QUADRIMESTRALE DI
INFORMAZIONE DELLA
SEZIONE CENTRO
N°14 Dic.’04-Marzo ‘05
•
Segr. c/o: ENI
Corp.Univ.
Viale B. Buozzi,14
00040-Castelgandolfo
(RM) Tel.0693598206
Fax 0693598246/8
Sito web: www.aidic.it
Email: [email protected]
Associazione Italiana Di Ingegneria Chimica
enicorporateuniversity.eni.it
SOCI SOSTENITORI DELL’AIDIC DEL CENTRO ITALIA: ECOS ENGINEERING,
TECHNIP-KTI, SAGIT, VISCOLUBE, QMS, CTIP Oil&Gas,
PROCTER&GAMBLE
Si è svolta a L’Aquila il 25.11.2004, in coda al Convegno su stages/tirocini presso le
aziende, l’Assemblea Ordinaria della Sezione AIDIC Centro.
In tale ambito è stato dato ampio risalto alle attività svolte nel 2004:
- Nell’anno i soci AIDIC afferenti alla Sezione Centro sono saliti da 85 a 189, grazie
all’apporto di 82 soci facenti capo all’Aquila: ciò ha portato alla ridenominazione della
Sezione come Centro.
- Si sono tenuti tre Convegni:
• Profili Professionali e Formazione degli Ingegneri Chimici;
• Etica e Deontologia : nuove consapevolezze per l’ingegnere chimico e le aziende del
settore (riferirsi alla finestra dedicata);
• Nuove opportunità offerte dall’ordinamento universitario per l’inserimento nel mondo del
lavoro (riferirsi alla finestra dedicata).
- E’ stato pubblicato il notiziario quadrimestrale della Sezione ed è stato tenuto aggiornato il
sito web www.aidic.it/italiano/sezionilocali/sezloc.htm
.
- E’ stata data diffusione alle Schede tematiche prodotte dalla Commissione Salute,
Sicurezza, Ambiente e Qualità
- E’ stato creato un servizio di informazione/assistenza alle aziende, costituito da una
Newsletter bimestrale e da documentazione allegata riferita a finanziamenti per la ricerca,
per le attività industriali e per la formazione, nonché a certificazioni.
Si è ritenuto ora opportuno indirizzare questo sforzo verso il progetto di emersione
dell’AIDIC a livello nazionale , denominato “Servizi AIDIC”.
- Sono stati effettuati incontri con il Presidente dell’Ordine degli ingegneri di Roma e di
Frosinone e con il Presidente di Assoindustria di Latina per cercare forme di collaborazione.
-E’ stato dato supporto a iniziative a carattere nazionale, come il convegno “H2 age : When,
where, why”: da esso sono scaturite attività come la costituzione di un potenziale GdL
nazionale “Idrogeno”, con coordinatore provvisorio Avella, e l’incontro “Aperitivo
Idrogeno” per gli interessati all’argomento in sede locale (riferirsi alla finestra dedicata).
Le attività sviluppate nel corso dell’anno mostrano la grande vitalità della Sezione, che ha in
programma di continuare l’anno prossimo lo sviluppo iniziato nel 2004 (riferirsi alla
finestra dedicata).
AIDIC
Sezione Centro - Convegno su Etica e Deontologia Roma, 13 Ottobre 2004
Il Convegno si è tenuto a Roma presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università della Sapienza.
E’ stata l’occasione per fare un punto sulle normative della legislazione europea, recentemente recepite dalla legislazione italiana,
sul tema della responsabilità sociale dell’impresa , sulle certificazioni esistenti (SA 8000 ) ed il loro significato ed impatto sulla vita
dell’Impresa e del singolo operatore; sono state anche prospettate le possibili evoluzioni future a partire dal Patto Globale proposto a
livello ONU nel 1999.
Attraverso gli interventi dei vari relatori si è potuto avere un quadro completo di come aziende leader nei proprii ambiti abbiano
affrontato il tema e delle implicazioni nuove che riguardano i rapporti con i clienti, i fornitori ed il personale interno, in particolare
per la fascia di personale direttivo o comunque delegato di responsabilità operative e di scelte progettuali .
