Provincia di Torino - Notizie UE
Numeri precedenti 2002:
Selezionare un bollettino
SERVIZIO RELAZIONI E
PROGETTI EUROPEI E
INTERNAZIONALI
ARCHIVIO
n. 123
30 settembre 2002
SOMMARIO:
1)RIPRENDONO I LAVORI DELLA
CONVENZIONE EUROPEA
2)AZIONI LOCALI PER
L'OCCUPAZIONE: ``RAPPORT
SPÉCIAL'' DELLA CORTE DEI
CONTI
3)COMMISSIONE EUROPEA:
L'AFFAIRE MARTA ANDREASEN
4)PROPOSTA DELLA
COMMISSIONE PER FACILITARE IL
TRANSITO DI PERSONE E MERCI
TRA L'ENCLAVE RUSSA
KALININGRAD E LA RUSSIA
6)LIBERA PRESTAZIONE DI
SERVIZI: LA COMMISSIONE INVITA
IL BELGIO A RISPETTARE I DIRITTI
DELLE IMPRESE EUROPEE DI
LAVORO INTERINALE
11)Attività delle istituzioni europee
7)EUROSTAT: 4,5 MILIONI DI
PERSONE OCCUPATE NELL'ITC
14)Nuove scadenze
12)Seminari e manifestazioni
13)Pubblicazioni
15)Bandi aperti
8)IL MILIONESIMO STUDENTE
ERASMUS
9)26 SETTEMBRE: GIORNATA
EUROPEA DELLE LINGUE
10)Nella rete
5)RICERCA EUROPEA:
PRESENTATI 5 RAPPORTI SUL
BENCHMARKING
RIPRENDONO I LAVORI DELLA CONVENZIONE EUROPEA
Sono ripresi i lavori della Convenzione europea chiamata a discutere sul futuro dell'Unione. Il 12 e 13 settembre scorso,
infatti, si è svolta la sessione plenaria dedicata, in particolare, al dibattito sulla semplificazione delle procedure e sugli
strumenti normativi dell'UE.
I lavori sono stati aperti dal Presidente della Convenzione Valéry Giscard d'Estaing che ha fornito nella sua introduzione
anche alcune indicazioni sul programma di lavoro previsto per i prossimi mesi. In particolare il Presidente ha esordito
sottolineando l'importanza di semplificare l'estrema complessità dei Trattati, rendendo così il ``sistema Unione'' più chiaro,
leggibile e anche più accettabile. Tuttavia, il processo di semplificazione delle norme, che dovrebbe anche portare ad
unificare i Trattati, si rivela un esercizio complesso che implica scelte politiche e la risoluzione di numerose questioni
giuridiche, rendendo necessario operare pertanto su due fronti: quello della semplificazione degli strumenti e delle
procedure, ossia l'architettura operativa e istituzionale, e quello della semplificazione dei testi e dei trattati stessi, ossia
l'architettura costituzionale.
Durante la seduta, si è profilato fra i ``convenzionali'' un consenso piuttosto ampio sulla necessità di operare una
riduzione radicale del numero di procedure, degli strumenti legislativi e normativi. A tale proposito, il vicepresidente
Giuliano Amato ha suggerito di adottare una terminologia che corrisponda alle denominazioni correnti nei paesi membri:
leggi e leggi quadro, dando alle regole comunitarie, come ha di seguito affermato anche il commissario Michel Barnier, il
nome chiaro e comprensibile a tutti e ovunque di leggi europee.
Il presidium ha inoltre deciso di presentare nella plenaria del 28 e 29 ottobre una bozza di testo di trattato costituzionale
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (1 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
che potrebbe avere, come ha detto il presidente Giscard, la forma di testo unico diviso in due parti: la prima,
costituzionale, che dovrà esser redatta completamente dalla Convenzione e la seconda che riprende e consolida l'acquis
dei trattati con le modifiche introdotte dalla prima parte. In ogni caso, come ha ricordato Amato, la Convenzione non si
occuperà di riscrivere le politiche comuni; le modifiche, infatti, riguarderanno in particolare gli aspetti procedurali.
Il resoconto integrale della sessione plenaria è disponibile su http://european-convention.eu.int
In un momento fondamentale dei lavori della Convenzione, il Presidente Valéry Giscard d'Estaing invita i cittadini europei
a partecipare il 28 ottobre prossimo ad un dibattito via Internet. In tale occasione sarà possibile esprimere punti di vista e
porre domande su quella che potrà essere la nuova struttura istituzionale e giuridica dell'Unione europea. Le linee, nelle
undici lingue ufficiali, saranno aperte dalle ore 18,30 alle 20,00. Per informazioni, consultare la pagina:
http://europa.eu.int/comm/chat/vge/index_it.htm
Torna al sommario
AZIONI LOCALI PER L'OCCUPAZIONE: ``RAPPORT SPÉCIAL'' DELLA CORTE DEI CONTI
In materia di azioni locali per l'occupazione sono compresi vari tipi di attività che, pur avendo basi giuridiche e autorità
responsabili diverse, perseguono l'obiettivo di creare posti di lavoro attraverso una strategia locale e rientrano nel quadro
delle politiche nazionali per l'occupazione. L'importanza delle azioni in tema di occupazione locale è testimoniata dal fatto
che, nel periodo 1994-1999, circa il 10% dei finanziamenti destinati dal Fondo sociale europeo (FSE) allo sviluppo locale,
che ammontano a 5.000 milioni di euro su un totale di 20.455 milioni di euro, sono stati erogati a favore delle iniziative
locali per l'occupazione.
La Corte dei Conti, esaminando il ruolo svolto dalla Commissione nella formulazione delle politiche settoriali e il modo in
cui essa ha gestito i progetti locali per l'occupazione nel periodo 1994-2001, ha riscontrato che le difficoltà nella gestione
delle iniziative in materia sono causate dalla mancanza di una politica comunitaria uniforme per la promozione
dell'occupazione locale a livello europeo. Il trattato, infatti, non prevede una politica europea per l'occupazione
giuridicamente vincolante e, pertanto, l'individuazione delle priorità in materia di azioni locali è demandata ai governi
nazionali.
La Corte, non disponendo di informazioni precise, non ha espresso alcuna valutazione circa lo stato di attuazione delle
azioni locali in materia di occupazione finanziate dal FSE o previste nell'ambito della Strategia europea per l'occupazione
(SEO); viceversa, ha evidenziato carenze e irregolarità formali nelle procedure di gestione finanziaria delle iniziative in
materia da parte della Commissione e, infine, ha rilevato ritardi e ostacoli nell'attuazione di queste azioni da parte degli
Stati membri.
Per le ragioni sopra esposte, la Corte richiede che sia effettuata una stima delle potenzialità di sviluppo della politica
locale per l'occupazione; che la Commissione, disponendo di informazioni dettagliate, svolga una funzione di sostegno e
coordinamento nei confronti degli Stati membri e che adotti linee più rigorose nella gestione finanziaria dei progetti
innovativi in materia.
La relazione della Corte dei conti è disponibile nel sito internet www.eca.eu.int
Torna al sommario
COMMISSIONE EUROPEA: L'AFFARE MARTA ANDREASEN
Il licenziamento di Marta Andreasen, responsabile dell'ufficio amministrativo della Commissione europea, può sembrare
soltanto un caso come altri di applicazione dei regolamenti interni, ma in verità sta creando scompiglio all'interno delle
istituzioni europee.
ll 30 settembre, il Comitato di controllo del budget del Parlamento europeo ha invitato Marta Andreasen a esporre le
ragioni che l'hanno spinta a dichiarare negli ultimi mesi che il sistema contabile della Commissione (Sincom) è vulnerabile
e quindi aperto alle frode. La funzionaria in questione è stata sospesa dal suo incarico e soggetta ad una procedura
disciplinare interna dal Commissario responsabile della DG Personale e amministrazione, Neil Kinnock, già ascoltato dal
Comitato di controllo del budget, ma senza che la Andreasen avesse la possibilità di esprimere la propria versione e i
propri commenti. Moltissimi membri del Comitato di controllo del budget erano presenti all'incontro organizzato il 25
settembre a Strasburgo dal gruppo SOS Democrazia, che appoggia l'ex capo contabile della Commissione, per
domandare chiarezza sulle accuse rese palesi dalla Andreasen. Si è tuttavia creata una spaccatura: da una parte, infatti,
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (2 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
vi sono membri del Parlamento scettici nei confronti della Andreasen, riluttanti nel credere che nessuno prima si sia
accorto del problema ai vari livelli gerarchici, mentre, dall'altra, diversi europarlamentari sostengono la Andreasen per il
``coraggio dimostrato nel parlare a voce alta''.
Secondo Euobserver, quotidiano d'informazione europea on-line, Neil Kinnock ha contribuito ad ampliare il fossato tra
Parlamento europeo e la Commissione, mostrandosi fiero dopo aver licenziato la Andreasen. Durante l'audizione con i
membri del Comitato di controllo del budget, Kinnock ha avuto modo di contestare l'operato dell'ex capo contabile e ha
criticato il Parlamento europeo, a suo parere guidato da interessi politici.
