periodico di salute attualità e cultura | n° 103 | novembre 2015
PHARMA MAGAZINE è il mensile di salute attualità, cultura edito da Edizioni Personalizzate - Gruppo Moretti Editore
a
copig
io
g
a
om
Ponte ferroviario sul Tanaro
eccezionalmente ghiacciato
Foto: Mauro Raiteri
NON SOLO FARMACI
SUGLI SCAFFALI
Visita il nostro nuovo sito! www.farmaciapittaluga.it
ouverture
ouverture
Numeri
Sono quelli delle migliaia di vite salvate da malaria, filariosi e cecità fluviale grazie alle ricerche di William C.
Campbell, Satoshi Ōmura e Youyou
Tu. La scelta di celebrare l’impatto
rivoluzionario delle loro scoperte con
il Premio Nobel per la Medicina è un
invito a non dimenticare i paesi più
poveri e le malattie che ancora devono essere debellate.
I numeri, sono anche quelli che fanno preoccupare, in Italia, l’Istituto
Superiore di Sanità e molte società
scientifiche per il calo delle coperture
vaccinali, che riporta all’ordine del
giorno malattie di cui avevamo scor-
dato gravità e pericoli. Scopriamo
così i numeri del call center di esperti
attivato per rispondere a dubbi e domande delle famiglie.
I numeri, ancora, sono quelli della
Malattia di Parkinson, destinati a raddoppiare nei prossimi 15 anni e dei
quali si discute insieme alle prospettive della ricerca in occasione della
Giornata nazionale.
Numeri, poi, sono quelli delle ricerche
sul Resveratrolo, un potente antiossidante e, non ultimi, quelli degli anni
che i nostri senior, come leggiamo
nelle pagine di psicologia, proprio
non dimostrano. Troppi impegni,
Luisa Castellini
passioni e interessi per provare a
sentirsi anziani, figuriamoci “vecchi”!
In questo Pharma Magazine non
dimentichiamo di concederci anche
un consiglio #ALT Pigrizia, di provare una nuova ricetta e di segnare sul
calendario una mostra da visitare e le
semine da fare sul balcone. Passiamo
anche in libreria, per non farci mancare la nuova traduzione dei versi del
grande poeta Yeats, perché come la
medicina, la salute e l’informazione
non possono fare a meno dei numeri, così la nostra mente non può rinunciare alla sua dose di bellezza per
sorridere al mondo e farlo proprio.
magazine
periodico di salute attualità e cultura
n° 103 | novembre 2015
Direttore Responsabile
Mauro Moretti
Direttore Scientifico
Vittorio Castellini
Direttore Editoriale
Mauro Moretti
Coordinamento Editoriale
Luisa Castellini
Segreteria di Redazione
Gian Luigi panni
La medicina
contro la povertà
Hanno collaborato
Giovanni Abbruzzese,
Giovanni Cassola, Antonio
Corvi, Giovanni Defazio, Mario Di
Marco, Massimo Labate, Nicole
Provenzali, Stefania Puglisi
Intervista a Giovanni Cassola
di Luisa Castellini
Grafica e Design
Art Director
Sergio Muratore | QeQiQu design
Grafici
Patrizia Rubino, Federico Serra
Editore
William C. Campbell, Satoshi Ōmura e
Youyou Tu con le loro scoperte hanno salvato migliaia di vite dalla morte
per malaria, filariosi e cecità fluviale.
Così il Premio Nobel per la Medicina
Moretti Editore
Edizioni Personalizzate s.a.s.
via I.d’Aste 3/1, Genova
morettieditore.com
redazione@morettieditore.com
cambia rotta riportando l’attenzione
sulle malattie dei paesi con minori
risorse. Un invito alla ricerca affinché
non dimentichi tutte quelle che ancora devono essere debellate.
8
14
19
22
Concessionaria esclusiva di pubblicità
Edizioni Personalizzate
viale Gambaro 2, Genova
tel. 010 4222301
edizionipersonalizzate.it
info@edizionipersonalizzate.it
PARLIAMO DI
SALUTE
LA SALUTE NEI NUMERI
SOS vaccinazioni
LA STORIA IN FARMACIA
Antonio Corvi
GIORNATA NAZIONALE
Parkinson
Giovanni Abbruzzese
Giovanni Defazio
NUTRIZIONE
Resveratrolo: un alleato
contro l’obesità?
Massimo Labate
24
26
# ALT PIGRIZIA
L’aria inquinata aumenta
il rischio di trombosi
NATURA GOLOSA
Nicole Provenzali
28
ORTO URBANO
Semina e proteggi
LA MOSTRA
Moda italiana
29
30
Stampa
Tipmeca, Recco, Genova
SENIOR
Sfide d’argento
Stefania Puglisi
YEATS 2015
Verso Bisanzio
Mario Di Marco
Oroscopo
14-15 novembre
Giornata Mondiale
del Diabete
Muovi i fili del diabete è lo
slogan dell’edizione 2015,
durante la quale sarà attivata
una campagna di sensibilizzazione e proposto un
questionario per valutare il
rischio di sviluppare il diabete
di tipo 2. Una campagna
ad hoc è rivolta alle scuole
affinché sia possibile rilevare
i primi segni di diabete di tipo
1 e accogliere in modo adeguato l’alunno con diabete.
> giornatadeldiabete.it
•
17 novembre
Giornata mondiale
del neonato prematuro
> efcni.org
> vivereonlus.com
•
18 novembre
Pharma Magazine
Autorizzazione Tribunale di Genova
nº20/2006 del 16/06/2006
Giornata Mondiale BPCO
> goldcopd.org
> pazientibpco.it
•
Per scrivere a Pharma Magazine
e contattare gli autori dei contributi
redazione@pharmamagazine.info
28 novembre
© Proprietà letteraria riservata.
È vietata la riproduzione, anche parziale,
di testi, immagini o disegni pubblicati,
senza l’autorizzazione scritta della Direzione
e dell’Editore.
Le opinioni degli autori impegnano la
loro responsabilità e non rispecchiano
necessariamente quelle della Direzione della
rivista. All’interno dei contributi possono essere
citati nomi di prodotti, anche farmaceutici,
pubblicati nel rispetto delle opinioni degli autori
e per completezza d’informazione sui temi
trattati.
