioni più approfondite su questa tecnologia.
[email protected]
www.efficient-electricity.info
www.solarordinances.eu
Dimitrios Mendrinos
Centre For Renewable Energy Sources (CRES)
Grecia
> Guida alla gassificazione in fase
di sviluppo
+30 2106603205
[email protected]
http://www.groundreach.eu/
Sebbene la tecnologia sulla gassificazione della
biomassa per la generazione di energia su piccola
e media scala sia praticamente pronta per il mercato, diversi fattori continuano ad ostacolarne la
diffusione su larga scala. I partner del progetto
Guideline for Safe and Eco-friendly Biomass Gasification (Linee guida per la gassificazione della
biomassa sicura ed ecocompatibile) stanno mettendo a punto un nuovo strumento in grado di
diffondere consapevolezza e conoscenza di questa tecnologia. Le Linee guida e il relativo software contengono molte informazioni utili, comprese
indicazioni per la salute, la sicurezza e l'ambiente
in relazione alla gassificazione della biomassa.
Ogni commento sulla guida deve essere inviato a
Harrie Knoef, [email protected] Dopo la pubblicazione delle linee guida saranno organizzati
molti workshop nell'arco del 2009:
– Gennaio: Stoccarda, Germania
– Maggio: Aalborg, Danimarca
– Giugno: Varna, Bulgaria
– Settembre: Vienna, Austria
John Vos
BTG Biomass Technology Group
Paesi Bassi
+31 534861191
[email protected]
www.gasification-guide.eu
> Edifici storici – dotati
di moderne tecnologie energetiche
100 +
modi
per
incrementare
l'efficienza
energetica
Molti edifici storici potrebbero adottare energie
rinnovabili e misure energeticamente efficienti per migliorare il proprio bilancio energetico.
Il progetto New4Old presenterà presto linee guida tecniche che indicheranno come gli edifici storici possono adottare fonti rinnovabili e integrare
tecnologie energeticamente efficienti Le linee
guida sono rivolte in particolare a pianificatori,
architetti e progettisti edili. A giugno 2008 i coordinatori del progetto hanno inaugurato il primo
edifico di questo tipo ad energia rinnovabile, che
sarà presto seguito da altri. Al termine del progetto, ciascun edificio appartenente alla rete coprirà
le proprie esigenze di riscaldamento e climatizzazione interamente grazie alle fonti rinnovabili
e sarà dotato di impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.
EREC – European Renewable Energy Council
Kim Vanguers – Belgio
+32 2 546 1933
[email protected]
www.erec.org/projects/ongoing-projects/new4old.html
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 11
energiaintelligente
Notiziario04
> Facilitare l'utilizzo di fonti
rinnovabili nelle reti elettriche
Una percentuale elevata di fonti rinnovabili nel
mix che compone l'energia può aumentare i costi a causa di reti aggiuntive, equilibratura degli
impianti e costi di generazione convenzionale.
Il progetto RESPOND ha analizzato le opzioni di
risposta necessarie per ridurre questi costi e ha
steso una relazione che comprende più approfondimenti sulle seguenti soluzioni:
– aumentare la capacità di interconnessione;
– risposta alle domande;
– dispersione della generazione variabile;
– opzioni economiche di immagazzinamento;
– generazione flessibile.
Attualmente i partner del progetto stanno analizzando le barriere di tipo politico e normativo.
Tutti i risultati sono disponibili on-line.
Frits van Oostvoorn
Centro ricerche per l'energia dei Paesi Bassi
Paesi Bassi
+31 224 564438
[email protected]
Energia rinnovabile
> Lancio del nuovo manuale
sul biogas
Il consorzio a cui partecipano 12 organizzazioni partner nell'ambito del progetto BiG>East ha
recentemente pubblicato il manuale sul biogas
rivolto in particolare agli agricoltori, disponibile
in sette lingue. Il progetto ha inoltre concluso le
analisi relative al potenziale del biogas in sei paesi dell'Europa meridionale e orientale. I risultati
sono stati presentati in uno studio che esamina
politiche, ostacoli, disponibilità di rifiuti e strutture agricole.
Il progetto facilita lo scambio di informazioni sul
biogas in Europa. I paesi che partecipano ai corsi
di formazione organizzati nell'ambito del progetto sono Bulgaria, Croazia, Lettonia, Romania,
Slovenia e Grecia. L'obiettivo è la promozione del
biogas come fonte di energia rinnovabile e come
tecnologia di trattamento dei rifiuti.