Un rapporto confidenziale della Corte dei Conti, di cui parlava ampiamente Euobserver il 20 settembre scorso, sembra
tuttavia confermare la veridicità delle rivelazioni della Andreasen, poiché il Sincom presenta debolezze di sistema di tipo
strutturale, sia a livello di sicurezza informatica, sia per questioni gestionali e di deficienza di personale. Inoltre, pare
esserci stata una proliferazione di monitoraggi contabili manuali, a causa dell'inadeguatezza dei sistemi informatici
contabili, i quali, fra l'altro rendono impossibile un quadro completo della passata gestione dal momento che non risultano
reperibili i dati storici.
Tuttavia, proprio su tale rapporto diffuso dalla stampa, la Corte ha immediatamente reso noto che non si tratta di un
documento definitivo, ma soltanto di un documento di lavoro che, come tale, al momento non impegna la Corte.
Per seguire la vicenda, consultare i siti:
http://euobserver.com e www.european-voice.com
Torna al sommario
PROPOSTA DELLA COMMISSIONE PER FACILITARE IL TRANSITO DI PERSONE E MERCI TRA L'ENCLAVE
RUSSA KALININGRAD E LA RUSSIA
Il 18 settembre la Commissione europea ha adottato un pacchetto di misure volte a facilitare il transito di persone e merci
tra l'enclave russa Kaliningrad e la Russia, dopo l'allargamento dell'Unione previsto per il 2004. Per tale data, infatti,
questa piccola parte della federazione russa, situato sulle sponde del mar Baltico, e racchiusa tra la Lituania a nord est e
la Polonia a sud, si troverà circondata dal territorio dell'Unione europea. In vista dell'adesione, Polonia e Lituania hanno
comunicato di voler introdurre già dal prossimo anno le norme sui controlli alle frontiere esterne previste dall'accordo di
Schengen. La conseguenza è che i cittadini di Kaliningrad, in quanto extracomunitari, saranno soggetti a rigide formalità
transfrontaliere e dovranno presentare un visto per entrare nei paesi confinanti, anche qualora intendano soltanto
transitare per raggiungere la madrepatria. Se dunque la Russia lamenta come l'adesione della Polonia e della Lituania
possa aggravare l'isolamento della piccola enclave, d'altro canto l'Unione non può derogare alle norme che regolano la
sicurezza delle frontiere esterne.
La soluzione ora proposta dalla Commissione prevede l'adozione di un pass che funzionerà in entrambi i sensi di marcia
(da e per Kaliningrad) e che sarà rilasciato ai viaggiatori abituali che si muoveranno in treno e in auto sulla base di un
elenco completo fornito dalle autorità russe. Il documento che faciliterà il transito (denominato FTD, Facilitated Transit
Document) dovrebbe essere rilasciato dai consolati dei paesi candidati dopo un attento esame delle liste fornite dalle
autorità russe. Per i cittadini russi che non sono ancora in possesso di un passaporto internazionale valido, il FTD sarà
accompagnato da un documento di viaggio interno rilasciato per un periodo transitorio. Rispetto alla proposta avanzata
dalla Russia concernente l'esenzione del visto per il transito diretto dei viaggiatori sui treni a grande velocità che
collegano Kaliningrad ed il resto della Russia, la Commisssione considera che le condizioni tecniche necessarie per
attuare collegamenti ferroviari senza l'obbligo del visto, nel rispetto delle norme di sicurezza, non sono ancora esistenti.
Tuttavia, l'UE si dichiara comunque pronta, dopo l'adesione della Lituania e della Polonia, a valutare la fattibilità giuridica
e tecnica dei treni diretti senza obbligo di visto.
http://europa.eu.int/comm/external_relations/north_dim/kalin/index.htm
Torna al sommario
RICERCA EUROPEA: PRESENTATI 5 RAPPORTI SUL BENCHMARKING
Nel gennaio del 2000, la Commissione ha adottato una comunicazione nella quale veniva proposta la creazione di
un'Area per la Ricerca europea, volta ad offrire un nuovo orizzonte per l'attività scientifica e tecnologica e per la politica di
ricerca in Europa. Il progetto, attraverso il coordinamento delle attività di ricerca condotte in Europa, intende favorire
l'impatto degli sforzi compiuti nel campo della ricerca. Con la risoluzione del Consiglio, adottata il 15 giugno 2000, la
Commissione insieme agli Stati membri viene quindi chiamata a definire un insieme di indicatori e una metodologia a
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (3 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
partire dall'ottobre 2000 per il benchmarking sui temi della ricerca e sviluppo.
La Commissione e gli Stati membri hanno quindi costituito una partnership nella forma di Gruppo di alto livello (High Level
Group, HLG) formato da rappresentanti dei ministeri responsabili per la ricerca. I cinque gruppi di esperti che hanno
approfondito l'analisi di queste tematiche fanno capo al HLG che ha il compito di assicurare il flusso d'informazioni
proveniente da fonti nazionali sui dati statistici e modelli politici e, insieme alla Commissione, segue il lavoro degli esperti
e valuta l'analisi dei dati. Recentemente sono stati resi noti i rapporti finali elaborati da ciascun gruppo per la discussione
e il dibattito. Tali rapporti offrono un panorama completo dei temi scelti dal Consiglio ricerca del giugno 2001 e
contengono informazioni sulle migliori pratiche relative alle politiche pubbliche nell'area della ricerca. Le lezioni che si
possono ricavare da questo primo ciclo di benchmarking serviranno come base per designare il ciclo successivo che
potrà venir sviluppato nell'ambito del Sesto Programma quadro.
Qui di seguito elenchiamo i rapporti finali:
Risorse umane nella R&S, agosto 2002
Impatto della R&S sulla competitività e sull'occupazione (IRCE), agosto 2002
Investimenti pubblici e privati nella R&S, giugno 2002
Promozione della cultura di R&S e della conoscenza scientifica per il pubblico, luglio 2002
Produttività benchmarking nella Scienza e Tecnologia.
I rapporti finali sono reperibili sul sito:
www.cordis.lu/rtd2002/era-developments/benchmarking.htm
Torna al sommario
LIBERA PRESTAZIONE DI SERVIZI: LA COMMISSIONE INVITA IL BELGIO A RISPETTARE I DIRITTI DELLE
IMPRESE EUROPEE DI LAVORO INTERINALE
La Commissione europea, in conformità a quanto disposto dall'art. 49 del trattato CE, in base al quale ``le restrizioni alla
libera prestazione dei servizi all'interno della Comunità sono vietate nei confronti dei cittadini degli Stati membri stabiliti in
un paese della Comunità che non sia quello del destinatario della prestazione'', ha domandato formalmente al Belgio di
porre fine alle disparità di trattamento imposte alle imprese di lavoro interinale, stabilite in altri Stati membri, che operano
sul territorio belga. La legislazione di questo Stato, infatti, autorizza le imprese interinali a fornire i propri servizi abbiano
una loro sede, o un rappresentante legale, in Belgio, la prestazione del lavoro interinale quale unico oggetto sociale e un
capitale minimo.
La richiesta formale rivolta dalla Commissione allo Stato belga, alla quale quest'ultimo dovrà conformarsi entro due mesi
per evitare che la Commissione possa adire la Corte di Giustizia, si inserisce nel contesto della ``Strategia per il mercato
interno dei servizi'', esposta in una comunicazione della Commissione del 29 dicembre 2000 alla quale è seguito, il 31
luglio 2002, un rapporto della Commissione sullo stato del Mercato interno dei servizi. Nel rapporto del luglio 2002, si
sottolineava il fatto che gli ostacoli alla libera circolazione dei servizi, determinati dall'applicazione delle leggi nazionali in
materia di lavoro interinale, creano svantaggi sia alle imprese clienti che ai lavoratori del settore, perché limitano la
concorrenza tra le imprese riducendo, di conseguenza, le scelte disponibili per i consumatori e per gli stessi lavoratori.
Per conoscere la comunicazione della Commissione del 29 dicembre 2000:
http://europa.eu.int/comm/internal_market/en/services/services/com888fr.pdf
Si veda inoltre il comunicato stampa IP/02/1180 all'indirizzo:
http://europa.eu.int/rapid/start/cgi/guesten.ksh?p_action.gettxt=gt&doc=IP/02/
1180|0|RAPID&lg=EN&display
Torna al sommario
EUROSTAT: 4,5 MILIONI DI PERSONE OCCUPATE NELL'ICT
In un rapporto reso noto in data 20 settembre 2002 da Eurostat, l'Ufficio Statistico delle Comunità europee, viene
analizzato l'andamento del mercato nel settore delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT).
Dal rapporto emerge che, nel 1999, operavano 442.000 imprese, il 90% delle quali impegnate nel settore dei servizi e il
10% nella produzione manifatturiera. Inoltre i dati contenuti nel rapporto indicano un notevole incremento delle imprese
ICT dal 1997 al 2000, principalmente nel campo dei servizi. Per quanto riguarda i livelli occupazionali, invece, nel 1999
operavano nelle aziende ICT 4,5 milioni di lavoratori, i due terzi dei quali impiegati nel settore dei servizi.
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (4 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
Nelle statistiche si evidenzia che il valore aggiunto generato dalle imprese ICT è stato nel 1999 di 365 bilioni di euro,
corrispondente al 4,6% del PIL dell'UE.
