Per una
Nuova Scienza
della Nascita
Q
uesto nuovo numero di Scienza e
Conoscenza è dedicato alla nascita. Il modo
in cui tutti noi nasciamo è estremamente
importante e ha delle conseguenze che si
ripercuotono su tutto il corso della nostra
vita, sia in ambito fisico, che psicologico e spirituale.
Attualmente, nella maggior parte del mondo occidentale, la nascita è fortemente medicalizzata ed è passata dall’essere considerata un evento fisiologico, in
grado di essere affrontato dalla donna e dalla coppia
con le risorse endogene che sono loro naturalmente proprie, ad un evento potenzialmente patologico
che deve essere costantemente monitorato, controllato, indirizzato e guidato dalla conoscenza medica.
Ecco che, allora, la nascita viene sistematicamente compromessa da tutta una serie di interventi di routine e
di protocollo (induzione del parto, somministrazione
di prostaglandine per far progredire il travaglio, analgesia epidurale, episiotomia, monitoraggio costante con
cardiotocografo, separazione alla nascita madre e bambino, ecc.) che interferiscono e disturbano la delicata,
complessa e armoniosa danza tra madre e bambino nel
momento del dare alla luce e del venire al mondo, e
rendono il parto un momento traumatico e altamente stressante, sia per la donna che per il suo piccolo.
La maggior parte delle donne di oggi ha una paura tremenda del dolore del parto e pensa di non riuscire ad
affrontarlo, spesso non sa che questo dolore è fisiologico,
non è continuo ed è funzionale al buon andamento della
nascita. Il fatto di essere separate dal bambino quando
questo viene al mondo, perché deve essere sottoposto a
controlli medici che potrebbero benissimo essere rimandati ad un secondo momento, viene percepito come la
normalità. Molte donne vivono l’esperienza di un parto
orribile, lo subiscono, ma non si fanno domande: perché
è così che va per tutte, è così che deve andare.
Il fatto di partorire in ospedale è considerato l’unica scelta
possibile. Molte persone in Italia pensano che il parto
non possa avvenire in strutture extra-ospedaliere e che
il parto in casa sia addirittura illegale – mentre in alcune
Regioni c’è una legge che lo rimborsa, e in alcuni paesi
europei, come l’Olanda, una nascita su tre avviene in casa.
Eppure un’altra nascita è possibile, auspicabile e necessaria. Necessaria perché molto, tutto inizia da lì: perché
si può nascere avendo come prima immagine il freddo
asettico di una sala parto, oppure il caldo nido del lettone
di mamma e papà. Si può nascere dominati dagli ormoni
della paura o sotto l’influenza degli ormoni dell’amore,
della cura e della calma. Le donne e le coppie possono
essere spettatori passivi dello spettacolo della vita, oppure
protagonisti, co-creatori del proprio destino e di quello
del loro bambino. Una donna che partorisce da sola, con
parto naturale, forte delle proprie risorse endogene diviene un individuo più forte, più libero, più consapevole: lo
stesso accade al padre e al bambino. E questa forza, questa
libertà, questa consapevolezza spaventano, in un mondo
che ci vuole omologati, silenti e asserviti.
Tantissimi ginecologi, pediatri, ostetrici e ostetriche
– come Michel Odent, Verena Schmid, Frédérick
Leboyer, Lorenzo Braibanti – stanno riportando l’attenzione sull’importanza di ritornare alla naturalità del
parto per curare e guarire una società che si fa sempre
più aggressiva, competitiva, indiviadualista, consumista
e fobica nei confronti dei legami affettivi. Custodire la
nascita, fare in modo che avvenga in ambienti rispettosi
dei veri bisogni fisici e affettivi di mamma e bambino
è una responsabilità di ognuno di noi, perché quello
che accade in quel momento è un’eredità che ci portiamo dietro per tutta la vita, non solo a livello personale, ma anche a livello di comunità globale, di civiltà.
Lo stesso Bruce Lipton, che abbiamo incontrato a Rimini
lo scorso ottobre e la cui intervista esclusiva è presente in
questo numero 38, ha ribadito l’importanza del periodo
prenatale, della nascita e perinatale nella formazione
di individui consapevoli e liberi da credenze limitanti,
persone nuove che possano fare la differenza e costituire
quella massa critica necessaria per compiere il salto di
consapevolezza di cui l’umanità ha sempre più bisogno.
Questo ci conferma come il raggiungimento di una
nuova consapevolezza passi attraverso la nascita e
come questo tema riguardi da vicino tutti noi, senza
distinzioni di sesso e di età.
Buona lettura!
Marianna Gualazzi e Romina Alessandri
Errata corrige Scienza e Conoscenza 37
Sul numero 37, alla pagina 41, abbiamo parlato di Ida Domini
come di “una grande biofisica italiana”. Segnaliamo che Ida
Domini è invece una grande BIOCHIMICA italiana, insegnante
di biochimica presso l’Universitò di Siena e Bologna.
www.scienzaeconoscenza.it - Scienza e Conoscenza 1
Se ti abboni o rinnovi l’abbonamento alla rivista Scienza e Conoscenza, ricevi subito
un buono di 9,00 euro spendibile, per
l’acquisto di libri e prodotti, sul sito
www.macrolibrarsi.it! Richiedi il buono
via mail a [email protected]
o chiama lo 0547 347627
2 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
Scienza e Conoscenza
è un marchio
Macro Soc. Coop.