Rappresentanti del mondo della Consulenza e della Certificazione hanno portato poi il loro contributo, facendo esempi di interessanti
interventi effettuati e la percezione della crescente importanza del tema a livello internazionale.
Hanno partecipato al Convegno rappresentanti qualificati di Gruppi leader nei loro settori come Soc.Autostrade , Enel, Technip e di
Enti istituzionali come APAT e Protezione Civile, anche se, è doveroso indicarlo, al livello qualitativo dei partecipanti non ha
corrisposto un altrettanto elevato livello quantitativo; questo ad ulteriore dimostrazione di come nel nostro Paese certi temi abbiano
ancora difficoltà ad entrare in fasce più ampie del mondo imprenditoriale e delle professioni.
Si trova comunque conferma attraverso le varie relazioni della rilevanza che gli aspetti Etici e Deontologici hanno assunto sia nella
gestione dell’impresa e del personale, che nei rapporti con il mondo esterno e di come in ultima analisi impattino sul risultato
economico, sul valore dell’impresa e sulle decisioni di investimento.
AIDIC
Sezione Centro - Convegno Tirocini Aquila, 25 Novembre 2004
Il Convegno si è tenuto a L’Aquila, nell’Aula Magna della Facoltà di Ingegneria, con una buona partecipazione di aziende, di docenti
delle Sedi Universitarie di Roma e L’Aquila, e di studenti.
All’apertura dei lavori, il Prof. Chiricozzi, ex Preside della Facoltà, ha richiamato le norme di Legge che regolano il curriculum degli
studi universitari e, in particolare, le attività di Stage e Tirocinio, al centro dell’attenzione di questo Convegno.
E’ stato poi fatto il punto sulle esperienze maturate sia in ambito universitario, nelle Sedi di Roma e L’Aquila, sia in ambito
aziendale.
Negli interventi dei relatori, sono stati toccati anche argomenti riguardanti gli stages post-laurea e le attività di “spin-off”
universitario, cioè la gemmazione di nuove aziende intorno a “know-how” maturato negli Atenei, con la diretta partecipazione di
questi nella compagine societaria.
Nella vivace Tavola Rotonda del pomeriggio, si sono confrontati i punti di vista di autorevoli rappresentanti del mondo
imprenditoriale, dei docenti e degli studenti. Nonostante alcune perplessità riguardanti il modo in cui la riforma degli studi è stata
attuata nelle Facoltà di Ingegneria, unanime è stato il riconoscimento della necessità di cooperazione tra mondo del lavoro e della
formazione universitaria per un costante aggiornamento dell’architettura generale del corso di laurea in Ingegneria Chimica e per una
sempre maggiore efficacia dei tirocini. Il ruolo attivo dell’AIDIC per stimolare iniziative di questo tipo è stato auspicato da più parti.
Infine, è emerso che l’interesse degli studenti per le forme di didattica “sul campo” è senz’altro elevato; bisogna evitare pertanto di
deludere il loro entusiasmo (la sensazione di “essere di peso” per la struttura ospitante), attribuendo ai tirocini un effettivo valore
formativo e preparando opportunamente la figura del “tutor aziendale”.
INCONTRO APERITIVO H2
L’incontro si è tenuto il 27 Ottobre presso gli uffici della Technip Italy, ed ha visto la partecipazione di oltre 40 persone
rappresentanti locali del mondo accademico, di quello industriale e del Comune di Roma.
Il dibattito che è scaturito durante e dopo le brevi esposizioni dei relatori, è stato estremamente vivace e fonte di molti interessanti
stimoli di riflessione, a dimostrazione dell’interesse che “l’idrogeno” è in grado di innescare.
Si è avuta l’impressione che il dibattito tecnico/scientifico è ancora molto aperto essendo diverse le opzioni tecnologiche sia su come
produrre l’idrogeno sia sui possibili impieghi, e tra le diverse opzioni disponibili qualcuno ha ricordato che il nucleare, nel lungo
termine, accoppiato ad un ciclo chimico più che all’elettrolisi diretta, potrebbe affermarsi come la strada meglio sostenibile.