Nel 2001, le importazioni di beni ICT nell'UE ammontavano a 171 bilioni di euro, 51 bilioni in più rispetto al livello delle
esportazioni (120 bilioni di euro): questo deficit si è ridotto del 20% rispetto a quello registrato nel 2000 rappresentando,
comunque, un'inversione di tendenza nella bilancia dei pagamenti ICT.
http://europa.eu.int/comm/eurostat/Public/datashop/print-catalogue/
EN?catalogue=Eurostat&collection=02-Statistics%20in%20Focus&product=KS-NP-02-032-__-N-EN
Torna al sommario
IL MILIONESIMO STUDENTE ERASMUS
Viviane Reding, commissario responsabile della DG Istruzione e Cultura, ha annunciato che dal 18 al 25 ottobre si terrà
la ``settimana Erasmus'', per celebrare il raggiungimento di un milione di studenti partecipanti al programma ERASMUS,
nato nel 1987 per favorire la mobilità degli studenti universitari tra le università europee. A Bruxelles sono state
organizzate le celebrazioni dell'evento, alle quali parteciperanno 30 ambasciatori Erasmus, in rappresentanza di tutti i
Paesi aderenti al programma e sono previsti festeggiamenti anche a livello nazionale e locale. Cederic Klapisch, regista
del film ``Auberge Espagnole'', nel quale vengono raccontate le vicende di un gruppo di studenti Erasmus a Barcellona,
nella conferenza stampa per la presentazione dell'avvenimento, ha sottolineato l'importanza del programma quale
strumento per rafforzare le relazioni tra le persone, favorendo la conoscenza reciproca delle diverse culture.
La Reding ha informato, inoltre, che obiettivo del programma è di raggiungere i 2 milioni di studenti entro la fine del
decennio e che, nel corso delle celebrazioni, sarà presentata una carta dello studente Erasmus, vale a dire ``una specie
di passaporto per studenti'', che verrà consegnato a tutti gli studenti a partire dall'anno accademico 2003/04.
http://europa.eu.int/comm/education/erasmus/million_en.html
Torna al sommario
26 SETTEMBRE: GIORNATA EUROPEA DELLE LINGUE
Il 26 settembre è stata scelta come Giornata europea delle lingue a seguito del successo dell'Anno europeo delle lingue
2001, organizzato dall'Unione europea e dal Consiglio d'Europa, con l'obiettivo di favorire la diffusione e la conoscenza di
più lingue tra i cittadini europei. L'apprendimento delle lingue, che rappresenta uno strumento per avvicinare le culture dei
cittadini europei, è stato celebrato attraverso iniziative di vario genere, tra le quali possiamo menzionare dibattiti,
programmi televisivi e radiofonici, corsi introduttivi presso le scuole di lingue.
Il Consiglio d'Europa, che ha avuto l'idea di celebrare questa giornata ogni anno, ha inaugurato un sito web - http://
europa.eu.int/comm/education/languages/day26_en.html - contenente informazioni sulle iniziative in materia, una guida
all'apprendimento delle lingue (scaricabile dalle pagine del sito) e un poster per celebrare l'avvenimento.
Torna al sommario
NELLA RETE
Ricordiamo che dalle pagine del sito dell'Unione europea, nella sezione dedicata alle Ultime novità, si accede alla pagina
What's new? EU Institutions & Agencies nella quale, attraverso collegamenti diretti con i siti delle istituzioni europee e
delle agenzie, è possibile consultare i documenti ufficiali e reperire informazioni sulle attività delle istituzioni. http://europa.
eu.int/geninfo/whatsnew_inst.htm
Nel sito del Parlamento europeo, all'indirizzo www.europarl.eu.int/opengov/default_en.htm, i cittadini europei possono
inviare quesiti, richieste d'informazione e proposte e possono presentare petizioni al Parlamento europeo. Nelle pagine
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (5 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
del sito sono inoltre consultabili i documenti relativi allo svolgimento dell'attività parlamentare, quali interrogazioni
parlamentari, dichiarazioni scritte ed è previsto un sistema di ricerca dettagliata sulle procedure legislative in corso al
Parlamento europeo.
Reperire notizie sulle aree di ricerca, sulle politiche e attività promosse dall'Unione europea nel settore è ora più facile
perché il sito web della Commissione dedicato alla ricerca, http://europa.eu.int/comm/research/index_en.html, ha
adottato un indice completo di ricerca per parole chiave in inglese, francese, tedesco e olandese.
La regione Emilia Romagna ha inaugurato, in occasione del COM-PA 2002 (Salone della Comunicazione pubblica e dei
servizi al cittadino, che si è svolto dal 18 al 20 settembre 2002 a Bologna), la rivista Europei, pubblicata nel sito www.
spazioeuropa.it/rivista/index.htm. In particolare, la rivista si propone di avvicinare i cittadini della regione alla cultura
europea fornendo informazioni sui servizi e sulle opportunità di sviluppo della regione in ambito europeo e dedicando
ampio spazio ai problemi politici e ai dibattiti che scaturiscono dalle relazioni con l'Unione europea.
Torna al sommario
ATTIVITÀ DELLE ISTITUZIONI EUROPEE
Consiglio dell'Unione europea
14-16 ottobre
Lussemburgo: Consiglio Agricoltura e Pesca
21-22 ottobre
Lussemburgo: Consiglio Affari generali e relazioni esterne
Consiglio europeo
24-25 ottobre
Bruxelles: Consiglio straordinario
Parlamento europeo
21-24 ottobre
Strasburgo: Sessione plenaria
Comitato delle Regioni
9-10 ottobre
Bruxelles: Riunione dell'Ufficio di Presidenza e sessione plenaria parallela a quella del Parlamento europeo
Convenzione europea
17 ottobre
Bruxelles: Riunione Praesidium
28 ottobre
Bruxelles: Riunione Praesidium
28-29 ottobre
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (6 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
Bruxelles: Sessione plenaria
Torna al sommario
SEMINARI E MANIFESTAZIONI
OIl 14 e 15 ottobre 2002 avrà luogo a Maastricht, in Olanda, la conferenza "The debate on the future of Europe: a
convention, a constitution, a consensus?'', organizzata dall'Istituto Europeo della Pubblica Amministrazione (E.I.P.A.).
Il convegno rappresenta sia un forum di discussione privilegiato con i membri del Praesidium sui progressi e le
prospettive della Convenzione europea, che un'occasione per contribuire al dibattito sul futuro dell'Europa. Questo
evento, presieduto da Henning Christophersen, ex Vice-Presidente della Commissione Europea, membro del Praesidium
e Presidente del Consiglio dei Governatori dell'E.I.P.A., sarà ampiamente trattato sulle pagine di Euractiv.com. Per
ricevere maggiori informazioni contattare: Ms Araceli Barragàn, Programme Organiser, tel.: +31 43 3296325, fax: +31 43
3296296, e-mail: [email protected], oppure consultare il sito web: http://eipa.nl (conferences & seminars).
La Commissione europea ha organizzato, per il 10 dicembre 2002, l'annuale Forum del Turismo Europeo. L'evento
persegue l'obiettivo, sottolineato nella Comunicazione della Commissione Working together for the future of the
European Tourism del 13 novembre 2001, di rafforzare la cooperazione tra rappresentanti dell'industria turistica, delle
istituzioni europee, delle autorità nazionali e locali. Per contribuire al dibattito su un livello di sviluppo sostenibile nel
settore, si discuterà anche sulle prospettive di sviluppo e sull'impatto economico del turismo europeo.
La richiesta di partecipazione dovrà essere presentata all'indirizzo: http://europa.eu.int/comm/enterprise/services/tourism/
tourism_forum//autoregistration.htm.
Ulteriori informazioni potranno essere richieste alla: European Commission, Directorate-General Enterprise, The Tourism
Unit, B-1049 Brussels. Fax: +32 2 2956969, [email protected]
In occasione della conferenza per il lancio del Sesto programma quadro per la ricerca relativo al periodo 2002-2006,
organizzata dalla Commissione europea a Bruxelles dall'11 al 13 novembre, non solo verranno presentati gli obiettivi e le
regole di partecipazione al programma, ma sono previsti anche dibattiti scientifici, conferenze, simposi, gruppi di lavoro
organizzati da scienziati, ricercatori industriali, soggetti o associazioni che lavorano nel campo della scienza e della
tecnologia. Per ulteriori informazioni rivolgersi a: Commissione europea, Direzione generale della Ricerca, Unità
informazione e comunicazione, tel.: +32 2 2959971, oppure consultare il sito
http://europa.eu.int/comm/research/conferences/2002/programme_it.html
Il 15 ottobre 2002, a Bruxelles, la Commissione europea ha organizzato una conferenza dal titolo "The EU apparel
business goes high-tech''. Durante il convegno, organizzato in collaborazione con Euratex, verranno illustrati i vantaggi
produttivi e competitivi derivanti dall'uso della tecnologia dell'informazione nel settore europeo dell'abbigliamento e,
inoltre, saranno presentati i risultati di alcuni progetti di ricerca finanziati dalla Commissione. Alla manifestazione
parteciperanno rappresentanti della Commissione, degli Stati membri, dei Paesi candidati, alcuni membri del forum del
Parlamento europeo per il tessile, delle associazioni di categoria e dei consumatori ed esponenti della stampa
specializzata.