Via Bachelet 65,
47522 Cesena (FC)
www.macroedizioni.it
Intervista a Bruce Lipton
Romina Alessandri e Marianna Gualazzi
4
Essere uno con il tutto
Vittorio Marchi
Ideatore del progetto
Scienza e Conoscenza
Giorgio Gustavo Rosso
Editore
Editing snc
Direttore Responsabile
Marianna Gualazzi
In redazione
Marianna Gualazzi
Romina Alessandri
Erica Gattamorta
14
Guarire la nascita per guarire il mondo
Marilia Zappalà
Immagini
www.shutterstock.com
www.sxc.hu
www.istockphoto.com
Stampa
Lineagrafica,
Città di Castello
Distribuzione in edicola
Italian Press (Milano)
Hanno contribuito
alla realizzazione
di questo numero:
Vittorio Marchi
Marilia Zappalà
Alberto Ugo Caddeo
Valerio Pignatta
Clara Scropetta
Elsa Masetti
Daniela Gavazzi
Alberto Greco
Massimo Corbucci
Urbano Baldari
Sabrina Mugnos
Autoriz. Trib. Forlì
N. 21 dell’8 luglio 2002
Numero 38
ottobre/dicembre 2011
IV° trimestre
22
Epigenetica nella nascita
Alberto Ugo Caddeo
26
Gli effetti collaterali (taciuti)
della Pillola anticoncezionale
Valerio Pignatta
Comitato Scientifico
Massimo Corbucci
(Fisico e Medico)
Valerio Pignatta
(Naturopata)
Corrado Ruscica
(Astronomo)
Gestione, grafica e ufficio
abbonamenti a cura di
Editing snc
Tel. 0547 347627
[email protected]noscenza.it
INDICE
32
Il sistema dell’ossitocina
Clara Scropetta
34
L’uomo e la donna per il figlio
Elsa Masetti
42
Il bambino e il mondo emozionale
secondo l’Anateoresi
Daniela Gavazzi e Alberto Greco
46
Terapia oncologica integrata
Intervista a Massimo Bonucci
52
Un centro pilota per la cura del ginocchio
Massimo Corbucci
Hai l’asma? Ti curo il Rene
Urbano Baldari
54
62
A spasso per la Valle della Morte
Sabrina Mugnos
70
La cellulosa
utilizzata per la
produzione della
carta su cui è stata
stampata questa rivista proviene da foreste amministrate
La cellulosa
utilizzata per la
produzione della carta
su cui è stata stampata
questa rivista è sbiancata senza l’uso di
cloro. Questa carta è
riciclabile
Le informazioni scientifiche, sanitarie, psicologiche, dietetiche e alimenatri fornite nella
rivista Scienza e Conoscenza non comportano alcuna responsabilità da parte dell’Editore e
del Direttore Responsabile circa la loro efficacia e sicurezza in caso di utilizzo da parte dei
lettori. Ognuno è tenuto a valutare con buon senso e saggezza appropriate. Ognuno è tenuto ad
assumere tutte le informazioni necessarie, confrontando rischi e benefici delle diverse terapie.
Scienza e Conoscenza non dispone di notizie o dati diversi da quelli qui pubblicati.
11.11.11: Benvenuti
nell’Età dell’Acquario
Giorgio Gustavo Rosso e Anna Santoro (Dharma Kaur)
C
are lettrici e cari lettori di Scienza e
Conoscenza, chissà se vi siete accorti di essere
entrati ufficialmente nell’Età dell’Acquario. Ecco cosa ha detto Yogi Bhajan: “l’11
novembre 2011 entreremo nell’Età dell’Acquario. Sarà un tempo nuovo. L’intera psiche cambierà.
Dovete purificare la mente, il corpo e l’anima per essere
innocenti, reali e puri. Elevatevi per essere angelici. Questo
periodo, dove sarete al servizio, è un’età della consapevolezza e dell’esperienza”.
Secondo la cronologia yogica, basata su cicli di oltre 4
milioni di anni, si sono succedute molte Ere nella lunga
storia dell’Umanità. Oggi noi stiamo vivendo all’inizio di
un’Età del Ferro (Kali Yuga), di 432.000 anni, iniziata
circa 5.000 anni fa.
Il nostro sistema solare impiega circa 26.000 anni a
compiere la rotazione attorno al proprio asse centrale,
lungo un’orbita chiamata zodiaco, divisa nei dodici segni
zodiacali. Ci vogliono circa 2.100 anni per attraversare
uno di questi segni, periodo che individua un’era astronomica. L’ultima, appena conclusasi, è stata l’”Era dei Pesci”,
dominata dalle macchine e dalle gerarchie. Secondo Yogi
{
L’Età dell’Acquario sarà prima di tutto un’epoca spirituale. “Durante l’Era dell’Acquario chi vive per sé stesso sarà
poco rispettato, mentre sarà rispettato che si dedicherà ai
bisogni degli altri. Imparate a sostenere gli altri per quanto i vostri mezzi ve lo permettono. Applicatevi al vostro
meglio e ogni volta diverrete più bravi e l’intero universo
sarà al vostro servizio: dio è dentro di voi non all’esterno”
– ha detto Yogi Bhajan l’11 novembre del 1996.
Nel corso degli ultimi vent’anni la Terra ha rallentato la
sua velocità di rotazione e il campo magnetico terrestre ha
aumentato la sua velocità di vibrazione, l’asse di rotazione
si è spostato, il Sole irradia fino a 60 volte più di prima e
tanti altri parametri si sono modificati. E in conseguenza
a ciò anche la psiche è cambiata, e continuerà a cambiare.
Sono previsti molti altri effetti conseguenti all’emergere di
questa Nuova Era. Ovunque si parla di questo, facendo
predizioni o sminuendo i fatti. Alcuni avvertono questo
cambio di Era come un cataclisma, altri come un nuovo
inizio, e ancora altri come un periodo di incertezza e di
imprevedibilità. Quello che è chiaro ad ognuno è il senso
di urgenza per un radicale cambiamento della società, a
partire dalla consapevolezza e dalla natura della nostra
Quello che è chiaro ad ognuno è il senso di urgenza
per un radicale cambiamento della società, a partire
dalla consapevolezza e dalla natura della nostra
percezione del mondo e degli altri
Bhajan, che ha portato lo Yoga Kundalini in Occidente a
partire dalla fine degli Anni Sessanta, gli ultimi vent’anni,
dal 1991 al 2011, sono stati il periodo di transizione e
passaggio all’Età dell’Aquario, che sarà caratterizzata dalla
coscienza, dall’informazione e dall’energia.
L’acquario è un segno d’aria, e l’Età dell’Acquario è già
famosa per le sue straordinarie invenzioni nell’utilizzo dei
trasporti aerei, dell’elettricità, dei computer e di Internet.
Oggi viaggiamo nell’aria come pesci nell’acqua e facciamo
circolare le idee attraverso il mondo alla velocità della luce.
4 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
percezione del mondo e degli altri. Raramente nella storia
umana il cambiamento si è manifestato con questa intensità e velocità e mai con queste intenzioni e questa vastità.
Il cambiamento è improvvisamente a tutti i livelli della
vita. Non è consequenziale e ordinato, né è prevedibile ciascun passaggio. E colpisce ciascuno di noi personalmente.
Indipendentemente da come il cambiamento sia percepito, ogni persona sensibile deciderà cosa fare per favorire
questo processo. Ognuno dovrà accettare la responsabilità
di elevare e guidare il proprio stato di consapevolezza, con
Ripartire dalla
nascita
Secondo Lipton la nascita naturale non
medicalizzata è lo strumento più importante
per rinsaldare il senso di comunità
e legame nel nostro mondo e per dare vita
ad un futuro di pace e serenità su questa terra
Romina Alessandri e Marianna Gualazzi
Al convegno di Rimini, dell’1 e 2 ottobre scorsi, Bruce Lipton ha concesso
un’intervista esclusiva alla redazione di
Scienza e Conoscenza. Bruce, nei due
giorni di seminario, ci ha permesso di
scoprire nuovi aspetti, inediti e emozionanti, della biologia umana.