QUESTO MESE
IN AGENDA
10
19
24
Giornata Nazionale
Parkinson
Porte aperte
in molte strutture
specializzate, seminari
e spettacoli
> giornataparkinson.it
|Leggi l’articolo a pagina 19|
“Bimbi farfalla”
Sensibilità
le novità
della ricerca
Pillole di salute
sigarette
pagina 6
Stop ai pacchetti
da 10 e al fumo
in macchina con
minori o donne
incinte: così l’Italia
si allinea all’Europa
Spariscono le mini confezioni di
tabacco e i pacchetti da 10, i più
richiesti dai giovanissimi, ai quali
è vietata la vendita delle sigarette
elettroniche e di contenitori di liquido con ricarica con presenza
di nicotina. Divieto di fumo nelle
auto in presenza di donne incinte
e bambini e vicino agli ospedali.
Maggiore evidenza sui pacchetti
dei messaggi che avvisano su rischi
e pericoli: si passa dal 30-40% al
65% della superficie delle confezioni, con via libera all’impiego di
immagini “forti” e messa al bando
di elementi promozionali. Sono
queste alcune caratteristiche importanti del decreto con cui l’Italia
recepisce la direttiva Ue sulle limitazioni alle sigarette. Così queste
denunceranno sulle confezioni la
presenza di oltre 70 sostanze cancerogene e dovranno rinunciare
agli additivi, compresi mentolo e
spezie, che ne possano modificare
odore, gusto o intensità di fumo.
Si promuove anche la tracciabilità
per combattere il contrabbando e
aumentano i requisiti di sicurezza e
qualità sulle sigarette elettroniche.
al glutine
Tumori
testa-collo
Curare la PKU
nei più piccoli
Creme e gel piastrinici. Farmaci
Migliora la sopravvivenza in Europa
In molti paesi l’introduzione dello
Se la celiachia e l’allergia al gra-
biologici. Trapianto di midollo, cel-
per quanti sono colpiti da neoplasie
screening neonatale ha permesso di
no sono patologie “certe”, tutta
lule staminali e terapia genica. Sono
cervico-facciali ma un paziente ita-
identificare la fenilchetonuria (PKU),
da scrivere è la storia della sensi-
questi gli assi sui quali si sta svilup-
liano su 2 si presenta alla diagnosi
una malattia metabolica ereditaria, e
bilità al glutine, che però induce
pando la ricerca per combattere
con una patologia allo stadio avan-
di gestirla precocemente per preve-
sempre più persone a privarse-
l’epidermolisi bollosa, una malattia
zato o metastatico e oltre il 40% è
nire le conseguenze negative sul si-
ne senza alcun parere medico.
genetica rara, cronica e devastante
sottoposto a trattamento (chirurgia
stema neurocognitivo. Non era però
Arriva dagli esperti l’allerta: at-
che colpisce nel mondo 1 bimbo su
o radioterapia) dopo più di un mese
ancora disponibile un medicinale
tenzione al fai-da-te, perché col
17 mila nati. Di ricerca e assistenza si
dalla diagnosi. Dati su cui lavorare
prima dei 4 anni. La Commissione
tempo questa dieta può portare
è discusso al primo congresso na-
per la Make Sense Campaign, che
Europea ha approvato un’estensione
a una riduzione di proteine, fibre
zionale, organizzato a Milano dove
propone criteri per qualificare i centri
dell’indicazione del Kuvan, che ne
e folati e a nascondere una sin-
è attivo un Centro specializzato al
di eccellenza di questi tumori.
permette l’uso in bambini con meno
drome metabolica o un inizio di
Policlinico dell’Università.
> makesensecampaign.eu
di 4 anni responsivi al trattamento.
diabete di tipo 2.
Internet
alza la pressione?
Gestione
del dolore
Campagna
Vino rosso
antinfluenzale
e diabete di tipo 2
I risultati di una nuova ricerca,
Capiterebbe a 1 teenager su 5 tra
I medici di famiglia saranno for-
Prosegue l’offerta attiva alla popo-
condotta all’Università Ben Gu-
quelli che trascorrono on line
mati con il progetto InNov@fimg
lazione del vaccino antinfluenzale,
rion su oltre 200 volontari tra i
oltre 25 ore la settimana secondo
da un esperto nella gestione del
rivolta principalmente alle donne
45-75 anni, riportano il consumo
uno studio condotto all’ospedale
dolore in modo da colmare quel
che si trovano al secondo e al terzo
di vino, ovviamente moderato,
Henry Ford a Detroit. I ricercatori
gap che oggi ne vede solo 2 su 10
trimestre di gravidanza, ai soggetti
tra i possibili alleati della salute.
hanno seguito 335 ragazzi di
avere una formazione specifica.
a rischio per patologie pregresse
Un bicchiere la sera, meglio se
14-17 anni con misurazioni della
Gli altri si basano sull’esperien-
o concomitanti, agli over 65, agli
di rosso, può migliorare la salute
pressione e questionari sull’uso
za, ma con risultati ovviamente
operatori sanitari e agli addetti ai
cardiovascolare e il colesterolo
di internet. Quasi la metà (39%
variabili. La gestione del dolore
servizi pubblici. Sono 5 milioni gli
nelle persone con diabete di tipo
delle ragazze e 43% dei ragazzi)
non riguarda soltanto anziani e
italiani che secondo gli esperti sa-
2. Chi metabolizza l’alcol lenta-
superava le 15 ore, media di per-
adulti con malattie croniche ma
ranno colpiti dall’influenza con un
mente può trarre beneficio an-
manenza on line del campione,
anche i più piccoli.
picco subito dopo Natale.
che nel controllo degli zuccheri.
arrivando a 25.
> fondazioneisal.it
> salute.gov.it
pagina 7
La salute nei numeri
800 56 18 56
È questo il numero del
call center nazionale
istituito per informare i
cittadini sull’importanza
delle vaccinazioni e
sui rischi connessi
alle malattie infettive
prevenibili con vaccino.
Un progetto che
ha trovato subito il
sostegno di molte
società scientifiche,
dall’igiene alla pediatria,
allarmate dal calo delle
coperture vaccinali.
I dati più recenti,
indicano infatti che
le vaccinazioni per
poliomielite, tetano,
difterite e epatite B
sono scese al di sotto
del 95% mentre quelle
per morbillo, parotite
e rosolia sono calate in
un solo anno di 4 punti
toccando una copertura
dell’86%.
> iss.it
pagina 8
SOS
vaccinazioni
A preoccupare è il calo delle coperture.
Tra le iniziative all’insegna della
prevenzione, un numero verde che
riunisce ogni lunedì un gruppo di esperti
per rispondere a dubbi e domande
uando il gregge è
a rischio? Prima di
rispondere alla domanda, una precisazione: il gregge siamo noi, “almeno”
nel sistema delle vaccinazioni, che
accusa un forte calo delle coperture.