Per ulteriori informazioni consultare la pagina:
http://europa.eu.int/comm/enterprise/textile/conf_apparel.htm
Per ulteriori informazioni sull'industria tessile consultare la pagina:
http://europa.eu.int/comm/enterprise/library/enterprise-papers/pdf/
enterprise_paper_02_2001.pdf
Torna al sommario
PUBBLICAZIONI
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (7 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
Serving the people of Europe. How the European Commission works
La pubblicazione ha lo scopo di rispondere alle domande relative alla struttura e al funzionamento della Commissione,
definita ``motore dell'Europa'' per il ruolo da essa svolto nell'unire l'Europa attraverso la comprensione reciproca e nel
raggiungimento della pace, della libertà e della prosperità. La Commissione, che impiega 24.000 persone provenienti da
Stati diversi dell'Unione e lavora a stretto contatto con il Parlamento europeo, il Consiglio dei Ministri, la società civile e i
governi nazionali, cambia e si sviluppa di fronte alle sfide poste dall'allargamento, dalla modernizzazione dell'economia
europea, dalla riforma dello stato sociale e dal dibattito generale sull'avvenire dell'Europa.
Lo scritto è reperibile alla pagina: http://europa.eu.int/comm/dg10/publications/brochures/move/
instit/serving/bibli_en.html
Employment in Europe 2002
Il rapporto analizza i cambiamenti nel mercato del lavoro in Europa, dopo la metà degli anni '90, provocati dal
rallentamento economico e dai cambiamenti strutturali dei mercati del lavoro europei. La relazione sottolinea, in
particolare, le disuguaglianze di trattamento tra uomini e donne nei mercati del lavoro europei, le principali tendenze di
tali mercati nei Paesi candidati e la necessità di assicurare alti livelli di produttività attraverso il miglioramento della
qualità del lavoro.
Il rapporto è disponibile all'indirizzo: http://europa.eu.int/comm/employment
social/news/2002/sep/employment_in_europe2002.pdf
Handbooks for meetings in Denmark
Le guide contenenti il programma e alcune informazioni pratiche per i partecipanti al Consiglio Europeo e alle conferenze
informali dei ministri che si svolgono in Danimarca, vengono pubblicate nei giorni precedenti alle riunioni nel sito della
Presidenza danese. Questi opuscoli, tra i quali possiamo ricordare la guida alla Riunione informale per i Ministri degli
Affari Esteri degli Stati membri (il cosiddetto Consiglio Gymnich) che si è tenuta il 30 e 31 agosto, possono essere
reperiti all'indirizzo della Presidenza danese http://eu2002.dk, selezionando la voce Media service.
It's a better life. How the EU's single market benefits you
Nella collana di opuscoli pubblicati dalla Commissione europea per presentare le politiche comunitarie al grande
pubblico, è da segnalare questa brochure poiché esamina alcuni dei benefici di cui godono i cittadini europei a seguito
della creazione del mercato unico. Lo scopo dell'opera è dimostrare che la realizzazione della libera circolazione di beni,
persone e servizi tra gli Stati dell'Unione ha apportato vantaggi non solo alle imprese, ma ha anche migliorato le
condizioni di vita dei cittadini, in quanto ha aumentato le opportunità economiche e di lavoro per centinaia di milioni di
europei.
Il manoscritto è disponibile alla pagina: http://europa.eu.int/comm/dg10/publications/brochures/
move/douane/betterlife/bibli_en.html
Torna al sommario
Gazzette ufficiali Serie C e S
aggiornate al 30.09.2002
NUOVE SCADENZE
FONDO SOCIALE EUROPEO/ART. 6
22.02.2002 - 31.01.2003
Invito a presentare proposte. Misure innovative ai sensi dell'articolo 6 del regolamento relativo al Fondo sociale europeo
Strategie locali per l'occupazione
Riferimento: GU C 230 del 27.09.2002
L'articolo 6 del regolamento relativo al FSE (n.1784/1999 del 12 luglio 1999) prevede il sostegno ad iniziative innovative,
finalizzate alla promozione di nuovi approcci e all'individuazione di buone prassi che possano permettere di migliorare
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (8 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
l'attuazione delle operazioni sostenute dal FSE.
Per ricevere ulteriori informazioni ed ottenere i moduli di candidatura, consultare il sito:
http://forum.europa.eu.int/Public/irc/empl/vp_2001_017/library
Commissione europea:
tel 32-2 2956643 o 2954380, fax 32-2 2965989, e-mail: [email protected]
GEMELLAGGI
18.10.2002 - 30.12.2002 - 28.02.2003 - 30.04.2003 - 17.07.2003
Invito a presentare proposte. Sostegno per la promozione dei gemellaggi di città - 2003.
Riferimento: GU C 220 del 17.09.2002
Obiettivo: favorire le manifestazioni e le azioni che contribuiscono al ravvicinamento dei popoli europei e al rafforzamento
della coscienza europea.
I moduli per gli scambi fra cittadini e quello per le conferenze e i seminari possono essere richiesti al servizio
gemellaggio di città oppure scaricati all'indirizzo:
http://europa.eu.int/comm/dgs/education_culture/towntwin/index.it.html
Le domande vanno inviate a: Commissione europea, DG Istruzione e cultura, Servizio Gemellaggi di città, VM-2 4/35, B1049 Bruxelles. Per qualsiasi domanda rivolgersi a:
[email protected] oppure [email protected]
Tel 32 2 2952685, fax 32 2 2962389.
ONG
15.11.2002
Invito a presentare proposte. Sostegno ai progetti europei di iniziative svolte da organizzazioni non governative per il
2003
Riferimento: GU C 220 del 17.09.2002
Sono previste azioni quali dibattiti, conferenze, seminari, manifestazioni, creazione di reti di ONG, pubblicazioni, prodotti
informatici, trasmissioni radiotelevisive e azioni innovative che possano contribuire ad alimentare il dibattito su:
governance e futuro dell'Unione, cittadinanza europea, modello sociale europeo, prospettiva dell'allargamento.
Le domande vanno inviate a: Commissione europea, DG Istruzione e cultura, Unità Partenariato con la società civile, VM2 4/35, B-1049 Bruxelles.
E-mail: [email protected]
Indirizzo Internet: http://europa.eu.int/comm/education/ong.html
ASSOCIAZIONI E FEDERAZIONI
15.11.2002
Invito a presentare proposte. Sostegno ai progetti di dibattito e riflessione organizzati da associazioni e federazione di
interesse europeo
Riferimento: GU C 220 del 17.09.2002
Sono previste azioni quali incontri di riflessione, conferenze, seminari, pubblicazioni, prodotti informatici, trasmissioni
radiotelevisive e azioni innovative che possano contribuire ad alimentare il dibattito su: ivalori e le fonti etiche e spirituali
della costruzione europea, governance e futuro dell'Unione, cittadinanza europea, la diversità culturale nella prospettiva
dell'allargamento.
Le domande vanno inviate a: Commissione europea, DG Istruzione e cultura, Unità Partenariato con la società civile, VM2 4/35, B-1049 Bruxelles.
E-mail: [email protected]
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (9 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
Indirizzo Internet: http://europa.eu.int/comm/education/associations.html
PHARE
28.12.2002
Invito a presentare proposte per il programma Phare HU010402 Affrontare il gap di genere nel mercato del lavoro,
lanciato dall'Unità centrale per i finanziamenti e gli appalti dell'Ufficio statale per il bilancio, per conto del ministero del
Lavoro ungherese
Riferimento: GU C 232 del 28.09.2002
Tipo di attività: sviluppare e proporre una serie complessa di servizi per favorire la reintegrazione nel mercato del lavoro
del gruppo destinatario, attualmente inattivo, costituito da donne in congedo di maternità o donne senza occuopazione e
di età superiore ai 40 anni. Si tratta di un programma pilota destinato all'Ungheria, quindi tutte le attività connesse al
gruppo destinatario devono essere realizzate in Ungheria. Possono presentare domanda persone giuridiche non
pubbliche senza fini di lucro; l'organizzazione candidata principale deve essere registrata in Ungheria, mentre i partner
possono essere organizzazioni con sede nell'UE o nei paesi Phare, Cipro, Malta, Turchia.
Per ricevere ulteriori informazioni ed ottenere la documentazione, consultare il sito del ministero del Tesoro ungherese in
qualità di amministrazione aggiudicatrice: www.cfcu.hu
PAESI ACP/Manifestazioni culturali
14.11.2002
Invito a presentare proposte. Programma di sostegno alle manifestazioni culturali ACP nell'Unione europea lanciato il
Fondo europeo di sviluppo
Riferimento: GU C 232 del 28.09.2002
Obiettivo è finanziare la presentazione di artisti, autori e opere dei paesi ACP negli Stati membri dell'UE. I candidati
devono essere enti senza fini di lucro, appartenere alla categoria di organizzatore europeo di manifestazioni culturali,
avere sede nell'UE, essere responsabili della preparazione e della gestione del progetto.