Rimane in ogni modo il fatto che l’importanza crescente attribuita all’idrogeno come vettore energetico, richiede un continuo e
consistente impegno nella ricerca di nuove tecnologie e nel miglioramento di quelle esistenti.
Lo sviluppo di queste nuove iniziative passa quindi attraverso il potenziamento di nuove risorse e competenze tecnico/scientifico e
più in generale del patrimonio italiano, pubblico e privato in termini di capacità di ricerca e sviluppo innovativo.
Rinnovo Cariche Coordinatore/Consiglio Direttivo
Il Consiglio Direttivo per il 2005 si ripropone sostanzialmente nella stessa composizione dell’anno
2004, compreso Coordinatore e Segretario.
L’Assemblea ratifica le nomine, avvenute nel corso dell’anno 2004, di:
• Pier Ugo Foscolo
• Elisabetta Russo
• Luigi Peluso
e rinnova le cariche di Consiglieri per il 2005 a loro e ad Angelo Chianese, Emanuele Sartorio, Gino
Mazzara, Leonardo Re, Cosimo Cannalire, Sergio Di Cave, Luigi Marrelli, Antonio Razionale,
Giampiero Celata e Marco Micheli, oltre quella di Coordinatore a Raffaele Avella.
Questo Consiglio decade a fine 2005.
Programma di Sviluppo Anno 2005
I programmi di sviluppo per l’anno prossimo sono ‘importanti’ per quantità e qualità:
• Consolidamento delle adesioni ricevute nel 2004 e ricerca di soci sostenitori anche tra le
Società farmaceutiche
• Tre Convegni:
- Quasi-incidenti per la direttiva Seveso, in collaborazione con Federchimica
- Gestione dei Residui Solidi Urbani, su proposta del GdL Diossine
- Tematiche di ambiente, sicurezza e costruzione a Frosinone (da verificare dopo le
elezioni all’Ordine degli Ingegneri).
E’ anche in programma di definizione un Convegno nel campo alimentare.
• Diffusione di una scheda tematica generale che inquadra anche le schede già prodotte con
allestimento di una cartella che le contenga
• Supporto a iniziative di carattere nazionale, in particolare per l’Idrogeno (GdL con un nuovo
convegno internazionale ad Ottobre)
• Bando di concorso per tesine individuali o collettive dei licei scientifici (anno scolastico 20042005) su temi come chimica ed ambiente e per tesi di laurea quinquennale (anno solare 2005) su
Impianti dell’industria di processo (riferirsi alla finestra dedicata).
Bando di Concorso per il Conferimento di due premi di laurea
ART.1
E’ indetto un concorso per l’assegnazione di n°2 premi di laurea di € 750,00 ciascuno, per celebrare la
costituzione della Sezione Centro dell’AIDIC (Associazione Italiana Ingegneria Chimica) da conferire
agli autori delle migliori tesi di laurea quinquennale (vecchio ordinamento) o specialistica di 2° livello
(nuovo ordinamento) sull’argomento “Impianti dell’industria di processo”.
La trattazionedell’argomento comprende anche la sicurezza e la valenza ambientale degli impianti
stessi.
ART.2 .
Possono concorrere all’assegnazione dei premi i laureati nell’anno solare 2005 nei corsi di laurea di
Ingegneria chimica, Ingegneria per l’ambiente ed il territorio a indirizzo industriale e Chimica
industriale delle sedi universitarie pubbliche delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche, Molise ed Umbria.
I candidati non dovranno aver superato il 30° anno di età entro l’anno solare in cui è bandito il presente
concorso.
La mancanza di un requisito, se non sanabile, comporterà l’esclusione dal concorso.
Tutti i candidati sono ammessi con riserva.
ART.3
Per essere ammessi al concorso gli interessati dovranno spedire tramite raccomandata con avviso di
ricevimento alla Segreteria della Sezione Centro dell’AIDIC c/o Eni Corporate University - Via
B.Buozzi, 14 - 00040 Castelgandolfo (Roma) - Att. Sig.ra Mordini entro la data del 31/1/2006:
1)
domanda con indicazione del nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo,
numero telefonico, codice fiscale, data di laurea, titolo della tesi discuss e nome del relatore
2)
copia della tesi di laurea, firmata in originale dal candidato e dal relatore, accompagnata da un
breve rapporto del relatore.