«Questa situazione, che tende progressivamente a peggiorare, – ha
spiegato Walter Ricciardi, presidente
dell’Istituto Superiore di Sanità – rischia di avere gravi conseguenze
sia sul piano individuale che collettivo poiché scendere sotto le soglie
minime significa perdere via via la
protezione della popolazione nel suo
complesso e aumentare contemporaneamente il rischio che bambini
non vaccinati si ammalino, che si
verifichino epidemie importanti,
che malattie per anni cancellate dalla protezione dei vaccini non siano
riconosciute e trattate in tempo».
Diventa quindi importante, in attesa dell’approvazione del nuovo
Piano Nazionale per la Prevenzione Vaccinale, la creazione di un
call center promosso dal Centro
nazionale per la prevenzione e il
controllo delle malattie del Ministero della Salute e dall’Università
degli Studi di Foggia. «Attraverso il
numero verde 800 56 18 56 – spiega Rosa Prato, Professore di Igiene
dell’Università di Foggia e Responsabile del servizio – un gruppo di
esperti igienisti, pediatri e medici
di famiglia provenienti da tutto il
territorio nazionale ogni lunedì,
dalle 10.00 alle 18.00 e per la durata
di un anno, fornirà una consulenza chiara, completa e corretta alle
persone che desiderano maggiori
informazioni per aderire alle vaccinazioni o esitano a farlo per timori di effetti collaterali».
La medicina
contro
Premio nobel
la povertà
Intervista a
Giovanni Cassola
Direttore SC Malattie Infettive
E.O. Ospedali Galliera, Genova
di Luisa Castellini
Valle dell’Omo, Etiopia | Una donna lavora nei campi | 2011 | Photo©Anton Ivanov
DNA, RNA, anticorpi monoclonali:
per anni a Stoccolma ha trionfato una
medicina sempre più “astratta” e iper
specialistica di cui era difficile cogliere
pienamente la portata rivoluzionaria. La scelta di William C. Campbell,
Satoshi Ōmura e Youyou Tu non
ha premiato l’ipotesi di un risultato
importante ma un dato di fatto,
il salvataggio di migliaia di vite,
riportando l’attenzione alla medicina
dei grandi numeri, quelli delle malattie
che devono ancora essere debellate pagina 10
pagina 11
La differenza risiede nel messaggio
quasi etico insito nella scelta dei tre
ricercatori, William C. Campbell,
Satoshi Ōmura e Youyou Tu, che
hanno dedicato la vita allo studio delle infezioni parassitarie da nematodi
e plasmodi, malattie tipiche dei paesi
con risorse limitate. La ricerca oggi è
sempre più mirata a cercare i meccanismi ultrastrutturali responsabili delle malattie, ma in qualche modo
è così proiettata verso il domani da
far dimenticare quelle che mietono
ancora migliaia di morti, specialmente nelle zone povere.
•
Quali effetti potrebbe avere
questo premio?
In senso clinico, di efficacia, i risultati appartengono già alla storia. A
essere premiati sono dei ricercatori che hanno dedicato la vita allo
studio di molecole che sono già
impiegate da anni. Sul piano della
ricerca, riporta con i piedi per terra
invitandoci a continuare a cercare
soluzioni alle grandi malattie.
•
Come hanno cambiato
la cura della malaria
le ricerche di Youyou Tu? La malaria è una delle malattie
più diffuse al mondo, soprattutto
nelle zone tropicali. Anche prima
dell’introduzione dell’artemisinina – il principio attivo scoperto
da Tu nella pianta Artemisia
annua, capace di uccidere il plasmodio della malaria nelle prime
Tra le scoperte più
recenti destinate ad
avere un grande
impatto, ci sono i
nuovi farmaci antivirali
diretti contro l’epatite
C, che permettono la
guarigione completa
in oltre il 95% dei
casi con una terapia
di 3-6 mesi. Tra i
nuovi vaccini, è molto
importante l’anti-HPV,
che previene il tumore
alla cervice ed è stato
esteso anche ai maschi
perché contrasta i
condilomi e altri
tipi di cancro
fasi di sviluppo – erano disponibili
delle terapie, ma non altrettanto valide. Alcune erano molto composite,
altre tossiche o troppo costose. Negli
anni ’60 si era giunti a uno stallo:
le molecole impiegate, in primis la
clorochina, erano diventate quasi
inutili perché la malattia era sempre
più resistente ai trattamenti. •
Quali sono le ragioni per
cui non si è ancora riusciti a
debellarla?
Principalmente perché non esiste
ancora un vaccino. Bisogna quindi
limitarsi alle precauzioni per limitare
le punture di zanzara o alla profilassi
con farmaci, ma questo solo per
chi soggiorna per brevi periodi,
non certo per le milioni di persone
che abitano le zone tropicali dove è
impossibile non essere punti dalle
zanzare. La malaria colpisce in tutte
le età della vita, ma uccide soprattutto i bambini alla prima infezione,
quando non ci sono ancora
risposte immunitarie sviluppate.
Da quando è stata messa in commercio, la molecola
individuata da Youyou Tu ha abbassato la mortalità della malaria
del 30-40%
pagina 12
Giovane Mursi nella Valle dell’Omo, Etiopia | 2011 | Photo©Hector Conesa
che modo il Nobel per la Medicina di quest’anno si distanzia
dai precedenti?
Valle dell’Omo, Etiopia | 2011 | Photo©Anton Ivanov
premio nobel
Le persone che superano il primo
episodio di malattia maturano col
tempo una semi immunità: quindi
tollerano meglio i nuovi episodi
malarici, con manifestazioni cliniche meno violente. •
Grazie alle ricerche di
Campbell e Ōmura oggi
disponiamo dell’ivermectina
per uccidere le larve dei
parassiti nematodi: di quali
malattie sono responsabili?
Della filariosi e della cecità fluviale, quasi sconosciute al mondo
Occidentale ma molto diffuse
nell’Africa Subsahariana, in Asia
meridionale e nel Centro e Sud
America. La filariosi è determinata
da un parassita che si infila dentro
la cute e ostruisce i canali linfatici
creando delle abnormi dimensioni
di qualsiasi organo: piedi, gambe,
genitali. L’oncocerchiasi si contrae
soprattutto nel Sud Est asiatico
dalle acque inquinate dei fiumi. I parassiti entrano dalla
cute e si concentrano nell’occhio
causando in un’altissima percentuale di casi la cecità. Prima della
scoperta della avermectina (da cui
l’ivermectina) non c’era un farmaco
così potente per contrastare questi
parassiti che portano a invalidità
gravissime e a migliaia di morti. •
Cosa manca alla medicina
per vincere le grandi malattie?
