Cambiamenti climatici
cause ed effetti
Realizzato
da
Mo.C.I - Cosenza
L’atmosfera
Raggio di circa
6000 km
Spessore di
circa 60 km
L’effetto serra
Se non ci fosse l’atmosfera:
Temperatura media della Terra
-19 °C
Se l’atmosfera fosse in condizioni
statiche e a densità costante:
+35 °C
Ma l’atmosfera è dinamica (energia
solare + moto di rotazione e
rivoluzione della Terra):
+15 °C
I gas serra
I più importanti:
- il vapore acqueo (rappresenta circa
il 70% dell’effetto serra) importante
per i cicli giornalieri e stagionali (la
sua concentrazione varia rapidamente
in atmosfera)
- l’anidride carbonica e il metano
(rappresentano insieme il 25%
dell’effetto serra) che al contrario
rimangono molto più a lungo in
atmosfera e sono quindi importanti
per regolare i cicli stagionali e
decennali.
+ vapore acqueo: 1%-4% alla superficie
Meccanismi di retroazione
L’effetto serra regola i rapporti tra ciclicità e variabilità climatica
rendendo il sistema clima un sistema attivo autoregolante e
retroattivo
Esempi di retroazione (positiva  più caldo; negativa  più freddo):
• superficie terrestre più calda  più radiazione emessa (proporzione a T4)
• atmosfera più calda  più vapore nell’atmosfera  più effetto serra
• più nuvole in atmosfera  maggiore emissione di radiazione infrarossa verso
la superficie, maggiore riflessione verso lo spazio
• riduzione dei ghiacci  minore riflessione della luce solare
• riscaldamento degli oceani  diminuzione della capacità degli ecosistemi
oceanici di riassorbire il carbonio
• …
Un delicato equilibrio
Emissioni di gas serra
www.ipcc.ch
Emissioni di gas serra
Charles David Keeling
Emissioni di gas serra
Emissioni di gas serra
www.seed.slb.com rielaborato da dati NOAA
Effetto antropogenico
sul riscaldamento climatico
«la maggior parte
dell'incremento […] è molto
probabilmente da attribuire
all'incremento osservato
delle concentrazioni di gas
serra antropogenici»
IPCC FAR
Cambiamenti osservati
Cambiamenti osservati
Cambiamenti osservati
Cambiamenti previsti
Strumenti
Modelli di
circolazione
generale
Basati su sistemi di equazioni differenziali.
I più complessi accoppiano i processi sulla
terraferma e sugli oceani
Strumenti
Scenari di emissione di CO2
A1 – Mondo più integrato
Sottoscenari:
A1FI,A1B,A1T
B1 – mondo più integrato e
più attento all’ambiente
A2 – Mondo più diviso
B2 – Mondo più diviso, ma
più attento all’ambiente
Cambiamenti previsti
Nella migliore delle ipotesi, +1.8 °C
Cambiamenti previsti
Cambiamenti previsti
Scenario A1B, 2080-2099 vs. 1980-1999
Impatti previsti
Gli scettici del
riscaldamento globale
NASA Goddard Institute for Space Studies (GISS): "...gli incrementi
dell’attività solare non hanno la capacità di causare elevati incrementi
di temperatura a livello globale… I gas serra stanno giocando un ruolo
predominante"
http://www.giss.nasa.gov/research/news/19990408/
http://www.skepticalscience.com/solaractivity-sunspots-global-warming.htm
1. Livello di affidabilità dei Modelli di Circolazione Generale (non hanno
soluzioni analitiche chiuse, problemi di parametrizzazione, derive?)
2. Influenza della variazione dell’attività solare
Gli scettici del
riscaldamento globale
Influenza al
massimo del 25%
http://solar-center.stanford.edu/sun-on-earth/glob-warm.html
Gli scettici del
riscaldamento globale
3. Raggi cosmici (particelle di alta energia provenienti dallo spazio
esterno che normalmente raffreddano la superficie terrestre
contribuendo alla formazione delle nuvole)
Testing the proposed causal link between
cosmic rays and cloud cover
Sloan & Wolfendale
ENVIRONMENTAL RESEARCH LETTERS
3(2)
www.newscientist.com
Climate change: a guide
for the perplexed
www.skepticalscience.com
Gli scettici del
riscaldamento globale
4. Politicizzazione (?) dei documenti conclusivi dell’IPCC
5. Analisi della più lunga serie di dati di temperatura misurati (Central
England Temperature)
Principio di precauzione!
Un minimo di prudenza…
Comunicazione UE “Addressing the
challenge of water scarcity and
droughts in the European
Union”, 18 luglio 2007
• Almeno 20% di sprechi
dovuti ad inefficienza
• Perdite superiori al 50%
nelle reti irrigue
• Risparmio idrico
potenziale in UE: 40%
PIANIFICAZIONE
Strategie di adattamento
Mitigazione e adattamento
Cosa deve fare il singolo cittadino?
 Stili di vita più sobri, abbattere l’impronta ecologica, ma anche
contribuire a far crescere consapevolezza, stimolare la politica…
Informarsi!
Ad esempio, la zootecnia è responsabile del 18% delle emissioni globali di
gas serra derivanti da attività umane. Questa percentuale comprende il
metano e il biossido d'azoto provenienti dalle deiezioni (il letame esala il
65% degli ossidi di azoto, che ha un potenziale climalterante di 265
volte maggiore di quello della CO2), dalla digestione degli animali e dai
fertilizzanti minerali
Dossier FAO “La lunga ombra del bestiame”
Mitigazione e adattamento
Cosa devono fare gli Stati?
 Abbattere le emissioni di gas serra
 Abbattere le emissioni di gas serra
 Abbattere le emissioni di gas serra
 Abbattere le emissioni di gas serra
 Abbattere le emissioni di gas serra
 Abbattere le emissioni di gas serra
 Abbattere le emissioni di gas serra
 Abbattere le emissioni di gas serra
 Abbattere le emissioni di gas serra
 Abbattere le emissioni di gas serra
Scarica

moto di rotazione e rivoluzione della Terra