Dominik Rutz
WIP Renewable Energies
Germania
> Debutto del biogas sulle isole
Il progetto Biores è incentrato sulle isole che utilizzano il biogas derivato dai rifiuti solidi comunali come fonte di energia. I partner hanno già
realizzato un'analisi SWOT (punti di forza, di debolezza, opportunità e minacce) per individuare
gli ostacoli tecnici al consumo di queste biomasse
e utilizzano le analisi per progettare un sistema di
supporto decisionale (DSS) per valutare le diverse
opzioni dal punto di vista tecnologico ed economico. Questi sistemi mirano a fornire un aiuto agli
investitori in questa zona. I partner hanno intenzione, a breve, di redigere piani d'azione e linee
guida generali basate sull'esperienza delle sei
isole partecipanti al progetto. Si auspica che altre
isole utilizzino queste informazioni per sviluppare
piani d'azione che rispondano alle loro specifiche
esigenze.
EPTA Ltd
Grecia
+30 2102224208
[email protected]
www.biores.eu
+49 89 720 12739
[email protected]
www.big-east.eu
> Un manuale esplicativo per i sistemi
solari combinati
http://www.respond-project.eu/
> Uno strumento on-line per favorire
l'utilizzo sostenibile del legname
A seguito di un'indagine di mercato sulla biomassa condotta in diversi paesi europei, i partner del
progetto Astwood hanno messo a punto un concetto di strategia ora disponibile on-line, il «Biomass Decision Tool» (Strumento per le decisioni
sulla biomassa). Il risultato principale di questa
analisi è che la biomassa (come pellet di legno e
truciolato) ha un enorme potenziale di impiego
nel riscaldamento domestico. Tutti i dati tecnici,
le conclusioni e la versione scaricabile del Biomass
Decision Tool sono disponibili sul sito web. Progetti dimostrativi sono stati realizzati in Spagna,
Portogallo e Bulgaria e i visitatori sono invitati ad
esaminare le nuove caldaie alimentate a biomassa
utilizzate in questi progetti.
Ignacio Marquez Acedo
Protecma
Spagna
> Calcolare i costi e i benefici
del riscaldamento domestico
Avete bisogno di un nuovo sistema di riscaldamento ma non sapete quale scegliere? Un nuovo
strumento on-line sviluppato dal progetto BioHousing vi consente di confrontare velocemente
i vantaggi e gli svantaggi dei diversi sistemi di riscaldamento presenti sul mercato. Lo strumento
si basa su di un calcolatore di energia per individuare i costi di riscaldamento in diversi tipi di
abitazioni e consente inoltre di confrontare i costi
energetici e di investimento e le emissioni medie
di CO2 dei diversi sistemi.
Per ulteriori informazioni sulle applicazioni innovative della biomassa, comprese le slide di un recente seminario BioHousing che verteva su «storie
di successo del riscaldamento a biomassa su scala
ridotta», consultare il sito web del progetto.
Tytti Laitinen
Jyväskylä Innovation Ltd
Finlandia
+35 8144451142
Il progetto Combisol offre aiuto ai produttori e
installatori di sistemi solari combinati per l'esecuzione dell'ispezione tecnica di questi sistemi.
Nell'ambito del progetto è stato elaborato un
rapporto in forma di foglio Excel, che include
tutte le voci da controllare durante un'ispezione tecnica, dal loop dei collettori solari a quello
dell'impianto di riscaldamento. Il rapporto comprende anche un manuale. Questo materiale tratta 70 sistemi combinati diversi in Austria, Francia,
Germania e Svezia.
Un rapporto pubblicato di recente dai partner del
progetto stabilisce un metodo comune per controllare le prestazioni dei sistemi combinati. Il metodo è stato provato con successo da società e industrie del settore ed è attualmente utilizzato per
monitorare 45 sistemi solari combinati. Inoltre,
il rapporto esamina il tipo di dispositivo richiesto
e individua alcuni utili indicatori di performance.