I
l sistema medico propone sempre più spesso
alle donne il parto in analgesia e la stragrande
maggioranza delle nascite avviene in questo
modo: cosa pensi di questa “anestetizzazione”,
sia fisica che emotiva, di un evento così cruciale?
La scienza deve imparare che la nascita è un processo naturale, non necessita di medicine. Le persone
nascevano e hanno continuato a venire al mondo
milioni di anni prima delle scuole di medicina.
Quando togliamo la parte naturale della nascita e la
rendiamo un processo medicalizzato, interferiamo
con lo sviluppo della natura. Ciò assume, ora, molta
importanza, perché sappiamo che quando un bimbo
nasce sta già imparando. E quando viene al mondo
con l’uso di sostanze chimiche, con l’anestesia, con
l’uso delle lampade che ci sono nelle sale parto, forzando la nascita in vari modi, ebbene, questo è contro
natura. Dobbiamo tornare al processo naturale, che
non vuole dire eliminare la medicina, la medicina
deve essere alle spalle. Se c’è un problema, i dot-
tori sono pronti a venire in soccorso, ma se non ci
sono problemi, nessun dottore deve essere coinvolto.
Il parto deve stare al passo con i tempi della donna,
non possiamo forzare la nascita come usano fare in
certi ospedali dicendo: “ti diamo un po’ di ormoni
per far uscire più in fretta il neonato”. Questo si
chiama interferire con la natura e quel che abbiamo
imparato, a questo punto, nel nostro mondo, è che
siamo talmente intervenuti nella natura, che stiamo
distruggendo la civiltà umana. Una parte importante
di tale distruzione deriva dall’aver reso la nascita un
processo medico. Dobbiamo arrivare a comprendere
l’importanza fondamentale di assecondare la natura,
piuttosto che combatterla. Lasciamo che la natura faccia il suo corso, che siano le donne a far partorire, che
non abbiamo bisogno di un dottore quando l’evento
riguarda principalmente la donna.
Questo è ciò che è naturale per il corpo e per la sua vita. È
sempre stato così. E ritornando alla natura, magari, così
la terra tornerà a essere un posto più gioioso. Sappiamo,
come dato di fatto, che quando i metodi occidentali
di nascita raggiungono un nuovo paese, in un periodo
molto breve c’è un crollo nella comunità, perché andiamo a interferire con il legame (bonding) naturale tra un
infante e la madre, alla nascita. Interferendo con quel
legame rompiamo ciò che chiamiamo comunità. Quello
che dobbiamo veramente fare è onorare la madre e il
bebè, e lasciare che sia la natura a guidare la nascita e a
condurre lo “spettacolo”.
6 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
www.scienzaeconoscenza.it - Scienza e Conoscenza 7
10 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
www.scienzaeconoscenza.it - Scienza e Conoscenza 11
Essere Uno
con il Tutto
In un universo che è Campo di Coscienza
Universale, interamente vivo ed intelligente,
non c’è posto per la nascita e la morte come noi
le intendiamo, ma solo spazio per passaggi o
transizioni da un piano di esistenza ad un altro
Vittorio Marchi
D
a uno studio approfondito risulta (ed è
possibile dimostrarlo) che a differenza
della concezione delle dottrine cattolica
ed evangelica, la dottrina della rinascita faceva parte del cristianesimo delle
origini. La professavano molti padri della Chiesa:
Agostino, Girolamo, Tertulliano, Sinesio, Origene e
lo stesso Gesù, come si può ricavare da una analisi in
S. Matteo dei capitoli XI, XVII ed altri.
In tempi diversi e molto più lontani, la stessa dottrina
fu proclamata da Indù, Buddisti, Egizi, Greci, Ebrei,
Esseni, Etruschi, Indiani d’America, aborigeni austra-
{
secolo seppero precipitarla. Diceva Baruch Spinosa
nel XVII secolo: Deus sive Natura (Dio, ovvero la
Natura). Dio è Natura che si fa Natura. Natura naturans coincidente con la Natura naturata.
Il razionalismo, il positivismo, il dogma scientista ci
hanno troppo allontanato dalla ruota delle esistenze,
dalla life map (la pista della vita). Diversamente, con
un come back spettacolare, noi dovremmo tornare
al nostro biodromo universale, ove Bios e Tanatos si
succedono all’infinito, secondo un processo circolare.
Sviluppato simbolicamente, esso fu espresso dallo “O”
(zero) dei Maya, che simtropicamente rappresentava
L’uomo comune non conosce tutte le cause
e le conseguenze delle cose, ed è per questo che egli
vede le cose stesse nascere e morire: vede le cose
sub specie temporis
liani… Nei Veda se ne trovano tracce, 2.000 anni a.C.
Sennonché, neppure Voltaire, lo scettico degli scettici,
nonostante la sua sorprendente affermazione – “Non è
più sorprendente il fatto di essere nati due volte invece
di una, dal momento che tutto in natura è resurrezione” – fu capace con queste parole di resuscitarla dall’
abisso in cui gli antichi vescovi della Chiesa del VI
sia il Nulla che la Matrice del Tutto. Ecco il punto.
L’uomo comune non conosce tutte le cause e le conseguenze delle cose, ed è per questo che egli vede le cose
stesse nascere e morire: vede le cose sub specie temporis.
Il suo schema mentale e il suo pensiero sono lineari.
Hanno un’origine ed una fine. Il realizzato invece
conosce tutte le cause e tutte le conseguenze delle cose,
14 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
Vibrare,
Risuonare, Nascere
La nascita è la più determinante credenza
epigenetica, sia a livello personale
che culturale e della storia delle civiltà
Alberto Ugo Caddeo
N
el 1953 Watson e Crick definirono
struttura e funzione della doppia elica
del DNA, di cui è costituito il gene. Da
qui a pensare che il DNA determinasse
non solo i caratteri fisici, ma anche quelli
comportamentali ed emozionali, il passo fu breve.
Si postulò così la teoria del Dogma Centrale, ovverossia che tutte le caratteristiche psicofisiche fossero
determinate inesorabilmente e per tutta la vita, come
se quest’ultima corresse lungo binari scontati fino alla
morte di ogni essere vivente. Una visione, quindi,
riduzionistica dell’esistenza, ove ogni essere senziente
girasse in un circolo chiuso, senza possibilità di poter
cambiare le linee trasformative e creative della propria
vita. Le libere scelte, anche consapevoli e suscitate
dalla commistione di esperienze ed elaborazioni mentali, in questa visione, possono “giocare” nello spazio
di limiti ben definiti.