Per ricevere ulteriori informazioni ed ottenere la documentazione necessaria, consultare il sito: http://europa.eu.int/comm/
europeaid/tender/index_en.htm
Torna al sommario
BANDI E GARE APERTI
DIRITTI FONDAMENTALI
15.10.2002
Invito a presentare proposte. Azioni in materia di diritti fondamentali
Riferimento: GU C 218 del 14.09.2002
Obiettivo del presente invito a presentare proposte è quello di elaborare strumenti d'informazione sui diritti fondamentali,
che permettano a qualsiasi persona interessata di accedere alle informazioni utili per tutelare i propri diritti fondamentali.
Per ricevere ulteriori informazioni ed ottenere la documentazione basta inviare un fax all'attenzione di Alain Brun al
numero 32-2 2967623 o inviare una e-mail all'indirizzo
[email protected]
Indirizzo al quale inviare la documentazione: Commissione europea, Direzione generale Giustizia e affari interni, Unità
A5: Cittadinanza, Carta dei diritti fondamentali, razzismo e xenofobia, programma Daphne, LX 46 5/117, B-1049
Bruxelles.
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (10 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
COOPERAZIONE CULTURALE
11.10.2002
B-Bruxelles: Realizzazione di uno studio relativo alla cooperazione culturale in Europa in vari settori artistici e culturali
Riferimento: GU S 171 del 04.09.2002
Al fine di elaborare un piano triennale di cooperazione culturale destinato ad agevolare l'elaborazione di azioni comuni e
concertate fra i paesi dell'Europa nel settore della cultura, la Commissione ha bisogno di conoscere lo stato attuale della
cooperazione culturale a livello istituzionale in Europa, nonché le rispettive tendenze nei settori delle arti plastiche,
musica, arti vive, libri e lettura, patrimonio culturale. Gli offerenti dovranno dimostrare la loro conoscenza del settore
culturale e della politica culturale nei paesi interessati dallo studio e la loro esperienza nella realizzazione di studi simili.
Per ricevere ulteriori informazioni ed ottenere la documentazione (fino al 17.09.2002): Commissione europea,
all'attenzione di Sylvain Pasqua, rue de la Loi 200, B-1049 Bruxelles. Tel. 32-2 2962511,2998645,2993478; fax 32-2
2999283.
E-mail: [email protected]
Indirizzo al quale inviare la documentazione: Commissione europea, all'attenzione di Antonios Kosmopoulos, rue de la
Loi 200, B/100, 6/07, B-1049 Bruxelles. Tel 32-2 2999335, 2998645; fax 32-2 2999283;
e-mail: [email protected]
DOMINIO .eu
25.10.2002
Invito a presentare interesse per la selezione del registro del dominio di primo livello .eu (TDL .eu)
Riferimento GU C del 03.09.2002
In base al regolamento adottato il 22.04.2002, relativo alla messa in opera del dominio di primo livello .eu, si prevede che
la Commissione designi un registro del dominio di primo livello (Top Level Domain - TLD) incaricato dell'organizzazione,
dell'amministrazione e della gestione del TDL .eu. Il presente invito a manifestare interesse si propone di sollecitare
candidature da parte di organizzazioni che desiderino proporsi per la procedura di selezione del registro. Le proposte
vanno inviate a: Commissione europea, Direzione generale per la Società dell'Informazione, all'attenzione di George
Papapavlou, Unità A4 Servizi collegati ad internet, BU 33 05/09, B-1049 Bruxelles. Per ulteriori informazioni:
http://europa.eu.int/information_society/topics/telecoms/internet/eu_domain/index_en.htm
Contatti:
[email protected], tel. 32-2 2954990
[email protected], tel. 32-2 2965635
[email protected], tel. 32-2 2990280
DISABILI/LAVORO
03.12.2002
Invito a presentare proposte per attività di promozione dell'inserimento di persone con disabilità nel mercato del lavoro,
pubblicato dall'Agenzia nazionale per lo sviluppo regionale in rappresentanza della Commissione del ministero della
Famiglia e degli affari sociali (ente che subentra all'Agenzia)
Riferimento GU C del 03.09.2002
I settori di attività sono: sviluppo della formazione professionale, programmi di ergoterapia, sviluppo di servizi,
occupazione. L'area geografica interessata dal presente programma pilota ingloba tre regioni dell'Ungheria. I candidati
devono essere persone giuridiche non a scopo di lucro (organizzazioni no-profit) enti pubblici, amministrazioni locali, enti
non pubblici (vale a dire organizzazioni sociali, fondazioni, istituti o enti religiosi). Tali organizzazioni devono essere
registrate in Ungheria o nell'Unione europea ed essere attive nelle tre regioni beneficiarie. I partner del progetto possono
essere organizzazioni aventi sede nelle regioni destinatarie del progetto, i paesi Phare o gli Stati membri dell'UE.
Informazioni dettagliate sono contenute nelle Linee guida per i candidati, disponibili sul sito: http://europa.eu.int/comm/
europeaid/index_en.htm e sul sito dell'Autorità nazionale ungherese per lo sviluppo regionale: www.phare-reg.hu
ISTRUZIONE
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (11 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
Invito a presentare domanda di candidatura n. EAC/60/02 per la costituzione di un elenco di esperti per valutare le
proposte ricevute in relazione al programma di azione comunitaria SOCRATES ed altre azioni comunitarie in materia
d'istruzione
Riferimento GU C del 05.09.2002
La Commissione invita a presentare candidature per costituire un elenco di esperti per valutare le proposte ricevute in
risposta sia all'evento generale annuale che agli inviti specifici a presentare proposte pubblicati nell'ambito del
programma Socrates. L'elenco di esperti potrà essere utilizzato per altre azioni comunitarie in materia d'istruzione. Per
informazioni sul programma Socrates e per scaricare l'atto di candidatura e il modulo di curriculum vitae, consulatre il sito
http://europa.eu.int/comm/education/socrates.html
Le candidature vanno inviate a: Commissione europea, DG EAC A.4, Segretariato dell'Unità, rue Belliard 7, B-1000
Bruxelles.
GALILEO
Rettifica dell'appello a manifestazione di interesse destinato alle imprese per partecipare alla giornata Galileo
organizzata dalla DG TREN a Bruxelles all'inizio del mese di ottobre 2003
Rettica della data (apparsa su GU C 173 del 19. 07.2002): la giornata si svolgerà agli inizi di gennaio 2003. La
Commissione europea organizza una giornata d'informazione per le imprese desiderose di partecipare al programma
Galileo di radionavigazione satellitare. Le imprese interessate devono contattare la Commissione per e-mail [email protected]cec.eu.int oppure per posta: Commissione europea, DG Energia e trasporti, unità TREN.E. 4, ufficio DM 28
1/32, B-1049 Bruxelles. Per ulteriori informazioni sul programma Galileo, consultare il sito: http://europa.eu.int/comm/
energy_transport/en/gal_en.html
AMBIENTE/LIFE
15.10.2002
Modalità di presentazione delle proposte relative al programma finanziario europeo LIFE - AMBIENTE per l'annualità
2003
Riferimento: Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana, Serie generale n.191 del 16.08.2002
Relativo all'invito della Commissione europea a presentare proposte per i programmi Life - Ambiente e Life - Paesi terzi,
pubblicato sulla GU C 172 del 18.07.2002. Le proposte di finanziamento relative al programma comunitario Life Ambiente per l'annualità 2003 vanno presentate a: Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio, Dipartimento per lo
sviluppo sostenibile e per le politiche del personale, Direzione per la protezione internazionale dell'ambiente, Via
Capitano Bavastro 174, 00154 Roma. L'opuscolo informativo, edito dalla Commissione europea, con le istruzioni per la
compilazione delle proposte è disponibile sul sito
www.europa.eu.int/comm/life/envir/infopk/index-en.htm
Ulteriori informazioni sul sito del Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio:
www.minambiente.it
CULTURA e AUDIOVISIVO
07.10.2002
Invito a presentare proposte per il programma intitolato ``Sensibilizzazione nel settore dello sviluppo''. Progetti audiovisivi
per la televisione pubblicato dalla Commissione delle Comunita' europee. Linea di bilancio B7-610
Riferimento: GU C 162 del 6.07.2002.
Il programma si propone di finanziare prodotti audiovisivi, con i quali contribuire ad una sensibilizzazione dell'opinione
pubblica in merito ai problemi dei paesi in via di sviluppo e alla necessità di una cooperazione Nord-Sud.
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (12 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
Per ulteriori informazioni, consultare le ``Linee guida ad uso dei richiedenti'' disponibili sul sito Internet di EuropeAid:
http://europa.eu.int/comm/europeaid/tender/index_en.htm.
Tutti i quesiti in merito al presente invito vanno inviati per posta elettronica al seguente indirizzo: [email protected]
eu.int
15.10.2002
Attuazione del programma di sostegno allo sviluppo, alla distribuzione e alla promozione di opere audiovisive europee.
Invito a presentare proposte 31/02. Sostegno alla trasmissione televisiva di opere audiovisive europee
Riferimento: GU C 162 del 6.7.2002.
L'invito è rivolto alle società indipendenti di produzione televisiva europea.