Per eradicare, come è accaduto
per il vaiolo, è stato necessario un
vaccino universale. Per malaria,
TBC e HIV manca la prevenzione
primaria con un vaccino. Ma ve
ne sono già molti disponibili che
possono salvare milioni di vite nei
paesi più poveri, come quello per
il morbillo. Da noi la fiducia nei
vaccini è stata minata da campagne
di cattiva informazione, quasi una
controcultura, di cui oggi vediamo
i primi risultati come ad esempio
la comparsa di focolai di malattie
che sembravano dimenticate quali
la difterite in Spagna o la polio-
La ricerca di una
terapia per la malaria,
la filariosi e la cecità
fluviale si fondava
sull’esatta conoscenza
della causa scatenante. Oggi una grande sfida
della medicina è la cura
dei tumori. Per il cancro
manca un punto di
partenza comune da
cui muoversi, perché
sono state individuate
cause virali, genetiche,
comportamentali che
a volte concorrono
tutte nello sviluppo
della malattia, ma
manca ancora
una conoscenza
approfondita
mielite in Africa. Ma anche in Italia
abbiamo un calo della copertura
vaccinale. Quando si arriva sotto
l’80-90% si perde l’effetto protettivo
di comunità: il virus riprende a circolare e chi non è vaccinato è più
esposto a infezione.
Per sconfiggere le grandi malattie, malaria, TBC, HIV, manca
ancora un vaccino, ma sono molti quelli già disponibili – polio,
morbillo, difterite – che possono salvare milioni di vite
pagina 13
LA STORIA IN FARMACIA
Spezieria dell’Ospedale
Serristori
a cura di
Antonio Corvi
ato nel Medioevo come
ospizio per lascito del
fiorentino Ser Ristoro,
fu amministrato per
sei secoli dalla stessa famiglia e oggi
invece dal Servizio Sanitario Nazionale. La Sala Rossa, adibita a museo
a metà del XX secolo, non ha grandi
dimensioni, ma presenta tre serie di
vasi di Montelupo, del periodo dal XVI
al XVIII secolo, per un totale di oltre
120 pezzi. Le ampolline di Murano e
di Boemia, contenute in una vetrina,
recano ancora residui medicinali
pagina 14
Spezieria dell’Ospedale
Serristori
piazza XXV Aprile 10
Figline Valdarno, Firenze
tel. 055.91251
visite guidate su prenotazione
presso il Municipio
dell’Ottocento. Fra i numerosi quadri
spicca una tavola con fondo oro del
’400 attribuita allo Starnina, con la Madonna di Orsanmichele. L’Ospedale
era situato in un palazzo del centro
murario della città e dedicato alla
Vergine della Numptiata, iniziò con
12 letti, pari al numero degli Apostoli.
La resistenza della famiglia Serristori
ai ripetuti tentativi di acquisizione da
parte dello Stato favorì la salvaguardia
di un archivio ricco di 224 faldoni più
diverse pergamene così che tutti i
progressivi arricchimenti dell’arredo
sono catalogati e furono messi in sicurezza con il trasferimento della Spezieria nella Sala Rossa di villa Serristori
sulla collina di S. Cerbone.
i giusti
Aerosol
FARMACIA OSIMO del Dott. Marcello Pittaluga
NON SOLO FARMACI
SUGLI SCAFFALI
un buon
Corso Roma, 15 - 15121 Alessandria (AL)
Tel. 0131 251207
info@farmaciapittaluga.it - farmacia@pittaluga.org
www.farmaciapittaluga.it
respiro
a tutti!
La terapia con
l’aerosol è molto
efficace, ma
varia a seconda
dell’apparecchio
che si usa, delle
sue condizioni di
efficienza e della
tecnica con cui
l’aerosol viene fatto.
In parole povere
l’aerosol è efficace se
usato correttamente.
Nella nostra farmacia
possiamo consigliarti
l’apparecchio più
adeguato ai tuoi
bisogni e a quelli
dei tuoi bambini
e come utilizzarlo
correttamente.
i
preztzire
a para
d
0
€ 39,0
Logo
Farmacia
NON SOLO FARMACI
SUGLI SCAFFALI
la pelle
e il freddo
dona morbidezza alle
tue mani
Con l’arrivo
dei primi
freddi,
soprattutto se
accompagnati
dal vento, la
pelle tende a
ritirarsi.
Il nostro
personale è
qualificato per
consigli su
come idratare
e riparare la
pelle soggetta
ai rigori del
freddo.
Avene
Cold Cream
€ 7.50
€ 5.90
Euphidra
crema mani
ultraprotettiva
€ 3.90
Giornata nazionale
Parkinson
Parkinson
Parkinson
Porte aperte
nelle strutture
specializzate,
incontri,
spettacoli e
seminari: così
il 28 novembre
si affronta
la Malattia,
ricordando i
progressi della
ricerca, come la
messa a punto di
due nuovi device
neuroriabilitativi,
e le sue sfide
Giovanni
Abbruzzese
Giovanni
Defazio
Professore Ordinario
di Neurologia,
Università degli Studi
di Genova
Presidente della
Fondazione LIMPE per
il Parkinson ONLUS
Professore Associato
di Neurologia,
Università degli Studi
Aldo Moro di Bari
Presidente Onorario
dell’Accademia
LIMPE-DISMOV
a Malattia di Parkinson
colpisce
oltre
240.000
persone solo in Italia; un
numero in costante aumento,
che si stima raddoppierà nel giro
di 15 anni. È la seconda malattia
neurodegenerativa più diffusa dopo
l’Alzheimer, che non colpisce
pagina 19
parkinson
più solo gli anziani: un paziente su
4, infatti, ha meno di 50 anni e 1 su
10 meno di 40; nei giovani, inoltre,
la malattia ha decorso più veloce e
aggressività maggiore. La confusione
tra Parkinson e invecchiamento ha
portato nel tempo a una situazione
di ritardo dei percorsi assistenziali
e terapeutici; basti pensare che, ad
oggi, i centri di cura specializzati
sono insufficienti e, di conseguenza,
molti pazienti non hanno accesso a
un’assistenza adeguata. La situazione,
però, sta cambiando e, sebbene non
esista una cura per questa patologia,
i ricercatori sono costantemente
al lavoro per offrire soluzioni
diagnostico-terapeutiche
sempre
più efficaci: dalla farmacologia
alla
neuromodulazione,
dagli
innovativi dispositivi tecnologici
per la neuroriabilitazione alle
strategie fisioterapiche della danza,
dell’esercizio fisico e della musica.