Oggigiorno si è accertato che, invece, il DNA è altamente ‘plastico’. È plastico proprio per il fatto che
l’ambiente gioca per i due terzi sulla formazione,
trasformazione ed evoluzione delle caratteristiche
genomiche di un essere vivente. Questo significa che
sono determinanti nella materia vivente, come prima
considerazione da fare, due concetti essenziali: l’informazione e la Comunicazione.
Questo rapporto di primato dell’ambiente sulla genetica ribalta totalmente il vecchio concetto del Dogma
Centrale. Questo rapporto è il fondamento dell’Epigenetica: cioè la genetica è controllata e condiziona-
ta dall’ambiente. Condizionata e non determinata
dall’ambiente. Un grande spazio di libertà di scelta si
para davanti all’esistenza. La facoltà creativa riprende
la sua dignità, non solo nell’essere umano, ma in ogni
essere senziente, come è stato scientificamente ed etologicamente dimostrato.
Cellule intelligenti e organismi vibranti
Si è giunti alla concezione e al fondamento epigenetico
dallo studio di quello che si può definire “l’intelligenza della cellula”. Le cellule, infatti, apprendono dalle
esperienze nel loro impatto con l’ambiente e “creano”
una memoria cellulare trasmissibile alle generazioni di
cellule successive. Senza entrare nello specifico, ogni
cellula è in grado, secondo il livello di emergenza e
di necessità, di crearsi un nuovo centro di memoria
esperienziale e comunicazionale. Di conseguenza, in
un organismo, quindi in una struttura pluricellulare,
si giunge al concetto di Sintropia. Questo concetto è
vitale per tutti gli organismi, in quanto consiste nel
saper comunicare simultaneamente a tutte le altre
cellule appartenenti a tutti i tessuti che compongono
quell’organismo, l’esperienza di una singola cellula,
come se tutti i miliardi di cellule che possono comporre un organismo evoluto avessero fatto la medesima
esperienza.
Questo significa che ogni organismo “vibra” della
stessa risonanza in tutte le sue parti: e questo è
l’aspetto “olografico” di ogni struttura organizzata.
Per essere in “risonanza sintropica” occorre che tutte
26 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
{
Questo rapporto di primato
dell’ambiente sulla genetica
ribalta totalmente il vecchio
concetto del Dogma Centrale
www.scienzaeconoscenza.it - Scienza e Conoscenza 27
Il sistema dell’
ossitocina
L’ormone elisir della calma, dell’amore
e della guarigione
Clara Scropetta
V
ent’anni fa, quando studiavo chimica farmaceutica all’università di Trieste, l’unico riferimento all’ossitocina che ricordo
si trovava nello studio della fisiologia del
sistema nervoso, dove c’era un accenno al
suo ruolo durante il parto. Effettivamente, quest’ormone è stato scoperto all’inizio del secolo scorso
proprio in quest’ambito, da cui il suo nome che letteralmente significa “parto veloce”. Successivamente
si è visto che, oltre a provocare le contrazioni uterine
durante il travaglio, stimola la contrazione delle cellule
muscolari della mammella che permettono la fuoriuscita del latte.
Molto più di ormone del parto
e dell’allattamento
La situazione non è sostanzialmente cambiata, nonostante la ricerca da più di trent’anni suggerisca e
dimostri che l’ossitocina abbia tante altre funzioni,
sia nell’uomo che nella donna. È presente nell’accoppiamento e in moltissimi processi fisiologici che
garantiscono il funzionamento dell’intero organismo
– tra cui la regolazione della pressione sanguigna e
l’andamendo della digestione. Nonostante queste
evidenze, la medicina sembra continuare a ignorare
i progressi scientifici su quest’argomento, che stentano a essere integrati nei libri di testo. Soltanto in
campo neurologico, psichiatrico e psicologico, così
come nelle medicine complementari, si nota un crescente interesse e il ruolo dell’ossitocina inizia a essere presentato in modo più aggiornato e completo.
In particolare, i recenti risultati di studi che hanno evidenziato una correlazione tra il sistema dell’ossitocina
e i disturbi dello spettro autistico sono stati divulgati
ampiamente dai media (1. Pharmacologic rescue of
impaired cognitive flexibility, social deficits, increased aggression, and seizure susceptibility in Oxytocin
receptor null mice: a neurobehavioral model of autism, Biological Psychiatry, Vol.69, Issue 9, pp 875-882,
2011). Ad attirare l’attenzione del grande pubblico
non sono solo gli “scoop” sullo spray nasale di ossitocina come droga da discoteca, per arginare l’infedeltà maschile o per rinsaldare l’intesa sessuale, oppure
ancora sulla moda dell’ossitocina party con pasticche
sublinguali in California. Come ben evidenzia questo passaggio, tratto da un articolo del Corriere della
Sera del novembre 2010, “l’ossitocina rende generosi
e felici. Non è solo l’ormone dell’amore e delle donne
partorienti: riduce ansia e stress, aumenta la fiducia e
l’empatia con il prossimo, aiuta a socializzare chi soffre di autismo. Le nuove proprietà dell’ossitocina sono
state scoperte e dimostrate da un team di ricercatori
di vari atenei statunitensi, raccolte in uno studio della
University of Maryland School of Medicine e appena presentate nella riunione annuale della Society for
Neuroscience”. Si capisce il risalto dato alla notizia, a
questa riunione hanno partecipato circa 30.000 persone, tra neurologi e altri specialisti.
L’equipe di ricerca di Stoccolma
e Michel Odent
Peccato che qui, come altrove, non si faccia esplicito
riferimento all’equipe di ricerca guidata dalla professoressa Kerstin Uvnäs-Moberg a Stoccolma, che da oltre
trent’anni studia l’ossitocina e ha pubblicato innumerevoli articoli su riviste scientifiche autorevoli.
Michel Odent invece, il famoso medico francese paladino della fisiologia della nascita, non cessa di fare
riferimento a lei per ogni considerazione sull’ossitocina che riporta nei suoi gradevoli libri divulgativi. Egli
fa notare una sorprendente particolarità del team di
Stoccolma: si tratta di tredici ricercatrici donne, anzi
per essere più precisi madri, che hanno vissuto personalmente i potenti effetti dell’ossitocina durante il
parto e l’allattamento in assenza di trattamenti farmacologici. Posso testimoniare in prima persona che aver
provato sulla mia pelle il formidabile picco di ossitocina prodotto subito dopo la nascita del bambino in un
parto indisturbato, è stato un forte incentivo a volerne
sapere di più!
34 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
I consigli di Lettura di www.MacroLibrarsi.it
Bruce Lipton
La Biologia delle Credenze
Come il pensiero influenza il DNA e
ogni cellula
Ogni cellula del nostro corpo può essere
paragonata a un essere intelligente, dotato di intenzionalità e scopo, in grado di
sopravvivere autonomamente, il cui vero
“cervello” è costituito dalla membrana.