Philippe Papillon
CEA/INES
Francia
[email protected]
+39 84390066
[email protected]
[email protected]
www.biohousing.eu.com
www.astwood.info
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 12
+33 4 79444557
[email protected]
www.combisol.eu
Energia rinnovabile
> Incentivare l'uso di biomassa
Combustibili alternativi
> Energia verde prodotta
da combustibili di qualità
>«
Carbon label» per i carburanti
I partner del progetto Biobusiness hanno recentemente pubblicato diverse relazioni che esaminano le fonti di biomassa in Europa e lo sviluppo
delle piccole e medie aziende in questo settore. Le
relazioni includono:
– migliori pratiche per la creazione di imprese nel
settore delle biomasse (basate su studi di casi nei
diversi paesi);
– opportunità commerciali per gli imprenditori e
le piccole e medie aziende;
– potenziale tecnico ed economico delle fonti di
biomassa.
CEEI-Burgos
Spagna
+34 947244332
[email protected]
www.euro-biomass.com
Il progetto Carbon Labelling ha promosso tre
iniziative in Europa per il biodiesel (B100), i lubrificanti ad elevata efficienza e i servizi merci.
L'etichetta CO2Star attualmente è applicata ai
biodiesel, ai lubrificanti sintetici e ad una flotta
di mezzi articolati utilizzati nel settore dell'orticoltura (che funzionano a B30) in Germania e nei
Paesi Bassi.
I coordinatori del progetto hanno anche concluso
un sondaggio condotto tra i consumatori sul «carbon label», l'etichetta che riporta le informazioni
sulle emissioni di anidride carbonica, dal quale
emerge come i consumatori siano seriamente
preoccupati dei reali benefici ambientali e sociali
dei biocarburanti, dal momento che il quadro giuridico e fiscale per i biocarburanti non è ancora
stato fissato e questi ultimi sono spesso criticati
nei dibatti pubblici. Ne emerge che il prezzo è il
principale fattore trainante per gli investimenti in
biocarburanti.
Rainer Janssen
WIP Renewable Energies
Germania
Sono state pubblicate numerose ricerche e analisi
sulle colture energetiche. Il progetto Encrop parte
proprio dai risultati di queste ricerche ed analisi
offrendo alcune linee guida per i lettori interessati a questo argomento e individuando informazioni fondamentali.
Inserisce inoltre le attività di ricerca individuale
nell'ambito del contesto di ricerca generale per
le colture energetiche. A tal fine, i coordinatori
organizzeranno diversi eventi nel 2009:
– un seminario internazionale sulle colture energetiche (Polonia);
– un tour didattico internazionale sulle catene
logistiche del legname di piccolo diametro e
della fettuccia d'acqua (Finlandia);
– un seminario sulla piantagione a rotazione
breve (Italia);
– un seminario sul biogas derivato dal granoturco
e dell'erba (Austria).
Jyväskylä Innovation Ltd
Finlandia
+35 8405771815
[email protected]
www.encrop.net
+49 89 720 12743
[email protected]
www.co2star.eu
Via libera al
Biodiesel
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 13
energiaintelligente
Notiziario04
Trasporto energeticamente intelligente
> Codice di buona pratica sulla
mobilità nelle zone residenziali
Il progetto ADD HOME ha elaborato un Codice di
buona pratica sulla mobilità nelle zone residenziali che riassume esempi di migliori pratiche desunti da un recente studio di un caso condotto dai
partner e che tratta il modo in cui i diversi mezzi
di trasporto possono migliorare la mobilità nelle zone residenziali in modo (energeticamente)
efficiente.
Trasporti
Promuovere
spostamenti
a basso consumo
energetico
Un recente studio condotto nell'ambito del progetto mostra chiaramente come i quadri giuridici
solitamente privilegiano le autovetture rispetto
agli altri modi di mobilità e propone metodi innovativi per migliorare questa situazione.
Claus Köllinger
Ricerca austriaca sulla mobilità
Austria
+43 316 81045166
> Mobilità sostenibile
a due passi da casa
Il progetto Pro.Motion, che vede a partecipazione di dodici paesi, mira a incoraggiare forme di
trasporto a basso consumo energetico nel settore
immobiliare e della mobilità. La fase di ideazione
è attualmente conclusa e, per la aree regionali che partecipano al progetto, i partner hanno
identificato:
– gli attuali modelli di mobilità, e
– richieste specifiche relative ad accessibilità e servizi di mobilità.