Per informazioni e per la presentazione delle proposte rivolgersi alla Commissione europea, Sig. Jacques Delmoly, capo
unità, DG EAC/C3, B 100 4/20, B-1049 Bruxelles; fax +32-2 2999214.
Invito a manifestare il proprio interesse per appalti di servizi audiovisivi
Il Parlamento europeo desidera stilare un elenco di imprese specializzate nella produzione di programmi audiovisivi
relativi alle attività del Parlamento su supporto video, CD-ROM, CD o DVD.
Riferimento: GU S 214 del 8.11.2000.
Per informazioni: Parlamento europeo, direzione generale dell'informazione e delle relazioni pubbliche, divisione
audiovisivi, Plateau de Kirchberg, L-2929 Lussemburgo, tel. +352 430022582; fax +352 439196.
PROGRAMMA CULTURA 2000
15.10.2002 - 31.10.2002
CULTURA 2000. invito a presentare proposte per il 2003
Riferimento: GU C 148 del 21.06.2002
Per i progetti annuali la scadenza è il 15 ottobre, per i progetti pluriennali il 31 ottobre. L'invito a presentare le
candidature e i modelli di candidatura si trovano sul sito: http://europa.eu.int/comm/culture/index_en.html
SVILUPPO LOCALE/Formazione permanente
15.10.2002
Invito a presentare proposte. reti europee per promuovere la dimensione locale e regionale della formazione permanente
(iniziativa R3L)
Riferimento: GU C 174 del 20.07.2002.
I moduli di candidatura ufficiale sono disponibili all'indirizzo Internet
http://europa.eu.int/comm/education/life/call_en.html
Le proposte devono essere inviate all'indirizzo: Call for proposals - Learning Regions, Commissione europea, DG
Educazione e Cultura, unità A1 - Lifelong Learning Policy Development, A.Smith/S.Somville, B7 - 07/6, B-1049
Bruxelles.
PROGRAMMA SOCRATES
01.11.2002
Programma d'azione comunitaria in materia d'istruzione Socrates. Invito generale a presentare proposte 2003
(EAC/30/02)
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (13 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
Riferimento: GU C 160 del 4.07.2002.
Il programma promuove la cooperazione nel quadro delle azioni COMENIUS (Insegnamento scolastico), ERASMUS
(Insegnamento superiore), GRUNDTVIG (Educazione degli adulti e altri percorsi educativi) e LINGUA (Insegnamento e
apprendimento delle lingue europee), MINERVA (Insegnamento aperto e a distanza, tecnologie dell'informazione e della
comunicazione nel settore dell'istruzione), OSSERVAZIONE E INNOVAZIONE, AZIONI CONGIUNTE (con altri
programmi europei), MISURE DI ACCOMPAGNAMENTO. Si precisa che le scadenze delle singole azioni si
differenziano a seconda delle attività previste.
Per informazioni rivolgersi alle agenzie nazionali per il programma; all'indirizzo Internet di Socrates: http://europa.eu.int/
comm/education/socrates.html o all'Ufficio di assistenza tecnica (UAT) Socrates, Leonardo e Gioventù, rue de Trèves/
Trierstraat 59-61, B-1000 Bruxelles, tel. +32-2 2330111, fax +32-2 2330150,
e-mail: [email protected]
31.12.2002
Programma Socrates - azione lingua 1
Invito a manifestare interesse per potenziali candidati nell'ambito del programma Socrates- azione Lingua 1. Tale azione
riguarda il sostegno finanziario alle partnership transnazionali che organizzano progetti nei seguenti settori:
sensibilizzazione dei cittadini sui vantaggi dell'apprendimento delle lingue lungo tutto l'arco della vita, informazione sulle
opportunità di tale studio e incoraggiamento dei cittadini ad intraprenderlo; miglioramento dell'accesso ai mezzi per lo
studio delle lingue e aumento del sostegno offerto a chi impara le lingue; promozione dell'informazione sulle tecniche
innovative e sulle buone prassi dell'insegnamento delle lingue in Europa. Riferimento: GU C 159 dell'8.6.2000. Per
informazioni, consultare il sito Internet:
http://europa.eu.int/comm/dgs/education_culture/index_it.htm
CONGIUNTURE ECONOMICHE
15.10.2002
Invito a presentare proposte. Programma delle inchieste di congiuntura comuni e armonizzate nell'Unione europea
Riferimento GU C 188 del 08.08.2002
La Commissione europea lancia un invito a presentare proposte in vista dell'eventuale realizzazione di azioni nell'ambito
del programma delle inchieste di congiuntura comuni e armonizzate nell'Unione europea. L'obiettivo del programma è la
raccolta dei dati economici allo scopo di confrontare i cicli congiunturali degli Stati membri in vista della gestione
dell'Unione economica e monetaria. Gli istituti o organismi interessati possono scaricare la documentazione per la
presentazione delle proposte dal sito:
http://europa.eu.int/comm/economy_finance/tenders/call0208_2_en.htm
Le proposte devono pervenire a: Commissione europea, Direzione generale Affari economici e finanziari, unità ECFIN A3, Capo unità, Invito a presentare offerte, Call for proposals, BU1-3/145, B-1049 Bruxelles.
SALUTE
31.12.2002
Programma di azione comunitaria sulla prevenzione dell'AIDS e di talune altre malattie trasmissibili
Proroga del programma d'azione sulla prevenzione dell'AIDS e di talune altre malattie trasmissibili avente in origine
scadenza a fine 2000. Riferimento: GU C 333 del 24.11.2000. Per informazioni: Commissione europea, direzione
generale `'Protezione della sanità e tutela dei consumatori'', direzione Sanità pubblica, programma AIDS ad altre malattie
trasmissibili - G/4, edificio Euroforum, zone d'activité `'la cloche d'or'', Rue Robert Stumper, L-Luxembourg (Gasperich),
fax +352 430134511.
31.12.2002
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (14 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
Programma di azione comunitaria sulla prevenzione del cancro
Proroga del programma d'azione sulla prevenzione del cancro avente in origine scadenza a fine 2000.
Riferimento: GU C 333 del 24.11.2000. Per informazioni: Commissione europea, direzione generale `'Protezione della
sanità e tutela dei consumatori'', direzione Sanità pubblica, programma `'Europa contro il cancro'' - G/2, edificio
Euroforum, zone d'activité `'la cloche d'or'', Rue Robert Stumper, L-Luxembourg (Gasperich), fax +352 430134511.
31.12.2002
Programma di azione comunitaria sulla prevenzione della tossicodipendenza
Proroga del programma d'azione sulla prevenzione della tossicodipendenza avente in origine scadenza a fine 2000.
Riferimento: GU C 333 del 24.11.2000.
Per informazioni: Commissione europea, direzione generale `'Protezione della sanità e tutela dei consumatori'', direzione
Sanità pubblica, programma `'Prevenzione della tossicodipendenza'' - G/2, edificio Euroforum, zone d'activité `'la cloche
d'or'', Rue Robert Stumper, L-Luxembourg (Gasperich), fax +352 430134511
SICUREZZA ALIMENTARE
30.10.2002
Invito a presentare proposte per progetti nel quadro del programma di sicurezza alimentare in Cisgiordania e nella
Striscia di Gaza
Riferimento GU C 182 del 31.07.2002
I progetti saranno intesi a migliorare le condizioni di sicurezza alimentare dei gruppi palestinesi più svantaggiati residenti
nei territori. Informazioni e domande di candidatura all'indirizzo e-mail: [email protected] oppure sul sito
Internet:
http://europa.eu.int/comm/europeaid/index_en.htm
DEMOCRAZIA & DIRITTI dell'UOMO
05.11.2002 Invito a presentare proposte nel quadro dell'iniziativa europea per la democrazia e i diritti dell'uomo sostegno della Commissione europea alla democratizzazione, al buon governo e allo stato di diritto
Riferimento GU C 188 del 08.08.2002
L'iniziativa europea per la democrazia e i diritti dell'uomo ha lo scopo di promuovere i diritti dell'uomo, la democrazia e la
prevenzione dei conflitti nei paesi terzi fornendo sostegno finanziario ad attività intese a favorire il conseguimento di tali
obiettivi. Il candidato deve essere un ente senza scopo di lucro, una ONG o un istituto di studio superiore. Informazioni
sul presente invito alla pagina Internet:
http://europa.eu.int/comm/europeaid/index_it.htm. Per qualsiasi domanda scrivere a:
[email protected]
PROGRAMMA LEONARDO
30.11.2002
Proroga dell'invito a presentare candidature in vista della costituzione di elenchi di esperti per la valutazione delle
proposte ricevute nel contesto del programma d'azione comunitaria in materia di formazione professionale Leonardo da
Vinci
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (15 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
Riferimenti GU C 205 del 29.08.2002
L'invito a presentare candidature, in vista della costituzione di elenchi di esperti per la valutazione delle proposte ricevute
nel contesto del programma d'azione comunitaria in materia di formazione professionale Leonardo da Vinci, non scade
più il 30 agosto: il termine è stato prorogato. Per ulteriori informazioni:
http://europa.eu.int/comm/education/leonardo/leonardo2_en.html
PROGRAMMA MEDIA PLUS
15.01.2003
MEDIA PLUS - Sviluppo, distribuzione e promozione (2001-2005). attuazione di un programma di sostegno allo sviluppo,
alla distribuzione e alla promozione delle opere audiovisive europee
Riferimento: GU C 170 del 16.07.2002 Gli organismi o gli operatori che desiderino rispondere al presente invito e
ricevere il documento ``Linee direttrici per presentare una proposta al fine di ottenere un contributo finanziario nel quadro
delle azioni promozione'' devono inviare la loro domanda a: Jacques Delmoly, Commissione europea, B 100 4/20, B1049 Bruxelles. Fax +32-2 2999214. I termini per la presentazione delle proposte sono: 4 settembre 2002 per le azioni
organizzate tra il 1° gennaio ed il 31 maggio 2003; 15 gennaio 2003, per le azioni organizzate tra il 1° giugno e il 31
dicembre 2003.