Questa scoperta porta a una conclusione sbalorditiva: i geni non controllano la
nostra biologia, è invece l’ambiente a influenzare il comportamento delle cellule. Questo porta a nuove, importanti conseguenze per quanto riguarda il benessere, la felicità e la
natura delle malattie. Bruce Lipton è biologo cellulare, ha insegnato
Biologia Cellulare presso la facoltà di Medicina dell’Università del
Wisconsin e si è dedicato in seguito a ricerche pionieristiche alla
School of Medicine della Stanford University.
Consigli
di Lettura
e Visione
Pagine 256 f € 16,50 f Macro Edizioni
Vittorio Marchi
Noi e l’Infinito (DVD)
Scopri la coscienza del mondo
Il professor Vittorio Marchi ci rivela la sua profonda conoscenza dei misteri dell’Universo e della sua struttura
naturale e intelligente, fornendo risposte chiare ai complessi interrogativi della scienza.
Da millenni l’uomo vive sulla Terra un dualismo culturale e genetico: l’osservatore e l’osservato, la separazione tre me e l’Altro, l’alienazione tra uomo ed ecologia, tra uomo e Dio. Tra l’essere umano e il suo corpo
interferiscono medici e farmaci, tra individui e collettività si inseriscono politici e media, mentre in realtà tra
spirito e materia esiste un vuoto pieno: tutto è interconnesso.
DVD + Libretto f € 22,00 f Macro Video
Hervè Grosgogeat
La promessa anti-età
Come fermare l’invecchiamento, perdere peso e supeare le malattie con uno stile di vita sano e naturale
Questo libro forniscele informazioni adatte a migliorare l’alimentazione e lo stile di vita al fine di prevenire le malattie legate
all’età. Con queste indicazioni sarà possibile dimagrire, conservare un peso stabile, eliminare dolori cronici e recuperare una pelle
luminosa e giovanile. Il metodo del dottor Grosgogeat si basa su una delle scoperte scientifiche più importanti degli ultimi anni: il
ruolo dell’infiammazione silenziosa nell’invecchiamento. Il suo programma nutrizionale antinfiammatorio non elimina solamente
i segni superficiali dell’avanzamento dell’età ma agisce anche sulle origini metaboliche profonde dell’infiammazione stessa. La
padronanza del meccanismo biologico della disinfiammazione consente di avviare e rinforzare la reazione immunitaria e le forze
di autoguarigione del corpo. Si tratta del primo libro che spiega in termini semplici e chiari questo concatenamento metabolico.
Pagine 288 f € 15,00 f Macro Edizioni
Jane Bennett e Alexandra Pope
La pillola
È la scelta giusta per te?
Le autrici ci illustrano gli effetti secondari ma deleteri per la salute della donna (depressione, calo
della libido, emicranie, aumento di peso, fragilità
ossea, malattie cardiovascolari, cancro all’utero
ecc.) e dell’eventuale nascituro anche dopo che si
è smesso di assumerla. Propongono informazioni
su altri tipi di contraccezione naturale, sulla vita
sessuale della donna, sul ciclo mestruale e lo stile
di vita adatto a mantenerlo sano.
Pagine 318 f € 14,50 f Macro Edizioni
Marco Pizzuti
Scoperte Scientifiche non Autorizzate
La fusione fredda è veramente un traguardo
irraggiungibile? Le ricerche del prof. Sergio Focardi e dell’Ing. Andrea Rossi sembrano dimostrarne la fattibilità. Cosa è successo realmente a
Tunguska? E se vi dicessero che l’automobile a
zero emissioni è già una realtà da anni? Chi erano
Viktor Schauberger, Marco Todeschini, John
Hutchison, Edward Leedskalnin? Un saggio fondato su fatti e storie vere che ci lascia intravedere
quanto avrebbe potuto essere migliore il mondo
se solo fosse stato realmente libero.
Pagine 471 f € 15,00 f Punto D’Incontro Editore
A.L.B.A. - Associazione Leggi Biologiche Applicate
La Malattia è un’Altra Cosa!
Introduzione alla comprensione delle Cinque Leggi Biologiche scoperte dal dr. Ryke Geerd Hamer
Ora, grazie alle 5 Leggi Biologiche scoperte dal dr. Hamer e da lui denominate “Nuova Medicina Germanica”,
non solo siamo in grado di sapere il perché (eziologia) e il come (patogenesi) di una “malattia”, ma possiamo
anche rispondere a una terza domanda: “Perché proprio a me?”. Inoltre, la cosa affascinante di questo nuovo
modo di comprendere la “malattia” è proprio che ogni singola legge è verificabile da chiunque e per qualsiasi
sintomo. Questo testo vuole essere una breve introduzione utile alle persone che hanno personalmente un
problema di salute o che stanno seguendo da vicino un proprio caro che ha ricevuto una diagnosi di “malattia
grave”. In particolar modo sarà utile agli operatori nel campo della salute che intendono offrire, con scienza
e conoscenza, il proprio sostegno a chi, in seguito ad una diagnosi infausta, si rivolge loro in preda al panico.
Pagine 48 f € 6,50 f Secondo Natura Editore
Per ordinare questi libri visita: www.scienzaeconoscenza.it alla pagina:
Ennio Peres
Matematicaterapia
Come la matematica può semplificarci
la vita
Chi l’avrebbe mai detto che anche dalla Matematica si possono trarre preziosi benefici utili per
la vita di tutti i giorni? Con questo libro Ennio
Peres dimostra che la Matematica, considerata
da molti una materia impossibile, non crea solo
problemi ma è in grado, invece, di fornire tante soluzioni necessarie per
semplificarci la vita.
Alfred S. Posamentier, Ingmar Lehmann
I (favolosi) Numeri di Fibonacci
La successione di Fibonacci è la configurazione numerica che si incontra
più spesso, e forse anche la più curiosa.
È una configurazione incredibilmente
semplice: inizia con due “1”, e i numeri
successivi sono sempre la somma dei
due immediatamente precedenti (1, 1,
2, 3, 5, 8, 13, 21 e così via).
Pagine 400 f € 24,00 f Emmebi Editore
Pagine 123 f € 11,00 f Salani Editore
Enrica Maffi
Guida all’Arrivo del Primo Figlio
Con la nascita del primo figlio la coppia diventa famiglia, esperienza meravigliosa, unica e irripetibile
di formazione e crescita. Questo libro vuole essere una guida per la neo mamma e il neo papa, capace di
dare risposte alle domande più frequenti che possono sorgere e strumento di rassicurazione verso timori
e incertezze che accompagnano la coppia nell’attesa, nel parto e nei primi mesi di vita del loro bambino.