Nella fase successiva saranno delineate azioni concrete basate sull'analisi della progettazione delle
infrastrutture (p. es. piste ciclabili), nonché interventi intesi a stimolare le persone che vivono in
queste zone a modificare il loro comportamento,
optando per modi di trasporto a basso consumo
energetico (p. es. l'utilizzo di auto in comune).
Anna Thormann
Det Gronne Hus, Agenda 21 in Koge
Danimarca
[email protected]
www.add-home.eu
+45 56 676073
[email protected]
www.iee-promotion.eu
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 14
Trasporti
> Scegliere il sistema di autobus
migliore per la propria città
Un trasporto pubblico dotato di un sistema di autobus moderno migliora le condizioni ambientali e aiuta a ridurre l'utilizzo delle autovetture in
città. Scegliere gli autobus migliori tra gli svariati
sistemi offerti è però un compito spesso difficile.
Il sito web di Starbus è uno strumento di grande aiuto per chi deve compiere questa scelta.
Gli utilizzatori possono confrontare le emissioni
nell'aria, il rumore, i costi, ecc. di diversi autobus
che circolano su di una particolare strada. Numerosi operatori che offrono servizi di autobus, in
collaborazione con i partner Starbus, utilizzano
già questo metodo per valutare le proprie linee di
autobus, confrontare i percorsi, calcolare le emissioni e individuare i miglioramenti.
Gabriel Plassat
Agenzia francese per la gestione
dell'energia e dell'ambiente (ADEME)
Francia
+33 4 93957996
[email protected]
www.starbus-project.eu
www.starbus-tool.eu
> Un nuovo stile di guida per ridurre
le emissioni e il consumo energetico
dei parchi auto
I partner del progetto FLEAT sono pronti a dare
il via a 31 azioni pilota che coinvolgeranno oltre
8 000 veicoli. L'obiettivo è verificare se gli strumenti che sono già stati identificati comporteranno un risparmio energetico e una riduzione delle
emissioni di anidride carbonica nelle reali condizioni di vita. Saranno esaminate diverse opzioni:
carburanti e veicoli a basse emissioni di carbonio,
nonché il comportamento alla guida e la gestione
della mobilità.
Il progetto include le auto private e le flotte del
trasporto pubblico. Saranno esaminate anche
alcune flotte di grandi dimensioni, come quelle
gestite dal gruppo Austrian Railways, Hamburger
Wasserwerke, Leaseplan Greece e TNT Express.
Leen Govaerts
VITO
Belgio
+32 14 335821
[email protected]
www.fleat-eu.org
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 15
energiaintelligente
Notiziario04
Educazione energetica
> Un nuovo kit di strumenti
di apprendimento attivo –
imparare il significato di energia
intelligente praticandola
Sei un insegnante? Perché non provi il materiale educativo pronto per l'uso disponibile in 14 lingue all'interno del nuovo kit di Apprendimento attivo? Il kit
contiene suggerimenti per divertenti attività scolastiche basate sul principio pedagogico dell'Apprendimento attivo. L'argomento è lo sviluppo dell'energia
sostenibile. Il gruppo a cui si rivolge questo strumento sono i bambini tra i 6 e i 12 anni.
Con il termine Apprendimento attivo s'intende
l'apprendimento basato sulla pratica concreta. Il
kit contiene una serie di schede di attività, ognuna della quali può essere utilizzata nell'ambito di
una materia curricolare nazionale, tra cui quelle relative all'educazione energetica. Le schede
descrivono le attività in ogni singola fase dalla
pianificazione alla realizzazione e riflessione e includono il materiale per gli alunni e i riferimenti
al materiale educativo supplementare.
Kirsten Dyhr-Mikkelsen
Ea Energy Analyses
Norvegia
+45 60391709
[email protected]
Kit di Apprendimento attivo:
www.teachers4energy.eu
Progetto di Apprendimento attivo:
www.consortium4al.eu
Iniziative integrate
> Un aiuto offerto dagli ideatori
delle campagne divulgative
in materia di energia
Il progetto energyXchange individua il materiale
volto ad accrescere la consapevolezza utilizzato nelle
campagne pubblicitarie di successo in fatto di risparmio energetico e riduzione delle emissioni di anidride
carbonica. Il materiale, che comprende loghi, opuscoli,
video, adesivi, cartoline natalizie, è disponibile on-line,
cosicché chiunque possa servirsene.