Giornata nazionale
borazione con l’Accademia LIMPE
DISMOV per lo Studio della Malattia
di Parkinson e i Disordini del Movimento, promuove la VII edizione
della Giornata Nazionale Parkinson,
che si terrà il 28 novembre. Nata
nel 2009, la Giornata Nazionale
Parkinson rappresenta ormai un appuntamento consolidato; un evento
di grande importanza per i pazienti e
per il pubblico, grazie all’impegno e
alle risorse messe a disposizione dal
comitato organizzatore. Quest’anno,
il format della Giornata prevede
“porte aperte” ai pazienti nelle
strutture specializzate, spettacoli
teatrali, concerti, mostre, seminari
e incontri con istituzioni, medici,
pazienti e familiari. Inoltre, anche
per questa edizione, un call center
sarà a disposizione dei pazienti e dei
loro familiari.
Il numero verde 800 149626 è attivo
dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 17.
•
La giornata
nazionale
Per sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni sulla Malattia
di Parkinson, la Fondazione LIMPE
per il Parkinson ONLUS, in colla-
L’Accademia LIMPE-DISMOV per lo
Studio della Malattia di Parkinson e dei
Disordini del Movimento è il punto di
riferimento per queste patologie, in
cui confluiscono gli operatori sanitari
del settore. Nata dalle due associazioni
scientifiche di riferimento, LIMPE e
DISMOV-SIN, ha presentato le novità
sul Parkinson in occasione del primo
congresso nazionale
La Malattia di Parkinson è una malattia degenerativa del sistema
nervoso centrale, la seconda più diffusa dopo l’Alzheimer
pagina 20
In collaborazione con l’Accademia
LIMPE-DISMOV, la Fondazione LIMPE per
il Parkinson ONLUS promuove la Giornata
Nazionale Parkinson 2015. La Fondazione,
nata nel 2014 a opera di LIMPE, ha
esclusivamente finalità di solidarietà sociale.
Principale obiettivo della Fondazione è il
sostegno alla ricerca medico-scientifica
P
P
P
Sostenere la ricerca
per migliorare la
qualità di vita dei
pazienti è fondamentale
Le persone affette da Parkinson, oltre ai sintomi classici della Malattia,
quali lentezza dei movimenti, rigidità e tremori, soffrono di disturbi
dell’equilibrio e della postura. Altri
sintomi riscontrati sono la diminuzione del senso olfattivo, la micrografia e l’alterazione della voce, che
diventa flebile e monotona. Le cadute, conseguenza diretta dei problemi
motori e della perdita di stabilità,
sono tra i maggiori problemi causati dalla Malattia di Parkinson. Per
aiutare i pazienti nel migliorare la
motricità globale, a partire dall’im-
paccio nell’esecuzione di movimenti consueti, arrivano buone
nuove dalla ricerca scientifica.
In particolare sono stati recentemente messi a punto due device
neuroriabilitativi che sfruttano la
tecnologia per restituire ai pazienti la percezione del proprio corpo
in relazione agli stimoli sensoriali.
Questi device sono stati presentati
al Primo Congresso Nazionale
dell’Accademia LIMPE-DISMOV
tenutosi a Torino: si tratta del BTS
G-WALK® (ALZATI E CAMMINA)
e dell’EQUISTASI®, un piccolo device nanotecnologico che genera
una vibrazione localizzata di alta
frequenza in grado di stimolare
il sistema propriocettivo del paziente aiutandolo a ricostruire la
percezione del proprio corpo. Da
non abbandonare la riabilitazione
classica, ovvero le strategie fisioterapiche della danza e dell’esercizio fisico in generale, importanti
supporti nella gestione quotidiana
della patologia.
Per scoprire le iniziative, gli eventi e l’elenco delle strutture aperte al
pubblico in occasione della Giornata Nazionale Parkinson del 28
novembre basta un click su > giornataparkinson.it
pagina 21
Nutrizione
un alleato contro l’obesità?
È un potente
antiossidante
che continua a
sorprendere per
le sue proprietà.
Ma la sua
concentrazione
in natura è
minima come
la capacità
del nostro
organismo di
assimilarlo: così
la ricerca cerca
di conquistarlo
Massimo
Labate
Specialista in Scienza
dell’Alimentazione
> percorsograveobesita.it
pagina 22
Il
resveratrolo è una fitoalesina con un fortissimo
potere antiossidante che
si trova nell’acino dell’uva, in diversi frutti di bosco e bacche e nel vino
rosso. La concentrazione in queste
fonti è davvero minima. La fonte
estrattiva che ne contiene i quantitativi maggiori è il Polygonum
cuspidatum, pianta meno nota ma
più usata nel mondo dell’integrazione alimentare. Gli effetti
sull’organismo
Il resveratrolo attiva le sirtuine mimando quello che si otterrebbe con
una forte restrizione calorica. Le sirtuine sono implicate in diversi fenomeni che influenzano l’invecchiamento, la resistenza allo stress,
l’efficienza energetica durante la restrizione calorica/digiuno nei microorganismi come nell’uomo.
•
Molecola di lunga
vita? Solo per i funghi
e qualche insetto
La somministrazione del resveratrolo al fungo Saccharomices cerevisiae (lievito di birra) produce
un aumento della durata di vita del
70%. Il dato, che non avrebbe senso
traslare sull’uomo, è stato confermato in alcuni insetti in una ricerca pubblicata su “Nature”: così nel
2003 il resveratrolo è stato salutato dai media come panacea di tutti
i mali. Un’esagerazione che ha paradossalmente oscurato i suoi effetti benefici, importanti e scientificamente dimostrati.
•
I risultati
sul tessuto adiposo
Il resveratrolo esplica la sua azione
contro la sindrome metabolica riducendo l’adipogenesi e aumentando l’apoptosi. Alcuni ricercato-
ri (Timmers et al., “Cell Metabolism”,
nov. 2011) hanno somministrato per
un mese 150 mg/die di resveratrolo puro a 11 maschi obesi riportando
una riduzione della spesa energetica
a riposo e durante il sonno (metabolismo basale), della pressione arteriosa sistolica, del contenuto lipidico intraepatocitario, dei markers infiammatori e un miglioramento della funzione mitocondriale intrinseca. Fenomeni che si registrano usualmente in corso di digiuno o di diete fortemente ipocaloriche. Non si sono evidenziate, invece, differenze significative nelle variazioni ponderali. •
L’influenza
sui fattori di rischio
metabolico
per il diabete Il resveratrolo induce un miglioramento significativo di diversi markers plasmatici, in particolare di glucosio (-7%), insulina (-33%) e livelli
dell’indice HOMA (-38%) a testimonianza di un miglioramento della
sensibilità all’insulina.