ENERGIA
15.10.2002
Invito a presentare proposte per lo strumento CE-ASEAN per l'energia pubblicato dal Centro Asean per l'energia (Asean
Centre for Energy-ACE)
Riferimento: GU C del 5.07.2002. Il programma si propone lo sviluppo del settore energetico negli Stati membri dell'UE e
nei paesi ASEAN. Per ulteriori informazioni, consultare le ``Linee guida per i candidati'' disponibili sul sito Internet di
EuropeAid all'indirizzohttp://europa.eu.int/comm/europeaid/index_en.htm e sul sito Internet dell'ACE: http://www.
aseanenergy.org/EAEF . Tutti i quesiti in merito al presente invito vanno inviati per posta elettronica al seguente indirizzo:
[email protected] La Commissione/ACE provvederà a pubblicare i quesiti posti con maggiore frequenza e le relative
risposte sul sito Internet succitato.
31.12.2002
Invito a presentare proposte per ottenere sovvenzioni nel settore dell'energia e dei trasporti per il periodo 2001-2002
Riferimento: GU C 202 del 18.7.2001. Per informazioni, consultare il sito Internet: http://europa.eu.int/comm/dgs/
energy_transport/index_it.html
QUINTO PROGRAMMA QUADRO
16.10.2002
Quinto Programma Quadro. Invito a presentare proposte per azioni di RST nell'ambito del programma specifico di
ricerca, di sviluppo tecnologico e di dimostrazione in materia di "Confermare il ruolo internazionale della ricerca
comunitaria'' (1998-2002) - INCO A 5
Invito a presentare proposte per azioni di RST nell'ambito del programma specifico di ricerca, di sviluppo tecnologico e di
dimostrazione in materia di "Confermare il ruolo internazionale della ricerca comunitaria'', per quanto riguarda le parti del
programma di lavoro "INCO A5 - Paesi ad economia emergente e paesi industrializzati (Misure di accompagnamento).
Riferimento: GU C 224 del 6.8.99 e GU C 241 del 26.8.1999. Per informazioni: Commissione europea, DG XII-E-2, Rue
de la Loi/Wetstraat 200, B-1049 Bruxelles, fax +32 2 2969824;
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (16 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
e-mail [email protected] sito Internet www.cordis.lu/fp5
PROGRAMMA ASIA LINK
24.10.2002 Invito a presentare proposte per il programma Asia Link pubblicato dalla Commissione europea
Riferimento: GU C 46 del 20.02.2002
Per informazioni dettagliate sul presente invito, consultare i siti:
http://europa.eu.int/comm/europaid/tender/index_en.htm
http://europa.eu.int/comm/europaid/projects/asia-link/index_en.htm
COOPERAZIONE/Paesi in via di sviluppo
28.10.2002
Invito a presentare proposte per il cofinanziamento, nel 2002 e nel 2003, di azioni di cooperazione decentrata nei paesi
in via di sviluppo (PVS), pubblicato dalla Commissione europea
Riferimento: GU C del 11.07.2002. Il programma si propone di realizzare azioni di cooperazione decentrata in uno o più
dei paesi in via di sviluppo di cui all'elenco stabilito dal CAS (Comitato per gli aiuti allo sviluppo), consultabile al seguente
sito Internet http://www.oecd.org/htm/M00024000/M00024666.htm.
Per ulteriori informazioni, consultare le "Linee guida ad uso dei richiedenti'' disponibili sul sito di EuropeAid all'indirizzo
http://europa.eu.int/comm/europeaid/tender/index_en.htm
Tutti i quesiti in merito al presente invito vanno inviati per posta elettronica al seguente indirizzo: [email protected]
int
La Commissione provvederà a pubblicare i quesiti posti con maggiore frequenza e le relative risposte sul sito Internet
succitato.
COOPERAZIONE/Paesi terzi
Programma ALURE
Invito a presentare candidature per il programma ALURE di cooperazione tra Unione europea e America latina nel
campo dell'energia. Le proposte devono essere presentate da gruppi di almeno 2 operatori del settore energetico di due
Stati membri e da almeno un operatore latino-americano. I termini per la presentazione delle proposte sono diversi a
seconda del tipo di azione. Le domande si ricevono nel corso di tutto l'anno.
Riferimento: GU C 23 del 27.1.2000. Per informazioni: ALURE-Cellula di sostegno, Rue Franklin 126, B-1000 Bruxelles;
e-mail [email protected] Internet www.alure.net
Invito a presentare candidature di esperti assunti singolarmente per lavori di assistenza tecnica a favore dei paesi terzi
nel quadro della cooperazione esterna
La Commissione ricerca esperti disposte ad effettuare missioni (di durata variabile tra 12 mesi e 6 anni) di assistenza
tecnica nei rispettivi settori di specializzazione. Le missioni si compiranno in paesi terzi, presso amministrazioni nazionali
o organismi pubblici o semipubblici dei paesi beneficiari della cooperazione comunitaria o presso le delegazioni della
Commissione europea. Le candidature possono essere presentate in qualsiasi momento.
Riferimento: GU C 274 del 26.9.2000. Per informazioni, consultare il sito Internet: http://europa.eu.int/comm/scr/experts/
index_fr.htm
PROGRAMMA TACIS
31.10.2002
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (17 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
Invito a presentare proposte per seminari/conferenze TACIS nel 2002
Riferimento: GU C 152 del 26.06.2002. Per ulteriori informazioni, consultare le "Linee guida per i candidati'' disponibili sul
sito Internet di EuropeAid all'indirizzo http://europa.eu.int/comm/europeaid/index_en.htm. Tutti i quesiti in merito al
presente invito vanno inviati per posta elettronica a [email protected] oppure a [email protected]
La Commissione provvederà a pubblicare i quesiti posti con maggiore frequenza e le relative risposte sul sito Internet
succitato.
SOCIETÀ DELL'INFORMAZIONE
31.10.2002 Invito a presentare proposte @LIS per l'attuazione di progetti dimostrativi nel settore della società
dell'informazione pubblicato da Europeaid
Riferimento: GU C 55del 0203.2002 La guida dei candidati è disponibile sul sito Internet: http://europa.eu.int/comm/
europeaid/tender/index_en.htm
e-mail: [email protected] oppure: Commissione europea, Ufficio per la cooperazione EuropeAid, Unità E2, J-
54 4/75, Rue de Genève 1, B-1049 Bruxelles.
16.11.2002
Programma E-CONTENT. Invito a presentare proposte di azioni indirette nell'ambito del programma inteso ad
incentivare lo sviluppo dei contenuti digitali europei nelle reti globali e a promuovere la diversità linguistica nella società
dell'informazione (2001-2005)
Riferimento: GU C 85 del 15.3.2001. Per informazioni: Commissione europea, direzione generale Società
dell'informazione, eContent, Edificio Jean Monnet, Ufficio EUFO 1179, Rue Alcide de Gasperi, L-2920 Lussemburgo, email [email protected] Fax: +352 430134959, sito www.cordis.lu/econtent
FONDO SOCIALE EUROPEO
31.01.2003 Invito a presentare proposte VP/2001/017 relativo a misure innovative ai sensi dell'articolo 6 del regolamento
del Fondo sociale europeo ''Strategie locali per l'occupazione e l'innovazione''
Riferimento: GU C 306 del 31.10.2001.
La guida del candidato, i moduli di candidatura e altri allegati possono essere scaricati dal sito: http://forum.europa.int/
Public/irc/empl/vp_2001_017/library. I documenti possono essere consultati anche sul seguente sito web della DG
"Occupazione ed Affari Sociali", tenendo però presente che il formato PDF non è adatto alla compilazione dei moduli:
http://europa.eu.int/comm/dgs/employment_social/tender_en.htm (in inglese).
Per informazioni ulteriori: Commissione europea, e-mail: [email protected]
tel. +32-2 2956643 oppure 2954380; fax +32-2 2965989
PROGRAMMA DAPHNE
15.02.2003
Programma Daphne
Invito a manifestare interesse per l'inclusione in un elenco di potenziali contraenti nel settore del programma DAPHNE
(lotta contro la violenza nei confronti dei bambini, dei giovani e delle donne), che possano fornire alla Commissione
servizi relativi all'esame tecnico delle proposte di progetti, all'esame ex post dei progetti finanziati, alla supervisione dei
progetti in corso, all'apporto di competenze allo sviluppo del programma. Riferimento: GU S 40 del 26.2.2000.