Il sito web del progetto fornisce ulteriore supporto a
chi vuole preparare una campagna informativa sulla
questione energetica, per esempio offrendo guide che
spiegano come organizzare una Giornata della consapevolezza energetica, nonché uno strumento on-line
per individuare le cattive abitudini delle persone da cui
deriva uno spreco di energia. I partner raccomandano
unanimemente alle aziende che cercano il modo per
ridurre le loro bollette della luce di prevedere incentivi
ai dipendenti per promuovere il risparmio energetico.
La sezione Student Power mira ad aiutare i giovani a mettere in pratica la teoria organizzando
campagne di marketing.
Brian MacNamee
Consulteco
Regno Unito
Monitoraggio e valutazione
> Secondo i dati delle relazioni
riepilogative finali, il risparmio
energetico aumenta
Il progetto EMEEES (Valutazione e monitoraggio della direttiva UE concernente l'efficienza
degli usi finali dell'energia e i servizi energetici)
ha pubblicato due relazioni riepilogative finali,
aventi come argomento il calcolo bottom-up e
top-down del risparmio energetico. Queste relazioni possono essere consultate sul sito web, chi
desidera esporre i propri commenti, è pregato di
inviarli al coordinatore del progetto.
Il 15 ottobre 2008 i partner si sono riuniti per una
conferenza dal titolo «Metodi armonizzati per
valutare l'efficienza degli usi finali dell'energia
e i servizi energetici». Una panoramica completa
dei risultati di questo evento è disponibile alla
sezione «Eventi» del sito web del progetto.
Dott. Stefan Thomas
Istituto Wuppertal per il Clima,
l'Ambiente e l'Energia
Germania
+49 202 2492143
[email protected]
www.evaluate-energy-savings.eu
+44 20 81442480
[email protected]
www.energyxchange.eu
> Verifiche energetiche in classe
Apprendere mettendo in pratica ciò che si impara è un metodo comprovato e testato in ambito educativo. Nell'ambito del progetto Check it
out!, bambini di oltre 90 scuole hanno studiato le
prestazioni energetiche dei loro edifici scolastici
effettuando le Valutazioni delle prestazioni energetiche (EPA).
I bambini che hanno preso parte al progetto hanno appena concluso le verifiche nelle loro scuole
in cinque paesi (Germania, Paesi Bassi, Spagna,
Ungheria e Bulgaria) e sviluppato piani d'azione
per risparmiare energia nei relativi edifici. I piani
d'azione e ulteriore materiale educativo sono
disponibili in sei lingue sul sito web del progetto.
Giel Linthorst, Ecofys Netherlands
Paesi Bassi
+31 306623322
[email protected]
www.check-it-out.eu
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 16
Iniziative integrate
Incentivi e meccanismi di finanziamento
> Tassazione diretta: i pro e i contro
del riscaldamento rinnovabile
Per raggiungere gli ambiziosi obiettivi europei fissati per il 2010 e il 2020 in fatto di fonti energetiche rinnovabili, i paesi devono ricorrere a tutti gli
strumenti politici a loro disposizione. Il progetto
Refund +sta studiando alcune misure di tassazione diretta utilizzate in questo settore in cinque
paesi (Austria, Belgio, Francia, Italia e Portogallo),
con l'intento di mettere in evidenza come queste
misure possono dare impulso al mercato delle
energie rinnovabile per le singole famiglie. I partner stanno inoltre effettuando una simulazione di
queste politiche in Lituania e in Polonia, per valutare l'impatto delle misure di tassazione diretta.
I visitatori del sito del progetto possono scaricare
un'analisi completa delle esperienze nazionali nei
cinque paesi che hanno preso parte al progetto.
Nel 2009, si svolgeranno alcuni workshop a livello
regionale in Polonia e in Lituania, a cui farà seguito una conferenza finale per presentare i risultati
complessivi del progetto.
Diane Lescot
Observ'ER
Francia
Comunità alimentate con energia sostenibile
> L e comunità raccolgono le sfide
locali in fatto di energia
In Spagna, Slovenia, Croazia e Bulgaria sono state
portate a termine quattro iniziative pilota sulle
abitazioni alimentate ad energia intelligente. Le
prove includevano:
– regolazione a basso consumo energetico degli
impianti di riscaldamento, climatizzazione e
ventilazione;
– isolamento delle abitazioni a basso consumo
di energia studiato per garantire un risparmio
energetico;
– ed elettrodomestici ad elevata efficienza energetica.
