Umberto Saba - 1883 Trieste – 1957 Gorizia
Riferimenti storici:
Riferimenti culturali:
Prima guerra mondiale
Fascismo (leggi razziali)
Seconda guerra mondiale
Classici italiani: Petrarca Manzoni
Leopardi Pascoli Montale
Cultura triestina e mitteleuropea
Antinovencentismo
Altri riferimenti:
Vita
1883
1886
1893-1902
1903
1905-1906
1907-1908
1909
1910
1911
1912
1915-1918
1919
1929-1931
1932-1943
1943
1945
1946
1953
1954-1956
1957
il 9 marzo nasce a Trieste Umberto Poli, da Ugo, cattolico, e da Rachele Coen, ebrea
torna a vivere con la madre e la zia Regina
segue studi irregolari fino alle superiori; è poi costretto a lavorare
legge molto e scrive le prime poesie
vive a Pisa grave crisi depressiva
vive a Firenze difficili contatti con l’ambiente de La Voce
servizio militare a Salerno
rientra a Trieste, sposa Carolina Woelfer
nasce la figlia Linuccia
assume lo pseudonimo Saba ( dal nome della balia Peppa Sshebar; da una voce ebraica che significa nonno o pane)
vive un anno a Bologna in seguito ad una crisi coniugale con la moglie
partecipa alla prima guerra mondiale
ritorno a Trieste dove apre una libreria antiquaria
si sottopone ad una terapia psicoanalitica
vive in un crescente isolamento culturale ed umano, soprattutto in seguito alle leggi Razziali (soggiorno a Roma,
nascosto a casa di Ungaretti)
dopo l’8 settembre vive clandestino a Firenze (nascosto da Montale)
soggiorno a Roma
soggiorno a Milano
numerosi riconoscimenti culturali, tra cui: premio dall’Accademia dei Lincei; laurea honoris causa dell’Università di
Roma
soggiorno a Trieste, malattia della moglie Lina e sua morte
25 agosto, Saba muore in una clinica di Gorizia
Prof.ssa Grazia D’Auria - web: www.graziadauria.it - mailto: grazia.dauria@istruzione.it
Pag.
1
Umberto Saba - 1883 Trieste – 1957 Gorizia
Pensiero - Poetica
Pensiero
Forte desiderio di sincerità
poesia onesta
Ricerca di significati nascosti e segreti della realtà
la verità che giace al fondo
Conoscenza delle teorie psicanalitiche
riconoscimento delle pulsioni inconsce in funzione terapeutica
Inesauribile amore per la vita
Infanzia
momento centrale nella formazione dell’individuo
Percezione del dissidio interiore
la gioia e il dolore, elementi costruttivi e compresenti nell’esistenza umana
Poetica
Nesso strettissimo tra poesia e verità
Profonda riflessione sull’uomo e sulla vita
Vera essenza della realtà negli aspetti più bassi e quotidiani della vita
Adozione di un linguaggio apparentemente semplice dietro cui si nascondono i significati più profondi
Adozione metrica tradizionale della poesia italiana
Rifiuto delle sperimentazioni e innovazioni delle avanguardie (antinovecentismo)
Prof.ssa Grazia D’Auria - web: www.graziadauria.it - mailto: grazia.dauria@istruzione.it
Pag.
2
Umberto Saba - 1883 Trieste – 1957 Gorizia
Opere
Prose
Scorciatoie e Raccontini
165 aforismi (brevi massime che esprimono una norma di vita o una sentenza filosofica ; esprimono verità
assolute senza possibilità di replica
la scorciatoia è la via brevissima che congiunge il dato (fatti e comportamenti sotto gli occhi di tutti) al suo
significato (l’interpretazione data da Saba)
i raccontini sono delle scorciatoie ampliate
Scorciatoie
riflessioni su temi vari (cultura, politica, società)
volontà di smascherare pregiudizi e ipocrisie
Raccontini
brevi narrazioni di episodi autobiografici
profonda riflessione sull’esistenza umana
Modelli:
Nietzsche
rifiuto della morale tradizionale come insieme di convenzioni falsificanti
Freud
metodo della interpretazione analitica, fondato sul sospetto e sull’indagine
rifiuto delle razionalizzazioni
interesse per i particolari trascurati ed insignificanti
Ricordi-Racconti
raccolta di racconti giovanili
Gli ebrei: ambientati a Trieste ed autobiografici
Sette novelle o novelle del disamore, difficoltà nei rapporti familiari ed amorosi
Ernesto
romanzo di formazione
velatamente autobiografico, incompiuto
Tema dell’iniziazione sessuale di un adolescente e tema dell’omosessualità
Quello che resta da fare ai poeti
articolo contenente la poetica di Saba: “ai poeti resta da fare la poesia onesta”
Prof.ssa Grazia D’Auria - web: www.graziadauria.it - mailto: grazia.dauria@istruzione.it
Pag.