PAESI TERZI/Accesso al Mercato
09.03.2003
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (18 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
Invito a manifestare interesse nell'ambito del programma di azione pluriennale denominato Accesso al mercato dei paesi
non comunitari
Le candidature verranno inserite in un apposito elenco di potenziali contraenti. Riferimento: GU S 48 del 9.3.2001. Per
informazioni: Commissione europea, direzione generale Commercio, Direzione E, att. sig. Weizenbach, CHAR 07/224,
rue de la Loi 200, 1049 Bruxelles, tel. +32-2 2994953, fax +32-2 2990207, e-mail [email protected]
PAESI TERZI/Immigrazione
06.04.2004
Azioni preparatorie relative alla cooperazione con i paesi terzi in materia di immigrazione
Riferimento: GU S 68 del 6.4.2001. Per informazioni: Comunità europea, DG Giustizia e Affari interni, Jean Louis De
Brouwer, Rue de la Loi 200, Bruxelles, tel. +32-2 953567, fax +32-2 2958401, e-mail: [email protected]
POLITICA COMMERCIALE
09.03.2003
Studi su questioni di politica commerciale in settori specifici e organizzazione di seminari o dibattiti
Le candidature verranno inserite in un apposito elenco di potenziali contraenti. Riferimento: GU S 48 del 9.3.2001. Per
informazioni: Commissione europea, direzione generale Commercio, Direzione E, att. sig. Weizenbach, CHAR 07/224,
rue de la Loi 200, 1049 Bruxelles, tel. +32-2 2994953, fax +32-2 2990207, e-mail [email protected]
POLITICA della CONCORRENZA
31.01.2003 Tecnologie dell'informazione, diritti di proprietà intellettuale e della politica in materia di concorrenza
Invito a manifestare interesse da parte di esperti nei settori delle tecnologie dell'informazione, dei diritti di proprietà
intellettuale e della politica in materia di concorrenza, per l'inclusione in un elenco di potenziali contraenti che saranno
successivamente inviati dalla Commissione a presentare offerta per servizi specifici che DG Concorrenza dovrà definire
nei propri settori di competenza. Riferimento: GU S 42 dell'1.3.2000 errata corrige in GU S 55 del 18.3.2000.
01.07.2004
Invito a manifestare interesse per servizi di esperti nel campo dei mezzi di comunicazione, internet e dei diritti di
proprietà intellettuale per questioni relative alla politica di concorrenza
L'obiettivo dell'invito riguarda la compilazione di un elenco di potenziali contraenti che saranno invitati a presentare
offerte per compiti specifici. Riferimento: GU S110 del 12.6.2001. Per informazioni: Commissione europea, DG
Concorrenza, sig. Nuijten, J70/2/110, rue de la Loi 200, B-1049 Bruxelles.
Tel. +32-2 2968943, fax +32-2 2969804, e-mail [email protected]
POLITICA ECONOMICA, FINANZIARIA e MONETARIA
01.04.2005
Invito a manifestare interesse per effettuare in futuro studi, ricerche, inchieste, valutazione di programmi e attività di
comunicazione riguardanti la politica economica, monetaria e finanziaria, o determinati suoi aspetti, e le conseguenze
che ne derivano
Riferimento GU S del 05.04.2002
Referente: Commissione europea, DG ECFIN Affari economici e finanziari, unità 02 (BU1 3/13), B-1049 Bruxelles. Invito
e modulo di candidatura
http://europa.eu.int/comm/economy_finance/tenders/call0203_en.htm
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (19 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
RIFUGIATI
Azioni comunitarie del Fondo europeo per i rifugiati
Invito a manifestare interesse per le azioni comunitarie del Fondo europeo per i rifugiati (FER). Le persone interessate
ad essere incluse in un elenco di potenziali contraenti sono invitate a presentare candidature conformemente al
documento consultabile sul sito http://europa.eu.int/comm/justice/_home/jai/prog_en.htm. Riferimento: GU S 248 del
28.12.2000. Per informazioni: Commissione europea, DG Giustizia e affari interni, unità A2, Rue de la Loi 200, B-1049
Bruxelles, att. sig. Jean Louis De Brouwer, tel. +32-2 2953567, fax +32-2 2958401, e-mail: [email protected]
ICT e COMMERCIO UE
Invito a manifestare il proprio interesse nel settore dell'informazione e della comunicazione al fine di promuovere la
politica del commercio dell'Unione europea
Le candidature presentate saranno inserite nella lista dei potenziali contraenti qualificati per supportare la politica
d'informazione. Riferimento: GU S 22 del 1.02.2001. Per informazioni: Commissione europea, direzione generale
Commercio, Unità A.1, E. Weizenbach, CHAR 07/224, Rue de la Loi 200, B-1049 Bruxelles, tel. +32-2 2994953, fax +322 2990207, e-mail [email protected]
PROPRIETÀ INTELLETTUALE
Invito a manifestare interesse nell'ambito del sostegno a favore della politica comunitaria del commercio estero nel
settore dei diritti di proprietà intellettuale
Le candidature saranno ammesse nell'elenco dei potenziali contraenti qualificati per il settore dell'agricoltura, della
biotecnologia, delle norme e certificazione delle nuove tecnologie. Riferimento: GU S22 del 1.02.2001. Per informazioni:
Commissione europea, direzione generale Commercio, Unità F4, E. Weizenbach, CHAR 07/224, Rue de la Loi 200, B1049 Bruxelles, tel. +32-2 2994953, fax +32-2 2990207,
e-mail [email protected]
SETTORE VALUTAZIONE
Invito a manifestare il proprio interesse nel settore della valutazione
La Commissione europea, direzione generale Bilancio, intende redigere una lista di esperti nel settore della valutazione
delle attività comunitarie. La lista resterà valida per un periodo di tre anni. Riferimento: GU S 203 del 21.10.2000. Per
informazioni: Commissione europea, DG BUDG-B/5, Rue de la Loi/Weetestraat 200, B-1049 Bruxelles, tel. +32-2
2951238;
fax +32-2 2953145. Il modulo può essere scaricato dal sito web:
http://europa.eu.int/comm/budget/evaluation/en/index.htm
VARIE AZIONI COMUNITARIE
31.12.2002 Programma di azione comunitaria sulla promozione della salute, l'informazione, l'istruzione e la formazione
Proroga del programma d'azione sulla promozione della salute, l'informazione, l'istruzione e la formazione avente in
origine scadenza a fine 2000. Riferimento: GU C 333 del 24.11.2000. Per informazioni: Commissione europea, direzione
generale `'Protezione della sanità e tutela dei consumatori'', direzione Sanità pubblica, programma `'promozione della
salute'' - G/3, edificio Euroforum, zone d'activité `'la cloche d'or'', Rue Robert Stumper, L-Luxembourg (Gasperich), fax
+352 430134511.
31.01.2003
Prestazioni di servizi nel settore dell'istruzione, della formazione professionale, della cultura, della politica dell'audiohttp://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (20 di 21)22/05/2006 20.09.29
Provincia di Torino - Notizie UE
visivo, dello sport, della cittadinanza e della gioventù
Invito alla manifestazione d'interesse riguardante prestazioni di servizi nel settore dell'istruzione, della formazione
professionale, della cultura, della politica dell'audiovisivo, dello sport, della cittadinanza e della gioventù. Le persone
fisiche o giuridiche che presenteranno la loro candidatura saranno iscritte in un elenco a sua volta suddiviso in sottoelenchi corrispondenti ai diversi settori sopra citati. Riferimento: GU C 210 del 22.7.2000. Per informazioni: Commissione
europea, DG Istruzione e cultura, Rue de la Loi/Wetstraat 200, B-1049 Bruxelles, tel. +32-2 2962120,
fax +32-2 2957295; sito http://europa.eu.int/comm/dgs/education_culture/index_fr.htm
Invito a presentare candidature per oratori esterni - gioventù, società civile, comunicazione - visite tirocini, partnership
con la società civile
Riferimento: GU C 145 del 17.5.2001. Per informazioni: Commissione europea, direzione generale Istruzione e Cultura,
Gioventù, Società civile, comunicazione, Rue de la Loi 200, B-1049 Bruxelles, tel. +32-2 2992318, fax +32-2 2994577.
Supplemento a PROVINCIA INFORMA
Anno XI - numero 9 - settembre 2002
Direttore responsabile: Enzo Carnazza
Direzione, Redazione e Amministrazione
Via Maria Vittoria, 12 - 10123 Torino
Redazione e realizzazione: CODEX scrl
Piazza Carlo Emanuele II, 19 - 10123 Torino
Tel. 011 8123312 - fax 011 8121844 E-mail [email protected]
Torna al sommario
Realizzazione a cura di:
CODEX scrl - Piazza Carlo Emanuele II, 19 - 10123 Torino
tel. 011 8123312 - fax 011 8121844 - E-mail: [email protected]
Torna all'homepage
http://www.provincia.torino.it/europa/notizie_ue/2002/boll_123.htm (21 di 21)22/05/2006 20.09.29
Scarica

scarica - Provincia di Torino