Pagine 77 f € 10,00 f Sì Edizioni
John D. Barrow
100 Cose Essenziali che non Sapevate
di non Sapere
I Meccanismi segreti del mondo che
ci circonda
Perché l’altra fila della coda è sempre più
veloce di quella in cui siamo noi? Come spingere a mano un’auto nel garage senza farle
colpire il muro? Quanto tempo ci vorrà perché il nostro recente investimento finanziario
raddoppi di valore? Nella vita quotidiana la
matematica ci può sorprendentemente svelare
alcune semplici verità che spesso ignoriamo
e aiutare a risolvere comuni problemi o dilemmi che ci circondano.
John D. Barrow ha raccolto cento applicazioni insolite e curiose della
matematica, che ci spiegano “cento cose essenziali che non sapevamo
di non sapere”.
Pagine 282 f € 19,00 f Mondadori
Judy Difiore
Ginnastica in Gravidanza
Un programma di ginnastica completo mese per mese per restare in forma e per vivere
in modo sereno e rilassato la gravidanza
Verena Schmid
Apprendere la Maternità
Le nuove sfide di oggi, tra natura e cultura
Gli stereotipi culturali sulla donna continuano
a separare i vari aspetti nella donna, rendendo
difficile l’integrazione tra cura del bambino e
interessi personali, sociali o professionali.
Il parto si è trasformato in un evento medico,
tecnologico, chirurgico, isolato, di fronte al
quale anche le donne fortemente acculturate
capitolano impotenti e si consegnano nelle
mani di chi, secondo loro, sa.
Pagine 384 f € 18,00 f Urrà Editore
Verena Schmid
Salute e Nascita
La salutogenesi in gravidanza
Praticare attività fisica durante i mesi dell’attesa significa mantenere il corpo agile e forte,
controllare il peso, allentare ansie e tensioni.
Questo libro è una guida pratica che illustra i
cambiamenti che si verificano nell’organismo
della futura mamma, con particolare riguardo
per l’apparato cardiocircolatorio, il sistema respiratorio, il metabolismo basale, l’equilibrio ormonale, la postura, il pavimento pelvico, i
muscoli della schiena e dell’addome.
La nascita si è ammalata: di stress, di estraniazione, di separazione, di solitudine, di
mancanza di riconoscimento, di medicina, di
inquinamento, di abuso, di depressione. Afflitta degli stessi mali degli individui che ne
sono emersi, le persone di oggi, noi, i nostri
bambini. Come fare per curarla, per guarirla?
L’idea di “salutogenesi” (che deriva dai lavori di Aaron Antonovsky) puo’ essere la chiave
per un nuovo approccio alla maternita’, che
ne ritrovi le radici originarie, pur integrandole con le conoscenze
attuali. La teoria della salutogenesi mette in rapporto stress e risorse.
Pagine 74 f € 9,90 f Idea libri Editore
Pagine 438 f € 29,00 f Urrà Editore
Lynne Mc Taggart
The Bond - Il Legame Quantico
La mappa per cambiare la tua vita e vivere in armonia con gli altri e la natura
La brillante e famosa autrice del bestseller La Scienza dell’Intenzione, Lynne McTaggart, torna con una nuova e straordinaria opera che riscrive la nostra storia scientifica. Siamo arrivati alla fine di qualcosa. Ci stiamo chiedendo il significato
della crisi collettiva che abbraccia tutti i settori della nostra vita. Il mondo come noi lo conosciamo sta andando a rotoli.
Ma questa crisi è il sintomo di un problema molto più profondo. è la conseguenza della differenza tra come ci definiamo
e la nostra vera essenza. Per centinaia di anni abbiamo agito contro la nostra vera natura, ma ora abbiamo raggiunto il
punto in cui non possiamo ignorarla. Non importa quanto sia piacevole la nostra vita, la stragrande maggioranza di noi
continua a mantenere una posizione di lotta, ogni incontro viene vissuto come una sorta di battaglia da combattere sia sul
lavoro, sia per strada, sia durante i nostri spostamenti, sia nell’ambito delle nostre famiglie ecc.
Pagine 368 f € 18,00 f Macro Edizioni f Disponibile a Dicembre 2011
LETTURE CONSIGLIATE oppure chiama lo 0547 347627
Il bambino e il
mondo emozionale
secondo l’Anateoresi
Il legame tra vissuto emozionale traumatico
prenatale e nei primi anni di vita e contesti
emozionali disfunzionali e dannosi in età adulta
Daniela Gavazzi e Alberto Greco
N
el film 2001 Odissea nello spazio Stanley
Kubrick ripercorre tutti i passaggi
dell’evoluzione della vita su questo pianeta come processo necessario a rinnovare la meraviglia, lo stupore, ma anche a
stimolare una rinnovata attenzione alla vita così come
si presenta a ciascun uomo e a ciascuna donna nella
sua interezza.
Che cos’è il nostro esserCi se non un eterno accorgersi
della vita intorno e della vita dentro?
{
fumo, perché mangio troppo o troppo poco e così via?
Ognuno di noi potrebbe campionare tranquillamente
tutta una serie di comportamenti propri o degli altri
a cui è consapevolmente sensibile e da cui è inspiegabilmente attivato a livello emozionale, secondo vari
gradienti, fino ad arrivare, talvolta, a essere bloccato
nell’agire a causa del proprio modo di “sentire” la
realtà.
Joaquin Grau descrive questo mondo emozionale, talvolta così travolgente, come “verità sentita” e la defini-
L’Anateoresi è un’esperienza del soggetto,
affettivamente ed emozionalmente presente a sé,
che consapevolmente ricontatta i propri nuclei
emozionali traumatici per risentirli in modo
consapevole anche a livello fisico
Ogni nostro gesto, ogni nostro pensiero, le nostre
azioni, anche le più semplici, da dove originano, da
cosa sono motivate? Noi siamo liberi così come crediamo? Chi siamo noi? Chi sono io?
Perché un odore può dare fastidio e un altro può
suscitare una commozione, perché alcune persone
compiono gesti che suscitano dei ricordi, perché
sce coraggiosamente come l’“unica verità”. E ipotizza,
così come tanti altri autori, che molte delle azioni,
pensieri, scelte che le persone compiono in età adulta
siano il necessario svolgersi di una sinfonia le cui note
primordiali sono state tutte scritte, sotto dettatura,
dal concepimento alla nascita, e successivamente nei
primi anni di vita.