Il consorzio sta attualmente preparando la bozza di un
piano d'azione basato sui risultati degli studi pilota.
Lidija Horvat
Agenzia energetica locale Pomurje
Slovenia
> Ai blocchi di partenza: corsi di
formazione sull'energia sostenibile
I partner del progetto PRACTISE organizzano alcuni corsi di formazione per promuovere le energie
sostenibili nelle varie comunità. Il corso comprende circa 70 ore di formazione, durante le quali gli
argomenti trattati e gli approfondimenti saranno
scelti in base alle specifiche esigenze dei partecipanti. Il corso si articola su tre livelli: un corso base
(per tutti gli operatori), un corso tecnico avanzato
(per i tecnici) e un corso di progettazione avanzato (per i progettisti, gli ingegneri e gli architetti).
Il corso fornirà un supporto pratico e scientifico,
che consentirà ai partecipanti di scegliere i contenuti che riterranno maggiormente utili per le
loro attività.
Comune di Alessandria
Italia
+39 0131 515461
[email protected]
+386 25 381354
www.energypractise.eu
[email protected]
www.nimsec.info
> Energia in alta quota:
comunità montane sostenibili
>S
trategie energetiche specifiche
per le isole
+33 144180080
[email protected]
www.energies-renouvelables.org/refund
Il progetto Transplan sviluppa strategie energetiche
per le isole che si trovano a dover affrontare difficoltà particolari in termini di fornitura di energia e risorse. Ogni strategia prende in considerazione il bilancio
energetico globale, compresi consumo di carburanti,
distribuzione e conversione dell'energia.
Strategie
energetiche
per soddisfare
le esigenze delle isole
Tre delle cinque strategie studiate per queste isole
sono già state ultimate e si è quindi passati alla fase
concreta di attuazione. Tra i primi risultati citiamo
una nuova fabbrica di pellet di legno in Gotland,
che produce 5 000 tonnellate di pellet ogni anno
partendo dalla segatura e l'introduzione di macchine elettriche sull'isola di Bornholm.
Sul sito web sarà a breve pubblicato un opuscolo
contenente maggiori informazioni.
Il progetto Mountain-RES/RUE è rivolto alle comunità montane agricole che desiderano promuovere ulteriormente l'uso delle fonti di energia
rinnovabili. In totale, sono stati identificati come
prototipi 32 progetti in Grecia, Slovenia, Francia
e Austria. Per ogni comunità è stato elaborato un
piano d'azione in cui sono state definite le specifiche esigenze e le misure da adottare. Questi piani
sono al momento in fase di attuazione.
Prof. John Psarras
Unità per la politica energetica della Università
tecnica nazionale di Atene (EPU-NTUA)
Grecia
+30 210 772 3551 (oppure +30 210 772 3583)
[email protected]
http://sustainablemountains.epu.ntua.gr
Louise Lyng Bojesen
Bornholms Regionskommune
Danimarca
+45 5692 2059
[email protected]
www.transplanproject.eu
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 17
energiaintelligente
Notiziario04
Paesi in via di sviluppo
Energia sostenibile nei paesi in via di sviluppo
> Linee guida per la decentralizzazione
della fornitura di elettricità nelle
zone rurali
Nell'ambito del progetto Dosbe, i partner hanno
recentemente studiato il funzionamento degli
impianti sistemi di elettrificazione rurale in
Ecuador e Perù. Le informazioni raccolte, unite
all'esperienza internazionale, hanno condotto
alle raccomandazioni contenute nella pubblicazione «Linee guida generali per gli operatori dei
servizi elettrici decentralizzati».
L'opuscolo è destinato a società e operatori del
settore dei servizi elettrici. Include sezioni che
trattano i seguenti aspetti chiave:
– implementazione di modelli per i servizi elettrici;
– responsabilità e ruoli dei diversi soggetti
interessati;
– questioni relative all'organizzazione decentralizzata;
– rapporti contrattuali;
– questioni economiche e finanziarie.