Gli obiettivi
della ricerca
Esistono in commercio diversi preparati contenenti resveratrolo, alcuni
in dosaggi bassi e privi di significato biochimico, contando anche che
l’assorbimento nell’uomo è del 75%
per diffusione transepiteliale, ma che
solo l’1% raggiunge il plasma in forma libera e quindi metabolicamente
attiva. Negli ultimi anni si è cercato
di aggiungere altre sostanze per aumentarne l’assorbimento. Quella che
ha riscosso più successo è la piperina, alcaloide del Piper nigrum, nota
per la capacità di limitare l’inattivazione epatica di diverse molecole.
In tempi più recenti è stata applicata
la tecnologia dei fitosomi per incrementare l’assorbimento intestinale
di queste molecole altrimenti scarso.
Analoghi del resveratrolo, come i derivati metilati con una migliore biodisponibilità, possono essere importanti per il futuro della ricerca.
Questa molecola produce sul metabolismo
effetti simili a quelli che si ottengono con una
forte restrizione calorica o un digiuno:
agisce sul tessuto adiposo, stimola la lipolisi,
migliora la sensibilità all’insulina e la pressione
sistolica arteriosa
pagina 23
Senior
Sfide d’argento
Stefania Puglisi
Psicologa
Psicoterapeuta, Genova
> puglisistefania-psicologo-genova.com
Chi sono gli anziani
oggi? Individui
attivi, che non si
sentono “vecchi”
e sono la cerniera
fra tre generazioni.
Curano i propri
genitori, i “grandi
anziani”, e aiutano
i figli accudendo i
nipoti tra un impegno
e l’altro. Sì perché
la terza età è slittata
ufficialmente dopo i 75
anni: via libera allora
alla sperimentazione e
alla creatività e a tutte
quelle passioni
che finalmente si
possono realizzare
pagina 24
erto è impensabile rivedere il vecchio stereotipo
dell’anziano del passato:
occhiali, poltrona, pipa e
pantofole. Impensabile nella società contemporanea che i nonni
possano rilassarsi quando spetta
loro occuparsi dei nipoti mentre
i figli sono al lavoro. I bambini
giocano un ruolo di riattivazione
implicito con la loro energia e le
molteplici richieste. Oggi i nonni
sanno bene che la tecnologia può
16 milioni:
tanti saranno, entro il
2030, gli over 65 in Italia
secondo il Censis. Da
qui l’importanza di un
invecchiamento attivo,
che inizia con il desiderio
di continuare a mettersi
in gioco scoprendo
nuove passioni
aiutarli a far addormentare i piccoli o a intrattenerli quando sono
a corto di storie: non è raro vedere
un nonno divertirsi col nipote alla
PlayStation!
•
I senior di oggi sono
più attivi e flessibili
lizzare o provare non appena libero dal lavoro. Oggi gli anziani si organizzano ed escono di casa, dando più concretezza alle cose che la
vita può ancora offrire. L’aumento
dell’aspettativa di vita ha portato a
un cambiamento radicale del quotidiano, capovolgendo le abitudini.
•
Dalle mostre al web:
le attività preferite e
l’elasticità dei ruoli
oggi non è raro imbattersi in anziani che “chattano” cercando persone con cui parlare o confrontarsi. Certo non tutti gli anziani sono
nonni e non tutti i nonni sono anziani, ma i profondi cambiamenti avvenuti all’interno della società e della famiglia hanno dato vita
a una nuova immagine del nonno,
così come hanno mutato i rapporti fra genitori e figli. Non esistono
modelli con cui confrontarsi: essere nonno o anziano richiede atteggiamenti e comportamenti diversi
rispetto a un tempo.
•
La nuova “versione”
della longevità
Sono pronti a cambiare abitudini e
a rimettersi in moto per aiutare i figli o anche solo per riprendersi del
tempo da dedicare a se stessi. Tutti
gli anziani sono stati giovani e nella società contemporanea possono
rivivere quel tempo passato ma ancora attuale. Anzi oggi ci sono più
possibilità di vedere soddisfatti i bisogni di ieri. Un tempo era necessario crescere in fretta perché si viveva in una realtà diversa, in cui la
ricostruzione dopo la guerra e i bisogni della società non corrispondevano all’esigenza tanto sentita
della cura dei figli. Oggi l’anziano
vive una nuova possibilità: superato il pensionamento può promuovere la propria creatività e iniziare
ciò che ha sempre pensato di rea-
Cinema, musei e mostre, teatro,
viaggi. Ma anche palestre, piscine,
centri termali e di bellezza hanno
tra i senior i più assidui frequentatori. E poi non dimentichiamo attività come il giardinaggio e i corsi di ogni ordine e tipo, dall’università della terza età alle lingue straniere passando per pittura e scrittura creativa. Moltissimi si dedicano al volontariato nel quartiere,
nelle scuole, in biblioteca. La lettura e l’apprendimento sono agevolati, anche per chi ha chiome d’argento, dalla rete. Si “sfoglia” il quotidiano preferito ma soprattutto...
Si evolve nel quotidiano e si caratterizza in un processo di continua revisione delle mete, dei percorsi e delle strategie per raggiungerle. Sono
importanti la flessibilità mentale,
la disponibilità di confrontarsi con
gli altri e l’espressione di una libera
emotività. Requisiti, questi, che non
devono essere esteriori ma atteggiamenti fondamentali per manifestare
la propria personalità.
pagina 25
#alt pigrizia
L’aria inquinata
aumenta
il rischio
di trombosi
natura golosa
PARMIGIANA
DI BUCCE
a cura di
Nicole Provenzali
foodblogger
> ricettevegmenu.blogspot.it
> facebook.com/ricettevegpuntocom
> vegatelier.com
Photo©Paolo Bona
Se vi dicessi che molte proprietà della zucca stanno nella
buccia? La buccia delle zucche
contiene una sostanza che
pare essere molto utile per
combattere alcune infezioni micotiche, tanto da essere
recentemente al centro di studi sulle sue proprietà antibiotiche. Perché non recuperarla
per una parmigiana, per delle
cips al forno, per un paté da
spalmare sul pane oppure per
un pudding goloso? In questo
modo il nostro scarto alimentare sarà davvero minimo, in
favore di una cucina a impatto
quasi zero in perfetto stile low-cost in termini di spreco, costi e impatto ambientale.