46 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
LIBRI E DVD
consigliati dalla redazione
PER VEDERE TUTTI I LIBRI DISPONIBILI VISITA WWW.SCIENZAECONOSCENZA.IT
cliccando sul bottone ROSSO COLLANA SCIENZA E CONOSCENZA
e 20,50
e 19,50
e 16,50
e 15,50
e 18,50
e 7,90
e 12,90
e 14,50
e 14,50
e 16,50
e 18,00
e 18,60
e 20,50
e, 18,00
e 16,50
e 17,00
e 24,00
e 18,50
e 18,00
e 12,00
e 16,50
e 11,80
e 20,50
e 12,00
e 13,90
e 12,00
e 14,50
e 12,90
e 13,50
e 12,90
e 12,00
e 14,50
e 12,90
e 11,80
e 14,50 cad. - Trilogia a € 34,80
Da Dove origina la materia?
Che cos’è la realtà?
L’imperdibile FILM
di Massimo Corbucci
“La particella di Dio”
e 18,50
e 22,50
e 18,50
e 28,50
e 14,80
e 34,50
e 16,50
e 33,80
e 16,00
e 33,50
e 26,00
e 19,50
e 16,50
e 17,50
e 24,00
e 19,90
e 24,50
e 18,50
Puoi richiederli nella tua libreria di fiducia oppure on line:
• su www.scienzaeconoscenza.it clicca sul pulsante ROSSO Collana S&C e acquista direttamente;
• contattaci allo 0547 347627 e sarai guidato nell’acquisto;
• scrivi a [email protected] e sarai guidato nell’acquisto.
VENDITA, LOGISTICA E SERVIZI A CURA DI MACROLIBRARSI.IT
Se ti Abboni o Rinnovi avrai 9,00 euro di sconto
sui libri e prodotti acquistati su www.macrolibrarsi.it!
(contatta la redazione per avere il codice buono - Tel. 0547 347627 - [email protected])
Terapia oncologica
integrata
La terapia ortomolecolare integrata del
dottor Hans A. Nieper
Intervista al dottor Massimo Bonucci
Valerio Pignatta e Romina Alessandri
I
l dottor Hans A. Nieper, medico oncologo tedesco
prematuramente scomparso nel 1998, è stato presidente della Società tedesca di oncologia medica e
primario di medicina interna alla Paracelsus Klinik
di Hannover in Germania. Nel corso della sua
lunga pratica medica, ha messo a punto un protocollo terapeutico contro il cancro basato sull’utilizzo di
vitamine e minerali con il quale ha ottenuto risultati
interessanti.
Abbiamo intervistato quello che è stato un suo collaboratore italiano per un quindicennio, il dottor
Massimo Bonucci, che tuttora porta avanti la ricerca del dottor Nieper, che ha ampliato e integrato con
nuove scoperte.
Il dottor Nieper ha condotto una vita all’insegna della ricerca medica in oncologia e ha messo
a punto un metodo di terapia ortomolecolare che
si è rivelato, nelle sue applicazioni, di particolare interesse ed efficacia. Lei è stato un suo stretto
collaboratore e quotidianamente nel suo lavoro di
oncologo porta avanti questo metodo…
Vi ringrazio molto dell’opportunità che mi è concessa
di parlare di una delle persone a cui devo la mia conoscenza dell’oncologia integrata.
Una delle peculiarità della figura del dottor Nieper è
stata la voglia di aiutare le persone ammalate, che lo ha
portato a valutare la natura come un mezzo importante nella battaglia contro la neoplasia.
Qual è la teoria alla base dello sviluppo del cancro
secondo il dottor Nieper?
La neoplasia è una malattia multifattoriale, il nostro
corpo combatte con cellule alterate. Un buon sistema immunitario può distruggerle prima che queste si
moltiplichino. Purtroppo, non sempre il nostro sistema immunitario riesce a distruggere tutte le anormalità del nostro corpo.
Ci sono molti fattori che influenzano il sistema immunitario – fattori ambientali, dieta, ereditarietà, stress – e che
metteno a dura prova tutte le barriere protettive del nostro
corpo. Ecco che la neoplasia non deve essere considerata
come alterazione di una cellula, ma di tutto l’organismo.
Secondo lei, quali sono le sostanze che caratterizzano maggiormente la terapia in questione? Quale
efficacia reale esse hanno e per quali tipi di cancro?
Ci sono dati in merito?
Esistono molte sostanze che ci aiutano nella lotta:
tra le più importanti ci sono quelle che modulano i
messaggi genetici (chiamate da Nieper, sostanze generiparatrici), sono estratti di piante carnivore, come
la Dionea, piante donatrici di aldeidi (sostanze liposolubili), come le mandorle, la valeriana imalayana
o estratti da formiche, le iridodiadi, o come estratti
dall’olio di squalo (lo squalene, che si trova anche
nell’olio di oliva), o come le oncostatine (sostanze
enzimatiche che ripristinano l’azione dei geni alterati).
Tutte queste sostanze sono state utilizzate per decenni,
dal dotor Nieper e da molti altri colleghi, fra cui io,
con risultati veramente soddisfacenti. La loro efficacia
va ad aumentare l’effetto della chemioterapia. Sono
state utilizzate per tutti i tipi di tumore, anche se alcune sostanze sono specifiche per certi tipi di tumore (si
prenda l’esempio delle oncostatine che vengono utilizzate principalmente per malattie linfoproliferative ed
ematologiche).
Esistono numerose pubblicazioni di risultati (fatti dal
dottor Nieper in lingua inglese e tedesca), tutte rintracciabili su PUBMED.
52 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
Hai l’asma?
Ti curo il Rene
Secondo la Medicina dell’Informazione e le
Catene Causali di Schimmel la malattia che si
manifesta in un organo ha origine in un’altro:
il dottor Baldari ci illustra tutte le patologie
collegate al Meridiano di Rene
Urbano Baldari
C
on questo articolo, con entusiasmo,
inizio la collaborazione con questa bellissima rivista. Il titolo della rubrica è:
“Informazione e Biologia”. Su questo
debbo spendere due parole. Io studio
il paziente partendo dal presupposto che un sistema biologico complesso, quale è al sommo grado
il corpo umano, contenga una parte biologica e
una parte informatica. Vedi lo schema sottostante:
Corpo
Umano
Biologico: cellula e
matrice (parte extracellulare) reazioni
biochimiche permesse
da mediatori, controllo
feed-back, possibilità
finite di reazioni,
lavoro coordinato e cooperativo tra le varie
molecole, possibilità di
eliminare gli errori.
Informatico: correnti
elettodinamiche (“email”), azioni matematico-logaritmiche, non c’è
controllo di feed back,
informazione in tempo
reale, precisa come la luce
laser, possibilità infinite,
non è possibile eliminare
gli errori, meridiani quali
vie informatiche
Le due parti si integrano perfettamente tra di loro, e
dalla loro perfetta operatività dipende il funzionamento del corpo umano. Grazie a questo sistema integrato, noi viviamo con 1.500 chilo-calorie giornaliere,
ovvero un totale energetico introdotto con la dieta
assolutamente ridicolo, a fronte all’enorme quantità di
lavoro che svolgiamo. Il segreto è l’ottimizzazione del
lavoro biochimico. Lo scopo finale di questo sistema
complesso è di sopravvivere il più a lungo possibile,
sapendo, però, che tutto, un giorno, finirà con la
disgregazione della complessità, che noi chiamiamo,
senza tanti giri di parole, morte.