Pol Arranz-Piera
Trama Tecnoambiental (TTA)
Spagna
+34 93 4463234
[email protected]
www.dosbe.org
Le fonti rinnovabili
approdano nelle
zone rurali
in Cambogia
e Laos
> Promuovere le energie rinnovabili
in Laos e Cambogia
«Linee guida generali per gli operatori
dei servizi elettrici decentralizzati» scaricabili
gratuitamente all'indirizzo www.dosbe.org
Nelle zone rurale di Laos e Cambogia manca ancora l'accesso ai servizi energetici di base. Il progetto REEPRO, che vede la compartecipazione di
partner europei ed asiatici, mira a risolvere questo problema fornendo un know-how mirato sulle
energie rinnovabili. Clienti, tecnici ed esperti nazionali sono coinvolti in un programma formativo
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 18
strutturato in tre livelli che si basa sull'«effetto
palla di neve». Per prima cosa si cerca di fornire
agli ingegneri locali il background necessario a
livello tecnico, in modo che possano poi recarsi
nei vari villaggi pilota per preparare i tecnici con
un'adeguata formazione. La fase finale prevede
che i tecnici lavorino con gli «utenti finali», ovvero gli abitanti dei villaggi.
Ad oggi sono state selezionate sei comunità pilota, tra cui un orfanotrofio in Cambogia, dove la
scuola e le case degli studenti sono state dotate di
un impianto fotovoltaico. Questo impianto serve
inoltre come dimostrazione per i corsi di formazione.
Antje Klauss-Vorreiter
Società Internazionale per l'Energia Solare (ISES),
Sezione tedesca (DGS)
Germania
+49 3643 256985
[email protected]
www.reepro.info
Paesi in via di sviluppo
Circolare
in Honduras
sfruttando
gli oli vegetali
> Addio alle importazioni di diesel
Grazie all'azienda danese Dajolka più di 20 meccanici a Yoro, Honduras, hanno di recente imparato a convertire i motori diesel dei veicoli facendoli
così funzionare utilizzando olio vegetale puro.
Entro la fine del 2009, il progetto spera di adattare 40 motori, che consentiranno di risparmiare
almeno $ 5 000 all'anno sulle importazioni di carburante, una cifra considerevole. Questa somma
sarà quindi restituita all'economia locale sotto
forma di entrate extra per gli agricoltori, nuovi
posti di lavoro nel settore dei biocarburanti e
prezzi inferiori per i consumatori.
La produzione di olio vegetale puro aumenta
inoltre i guadagni degli agricoltori e garantisce
una maggiore protezione contro l'impatto negativo dei prezzi dei carburanti, notoriamente
volatili, per le società di trattamento di biocarburanti. Questi vantaggi, uniti all'elevata domanda
di diesel nelle zone rurali, evidenziano il notevole
potenziale per un'ulteriore diffusione di questa
tecnologia nelle zone rurali dell'America centrale.
Peter Moers
Honduras/Paesi Bassi
+504 221 45 04 (Ufficio in Honduras)
[email protected]
www.gotaverde.org
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 19
04
E N E R G I A I N T E L L I G E N T E – E U R O PA I I
Informazioni editoriali
Il Notiziario «Energia Intelligente – Europa» è una pubblicazione
Energia Intelligente – Europa (EIE) è il programma dell'Unione
relativa al programma «Energia Intelligente – Europa» dell'Unione
europea per la promozione dell'efficienza energetica, delle energie
europea. È pubblicato dall'Agenzia esecutiva per la competitività
rinnovabili e della mobilità sostenibile. Esso sostiene i progetti
e l'innovazione (EACI) della Commissione europea.
internazionali e le agenzie energetiche locali/regionali
che incentivano l'uso più intelligente dell'energia e lo sviluppo
È consentita la riproduzione delle informazioni contenute
di fonti di energia rinnovabili.
in questo numero.
Il programma EIE è realizzato dall'EACI a nome
La responsabilità per quanto riportato in questo Notiziario
della Commissione europea. L'EACI è al servizio di tutti
è esclusivamente degli autori e non rappresenta necessariamente
i partner EIE mediante la gestione dei diversi progetti
l'opinione della Comunità europea. L'EACI non si ritiene responsabile
ed eventi finanziati dal programma EIE e la divulgazione
per qualsiasi uso possa essere fatto dei contenuti proposti.
del know-how e delle migliori pratiche da essi realizzate.
Le informazioni presentate sono fornite al solo scopo divulgativo
e non vincolano legalmente nessuna delle parti coinvolte.