Per saperne di più
e partecipare:
> trombosi.org
pagina 26
L’aria inquinata attiva la coagulazione del sangue attraverso
l’infiammazione delle pareti dei
bronchi e aumenta il rischio di
infarti, ictus, aritmia, trombosi,
embolia. Società scientifiche e
associazioni, tra cui ALT, si sono
unite a livello mondiale per la
prevenzione dell’ictus attraverso
la conoscenza della fibrillazione atriale e per il diritto a un’aria
più pulita. 90 cittadini europei su
100 respirano aria inquinata oltre
i limiti raccomandati dall’OMS. Il
Parlamento Europeo deve decidere le politiche dei Paesi membri per ridurre l’inquinamento
dell’aria e salvare i cittadini dal big
killer: le malattie cardiovascolari
da trombosi. 200mila persone
ogni anno potrebbero evitare la
morte precoce o l’invalidità causate da infarto e ictus cerebrale,
con l’assunzione di responsabilità da parte di ciascuno e anche da
parte del legislatore.
Preparazione
Lavate con cura la buccia della
zucca, tagliatela in quadrotti
da cuocere in forno a 180° per
circa una mezz’ora. Quando
mancheranno circa 10 minuti
alla fine della cottura, aggiungete anche la buccia delle
carote ben lavate e asciugate. Passata la mezz’ora, levate
dal forno e aggiustate di sale
e pepe. Intanto ungete una
terrina rettangolare e rivestitela
con carta da forno. Disponete
sul fondo uno strato di bucce
di zucca, poi un poco di sugo,
una manciata di tofu e infine
uno strato di carota, quindi
ripetete fino a terminare tutti
gli ingredienti. Magari aggiungendo per ogni strato una bella
spolverata di gomasio. Completata la terrina spolverate col
pan grattato, fate un giro di
olio e infornate per 15 minuti
a 180°.
Ingredienti
per 4 persone
• buccia di una zucca
• buccia di 4 carote
• sugo di pomodoro
• tofu al naturale
• pan grattato
• sale e pepe
• olio evo
Il consiglio
Le bucce di zucca si
possono sostituire a
seconda della stagione
con altri scarti come
i baccelli dei legumi,
per esempio di fave e
piselli, o con la buccia
delle melanzane e
delle zucchine, oppure
addirittura con le scorze di
melone sotto sale come
un’antichissima ricetta
napoletana insegna! la mostra
Yeats 2015
Photo©Gentucca_Bini
Orto urbano
Moda italiana
Semina
e proteggi
è il mantra
di novembre
ove il clima è più mite, si
seminerà in piena terra.
Nelle regioni più fredde
si preferirà il semenzaio.
Tutti, però, ricorderemo di prepararci per
quando sarà necessario riparare le piante
dal gelo. Novembre è un mese zeppo di
impegni per chi ha il piacere di avere un
orto. Si seminano gli ortaggi che si raccoglieranno a primavera: piselli, lenticchie,
radicchio, ravanelli, rucola e spinaci ma
anche fave e lattuga. Possiamo inoltre
trapiantare in piena terra aglio e cipolle,
finocchi, porri e carciofi. Per quanto riguarda la raccolta, cipolle, patate, carciofi,
cavoli, è questo il loro momento, insieme
a erbe aromatiche quali il rosmarino, il
prezzemolo, la menta e la salvia. Per chi ha
davvero un orto urbano, ovvero una serie
di vasi sul balcone, la raccolta si concentrerà su prezzemolo, rucola, rosmarino,
salvia e lattughino che potranno quindi
essere nuovamente seminati insieme a
carote e cime di rapa.
pagina 28
Il nuovo “vocabolario”
alla Triennale
Il nuovo vocabolario della moda italiana
a cura di Paola Bertola e Vittorio Linfante
Triennale di Milano | 24 novembre 2015 - 6 marzo 2016
> triennale.org
archi e creativi che negli
ultimi 20 anni hanno riscritto uno dei vocabolari
di cui andiamo più fieri
quando si parla di made in Italy. Parte dal
1998, anno in cui il mondo si fa davvero
interconnesso con la rete, questa maratona che si snoda attraverso progetti e
prodotti, dal prêt-à-porter allo streetwear,
dalle calzature agli occhiali, dai bijoux ai
cappelli di oltre cento tra le più importanti realtà del panorama contemporaneo. Sì
perché il made in Italy non è “solo” quello
rimasto sulla cresta dell’onda fino agli
anni ’90, ma anche questo, scritto dalle
nuove generazioni che ritrovano volentieri le antiche manifatture e i piccoli laboratori facendone un tesoro artigianale
e creativo. A scandire la mostra, tre sezioni. Il vocabolario, con i prodotti organizzati intorno ad alcuni concetti chiave per
dar voce ai diversi approcci progettuali.
Le narrazioni, una mappa della creatività
che concorre al sistema moda, dalla fotografia all’illustrazione fino ai nuovi media. Non ultime le biografie, con le storie
di marchi e stilisti.
Verso Bisanzio
L’arte, il mito, i simboli, gli eterni conflitti
e la poesia per tentare impossibili
conciliazioni: una nuova traduzione
per i versi del grande poeta
150 anni dalla nascita
del poeta e drammaturgo irlandese William
Butler Yeats, Marsilio pubblica nella
collana “Letteratura universale” una
raccolta di sue poesie nella nuova
traduzione di Dario Calimani, docente di Letteratura inglese all’Università Ca’ Foscari di Venezia.
Composti e pubblicati fra il 1884 e
il 1939, anno della sua morte, i testi
scelti ripercorrono l’intera parabola
creativa del poeta, premio Nobel per
la Letteratura nel 1923. Nato a Dublino il 13 giugno 1865, Yeats si lega in
gioventù agli ambienti nazionalisti
irlandesi denotando nelle sue prime
composizioni l’influsso della cultura
preraffaellita ereditata dal padre pittore e il precoce interessamento per
l’occultismo e le dottrine teosofiche.
di Mario Di Marco
William Butler Yeats
Verso Bisanzio
a cura di Dario Calimani
224 pagine
17 euro
2015
> marsilioeditori.it
Amico ed estimatore di William Morris, fra i massimi esponenti dell’estetismo inglese, Yeats si lega nel 1890
all’Ordine Ermetico dell’Alba Dorata,
cenacolo d’ispirazione rosacrociana,
inserendo nei propri testi simbologie
esoteriche, miti e leggende popolari
celtiche, elementi desunti dal folklore
irlandese.
Grazie all’impegno politico e all’attrazione fatale per la bella Maud
Gonne, attivista conosciuta nel 1889
e divenuta sua musa ispiratrice, la
poesia di Yeats si interroga sull’eterna
lotta fra il Bene e il Male, fra ragione
e sentimento nel singolo individuo
così come in una società scossa da
avvenimenti drammatici.