Mio intendimento è dividere questi articoli in due
parti, almeno fino a che non avrò esaurito i concetti
propri della prima parte: una più generale, centrata
sul tentativo di spiegare con linguaggio comprensibile,
ma scientifico, il complesso dei rapporti biochimicocibernetici che regola un sistema biologico complesso.
L’altra, invece, approfondirà, seguendo soprattutto la
Medicina Tradizionale Cinese e le catene causali di
Schimmel, vari argomenti di patologia.
Prima Parte: rapporti tra corpo biologico e
corpo informatico
Rapidamente vediamo, voce per voce, le caratteristiche di ciascuna delle due parti:
Parte Biologica
È l’insieme di tutte le reazioni cellulari, che sono miliardi e miliardi tutti i giorni. Sono reazioni biochimiche,
ovvero avvengono grazie a consumo di energia, ottenuta dalla rottura di legami di deposito deboli, in presenza
di ossigeno, le quali modificano un substrato (parte da
modificare), da “situazione A” a “situazione B”.
Ogni reazione necessita della presenza di molecole
“facilitatrici”, che noi chiamiamo mediatori che, a
seconda del substrato di cui permettono la modifica,
vengono dette: enzimi (reazioni metaboliche), ormoni
(reazioni endocrine), neuro-trasmettitori (reazioni
nervose alle sinapsi dei nervi), citochine (reazioni
immunitarie), ammine (reazioni riparatrici del sistema
circolatorio); queste sono le più conosciute, ma ne
esistono delle altre. La possibilità di queste reazioni
è matematicamente finita, ovvero, pur essendo esse
miliardi e miliardi, i modelli di formazione sono
condizionati dai mediatori, che sono migliaia e, se
togliamo gli enzimi, non arrivano a centocinquanta.
62 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
78 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
www.scienzaeconoscenza.it - Scienza e Conoscenza 79
se vuoi abbonarti compila questo modulo
CARTACEO
r Singola copia cartacea ABBONAMENTO ELETTRONICO
r Singola copia E-magazine e
e 7,60
r Abbonamento
annuale cartaceo
(4 numeri della rivista) 5,00
r Abbonamento
annuale E-magazine
e 29,00
(4 numeri della rivista) e 15,00
rA
bbonamento biennale cartaceo
rA
bbonamento biennale E-magazine
r Abbonamento triennale cartaceo
r Abbonamento triennale E-magazine
(8 numeri della rivista)
(12 numeri della rivista)
e 56,00
(8 numeri della rivista) (12 numeri della rivista) e 75,00
Numeri Arretrati Cartacei
r Singolo arretrato € 12,00
r Promozione 4 Arretrati € 20,00
(dal numero 27 al numero 37)
r (Desidero ricevere gli arretrati n._____________
________________________________________)
Abbonamenti per la Svizzera
r Abbonamenti Annuale € 55,00
r Abbonamenti Biennale € 95,00
e 30,00
e 45,00
ATTENZIONE L’ABBONAMENTO
ELETTRONICO PREVEDE SOLO LA
SPEDIZIONE DI FILE IN FORMATO PDF
AD UN INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA.
Numeri Arretrati E-MAGAZINE
r Singolo arretrato € 8,00
r Promozione 4 Arretrati € 15,00
(dal numero 23 al numero 37)
r (Desidero ricevere gli arretrati n._____________
___________________________)
Per gli abbonamenti esteri e informazioni
contatta il nostro ufficio abbonamenti
[email protected] o Tel. 0547 347627
Per gli abbonamenti esteri in formato
elettronico il prezzo è lo stesso in tutto il mondo.
Modalità di pagamento
r Acquisto on-line con carta di credito sul sito www.scienzaeconoscenza.it.
r Versamento su c/c n. 93831956 intestato a Editing snc; Allegare a questo modulo copia del versamento e inviare via fax allo 0547 345056.
rP
agamento tramite bonifico intestato a Editing snc; Banca Romagna Cooperativa IBAN:
IT44 K 07073 23908 029009011001. Allegare a questo modulo copia del versamento.
Per abbonarSI: segnare con una crocetta il tipo di abbonamento e il metodo di pagamento scelto. Compilare il modulo con i dati e inviarlo insieme alla copia del versamento
- via fax (0547 345056), via mail ([email protected]) o via posta a (Editing snc
“Scienza e Conoscenza”, Via Fra Michelino 20, 47521 Cesena FC).
Nome*______________________Cognome*_____________________
Via*_______________________________n._____CAP*____________
Città*__________________Prov.*______ Tel*____________________ E-mail____________________________________________________
r
Desidero ricevere fattura relativa ai dati sopra indicati.
P. IVA/C.F._________________________________________________
*Campi obbligatori per la spedizione r Autorizzo il trattamento dei dati personali
La sottoscrizione dell’abbonamento dà diritto a ricevere offerte di prodotti e servizi da parte della nostra azienda. Se non desideri riceverli barra questa casella
80 Scienza e Conoscenza - n. 38, ottobre/novembre/dicembre 2011
❏
informativa ex D.Lgs. n. 196/03 (tutela della privacy): Ai sensi degli articoli artt. 7 e 10 del Decreto Legislativo, la informiamo che i suoi dati personali saranno trattati dalla redazione della rivista Scienza e Conoscenza, curata da Editing snc, via Frà Michelino 20, 47521 Cesena, titolare e responsabile del trattamento per dare corso alla Sua richiesta di abbonamento. A tale scopo il conferimento dei dati anagrafici è indispensabile.I suoi dati
saranno altresì trattati per eventuali proposte di rinnovo abbonamento, ai fini statistici e per la trasmissione, anche per mezzo di posta elettronica, di iniziative editoriali e/o commerciali di Editing snc. I suoi dati saranno trattati con le finalità sopra esposte dalle seguenti categorie di incaricati: addetti dell’ufficio abbonamenti e diffusione, addetti al confezionamento e alla spedizione, addetti alle attività di marketing, addetti alle attività di redazione.
Le ricordiamo che in ogni momento Lei ha diritto di ottenere l’aggiornamento, la rettifica, l’integrazione e la cancellazione dei suoi dati inviando una richiesta a: Editing snc. L’abbonamento verrà attivato con il primo numero raggiungibile dal momento della ricezione del pagamento e avrà la durata richiesta nel modulo dell’abbonamento.
Se desideri ricevere i numeri arretrati o
Scarica

la pagina - Scienza e Conoscenza