Ulteriori informazioni sul programma EIE sono disponibili sul sito:
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Editori: Peter Löffler e Stella Willborn, EACI
Progetto grafico e impaginazione: Tipik s.a./Chili con carne
Il presente e tutti i numeri precedenti del Notiziario
possono essere scaricati gratuitamente dal sito:
http://ec.europa.eu/energy/intelligent/library/publications_en.htm
Iscrivendovi al servizio EIE News Alert Service al sito:
http://ec.europa.eu/energy/intelligent/whatsnew/subscription_en.htm
sarete automaticamente informati della pubblicazione
di ogni nuovo numero.
Notiziario del programma EIE, N. 4 - Dicembre 2008 - pagina 20
© Comunità europee ed EACI, 2008
energiaintelligente
> Nuovi progetti EIE per il 2009
Questioni finanziarie
> http://ec.europa.eu/energy/intelligent/evaluation/index_en.htm
Sessanta nuovi progetti EIE al via quest'anno
Una serie di nuovi progetti EIE è attualmente in cantiere. 300 sono state le proposte ricevute in risposta
all'invito promosso dall'EACI nel 2008. Un team di esperti della Commissione e dell'EACI nonché di esperti
esterni ha valutato queste proposte e ha notificato quelle prescelte. I contratti di finanziamento, che
consentiranno a breve l'avvio dei progetti iniziali, sono in fase di finalizzazione. In totale quest'anno
dovrebbero prendere il via circa 60 nuovi progetti, che coinvolgono consorzi di partner a livello europeo
e 10 enti locali o regionali.
> http://ec.europa.eu/marcopolo
Trasporto merci sostenibile:
richiesta di finanziamenti nel quadro
del programma Marco Polo nel 2009
La prossima opportunità per ottenere un finanziamento per il vostro nuovo progetto commerciale
QUESTIONI FINANZIARIE
Notiziario04
60
nuovi progetti EIE
per il 2009
4 Febbraio 2009
Giornata informativa
europea sul programma
Marco Polo
nell'ambito del programma europeo Marco Polo è fissata verso marzo 2009, con lo stanziamento di
60 milioni di euro. Le aree a cui sono destinati i fondi sono:
– Spostamento modale: passare dal trasporto merci su strada a modi di trasporto meno inquinanti
– Autostrade del mare: utilizzare in modo più efficiente le autostrade del mare
– Azione di catalizzazione: aiutare a superare gli ostacoli commerciali al trasporto merci europeo
– Prevenzione del traffico: evitare la congestione sulle strade migliorando gli aspetti logistici
– Apprendimento comune: incoraggiare la cooperazione e la condivisione delle conoscenze.
Se siete interessati a presentare la domanda per la richiesta del finanziamento, consultate il sito web del
programma Marco Polo e partecipate alla Giornata informativa europea 2009 sul programma Marco Polo
(Bruxelles, 4 Febbraio). La Giornata informativa è la chiave per presentare una richiesta di finanziamento
con buone possibilità di riuscita, qui vi verranno infatti fornite tutte le informazioni necessarie per
presentare una domanda di successo.
http://ec.europa.eu/intelligentenergy
60
milioni
di EUR
> http://ec.europa.eu/intelligentenergy
Nuovi finanziamenti per i progetti
sull'energia intelligente:
l'invito a presentare proposte 2009
La pubblicazione dell'invito a presentare proposte per il 2009, la prossima opportunità per richiedere
i finanziamenti EIE, è prevista a marzo 2009. Circa 60 milioni di euro saranno disponibili per cofinanziare
i progetti che promuovono l'efficienza energetica, le energie rinnovabili e la mobilità sostenibile. Fino al
75 % dei costi dei progetti scelti possono essere coperti dai fondi EIE.
L'EACI sta organizzando una Giornata informativa europea sull'EIE che si terrà il 12 febbraio 2009 a
Bruxelles per spiegare il processo di presentazione delle domande e fornire maggiori informazioni sugli
attuali progetti EIE e sui loro risultati. L'evento offre inoltre l'opportunità di incontrare e di parlare con
lo staff dell'EACI.
Invito a presentare proposte:
> http://ec.europa.eu/energy/intelligent/call_for_proposals/index_en.htm
Giornata informativa europea 2009:
> http://ec.europa.eu/energy/intelligent/events/infodays_en.htm
executive agency
EUROPEAN COMMISSION
for competitiveness & innovation
EA-AA-09-004-IT-C
Notiziario04
04
energiaintelligente
Scarica

Notiziario04