Visioni apocalittiche e millenaristiche prendono il sopravvento con l’affievolirsi dell’idealismo e del vigore
fisico conducendo il poeta al malinconico rimpianto di un’età dell’oro,
vagheggiata fonte di gioventù e
bellezza. Si avvicendano così riflessioni, ricordi, immagini fantastiche
come ne L’insetto dalle lunghe zampe
composta nel 1937, funambolico procedere in versi fra passato e futuro,
realtà e sogno.
pagina 29
Ariete
Toro
Gemelli
21 Marzo - 20 Aprile
21 Aprile - 20 Maggio
21 Maggio - 21 Giugno
Ti senti appesantito dai tanti impegni che senti di non avere più le forze per gestire. In realtà a mancare è
l’organizzazione: pianifica con maggiore cura quelle che sono le priorità
e impara a delegare o a mettere in
stand by il superfluo. Miglioreranno
forze e umore.
Una nuova passione si è fatta strada
nella tua agenda ritagliandosi sempre
più spazio e dedizione. Con sorpresa
ti accorgi quanto i suoi effetti benefici si estendano ad altri momenti della
giornata, regalandoti concentrazione
e serenità. Non rinunciarci per nulla
al mondo!
Una certa insofferenza per la vita che
conducevi prima, frequentazioni comprese, ti induce a una maggiore determinazione nel presente, ma forse ti
indurisce un po’ troppo. Prova a riconciliarti con il passato, senza rimuoverlo, per farne un’esperienza magari utile
in futuro.
Cancro
Leone
Vergine
22 Giugno - 22 Luglio
23 Luglio - 23 Agosto
24 Agosto - 22 Settembre
Concentrarsi solo sulle cose da fare
a breve termine non ti farà spiccare il
volo che desideri. La definizione dei
tuoi nuovi obiettivi è importante quanto, se non di più, di quello che ti ha portato a essere quello che già sei e delle
risposte che sai dare alle esigenze, tue
e degli altri. Apriti a nuove esperienze.
Hai iniziato una nuova fase. Che si tratti di
lavoro, dell’ennesimo trasloco, di un nuovo partner, l’attitudine è la stessa: entusiasmo e voglia di voltare pagina al più presto. L’esperienza ti ha però insegnato che
non tutto va eliminato. Dedica qualche
energia alle antiche amicizie che possono
sostenerti nella nuova avventura.
La routine della produttività rapisce i tuoi
pensieri ma si scontra con una nuova dimensione, sempre più importante. Un
progetto condiviso ti porta a sacrifici che
da solo non avresti mai affrontato. In questo percorso scopri lati di te che ignoravi,
mentre ti prepari a un grande cambiamento. Pazienza e fiducia da coltivare.
Bilancia
23 Settembre - 22 Ottobre
Cerchi di leggere il mondo a partire da un
sorriso e di mettere da parte la timidezza
confidando che tutto, amore e progetti, andrà per il meglio. In certi momenti il coraggio viene meno e la solitudine si fa sentire:
fanne un insegnamento per costruire relazioni ancora più solide e autentiche e proteggi la tua determinazione dalla negatività.
Capricorno
22 Dicembre - 20 Gennaio
I giorni passano veloci e a volte ti sembra di non avere abbastanza tempo per
le persone e le attività che ami. Non farne un dramma e cerca di ritagliare più
spazi per quello che senti urgente, magari negoziando, in primis con te stesso,
qualche ora di straordinario in meno.
Umore e famiglia ringrazieranno.
pagina 30
Scorpione
Sagittario
23 Ottobre - 22 Novembre
23 Novembre - 21 Dicembre
Nuovi progetti salutano il tuo domani
ma non riescono ad avere tutta la tua
fiducia. L’intuito ma anche una certa idea che hai di te stesso ti tengono
lontano da alcune occupazioni in attesa
di quello che preferiresti. Valuta se non
sia, semplicemente, timore di nuovi impegni e cambiamenti. Non isolarti.
Hai lavorato tanto e bene per ricostruire
un network di opportunità e contatti che
ti ha portato a una nuova direzione. Intraprendila senza mettere in discussione
le tue capacità ma attingendo coraggio
e determinazione dalle tante esperienze
che hai maturato in questi anni. L’amore
seguirà l’onda dell’entusiasmo.
Acquario
Pesci
21 Gennaio - 19 Febbraio
20 Febbraio - 20 Marzo
Lo spazio da cui ti muovevi per guardare l’orizzonte e fare progetti è cambiato.
Spaesato ma entusiasta, ti industri per cercare nuove soluzioni a vecchie questioni
ma ancor più per trovare altre dimensioni
nelle quali trovare impegno e soddisfazioni. Nel farlo tutto ritrova il suo posto e chi
ti circonda rinnova fiducia e coraggio.
Salpato per una rotta che ti sembrava
l’unica possibile, ti domandi se non sia
stata proprio la difficoltà del viaggio a
renderla una meta così irrinunciabile.
Preso dallo stress della navigazione quotidiana, ritrovi autonomia sul lavoro che
ti appassiona e accarezzi il sogno di una
famiglia che non tarderà ad arrivare.
per la tua
salute
FARMACIA OSIMO
del Dott. Marcello Pittaluga
NON SOLO FARMACI
SUGLI SCAFFALI
Corso Roma, 15 - 15121 Alessandria (AL)
Tel. 0131 251207
info@farmaciapittaluga.it - farmacia@pittaluga.org
www.farmaciapittaluga.it
i nostri
Reparti
Cosmetici • Sanitari
Veterinaria • Fitoterapia
Omeopatia • Infanzia
Dietetici • Elettromedicali
i nostri
Servizi
• Preparazioni
___ Galeniche
• Autoanalisi del Sangue:
Emoglobina Glicata
Glicemia, Colesterolo totale,
HDL, LDL, Triglicerici,
Transaminasi GPT, Transaminasi GOT
Gamma GT, Creatinina
Fosfatasi alcalina
Bilirubina, Albumina
Proteine totali,
Azotemia (Urea),
Amilasi
___
• Test: glutine, cortisolo,
DHEA ELISA, candida albicans,
PSA totale, valutazione globale dello
stress ossidativo, Helicobacter pylori,
Omocisteina, analisi gruppo sanguigno
e fattore RH, intolleranze alimentari
da 40 e da 109 alimenti
• Esame Urine
___ completo
• Test di___
gravidanza
• Holter Pressorio
24H
___
• Giornate dedicate:
M.O.C.
Pressione Oculare
Analisi del circolo venoso
(arti Inferiori)
Controllo
___dei nei
Analisi del Capello e della Pelle
con microcamera
___
Personal
___Trainer
Psicologo
___
Podologo
___
• Elettrocardiogramma su richiesta
Scarica

Numero 103 / Novembre 2015 - Farmacia Osimo del dott. Pittaluga