3
Umberto Saba - 1883 Trieste – 1957 Gorizia
Opere
Prose
Storia e cronistoria del Canzoniere (Saggio critico e chiave di lettura delle sue poesie)
Autobiografia critica
Scritto in terza persona per difendere la sua opera poetica e spiegarne i significati essenziali
Poesia onesta
rifiuto dell’invenzione
registrazione fedele della realtà nascosta e profonda di ogni essere
chiarezza vs bellezza (versi brutti ma veri vs versi belli ma falsi)
Modelli
Psicanalisi
Freud (principio del piacere)
Letterari
Petrarca
Leopardi
Manzoni
Pascoli
poesia come verità (Poesia dell’800)
poesia come espressione della crisi (Poesia del 900)
Poesia onesta vs
poesia come impegno e conoscenza
poeta-vate dispensatore di verità e superiore all’uomo comune (D’Annunzio)
Prof.ssa Grazia D’Auria - web: www.graziadauria.it - mailto: grazia.dauria@istruzione.it
Pag.
4
Umberto Saba - 1883 Trieste – 1957 Gorizia
Opere
Il Canzoniere
Autobiografia in versi, concepita fin dal 1913; in tre volumi: 1900-1920 (I volume), 1921-1932 (II volume), 1933-1954 (III volume) in ordine cronologico
(giovinezza, maturità, vecchiaia)
Continuo lavoro di revisione (sull’esempio del Canzoniere di Petrarca) e recupero della forma originaria, più brutta, ma più vera e chiara.
Opera unitaria che segue la coscienza critica del poeta
Poesia narrativa
romanzo non autobiografico ma autoanalisi ( Le vicende esistenziali narrate hanno valore paradigmatico)
Pascoli, (poesia che nomina) vs Mallarmé ( simbolismo e poesia pura)
Antinovecentismo
Rifiuto delle sperimentazioni
Molteplicità di temi
La città (Trieste)
La figura femminile (Lina)
l’infanzia
L’eros
Le pulsioni profonde dell’inconscio
I momenti di gioia e di dolore
Impostazione poetica
traduzione in forma lirica dei sentimenti che sostanziano la vita di tutti
ricerca di chiarezza e di comunicazione col lettore come elemento fondamentale della poesia di Saba
Stile e linguaggio
linguaggio tradizionale, lessico medio, generalmente vicino al parlato
Metro
versi e rime tradizionali, raramente inseriti in schemi fissi; sonetto e canzonetta, rivisitati nel solco della tradizione
rifiuto di figure retoriche quali la metafora e l’analogia
figure retoriche presenti: inversione, antitesi, ossimori
Prof.ssa Grazia D’Auria - web: www.graziadauria.it - mailto: grazia.dauria@istruzione.it
Pag.
5
Antinovecentismo - Baldi
IL PIACERE DEI TESTI
LE CORRENTI POLITICHE
DEL PRIMO NOVECENTO
SABA
Componimenti indipendenti gli uni dagli altri
(vociani, crepuscolari, ermetici)
Struttura delle
raccolte
Impianto unitario e «narrativo» del Canzoniere,
che si propone come «storia di una vita»
Concezione della
poesia
Sincera analisi del proprio mondo interiore e
della propria vicenda esistenziale, nei quali si
rispecchia la condizione dell’uomo in generale
Linguaggio
Discorsività, chiarezza comunicativa e
musicalità; lessico quotidiano e poeticotradizionale
Espressione del disagio dell’artista nella società
borghese (crepuscolari)
Espressione del disagio esistenziale dell’uomo
moderno (vociani)
Forma di conoscenza intuitiva e di rivelazione
dell’assoluto (ermetici)
Prosaico e quotidiano (crepuscolari)
Anti usicale ed espressionistico (vociani)
Analogico e allusivo, di difficile decifrazione
(ermetici)
Predilezione per il verso libero (crepuscolari)
Metrica
Recupero delle strutture metriche tradizionali
Predilezione per il verso libero e per la prosa
lirica (vociani)
Prof.ssa Grazia D’Auria - web: www.graziadauria.it - mailto: grazia.dauria@istruzione.it
Pag.
6
Scarica

Saba - Grazia D`Auria