La copia della tesi di laurea non verrà restituita.
ART.4
Il concorso sarà giudicato da una Commissione di cinque membri, tre rappresentanti dei soci
sostenitori AIDIC con sede nelle regioni della Sezione Centro, il coordinatore e un rappresentante del
Consiglio Direttivo della Sezione stessa.
ART.5
La Commissione, esaminate le domande pervenute, potrà invitare i candidati ad illustrare verbalmente i
lavori presentati al fine di acquisire più diretti elementi di giudizio.
Costituiranno elementi di giudizio, l’originalità, l’applicazione industriale ela qualità dell’elaborato. La
Commissione, il cui giudizio è insindacabile, formerà successivamente una graduatoria designando i
primi due come vincitori dei premi ed attribuendo ai successivi tre una menzione di onore.
ART.6
L’assegnazione dei premi verrà comunicata singolarmente ai destinatari, oltre ad essere pubblicizzata
attraverso il Notiziario ed il sito della Sezione.
I premi saranno corrisposti in unica soluzione e non si intendono divisibili.
Procter & Gamble nel mondo ed in Italia
Procter & Gamble è una azienda leader nei prodotti di largo consumo con sede a Cincinnati, Ohio
(USA). Opera in più di 160 Paesi nel mondo sviluppando un giro d'affari che nell’esercizio fiscale
2003/2004 ha raggiunto i 51,4 miliardi di dollari. Con oltre 300 marchi di cui 8 leaders mondiali nelle
rispettive categorie di prodotto e 16 che sviluppano ciascuno un fatturato superiore al miliardo di dollari
(Tide, Ariel, Downy, Pampers, Bounty, Charmin, Always, Pantene, Oil of Olaz, Crest, Folgers,
Pringles, Iams, Actonel, Head & Shoulders, Wella), è attiva in 6 diverse aree di attività: pulizia della
casa e dei tessuti; cura dei bambini e dell'igiene femminile; derivati della carta; cosmesi; alimentare;
salute e cura della persona.
I dipendenti sono circa 98 mila, distribuiti in 80 consociate, 100 stabilimenti di produzione a 18 Centri
di Ricerca sparsi in quattro continenti. Il CEO e’ Alan G. Lafley.
Fondata nel 1837 dall'inglese William Procter e dall'irlandese James Gamble, emigrati negli Stati Uniti
d'America, l’azienda ha iniziato la sua attività come fabbrica di candele e saponi. Nel 1890 venne
istituito il laboratorio per studiare e migliorare il processo di fabbricazione del sapone. Si trattava di uno
dei primi laboratori di ricerca sul prodotto creati dall'industria americana. Tutt'oggi la capacità di creare
prodotti innovativi e di successo che migliorano la qualità delta vita di tutti, è uno dei caratteri distintivi
della Procter & Gamble. I ricercatori impegnati nei 18 centri di ricerca sono 7500.
Complessivamente la P&G detiene più di 27 mila brevetti e a questo numero se ne aggiungono ogni
anno circa 3000 nuovi (circa dieci al giorno). Lo scorso anno la società ha investito in Ricerca e
Sviluppo quasi il 4% del suo fatturato.
La ricerca in P&G non e’ confinata esclusivamente all’interno dell’ Azienda . Con l’attivita’ di
Connect & Develop l’azienda cerca nuove opportunita’ d’innovazione anche tramite collegamenti tra
la ricerca interna ed esterna.
Le attività della Procter & Gamble al di fuori degli Stati Uniti rappresentano quasi la meta’ del fatturato
mondiale, con affiliate, oltre che in Europa, in Canada, in America Centrale e Latina, in Africa, Asia,
Australia a in Nuova Zelanda.
P&G In Italia
In Italia il Gruppo Procter & Gamble è presente dal 1956. Impiega piu’ di 1900 persone e nel
2003/2004 ha sviluppato un giro d’affari di oltre 1.3 miliardi di Euro attraverso la commercializzazione
di numerosi marchi quali Dash, Ariel e Bolt per il bucato; Ace, Mastro Lindo, Swiffer e Viakal, per la
pulizia e l’igiene della casa; Pantene, Infasil, AZ e Kukident, per l’igiene e la cura della persona;
Pampers e Tampax (mediante la joint-venture con Fater) per la cura dei bambini e l’igiene femminle;
Pringles nella categoria snacks; Vicks tra i farmaci da banco; Bounty e Tempo nei prodotti derivati dalla
carta, nella alimentazione per gli animali domestici attraverso il marchio IAMS; e marchi come Oil of
Olaz, Max Factor International, Laura Biagiotti Parfums, Hugo Boss, Lacoste, Helmut Lang, Jean
Patou, Yamamoto, Valentino e Giorgio Beverly Hills nella categoria dei cosmetici e dei profumi.
Procter & Gamble nel mondo ed in Italia
Sono quattro gli stabilimenti che testimoniano la presenza produttiva di P&G nel nostro paese:
lo stabilimento di Pomezia, nelle immediate vicinanze di Roma, costruito nel 1961, produce
principalmente detersivi al quale nel 1983, si è aggiunto l’impianto di Campochiaro in Molise,
specializzato nelle candeggine, seguito da quelli di Gattatico (Reggio Emilia), per i prodotti
per la casa e di Altopascio (Lucca), per i derivati dalla carta.
P&G e’ anche presente in Italia con un Centro Ricerche che impiega attualmente quasi 200
persone, con due sedi , a Pescara e Pomezia. Il Centro di Pescara si occupa della Ricerca e
Sviluppo per i prodotti per l’igiene femminile, dei bambini e per incontinenti , quindi di
ricerca nel campo dei materiali (come tessuti-non-tessuti, polimeri, adesivi)e delle strutture
composite. Il Gruppo di Pomezia si occupa della Ricerca e Sviluppo per i prodotti
candeggianti e additivi per bucato, quindi nel campo degli ossidanti e detergenti.
AIDIC Centro - Chi siamo e come cresciamo
Soci individuali 2003: 85
Soci sostenitori 2003: 4
2004: 189 (incluso l’Aquila)
2004: 7
>20% in Italia
>50% in Italia
AIDIC promuove la ricerca nel campo dell’Ingegneria
Chimica, organizzando congressi, convegni, seminari,
giornate di studio, coinvolgendo i suoi associati,
fornendo loro strumenti utili alla formazione e
all’aggiornamento professionale.
Agli eventi organizzati dall’Associazione i Soci possono
accedere gratuitamente oppure godendo di facilitazioni.
ISCRIZIONE ALL’ AIDIC 2005
La quota di iscrizione all’ AIDIC per l’ anno 2005 è di 60 €, e darà diritto a
ricevere oltre alla rivista mensile ICP un volume omaggio Perry o un Manuale della
collana AIDIC. In definitiva iscriversi all’ AIDIC nel 2005 sarà sempre più
conveniente !
IL PAGAMENTO SI PUO’ EFFETTUARE…
1) Con assegno bancario intestato ad AIDIC
2) Con conto corrente postale n° 53228201 intestato ad AIDIC Associazione
Italiana di Ingegneria Chimica, via Giuseppe Colombo 81\A, 20133 Milano
3) Con Bonifico bancario a AIDIC Associazione presso Banca Intesa ,Ag.59,Via
Bonardi,4,20133-Milano ABI 3069 CAB 01749 c/c000011183186
4) Con carta di credito
Verso la somma di euro 60 per l’ iscrizione all’ AIDIC 2005–
Centro
Carta sì
Visa
Scad.Carta______
Nome __________________ Cognome _________________________
Indirizzo __________________________________________________
Firma ___________________________________ Data ____________
L’iscrizione all’AIDIC per il 2005 viene raccolta a partire dal 1/10/2004.
Scarica

Presentazione di PowerPoint - Associazione Italiana di Ingegneria